26 November 2022

ItaliAbsolutely WTM Edition 2022

[ 0 ]


 


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lab Travel Group, operatore della distribuzione turistica che si avvale della collaborazione di oltre 150 agenti di viaggio sul territorio nazionale,  aderisce Museo del Turismo realizzando una sala dedicata alla storia delle compagnie aeree nella propria filiale di Torino, in via del Carmine. Il Museo del Turismo è un’iniziativa senza scopo di lucro ideata dallo spagnolo Alberto Bosque Coello che ha l’intento di promuovere la storia del turismo in tutto il mondo. L’Italia fa parte dei 7 paesi che ospitano le quasi 100 sale tematiche ricche di oggetti, tra cui dépliant, gadget, cartoline, timbri, biglietti e souvenir raccolti dai privati nei loro viaggi.   [gallery ids="434862,434863,434864,434865,434866,434867,434868,434869,434870,434871,434872,434873,434874,434875"] La nuova sala, la numero 73, è aperta al pubblico su prenotazione ed è stata allestita con cura e attenzione da Rita La Torre e Paolo Destefanis, agenti di viaggio Lab Travel Group e testimoni diretti della rivoluzione generata da internet nel settore del trasporto aereo, culminata con l’avvento di nuovi sistemi automatizzati per la distribuzione e il calcolo delle tariffe e il successo del modello low-cost. Il risultato è un percorso dedicato ai nostalgici dei viaggi d’antan, ma anche ai più giovani appassionati di turismo tra cimeli, memorabilia, aneddoti e oggetti vintage dal fascino senza tempo, come l’apribottiglie in omaggio ai passeggeri del Concorde che volava tra Parigi e New York negli anni ’80, caratterizzato da una forma stilizzata ispirata al profilo dello stesso Concorde e della Tour Eiffel. E ancora, le copie dei menù in First Class di Pan Am, i modellini degli aeromobili del passato, borsette portadocumenti e kit da viaggio. Da segnalare anche la sezione dedicata ai libretti degli orari, semplicemente inimmaginabili per i nativi digitali, che comprende anche una rara testimonianza dell’orario ufficiale di tutte le compagnie del mondo, raggruppato in due libroni, aggiornati e spediti alle agenzie di viaggio ogni 3 mesi. Tra i percorsi tematici più curiosi, una menzione speciale va sicuramente a quello incentrato sulla storia della biglietteria. All’interno della sala si possono trovare biglietti di ogni tipo e i manuali delle diverse compagnie per il calcolo delle tariffe in base alle miglia. Prima degli anni ’80, un agente di viaggio esperto impiegava circa quindici minuti per calcolare la tariffa di un volo diretto Milano – New York, ma poteva volerci fino a un’ora di tempo per le tratte più complesse comprensive di uno o più scali. Una volta calcolato l’importo e verificata la disponibilità, il biglietto veniva emesso con macchine speciali, che le agenzie abilitate ricevevano direttamente dalla IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) per poi essere etichettato con una targhettatrice che apponeva su di esso il marchio dell’agenzia e il logo della compagnia aerea, rendendolo valido per l’imbarco. Con l’avvento dei primi automatismi basati sui GDS (Global Distribution System), negli anni ’80 il modo di emettere i biglietti cambia completamente: la mostra ripercorre questa evoluzione arrivando fino agli “E-ticket” di oggi. Paolo Destefanis, agente di viaggio Lab Travel Group e curatore della Sala, dichiara: “Questa sala è il risultato di un grande lavoro di recupero della memoria storica e offre una retrospettiva completa sull’evoluzione delle compagnie aeree e, conseguentemente, del lavoro degli agenti di viaggio nel corso del Novecento. Molti degli oggetti esposti sono ricordi personali dei colleghi di Lab Travel Group, ma ci siamo avvalsi anche della collaborazione di altri agenti di viaggio e di ex dipendenti delle stesse compagnie, che hanno aperto i loro archivi per noi (un ringraziamento particolare va in questo senso al signor Mimmo Cristofaro, titolare dell’agenzia Contur Srl) e di affezionati e storici clienti, che hanno voluto condividere i loro ricordi di viaggio. In linea con la filosofia che anima il Museo del Turismo, intendiamo tener vivo il passato di una professione profondamente cambiata in seguito all’evoluzione tecnologica, affinché tanto gli appassionati, quanto gli addetti ai lavori di oggi possano comprendere l’impegno e il valore che da sempre caratterizza il mestiere dell’agente di viaggio”. Per visitare la sala è sufficiente fissare un appuntamento presso la filiale di Lab Travel Group di via del Carmine 28 a Torino. www.themuseumoftourism.org https://www.facebook.com/ILMUSEODELTURISMO/ https://www.instagram.com/ilmuseodelturismo/ [post_title] => Museo del Turismo: nuova sala a Torino presso Lab Travel Group [post_date] => 2022-11-25T17:31:03+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669397463000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434835 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => iTEG arriva a Roma. L'appuntamento itinerante con il Turismo enogastronomico italiano sbarca nella Capitale e invita tutti gli operatori, le istituzioni e la stampa specializzata a fare rete. L'appuntamento è per il 1 dicembre 2022, presso la Chiesa di San Silvestro al Quirinale, dalle 9.30 alle 19.30. L'evento nasce dal progetto TEGing Italia, fondato nel 2020 da Paola Puzzovio e oggi strutturato su diverse aree operative progettuali: formazione, incoming, destinazioni e servizi alle aziende. "Teging ha reti strutturate ovunque e sono reti attive - spiega Paola Puzzovio raccontando la nascita del progetto durante la presentazione che si è tenuta ieri nella sala stampa di Montecitorio -. Siamo nati ufficialmente nel 2020, in pieno lockdown, partendo dalla Puglia, ma stiamo arrivando in tutte le Regioni d'Italia. Il progetto sbarcherà anche in America con una tappa a New York e ha delle aperture importantissime direttamente collegate con il turismo enogastronomico, dell'accoglienza, delle radici, del ritorno e sociale". Tra i relatori che sono intervenuti alla conferenza stampa, Gianni Lattanzio, segretario generale "Ambientevivo" e Segretario Generale Istituto Cooperazione Paesi Esteri, l'on. Fabio Porta, membro commissione esteri, Concetta D'Emma, fondatrice UnconventionalHospitality, Carmen Bizzarri, PhD Università europea di Roma UER, Antonio Imeneo, co-fondatore Books for peace. Tanti i temi che saranno trattati il primo dicembre nella tappa romana di iTEG: tra cui gli strumenti per l'internazionalizzazione e per l'attrazione degli investimenti, le dinamiche di strutturazione dell'offerta turistica, le strategie di promozione per l'incoming del turismo enogastronomico italiano, gli aspetti più sostenibili, green e inclusivi del turismo enogastronomico, ma anche la formazione. "La formazione professionale è una delle colonne portati di Teging - spiega Puzzovio -, abbiamo creato dei progetti di formazione in rete (FIR) importanti. Lavoriamo sull'intera filiera per supportare tutte le realtà, anche le più piccole, patrimonio immateriale importantissimo. Anche il più piccolo operatore deve sentirsi parte di tutto questo: con la rete che stiamo costruendo arriveremo anche a lui".   [post_title] => iTEG sbarca a Roma: il turismo enogastronomico protagonista dell'evento del primo dicembre [post_date] => 2022-11-25T17:04:40+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669395880000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434846 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sas torna a investire sui collegamenti verso gli Stati Uniti: dal 9 febbraio 2023 la compagnia aerea scandinava tornerà a servire la rotta da Copenhagen a New York: il volo, operato per l'ultima volta ben 34 anni fa, sarà effettuato cinque volte alla settimana e diventerà giornaliero durante la stagione estiva. Sas opererà al Terminal 7 dell'aeroporto Jfk. Attualmente il vettore serve lo scalo anche da Oslo e Stoccolma. "La nuova rotta consentirà ai passeggeri di viaggiare facilmente sia dalla parte ovest sia dalla parte est di New York, poiché Sas continua a offrire partenze dalla Scandinavia verso Newark - spiega una nota della compagnia -. Dalla Scandinavia offriamo un prodotto solido per l'aeroporto di Newark e crediamo che questa aggiunta da Copenaghen al Jfk rafforzerà l'offerta su New York per i nostri clienti. Gli Stati Uniti sono un mercato strategico per noi e continueremo a sviluppare nuove rotte e destinazioni ogni volta che si presenterà l'opportunità giusta". Durante l'inverno Sas opererà circa 130 partenze settimanali su 12 rotte statunitensi.   [post_title] => Sas tornerà a volare sulla rotta da Copenhagen a New York-Jfk, dopo 34 anni di assenza [post_date] => 2022-11-25T12:55:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669380952000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434845 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Pare arrivare finalmente la parola fine sulla lunga vicenda di Moby da ormai più di due anni impegnata in una difficile trattativa con i creditori. Il tribunale di Milano ha infatti approvato il piano di concordato preventivo presentato dalla stessa Moby, insieme alla controllata Cin, del gruppo Onorato. L'approvazione rappresenta un passaggio fondamentale per avviare il processo di ristrutturazione finanziaria della compagnia. "Con il decreto di omologa, il tribunale ha rigettato l’unica opposizione promossa dalla Grimaldi Euromed, condannandola al pagamento delle spese", si legge in una nota ufficiale di Moby. Ora si attende l’avvio del piano di salvataggio, che dovrebbe concludersi entro il 2025. Nel frattempo, però, si sa già che il debito di Cin nei confronti della ex Tirrenia verrà risolto con la formula del saldo e stralcio per una somma complessiva di 82 milioni di euro. [post_title] => Moby: omologato il concordato della compagnia dal tribunale di Milano [post_date] => 2022-11-25T12:53:54+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669380834000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434838 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Brasile, destinazione da vivere sotto una nuova luce e cioè quella delle festività natalizie: numerose le tradizioni che uniscono Italia e Brasile in questo periodo dell'anno, ma tante sono ancora da scoprire, magari con un viaggio attraverso le città di Gramado, Canela e Curitiba che ospitano i più importanti eventi natalizi sul territorio. Quest'anno, a Gramado, va in scena la 37ª edizione di Natal Luz, dal 27 ottobre e fino al 29 gennaio 2023. Durante questo periodo, le strade della città si riempiono di decorazioni natalizie e danno spazio a esibizioni corali, concerti di luci e altre attrazioni. Tra i punti salienti ci sono la Vila de Natal, il Reino de Natal, la Parata di Natale, Nativitaten e la Grande Parata di Natale. È il più grande evento natalizio del mondo ed è stato riconosciuto come Patrimonio storico-culturale del Rio Grande del Sud.  A Canela, fino al 15 gennaio 2023, è il momento di Sonho Natal, un evento unico, familiare e giocoso, ricco di effetti visivi ed alta tecnologia, che celebra la nascita di Cristo e cerca di salvare la generosità tra le persone. L'evento prevede un cospicuo programma, interamente gratuito, in cui si svolgono 272 presentazioni per tutta la durata dell'evento. Curitiba ospita tra il 23 novembre e fino al 23 dicembre l'evento Luz dos Pinhais: il tema è la celebrazione della Vita.  31 giorni di divertimento grazie a spettacoli organizzati dal Comune, dagli sponsor e dai promotori di eventi privati, che insieme offriranno un calendario ricco di attrazioni, tra cui spettacoli teatrali, cori, concerti, opere liriche, balletti, circuiti automobilistici (drive-thru), decorazioni e fiere gastronomiche ed eventi di arte e artigianato. [post_title] => Brasile: alla scoperta delle tradizioni del Natale fra Gramado, Canela e Curitiba [post_date] => 2022-11-25T12:20:33+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669378833000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434840 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è anche il tour operator Dirotta da Noi tra le aziende insignite dall'alta onorificenza di bilancio in occasione del quarantacinquesimo evento, terza edizione nazionale del premio Industria Felix - l’Italia che compete, per performance gestionali, affidabilità finanziaria e talvolta sostenibilità. L’evento, organizzato dal trimestrale di economia e finanza Industria Felix Magazine, diretto da Michele Montemurro, in supplemento al Sole 24 Ore, è realizzato in collaborazione con Cerved, università Luiss Guido Carli, Ac Industria Felix, con il sostegno di Confindustria, con il patrocinio di Simest e la partnership istituzionale della regione Puglia. "Un altro importante riconoscimento raggiunto" - afferma Giulio Clementini, product manager di Dirotta da Noi -. Questo grazie a tutto il team guidato da una leadership forte e coesa che ci porta a migliorarci di anno in anno, seguendo obiettivi sempre più ambiziosi". [post_title] => A Dirotta da Noi l'onorificenza di bilancio del premio Industria Felix [post_date] => 2022-11-25T12:19:44+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669378784000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434831 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un viaggio inaugurale di 15 notti attraverso i fiordi e oltre il Circolo polare artico, salpando in direzione del Nord Europa e attraccando in 12 destinazioni di quattro Paesi. Explora Journeys ha svelato oggi i dettagli del viaggio inaugurale di Explora I, la prima delle sue navi, che partirà il 17 luglio 2023 da Southampton nel Regno Unito. “Fin dal primo giorno, abbiamo avuto una visione chiara con l'obiettivo di creare una nuova esperienza di viaggio sul mare - spiega il ceo del brand lusso di casa Msc, Michael Ungerer -. Siamo molto felici che, nel corso del suo viaggio inaugurale, la nostra prima nave da crociera Explora I, di una categoria a sé stante, consentirà agli ospiti di conoscere alcune delle destinazioni più belle del Nord Europa, offrendo loro un'ospitalità impeccabile sul mare”. Salpando da Southampton, Explora I toccherà quindi Zeebrugge in Belgio e Geiranger, Trondheim, Molde, Leknes, Brønnøysund, Flåm, Bergen e Stavanger in Norvegia, prima di proseguire per la Danimarca, dove visiterà Skagen e la capitale del paese, Copenaghen.   [post_title] => Regno Unito, Belgio, Norvegia e Danimarca tra le tappe del viaggio inaugurale di Explora I [post_date] => 2022-11-25T12:06:52+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669378012000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434833 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “Scopri l’Italia che non sapevi”: presentate a Milano la strategia della promozione turistica congiunta delle regioni italiane e le nuove fasi di sviluppo del progetto che fa parte del piano di Promozione nazionale 2020 del ministero del turismo. Il progetto, nato da un accordo programmatico tra il ministero e la Commissione poliche per il turismo delle regioni, con le regioni capofila del progetto, regione Umbria, Marche ed Emilia Romagna, coordinate dalla regione Abruzzo, e le provincie autonome, in collaborazione con Enit, porta avanti la promozione e la valorizzazione di un patrimonio come i borghi e i paesaggi italiani, il turismo lento e quello attivo. L’evento meneghino è stato inoltre l’occasione per proclamare i vincitori del contest #LitaliaCheNonSapevi, l’iniziativa che ha coinvolto i partecipanti nel racconto dell’Italia nascosta e più insolita attraverso l’invio si video, foto podcast e racconti. Sono stati 676 i partecipanti e 4436 opere con 21 vincitori, uno per ogni regione. Un materiale di grande valore che le regioni metteranno in campo in un piano editoriale sui canali social per la valorizzazione del nostro territorio. Ogni regione capofila si è dedicato ad un asset specifico. Per raccontare l’Italia, 21 creators internazionali sono stati invitati a visitare 189 borghi della nostra penisola per 210 giorni, coordinati dall’Emilia Romagna. Scoprire la bellezza italiana abbinandola a esperienze e alla mobilità sostenibile. Il risultato raggiunto è stato un prodotto passato sui social con oltre 2,3 milioni di utenti tra post, live advertorial e blog post in lingua inglese, tedesco e spagnolo. La regione Umbria ha lavorato alla valorizzazione dell’enogastronomia, estrapolando 21 video ricette di un prodotto Igp o Dop nostrano. L’asset capeggiato dalla regione Marche ha messo in campo il nordic walking e il turismo nautico. Il primo per scoprire l’Italia attraversandola in bicicletta e ponendo l’attenzione sul cicloturismo con “le vie del bike” alla scoperta delle peculiarità dell’Italia, da nord a sud per cui è prevista anche una versione virtuale. La seconda con un piano di navigazione “l’Italia vista dal mare, scopri dove ti porto”, è stata l’occasione per rilanciare la navigazione lungo le coste italiane alla scoperta dell’immenso territorio storico, culturale, naturalistico ed enogastronomico dell’entroterra costiero e e delle acque interne italiane. Un prodotto di valore economico e turistico della nautica da diporto tradotto in 16 itinerari che percorrono l’Italia e le isole e le acque interne. L’obbiettivo di valorizzare i territori italiani prende forma passando da reale a virtuale, migrando da una vetrina già consolidata come il sito viaggio.italia.it al portale nazionale Tourism Digital Hub, gestito da regione Abruzzo per una raccolta uniforme dei contenuti dell’offerta nazionale, affinché sia materiale condiviso. Una sfida nuova che può essere allargata su nuovi temi e collaborazioni al cui Piano 2020 verranno ancora dedicate le risorse ministeriali del Piano Promozionale 2022 per un finanziamento che passerà dai 3 milione del 2020 ai 5 milioni del Piano 2022. Si sta lavorando su come strutturarlo e su come valorizzare anche importanti asset come la montagna e il mare, integrando sempre un continuo dialogo tra i territori. Il percorso verso la promozione turistica nazionale sembra aver compiuto finalmente un primo passo. Inizia a delineasi unione di intenti e semplificazione, collaborazione tra le istituzioni e coordinazione, dialogo con tutti i territori e innovazione tecnologica dietro il lavoro costante e intelligente delle regioni. [post_title] => Scopri l’Italia che non sapevi: le regioni che fanno promozione [post_date] => 2022-11-25T11:55:02+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669377302000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434825 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Porta la firma degli architetti Hugo e Alessia Demetz, la nuova struttura che la famiglia Margesin, già proprietaria dell'alto-atesino Alpiana Green Luxury di Foiana, si appresta ad aprire il prossimo luglio ad Albisano, sopra Torri del Benaco, sul lago di Garda:  55 suite, 15 mila metri quadrati di superficie, una spa da 2 mila metri quadrati con sette sale per trattamenti, saune, piattaforme fitness e yoga, tre piscine, due ristoranti, 450 metri quadrati di ambiente acquatico e un panorama a oltre 180 gradi sul lago. Questi alcuni dei numeri del nuovo progetto Spa-Hideaway Cape of Senses (adults only). Tutte le stanze saranno realizzate in materiali naturali e con colori essenziali: 22 saranno Junior suite vista lago, 22 suite vista lago, sette Signature spa suite vista lago, due Sky suite vista lago con jacuzzi e terrazza e infine due Sky pool suite vista lago con piscina privata 6x3 metri, su una terrazza di 100 metri quadrati e una struttura mobile per dormire guardando le stelle. Due quindi i ristoranti: il fine dining Al tramonto, con cucina gourmet à la carte e l’osteria la Pergola, con eccellente cucina tradizionale, sempre à la carte e terrazza con un panorama unico. A completare l’offerta, due bar e una palestra di 130 metri quadrati con personal trainer. In un'area separata è stata progettata una sala per riunioni e piccoli eventi; a disposizione degli ospiti anche 60 posti auto sotterranei. Ulivi secolari e vegetazione mediterranea si estendono su tutta la proprietà. Nell'ampio giardino, aree relax, lettini, una piscina sportiva di 25 metri e una piattaforma per lo yoga inviteranno gli ospiti a rilassarsi. [post_title] => In arrivo a luglio il Cape of Senses: un all-suite sul lago di Garda [post_date] => 2022-11-25T11:45:25+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669376725000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "italiabsolutely wtm edition 2022" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":23,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":5933,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434858","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Lab Travel Group, operatore della distribuzione turistica che si avvale della collaborazione di oltre 150 agenti di viaggio sul territorio nazionale,  aderisce Museo del Turismo realizzando una sala dedicata alla storia delle compagnie aeree nella propria filiale di Torino, in via del Carmine.\r\n\r\nIl Museo del Turismo è un’iniziativa senza scopo di lucro ideata dallo spagnolo Alberto Bosque Coello che ha l’intento di promuovere la storia del turismo in tutto il mondo. L’Italia fa parte dei 7 paesi che ospitano le quasi 100 sale tematiche ricche di oggetti, tra cui dépliant, gadget, cartoline, timbri, biglietti e souvenir raccolti dai privati nei loro viaggi.\r\n\r\n \r\n\r\n[gallery ids=\"434862,434863,434864,434865,434866,434867,434868,434869,434870,434871,434872,434873,434874,434875\"]\r\n\r\nLa nuova sala, la numero 73, è aperta al pubblico su prenotazione ed è stata allestita con cura e attenzione da Rita La Torre e Paolo Destefanis, agenti di viaggio Lab Travel Group e testimoni diretti della rivoluzione generata da internet nel settore del trasporto aereo, culminata con l’avvento di nuovi sistemi automatizzati per la distribuzione e il calcolo delle tariffe e il successo del modello low-cost.\r\n\r\nIl risultato è un percorso dedicato ai nostalgici dei viaggi d’antan, ma anche ai più giovani appassionati di turismo tra cimeli, memorabilia, aneddoti e oggetti vintage dal fascino senza tempo, come l’apribottiglie in omaggio ai passeggeri del Concorde che volava tra Parigi e New York negli anni ’80, caratterizzato da una forma stilizzata ispirata al profilo dello stesso Concorde e della Tour Eiffel. E ancora, le copie dei menù in First Class di Pan Am, i modellini degli aeromobili del passato, borsette portadocumenti e kit da viaggio. Da segnalare anche la sezione dedicata ai libretti degli orari, semplicemente inimmaginabili per i nativi digitali, che comprende anche una rara testimonianza dell’orario ufficiale di tutte le compagnie del mondo, raggruppato in due libroni, aggiornati e spediti alle agenzie di viaggio ogni 3 mesi.\r\n\r\nTra i percorsi tematici più curiosi, una menzione speciale va sicuramente a quello incentrato sulla storia della biglietteria. All’interno della sala si possono trovare biglietti di ogni tipo e i manuali delle diverse compagnie per il calcolo delle tariffe in base alle miglia. Prima degli anni ’80, un agente di viaggio esperto impiegava circa quindici minuti per calcolare la tariffa di un volo diretto Milano – New York, ma poteva volerci fino a un’ora di tempo per le tratte più complesse comprensive di uno o più scali. Una volta calcolato l’importo e verificata la disponibilità, il biglietto veniva emesso con macchine speciali, che le agenzie abilitate ricevevano direttamente dalla IATA (Associazione Internazionale del Trasporto Aereo) per poi essere etichettato con una targhettatrice che apponeva su di esso il marchio dell’agenzia e il logo della compagnia aerea, rendendolo valido per l’imbarco. Con l’avvento dei primi automatismi basati sui GDS (Global Distribution System), negli anni ’80 il modo di emettere i biglietti cambia completamente: la mostra ripercorre questa evoluzione arrivando fino agli “E-ticket” di oggi.\r\n\r\nPaolo Destefanis, agente di viaggio Lab Travel Group e curatore della Sala, dichiara: “Questa sala è il risultato di un grande lavoro di recupero della memoria storica e offre una retrospettiva completa sull’evoluzione delle compagnie aeree e, conseguentemente, del lavoro degli agenti di viaggio nel corso del Novecento. Molti degli oggetti esposti sono ricordi personali dei colleghi di Lab Travel Group, ma ci siamo avvalsi anche della collaborazione di altri agenti di viaggio e di ex dipendenti delle stesse compagnie, che hanno aperto i loro archivi per noi (un ringraziamento particolare va in questo senso al signor Mimmo Cristofaro, titolare dell’agenzia Contur Srl) e di affezionati e storici clienti, che hanno voluto condividere i loro ricordi di viaggio. In linea con la filosofia che anima il Museo del Turismo, intendiamo tener vivo il passato di una professione profondamente cambiata in seguito all’evoluzione tecnologica, affinché tanto gli appassionati, quanto gli addetti ai lavori di oggi possano comprendere l’impegno e il valore che da sempre caratterizza il mestiere dell’agente di viaggio”.\r\n\r\nPer visitare la sala è sufficiente fissare un appuntamento presso la filiale di Lab Travel Group di via del Carmine 28 a Torino.\r\n\r\nwww.themuseumoftourism.org\r\n\r\nhttps://www.facebook.com/ILMUSEODELTURISMO/\r\n\r\nhttps://www.instagram.com/ilmuseodelturismo/","post_title":"Museo del Turismo: nuova sala a Torino presso Lab Travel Group","post_date":"2022-11-25T17:31:03+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1669397463000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434835","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"iTEG arriva a Roma. L'appuntamento itinerante con il Turismo enogastronomico italiano sbarca nella Capitale e invita tutti gli operatori, le istituzioni e la stampa specializzata a fare rete. L'appuntamento è per il 1 dicembre 2022, presso la Chiesa di San Silvestro al Quirinale, dalle 9.30 alle 19.30.\r\n\r\nL'evento nasce dal progetto TEGing Italia, fondato nel 2020 da Paola Puzzovio e oggi strutturato su diverse aree operative progettuali: formazione, incoming, destinazioni e servizi alle aziende.\r\n\r\n\"Teging ha reti strutturate ovunque e sono reti attive - spiega Paola Puzzovio raccontando la nascita del progetto durante la presentazione che si è tenuta ieri nella sala stampa di Montecitorio -. Siamo nati ufficialmente nel 2020, in pieno lockdown, partendo dalla Puglia, ma stiamo arrivando in tutte le Regioni d'Italia. Il progetto sbarcherà anche in America con una tappa a New York e ha delle aperture importantissime direttamente collegate con il turismo enogastronomico, dell'accoglienza, delle radici, del ritorno e sociale\".\r\n\r\nTra i relatori che sono intervenuti alla conferenza stampa, Gianni Lattanzio, segretario generale \"Ambientevivo\" e Segretario Generale Istituto Cooperazione Paesi Esteri, l'on. Fabio Porta, membro commissione esteri, Concetta D'Emma, fondatrice UnconventionalHospitality, Carmen Bizzarri, PhD Università europea di Roma UER, Antonio Imeneo, co-fondatore Books for peace.\r\n\r\nTanti i temi che saranno trattati il primo dicembre nella tappa romana di iTEG: tra cui gli strumenti per l'internazionalizzazione e per l'attrazione degli investimenti, le dinamiche di strutturazione dell'offerta turistica, le strategie di promozione per l'incoming del turismo enogastronomico italiano, gli aspetti più sostenibili, green e inclusivi del turismo enogastronomico, ma anche la formazione.\r\n\r\n\"La formazione professionale è una delle colonne portati di Teging - spiega Puzzovio -, abbiamo creato dei progetti di formazione in rete (FIR) importanti. Lavoriamo sull'intera filiera per supportare tutte le realtà, anche le più piccole, patrimonio immateriale importantissimo. Anche il più piccolo operatore deve sentirsi parte di tutto questo: con la rete che stiamo costruendo arriveremo anche a lui\".\r\n\r\n ","post_title":"iTEG sbarca a Roma: il turismo enogastronomico protagonista dell'evento del primo dicembre","post_date":"2022-11-25T17:04:40+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669395880000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434846","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sas torna a investire sui collegamenti verso gli Stati Uniti: dal 9 febbraio 2023 la compagnia aerea scandinava tornerà a servire la rotta da Copenhagen a New York: il volo, operato per l'ultima volta ben 34 anni fa, sarà effettuato cinque volte alla settimana e diventerà giornaliero durante la stagione estiva.\r\n\r\nSas opererà al Terminal 7 dell'aeroporto Jfk. Attualmente il vettore serve lo scalo anche da Oslo e Stoccolma. \"La nuova rotta consentirà ai passeggeri di viaggiare facilmente sia dalla parte ovest sia dalla parte est di New York, poiché Sas continua a offrire partenze dalla Scandinavia verso Newark - spiega una nota della compagnia -. Dalla Scandinavia offriamo un prodotto solido per l'aeroporto di Newark e crediamo che questa aggiunta da Copenaghen al Jfk rafforzerà l'offerta su New York per i nostri clienti. Gli Stati Uniti sono un mercato strategico per noi e continueremo a sviluppare nuove rotte e destinazioni ogni volta che si presenterà l'opportunità giusta\".\r\n\r\nDurante l'inverno Sas opererà circa 130 partenze settimanali su 12 rotte statunitensi.\r\n\r\n ","post_title":"Sas tornerà a volare sulla rotta da Copenhagen a New York-Jfk, dopo 34 anni di assenza","post_date":"2022-11-25T12:55:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669380952000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434845","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Pare arrivare finalmente la parola fine sulla lunga vicenda di Moby da ormai più di due anni impegnata in una difficile trattativa con i creditori. Il tribunale di Milano ha infatti approvato il piano di concordato preventivo presentato dalla stessa Moby, insieme alla controllata Cin, del gruppo Onorato. L'approvazione rappresenta un passaggio fondamentale per avviare il processo di ristrutturazione finanziaria della compagnia. \"Con il decreto di omologa, il tribunale ha rigettato l’unica opposizione promossa dalla Grimaldi Euromed, condannandola al pagamento delle spese\", si legge in una nota ufficiale di Moby.\r\n\r\nOra si attende l’avvio del piano di salvataggio, che dovrebbe concludersi entro il 2025. Nel frattempo, però, si sa già che il debito di Cin nei confronti della ex Tirrenia verrà risolto con la formula del saldo e stralcio per una somma complessiva di 82 milioni di euro.","post_title":"Moby: omologato il concordato della compagnia dal tribunale di Milano","post_date":"2022-11-25T12:53:54+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1669380834000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434838","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Brasile, destinazione da vivere sotto una nuova luce e cioè quella delle festività natalizie: numerose le tradizioni che uniscono Italia e Brasile in questo periodo dell'anno, ma tante sono ancora da scoprire, magari con un viaggio attraverso le città di Gramado, Canela e Curitiba che ospitano i più importanti eventi natalizi sul territorio.\r\nQuest'anno, a Gramado, va in scena la 37ª edizione di Natal Luz, dal 27 ottobre e fino al 29 gennaio 2023. Durante questo periodo, le strade della città si riempiono di decorazioni natalizie e danno spazio a esibizioni corali, concerti di luci e altre attrazioni. Tra i punti salienti ci sono la Vila de Natal, il Reino de Natal, la Parata di Natale, Nativitaten e la Grande Parata di Natale. È il più grande evento natalizio del mondo ed è stato riconosciuto come Patrimonio storico-culturale del Rio Grande del Sud. \r\n\r\nA Canela, fino al 15 gennaio 2023, è il momento di Sonho Natal, un evento unico, familiare e giocoso, ricco di effetti visivi ed alta tecnologia, che celebra la nascita di Cristo e cerca di salvare la generosità tra le persone. L'evento prevede un cospicuo programma, interamente gratuito, in cui si svolgono 272 presentazioni per tutta la durata dell'evento.\r\n\r\nCuritiba ospita tra il 23 novembre e fino al 23 dicembre l'evento Luz dos Pinhais: il tema è la celebrazione della Vita.  31 giorni di divertimento grazie a spettacoli organizzati dal Comune, dagli sponsor e dai promotori di eventi privati, che insieme offriranno un calendario ricco di attrazioni, tra cui spettacoli teatrali, cori, concerti, opere liriche, balletti, circuiti automobilistici (drive-thru), decorazioni e fiere gastronomiche ed eventi di arte e artigianato.","post_title":"Brasile: alla scoperta delle tradizioni del Natale fra Gramado, Canela e Curitiba","post_date":"2022-11-25T12:20:33+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1669378833000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434840","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è anche il tour operator Dirotta da Noi tra le aziende insignite dall'alta onorificenza di bilancio in occasione del quarantacinquesimo evento, terza edizione nazionale del premio Industria Felix - l’Italia che compete, per performance gestionali, affidabilità finanziaria e talvolta sostenibilità.\r\n\r\nL’evento, organizzato dal trimestrale di economia e finanza Industria Felix Magazine, diretto da Michele Montemurro, in supplemento al Sole 24 Ore, è realizzato in collaborazione con Cerved, università Luiss Guido Carli, Ac Industria Felix, con il sostegno di Confindustria, con il patrocinio di Simest e la partnership istituzionale della regione Puglia. \"Un altro importante riconoscimento raggiunto\" - afferma Giulio Clementini, product manager di Dirotta da Noi -. Questo grazie a tutto il team guidato da una leadership forte e coesa che ci porta a migliorarci di anno in anno, seguendo obiettivi sempre più ambiziosi\".","post_title":"A Dirotta da Noi l'onorificenza di bilancio del premio Industria Felix","post_date":"2022-11-25T12:19:44+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1669378784000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434831","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un viaggio inaugurale di 15 notti attraverso i fiordi e oltre il Circolo polare artico, salpando in direzione del Nord Europa e attraccando in 12 destinazioni di quattro Paesi. Explora Journeys ha svelato oggi i dettagli del viaggio inaugurale di Explora I, la prima delle sue navi, che partirà il 17 luglio 2023 da Southampton nel Regno Unito.\r\n\r\n“Fin dal primo giorno, abbiamo avuto una visione chiara con l'obiettivo di creare una nuova esperienza di viaggio sul mare - spiega il ceo del brand lusso di casa Msc, Michael Ungerer -. Siamo molto felici che, nel corso del suo viaggio inaugurale, la nostra prima nave da crociera Explora I, di una categoria a sé stante, consentirà agli ospiti di conoscere alcune delle destinazioni più belle del Nord Europa, offrendo loro un'ospitalità impeccabile sul mare”. Salpando da Southampton, Explora I toccherà quindi Zeebrugge in Belgio e Geiranger, Trondheim, Molde, Leknes, Brønnøysund, Flåm, Bergen e Stavanger in Norvegia, prima di proseguire per la Danimarca, dove visiterà Skagen e la capitale del paese, Copenaghen.\r\n\r\n ","post_title":"Regno Unito, Belgio, Norvegia e Danimarca tra le tappe del viaggio inaugurale di Explora I","post_date":"2022-11-25T12:06:52+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1669378012000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434833","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"“Scopri l’Italia che non sapevi”: presentate a Milano la strategia della promozione turistica congiunta delle regioni italiane e le nuove fasi di sviluppo del progetto che fa parte del piano di Promozione nazionale 2020 del ministero del turismo. Il progetto, nato da un accordo programmatico tra il ministero e la Commissione poliche per il turismo delle regioni, con le regioni capofila del progetto, regione Umbria, Marche ed Emilia Romagna, coordinate dalla regione Abruzzo, e le provincie autonome, in collaborazione con Enit, porta avanti la promozione e la valorizzazione di un patrimonio come i borghi e i paesaggi italiani, il turismo lento e quello attivo.\r\nL’evento meneghino è stato inoltre l’occasione per proclamare i vincitori del contest #LitaliaCheNonSapevi, l’iniziativa che ha coinvolto i partecipanti nel racconto dell’Italia nascosta e più insolita attraverso l’invio si video, foto podcast e racconti. Sono stati 676 i partecipanti e 4436 opere con 21 vincitori, uno per ogni regione. Un materiale di grande valore che le regioni metteranno in campo in un piano editoriale sui canali social per la valorizzazione del nostro territorio.\r\nOgni regione capofila si è dedicato ad un asset specifico.\r\nPer raccontare l’Italia, 21 creators internazionali sono stati invitati a visitare 189 borghi della nostra penisola per 210 giorni, coordinati dall’Emilia Romagna. Scoprire la bellezza italiana abbinandola a esperienze e alla mobilità sostenibile. Il risultato raggiunto è stato un prodotto passato sui social con oltre 2,3 milioni di utenti tra post, live advertorial e blog post in lingua inglese, tedesco e spagnolo.\r\nLa regione Umbria ha lavorato alla valorizzazione dell’enogastronomia, estrapolando 21 video ricette di un prodotto Igp o Dop nostrano.\r\nL’asset capeggiato dalla regione Marche ha messo in campo il nordic walking e il turismo nautico. Il primo per scoprire l’Italia attraversandola in bicicletta e ponendo l’attenzione sul cicloturismo con “le vie del bike” alla scoperta delle peculiarità dell’Italia, da nord a sud per cui è prevista anche una versione virtuale. La seconda con un piano di navigazione “l’Italia vista dal mare, scopri dove ti porto”, è stata l’occasione per rilanciare la navigazione lungo le coste italiane alla scoperta dell’immenso territorio storico, culturale, naturalistico ed enogastronomico dell’entroterra costiero e e delle acque interne italiane. Un prodotto di valore economico e turistico della nautica da diporto tradotto in 16 itinerari che percorrono l’Italia e le isole e le acque interne.\r\nL’obbiettivo di valorizzare i territori italiani prende forma passando da reale a virtuale, migrando da una vetrina già consolidata come il sito viaggio.italia.it al portale nazionale Tourism Digital Hub, gestito da regione Abruzzo per una raccolta uniforme dei contenuti dell’offerta nazionale, affinché sia materiale condiviso. Una sfida nuova che può essere allargata su nuovi temi e collaborazioni al cui Piano 2020 verranno ancora dedicate le risorse ministeriali del Piano Promozionale 2022 per un finanziamento che passerà dai 3 milione del 2020 ai 5 milioni del Piano 2022. Si sta lavorando su come strutturarlo e su come valorizzare anche importanti asset come la montagna e il mare, integrando sempre un continuo dialogo tra i territori.\r\nIl percorso verso la promozione turistica nazionale sembra aver compiuto finalmente un primo passo. Inizia a delineasi unione di intenti e semplificazione, collaborazione tra le istituzioni e coordinazione, dialogo con tutti i territori e innovazione tecnologica dietro il lavoro costante e intelligente delle regioni.","post_title":"Scopri l’Italia che non sapevi: le regioni che fanno promozione","post_date":"2022-11-25T11:55:02+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1669377302000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434825","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Porta la firma degli architetti Hugo e Alessia Demetz, la nuova struttura che la famiglia Margesin, già proprietaria dell'alto-atesino Alpiana Green Luxury di Foiana, si appresta ad aprire il prossimo luglio ad Albisano, sopra Torri del Benaco, sul lago di Garda:  55 suite, 15 mila metri quadrati di superficie, una spa da 2 mila metri quadrati con sette sale per trattamenti, saune, piattaforme fitness e yoga, tre piscine, due ristoranti, 450 metri quadrati di ambiente acquatico e un panorama a oltre 180 gradi sul lago. Questi alcuni dei numeri del nuovo progetto Spa-Hideaway Cape of Senses (adults only).\r\n\r\nTutte le stanze saranno realizzate in materiali naturali e con colori essenziali: 22 saranno Junior suite vista lago, 22 suite vista lago, sette Signature spa suite vista lago, due Sky suite vista lago con jacuzzi e terrazza e infine due Sky pool suite vista lago con piscina privata 6x3 metri, su una terrazza di 100 metri quadrati e una struttura mobile per dormire guardando le stelle. Due quindi i ristoranti: il fine dining Al tramonto, con cucina gourmet à la carte e l’osteria la Pergola, con eccellente cucina tradizionale, sempre à la carte e terrazza con un panorama unico. A completare l’offerta, due bar e una palestra di 130 metri quadrati con personal trainer.\r\n\r\nIn un'area separata è stata progettata una sala per riunioni e piccoli eventi; a disposizione degli ospiti anche 60 posti auto sotterranei. Ulivi secolari e vegetazione mediterranea si estendono su tutta la proprietà. Nell'ampio giardino, aree relax, lettini, una piscina sportiva di 25 metri e una piattaforma per lo yoga inviteranno gli ospiti a rilassarsi.","post_title":"In arrivo a luglio il Cape of Senses: un all-suite sul lago di Garda","post_date":"2022-11-25T11:45:25+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669376725000]}]}}

Lascia un commento