22 February 2024

Arsenale acquisisce l’Hotel de La Minerve di Roma. Sarà ribrandizzato Orient Express

[ 0 ]

Seconda operazione per Arsenale, la società nata dalla partnership rinforzata tra Nicola Bulgari e Paolo Barletta, che mira a effettuare investimenti alberghieri in equity per circa 230 milioni di euro nei prossimi cinque anni. Dopo l’acquisizione del Santavenere di Maratea, la cui gestione è stata affidata alla famiglia Melpignano, arriva infatti ora l’annuncio di un nuovo accordo preliminare per il passaggio di mano del veicolo che controlla lo storico Hotel de La Minerve di Roma: l’operazione prevede la completa ristrutturazione dell’edificio del diciassettesimo secolo. Al termine dei lavori, stimato per Natale 2023, l’albergo sarà ribrandizzato Orient Express (gruppo Accor).

Il contratto è stato stilato con la famiglia Billi, proprietaria e gestore dell’Hotel de La Minerve da 30 anni. Il cronoprogramma prevede che l’albergo rimanga operativo per tutto il 2021 sotto la guida e la gestione della famiglia, prima dell’inizio del processo di ristrutturazione di 20 mesi, che inizierà a partire dal 2022.

All’accordo hanno lavorato lo studio legale Gianni & Origoni con i partner Luciano Acciari e Massimiliano Macaione, nonché l’avvocato Aldo Turella per Arsenale spa e lo studio legale Bdl con il partner Maurizio Pinnarò e Alessandra Marangelli per la famiglia Billi. Advisor fiscale di Arsenale è lo studio Bk di Luca Benigni con i partner Pierluigi Bogoni, Michela Carbellin e Federica Pieretto, mentre per la famiglia Billi, lo studio Legalitex con i partner Alberto De Nigro e Massimo Baglioni.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462015 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_462020" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Cosimo Sarro e il presidente di Towns of Italy, Saverio Castilletti[/caption] Towns of Italy continua a crescere. Il gruppo specializzato nel turismo esperienziale ha infatti appena completato l'acquisizione del ramo gruppi e Fit di Torres Travel, operatore incoming con sede a Pompei. Contestualmente ha anche sottoscritto un accordo per lo sviluppo congiunto di servizi turistici esperienziali  nell'area (visite guidate, escursioni e attività). Fondata nel 2001 da Alfonso Onda, Torres Travel è specializzata nell’offrire attività di land service come servizi guida, trasferimenti e biglietteria sul territorio campano, attività per gruppi precostituiti, oltre a viaggi personalizzati individuali e viaggi incentive per aziende. Nel 2023 ha registrato un fatturato di circa 10 milioni di euro, di cui il ramo gruppi & Fit pesa per oltre il 60%. "Con questa operazione - spiega il ceo di Towns of Italy Group, Luca Perfetto - confermiamo il nostro impegno nel continuare a crescere e investire nel settore del turismo esperienziale, specie nel Sud Italia, offrendo servizi di alta qualità e aprendo il gruppo a relazioni con nuovi mercati come il Giappone, il Medio Oriente e il Regno Unito. Siamo certi che questa integrazione ci consentirà di offrire un'esperienza turistica ancora più completa e personalizzata ai nostri clienti". La neo acquisita divisione gruppi e Fit sarà gestita da Cosimo Sarro, già a capo del dipartimento in Torres Travel, che assumerà il ruolo di general manager. Con oltre 25 anni di esperienza nel settore turistico e sui mercati internazionali, Sarro è un professionista competente e esperto, la cui leadership sarà fondamentale per garantire la continuità delle operazioni e lo sviluppo e la crescita di quest’area aziendale all’interno di Towns of Italy. [post_title] => A Towns of Italy il ramo gruppi e Fit dell’operatore incoming campano Torres Travel [post_date] => 2024-02-21T15:38:07+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708529887000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461969 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due flyer dedicati a Giappone e Malesia a completare la nuova programmazione Oriente di Going. Una destinazione che il to di casa Msc sta spingendo per il 2024, insieme all'Africa subsahariana. Quello italiano, in particolare, risulta il secondo mercato del turismo europeo verso il paese del Sol levante secondo le ultime analisi della Japan national tourism organization; inoltre, le facilitazioni delle connessioni aeree, grazie al code share tra Ita Airways e All Nippon Airways, non potranno che rafforzare il trend. Quanto alla Malesia, l’arrivo di brand di alto profilo dell’hospitality si allinea alla ricerca di qualità che Going attua in ogni proposta di viaggio, così come la missione della destinazione di essere riconosciuta come hotspot globale dell’ecoturismo esprime la volontà di mettere al primo posto il tema della protezione degli habitat naturali come cultura del viaggio. Il flyer Giappone, in particolare, si presenta con due tour pronti a soddisfare sia viaggiatori che per la prima volta si affacciano alla destinazione, sia coloro che vogliono approfondire. I tesori del Giappone di 12 giorni invita a un colpo d’occhio su antico e moderno, su tradizione e innovazione: dalle cime del monte Fuji a Tokyo, dalle terme di Kaga Onsen alla food experience di Osaka, da Hiroshima a Kyoto. Con le Meraviglie del Sol levante, di 14 giorni, si va più a fondo nella storia millenaria e nel caleidoscopio del paese: partendo da Hiroshima, il viaggio tra passato e futuro sull’altissima velocità dei treni Shinkansen prosegue verso Kyoto, Nagoya e Tokyo, lungo l’antica strada commerciale Nakasendo. L’opuscolo sulla Malesia invece porta con sé l’itinerario di nove giorni il Meglio della penisola: dai grattacieli di Kuala Lumpur fino a Penang passando per il Taman Negara national park, tra le foreste pluviali più antiche del pianeta e il paesaggio collinare delle Cameron Highlands. Infine, un Grand Tour del Borneo di dieci giorni che parte da Kuching, capitale del Sarawak con i padiglioni cinesi, prosegue per Kota Kinabalu, si avventura lungo il fiume Kinabatangan, per concludersi a Sepilok. [post_title] => Giappone e Malesia tra le destinazioni top dell'Oriente di Going [post_date] => 2024-02-21T10:40:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708512057000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461889 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chi garantisce le caratteristiche di una struttura ricettiva e la sua sostenibilità? Per rispondere a questa domanda è nata in Italia la certificazione dca esg, che è la prima accreditata e riconosciuta a livello mondiale. «Abbiamo avuto l’accreditamento il 22 giugno del 2020, dopo sei anni di lavoro in questo ambito e dopo 15 anni nel settore del turismo», racconta Giorgio Caire di Lauzet, ceo di Dream&Charme. Una certificazione, quella dca, che è stata conseguita recentemente dall’Hotel Milano Scala che, nato nel capoluogo nel 2010 come primo albergo a emissioni zero. «Siamo autorizzati da Accredia (l’ente unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano) - prosegue Caire di Lauzet –. Secondo le norme internazionali Iso l’indipendenza e l’imparzialità di una certificazione possono essere garantite solo da una realtà accreditata da un ente nazionale pubblico. Questa regola è contenuta anche nella direttiva del Parlamento europeo del 17 gennaio 2024, che considera le certificazioni di sostenibilità senza accreditamento come pubblicità ingannevole. Noi ne abbiamo creata una con l’obiettivo di dare un supporto concreto e pratico alle strutture ricettive, in modo che dai nostri report emergessero dei miglioramenti reali. Con oltre 32 mila camere in 15 paesi, possiamo contare su ampie statistiche e le best-practice vengono aggiornate ogni settimana; quando, dopo un anno, rivediamo le strutture, portiamo cambiamenti e innovazioni. E questo è un grande valore aggiunto. La nostra certificazione garantisce la sostenibilità e l’affidabilità, per cui utilizziamo nove macro-parametri che fanno riferimento all’Agenda 2030 di Sdg e comprendono 1.200 differenti criteri di valutazione. Come accade in ogni struttura che certifichiamo, siamo arrivati all’Hotel Milano Scala con un team composto da diversi auditor». A oggi gli auditor formati da Dream&Charme sono 19 e vengono fatti continui corsi di aggiornamento. «Ci si prepara alla verifica essendo se stessi - sottolinea Caire di Lauzet -, in modo che il report sia il più possibile reale e indichi tutti i punti che possano garantire il concreto inizio di un percorso di sviluppo sostenibile, il mantenimento della certificazione negli anni e la possibilità di portare a un miglioramento concreto dell’attività. Ci mettiamo da uno a due giorni per ogni struttura ricettiva, a seconda delle sue dimensioni. Ogni hotel viene verificato singolarmente, anche se fa parte di una catena. In Italia oltre al Milano Scala abbiamo certificato tutte le strutture Portrait della Lungarno Collection, nonché gli alberghi R Collection, Voi/VRetreats Alpitour, Sina Hotels, Planetaria, Magna Pars, Albereta, Andana, Ca' di Dio a Venezia, il Pellicano, Quisisana a Capri… Ormai sono quasi 150». Un impegno italiano e internazionale che richiede grande dedizione: «Io stesso faccio parte sia del gruppo di lavoro Uni in Italia sul turismo sostenibile, sia del gruppo di lavoro Iso 228 n. 13 mondiale sulle norme per il turismo sostenibile - conclude Caire di Lauzet -. Cerco quindi di dare un apporto italiano alle norme internazionali. Siamo infine pronti per l’estensione di accreditamento Accredia anche per la certificazione Gstc». [post_title] => Dream&Charme: l’ente Italiano che certifica la sostenibilità delle strutture ricettive nel mondo [post_date] => 2024-02-21T09:15:49+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708506949000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461946 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con il ritorno su Venezia, dal prossimo 12 giugno con voli giornalieri, Qatar Airways moltiplica le opportunità a disposizione dei passeggeri per raggiungere destinazioni quali Giappone, Cina, Australia e Thailandia attraverso l’Hamad International Airport di Doha. E fino al 29 febbraio, la compagnia promuove i voli con tariffe a partire da 429 euro, per viaggiare dal 12 giugno 2024. La promozione si ispira alla Via della Seta che attraversava l'Asia Centrale e il Medio Oriente, collegando la Cina all'Asia Minore e al Mediterraneo, passando per il Giappone e l'India. Ma una relazione ancora più importante lega Venezia all'Oriente: fu infatti Marco Polo, il giovane mercante veneziano, a intraprendere nel 1271 il viaggio in Oriente lungo la Via della Seta per stabilire nuovi rapporti commerciali tra le due civiltà. Per ripercorrere i passi del celebre viaggiatore, è possibile pianificare un itinerario che parte proprio dalla cosmopolita Venezia attraverso i luoghi del passato, punti di incontro tra Oriente e Occidente. Tra le destinazioni di questo itinerario nella storia non può mancare l'Uzbekistan, raggiungibile grazie alla nuova rotta di Qatar Airways per Tashkent, nel cuore dell'Asia Centrale, una regione nota per la sua ricca storia e multiculturalità, condivisa con i Paesi confinanti del Kazakistan, Turkmenistan, Tagikistan e Kirghizistan. La destinazione è la seconda città del Kazakistan servita dalla Compagnia aerea nazionale dello Stato del Qatar nel mercato dell'Asia centrale dopo Almaty. Imperdibile in questo viaggio è anche la Cina, che ora può essere visitata senza visto dall'Italia e dove Qatar Airways vola 33 volte a settimana verso le città di Pechino, Shanghai, Guangzhou, Hangzhou, Chengdu, Wenzhou e Chongqing. [post_title] => Qatar Airways promuove il ritorno su Venezia e le rotte lungo la Via della Seta [post_date] => 2024-02-21T09:15:03+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708506903000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461931 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dallo spettacolo a stelle e strisce targato Nba e Mlb, fino all’adrenalina del Mondiale di Formula 1. Made by Turisanda lancia una serie di nuove proposte ed esperienze alla scoperta degli eventi sportivi più importanti al mondo. Per gli appassionati di basket americano Made ha in particolare pensato a un'offerta che comprende cinque notti a New York durante i quali è prevista l’imperdibile visita al Madison Square Garden, la Mecca del basket, per assistere a una partita della squadra di casa, i New York Knicks: ciliegina sulla torta di un itinerario alla scoperta di una delle mete più iconiche e affascinanti al mondo. Dal basket al baseball, dall’Nba all’Mlb, rimanendo nella città che non dorme mai, Made propone un viaggio a New York di cinque notti che comprende la visita al leggendario Yankee Stadium per assistere a un match dei New York Yankees. Questo itinerario offre un mix unico di cultura, divertimento e sport alla ricerca dell’anima più pura della città attraverso la scoperta di due tra i quartieri più famosi della Grande Mela: Harlem, il quartiere della musica e della cultura afroamericana, e il Bronx, dove il baseball e gli Yankees rappresentano una vera e propria religione. Infine, agli amanti dei motori e delle quattro ruote, Made propone alcune delle più importanti tappe del Mondiale 2024 di Formula 1: diversi itinerari che rappresentano la porta d'accesso al mondo delle corse automobilistiche. Le proposte, da due o tre notti in hotel 4 o 5 stelle, prevedono dei weekend in alcuni dei circuiti più importanti della storia della Formula 1: dallo storico e celebre circuito di Monza al fascino del Gran Premio di Monaco, passando per il calore del Messico fino al lusso di Abu Dhabi, le luci di Singapore e il Gran Premio di Spagna. I partecipanti beneficeranno anche dell’esclusivo accesso alla Fan zone e alla pit lane, accanto alle scuderie e ai loro piloti preferiti. [post_title] => Basket, baseball e Formula 1 protagoniste della nuova proposta sport di Made by Turisanda [post_date] => 2024-02-20T12:24:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708431860000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461924 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Potrebbe essere Gianluigi Aponte a mettere le mani sul Bauer di Venezia. Nonostante la proprietà abbia recentemente smentito l'intenzione di vendere la struttura, alcune indiscrezioni raccolte da La Repubblica vedrebbero il patron del gruppo Msc in prima fila per l'acquisizione dello storico albergo sulla Laguna: l'hotel acquisito nel 2020 da Signa, il gruppo austriaco di proprietà del miliardario René Benko, protagonista di quello che è già stato definito il più grande default della storia europea recente. La mossa di Aponte sarebbe finalizzata ad accrescere ulteriormente la presenza della propria compagnia all'interno dell'industria turistica italiana. D'altronde i capitali non mancano a Msc che, con i prezzi dei noli saliti di circa il 70% dallo scoppio della crisi di Suez, continua a macinare profitti. Entro marzo, si attende in particolare il via libera di Bruxelles all'acquisizione definitiva di Italo, con il gruppo italo-svizzero che sarebbe già al lavoro per potenziare il numero di treni in circolazione di una trentina di unità. E poi c'è la vicenda Ita, che pare non ancora chiusa. Con Aponte che rimane alla finestra in attesa di capire le decisioni dell'Antitrust Ue sulle condizioni che imporrà a Lufthansa per l'acquisto della compagnia italiana. [post_title] => Aponte, Msc, mette gli occhi sul Bauer di Venezia? [post_date] => 2024-02-20T12:00:07+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708430407000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461911 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come già anticipato quasi due anni fa, è arrivato finalmente il momento dell'approdo di Tribe in Italia. Il brand lifestyle di casa Accor ha debuttato a Milano Malpensa, grazie all'accordo con la white label company tricolore Amapa, che gestisce la struttura. L'hotel offre 240 camere, incluse 18 stanze dedicate alle famiglie, una palestra e una piscina panoramica riscaldata. Il caratteristico Social hub centrale del marchio Tribe qui comprende un bar-caffetteria, un Grab & Go corner, oltre a lounge e punti di co-working liberamente accessibili. Insieme a mobili, opere d'arte e oggetti progettati su misura, ogni camera è dotata di un televisore Chromecast da 55 pollici, punti di ricarica Usb ad altezze accessibili, una macchina da caffè Lavazza, tè e acqua in bottiglia. Un'altra caratteristica di Tribe sono i prodotti da bagno del marchio Kevin Murphy. "Dopo le recenti espansioni nei mercati tedesco e ungherese, siamo entusiasti di includere l'Italia nella nostra mappa. Insieme al nostro storico partner Amapa e al team dell'hotel guidato dalla general manager Simona Calabrese, siamo impazienti di dare il benvenuto ai nostri primi ospiti a Milano", sottolinea Pauline Oster, vice president Tribe Europa e Nord Africa. [post_title] => Accor porta il marchio Tribe in Italia. Debutto a Milano Malpensa [post_date] => 2024-02-20T11:30:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708428636000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461808 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’associazione Austria per l’Italia (che raggruppa gli hotel in Austria dove lo staff parla italiano) propone vacanze pasquali davvero speciali: gli hotel in quota sono immersi ancora in un paesaggio innevato mentre gli hotel affacciati sui laghi hanno già sciolto il ghiaccio e guardano al risveglio della natura dopo l’inverno. L’hotel 5 stelle lusso Schalber di Serfaus-Fiss-Ladis, in Tirolo, invita per esempio a scendere sulle piste innevate baciate dal sole primaverile.  Il comprensorio sciistico di Serfaus-Fiss-Ladis, uno dei più grandi e innevati delle Alpi, promette sole, cielo azzurro e temperature piacevoli. Lo Schalber racchiude il piacere primaverile dello sci in un'esperienza alberghiera speciale: nella spa di 5 mila metri quadrati si trovano la piscina coperta con acqua salina e idromassaggio, la stanza sudatoria tirolese, il bagno turco giapponese, la Lady spa. Pacchetto per Pasqua: dal 23 marzo al 2 aprile, a partire da 2.205 euro. Sempre in Tirolo, a Seefeld, l’hotel Inntalerhof propone per il periodo dal 23 marzo al 2 aprile non solo una notte gratuita ma anche un buono benessere di 30 euro, programma MindBody con yoga, sessioni di rilassamento, allenamento, Pilates, escursioni guidate di mezza giornata intorno a Mösern e il programma a Pasqua con la caccia alle uova e il falò di Pasqua. Cinque notti a partire da 690 euro, in mezza pensione. In Carinzia, esattamente nel paese termale di Bad Kleinkirchheim, l’hotel Die Post offre benessere in una splendida spa di 2.400 metri quadrati, con sei piscine, sauna finlandese, casa sull'albero, spa per donne, bagno turco salino. Il benessere in famiglia è garantito dalla Family spa: una piscina a misura di bambino con acqua piacevolmente calda, sauna soft, bagno di vapore salino. Sempre a Bad Kleinkirchheim l'hotel Gut Trattlerhof & Chalets, da poco premiato con l‘HolidayCheck Award 2024, invita a sciare fino a Pasqua e a vivere il periodo pasquale partecipando alla caccia delle uova nel giardino ancora innevato. Anche l’hotel Eggerhof di Mallnitz, sempre in Carinzia, attende gli ospiti per una Pasqua speciale: la pista da sci più lunga della Carinzia (che percorre 1.370 metri di dislivello) è aperta e offre un perfetto divertimento sugli sci sul versante soleggiato delle Alpi con neve garantita fino a Pasqua. Sciare nella zona degli Alti Tauri, nel comprensorio sciistico Ankogel/Mallnitz e Mölltaler Gletscher (l’unico su ghiacciaio della Carinzia), è un’esperienza primaverile emozionante. Il pacchetto dell’hotel Eggerhof comprende anche lo skipass per sei giorni e varie attività pasquali e primaverili. Sette notti in mezza pensione a partire da 730 euro a persona (per i bambini sono previste riduzioni a seconda dell’età).  Nella regione dell'Alta Austria, sulle sponde del lago Wolfgang, l’hotel Weisses Roessl è inserito in un ambiente idilliaco, circondato dall’acqua e dalle montagne. Per chi non vuole muoversi dal paradiso, può rilassarsi alla spa dell’hotel affacciata sul lago che come highlight offre una piscina riscaldata immersa letteralmente nel lago. Anche l’hotel Karnerhof si affaccia su un paesaggio lacustre incredibilmente bello. Il grande parco che lambisce la costa del lago offre 100 mila mq di giardino, spiaggia e piscina a sfioro. Il pacchetto pasquale prevede il Falò di Pasqua il Sabato Santo, la tradizionale colazione carinziana della domenica di Pasqua, la caccia alle uova per i bambini, buono spa di 25 euro (a partire da euro 424 a persona tre notti).       [post_title] => Austria per l'Italia: le proposte speciali per una pasqua sugli sci [post_date] => 2024-02-20T10:02:27+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708423347000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461711 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Soggiorni relax a bordo piscina, sport lungo la baia di Doha, avventure nel deserto, esperienze di lusso, vita culturale e artistica: l’offerta turistica del Qatar è in grado di soddisfare le esigenze di qualunque viaggiatore. Con il recente lancio della Terza strategia di sviluppo nazionale (NDS3) per il 2024-2030, abbinata agli oltre 4 milioni di visitatori nel 2023, Qatar Tourism procede molto velocemente verso la realizzazione dei suoi obiettivi. Architetture futuristiche dei grattacieli di Doha come l'Aspire Tower e il Burj Doha e la Katara towers di Lusail che si affacciano sull’antico souk, offrendo un'esperienza ricca di contrasti. Il deserto e le lunghe spiagge di sabbia sul Golfo Persico, la vivace e ricca offerta culturale del Museo Nazionale del Qatar, del Museo dell’Arte islamica e l’Al Riwaq Gallery: queste e molte altre attività rendono il piccolo stato della penisola araba un territorio con un'offerta turistica davvero molto interessante. [caption id="attachment_461441" align="alignright" width="300"] Ing. Badr Mohammed Al-Meer GCEO di Qatar Airways e S.E. Saad Bin Ali Al Kharji, Presidente di Qatar Tourism[/caption] «Il Qatar sta rapidamente emergendo come una delle destinazioni mondiali di viaggio più entusiasmanti, caratterizzata da un’abbondanza di esperienze da scoprire - ha dichiarato Saad Bin Ali Al Kharji, presidente di Qatar Tourism - Nel gennaio 2024, abbiamo accolto 702.800 visitatori, il numero più alto di visitatori internazionali che il Qatar abbia mai ricevuto in un mese. L'obiettivo generale di Visit Qatar è dunque quello di accogliere più di sei milioni di visitatori internazionali all'anno entro il 2030, rendendola la destinazione in più rapida crescita nel Medio Oriente». Il territorio è in grande espansione, con numerosi cantieri per la costruzione di nuovi hotel e attrazioni; recentemente sull'isola di Qetaifan è stato inaugurato il nuovo parco acquatico Meryal con scivoli d'acqua da record mondiale, e l'isola di Al Maha ospita invece il Lusail Winter Wonderland. L'esperienza di viaggio è caratterizzata da un servizio di alto livello, offerte diversificate e attività coinvolgenti, adatte a qualunque tipo di viaggiatore e per qualsiasi budget. Oltre a sicurezza, strutture all'avanguardia, una compagnia aerea nazionale e un aeroporto pluripremiati, reti di trasporto pubblico ininterrotte, politiche aperte sui visti turistici, una posizione centrale strategica e un clima caldo e soleggiato tutto l’anno. Il Qatar rappresenta appieno l'essenza dell'intero Medio Oriente in un'unica destinazione accessibile e sicura, grazie al giusto mix di tradizione e patrimonio arabo, che ormai da decenni ospita turisti provenienti da tutto il mondo. [gallery ids="461717,461718,461719,461720,461722,461723"] [post_title] => Visit Qatar: l'essenza del Medio Oriente in un'unica destinazione [post_date] => 2024-02-19T09:15:12+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => discover-qatar [1] => qatar [2] => visit-qatar ) [post_tag_name] => Array ( [0] => discover qatar [1] => Qatar [2] => visit qatar ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708334112000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "arsenale acquisisce lhotel de la minerve di roma sara ribrandizzato orient express" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":97,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1260,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462015","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_462020\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Cosimo Sarro e il presidente di Towns of Italy, Saverio Castilletti[/caption]\r\n\r\nTowns of Italy continua a crescere. Il gruppo specializzato nel turismo esperienziale ha infatti appena completato l'acquisizione del ramo gruppi e Fit di Torres Travel, operatore incoming con sede a Pompei. Contestualmente ha anche sottoscritto un accordo per lo sviluppo congiunto di servizi turistici esperienziali  nell'area (visite guidate, escursioni e attività).\r\n\r\nFondata nel 2001 da Alfonso Onda, Torres Travel è specializzata nell’offrire attività di land service come servizi guida, trasferimenti e biglietteria sul territorio campano, attività per gruppi precostituiti, oltre a viaggi personalizzati individuali e viaggi incentive per aziende. Nel 2023 ha registrato un fatturato di circa 10 milioni di euro, di cui il ramo gruppi & Fit pesa per oltre il 60%.\r\n\r\n\"Con questa operazione - spiega il ceo di Towns of Italy Group, Luca Perfetto - confermiamo il nostro impegno nel continuare a crescere e investire nel settore del turismo esperienziale, specie nel Sud Italia, offrendo servizi di alta qualità e aprendo il gruppo a relazioni con nuovi mercati come il Giappone, il Medio Oriente e il Regno Unito. Siamo certi che questa integrazione ci consentirà di offrire un'esperienza turistica ancora più completa e personalizzata ai nostri clienti\".\r\n\r\nLa neo acquisita divisione gruppi e Fit sarà gestita da Cosimo Sarro, già a capo del dipartimento in Torres Travel, che assumerà il ruolo di general manager. Con oltre 25 anni di esperienza nel settore turistico e sui mercati internazionali, Sarro è un professionista competente e esperto, la cui leadership sarà fondamentale per garantire la continuità delle operazioni e lo sviluppo e la crescita di quest’area\r\naziendale all’interno di Towns of Italy.","post_title":"A Towns of Italy il ramo gruppi e Fit dell’operatore incoming campano Torres Travel","post_date":"2024-02-21T15:38:07+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708529887000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461969","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Due flyer dedicati a Giappone e Malesia a completare la nuova programmazione Oriente di Going. Una destinazione che il to di casa Msc sta spingendo per il 2024, insieme all'Africa subsahariana. Quello italiano, in particolare, risulta il secondo mercato del turismo europeo verso il paese del Sol levante secondo le ultime analisi della Japan national tourism organization; inoltre, le facilitazioni delle connessioni aeree, grazie al code share tra Ita Airways e All Nippon Airways, non potranno che rafforzare il trend. Quanto alla Malesia, l’arrivo di brand di alto profilo dell’hospitality si allinea alla ricerca di qualità che Going attua in ogni proposta di viaggio, così come la missione della destinazione di essere riconosciuta come hotspot globale dell’ecoturismo esprime la volontà di mettere al primo posto il tema della protezione degli habitat naturali come cultura del viaggio.\r\n\r\nIl flyer Giappone, in particolare, si presenta con due tour pronti a soddisfare sia viaggiatori che per la prima volta si affacciano alla destinazione, sia coloro che vogliono approfondire. I tesori del Giappone di 12 giorni invita a un colpo d’occhio su antico e moderno, su tradizione e innovazione: dalle cime del monte Fuji a Tokyo, dalle terme di Kaga Onsen alla food experience di Osaka, da Hiroshima a Kyoto. Con le Meraviglie del Sol levante, di 14 giorni, si va più a fondo nella storia millenaria e nel caleidoscopio del paese: partendo da Hiroshima, il viaggio tra passato e futuro sull’altissima velocità dei treni Shinkansen prosegue verso Kyoto, Nagoya e Tokyo, lungo l’antica strada commerciale Nakasendo.\r\n\r\nL’opuscolo sulla Malesia invece porta con sé l’itinerario di nove giorni il Meglio della penisola: dai grattacieli di Kuala Lumpur fino a Penang passando per il Taman Negara national park, tra le foreste pluviali più antiche del pianeta e il paesaggio collinare delle Cameron Highlands. Infine, un Grand Tour del Borneo di dieci giorni che parte da Kuching, capitale del Sarawak con i padiglioni cinesi, prosegue per Kota Kinabalu, si avventura lungo il fiume Kinabatangan, per concludersi a Sepilok.","post_title":"Giappone e Malesia tra le destinazioni top dell'Oriente di Going","post_date":"2024-02-21T10:40:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708512057000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461889","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Chi garantisce le caratteristiche di una struttura ricettiva e la sua sostenibilità? Per rispondere a questa domanda è nata in Italia la certificazione dca esg, che è la prima accreditata e riconosciuta a livello mondiale. «Abbiamo avuto l’accreditamento il 22 giugno del 2020, dopo sei anni di lavoro in questo ambito e dopo 15 anni nel settore del turismo», racconta Giorgio Caire di Lauzet, ceo di Dream&Charme. Una certificazione, quella dca, che è stata conseguita recentemente dall’Hotel Milano Scala che, nato nel capoluogo nel 2010 come primo albergo a emissioni zero.\r\n«Siamo autorizzati da Accredia (l’ente unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano) - prosegue Caire di Lauzet –. Secondo le norme internazionali Iso l’indipendenza e l’imparzialità di una certificazione possono essere garantite solo da una realtà accreditata da un ente nazionale pubblico. Questa regola è contenuta anche nella direttiva del Parlamento europeo del 17 gennaio 2024, che considera le certificazioni di sostenibilità senza accreditamento come pubblicità ingannevole. Noi ne abbiamo creata una con l’obiettivo di dare un supporto concreto e pratico alle strutture ricettive, in modo che dai nostri report emergessero dei miglioramenti reali. Con oltre 32 mila camere in 15 paesi, possiamo contare su ampie statistiche e le best-practice vengono aggiornate ogni settimana; quando, dopo un anno, rivediamo le strutture, portiamo cambiamenti e innovazioni. E questo è un grande valore aggiunto. La nostra certificazione garantisce la sostenibilità e l’affidabilità, per cui utilizziamo nove macro-parametri che fanno riferimento all’Agenda 2030 di Sdg e comprendono 1.200 differenti criteri di valutazione. Come accade in ogni struttura che certifichiamo, siamo arrivati all’Hotel Milano Scala con un team composto da diversi auditor».\r\nA oggi gli auditor formati da Dream&Charme sono 19 e vengono fatti continui corsi di aggiornamento. «Ci si prepara alla verifica essendo se stessi - sottolinea Caire di Lauzet -, in modo che il report sia il più possibile reale e indichi tutti i punti che possano garantire il concreto inizio di un percorso di sviluppo sostenibile, il mantenimento della certificazione negli anni e la possibilità di portare a un miglioramento concreto dell’attività. Ci mettiamo da uno a due giorni per ogni struttura ricettiva, a seconda delle sue dimensioni. Ogni hotel viene verificato singolarmente, anche se fa parte di una catena. In Italia oltre al Milano Scala abbiamo certificato tutte le strutture Portrait della Lungarno Collection, nonché gli alberghi R Collection, Voi/VRetreats Alpitour, Sina Hotels, Planetaria, Magna Pars, Albereta, Andana, Ca' di Dio a Venezia, il Pellicano, Quisisana a Capri… Ormai sono quasi 150».\r\nUn impegno italiano e internazionale che richiede grande dedizione: «Io stesso faccio parte sia del gruppo di lavoro Uni in Italia sul turismo sostenibile, sia del gruppo di lavoro Iso 228 n. 13 mondiale sulle norme per il turismo sostenibile - conclude Caire di Lauzet -. Cerco quindi di dare un apporto italiano alle norme internazionali. Siamo infine pronti per l’estensione di accreditamento Accredia anche per la certificazione Gstc».","post_title":"Dream&Charme: l’ente Italiano che certifica la sostenibilità delle strutture ricettive nel mondo","post_date":"2024-02-21T09:15:49+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708506949000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461946","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con il ritorno su Venezia, dal prossimo 12 giugno con voli giornalieri, Qatar Airways moltiplica le opportunità a disposizione dei passeggeri per raggiungere destinazioni quali Giappone, Cina, Australia e Thailandia attraverso l’Hamad International Airport di Doha.\r\nE fino al 29 febbraio, la compagnia promuove i voli con tariffe a partire da 429 euro, per viaggiare dal 12 giugno 2024. La promozione si ispira alla Via della Seta che attraversava l'Asia Centrale e il Medio Oriente, collegando la Cina all'Asia Minore e al Mediterraneo, passando per il Giappone e l'India. Ma una relazione ancora più importante lega Venezia all'Oriente: fu infatti Marco Polo, il giovane mercante veneziano, a intraprendere nel 1271 il viaggio in Oriente lungo la Via della Seta per stabilire nuovi rapporti commerciali tra le due civiltà.\r\nPer ripercorrere i passi del celebre viaggiatore, è possibile pianificare un itinerario che parte proprio dalla cosmopolita Venezia attraverso i luoghi del passato, punti di incontro tra Oriente e Occidente. Tra le destinazioni di questo itinerario nella storia non può mancare l'Uzbekistan, raggiungibile grazie alla nuova rotta di Qatar Airways per Tashkent, nel cuore dell'Asia Centrale, una regione nota per la sua ricca storia e multiculturalità, condivisa con i Paesi confinanti del Kazakistan, Turkmenistan, Tagikistan e Kirghizistan. La destinazione è la seconda città del Kazakistan servita dalla Compagnia aerea nazionale dello Stato del Qatar nel mercato dell'Asia centrale dopo Almaty.\r\nImperdibile in questo viaggio è anche la Cina, che ora può essere visitata senza visto dall'Italia e dove Qatar Airways vola 33 volte a settimana verso le città di Pechino, Shanghai, Guangzhou, Hangzhou, Chengdu, Wenzhou e Chongqing.","post_title":"Qatar Airways promuove il ritorno su Venezia e le rotte lungo la Via della Seta","post_date":"2024-02-21T09:15:03+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708506903000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461931","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dallo spettacolo a stelle e strisce targato Nba e Mlb, fino all’adrenalina del Mondiale di Formula 1. Made by Turisanda lancia una serie di nuove proposte ed esperienze alla scoperta degli eventi sportivi più importanti al mondo. Per gli appassionati di basket americano Made ha in particolare pensato a un'offerta che comprende cinque notti a New York durante i quali è prevista l’imperdibile visita al Madison Square Garden, la Mecca del basket, per assistere a una partita della squadra di casa, i New York Knicks: ciliegina sulla torta di un itinerario alla scoperta di una delle mete più iconiche e affascinanti al mondo.\r\n\r\nDal basket al baseball, dall’Nba all’Mlb, rimanendo nella città che non dorme mai, Made propone un viaggio a New York di cinque notti che comprende la visita al leggendario Yankee Stadium per assistere a un match dei New York Yankees. Questo itinerario offre un mix unico di cultura, divertimento e sport alla ricerca dell’anima più pura della città attraverso la scoperta di due tra i quartieri più famosi della Grande Mela: Harlem, il quartiere della musica e della cultura afroamericana, e il Bronx, dove il baseball e gli Yankees rappresentano una vera e propria religione.\r\n\r\nInfine, agli amanti dei motori e delle quattro ruote, Made propone alcune delle più importanti tappe del Mondiale 2024 di Formula 1: diversi itinerari che rappresentano la porta d'accesso al mondo delle corse automobilistiche. Le proposte, da due o tre notti in hotel 4 o 5 stelle, prevedono dei weekend in alcuni dei circuiti più importanti della storia della Formula 1: dallo storico e celebre circuito di Monza al fascino del Gran Premio di Monaco, passando per il calore del Messico fino al lusso di Abu Dhabi, le luci di Singapore e il Gran Premio di Spagna. I partecipanti beneficeranno anche dell’esclusivo accesso alla Fan zone e alla pit lane, accanto alle scuderie e ai loro piloti preferiti.","post_title":"Basket, baseball e Formula 1 protagoniste della nuova proposta sport di Made by Turisanda","post_date":"2024-02-20T12:24:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708431860000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461924","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Potrebbe essere Gianluigi Aponte a mettere le mani sul Bauer di Venezia. Nonostante la proprietà abbia recentemente smentito l'intenzione di vendere la struttura, alcune indiscrezioni raccolte da La Repubblica vedrebbero il patron del gruppo Msc in prima fila per l'acquisizione dello storico albergo sulla Laguna: l'hotel acquisito nel 2020 da Signa, il gruppo austriaco di proprietà del miliardario René Benko, protagonista di quello che è già stato definito il più grande default della storia europea recente.\r\n\r\nLa mossa di Aponte sarebbe finalizzata ad accrescere ulteriormente la presenza della propria compagnia all'interno dell'industria turistica italiana. D'altronde i capitali non mancano a Msc che, con i prezzi dei noli saliti di circa il 70% dallo scoppio della crisi di Suez, continua a macinare profitti. Entro marzo, si attende in particolare il via libera di Bruxelles all'acquisizione definitiva di Italo, con il gruppo italo-svizzero che sarebbe già al lavoro per potenziare il numero di treni in circolazione di una trentina di unità. E poi c'è la vicenda Ita, che pare non ancora chiusa. Con Aponte che rimane alla finestra in attesa di capire le decisioni dell'Antitrust Ue sulle condizioni che imporrà a Lufthansa per l'acquisto della compagnia italiana.","post_title":"Aponte, Msc, mette gli occhi sul Bauer di Venezia?","post_date":"2024-02-20T12:00:07+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708430407000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461911","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come già anticipato quasi due anni fa, è arrivato finalmente il momento dell'approdo di Tribe in Italia. Il brand lifestyle di casa Accor ha debuttato a Milano Malpensa, grazie all'accordo con la white label company tricolore Amapa, che gestisce la struttura. L'hotel offre 240 camere, incluse 18 stanze dedicate alle famiglie, una palestra e una piscina panoramica riscaldata. Il caratteristico Social hub centrale del marchio Tribe qui comprende un bar-caffetteria, un Grab & Go corner, oltre a lounge e punti di co-working liberamente accessibili.\r\n\r\nInsieme a mobili, opere d'arte e oggetti progettati su misura, ogni camera è dotata di un televisore Chromecast da 55 pollici, punti di ricarica Usb ad altezze accessibili, una macchina da caffè Lavazza, tè e acqua in bottiglia. Un'altra caratteristica di Tribe sono i prodotti da bagno del marchio Kevin Murphy. \"Dopo le recenti espansioni nei mercati tedesco e ungherese, siamo entusiasti di includere l'Italia nella nostra mappa. Insieme al nostro storico partner Amapa e al team dell'hotel guidato dalla general manager Simona Calabrese, siamo impazienti di dare il benvenuto ai nostri primi ospiti a Milano\", sottolinea Pauline Oster, vice president Tribe Europa e Nord Africa.","post_title":"Accor porta il marchio Tribe in Italia. Debutto a Milano Malpensa","post_date":"2024-02-20T11:30:36+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708428636000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461808","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’associazione Austria per l’Italia (che raggruppa gli hotel in Austria dove lo staff parla italiano) propone vacanze pasquali davvero speciali: gli hotel in quota sono immersi ancora in un paesaggio innevato mentre gli hotel affacciati sui laghi hanno già sciolto il ghiaccio e guardano al risveglio della natura dopo l’inverno. L’hotel 5 stelle lusso Schalber di Serfaus-Fiss-Ladis, in Tirolo, invita per esempio a scendere sulle piste innevate baciate dal sole primaverile.  Il comprensorio sciistico di Serfaus-Fiss-Ladis, uno dei più grandi e innevati delle Alpi, promette sole, cielo azzurro e temperature piacevoli. Lo Schalber racchiude il piacere primaverile dello sci in un'esperienza alberghiera speciale: nella spa di 5 mila metri quadrati si trovano la piscina coperta con acqua salina e idromassaggio, la stanza sudatoria tirolese, il bagno turco giapponese, la Lady spa. Pacchetto per Pasqua: dal 23 marzo al 2 aprile, a partire da 2.205 euro.\r\n\r\nSempre in Tirolo, a Seefeld, l’hotel Inntalerhof propone per il periodo dal 23 marzo al 2 aprile non solo una notte gratuita ma anche un buono benessere di 30 euro, programma MindBody con yoga, sessioni di rilassamento, allenamento, Pilates, escursioni guidate di mezza giornata intorno a Mösern e il programma a Pasqua con la caccia alle uova e il falò di Pasqua. Cinque notti a partire da 690 euro, in mezza pensione.\r\n\r\nIn Carinzia, esattamente nel paese termale di Bad Kleinkirchheim, l’hotel Die Post offre benessere in una splendida spa di 2.400 metri quadrati, con sei piscine, sauna finlandese, casa sull'albero, spa per donne, bagno turco salino. Il benessere in famiglia è garantito dalla Family spa: una piscina a misura di bambino con acqua piacevolmente calda, sauna soft, bagno di vapore salino. Sempre a Bad Kleinkirchheim l'hotel Gut Trattlerhof & Chalets, da poco premiato con l‘HolidayCheck Award 2024, invita a sciare fino a Pasqua e a vivere il periodo pasquale partecipando alla caccia delle uova nel giardino ancora innevato.\r\n\r\nAnche l’hotel Eggerhof di Mallnitz, sempre in Carinzia, attende gli ospiti per una Pasqua speciale: la pista da sci più lunga della Carinzia (che percorre 1.370 metri di dislivello) è aperta e offre un perfetto divertimento sugli sci sul versante soleggiato delle Alpi con neve garantita fino a Pasqua. Sciare nella zona degli Alti Tauri, nel comprensorio sciistico Ankogel/Mallnitz e Mölltaler Gletscher (l’unico su ghiacciaio della Carinzia), è un’esperienza primaverile emozionante. Il pacchetto dell’hotel Eggerhof comprende anche lo skipass per sei giorni e varie attività pasquali e primaverili. Sette notti in mezza pensione a partire da 730 euro a persona (per i bambini sono previste riduzioni a seconda dell’età).\r\n\r\n Nella regione dell'Alta Austria, sulle sponde del lago Wolfgang, l’hotel Weisses Roessl è inserito in un ambiente idilliaco, circondato dall’acqua e dalle montagne. Per chi non vuole muoversi dal paradiso, può rilassarsi alla spa dell’hotel affacciata sul lago che come highlight offre una piscina riscaldata immersa letteralmente nel lago. Anche l’hotel Karnerhof si affaccia su un paesaggio lacustre incredibilmente bello. Il grande parco che lambisce la costa del lago offre 100 mila mq di giardino, spiaggia e piscina a sfioro. Il pacchetto pasquale prevede il Falò di Pasqua il Sabato Santo, la tradizionale colazione carinziana della domenica di Pasqua, la caccia alle uova per i bambini, buono spa di 25 euro (a partire da euro 424 a persona tre notti).\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Austria per l'Italia: le proposte speciali per una pasqua sugli sci","post_date":"2024-02-20T10:02:27+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708423347000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461711","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Soggiorni relax a bordo piscina, sport lungo la baia di Doha, avventure nel deserto, esperienze di lusso, vita culturale e artistica: l’offerta turistica del Qatar è in grado di soddisfare le esigenze di qualunque viaggiatore. Con il recente lancio della Terza strategia di sviluppo nazionale (NDS3) per il 2024-2030, abbinata agli oltre 4 milioni di visitatori nel 2023, Qatar Tourism procede molto velocemente verso la realizzazione dei suoi obiettivi.\r\nArchitetture futuristiche dei grattacieli di Doha come l'Aspire Tower e il Burj Doha e la Katara towers di Lusail che si affacciano sull’antico souk, offrendo un'esperienza ricca di contrasti.\r\nIl deserto e le lunghe spiagge di sabbia sul Golfo Persico, la vivace e ricca offerta culturale del Museo Nazionale del Qatar, del Museo dell’Arte islamica e l’Al Riwaq Gallery: queste e molte altre attività rendono il piccolo stato della penisola araba un territorio con un'offerta turistica davvero molto interessante.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_461441\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Ing. Badr Mohammed Al-Meer GCEO di Qatar Airways e S.E. Saad Bin Ali Al Kharji, Presidente di Qatar Tourism[/caption]\r\n\r\n«Il Qatar sta rapidamente emergendo come una delle destinazioni mondiali di viaggio più entusiasmanti, caratterizzata da un’abbondanza di esperienze da scoprire - ha dichiarato Saad Bin Ali Al Kharji, presidente di Qatar Tourism - Nel gennaio 2024, abbiamo accolto 702.800 visitatori, il numero più alto di visitatori internazionali che il Qatar abbia mai ricevuto in un mese. L'obiettivo generale di Visit Qatar è dunque quello di accogliere più di sei milioni di visitatori internazionali all'anno entro il 2030, rendendola la destinazione in più rapida crescita nel Medio Oriente».\r\n\r\nIl territorio è in grande espansione, con numerosi cantieri per la costruzione di nuovi hotel e attrazioni; recentemente sull'isola di Qetaifan è stato inaugurato il nuovo parco acquatico Meryal con scivoli d'acqua da record mondiale, e l'isola di Al Maha ospita invece il Lusail Winter Wonderland.\r\n\r\nL'esperienza di viaggio è caratterizzata da un servizio di alto livello, offerte diversificate e attività coinvolgenti, adatte a qualunque tipo di viaggiatore e per qualsiasi budget. Oltre a sicurezza, strutture all'avanguardia, una compagnia aerea nazionale e un aeroporto pluripremiati, reti di trasporto pubblico ininterrotte, politiche aperte sui visti turistici, una posizione centrale strategica e un clima caldo e soleggiato tutto l’anno. Il Qatar rappresenta appieno l'essenza dell'intero Medio Oriente in un'unica destinazione accessibile e sicura, grazie al giusto mix di tradizione e patrimonio arabo, che ormai da decenni ospita turisti provenienti da tutto il mondo.\r\n\r\n[gallery ids=\"461717,461718,461719,461720,461722,461723\"]","post_title":"Visit Qatar: l'essenza del Medio Oriente in un'unica destinazione","post_date":"2024-02-19T09:15:12+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["discover-qatar","qatar","visit-qatar"],"post_tag_name":["discover qatar","Qatar","visit qatar"]},"sort":[1708334112000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti