23 February 2024

Risatti, Blu Hotels «Nel 2019 consolidiamo la posizione e miglioriamo il prodotto»

[ 0 ]

«La parola d’ordine è consolidare – dichiara Nicola Risatti, presidente di Blu Hotels -. Il nostro impegno per il 2019 è rivolto soprattutto a presidiare la nostra posizione sul mercato, migliorando ulteriormente il nostro prodotto, con l’obiettivo di crescere sul valore del ricavo medio camera». Il 2018 è stato segnato dall’importante apertura del Savona 18 Suites, «un brand specifico in grado di intercettare una clientela soprattutto business e  una fascia uplevel per quanto riguarda il segmento leisure. Siamo soddisfatti della performance della struttura».

Il gruppo guarda con interesse non solo al mercato domestico, ma anche ai principali bacini di riferimento quali la Germania, il Benelux e i Paesi dell’Est Europa. «Dobbiamo essere in grado di proporre un prodotto efficiente, capace di tenere il passo con l’offerta internazionale, in particolare penso al Nord Africa e alla Turchia». Rientrano nel piano di miglioramento degli hotel i lavori di ristrutturazione avviati presso il Blu Hotel Laconia Village, «abbiamo messo mano all’intero comparto camere, aggiungendone 20 di nuove, oltre al rifacimento della “zona bagnata”. Vogliamo che il Laconia con le sue 200 camere diventi un punto di riferimento dell’offerta in Sardegna».

Le agenzie di viaggio si confermano un canale di commercializzazione strategico, «dalle adv passa il 20% delle prenotazioni, si tratta di un canale fedele, un partner affidabile su cui investiamo attraverso attività, come gli educational (almeno due all’anno) per far toccare con mano il prodotto. Delle tremila, circa, agenzie con cui lavoriamo, abbiamo selezionato le “best partner”, un processo che intendiamo sviluppare per crescere sia nel numero sia fidelizzando il rapporto».

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462061 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due eventi esperienziali organizzati nella Galleria d'arte moderna di Milano (Gam) e a Pompei, nonché altrettanti incontri esclusivi con i top partner realizzati a Roma e a Torino. Con quattro appuntamenti dedicati alle agenzie Trident Club in una serie di città italiane che hanno coinvolto circa 70 partecipanti, Club Med si è preparata all'apertura delle vendite per l'inverno 2024-2025, che si terrà dal 5 all’8 marzo. Il momento è particolarmente importante perché come vuole tradizione consente di prenotare una vacanza bloccando il prezzo con la migliore tariffa garantita della stagione su tutte le date di partenza e con riduzioni di prezzo: del 20% sulle Premium room (deluxe & suite) e del 15% per tutte le altre camere, anche a Natale e Capodanno. “Ogni anno che passa notiamo un’anticipazione delle prenotazioni dei clienti italiani. Durante l'ultima apertura vendite inverno 23-24 abbiamo registrato il numero di vendite più alto degli ultimi dieci anni (+76% rispetto all’anno precedente); la crescita record del +154% è stata realizzata dal segmento montagna - commenta Rabeea Ansari, managing director Southern Europe & emerging markets di Club Med -. Il nostro premium all inclusive è forte: in montagna, oltre a un’offerta completa che comprende anche skipass e lezioni di sci, offriamo la garanzia neve per tutelare i nostri clienti in caso di impianti chiusi”. La stagione invernale appena trascorsa ha in particolare registrato risultati più che positivi, facendo segnare per i soggiorni in montagna una crescita del 12%. In particolare, i resort di Pragelato Sestriere, nel comprensorio sciistico della Vialattea in Italia, e La Rosière, con il suo nuovissimo spazio di suite Exclusive Collection, hanno attirato l’attenzione di molti turisti italiani. La novità è Serre-Chevalier, nel cuore delle soleggiate Alpi del Sud e facilmente raggiungibile dall’Italia (a sole 3 ore e 30 minuti di auto da Milano), che riapre quest’anno completamente rinnovato. Anche il lungo raggio è stato particolarmente apprezzato dai clienti italiani. In particolare nei resort che possono essere definiti gli evergreen di Club Med. A partire dalle Maldive, la destinazione perfetta per una fuga romantica nelle Ville di Finolhu o nello spazio Exclusive Collection Manta del resort di Kani, fino alle Mauritius o alla Repubblica Dominicana, dove sorge il resort Michès Playa Esmeralda, che nel 2023 ha avuto una crescita globale del +236% rispetto all’anno precedente. O ancora, dalle Bahamas fino alle Antille Francesi, che ospitano i resort La Caravelle (Guadalupa) e Les Boucaniers (Martinica), immersi nella natura e nel blu del mar dei Caraibi. E sempre in tema di mete di lungo raggio, da menzionare anche il Club Med Phuket, tra i templi buddisti e le verdi montagne della Thailandia, che di recente è stato ampliato e rinnovato completamente. Novità anche per gli amanti del padel, per i quali Club Med ha investito in tredici dei propri resort predisponendo in tutto 44 campi da gioco.   [post_title] => Club Med: si avvicina l'apertura delle vendite invernali; incentivi e sconti dal 5 all'8 marzo [post_date] => 2024-02-22T11:52:55+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708602775000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462030 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Ho realizzato il modello smart-circular-city dove tutti i produttori di rifiuti diventano protagonisti della gestione ambientale del rifiuto e della lavorazione delle materie prime che ne derivano». Così Gian Luca Vorraro sintetizza la mission di Borsino Rifiuti. In una società basata sul consumo e che produce molti scarti, la necessità di garantire la sopravvivenza al pianeta e la salute ai singoli individui richiede una presa di coscienza e di responsabilità. Da questa consapevolezza, Vorraro ha quindi creato Borsino Rifiuti, che a oggi ha già raccolto 320 soci nell’impegno di rendere possibile una vita sana in un ambiente compatibile alla nostra sopravvivenza; uno strumento che consenta inoltre alle imprese di certificare il proprio orientamento virtuoso a salvaguardia dell’ambiente. Borsino Rifiuti è il primo operatore di disintermediazione degli scarti prodotti da privati, aziende ed enti pubblici. La struttura del progetto è emersa nell’incontro promosso dall’hotel Milano Scala per mostrare il proprio impegno verso la sostenibilità e l’ambiente, perseguito sin dalla sua nascita, nel 2010. «Abbiamo migliorato la raccolta differenziata dell'albergo, operando in sostituzione al comune nella gestione dei rifiuti urbani, grazie al regolamento Tari che ha permesso all'azienda di uscire dalla raccolta comunale - aggiunge Vorraro -. Offriamo un incentivo all’albergo perché differenzi nel modo migliore i rifiuti che poi noi raccogliamo e trasformiamo in materie prime: gli restituiamo infatti una percentuale della vendita di quanto prodotto con i suoi scarti. Noi organizziamo la raccolta dei rifiuti urbani e speciali all’interno di Milano. Questi vengono poi portati presso gli impianti convenzionati del territorio; quindi le industrie manifatturiere realizzano i nostri prodotti con le materie prime trattate e li brandizzano con il marchio 2Prodotto 100% circolare, salviamo il pianeta", prima di distribuirli attraverso alcuni supermercati della città (a oggi Carrefour Express e To Market)». Si crea così un’economia sostenibile circolare. «È questa la cosiddetta smart-circular-city - conclude Vorraro -: un progetto per il quale siamo stati premiati dalla Camera di commercio con l’Ambrogino delle imprese». Il riconoscimento va alle società che si distinguono per azioni di responsabilità sociale e per l’impegno nello sviluppo di iniziative di coesione con la propria comunità e il proprio territorio. [post_title] => Borsino Rifiuti: una smart-circular-city al servizio delle imprese per lo smaltimento dei rifiuti [post_date] => 2024-02-22T10:41:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708598512000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462063 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come avevamo ampiamente previsto tutte le norme, le normette, le ideuzze i proclami delle istituzioni che affermavano di aver risolto o in via di risoluzione il problema dei passaporti sono falliti. I tempi non si sono ridotti, anzi. Per questo il turismo organizzato ha scritto al ministro dell'interno per sollecitare il dossier, per evidenziare il mancato guadagno da questa incomprensibile questione, e per capire i motivi. Vediamo cosa risponderà il ministero dell'interno e se risponderà.  Ecco la nota del turismo organizzato. Sono stati eliminati i contributi di tutti i presidenti delle associazioni perché sostanzialmente dicevano tutti la stessa cosa. «Non sono bastati servizi di Striscia la notizia e Report, centinaia di articoli sulla carta stampata, scandali su truffe ai danni dei cittadini, comunicazioni accorate di appello per trovare una soluzione a una burocrazia che fa male ai cittadini e alle imprese dei viaggi, rimaste inascoltate. Il nodo dei tempi di rilascio o rinnovo dei passaporti italiani, a due anni dall'uscita dell'emergenza Covid, rimane purtroppo scandalosamente inaccettabile. Come se non bastasse, anche per l’emissione delle carte di identità elettroniche si verificano problemi analoghi. Piantedosi Il turismo organizzato, già proiettato sulla vendita delle vacanze estive, a nome dei presidenti delle principali associazioni di categoria, chiede ancora una volta al ministro dell’interno, Matteo Piantedosi, a cui ha inviato due giorni fa una ulteriore lettera sollecitando un incontro, di intervenire per tutelare il diritto degli italiani di viaggiare e a difesa degli imprenditori del comparto che continuano a perdere fatturato a causa della burocrazia. Secondo una stima effettuata, i tempi lunghi o lunghissimi per ottenere o rinnovare un passaporto hanno, infatti, mandato in fumo nel biennio 2022-2023 167mila viaggi internazionali per un giro d'affari di 300 milioni di euro. Purtroppo, anche la soluzione “Polis”, che riguarda esclusivamente i comuni con meno di 15mila abitanti, rischia di essere una ulteriore comunicazione priva di efficacia reale e rappresentare solo una proroga di questa agonia legata alla pubblica amministrazione».     [post_title] => Passaporti: i tempi sono ancora scandalosamente inaccettabili [post_date] => 2024-02-22T10:36:50+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708598210000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462000 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un moltiplicatore di potenza. L'intelligenza artificiale è il tema centrale del dibattito sul digitale di oggi. Un'evoluzione che tutti concordano sarà destinata presto a cambiare il mondo. In quali modalità è ancora difficile da capire fino in fondo, ma del potere dirompente dell'Ai sono davvero in pochi a dubitare. "Anche perché al momento stiamo vivendo solamente la fase due della rivoluzione. Quella che sfrutta il cosiddetto Large language model (Llm), che mette in grado applicazioni come ChatGpt di interpretare linguaggi ed espressioni diverse - spiega il presidente di Federalberghi Lombardia, Fabio Primerano, intervenuto in occasione del seminario sul digital organizzato a Milano da Travel Open Village Hospitality -. Nel futuro ci aspetta ancora lo step della Theory of mind, per cui l'intelligenza artificiale sarà capace di comprendere le emozioni. Infine si potrà forse arrivare alla self-awareness degli strumenti digitali. Una prospettiva per certi versi inquietante, che tuttavia è molto meno remota di quanto si possa comunemente pensare". Un modo nuove di interagire con gli ospiti A fronte di tanti e tali cambiamenti è chiaro quindi che anche il piccolo mondo dell'ospitalità non può sottrarsi dal confronto con le nuove prospettive dell'intelligenza artificiale. "Occorre andare là dove la domanda si dirige - osserva semplicemente Primerano -. E ormai tutti gli ospiti, compresi quelli delle generazioni più mature, si servono degli strumenti digitali in modo sempre più pervasivo". Il primo contesto in cui l'Ai può quindi rivoluzionare gli approcci tradizionali dell'ospitalità è quello delle interazioni con i clienti. Pre, post e durante il soggiorno. "Fino a oggi siamo stati abituati a confrontarci con bot pre-registrati, dotati di una ridotta capacità di relazione con gli utenti. Ora esistono strumenti estremamente flessibili, in grado di imparare dal confronto con il cliente e con lo stesso hotel di cui sono al servizio. I nuovi software possono elaborare in pochi minuti una quantità pressoché infinita di dati provenienti dalle fonti più disparate (pdf, power point, video, immagini...). Restituendo poi all'utente informazioni puntuali, persino con un tono di voce e uno stile difficilmente distinguibile da quello di una classica interazione umana". La questione recensioni, la formazione e l'housekeeping Altro aspetto chiave su cui l'Ai può già essere di grande supporto agli hotelier è poi la questione recensioni. "Il vantaggio in questo caso è sia la capacità dell'intelligenza artificiale di analizzare una mole di dati molto più elevata rispetto a qualsiasi altro strumento sino a oggi disponibile, sia di garantire repliche adeguate al contesto di riferimento di ogni singolo cliente. A partire magari dal paese di origine di ciascun ospite, che impone stili di risposta e toni di relazione differenti". Ma l'Ai potrà aiutare anche in ambito formativo, mettendo per esempio gli allievi nelle condizioni di affrontare simulazioni realistiche con ospiti virtuali. Non mancano neppure possibili applicazioni nel comparto housekeeping: "Le regole dell'hotellerie dicono che la governante dovrebbe ogni giorno controllare a fondo tutte le stanze, per assicurarsi che gli standard di pulizia siano rispettati nel minimo dettaglio. Inutile nascondere che, salvo rarissime eccezioni, questo è praticamente impossibile, solitamente le visite limitandosi a delle camere a campione. Ebbene, oggi da una semplice foto o da un video di cellulare l'Ai è in grado di fare un check completo di ogni stanza in tempi ridotti, assicurando in questo modo il pieno rispetto degli standard". Rivoluzione revenue management Infine c'è il capitolo forse più intuitivo, che è il tema del revenue management. Ancora una volta è la capacità di analizzare grandi volumi di dati a fare la differenza. "Soprattutto perché oggi l'offerta alberghiera si articola su sempre più variabili - conclude Primerano -. Non solo le tipologie di camere si sono moltiplicate, ma anche lo stesso prodotto hotel si declina in tantissime proposte differenti: con o senza colazioni, per numero di persone, per durata del soggiorno e con o senza pensione, mezza o completa che sia... Il tutto senza dimenticare che il confronto con il benchmark di riferimento, in base al quale stabilire di volta in volta il prezzo più adatto, non può più limitarsi a un pugno di hotel competitor di categoria simile. Ma deve includere anche le strutture extralberghiere, che nello scenario contemporaneo della ricettività sono spesso i veri market maker". [post_title] => Primerano, Federalberghi: il futuro dell'hotellerie è nell'intelligenza artificiale [post_date] => 2024-02-21T13:36:37+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708522597000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461921 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Val Gardena, o Grödnertal se si usa la denominazione in lingua tedesca, è senza ombra di dubbio una delle valli più note di tutto il territorio altoatesino. Qui ogni anno il flusso turistico è impressionante; le stagioni di punta sono quella estiva e quella invernale, ma anche la primavera e l’autunno sono due periodi bellissimi per ammirare questa zona che ha la fortuna di poter vantare molte bellezze naturali, ma anche incantevoli paesi come Ortisei, Selva di Val Gardena e Santa Cristina, tre località bagnate dal Rio Gardena che percorre questa splendida valle. Ora, per quanto qualsiasi periodo dell’anno possa offrire al visitatore qualcosa di altamente suggestivo, ci troviamo nel pieno della stagione invernale ed è quindi delle possibilità che si hanno a disposizione in questo periodo che vogliamo parlarvi, ma prima di farlo vogliamo spassionatamente suggerirvi di prenotare la vostra settimana bianca in questo hotel in Val Gardena con mezza pensione, l’Hotel La Perla, una struttura 4 stelle nel cuore delle Dolomiti, nella splendida località di Ortisei e gestita da più di 50 anni dalla famiglia Kelder (l’inaugurazione risale al 26 dicembre 1963). Oggi gli ospiti dell'hotel hanno a disposizione numerosi servizi di alto livello: piscine, saune, area fitness, idromassaggio zone per il relax e tanto altro. Per di più, nel corso della stagione invernale l’hotel regala ai suoi ospiti il Dolomiti Explorer, un pacchetto che prevede la possibilità, dal lunedì al venerdì, di conoscere un’area sciistica del comprensorio Dolomiti Superski in compagnia di uno dei maestri di sci della scuola di Ortisei. Altre opportunità sono il pacchetto gratuito “sci service” (bus navetta, acquisto dello skipass in hotel, noleggio sci, deposito sci ecc.), il pacchetto “Val Gardena Active” e il Floc Shuttle Service dedicato ai bambini, ovvero il servizio navetta dall’hotel fino alla scuola sciistica di Ortisei. L’inverno in Val Gardena: dallo sci alle escursioni con le ciaspole Perché scegliere la Val Gardena per una vacanza invernale? Presto detto, perché qui avrete a disposizione una delle aree sciistiche più belle del territorio dolomitico, ovvero la zona Val Gardena/Alpe di Siusi appartenente all’associazione Dolomiti Superski. Per chi pratica lo sci alpino ci sono piste per tutti i gusti per un totale di circa 180 km. Le piste rosse (media difficoltà) sono circa 110 km, quelle più facili, le piste blu, sono circa 52 km, mentre i rimanenti 18 km sono di piste nere, quelle adatte agli sciatori più esperti, come per esempio “La Ria” (espressione che in ladino gardenese significa “la difficile”, “la cattiva”); è stata inaugurata da pochi anni e ha pendenze fino al 52%. Da non perdere ci sono poi le cosiddette “Legendary 8”, bellissime piste ricche di storia. Grande divertimento anche per gli snowboarder in Val Gardena grazie al Funpark Sassolungo-Val Gardena e allo Snowpark Sassolungo-Val Gardena. Per quanto riguarda i più piccoli, a Ortisei si trova lo Snowpark Furdenan, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 16. Un divertimento alternativo lo si può trovare a monte della funicolare Resciesa a Ortisei, da qui parte infatti una bellissima pista da slittino lunga circa 3 km. Se invece siete dei fondisti, potete recarvi nella vicina Santa Cristina, presso il Centro di Fondo Monte Pana. Qui troverete possibilità per tutti, dal principiante all’esperto. In Val Gardena, infine, sono moltissime le possibilità per praticare entusiasmanti escursioni con le ciaspole.   [post_title] => Val Gardena: perché sceglierla per una vacanza invernale? [post_date] => 2024-02-20T11:36:50+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => alpe-di-siusi-alto-adige [1] => grodnertal [2] => ortisei [3] => sci-alpino-val-gardena [4] => sci-val-gardena [5] => sciare-nella-val-gardena [6] => selva-di-val-gardena-e-santa-cristina [7] => settimana-bianca-val-gardena [8] => vacanze-invernali-alpe-di-siusi [9] => vacanze-invernali-in-val-gardena [10] => vacanze-sulla-neve-in-val-gardena [11] => val-gardena ) [post_tag_name] => Array ( [0] => alpe di siusi alto adige [1] => Grödnertal [2] => Ortisei [3] => sci alpino val gardena [4] => sci Val Gardena [5] => sciare nella Val Gardena [6] => Selva di Val Gardena e Santa Cristina [7] => settimana bianca Val Gardena [8] => vacanze invernali alpe di siusi [9] => vacanze invernali in val gardena [10] => vacanze sulla neve in Val Gardena [11] => val gardena ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708429010000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461711 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Soggiorni relax a bordo piscina, sport lungo la baia di Doha, avventure nel deserto, esperienze di lusso, vita culturale e artistica: l’offerta turistica del Qatar è in grado di soddisfare le esigenze di qualunque viaggiatore. Con il recente lancio della Terza strategia di sviluppo nazionale (NDS3) per il 2024-2030, abbinata agli oltre 4 milioni di visitatori nel 2023, Qatar Tourism procede molto velocemente verso la realizzazione dei suoi obiettivi. Architetture futuristiche dei grattacieli di Doha come l'Aspire Tower e il Burj Doha e la Katara towers di Lusail che si affacciano sull’antico souk, offrendo un'esperienza ricca di contrasti. Il deserto e le lunghe spiagge di sabbia sul Golfo Persico, la vivace e ricca offerta culturale del Museo Nazionale del Qatar, del Museo dell’Arte islamica e l’Al Riwaq Gallery: queste e molte altre attività rendono il piccolo stato della penisola araba un territorio con un'offerta turistica davvero molto interessante. [caption id="attachment_461441" align="alignright" width="300"] Ing. Badr Mohammed Al-Meer GCEO di Qatar Airways e S.E. Saad Bin Ali Al Kharji, Presidente di Qatar Tourism[/caption] «Il Qatar sta rapidamente emergendo come una delle destinazioni mondiali di viaggio più entusiasmanti, caratterizzata da un’abbondanza di esperienze da scoprire - ha dichiarato Saad Bin Ali Al Kharji, presidente di Qatar Tourism - Nel gennaio 2024, abbiamo accolto 702.800 visitatori, il numero più alto di visitatori internazionali che il Qatar abbia mai ricevuto in un mese. L'obiettivo generale di Visit Qatar è dunque quello di accogliere più di sei milioni di visitatori internazionali all'anno entro il 2030, rendendola la destinazione in più rapida crescita nel Medio Oriente». Il territorio è in grande espansione, con numerosi cantieri per la costruzione di nuovi hotel e attrazioni; recentemente sull'isola di Qetaifan è stato inaugurato il nuovo parco acquatico Meryal con scivoli d'acqua da record mondiale, e l'isola di Al Maha ospita invece il Lusail Winter Wonderland. L'esperienza di viaggio è caratterizzata da un servizio di alto livello, offerte diversificate e attività coinvolgenti, adatte a qualunque tipo di viaggiatore e per qualsiasi budget. Oltre a sicurezza, strutture all'avanguardia, una compagnia aerea nazionale e un aeroporto pluripremiati, reti di trasporto pubblico ininterrotte, politiche aperte sui visti turistici, una posizione centrale strategica e un clima caldo e soleggiato tutto l’anno. Il Qatar rappresenta appieno l'essenza dell'intero Medio Oriente in un'unica destinazione accessibile e sicura, grazie al giusto mix di tradizione e patrimonio arabo, che ormai da decenni ospita turisti provenienti da tutto il mondo. [gallery ids="461717,461718,461719,461720,461722,461723"] [post_title] => Visit Qatar: l'essenza del Medio Oriente in un'unica destinazione [post_date] => 2024-02-19T09:15:12+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => discover-qatar [1] => qatar [2] => visit-qatar ) [post_tag_name] => Array ( [0] => discover qatar [1] => Qatar [2] => visit qatar ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708334112000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461470 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Klm ha svelato la livrea dei nuovo Airbus A321neo, il primo di circa una trentina di aeromobili, che debutterà in flotta il prossimo agosto, inizialmente sulle rotte verso Copenaghen, Berlino e Stoccolma. La nuova livrea è caratterizzata da una linea scura che separa i tradizionali colori blu e bianco, marchio di fabbrica del vettore olandese, che scende più in basso, rendendo la calotta nasale completamente blu. In questo modo, in caso di sostituzione d'emergenza, sarà possibile montare una nuova calotta nasale senza interrompere le caratteristiche marcature blu. Un'altra novità è il contorno nero dei finestrini della cabina di pilotaggio, che li fa assomigliare a degli occhiali da sole. I passeggeri potranno godere di un maggiore livello di comfort grazie ai sedili più ampi dell'A321neo, ai tavolini più grandi e agli spaziosi contenitori per i bagagli. Ogni sedile è dotato di un supporto per tablet e di una porta Usb, mentre l'illuminazione  multicolore si regola in ogni fase del volo. Anche i membri dell'equipaggio avranno più spazio  grazie al corridoio più ampio e alle cappelliere facilmente raggiungibili. «L'arrivo dell'A321neo segna un importante aggiornamento della nostra flotta europea - ha dichiarato Marjan Rintel, ceo di Klm -. È più silenzioso del 50% e genera il 15% in meno di emissioni di carbonio rispetto all'aereo che sostituisce, il che lo rende un passo importante verso un'aviazione più pulita, più silenziosa e più efficiente dal punto di vista dei consumi». [post_title] => Klm alza il sipario sulla livrea del nuovo Airbus A321neo, in flotta dal prossimo agosto [post_date] => 2024-02-14T11:37:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707910647000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461457 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non è solo il romanzo di Stevenson a ispirare la rotta Star Flyer più piratesca dell’anno: partendo da St. Maarten, in sette notti di navigazione si esplorano, a bordo del veliero Star Flyer, le isole di Anguilla, Jost van Dyke, che prende il nome dal famoso corsaro olandese che qui aveva rifugio. Le curve dell’isola vulcanica di Tortola, affacciata sul Sir Francis Drake Channel, accompagnano l’attraversamento del canale dedicato al corsaro della regina Elisabetta I, che osò sfidare l’impero spagnolo nel sedicesimo secolo. Ed ecco Norman Island, l'isola del tesoro per eccellenza, quella che ha ispirato allo scrittore scozzese Stevenson forse il suo romanzo più famoso e amato. Prima del rientro a St. Martin, si passa dai "the baths" di Virgin Gorda, da St. Kitts e St. Barth (Isole del tesoro - imbarco e sbarco a St. Maarten - 24 febbraio, 9 e 23 marzo, sette notti) Prima della traversata oceanica e del rientro in Europa, ci sono ancora molte occasioni per sentire la forza dei venti d’Oltreoceano: da queste parti, i velieri Star Clippers utilizzano, infatti, le vele fino al 70% del tempo. A bordo non c'è trucco: l’unica magia è quella della natura, che si manifesta a ogni onda che increspa il mare su una tavola blu luccicante. Oltre all'itinerario verso le isole del tesoro la compagnia propone pure la natura selvaggia e indomita di Costa Rica e Panama a fare da sfondo alle rotte del quattro alberi Star Clipper. Il veliero, infatti, sarà a largo della costa pacifica centroamericana fino a marzo, tra le barriere coralline che lo rendono il paradiso dello snorkeling e le foreste di mangrovie appena oltre la spiaggia (Costa Rica e Panama - Puerto Caldera, Costa Rica – Balboa, Panama - 16 marzo, sette notti; Panama e Caraibi - Balboa, Panama – St. John’s, Antigua -, 23 marzo, 14 notti) [post_title] => Costa Rica, Panama e Caraibi protagonisti dell'inverno Star Clippers [post_date] => 2024-02-14T10:49:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707907797000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461342 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Monaco è stata insignita del riconoscimento di "Best European Destination 2024". Il titolo annuale è conferito in seguito a una votazione pubblica che quest’anno ha coinvolto oltre 1 milione di viaggiatori provenienti da 172 Paesi chiamati a scegliere i luoghi migliori per viaggiare in Europa nel 2024. Sono 20 le destinazioni selezionate dai viaggiatori tra le oltre 500 presenti sul principale sito web di viaggi dedicato alla cultura e al turismo in Europa, e Monaco si è classificata al secondo posto. "Monaco si è concentrata sullo sviluppo ecologico per molti anni e la destinazione continua a espandersi e a onorare il suo impegno nei confronti della natura - si legge dal sito European Best Destinations -. È considerata una destinazione perfetta per una fuga verde che combina benessere, gastronomia, shopping, spiaggia, attività acquatiche e sport all'aria aperta". Nel cuore della Costa Azzurra, il Principato spicca per il grande impegno verso la sostenibilità, ma anche nel garantire ai turisti nazionali e internazionali il connubio perfetto tra glamour, cultura e relax che rende unico questo scrigno sulla Riviera Francese. Monaco sorprende anche per la ricchezza della sua storia. Il Paese monegasco è anche la meta raccomandata per un soggiorno romantico, un viaggio in famiglia o una fuga con gli amici grazie alla varietà di offerte alberghiere in grado di soddisfare le aspettative di tutti i viaggiatori. Con il suo Museo Oceanografico, il Palazzo del Principi e i panorami mozzafiato - dove il verde dei giardini si fonde con il blu del Mediterraneo – il quartiere di Monaco-Ville è una tappa speciale per scoprire gli scorci pittoreschi e le piacevoli passeggiate tra i pescherecci e i prestigiosi yacht. Il territorio monegasco è anche sinonimo di leggenda e fascino antico che, ancora oggi, appassionano i viaggiatori di tutto il mondo. Basta passare da Place du Casino, dove si trovano il Café de Paris e l'Hôtel de Paris Monte-Carlo, per immergersi in un’epoca da sogno. A pochi passi, invece, trionfa il complesso balneare del Larvotto.     [post_title] => Francia: Monaco si inserisce tra le 'Best European Destination 2024' [post_date] => 2024-02-13T10:51:17+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707821477000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "risatti blu hotels nel 2019 consolidiamo la posizione e miglioriamo il prodotto" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":68,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":488,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462061","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Due eventi esperienziali organizzati nella Galleria d'arte moderna di Milano (Gam) e a Pompei, nonché altrettanti incontri esclusivi con i top partner realizzati a Roma e a Torino. Con quattro appuntamenti dedicati alle agenzie Trident Club in una serie di città italiane che hanno coinvolto circa 70 partecipanti, Club Med si è preparata all'apertura delle vendite per l'inverno 2024-2025, che si terrà dal 5 all’8 marzo.\r\n\r\nIl momento è particolarmente importante perché come vuole tradizione consente di prenotare una vacanza bloccando il prezzo con la migliore tariffa garantita della stagione su tutte le date di partenza e con riduzioni di prezzo: del 20% sulle Premium room (deluxe & suite) e del 15% per tutte le altre camere, anche a Natale e Capodanno.\r\n\r\n“Ogni anno che passa notiamo un’anticipazione delle prenotazioni dei clienti italiani. Durante l'ultima apertura vendite inverno 23-24 abbiamo registrato il numero di vendite più alto degli ultimi dieci anni (+76% rispetto all’anno precedente); la crescita record del +154% è stata realizzata dal segmento montagna - commenta Rabeea Ansari, managing director Southern Europe & emerging markets di Club Med -. Il nostro premium all inclusive è forte: in montagna, oltre a un’offerta completa che comprende anche skipass e lezioni di sci, offriamo la garanzia neve per tutelare i nostri clienti in caso di impianti chiusi”.\r\n\r\nLa stagione invernale appena trascorsa ha in particolare registrato risultati più che positivi, facendo segnare per i soggiorni in montagna una crescita del 12%. In particolare, i resort di Pragelato Sestriere, nel comprensorio sciistico della Vialattea in Italia, e La Rosière, con il suo nuovissimo spazio di suite Exclusive Collection, hanno attirato l’attenzione di molti turisti italiani. La novità è Serre-Chevalier, nel cuore delle soleggiate Alpi del Sud e facilmente raggiungibile dall’Italia (a sole 3 ore e 30 minuti di auto da Milano), che riapre quest’anno completamente rinnovato.\r\n\r\nAnche il lungo raggio è stato particolarmente apprezzato dai clienti italiani. In particolare nei resort che possono essere definiti gli evergreen di Club Med. A partire dalle Maldive, la destinazione perfetta per una fuga romantica nelle Ville di Finolhu o nello spazio Exclusive Collection Manta del resort di Kani, fino alle Mauritius o alla Repubblica Dominicana, dove sorge il resort Michès Playa Esmeralda, che nel 2023 ha avuto una crescita globale del +236% rispetto all’anno precedente. O ancora, dalle Bahamas fino alle Antille Francesi, che ospitano i resort La Caravelle (Guadalupa) e Les Boucaniers (Martinica), immersi nella natura e nel blu del mar dei Caraibi. E sempre in tema di mete di lungo raggio, da menzionare anche il Club Med Phuket, tra i templi buddisti e le verdi montagne della Thailandia, che di recente è stato ampliato e rinnovato completamente. Novità anche per gli amanti del padel, per i quali Club Med ha investito in tredici dei propri resort predisponendo in tutto 44 campi da gioco.\r\n\r\n ","post_title":"Club Med: si avvicina l'apertura delle vendite invernali; incentivi e sconti dal 5 all'8 marzo","post_date":"2024-02-22T11:52:55+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708602775000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462030","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Ho realizzato il modello smart-circular-city dove tutti i produttori di rifiuti diventano protagonisti della gestione ambientale del rifiuto e della lavorazione delle materie prime che ne derivano». Così Gian Luca Vorraro sintetizza la mission di Borsino Rifiuti. In una società basata sul consumo e che produce molti scarti, la necessità di garantire la sopravvivenza al pianeta e la salute ai singoli individui richiede una presa di coscienza e di responsabilità. Da questa consapevolezza, Vorraro ha quindi creato Borsino Rifiuti, che a oggi ha già raccolto 320 soci nell’impegno di rendere possibile una vita sana in un ambiente compatibile alla nostra sopravvivenza; uno strumento che consenta inoltre alle imprese di certificare il proprio orientamento virtuoso a salvaguardia dell’ambiente.\r\nBorsino Rifiuti è il primo operatore di disintermediazione degli scarti prodotti da privati, aziende ed enti pubblici. La struttura del progetto è emersa nell’incontro promosso dall’hotel Milano Scala per mostrare il proprio impegno verso la sostenibilità e l’ambiente, perseguito sin dalla sua nascita, nel 2010. «Abbiamo migliorato la raccolta differenziata dell'albergo, operando in sostituzione al comune nella gestione dei rifiuti urbani, grazie al regolamento Tari che ha permesso all'azienda di uscire dalla raccolta comunale - aggiunge Vorraro -. Offriamo un incentivo all’albergo perché differenzi nel modo migliore i rifiuti che poi noi raccogliamo e trasformiamo in materie prime: gli restituiamo infatti una percentuale della vendita di quanto prodotto con i suoi scarti. Noi organizziamo la raccolta dei rifiuti urbani e speciali all’interno di Milano. Questi vengono poi portati presso gli impianti convenzionati del territorio; quindi le industrie manifatturiere realizzano i nostri prodotti con le materie prime trattate e li brandizzano con il marchio 2Prodotto 100% circolare, salviamo il pianeta\", prima di distribuirli attraverso alcuni supermercati della città (a oggi Carrefour Express e To Market)».\r\nSi crea così un’economia sostenibile circolare. «È questa la cosiddetta smart-circular-city - conclude Vorraro -: un progetto per il quale siamo stati premiati dalla Camera di commercio con l’Ambrogino delle imprese». Il riconoscimento va alle società che si distinguono per azioni di responsabilità sociale e per l’impegno nello sviluppo di iniziative di coesione con la propria comunità e il proprio territorio.","post_title":"Borsino Rifiuti: una smart-circular-city al servizio delle imprese per lo smaltimento dei rifiuti","post_date":"2024-02-22T10:41:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708598512000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462063","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come avevamo ampiamente previsto tutte le norme, le normette, le ideuzze i proclami delle istituzioni che affermavano di aver risolto o in via di risoluzione il problema dei passaporti sono falliti. I tempi non si sono ridotti, anzi. Per questo il turismo organizzato ha scritto al ministro dell'interno per sollecitare il dossier, per evidenziare il mancato guadagno da questa incomprensibile questione, e per capire i motivi. Vediamo cosa risponderà il ministero dell'interno e se risponderà. \r\nEcco la nota del turismo organizzato. Sono stati eliminati i contributi di tutti i presidenti delle associazioni perché sostanzialmente dicevano tutti la stessa cosa.\r\n«Non sono bastati servizi di Striscia la notizia e Report, centinaia di articoli sulla carta stampata, scandali su truffe ai danni dei cittadini, comunicazioni accorate di appello per trovare una soluzione a una burocrazia che fa male ai cittadini e alle imprese dei viaggi, rimaste inascoltate. Il nodo dei tempi di rilascio o rinnovo dei passaporti italiani, a due anni dall'uscita dell'emergenza Covid, rimane purtroppo scandalosamente inaccettabile. Come se non bastasse, anche per l’emissione delle carte di identità elettroniche si verificano problemi analoghi.\r\n\r\nPiantedosi\r\nIl turismo organizzato, già proiettato sulla vendita delle vacanze estive, a nome dei presidenti delle principali associazioni di categoria, chiede ancora una volta al ministro dell’interno, Matteo Piantedosi, a cui ha inviato due giorni fa una ulteriore lettera sollecitando un incontro, di intervenire per tutelare il diritto degli italiani di viaggiare e a difesa degli imprenditori del comparto che continuano a perdere fatturato a causa della burocrazia.\r\nSecondo una stima effettuata, i tempi lunghi o lunghissimi per ottenere o rinnovare un passaporto hanno, infatti, mandato in fumo nel biennio 2022-2023 167mila viaggi internazionali per un giro d'affari di 300 milioni di euro.\r\nPurtroppo, anche la soluzione “Polis”, che riguarda esclusivamente i comuni con meno di 15mila abitanti, rischia di essere una ulteriore comunicazione priva di efficacia reale e rappresentare solo una proroga di questa agonia legata alla pubblica amministrazione».\r\n \r\n ","post_title":"Passaporti: i tempi sono ancora scandalosamente inaccettabili","post_date":"2024-02-22T10:36:50+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708598210000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462000","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un moltiplicatore di potenza. L'intelligenza artificiale è il tema centrale del dibattito sul digitale di oggi. Un'evoluzione che tutti concordano sarà destinata presto a cambiare il mondo. In quali modalità è ancora difficile da capire fino in fondo, ma del potere dirompente dell'Ai sono davvero in pochi a dubitare.\r\n\r\n\"Anche perché al momento stiamo vivendo solamente la fase due della rivoluzione. Quella che sfrutta il cosiddetto Large language model (Llm), che mette in grado applicazioni come ChatGpt di interpretare linguaggi ed espressioni diverse - spiega il presidente di Federalberghi Lombardia, Fabio Primerano, intervenuto in occasione del seminario sul digital organizzato a Milano da Travel Open Village Hospitality -. Nel futuro ci aspetta ancora lo step della Theory of mind, per cui l'intelligenza artificiale sarà capace di comprendere le emozioni. Infine si potrà forse arrivare alla self-awareness degli strumenti digitali. Una prospettiva per certi versi inquietante, che tuttavia è molto meno remota di quanto si possa comunemente pensare\".\r\nUn modo nuove di interagire con gli ospiti\r\nA fronte di tanti e tali cambiamenti è chiaro quindi che anche il piccolo mondo dell'ospitalità non può sottrarsi dal confronto con le nuove prospettive dell'intelligenza artificiale. \"Occorre andare là dove la domanda si dirige - osserva semplicemente Primerano -. E ormai tutti gli ospiti, compresi quelli delle generazioni più mature, si servono degli strumenti digitali in modo sempre più pervasivo\".\r\n\r\nIl primo contesto in cui l'Ai può quindi rivoluzionare gli approcci tradizionali dell'ospitalità è quello delle interazioni con i clienti. Pre, post e durante il soggiorno. \"Fino a oggi siamo stati abituati a confrontarci con bot pre-registrati, dotati di una ridotta capacità di relazione con gli utenti. Ora esistono strumenti estremamente flessibili, in grado di imparare dal confronto con il cliente e con lo stesso hotel di cui sono al servizio. I nuovi software possono elaborare in pochi minuti una quantità pressoché infinita di dati provenienti dalle fonti più disparate (pdf, power point, video, immagini...). Restituendo poi all'utente informazioni puntuali, persino con un tono di voce e uno stile difficilmente distinguibile da quello di una classica interazione umana\".\r\nLa questione recensioni, la formazione e l'housekeeping\r\nAltro aspetto chiave su cui l'Ai può già essere di grande supporto agli hotelier è poi la questione recensioni. \"Il vantaggio in questo caso è sia la capacità dell'intelligenza artificiale di analizzare una mole di dati molto più elevata rispetto a qualsiasi altro strumento sino a oggi disponibile, sia di garantire repliche adeguate al contesto di riferimento di ogni singolo cliente. A partire magari dal paese di origine di ciascun ospite, che impone stili di risposta e toni di relazione differenti\".\r\n\r\nMa l'Ai potrà aiutare anche in ambito formativo, mettendo per esempio gli allievi nelle condizioni di affrontare simulazioni realistiche con ospiti virtuali. Non mancano neppure possibili applicazioni nel comparto housekeeping: \"Le regole dell'hotellerie dicono che la governante dovrebbe ogni giorno controllare a fondo tutte le stanze, per assicurarsi che gli standard di pulizia siano rispettati nel minimo dettaglio.\r\n\r\nInutile nascondere che, salvo rarissime eccezioni, questo è praticamente impossibile, solitamente le visite limitandosi a delle camere a campione. Ebbene, oggi da una semplice foto o da un video di cellulare l'Ai è in grado di fare un check completo di ogni stanza in tempi ridotti, assicurando in questo modo il pieno rispetto degli standard\".\r\nRivoluzione revenue management\r\nInfine c'è il capitolo forse più intuitivo, che è il tema del revenue management. Ancora una volta è la capacità di analizzare grandi volumi di dati a fare la differenza. \"Soprattutto perché oggi l'offerta alberghiera si articola su sempre più variabili - conclude Primerano -. Non solo le tipologie di camere si sono moltiplicate, ma anche lo stesso prodotto hotel si declina in tantissime proposte differenti: con o senza colazioni, per numero di persone, per durata del soggiorno e con o senza pensione, mezza o completa che sia... Il tutto senza dimenticare che il confronto con il benchmark di riferimento, in base al quale stabilire di volta in volta il prezzo più adatto, non può più limitarsi a un pugno di hotel competitor di categoria simile. Ma deve includere anche le strutture extralberghiere, che nello scenario contemporaneo della ricettività sono spesso i veri market maker\".","post_title":"Primerano, Federalberghi: il futuro dell'hotellerie è nell'intelligenza artificiale","post_date":"2024-02-21T13:36:37+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708522597000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461921","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Val Gardena, o Grödnertal se si usa la denominazione in lingua tedesca, è senza ombra di dubbio una delle valli più note di tutto il territorio altoatesino. Qui ogni anno il flusso turistico è impressionante; le stagioni di punta sono quella estiva e quella invernale, ma anche la primavera e l’autunno sono due periodi bellissimi per ammirare questa zona che ha la fortuna di poter vantare molte bellezze naturali, ma anche incantevoli paesi come Ortisei, Selva di Val Gardena e Santa Cristina, tre località bagnate dal Rio Gardena che percorre questa splendida valle.\r\n\r\nOra, per quanto qualsiasi periodo dell’anno possa offrire al visitatore qualcosa di altamente suggestivo, ci troviamo nel pieno della stagione invernale ed è quindi delle possibilità che si hanno a disposizione in questo periodo che vogliamo parlarvi, ma prima di farlo vogliamo spassionatamente suggerirvi di prenotare la vostra settimana bianca in questo hotel in Val Gardena con mezza pensione, l’Hotel La Perla, una struttura 4 stelle nel cuore delle Dolomiti, nella splendida località di Ortisei e gestita da più di 50 anni dalla famiglia Kelder (l’inaugurazione risale al 26 dicembre 1963).\r\n\r\nOggi gli ospiti dell'hotel hanno a disposizione numerosi servizi di alto livello: piscine, saune, area fitness, idromassaggio zone per il relax e tanto altro. Per di più, nel corso della stagione invernale l’hotel regala ai suoi ospiti il Dolomiti Explorer, un pacchetto che prevede la possibilità, dal lunedì al venerdì, di conoscere un’area sciistica del comprensorio Dolomiti Superski in compagnia di uno dei maestri di sci della scuola di Ortisei. Altre opportunità sono il pacchetto gratuito “sci service” (bus navetta, acquisto dello skipass in hotel, noleggio sci, deposito sci ecc.), il pacchetto “Val Gardena Active” e il Floc Shuttle Service dedicato ai bambini, ovvero il servizio navetta dall’hotel fino alla scuola sciistica di Ortisei.\r\nL’inverno in Val Gardena: dallo sci alle escursioni con le ciaspole\r\nPerché scegliere la Val Gardena per una vacanza invernale? Presto detto, perché qui avrete a disposizione una delle aree sciistiche più belle del territorio dolomitico, ovvero la zona Val Gardena/Alpe di Siusi appartenente all’associazione Dolomiti Superski.\r\n\r\nPer chi pratica lo sci alpino ci sono piste per tutti i gusti per un totale di circa 180 km. Le piste rosse (media difficoltà) sono circa 110 km, quelle più facili, le piste blu, sono circa 52 km, mentre i rimanenti 18 km sono di piste nere, quelle adatte agli sciatori più esperti, come per esempio “La Ria” (espressione che in ladino gardenese significa “la difficile”, “la cattiva”); è stata inaugurata da pochi anni e ha pendenze fino al 52%. Da non perdere ci sono poi le cosiddette “Legendary 8”, bellissime piste ricche di storia.\r\n\r\nGrande divertimento anche per gli snowboarder in Val Gardena grazie al Funpark Sassolungo-Val Gardena e allo Snowpark Sassolungo-Val Gardena.\r\n\r\nPer quanto riguarda i più piccoli, a Ortisei si trova lo Snowpark Furdenan, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 16.\r\n\r\nUn divertimento alternativo lo si può trovare a monte della funicolare Resciesa a Ortisei, da qui parte infatti una bellissima pista da slittino lunga circa 3 km.\r\n\r\nSe invece siete dei fondisti, potete recarvi nella vicina Santa Cristina, presso il Centro di Fondo Monte Pana. Qui troverete possibilità per tutti, dal principiante all’esperto.\r\n\r\nIn Val Gardena, infine, sono moltissime le possibilità per praticare entusiasmanti escursioni con le ciaspole.\r\n\r\n ","post_title":"Val Gardena: perché sceglierla per una vacanza invernale?","post_date":"2024-02-20T11:36:50+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio","informazione-pr"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio","Informazione PR"],"post_tag":["alpe-di-siusi-alto-adige","grodnertal","ortisei","sci-alpino-val-gardena","sci-val-gardena","sciare-nella-val-gardena","selva-di-val-gardena-e-santa-cristina","settimana-bianca-val-gardena","vacanze-invernali-alpe-di-siusi","vacanze-invernali-in-val-gardena","vacanze-sulla-neve-in-val-gardena","val-gardena"],"post_tag_name":["alpe di siusi alto adige","Grödnertal","Ortisei","sci alpino val gardena","sci Val Gardena","sciare nella Val Gardena","Selva di Val Gardena e Santa Cristina","settimana bianca Val Gardena","vacanze invernali alpe di siusi","vacanze invernali in val gardena","vacanze sulla neve in Val Gardena","val gardena"]},"sort":[1708429010000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461711","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Soggiorni relax a bordo piscina, sport lungo la baia di Doha, avventure nel deserto, esperienze di lusso, vita culturale e artistica: l’offerta turistica del Qatar è in grado di soddisfare le esigenze di qualunque viaggiatore. Con il recente lancio della Terza strategia di sviluppo nazionale (NDS3) per il 2024-2030, abbinata agli oltre 4 milioni di visitatori nel 2023, Qatar Tourism procede molto velocemente verso la realizzazione dei suoi obiettivi.\r\nArchitetture futuristiche dei grattacieli di Doha come l'Aspire Tower e il Burj Doha e la Katara towers di Lusail che si affacciano sull’antico souk, offrendo un'esperienza ricca di contrasti.\r\nIl deserto e le lunghe spiagge di sabbia sul Golfo Persico, la vivace e ricca offerta culturale del Museo Nazionale del Qatar, del Museo dell’Arte islamica e l’Al Riwaq Gallery: queste e molte altre attività rendono il piccolo stato della penisola araba un territorio con un'offerta turistica davvero molto interessante.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_461441\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Ing. Badr Mohammed Al-Meer GCEO di Qatar Airways e S.E. Saad Bin Ali Al Kharji, Presidente di Qatar Tourism[/caption]\r\n\r\n«Il Qatar sta rapidamente emergendo come una delle destinazioni mondiali di viaggio più entusiasmanti, caratterizzata da un’abbondanza di esperienze da scoprire - ha dichiarato Saad Bin Ali Al Kharji, presidente di Qatar Tourism - Nel gennaio 2024, abbiamo accolto 702.800 visitatori, il numero più alto di visitatori internazionali che il Qatar abbia mai ricevuto in un mese. L'obiettivo generale di Visit Qatar è dunque quello di accogliere più di sei milioni di visitatori internazionali all'anno entro il 2030, rendendola la destinazione in più rapida crescita nel Medio Oriente».\r\n\r\nIl territorio è in grande espansione, con numerosi cantieri per la costruzione di nuovi hotel e attrazioni; recentemente sull'isola di Qetaifan è stato inaugurato il nuovo parco acquatico Meryal con scivoli d'acqua da record mondiale, e l'isola di Al Maha ospita invece il Lusail Winter Wonderland.\r\n\r\nL'esperienza di viaggio è caratterizzata da un servizio di alto livello, offerte diversificate e attività coinvolgenti, adatte a qualunque tipo di viaggiatore e per qualsiasi budget. Oltre a sicurezza, strutture all'avanguardia, una compagnia aerea nazionale e un aeroporto pluripremiati, reti di trasporto pubblico ininterrotte, politiche aperte sui visti turistici, una posizione centrale strategica e un clima caldo e soleggiato tutto l’anno. Il Qatar rappresenta appieno l'essenza dell'intero Medio Oriente in un'unica destinazione accessibile e sicura, grazie al giusto mix di tradizione e patrimonio arabo, che ormai da decenni ospita turisti provenienti da tutto il mondo.\r\n\r\n[gallery ids=\"461717,461718,461719,461720,461722,461723\"]","post_title":"Visit Qatar: l'essenza del Medio Oriente in un'unica destinazione","post_date":"2024-02-19T09:15:12+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["discover-qatar","qatar","visit-qatar"],"post_tag_name":["discover qatar","Qatar","visit qatar"]},"sort":[1708334112000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461470","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Klm ha svelato la livrea dei nuovo Airbus A321neo, il primo di circa una trentina di aeromobili, che debutterà in flotta il prossimo agosto, inizialmente sulle rotte verso Copenaghen, Berlino e Stoccolma.\r\n\r\nLa nuova livrea è caratterizzata da una linea scura che separa i tradizionali colori blu e bianco, marchio di fabbrica del vettore olandese, che scende più in basso, rendendo la calotta nasale completamente blu. In questo modo, in caso di sostituzione d'emergenza, sarà possibile montare una nuova calotta nasale senza interrompere le caratteristiche marcature blu. Un'altra novità è il contorno nero dei finestrini della cabina di pilotaggio, che li fa assomigliare a degli occhiali da sole.\r\n\r\nI passeggeri potranno godere di un maggiore livello di comfort grazie ai sedili più ampi dell'A321neo, ai tavolini più grandi e agli spaziosi contenitori per i bagagli. Ogni sedile è dotato di un supporto per tablet e di una porta Usb, mentre l'illuminazione  multicolore si regola in ogni fase del volo. Anche i membri dell'equipaggio avranno più spazio  grazie al corridoio più ampio e alle cappelliere facilmente raggiungibili.\r\n\r\n«L'arrivo dell'A321neo segna un importante aggiornamento della nostra flotta europea - ha dichiarato Marjan Rintel, ceo di Klm -. È più silenzioso del 50% e genera il 15% in meno di emissioni di carbonio rispetto all'aereo che sostituisce, il che lo rende un passo importante verso un'aviazione più pulita, più silenziosa e più efficiente dal punto di vista dei consumi».","post_title":"Klm alza il sipario sulla livrea del nuovo Airbus A321neo, in flotta dal prossimo agosto","post_date":"2024-02-14T11:37:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1707910647000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461457","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non è solo il romanzo di Stevenson a ispirare la rotta Star Flyer più piratesca dell’anno: partendo da St. Maarten, in sette notti di navigazione si esplorano, a bordo del veliero Star Flyer, le isole di Anguilla, Jost van Dyke, che prende il nome dal famoso corsaro olandese che qui aveva rifugio. Le curve dell’isola vulcanica di Tortola, affacciata sul Sir Francis Drake Channel, accompagnano l’attraversamento del canale dedicato al corsaro della regina Elisabetta I, che osò sfidare l’impero spagnolo nel sedicesimo secolo. Ed ecco Norman Island, l'isola del tesoro per eccellenza, quella che ha ispirato allo scrittore scozzese Stevenson forse il suo romanzo più famoso e amato. Prima del rientro a St. Martin, si passa dai \"the baths\" di Virgin Gorda, da St. Kitts e St. Barth (Isole del tesoro - imbarco e sbarco a St. Maarten - 24 febbraio, 9 e 23 marzo, sette notti)\r\n\r\nPrima della traversata oceanica e del rientro in Europa, ci sono ancora molte occasioni per sentire la forza dei venti d’Oltreoceano: da queste parti, i velieri Star Clippers utilizzano, infatti, le vele fino al 70% del tempo. A bordo non c'è trucco: l’unica magia è quella della natura, che si manifesta a ogni onda che increspa il mare su una tavola blu luccicante.\r\n\r\nOltre all'itinerario verso le isole del tesoro la compagnia propone pure la natura selvaggia e indomita di Costa Rica e Panama a fare da sfondo alle rotte del quattro alberi Star Clipper. Il veliero, infatti, sarà a largo della costa pacifica centroamericana fino a marzo, tra le barriere coralline che lo rendono il paradiso dello snorkeling e le foreste di mangrovie appena oltre la spiaggia (Costa Rica e Panama - Puerto Caldera, Costa Rica – Balboa, Panama - 16 marzo, sette notti; Panama e Caraibi - Balboa, Panama – St. John’s, Antigua -, 23 marzo, 14 notti)","post_title":"Costa Rica, Panama e Caraibi protagonisti dell'inverno Star Clippers","post_date":"2024-02-14T10:49:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707907797000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461342","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Monaco è stata insignita del riconoscimento di \"Best European Destination 2024\". Il titolo annuale è conferito in seguito a una votazione pubblica che quest’anno ha coinvolto oltre 1 milione di viaggiatori provenienti da 172 Paesi chiamati a scegliere i luoghi migliori per viaggiare in Europa nel 2024. Sono 20 le destinazioni selezionate dai viaggiatori tra le oltre 500 presenti sul principale sito web di viaggi dedicato alla cultura e al turismo in Europa, e Monaco si è classificata al secondo posto.\r\n\"Monaco si è concentrata sullo sviluppo ecologico per molti anni e la destinazione continua a espandersi e a onorare il suo impegno nei confronti della natura - si legge dal sito European Best Destinations -. È considerata una destinazione perfetta per una fuga verde che combina benessere, gastronomia, shopping, spiaggia, attività acquatiche e sport all'aria aperta\".\r\nNel cuore della Costa Azzurra, il Principato spicca per il grande impegno verso la sostenibilità, ma anche nel garantire ai turisti nazionali e internazionali il connubio perfetto tra glamour, cultura e relax che rende unico questo scrigno sulla Riviera Francese. Monaco sorprende anche per la ricchezza della sua storia. Il Paese monegasco è anche la meta raccomandata per un soggiorno romantico, un viaggio in famiglia o una fuga con gli amici grazie alla varietà di offerte alberghiere in grado di soddisfare le aspettative di tutti i viaggiatori.\r\nCon il suo Museo Oceanografico, il Palazzo del Principi e i panorami mozzafiato - dove il verde dei giardini si fonde con il blu del Mediterraneo – il quartiere di Monaco-Ville è una tappa speciale per scoprire gli scorci pittoreschi e le piacevoli passeggiate tra i pescherecci e i prestigiosi yacht.\r\nIl territorio monegasco è anche sinonimo di leggenda e fascino antico che, ancora oggi, appassionano i viaggiatori di tutto il mondo. Basta passare da Place du Casino, dove si trovano il Café de Paris e l'Hôtel de Paris Monte-Carlo, per immergersi in un’epoca da sogno. A pochi passi, invece, trionfa il complesso balneare del Larvotto.\r\n \r\n ","post_title":"Francia: Monaco si inserisce tra le 'Best European Destination 2024'","post_date":"2024-02-13T10:51:17+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1707821477000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti