13 May 2021

Tony Capuano è il nuovo ceo di Marriott; Stephanie Linnartz presidente

[ 0 ]

Una decisione nel segno della continuità: Tony Capuano e Stephanie Linnartz sono stati nominati rispettivamente ceo e presidente di Marriott International con effetto immediato. I due manager erano stati già indicati nelle settimane scorse quali responsabili alla supervisione delle attività quotidiane del gruppo a seguito del passo indietro dell’ex amministratore delegato Arne Sorenson, poi prematuramente scomparso pochi giorni fa.

“Sono davvero onorato di essere stato chiamato al timone di Marriott, ma il mio è un sentimento agrodolce – è il commento di Capuano -. Arne è stato un mentore, un campione e un amico di ciascun membro del team. E’ solo grazie ai suoi sforzi, se oggi siamo in grado di affrontare questa transizione. Insieme, porteremo avanti la strategia già da lui delineata e focalizzata sula ripresa e sull’espansione”. Nel suo ultimo incarico prima di diventare ceo, il 55enne Capuano è stato group president, global development, design and operations services. Sotto la sua guida, il portfolio Marriott è passato dalle più di 3.200 proprietà di inizio 2009 agli oltre 7.600 hotel della fine dell’anno scorso. Capuano è entrato nel gruppo nel 1995, occupandosi di pianificazione di mercato. Tra il 1997 e il 2005 ha quindi supervisionato lo sviluppo dell’offerta full-service negli Stati Uniti occidentali e in Canada, per poi assumere l’incarico di senior vice president dello stesso dipartimento sviluppo dell’offerta full service in tutto il Nord America. Nel 2008 è stato quindi nominato executive vice president and global chief development officer.

“Ognuno di noi avverte un profondo senso di perdita per laStephanie Linnartz scomparsa di Arne – ha dichiarato invece Stephanie Linnartz -. Arne non era solo un amico e un leader per noi; era una vera guida per tutta l’industria dell’ospitalità. Il miglior modo per onorare la sua memoria è quindi quello di contribuire allo sviluppo della compagnia”. Già group president, consumer operations, technology and emerging businesses, la 52enne Stephanie Linnartz ha giocato un ruolo fondamentale nell’operazione che ha portato all’acquisizione di Starwood Hotels & Resorts. Entrata in Marriott nel 1997, ha inizialmente svolto vari incarichi nel dipartimento finance and business development, per poi diventare nel 2005 senior vice president, sales and marketing planning and support. Tre anni più tardi è stata nominata senior vice president, global sales e quindi global officer, sales and revenue management dal 2009 al 2013, quando è diventata global chief commercial officer. Ruolo che ha ricoperto fino al 2019.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353893 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mentre la prima nave della nuova collezione di yacht griffati Ritz-Carlton attende ancora di vedere la luce, i cantieri spagnoli H.J. Barreras hanno già iniziato la costruzione della seconda delle tre unità previste dal brand del gruppo Marriott. Lo rivela Travelmole, che spiega come lo yacht sarà un'imbarcazione gemella della Azora, la prima della serie, il cui varo è previsto in febbraio. La nuova nave dovrebbe essere in grado di ospitare 298 passeggeri ed essere pronta per il 2021. «L'unità avrà lo stesso design e stile dello yacht che entrerà in servizio il prossimo anno - ha spiegato il ceo della Ritz-Carlton Yacht Collection, Douglas Prothero -. Siamo molto soddisfatti della collaborazione con i cantieri Barreras e contiamo di proseguire a lungo la partnership con loro». [post_title] => Proseguono gli investimenti Ritz-Carlton nelle crociere di lusso [post_date] => 2019-05-31T14:09:27+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559311767000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353739 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il marchio W di Marriott International debutta in italia con l'hotel W Rome. Il progetto vede protagonista Eclettico, il brand del gruppo Lombardini22 dedicato alla progettazione nel settore dell’hospitality e del residenziale di lusso. Eclettico si sta occupando della progettazione architettonica e restauro dell’edificio e della gestione della documentazione nel rispetto degli standard della catena alberghiera. Inoltre è responsabile della progettazione impiantistica, acustica e site supervision. L’interior design sarà firmato dallo studio newyorchese Meyer Davis. L’hotel, nei pressi di via Veneto, si svilupperà su due edifici di pregio architettonico risalenti al XIX secolo. I due edifici, di 6 piani fuori terra, saranno uniti attraverso un corpo centrale adibito a nuova reception. L’hotel ospiterà 159 camere e suites. Grande importanza verrà data agli spazi per la socialità: W Living Room, Lobby, due ristoranti e più di 120 metri quadri di spazio eventi, oltre a palestra, la spa e l'esclusivo roof top bar sulle terrazze all’ultimo piano. Work in progress e per l’estate 2019 sarà finalizzata la MockUp Room, la camera campione. Gli hotel a marchio W nel mondo sono più di 50 e diventeranno 75 entro il 2020. W continua a crescere in Europa dove gestisce attualmente proprietà ad Amsterdam, Barcellona, Londra, Parigi, Verbier, San Pietroburgo, in Algarve, e ancora Madrid, Ibiza, Praga e Budapest nei prossimi mesi. Oltre a Roma, il 2021 vedrà il debutto di W Hotels anche a Marbella ed Edimburgo. [post_title] => Debutta in Italia il marchio W di Marriott International [post_date] => 2019-05-30T14:42:15+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559227335000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353334 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Marriott International aprirà il primo Aloft Hotel in Irlanda, a Dublino. L’Aloft Dublin City si trova a Blackpitts, all’interno del quartiere dublinese The Liberties. «Siamo entusiasti di debuttare con il nostro brand dedicato a chi ama ascoltare e fare la musica sull'isola di Smeraldo - spiega John Licence, vice president premium and select brands Europe di Marriott International - Dublino è una città che condivide la nostra passione: dagli artisti di strada di Grafton Street ai concerti della National Concert Hall, l’esperienza della musica dal vivo nella città è unica e non vediamo l’ora di far parte della sia divertente nightlife, invitando artisti emergenti a salire sul palco durante i nostri eventi Live At Aloft». Con il suo design accattivante e i suoi spazi accoglienti, Aloft Dublin City dà un nuovo ritmo alla città. Il signature bar del brand, W Xyz è localizzato al settimo piano dell’hotel, dove prendere un drink ammirando sensazionali vedute sulla città: dalle montagne fino alla Guinness Storehouse o alla cattedrale di San Patrizio. Il bar, aperto anche agli esterni, ospiterà il programma Live at Aloft che porta la musica in hotel con concerti acustici in un’atmosfera raccolta e incontri nel backstage con i più ricercati artisti emergenti. Le 202 ampie camere e suite sono dotate di letti soffici e confortevoli con testiere disegnate dall’artista dublinese Sketchy, kit di cortesia firmati Bliss Spa, Wi-Fi veloce e gratuito e televisioni da 49 pollici collegate a un pannello interattivo plug & play. Aloft Dublin City offre il servizio mobile key, che consente di accedere alla propria stanza tramite smartphone o Apple watch. In hotel sono inoltre presenti il centro benessere Re:chargeSm e sale riunioni attrezzate con le migliori tecnologie audio e video e Wi-Fi veloce e gratuito. [post_title] => Marriot apre il primo Aloft irlandese a Dublino [post_date] => 2019-05-27T11:36:13+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558956973000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352634 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_352635" align="alignright" width="300"] Stephanie Rudolph e lo stand di AT a Rehab Karlsruhe[/caption] Importante esordio internazionale per Accessible Tourism, la divisione di The Plus Planet dedicata al turismo accessibile in Italia. Dopo aver partecipato a marzo a ITBerlin 2019, Accessible Tourism primo tour operator italiano dedicato al turismo accessibile, ha preso parte anche a Rehab Karlsruhe, la fiera internazionale per la riabilitazione, cura, innovazione tecnologica e tempo libero, appena conclusa nella città tedesca. L'appuntamento, giunto alla XX edizione, ha visto la partecipazione di oltre 460 operatori da 21 paesi del mondo che hanno presentato le principali novità nell'ambito delle terapie di riabilitazione e ortopedia in un’area dedicata di 50mila metri quadri dove hanno trovato posto tutte le ultime novità del settore, oltre a incontri, workshop e dimostrazioni di associazioni sportive. Per la prima volta, quindi, anche l'Italia accessibile ha testimoniato la propria anima a questo importante appuntamento. La sezione dedicata al tour operating di The Plus Planet ha allestito il proprio stand alla tre giorni tedesca, presentando le principali offerte dedicate al turismo accessibile in Italia. Il catalogo 2019 offre dalle strutture ricettive ai servizi di transfer, dall'assistenza infermieristica fino a pacchetti viaggio e visite guidate rivolti a tutte le tipologie di disabilità. Presente anche un'offerta dedicata al “turismo d'argento” una tipologia in forte ascesa. L'offerta italiana è stata molto apprezzata dal pubblico presente in fiera. «Dopo l’esperienza di ITBerlin 2019, è stato un grande onore per noi poter tornare in Germania ed essere il primo tour operator italiano dedicato al turismo accessibile a partecipare a Rehab Karlsruhe – spiega Stephanie Rudolph, business development manager per Accessible Tourism/The Plus Planet – Lavoriamo dal 2015 per favorire i turismi alternativi con peculiarità in Italia, selezionando le strutture ricettive e i migliori servizi presenti sul mercato nazionale». [post_title] => Turismo accessibile: The Plus Planet alla XX edizione di Rehab Karlsruhe [post_date] => 2019-05-21T15:24:38+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558452278000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352468 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La collezione di hotel indipendenti di Marriott International, Autograph Collection Hotels ha annunciato un nuovo ingresso nel suo portfolio dinamico e variegato comprensivo di 170 hotel in tutto il mondo. Si tratta di The Shelbourne, indirizzo iconico della città di Dublino dal 1824. L’hotel di 265 camere, tra cui 19 suite, si affaccia sul parco di St. Stephen’s Green e si trova a pochi passi dalle attrazioni più celebri di Dublino come il Trinity College, il palazzo dell’Assemblea d'Irlanda e la National Gallery. Il designer Guy Oliver dello studio Oliver Laws ha curato il restyling dell’hotel, soprannominato Grand Dame di Dublino, che presenta eleganti spazi interni dal fascino senza tempo. «The Shelbourne - spiega JP Kavanagh, General Manager di The Shelbourne-  ha giocato un ruolo chiave nella società irlandese per quasi due secoli. Lo spirito indipendente di Autograph Collection Hotels si sposa perfettamente con questo nuovo capitolo della nostra storia, celebrando la personalità unica di questo landmark dublinese e la sua storia impareggiabile». Sono disponibili dieci sale riunioni storiche, distribuite su quasi 1000 metri quadri, molte delle quali vantano un carattere e uno stile unici. Gli spazi possono accogliere diverse tipologie di eventi, da intime cene private fino a importanti conferenze. L’hotel ospita inoltre una Spa privata con un’ampia offerta di trattamenti di bellezza e una sfarzosa sala relax, un centro benessere di ultima generazione con piscina e corsi di fitness, un salone di bellezza e un barbiere. A questo si aggiungono i servizi personalizzati offerti dal fiorista dell’hotel e dal Genealogy Butler, due ulteriori opportunità per godersi il soggiorno al The Shelbourne. Con il suo ingresso in Autograph Collection Hotels, The Shelbourne lancerà l’iniziativa Independent Spirit, un omaggio al Whiskey Irlandese che celebra la rinascita del distillato nel 1824, anno in cui The Shelbourne aprì le sue porte ai primi ospiti. Saranno proposte diverse esperienze personalizzate, tra cui una selezione di whiskey al carrello per il dopo cena presso The Saddle Room Restaurant e i “Whiskey Sommelier” presso The Horseshoe Bar. [post_title] => Autograph Collection Hotels, debutto per The Shelbourne di Dublino [post_date] => 2019-05-20T09:09:48+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558343388000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352378 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Corsica Sardinia Ferries rilancia la promozione “Mamma che viaggio! 100% di sconto sul mio passaggio”: se mamma e papà prenotano un viaggio dal 17 al 27 maggio i bambini viaggeranno gratis verso Corsica, Elba e Sardegna. A bordo delle Navi Gialle i bambini sono, da sempre, ospiti molto graditi: nuove Family Room firmate Play Mart per i bimbi da uno a 10 anni, sale videogame per i più grandi, menu speciali per incontrare i loro gusti, la richiestissima navy bag (moderno zainetto che comprende un pasto con bevande e la sorpresa del capitano) sedie per la pappa, scalda biberon e personale attento a tutte le esigenze sono solo alcune delle attenzioni dedicate ai piccoli ospiti. La promozione non è retroattiva ed è soggetta a condizioni e alla disponibilità dei posti; per viaggi fino al 30 novembre 2019; tasse e diritti sono esclusi; il biglietto deve comprendere almeno 1 passeggero adulto e 1 bambino; i biglietti emessi in questa tariffa non sono rimborsabili, né modificabili. [post_title] => Corsica Sardinia Ferries: i bimbi viaggiano gratis prenotando dal 17 al 27 maggio [post_date] => 2019-05-17T10:18:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558088327000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352128 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' operativa la nuova area dedicata alla flotta di Italo press il centro di manutenzione Alstom a Nola. Il centrosorge all’interno dell’area di Interporto Campano su una superficie totale di 140.000 mq ed è stato aperto nel 2011 per gestire i servizi e le attività manutentive della flotta alta velocità di Italo. Il deposito oggi viene potenziato con la realizzazione di un nuovo fabbricato, dedicato alle attività di manutenzione pesante della flotta di Italo, previste al raggiungimento di 3 milioni di km. Ampio circa 8800 mq, il nuovo edificio è dotato di 3 binari provvisti di tutte le strumentazioni e le apparecchiature necessarie per la manutenzione pesante più un ulteriore binario esterno per il parcheggio dei treni. «La manutenzione è una parte integrante del servizio globale - ha dichiarato Michele Viale, ad di Alstom Ferroviaria Spa -. Affidabilità e disponibilità dei treni sono fattori chiave per il successo economico di chi opera nel trasporto viaggiatori. Grazie a questo nuovo ampliamento Alstom garantisce a Italo servizi di manutenzione completa di tutte le attività, per un periodo di 30 anni, della flotta Italo composta dai 47 treni alta velocità Alstom». «Grazie al lavoro quotidiano svolto insieme ad Alstom possiamo garantire ai nostri passeggeri viaggi sicuri e confortevoli - ha aggiunto Paolo Belforte, chief operations officer di Italo Spa -. Una manutenzione puntuale e dettagliata, a partire dalla cura dei singoli dettagli, è alla base dell’affidabilità dei nostri treni. Iniziano da qui i successi di Italo che in questi setti anni di attività ha raggiunto importanti traguardi, testimoniati oggi dai 92 servizi quotidiani e dalle 21 città servite grazie alla propria flotta composta da 25 Italo AGV e 22 Italo Evo, treni moderni e all’avanguardia in tutta Europa».   [post_title] => Italo inaugura una nuova area di manutenzione al centro Alstom di Nola [post_date] => 2019-05-16T12:19:19+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558009159000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti