20 June 2024

Oggi sciopero del personale Air Dolomiti, Wizz Air e società di handling

[ 0 ]

Nuovi disagi oggi, 28 maggio, per chi viaggerà in aereo a causa di uno sciopero del personale di handling e di vigilanza degli aeroporti di Milano Linate, Venezia, Verona e Lamezia, cui si sommano anche le mobilitazioni del personale di Air Dolomiti e Wizz Air.

Nel caso di Wizz Air il personale navigante si asterrà dal lavoro per 4 ore, dalle 13  alle 17, mentre gli equipaggi di Air Dolomiti sciopereranno per l’intera giornata.

Enac

Sul sito dell’Enac compaiono gli elenchi dei voli comunque garantiti, sia per Air Dolomiti sia per Wizz Air.

Le società Airport handling, Viapartner handling e Swissport Italia degli aeroporti di Milano Linate e Malpensa incroceranno le braccia per 24 ore; a Verona si fermano il 28 maggio anche gli addetti dei servizi di vigilanza Sicuritalia Ivri e Italpol. Infine sciopero di 2 ore, dalle 10.00 alle 12.00 del 28 maggio, del personale delle società Sacal e Sacal GH degli aeroporti di Lamezia, Crotone e Reggio Calabria.

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469813 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_469821" align="alignright" width="300"] Da sinistra, Marco De Angelis e Fabrizio Bona[/caption] L'estate targata Italo accelera, spaziando dall'intermodalità all'accento sul traffico corporate, dall'ennesimo miglioramento dei servizi al ruolo - sempre strategico - del trade. Sono questi i temi messi in luce da Fabrizio Bona e Marco De Angelis, rispettivamente direttore commerciale e direttore vendite, in occasione del tradizionale appuntamento con il roadshow estivo che ha preso il via ieri a Milano «per poi spostarsi a Bologna, Roma e Napoli: quattro sessioni che ci consentono di incontrare 250 delle nostre Top Agency - spiega De Angelis -. Italo infatti continua a credere nel mondo agenziale, che rappresenta un tassello chiave della crescita di questi nostri 12 anni di vita. Continueremo a remunerare il lavoro di qualità, studiando ed offrendo al canale agency sempre nuove soluzioni». La policy commissioni sulle agenzie continua a essere orientata «sui clienti di valore come il cliente business, che comunque non ha ancora recuperato i livelli 2019, oppure quello che chiede flessibilità. Abbiamo riempimenti importanti proprio nell’alta fascia, nell’executive, e le agenzie sono determinanti in questo ambito». Da segnalare la performance positiva del traffico internazionale, «americani in primis, ma anche una piccola ripresa da Corea e Cina, mentre c'è ancora poco Giappone a causa della mancanza di alcuni voli.  Prima caratteristica della summer 2024, l'aumento delle opzioni di collegamenti intermodali: «Si tratta di ottimizzare la mobilità. E Italo rappresenta ormai un gruppo multimodale - sottolinea Bona -. Dai treni ai bus, siamo in grado di soddisfare la domanda di trasporto in tutta Italia. La stagione estiva ci consente di attivare nuove connessioni treno più bus per portare i turisti in località quali Rodi Garganico, Vieste, Jesolo, Bibione e molte altre. Questo dopo che le prime destinazioni lanciate, come Sorrento e Pompei, sono andate benissimo». In questo solco si inserisce anche il recente accordo con Uber. L'orario estivo conta 118 viaggi al giorno, con 54 città collegate e 62 stazioni servite, che garantiscono maggior capillarità e frequenze: grazie all’acquisizione di Itabus, infatti, ai servizi ferroviari si aggiungono quelli su gomma e quelli intermodali, treno + gomma con un biglietto unico; senza tralasciare le interconnessioni con i regionali di Trenitalia. Per queste ultime, in particolare, la novità dell'anno «è la possibilità per i passeggeri di acquistare direttamente i due biglietti Italo e regionale Trenitalia nelle biglietterie automatiche presenti nelle stazioni, mentre finora era possibile solo dal sito e dunque da pc. Arriveremo così anche in 200 nuove stazioni dove l'Alta Velocità non era un'opzione, consentendo ai clienti una comparazione diretta di costi e tempi di percorrenza. Inoltre, per fine 2024, questo servizio sarà disponibile anche sui sistemi delle agenzie di viaggio». Business travel Attenzione sempre maggiore viene riservata al mondo business e corporate, per il quale la società con il supporto della agenzie ha studiato appositi piani di triangolazioni (soluzione che coinvolge in particolar modo le Pmi, sono circa 900 quelle già nel circuito Italo). «Il nuovo programma fedeltà Italo Più prevede in particolare per il mondo bt la possibilità per tutti i dipendenti delle aziende già iscritte la possibilità di beneficiare già dello status di cui gode l'azienda già tutti i vantaggi dell’azienda. Diventa inoltre più semplice e veloce accumulare punti e dunque ottenere viaggi premio». Sul fronte servizi spicca il rinnovo delle lounge: «Roma è stata la prima ad essere rinnovata, lunedì prossimo (24 giugno, ndr) chiuderà quella di Milano per poi riaprire a fine luglio con nuovo look, più servizi e qualità. A seguire le altre, con una grande novità che sarà l'apertura di una nuova lounge a Bologna, hub importantissimo non solo per Italo ma per tutto il sistema trasporti». La nuova concorrenza Quanto al futuro debutto di Sncf sui collegamenti AV in Italia, «ad oggi è ancora prematuro fare previsioni. Per certo il mercato dell'Alta Velocità in Italia oggi è gestito da due parti in maniera intelligente, con qualità e servizi molto elevati. Il cliente beneficia di una sana competizione che ha portato a prezzi più bassi e maggiori e livelli di servizio. In futuro vedremo».     [post_title] => Italo presenta il Summer Dream: focus su intermodalità, bt e Top Agency [post_date] => 2024-06-20T11:06:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718881608000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469810 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air France aggiunge una nuova destinazione nell'Africa orientale al network di lungo raggio 2024-25: il prossimo 18 novembre decollerà la rotta da Parigi-Charles de Gaulle al Kilimanjaro (Tanzania), come estensione di Zanzibar. La tratta sarà operata con tre frequenze alla settimana – lunedì, mercoledì e sabato – utilizzando aeromobili Airbus A350-900, configurati con 34 posti in Business, 24 in Premium Economy e 266 in Economy. La rotta Parigi-Zanzibar-Kilimanjaro sostituirà la precedente Parig-Zanzibar-Dar Es Salam, operata fino ad ora. Dar Es Salam rimarrà comunque accessibile via Amsterdam, con Klm che opererà voli per la capitale della Tanzania sei volte a settimana. Le altre destinazioni di Klm in Tanzania includono Kilimanjaro (4 voli a settimana) e Zanzibar (2 voli a settimana). Coordinando gli orari dei voli delle due compagnie aeree, Air France e Klm offriranno ai passeggeri una scelta più ampia di giorni e orari. [post_title] => Air France: al via dal 18 novembre la rotta da Parigi al Kilimanjaro, via Zanzibar [post_date] => 2024-06-20T09:47:51+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718876871000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469774 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Siamo già pronti». Luigi Corradi, amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia, commenta così l'annuncio dell'ingresso di Sncf sui collegamenti Alta Velocità in Italia, programmato per il 2026, a margine dell'inaugurazione questa mattina a Milano della rinnovata FrecciaLounge in Stazione Centrale. Un nuovo competitor sul territorio nazionale per Trenitalia, oltre a Italo. «Sì, arriverà. Dal 2026, vedremo. In realtà non abbiamo un grande bisogno di prepararci. il nostro servizio è riconosciuto dagli italiani come ottimo. Tariffe più concorrenziali «Ma abbiamo anche un treno che percorre la Milano-Parigi e sono gli stessi francesi che ci riconoscono la vera differenza del servizio che noi offriamo sul Frecciarossa. Chiaramente ci sarà un competitor in più in Italia, ma noi siamo pronti». Interrogato sulle possibili ricadute sui livelli tariffari, Corradi spiega: «La competizione, in generale, aiuta i clienti ad avere una scelta diversa. In questo caso, penso che le nostre tariffe siano già concorrenziali, soprattutto se guardiamo il rapporto qualità-prezzo offerto. In ogni caso, elementi che si chiariranno man mano che inizieremo a vedere i francesi in Italia...».  [post_title] => Corradi, Trenitalia, sull'ingresso di Sncf in Italia: «Siamo già pronti» [post_date] => 2024-06-19T13:58:28+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718805508000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469757 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Stagione estiva. Oltre 4.000, tra concerti, festival, conferenze e manifestazioni sportive, calamiteranno più di 28 milioni di visitatori, sia nazionali che internazionali, nel periodo giugno-settembre 2024. Tradizioni, radici e identità: sono soprattutto i borghi e le mete meno note, ma al contempo più autentiche e genuine, a giocare un ruolo fondamentale. Sagre e feste di paese, infatti, possono far segnare un incremento del +63,8% nell’affluenza rispetto al 2023. In generale, sono 20 mila le sagre realizzate ogni anno in Italia, per le quali si contano 48 milioni di visitatori, perlopiù giovani (31%) e famiglie (45%). I due principali catalizzatori sono i circa 290 eventi sportivi, che coinvolgeranno oltre 17 milioni di presenze, e i 2.000 spettacoli musicali, ai quali prenderanno parte oltre 5 milioni di persone. Inoltre, 3,5 milioni di spettatori parteciperanno ai concerti classificati a medio impatto e quasi un milione a quelli di alto impatto. Festival e esposizioni Significativi anche gli 800 festival e le 100 esposizioni, capaci di attirare, rispettivamente, 3,7 e 1,7 milioni di partecipanti. Secondo le stime Enit su elaborazioni Data Appeal, Istat e Bankitalia, saranno circa 1,6 milioni i passeggeri aeroportuali attesi in Italia da giugno a settembre, di cui l’82,7% dall’estero e il 17,3% di origine nazionale, con la componente italiana in aumento del +4% sullo stesso periodo del 2023. Tra i primi 20 Paesi di provenienza analizzati, quasi il 30% della clientela aeroportuale è di origine europea. Gli Stati Uniti – mercato alto spendente –, con oltre 285 mila passeggeri attesi (il 18,3% del totale), sono il principale mercato in entrata, seguiti da Francia e Germania, e poi da Spagna e Regno Unito. Mediamente, si prenota il volo 120 giorni prima della partenza, per una permanenza di almeno 12 notti. [post_title] => Stagione estiva: in Italia 4 mila eventi che attireranno 28 milioni spettatori [post_date] => 2024-06-19T11:29:31+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718796571000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469741 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte oggi iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality, che fino a domani apre le porte del circolo cittadino di Lecce a esperti, professionisti, operatori del settore, aziende e giornalisti. Tutto ruota intorno all’alta formazione del comparto e alla reciproca conoscenza degli operatori della rete. Panel, masterclass, iSkill, iTalk, laboratori esperienziali, b2e, b2c, convegni e la Green factor challenge special iTeg edition, il fitto programma di eventi all’interno della due giorni, con partecipazione gratuita previa registrazione sul sito, punta a fornire gli strumenti ai fini del miglioramento e dello sviluppo di un turismo specializzato di qualità. Fondamentale in questo sarà l’apporto degli iTalk tra cui il Teg: come Ri-disegnare il turismo enogastronomico, moderato da Barbara Politi, in diverse sessioni che vedono anche la presenza di Cristina Mascanzoni Kaiser, fondatrice di WineHo e Nicola Romanelli, fondatore e presidente di Travel Hashtag; Teg tra target e incoming con la presenza di Ruben Santopietro, founder Visit Italy, Doriana Maltese, consulente e auditor di turismo sostenibile per programmi come Travelife, Alfredo De Liguori, responsabile marketing PugliaPromozione e Paola Puzzovio, founder Teging & iTeg; Comunicare il turismo con Massimo Cicatiello, vice presidente di Fortune Italia, Silvia Famà, founder magazine Cucine d'Italia, Lamberto Funghi, fondatore di Giroviaggiando, rivolta a tutti coloro che accolgono i viaggiatori di turismo enogastronomico. E poi le masterclas,s come quella di Vivere di turismo, gestita da Giuseppe Murina, per formare gli imprenditori dell’extra alberghiero a gestire le risorse economiche per un’offerta rivolta al Teg. E ancora la sostenibilità, grande argomento di iTeg, l'impatto sui territori il futuro del turismo in una prospettiva ottimistica e non in un panel dedicato con Sabrina Cavallo per Aitr e altri esperti internazionali. Interamente pensata e ideata per iTeg è infine la Green Factor Challenge, organizzata da Concetta D'Emma, come prima rappresentante di green destinations per l'Italia: si tratta di un workshop in modalità sfida che vuole far scoprire uno storytelling più responsabile e inclusivo, che coinvolga anche le reti, con l’obiettivo principale di selezionare le eccellenze pugliesi da portare come storie di successo a livello internazionale alle prossime Top 100 stories awards. [post_title] => Inizia oggi a Lecce iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality [post_date] => 2024-06-19T10:39:56+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718793596000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469735 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Focus sul corporate per Ita Airways con la partecipazione, oggi e domani, al Business Travel Show Europe, la principale fiera britannica dedicata al bt in corso al centro espositivo ExCeL a Londra. La compagnia aerea italiana è presenta nell’Airline Pavilion allo stand AP6 con un'area brandizzata: qui il team commerciale accoglierà i clienti trade e corporate, le agenzie di viaggio, le aziende e gli attori chiave del settore del business travel.  Il Regno Unito è un mercato strategico per Ita, che offre collegamenti diretti verso gli aeroporti di London City e Gatwick. Durante la summer Ita ha inaugurato un nuovo volo diretto tra London City e Roma-Fiumicino, operata con Airbus A220-100 e con 12 frequenze settimanali, che consente ai viaggiatori di beneficiare della vicinanza di entrambi gli hub aeroportuali al centro delle città, migliorando così la connettività tra le due capitali. I passeggeri possono anche collegarsi all’ampio network del vettore via Roma Fiumicino, facilitando gli spostamenti verso località del Mediterraneo come Italia, Spagna e Grecia, nonché città come Rio de Janeiro, San Paolo e Buenos Aires. Oltre a questo nuovo collegamento, a inizio 2024 Ita Airways ha incrementato da tre a cinque i voli giornalieri sulla rotta London City - Milano Linate, anch'essi operati con Airbus A220-100. Questa crescita porta a 43 le frequenze settimanali tra l’Italia e London City nel picco della stagione estiva. La più recente new entry è il collegamento da Roma Fiumicino all'aeroporto di Gatwick, con 7 frequenze settimanali, che porta a 100 il totale dei voli settimanali tra Regno Unito e Italia. Tra i principali temi della partecipazione al Business Travel Show Europe, il raggiungimento dei 2 milioni di iscritti a Volare, che conta il 36% dei suoi frequent flyer residenti all'estero. Volare, lanciato nel marzo 2022, conta ora più di 30 partner commerciali nei settori dell'hôtellerie, della mobilità e della finanza e 10 compagnie aeree partner per accrual e redemption di punti. [post_title] => Ita Airways al Business Travel Show di Londra: 100 i voli settimanali fra Italia e Uk [post_date] => 2024-06-19T10:12:36+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718791956000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469678 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono oltre 80 i milioni di euro che il gruppo Barceló intende investire a Capo Verde, nell'acquisizione, nel riposizionamento e nello sviluppo di nuovi hotel. L'impegno segue l'inaugurazione, avvenuta lo scorso 15 maggio, della struttura di debutto della compagnia nel Paese: il 5 stelle Barceló Praia Cape Verde sulla spiaggia di Prainha a Praia, capitale dell'isola di Santiago. La struttura dispone di 80 camere, piscina a sfioro, aree solarium, palestra e diverse sale riunioni completamente attrezzate. L'offerta gastronomica include poi un ristorante a buffet, il Breeze Gastro bar a bordo piscina e il Lobby bar. Dopo l'apertura di questa struttura, il gruppo prevede quindi di aggiungere un secondo 5 stelle a Boa Vista, precedentemente noto come Marine Club Beach Resort Hotel, con 160 camere. Opererà sempre con il marchio Barceló Hotels & Resorts. Inoltre, è già stata pianificata la costruzione di un nuovo progetto alberghiero anche sull'isola di Sal, nella zona di Pontao, nel comune di Santa Maria: un all-adults ancora una volta a 5 stelle con 260 camere. "La destinazione è strategica per la nostra espansione grazie al suo grande potenziale turistico - spiega il direttore regionale Capo Verde e Madeira, Pilar Parejo -. Nei prossimi anni prevediamo perciò di continuare con i nostri investimenti, collaborando allo sviluppo economico e sociale dell'arcipelago". [post_title] => Barceló mette nel mirino Capo Verde: primo hotel aperto e oltre 80 mln d'investimenti in arrivo [post_date] => 2024-06-18T12:01:26+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718712086000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469654 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Iberia, cliente di lancio dell'Airbus A321Xlr, ha aperto le prenotazioni per le prime due rotte che saranno operate con il nuovo aeromobile. Il volo commerciale inaugurale è programmato per il prossimo il 14 novembre, sulla rotta da Madrid a Boston; un secondo collegamento con l'A321Xlr è poi previsto sulla tratta da Madrid a Washington Dulles e dovrebbe decollare a metà gennaio 2025. La compagnia aerea spagnola è stata confermata come operatore di lancio dell'aeromobile lo scorso maggio dalla società madre Iag, mentre inizialmente i primi A321Xlr sembravano destinati alla flotta Aer Lingus: Iag avrebbe poi deciso di passare a Iberia dopo che una controversia sulle retribuzioni dei piloti con il vettore irlandese non è andata a buon fine nelle tempistiche previste.  Il sistema di prenotazione di Iberia mostra che tre dei quattro voli settimanali tra Madrid e Boston utilizzeranno l'A321Xlr, in sostituzione degli A330; dal 15 dicembre, le frequenze aumenteranno fino a diventare giornaliere, ognuna delle quali sarà operata dai nuovi aeromobili. [post_title] => Iberia: l'A321Xlr debutterà a novembre sulla Madrid-Boston; a seguire Washington [post_date] => 2024-06-18T10:17:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718705863000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469531 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La destinazione The Red Sea si estende per 28.000km2 lungo la zona occidentale dell'Arabia Saudita, affacciata per 200km sul mar Rosso, con 200 isole, una barriera corallina estesa, il deserto, le montagne e vulcani dormienti. Con il suo clima ideale tutto l’anno, è al centro del progetto di turismo rigenerativo di Red Sea Global (Rsg) articolato in due fasi, per un valore complessivo di 14,4 miliardi di dollari e con un focus su luxury e sostenibilità. La prima fase del progetto “The Red Sea” ha preso il via nel 2023 e, entro il 2025, apriranno diversi brand internazionali. Il primo ad aprire è stato il Six Senses Southern Dunes - The Red Sea, con 79 ville nel deserto. Quasi un luxury glamping molto legato alla cultura locale. Lo scorso 7 gennaio ha poi aperto sull’atollo naturale di Ummahat Island The St. Regis Red Sea Resort, che offre 90 camere tra beach villa e overwater. Sulla stessa isola, separato da una lingua di sabbia, ha aperto il 26 maggio il Nujuma, Ritz-Carlton Reserve, con 63 overwater e beach villa, tutte con piscina privata. «Solo 7 strutture al mondo fan parte della collezione Reserve - sottolinea Francesca Battocchi, market manager The Red Sea Global - Ritz Carlton le apre solo in luoghi dove l’ecosistema è unico: dal punto di vista paesaggistico e nella conservazione di flora e fauna. Gli altri 11 hotel della prima fase del progetto verranno aperti tutti insieme a Shura Island, che è costituita da tante isolette collegate da ponticelli e si raggiunge percorrendo una strada sospesa sul mar Rosso. Altri 2 hotel apriranno fra la fine del 2024 e l’inizio del 2025 e saranno gestiti direttamente dal nostro Head Office. Il primo, Shebara Resort, sorgerà su Sheybarah Island, ed è un progetto avveniristico di tutela dell’area: costituito da 73 capsule di acciaio riciclato; il secondo, in apertura a fine anno, è il Desert Rock, che si trova sulle alture ed è costituito da 60 camere scavate nella roccia. La Fase Uno di questo progetto comprende quindi l'apertura di 16 resort nel corso del 2024 e del 2025. Il 2030 segnerà il completamento della destinazione, con la realizzazione di 50 hotel tra isole e aree interne, ma anche porti turistici di lusso, campi da golf, strutture di intrattenimento, ristoranti, bar e attività per il tempo libero. The Red Sea è una destinazione al 100% sostenibile, in quanto segue tutti e i 17 pillar della comunità internazionale: è un tema a cui la clientela è sempre più interessata e può fare la differenza nell’acquisto di un viaggio. Da non dimenticare, infine, che siamo una delle Dark Skies Area del mondo, favoriamo il turismo accessibile e abbiamo in corso tanti progetti per la conservazione di flora e fauna. È nato anche il DMC Visit Red Sea che viene utilizzato dagli operatori italiani. - conclude Battocchi - Per garantire al visitatore un livello di servizio elevato e rapidi tempi di risposta». The Red Sea si trova a 500km da Jeddah e a 8h di volo dall’Europa. Il Red Sea International Airport (Rsi) è operativo da settembre 2023 per i voli domestici - 4 da Riyad e 2 da Jeddah. Il mese scorso è stato lanciato il volo diretto da Dubai due volte a settimana e nel 2025 lo scalo diventerà intercontinentale. [gallery ids="469537,469539,469535"] [post_title] => The Red Sea: il progetto luxury sostenibile è realtà e accoglie i primi ospiti [post_date] => 2024-06-17T12:00:45+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718625645000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "domani 28 maggio sciopero" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":21,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2428,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469813","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_469821\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Da sinistra, Marco De Angelis e Fabrizio Bona[/caption]\r\n\r\nL'estate targata Italo accelera, spaziando dall'intermodalità all'accento sul traffico corporate, dall'ennesimo miglioramento dei servizi al ruolo - sempre strategico - del trade.\r\n\r\nSono questi i temi messi in luce da Fabrizio Bona e Marco De Angelis, rispettivamente direttore commerciale e direttore vendite, in occasione del tradizionale appuntamento con il roadshow estivo che ha preso il via ieri a Milano «per poi spostarsi a Bologna, Roma e Napoli: quattro sessioni che ci consentono di incontrare 250 delle nostre Top Agency - spiega De Angelis -. Italo infatti continua a credere nel mondo agenziale, che rappresenta un tassello chiave della crescita di questi nostri 12 anni di vita. Continueremo a remunerare il lavoro di qualità, studiando ed offrendo al canale agency sempre nuove soluzioni». La policy commissioni sulle agenzie continua a essere orientata «sui clienti di valore come il cliente business, che comunque non ha ancora recuperato i livelli 2019, oppure quello che chiede flessibilità. Abbiamo riempimenti importanti proprio nell’alta fascia, nell’executive, e le agenzie sono determinanti in questo ambito».\r\n\r\nDa segnalare la performance positiva del traffico internazionale, «americani in primis, ma anche una piccola ripresa da Corea e Cina, mentre c'è ancora poco Giappone a causa della mancanza di alcuni voli. \r\n\r\nPrima caratteristica della summer 2024, l'aumento delle opzioni di collegamenti intermodali: «Si tratta di ottimizzare la mobilità. E Italo rappresenta ormai un gruppo multimodale - sottolinea Bona -. Dai treni ai bus, siamo in grado di soddisfare la domanda di trasporto in tutta Italia. La stagione estiva ci consente di attivare nuove connessioni treno più bus per portare i turisti in località quali Rodi Garganico, Vieste, Jesolo, Bibione e molte altre. Questo dopo che le prime destinazioni lanciate, come Sorrento e Pompei, sono andate benissimo». In questo solco si inserisce anche il recente accordo con Uber.\r\n\r\nL'orario estivo conta 118 viaggi al giorno, con 54 città collegate e 62 stazioni servite, che garantiscono maggior capillarità e frequenze: grazie all’acquisizione di Itabus, infatti, ai servizi ferroviari si aggiungono quelli su gomma e quelli intermodali, treno + gomma con un biglietto unico; senza tralasciare le interconnessioni con i regionali di Trenitalia. Per queste ultime, in particolare, la novità dell'anno «è la possibilità per i passeggeri di acquistare direttamente i due biglietti Italo e regionale Trenitalia nelle biglietterie automatiche presenti nelle stazioni, mentre finora era possibile solo dal sito e dunque da pc. Arriveremo così anche in 200 nuove stazioni dove l'Alta Velocità non era un'opzione, consentendo ai clienti una comparazione diretta di costi e tempi di percorrenza. Inoltre, per fine 2024, questo servizio sarà disponibile anche sui sistemi delle agenzie di viaggio».\r\n\r\nBusiness travel\r\n\r\n\r\nAttenzione sempre maggiore viene riservata al mondo business e corporate, per il quale la società con il supporto della agenzie ha studiato appositi piani di triangolazioni (soluzione che coinvolge in particolar modo le Pmi, sono circa 900 quelle già nel circuito Italo). «Il nuovo programma fedeltà Italo Più prevede in particolare per il mondo bt la possibilità per tutti i dipendenti delle aziende già iscritte la possibilità di beneficiare già dello status di cui gode l'azienda già tutti i vantaggi dell’azienda. Diventa inoltre più semplice e veloce accumulare punti e dunque ottenere viaggi premio».\r\n\r\nSul fronte servizi spicca il rinnovo delle lounge: «Roma è stata la prima ad essere rinnovata, lunedì prossimo (24 giugno, ndr) chiuderà quella di Milano per poi riaprire a fine luglio con nuovo look, più servizi e qualità. A seguire le altre, con una grande novità che sarà l'apertura di una nuova lounge a Bologna, hub importantissimo non solo per Italo ma per tutto il sistema trasporti».\r\n\r\nLa nuova concorrenza\r\n\r\nQuanto al futuro debutto di Sncf sui collegamenti AV in Italia, «ad oggi è ancora prematuro fare previsioni. Per certo il mercato dell'Alta Velocità in Italia oggi è gestito da due parti in maniera intelligente, con qualità e servizi molto elevati. Il cliente beneficia di una sana competizione che ha portato a prezzi più bassi e maggiori e livelli di servizio. In futuro vedremo».\r\n\r\n \r\n\r\n\r\n ","post_title":"Italo presenta il Summer Dream: focus su intermodalità, bt e Top Agency","post_date":"2024-06-20T11:06:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718881608000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469810","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air France aggiunge una nuova destinazione nell'Africa orientale al network di lungo raggio 2024-25: il prossimo 18 novembre decollerà la rotta da Parigi-Charles de Gaulle al Kilimanjaro (Tanzania), come estensione di Zanzibar. La tratta sarà operata con tre frequenze alla settimana – lunedì, mercoledì e sabato – utilizzando aeromobili Airbus A350-900, configurati con 34 posti in Business, 24 in Premium Economy e 266 in Economy.\r\n\r\nLa rotta Parigi-Zanzibar-Kilimanjaro sostituirà la precedente Parig-Zanzibar-Dar Es Salam, operata fino ad ora. Dar Es Salam rimarrà comunque accessibile via Amsterdam, con Klm che opererà voli per la capitale della Tanzania sei volte a settimana. Le altre destinazioni di Klm in Tanzania includono Kilimanjaro (4 voli a settimana) e Zanzibar (2 voli a settimana). Coordinando gli orari dei voli delle due compagnie aeree, Air France e Klm offriranno ai passeggeri una scelta più ampia di giorni e orari.","post_title":"Air France: al via dal 18 novembre la rotta da Parigi al Kilimanjaro, via Zanzibar","post_date":"2024-06-20T09:47:51+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718876871000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469774","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Siamo già pronti». Luigi Corradi, amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia, commenta così l'annuncio dell'ingresso di Sncf sui collegamenti Alta Velocità in Italia, programmato per il 2026, a margine dell'inaugurazione questa mattina a Milano della rinnovata FrecciaLounge in Stazione Centrale.\r\n\r\nUn nuovo competitor sul territorio nazionale per Trenitalia, oltre a Italo. «Sì, arriverà. Dal 2026, vedremo. In realtà non abbiamo un grande bisogno di prepararci. il nostro servizio è riconosciuto dagli italiani come ottimo.\r\nTariffe più concorrenziali\r\n«Ma abbiamo anche un treno che percorre la Milano-Parigi e sono gli stessi francesi che ci riconoscono la vera differenza del servizio che noi offriamo sul Frecciarossa. Chiaramente ci sarà un competitor in più in Italia, ma noi siamo pronti».\r\n\r\nInterrogato sulle possibili ricadute sui livelli tariffari, Corradi spiega: «La competizione, in generale, aiuta i clienti ad avere una scelta diversa. In questo caso, penso che le nostre tariffe siano già concorrenziali, soprattutto se guardiamo il rapporto qualità-prezzo offerto. In ogni caso, elementi che si chiariranno man mano che inizieremo a vedere i francesi in Italia...». ","post_title":"Corradi, Trenitalia, sull'ingresso di Sncf in Italia: «Siamo già pronti»","post_date":"2024-06-19T13:58:28+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1718805508000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469757","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Stagione estiva. Oltre 4.000, tra concerti, festival, conferenze e manifestazioni sportive, calamiteranno più di 28 milioni di visitatori, sia nazionali che internazionali, nel periodo giugno-settembre 2024.\r\n\r\nTradizioni, radici e identità: sono soprattutto i borghi e le mete meno note, ma al contempo più autentiche e genuine, a giocare un ruolo fondamentale. Sagre e feste di paese, infatti, possono far segnare un incremento del +63,8% nell’affluenza rispetto al 2023. In generale, sono 20 mila le sagre realizzate ogni anno in Italia, per le quali si contano 48 milioni di visitatori, perlopiù giovani (31%) e famiglie (45%).\r\n\r\nI due principali catalizzatori sono i circa 290 eventi sportivi, che coinvolgeranno oltre 17 milioni di presenze, e i 2.000 spettacoli musicali, ai quali prenderanno parte oltre 5 milioni di persone. Inoltre, 3,5 milioni di spettatori parteciperanno ai concerti classificati a medio impatto e quasi un milione a quelli di alto impatto.\r\nFestival e esposizioni\r\nSignificativi anche gli 800 festival e le 100 esposizioni, capaci di attirare, rispettivamente, 3,7 e 1,7 milioni di partecipanti.\r\n\r\nSecondo le stime Enit su elaborazioni Data Appeal, Istat e Bankitalia, saranno circa 1,6 milioni i passeggeri aeroportuali attesi in Italia da giugno a settembre, di cui l’82,7% dall’estero e il 17,3% di origine nazionale, con la componente italiana in aumento del +4% sullo stesso periodo del 2023.\r\n\r\nTra i primi 20 Paesi di provenienza analizzati, quasi il 30% della clientela aeroportuale è di origine europea. Gli Stati Uniti – mercato alto spendente –, con oltre 285 mila passeggeri attesi (il 18,3% del totale), sono il principale mercato in entrata, seguiti da Francia e Germania, e poi da Spagna e Regno Unito.\r\n\r\nMediamente, si prenota il volo 120 giorni prima della partenza, per una permanenza di almeno 12 notti.","post_title":"Stagione estiva: in Italia 4 mila eventi che attireranno 28 milioni spettatori","post_date":"2024-06-19T11:29:31+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1718796571000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469741","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte oggi iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality, che fino a domani apre le porte del circolo cittadino di Lecce a esperti, professionisti, operatori del settore, aziende e giornalisti. Tutto ruota intorno all’alta formazione del comparto e alla reciproca conoscenza degli operatori della rete. Panel, masterclass, iSkill, iTalk, laboratori esperienziali, b2e, b2c, convegni e la Green factor challenge special iTeg edition, il fitto programma di eventi all’interno della due giorni, con partecipazione gratuita previa registrazione sul sito, punta a fornire gli strumenti ai fini del miglioramento e dello sviluppo di un turismo specializzato di qualità.\r\n\r\nFondamentale in questo sarà l’apporto degli iTalk tra cui il Teg: come Ri-disegnare il turismo enogastronomico, moderato da Barbara Politi, in diverse sessioni che vedono anche la presenza di Cristina Mascanzoni Kaiser, fondatrice di WineHo e Nicola Romanelli, fondatore e presidente di Travel Hashtag; Teg tra target e incoming con la presenza di Ruben Santopietro, founder Visit Italy, Doriana Maltese, consulente e auditor di turismo sostenibile per programmi come Travelife, Alfredo De Liguori, responsabile marketing PugliaPromozione e Paola Puzzovio, founder Teging & iTeg; Comunicare il turismo con Massimo Cicatiello, vice presidente di Fortune Italia, Silvia Famà, founder magazine Cucine d'Italia, Lamberto Funghi, fondatore di Giroviaggiando, rivolta a tutti coloro che accolgono i viaggiatori di turismo enogastronomico. E poi le masterclas,s come quella di Vivere di turismo, gestita da Giuseppe Murina, per formare gli imprenditori dell’extra alberghiero a gestire le risorse economiche per un’offerta rivolta al Teg. E ancora la sostenibilità, grande argomento di iTeg, l'impatto sui territori il futuro del turismo in una prospettiva ottimistica e non in un panel dedicato con Sabrina Cavallo per Aitr e altri esperti internazionali.\r\n\r\nInteramente pensata e ideata per iTeg è infine la Green Factor Challenge, organizzata da Concetta D'Emma, come prima rappresentante di green destinations per l'Italia: si tratta di un workshop in modalità sfida che vuole far scoprire uno storytelling più responsabile e inclusivo, che coinvolga anche le reti, con l’obiettivo principale di selezionare le eccellenze pugliesi da portare come storie di successo a livello internazionale alle prossime Top 100 stories awards.","post_title":"Inizia oggi a Lecce iTeg: l'evento sul turismo enogastronomico e l’hospitality","post_date":"2024-06-19T10:39:56+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1718793596000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469735","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Focus sul corporate per Ita Airways con la partecipazione, oggi e domani, al Business Travel Show Europe, la principale fiera britannica dedicata al bt in corso al centro espositivo ExCeL a Londra.\r\nLa compagnia aerea italiana è presenta nell’Airline Pavilion allo stand AP6 con un'area brandizzata: qui il team commerciale accoglierà i clienti trade e corporate, le agenzie di viaggio, le aziende e gli attori chiave del settore del business travel. \r\nIl Regno Unito è un mercato strategico per Ita, che offre collegamenti diretti verso gli aeroporti di London City e Gatwick. Durante la summer Ita ha inaugurato un nuovo volo diretto tra London City e Roma-Fiumicino, operata con Airbus A220-100 e con 12 frequenze settimanali, che consente ai viaggiatori di beneficiare della vicinanza di entrambi gli hub aeroportuali al centro delle città, migliorando così la connettività tra le due capitali.\r\nI passeggeri possono anche collegarsi all’ampio network del vettore via Roma Fiumicino, facilitando gli spostamenti verso località del Mediterraneo come Italia, Spagna e Grecia, nonché città come Rio de Janeiro, San Paolo e Buenos Aires.\r\nOltre a questo nuovo collegamento, a inizio 2024 Ita Airways ha incrementato da tre a cinque i voli giornalieri sulla rotta London City - Milano Linate, anch'essi operati con Airbus A220-100. Questa crescita porta a 43 le frequenze settimanali tra l’Italia e London City nel picco della stagione estiva.\r\nLa più recente new entry è il collegamento da Roma Fiumicino all'aeroporto di Gatwick, con 7 frequenze settimanali, che porta a 100 il totale dei voli settimanali tra Regno Unito e Italia.\r\nTra i principali temi della partecipazione al Business Travel Show Europe, il raggiungimento dei 2 milioni di iscritti a Volare, che conta il 36% dei suoi frequent flyer residenti all'estero. Volare, lanciato nel marzo 2022, conta ora più di 30 partner commerciali nei settori dell'hôtellerie, della mobilità e della finanza e 10 compagnie aeree partner per accrual e redemption di punti.","post_title":"Ita Airways al Business Travel Show di Londra: 100 i voli settimanali fra Italia e Uk","post_date":"2024-06-19T10:12:36+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718791956000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469678","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono oltre 80 i milioni di euro che il gruppo Barceló intende investire a Capo Verde, nell'acquisizione, nel riposizionamento e nello sviluppo di nuovi hotel. L'impegno segue l'inaugurazione, avvenuta lo scorso 15 maggio, della struttura di debutto della compagnia nel Paese: il 5 stelle Barceló Praia Cape Verde sulla spiaggia di Prainha a Praia, capitale dell'isola di Santiago. La struttura dispone di 80 camere, piscina a sfioro, aree solarium, palestra e diverse sale riunioni completamente attrezzate. L'offerta gastronomica include poi un ristorante a buffet, il Breeze Gastro bar a bordo piscina e il Lobby bar.\r\n\r\nDopo l'apertura di questa struttura, il gruppo prevede quindi di aggiungere un secondo 5 stelle a Boa Vista, precedentemente noto come Marine Club Beach Resort Hotel, con 160 camere. Opererà sempre con il marchio Barceló Hotels & Resorts. Inoltre, è già stata pianificata la costruzione di un nuovo progetto alberghiero anche sull'isola di Sal, nella zona di Pontao, nel comune di Santa Maria: un all-adults ancora una volta a 5 stelle con 260 camere. \"La destinazione è strategica per la nostra espansione grazie al suo grande potenziale turistico - spiega il direttore regionale Capo Verde e Madeira, Pilar Parejo -. Nei prossimi anni prevediamo perciò di continuare con i nostri investimenti, collaborando allo sviluppo economico e sociale dell'arcipelago\".","post_title":"Barceló mette nel mirino Capo Verde: primo hotel aperto e oltre 80 mln d'investimenti in arrivo","post_date":"2024-06-18T12:01:26+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1718712086000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469654","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Iberia, cliente di lancio dell'Airbus A321Xlr, ha aperto le prenotazioni per le prime due rotte che saranno operate con il nuovo aeromobile. Il volo commerciale inaugurale è programmato per il prossimo il 14 novembre, sulla rotta da Madrid a Boston; un secondo collegamento con l'A321Xlr è poi previsto sulla tratta da Madrid a Washington Dulles e dovrebbe decollare a metà gennaio 2025.\r\n\r\nLa compagnia aerea spagnola è stata confermata come operatore di lancio dell'aeromobile lo scorso maggio dalla società madre Iag, mentre inizialmente i primi A321Xlr sembravano destinati alla flotta Aer Lingus: Iag avrebbe poi deciso di passare a Iberia dopo che una controversia sulle retribuzioni dei piloti con il vettore irlandese non è andata a buon fine nelle tempistiche previste. \r\n\r\nIl sistema di prenotazione di Iberia mostra che tre dei quattro voli settimanali tra Madrid e Boston utilizzeranno l'A321Xlr, in sostituzione degli A330; dal 15 dicembre, le frequenze aumenteranno fino a diventare giornaliere, ognuna delle quali sarà operata dai nuovi aeromobili.","post_title":"Iberia: l'A321Xlr debutterà a novembre sulla Madrid-Boston; a seguire Washington","post_date":"2024-06-18T10:17:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718705863000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469531","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La destinazione The Red Sea si estende per 28.000km2 lungo la zona occidentale dell'Arabia Saudita, affacciata per 200km sul mar Rosso, con 200 isole, una barriera corallina estesa, il deserto, le montagne e vulcani dormienti. \r\nCon il suo clima ideale tutto l’anno, è al centro del progetto di turismo rigenerativo di Red Sea Global (Rsg) articolato in due fasi, per un valore complessivo di 14,4 miliardi di dollari e con un focus su luxury e sostenibilità.\r\nLa prima fase del progetto “The Red Sea” ha preso il via nel 2023 e, entro il 2025, apriranno diversi brand internazionali. Il primo ad aprire è stato il Six Senses Southern Dunes - The Red Sea, con 79 ville nel deserto. Quasi un luxury glamping molto legato alla cultura locale. Lo scorso 7 gennaio ha poi aperto sull’atollo naturale di Ummahat Island The St. Regis Red Sea Resort, che offre 90 camere tra beach villa e overwater. Sulla stessa isola, separato da una lingua di sabbia, ha aperto il 26 maggio il Nujuma, Ritz-Carlton Reserve, con 63 overwater e beach villa, tutte con piscina privata.\r\n«Solo 7 strutture al mondo fan parte della collezione Reserve - sottolinea Francesca Battocchi, market manager The Red Sea Global - Ritz Carlton le apre solo in luoghi dove l’ecosistema è unico: dal punto di vista paesaggistico e nella conservazione di flora e fauna. Gli altri 11 hotel della prima fase del progetto verranno aperti tutti insieme a Shura Island, che è costituita da tante isolette collegate da ponticelli e si raggiunge percorrendo una strada sospesa sul mar Rosso. Altri 2 hotel apriranno fra la fine del 2024 e l’inizio del 2025 e saranno gestiti direttamente dal nostro Head Office. Il primo, Shebara Resort, sorgerà su Sheybarah Island, ed è un progetto avveniristico di tutela dell’area: costituito da 73 capsule di acciaio riciclato; il secondo, in apertura a fine anno, è il Desert Rock, che si trova sulle alture ed è costituito da 60 camere scavate nella roccia. La Fase Uno di questo progetto comprende quindi l'apertura di 16 resort nel corso del 2024 e del 2025.\r\nIl 2030 segnerà il completamento della destinazione, con la realizzazione di 50 hotel tra isole e aree interne, ma anche porti turistici di lusso, campi da golf, strutture di intrattenimento, ristoranti, bar e attività per il tempo libero. The Red Sea è una destinazione al 100% sostenibile, in quanto segue tutti e i 17 pillar della comunità internazionale: è un tema a cui la clientela è sempre più interessata e può fare la differenza nell’acquisto di un viaggio. Da non dimenticare, infine, che siamo una delle Dark Skies Area del mondo, favoriamo il turismo accessibile e abbiamo in corso tanti progetti per la conservazione di flora e fauna. È nato anche il DMC Visit Red Sea che viene utilizzato dagli operatori italiani. - conclude Battocchi - Per garantire al visitatore un livello di servizio elevato e rapidi tempi di risposta».\r\nThe Red Sea si trova a 500km da Jeddah e a 8h di volo dall’Europa. Il Red Sea International Airport (Rsi) è operativo da settembre 2023 per i voli domestici - 4 da Riyad e 2 da Jeddah. Il mese scorso è stato lanciato il volo diretto da Dubai due volte a settimana e nel 2025 lo scalo diventerà intercontinentale.\r\n[gallery ids=\"469537,469539,469535\"]","post_title":"The Red Sea: il progetto luxury sostenibile è realtà e accoglie i primi ospiti","post_date":"2024-06-17T12:00:45+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1718625645000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti