12 June 2024

Aeroitalia, Intrieri: dal domestico all’internazionale, ecco la roadmap per crescere

[ 0 ]

Crescere in Italia, attestandosi come «terza compagnia aerea sul mercato domestico. Rafforzarci sull’hub di Roma, arrivando almeno a 3 milioni di passeggeri nel 2025 e, da lì in poi, essere in grado di alimentare un network di lungo raggio».

Gaetano Intrieri, amministratore delegato di Aeroitalia, non abbandona il progetto alla base del lancio della compagnia aerea. Ma, nel frattempo, aggiusta il tiro, modellando flotta e operativo per l’estate 2024, dopo aver archiviato il 2023 con un fatturato di 131 milioni di euro che quest’anno si punta a portare a quota 200 mln, per almeno due milioni di passeggeri trasportati.

Flotta

«Durante l’estate 2024 saremo operativi con un totale di 13 aeromobili: sta infatti per fare il suo ingresso il nono B737-800, cui si aggiungono due B737-400 in leasing da 4 Airways e i due Atr 42-600, ex Air Connect» (il vettore rumeno acquisito da Aeroitalia lo scorso novembre, ndr).

Meno Sardegna e più Sicilia

Grande attenzione andrà alla Sicilia, «dove per certo aumenteremo la capacità su Catania, Comiso e Palermo, scali dove ci sentiamo molto ben strutturati. Sicuramente parteciperemo nuovamente al bando su Comiso, dove già abbiamo un velivolo basato e operiamo per Roma e Milano (oltre agli stagionali estivi, ndr). E non escludo che inizieremo a operare anche da Trapani». La Sicilia «è il nostro primo mercato, e se durante la winter opereremo solo voli domestici, per l’estate successiva apriremo a rotte internazionali».

La Sardegna, invece, data inizialmente come terreno ideale per le operazioni di Aeroitalia Regional e i suoi Atr, subisce una frenata: «La Sardegna, purtroppo, ha problematiche legate ai costi che non rendono competitivo per noi l’utilizzo di questi aerei: i due aeroporti del Nord sono peraltro tra i più costosi in Italia».

Resta il tema della continuità territoriale: «Dobbiamo decidere se e a quali bandi partecipare. Probabilmente non a quello su Alghero, benché siamo cresciuti molto lì, siamo a +20% (con i voli giornalieri sia su Roma sia su Linate). Ma, come dicevo, i costi aeroportuali sono elevati».

Lo sguardo internazionale

Ad oggi il solo mercato internazionale servito da Aeroitalia è la Romania: «Sì, un mercato che stiamo curando molto e da subito è partito bene, tanto che oggi proponiamo voli giornalieri da Roma a Bacau (rispetto ai tre iniziali) e anche i 3 settimanali sulla Roma-Bucarest da giugno diventeranno quotidiani; da Milano Bergamo voliamo sempre a Bacau 5 volte a settimana. Ma in un prossimo futuro vorremmo aprire qualche altra destinazione, ad esempio sulla Spagna: dipenderà dagli accordi codeshare che sigleremo da qui all’autunno».

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469235 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Giorgia e Daniela. Qualche giorno fa La Stampa ha annunciato come imminente un cambio al ministero del turismo. Al posto della Santanchè dovrebbe arrivare Gianluca Caramanna, che, secondo il giornale torinese sarebbe il vero baluardo dei balneari. La decisione sarebbe già stata presa dal presidente del consiglio Girogia Meloni. Ecco, Giorgia, per noi questo cambio sarebbe una iattura. Anzi ti chiedo di non farlo. Perché mai, come in questi quasi due anni, ci siamo tanto divertiti. La Santanchè per noi rappresenta un must. Una che fa sempre notizia appena si mette a parlare. Articoli che si scrivono da sè. Di cosa scriveremo se ci togli la fonte di tutte le nostre invettive e degli sfottò? Abbiamo riempito post e pagine sulle sue interpretazioni del mondo del turismo (tutte sue naturalmente). Ci ha dato spunti meravigliosi durante i momenti più tediosi, che come tu sai, nelle redazioni sono sempre presenti. Bastava leggere una dichiarazione della Santanchè per avere automaticamente un articolo che sollevava il morale a tutti. Come se l'articolo si scrivesse da sè. Allora cara Giorgia, presidente del consiglio dei ministri, non farci questo. Lasciaci Daniela. Lasciala continuare il suo lavoro che è la maggiore fonte del nostro lavoro. Giuseppe Aloe [post_title] => Giorgia, please, lascia la Santanchè al turismo! Se va via ci togli il lavoro [post_date] => 2024-06-11T11:03:21+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718103801000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469222 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una gamma ancora più ampia di opzioni innovative tra cui scegliere al momento di pianificare una crociera fluviale a guida autonoma. Le Boat e il gruppo Beneteau rinnovano la partnership che porterà la società di noleggio barche a investire oltre 100 milioni di sterline nei prossimi dieci anni in imbarcazioni con il marchio Delphia, brand nato in Polonia e parte del gruppo dal 2018. Delle 400 nuove unità che saranno costruite nel prossimo decennio per Le Boat, 100 saranno realizzate nei prossimi tre anni e almeno 25 nel 2025. Gli ordini riguardano una combinazione dell'attuale gamma Horizon, già in produzione, più 34 esemplari di una nuova imbarcazione premium da una a due cabine, chiamata Liberty, che sarà varata nel 2025. Inoltre, verrà sviluppato un nuovo modello da tre a quattro cabine, da lanciare nel 2027, interamente progettato in collaborazione con Le Boat, che ne avrà l’esclusiva per la versione charter. Tra le premium features, aria condizionata in tutti gli ambienti e un flybridge di qualità superiore. Le nuove imbarcazioni entreranno a far parte anche del programma proprietà-gestione di Le Boat: una formula che dal lancio della flotta Horizon, nel 2016, ha triplicato i suoi volumi. Attraverso questa proposta un cliente può acquistare una barca nuova o usata che viene gestita e manutenuta da Le Boat e può godere ogni anno di otto settimane a bordo della sua houseboat, o un’imbarcazione simile, partendo da una delle 33 basi in nove paesi e 17 regioni tra Europa e Canada e ricevendo una rendita fissa annuale, che la barca venga noleggiata o meno, con un’opzione di rivendita al termine di sette anni. Delphia e LeBoat stanno lavorando anche per espandersi nel mercato nordamericano finalizzando la presenza in nuove località, sia per le vacanze charter sia per la vendita di barche. “Siamo lieti di consolidare il nostro rapporto di lunga data con il gruppo Beneteau e sostenere così il nostro percorso di crescita - spiega il managing director di Le Boat, Cheryl Brown -: una relazione che ci consente di sviluppare imbarcazioni di alta qualità a beneficio dei nostri clienti e di guardare positivamente all’espansione in Nord America: una fantastica opportunità per far crescere sia il lato charter sia quello delle vendite di barche.” [post_title] => Le Boat espande la propria flotta. In arrivo investimenti per oltre 100 mln di sterline [post_date] => 2024-06-11T10:28:59+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718101739000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469189 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Proposte su misura per ogni tipologia di regime alimentare: il nuovo menù estivo di Vueling risponde alle esigenze di ciascuno con numerose novità che spaziano dall'hamburger a base vegetale di Heüra alla bevanda di soia di ViveSoy, fino ai pop-corn di broccoli gluten-free, senza dimenticare la recente introduzione del petfood del brand di cibo etico per animali Edgard & Cooper. La compagnia aerea del Gruppo Iag ha incluso tra le sue proposte il nuovo hamburger di Heüra, prima opzione 100% a base di proteine vegetali di Vueling. Eccellente fonte di vitamina B12 e ferro, sarà servito in un morbido panino, accompagnato da fette di formaggio Violife al gusto di cheddar, pomodori secchi e basilico Continua dall’anno scorso, inoltre, la vendita di petfood Edgard & Cooper per i cani a bordo, proposta introdotta da Vueling nel menù invernale 2023 come prima compagnia in Europa. L’azienda ha sempre avuto un particolare occhio di riguardo per gli animali domestici che - con un peso fino a 8 kg (compreso il trasportino omologato) - possono viaggiare in cabina con i loro proprietari, un animale per passeggero per un massimo di cinque per volo. [post_title] => Vueling rinnova il menù estivo con proposte per tutti, dai vegani ai celiaci [post_date] => 2024-06-11T09:25:05+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718097905000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469148 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce la presenza  di limehome in Italia. L'operatore tedesco ibrido-digitale di hotel e appartamenti si espande a Verona e a Roma, dopo Milano, Lecce e la stessa capitale. La strutture scaligera si trova in particolare in via XX Settembre e viene chiamata la Vigna in Città, perché ospita nel cortile interno appunto una vigna che ha più di 100 anni, nel cuore del quartiere Veronetta. Le 14 unità dispongono di due balconi e cinque parcheggi a uso privato e saranno operative dopo l’estate. L’edificio di Roma è situato in via Fortebraccio, a due minuti di distanza a piedi dalla stazione Pigneto e a 20 minuti di metro da tutte le maggiori attrazioni storico-artistiche del centro città. All’interno del palazzo sono previsti 11 serviced apartments in un contesto residenziale che vanta cinque giardini interni privati e quattro ampi balconi a uso degli ospiti. Anche questi saranno operativi dopo l’estate. “Siamo entusiasti di annunciare queste nuove aperture e vogliamo proseguire il nostro percorso di crescita sul mercato italiano. Il nostro è un modello molto flessibile, che ci permette di adottare la modalità di gestione più opportuna a seconda della città, dell’immobile e del tipo di domanda, spaziando dai serviced apartments, fino a residenze turistico alberghiere e hotel, valutando quindi interi edifici dotati di accesso indipendente di varie dimensioni e proponendo un abito su misura - spiega Alessandro Giuffrè, country manager Italia di limehome -. Siamo quindi sempre alla ricerca di immobili e studiamo attivamente diverse opportunità lungo tutto lo Stivale, sia in città principali, sia nelle cosiddette secondarie con grande potenziale, dove miriamo a portare un prodotto a gestione professionale che possa soddisfare le esigenze sia del businessman, sia del turista che viaggia con la propria famiglia”. La rapida espansione in Italia va di pari passo con l’ampliamento del portfolio europeo, aumentato di quasi il 14% nel primo trimestre del 2024. La maggior parte dei nuovi contratti di locazione è stata stipulata in Austria, Portogallo, Spagna e Italia e ha permesso a limehome di raggiungere 6.800 appartamenti in dieci Paesi. [post_title] => Cresce la presenza limehome in Italia: new entry a Verona e a Roma [post_date] => 2024-06-10T11:45:37+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718019937000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469151 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Anche per il 2024 Volotea sarà sponsor del Red Valley Festival, l’evento musicale che dal 2015 anima le notti sarde: la kermesse andrà in scena dal 14 al 17 agosto all’Olbia Arena con la partecipazione, tra gli altri, di Annalisa, Geolier, Max Pezzali, Ghali, Sfera Ebbasta, Salmo&Noyz, Macklemore, Tommaso Paradiso e Charlotte De Witte, giusto per citarne alcuni. “Rinnovare la sponsorship del Red Valley Festival significa confermare ancora una volta il nostro duraturo e fermo impegno verso la Sardegna e l’importanza strategica dell’isola, così come di Olbia, una delle nostre basi operative, ribadendo ulteriormente la nostra volontà di restare e proseguire il nostro percorso di crescita sul territorio – ha commentato Valeria Rebasti, international market director di Volotea -. Anche per quest’estate ci prepariamo a scendere in pista al Costa Smeralda con un’offerta senza precedenti in termini di destinazioni: son ben 28 i collegamenti che operiamo, 14 domestici e 14 internazionali, offrendo così la possibilità di raggiungere ancora più facilmente il festival più caldo dell’estate, per una vacanza all’insegna di musica, sole e mare”. Presente a Olbia dal 2012, Volotea collega l’aeroporto Costa Smeralda con 28 destinazioni, a conferma della centralità dello scalo sardo: 14 in Italia (Ancona, Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano Bergamo, Napoli, Palermo, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia e Verona) e 14 all’estero (Barcellona, Bilbao, Madrid, Valencia, Bordeaux, Brest, Deauville, Lille, Lione, Marsiglia, Nantes, Parigi Orly, Strasburgo e Tolosa). [post_title] => Volotea rinnova anche per il 2024 la sponsorship del Red Valley Festival di Olbia [post_date] => 2024-06-10T11:37:34+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718019454000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469129 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sostenibilità ambientale al centro delle attività di Formentera grazie al nuovo piano promozionale e al lancio di nuovi itinerari ideali per attrarre il mercato italiano che si conferma al secondo posto, dopo il turismo domestico.   "L' isola più piccola delle Baleari  offre da sempre oltre alle spiagge tante altre possibilità di relax e divertimento - ha spiegato Leonardo Metastasio, tourism promotion manager di Formentera, incontrando il trade a Roma - sta lanciando ulteriori iniziative mirate anche ad ampliare la stagione. Si parte da 30 circuiti verdi in bici o a piedi e parchi naturali, alla gastronomia e le visite alle cantine, fino all' astroturismo per l'osservazione di stelle e costellazioni, lo snorkeling anche per il turismo familiare perché fruibile facilmente  a pochi metri dalla riva, e le escursioni. Stiamo investendo molto, e con risultati incoraggianti, sugli eventi e lo sport come Formentera Zen,  Jazz Festival, Flower Power oppure maratone e gare fino ad ottobre".   Impegno anche per riattivare le attività dei tour operator che al momento sono in difficoltà a programmare la destinazione che non conta grandi strutture "l'sola - spiega il manager - accoglie prettamente un turismo individuale e l'amministrazione sta lavorando con le agenzie e la filiera per allungare la stagione e puntare sempre su un target  dai 35 anni in su. Ci saranno ristrutturazioni di hotel come Las Dunas, al momento l'isola conta 8 mila posti letto e se ne apriranno altri 1.000 per due o tre strutture, altri sono congelati. Poi in futuro possiamo aprire altri spazi presso le strutture dei residenti, ma dovremo attendere delle leggi". [post_title] => Formentera si rilancia: turismo green, eventi e destagionalizzazione [post_date] => 2024-06-10T10:03:58+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718013838000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469091 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ci sarà anche Ryanair tra i protagonisti del debutto dell'aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi: dopo easyJet e Volotea, la low cost irlandese sarà il terzo vettore a operare voli domestici e internazionali dallo scalo di Pontecagnano, probabilmente da fine luglio. Ad anticipare l’interessamento di Ryanair era stato, a inizio marzo, Jason McGuinness, il chief commercial officer della low cost, a margine di un evento stampa tenutosi a Napoli. Ora, secondo quanto riferisce Il Mattino – la trattativa tra la Gesac e la compagnia si sarebbe conclusa proprio negli ultimi giorni.  Countdown Intanto, è partito il countdown per l'apertura dell'aeroporto, porta d'accesso alla Costiera Amalfitana: "Un altro miracolo che mi permetto di rivendicare come Regione Campania - ha commentato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca -. Eravamo l’unica grande regione che aveva un solo aeroporto. Siamo riusciti a fare questa unificazione con Capodichino quindi avremo un altro volano di sviluppo per tutto il territorio a Sud di Salerno”.  Si prevede che l’aeroporto attrarrà 3 milioni di visitatori nell’arco di tre anni, rappresentando una svolta per l’area sud della Campania.   [post_title] => Anche Ryanair volerà dal nuovo scalo di Salerno, probabilmente da fine luglio [post_date] => 2024-06-07T12:39:51+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717763991000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469057 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Rendere i territori, anche quelli detti con un'espressione poco fortunata  minori, turisticamente fruibili. Il tutto, dando vita a forme di economia circolare, basate su un'offerta capace di coniugare il soggiorno di breve o medio periodo con le esperienze più varie: digital detox, escursioni nella natura, visite ai musei, degustazioni enogastronomiche, turismo delle radici e molto altro ancora. E' questo l'obiettivo di un destination manager come Giancarlo Dell'Orco, tra i soci fondatori di Assidema, la nuova associazione dedicata a questa professione emergente:  "Personalmente, ho scelto di dedicarmi soprattutto alle aree minori, perché sono convinto che partendo dal piccolo, imparando a gestirlo e a valorizzarlo, si può poi successivamente passare anche al grande". L'obiettivo di Dell'Orco è quello di creare una governance del territorio, in grado di integrare al meglio pubblico e privato, domanda e offerta: "Da qui l'idea dell'impresa di comunità, quale forma alla base di consorzi, cooperative e società capaci sia di gestire i fondi istituzionali, come per esempio quelli legati al Pnrr, sia di rafforzare i piccoli imprenditori locali". L'attività di Dell'Orco, fondatore tra le altre cose della cooperativa grossetana Coopera e del #Progetto Borghi per la valorizzazione dei piccoli centri urbani, si è per esempio concretizzata in una serie di programmi prototipo nella Maremma Toscana: "Abbiamo messo insieme alcuni comuni del territorio per creare un'offerta in grado di aggiungersi a quella balneare più tradizionale, anche in risposta al fenomeno overtourism. L'attività ha incluso pure il recupero di alcuni immobili, riconvertiti per varie tipologie di esigenze ricettive, comprese quelle legate allo smart working o alla gestione di proprietà acquisite da stranieri". Ma il valore delle imprese di comunità, prosegue Dell'Orco, "sta anche nella loro capacità di generare metriche affidabili, in grado di misurare l'impatto economico delle varie attività e quindi di attirare nel medio periodo ulteriori investimenti. Come per esempio è già avvenuto con Wind in relazione al progetto smart working. L'idea di fondo è che se l'introduzione negli anni '80 del modello agrituristico ha salvaguardato un'importante quota di campagne di italiane, oggi occorre creare nuovi modelli capaci di evitare lo spopolamento di molti borghi delle aree interne. Magari anche creando connessioni virtuose con i principali centri metropolitani della Penisola, per incentivare un turismo di prossimità oggi sempre più popolare". In tale contesto Assidema potrà quindi giocare un ruolo importante: "Prima di tutto tutelando la figura del destination manager - conferma Dell'Orco -, nonché facendo crescere nuove generazioni di professionisti. Creando inoltre connessioni proficue tra dmc, tour operator, agenzie di viaggi e l'ingente mole di offerta frammentata già presente sui nostri territori. Tra gli obiettivi c'è infine l'idea di vedere il nostro ruolo riconosciuto con un codice Ateco ad hoc, necessario per avere le garanzie utili a stringere accordi anche finanziari, nonché magari persino con la creazione di un albo professionale dedicato". [post_title] => Dell'Orco, Assidema: partire dal piccolo per imparare a gestire il grande [post_date] => 2024-06-07T11:53:40+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717761220000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469063 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova collaborazione fra Turchia e Cina in ambito turistico: i due ministri del turismo (rispettivamente, Mehmet Nuri Ersoy e  Sun Yeli)  hanno infatti firmato nei giorni scorsi a Istanbul un protocollo d'intesa che delinea piani di cooperazione per gli investimenti, la promozione e il marketing del turismo, scambi di programmi, oltre che per la conservazione e la promozione del patrimonio culturale di entrambi i Paesi. “Desideriamo stabilire relazioni molto più strette tra la Turchia e la Repubblica Popolare Cinese, sia a livello culturale che nel campo del turismo”, ha dichiarato Ersoy. Una nota ufficiale sottolinea che la Turchia sta lavorando attivamente per aumentare il proprio appeal nei confronti dei turisti cinesi: nel 2023, 248.000 viaggiatori provenienti dalla Cina hanno visitato il Paese. Nei primi quattro mesi del 2024, la Turchia ha accolto quasi 112.000 visitatori cinesi, con un aumento del 131% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. I turisti cinesi hanno rappresentato poco più dell'1% di tutti gli arrivi di turisti stranieri in Turchia nel periodo gennaio-aprile. Nel solo mese di aprile, il numero di turisti cinesi che hanno visitato il Paese è aumentato del 100% rispetto all'anno precedente, raggiungendo circa 35.000 unità. Il mese scorso, Ersoy ha dichiarato che la Turchia mira ad attrarre un maggior numero di visitatori dai Paesi asiatici, in quanto vuole diventare una delle prime tre destinazioni turistiche del mondo. “Stiamo lavorando a un progetto congiunto con Turkish Airlines per i mercati che vogliamo far crescere rapidamente”. [post_title] => La Turchia vuole più visitatori dalla Cina: intesa fra i due ministeri del turismo [post_date] => 2024-06-07T11:48:08+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717760888000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "aeroitalia intrieri dal domestico allinternazionale ecco la roadmap per crescere" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":55,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1422,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469235","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Giorgia e Daniela. Qualche giorno fa La Stampa ha annunciato come imminente un cambio al ministero del turismo. Al posto della Santanchè dovrebbe arrivare Gianluca Caramanna, che, secondo il giornale torinese sarebbe il vero baluardo dei balneari.\r\n\r\nLa decisione sarebbe già stata presa dal presidente del consiglio Girogia Meloni. Ecco, Giorgia, per noi questo cambio sarebbe una iattura. Anzi ti chiedo di non farlo. Perché mai, come in questi quasi due anni, ci siamo tanto divertiti. La Santanchè per noi rappresenta un must. Una che fa sempre notizia appena si mette a parlare.\r\nArticoli che si scrivono da sè.\r\nDi cosa scriveremo se ci togli la fonte di tutte le nostre invettive e degli sfottò? Abbiamo riempito post e pagine sulle sue interpretazioni del mondo del turismo (tutte sue naturalmente). Ci ha dato spunti meravigliosi durante i momenti più tediosi, che come tu sai, nelle redazioni sono sempre presenti. Bastava leggere una dichiarazione della Santanchè per avere automaticamente un articolo che sollevava il morale a tutti. Come se l'articolo si scrivesse da sè.\r\n\r\nAllora cara Giorgia, presidente del consiglio dei ministri, non farci questo. Lasciaci Daniela. Lasciala continuare il suo lavoro che è la maggiore fonte del nostro lavoro.\r\n\r\nGiuseppe Aloe","post_title":"Giorgia, please, lascia la Santanchè al turismo! Se va via ci togli il lavoro","post_date":"2024-06-11T11:03:21+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1718103801000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469222","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una gamma ancora più ampia di opzioni innovative tra cui scegliere al momento di pianificare una crociera fluviale a guida autonoma. Le Boat e il gruppo Beneteau rinnovano la partnership che porterà la società di noleggio barche a investire oltre 100 milioni di sterline nei prossimi dieci anni in imbarcazioni con il marchio Delphia, brand nato in Polonia e parte del gruppo dal 2018. Delle 400 nuove unità che saranno costruite nel prossimo decennio per Le Boat, 100 saranno realizzate nei prossimi tre anni e almeno 25 nel 2025. Gli ordini riguardano una combinazione dell'attuale gamma Horizon, già in produzione, più 34 esemplari di una nuova imbarcazione premium da una a due cabine, chiamata Liberty, che sarà varata nel 2025.\r\n\r\nInoltre, verrà sviluppato un nuovo modello da tre a quattro cabine, da lanciare nel 2027, interamente progettato in collaborazione con Le Boat, che ne avrà l’esclusiva per la versione charter. Tra le premium features, aria condizionata in tutti gli ambienti e un flybridge di qualità superiore.\r\n\r\nLe nuove imbarcazioni entreranno a far parte anche del programma proprietà-gestione di Le Boat: una formula che dal lancio della flotta Horizon, nel 2016, ha triplicato i suoi volumi. Attraverso questa proposta un cliente può acquistare una barca nuova o usata che viene gestita e manutenuta da Le Boat e può godere ogni anno di otto settimane a bordo della sua houseboat, o un’imbarcazione simile, partendo da una delle 33 basi in nove paesi e 17 regioni tra Europa e Canada e ricevendo una rendita fissa annuale, che la barca venga noleggiata o meno, con un’opzione di rivendita al termine di sette anni.\r\n\r\nDelphia e LeBoat stanno lavorando anche per espandersi nel mercato nordamericano finalizzando la presenza in nuove località, sia per le vacanze charter sia per la vendita di barche. “Siamo lieti di consolidare il nostro rapporto di lunga data con il gruppo Beneteau e sostenere così il nostro percorso di crescita - spiega il managing director di Le Boat, Cheryl Brown -: una relazione che ci consente di sviluppare imbarcazioni di alta qualità a beneficio dei nostri clienti e di guardare positivamente all’espansione in Nord America: una fantastica opportunità per far crescere sia il lato charter sia quello delle vendite di barche.”","post_title":"Le Boat espande la propria flotta. In arrivo investimenti per oltre 100 mln di sterline","post_date":"2024-06-11T10:28:59+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718101739000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469189","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Proposte su misura per ogni tipologia di regime alimentare: il nuovo menù estivo di Vueling risponde alle esigenze di ciascuno con numerose novità che spaziano dall'hamburger a base vegetale di Heüra alla bevanda di soia di ViveSoy, fino ai pop-corn di broccoli gluten-free, senza dimenticare la recente introduzione del petfood del brand di cibo etico per animali Edgard & Cooper.\r\n\r\nLa compagnia aerea del Gruppo Iag ha incluso tra le sue proposte il nuovo hamburger di Heüra, prima opzione 100% a base di proteine vegetali di Vueling. Eccellente fonte di vitamina B12 e ferro, sarà servito in un morbido panino, accompagnato da fette di formaggio Violife al gusto di cheddar, pomodori secchi e basilico\r\n\r\nContinua dall’anno scorso, inoltre, la vendita di petfood Edgard & Cooper per i cani a bordo, proposta introdotta da Vueling nel menù invernale 2023 come prima compagnia in Europa. L’azienda ha sempre avuto un particolare occhio di riguardo per gli animali domestici che - con un peso fino a 8 kg (compreso il trasportino omologato) - possono viaggiare in cabina con i loro proprietari, un animale per passeggero per un massimo di cinque per volo.\r\n\r\n","post_title":"Vueling rinnova il menù estivo con proposte per tutti, dai vegani ai celiaci","post_date":"2024-06-11T09:25:05+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718097905000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469148","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cresce la presenza  di limehome in Italia. L'operatore tedesco ibrido-digitale di hotel e appartamenti si espande a Verona e a Roma, dopo Milano, Lecce e la stessa capitale. La strutture scaligera si trova in particolare in via XX Settembre e viene chiamata la Vigna in Città, perché ospita nel cortile interno appunto una vigna che ha più di 100 anni, nel cuore del quartiere Veronetta. Le 14 unità dispongono di due balconi e cinque parcheggi a uso privato e saranno operative dopo l’estate.\r\n\r\nL’edificio di Roma è situato in via Fortebraccio, a due minuti di distanza a piedi dalla stazione Pigneto e a 20 minuti di metro da tutte le maggiori attrazioni storico-artistiche del centro città. All’interno del palazzo sono previsti 11 serviced apartments in un contesto residenziale che vanta cinque giardini interni privati e quattro ampi balconi a uso degli ospiti. Anche questi saranno operativi dopo l’estate.\r\n\r\n“Siamo entusiasti di annunciare queste nuove aperture e vogliamo proseguire il nostro percorso di crescita sul mercato italiano. Il nostro è un modello molto flessibile, che ci permette di adottare la modalità di gestione più opportuna a seconda della città, dell’immobile e del tipo di domanda, spaziando dai serviced apartments, fino a residenze turistico alberghiere e hotel, valutando quindi interi edifici dotati di accesso indipendente di varie dimensioni e proponendo un abito su misura - spiega Alessandro Giuffrè, country manager Italia di limehome -. Siamo quindi sempre alla ricerca di immobili e studiamo attivamente diverse opportunità lungo tutto lo Stivale, sia in città principali, sia nelle cosiddette secondarie con grande potenziale, dove miriamo a portare un prodotto a gestione professionale che possa soddisfare le esigenze sia del businessman, sia del turista che viaggia con la propria famiglia”.\r\n\r\nLa rapida espansione in Italia va di pari passo con l’ampliamento del portfolio europeo, aumentato di quasi il 14% nel primo trimestre del 2024. La maggior parte dei nuovi contratti di locazione è stata stipulata in Austria, Portogallo, Spagna e Italia e ha permesso a limehome di raggiungere 6.800 appartamenti in dieci Paesi.","post_title":"Cresce la presenza limehome in Italia: new entry a Verona e a Roma","post_date":"2024-06-10T11:45:37+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1718019937000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469151","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Anche per il 2024 Volotea sarà sponsor del Red Valley Festival, l’evento musicale che dal 2015 anima le notti sarde: la kermesse andrà in scena dal 14 al 17 agosto all’Olbia Arena con la partecipazione, tra gli altri, di Annalisa, Geolier, Max Pezzali, Ghali, Sfera Ebbasta, Salmo&Noyz, Macklemore, Tommaso Paradiso e Charlotte De Witte, giusto per citarne alcuni.\r\n\r\n“Rinnovare la sponsorship del Red Valley Festival significa confermare ancora una volta il nostro duraturo e fermo impegno verso la Sardegna e l’importanza strategica dell’isola, così come di Olbia, una delle nostre basi operative, ribadendo ulteriormente la nostra volontà di restare e proseguire il nostro percorso di crescita sul territorio – ha commentato Valeria Rebasti, international market director di Volotea -. Anche per quest’estate ci prepariamo a scendere in pista al Costa Smeralda con un’offerta senza precedenti in termini di destinazioni: son ben 28 i collegamenti che operiamo, 14 domestici e 14 internazionali, offrendo così la possibilità di raggiungere ancora più facilmente il festival più caldo dell’estate, per una vacanza all’insegna di musica, sole e mare”.\r\n\r\nPresente a Olbia dal 2012, Volotea collega l’aeroporto Costa Smeralda con 28 destinazioni, a conferma della centralità dello scalo sardo: 14 in Italia (Ancona, Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano Bergamo, Napoli, Palermo, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia e Verona) e 14 all’estero (Barcellona, Bilbao, Madrid, Valencia, Bordeaux, Brest, Deauville, Lille, Lione, Marsiglia, Nantes, Parigi Orly, Strasburgo e Tolosa).","post_title":"Volotea rinnova anche per il 2024 la sponsorship del Red Valley Festival di Olbia","post_date":"2024-06-10T11:37:34+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718019454000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469129","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sostenibilità ambientale al centro delle attività di Formentera grazie al nuovo piano promozionale e al lancio di nuovi itinerari ideali per attrarre il mercato italiano che si conferma al secondo posto, dopo il turismo domestico.\r\n \r\n\"L' isola più piccola delle Baleari  offre da sempre oltre alle spiagge tante altre possibilità di relax e divertimento - ha spiegato Leonardo Metastasio, tourism promotion manager di Formentera, incontrando il trade a Roma - sta lanciando ulteriori iniziative mirate anche ad ampliare la stagione. Si parte da 30 circuiti verdi in bici o a piedi e parchi naturali, alla gastronomia e le visite alle cantine, fino all' astroturismo per l'osservazione di stelle e costellazioni, lo snorkeling anche per il turismo familiare perché fruibile facilmente  a pochi metri dalla riva, e le escursioni. Stiamo investendo molto, e con risultati incoraggianti, sugli eventi e lo sport come Formentera Zen,  Jazz Festival, Flower Power oppure maratone e gare fino ad ottobre\".\r\n\r\n \r\nImpegno anche per riattivare le attività dei tour operator che al momento sono in difficoltà a programmare la destinazione che non conta grandi strutture \"l'sola - spiega il manager - accoglie prettamente un turismo individuale e l'amministrazione sta lavorando con le agenzie e la filiera per allungare la stagione e puntare sempre su un target  dai 35 anni in su. Ci saranno ristrutturazioni di hotel come Las Dunas, al momento l'isola conta 8 mila posti letto e se ne apriranno altri 1.000 per due o tre strutture, altri sono congelati. Poi in futuro possiamo aprire altri spazi presso le strutture dei residenti, ma dovremo attendere delle leggi\".\r\n","post_title":"Formentera si rilancia: turismo green, eventi e destagionalizzazione","post_date":"2024-06-10T10:03:58+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1718013838000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469091","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ci sarà anche Ryanair tra i protagonisti del debutto dell'aeroporto di Salerno Costa d’Amalfi: dopo easyJet e Volotea, la low cost irlandese sarà il terzo vettore a operare voli domestici e internazionali dallo scalo di Pontecagnano, probabilmente da fine luglio.\r\n\r\nAd anticipare l’interessamento di Ryanair era stato, a inizio marzo, Jason McGuinness, il chief commercial officer della low cost, a margine di un evento stampa tenutosi a Napoli. Ora, secondo quanto riferisce Il Mattino – la trattativa tra la Gesac e la compagnia si sarebbe conclusa proprio negli ultimi giorni. \r\nCountdown\r\nIntanto, è partito il countdown per l'apertura dell'aeroporto, porta d'accesso alla Costiera Amalfitana: \"Un altro miracolo che mi permetto di rivendicare come Regione Campania - ha commentato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca -. Eravamo l’unica grande regione che aveva un solo aeroporto. Siamo riusciti a fare questa unificazione con Capodichino quindi avremo un altro volano di sviluppo per tutto il territorio a Sud di Salerno”. \r\n\r\nSi prevede che l’aeroporto attrarrà 3 milioni di visitatori nell’arco di tre anni, rappresentando una svolta per l’area sud della Campania.\r\n\r\n\r\n\r\n \r\n\r\n\r\n","post_title":"Anche Ryanair volerà dal nuovo scalo di Salerno, probabilmente da fine luglio","post_date":"2024-06-07T12:39:51+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1717763991000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469057","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Rendere i territori, anche quelli detti con un'espressione poco fortunata  minori, turisticamente fruibili. Il tutto, dando vita a forme di economia circolare, basate su un'offerta capace di coniugare il soggiorno di breve o medio periodo con le esperienze più varie: digital detox, escursioni nella natura, visite ai musei, degustazioni enogastronomiche, turismo delle radici e molto altro ancora. E' questo l'obiettivo di un destination manager come Giancarlo Dell'Orco, tra i soci fondatori di Assidema, la nuova associazione dedicata a questa professione emergente:  \"Personalmente, ho scelto di dedicarmi soprattutto alle aree minori, perché sono convinto che partendo dal piccolo, imparando a gestirlo e a valorizzarlo, si può poi successivamente passare anche al grande\".\r\n\r\nL'obiettivo di Dell'Orco è quello di creare una governance del territorio, in grado di integrare al meglio pubblico e privato, domanda e offerta: \"Da qui l'idea dell'impresa di comunità, quale forma alla base di consorzi, cooperative e società capaci sia di gestire i fondi istituzionali, come per esempio quelli legati al Pnrr, sia di rafforzare i piccoli imprenditori locali\". L'attività di Dell'Orco, fondatore tra le altre cose della cooperativa grossetana Coopera e del #Progetto Borghi per la valorizzazione dei piccoli centri urbani, si è per esempio concretizzata in una serie di programmi prototipo nella Maremma Toscana: \"Abbiamo messo insieme alcuni comuni del territorio per creare un'offerta in grado di aggiungersi a quella balneare più tradizionale, anche in risposta al fenomeno overtourism. L'attività ha incluso pure il recupero di alcuni immobili, riconvertiti per varie tipologie di esigenze ricettive, comprese quelle legate allo smart working o alla gestione di proprietà acquisite da stranieri\".\r\n\r\nMa il valore delle imprese di comunità, prosegue Dell'Orco, \"sta anche nella loro capacità di generare metriche affidabili, in grado di misurare l'impatto economico delle varie attività e quindi di attirare nel medio periodo ulteriori investimenti. Come per esempio è già avvenuto con Wind in relazione al progetto smart working. L'idea di fondo è che se l'introduzione negli anni '80 del modello agrituristico ha salvaguardato un'importante quota di campagne di italiane, oggi occorre creare nuovi modelli capaci di evitare lo spopolamento di molti borghi delle aree interne. Magari anche creando connessioni virtuose con i principali centri metropolitani della Penisola, per incentivare un turismo di prossimità oggi sempre più popolare\".\r\n\r\nIn tale contesto Assidema potrà quindi giocare un ruolo importante: \"Prima di tutto tutelando la figura del destination manager - conferma Dell'Orco -, nonché facendo crescere nuove generazioni di professionisti. Creando inoltre connessioni proficue tra dmc, tour operator, agenzie di viaggi e l'ingente mole di offerta frammentata già presente sui nostri territori. Tra gli obiettivi c'è infine l'idea di vedere il nostro ruolo riconosciuto con un codice Ateco ad hoc, necessario per avere le garanzie utili a stringere accordi anche finanziari, nonché magari persino con la creazione di un albo professionale dedicato\".","post_title":"Dell'Orco, Assidema: partire dal piccolo per imparare a gestire il grande","post_date":"2024-06-07T11:53:40+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1717761220000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469063","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova collaborazione fra Turchia e Cina in ambito turistico: i due ministri del turismo (rispettivamente, Mehmet Nuri Ersoy e  Sun Yeli)  hanno infatti firmato nei giorni scorsi a Istanbul un protocollo d'intesa che delinea piani di cooperazione per gli investimenti, la promozione e il marketing del turismo, scambi di programmi, oltre che per la conservazione e la promozione del patrimonio culturale di entrambi i Paesi.\r\n\r\n“Desideriamo stabilire relazioni molto più strette tra la Turchia e la Repubblica Popolare Cinese, sia a livello culturale che nel campo del turismo”, ha dichiarato Ersoy.\r\n\r\nUna nota ufficiale sottolinea che la Turchia sta lavorando attivamente per aumentare il proprio appeal nei confronti dei turisti cinesi: nel 2023, 248.000 viaggiatori provenienti dalla Cina hanno visitato il Paese.\r\n\r\nNei primi quattro mesi del 2024, la Turchia ha accolto quasi 112.000 visitatori cinesi, con un aumento del 131% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. I turisti cinesi hanno rappresentato poco più dell'1% di tutti gli arrivi di turisti stranieri in Turchia nel periodo gennaio-aprile. Nel solo mese di aprile, il numero di turisti cinesi che hanno visitato il Paese è aumentato del 100% rispetto all'anno precedente, raggiungendo circa 35.000 unità.\r\n\r\nIl mese scorso, Ersoy ha dichiarato che la Turchia mira ad attrarre un maggior numero di visitatori dai Paesi asiatici, in quanto vuole diventare una delle prime tre destinazioni turistiche del mondo. “Stiamo lavorando a un progetto congiunto con Turkish Airlines per i mercati che vogliamo far crescere rapidamente”.","post_title":"La Turchia vuole più visitatori dalla Cina: intesa fra i due ministeri del turismo","post_date":"2024-06-07T11:48:08+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1717760888000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti