25 July 2024

Adr in marcia verso il futuro: all’Innovation Hub di Fiumicino arrivano 13 nuove startup

[ 0 ]

L’Innovation Hub dell’aeroporto di Roma Fiumicino cresce con il debutto di 13 nuove startup, selezionate tra le 116 aziende che hanno risposto alla seconda “Call for Ideas” lanciata da Adr lo scorso dicembre.

Perl’occasione, che ha richiamato startup provenienti da ogni parte del mondo – Aeroficial Intelligence, A&K Robotics, ArgosAI, Auxilia, Designhubz, Essential Aero, Guimu Robot, HamsaID, Matroid, ReLearn, Proteso, Wintics e ZestIOT – l’Innovation Cabin Crew di Aeroporti di Roma ha organizzato tre workshop sulle sfide future dei tre più importanti trend aeroportuali: passenger experience, sicurezza aeroportuale e automazione dei processi. Durante la giornata è stato inoltre possibile per gli ospiti invitati all’evento, effettuare dei meeting one to one con le startup e con i membri dell’Innovation Cabin Crew.

“Celebriamo il lancio del secondo programma di accelerazione di Aeroporti di Roma – ha affermato Emanuele Calà, vice president Innovation and Quality di Adr – abbiamo oltre 70 colleghi da tutto il mondo: aeroporti, compagnie aeree e startup che rappresentano 3 continenti e oltre 20 nazionalità, che oggi sono qui riuniti per assistere alla presentazione dei 13 progetti che verranno sviluppati nell’Innovation Hub al Terminal 1 di Fiumicino, insieme alle startup, ai partner e ai membri dell’Innovation Cabin Crew di Aeroporti di Roma”.

Gli startupper insediati all’Innovation Hub di Fiumicino, il primo acceleratore industriale in Italia in ambito aviation, per i prossimi 6 mesi previsti dal loro mandato dovranno risolvere le 8 sfide proposte dalla seconda Call for Ideas che prevede la ricerca di soluzioni innovative per le seguenti challenges: Predictive Maintenance, Enhance Terminal Processes, Improve Airside Operations, Passenger Experience, Community & Sustainability, Environmental Impact, Commercial Opportunities, Disruptive Solutions.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472189 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aeroitalia rilancia sulla Romania e apre a Bacau la sua prima base internazionale (l'ottava operativa) con il posizionamento di un aeromobile Boeing 737.  A meno di un anno e mezzo dal lancio del volo diretto tra Roma Fiumicino e Bacau, la compagnia aerea rafforza la sua presenza sullo scalo con un incremento della capacità del 40% e potenziando le frequenze verso Roma, Milano-Bergamo e aggiungendo la rotta Bacau-Torino-Cuneo. Nel dettaglio, dal prossimo 12 agosto saranno operativi i seguenti collegamenti settimanali da Bacau: 10 su Roma Fiumicino, 5 su Milano Bergamo, 2 su Torino-Cuneo; a questi si aggiungono 7 frequenze su Catania via Roma, 7 su Palermo, 7 su Olbia e 7 su Alghero (tutte via Roma) e 4 su Comiso, sempre via Fiumicino. «L'apertura della nostra ottava base a Bacau conferma l'impegno di Aeroitalia nei confronti dei clienti della regione di Bacau e della Moldavia, con il chiaro obiettivo di ricollegare Bacau e la regione le destinazioni più affascinanti d’Italia - ha dichiarato Krassimir Tanev - chief commercial officer di Aeroitalia -. Inoltre, grazie alla forte domanda dei nostri collegamenti siamo in grado di espandere il servizio Roma-Fiumicino fino a raddoppiare le frequenze giornaliere e di offrire ai passeggeri una connettività ancora migliore verso l'Italia con tre rotte dirette e 5 servizi one-stop verso la Sicilia e la Sardegna e rimaniamo impegnati a continuare ad espandere il nostro portafoglio di rotte a partire dal programma di voli della Winter 2024 offrendo ancora più opzioni di viaggio a prezzi leader del settore”.     [post_title] => Aeroitalia apre a Bacau la prima base internazionale. Voli anche per Cuneo, oltre Roma e Milano Bergamo [post_date] => 2024-07-24T14:19:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721830757000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472153 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono ben cinque gli indirizzi del gruppo Viva che si possono oggi fregiare del livello tre, Proficient (su cinque), del Wyndham Green Program. Nel solco di un impegno verso la sostenibilità che prosegue ormai da anni, la compagnia italo-caraibica ha infatti intrapreso anche il programma in cinque step del partner commerciale americano. A raggiungere i migliori risultati sono stati quindi, in Repubblica Dominicana, i Viva Dominicus Beach, Dominicus Palace e V Samaná. Da tempo il gruppo spinge infatti l’acceleratore della sostenibilità sull’isola, dove sorge la maggioranza delle proprie strutture, tutte alimentate da energie rinnovabili (nel caso del V Samaná, il 68% del fabbisogno energetico è fornito dal fotovoltaico). In Messico il livello tre è stato assegnato invece ai Viva Maya e Azteca. Nel mese di luglio è arrivato inoltre un nuovo, importante traguardo ambientale in riviera Maya: la foundation for Environmental education México ha assegnato la bandiera Blu alla spiaggia delle due strutture. I processi di analisi sono durati un anno e la certificazione ha validità luglio 2024-giugno 2025. “Crediamo davvero molto nella necessità di proteggere l’ambiente, e in particolare il mare - sottolinea la corporate director marketing and public relations Viva Resorts, Erika Sordo -: da due decadi ci adoperiamo in percorsi che rendano concreta la sostenibilità ambientale e sociale. Passo dopo passo, sposiamo iniziative che aspirano a coinvolgere tutti; i nostri team, le comunità locali dove operiamo, gli ospiti internazionali. Abbiamo la fortuna di vivere in luoghi meravigliosi, che attirano persone da vari continenti; è una responsabilità fare business minimizzando il più possibile l’impatto. Ci piace pensare a una catena circolare, in cui ciascuno riceve e dà”. [post_title] => Prosegue l'impegno eco dei Viva Resorts grazie anche al Wyndham Green Program [post_date] => 2024-07-24T11:22:10+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721820130000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472104 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Meta di grande fascino, siti archeologici, antiche città e moderne metropoli; mare, natura, cultura e grandi eventi da vivere e scoprire nei nuovi itinerari: in altre parole, Arabia Saudita. Viaggi individuali, di gruppo, viaggi di nozze o semplicemente viaggi al femminile, l’offerta turistica estiva e autunnale della destinazione è a tutto tondo. Un comparto, quello del turismo saudita, che ha registrato un boom di crescita in pochi anni: «Un balzo al dodicesimo posto tra i paesi più visitati a pochi anni dall’apertura dal 27 settembre del 2019 per gli oltre 40 paesi con l’e-Visa - riferisce il vice presidente della Saudi Tourism Authority, Mohammed Amer AlModhayan, marketing e communications per il mercato americano e europeo. L’occasione per conoscere i rappresentanti di Visit Saudi e le novità della stagione, è l’evento presso la Rinascente di Piazza Duomo a Milano, nel progetto di collaborazione tra Visit Saudi, Ita Airways e Rinascente di Roma e Milano per la promozione culturale e turistica della destinazione, unito alle realtà iconiche del Paese. [caption id="attachment_472106" align="alignleft" width="225"] Rinascente Piazza Duomo Milano[/caption] Visit Saudi è stata presente come punto di informazione e promozione all’interno della Rinascente di Roma dall'11 giugno per due settimane e a Milano dal 16 al 29 luglio, con musica, video e momenti di incontro con gli ambasciatori del turismo. Disponibili presso gli hub anche i buoni offerti da Ita per voli verso la destinazione con partenze tutto l’anno. «Una popolazione dalle diverse culture, di oltre 30 milioni di abitanti, i sauditi hanno tirato fuori il meglio del proprio Paese nel settore turistico in questi ultimi due anni, pronti a offrire ai visitatori originalità» sottolinea AlModhayan. Fra gli elementi che hanno contribuito alla crescita esponenziale turistica saudita si confermano l’offerta diversificata, l’accessibilità, la connettività, eventi, distribuzione e promozione: «Potenzialità della destinazione turistica uniti a paesaggi che spaziano dal mare alla montagna, dal deserto alle città antiche e moderne - aggiunge AlModhayan – progetti come The Red Sea e la sua barriera corallina incontaminata, AlUla, Neom e Sindalah con nuove aperture alberghiere e acquasport». Gli arrivi da America e Europa hanno raggiunto i 2,4 milioni nel 2023 dopo una ripartenza di 265 mila visitatori nel 2021. L’aspettativa è di chiudere attorno ai 3,5 milioni di visitatori per il 2024. Sono stati invece 77.000 i visitatori italiani nel 2023. A fine giugno 2024 si registrano già 42.000 arrivi e un incremento del +17% rispetto all’anno precedente. L’Italia si posiziona al quarto posto per numero di visitatori tra i mercati europei. Accessibilità facilitata grazie all’e-visa ottenibile online o all’arrivo in aeroporto per viaggi leisure, visti business e pellegrinaggi Humra. I collegamenti aerei sono numerosi e garantiti oltre che da Saudia e Ita Airways, anche da Wizz Air, Etihad, Emirates, Turkish Airlines. «La nostra linea di sviluppo turistico prosegue su investimenti e promozione secondo il leit motive 'Saudi the art of Arabia’ con l’obiettivo di continuare a far conoscere la destinazione e proseguire con la formazione di operatori turistici e agenti di viaggio. I risultati oggi sono ottimi. Lavoriamo per una crescita che se arriverà a 5 milioni di visitatori nel 2025, non ci sorprenderà». [gallery ids="472117,472116,472115"] [post_title] => Arabia Saudita e l'inarrestabile ascesa del turismo. Italia quarto mercato europeo [post_date] => 2024-07-24T10:07:27+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => arabia-saudita [1] => visit-saudi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Arabia Saudita [1] => Visit Saudi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721815647000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472083 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air France ha battezzato l'ultimo aereo di lungo raggio entrato in flotta con il nome di 'Paris', città ospitante della 33ª Olimpiade dell'era moderna di cui la compagnia aerea è partner ufficiale. L'Airbus A350 - configurato con 48 posti in business class, 32 in Premium Economy e 212 in Economy - porta il nome di Parigi e il logo ufficiale dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024 sulla parte anteriore della fusoliera. Dal 2019 Air France ha ripreso la tradizione di dare ai suoi aeromobili il nome di città francesi. Ciò consente alla compagnia di promuovere le regioni francesi in tutto il mondo. “Paris” è l'ultimo aeromobile che si aggiunge alla flotta, dopo Lione, Saint-Denis de la Réunion e Grasse, i nomi degli altri aeromobili attualmente in servizio. Con una flotta di 256 aeromobili, il vettore opera quasi 1.000 voli al giorno da Parigi-Charles de Gaulle e Parigi-Orly verso quasi 200 destinazioni in tutto il mondo. Nel dettaglio, la compagnia prevede di trasportare il 15% degli atleti olimpici, il 35% degli atleti paralimpici e il 13% dei membri della “famiglia olimpica e paralimpica”. Complessivamente, si aspettano fino a 125.000 passeggeri al giorno quest'estate. Entro il 2030 il 70% della flotta Air France sarà costituito da aeromobili di ultima generazione - rispetto al 20% del 2023 - grazie a un ambizioso piano di investimenti di un miliardo di euro all'anno. [post_title] => Air France: si chiama 'Paris' l'ultimo A350 entrato in flotta, in onore della città che ospita le Olimpiadi [post_date] => 2024-07-24T09:35:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721813708000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472076 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riflettori puntati sulla business class e sui viaggiatori premium per Turkish Airlines, che al Farnborough Airshow ha presentato la nuova suite che sarà disponibile sui voli intercontinentali. La Crystal Business Class è dotata di sedili con porta regolabile e pannello per la privacy, una larghezza che è stata estesa di 23 pollici, maggiore spazio per i piedi e accesso diretto al corridoio per tutti i passeggeri. La suite presenta colori più chiari e caldi, in linea con l'identità del marchio “Flow”. Come per il precedente prodotto di business class, la suite includerà luci ambientali e di lettura regolabili, prese di corrente universali e unità di ricarica Usb-C, ricarica wireless, schermo Ife da 22 pollici con jack audio a cancellazione del rumore, specchio regolabile e cuscino sullo schienale. Le nuove poltrone saranno installate gradualmente sugli A350 in ordine e si prevede di introdurle in un secondo momento anche sulla flotta di Boeing 777. «La nuova suite di Crystal Business Class aggiungerà un nuovo capitolo per i nostri viaggi di lusso a lungo raggio e porterà la compagnia aerea nel futuro con un nuovo livello di comfort e privacy attraverso il nostro ampio network globale - ha dichiarato Ahmet Bolat, presidente del consiglio di amministrazione e del comitato esecutivo del vettore di bandiera turco -. Il design, appositamente creato, completerà le nostre pluripremiate opzioni di ristorazione a bordo, per continuare a offrire ai passeggeri un'esperienza senza pari al di sopra delle nuvole». Qualche giorno fa Turkish ha annunciato l'intenzione di offrire il wifi gratuito e illimitato su tutta la flotta a partire dalla fine del 2025. [gallery ids="472105,472111,472112"] [post_title] => Turkish Airlines svela la nuova Crystal Business Class che sarà a bordo degli A350 [post_date] => 2024-07-24T09:25:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721813153000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472090 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ethiopian Airlines aumenta la capacità offerta sulla Addis Abeba-Roma Fiumicino dove, dal prossimo 1° dicembre, le frequenze saliranno dalle attuali sette a dieci alla settimana. In vista del picco di traffico delle festività natalizie, i passeggeri in cerca di destinazioni per le vacanze o che desiderano ricongiungersi con la famiglia e gli amici, potranno avvalersi di più opzioni al momento della prenotazione.  Viene così ampliata anche la connettività verso numerose destinazioni in Africa, tra cui Accra, Asmara, Delhi, Gibuti, Entebbe, Garowe, Hargeisa, Johannesburg, Juba, Kigali, Mogadiscio, Mombasa.  I nuovi voli saranno operati nei giorni di venerdì, sabato e domenica, con partenza da Roma alle 06.00 e arrivo in Etiopia alle 13.40; il rientro da Addis Abeba alle 16.00 con arrivo a Fiumicino alle 20.30. [post_title] => Ethiopian Airlines rilancia su Roma: da dicembre i voli passano da 7 a 10 alla settimana [post_date] => 2024-07-24T09:00:38+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721811638000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472071 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467856" align="alignleft" width="300"] Elena Carlino[/caption] Crescono del 35% le richieste per trasferte sostenibili che giungono presso gli uffici della divisione business travel di Gattinoni. Lo evidenzia la ricerca, Business travel 2030. Sfide, opportunità e la trasformazione della gestione dei viaggi d’affari, che il gruppo ha commissionato a Travel for business a fine 2023. Il dato rispecchia una mutata propensione delle aziende verso il tema della mobilità, tanto che appena il 19% degli intervistati ha dichiarato di non aver ancora adottato misure specifiche per rendere i viaggi d’affari più sostenibili. L’87% del campione di travel manager coinvolto tende invece a selezionare fornitori con cui negoziare opzioni di qualità in linea con principi sostenibili; l’82% dichiara di voler prenotare servizi più ecologici, mentre per il 49% sarebbe utile integrare gli indicatori di sostenibilità nelle ipotesi di viaggio. Un altro dato interessante è che, nel portfolio Gattinoni Business Travel, il 20% delle aziende attribuisce maggior valore alle soluzioni sostenibili rispetto agli aspetti economici: nelle aziende più strutturate e responsabili si è in altre parole disposti ad alzare il budget a fronte di strutture e servizi in linea con le politiche di sostenibilità aziendale. “Siamo impegnati a rispondere alle crescenti richieste di trasferte più ecologiche e sicure - sottolinea la direttrice commerciale di Gattinoni Business Travel, Elena Carlino -. Con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e garantire la tracciabilità delle transazioni, stiamo implementando strategie avanzate che rispondano alle esigenze del mercato. Siamo pronti a guidare il settore dei viaggi d’affari verso un futuro più sostenibile e sicuro, attraverso l’adozione di trasferte aziendali che rispettino l’ambiente e promuovano il benessere sociale”. il tema della sostenibilità è peraltro al centro delle politiche di tutto il gruppo Gattinoni. Da tempo la compagnia ha infatti avviato un percorso verso una certificazione di sostenibilità, insieme ad Up2You, società autorizzata a calcolare i livelli di carbon footprint, nell’ottica di una compensazione delle emissioni e dell'attuazione di una serie di azioni per ridurle nel medio periodo. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, il gruppo aderisce al Saf corporate program di Air France Klm: l’iniziativa che sostiene attivamente la produzione e l’utilizzo del carburante sostenibile per l’aviazione. [post_title] => Gattinoni Business Travel: richieste per trasferte sostenibili a +35% [post_date] => 2024-07-23T14:21:01+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721744461000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472034 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I taxi volanti debutteranno nei cieli della  Lombardia e del Nord Italia in un futuro ormai prossimo - il 2027 - grazie alla firma di un Memorandum of Understanding tra Lilium (produttore leader di aeromobili elettrici e pioniere della Mobilità Aerea Regionale), Sea Milan Airports e Skyports Infrastructure (specializzata nelle infrastrutture per vertiporti per l'industria della mobilità aerea regionale).   L'intesa, raggiunta al Farnborough International Airshow, getta le basi per lo sviluppo di una rete di vertiporti per aeromobili elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVtol). Proprio la Lombardia è una location strategicamente importante per i partner: qui risiede quasi un quinto della popolazione italiana e con oltre 37 milioni di visitatori annuali, la mobilità aerea completerà e integrerà le soluzioni di mobilità già esistenti nella regione, offrendo viaggi più veloci e a basse emissioni tra le principali località.   La rete di vertiporti operati con Lilium Jet sarà attiva entro il 2027, con una serie di rotte di mobilità aerea regionale che serviranno le principali località della Lombardia: la prima collegherà l'aeroporto di Milano Malpensa - che lo scorso anno ha movimentato oltre 26 milioni di passeggeri - e il centro di Milano.   Per lo sviluppo e l’operatività dei vertiporti in Lombardia e in Italia, Sea, Skyports e il loro azionista 2i Aeroporti stanno costituendo una società in joint venture. «Nel 2030 stimiamo circa 2.000 passeggeri trasportati dai taxi volanti ogni giorno nell’area» aveva dichiarato recentemente l’ad di Sea, Armando Brunini. Per costruire i primi quattro vertiporti sono previsti investimenti per poco più di 30 milioni di euro e per il 2030 si stima un fatturato attorno ai 13 milioni di euro con un utile di circa 2 milioni. [post_title] => Taxi volanti pronti a decollare nel Nord Italia: accordo Sea, Lilium e Skyports [post_date] => 2024-07-23T11:51:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721735469000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471883 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Autorita’ di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale ha pubblicato nei giorni scorsi il bando per il concorso di idee per la riqualificazione dell'area di interazione "porto-città" di Marina di Carrara, denominata "Waterfront ambito 3 e aree adiacenti". Il bando è stato predisposto a seguito del protocollo di intesa sottoscritto da AdSP e Comune di Carrara lo scorso aprile. «È iniziato un profondo cambiamento nel rapporto fra il porto e la città che mi auguro sia, entro qualche mese, completato con il piano regolatore- commenta il Presidente dell’AdSP Mario Sommariva -  Questo concorso di idee rappresenta il completamento dei progetti relativi al waterfront in corso di realizzazione. Il recupero dell'area individuata come lotto 3, rappresenta la completa ricucitura fra il mare e la città, pensare ad un’opera iconica significa creare bellezza e luoghi d'incontro per i cittadini ed attrattive stabili per il turismo, magari in sintonia con lo sviluppo delle crociere. Se si riuscirà a chiudere il piano regolatore verrà restituita alla città anche l'area ex Simposio, oggi destinata allo sviluppo portuale, con ciò chiudendo il cerchio di un equilibrio urbanistico ed industriale fra porto, città ed il suo retroterra produttivo». Le aree interessate dal concorso di idee ricadono in quelle da dedicare al completamento del cosiddetto "Waterfront" e che dovrebbero ospitare funzioni prevalentemente urbane tra le quali: la realizzazione di spazi per spostare la zona della movida; disegnare un raccordo armonico tra via Rinchiosa, viale Colombo, l'area della Caravella, la pineta e la nuova passeggiata a mare; la presenza di un'opera che possa essere rappresentativa di Marina e la previsione di uno sviluppo omogeneo di tutto viale Vespucci fino alla rotonda Paradiso. La scadenza del concorso è prevista per il 23 Settembre 2024 ed il primo premio sarà di euro 10.000,00.   [post_title] => Marina di Carrara, pubblicato il bando per il concorso di idee per la riqualificazione del waterfront [post_date] => 2024-07-23T11:09:13+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721732953000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "adr in marcia verso il futuro allinnovation hub di fiumicino arrivano 13 nuove startup" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":105,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2659,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472189","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Aeroitalia rilancia sulla Romania e apre a Bacau la sua prima base internazionale (l'ottava operativa) con il posizionamento di un aeromobile Boeing 737. \r\n\r\nA meno di un anno e mezzo dal lancio del volo diretto tra Roma Fiumicino e Bacau, la compagnia aerea rafforza la sua presenza sullo scalo con un incremento della capacità del 40% e potenziando le frequenze verso Roma, Milano-Bergamo e aggiungendo la rotta Bacau-Torino-Cuneo.\r\n\r\nNel dettaglio, dal prossimo 12 agosto saranno operativi i seguenti collegamenti settimanali da Bacau: 10 su Roma Fiumicino, 5 su Milano Bergamo, 2 su Torino-Cuneo; a questi si aggiungono 7 frequenze su Catania via Roma, 7 su Palermo, 7 su Olbia e 7 su Alghero (tutte via Roma) e 4 su Comiso, sempre via Fiumicino.\r\n\r\n«L'apertura della nostra ottava base a Bacau conferma l'impegno di Aeroitalia nei confronti dei clienti della regione di Bacau e della Moldavia, con il chiaro obiettivo di ricollegare Bacau e la regione le destinazioni più affascinanti d’Italia - ha dichiarato Krassimir Tanev - chief commercial officer di Aeroitalia -. Inoltre, grazie alla forte domanda dei nostri collegamenti siamo in grado di espandere il servizio Roma-Fiumicino fino a raddoppiare le frequenze giornaliere e di offrire ai passeggeri una connettività ancora migliore verso l'Italia con tre rotte dirette e 5 servizi one-stop verso la Sicilia e la Sardegna e rimaniamo impegnati a continuare ad espandere il nostro portafoglio di rotte a partire dal programma di voli della Winter 2024 offrendo ancora più opzioni di viaggio a prezzi leader del settore”.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Aeroitalia apre a Bacau la prima base internazionale. Voli anche per Cuneo, oltre Roma e Milano Bergamo","post_date":"2024-07-24T14:19:17+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721830757000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472153","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono ben cinque gli indirizzi del gruppo Viva che si possono oggi fregiare del livello tre, Proficient (su cinque), del Wyndham Green Program. Nel solco di un impegno verso la sostenibilità che prosegue ormai da anni, la compagnia italo-caraibica ha infatti intrapreso anche il programma in cinque step del partner commerciale americano.\r\n\r\nA raggiungere i migliori risultati sono stati quindi, in Repubblica Dominicana, i Viva Dominicus Beach, Dominicus Palace e V Samaná. Da tempo il gruppo spinge infatti l’acceleratore della sostenibilità sull’isola, dove sorge la maggioranza delle proprie strutture, tutte alimentate da energie rinnovabili (nel caso del V Samaná, il 68% del fabbisogno energetico è fornito dal fotovoltaico).\r\n\r\nIn Messico il livello tre è stato assegnato invece ai Viva Maya e Azteca. Nel mese di luglio è arrivato inoltre un nuovo, importante traguardo ambientale in riviera Maya: la foundation for Environmental education México ha assegnato la bandiera Blu alla spiaggia delle due strutture. I processi di analisi sono durati un anno e la certificazione ha validità luglio 2024-giugno 2025.\r\n\r\n“Crediamo davvero molto nella necessità di proteggere l’ambiente, e in particolare il mare - sottolinea la corporate director marketing and public relations Viva Resorts, Erika Sordo -: da due decadi ci adoperiamo in percorsi che rendano concreta la sostenibilità ambientale e sociale. Passo dopo passo, sposiamo iniziative che aspirano a coinvolgere tutti; i nostri team, le comunità locali dove operiamo, gli ospiti internazionali. Abbiamo la fortuna di vivere in luoghi meravigliosi, che attirano persone da vari continenti; è una responsabilità fare business minimizzando il più possibile l’impatto. Ci piace pensare a una catena circolare, in cui ciascuno riceve e dà”.","post_title":"Prosegue l'impegno eco dei Viva Resorts grazie anche al Wyndham Green Program","post_date":"2024-07-24T11:22:10+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1721820130000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472104","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Meta di grande fascino, siti archeologici, antiche città e moderne metropoli; mare, natura, cultura e grandi eventi da vivere e scoprire nei nuovi itinerari: in altre parole, Arabia Saudita. Viaggi individuali, di gruppo, viaggi di nozze o semplicemente viaggi al femminile, l’offerta turistica estiva e autunnale della destinazione è a tutto tondo.\r\n\r\nUn comparto, quello del turismo saudita, che ha registrato un boom di crescita in pochi anni: «Un balzo al dodicesimo posto tra i paesi più visitati a pochi anni dall’apertura dal 27 settembre del 2019 per gli oltre 40 paesi con l’e-Visa - riferisce il vice presidente della Saudi Tourism Authority, Mohammed Amer AlModhayan, marketing e communications per il mercato americano e europeo.\r\n\r\nL’occasione per conoscere i rappresentanti di Visit Saudi e le novità della stagione, è l’evento presso la Rinascente di Piazza Duomo a Milano, nel progetto di collaborazione tra Visit Saudi, Ita Airways e Rinascente di Roma e Milano per la promozione culturale e turistica della destinazione, unito alle realtà iconiche del Paese.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_472106\" align=\"alignleft\" width=\"225\"] Rinascente Piazza Duomo Milano[/caption]\r\n\r\nVisit Saudi è stata presente come punto di informazione e promozione all’interno della Rinascente di Roma dall'11 giugno per due settimane e a Milano dal 16 al 29 luglio, con musica, video e momenti di incontro con gli ambasciatori del turismo. Disponibili presso gli hub anche i buoni offerti da Ita per voli verso la destinazione con partenze tutto l’anno.\r\n\r\n«Una popolazione dalle diverse culture, di oltre 30 milioni di abitanti, i sauditi hanno tirato fuori il meglio del proprio Paese nel settore turistico in questi ultimi due anni, pronti a offrire ai visitatori originalità» sottolinea AlModhayan.\r\n\r\nFra gli elementi che hanno contribuito alla crescita esponenziale turistica saudita si confermano l’offerta diversificata, l’accessibilità, la connettività, eventi, distribuzione e promozione: «Potenzialità della destinazione turistica uniti a paesaggi che spaziano dal mare alla montagna, dal deserto alle città antiche e moderne - aggiunge AlModhayan – progetti come The Red Sea e la sua barriera corallina incontaminata, AlUla, Neom e Sindalah con nuove aperture alberghiere e acquasport».\r\n\r\nGli arrivi da America e Europa hanno raggiunto i 2,4 milioni nel 2023 dopo una ripartenza di 265 mila visitatori nel 2021. L’aspettativa è di chiudere attorno ai 3,5 milioni di visitatori per il 2024.\r\n\r\nSono stati invece 77.000 i visitatori italiani nel 2023. A fine giugno 2024 si registrano già 42.000 arrivi e un incremento del +17% rispetto all’anno precedente. L’Italia si posiziona al quarto posto per numero di visitatori tra i mercati europei. Accessibilità facilitata grazie all’e-visa ottenibile online o all’arrivo in aeroporto per viaggi leisure, visti business e pellegrinaggi Humra. I collegamenti aerei sono numerosi e garantiti oltre che da Saudia e Ita Airways, anche da Wizz Air, Etihad, Emirates, Turkish Airlines.\r\n\r\n«La nostra linea di sviluppo turistico prosegue su investimenti e promozione secondo il leit motive 'Saudi the art of Arabia’ con l’obiettivo di continuare a far conoscere la destinazione e proseguire con la formazione di operatori turistici e agenti di viaggio. I risultati oggi sono ottimi. Lavoriamo per una crescita che se arriverà a 5 milioni di visitatori nel 2025, non ci sorprenderà».\r\n\r\n[gallery ids=\"472117,472116,472115\"]","post_title":"Arabia Saudita e l'inarrestabile ascesa del turismo. Italia quarto mercato europeo","post_date":"2024-07-24T10:07:27+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["arabia-saudita","visit-saudi"],"post_tag_name":["Arabia Saudita","Visit Saudi"]},"sort":[1721815647000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472083","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air France ha battezzato l'ultimo aereo di lungo raggio entrato in flotta con il nome di 'Paris', città ospitante della 33ª Olimpiade dell'era moderna di cui la compagnia aerea è partner ufficiale.\r\n\r\nL'Airbus A350 - configurato con 48 posti in business class, 32 in Premium Economy e 212 in Economy - porta il nome di Parigi e il logo ufficiale dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024 sulla parte anteriore della fusoliera. Dal 2019 Air France ha ripreso la tradizione di dare ai suoi aeromobili il nome di città francesi. Ciò consente alla compagnia di promuovere le regioni francesi in tutto il mondo. “Paris” è l'ultimo aeromobile che si aggiunge alla flotta, dopo Lione, Saint-Denis de la Réunion e Grasse, i nomi degli altri aeromobili attualmente in servizio.\r\n\r\nCon una flotta di 256 aeromobili, il vettore opera quasi 1.000 voli al giorno da Parigi-Charles de Gaulle e Parigi-Orly verso quasi 200 destinazioni in tutto il mondo.\r\n\r\nNel dettaglio, la compagnia prevede di trasportare il 15% degli atleti olimpici, il 35% degli atleti paralimpici e il 13% dei membri della “famiglia olimpica e paralimpica”. Complessivamente, si aspettano fino a 125.000 passeggeri al giorno quest'estate.\r\n\r\nEntro il 2030 il 70% della flotta Air France sarà costituito da aeromobili di ultima generazione - rispetto al 20% del 2023 - grazie a un ambizioso piano di investimenti di un miliardo di euro all'anno.","post_title":"Air France: si chiama 'Paris' l'ultimo A350 entrato in flotta, in onore della città che ospita le Olimpiadi","post_date":"2024-07-24T09:35:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721813708000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472076","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riflettori puntati sulla business class e sui viaggiatori premium per Turkish Airlines, che al Farnborough Airshow ha presentato la nuova suite che sarà disponibile sui voli intercontinentali.\r\n\r\nLa Crystal Business Class è dotata di sedili con porta regolabile e pannello per la privacy, una larghezza che è stata estesa di 23 pollici, maggiore spazio per i piedi e accesso diretto al corridoio per tutti i passeggeri.\r\n\r\nLa suite presenta colori più chiari e caldi, in linea con l'identità del marchio “Flow”. Come per il precedente prodotto di business class, la suite includerà luci ambientali e di lettura regolabili, prese di corrente universali e unità di ricarica Usb-C, ricarica wireless, schermo Ife da 22 pollici con jack audio a cancellazione del rumore, specchio regolabile e cuscino sullo schienale.\r\n\r\nLe nuove poltrone saranno installate gradualmente sugli A350 in ordine e si prevede di introdurle in un secondo momento anche sulla flotta di Boeing 777.\r\n\r\n«La nuova suite di Crystal Business Class aggiungerà un nuovo capitolo per i nostri viaggi di lusso a lungo raggio e porterà la compagnia aerea nel futuro con un nuovo livello di comfort e privacy attraverso il nostro ampio network globale - ha dichiarato Ahmet Bolat, presidente del consiglio di amministrazione e del comitato esecutivo del vettore di bandiera turco -. Il design, appositamente creato, completerà le nostre pluripremiate opzioni di ristorazione a bordo, per continuare a offrire ai passeggeri un'esperienza senza pari al di sopra delle nuvole».\r\n\r\nQualche giorno fa Turkish ha annunciato l'intenzione di offrire il wifi gratuito e illimitato su tutta la flotta a partire dalla fine del 2025.\r\n\r\n[gallery ids=\"472105,472111,472112\"]","post_title":"Turkish Airlines svela la nuova Crystal Business Class che sarà a bordo degli A350","post_date":"2024-07-24T09:25:53+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721813153000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472090","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ethiopian Airlines aumenta la capacità offerta sulla Addis Abeba-Roma Fiumicino dove, dal prossimo 1° dicembre, le frequenze saliranno dalle attuali sette a dieci alla settimana.\r\n\r\nIn vista del picco di traffico delle festività natalizie, i passeggeri in cerca di destinazioni per le vacanze o che desiderano ricongiungersi con la famiglia e gli amici, potranno avvalersi di più opzioni al momento della prenotazione. \r\n\r\nViene così ampliata anche la connettività verso numerose destinazioni in Africa, tra cui Accra, Asmara, Delhi, Gibuti, Entebbe, Garowe, Hargeisa, Johannesburg, Juba, Kigali, Mogadiscio, Mombasa. \r\n\r\nI nuovi voli saranno operati nei giorni di venerdì, sabato e domenica, con partenza da Roma alle 06.00 e arrivo in Etiopia alle 13.40; il rientro da Addis Abeba alle 16.00 con arrivo a Fiumicino alle 20.30.","post_title":"Ethiopian Airlines rilancia su Roma: da dicembre i voli passano da 7 a 10 alla settimana","post_date":"2024-07-24T09:00:38+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721811638000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472071","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467856\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elena Carlino[/caption]\r\n\r\nCrescono del 35% le richieste per trasferte sostenibili che giungono presso gli uffici della divisione business travel di Gattinoni. Lo evidenzia la ricerca, Business travel 2030. Sfide, opportunità e la trasformazione della gestione dei viaggi d’affari, che il gruppo ha commissionato a Travel for business a fine 2023.\r\n\r\nIl dato rispecchia una mutata propensione delle aziende verso il tema della mobilità, tanto che appena il 19% degli intervistati ha dichiarato di non aver ancora adottato misure specifiche per rendere i viaggi d’affari più sostenibili. L’87% del campione di travel manager coinvolto tende invece a selezionare fornitori con cui negoziare opzioni di qualità in linea con principi sostenibili; l’82% dichiara di voler prenotare servizi più ecologici, mentre per il 49% sarebbe utile integrare gli indicatori di sostenibilità nelle ipotesi di viaggio. Un altro dato interessante è che, nel portfolio Gattinoni Business Travel, il 20% delle aziende attribuisce maggior valore alle soluzioni sostenibili rispetto agli aspetti economici: nelle aziende più strutturate e responsabili si è in altre parole disposti ad alzare il budget a fronte di strutture e servizi in linea con le politiche di sostenibilità aziendale.\r\n\r\n“Siamo impegnati a rispondere alle crescenti richieste di trasferte più ecologiche e sicure - sottolinea la direttrice commerciale di Gattinoni Business Travel, Elena Carlino -. Con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e garantire la tracciabilità delle transazioni, stiamo implementando strategie avanzate che rispondano alle esigenze del mercato. Siamo pronti a guidare il settore dei viaggi d’affari verso un futuro più sostenibile e sicuro, attraverso l’adozione di trasferte aziendali che rispettino l’ambiente e promuovano il benessere sociale”.\r\n\r\nil tema della sostenibilità è peraltro al centro delle politiche di tutto il gruppo Gattinoni. Da tempo la compagnia ha infatti avviato un percorso verso una certificazione di sostenibilità, insieme ad Up2You, società autorizzata a calcolare i livelli di carbon footprint, nell’ottica di una compensazione delle emissioni e dell'attuazione di una serie di azioni per ridurle nel medio periodo. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, il gruppo aderisce al Saf corporate program di Air France Klm: l’iniziativa che sostiene attivamente la produzione e l’utilizzo del carburante sostenibile per l’aviazione.","post_title":"Gattinoni Business Travel: richieste per trasferte sostenibili a +35%","post_date":"2024-07-23T14:21:01+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1721744461000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472034","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"I taxi volanti debutteranno nei cieli della  Lombardia e del Nord Italia in un futuro ormai prossimo - il 2027 - grazie alla firma di un Memorandum of Understanding tra Lilium (produttore leader di aeromobili elettrici e pioniere della Mobilità Aerea Regionale), Sea Milan Airports e Skyports Infrastructure (specializzata nelle infrastrutture per vertiporti per l'industria della mobilità aerea regionale).\r\n \r\nL'intesa, raggiunta al Farnborough International Airshow, getta le basi per lo sviluppo di una rete di vertiporti per aeromobili elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVtol). Proprio la Lombardia è una location strategicamente importante per i partner: qui risiede quasi un quinto della popolazione italiana e con oltre 37 milioni di visitatori annuali, la mobilità aerea completerà e integrerà le soluzioni di mobilità già esistenti nella regione, offrendo viaggi più veloci e a basse emissioni tra le principali località.\r\n \r\nLa rete di vertiporti operati con Lilium Jet sarà attiva entro il 2027, con una serie di rotte di mobilità aerea regionale che serviranno le principali località della Lombardia: la prima collegherà l'aeroporto di Milano Malpensa - che lo scorso anno ha movimentato oltre 26 milioni di passeggeri - e il centro di Milano.\r\n \r\nPer lo sviluppo e l’operatività dei vertiporti in Lombardia e in Italia, Sea, Skyports e il loro azionista 2i Aeroporti stanno costituendo una società in joint venture.\r\n\r\n\r\n«Nel 2030 stimiamo circa 2.000 passeggeri trasportati dai taxi volanti ogni giorno nell’area» aveva dichiarato recentemente l’ad di Sea, Armando Brunini. Per costruire i primi quattro vertiporti sono previsti investimenti per poco più di 30 milioni di euro e per il 2030 si stima un fatturato attorno ai 13 milioni di euro con un utile di circa 2 milioni.\r\n\r\n","post_title":"Taxi volanti pronti a decollare nel Nord Italia: accordo Sea, Lilium e Skyports","post_date":"2024-07-23T11:51:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721735469000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471883","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Autorita’ di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale ha pubblicato nei giorni scorsi il bando per il concorso di idee per la riqualificazione dell'area di interazione \"porto-città\" di Marina di Carrara, denominata \"Waterfront ambito 3 e aree adiacenti\".\r\n\r\nIl bando è stato predisposto a seguito del protocollo di intesa sottoscritto da AdSP e Comune di Carrara lo scorso aprile. «È iniziato un profondo cambiamento nel rapporto fra il porto e la città che mi auguro sia, entro qualche mese, completato con il piano regolatore- commenta il Presidente dell’AdSP Mario Sommariva -  Questo concorso di idee rappresenta il completamento dei progetti relativi al waterfront in corso di realizzazione. Il recupero dell'area individuata come lotto 3, rappresenta la completa ricucitura fra il mare e la città, pensare ad un’opera iconica significa creare bellezza e luoghi d'incontro per i cittadini ed attrattive stabili per il turismo, magari in sintonia con lo sviluppo delle crociere. Se si riuscirà a chiudere il piano regolatore verrà restituita alla città anche l'area ex Simposio, oggi destinata allo sviluppo portuale, con ciò chiudendo il cerchio di un equilibrio urbanistico ed industriale fra porto, città ed il suo retroterra produttivo».\r\n\r\nLe aree interessate dal concorso di idee ricadono in quelle da dedicare al completamento del cosiddetto \"Waterfront\" e che dovrebbero ospitare funzioni prevalentemente urbane tra le quali: la realizzazione di spazi per spostare la zona della movida; disegnare un raccordo armonico tra via Rinchiosa, viale Colombo, l'area della Caravella, la pineta e la nuova passeggiata a mare; la presenza di un'opera che possa essere rappresentativa di Marina e la previsione di uno sviluppo omogeneo di tutto viale Vespucci fino alla rotonda Paradiso.\r\n\r\nLa scadenza del concorso è prevista per il 23 Settembre 2024 ed il primo premio sarà di euro 10.000,00.\r\n\r\n ","post_title":"Marina di Carrara, pubblicato il bando per il concorso di idee per la riqualificazione del waterfront","post_date":"2024-07-23T11:09:13+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1721732953000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti