26 October 2021

La scommessa Wizz Air: “Raddoppio in Italia nei prossimi tre anni”

[ 0 ]

“Non abbiamo mai smesso di investire, anche durante la pandemia: l’espansione del 2020 e del 2021 è focalizzata sulla prossima ripresa del mercato. Ma per noi questo è solo l’inizio: puntiamo a raddoppiare la nostra presenza in Italia nei prossimi tre anni, con nuove rotte domestiche, nuove basi e nuovi collegamenti internazionali“. George Michalopoulos, chief commercial officer di Wizz Air mette in chiaro, a margine del lancio della quinta base della compagnia a Roma Fiumicino, i progetti di ampliamento della low cost nel nostro paese dove, “negli ultimi 12 mesi abbiamo aperto quattro basi e basato 17 aeromobili”. Dopo Milano Malpensa, Catania, Bari, Palermo e Roma non ci sono ancora indicazioni sulle prossime basi, “stiamo  parlando con diversi aeroporti, valutando tutte le possibili opzioni”.

Intanto l’investimento su Fiumicino, dove Wizz Air ha posizionato quattro aeromobili A321neo, prevede l’apertura di 32 nuove rotte (di cui 13 finora non servite) verso Londra Luton, Liverpool, Eindhoven, Sofia, Tel Aviv, Casablanca, Marrakesh, Mykonos, Santorini, Corfù, Zante, Heraklion, Larnaca, Fuerteventura, Tenerife, Sharm el Sheikh, Hurghada, Alessandria, Kharkiv, Pristina, Antalya, Bodrum, Keflavik, Tirgu Mures, Constanza, Satu Mare, Dubrovnik, Spalato, Faro, Nizza, Praga, Tallinn per un totale di 57 destinazioni in 22 paesi.

Da sottolineare il rafforzamento che supera i confini europei, “in particolare sull’Egitto con le due rotte tipicamente leisure di Sharm e Hurghada e quella per Alessandria che potrà contare anche su una quota di traffico bt”.

Eventuali timori su un eventuale eccesso di capacità sul mercato italiano, sono presto fugati: “Forse, ma guardiamo ai risultati del 2020: Wizz Air nell’agosto scorso ha operato l’80% della capacità del 2019, mentre i nostri competitor sono mediamente rimasti sotto al 60%. In questi ultimi tre-sei mesi noi ci siamo posizionati tra i primi tre vettori in Italia quindi, a differenza di altri, voliamo molto di più. Certo se ci saranno restrizioni sarà inevitabile adeguarsi, ma ormai abbiamo verificato che appena vengono allentate c’è subito molta domanda, qui e nel resto d’Europa”. E, di conseguenza, servirà capacità…

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti