1 March 2024

1111

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

PROMOTER SVOLGENTE LA PROPRIA ATTIVITA’ PROFESSIONALE NEL LAZIO E ROMA CITTA’, PLURIENNALE ESPERIENZA, CONOSCENZA DEL MERCATO TERRITORIALE RETE AGENZIE DI VIAGGIO, SI PROPONE PER PROPOSTE DI COLLABORAZIONE DA PARTE DI TOUR OPERATOR. TEL. 328 4726504.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460724 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_453947" align="alignleft" width="300"] Frédéric Meyer[/caption] Il 2024 per la destinazione Francia sarà un anno particolare, grazie anche alla presenza dei Giochi Olimpici e Paralimpici a Parigi, dal 26 luglio all’11 agosto, e per i Paralimpici dal 28 agosto all’8 di ottobre. Durante il media tour che si è svolto recentemente a Milano, organizzato da Atout France, è stata presentata l’offerta turistica delle varie regioni e distretti francesi per questa stagione appena iniziata. Lo sport sarà il fil rouge che unisce i vari territori, ma non solo. Questo è l’anno della scoperta e riscoperta di città e regioni che puntano sempre più su un’offerta in linea con le nuove richieste del mercato e dei clienti, orientata alla sostenibilità e alla tutela ambientale. «L’occasione ideale per riscoprire tutta la Francia, sarà una festa popolare, un grande appuntamento sportivo e un’occasione unica per assistere a dei giochi sostenibili, più inclusivi e più paritari. Il 2024 sarà dunque un anno con molte numerose opportunità per scoprire ancora la ricchezza della destinazione Francia» ha dichiarato Frédéric Meyer, direttore Atout France. E lo sport che va oltre le Olimpiadi e Paralimpiadi parla di eventi internazionali importanti. La competizione Vendee Globe, tour del mondo in barca a vela in solitario, che partirà il 10 novembre 2024 da Les Sables d’Olonnes in Vandea con uno skipper italiano, Giancarlo Pedote. E il 111° Tour de France che partirà da Firenze per terminare, per la prima volta nella storia della manifestazione, a Nizza in Costa Azzurra. « I dati 2023 dei tour operator italiani e delle agenzie di viaggio online, ma anche dei partner francesi, indicano che la clientela italiana è tornata in Francia nelle regioni turistiche tradizionali, ma anche a Parigi e nelle destinazioni regionali francesi più lontane, come il Sud-Ovest, la Bretagna o la Normandia. Nella regione della Valle della Loira, ad esempio, il mercato italiano è al settimo posto e ha registrato un aumento di +8%. E nelle regioni come la Costa Azzurra e la Corsica si conferma il mercato principale. Il 2024 sarà dunque un anno con molte sfide e competitività per la destinazione Francia, e si concluderà con un momento importantissimo per tutti i francesi, la riapertura al pubblico della Cattedrale di Notre Dame, il prossimo 8 dicembre» [post_title] => Francia: 2024 nel segno delle Olimpiadi, ma non soltanto [post_date] => 2024-02-06T10:15:56+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707214556000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460587 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cento anni di storia e scoperte, di incontri e conoscenze. Turisanda1924 compie un secolo di storia e, per celebrare degnamente la ricorrenza, organizza a Milano il prossimo 5 febbraio, presso l'Allianz MiCo, un evento che richiamerà oltre 1.500 partecipanti, tra agenti di viaggio, partner e fornitori, realizzato in collaborazione con Welcome Travel Group e la Saudi Tourism Authority. In cento anni di storia, Turisanda1924 si è evoluta fino a divenire il marchio di oggi, rivolto al segmento high spending e parte della costellazione di brand di Alpitour World: il gruppo che ogni anno movimenta oltre 2 milioni di italiani in Italia e nel mondo. “È un traguardo molto importante per noi – commenta Pier Ezhaya, direttore generale tour operating Alpitour World – non tanto perché festeggiamo i cento anni di Turisanda1924, quanto più perché questo marchio non è mai stato più vivo di così. Ha saputo navigare le correnti e sostenere i cambiamenti, mutando pelle e divenendo una realtà che oggi firma viaggi unici. Conoscere la storia di un brand permette di cogliere la sua identità, capire come evolverà, qual sia la sua ragion d’essere. Turisanda1924 è esplorazione, nel senso più completo del termine: aprirsi al nuovo e al diverso, per lasciarsi trasformare nel profondo. Questo è quello che vogliamo celebrare durante tutto questo 2024 di grandi novità e progetti”. La serata avrà come principale obiettivo quello di sorprendere e trasmettere l’allure di magia che contraddistingue Turisanda1924. A partire dalla musica. In virtù, infatti, della partnership con Radio Monte Carlo ci sarà Nick con la sua Nightfly Orchestra a intrattenere il pubblico presente con un repertorio musicale che spazia dallo swing al funky, dal modern jazz al soul. Dal 2003, Nick è anche direttore artistico del Blue Note Milano, tempio milanese del jazz, nonché punto di riferimento della musica di qualità e partner di Radio Monte Carlo e della stessa Turisanda1924. Saranno poi le atmosfere oniriche e le esperienze interattive e coinvolgenti dei due digital illusionist Les French Twins a catturare il pubblico, con numeri di illusionismo che dialogano con interfacce touch, realtà aumentata e tecniche di intelligenza artificiale. Ma questi sono solo i primi ingredienti del viaggio che accompagnerà il brand in un 2024 pieno di attività e progetti, tra cui il lancio della collezione di viaggi in limited edition Signature – Once in a Lifetime: avventure irripetibili per cui è prevista una sola partenza e che si snodano attraverso itinerari inediti lungo sei principali rotte geografiche. [post_title] => I primi 100 anni di Turisanda1924: grande festa a Milano; al via i viaggi limited edition Signature [post_date] => 2024-02-01T11:40:01+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706787601000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460584 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Argo, il programma di accelerazione rivolto a startup innovative nazionali ed internazionali interessate ad aprire una sede in Italia, operanti nel settore del turismo e dell’ospitalità. Il programma è stato lanciato da CDP Venture Capital, in collaborazione con il ministero del turismo, è gestito dai partner tecnici LVenture Group e Venisia, ha come main partner Intesta Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center. Argo rientra nell’ambito dell’Innovation Network, la rete stabile di collaborazioni del Ministero del Turismo con gli operatori dell’ecosistema dell’innovazione per accelerare la transizione digitale e sostenibile. In particolare, il ministero sostiene le startup del turismo in due fasi: durante il programma di accelerazione, con un contributo a fondo perduto fino a 25mila euro, per supportare le attività di validazione di nuove tecnologie, soluzioni, modelli di business nell’ambito del turismo; dopo il programma di accelerazione, con uno specifico Avviso Pubblico per progetti di sviluppo, con un contributo a fondo perduto fino a 175mila euro per sostenere la crescita ed il consolidamento delle startup. Alla prima edizione di Argo, il ministero del turismo ha supportato, con contributi finanziari a progetti di validazione, 5 startup, alcune delle quali hanno ricevuto anche ulteriori finanziamenti successivi da fondi di venture capital. Prima edizione Nel dettaglio  le startup, supportate dal Mitur alla prima edizione del Ppogramma Argo sono:  Friland, che offre soluzioni di soggiorno nella natura; Mapo Tapo, dove le guide turistiche certificate possono digitalizzare e gestire le prenotazioni; Smartway, che organizza iniziative di team building aziendale in borghi italiani;  Skycab, servizio di noleggio di voli privati per medie e piccole tratte con più bassi;  Ulisses, un sistema di prenotazione di posti barca e monitoraggio dei flussi di diportisti. Visto i positivi risultati, è in corsa la seconda chiamata per partecipare al programma Argo: fino al prossimo 3 febbraio è possibile candidarsi attraverso il sito www.argoaccelerator.com. Potranno candidarsi le startup nel campo del turismo d’affari, culturale, sportivo, sanitario, religioso e di studio, dei viaggi organizzati, delle esperienze open air e dell’enogastronomia. Le startup selezionate riceveranno un investimento iniziale di 75mila euro da parte di CDP Venture Capital, con la possibilità di ottenere un ulteriore contributo a fondo perduto di 25mila euro erogato dal Ministero del Turismo, ed accedere ad un programma di 5 mesi per accelerare la crescita sul mercato. [post_title] => Programma Argo per le startup: il Mitur lancia la seconda edizione [post_date] => 2024-02-01T11:20:21+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706786421000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460579 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ampliare la rete di contatti, offrire opportunità e vantaggi esclusivi ai membri affiliati, creare sinergie tra le due entità e consolidare la posizione di Travel World Escape nel mercato dei viaggi sostenibili. Sono gli obiettivi della nuova partnership tra il to veneziano e Welcome Travel Group. L'idea è quella di permettere alle agenzie del network di accedere a un'ampia gamma di esperienze di viaggio eticamente responsabili e sostenibili, ampliando le competenze su un segmento di mercato in forte espansione e creando così nuove opportunità di business. Travel World Escape sarà presente alla Bit, in programma a Milano dal 4 al 6 febbraio, presso il padiglione 4, stand B108. [post_title] => Travel World Escape: nuova partnership con Welcome Travel [post_date] => 2024-02-01T11:10:43+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706785843000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460130 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Saldo positivo per la stagione 2023 delle Bahamas che alla fine dello scorso novembre hanno registrato 8.645.374 arrivi (aerei e marittimi) internazionali, pari ad una crescita del 41,8% rispetto al periodo corrispondente del 2022.  In particolare, gli arrivi italiani relativi al periodo gennaio-dicembre 2023 hanno fatto segnare un incremento del 25% rispetto agli stessi mesi del 2022 (dati parziali). Tutte le isole - Nassau/Paradise Island, l’isola di Grand Bahama e le Out Islands - hanno registrato arrivi aerei e marittimi stranieri complessivi da record durante i primi undici mesi del 2023, con Bimini che guida la crescita complessiva delle Out Island attestandosi ad un +110% rispetto al 2022 e addirittura al +925% rispetto al 2019. Oltre alla partecipazione alla Welcome Travel Group Convention i prossimi 4, 5 e 6 febbraio presso la Fiera di Milano, Padiglione 4, stand A111, la general manager Maria Grazia Marino è stata e sarà impegnata in diverse iniziative promozionali organizzate in co-marketing con operatori e compagnie aeree in tutta Italia. Nello specifico, l’anno è stato inaugurato con un webinar destinato alle agenzie di viaggio di Going; esperienza molto positiva che verrà ripetuta – questa volta con presenza live – a Napoli, in occasione della Bmt del prossimo marzo. Destinatari della formazione, organizzata a Monza in collaborazione con Gastaldi Holidays il prossimo primo febbraio, sempre gli agenti di viaggio; un secondo appuntamento si terrà a Napoli nel mese di marzo. Il trade ancora protagonista a serie di un’operazione congiunta dell’ente con Air Canada, ad incentivazione delle combinate Canada-Bahamas, favorite dai collegamenti aerei dall’Italia della compagnia di bandiera verso i principali aeroporti canadesi e da Montreal e Toronto verso la capitale Nassau. Si tratta di una promozione – attiva dal 12 febbraio fino al 30 aprile – che premierà con un fam trip in Canada e alle Bahamas, le prime 5 agenzie di viaggio che venderanno 4 pacchetti comprensivi di entrambe le destinazioni (almeno 4 pernottamenti alle Bahamas per due persone) e di voli Air Canada. L’operazione congiunta prevede anche un roadshow di 4 tappe il prossimo febbraio: il 12 febbraio, i rappresentanti del Ministero del Turismo, Investimenti e Aviazione delle Bahamas ed Air Canada incontreranno le agenzie di Torino, il 13 saranno a Milano, il 14 febbraio a Roma e, infine, si conclude il giorno 15 a Bari. Il mese di febbraio prevede inoltre il lancio del sito e-learning in italiano bahamasagents.com/it che fornisce una formazione approfondita sulla destinazione. [post_title] => Bahamas: gli arrivi italiani crescono del +25%. Raffica di iniziative per il trade [post_date] => 2024-01-25T14:56:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706194565000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459264 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aegean ha chiuso il 2023 con 15,5 milioni di passeggeri trasportati, 3,2 milioni in più rispetto al 2022, in altre parole una crescita del 26%, che segna un nuovo record per il vettore greco. Lo scorso anno la compagnia ha offerto 18,5 milioni di posti, di cui 11,1 milioni sulle rotte internazionali, 2 milioni in più rispetto al 2022 e 800.000 in più rispetto al 2019. Il network contava un totale di 180 destinazioni in 49 Paesi con 307 rotte operate con 76 aeromobili, incluse le 9 consegne di nuovi aeromobili Airbus 320/321 neo. Il load factor medio si è attestato all'83,4%, in aumento del 4,4% rispetto all'anno precedente. Sempre sul network internazionale la compagnia ha trasportato 9,2 milioni di passeggeri, il 29% in più rispetto al 2022. "Il 2023 è stato un altro anno positivo per Aegean e per il turismo greco - ha affermato Dimitris Gerogiannis, ceo del vettore -. Continueremo a lavorare costantemente per offrire più scelte ai nostri passeggeri, per migliorare l'esperienza di viaggio, ma anche per diffondere il prodotto turistico, in modo da mantenere il ritmo dinamico dell'azienda e del Paese anche nel nuovo anno, nonostante le sfide". [post_title] => Aegean archivia il 2023 con 15,5 mln di passeggeri, in aumento del 26% [post_date] => 2024-01-12T09:06:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705050418000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459206 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_459215" align="alignright" width="300"] Da sinistra, Astorre Legnani, Giuseppe Silvestrini e Andrea Gilardi[/caption] L'estate 2024 dell'Aeroporto di Forlì conta su un network di 12 collegamenti: quattro verso la Sicilia (Catania, Trapani, Lampedusa e Pantelleria; due per la Sardegna (Cagliari e Olbia); cinque per la Grecia (Zante, Cefalonia, Corfù, Lefkada e Karpathos); una verso l’Albania (Tirana).  Tutte e 12 le destinazioni vengono promosse e commercializzate attraverso il sito GoToFly e decolleranno dal “Ridolfi” dal lunedì alla domenica seguendo modalità operative differenti in base alle richieste dei mercati di riferimento. Saranno fino a tre gli aeromobili (due dei quali del vettore greco Air Mediterranean) impiegati da GoToTravel nella copertura del network GoToFly - un B737-400 è già basato al Ridolfi - mentre si rinnova e si amplia la collaborazione con il tour operator emiliano MySunSea. La partnership tra Aeroporto di Forlì e MySunSea è finalizzata alla promozione-vendita dei voli per cinque località di particolare fascino della Grecia (Zante, Cefalonia, Corfù, Lefkada e Karpathos) e una suggestiva meta della Sicilia più autentica: l’isola di Lampedusa.  «Come primo obiettivo ci siamo dati quello di non utilizzare più aeromobili a turboelica ma solo Boeing. Avremo in attività fino a tre “macchine”; due delle quali del vettore greco Air Mediterranean. Questa scelta tiene conto di vari aspetti: sia la disponibilità degli aeromobili di backup assicurata da Air Mediterranean, così da garantire sempre la piena operatività nel corso dell’intera stagione; sia, altro elemento di pregio, la presenza qui a Forlì di Albatechnics, manutentore certificato proprio da Boeing. Il risultato per numero di passeggeri che prevediamo di raggiungere entro la fine del 2024 - afferma Andrea Stefano Gilardi, direttore generale & accountable manager F.A. - è stimabile in circa 180.000: un aumento sul 2022 pari al 27%. Se l’anno scorso grazie a GoToFly hanno volato 40.000 persone, nel 2024 stimiamo un incremento fino a 78.000. Una nota a parte voglio spenderla per i collegamenti di Ryanair già in essere: la compagnia aerea irlandese ha annunciato il taglio della rotta - da aprile - e di oltre il 50% dei posti in vendita sui collegamenti diretti a Palermo. Una decisione che non coinvolge solo Forlì, bensì tutti gli scali regionali non “classificati” principali. Stiamo allora valutando di attivare/mantenere “in prima persona” i collegamenti su Palermo o tramite lo schema tipico di GoToFly, disponendo del vettore basato qua e dopo aver verificato slot e monte ore del noleggio; o tramite accordi con un’altra compagnia interessata alla destinazione. In un’ottica di ulteriore crescita, stiamo infine lavorando, in stretta sinergia con gli attori principali della scena turistica - a cominciare dagli albergatori - per portare sul “Ridolfi” collegamenti in chiave incoming da città di primaria importanza: come Francoforte e Bruxelles. Credo esistano i presupposti per fare bene e conseguire traguardi utili al territorio e all’economia della Romagna. In proposito mi sento di rivolgere un appello anche alla Regione Emilia-Romagna affinché gli interlocutori istituzionali possano supportarci nel percorso».  [post_title] => Forlì: saranno 12 le destinazioni nel network dell'estate [post_date] => 2024-01-11T11:50:19+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704973819000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459213 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ministero e soldi. Fa specie ciò che ha scoperto Il Fatto Quotidiano in merito ai finanziamenti pubblici in materia di eco-turismo. Ricordiamo che i cosiddetti progetti sono già stati finanziati. Vediamo di cosa si tratta. Tra i vincitori, al fianco dei resort, degli stabilimenti balneari e delle spa troviamo, con un certo senso di straniamento, le società che organizzano maxi eventi (come Piacenza Expo e Idee in Fiera, rispettivamente 58mila e 100mila), ma anche un gruppo proprietario di sushi attivo in Abruzzo (altri 100mila euro). Odontotecnici Oppure: società che noleggiano bus o automobili, una flotta di barche a vela dalla Sardegna e una ditta di design specializzata in mobili di alta qualità per odontotecnici. Ricordiamo che sono finanziamenti per eco-turismo e che si stanno utilizzando i soldi pubblici. Ora la domanda è una: ma qual è la percentuale di eco turismo nel sushi attivo? E in chi produce mobili per odontotecnici? Mi sfugge qualcosa. Le operazioni del ministro sono sempre coì intelligenti che io, povero idiota, non riesco a comprenderle. Giuseppe Aloe [post_title] => Ministero: finanziamenti per eco-turismo a chi fa sushi attivo... [post_date] => 2024-01-11T11:29:38+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704972578000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459208 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prosegue lo sviluppo del progetto The Red Sea: il nuovo complesso turistico in fase di costruzione in un’area a 500 chilometri a nord di Gedda, in Arabia Saudita. E come anticipato, tra i primi resort operativi c'è anche il The St. Regis Red Sea Resort, che ha ufficialmente aperto in questi giorni  i propri battenti. Raggiungibile in barca o con idrovolante dal Red Sea International Airport, inaugurato da poco, la struttura dispone di 90 ville fronte mare, che offrono sistemazioni da una a quattro camere da letto, ognuna con piscina privata, solarium e doccia esterna. Progettato dall'architetto Kengo Kuma e con gli interni firmati da Kristina Zanic Consultants, il design della struttura richiama la barriera corallina, la flora e la fauna marina e le distese circostanti di dune sabbiose. I cinque ristoranti del resort offrono cene sulla spiaggia e servono specialità provenienti da fattorie e da pescatori locali. Due di questi sono l’ideale per provare esperienze culinarie più intime e romantiche: il Gishiki 45 propone un menù di ispirazione giapponese in un ambiente luminoso e contemporaneo, mentre il Tilina propone una cucina sofisticata che serve carni alla griglia di prima scelta arricchite da spezie e ingredienti locali. Il Nesma, invece, offre un menù di ispirazione libanese fruibile durante tutto il giorno; The Beach Club serve piatti leggeri e bibite rinfrescanti presso le due piscine all'aperto del resort e sulla spiaggia. Il St. Regis Bar, ispirato al King Cole Bar del St. Regis New York, presenta il mocktail Coral Mary, una rivisitazione locale del Bloody Mary, tipico del brand, a base di un infuso di sommacco, curcuma e alga spirulina, servito in bicchieri personalizzati dallo stilista saudita Qormuz. La St. Regis Spa include poi otto sale per trattamenti con gazebo e vasche da bagno all'aperto, cabine per trattamenti privati e saloni di bellezza per uomini e donne. Tra questi, un trattamento viso all'oro 24 carati, un rituale all'oro e al caviale per nutrire e ringiovanire il corpo e una serie di percorsi benessere che includono yoga e meditazione, tutti eseguiti con prodotti Amra. Il resort offre infine una serie di attività di fitness e benessere, tra cui una palestra completamente attrezzata, una piscina all'aperto e una vitality pool, campi da paddle e da tennis, yoga all'alba e al tramonto, sessioni di personal training e consulenze nutrizionali. Appartengono al programma Family Traditions del brand, il kids club Little Treasures Children e la grande area avventura all'aperto. [post_title] => Aperto in Arabia Saudita il The St. Regis Red Sea Resort [post_date] => 2024-01-11T11:07:39+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704971259000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1111" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":32,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":156,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460724","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_453947\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Frédéric Meyer[/caption]\r\n\r\nIl 2024 per la destinazione Francia sarà un anno particolare, grazie anche alla presenza dei Giochi Olimpici e Paralimpici a Parigi, dal 26 luglio all’11 agosto, e per i Paralimpici dal 28 agosto all’8 di ottobre. Durante il media tour che si è svolto recentemente a Milano, organizzato da Atout France, è stata presentata l’offerta turistica delle varie regioni e distretti francesi per questa stagione appena iniziata.\r\n\r\nLo sport sarà il fil rouge che unisce i vari territori, ma non solo. Questo è l’anno della scoperta e riscoperta di città e regioni che puntano sempre più su un’offerta in linea con le nuove richieste del mercato e dei clienti, orientata alla sostenibilità e alla tutela ambientale. «L’occasione ideale per riscoprire tutta la Francia, sarà una festa popolare, un grande appuntamento sportivo e un’occasione unica per assistere a dei giochi sostenibili, più inclusivi e più paritari. Il 2024 sarà dunque un anno con molte numerose opportunità per scoprire ancora la ricchezza della destinazione Francia» ha dichiarato Frédéric Meyer, direttore Atout France.\r\n\r\nE lo sport che va oltre le Olimpiadi e Paralimpiadi parla di eventi internazionali importanti. La competizione Vendee Globe, tour del mondo in barca a vela in solitario, che partirà il 10 novembre 2024 da Les Sables d’Olonnes in Vandea con uno skipper italiano, Giancarlo Pedote. E il 111° Tour de France che partirà da Firenze per terminare, per la prima volta nella storia della manifestazione, a Nizza in Costa Azzurra.\r\n\r\n« I dati 2023 dei tour operator italiani e delle agenzie di viaggio online, ma anche dei partner francesi, indicano che la clientela italiana è tornata in Francia nelle regioni turistiche tradizionali, ma anche a Parigi e nelle destinazioni regionali francesi più lontane, come il Sud-Ovest, la Bretagna o la Normandia. Nella regione della Valle della Loira, ad esempio, il mercato italiano è al settimo posto e ha registrato un aumento di +8%. E nelle regioni come la Costa Azzurra e la Corsica si conferma il mercato principale. Il 2024 sarà dunque un anno con molte sfide e competitività per la destinazione Francia, e si concluderà con un momento importantissimo per tutti i francesi, la riapertura al pubblico della Cattedrale di Notre Dame, il prossimo 8 dicembre»","post_title":"Francia: 2024 nel segno delle Olimpiadi, ma non soltanto","post_date":"2024-02-06T10:15:56+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1707214556000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460587","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cento anni di storia e scoperte, di incontri e conoscenze. Turisanda1924 compie un secolo di storia e, per celebrare degnamente la ricorrenza, organizza a Milano il prossimo 5 febbraio, presso l'Allianz MiCo, un evento che richiamerà oltre 1.500 partecipanti, tra agenti di viaggio, partner e fornitori, realizzato in collaborazione con Welcome Travel Group e la Saudi Tourism Authority. In cento anni di storia, Turisanda1924 si è evoluta fino a divenire il marchio di oggi, rivolto al segmento high spending e parte della costellazione di brand di Alpitour World: il gruppo che ogni anno movimenta oltre 2 milioni di italiani in Italia e nel mondo.\r\n\r\n“È un traguardo molto importante per noi – commenta Pier Ezhaya, direttore generale tour operating Alpitour World – non tanto perché festeggiamo i cento anni di Turisanda1924, quanto più perché questo marchio non è mai stato più vivo di così. Ha saputo navigare le correnti e sostenere i cambiamenti, mutando pelle e divenendo una realtà che oggi firma viaggi unici. Conoscere la storia di un brand permette di cogliere la sua identità, capire come evolverà, qual sia la sua ragion d’essere. Turisanda1924 è esplorazione, nel senso più completo del termine: aprirsi al nuovo e al diverso, per lasciarsi trasformare nel profondo. Questo è quello che vogliamo celebrare durante tutto questo 2024 di grandi novità e progetti”.\r\n\r\nLa serata avrà come principale obiettivo quello di sorprendere e trasmettere l’allure di magia che contraddistingue Turisanda1924. A partire dalla musica. In virtù, infatti, della partnership con Radio Monte Carlo ci sarà Nick con la sua Nightfly Orchestra a intrattenere il pubblico presente con un repertorio musicale che spazia dallo swing al funky, dal modern jazz al soul. Dal 2003, Nick è anche direttore artistico del Blue Note Milano, tempio milanese del jazz, nonché punto di riferimento della musica di qualità e partner di Radio Monte Carlo e della stessa Turisanda1924. Saranno poi le atmosfere oniriche e le esperienze interattive e coinvolgenti dei due digital illusionist Les French Twins a catturare il pubblico, con numeri di illusionismo che dialogano con interfacce touch, realtà aumentata e tecniche di intelligenza artificiale. Ma questi sono solo i primi ingredienti del viaggio che accompagnerà il brand in un 2024 pieno di attività e progetti, tra cui il lancio della collezione di viaggi in limited edition Signature – Once in a Lifetime: avventure irripetibili per cui è prevista una sola partenza e che si snodano attraverso itinerari inediti lungo sei principali rotte geografiche.","post_title":"I primi 100 anni di Turisanda1924: grande festa a Milano; al via i viaggi limited edition Signature","post_date":"2024-02-01T11:40:01+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1706787601000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460584","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Argo, il programma di accelerazione rivolto a startup innovative nazionali ed internazionali interessate ad aprire una sede in Italia, operanti nel settore del turismo e dell’ospitalità.\r\n\r\nIl programma è stato lanciato da CDP Venture Capital, in collaborazione con il ministero del turismo, è gestito dai partner tecnici LVenture Group e Venisia, ha come main partner Intesta Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center.\r\n\r\nArgo rientra nell’ambito dell’Innovation Network, la rete stabile di collaborazioni del Ministero del Turismo con gli operatori dell’ecosistema dell’innovazione per accelerare la transizione digitale e sostenibile.\r\n\r\nIn particolare, il ministero sostiene le startup del turismo in due fasi: durante il programma di accelerazione, con un contributo a fondo perduto fino a 25mila euro, per supportare le attività di validazione di nuove tecnologie, soluzioni, modelli di business nell’ambito del turismo; dopo il programma di accelerazione, con uno specifico Avviso Pubblico per progetti di sviluppo, con un contributo a fondo perduto fino a 175mila euro per sostenere la crescita ed il consolidamento delle startup.\r\n\r\nAlla prima edizione di Argo, il ministero del turismo ha supportato, con contributi finanziari a progetti di validazione, 5 startup, alcune delle quali hanno ricevuto anche ulteriori finanziamenti successivi da fondi di venture capital.\r\nPrima edizione\r\nNel dettaglio  le startup, supportate dal Mitur alla prima edizione del Ppogramma Argo sono:  Friland, che offre soluzioni di soggiorno nella natura; Mapo Tapo, dove le guide turistiche certificate possono digitalizzare e gestire le prenotazioni; Smartway, che organizza iniziative di team building aziendale in borghi italiani;  Skycab, servizio di noleggio di voli privati per medie e piccole tratte con più bassi;  Ulisses, un sistema di prenotazione di posti barca e monitoraggio dei flussi di diportisti.\r\n\r\nVisto i positivi risultati, è in corsa la seconda chiamata per partecipare al programma Argo: fino al prossimo 3 febbraio è possibile candidarsi attraverso il sito www.argoaccelerator.com. Potranno candidarsi le startup nel campo del turismo d’affari, culturale, sportivo, sanitario, religioso e di studio, dei viaggi organizzati, delle esperienze open air e dell’enogastronomia.\r\n\r\nLe startup selezionate riceveranno un investimento iniziale di 75mila euro da parte di CDP Venture Capital, con la possibilità di ottenere un ulteriore contributo a fondo perduto di 25mila euro erogato dal Ministero del Turismo, ed accedere ad un programma di 5 mesi per accelerare la crescita sul mercato.","post_title":"Programma Argo per le startup: il Mitur lancia la seconda edizione","post_date":"2024-02-01T11:20:21+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1706786421000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460579","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ampliare la rete di contatti, offrire opportunità e vantaggi esclusivi ai membri affiliati, creare sinergie tra le due entità e consolidare la posizione di Travel World Escape nel mercato dei viaggi sostenibili. Sono gli obiettivi della nuova partnership tra il to veneziano e Welcome Travel Group.\r\n\r\nL'idea è quella di permettere alle agenzie del network di accedere a un'ampia gamma di esperienze di viaggio eticamente responsabili e sostenibili, ampliando le competenze su un segmento di mercato in forte espansione e creando così nuove opportunità di business.\r\n\r\nTravel World Escape sarà presente alla Bit, in programma a Milano dal 4 al 6 febbraio, presso il padiglione 4, stand B108.","post_title":"Travel World Escape: nuova partnership con Welcome Travel","post_date":"2024-02-01T11:10:43+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1706785843000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460130","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\nSaldo positivo per la stagione 2023 delle Bahamas che alla fine dello scorso novembre hanno registrato 8.645.374 arrivi (aerei e marittimi) internazionali, pari ad una crescita del 41,8% rispetto al periodo corrispondente del 2022. \r\nIn particolare, gli arrivi italiani relativi al periodo gennaio-dicembre 2023 hanno fatto segnare un incremento del 25% rispetto agli stessi mesi del 2022 (dati parziali).\r\nTutte le isole - Nassau/Paradise Island, l’isola di Grand Bahama e le Out Islands - hanno registrato arrivi aerei e marittimi stranieri complessivi da record durante i primi undici mesi del 2023, con Bimini che guida la crescita complessiva delle Out Island attestandosi ad un +110% rispetto al 2022 e addirittura al +925% rispetto al 2019.\r\nOltre alla partecipazione alla Welcome Travel Group Convention i prossimi 4, 5 e 6 febbraio presso la Fiera di Milano, Padiglione 4, stand A111, la general manager Maria Grazia Marino è stata e sarà impegnata in diverse iniziative promozionali organizzate in co-marketing con operatori e compagnie aeree in tutta Italia. Nello specifico, l’anno è stato inaugurato con un webinar destinato alle agenzie di viaggio di Going; esperienza molto positiva che verrà ripetuta – questa volta con presenza live – a Napoli, in occasione della Bmt del prossimo marzo.\r\nDestinatari della formazione, organizzata a Monza in collaborazione con Gastaldi Holidays il prossimo primo febbraio, sempre gli agenti di viaggio; un secondo appuntamento si terrà a Napoli nel mese di marzo.\r\nIl trade ancora protagonista a serie di un’operazione congiunta dell’ente con Air Canada, ad incentivazione delle combinate Canada-Bahamas, favorite dai collegamenti aerei dall’Italia della compagnia di bandiera verso i principali aeroporti canadesi e da Montreal e Toronto verso la capitale Nassau.\r\nSi tratta di una promozione – attiva dal 12 febbraio fino al 30 aprile – che premierà con un fam trip in Canada e alle Bahamas, le prime 5 agenzie di viaggio che venderanno 4 pacchetti comprensivi di entrambe le destinazioni (almeno 4 pernottamenti alle Bahamas per due persone) e di voli Air Canada.\r\nL’operazione congiunta prevede anche un roadshow di 4 tappe il prossimo febbraio: il 12 febbraio, i rappresentanti del Ministero del Turismo, Investimenti e Aviazione delle Bahamas ed Air Canada incontreranno le agenzie di Torino, il 13 saranno a Milano, il 14 febbraio a Roma e, infine, si conclude il giorno 15 a Bari. Il mese di febbraio prevede inoltre il lancio del sito e-learning in italiano bahamasagents.com/it che fornisce una formazione approfondita sulla destinazione.","post_title":"Bahamas: gli arrivi italiani crescono del +25%. Raffica di iniziative per il trade","post_date":"2024-01-25T14:56:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1706194565000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459264","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Aegean ha chiuso il 2023 con 15,5 milioni di passeggeri trasportati, 3,2 milioni in più rispetto al 2022, in altre parole una crescita del 26%, che segna un nuovo record per il vettore greco.\r\n\r\nLo scorso anno la compagnia ha offerto 18,5 milioni di posti, di cui 11,1 milioni sulle rotte internazionali, 2 milioni in più rispetto al 2022 e 800.000 in più rispetto al 2019. Il network contava un totale di 180 destinazioni in 49 Paesi con 307 rotte operate con 76 aeromobili, incluse le 9 consegne di nuovi aeromobili Airbus 320/321 neo. Il load factor medio si è attestato all'83,4%, in aumento del 4,4% rispetto all'anno precedente.\r\n\r\nSempre sul network internazionale la compagnia ha trasportato 9,2 milioni di passeggeri, il 29% in più rispetto al 2022.\r\n\r\n\"Il 2023 è stato un altro anno positivo per Aegean e per il turismo greco - ha affermato Dimitris Gerogiannis, ceo del vettore -. Continueremo a lavorare costantemente per offrire più scelte ai nostri passeggeri, per migliorare l'esperienza di viaggio, ma anche per diffondere il prodotto turistico, in modo da mantenere il ritmo dinamico dell'azienda e del Paese anche nel nuovo anno, nonostante le sfide\".","post_title":"Aegean archivia il 2023 con 15,5 mln di passeggeri, in aumento del 26%","post_date":"2024-01-12T09:06:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1705050418000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459206","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_459215\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Da sinistra, Astorre Legnani, Giuseppe Silvestrini e Andrea Gilardi[/caption]\r\nL'estate 2024 dell'Aeroporto di Forlì conta su un network di 12 collegamenti: quattro verso la Sicilia (Catania, Trapani, Lampedusa e Pantelleria; due per la Sardegna (Cagliari e Olbia); cinque per la Grecia (Zante, Cefalonia, Corfù, Lefkada e Karpathos); una verso l’Albania (Tirana). \r\nTutte e 12 le destinazioni vengono promosse e commercializzate attraverso il sito GoToFly e decolleranno dal “Ridolfi” dal lunedì alla domenica seguendo modalità operative differenti in base alle richieste dei mercati di riferimento.\r\n\r\nSaranno fino a tre gli aeromobili (due dei quali del vettore greco Air Mediterranean) impiegati da GoToTravel nella copertura del network GoToFly - un B737-400 è già basato al Ridolfi - mentre si rinnova e si amplia la collaborazione con il tour operator emiliano MySunSea. La partnership tra Aeroporto di Forlì e MySunSea è finalizzata alla promozione-vendita dei voli per cinque località di particolare fascino della Grecia (Zante, Cefalonia, Corfù, Lefkada e Karpathos) e una suggestiva meta della Sicilia più autentica: l’isola di Lampedusa. \r\n\r\n«Come primo obiettivo ci siamo dati quello di non utilizzare più aeromobili a turboelica ma solo Boeing. Avremo in attività fino a tre “macchine”; due delle quali del vettore greco Air Mediterranean. Questa scelta tiene conto di vari aspetti: sia la disponibilità degli aeromobili di backup assicurata da Air Mediterranean, così da garantire sempre la piena operatività nel corso dell’intera stagione; sia, altro elemento di pregio, la presenza qui a Forlì di Albatechnics, manutentore certificato proprio da Boeing.\r\n\r\nIl risultato per numero di passeggeri che prevediamo di raggiungere entro la fine del 2024 - afferma Andrea Stefano Gilardi, direttore generale & accountable manager F.A. - è stimabile in circa 180.000: un aumento sul 2022 pari al 27%. Se l’anno scorso grazie a GoToFly hanno volato 40.000 persone, nel 2024 stimiamo un incremento fino a 78.000.\r\n\r\nUna nota a parte voglio spenderla per i collegamenti di Ryanair già in essere: la compagnia aerea irlandese ha annunciato il taglio della rotta - da aprile - e di oltre il 50% dei posti in vendita sui collegamenti diretti a Palermo. Una decisione che non coinvolge solo Forlì, bensì tutti gli scali regionali non “classificati” principali. Stiamo allora valutando di attivare/mantenere “in prima persona” i collegamenti su Palermo o tramite lo schema tipico di GoToFly, disponendo del vettore basato qua e dopo aver verificato slot e monte ore del noleggio; o tramite accordi con un’altra compagnia interessata alla destinazione.\r\n\r\nIn un’ottica di ulteriore crescita, stiamo infine lavorando, in stretta sinergia con gli attori principali della scena turistica - a cominciare dagli albergatori - per portare sul “Ridolfi” collegamenti in chiave incoming da città di primaria importanza: come Francoforte e Bruxelles. Credo esistano i presupposti per fare bene e conseguire traguardi utili al territorio e all’economia della Romagna. In proposito mi sento di rivolgere un appello anche alla Regione Emilia-Romagna affinché gli interlocutori istituzionali possano supportarci nel percorso». ","post_title":"Forlì: saranno 12 le destinazioni nel network dell'estate","post_date":"2024-01-11T11:50:19+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1704973819000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459213","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ministero e soldi. Fa specie ciò che ha scoperto Il Fatto Quotidiano in merito ai finanziamenti pubblici in materia di eco-turismo. Ricordiamo che i cosiddetti progetti sono già stati finanziati.\r\n\r\nVediamo di cosa si tratta. Tra i vincitori, al fianco dei resort, degli stabilimenti balneari e delle spa troviamo, con un certo senso di straniamento, le società che organizzano maxi eventi (come Piacenza Expo e Idee in Fiera, rispettivamente 58mila e 100mila), ma anche un gruppo proprietario di sushi attivo in Abruzzo (altri 100mila euro).\r\nOdontotecnici\r\nOppure: società che noleggiano bus o automobili, una flotta di barche a vela dalla Sardegna e una ditta di design specializzata in mobili di alta qualità per odontotecnici.\r\n\r\nRicordiamo che sono finanziamenti per eco-turismo e che si stanno utilizzando i soldi pubblici.\r\n\r\nOra la domanda è una: ma qual è la percentuale di eco turismo nel sushi attivo? E in chi produce mobili per odontotecnici?\r\n\r\nMi sfugge qualcosa. Le operazioni del ministro sono sempre coì intelligenti che io, povero idiota, non riesco a comprenderle.\r\n\r\nGiuseppe Aloe","post_title":"Ministero: finanziamenti per eco-turismo a chi fa sushi attivo...","post_date":"2024-01-11T11:29:38+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1704972578000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459208","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prosegue lo sviluppo del progetto The Red Sea: il nuovo complesso turistico in fase di costruzione in un’area a 500 chilometri a nord di Gedda, in Arabia Saudita. E come anticipato, tra i primi resort operativi c'è anche il The St. Regis Red Sea Resort, che ha ufficialmente aperto in questi giorni  i propri battenti. Raggiungibile in barca o con idrovolante dal Red Sea International Airport, inaugurato da poco, la struttura dispone di 90 ville fronte mare, che offrono sistemazioni da una a quattro camere da letto, ognuna con piscina privata, solarium e doccia esterna.\r\n\r\nProgettato dall'architetto Kengo Kuma e con gli interni firmati da Kristina Zanic Consultants, il design della struttura richiama la barriera corallina, la flora e la fauna marina e le distese circostanti di dune sabbiose. I cinque ristoranti del resort offrono cene sulla spiaggia e servono specialità provenienti da fattorie e da pescatori locali. Due di questi sono l’ideale per provare esperienze culinarie più intime e romantiche: il Gishiki 45 propone un menù di ispirazione giapponese in un ambiente luminoso e contemporaneo, mentre il Tilina propone una cucina sofisticata che serve carni alla griglia di prima scelta arricchite da spezie e ingredienti locali. Il Nesma, invece, offre un menù di ispirazione libanese fruibile durante tutto il giorno; The Beach Club serve piatti leggeri e bibite rinfrescanti presso le due piscine all'aperto del resort e sulla spiaggia. Il St. Regis Bar, ispirato al King Cole Bar del St. Regis New York, presenta il mocktail Coral Mary, una rivisitazione locale del Bloody Mary, tipico del brand, a base di un infuso di sommacco, curcuma e alga spirulina, servito in bicchieri personalizzati dallo stilista saudita Qormuz.\r\n\r\nLa St. Regis Spa include poi otto sale per trattamenti con gazebo e vasche da bagno all'aperto, cabine per trattamenti privati e saloni di bellezza per uomini e donne. Tra questi, un trattamento viso all'oro 24 carati, un rituale all'oro e al caviale per nutrire e ringiovanire il corpo e una serie di percorsi benessere che includono yoga e meditazione, tutti eseguiti con prodotti Amra. Il resort offre infine una serie di attività di fitness e benessere, tra cui una palestra completamente attrezzata, una piscina all'aperto e una vitality pool, campi da paddle e da tennis, yoga all'alba e al tramonto, sessioni di personal training e consulenze nutrizionali. Appartengono al programma Family Traditions del brand, il kids club Little Treasures Children e la grande area avventura all'aperto.","post_title":"Aperto in Arabia Saudita il The St. Regis Red Sea Resort","post_date":"2024-01-11T11:07:39+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1704971259000]}]}}

Lascia un commento