25 September 2021

Luiss e Scuola italiana di ospitalità lanciano il corso flex executive in hotel management

[ 0 ]

Ricostruire il turismo con nuove professionalità, competenze e visione. E’ la sfida a cui deve rispondere il comparto del turismo italiano nell’era post-pandemia. E per dare un contributo importante in tale direzione, la Luiss business school di Roma e la Scuola italiana di ospitalità hanno deciso di unire le proprie forze nel programma flex executive in hotel management, pensato per fornire conoscenze e competenze immediatamente applicabili nelle attività o nella carriera alberghiera dei partecipanti, sfruttando al massimo le nuove opportunità offerte dal settore.

Il programma si rivolge a proprietari di strutture alberghiere, direttori e manager nelle aree front office, amministrazione e controllo di gestione, responsabili di sales e marketing e food & beverage manager. Il flex executive in hotel management si compone di due fasi: nella prima (core programme online), il focus sarà sui processi strategici fondamentali delle aziende operanti nell’ambito del settore ricettivo; nella seconda ciascun partecipante potrà invece scegliere il proprio percorso di specializzazione, da seguire in una delle tre sedi individuate: outdoor sport, wellness & spa presso il Golf Hotel di Madonna di Campiglio; enogastronomia e f&b presso il Th Resort di Ostuni; turismo d’arte e cultura, a Firenze, nella sede territoriale di Cassa depositi e prestiti

“Un capitolo importante nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) dovrà essere riservato al comparto del turismo nel suo complesso – è il commento del direttore della Luiss business school, Paolo Boccardelli – perché la forza del rilancio dovrà essere commisurata al peso di mesi e mesi di sacrifici, non ancora alle nostre spalle. È chiaro però che il settore dovrà ricostruirsi con una nuova visione, con un cambio di prospettive, impiegando professionalità e competenze adeguate al nuovo presente. Su questo si basa la partnership fra la nostra business school e la Scuola italiana ospitalità”.

È fondamentale puntare sulla formazione del middle e del top management per il rilancio del settore hospitality in Italia – gli fa eco Giulio Contini, direttore della Scuola italiana di ospitalità –: serve un forte reskilling delle risorse umane per migliorare la competitività e riguadagnare market share rispetto ai competitor, aprendosi alle nuove possibilità offerte dalla digitalizzazione, ma anche ascoltando la richiesta dei mercati, italiani e internazionali, sempre più alla ricerca di vacanze esperienziali a contatto con le comunità locali. Questo corso punta a fornire strumenti tecnologici, manageriali e culturali innovativi a quei manager che vogliono crescere professionalmente e far crescere le aziende nelle quali lavorano”.

Il programma del flex executive in hotel management si svolgerà da settembre a novembre 2021 e il core program, in modalità online, dall’1 al 16 di settembre.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti