22 February 2024

E’ in corso di svolgimento il fam trip Choose Chicago nella Windy City in collaborazione con Naar

[ 0 ]

Tornano i fam trip nella Windy City dedicati da Choose Chicago al mercato italiano. Il viaggio è in corso di svolgimento ed è stato organizzato in collaborazione con il tour operator Naar, con l’app GoCity e con Air Canada.  “Non vedevamo l’ora di riprendere le nostre attività di travel trade e media relations nel mercato italiano – spiega Lynn Osmond, presidente e ceo di Choose Chicago -. Essendo l’aeroporto più collegato degli Stati Uniti, la nostra città può essere facilmente raggiunta con voli diretti o con scali da diverse compagnie aeree, tra cui appunto Air Canada”.

“Vogliamo che Chicago sia sempre più conosciuta e appetibile nel mercato italiano – le fa quindi eco la product manager Usa di Naar, Erica Melegari -. Siamo fortemente convinti che sia la prima destinazione da visitare dopo la classica New York, con un’architettura ancora più grande e un sapore tipicamente americano. Inoltre, è molto ben collegata all’Italia e all’Europa da un lato e all’Ovest americano dall’altro; il che la rende facilmente inseribile in qualsiasi itinerario su misura”.

Il nuovo fam segna anche l’occasione per il ritorno degli investimenti di Choose Chicago sul mercato italiano, con il supporto di Master Consulting, agenzia di riferimento per i progetti di travel trade e media relations.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462068 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways protagonista a Londra in qualità di official carrier dell’edizione britannica di Travel Hashtag che, per la sua quattordicesima edizione, ha scelto nuovamente come location il Meliá White House nel cuore della capitale inglese. Ita aderisce all’iniziativa Travel Hashtag per promuovere l'Italia e il Made in Italy alle principali agenzie di viaggio e tour operator sul mercato britannico.  Il Regno Unito è uno dei mercati più strategici per la compagnia grazie ai collegamenti giornalieri tra Londra e i suoi aeroporti di riferimento di Roma Fiumicino e Milano Linate. Durante la prossima estate saranno 50 le frequenze settimanali a disposizione dei viaggiatori britannici per rispondere alla significativa domanda in termini di business e leisure travel e volare tra Regno Unito e Italia, pari ad un totale di 100 voli. Nel dettaglio, il collegamento Milano Linate-London City, rotta privilegiata dai viaggiatori d'affari e dalle aziende poiché collega due dei principali centri finanziari europei, conterà 31 frequenze settimanali. Il nuovo volo Roma Fiumicino-London City, operativo dal prossimo 1° aprile, consentirà al vettore di collegare le due capitali con un totale di 12 frequenze settimanali, a cui si aggiungerà da giugno il nuovo collegamento Roma Fiumicino - London Gatwick con 7 frequenze settimanali.  Ita Airways, inoltre, offre ai clienti britannici e alla comunità italiana comode connessioni per proseguire verso tutto il network della compagnia, in particolare le destinazioni italiane, il Mediterraneo e le principali rotte intercontinentali. [post_title] => Ita Airways a Londra come vettore ufficiale di Travel Hashtag. In estate 50 frequenze settimanali fra Italia e Uk [post_date] => 2024-02-22T10:53:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708599188000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462030 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Ho realizzato il modello smart-circular-city dove tutti i produttori di rifiuti diventano protagonisti della gestione ambientale del rifiuto e della lavorazione delle materie prime che ne derivano». Così Gian Luca Vorraro sintetizza la mission di Borsino Rifiuti. In una società basata sul consumo e che produce molti scarti, la necessità di garantire la sopravvivenza al pianeta e la salute ai singoli individui richiede una presa di coscienza e di responsabilità. Da questa consapevolezza, Vorraro ha quindi creato Borsino Rifiuti, che a oggi ha già raccolto 320 soci nell’impegno di rendere possibile una vita sana in un ambiente compatibile alla nostra sopravvivenza; uno strumento che consenta inoltre alle imprese di certificare il proprio orientamento virtuoso a salvaguardia dell’ambiente. Borsino Rifiuti è il primo operatore di disintermediazione degli scarti prodotti da privati, aziende ed enti pubblici. La struttura del progetto è emersa nell’incontro promosso dall’hotel Milano Scala per mostrare il proprio impegno verso la sostenibilità e l’ambiente, perseguito sin dalla sua nascita, nel 2010. «Abbiamo migliorato la raccolta differenziata dell'albergo, operando in sostituzione al comune nella gestione dei rifiuti urbani, grazie al regolamento Tari che ha permesso all'azienda di uscire dalla raccolta comunale - aggiunge Vorraro -. Offriamo un incentivo all’albergo perché differenzi nel modo migliore i rifiuti che poi noi raccogliamo e trasformiamo in materie prime: gli restituiamo infatti una percentuale della vendita di quanto prodotto con i suoi scarti. Noi organizziamo la raccolta dei rifiuti urbani e speciali all’interno di Milano. Questi vengono poi portati presso gli impianti convenzionati del territorio; quindi le industrie manifatturiere realizzano i nostri prodotti con le materie prime trattate e li brandizzano con il marchio 2Prodotto 100% circolare, salviamo il pianeta", prima di distribuirli attraverso alcuni supermercati della città (a oggi Carrefour Express e To Market)». Si crea così un’economia sostenibile circolare. «È questa la cosiddetta smart-circular-city - conclude Vorraro -: un progetto per il quale siamo stati premiati dalla Camera di commercio con l’Ambrogino delle imprese». Il riconoscimento va alle società che si distinguono per azioni di responsabilità sociale e per l’impegno nello sviluppo di iniziative di coesione con la propria comunità e il proprio territorio. [post_title] => Borsino Rifiuti: una smart-circular-city al servizio delle imprese per lo smaltimento dei rifiuti [post_date] => 2024-02-22T10:41:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708598512000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462038 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => United Airlines ripristinerà da marzo i voli diretti dagli Stati Uniti verso Israele, diventando così la prima compagnia aerea americana a riprendere i collegamenti dopo lo scoppio del conflitto tra Hamas e Israele, lo scorso 7 ottobre. United riprenderà i voli tra New York (Newark) e Tel Aviv il 6 marzo, con un Boeing 787-10 ma, come riferisce Reuters, non prevede di riavviare i servizi da altre città statunitensi almeno fino al prossimo autunno. Il vettore, prima del 7 ottobre, operava infatti quattro voli diretti al giorno per Tel Aviv da Newark, San Francisco, Washington e Chicago.  La ripresa dei voli dei vettori statunitensi per Israele rappresenta un potenziale punto di svolta per i viaggi verso il Paese, che hanno subito una brusca interruzione da ottobre a oggi. Il 2 e il 4 marzo, la compagnia aerea ha dichiarato che opererà voli da Newark a Tel Aviv con scalo a Monaco, in Germania, con voli di ritorno da Israele a Newark il 3 e il 5 marzo. Il vettore ha precisato di aver "condotto un'analisi dettagliata della sicurezza prima di prendere questa decisione, anche in stretta collaborazione con esperti di sicurezza e funzionari governativi negli Stati Uniti e in Israele". La compagnia "continuerà a monitorare la situazione a Tel Aviv e ad adeguare l'operativo in base alle esigenze, comprese eventuali modifiche al collegamento".   [post_title] => United Airlines sarà il primo vettore Usa a ripristinare i voli tra New York e Israele, dal 6 marzo [post_date] => 2024-02-22T09:56:23+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708595783000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461968 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Al via un nuovo progetto di promozione turistica di Modena, che vede al centro i propri beni riconosciuti Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. Ad aggiudicarsi infatti il bando di gara per la valorizzazione e promozione del patrimonio UNESCO e delle Media Arts per il potenziamento dell’attrattività turistica della città sono state Integra Solutions, agenzia di digital marketing e comunicazione con una lunga esperienza in progetti di marketing territoriale e promozione turistica, e Studiowiki, agenzia di comunicazione integrata specializzata nella promozione delle marche e dei territori, che hanno dato vita ad una ATI. Le due realtà, entrambe associate a UNA – Aziende della Comunicazione Unite, hanno dato vita ad una campagna ad alto impatto creativo che permette alla destinazione di dispiegare tutte le proprie risorse, incrementandone il posizionamento come meta del turismo artistico, culturale e del city break, andando a rafforzare i tradizionali segmenti dell’offerta, arte e cultura, enogastronomia, motori e Appennino. La campagna di promozione tematica prenderà il via nei prossimi giorni con la diffusione del nuovo brand turistico Modena UNESCO e della relativa offerta della città e si protrarrà fino ad Ottobre 2025. Cuore del progetto sarà l’evento “Modena patrimonio mondiale” che si tiene ogni anno nel mese di ottobre e attorno al quale saranno sviluppate nuove iniziative di promozione. Il nuovo brand verrà veicolato attraverso una campagna dedicata, alla quale faranno seguito altre campagne di comunicazione per la promozione del patrimonio culturale, legate anche ad eventi o stagionalità specifiche, e che si distribuiranno lungo tutto l’arco temporale oggetto di incarico. Cuore della promozione online sarà visitmodena.it, che raccoglierà le esperienze correlate ai siti turistici Patrimonio UNESCO (tutte prenotabili online ed oggetto di pacchetti rivolti a differenti target di turisti) ed il calendario degli eventi. «Siamo orgogliosi di aver vinto insieme a Integra Solutions la gara del Comune di Modena per la realizzazione della campagna di comunicazione integrata volta alla promozione e valorizzazione dei due riconoscimenti UNESCO della città. Sono iniziati due anni che ci vedranno impegnati in un intenso e ambizioso lavoro insieme al Servizio Promozione della città e Turismo – afferma Federico Alberto, founder e direttore creativo Studiowiki Brand & Land – La prima importante tappa è sicuramente rappresentata dal nuovo marchio MODENA UNESCO, segno distintivo destinato a durare nel tempo e a identificare in modo univoco le due certificazioni, il patrimonio mondiale del sito e la città creativa». «Il patrimonio UNESCO di Modena rappresenta un’opportunità straordinaria per arricchire il racconto della destinazione costruito negli anni, rendendola ulteriormente attrattiva nei confronti dei giovani anche grazie alla tecnologia ed alle Media Arts - aggiunge Francesco Ferro, CEO Integra Solutions -. La campagna creativa che abbiamo progettato, e che vedrà la luce a primavera, si propone di conquistare i visitatori, ma anche i cittadini, mostrando tutta l’imponenza del patrimonio UNESCO di Modena in modo unico e originale, uscendo dagli schemi dell’idea classica di campagna, realizzata e poi declinata, per indirizzare verso una che potesse vivere di vita propria su vari media». Il progetto di brand e comunicazione “Modena Unesco” è promosso dal Comune di Modena-Servizio di promozione della città e turismo ed è interamente finanziato dal Ministero del Turismo attraverso il “Fondo in favore dei Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica nei cui territori sono ubicati siti riconosciuti dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità”.   [post_title] => Modena Unesco, il brand protagonista di una nuova campagna di promozione [post_date] => 2024-02-21T10:36:15+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708511775000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461813 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In occasione dell’anno del Drago, il McArthurGlenSerravalle Designer Outlet si è unito alla comunità cinese nei festeggiamenti, con un ricco programma di attività e promozioni realizzato tra gli scorsi 2 e 11 febbraio. Per rendere omaggio al Capodanno cinese, l'outlet si è in particolare trasformato, ricreando le affascinanti atmosfere del Paese asiatico con una serie di installazioni a tema. "Nonostante le sfide globali – afferma il general manager di Serravalle, Matteo Migani -, il nostro centro ha sperimentato nel 2023 un notevole incremento dei flussi turistici internazionali: i dati tax free indicano a fine anno un giro d'affari generato dai visitatori stranieri superiore del 14%  rispetto ai livelli del 2019, con un peso significativo sul totale fatturato sopra al 40%. Si tratta di turisti internazionali che cercano sempre più esperienze approfondite e di qualità sul territorio". Nel corso degli anni, il market mix dei visitatori all’interno dell'outlet si è infatti costantemente evoluto, andando a ridefinire, di conseguenza, le strategie di approccio ai mercati internazionali del centro: da un lato guardando a nuove fonti di traffico, dall’altro cercando di ridurre il rischio di dipendenza da specifici mercati o aree del mondo. "Negli ultimi mesi, risultati incoraggianti sono derivati in special modo dall'implementazione di un piano straordinario per rafforzare i legami con il mercato cinese - prosegue Migani -, ritenuto di vitale importanza strategica. L'area nota come Greater China (Cina, Hong Kong, Taiwan) lo scorso anno ha infatti contribuito significativamente alla crescita dei flussi internazionali, con l’11% del totale delle vendite tax free generate dal centro, e vede oggi prospettive di crescita ulteriormente positive". Anche per questo, e in linea con l'aumento previsto dei viaggiatori cinesi in Europa, Serravalle ha inaugurato propri profili su nuovi canali di comunicazione ampiamente utilizzati dalla popolazione cinese: gli account ufficiali dell'outlet su Red Little Book, online dal 4 gennaio, e su WeChat, operativo dal 26 gennaio, hanno già raccolto oltre 1.700 followers e generato più di 1.500 interazioni. Inoltre, tra le peculiarità che hanno caratterizzato la presenza cinese all’interno del centro, alcune evidenziano una discontinuità rispetto al passato: in questo momento, il profilo dei visitatori cinesi si connota per una capacità di spesa medio alta e una presenza spesso legata a viaggi di lavoro o incentive trip, prevalentemente composta quindi da clienti individuali o piccoli gruppi che tendono a privilegiare con ancor maggior favore il concetto di esperienza a 360 gradi. "L’interazione di questi visitatori con il territorio circostanze si conferma, in questo senso, una chiave di attrazione e un elemento integrante della stessa visita al centro - conclude Migani -. Noi da sempre rispondiamo a queste aspettative, favorendo la vocazione turistica dei territori circostanti e supportando iniziative di valorizzazione dei tesori culturali, enogastronomici e paesaggistici e all’eccellenza dei servizi di ospitalità dell'Alto Monferrato, dalle colline del Gavi e della val Borbera, in particolare". [post_title] => Crescono i visitatori cinesi all'outlet di Serravalle, che festeggia l'anno del Drago [post_date] => 2024-02-19T12:38:49+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708346329000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461603 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sabato 27 e domenica 28 aprile 2024, Parma, cuore della Food Valley, vedrà due giorni di festa, di cibo e di ciclismo, giornate che consentiranno a tutti gli appassionati – ciclisti professionisti o amatoriali – di partecipare ad un evento unico e di esplorare sui pedali, un territorio ricco di itinerari e ciclabili ideali per le due ruote. Diversi i percorsi de L’Étape Parma by Tour de France: il 27 aprile la cicloturistica per famiglie e bambini di 25 km, oppure l’itinerario di 60 km lungo la Food Valley Bike, ciclovia della Bassa Parmense che unisce Parma a Busseto (PR), seguendo le piste ciclabili lungo il Grande Fiume, con soste dedicate al gusto. Il 28 aprile, invece, la scelta è tra due percorsi competitivi: la Granfondo gourmet di 74 km e la gara agonistica di 140 km, su un dislivello di 2.800 metri, un tragitto ondulato e panoramico che toccherà Rivalta, Passo del Crocione, Schia Monte Caio, la Pineta di Cozzano e Barbiano. Non mancheranno ristori gustosi. Un’occasione per sperimentare i tanti e variegati itinerari cicloturistici, che fanno di Parma e del suo territorio un reticolato ideale per gli amanti della bicicletta, che dalla città d’arte si inoltrano nelle atmosfere di pianura del fiume Po, nelle terre care a Giuseppe Verdi e Giovannino Guareschi, per risalire verso le colline costellate di borghi e di castelli, fino a toccare le cime del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano, scoprendo i luoghi in cui nascono celebri prodotti tipici, dal Prosciutto di Parma al Parmigiano Reggiano, dalla pasta al pomodoro. È uno dei percorsi de L’Étape Parma by Tour de France, ma anche la ciclovia più appetitosa d’Italia: la Food Valley Bike, che per 80 km attraversa i luoghi del cibo. Da Parma si prosegue verso Mezzani, per esplorare l’Oasi Naturale Parma Morta, si continua per Colorno, dove si può visitare la splendida Reggia di Colorno, e si prosegue in direzione di Sissa Trecasali, per degustare la Spalla Cruda di Palasone, salume risalente al Medioevo. Altra tappa è Roccabianca con il suo castello e Zibello, dove addentare il prelibato Culatello di Zibello. L’arrivo è a Busseto, nella cui frazione Roncole è nato il maestro Giuseppe Verdi.  La Food Valley Bike unisce anche Parma a Mantova, attraverso un itinerario di piste ciclabili e fluviali all’insegna del turismo slow e sostenibile, che collega il sito UNESCO Mantova e Sabbioneta, che è parte della Ciclovia Tirreno Brennero, con Parma City of Gastronomy. Snodo cruciale il porto turistico di Mezzani e Casalmaggiore, sul fiume Po.  Per i ciclisti di buona forchetta, curiosi di scoprire la storia dell’enogastronomia italiana, ci sono i percorsi bike che uniscono gli 8 Musei del Cibo. Si chiama Sentiero d’Arte perché si snoda tra meraviglie artistiche e parte proprio da una di esse: la Badia di Santa Maria della Neve a Torrechiara con i suoi affreschi barocchi, il refettorio, il belvedere e il chiostro. Si pedala lungo il Canale di San Michele fino al borgo e al romantico Castello di Torrechiara, teatro della storia d’amore fra Pier Maria Rossi e Bianca Pellegrini, per poi giungere a Langhirano, sede del Museo del Prosciutto. Arte e mobilità sostenibile sono le parole chiave dei 19 percorsi cicloturistici di Pedalart, che coprono 1.200 km nel territorio di Parma e dell’Emilia. Pedalare nel territorio di Parma, infatti, è anche vivere le vicende di castelli straordinari. Un itinerario consigliato in bici è quello attraverso i Castelli della Bassa.         [post_title] => Parma meta del cicloturismo con L'étape Parma by Tour de France [post_date] => 2024-02-16T09:45:37+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708076737000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461601 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli Stati Uniti varano un piano miliardario per il rinnovo degli aeroporti: secondo quando reso noto ieri dalla Casa Bianca il governo stanzierà quasi un miliardo di dollari per diversi progetti. Gran parte di questi fondi (970 milioni di dollari) saranno utilizzati per creare corridoi più ampi, sistemi di gestione bagagli più efficienti e gate aggiuntivi in 114 aeroporti di tutto il Paese. I fondi serviranno anche a garantire che gli scali siano conformi alle norme di accessibilità Ada (Americans with Disabilities Act). "Stiamo vivendo una fase di investimenti e miglioramenti senza precedenti in tutte le infrastrutture del nostro Paese", ha dichiarato il Segretario ai Trasporti Pete Buttigieg. Tra gli scali individuati per ricevere le sovvenzioni ci sono sia realtà enormi come l'O'Hare di Chicago sia aeroporti più piccoli come l'Appleton del Wisconsin.  Gli aeroporti sono stati un punto dolente per gli Stati Uniti: mntre gli aeroporti europei e asiatici beneficiano di una vasta gamma di negozi e ristoranti di lusso, la maggior parte degli scali statunitensi non dispone di tali servizi. L'amministrazione Biden ha stanziato un totale di 3 miliardi di dollari in finanziamenti per gli aeroporti sui 25 miliardi stanziati dalla legge bipartisan sulle infrastrutture. [post_title] => Il governo degli Stati Uniti stanzia un miliardo di dollari per il rinnovo degli aeroporti [post_date] => 2024-02-16T09:37:37+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708076257000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461549 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “Sustainability is a never ending process!”. Questa frase ben rappresenta il percorso dell’Hotel Milano Scala che, nato nel 2010 con l’obiettivo di essere la prima struttura ricettiva a emissioni zero nel capoluogo lombardo, ha ora ottenuto la certificazione dca esg di Dream&Charme, l’organismo autorizzato da Accredia secondo la direttiva approvata dal Parlamento europeo il 17 gennaio 2024. La certificazione garantisce la sostenibilità e l’affidabilità. «I nostri metri di valutazione utilizzano nove macro-parametri che fanno riferimento all’Agenda 2030 di Sdg e comprendono 1.200 criteri di valutazione. - afferma Giorgio Caire di Lauzet, ceo di Dream&Charme -. Un team composto da diversi auditor ha verificato tutti gli aspetti relativi alla gestione della struttura». E i risultati sono positivi. «In questi anni abbiamo sviluppato con impegno i temi legati alla cultura, siamo a un passo dalla Scala e l’hotel respira e racconta la musica lirica, nonché quelli che riguardano la natura. - sottolinea Vittorio Modena, a.d. del Milano Scala - Il nostro percorso è un’attitudine ad adottare le nuove tecnologie che vengono proposte. Abbiamo creato l’orto in terrazza, abbiamo acquisito una macchina elettrica. Nel 2019, abbiamo cambiato i filtri della purificazione dell’aria, utilizzando i famosi Mitsubishi F9, che permettono di abbattere del 90% le polveri sottili. Recentemente abbiamo creato un ulteriore orto nei piani interrati, usando dei dispositivi per fare il compostaggio. È un percorso, perché non si può parlare di un obiettivo finale: l’impatto zero non esiste, neppure in natura. Noi ci siamo prodigati per avere le emissioni Zero e seguiamo le evoluzioni del settore». Frattanto il Milano Scala ha implementato le pompe della Mitsubishi che si trovano all’interno della struttura: l’innovativo impianto di climatizzazione e produzione di acqua calda a recupero di calore opera senza immettere agenti inquinanti nell’atmosfera e assicura un risparmio energetico tra il 35% e i 45% rispetto a un sistema tradizionale e una riduzione delle emissioni di Co2 del 40% - 60% rispetto a una caldaia a gas o caldaia tradizionale. La struttura ha anche aderito al progetto di economia circolare che prevede la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti organici e riciclabili prodotti al proprio interno, installando due sistemi di auto compostaggio. Grazie al Borsino Rifiuti, lo scarto prodotto viene poi riciclato e trasformato in materia prima, successivamente utilizzata per la produzione di prodotti a impatto ambientale ridotto. «Ho realizzato una smart circular city, dove tutti i produttori di rifiuti diventano protagonisti della gestione ambientale del rifiuto e, successivamente, della produzione delle materie prime che ne derivano - spiega Gianluca Borsino, fondatore dello stesso Borsino Rifiuti -. Abbiamo coinvolto il Milano Scala per migliorare la sua raccolta differenziata. Nasce così quella sostenibilità reale che porta dai rifiuti raccolti sul territorio ai prodotti di consumo venduti nei supermercati della zona. I prodotti realizzati sono brandizzati come "prodotto 100% circolare, salviamo il pianeta”. Il nostro progetto ha ottenuto il riconoscimento dell’Ambrogino delle imprese da parte della Camera di commercio». L’impegno de Milano Scala è anche rivolto alla città, sostenendo l’iniziativa del comune nata per prendersi cura degli alberi danneggiati dalla tempesta del luglio 2023. «Abbiamo bisogno di esempi virtuosi come quello del Milano Scala che, oltre a confermarsi un’eccellenza in sostenibilità, ha deciso di sostenere la raccolta fondi Milano per gli alberi - conclude Elena Grandi, assessora all’Ambiente e verde del comune di Milano -. È un segno di restituzione importante. Pubblico e privato devono sempre camminare insieme. Sarà un grande vantaggio se i progetti dell’hotel diventeranno virali, coinvolgendo tutto il mondo alberghi e horeca, anche in vista delle Olimpiadi». [post_title] => Al Milano Scala il certificato dca esg di Dream&Charme. Un impegno a 360 gradi [post_date] => 2024-02-15T12:07:44+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707998864000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461435 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461441" align="alignright" width="300"] Ing. Badr Mohammed Al-Meer GCEO di Qatar Airways e S.E. Saad Bin Ali Al Kharji, Presidente di Qatar Tourism[/caption] Un media tour con giornalisti trade provenienti da tutto il mondo quello organizzato da Qatar Airways, Discover Qatar e Visit Qatar, con l’obiettivo di far vivere esperienze nuove e promuovere il fascino del piccolo stato peninsulare affacciato sul Golfo Persico. Modernità e tradizione, paesaggi mozzafiato e cultura araba autentica fanno del Qatar una terra ricca di fascino, che si sta rapidamente affermando come una destinazione turistica di primaria importanza. Grazie anche ai numerosissimi collegamenti del vettore di bandiera, Qatar Airways. «L’obiettivo di Qatar Airways e Qatar Tourism è quello di rendere Doha una destinazione imperdibile con esperienze di viaggio uniche - ha dichiarato Badr Mohammed Al-Meer, ad del gruppo Qatar Airways, alla conferenza stampa del media tour che si è svolta presso il Mohammed Bin Jassim House - Msheireb Museums - Nel 2024 lavoreremo per espandere ulteriormente la nostra rete, con la ripresa su Venezia e una nuova rotta per Amburgo, insieme all’aumento delle frequenze su varie rotte internazionali. Ci impegniamo a creare esperienze di viaggio indimenticabili che trasformeranno il tempo di transito e l'esperienza aeroportuale stessa. Guardando al futuro, sono fiducioso che il Qatar sia destinato a diventare la principale destinazione di scalo a livello globale». I pacchetti scalo di Discover Qatar offrono cinque interessanti opzioni per i viaggiatori che intraprendono il loro viaggio sul network di oltre 170 destinazioni: Standard (scelta tra hotel 4 stelle), Premium (scelta tra hotel a 5 stelle), Premium con accesso alla spiaggia (scelta di hotel a 5 stelle con accesso a Doha Sands Beach, West Bay), Lusso (scelta di hotel 5 stelle lusso con colazione inclusa), Spiaggia all-inclusive (scelta di hotel a 5 stelle con colazione inclusa e accesso alla spiaggia all-inclusive di Doha Sands Beach, West Bay). Tutti questi pacchetti includono 24 strutture per il check-in in modo che gli ospiti possano sfruttare al massimo il loro tempo in Qatar: Inoltre possono essere personalizzati con opzioni aggiuntive tra cui assistenza aeroportuale, trasferimenti e una serie di tour ed esperienze per migliorare il loro soggiorno, come city tour e tour nel deserto. «L'offerta 'Stopover in Qatar' è testimonianza della proficua collaborazione tra Qatar Tourism e Qatar Airways, per offrire ai viaggiatori l'opportunità di espandere la loro esperienza di destinazione ed esplorare questo straordinario paese. Riconoscendo la ricchezza e la diversità del turismo del Qatar, crediamo che questo pacchetto sarà di grande valore per i turisti con un tempo limitato» ha commentato S.E. Saad Bin Ali Al Kharji, presidente di Qatar Tourism durante la conferenza stampa. Il media tour dei giorni scorsi ha  fatto vivere ai giornalisti una serie di experience in perfetto stile locale: una visita al nuovo parco acquatico Meryal Waterpark con la sua iconica torre di scivoli alta 85 metri, la finale di calcio della coppa d’Asia presso il tecnologico stadio dorato di Lusail, un pranzo al trendy B12 beach club Doha, la visita alla 20° mostra di gioielli e orologi al DECC Doha Excibition Convention Center, un pomeriggio all’International food festival al Bidda Park con dining in the sky, la cena sospesi a 40 metri d’altezza con vista sullo skyline notturno illuminato. Tra le novità anche il nuovo resort di lusso di proprietà della compagnia aerea, “Our Habitas Ras Abrouq”. Situato ai margini della Riserva della Biosfera di Al-Reem, protetta dall'UNESCO, Our Habitas Ras Abrouq offre un’esperienza unica di lusso per l’anima in ville vista mare, circondate da deserto. La partnership tra Our Habitas e Qatar Airways consente ai viaggiatori di lusso in cerca di nuove esperienze di scoprire le meraviglie naturali del paese. E anche godere di esperienze di viaggio trasformative attraverso mostre d'arte, esperienze culinarie locali, offerte di benessere innovative, concerti, sport, e molto altro. [gallery ids="461447,461442,461448,461446,461445,461443"] [post_title] => Il Qatar punta a diventare destinazione leader del turismo di lusso, tra modernità e tradizione [post_date] => 2024-02-14T11:18:21+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => discover-qatar [1] => qatar [2] => qatar-airways ) [post_tag_name] => Array ( [0] => discover qatar [1] => Qatar [2] => qatar airways ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707909501000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "e in corso di svolgimento il fam trip choose chicago nella windy city in collaborazione con naar" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":82,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":712,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462068","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways protagonista a Londra in qualità di official carrier dell’edizione britannica di Travel Hashtag che, per la sua quattordicesima edizione, ha scelto nuovamente come location il Meliá White House nel cuore della capitale inglese.\r\nIta aderisce all’iniziativa Travel Hashtag per promuovere l'Italia e il Made in Italy alle principali agenzie di viaggio e tour operator sul mercato britannico. \r\nIl Regno Unito è uno dei mercati più strategici per la compagnia grazie ai collegamenti giornalieri tra Londra e i suoi aeroporti di riferimento di Roma Fiumicino e Milano Linate.\r\nDurante la prossima estate saranno 50 le frequenze settimanali a disposizione dei viaggiatori britannici per rispondere alla significativa domanda in termini di business e leisure travel e volare tra Regno Unito e Italia, pari ad un totale di 100 voli.\r\nNel dettaglio, il collegamento Milano Linate-London City, rotta privilegiata dai viaggiatori d'affari e dalle aziende poiché collega due dei principali centri finanziari europei, conterà 31 frequenze settimanali. Il nuovo volo Roma Fiumicino-London City, operativo dal prossimo 1° aprile, consentirà al vettore di collegare le due capitali con un totale di 12 frequenze settimanali, a cui si aggiungerà da giugno il nuovo collegamento Roma Fiumicino - London Gatwick con 7 frequenze settimanali. \r\nIta Airways, inoltre, offre ai clienti britannici e alla comunità italiana comode connessioni per proseguire verso tutto il network della compagnia, in particolare le destinazioni italiane, il Mediterraneo e le principali rotte intercontinentali.","post_title":"Ita Airways a Londra come vettore ufficiale di Travel Hashtag. In estate 50 frequenze settimanali fra Italia e Uk","post_date":"2024-02-22T10:53:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708599188000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462030","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Ho realizzato il modello smart-circular-city dove tutti i produttori di rifiuti diventano protagonisti della gestione ambientale del rifiuto e della lavorazione delle materie prime che ne derivano». Così Gian Luca Vorraro sintetizza la mission di Borsino Rifiuti. In una società basata sul consumo e che produce molti scarti, la necessità di garantire la sopravvivenza al pianeta e la salute ai singoli individui richiede una presa di coscienza e di responsabilità. Da questa consapevolezza, Vorraro ha quindi creato Borsino Rifiuti, che a oggi ha già raccolto 320 soci nell’impegno di rendere possibile una vita sana in un ambiente compatibile alla nostra sopravvivenza; uno strumento che consenta inoltre alle imprese di certificare il proprio orientamento virtuoso a salvaguardia dell’ambiente.\r\nBorsino Rifiuti è il primo operatore di disintermediazione degli scarti prodotti da privati, aziende ed enti pubblici. La struttura del progetto è emersa nell’incontro promosso dall’hotel Milano Scala per mostrare il proprio impegno verso la sostenibilità e l’ambiente, perseguito sin dalla sua nascita, nel 2010. «Abbiamo migliorato la raccolta differenziata dell'albergo, operando in sostituzione al comune nella gestione dei rifiuti urbani, grazie al regolamento Tari che ha permesso all'azienda di uscire dalla raccolta comunale - aggiunge Vorraro -. Offriamo un incentivo all’albergo perché differenzi nel modo migliore i rifiuti che poi noi raccogliamo e trasformiamo in materie prime: gli restituiamo infatti una percentuale della vendita di quanto prodotto con i suoi scarti. Noi organizziamo la raccolta dei rifiuti urbani e speciali all’interno di Milano. Questi vengono poi portati presso gli impianti convenzionati del territorio; quindi le industrie manifatturiere realizzano i nostri prodotti con le materie prime trattate e li brandizzano con il marchio 2Prodotto 100% circolare, salviamo il pianeta\", prima di distribuirli attraverso alcuni supermercati della città (a oggi Carrefour Express e To Market)».\r\nSi crea così un’economia sostenibile circolare. «È questa la cosiddetta smart-circular-city - conclude Vorraro -: un progetto per il quale siamo stati premiati dalla Camera di commercio con l’Ambrogino delle imprese». Il riconoscimento va alle società che si distinguono per azioni di responsabilità sociale e per l’impegno nello sviluppo di iniziative di coesione con la propria comunità e il proprio territorio.","post_title":"Borsino Rifiuti: una smart-circular-city al servizio delle imprese per lo smaltimento dei rifiuti","post_date":"2024-02-22T10:41:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708598512000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462038","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"United Airlines ripristinerà da marzo i voli diretti dagli Stati Uniti verso Israele, diventando così la prima compagnia aerea americana a riprendere i collegamenti dopo lo scoppio del conflitto tra Hamas e Israele, lo scorso 7 ottobre.\r\n\r\nUnited riprenderà i voli tra New York (Newark) e Tel Aviv il 6 marzo, con un Boeing 787-10 ma, come riferisce Reuters, non prevede di riavviare i servizi da altre città statunitensi almeno fino al prossimo autunno. Il vettore, prima del 7 ottobre, operava infatti quattro voli diretti al giorno per Tel Aviv da Newark, San Francisco, Washington e Chicago. \r\n\r\nLa ripresa dei voli dei vettori statunitensi per Israele rappresenta un potenziale punto di svolta per i viaggi verso il Paese, che hanno subito una brusca interruzione da ottobre a oggi.\r\n\r\nIl 2 e il 4 marzo, la compagnia aerea ha dichiarato che opererà voli da Newark a Tel Aviv con scalo a Monaco, in Germania, con voli di ritorno da Israele a Newark il 3 e il 5 marzo.\r\nIl vettore ha precisato di aver \"condotto un'analisi dettagliata della sicurezza prima di prendere questa decisione, anche in stretta collaborazione con esperti di sicurezza e funzionari governativi negli Stati Uniti e in Israele\". La compagnia \"continuerà a monitorare la situazione a Tel Aviv e ad adeguare l'operativo in base alle esigenze, comprese eventuali modifiche al collegamento\".\r\n\r\n ","post_title":"United Airlines sarà il primo vettore Usa a ripristinare i voli tra New York e Israele, dal 6 marzo","post_date":"2024-02-22T09:56:23+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708595783000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461968","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Al via un nuovo progetto di promozione turistica di Modena, che vede al centro i propri beni riconosciuti Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.\r\n\r\nAd aggiudicarsi infatti il bando di gara per la valorizzazione e promozione del patrimonio UNESCO e delle Media Arts per il potenziamento dell’attrattività turistica della città sono state Integra Solutions, agenzia di digital marketing e comunicazione con una lunga esperienza in progetti di marketing territoriale e promozione turistica, e Studiowiki, agenzia di comunicazione integrata specializzata nella promozione delle marche e dei territori, che hanno dato vita ad una ATI.\r\n\r\nLe due realtà, entrambe associate a UNA – Aziende della Comunicazione Unite, hanno dato vita ad una campagna ad alto impatto creativo che permette alla destinazione di dispiegare tutte le proprie risorse, incrementandone il posizionamento come meta del turismo artistico, culturale e del city break, andando a rafforzare i tradizionali segmenti dell’offerta, arte e cultura, enogastronomia, motori e Appennino.\r\n\r\nLa campagna di promozione tematica prenderà il via nei prossimi giorni con la diffusione del nuovo brand turistico Modena UNESCO e della relativa offerta della città e si protrarrà fino ad Ottobre 2025. Cuore del progetto sarà l’evento “Modena patrimonio mondiale” che si tiene ogni anno nel mese di ottobre e attorno al quale saranno sviluppate nuove iniziative di promozione.\r\n\r\nIl nuovo brand verrà veicolato attraverso una campagna dedicata, alla quale faranno seguito altre campagne di comunicazione per la promozione del patrimonio culturale, legate anche ad eventi o stagionalità specifiche, e che si distribuiranno lungo tutto l’arco temporale oggetto di incarico.\r\n\r\nCuore della promozione online sarà visitmodena.it, che raccoglierà le esperienze correlate ai siti turistici Patrimonio UNESCO (tutte prenotabili online ed oggetto di pacchetti rivolti a differenti target di turisti) ed il calendario degli eventi.\r\n\r\n«Siamo orgogliosi di aver vinto insieme a Integra Solutions la gara del Comune di Modena per la realizzazione della campagna di comunicazione integrata volta alla promozione e valorizzazione dei due riconoscimenti UNESCO della città. Sono iniziati due anni che ci vedranno impegnati in un intenso e ambizioso lavoro insieme al Servizio Promozione della città e Turismo – afferma Federico Alberto, founder e direttore creativo Studiowiki Brand & Land – La prima importante tappa è sicuramente rappresentata dal nuovo marchio MODENA UNESCO, segno distintivo destinato a durare nel tempo e a identificare in modo univoco le due certificazioni, il patrimonio mondiale del sito e la città creativa».\r\n\r\n«Il patrimonio UNESCO di Modena rappresenta un’opportunità straordinaria per arricchire il racconto della destinazione costruito negli anni, rendendola ulteriormente attrattiva nei confronti dei giovani anche grazie alla tecnologia ed alle Media Arts - aggiunge Francesco Ferro, CEO Integra Solutions -. La campagna creativa che abbiamo progettato, e che vedrà la luce a primavera, si propone di conquistare i visitatori, ma anche i cittadini, mostrando tutta l’imponenza del patrimonio UNESCO di Modena in modo unico e originale, uscendo dagli schemi dell’idea classica di campagna, realizzata e poi declinata, per indirizzare verso una che potesse vivere di vita propria su vari media».\r\n\r\nIl progetto di brand e comunicazione “Modena Unesco” è promosso dal Comune di Modena-Servizio di promozione della città e turismo ed è interamente finanziato dal Ministero del Turismo attraverso il “Fondo in favore dei Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica nei cui territori sono ubicati siti riconosciuti dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità”.\r\n\r\n ","post_title":"Modena Unesco, il brand protagonista di una nuova campagna di promozione","post_date":"2024-02-21T10:36:15+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708511775000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461813","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"In occasione dell’anno del Drago, il McArthurGlenSerravalle Designer Outlet si è unito alla comunità cinese nei festeggiamenti, con un ricco programma di attività e promozioni realizzato tra gli scorsi 2 e 11 febbraio. Per rendere omaggio al Capodanno cinese, l'outlet si è in particolare trasformato, ricreando le affascinanti atmosfere del Paese asiatico con una serie di installazioni a tema. \"Nonostante le sfide globali – afferma il general manager di Serravalle, Matteo Migani -, il nostro centro ha sperimentato nel 2023 un notevole incremento dei flussi turistici internazionali: i dati tax free indicano a fine anno un giro d'affari generato dai visitatori stranieri superiore del 14%  rispetto ai livelli del 2019, con un peso significativo sul totale fatturato sopra al 40%. Si tratta di turisti internazionali che cercano sempre più esperienze approfondite e di qualità sul territorio\".\r\n\r\nNel corso degli anni, il market mix dei visitatori all’interno dell'outlet si è infatti costantemente evoluto, andando a ridefinire, di conseguenza, le strategie di approccio ai mercati internazionali del centro: da un lato guardando a nuove fonti di traffico, dall’altro cercando di ridurre il rischio di dipendenza da specifici mercati o aree del mondo. \"Negli ultimi mesi, risultati incoraggianti sono derivati in special modo dall'implementazione di un piano straordinario per rafforzare i legami con il mercato cinese - prosegue Migani -, ritenuto di vitale importanza strategica. L'area nota come Greater China (Cina, Hong Kong, Taiwan) lo scorso anno ha infatti contribuito significativamente alla crescita dei flussi internazionali, con l’11% del totale delle vendite tax free generate dal centro, e vede oggi prospettive di crescita ulteriormente positive\".\r\n\r\nAnche per questo, e in linea con l'aumento previsto dei viaggiatori cinesi in Europa, Serravalle ha inaugurato propri profili su nuovi canali di comunicazione ampiamente utilizzati dalla popolazione cinese: gli account ufficiali dell'outlet su Red Little Book, online dal 4 gennaio, e su WeChat, operativo dal 26 gennaio, hanno già raccolto oltre 1.700 followers e generato più di 1.500 interazioni. Inoltre, tra le peculiarità che hanno caratterizzato la presenza cinese all’interno del centro, alcune evidenziano una discontinuità rispetto al passato: in questo momento, il profilo dei visitatori cinesi si connota per una capacità di spesa medio alta e una presenza spesso legata a viaggi di lavoro o incentive trip, prevalentemente composta quindi da clienti individuali o piccoli gruppi che tendono a privilegiare con ancor maggior favore il concetto di esperienza a 360 gradi.\r\n\r\n\"L’interazione di questi visitatori con il territorio circostanze si conferma, in questo senso, una chiave di attrazione e un elemento integrante della stessa visita al centro - conclude Migani -. Noi da sempre rispondiamo a queste aspettative, favorendo la vocazione turistica dei territori circostanti e supportando iniziative di valorizzazione dei tesori culturali, enogastronomici e paesaggistici e all’eccellenza dei servizi di ospitalità dell'Alto Monferrato, dalle colline del Gavi e della val Borbera, in particolare\".","post_title":"Crescono i visitatori cinesi all'outlet di Serravalle, che festeggia l'anno del Drago","post_date":"2024-02-19T12:38:49+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1708346329000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461603","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sabato 27 e domenica 28 aprile 2024, Parma, cuore della Food Valley, vedrà due giorni di festa, di cibo e di ciclismo, giornate che consentiranno a tutti gli appassionati – ciclisti professionisti o amatoriali – di partecipare ad un evento unico e di esplorare sui pedali, un territorio ricco di itinerari e ciclabili ideali per le due ruote.\r\n\r\nDiversi i percorsi de L’Étape Parma by Tour de France: il 27 aprile la cicloturistica per famiglie e bambini di 25 km, oppure l’itinerario di 60 km lungo la Food Valley Bike, ciclovia della Bassa Parmense che unisce Parma a Busseto (PR), seguendo le piste ciclabili lungo il Grande Fiume, con soste dedicate al gusto. Il 28 aprile, invece, la scelta è tra due percorsi competitivi: la Granfondo gourmet di 74 km e la gara agonistica di 140 km, su un dislivello di 2.800 metri, un tragitto ondulato e panoramico che toccherà Rivalta, Passo del Crocione, Schia Monte Caio, la Pineta di Cozzano e Barbiano.\r\n\r\nNon mancheranno ristori gustosi. Un’occasione per sperimentare i tanti e variegati itinerari cicloturistici, che fanno di Parma e del suo territorio un reticolato ideale per gli amanti della bicicletta, che dalla città d’arte si inoltrano nelle atmosfere di pianura del fiume Po, nelle terre care a Giuseppe Verdi e Giovannino Guareschi, per risalire verso le colline costellate di borghi e di castelli, fino a toccare le cime del Parco dell’Appennino Tosco-Emiliano, scoprendo i luoghi in cui nascono celebri prodotti tipici, dal Prosciutto di Parma al Parmigiano Reggiano, dalla pasta al pomodoro.\r\n\r\nÈ uno dei percorsi de L’Étape Parma by Tour de France, ma anche la ciclovia più appetitosa d’Italia: la Food Valley Bike, che per 80 km attraversa i luoghi del cibo. Da Parma si prosegue verso Mezzani, per esplorare l’Oasi Naturale Parma Morta, si continua per Colorno, dove si può visitare la splendida Reggia di Colorno, e si prosegue in direzione di Sissa Trecasali, per degustare la Spalla Cruda di Palasone, salume risalente al Medioevo. Altra tappa è Roccabianca con il suo castello e Zibello, dove addentare il prelibato Culatello di Zibello. L’arrivo è a Busseto, nella cui frazione Roncole è nato il maestro Giuseppe Verdi. \r\n\r\nLa Food Valley Bike unisce anche Parma a Mantova, attraverso un itinerario di piste ciclabili e fluviali all’insegna del turismo slow e sostenibile, che collega il sito UNESCO Mantova e Sabbioneta, che è parte della Ciclovia Tirreno Brennero, con Parma City of Gastronomy. Snodo cruciale il porto turistico di Mezzani e Casalmaggiore, sul fiume Po. \r\n\r\nPer i ciclisti di buona forchetta, curiosi di scoprire la storia dell’enogastronomia italiana, ci sono i percorsi bike che uniscono gli 8 Musei del Cibo.\r\n\r\nSi chiama Sentiero d’Arte perché si snoda tra meraviglie artistiche e parte proprio da una di esse: la Badia di Santa Maria della Neve a Torrechiara con i suoi affreschi barocchi, il refettorio, il belvedere e il chiostro. Si pedala lungo il Canale di San Michele fino al borgo e al romantico Castello di Torrechiara, teatro della storia d’amore fra Pier Maria Rossi e Bianca Pellegrini, per poi giungere a Langhirano, sede del Museo del Prosciutto.\r\n\r\nArte e mobilità sostenibile sono le parole chiave dei 19 percorsi cicloturistici di Pedalart, che coprono 1.200 km nel territorio di Parma e dell’Emilia.\r\n\r\nPedalare nel territorio di Parma, infatti, è anche vivere le vicende di castelli straordinari. Un itinerario consigliato in bici è quello attraverso i Castelli della Bassa.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Parma meta del cicloturismo con L'étape Parma by Tour de France","post_date":"2024-02-16T09:45:37+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1708076737000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461601","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Gli Stati Uniti varano un piano miliardario per il rinnovo degli aeroporti: secondo quando reso noto ieri dalla Casa Bianca il governo stanzierà quasi un miliardo di dollari per diversi progetti.\r\n\r\nGran parte di questi fondi (970 milioni di dollari) saranno utilizzati per creare corridoi più ampi, sistemi di gestione bagagli più efficienti e gate aggiuntivi in 114 aeroporti di tutto il Paese. I fondi serviranno anche a garantire che gli scali siano conformi alle norme di accessibilità Ada (Americans with Disabilities Act).\r\n\r\n\"Stiamo vivendo una fase di investimenti e miglioramenti senza precedenti in tutte le infrastrutture del nostro Paese\", ha dichiarato il Segretario ai Trasporti Pete Buttigieg.\r\n\r\nTra gli scali individuati per ricevere le sovvenzioni ci sono sia realtà enormi come l'O'Hare di Chicago sia aeroporti più piccoli come l'Appleton del Wisconsin. \r\n\r\nGli aeroporti sono stati un punto dolente per gli Stati Uniti: mntre gli aeroporti europei e asiatici beneficiano di una vasta gamma di negozi e ristoranti di lusso, la maggior parte degli scali statunitensi non dispone di tali servizi.\r\n\r\nL'amministrazione Biden ha stanziato un totale di 3 miliardi di dollari in finanziamenti per gli aeroporti sui 25 miliardi stanziati dalla legge bipartisan sulle infrastrutture.","post_title":"Il governo degli Stati Uniti stanzia un miliardo di dollari per il rinnovo degli aeroporti","post_date":"2024-02-16T09:37:37+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708076257000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461549","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"“Sustainability is a never ending process!”. Questa frase ben rappresenta il percorso dell’Hotel Milano Scala che, nato nel 2010 con l’obiettivo di essere la prima struttura ricettiva a emissioni zero nel capoluogo lombardo, ha ora ottenuto la certificazione dca esg di Dream&Charme, l’organismo autorizzato da Accredia secondo la direttiva approvata dal Parlamento europeo il 17 gennaio 2024. La certificazione garantisce la sostenibilità e l’affidabilità. \r\n«I nostri metri di valutazione utilizzano nove macro-parametri che fanno riferimento all’Agenda 2030 di Sdg e comprendono 1.200 criteri di valutazione. - afferma Giorgio Caire di Lauzet, ceo di Dream&Charme -. Un team composto da diversi auditor ha verificato tutti gli aspetti relativi alla gestione della struttura». E i risultati sono positivi. «In questi anni abbiamo sviluppato con impegno i temi legati alla cultura, siamo a un passo dalla Scala e l’hotel respira e racconta la musica lirica, nonché quelli che riguardano la natura. - sottolinea Vittorio Modena, a.d. del Milano Scala - Il nostro percorso è un’attitudine ad adottare le nuove tecnologie che vengono proposte. Abbiamo creato l’orto in terrazza, abbiamo acquisito una macchina elettrica. Nel 2019, abbiamo cambiato i filtri della purificazione dell’aria, utilizzando i famosi Mitsubishi F9, che permettono di abbattere del 90% le polveri sottili. Recentemente abbiamo creato un ulteriore orto nei piani interrati, usando dei dispositivi per fare il compostaggio. È un percorso, perché non si può parlare di un obiettivo finale: l’impatto zero non esiste, neppure in natura. Noi ci siamo prodigati per avere le emissioni Zero e seguiamo le evoluzioni del settore». \r\nFrattanto il Milano Scala ha implementato le pompe della Mitsubishi che si trovano all’interno della struttura: l’innovativo impianto di climatizzazione e produzione di acqua calda a recupero di calore opera senza immettere agenti inquinanti nell’atmosfera e assicura un risparmio energetico tra il 35% e i 45% rispetto a un sistema tradizionale e una riduzione delle emissioni di Co2 del 40% - 60% rispetto a una caldaia a gas o caldaia tradizionale. La struttura ha anche aderito al progetto di economia circolare che prevede la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti organici e riciclabili prodotti al proprio interno, installando due sistemi di auto compostaggio. Grazie al Borsino Rifiuti, lo scarto prodotto viene poi riciclato e trasformato in materia prima, successivamente utilizzata per la produzione di prodotti a impatto ambientale ridotto. \r\n«Ho realizzato una smart circular city, dove tutti i produttori di rifiuti diventano protagonisti della gestione ambientale del rifiuto e, successivamente, della produzione delle materie prime che ne derivano - spiega Gianluca Borsino, fondatore dello stesso Borsino Rifiuti -. Abbiamo coinvolto il Milano Scala per migliorare la sua raccolta differenziata. Nasce così quella sostenibilità reale che porta dai rifiuti raccolti sul territorio ai prodotti di consumo venduti nei supermercati della zona. I prodotti realizzati sono brandizzati come \"prodotto 100% circolare, salviamo il pianeta”. Il nostro progetto ha ottenuto il riconoscimento dell’Ambrogino delle imprese da parte della Camera di commercio». \r\nL’impegno de Milano Scala è anche rivolto alla città, sostenendo l’iniziativa del comune nata per prendersi cura degli alberi danneggiati dalla tempesta del luglio 2023. «Abbiamo bisogno di esempi virtuosi come quello del Milano Scala che, oltre a confermarsi un’eccellenza in sostenibilità, ha deciso di sostenere la raccolta fondi Milano per gli alberi - conclude Elena Grandi, assessora all’Ambiente e verde del comune di Milano -. È un segno di restituzione importante. Pubblico e privato devono sempre camminare insieme. Sarà un grande vantaggio se i progetti dell’hotel diventeranno virali, coinvolgendo tutto il mondo alberghi e horeca, anche in vista delle Olimpiadi».\r\n","post_title":"Al Milano Scala il certificato dca esg di Dream&Charme. Un impegno a 360 gradi","post_date":"2024-02-15T12:07:44+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1707998864000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461435","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461441\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Ing. Badr Mohammed Al-Meer GCEO di Qatar Airways e S.E. Saad Bin Ali Al Kharji, Presidente di Qatar Tourism[/caption]\r\n\r\nUn media tour con giornalisti trade provenienti da tutto il mondo quello organizzato da Qatar Airways, Discover Qatar e Visit Qatar, con l’obiettivo di far vivere esperienze nuove e promuovere il fascino del piccolo stato peninsulare affacciato sul Golfo Persico.\r\nModernità e tradizione, paesaggi mozzafiato e cultura araba autentica fanno del Qatar una terra ricca di fascino, che si sta rapidamente affermando come una destinazione turistica di primaria importanza. Grazie anche ai numerosissimi collegamenti del vettore di bandiera, Qatar Airways.\r\n\r\n«L’obiettivo di Qatar Airways e Qatar Tourism è quello di rendere Doha una destinazione imperdibile con esperienze di viaggio uniche - ha dichiarato Badr Mohammed Al-Meer, ad del gruppo Qatar Airways, alla conferenza stampa del media tour che si è svolta presso il Mohammed Bin Jassim House - Msheireb Museums - Nel 2024 lavoreremo per espandere ulteriormente la nostra rete, con la ripresa su Venezia e una nuova rotta per Amburgo, insieme all’aumento delle frequenze su varie rotte internazionali. Ci impegniamo a creare esperienze di viaggio indimenticabili che trasformeranno il tempo di transito e l'esperienza aeroportuale stessa. Guardando al futuro, sono fiducioso che il Qatar sia destinato a diventare la principale destinazione di scalo a livello globale».\r\n\r\nI pacchetti scalo di Discover Qatar offrono cinque interessanti opzioni per i viaggiatori che intraprendono il loro viaggio sul network di oltre 170 destinazioni: Standard (scelta tra hotel 4 stelle), Premium (scelta tra hotel a 5 stelle), Premium con accesso alla spiaggia (scelta di hotel a 5 stelle con accesso a Doha Sands Beach, West Bay), Lusso (scelta di hotel 5 stelle lusso con colazione inclusa), Spiaggia all-inclusive (scelta di hotel a 5 stelle con colazione inclusa e accesso alla spiaggia all-inclusive di Doha Sands Beach, West Bay). Tutti questi pacchetti includono 24 strutture per il check-in in modo che gli ospiti possano sfruttare al massimo il loro tempo in Qatar: Inoltre possono essere personalizzati con opzioni aggiuntive tra cui assistenza aeroportuale, trasferimenti e una serie di tour ed esperienze per migliorare il loro soggiorno, come city tour e tour nel deserto.\r\n\r\n«L'offerta 'Stopover in Qatar' è testimonianza della proficua collaborazione tra Qatar Tourism e Qatar Airways, per offrire ai viaggiatori l'opportunità di espandere la loro esperienza di destinazione ed esplorare questo straordinario paese. Riconoscendo la ricchezza e la diversità del turismo del Qatar, crediamo che questo pacchetto sarà di grande valore per i turisti con un tempo limitato» ha commentato S.E. Saad Bin Ali Al Kharji, presidente di Qatar Tourism durante la conferenza stampa.\r\n\r\nIl media tour dei giorni scorsi ha  fatto vivere ai giornalisti una serie di experience in perfetto stile locale: una visita al nuovo parco acquatico Meryal Waterpark con la sua iconica torre di scivoli alta 85 metri, la finale di calcio della coppa d’Asia presso il tecnologico stadio dorato di Lusail, un pranzo al trendy B12 beach club Doha, la visita alla 20° mostra di gioielli e orologi al DECC Doha Excibition Convention Center, un pomeriggio all’International food festival al Bidda Park con dining in the sky, la cena sospesi a 40 metri d’altezza con vista sullo skyline notturno illuminato.\r\n\r\nTra le novità anche il nuovo resort di lusso di proprietà della compagnia aerea, “Our Habitas Ras Abrouq”. Situato ai margini della Riserva della Biosfera di Al-Reem, protetta dall'UNESCO, Our Habitas Ras Abrouq offre un’esperienza unica di lusso per l’anima in ville vista mare, circondate da deserto. La partnership tra Our Habitas e Qatar Airways consente ai viaggiatori di lusso in cerca di nuove esperienze di scoprire le meraviglie naturali del paese. E anche godere di esperienze di viaggio trasformative attraverso mostre d'arte, esperienze culinarie locali, offerte di benessere innovative, concerti, sport, e molto altro.\r\n\r\n[gallery ids=\"461447,461442,461448,461446,461445,461443\"]","post_title":"Il Qatar punta a diventare destinazione leader del turismo di lusso, tra modernità e tradizione","post_date":"2024-02-14T11:18:21+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["discover-qatar","qatar","qatar-airways"],"post_tag_name":["discover qatar","Qatar","qatar airways"]},"sort":[1707909501000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti