18 April 2024

Thrends: le camere di catena in Italia sfondano la soglia del 20%

[ 0 ]

Quasi sette punti percentuali guadagnati in dieci anni. Complice anche la diminuzione dell’offerta complessiva registrata a seguito dell’epidemia, ma merito soprattutto del dinamismo di mercato dimostrato dall’ospitalità italiana, cresce il tasso di penetrazione dei brand di catena nella nostra Penisola. Lo rivela il time-lapse realizzato da Thrends, che da ormai due lustri pubblica semestralmente il proprio Chains Monitor Italy.

Nell’ultima decade il comparto ha insomma intrapreso una decisa evoluzione nei modelli di sviluppo e crescita, più decisa di quanto direttamente visibile a livello immobiliare, con un consolidamento sempre più marcato e vicino a dinamiche europee e dei mercati anglosassoni. In massima sintesi, dal 2013 al 2023 gli hotel di catena sono passati da poco oltre 1.300 a 2.200 (+65%), mentre le camere da 146 mila a oltre 216 mila (+48%). Il tasso di penetrazione delle catene alberghiere (in termini di stanze) è quindi passato dal 13,4% del 2013, valore molto modesto a confronto con le dinamiche di altri player mondiali del turismo, al 20,1% di oggi. Un’evoluzione che dimostra anche come le catene abbiano iniziato ad accettare strutture di portata più ridotta, caratteristica peculiare del panorama immobiliare italiano: la dimensione media degli hotel brandizzati è infatti passata dalle 110 camere del 2013 alle 99 di oggi; un notevole abbassamento della soglia minima, dovuto al proliferare dei brand lifestyle, meno rigidi in termini dimensionali e quindi più adatti al tessuto immobiliare e ricettivo nazionale.

Tra tre anni arriveremo al 22% delle camere

“Il tasso di penetrazione delle catene in Italia è ancora tra i più bassi in Europa – spiega la senior analyst di Thrends, Irina Hernández -. Tuttavia, da un lato l’interesse degli investitori internazionali verso il nostro paese, soprattutto nel segmento luxury, e dall’altro la diminuzione delle camere di hotel in Italia, porterà molto probabilmente la presenza delle catene alberghiere nel Paese dall’attuale 20,1% a oltre il 22% tra tre anni, con una conseguente accelerazione del processo di consolidamento del mercato”.

D’altra parte, i brand (soprattutto quelli internazionali) continuano a dare priorità alle prime quattro città italiane, essendo infatti Roma, Milano, Venezia e Firenze le destinazioni con il maggior numero di alberghi di catena (il 39% del totale). La pressione dei player globali sull’Italia non è mai stata così evidente: alla chiusura del censimento si contano 155 marchi internazionali presenti in Italia, contro i 75 di appena dieci anni fa, per una crescita del 100%. I gruppi con il maggior numero di hotel sono in particolare Bwh, Accor, Marriott International, B&B Hotels e Minor Hotels, che detengono il 19% degli alberghi brandizzati nel nostro paese. Le prime tre catene domestiche (per numero di hotel) sono invece Gruppo Una, Apogia Hotels e Iti Hotels.

Cresce l’interesse degli investitori internazionali per i gruppi domestici

Nel dettaglio, le compagnie alberghiere presenti sul suolo italiano sono passate da 138 a 270 (per gruppo, Thrends intende da sempre qualsiasi operatore che gestisca almeno cinque strutture con uno o più marchi differenti, ndr). Di questi, oggi, il 73% sono realtà domestiche, verso le quali negli ultimi anni, anche grazie al ricambio generazionale, è crescente l’interesse da parte degli investitori esteri. Sono infatti diverse le operazioni di vendita o joint venture tra fondi di investimento o altre catene internazionali e i gruppi italiani. Tra le ultime, ricordiamo l’acquisizione del 75% di Mira Hotels & Resorts da parte di Dsr Hotel Holding; l’acquisizione del 100% di Baglioni Hotels da parte della catena messicana Palace Resorts; la joint venture tra il gruppo Pellicano e la società di asset management paneuropea Aermont Capital.

Nei prossimi anni (2024-2027) è inoltre in programma lo sviluppo e/o affiliazione di 232 hotel, di cui il 68% appartenenti a gruppi internazionali. Di questi, cinque riguardano strutture del segmento economy, 35 del midscale, 83 dell’upscale e 93 del luxury. Di 16 nuovi sviluppi non si conosce invece ancora il futuro posizionamento. Il 32% delle nuove aperture è rappresentato da hotel che entreranno a far parte di una catena domestica, mentre il restante 68% apparterrà a catene internazionali: il 32% americane, il 16% francesi, l’8% spagnole.

Focus sulle Big 4 ma spunta anche per Napoli

Le regioni che vedranno il maggior numero di nuove aperture sono la Lombardia (21%), il Lazio (20%), il Veneto (12%) e la Toscana (9%).
Le prime cinque destinazioni per numero di hotel in pipeline sono invece Roma (18%), Milano (10%), Venezia (6%), Firenze (6%) e Napoli (3%). Per quanto riguarda la tipologia di destinazione, il 39% degli hotel sarà localizzato in città d’arte, il 22% in destinazioni leisure, il 15% in mete sun & beach e l’11% in location business. Il 21% degli hotel in pipeline, infine, sarà marchiato da Marriott International, Accor e Radisson Hotel Group.

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465563 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sfoggia un sorriso a 32 denti Riccardo Fantoni quando racconta i risultati del primo trimestre fiscale del momento Jump: una delle novità introdotte nell'ultimo contratto Costa, che permette alle agenzie di viaggio di scalare più rapidamente gli step delle commissioni base senza dover aspettare un intero anno prima di salire di livello. D'altronde il direttore commerciale Italia di Costa Crociere ha ottime ragioni per essere contento, visto che sono state "diverse decine la adv ad aver già superato la soglia annuale, in appena tre mesi di vendite". Un dato che ben testimonia di un inizio 2024 partito a gonfie vele per Costa, grazie a una domanda sostenuta. Anche le finestre di prenotazione sono tornate a registrare gli anticipi che tradizionalmente hanno sempre caratterizzato il settore. Trend in salita, insomma, supportati tra le altre cose dalla promozione massiccia lanciata lo scorso gennaio dedicata alla proposta all inclusive, accompagnata da una campagna mediatica ambiziosa, seguita dalla presenza a Sanremo con la Costa Smeralda. Un'iniziativa replicata in maniera simile pure ad aprile, tramite incentivi b2b e b2c con scadenza 13 maggio, per quella che Fantoni considera "la tariffa a maggior valore: quella che garantisce i migliori livelli di soddisfazione per i clienti finali". Bene anche le prime reazioni alla grande novità dell'anno: le Sea Destinations, ossia esperienze nelle quali il mare non è solo il mezzo attraverso cui si raggiungono le tappe della crociera, ma diventa un punto di vista privilegiato per vivere momenti suggestivi, che raccontano luoghi speciali compresi nella rotta della nave: "Gli ospiti le cominceranno a sperimentare direttamente dal prossimo mese di maggio, ma già oggi arrivano segnali estremamente positivi dal mercato - racconta Fantoni -. Le agenzie hanno fame di contenuti e, alla nostra rete commerciale sul territorio richiedono con un entusiasmo mai visto prima notizie e approfondimento sulla novità". Oltre alle Sea Destinations, il 2024 vedrà quindi il consolidamento soprattutto nei mesi di spalla delle Costa Voyages: crociere di durata lunga dedicate all'approfondimento delle destinazioni con soste più lunghe e scali anche in mete insolite. "Ma ci sarà pure la novità di Atene nuovo home port della Costa Fortuna, per itinerari verso Istanbul attraverso le isole greche di Mykonos, Santorini, Rodi e Creta. Continuiamo inoltre a monitorare le aree di nostra competenza, all'interno delle strategie del gruppo Carnival, per non lasciarci sfuggire alcuna opportunità futura".   [post_title] => Fantoni, Costa: inizio d’anno molto promettente [post_date] => 2024-04-16T08:02:38+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713254558000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465532 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volver Tour Operator sempre più un punto di riferimento per chi vuole conoscere la Liguria, ma non solo. L’operatore di Genova, fondato da Giada Marabotto, presente sul mercato da oltre dieci anni e specializzato in tour di gruppo e viaggi personalizzati lungo raggio, turismo scolastico e incoming, ha accettato la richiesta dal comune di Alameda (California) per l’organizzazione di un tour in Liguria. «Il comune di Varazze è gemellato con Alameda in California  - spiega la titolare Giada Marabotto -. Il sindaco di Alameda ha deciso di venire in Liguria per la festa di Santa Caterina a Varazze a fare un po’ di attività turistiche, insieme a un gruppo di dirigenti. Ci hanno chiesto di prevedere per loro, che soggiorneranno a Varazze, alcune attività per scoprire il nostro territorio e includere anche zone meno famose e più off the beaten paths“. Volver Viaggi ha quindi preparato un pacchetto personalizzato con guide in esclusiva: una giornata nel Tigullio dove faranno l’esclusiva esperienza del foodie tour con la bottega Parla come mangi (che in passato ha avuto come ospite persino Catherine Zeta Jones) dove impareranno a fare i corzetti, i ravioli e si sfideranno a colpi di mortaio per poi visitare ovviamente Portofino. Nella seconda giornata è poi prevista la visita alle Cinque Terre dove l’operatore ha incluso un gustoso wine trekking nei vigneti. Il terzo giorno include la visita dell’Acquario di Genova, un tour tematico dei vicoli e una attività all’interno di un palazzo storico grazie alla quale impareranno a fare la salsa di noci. A fine della giornata in calendario un aperitivo con focaccia e vino ligure. Una parte del gruppo farà successivamente un tour di Milano, mentre l'altra parte proseguirà con le attività a Varazze.   [post_title] => Volver Tour Operator: i gemellaggi tra Liguria e Usa occasione di promozione per il territorio [post_date] => 2024-04-15T12:48:09+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713185289000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465286 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Never Before Festival, si terrà dal 4 al 31 maggio prossimi, e coinvolgerà ben tre resort maldiviani della Cocoon Collection, arricchendo la proposta con promozioni e iniziative esclusive griffate dal to di casa, Azemar. L'evento musicale della low season alle Maldive torna anche quest'anno, trasformando il Joy Island, il Cocoon Maldives e lo You & Me Maldives in esclusive location per dj set dedicati ai soli ospiti dei resort. Al Joy Island e a al Cocoon Maldives dal 4 al 13 maggio, il festival vedrà in particolare come protagonista il celebre duo Merk & Kremont, Federico Mercuri e Giordano Cremona, produttori multi-platino di livello mondiale. Il duo, che ha si è già esibito davanti agli ospiti del Cocoon Maldives lo scorso anno con un dj set a sorpresa, sarà accompagnato dalla presenza di altri dj di eccezione. Tra gli ospiti speciali ci saranno Addal - Alessandro Addea, noto per i suoi remix di brani di artisti del calibro di Rihanna, Avicii e Sofi Tukker, nonché Eddy Veerus - Edoardo Cremona, metà del duo Il Pagante, famoso per la sua energia contagiosa e il talento non convenzionale. Successivamente sarà quindi la volta dello You & Me Maldives, terzo resort della catena alle Maldive, struttura adults-only, nota anche per il suo ristorante subacqueo H2O by chef Andrea Berton: dal 13 al 31 maggio ospiterà due dj internazionali: la super star coreana dei social Minlee, regina degli audio virali su Instagram e Tik Tok, nonché Katrin Kova, animatrice della movida contemporanea di Dubai con il suo inconfondibile sound afro-hip-hop. Dopo il successo dello scorso anno, The Cocoon Collection si impegna quindi a replicare l'evento con rinnovato entusiasmo e diverse date, rendendo speciale la low season alle Maldive. Con atmosfere tropicali e vibes isolane, il festival darà il via all'estate dei luxury resort della catena alle Maldive e a Zanzibar. E per rendere questo periodo ancora più speciale, Azemar, il tour operator che vende in esclusiva per l’Italia i resort The Cocoon Collection, ha ideato per tutti i clienti promozioni di primavera davvero uniche alla Maldive, come il trasporto in idrovolante gratuito e, sempre in omaggio, il pranzo al ristorante H2O presso lo You & Me Maldives. [post_title] => Never Before Festival: tre resort maldiviani The Cocoon Collection si trasformano in dj set esclusivi [post_date] => 2024-04-11T10:12:27+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712830347000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465205 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465210" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Frederic Naar e Olivier Dewit[/caption] Sarà dedicato all'intero mercato dell'area Benelux (Belgio, Olanda e Lussemburgo) il nuovo ufficio Naar appena inaugurato a Bruxelles. La novità segue di poco l'approdo nell'operatore milanese di Luca Battifora come direttore generale, nonché l'apertura della sede di Francoforte, in Germania. Si fa insomma sempre più consistente la presenza internazionale del to che vanta pure una filiale in Francia: l'ufficio di Naar Benelux è composto da quattro persone e capitanato dal country manager Olivier Dewit. “Alla Vigilia di Natale 2023 venivamo a conoscenza della notizia relativa alla chiusura di Euram, tour operator online presente in Olanda, Belgio e Francia, e molto apprezzato dalle agenzie sia per la tecnologia, sia per lo staff - racconta il fondatore e amministratore delegato, Frederic Naar -. Siamo entrati in contatto con Olivier nel mese di gennaio e immediatamente abbiamo trovato grandi affinità culturali tra le due aziende, e un team con grande voglia di ripartire in tempi brevi. Da qui la decisione di lanciare subito il Benelux, per preservare le professionalità della squadra e colmare un potenziale vuoto di mercato. Grazie all’intelligenza artificiale e all’architettura avanzata del nostro sistema, saremo in grado di iniziare le vendite già dalla metà del mese di questo mese di aprile e l’iniziativa sta già riscuotendo notevole interesse da parte del mercato delle agenzie di viaggi locali". Con l’apertura in Belgio, Naar sarà presente in ben quattro mercati europei con oltre 100 collaboratori in Italia e nel resto d’Europa. Dopo l’inaugurazione ufficiale del Belgio in aprile, seguirà la preannunciata apertura delle vendite in Germania dopo l’estate 2024. [post_title] => Naar sempre più internazionale: aperto un ufficio a Bruxelles in Belgio [post_date] => 2024-04-10T11:10:01+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712747401000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465195 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465199" align="alignleft" width="300"] Giovanni Giussani[/caption] Indennizzi automatici e gestione dei sinistri semplificata, senza contatti con le compagnie: alle porte della stagione estiva, il mondo del turismo premia i risultati della sempre crescente integrazione tra mondo delle assicurazioni viaggio e intelligenza artificiale.  Una tendenza confermata dai dati dell’intermediario assicurativo I4T, Insurance Travel, che per primo ha introdotto nel turismo le cosiddette polizze “parametriche” e servizi di nuova generazione basati sull’impiego dell’AI.  Christian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa I4T, spiega: “Secondo un’indagine che abbiamo condotto su un campione di agenzie di viaggio, a meno di 6 mesi dal lancio il 57% degli operatori conosce già le polizze parametriche, il 98% le ritiene una valida opzione da proporre ai clienti e il 92% pensa che possano essere vendibili come servizio ancillare, in quanto percepite come valore aggiunto dai clienti. Numeri che si sono già concretizzati in più che lusinghiere performance di vendita. Del resto, rispetto al processo classico, che prevede la presentazione di una denuncia documentata, la valutazione soggettiva di un perito, la quantificazione del danno e il successivo rimborso, questo sistema è molto efficiente, perché garantisce un ottimo compromesso tra entità dell’indennizzo e velocità di erogazione”. Unica polizza viaggio parametrica [caption id="attachment_465200" align="alignleft" width="248"] Christian Garrone[/caption] Nello specifico, lo scorso autunno I4T ha presentato in esclusiva l’unica polizza viaggio parametrica in Italia contro il ritardo dei voli: la copertura indennizza l’assicurato con un importo fisso predeterminato in caso di atterraggio del suo volo con più di 3 ore di ritardo rispetto all’orario schedulato. Sulla base dei dati forniti dall’“Oracolo” – ovvero una fonte condivisa presa come termine ufficiale di riferimento – l’algoritmo autorizza automaticamente l’erogazione dell’indennizzo al superamento di una determinata “Soglia”. La polizza, disponibile sul portale agenti di I4T, si può stipulare per coprire fino ad un massimo di 6 voli, senza limite di destinazione, inserendo i dati identificativi del volo e l’indirizzo e-mail a cui il sistema invierà automaticamente la richiesta di IBAN per erogare l’indennizzo al superamento delle 3 ore di ritardo.  Rientra nello stesso principio anche la nuova procedura di rimborso abbinata alla copertura Bagaglio delle polizze Medico/Bagaglio e Medico/Bagaglio/Annullamento della linea Platino, che prevede l’erogazione automatica di un indennizzo il cui importo varia esclusivamente in funzione del tipo di danno subito: perdita parziale del bagaglio per furto o perdita totale per furto, mancata consegna, incendio, scippo o rapina.  “Oggi in Italia esistono ottime polizze viaggio – conclude Giovanni Giussani, direttore commerciale I4T – la differenza è nel servizio. Come intermediario leader di mercato, siamo sempre alla ricerca di soluzioni che, oltre a garantire la sicurezza e la serenità del viaggiatore, semplifichino tutto l’iter burocratico, fino ad arrivare ad azzerarlo: oltre a migliorare la user experience del cliente, questo approccio si traduce in una migliore qualità della vita lavorativa degli agenti di viaggio, che spesso sono direttamente coinvolti nella gestione delle pratiche assicurative per conto dei loro clienti”. [post_title] => I4T: gli operatori riconoscono l'importanza delle polizze parametriche [post_date] => 2024-04-10T10:40:54+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712745654000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465123 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte oggi la nuova promozione all inclusive, valida per le prenotazioni effettuate entro il 13 maggio su tantissime partenze con destinazione Mediterraneo Occidentale, Orientale e il Nord Europa. Approfittando di questa offerta è possibile prenotare una vacanza a partire da 699 euro a persona, con inclusa la pensione completa, il pacchetto My drinks per bevande illimitate tutti i giorni della crociera, le tasse portuali, le quote di servizio e, dove previsto, il volo. Per tutti i soci Costa Club si aggiunge inoltre la nuova promo C|Club, valida fino al 13 maggio, che riserverà doppi punti crociera su un’ampia selezione di partenze e sarà cumulabile con gli sconti dedicati fino al 20%, con la possibilità di un cambio data partenza gratuito sulla prenotazione effettuata. L'attività commerciale Costa è supportata da un'imponente campagna su tv, radio e canali digital, nonché dalla nuova piattaforma di comunicazione Live Your Wonder, dalle partnership con eventi molto importanti e da ulteriori iniziative. Il nuovo linguaggio comunicativo si fonda sull’idea che il modo più efficace di raccontare le esperienze vissute con Costa, in cui mare e destinazioni si combinano in maniera unica, sia proprio nella espressione delle emozioni che queste esperienze suscitano negli ospiti. “Ripartiamo con una campagna commerciale per promuovere il valore del nostro prodotto, generare un forte stimolo alla domanda e aumentare il traffico in agenzia – afferma Riccardo Fantoni, direttore commerciale Italia Costa Crociere –. A sostegno della promozione proseguono anche gli investimenti in comunicazione e le incentivazioni a supporto delle vendite dei nostri partner. Il 1° marzo, infatti, è iniziato il secondo periodo di Jump: un trimestre di vendite per raggiungere l’obiettivo di nuove soglie di fatturato, utili già nel corso dell’anno per vedere crescere la propria remunerazione base. Infine, il consolidato programma Segui-C, con il suo secondo run attivo dal 12 marzo al 15 maggio, che prevede maggiori guadagni per l’agenzia direttamente in estratto conto, su prenotazioni per tutti gli itinerari del Mediterraneo e del Nord Europa con partenze fino al 30 giugno. In aggiunta, per questo run e solo per il Mediterraneo Occidentale, le crociere incluse nell’incentivazione arrivano fino al 30 novembre e per quelle fino al 31 luglio le supercommissioni raddoppiano”. [post_title] => Costa: al via la promozione all inclusive. Tanti anche gli incentivi per le adv [post_date] => 2024-04-09T10:59:18+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712660358000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465090 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sicurezza per gli ospiti, tutela dei sentieri sui muretti a secco e qualità dell’esperienza di visita. Ecco gli obiettivi che hanno dettato le misure del Parco Nazionale delle Cinque Terre per gestire i flussi turistici. Il Parco Nazionale Cinque Terre nel corso del 2023 ha commissionato alla società MIC HUB uno studio preliminare sulla mobilità e l’accessibilità al Parco, che ha delineato un quadro conoscitivo strutturato, ipotizzando soluzioni progettuali - per le giornate di picco - a mitigare l’impatto turistico già dalla stagione in corso. I giorni da “bollino rosso” sono coincidenti con i ponti festivi per cui il Parco attiverà una serie di misure straordinarie, potenziando il coordinamento con personale, volontari e addetti al controllo all’informazione e alla sicurezza e monitorando con attenzione la soglia oltre cui la pressione antropica può rappresentare una minaccia. Gli amanti del trekking e delle camminate in visita nell’area protetta possono scegliere tra decine di sentieri a libero accesso per un totale di 130 km, con diversi livelli di difficoltà e punti di interesse. Molte le soluzioni strategiche scaturite dallo studio di MIC HUB, come strumenti per la gestione del turismo sostenibile nelle giornate di picco. In base alle previsioni sulla pressione nelle giornate di maggiore affluenza, sarà reintrodotto il “senso unico” per fasce orarie. Miglioramento con interventi di straordinaria manutenzione dell’infrastruttura della rete senti eristica. A questo si aggiunge l’appalto integrato di interventi straordinari sulla stessa rete escursionistica. Totem informativi – contapersone: saranno posti nei principali ingressi dei sentieri totem digitali con informazioni in tempo reale o eventuali messaggi di allerta. I totem opereranno in rete con i contapersone. Revisione tariffa carta trekking card: solo nei giorni in cui è previsto un flusso turistico di picco verrà rivista la tariffa delle Trekking card per incentivare la fruizione della rete sentieristica nelle altre giornate di bassa affluenza.  Riduzione tariffa Carta Parco integrata per operatori certificati CTES (con Carta Europea per il Turismo Sostenibile). Sviluppo estensione certificazione CETS: ulteriori tour operator sono oggi coinvolti nell’iter di certificazione CETS in modo da perseguire una visione comune di turismo sostenibile nell’area del Parco. Nuovo Wayfinding del Parco: è stato avviato il progetto complessivo relativo alla viabilità carrabile di collegamento del Parco delle Cinque Terre. Si tratta della progettazione e collocazione della nuova segnaletica per l’orientamento dei fruitori del Parco. Piano biennale Digitale (2024 – 2025) del Parco: i principali obiettivi di tale piano sono digitalizzare alcune procedure vitali per la gestione efficace del Parco e una sua corretta fruizione nonché integrare i dati per costruire una visione unitaria, che renda più efficace la gestione dei flussi e migliori la qualità e la tempestività delle informazioni. «Le azioni di contenimento e controllo dei flussi sui sentieri del Parco nascono dalla duplice esigenza di garantire tutela del patrimonio ecologico e sicurezza degli ospiti – dichiara la Presidente del Parco, Donatella Bianchi – Tra queste azioni si inserisce in particolare l'aumento della Cinque Terre Card Trekking per l’accesso al Sentiero SVA Monterosso Corniglia Vernazza nelle 16 giornate di picco. È una misura straordinaria che riguarda la necessità di proteggere il territorio e di conseguenza anche la stessa esperienza di visita del camminatore, spesso deluso nelle aspettative proprio a causa degli affollamenti. Tale misura risponde a una esigenza del Parco di tutela dei turisti in visita che, siamo sicuri, saranno più coinvolti nel rispetto di quella fragilità intrinseca all’unicità e alla bellezza delle Cinque Terre». [post_title] => Parco 5 Terre, obiettivo sicurezza, tutela ambiente e qualità dell’esperienza di visita [post_date] => 2024-04-09T09:59:17+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712656757000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464929 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_464933" align="alignleft" width="300"] Il NoMad di Londra. © 2024 Hilton[/caption] Si chiama NoMad ed è, a detta dello stesso gruppo a stelle e strisce, il primo brand luxury lifestyke di casa Hilton. La compagnia con base in Virginia ha infatti recentemente acquisito una quota di maggioranza del gruppo Sydell. Fondato nel 2011 da Andrew Zobler, quest'ultimo è da sempre attivo nel segmento lifestyle con i marchi Freehand (poi ceduto nel 2019) e appunto NoMad. Stando ai termini dell'accordo, di cui non sono stati svelati i dettagli finanziari, il gruppo Sydell rimarrà responsabile del design, del branding e del management delle strutture NoMad, mentre Hilton si occuperà del loro sviluppo. Al momento esistono proprietà con questo marchio a Londra, New York, Los Angeles e Las Vegas. L'albergo del Nevada è tuttavia destinato a essere presto ribrandizzato. Altri dieci strutture NoMad, inoltre, sono già in pipeline, mentre l'obiettivo di medio periodo è quello di raggiungere un portfolio di un centinaio di hotel. L'acquisizione del gruppo Sydell giunge in un momento di particolare fermento per Hilton, che il mese scorso si è accaparrato un altro marchio lifestyle come Graduate Hotels per 210 milioni di dollari. La compagnia della Virginia ha inoltre recentemente siglato una partnership esclusiva con il soft brand Small Luxury Hotels of the World per rafforzare la proposta commerciale di marchi come Waldorf Astoria, Conrad e Lxr. [post_title] => Hilton acquisisce NoMad: il suo primo luxury lifestyle brand [post_date] => 2024-04-05T10:55:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712314552000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464818 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Mangia’s Pollina Resort avvierà il 7 aprile la stagione 2024. E per farlo nel migliore dei modi ha organizzato la nona edizione della Mangia’s Academy, al fine di "formare e informare" 300 dei suoi oltre 1.500 collaboratori su quelli che sono i pilastri del brand: Italian taste, biophilic design, sustainability e people. Quel capitale umano che è un valore inestimabile per Mangia’s, fondato proprio sul concetto di famiglia. Il brand gestisce 13 strutture in Sicilia e Sardegna: resort 4 e 5 stelle più strutture club. Il Pollina resort di Cefalù, 4 stelle, si annida su un promontorio di rossa ferrite siciliana, che si accende della luce del tramonto e ha una doppia esposizione: da una parte si vede l’alba, dall’altra lo sguardo può seguire il tramonto del sole. Immerso nella macchia mediterranea, è la porta d’accesso al parco delle Madonie. «Pollina è un posto unico nel suo genere - sottolinea il general manager Giosué Miceli -. Immerso in 20 ettari di parco naturale, offre un panorama che toglie il fiato: montagne che si susseguono a perdita d’occhio, la rocca di Cefalù con la sua ricca storia e le affascinanti isole Eolie. In stato di abbandono dopo la crisi Valtur, la natura aveva ripreso il sopravvento, nel 2016 è stato acquisito da Mangia’s che ha rinnovato le 345 camere, ha rifatto gli esterni, le zone comuni e la piscina. Se prima c’erano un ristorante centrale e un bar, adesso ci sono cinque ristoranti, tre bar, terrazze panoramiche e sunset. Il personale è cresciuto del 27% e tutti i nostri collaboratori sono del comprensorio madonita con contratti italiani. È veramente un tesoro nel territorio, anche perché abbracciamo il chilometro zero: a 500 metri abbiamo un feudo confiscato alla mafia, dove una ditta molto importante ha creato un enorme agrumeto e un orto e ci fornisce i suoi prodotti. Quindi è un processo virtuoso che ha risvolti positivi sull’economia locale». «Con l’acquisizione di Pollina è iniziato un percorso di riposizionamento per raggiungere la categoria 5 stelle, grazie a un investimento di 20 milioni di euro: 11 per le camere e nove per gli spazi comuni», aggiunge Gaetano Scancarello, senior marketing manager del gruppo Mangia’s. Su un fronte del promontorio le camere del resort si affacciano sul mare, poi ci sono il kids-club e la piscina con scivoli: un’area da dove i rumori non invadono le zone dove si trovano i vari servizi dedicati al relax. Non mancano gli spazi per i più sportivi. I ristoranti dei Mangia’s Pollina Resort propongono poi una ricca esperienza gastronomica made in Italy e si aprono a esperienze internazionali come il Kaigan Sushi Bar. L’ospite scopre, tra gli scorci inattesi, le terrazze affacciate sul mare dello Scausu Grill, dove allestire anche cene esclusive per coppie. «Abbiamo incrementato il comparto wedding - conclude Scancarello -. Ogni angolo del resort è una location ideale per un rito nuziale, autorizzato dal comune di Pollina per il matrimonio civile. Ricca anche la disponibilità di servizi per il settore mice, con un ampio centro congressi e aree da allestire secondo le richieste dei clienti». [gallery ids="464825,464826,464832,464828,464824,464821"] [post_title] => Il Pollina Resort protagonista della nona edizione della Mangia’s Academy [post_date] => 2024-04-04T12:00:40+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712232040000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "thrends le camere di catena in italia sfondano la soglia del 20" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":59,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":536,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465563","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sfoggia un sorriso a 32 denti Riccardo Fantoni quando racconta i risultati del primo trimestre fiscale del momento Jump: una delle novità introdotte nell'ultimo contratto Costa, che permette alle agenzie di viaggio di scalare più rapidamente gli step delle commissioni base senza dover aspettare un intero anno prima di salire di livello. D'altronde il direttore commerciale Italia di Costa Crociere ha ottime ragioni per essere contento, visto che sono state \"diverse decine la adv ad aver già superato la soglia annuale, in appena tre mesi di vendite\". Un dato che ben testimonia di un inizio 2024 partito a gonfie vele per Costa, grazie a una domanda sostenuta. Anche le finestre di prenotazione sono tornate a registrare gli anticipi che tradizionalmente hanno sempre caratterizzato il settore.\r\n\r\nTrend in salita, insomma, supportati tra le altre cose dalla promozione massiccia lanciata lo scorso gennaio dedicata alla proposta all inclusive, accompagnata da una campagna mediatica ambiziosa, seguita dalla presenza a Sanremo con la Costa Smeralda. Un'iniziativa replicata in maniera simile pure ad aprile, tramite incentivi b2b e b2c con scadenza 13 maggio, per quella che Fantoni considera \"la tariffa a maggior valore: quella che garantisce i migliori livelli di soddisfazione per i clienti finali\".\r\n\r\nBene anche le prime reazioni alla grande novità dell'anno: le Sea Destinations, ossia esperienze nelle quali il mare non è solo il mezzo attraverso cui si raggiungono le tappe della crociera, ma diventa un punto di vista privilegiato per vivere momenti suggestivi, che raccontano luoghi speciali compresi nella rotta della nave: \"Gli ospiti le cominceranno a sperimentare direttamente dal prossimo mese di maggio, ma già oggi arrivano segnali estremamente positivi dal mercato - racconta Fantoni -. Le agenzie hanno fame di contenuti e, alla nostra rete commerciale sul territorio richiedono con un entusiasmo mai visto prima notizie e approfondimento sulla novità\".\r\n\r\nOltre alle Sea Destinations, il 2024 vedrà quindi il consolidamento soprattutto nei mesi di spalla delle Costa Voyages: crociere di durata lunga dedicate all'approfondimento delle destinazioni con soste più lunghe e scali anche in mete insolite. \"Ma ci sarà pure la novità di Atene nuovo home port della Costa Fortuna, per itinerari verso Istanbul attraverso le isole greche di Mykonos, Santorini, Rodi e Creta. Continuiamo inoltre a monitorare le aree di nostra competenza, all'interno delle strategie del gruppo Carnival, per non lasciarci sfuggire alcuna opportunità futura\".\r\n\r\n ","post_title":"Fantoni, Costa: inizio d’anno molto promettente","post_date":"2024-04-16T08:02:38+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1713254558000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465532","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volver Tour Operator sempre più un punto di riferimento per chi vuole conoscere la Liguria, ma non solo. L’operatore di Genova, fondato da Giada Marabotto, presente sul mercato da oltre dieci anni e specializzato in tour di gruppo e viaggi personalizzati lungo raggio, turismo scolastico e incoming, ha accettato la richiesta dal comune di Alameda (California) per l’organizzazione di un tour in Liguria.\r\n\r\n«Il comune di Varazze è gemellato con Alameda in California  - spiega la titolare Giada Marabotto -. Il sindaco di Alameda ha deciso di venire in Liguria per la festa di Santa Caterina a Varazze a fare un po’ di attività turistiche, insieme a un gruppo di dirigenti. Ci hanno chiesto di prevedere per loro, che soggiorneranno a Varazze, alcune attività per scoprire il nostro territorio e includere anche zone meno famose e più off the beaten paths“.\r\n\r\nVolver Viaggi ha quindi preparato un pacchetto personalizzato con guide in esclusiva: una giornata nel Tigullio dove faranno l’esclusiva esperienza del foodie tour con la bottega Parla come mangi (che in passato ha avuto come ospite persino Catherine Zeta Jones) dove impareranno a fare i corzetti, i ravioli e si sfideranno a colpi di mortaio per poi visitare ovviamente Portofino. Nella seconda giornata è poi prevista la visita alle Cinque Terre dove l’operatore ha incluso un gustoso wine trekking nei vigneti. Il terzo giorno include la visita dell’Acquario di Genova, un tour tematico dei vicoli e una attività all’interno di un palazzo storico grazie alla quale impareranno a fare la salsa di noci. A fine della giornata in calendario un aperitivo con focaccia e vino ligure. Una parte del gruppo farà successivamente un tour di Milano, mentre l'altra parte proseguirà con le attività a Varazze.\r\n\r\n ","post_title":"Volver Tour Operator: i gemellaggi tra Liguria e Usa occasione di promozione per il territorio","post_date":"2024-04-15T12:48:09+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713185289000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465286","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Never Before Festival, si terrà dal 4 al 31 maggio prossimi, e coinvolgerà ben tre resort maldiviani della Cocoon Collection, arricchendo la proposta con promozioni e iniziative esclusive griffate dal to di casa, Azemar. L'evento musicale della low season alle Maldive torna anche quest'anno, trasformando il Joy Island, il Cocoon Maldives e lo You & Me Maldives in esclusive location per dj set dedicati ai soli ospiti dei resort.\r\n\r\nAl Joy Island e a al Cocoon Maldives dal 4 al 13 maggio, il festival vedrà in particolare come protagonista il celebre duo Merk & Kremont, Federico Mercuri e Giordano Cremona, produttori multi-platino di livello mondiale. Il duo, che ha si è già esibito davanti agli ospiti del Cocoon Maldives lo scorso anno con un dj set a sorpresa, sarà accompagnato dalla presenza di altri dj di eccezione. Tra gli ospiti speciali ci saranno Addal - Alessandro Addea, noto per i suoi remix di brani di artisti del calibro di Rihanna, Avicii e Sofi Tukker, nonché Eddy Veerus - Edoardo Cremona, metà del duo Il Pagante, famoso per la sua energia contagiosa e il talento non convenzionale.\r\n\r\nSuccessivamente sarà quindi la volta dello You & Me Maldives, terzo resort della catena alle Maldive, struttura adults-only, nota anche per il suo ristorante subacqueo H2O by chef Andrea Berton: dal 13 al 31 maggio ospiterà due dj internazionali: la super star coreana dei social Minlee, regina degli audio virali su Instagram e Tik Tok, nonché Katrin Kova, animatrice della movida contemporanea di Dubai con il suo inconfondibile sound afro-hip-hop.\r\n\r\nDopo il successo dello scorso anno, The Cocoon Collection si impegna quindi a replicare l'evento con rinnovato entusiasmo e diverse date, rendendo speciale la low season alle Maldive. Con atmosfere tropicali e vibes isolane, il festival darà il via all'estate dei luxury resort della catena alle Maldive e a Zanzibar. E per rendere questo periodo ancora più speciale, Azemar, il tour operator che vende in esclusiva per l’Italia i resort The Cocoon Collection, ha ideato per tutti i clienti promozioni di primavera davvero uniche alla Maldive, come il trasporto in idrovolante gratuito e, sempre in omaggio, il pranzo al ristorante H2O presso lo You & Me Maldives.","post_title":"Never Before Festival: tre resort maldiviani The Cocoon Collection si trasformano in dj set esclusivi","post_date":"2024-04-11T10:12:27+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712830347000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465205","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465210\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Frederic Naar e Olivier Dewit[/caption]\r\n\r\nSarà dedicato all'intero mercato dell'area Benelux (Belgio, Olanda e Lussemburgo) il nuovo ufficio Naar appena inaugurato a Bruxelles. La novità segue di poco l'approdo nell'operatore milanese di Luca Battifora come direttore generale, nonché l'apertura della sede di Francoforte, in Germania. Si fa insomma sempre più consistente la presenza internazionale del to che vanta pure una filiale in Francia: l'ufficio di Naar Benelux è composto da quattro persone e capitanato dal country manager Olivier Dewit.\r\n“Alla Vigilia di Natale 2023 venivamo a conoscenza della notizia relativa alla chiusura di Euram, tour operator online presente in Olanda, Belgio e Francia, e molto apprezzato dalle agenzie sia per la tecnologia, sia per lo staff - racconta il fondatore e amministratore delegato, Frederic Naar -. Siamo entrati in contatto con Olivier nel mese di gennaio e immediatamente abbiamo trovato grandi affinità culturali tra le due aziende, e un team con grande voglia di ripartire in tempi brevi. Da qui la decisione di lanciare subito il Benelux, per preservare le professionalità della squadra e colmare un potenziale vuoto di mercato. Grazie all’intelligenza artificiale e all’architettura avanzata del nostro sistema, saremo in grado di iniziare le vendite già dalla metà del mese di questo mese di aprile e l’iniziativa sta già riscuotendo notevole interesse da parte del mercato delle agenzie di viaggi locali\".\r\n\r\nCon l’apertura in Belgio, Naar sarà presente in ben quattro mercati europei con oltre 100 collaboratori in Italia e nel resto d’Europa. Dopo l’inaugurazione ufficiale del Belgio in aprile, seguirà la preannunciata apertura delle vendite in Germania dopo l’estate 2024.","post_title":"Naar sempre più internazionale: aperto un ufficio a Bruxelles in Belgio","post_date":"2024-04-10T11:10:01+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712747401000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465195","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465199\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Giovanni Giussani[/caption]\r\n\r\nIndennizzi automatici e gestione dei sinistri semplificata, senza contatti con le compagnie: alle porte della stagione estiva, il mondo del turismo premia i risultati della sempre crescente integrazione tra mondo delle assicurazioni viaggio e intelligenza artificiale. \r\n\r\nUna tendenza confermata dai dati dell’intermediario assicurativo I4T, Insurance Travel, che per primo ha introdotto nel turismo le cosiddette polizze “parametriche” e servizi di nuova generazione basati sull’impiego dell’AI. \r\n\r\nChristian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa I4T, spiega: “Secondo un’indagine che abbiamo condotto su un campione di agenzie di viaggio, a meno di 6 mesi dal lancio il 57% degli operatori conosce già le polizze parametriche, il 98% le ritiene una valida opzione da proporre ai clienti e il 92% pensa che possano essere vendibili come servizio ancillare, in quanto percepite come valore aggiunto dai clienti. Numeri che si sono già concretizzati in più che lusinghiere performance di vendita. Del resto, rispetto al processo classico, che prevede la presentazione di una denuncia documentata, la valutazione soggettiva di un perito, la quantificazione del danno e il successivo rimborso, questo sistema è molto efficiente, perché garantisce un ottimo compromesso tra entità dell’indennizzo e velocità di erogazione”.\r\nUnica polizza viaggio parametrica\r\n[caption id=\"attachment_465200\" align=\"alignleft\" width=\"248\"] Christian Garrone[/caption]\r\n\r\nNello specifico, lo scorso autunno I4T ha presentato in esclusiva l’unica polizza viaggio parametrica in Italia contro il ritardo dei voli: la copertura indennizza l’assicurato con un importo fisso predeterminato in caso di atterraggio del suo volo con più di 3 ore di ritardo rispetto all’orario schedulato. Sulla base dei dati forniti dall’“Oracolo” – ovvero una fonte condivisa presa come termine ufficiale di riferimento – l’algoritmo autorizza automaticamente l’erogazione dell’indennizzo al superamento di una determinata “Soglia”. La polizza, disponibile sul portale agenti di I4T, si può stipulare per coprire fino ad un massimo di 6 voli, senza limite di destinazione, inserendo i dati identificativi del volo e l’indirizzo e-mail a cui il sistema invierà automaticamente la richiesta di IBAN per erogare l’indennizzo al superamento delle 3 ore di ritardo. \r\n\r\nRientra nello stesso principio anche la nuova procedura di rimborso abbinata alla copertura Bagaglio delle polizze Medico/Bagaglio e Medico/Bagaglio/Annullamento della linea Platino, che prevede l’erogazione automatica di un indennizzo il cui importo varia esclusivamente in funzione del tipo di danno subito: perdita parziale del bagaglio per furto o perdita totale per furto, mancata consegna, incendio, scippo o rapina. \r\n\r\n“Oggi in Italia esistono ottime polizze viaggio – conclude Giovanni Giussani, direttore commerciale I4T – la differenza è nel servizio. Come intermediario leader di mercato, siamo sempre alla ricerca di soluzioni che, oltre a garantire la sicurezza e la serenità del viaggiatore, semplifichino tutto l’iter burocratico, fino ad arrivare ad azzerarlo: oltre a migliorare la user experience del cliente, questo approccio si traduce in una migliore qualità della vita lavorativa degli agenti di viaggio, che spesso sono direttamente coinvolti nella gestione delle pratiche assicurative per conto dei loro clienti”.","post_title":"I4T: gli operatori riconoscono l'importanza delle polizze parametriche","post_date":"2024-04-10T10:40:54+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1712745654000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465123","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte oggi la nuova promozione all inclusive, valida per le prenotazioni effettuate entro il 13 maggio su tantissime partenze con destinazione Mediterraneo Occidentale, Orientale e il Nord Europa. Approfittando di questa offerta è possibile prenotare una vacanza a partire da 699 euro a persona, con inclusa la pensione completa, il pacchetto My drinks per bevande illimitate tutti i giorni della crociera, le tasse portuali, le quote di servizio e, dove previsto, il volo.\r\n\r\nPer tutti i soci Costa Club si aggiunge inoltre la nuova promo C|Club, valida fino al 13 maggio, che riserverà doppi punti crociera su un’ampia selezione di partenze e sarà cumulabile con gli sconti dedicati fino al 20%, con la possibilità di un cambio data partenza gratuito sulla prenotazione effettuata.\r\n\r\nL'attività commerciale Costa è supportata da un'imponente campagna su tv, radio e canali digital, nonché dalla nuova piattaforma di comunicazione Live Your Wonder, dalle partnership con eventi molto importanti e da ulteriori iniziative. Il nuovo linguaggio comunicativo si fonda sull’idea che il modo più efficace di raccontare le esperienze vissute con Costa, in cui mare e destinazioni si combinano in maniera unica, sia proprio nella espressione delle emozioni che queste esperienze suscitano negli ospiti.\r\n\r\n“Ripartiamo con una campagna commerciale per promuovere il valore del nostro prodotto, generare un forte stimolo alla domanda e aumentare il traffico in agenzia – afferma Riccardo Fantoni, direttore commerciale Italia Costa Crociere –. A sostegno della promozione proseguono anche gli investimenti in comunicazione e le incentivazioni a supporto delle vendite dei nostri partner. Il 1° marzo, infatti, è iniziato il secondo periodo di Jump: un trimestre di vendite per raggiungere l’obiettivo di nuove soglie di fatturato, utili già nel corso dell’anno per vedere crescere la propria remunerazione base. Infine, il consolidato programma Segui-C, con il suo secondo run attivo dal 12 marzo al 15 maggio, che prevede maggiori guadagni per l’agenzia direttamente in estratto conto, su prenotazioni per tutti gli itinerari del Mediterraneo e del Nord Europa con partenze fino al 30 giugno. In aggiunta, per questo run e solo per il Mediterraneo Occidentale, le crociere incluse nell’incentivazione arrivano fino al 30 novembre e per quelle fino al 31 luglio le supercommissioni raddoppiano”.","post_title":"Costa: al via la promozione all inclusive. Tanti anche gli incentivi per le adv","post_date":"2024-04-09T10:59:18+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712660358000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465090","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sicurezza per gli ospiti, tutela dei sentieri sui muretti a secco e qualità dell’esperienza di visita. Ecco gli obiettivi che hanno dettato le misure del Parco Nazionale delle Cinque Terre per gestire i flussi turistici.\r\n\r\nIl Parco Nazionale Cinque Terre nel corso del 2023 ha commissionato alla società MIC HUB uno studio preliminare sulla mobilità e l’accessibilità al Parco, che ha delineato un quadro conoscitivo strutturato, ipotizzando soluzioni progettuali - per le giornate di picco - a mitigare l’impatto turistico già dalla stagione in corso. I giorni da “bollino rosso” sono coincidenti con i ponti festivi per cui il Parco attiverà una serie di misure straordinarie, potenziando il coordinamento con personale, volontari e addetti al controllo all’informazione e alla sicurezza e monitorando con attenzione la soglia oltre cui la pressione antropica può rappresentare una minaccia.\r\n\r\nGli amanti del trekking e delle camminate in visita nell’area protetta possono scegliere tra decine di sentieri a libero accesso per un totale di 130 km, con diversi livelli di difficoltà e punti di interesse.\r\n\r\nMolte le soluzioni strategiche scaturite dallo studio di MIC HUB, come strumenti per la gestione del turismo sostenibile nelle giornate di picco.\r\n\r\nIn base alle previsioni sulla pressione nelle giornate di maggiore affluenza, sarà reintrodotto il “senso unico” per fasce orarie. Miglioramento con interventi di straordinaria manutenzione dell’infrastruttura della rete senti eristica. A questo si aggiunge l’appalto integrato di interventi straordinari sulla stessa rete escursionistica.\r\n\r\nTotem informativi – contapersone: saranno posti nei principali ingressi dei sentieri totem digitali con informazioni in tempo reale o eventuali messaggi di allerta. I totem opereranno in rete con i contapersone. Revisione tariffa carta trekking card: solo nei giorni in cui è previsto un flusso turistico di picco verrà rivista la tariffa delle Trekking card per incentivare la fruizione della rete sentieristica nelle altre giornate di bassa affluenza.  Riduzione tariffa Carta Parco integrata per operatori certificati CTES (con Carta Europea per il Turismo Sostenibile). Sviluppo estensione certificazione CETS: ulteriori tour operator sono oggi coinvolti nell’iter di certificazione CETS in modo da perseguire una visione comune di turismo sostenibile nell’area del Parco.\r\n\r\nNuovo Wayfinding del Parco: è stato avviato il progetto complessivo relativo alla viabilità carrabile di collegamento del Parco delle Cinque Terre. Si tratta della progettazione e collocazione della nuova segnaletica per l’orientamento dei fruitori del Parco.\r\n\r\nPiano biennale Digitale (2024 – 2025) del Parco: i principali obiettivi di tale piano sono digitalizzare alcune procedure vitali per la gestione efficace del Parco e una sua corretta fruizione nonché integrare i dati per costruire una visione unitaria, che renda più efficace la gestione dei flussi e migliori la qualità e la tempestività delle informazioni.\r\n\r\n«Le azioni di contenimento e controllo dei flussi sui sentieri del Parco nascono dalla duplice esigenza di garantire tutela del patrimonio ecologico e sicurezza degli ospiti – dichiara la Presidente del Parco, Donatella Bianchi – Tra queste azioni si inserisce in particolare l'aumento della Cinque Terre Card Trekking per l’accesso al Sentiero SVA Monterosso Corniglia Vernazza nelle 16 giornate di picco. È una misura straordinaria che riguarda la necessità di proteggere il territorio e di conseguenza anche la stessa esperienza di visita del camminatore, spesso deluso nelle aspettative proprio a causa degli affollamenti. Tale misura risponde a una esigenza del Parco di tutela dei turisti in visita che, siamo sicuri, saranno più coinvolti nel rispetto di quella fragilità intrinseca all’unicità e alla bellezza delle Cinque Terre».","post_title":"Parco 5 Terre, obiettivo sicurezza, tutela ambiente e qualità dell’esperienza di visita","post_date":"2024-04-09T09:59:17+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712656757000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464929","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_464933\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il NoMad di Londra. © 2024 Hilton[/caption]\r\n\r\nSi chiama NoMad ed è, a detta dello stesso gruppo a stelle e strisce, il primo brand luxury lifestyke di casa Hilton. La compagnia con base in Virginia ha infatti recentemente acquisito una quota di maggioranza del gruppo Sydell. Fondato nel 2011 da Andrew Zobler, quest'ultimo è da sempre attivo nel segmento lifestyle con i marchi Freehand (poi ceduto nel 2019) e appunto NoMad.\r\n\r\nStando ai termini dell'accordo, di cui non sono stati svelati i dettagli finanziari, il gruppo Sydell rimarrà responsabile del design, del branding e del management delle strutture NoMad, mentre Hilton si occuperà del loro sviluppo. Al momento esistono proprietà con questo marchio a Londra, New York, Los Angeles e Las Vegas. L'albergo del Nevada è tuttavia destinato a essere presto ribrandizzato. Altri dieci strutture NoMad, inoltre, sono già in pipeline, mentre l'obiettivo di medio periodo è quello di raggiungere un portfolio di un centinaio di hotel.\r\n\r\nL'acquisizione del gruppo Sydell giunge in un momento di particolare fermento per Hilton, che il mese scorso si è accaparrato un altro marchio lifestyle come Graduate Hotels per 210 milioni di dollari. La compagnia della Virginia ha inoltre recentemente siglato una partnership esclusiva con il soft brand Small Luxury Hotels of the World per rafforzare la proposta commerciale di marchi come Waldorf Astoria, Conrad e Lxr.","post_title":"Hilton acquisisce NoMad: il suo primo luxury lifestyle brand","post_date":"2024-04-05T10:55:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712314552000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464818","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Mangia’s Pollina Resort avvierà il 7 aprile la stagione 2024. E per farlo nel migliore dei modi ha organizzato la nona edizione della Mangia’s Academy, al fine di \"formare e informare\" 300 dei suoi oltre 1.500 collaboratori su quelli che sono i pilastri del brand: Italian taste, biophilic design, sustainability e people. Quel capitale umano che è un valore inestimabile per Mangia’s, fondato proprio sul concetto di famiglia.\r\nIl brand gestisce 13 strutture in Sicilia e Sardegna: resort 4 e 5 stelle più strutture club. Il Pollina resort di Cefalù, 4 stelle, si annida su un promontorio di rossa ferrite siciliana, che si accende della luce del tramonto e ha una doppia esposizione: da una parte si vede l’alba, dall’altra lo sguardo può seguire il tramonto del sole. Immerso nella macchia mediterranea, è la porta d’accesso al parco delle Madonie.\r\n«Pollina è un posto unico nel suo genere - sottolinea il general manager Giosué Miceli -. Immerso in 20 ettari di parco naturale, offre un panorama che toglie il fiato: montagne che si susseguono a perdita d’occhio, la rocca di Cefalù con la sua ricca storia e le affascinanti isole Eolie. In stato di abbandono dopo la crisi Valtur, la natura aveva ripreso il sopravvento, nel 2016 è stato acquisito da Mangia’s che ha rinnovato le 345 camere, ha rifatto gli esterni, le zone comuni e la piscina. Se prima c’erano un ristorante centrale e un bar, adesso ci sono cinque ristoranti, tre bar, terrazze panoramiche e sunset. Il personale è cresciuto del 27% e tutti i nostri collaboratori sono del comprensorio madonita con contratti italiani. È veramente un tesoro nel territorio, anche perché abbracciamo il chilometro zero: a 500 metri abbiamo un feudo confiscato alla mafia, dove una ditta molto importante ha creato un enorme agrumeto e un orto e ci fornisce i suoi prodotti. Quindi è un processo virtuoso che ha risvolti positivi sull’economia locale».\r\n«Con l’acquisizione di Pollina è iniziato un percorso di riposizionamento per raggiungere la categoria 5 stelle, grazie a un investimento di 20 milioni di euro: 11 per le camere e nove per gli spazi comuni», aggiunge Gaetano Scancarello, senior marketing manager del gruppo Mangia’s. Su un fronte del promontorio le camere del resort si affacciano sul mare, poi ci sono il kids-club e la piscina con scivoli: un’area da dove i rumori non invadono le zone dove si trovano i vari servizi dedicati al relax. Non mancano gli spazi per i più sportivi. I ristoranti dei Mangia’s Pollina Resort propongono poi una ricca esperienza gastronomica made in Italy e si aprono a esperienze internazionali come il Kaigan Sushi Bar. L’ospite scopre, tra gli scorci inattesi, le terrazze affacciate sul mare dello Scausu Grill, dove allestire anche cene esclusive per coppie.\r\n«Abbiamo incrementato il comparto wedding - conclude Scancarello -. Ogni angolo del resort è una location ideale per un rito nuziale, autorizzato dal comune di Pollina per il matrimonio civile. Ricca anche la disponibilità di servizi per il settore mice, con un ampio centro congressi e aree da allestire secondo le richieste dei clienti».\r\n[gallery ids=\"464825,464826,464832,464828,464824,464821\"]\r\n","post_title":"Il Pollina Resort protagonista della nona edizione della Mangia’s Academy","post_date":"2024-04-04T12:00:40+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712232040000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti