23 May 2019

Alla scoperta della Monument Valley, la leggendaria valle dei nativi

[ 0 ] Fiere & Eventi

Donovan Hanley, nativo Navajo

Una delle più grandi attrazioni della nazione Navajo, un territorio che spazia su tre stati, Utah, Arizona, New Mexico e una popolazione di 310 mila individui (con almeno il 25% di sangue nativo) è certamenteTsé Biiʼ Ndzisgaii il luogo che noi conosciamo come  Monument Valley, posta a cavallo di Utah e Arizona. Arrivarci al tramonto è di per sé emozionante con il sole alle spalle che illumina le caratteristiche formazioni geologiche.
Fra i tour guidati che scendono nel cuore della rossa vallata, spettacolare è la cena Rain god picnic camp, gestita da un personaggio anch’egli nativo, Harold Simpson. La cena con il tipico Navajo taco è seguita da uno spettacolo con il coinvolgimento dei presenti in danze e canti tribali e da una spiegazione sul mondo dei Navajo, una delle 567 tribù differenti censite nel territorio Usa. Ma il clou dell’esperienza è la notte che si passa nella hogan, l’abitazione tradizionale, a forma di cupola, costruita con tronchi d’albero ricoperti con fango, detriti o zolle erbose come isolanti termici e l’ingresso a est, verso il sole nascente, solitamente chiuso con una coperta. La notte, che inizia dopo avere ammirato il cielo stellato, passa sul terreno in un sacco a pelo, in una specie di grande stanza in comune. Così hanno vissuto per secoli e così vivono ancora i nativi. Il fresco della notte si disperde alle prime luci dell’alba, che vista dalla valle assume contorni ancora più unici e incredibili.
I nativi Navajo sono divisi in 4 clan diversi: ogni persona all’interno del clan viene riferita come membro della famiglia. E’ Donovan Hanley, nativo, guida e squisito anfitrione,  a spiegare il complicato mondo nativo e le loro credenze, alla luce di un falò: «La nazione Navajo è vasta 27 mila miglia quadrate ed è più grande di almeno otto stati dell’Unione – specifica -; il nostro sogno è diventare il 52° stato. La nostra filosofia di vita è semplice: prendiamo ciò che serve, non ammucchiamo né facciamo scorte, la nostra forma economica sarebbe il baratto. I nativi americani sono in sintonia con la natura, che amano e rispettano, cercano di non farsi notare e spesso vivono in luoghi di difficile accesso. La nostra capitale, essendo uno stato con leggi e amministrazione, è Window Rock. La spiritualità Navajo ha quattro dimensioni, ognuna delle quali si associa a un colore e rappresenta un segmento della leggenda della creazione: bianco, nero, giallo e blu». Per chi ne volesse sapere di più all’hashtag #famaianta #natividamerica e su Travelquotidiano.com maggiori approfondenti sull’itinerario.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti