5 August 2021

Tui sospende quasi tutte le attività. Chiesti gli aiuti di Stato

[ 0 ]

Tempi duri anche per i giganti del turismo. infatti il gruppo tedesco Tui, numero uno al mondo per il settore del turismo con circa 70mila dipendenti nel mondo, ha annunciato la sospensione della maggior parte delle proprie attivita’, in modo da combattere la propagazione dell’epidemia Covid-19. La società ha richiesto aiuti statali. Le misure prese dal gruppo riguardano principalmente le attivita’ di viaggi con voli charters, l’hotellerie e le crociere. Il gruppo, presente in circa 100 Paesi, applicherà misure drastiche di riduzione dei costi per far fronte alla netta riduzione del giro d’affari. «Abbiamo anche deciso di richiedere prestiti garantiti allo Stato fino a che l’attività tornerà alla normalita’», ha annunciato Tui. Il governo tedesco ha promesso di sbloccare un pacchetto senza limiti di prestiti che verranno distribuiti attraverso la banca pubblica Kfw, in modo da evitare il fallimento delle imprese. I fondi a disposizione sono di 550 miliardi di euro. Tui al momento dispone di 1,4 miliardi di euro, tra riserve di tesoreria e linee di credito

Il gruppo, quest’oggi, ha annullato le previsioni precedentemente diffuse per il 2020 e ha indicato di non poter fornire indicazioni sull’anno. Nel 2018 aveva registrato un giro d’affari di 19 miliardi di euro, sviluppando un utile operativo di 893 milioni. La societa’ ha registrato circa 28 milioni di clienti nel mondo. Gestisce cinque compagnie aeree charter con 150 aerei da medio o lungo raggio, oltre 400 hotel e centri di vacanza, i cui marchi piu’ conosciuti sono Riu, Tui Blue e Robinson. Ha anche 18 navi da crociera.



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti