22 January 2022

Costa prende in consegna la Toscana: è la terza nave della flotta alimentata a Lng

[ 0 ]

Il gruppo Costa ha preso oggi in consegna la Toscana preso i cantieri finlandesi Meyer di Turku. Si tratta della terza unità della flotta alimentata a gas naturale liquefatto (Lng): la tecnologia attualmente più avanzata nel settore marittimo per abbattere le emissioni. La Toscana arriva infatti dopo la Smeralda, nonché la nave dell’altro brand di casa Costa, AidaNova, a cui peraltro farà presto seguito anche la AidaCosma.

“La Toscana rafforza il nostro impegno nell’innovazione responsabile, contribuendo ulteriormente all’utilizzo dell’Lng applicato alle navi da crociera: una tecnologia in cui abbiamo creduto per primi – sottolinea il direttore generale Costa Crociere, Mario Zanetti -. È un’innovazione che fa parte di un percorso di transizione ecologica in costante evoluzione. Infatti, stiamo anche lavorando alla sperimentazione di ulteriori novità, come le celle a combustibile e le batterie, con l’obiettivo di arrivare alla prima nave a emissioni zero nette. Allo stesso tempo, grazie ai suoi servizi eccellenti e innovativi, la Toscana saprà attrarre nuovi crocieristi, aiutandoci a consolidare la nostra presenza nel Mediterraneo e il nostro piano di ripartenza graduale”.

Costa Toscana debutterà da Savona, il 5 marzo 2022, con un itinerario di una settimana che visiterà Marsiglia, Barcellona, Valencia, Palermo e Civitavecchia/Roma. Successivamente la nuova ammiraglia della compagnia rimarrà posizionata nel Mediterraneo occidentale per tutto l’anno. Nel corso della stagione estiva farà scalo a Savona, Civitavecchia/Roma, Napoli, Ibiza, Valencia, Marsiglia, mentre durante la stagione autunnale Palma de Maiorca prenderà il posto di Ibiza.

La Toscana è una vera e propria smart city galleggiante. Oltre alla grande novità dell’alimentazione a gas naturale liquefatto, la nave dispone infatti di una serie di innovazioni tecnologiche d’avanguardia, studiate per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale della nave. L’intero fabbisogno giornaliero di acqua è per esempio soddisfatto dissalando quella del mare. Il consumo energetico è ridotto al minimo grazie a un sistema di efficientamento energetico intelligente. Inoltre, a bordo verrà effettuato il 100% di raccolta differenziata mentre il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio, che saranno parte di un approccio integrato, sarà finalizzato alla concretizzazione di progetti di economia circolare. I legni di mare, che arrederanno le isole del nuovo ristorante Archipelago, sono stati poi recuperati grazie ai Guardiani della Costa: il programma di educazione ambientale per la salvaguardia del litorale italiano promosso dalla Costa Crociere Foundation. Per ogni cena che si degusterà ad Archipelago, la compagnia donerà infine parte del ricavato alla stessa fondazione per sostenere progetti ambientali e sociali.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti