3 March 2024

Air Italy ancora in rosso. Sindacati preoccupati

[ 0 ]

Un passivo da 112 milioni di euro. E’ quello accumulato da Air Italy nel corso del 2018. Lo ha rivelato il chief operating officer della compagnia, Rossen Dimitrov, in occasione di un recente incontro con i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uuiltrasporti, Ugl Trasporto Aereo, Anpac e Anav.

Stando al coo, il passivo sarebbe però da imputarsi sostanzialmente ai costi extra ereditati dalle precedenti gestioni, nonché agli effetti della querelle sulla continuità territoriale, che avrebbe determinato mancati introiti per circa 5,6 milioni di euro. A questo proposito Air Italy starebbe peraltro valutando di intentare specifiche azioni legali contro Alitalia, perché, a suo dire, non avrebbe rispettato le intese pattuite. Dimitrov ha inoltre presentato gli ambiziosi piani di espansione della compagnia, che tra il 2019 e il 2023 intende passare da 13 a 37 aeromobili, di cui 14 a lungo raggio e 23 a medio.

Ciononostante, i sindacati si dichiarano preoccupati della situazione: «È del tutto evidente – si legge in una nota – che l’incertezza sulle tempistiche di delivery degli aeromobili previsti in entrata, anche alla luce dei passati e disattesi annunci circa i B737 Max, rende il dato fornito poco rassicurante, nonostante il previsto lancio di due nuove destinazioni verso il Nord America a partire dall’estate 2020». Non solo: «L’incremento della flotta a medio raggio, senza certezze sul timing da parte del costruttore, avverrebbe facendo un tanto massiccio quanto inaccettabile ricorso al wet-lease di aeromobili e continuerebbe a far stratificare problemi di organico e basso volato. E’ quindi a nostro avviso fondamentale e non più rinviabile un corretto posizionamento del vettore rispetto all’attività che intenderà operare, da perseguire anche attraverso la giusta valorizzazione del personale che attende il rinnovo del contratto e, al contempo, la risoluzione di numerose problematiche da tempo irrisolte».

 

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462310 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_426641" align="alignleft" width="300"] Domenico Pellegrino presidente Aidit[/caption] Aidit, l’associazione delle agenzie di viaggio aderente a Federturismo Confindustria, ha siglato una partnership con Btm Italia, l’evento dedicato al turismo ospitato alla Fiera del Levante con il patrocinio della regione Puglia, giunto alla sua decima edizione. La partnership consentirà ad Aidit di fornire un valido contributo all’organizzazione del workshop b2c Btm travel trade, organizzato quest’anno per la prima volta con l’obiettivo di favorire l’incontro fra tour operator, compagnie aeree, marittime e servizi annessi con le agenzie di viaggio outgoing della Puglia, per rinsaldare i loro rapporti di business nell’ambito dell’evento organizzato alla Fiera del Levante dal 27 al 29 febbraio. L’accordo ha validità per le prossime edizioni e nasce sulla spinta degli imprenditori pugliesi del turismo Stefania Mandurino e Giovanni Serafino e del presidente nazionale di Aidit, Domenico Pellegrino. “Sarà un momento di forte aggregazione – spiega Stefania Mandurino, consigliera nazionale Aidit - del quale si ha il dovere di essere protagonisti per dimostrare che il comparto sta reagendo alla crisi con spirito di abnegazione, impegno e volontà ed anche per rinsaldare i contatti, con l’unico obiettivo comune di rilanciare definitivamente il turismo organizzato ed, aggiungo, anche di farne capire il valore in termini economici ma anche e soprattutto di tutela e garanzia del cliente”. “Abbiamo inteso cogliere l’opportunità che ci ha concesso l’organizzazione di Btm, nel cercare di organizzare al meglio il workshop dedicato al trade, offrendo il nostro supporto per la scelta di partner strategici (tour operator, compagnie aeree, assicurazioni, compagnie navali, ecc.) di fondamentale interesse per il mercato del sud Italia. – aggiunge Giuseppe Abbatepaolo, presidente di Aidit Puglia - Nell’ambito della manifestazione organizzata presso la Fiera del Levante di Bari, verrà allestito un vero e proprio Villaggio outgoing. Si tratta di un’area collettiva che ospiterà i numerosi operatori aderenti pronti a presentare le proprie novità e proposte di destinazioni nazionali ed internazionali alle numerose agenzie di viaggio presenti”. [post_title] => Aidit sigla una partnership con la Btm di Bari [post_date] => 2024-02-27T11:22:51+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709032971000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462292 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Catalogna conferma il proprio ruolo strategico per il turismo spagnolo, contribuendo per il 21,2% al numero di arrivi stranieri nel Paese: in altre parole, la regione nel 2023 ha accolto 25,7 milioni di visitatori, per una crescita del 15,5% sul 2022. Con 1.283.254 viaggiatori, l’Italia occupa il 5° posto, l'equivalente del 7,1% del totale degli arrivi internazionali, con una spesa media a persona di 688,3 euro (per un volume totale di 883,3 milioni di euro). Fa eccezione il mese di dicembre 2023, quando il turismo italiano in Catalogna è balzato al 2° posto, dietro soltanto alla Francia, con 91.414 turisti (il 9% del totale). Nella classifica statale della spesa turistica estera totale, infine, la Catalogna è terza dopo la capitale spagnola Madrid e le Isole Canarie. Forte del successo ottenuto nel 2023, la regione punta a migliorare ulteriormente la propria performance con strategie di appeal turistico che si basano sulla destagionalizzazione e diversificazione dell'offerta, grazie alla partecipazione alle principali fiere, eventi, workshop e manifestazioni di settore e Mice, e al rafforzamento dei punti d'attrattiva chiave della destinazione: cultura, enogastronomia, eventi, sport, attività all'aria aperta e gli itinerari del Grand Tour della Catalogna. Le attività outdoor, dal cicloturismo all'escursionismo e il turismo nautico, saranno protagoniste con un'ospitalità dedicata (camping, glamping e bike hotel) e il link agli eventi iconici in programma nel 2024 come l'America’s Cup, la 103ª Volta Ciclista a Catalunya, il Monster Energy MotoGP Grand Prix Barcelona e la Formula 1 AWS GP Catalunya Barcelona. Quest'anno anche la cultura sarà in pole position, con le celebrazioni per il centenario dalla nascita di Antoni Tàpies, il grande artista catalano omaggiato con una serie di appuntamenti, mostre ed esposizioni che avranno come fulcro la Fondazione Antoni Tàpies a Barcellona, e l'avvicinarsi degli eventi per il millenario di Montserrat, che cadrà nel 2025 per ricordare i mille anni dalla fondazione dell'importante Monastero benedettino di Santa Maria. Infine, in attesa della nomina della Catalogna a Regione Mondiale della Gastronomia nel 2025, non potrà mancare il focus sull'enogastronomia.    [post_title] => Catalogna: arrivi record nel 2023. E quest'anno si punta su outdoor e cultura [post_date] => 2024-02-27T10:45:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709030705000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461802 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Francia e scioperi. Il Senato francese sta valutando una proposta per vietare gli scioperi in alcuni periodi dell'anno. L'intenzione è che nei giorni in cui ci sono viaggi massicci non ci possano essere scioperi. La proposta firmata da Hervé Marsiglia, senatore degli Hauts-de-Seine, e da Charles Matin, mira a garantire che i sindacati non prendano in ostaggio i cittadini. Il testo presentato alla Camera inizierà ad essere studiato nella prossima conferenza dei presidenti delle province tra circa un mese. Per contrasto L'iniziativa risponde fondamentalmente al fatto che in questi giorni in Francia i vari sindacati del mondo dei trasporti e del turismo francese hanno indetto degli scioperi. Che rovinano in gran parte i giorni di vacanza di innumerevoli famiglie durante le vacanze scolastiche. La SNCF, ad esempio, ha invitato i suoi dipendenti a lavorare normalmente perché non vede la possibilità che gli stipendi possano essere aumentati come è avvenuto, a tempo indeterminato. La legge si chiama “Legge per la difesa della libertà di movimento” e mira a risolvere questo tipo di scioperi, molto frequenti nelle compagnie ferroviarie o nel controllo del traffico aereo del Paese. Considerate che per un periodo, 60 giorni, i sindacati non potranno fermare il turismo come hanno fatto negli ultimi tempi. Se posso dire la mia spero che questa proposta non passi. Perché il diritto allo sciopero ottenuto con anni di battaglie e di morti è sacrosanto, in qualsiasi periodo dell'anno venga proclamato. Basta con questi corporativismi di ritorno. [post_title] => La Francia vuole abolire gli scioperi durante l'alta stagione [post_date] => 2024-02-19T11:52:46+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708343566000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461702 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Intesa raggiunta tra il gruppo Alpitour e i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs per il rinnovo del contratto integrativo aziendale che riguarda circa 1.200 dipendenti. L'ipotesi di accordo è stata siglata lo scorso 14 febbraio, mentre "il confronto è proceduto in parallelo con l'iter di vendita delle quote di proprietà, precedendo il passaggio finale ai nuovi acquirenti", si legge in una nota Filcams. La proposta verrà sottoposta nelle prossime settimane alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori. "Nel nuovo contratto - prosegue la Filcams - trovano conferma le flessibilità già previste e vengono individuati nuovi strumenti di gestione, che mirano a realizzare un più compiuto equilibrio nella conciliazione tra i tempi di vita e lavoro, con la definizione di nuovi elementi di disciplina migliorativa relativamente a permessi, congedi, sostegno alla genitorialità, diritto allo studio, conservazione del posto di lavoro e periodo del comporto". Nel documento trova inoltre spazio una serie di articoli "destinati a consegnare elementi di maggior tutela alle fragilità: banca ore solidale, conservazione del posto di lavoro, tutele di genere, contrasto alla violenza di genere e pari opportunità. Confermato anche il percorso di formazione e introdotti i buoni pasto, con il valore di 7 euro per singola giornata lavorativa, che vanno a sostituire il precedente modello di mensa diffusa. È prevista pure una nuova indennità giornaliera per alcune sedi disagiate. È stato poi incrementato l'elenco delle tipologie di spesa per le quali è possibile fare richiesta di anticipo del Tfr, nel quale ora compaiono anche le spese mediche per i membri della famiglia, le spese funebri, le spese di ristrutturazione della casa di residenza e quelle sostenute per avviare il percorso di adozione. Sono stati infine ridefiniti i termini per la maturazione del premio di risultato, il cui valore massimo è stato elevato a 1.400 euro che è possibile, a discrezione del lavoratore, convertire in welfare". Soddisfazione anche in casa Fisascat. Per il funzionario della federazione cislina, Salvo Carofratello, «l’intesa raggiunta con Alpitour migliora i trattamenti economici e normativi applicati ai dipendenti di questo importante tour operator, riconoscendo un importante avanzamento delle tutele sociali e dei diritti, tarati sulle esigenze cogenti delle lavoratrici e dei lavoratori che potranno finalmente contare su un sistema premiale realmente esigibile. Alpitour ha dimostrato di essere un soggetto dinamico e in grado di competere sul mercato di riferimento anche grazie a relazioni sindacali consolidate negli anni, che hanno consentito di impostare un innovativo modello organizzativo di impresa e, oggi, di definire una contrattazione integrativa che valorizza le professionalità: la prima vera risorsa di ogni impresa sana e competitiva».   [post_title] => Alpitour: arriva l'intesa con i sindacati per il nuovo contratto integrativo [post_date] => 2024-02-16T12:58:54+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708088334000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461476 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E alla fine è arrivato lo strappo definitivo: Aeroitalia lascerà l'aeroporto delle Marche. La compagnia aerea ha inviato all'Enac la missiva con cui rinuncia al bando per i voli in continuità territoriale (su Milano, Roma e Napoli). Quelli che, successivamente alla diatriba con la regione Marche, Aeroitalia si era inzialmente impegnata a operare fino al termine dello stesso, il prossimo ottobre. Preoccupazione da parte dei sindacati: Filt Cgil Marche sulla futura procedura di urgenza, che dovrebbe aprirsi, per individuare un nuovo soggetto che opererà sulla ct. "I voli di continuità territoriale sono solo  una parte  dello sviluppo auspicato dalla giunta Acquaroli.  La continuità territoriale è stata concessa perché le Marche sono una regione in transizione e cioè meno sviluppata delle altre, carente di infrastrutture per i collegamenti che ne determinano l’isolamento”. Senza dubbio, “l’incertezza di questi voli non consente un’ organizzazione del lavoro stabile". Per la Filt Cgil, “occorre andare oltre i voli di continuità e attuare il piano industriale presentato dalla società di gestione dello scalo, che prevede lo sviluppo del cargo e  l’intermodalità tra le principali infrastrutture della provincia. Tutte misure che richiedono investimenti pubblici e privati”. La nuova procedura per la manifestazione pubblica di interesse che avvierà Enac dovrebbe protrarsi per almeno 15 giorni. [post_title] => Aeroitalia getta la spugna e rinuncia anche alla continuità territoriale da Ancona [post_date] => 2024-02-14T12:36:51+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707914211000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461193 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Eden Viaggi torna in promozione e lo fa aumentando gli investimenti per la sua campagna crossmediale, che passano dai 4 milioni del 2023 ai 5 milioni di euro di quest'anno.  L’obiettivo è consolidare ulteriormente awareness e consideration del brand, che ha guadagnato una posizione strategica all’interno della galassia Alpitour World grazie alle sue ultime performance, sia in termini di clienti, sia di ricavi. Già lo scorso maggio Eden Viaggi era infatti tornata nelle case degli italiani con uno spot che ha narrava le “disavventure” dei suoi protagonisti, alle prese con l’organizzazione delle proprie vacanze. Il brand è riuscito a raccontarsi al grande pubblico e ha centrato gli obiettivi del 2023. E ora sta crescendo ulteriormente con un trend del +20% di fatturato, a pari perimetro rispetto all'anno scorso. “Organizzare una vacanza è un’attività complessa poiché richiede la gestione di tanti elementi e ognuno di questi può impattare negativamente: la destinazione, i voli, i trasferimenti, l’hotel, la camera, le assicurazioni, l’assistenza e le varie attività in destinazione, per citare le principali - spiega Tommaso Bertini, corporate & to chief marketing officer -. Si devono confrontare centinaia di proposte, navigare attraverso un mare di offerte con prezzi variabili e talvolta ingannevoli. Ci si deve fidare di recensioni che provengono da sconosciuti. Insomma, secondo noi non c’è motivo di andare in “sbatti”, quando con Eden Viaggi si può avere la tranquillità di sentirsi in buone mani, oltre alla certezza di prezzi migliori. È proprio questo il messaggio che questa campagna mira a trasmettere in modo ironico e divertente". Quest’anno la scommessa è ancora più alta, perché insieme alla programmazione televisiva, sarà attiva anche un’importante iniziativa commerciale, che permetterà di usufruire di uno sconto fino a 200 euro per tutte le prenotazioni realizzate entro il 29 febbraio. La campagna crossmediale si estenderà fino a inizio maggio e comprenderà canali tradizionali e digitali, eventi in presenza e promozioni commerciali con partner selezionati.     [post_title] => Eden Viaggi: cresce l'investimento in promozione, da 4 a 5 milioni di euro [post_date] => 2024-02-09T11:02:28+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707476548000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460509 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In arrivo lo sciopero degli addetti ai servizi di terra negli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate. L’agitazione è stata dichiarata dai sindacati autonomi e di base per venerdì 9 febbraio e riguarda tutte le maggiori società di handling, che forniscono i servizi di terra alle compagnie aeree passeggeri e cargo. L'astensione dal lavoro durerà 24 ore, da mezzanotte a mezzanotte, per l’intera giornata del 9 febbraio. Nello specifico sono interessate sia a Linate che a Malpensa le società Airport Handling, Bcube e Aviapartner. Solo a Malpensa l’agitazione riguarda anche Ags. Solo a Linate invece lo sciopero è previsto anche per i dipendenti di Swissport, che assicura i servizi di terra a Ita Airways. Lo sciopero negli scali milanesi è sostenuto da Cub Trasporti, Usb e AdL Oltre che nell’handling previsto anche uno sciopero del personale della società di security Italpol all’aeroporto di Linate: è stato dichiarato dalla sola Usb per quattro ore, dalle 11 alle 15. Non ci sono ancora comunicazioni dall'Enac sui voli garantiti. [post_title] => Malpensa e Linate saranno in sciopero il 9 febbraio [post_date] => 2024-01-31T12:58:54+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706705934000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460464 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_447468" align="alignleft" width="300"] Miguel De Alvarado[/caption] Ergo Assicurazione Viaggi guarda con fiducia al nuovo anno, forte dei risultati positivi raggiunti nel 2023. “Lo scorso anno abbiamo chiuso con un fatturato di circa 20 milioni di Euro, con un incremento del 20% rispetto all’anno precedente - dichiara Miguel De Alvarado, direttore commerciale di Ergo Assicurazione Viaggi - . Rileviamo da parte dei nostri clienti, in particolare il comparto tour operating, una richiesta di up grade sul prodotto: nello specifico, l’esigenza riguarda maggiori tutele e integrazione delle polizze. Un trend che va letto nel contesto di una maggiore sensibilità degli operatori verso la qualità delle polizze e delle coperture, rispetto alle tariffe low cost”. Il bilancio positivo, che la compagnia assicurativa traccia, include l’ottima performance dei tour operator, core target di Ergo Assicurazione Viaggi, messa a segno nel 2023: “L’andamento favorevole trova conferma anche nei primi dati di queste settimane di inizio anno. La nostra strategia commerciale, che pone al centro i tour operator, ha consentito di implementare ulteriormente il nostro portfolio già lo scorso anno, quando abbiamo acquisto nuovi tour operator. Inoltre, gli stessi fatturati, raggiunti nel 2023 dagli operatori nostri clienti, hanno contribuito al raggiungimento degli obietti, riconfermando anche la fiducia in Ergo”. Tra i prodotti più apprezzati dal settore, rientrano le polizze “Assistenza e spese mediche” che copre anche le riacutizzazioni imprevedibili di malattie preesistenti, con un massimale fino a 2,5 milioni di Euro, per i viaggi negli Sati Uniti e Canada; “Annullamento plus”, “Multi viaggio annuale” e il prodotto assicurativo dedicato ai gruppi. “Già lo scorso anno abbiamo registrato un significativo movimento di volumi sul segmento gruppi, tornato a viaggiare raggiungendo i livelli pre pandemia. Inoltre, registriamo anche un allungamento della durata media dei soggiorni: andamento che rientra, soprattutto, nelle dinamiche dei viaggi studio ed Erasmus, quale altro segmento in crescita”. [post_title] => Ergo Assicurazione Viaggio: fatturato in crescita del 20% [post_date] => 2024-01-31T11:12:51+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706699571000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460436 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_288837" align="alignleft" width="300"] La Cruise Roma[/caption] E' in programma dal 29 marzo al 3 aprile la Pasqua a Barcellona di Grimaldi Lines: una vacanza di cinque giorni con la collaudata formula dell’hotel on board. Partenza da Civitavecchia (o da Porto Torres il 30 marzo) a bordo dell'ammiraglia Cruise Roma, dove si alloggerà con trattamento di pernottamento e prima colazione anche durante la sosta nella metropoli catalana. Raggiunta Barcellona, tutti gli ospiti dell’evento potranno partire in autonomia alla scoperta della città, oppure acquistare un’escursione di mezza giornata con bus e guida privata. I prezzi partono da 299 euro a persona con sistemazione in cabina quadrupla interna e comprendono: viaggio a/r da Civitavecchia a Barcellona, tre pernottamenti a bordo della nave ormeggiata nel porto di Barcellona, cinque prime colazioni a buffet, due pranzi e due cene presso il self-service di bordo (presso il ristorante à la carte per chi pernotta in Owner’s suite), animazione per adulti e bambini, quota di iscrizione e assicurazione, diritti fissi e costi Eu Ets. Per chi viaggia da Porto Torres, i prezzi partono invece da 249 euro a persona. [post_title] => La Pasqua a Barcellona è la nuova proposta hotel on board di Grimaldi Lines [post_date] => 2024-01-31T10:20:30+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706696430000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "air italy ancora in rosso sindacati preoccupati non bastano le rassicurazioni di dimitrov" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":86,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":294,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462310","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_426641\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Domenico Pellegrino presidente Aidit[/caption]\r\n\r\nAidit, l’associazione delle agenzie di viaggio aderente a Federturismo Confindustria, ha siglato una partnership con Btm Italia, l’evento dedicato al turismo ospitato alla Fiera del Levante con il patrocinio della regione Puglia, giunto alla sua decima edizione.\r\n\r\nLa partnership consentirà ad Aidit di fornire un valido contributo all’organizzazione del workshop b2c Btm travel trade, organizzato quest’anno per la prima volta con l’obiettivo di favorire l’incontro fra tour operator, compagnie aeree, marittime e servizi annessi con le agenzie di viaggio outgoing della Puglia, per rinsaldare i loro rapporti di business nell’ambito dell’evento organizzato alla Fiera del Levante dal 27 al 29 febbraio. L’accordo ha validità per le prossime edizioni e nasce sulla spinta degli imprenditori pugliesi del turismo Stefania Mandurino e Giovanni Serafino e del presidente nazionale di Aidit, Domenico Pellegrino.\r\n\r\n“Sarà un momento di forte aggregazione – spiega Stefania Mandurino, consigliera nazionale Aidit - del quale si ha il dovere di essere protagonisti per dimostrare che il comparto sta reagendo alla crisi con spirito di abnegazione, impegno e volontà ed anche per rinsaldare i contatti, con l’unico obiettivo comune di rilanciare definitivamente il turismo organizzato ed, aggiungo, anche di farne capire il valore in termini economici ma anche e soprattutto di tutela e garanzia del cliente”.\r\n\r\n“Abbiamo inteso cogliere l’opportunità che ci ha concesso l’organizzazione di Btm, nel cercare di organizzare al meglio il workshop dedicato al trade, offrendo il nostro supporto per la scelta di partner strategici (tour operator, compagnie aeree, assicurazioni, compagnie navali, ecc.) di fondamentale interesse per il mercato del sud Italia. – aggiunge Giuseppe Abbatepaolo, presidente di Aidit Puglia - Nell’ambito della manifestazione organizzata presso la Fiera del Levante di Bari, verrà allestito un vero e proprio Villaggio outgoing. Si tratta di un’area collettiva che ospiterà i numerosi operatori aderenti pronti a presentare le proprie novità e proposte di destinazioni nazionali ed internazionali alle numerose agenzie di viaggio presenti”.","post_title":"Aidit sigla una partnership con la Btm di Bari","post_date":"2024-02-27T11:22:51+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1709032971000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462292","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Catalogna conferma il proprio ruolo strategico per il turismo spagnolo, contribuendo per il 21,2% al numero di arrivi stranieri nel Paese: in altre parole, la regione nel 2023 ha accolto 25,7 milioni di visitatori, per una crescita del 15,5% sul 2022.\r\n\r\nCon 1.283.254 viaggiatori, l’Italia occupa il 5° posto, l'equivalente del 7,1% del totale degli arrivi internazionali, con una spesa media a persona di 688,3 euro (per un volume totale di 883,3 milioni di euro). Fa eccezione il mese di dicembre 2023, quando il turismo italiano in Catalogna è balzato al 2° posto, dietro soltanto alla Francia, con 91.414 turisti (il 9% del totale). Nella classifica statale della spesa turistica estera totale, infine, la Catalogna è terza dopo la capitale spagnola Madrid e le Isole Canarie.\r\n\r\nForte del successo ottenuto nel 2023, la regione punta a migliorare ulteriormente la propria performance con strategie di appeal turistico che si basano sulla destagionalizzazione e diversificazione dell'offerta, grazie alla partecipazione alle principali fiere, eventi, workshop e manifestazioni di settore e Mice, e al rafforzamento dei punti d'attrattiva chiave della destinazione: cultura, enogastronomia, eventi, sport, attività all'aria aperta e gli itinerari del Grand Tour della Catalogna.\r\n\r\nLe attività outdoor, dal cicloturismo all'escursionismo e il turismo nautico, saranno protagoniste con un'ospitalità dedicata (camping, glamping e bike hotel) e il link agli eventi iconici in programma nel 2024 come l'America’s Cup, la 103ª Volta Ciclista a Catalunya, il Monster Energy MotoGP Grand Prix Barcelona e la Formula 1 AWS GP Catalunya Barcelona.\r\n\r\nQuest'anno anche la cultura sarà in pole position, con le celebrazioni per il centenario dalla nascita di Antoni Tàpies, il grande artista catalano omaggiato con una serie di appuntamenti, mostre ed esposizioni che avranno come fulcro la Fondazione Antoni Tàpies a Barcellona, e l'avvicinarsi degli eventi per il millenario di Montserrat, che cadrà nel 2025 per ricordare i mille anni dalla fondazione dell'importante Monastero benedettino di Santa Maria.\r\n\r\nInfine, in attesa della nomina della Catalogna a Regione Mondiale della Gastronomia nel 2025, non potrà mancare il focus sull'enogastronomia. \r\n\r\n ","post_title":"Catalogna: arrivi record nel 2023. E quest'anno si punta su outdoor e cultura","post_date":"2024-02-27T10:45:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1709030705000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461802","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Francia e scioperi. Il Senato francese sta valutando una proposta per vietare gli scioperi in alcuni periodi dell'anno. L'intenzione è che nei giorni in cui ci sono viaggi massicci non ci possano essere scioperi.\r\n\r\nLa proposta firmata da Hervé Marsiglia, senatore degli Hauts-de-Seine, e da Charles Matin, mira a garantire che i sindacati non prendano in ostaggio i cittadini. Il testo presentato alla Camera inizierà ad essere studiato nella prossima conferenza dei presidenti delle province tra circa un mese.\r\nPer contrasto\r\nL'iniziativa risponde fondamentalmente al fatto che in questi giorni in Francia i vari sindacati del mondo dei trasporti e del turismo francese hanno indetto degli scioperi. Che rovinano in gran parte i giorni di vacanza di innumerevoli famiglie durante le vacanze scolastiche.\r\n\r\nLa SNCF, ad esempio, ha invitato i suoi dipendenti a lavorare normalmente perché non vede la possibilità che gli stipendi possano essere aumentati come è avvenuto, a tempo indeterminato. La legge si chiama “Legge per la difesa della libertà di movimento” e mira a risolvere questo tipo di scioperi, molto frequenti nelle compagnie ferroviarie o nel controllo del traffico aereo del Paese. Considerate che per un periodo, 60 giorni, i sindacati non potranno fermare il turismo come hanno fatto negli ultimi tempi.\r\n\r\nSe posso dire la mia spero che questa proposta non passi. Perché il diritto allo sciopero ottenuto con anni di battaglie e di morti è sacrosanto, in qualsiasi periodo dell'anno venga proclamato. Basta con questi corporativismi di ritorno.","post_title":"La Francia vuole abolire gli scioperi durante l'alta stagione","post_date":"2024-02-19T11:52:46+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708343566000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461702","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Intesa raggiunta tra il gruppo Alpitour e i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs per il rinnovo del contratto integrativo aziendale che riguarda circa 1.200 dipendenti. L'ipotesi di accordo è stata siglata lo scorso 14 febbraio, mentre \"il confronto è proceduto in parallelo con l'iter di vendita delle quote di proprietà, precedendo il passaggio finale ai nuovi acquirenti\", si legge in una nota Filcams. La proposta verrà sottoposta nelle prossime settimane alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori.\r\n\r\n\"Nel nuovo contratto - prosegue la Filcams - trovano conferma le flessibilità già previste e vengono individuati nuovi strumenti di gestione, che mirano a realizzare un più compiuto equilibrio nella conciliazione tra i tempi di vita e lavoro, con la definizione di nuovi elementi di disciplina migliorativa relativamente a permessi, congedi, sostegno alla genitorialità, diritto allo studio, conservazione del posto di lavoro e periodo del comporto\".\r\n\r\nNel documento trova inoltre spazio una serie di articoli \"destinati a consegnare elementi di maggior tutela alle fragilità: banca ore solidale, conservazione del posto di lavoro, tutele di genere, contrasto alla violenza di genere e pari opportunità. Confermato anche il percorso di formazione e introdotti i buoni pasto, con il valore di 7 euro per singola giornata lavorativa, che vanno a sostituire il precedente modello di mensa diffusa. È prevista pure una nuova indennità giornaliera per alcune sedi disagiate. È stato poi incrementato l'elenco delle tipologie di spesa per le quali è possibile fare richiesta di anticipo del Tfr, nel quale ora compaiono anche le spese mediche per i membri della famiglia, le spese funebri, le spese di ristrutturazione della casa di residenza e quelle sostenute per avviare il percorso di adozione. Sono stati infine ridefiniti i termini per la maturazione del premio di risultato, il cui valore massimo è stato elevato a 1.400 euro che è possibile, a discrezione del lavoratore, convertire in welfare\".\r\n\r\nSoddisfazione anche in casa Fisascat. Per il funzionario della federazione cislina, Salvo Carofratello, «l’intesa raggiunta con Alpitour migliora i trattamenti economici e normativi applicati ai dipendenti di questo importante tour operator, riconoscendo un importante avanzamento delle tutele sociali e dei diritti, tarati sulle esigenze cogenti delle lavoratrici e dei lavoratori che potranno finalmente contare su un sistema premiale realmente esigibile. Alpitour ha dimostrato di essere un soggetto dinamico e in grado di competere sul mercato di riferimento anche grazie a relazioni sindacali consolidate negli anni, che hanno consentito di impostare un innovativo modello organizzativo di impresa e, oggi, di definire una contrattazione integrativa che valorizza le professionalità: la prima vera risorsa di ogni impresa sana e competitiva».\r\n\r\n ","post_title":"Alpitour: arriva l'intesa con i sindacati per il nuovo contratto integrativo","post_date":"2024-02-16T12:58:54+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708088334000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461476","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E alla fine è arrivato lo strappo definitivo: Aeroitalia lascerà l'aeroporto delle Marche. La compagnia aerea ha inviato all'Enac la missiva con cui rinuncia al bando per i voli in continuità territoriale (su Milano, Roma e Napoli). Quelli che, successivamente alla diatriba con la regione Marche, Aeroitalia si era inzialmente impegnata a operare fino al termine dello stesso, il prossimo ottobre.\r\n\r\nPreoccupazione da parte dei sindacati: Filt Cgil Marche sulla futura procedura di urgenza, che dovrebbe aprirsi, per individuare un nuovo soggetto che opererà sulla ct.\r\n\r\n\"I voli di continuità territoriale sono solo  una parte  dello sviluppo auspicato dalla giunta Acquaroli.  La continuità territoriale è stata concessa perché le Marche sono una regione in transizione e cioè meno sviluppata delle altre, carente di infrastrutture per i collegamenti che ne determinano l’isolamento”. Senza dubbio, “l’incertezza di questi voli non consente un’ organizzazione del lavoro stabile\". Per la Filt Cgil, “occorre andare oltre i voli di continuità e attuare il piano industriale presentato dalla società di gestione dello scalo, che prevede lo sviluppo del cargo e  l’intermodalità tra le principali infrastrutture della provincia. Tutte misure che richiedono investimenti pubblici e privati”.\r\n\r\nLa nuova procedura per la manifestazione pubblica di interesse che avvierà Enac dovrebbe protrarsi per almeno 15 giorni.","post_title":"Aeroitalia getta la spugna e rinuncia anche alla continuità territoriale da Ancona","post_date":"2024-02-14T12:36:51+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1707914211000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461193","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Eden Viaggi torna in promozione e lo fa aumentando gli investimenti per la sua campagna crossmediale, che passano dai 4 milioni del 2023 ai 5 milioni di euro di quest'anno.  L’obiettivo è consolidare ulteriormente awareness e consideration del brand, che ha guadagnato una posizione strategica all’interno della galassia Alpitour World grazie alle sue ultime performance, sia in termini di clienti, sia di ricavi. Già lo scorso maggio Eden Viaggi era infatti tornata nelle case degli italiani con uno spot che ha narrava le “disavventure” dei suoi protagonisti, alle prese con l’organizzazione delle proprie vacanze. Il brand è riuscito a raccontarsi al grande pubblico e ha centrato gli obiettivi del 2023. E ora sta crescendo ulteriormente con un trend del +20% di fatturato, a pari perimetro rispetto all'anno scorso.\r\n\r\n“Organizzare una vacanza è un’attività complessa poiché richiede la gestione di tanti elementi e ognuno di questi può impattare negativamente: la destinazione, i voli, i trasferimenti, l’hotel, la camera, le assicurazioni, l’assistenza e le varie attività in destinazione, per citare le principali - spiega Tommaso Bertini, corporate & to chief marketing officer -. Si devono confrontare centinaia di proposte, navigare attraverso un mare di offerte con prezzi variabili e talvolta ingannevoli. Ci si deve fidare di recensioni che provengono da sconosciuti. Insomma, secondo noi non c’è motivo di andare in “sbatti”, quando con Eden Viaggi si può avere la tranquillità di sentirsi in buone mani, oltre alla certezza di prezzi migliori. È proprio questo il messaggio che questa campagna mira a trasmettere in modo ironico e divertente\".\r\n\r\nQuest’anno la scommessa è ancora più alta, perché insieme alla programmazione televisiva, sarà attiva anche un’importante iniziativa commerciale, che permetterà di usufruire di uno sconto fino a 200 euro per tutte le prenotazioni realizzate entro il 29 febbraio. La campagna crossmediale si estenderà fino a inizio maggio e comprenderà canali tradizionali e digitali, eventi in presenza e promozioni commerciali con partner selezionati.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Eden Viaggi: cresce l'investimento in promozione, da 4 a 5 milioni di euro","post_date":"2024-02-09T11:02:28+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707476548000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460509","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"In arrivo lo sciopero degli addetti ai servizi di terra negli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate.\r\n\r\nL’agitazione è stata dichiarata dai sindacati autonomi e di base per venerdì 9 febbraio e riguarda tutte le maggiori società di handling, che forniscono i servizi di terra alle compagnie aeree passeggeri e cargo.\r\n\r\nL'astensione dal lavoro durerà 24 ore, da mezzanotte a mezzanotte, per l’intera giornata del 9 febbraio.\r\n\r\nNello specifico sono interessate sia a Linate che a Malpensa le società Airport Handling, Bcube e Aviapartner. Solo a Malpensa l’agitazione riguarda anche Ags. Solo a Linate invece lo sciopero è previsto anche per i dipendenti di Swissport, che assicura i servizi di terra a Ita Airways.\r\n\r\nLo sciopero negli scali milanesi è sostenuto da Cub Trasporti, Usb e AdL\r\n\r\nOltre che nell’handling previsto anche uno sciopero del personale della società di security Italpol all’aeroporto di Linate: è stato dichiarato dalla sola Usb per quattro ore, dalle 11 alle 15.\r\n\r\nNon ci sono ancora comunicazioni dall'Enac sui voli garantiti.","post_title":"Malpensa e Linate saranno in sciopero il 9 febbraio","post_date":"2024-01-31T12:58:54+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1706705934000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460464","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_447468\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Miguel De Alvarado[/caption]\r\n\r\nErgo Assicurazione Viaggi guarda con fiducia al nuovo anno, forte dei risultati positivi raggiunti nel 2023.\r\n\r\n“Lo scorso anno abbiamo chiuso con un fatturato di circa 20 milioni di Euro, con un incremento del 20% rispetto all’anno precedente - dichiara Miguel De Alvarado, direttore commerciale di Ergo Assicurazione Viaggi - . Rileviamo da parte dei nostri clienti, in particolare il comparto tour operating, una richiesta di up grade sul prodotto: nello specifico, l’esigenza riguarda maggiori tutele e integrazione delle polizze. Un trend che va letto nel contesto di una maggiore sensibilità degli operatori verso la qualità delle polizze e delle coperture, rispetto alle tariffe low cost”.\r\n\r\nIl bilancio positivo, che la compagnia assicurativa traccia, include l’ottima performance dei tour operator, core target di Ergo Assicurazione Viaggi, messa a segno nel 2023: “L’andamento favorevole trova conferma anche nei primi dati di queste settimane di inizio anno. La nostra strategia commerciale, che pone al centro i tour operator, ha consentito di implementare ulteriormente il nostro portfolio già lo scorso anno, quando abbiamo acquisto nuovi tour operator. Inoltre, gli stessi fatturati, raggiunti nel 2023 dagli operatori nostri clienti, hanno contribuito al raggiungimento degli obietti, riconfermando anche la fiducia in Ergo”.\r\n\r\nTra i prodotti più apprezzati dal settore, rientrano le polizze “Assistenza e spese mediche” che copre anche le riacutizzazioni imprevedibili di malattie preesistenti, con un massimale fino a 2,5 milioni di Euro, per i viaggi negli Sati Uniti e Canada; “Annullamento plus”, “Multi viaggio annuale” e il prodotto assicurativo dedicato ai gruppi.\r\n\r\n“Già lo scorso anno abbiamo registrato un significativo movimento di volumi sul segmento gruppi, tornato a viaggiare raggiungendo i livelli pre pandemia. Inoltre, registriamo anche un allungamento della durata media dei soggiorni: andamento che rientra, soprattutto, nelle dinamiche dei viaggi studio ed Erasmus, quale altro segmento in crescita”.","post_title":"Ergo Assicurazione Viaggio: fatturato in crescita del 20%","post_date":"2024-01-31T11:12:51+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1706699571000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460436","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_288837\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] La Cruise Roma[/caption]\r\n\r\nE' in programma dal 29 marzo al 3 aprile la Pasqua a Barcellona di Grimaldi Lines: una vacanza di cinque giorni con la collaudata formula dell’hotel on board. Partenza da Civitavecchia (o da Porto Torres il 30 marzo) a bordo dell'ammiraglia Cruise Roma, dove si alloggerà con trattamento di pernottamento e prima colazione anche durante la sosta nella metropoli catalana. Raggiunta Barcellona, tutti gli ospiti dell’evento potranno partire in autonomia alla scoperta della città, oppure acquistare un’escursione di mezza giornata con bus e guida privata.\r\nI prezzi partono da 299 euro a persona con sistemazione in cabina quadrupla interna e comprendono: viaggio a/r da Civitavecchia a Barcellona, tre pernottamenti a bordo della nave ormeggiata nel porto di Barcellona, cinque prime colazioni a buffet, due pranzi e due cene presso il self-service di bordo (presso il ristorante à la carte per chi pernotta in Owner’s suite), animazione per adulti e bambini, quota di iscrizione e assicurazione, diritti fissi e costi Eu Ets. Per chi viaggia da Porto Torres, i prezzi partono invece da 249 euro a persona.","post_title":"La Pasqua a Barcellona è la nuova proposta hotel on board di Grimaldi Lines","post_date":"2024-01-31T10:20:30+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1706696430000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti