24 February 2024

Italo: dal 10 dicembre debuttano nel network Pavia, Voghera e Tortona

[ 0 ]

Pavia, Voghera e Tortona: sono queste le tre nuove fermate del network Alta Velocità di Italo, che portano a quota 62 le stazioni ferroviarie e a 54 le città servite. Dal 10 dicembre saranno operativi due collegamenti al giorno che raggiungeranno le tre new entry, collegandole a grandi città come Napoli, Roma, Milano e Genova, apportando i benefici del mercato alta velocità ai cittadini del territorio.

Ci sarà un treno a prima mattina (proveniente da Genova Brignole e Genova Piazza Principe) che partirà da Tortona alle 6:52, da Voghera alle 7:03 e da Pavia alle 7:20, che arriverà alle 8:05 a Milano Centrale, alle 8:24 a Milano Rogoredo, alle 11:25 a Roma Termini, alle 12:37 a Napoli Afragola e terminerà la corsa alle 12:53 a Napoli Centrale.

Per il ritorno, un viaggio in partenza da Napoli Centrale alle 16:20, da Afragola alle 16:34, da Roma Termini alle 18:05, da Milano Rogoredo alle 21:05, da Milano Centrale alle 21:30 per essere a Pavia alle 22:03, a Voghera alle 22:23 e a Tortona alle 22:35 (il treno terminerà la corsa alle 23:23 a Genova Brignole).

«Continuiamo ad espandere il nostro network per avvicinare l’intero territorio nazionale all’Alta Velocità. Conosciamo le potenzialità di queste nuove destinazioni e per questo abbiamo deciso di investire offrendo l’opportunità ai cittadini di essere collegati alle principali località italiane. Siamo gli unici ad offrire un servizio alta velocità che colleghi direttamente, senza cambi intermedi, Pavia, Voghera e Tortona al sud Italia, arrivando fino a Napoli” commenta Fabrizio Bona, direttore commerciale di Italo.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461924 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Potrebbe essere Gianluigi Aponte a mettere le mani sul Bauer di Venezia. Nonostante la proprietà abbia recentemente smentito l'intenzione di vendere la struttura, alcune indiscrezioni raccolte da La Repubblica vedrebbero il patron del gruppo Msc in prima fila per l'acquisizione dello storico albergo sulla Laguna: l'hotel acquisito nel 2020 da Signa, il gruppo austriaco di proprietà del miliardario René Benko, protagonista di quello che è già stato definito il più grande default della storia europea recente. La mossa di Aponte sarebbe finalizzata ad accrescere ulteriormente la presenza della propria compagnia all'interno dell'industria turistica italiana. D'altronde i capitali non mancano a Msc che, con i prezzi dei noli saliti di circa il 70% dallo scoppio della crisi di Suez, continua a macinare profitti. Entro marzo, si attende in particolare il via libera di Bruxelles all'acquisizione definitiva di Italo, con il gruppo italo-svizzero che sarebbe già al lavoro per potenziare il numero di treni in circolazione di una trentina di unità. E poi c'è la vicenda Ita, che pare non ancora chiusa. Con Aponte che rimane alla finestra in attesa di capire le decisioni dell'Antitrust Ue sulle condizioni che imporrà a Lufthansa per l'acquisto della compagnia italiana. [post_title] => Aponte, Msc, mette gli occhi sul Bauer di Venezia? [post_date] => 2024-02-20T12:00:07+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708430407000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461921 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Val Gardena, o Grödnertal se si usa la denominazione in lingua tedesca, è senza ombra di dubbio una delle valli più note di tutto il territorio altoatesino. Qui ogni anno il flusso turistico è impressionante; le stagioni di punta sono quella estiva e quella invernale, ma anche la primavera e l’autunno sono due periodi bellissimi per ammirare questa zona che ha la fortuna di poter vantare molte bellezze naturali, ma anche incantevoli paesi come Ortisei, Selva di Val Gardena e Santa Cristina, tre località bagnate dal Rio Gardena che percorre questa splendida valle. Ora, per quanto qualsiasi periodo dell’anno possa offrire al visitatore qualcosa di altamente suggestivo, ci troviamo nel pieno della stagione invernale ed è quindi delle possibilità che si hanno a disposizione in questo periodo che vogliamo parlarvi, ma prima di farlo vogliamo spassionatamente suggerirvi di prenotare la vostra settimana bianca in questo hotel in Val Gardena con mezza pensione, l’Hotel La Perla, una struttura 4 stelle nel cuore delle Dolomiti, nella splendida località di Ortisei e gestita da più di 50 anni dalla famiglia Kelder (l’inaugurazione risale al 26 dicembre 1963). Oggi gli ospiti dell'hotel hanno a disposizione numerosi servizi di alto livello: piscine, saune, area fitness, idromassaggio zone per il relax e tanto altro. Per di più, nel corso della stagione invernale l’hotel regala ai suoi ospiti il Dolomiti Explorer, un pacchetto che prevede la possibilità, dal lunedì al venerdì, di conoscere un’area sciistica del comprensorio Dolomiti Superski in compagnia di uno dei maestri di sci della scuola di Ortisei. Altre opportunità sono il pacchetto gratuito “sci service” (bus navetta, acquisto dello skipass in hotel, noleggio sci, deposito sci ecc.), il pacchetto “Val Gardena Active” e il Floc Shuttle Service dedicato ai bambini, ovvero il servizio navetta dall’hotel fino alla scuola sciistica di Ortisei. L’inverno in Val Gardena: dallo sci alle escursioni con le ciaspole Perché scegliere la Val Gardena per una vacanza invernale? Presto detto, perché qui avrete a disposizione una delle aree sciistiche più belle del territorio dolomitico, ovvero la zona Val Gardena/Alpe di Siusi appartenente all’associazione Dolomiti Superski. Per chi pratica lo sci alpino ci sono piste per tutti i gusti per un totale di circa 180 km. Le piste rosse (media difficoltà) sono circa 110 km, quelle più facili, le piste blu, sono circa 52 km, mentre i rimanenti 18 km sono di piste nere, quelle adatte agli sciatori più esperti, come per esempio “La Ria” (espressione che in ladino gardenese significa “la difficile”, “la cattiva”); è stata inaugurata da pochi anni e ha pendenze fino al 52%. Da non perdere ci sono poi le cosiddette “Legendary 8”, bellissime piste ricche di storia. Grande divertimento anche per gli snowboarder in Val Gardena grazie al Funpark Sassolungo-Val Gardena e allo Snowpark Sassolungo-Val Gardena. Per quanto riguarda i più piccoli, a Ortisei si trova lo Snowpark Furdenan, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 16. Un divertimento alternativo lo si può trovare a monte della funicolare Resciesa a Ortisei, da qui parte infatti una bellissima pista da slittino lunga circa 3 km. Se invece siete dei fondisti, potete recarvi nella vicina Santa Cristina, presso il Centro di Fondo Monte Pana. Qui troverete possibilità per tutti, dal principiante all’esperto. In Val Gardena, infine, sono moltissime le possibilità per praticare entusiasmanti escursioni con le ciaspole.   [post_title] => Val Gardena: perché sceglierla per una vacanza invernale? [post_date] => 2024-02-20T11:36:50+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => alpe-di-siusi-alto-adige [1] => grodnertal [2] => ortisei [3] => sci-alpino-val-gardena [4] => sci-val-gardena [5] => sciare-nella-val-gardena [6] => selva-di-val-gardena-e-santa-cristina [7] => settimana-bianca-val-gardena [8] => vacanze-invernali-alpe-di-siusi [9] => vacanze-invernali-in-val-gardena [10] => vacanze-sulla-neve-in-val-gardena [11] => val-gardena ) [post_tag_name] => Array ( [0] => alpe di siusi alto adige [1] => Grödnertal [2] => Ortisei [3] => sci alpino val gardena [4] => sci Val Gardena [5] => sciare nella Val Gardena [6] => Selva di Val Gardena e Santa Cristina [7] => settimana bianca Val Gardena [8] => vacanze invernali alpe di siusi [9] => vacanze invernali in val gardena [10] => vacanze sulla neve in Val Gardena [11] => val gardena ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708429010000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461911 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come già anticipato quasi due anni fa, è arrivato finalmente il momento dell'approdo di Tribe in Italia. Il brand lifestyle di casa Accor ha debuttato a Milano Malpensa, grazie all'accordo con la white label company tricolore Amapa, che gestisce la struttura. L'hotel offre 240 camere, incluse 18 stanze dedicate alle famiglie, una palestra e una piscina panoramica riscaldata. Il caratteristico Social hub centrale del marchio Tribe qui comprende un bar-caffetteria, un Grab & Go corner, oltre a lounge e punti di co-working liberamente accessibili. Insieme a mobili, opere d'arte e oggetti progettati su misura, ogni camera è dotata di un televisore Chromecast da 55 pollici, punti di ricarica Usb ad altezze accessibili, una macchina da caffè Lavazza, tè e acqua in bottiglia. Un'altra caratteristica di Tribe sono i prodotti da bagno del marchio Kevin Murphy. "Dopo le recenti espansioni nei mercati tedesco e ungherese, siamo entusiasti di includere l'Italia nella nostra mappa. Insieme al nostro storico partner Amapa e al team dell'hotel guidato dalla general manager Simona Calabrese, siamo impazienti di dare il benvenuto ai nostri primi ospiti a Milano", sottolinea Pauline Oster, vice president Tribe Europa e Nord Africa. [post_title] => Accor porta il marchio Tribe in Italia. Debutto a Milano Malpensa [post_date] => 2024-02-20T11:30:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708428636000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461775 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «L’anno scorso abbiamo avuto 260.000 pernottamenti e quest’anno puntiamo a raggiungerne 350.000» così Clive McCoy, direttore del turismo de The British Virgin Islands Tourist Board & Film Commission, traccia gli obiettivi 2024 dell'arcipelago caraibico la cui filosofia è racchiusa nel claim “When life gets too loud, turn down the noise and turn up what matters”. «Il maggior numero di ospiti - prosegue McCoy - arriva dal mercato americano, gli italiani sono circa il 2% e speriamo aumentino. Crediamo che le BVI siano un’ottima opzione di viaggio per il turista europeo che ama i Caraibi. Molti italiani e francesi raggiungono l'arcipelago e si fermano per 10 giorni sostando negli eleganti hotel o navigando tra le isole». Numerose le connessioni. «Si raggiungono le BVI volando da Parigi a Saint Maarten e da lì proseguendo per Tortola su un piccolo velivolo. Oppure dal Regno Unito: si atterra ad Antigua, da dove si vola verso le Isole Vergini. Dallo scorso giugno American Airlines garantisce 2 voli al giorno da Miami durante la settimana e uno in più al sabato fino al prossimo 3 aprile. Tortola è l’isola principale dell'arcipelago, perfetta per iniziare un “island hopping” tra isole a solo 30’ di navigazione l’una dall’altra. La prima a est è Virgin Gorda, che proprio Colombo descrisse come una “vergine grassa sdraiata”. È famosa per “The Baths National Park”, una zona costiera dove formazioni granitiche danno origine a vasche e grotte. A nord c’è Anegada, che non è di origine vulcanica ed è circondata da quasi 50 km di spiaggia. È famosa per le sue aragoste, tra le migliori dei Caraibi, celebrate ogni anno a fine novembre nel Lobster Festival. Andando a ovest si trova la party-island Jost Van Dyke: dopo Time Square e Trafalgar Square è il posto più famoso al mondo per celebrare l’arrivo del Nuovo Anno insieme con star mondiali». Tante le novità del ricettivo delle Isole Vergini, come il rinnovo completo della proprietà del Peter Island Resort, che era stata danneggiata dall’uragano Maria nel 2017; le prenotazioni saranno aperte dal prossimo 3 ottobre. In continua crescita anche l’offerta del Long Bay Beach Resort, con ville e camere che guardano il mare e una proposta sportiva sempre più ricca. Verranno infine completati in questi mesi i lavori del luxury Scrub Island Resort, Spa&Marina: dallo scorso agosto la struttura è tornata indipendente dopo 11 anni di affiliazione al gruppo Marriott. Novità anche per gli amanti della navigazione con lo sviluppo di The Moorings: il più grande approdo privato dedicato alle vacanze su yacht, che dispone di una flotta di 254 yacht e catamarani. Si potrà affittare uno yacht con personale di bordo e chef e navigare tra le isole o seguire il ricco programma di regate e trofei che si apre a gennaio con il Latitude 18 Halyard Challenge e si conclude a dicembre con l’O’Neal & Mundy Commodore’s Race. E tanti sono i momenti di festa che si succedono nel corso dell’anno, celebrando la natura, la danza, il ritmo, la cucina e quell’armonia che avvolge ogni cosa alle British Virgin Islands. [gallery ids="461780,461779,461777"] [post_title] => British Virgin Islands, McCoy: «Mercato italiano nel mirino» [post_date] => 2024-02-19T10:52:30+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708339950000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461766 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovelair ha fatto il suo debutto nel Bsp Italia. La compagnia aerea tunisina, rappresentata nel nostro Paese da Discover The World, ha debuttato sulle rotte italiane nel luglio 2023 con l'apertura di un primo collegamento da Tunisi verso Milano Malpensa, cui hanno fatto seguito quelli per Bologna e Nizza. Tutti i voli diretti sono operati da Airbus A320. Nouvelair vola su Milano tre volte a settimana, fino al 28 marzo quando le frequenze saliranno a sei settimanali (tutti i giorni, tranne il mercoledì); sul Marconi di Bologna vengono invece operati due voli alla settimana, fino al 30 marzo, che saliranno poi a tre, fino al 23 ottobre 2024 (lunedì, mercoledì e domenica). [post_title] => Nouvelair è entrata nel Bsp Italia: confermati i voli su Milano e Bologna [post_date] => 2024-02-19T10:04:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708337065000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461683 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Primo cruise operator in Italia, Gioco Viaggi in Bit ha presentato la sua variegata selezione di rotte che solcano i mari dei cinque continenti e dei fiumi d’Europa. Crociere di puro svago come di scoperta, firmate da dodici delle compagnie più importanti al mondo, di cui alcune proposte in esclusiva dall’operatore genovese. Accanto a Giorgio Torre e a Chiara Lagioni, rispettivamente presidente e product manager di Gioco Viaggi, nello stand si sono avvicendati i responsabili di quattro delle compagnie rappresentate, testimonial d’eccezione, a conferma di come oggi la crociera sia un prodotto estremamente versatile e in grado di offrire esperienze, ambienti, soluzioni differenziate secondo target e aspettative della clientela. Per supportare le agenzie di viaggi, Gioco Viaggi ha presentato quindi l’edizione aggiornata di Top Reasons: una sorta di manuale che evidenzia le peculiarità di ogni compagnia e le varie destinazioni. Nel 2024, riflettori puntati in particolare su Princess e Cunard. Alla prima è stata da poco consegnata  la Sun Princess (anche se non è ancora operativa, ndr), la nave più grande mai costruita fino a oggi in Italia con le sue 175.500 tonnellate; mentre la Queen Anne, ammiraglia della Cunard, partirà il 10 maggio da Southampton per il viaggio inaugurale a Lisbona con scalo a Madeira, Lanzarote, Gran Canaria, Tenerife e La Coruña. Accanto al mare da navigare, quello da vivere dalla costa di una Corsica magica, che da tre anni, insieme a una curata Montagna Collection, rappresentano il nuovo segmento dell’operatore ligure curato da Flavia Ottonello: due cataloghi distinti con soggiorni individuali e tour con accompagnatore, escursioni, trekking con guida o in libertà…. Il primo prevede soggiorni in residence e hotel di oltre trenta località corse, incluse alcune interne; il secondo soluzioni classiche in hotel o più esclusive in baite e chalet in Italia, Francia e Austria. Dal 29 giugno al 25 agosto torna anche Alpibus, formula bus più otto notti in hotel di località trentine con partenze da Genova, Savona, Sestri Levante, Tortona, Voghera, Piacenza e Cremona . [post_title] => Gioco Viaggi: nel 2024 focus su Princess e Cunard. E poi Corsica, montagna e Alpibus [post_date] => 2024-02-16T12:00:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708084805000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461543 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte col botto il 2024 di Valturm che annuncia una nuova gestione diretta, frutto di un accordo pluriennale, la seconda dopo il Cristallo di Cortina: il Baia del Gusmay Beach Resort si trova nel Gargano, in una  posizione strategica trai borghi sul mare di Vieste e Peschici. La struttura dispone di 182 camere e si sviluppa in quattro corpi distinti: il Gusmay, in posizione panoramica, include il ricevimento, le 62 stanze Superior, la spa, il ristorante panoramico per la prima colazione e la piscina relax; l’area Cala del Turco è invece dedicata alle 90 camere Comfort, distribuite in sei edifici di due piani. A completare l'offerta, il corpo con le 20 suite le Dune, a pochi metri dal mare, e l’area con le dieci beach suite le Dune, a ridosso dalla spiaggia lunga ben 300 metri, in cui si trovano anche il ristorante il Ginepro e il beach bar bistrot il Trabucco. Nel cuore del resort, ci sono, invece, il ristorante La Fenice e l’area congressi. In prossimità, lo spazio riservata al divertimento e allo sport con piscina, bar, anfiteatro e l’area miniclub. Complessivamente, gli ospiti avranno a disposizione quattro ristoranti, di cui uno in spiaggia, altrettanti bar, con un raffinato beach bar bistrot, due piscine, di cui una relax, un campo da calcetto, due da tennis, area beach volley, area dedicata al tiro con l’arco, nonché spazio fitness esterno panoramico a pochi metri dal mare. Il centro meeting comprende infine una sala da 500 posti, una da 100 e un spazio più ridotto per riunioni riservate da 15 persone. "Questa struttura è uno dei complessi architettonicamente più significativi di tutto il Mediterraneo e siamo davvero orgogliosi di essere riusciti a portarla nella nostra programmazione, in qualità di secondo resort a gestione diretta - sottolinea l'a.d. del gruppo Nicolaus, Giuseppe Pagliara -. Saremo protagonisti in prima persona di un progetto pluriennale: in partnership con la proprietà, infatti, la famiglia Casarano, è previsto nei prossimi anni un imponente piano di upgrade del resort alla categoria 5 stelle. Il progetto prende il via questa estate e ci vedrà offrire alla distribuzione e agli ospiti un raro microcosmo di incanto”. “Grazie alla varietà delle dotazioni e alla presenza di un centro meeting all’avanguardia, saremo in grado di esprimere al meglio la nostra vision di hospitality company, anche in funzione della destagionalizzazione, andando a lavorare sia su alcuni mercati esteri e sui gruppi sia sul segmento prettamente mice, che potrà godere di uno hortus conclusus in cui organizzare eventi a effetto wow”, gli fa eco Giuseppe Cavallo, amministratore dell’hospitality company del gruppo. [post_title] => Il pugliese Baia del Gusmay secondo resort a gestione diretta Valtur [post_date] => 2024-02-15T11:17:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707995859000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461457 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non è solo il romanzo di Stevenson a ispirare la rotta Star Flyer più piratesca dell’anno: partendo da St. Maarten, in sette notti di navigazione si esplorano, a bordo del veliero Star Flyer, le isole di Anguilla, Jost van Dyke, che prende il nome dal famoso corsaro olandese che qui aveva rifugio. Le curve dell’isola vulcanica di Tortola, affacciata sul Sir Francis Drake Channel, accompagnano l’attraversamento del canale dedicato al corsaro della regina Elisabetta I, che osò sfidare l’impero spagnolo nel sedicesimo secolo. Ed ecco Norman Island, l'isola del tesoro per eccellenza, quella che ha ispirato allo scrittore scozzese Stevenson forse il suo romanzo più famoso e amato. Prima del rientro a St. Martin, si passa dai "the baths" di Virgin Gorda, da St. Kitts e St. Barth (Isole del tesoro - imbarco e sbarco a St. Maarten - 24 febbraio, 9 e 23 marzo, sette notti) Prima della traversata oceanica e del rientro in Europa, ci sono ancora molte occasioni per sentire la forza dei venti d’Oltreoceano: da queste parti, i velieri Star Clippers utilizzano, infatti, le vele fino al 70% del tempo. A bordo non c'è trucco: l’unica magia è quella della natura, che si manifesta a ogni onda che increspa il mare su una tavola blu luccicante. Oltre all'itinerario verso le isole del tesoro la compagnia propone pure la natura selvaggia e indomita di Costa Rica e Panama a fare da sfondo alle rotte del quattro alberi Star Clipper. Il veliero, infatti, sarà a largo della costa pacifica centroamericana fino a marzo, tra le barriere coralline che lo rendono il paradiso dello snorkeling e le foreste di mangrovie appena oltre la spiaggia (Costa Rica e Panama - Puerto Caldera, Costa Rica – Balboa, Panama - 16 marzo, sette notti; Panama e Caraibi - Balboa, Panama – St. John’s, Antigua -, 23 marzo, 14 notti) [post_title] => Costa Rica, Panama e Caraibi protagonisti dell'inverno Star Clippers [post_date] => 2024-02-14T10:49:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707907797000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461272 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova identità per la guida les Collectionneurs che diventa Teritoria, a sottolineare il proprio impegno verso le destinazioni in cui sono presenti le strutture e i ristoranti compresi nel proprio volume. Nel nuovo termine è infatti incluso il concetto di "terra", di cui ci si intende prendere cura, e naturalmente "territorio", dove sono radicate le maison degli affiliati e la storia che le contraddistingue. Con la A conclusiva si vuole infine rimarcare "l’attenzione" verso gli altri, alle risorse e al mondo. Teritoria è infatti una société à mission, forma giuridica francese che identifica un'impresa con specifici obiettivi sociali e ambientali. La guida, che vanta come brand president Alain Ducasse,  ha messo in particolare a punto servizi e strumenti ad hoc per i suoi membri, disponibili anche per chi non fa parte della community. Il primo a essere stato lanciato è clorofil: un calcolatore dell'impronta di carbonio studiato appositamente per il settore alberghiero e della ristorazione. Questo è stato seguito poi da Peace & Work: il primo riconoscimento pensato per distinguere gli hotel e i ristoranti che si impegnano per migliorare la qualità di vita sul posto di lavoro dei propri dipendenti. Per contribuire a preservare la biodiversità, Teritoria a nome di tutti i suoi membri ha inoltre già avviato in Francia un progetto di finanziamento in collaborazione con un ente agroforestale, che in Italia è in fase di definizione. La community di Teritoria è rappresentata da 430 maison, tra hotel e ristoranti, suddivisi in nove Paesi, primi fra tutti la Francia con 325 indirizzi, seguita poi dall’Italia con 92. Nella nuova edizione spiccano in particolare ben 12 novità nel volume e quattro fuori guida: due ristoranti di pregio a Milano come Sine by Di Pinto, l’insegna dello chef Roberto di Pinto, e Viva Viviana Varese, dell’omonima chef, al secondo piano di Eataly Smeraldo e premiato con una stella Michelin. Le proposte sul lago di Garda si ampliano con il ristorante gourmet Qb Duepuntozero, a Salò, dello chef-patron Alberto Bertani e della moglie Irene Agliardi; in Emilia-Romagna, vicino a Balze, debutta il Relais Monastero di Sant'Alberico, un ex monastero convertito in hotel con un ristorante che mette in primo piano la sostenibilità. Nella campagna veronese, a Romagnano di Grezzana, si trova Villa Balis Crema, una dimora padronale del sesto secolo, accuratamente ristrutturata, in 10 ettari di parco coltivato a ulivi e vigneti. Nel Lazio, alle porte di Roma sono ben tre le nuove destinazioni: Al Piglio, nel comune omonimo, una maison di charme con sei suite tra vigneti e ulivi storici; il ristorante Sintesi, nel borgo di Ariccia, guidato dalla giovane chef Sara Scarsella con Matteo Compagnucci, premiati con una stella Michelin per una cucina dal gusto essenziale e ricercato; il ristorante La Parolina a Trevinano, vicino a Viterbo, della chef Iside de Cesare e Romano Gordini, un indirizzo stellato ideale per i buongustai alla ricerca di una cucina eco-responsabile. Più a sud due boutique hotel di charme: a Napoli, nel quartiere Chiaia, il Metro900 Boutique Hotel, all’interno di un palazzo storico annesso alla stazione di Mergellina, e in Puglia, nel cuore di Nardò, Palazzo Tafuri, un’antica residenza che ben conserva il suo carattere autentico. Si trova invece sulle dolci colline dell'Irpinia, tra Avellino e Salerno, Borgo San Gregorio, immerso nella tenuta della rinomata cantina Feudi di San Gregorio, per un soggiorno di relax e wine tasting. Infine, la Sicilia diventa sempre più meta gourmet grazie alla proposta dello chef Accursio Craparo al ristorante Accursio, a Modica, premiato con una stella Michelin per una cucina che elogia le eccellenze locali. Ma le novità continuano anche fuori guida, con l’ingresso di altre quattro maison in Italia che vanno così da arricchire la selezione dei ristoranti e hotel di Teritoria: il ristorante Lino a Pavia. Palazzo Gentilcore a Castellabate, nel Cilento, l'albergo Dipinto - Bacco Furore a Furore, in costiera Amalfitana, nonché Villa San Martino a Martina Franca, in Puglia [post_title] => Les Collectionneurs diventa Teritoria: 16 le new entry italiane nel catalogo 2024 [post_date] => 2024-02-12T10:36:32+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707734192000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "italo dal 10 dicembre debuttano nel network pavia voghera e tortona" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":55,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":306,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461924","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Potrebbe essere Gianluigi Aponte a mettere le mani sul Bauer di Venezia. Nonostante la proprietà abbia recentemente smentito l'intenzione di vendere la struttura, alcune indiscrezioni raccolte da La Repubblica vedrebbero il patron del gruppo Msc in prima fila per l'acquisizione dello storico albergo sulla Laguna: l'hotel acquisito nel 2020 da Signa, il gruppo austriaco di proprietà del miliardario René Benko, protagonista di quello che è già stato definito il più grande default della storia europea recente.\r\n\r\nLa mossa di Aponte sarebbe finalizzata ad accrescere ulteriormente la presenza della propria compagnia all'interno dell'industria turistica italiana. D'altronde i capitali non mancano a Msc che, con i prezzi dei noli saliti di circa il 70% dallo scoppio della crisi di Suez, continua a macinare profitti. Entro marzo, si attende in particolare il via libera di Bruxelles all'acquisizione definitiva di Italo, con il gruppo italo-svizzero che sarebbe già al lavoro per potenziare il numero di treni in circolazione di una trentina di unità. E poi c'è la vicenda Ita, che pare non ancora chiusa. Con Aponte che rimane alla finestra in attesa di capire le decisioni dell'Antitrust Ue sulle condizioni che imporrà a Lufthansa per l'acquisto della compagnia italiana.","post_title":"Aponte, Msc, mette gli occhi sul Bauer di Venezia?","post_date":"2024-02-20T12:00:07+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708430407000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461921","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Val Gardena, o Grödnertal se si usa la denominazione in lingua tedesca, è senza ombra di dubbio una delle valli più note di tutto il territorio altoatesino. Qui ogni anno il flusso turistico è impressionante; le stagioni di punta sono quella estiva e quella invernale, ma anche la primavera e l’autunno sono due periodi bellissimi per ammirare questa zona che ha la fortuna di poter vantare molte bellezze naturali, ma anche incantevoli paesi come Ortisei, Selva di Val Gardena e Santa Cristina, tre località bagnate dal Rio Gardena che percorre questa splendida valle.\r\n\r\nOra, per quanto qualsiasi periodo dell’anno possa offrire al visitatore qualcosa di altamente suggestivo, ci troviamo nel pieno della stagione invernale ed è quindi delle possibilità che si hanno a disposizione in questo periodo che vogliamo parlarvi, ma prima di farlo vogliamo spassionatamente suggerirvi di prenotare la vostra settimana bianca in questo hotel in Val Gardena con mezza pensione, l’Hotel La Perla, una struttura 4 stelle nel cuore delle Dolomiti, nella splendida località di Ortisei e gestita da più di 50 anni dalla famiglia Kelder (l’inaugurazione risale al 26 dicembre 1963).\r\n\r\nOggi gli ospiti dell'hotel hanno a disposizione numerosi servizi di alto livello: piscine, saune, area fitness, idromassaggio zone per il relax e tanto altro. Per di più, nel corso della stagione invernale l’hotel regala ai suoi ospiti il Dolomiti Explorer, un pacchetto che prevede la possibilità, dal lunedì al venerdì, di conoscere un’area sciistica del comprensorio Dolomiti Superski in compagnia di uno dei maestri di sci della scuola di Ortisei. Altre opportunità sono il pacchetto gratuito “sci service” (bus navetta, acquisto dello skipass in hotel, noleggio sci, deposito sci ecc.), il pacchetto “Val Gardena Active” e il Floc Shuttle Service dedicato ai bambini, ovvero il servizio navetta dall’hotel fino alla scuola sciistica di Ortisei.\r\nL’inverno in Val Gardena: dallo sci alle escursioni con le ciaspole\r\nPerché scegliere la Val Gardena per una vacanza invernale? Presto detto, perché qui avrete a disposizione una delle aree sciistiche più belle del territorio dolomitico, ovvero la zona Val Gardena/Alpe di Siusi appartenente all’associazione Dolomiti Superski.\r\n\r\nPer chi pratica lo sci alpino ci sono piste per tutti i gusti per un totale di circa 180 km. Le piste rosse (media difficoltà) sono circa 110 km, quelle più facili, le piste blu, sono circa 52 km, mentre i rimanenti 18 km sono di piste nere, quelle adatte agli sciatori più esperti, come per esempio “La Ria” (espressione che in ladino gardenese significa “la difficile”, “la cattiva”); è stata inaugurata da pochi anni e ha pendenze fino al 52%. Da non perdere ci sono poi le cosiddette “Legendary 8”, bellissime piste ricche di storia.\r\n\r\nGrande divertimento anche per gli snowboarder in Val Gardena grazie al Funpark Sassolungo-Val Gardena e allo Snowpark Sassolungo-Val Gardena.\r\n\r\nPer quanto riguarda i più piccoli, a Ortisei si trova lo Snowpark Furdenan, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 16.\r\n\r\nUn divertimento alternativo lo si può trovare a monte della funicolare Resciesa a Ortisei, da qui parte infatti una bellissima pista da slittino lunga circa 3 km.\r\n\r\nSe invece siete dei fondisti, potete recarvi nella vicina Santa Cristina, presso il Centro di Fondo Monte Pana. Qui troverete possibilità per tutti, dal principiante all’esperto.\r\n\r\nIn Val Gardena, infine, sono moltissime le possibilità per praticare entusiasmanti escursioni con le ciaspole.\r\n\r\n ","post_title":"Val Gardena: perché sceglierla per una vacanza invernale?","post_date":"2024-02-20T11:36:50+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio","informazione-pr"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio","Informazione PR"],"post_tag":["alpe-di-siusi-alto-adige","grodnertal","ortisei","sci-alpino-val-gardena","sci-val-gardena","sciare-nella-val-gardena","selva-di-val-gardena-e-santa-cristina","settimana-bianca-val-gardena","vacanze-invernali-alpe-di-siusi","vacanze-invernali-in-val-gardena","vacanze-sulla-neve-in-val-gardena","val-gardena"],"post_tag_name":["alpe di siusi alto adige","Grödnertal","Ortisei","sci alpino val gardena","sci Val Gardena","sciare nella Val Gardena","Selva di Val Gardena e Santa Cristina","settimana bianca Val Gardena","vacanze invernali alpe di siusi","vacanze invernali in val gardena","vacanze sulla neve in Val Gardena","val gardena"]},"sort":[1708429010000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461911","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come già anticipato quasi due anni fa, è arrivato finalmente il momento dell'approdo di Tribe in Italia. Il brand lifestyle di casa Accor ha debuttato a Milano Malpensa, grazie all'accordo con la white label company tricolore Amapa, che gestisce la struttura. L'hotel offre 240 camere, incluse 18 stanze dedicate alle famiglie, una palestra e una piscina panoramica riscaldata. Il caratteristico Social hub centrale del marchio Tribe qui comprende un bar-caffetteria, un Grab & Go corner, oltre a lounge e punti di co-working liberamente accessibili.\r\n\r\nInsieme a mobili, opere d'arte e oggetti progettati su misura, ogni camera è dotata di un televisore Chromecast da 55 pollici, punti di ricarica Usb ad altezze accessibili, una macchina da caffè Lavazza, tè e acqua in bottiglia. Un'altra caratteristica di Tribe sono i prodotti da bagno del marchio Kevin Murphy. \"Dopo le recenti espansioni nei mercati tedesco e ungherese, siamo entusiasti di includere l'Italia nella nostra mappa. Insieme al nostro storico partner Amapa e al team dell'hotel guidato dalla general manager Simona Calabrese, siamo impazienti di dare il benvenuto ai nostri primi ospiti a Milano\", sottolinea Pauline Oster, vice president Tribe Europa e Nord Africa.","post_title":"Accor porta il marchio Tribe in Italia. Debutto a Milano Malpensa","post_date":"2024-02-20T11:30:36+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708428636000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461775","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«L’anno scorso abbiamo avuto 260.000 pernottamenti e quest’anno puntiamo a raggiungerne 350.000» così Clive McCoy, direttore del turismo de The British Virgin Islands Tourist Board & Film Commission, traccia gli obiettivi 2024 dell'arcipelago caraibico la cui filosofia è racchiusa nel claim “When life gets too loud, turn down the noise and turn up what matters”.\r\n\r\n«Il maggior numero di ospiti - prosegue McCoy - arriva dal mercato americano, gli italiani sono circa il 2% e speriamo aumentino. Crediamo che le BVI siano un’ottima opzione di viaggio per il turista europeo che ama i Caraibi. Molti italiani e francesi raggiungono l'arcipelago e si fermano per 10 giorni sostando negli eleganti hotel o navigando tra le isole».\r\n\r\nNumerose le connessioni. «Si raggiungono le BVI volando da Parigi a Saint Maarten e da lì proseguendo per Tortola su un piccolo velivolo. Oppure dal Regno Unito: si atterra ad Antigua, da dove si vola verso le Isole Vergini. Dallo scorso giugno American Airlines garantisce 2 voli al giorno da Miami durante la settimana e uno in più al sabato fino al prossimo 3 aprile. Tortola è l’isola principale dell'arcipelago, perfetta per iniziare un “island hopping” tra isole a solo 30’ di navigazione l’una dall’altra. La prima a est è Virgin Gorda, che proprio Colombo descrisse come una “vergine grassa sdraiata”. È famosa per “The Baths National Park”, una zona costiera dove formazioni granitiche danno origine a vasche e grotte. A nord c’è Anegada, che non è di origine vulcanica ed è circondata da quasi 50 km di spiaggia. È famosa per le sue aragoste, tra le migliori dei Caraibi, celebrate ogni anno a fine novembre nel Lobster Festival. Andando a ovest si trova la party-island Jost Van Dyke: dopo Time Square e Trafalgar Square è il posto più famoso al mondo per celebrare l’arrivo del Nuovo Anno insieme con star mondiali».\r\n\r\nTante le novità del ricettivo delle Isole Vergini, come il rinnovo completo della proprietà del Peter Island Resort, che era stata danneggiata dall’uragano Maria nel 2017; le prenotazioni saranno aperte dal prossimo 3 ottobre. In continua crescita anche l’offerta del Long Bay Beach Resort, con ville e camere che guardano il mare e una proposta sportiva sempre più ricca. Verranno infine completati in questi mesi i lavori del luxury Scrub Island Resort, Spa&Marina: dallo scorso agosto la struttura è tornata indipendente dopo 11 anni di affiliazione al gruppo Marriott.\r\n\r\nNovità anche per gli amanti della navigazione con lo sviluppo di The Moorings: il più grande approdo privato dedicato alle vacanze su yacht, che dispone di una flotta di 254 yacht e catamarani. Si potrà affittare uno yacht con personale di bordo e chef e navigare tra le isole o seguire il ricco programma di regate e trofei che si apre a gennaio con il Latitude 18 Halyard Challenge e si conclude a dicembre con l’O’Neal & Mundy Commodore’s Race. E tanti sono i momenti di festa che si succedono nel corso dell’anno, celebrando la natura, la danza, il ritmo, la cucina e quell’armonia che avvolge ogni cosa alle British Virgin Islands.\r\n\r\n[gallery ids=\"461780,461779,461777\"]","post_title":"British Virgin Islands, McCoy: «Mercato italiano nel mirino»","post_date":"2024-02-19T10:52:30+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708339950000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461766","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovelair ha fatto il suo debutto nel Bsp Italia. La compagnia aerea tunisina, rappresentata nel nostro Paese da Discover The World, ha debuttato sulle rotte italiane nel luglio 2023 con l'apertura di un primo collegamento da Tunisi verso Milano Malpensa, cui hanno fatto seguito quelli per Bologna e Nizza.\r\n\r\nTutti i voli diretti sono operati da Airbus A320. Nouvelair vola su Milano tre volte a settimana, fino al 28 marzo quando le frequenze saliranno a sei settimanali (tutti i giorni, tranne il mercoledì); sul Marconi di Bologna vengono invece operati due voli alla settimana, fino al 30 marzo, che saliranno poi a tre, fino al 23 ottobre 2024 (lunedì, mercoledì e domenica).","post_title":"Nouvelair è entrata nel Bsp Italia: confermati i voli su Milano e Bologna","post_date":"2024-02-19T10:04:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708337065000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461683","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Primo cruise operator in Italia, Gioco Viaggi in Bit ha presentato la sua variegata selezione di rotte che solcano i mari dei cinque continenti e dei fiumi d’Europa. Crociere di puro svago come di scoperta, firmate da dodici delle compagnie più importanti al mondo, di cui alcune proposte in esclusiva dall’operatore genovese. Accanto a Giorgio Torre e a Chiara Lagioni, rispettivamente presidente e product manager di Gioco Viaggi, nello stand si sono avvicendati i responsabili di quattro delle compagnie rappresentate, testimonial d’eccezione, a conferma di come oggi la crociera sia un prodotto estremamente versatile e in grado di offrire esperienze, ambienti, soluzioni differenziate secondo target e aspettative della clientela.\r\n\r\nPer supportare le agenzie di viaggi, Gioco Viaggi ha presentato quindi l’edizione aggiornata di Top Reasons: una sorta di manuale che evidenzia le peculiarità di ogni compagnia e le varie destinazioni. Nel 2024, riflettori puntati in particolare su Princess e Cunard. Alla prima è stata da poco consegnata  la Sun Princess (anche se non è ancora operativa, ndr), la nave più grande mai costruita fino a oggi in Italia con le sue 175.500 tonnellate; mentre la Queen Anne, ammiraglia della Cunard, partirà il 10 maggio da Southampton per il viaggio inaugurale a Lisbona con scalo a Madeira, Lanzarote, Gran Canaria, Tenerife e La Coruña.\r\n\r\nAccanto al mare da navigare, quello da vivere dalla costa di una Corsica magica, che da tre anni, insieme a una curata Montagna Collection, rappresentano il nuovo segmento dell’operatore ligure curato da Flavia Ottonello: due cataloghi distinti con soggiorni individuali e tour con accompagnatore, escursioni, trekking con guida o in libertà…. Il primo prevede soggiorni in residence e hotel di oltre trenta località corse, incluse alcune interne; il secondo soluzioni classiche in hotel o più esclusive in baite e chalet in Italia, Francia e Austria. Dal 29 giugno al 25 agosto torna anche Alpibus, formula bus più otto notti in hotel di località trentine con partenze da Genova, Savona, Sestri Levante, Tortona, Voghera, Piacenza e Cremona .","post_title":"Gioco Viaggi: nel 2024 focus su Princess e Cunard. E poi Corsica, montagna e Alpibus","post_date":"2024-02-16T12:00:05+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708084805000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461543","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte col botto il 2024 di Valturm che annuncia una nuova gestione diretta, frutto di un accordo pluriennale, la seconda dopo il Cristallo di Cortina: il Baia del Gusmay Beach Resort si trova nel Gargano, in una  posizione strategica trai borghi sul mare di Vieste e Peschici. La struttura dispone di 182 camere e si sviluppa in quattro corpi distinti: il Gusmay, in posizione panoramica, include il ricevimento, le 62 stanze Superior, la spa, il ristorante panoramico per la prima colazione e la piscina relax; l’area Cala del Turco è invece dedicata alle 90 camere Comfort, distribuite in sei edifici di due piani. A completare l'offerta, il corpo con le 20 suite le Dune, a pochi metri dal mare, e l’area con le dieci beach suite le Dune, a ridosso dalla spiaggia lunga ben 300 metri, in cui si trovano anche il ristorante il Ginepro e il beach bar bistrot il Trabucco.\r\n\r\nNel cuore del resort, ci sono, invece, il ristorante La Fenice e l’area congressi. In prossimità, lo spazio riservata al divertimento e allo sport con piscina, bar, anfiteatro e l’area miniclub. Complessivamente, gli ospiti avranno a disposizione quattro ristoranti, di cui uno in spiaggia, altrettanti bar, con un raffinato beach bar bistrot, due piscine, di cui una relax, un campo da calcetto, due da tennis, area beach volley, area dedicata al tiro con l’arco, nonché spazio fitness esterno panoramico a pochi metri dal mare. Il centro meeting comprende infine una sala da 500 posti, una da 100 e un spazio più ridotto per riunioni riservate da 15 persone.\r\n\r\n\"Questa struttura è uno dei complessi architettonicamente più significativi di tutto il Mediterraneo e siamo davvero orgogliosi di essere riusciti a portarla nella nostra programmazione, in qualità di secondo resort a gestione diretta - sottolinea l'a.d. del gruppo Nicolaus, Giuseppe Pagliara -. Saremo protagonisti in prima persona di un progetto pluriennale: in partnership con la proprietà, infatti, la famiglia Casarano, è previsto nei prossimi anni un imponente piano di upgrade del resort alla categoria 5 stelle. Il progetto prende il via questa estate e ci vedrà offrire alla distribuzione e agli ospiti un raro microcosmo di incanto”.\r\n\r\n“Grazie alla varietà delle dotazioni e alla presenza di un centro meeting all’avanguardia, saremo in grado di esprimere al meglio la nostra vision di hospitality company, anche in funzione della destagionalizzazione, andando a lavorare sia su alcuni mercati esteri e sui gruppi sia sul segmento prettamente mice, che potrà godere di uno hortus conclusus in cui organizzare eventi a effetto wow”, gli fa eco Giuseppe Cavallo, amministratore dell’hospitality company del gruppo.","post_title":"Il pugliese Baia del Gusmay secondo resort a gestione diretta Valtur","post_date":"2024-02-15T11:17:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707995859000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461457","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non è solo il romanzo di Stevenson a ispirare la rotta Star Flyer più piratesca dell’anno: partendo da St. Maarten, in sette notti di navigazione si esplorano, a bordo del veliero Star Flyer, le isole di Anguilla, Jost van Dyke, che prende il nome dal famoso corsaro olandese che qui aveva rifugio. Le curve dell’isola vulcanica di Tortola, affacciata sul Sir Francis Drake Channel, accompagnano l’attraversamento del canale dedicato al corsaro della regina Elisabetta I, che osò sfidare l’impero spagnolo nel sedicesimo secolo. Ed ecco Norman Island, l'isola del tesoro per eccellenza, quella che ha ispirato allo scrittore scozzese Stevenson forse il suo romanzo più famoso e amato. Prima del rientro a St. Martin, si passa dai \"the baths\" di Virgin Gorda, da St. Kitts e St. Barth (Isole del tesoro - imbarco e sbarco a St. Maarten - 24 febbraio, 9 e 23 marzo, sette notti)\r\n\r\nPrima della traversata oceanica e del rientro in Europa, ci sono ancora molte occasioni per sentire la forza dei venti d’Oltreoceano: da queste parti, i velieri Star Clippers utilizzano, infatti, le vele fino al 70% del tempo. A bordo non c'è trucco: l’unica magia è quella della natura, che si manifesta a ogni onda che increspa il mare su una tavola blu luccicante.\r\n\r\nOltre all'itinerario verso le isole del tesoro la compagnia propone pure la natura selvaggia e indomita di Costa Rica e Panama a fare da sfondo alle rotte del quattro alberi Star Clipper. Il veliero, infatti, sarà a largo della costa pacifica centroamericana fino a marzo, tra le barriere coralline che lo rendono il paradiso dello snorkeling e le foreste di mangrovie appena oltre la spiaggia (Costa Rica e Panama - Puerto Caldera, Costa Rica – Balboa, Panama - 16 marzo, sette notti; Panama e Caraibi - Balboa, Panama – St. John’s, Antigua -, 23 marzo, 14 notti)","post_title":"Costa Rica, Panama e Caraibi protagonisti dell'inverno Star Clippers","post_date":"2024-02-14T10:49:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707907797000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461272","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova identità per la guida les Collectionneurs che diventa Teritoria, a sottolineare il proprio impegno verso le destinazioni in cui sono presenti le strutture e i ristoranti compresi nel proprio volume. Nel nuovo termine è infatti incluso il concetto di \"terra\", di cui ci si intende prendere cura, e naturalmente \"territorio\", dove sono radicate le maison degli affiliati e la storia che le contraddistingue. Con la A conclusiva si vuole infine rimarcare \"l’attenzione\" verso gli altri, alle risorse e al mondo.\r\n\r\nTeritoria è infatti una société à mission, forma giuridica francese che identifica un'impresa con specifici obiettivi sociali e ambientali. La guida, che vanta come brand president Alain Ducasse,  ha messo in particolare a punto servizi e strumenti ad hoc per i suoi membri, disponibili anche per chi non fa parte della community. Il primo a essere stato lanciato è clorofil: un calcolatore dell'impronta di carbonio studiato appositamente per il settore alberghiero e della ristorazione. Questo è stato seguito poi da Peace & Work: il primo riconoscimento pensato per distinguere gli hotel e i ristoranti che si impegnano per migliorare la qualità di vita sul posto di lavoro dei propri dipendenti. Per contribuire a preservare la biodiversità, Teritoria a nome di tutti i suoi membri ha inoltre già avviato in Francia un progetto di finanziamento in collaborazione con un ente agroforestale, che in Italia è in fase di definizione.\r\n\r\nLa community di Teritoria è rappresentata da 430 maison, tra hotel e ristoranti, suddivisi in nove Paesi, primi fra tutti la Francia con 325 indirizzi, seguita poi dall’Italia con 92. Nella nuova edizione spiccano in particolare ben 12 novità nel volume e quattro fuori guida: due ristoranti di pregio a Milano come Sine by Di Pinto, l’insegna dello chef Roberto di Pinto, e Viva Viviana Varese, dell’omonima chef, al secondo piano di Eataly Smeraldo e premiato con una stella Michelin. Le proposte sul lago di Garda si ampliano con il ristorante gourmet Qb Duepuntozero, a Salò, dello chef-patron Alberto Bertani e della moglie Irene Agliardi; in Emilia-Romagna, vicino a Balze, debutta il Relais Monastero di Sant'Alberico, un ex monastero convertito in hotel con un ristorante che mette in primo piano la sostenibilità. Nella campagna veronese, a Romagnano di Grezzana, si trova Villa Balis Crema, una dimora padronale del sesto secolo, accuratamente ristrutturata, in 10 ettari di parco coltivato a ulivi e vigneti. Nel Lazio, alle porte di Roma sono ben tre le nuove destinazioni: Al Piglio, nel comune omonimo, una maison di charme con sei suite tra vigneti e ulivi storici; il ristorante Sintesi, nel borgo di Ariccia, guidato dalla giovane chef Sara Scarsella con Matteo Compagnucci, premiati con una stella Michelin per una cucina dal gusto essenziale e ricercato; il ristorante La Parolina a Trevinano, vicino a Viterbo, della chef Iside de Cesare e Romano Gordini, un indirizzo stellato ideale per i buongustai alla ricerca di una cucina eco-responsabile.\r\n\r\nPiù a sud due boutique hotel di charme: a Napoli, nel quartiere Chiaia, il Metro900 Boutique Hotel, all’interno di un palazzo storico annesso alla stazione di Mergellina, e in Puglia, nel cuore di Nardò, Palazzo Tafuri, un’antica residenza che ben conserva il suo carattere autentico. Si trova invece sulle dolci colline dell'Irpinia, tra Avellino e Salerno, Borgo San Gregorio, immerso nella tenuta della rinomata cantina Feudi di San Gregorio, per un soggiorno di relax e wine tasting. Infine, la Sicilia diventa sempre più meta gourmet grazie alla proposta dello chef Accursio Craparo al ristorante Accursio, a Modica, premiato con una stella Michelin per una cucina che elogia le eccellenze locali. Ma le novità continuano anche fuori guida, con l’ingresso di altre quattro maison in Italia che vanno così da arricchire la selezione dei ristoranti e hotel di Teritoria: il ristorante Lino a Pavia. Palazzo Gentilcore a Castellabate, nel Cilento, l'albergo Dipinto - Bacco Furore a Furore, in costiera Amalfitana, nonché Villa San Martino a Martina Franca, in Puglia","post_title":"Les Collectionneurs diventa Teritoria: 16 le new entry italiane nel catalogo 2024","post_date":"2024-02-12T10:36:32+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1707734192000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti