12 April 2024
Errore NEWS





Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465398 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Stiamo rispondendo alle obiezioni che l’Europa sta sollevando e studieremo anche le remedies legate alle sovrapposizioni, che non esistono tra noi e Lufthansa»: Antonio Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così in merito alle preoccupazioni espresse dalla commissione Ue sulle tratte tra Roma e il resto del mondo: «Lì non c’è il problema». In altre parole la risposta si concentrerà sulle rotte europee in sovrapposizione. L'affermazione di Turicchi, ripresa da Il Sole 24 Ore (a margine del convegno su “Modalità e sfide future tra sviluppo delle reti e crescente instabilità globale” organizzato da Regione Lombardia nell’ambito del G7 dei Trasporti a Milano), arriva in vista dell'attesa risposta della Commissione europea che nello Statement of objections inviato lo scorso 25 marzo al Mef e a Lufthansa aveva dato un mese di tempo per rispondere ai rilievi mossi sull’acquisizione da parte del colosso tedesco di una quota del 41% della compagnia aerea italiana. Le rotte Oggetto del contendere sono le rotte a corto raggio tra l'Italia e i paesi dell’Europa centrale, dove i competitor sono principalmente le low cost; le rotte di lungo raggio fra l’Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone, considerando le attività di Ita, Lufthansa e dei suoi partner in joint venture un’unica entità (comprese, dunque, United Airlines, Air Canada e All Nippon Airways); infine, la posizione dominante di Ita nel city airport di Milano Linate. Dopo la risposta del Mef e di Lufthansa, si attende entro il 6 giugno il pronunciamento di Bruxelles: Turicchi ha precisato che Lufthansa manderà alla Commissione europea le sue proposte «prima di maggio» per avere il via libera «prima» della scadenza. Il presidente di Ita ha sottolineato che «l’operazione di consolidamento che abbiamo fatto non è di salvataggio ma per far crescere la compagnia». Dopo aver raggiunto quasi 15 milioni di passeggeri nel 2023, per quest’anno il vettore punta ai 20 milioni. «Nel 2023 la perdita è stata azzerata e abbiamo chiuso l’anno con 450 milioni in cassa, ciò ci ha permesso di guadagnare credibilità sui mercati internazionali». [post_title] => Ita Airways, Turicchi: «Entro maggio le risposte di Lufthansa all'Ue» [post_date] => 2024-04-12T10:39:32+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712918372000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465341 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%). "Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere". Da qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: "Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato". A tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert. Alla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi. Infine una parola sul budget 2024: "L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel".   [post_title] => Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit [post_date] => 2024-04-11T13:56:54+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712843814000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465322 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Gran Bretagna si conferma destinazione prediletta per i turisti italiani, e neppure le problematiche legate all'ottenimento dei passaporti nel nostro Paese sembrano influenzare le scelte dei nostri connazionali.  «Una eventuale 'limitazione' potrebbe essere vista in termini di costi - spiega Silvia Bocciarelli, communication manager di VisitBritain Italia (nella foto) -: sicuramente per una famiglia con magari figli piccoli l'iter risulta più complesso come tempi e impegnativo economicamente. Anche per questo attualmente il target cui ci rivolgiamo principalmente è quello di coppie o magari gruppi di amici, di età fra i 30 e i 45 anni, che tendenzialmente sono già in possesso del documento». Le previsioni 2024 puntano ad accogliere 2 milioni di visitatori dall'Italia - il 90% del volume 2019 - con una spesa di 1,2 miliardi di sterline (il 6% in più rispetto al 2019): in pratica è atteso per il 2025 il ritorno del mercato italiano ai numeri pre-Covid. I focus della promozione per il 2024 si concentrano sul «turismo cinematografico, oggetto di una campagna specifica che - benché non includerà l'Italia - troverà grande visibilità»; sulla sostenibilità, oggetto di grandi attenzioni da parte di VisitBritain: «Un tema cui teniamo particolarmente e che va di pari passo alla destagionalizzazione delle destinazioni: di fatto ci sono mete che non promuoviamo più durante l'estate tanto soffrono di overtourism. Ad esempio la Cornovaglia in Inghilterra, il Loch Ness in Scozia e l'isola di Skye, e ancora il Lake District. Cerchiamo di trovare nuove chiavi di lettura che rendano attrattivi questi luoghi al di fuori dei periodi di picco». Sempre in quest'ottica, ma anche per una proposta economicamente più sostenibile si inserisce «la promozione di esperienze rurali o comunque fuori dalle grandi città dove testare l'accoglienza britannica a prezzi più accessibili. Il suggerimento è quello di evitare, comunque, le città durante i grandi eventi, scegliendo di alloggiare in mete alternative, come potrebbe essere Brighton per Londra, che a meno di un'ora dalla capitale è certamente più a buon mercato». Infine, «lavoreremo molto sull'accoglienza dei turisti e daremo grande visibilità alle proposte 'food and drink', che esaltano le eccellenze dal paese, con numerosi prodotti a km zero». [post_title] => Gran Bretagna: grandi attese dall'Italia malgrado le sfide, dai passaporti all'overtourism [post_date] => 2024-04-11T12:22:31+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712838151000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465172 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Db-Öbb rinnova l'intera flotta di treni in servizio sulla linea Italia - Austria - Germania, dove entrano in servizio i moderni Railjet new generation. Tutti i nuovi Db-Öbb Railjet saranno operativi il prossimo autunno, ma già dall’8 aprile due nuove vetture hanno cominciato a viaggiare sulla linea del Brennero.  «I nuovi Railjet - ha dichiarato Marco Kampp, amministratore delegato di Db Bahn Italia - grazie alla loro tecnologia avanzata, garantiranno a chi viaggia sulle nostre carrozze comodità e agio all’insegna della modernità. Tutte caratteristiche poi che riflettono quella che, da sempre, è la nostra filosofia. Viaggiare con i Db-Öbb Railjet sarà così ancora di più sinonimo di comodità, semplicità e sostenibilità, e si potrà partire da Bologna e Venezia via Verona per raggiungere Innsbruck o ancora più a nord Monaco su vetture super moderne e dalla tecnologia avanzata». Ogni treno dispone di 430 posti in classe economica, 86 in prima classe e 16 in classe business: a bordo sono disponibili la connessione wi-fi e giornali digitali. Nella carrozza multifunzionale si trovano inoltre: 3 posti per sedie a rotelle con comoda salita e discesa grazie agli ingressi a pianale ribassato, 6 porta biciclette accessibili tramite una rampa per biciclette e spazio per sci e snowboard. Ampia è la zona per le famiglie e più spazio per i passeggini per chi volesse viaggiare indisturbato in classe economica e prima classe ci sono zone silenziose separate. Infine, è aperto un ristorante di bordo con tavoli e sgabelli da bar e tre nuove zone snack con distributori automatici di cibo sul treno. «Il nuovo Railjet corrisponde agli standard tecnici più moderni e soddisfa le esigenze dei nostri passeggeri - ha aggiunto Sabine Stock, membro del consiglio direttivo di Öbb Personenverkehr -. Più privacy, ancora più comfort, così come innovazioni come le zone snack e il ritorno dei nostri popolari scompartimenti, garantiscono un'esperienza di viaggio di prima classe». [post_title] => Db-Öbb: sulla linea del Brennero debuttano i nuovi e moderni Railjet [post_date] => 2024-04-10T09:15:03+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712740503000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465136 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'estate 2024 di United Airlines accelera da Napoli dove la compagnia anticipa di quasi un mese rispetto al 2023 la data di aperta del collegamento stagionale per il New York - Newark Liberty International. Con un doppio volo giornaliero durante il picco estivo, United collegherà Napoli a New York/Newark fino al 26 ottobre 2024. E durante la summer la compagnia Usa opererà fino a 11 collegamenti giornalieri non stop dall'Italia agli Stati Uniti. Oltre ai voli da Capodichino ci sono infatti i collegamenti giornalieri tutto l’anno da Roma e da Milano per New York/Newark e quelli stagionali giornalieri da Roma a Chicago O’Hare, Washington Dulles e San Francisco, da Milano per Chicago O’Hare (la cui apertura, anche in questo caso, è stata anticipata rispetto al 2023) e da Venezia a New York/Newark. «Siamo entusiasti di tornare a volare da Napoli con un operativo più esteso, consentendo ai nostri clienti nel Sud Italia di prenotare il loro viaggio negli Stati Uniti anche prima quest’anno - ha affermato Walter Cianciusi, country sales manager Italia -. Per l'estate 2024, United offrirà il più grande operativo intercontinentale di sempre, offrendo ancora più opzioni di viaggio grazie ai collegamenti, dai nostri hub statunitensi, per tutto il continente americano». «L’anticipo del volo Napoli/Newark di United, prima major americana a volare da Napoli a New York, dimostra la forte richiesta e l’enorme connessione tra le due città, che condividono vivacità culturale e latitudine - ha commentato Roberto Barbieri, amministratore delegato di Gesac -. Il grande successo di questi anni ha portato la compagnia a raddoppiare le frequenze giornaliere durante il picco estivo e a puntare su un prodotto spiccatamente business, scelte pienamente in linea con la strategia di Gesac di offrire voli di qualità in grado di garantire un’elevata connettività. Oltre New York, il collegamento con Newark, hub di United, consentirà ai passeggeri di Napoli e del Sud Italia di raggiungere più facilmente tutto il continente americano». Il network transatlantico di Unite per l'estate prevede collegamenti senza scalo da 37 destinazioni: l’offerta più ricca di sempre per il vettore e l’offerta di destinazioni maggiore rispetto a tutti gli altri vettori statunitensi. United è l'unica compagnia aerea a collegare direttamente gli Stati Uniti con Dubrovnik, Malaga, Maiorca e Tenerife. L'operativo 2024 include anche nuovi collegamenti da Marrakech a New York/Newark (soggetto ad approvazione delle autorità), da Atene a Chicago O'Hare, da Barcellona a San Francisco, la ripresa del volo stagionale Reykjavik-New York/Newark, nonché voli aggiuntivi da Roma. United incrementerà ulteriormente il volo stagionale estivo Malaga-New York/Newark anticipando il collegamento al 3 maggio 2024.  Inoltre, la compagnia aerea ripristinerà le rotte stagionali più popolari da Nizza, Lisbona, Barcellona, Roma e Milano per offrire ai clienti più tempo e flessibilità per esplorare le destinazioni negli Stati Uniti. [post_title] => United Airlines insiste su Napoli: lo stagionale per New York decolla quasi un mese prima [post_date] => 2024-04-09T11:47:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712663220000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465117 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Delta Air Lines punta i riflettori su Filadelfia, Baltimora, New York, Lancaster, in totale otto città della costa orientale degli Stati Uniti, che hanno ricoperto il ruolo di capitale degli Usa in un determinato momento della storia prima di Washington D.C. Località che sono state protagonista nella costituzione del paese e hanno molto da offrire ai viaggiatori: grazie ai voli diretti della compagnia aerea da Milano, Roma, Venezia e - dal 25 maggio - Napoli per New York-Jfk, è possibile scoprire i siti storici di queste città. È a Filadelfia che nel 1776 i padri fondatori degli Stati Uniti firmarono la Dichiarazione di Indipendenza e, nel 1787, la Costituzione. Tra il 1774 e il 1800 tre gli edifici furono sede di quello che oggi può essere considerato il Congresso degli Stati Uniti, tra cui spiccano la Carpenters Hall e l'Independece Hall, nell'Independence National Historical Park, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1979.  Baltimora ha svolto un ruolo chiave nella rivoluzione americana. Il Congresso si riunì alla Henry Fite House tra il dicembre 1776 e il febbraio 1777, facendo di questa città costiera la capitale degli Stati Uniti in questo breve periodo. Annapolis, piccola città costiera a 50 km a sud di Baltimora, è l'attuale capoluogo dello stato del Maryland e ospitò il Congresso nella Maryland State House tra il 1783 e il 1784 per appena nove mesi. Anche in questo caso le città sono raggiungibili con la compagnia aerea via New York. Lancaster ospitò il Congresso per un solo giorno, il 27 settembre 1777, presso la Court House. Quest’area della Pennsylvania è famosa per essere sede di molte comunità Amish.  York fu capitale tra il 1777 e il 1778 e vanta attrazioni come lo York County Colonial Complex, un complesso museale che comprende l'edificio più antico della città, risalente al XVIII secolo, e una replica del tribunale dove Il Congresso approvò gli Articoli della Confederazione (la prima Costituzione della nazione) nel 1777, rendendo York, secondo alcuni, la vera prima capitale del Paese. Lancaster si raggiunge in auto da Filadelfia in un’ora e mezza, York in un’ora e 45 minuti. Princeton, sede di una delle università più prestigiose degli Stati Uniti, merita una visita anche di un solo giorno da New York per respirare l'atmosfera delle vie raccolte attorno a Nassau Street, piene di ristoranti e animate da studenti, e vedere l'università, con edifici ricchi di storia e prati da cartolina. Trenton è l'attuale capoluogo del New Jersey e fu capitale degli Stati Uniti per due mesi nel 1784. Entrambe le località distano circa un’ora di macchina da New York. New York è stata capitale della nazione tra il 1785 e il 1788, fu la prima capitale degli Stati Uniti dopo la Guerra di Indipendenza, A New York, nel 1789, George Washington fece giuramento come primo Presidente del Paese alla Federal Hall, situata in Wall Street. Washington D.C., capitale del Paese dal 1800 ad oggi. I punti di interesse qui per i viaggiatori curiosi qui sono innumerevoli, dal Campidoglio ai monumenti in onore di Abraham Lincoln, Washington e a Jefferson, fino al cimitero nazionale di Arlington. Inoltre, la città ospita molti altri luoghi di interesse come il complesso museale Smithsonian, che include il Museo Nazionale dell'Aria e dello Spazio, il Museo Nazionale di Storia Naturale o il Museo di Arte Americana. Punto d’arrivo di un viaggio alla scoperta della storia degli Stati Uniti è la Casa Bianca, con i suoi oltre 200 anni di storia. [gallery ids="465124,465127,465126"] [post_title] => Delta Air Lines alla scoperta delle ex capitali Usa: tutti i voli dall'Italia, via New York [post_date] => 2024-04-09T10:54:28+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712660068000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465090 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sicurezza per gli ospiti, tutela dei sentieri sui muretti a secco e qualità dell’esperienza di visita. Ecco gli obiettivi che hanno dettato le misure del Parco Nazionale delle Cinque Terre per gestire i flussi turistici. Il Parco Nazionale Cinque Terre nel corso del 2023 ha commissionato alla società MIC HUB uno studio preliminare sulla mobilità e l’accessibilità al Parco, che ha delineato un quadro conoscitivo strutturato, ipotizzando soluzioni progettuali - per le giornate di picco - a mitigare l’impatto turistico già dalla stagione in corso. I giorni da “bollino rosso” sono coincidenti con i ponti festivi per cui il Parco attiverà una serie di misure straordinarie, potenziando il coordinamento con personale, volontari e addetti al controllo all’informazione e alla sicurezza e monitorando con attenzione la soglia oltre cui la pressione antropica può rappresentare una minaccia. Gli amanti del trekking e delle camminate in visita nell’area protetta possono scegliere tra decine di sentieri a libero accesso per un totale di 130 km, con diversi livelli di difficoltà e punti di interesse. Molte le soluzioni strategiche scaturite dallo studio di MIC HUB, come strumenti per la gestione del turismo sostenibile nelle giornate di picco. In base alle previsioni sulla pressione nelle giornate di maggiore affluenza, sarà reintrodotto il “senso unico” per fasce orarie. Miglioramento con interventi di straordinaria manutenzione dell’infrastruttura della rete senti eristica. A questo si aggiunge l’appalto integrato di interventi straordinari sulla stessa rete escursionistica. Totem informativi – contapersone: saranno posti nei principali ingressi dei sentieri totem digitali con informazioni in tempo reale o eventuali messaggi di allerta. I totem opereranno in rete con i contapersone. Revisione tariffa carta trekking card: solo nei giorni in cui è previsto un flusso turistico di picco verrà rivista la tariffa delle Trekking card per incentivare la fruizione della rete sentieristica nelle altre giornate di bassa affluenza.  Riduzione tariffa Carta Parco integrata per operatori certificati CTES (con Carta Europea per il Turismo Sostenibile). Sviluppo estensione certificazione CETS: ulteriori tour operator sono oggi coinvolti nell’iter di certificazione CETS in modo da perseguire una visione comune di turismo sostenibile nell’area del Parco. Nuovo Wayfinding del Parco: è stato avviato il progetto complessivo relativo alla viabilità carrabile di collegamento del Parco delle Cinque Terre. Si tratta della progettazione e collocazione della nuova segnaletica per l’orientamento dei fruitori del Parco. Piano biennale Digitale (2024 – 2025) del Parco: i principali obiettivi di tale piano sono digitalizzare alcune procedure vitali per la gestione efficace del Parco e una sua corretta fruizione nonché integrare i dati per costruire una visione unitaria, che renda più efficace la gestione dei flussi e migliori la qualità e la tempestività delle informazioni. «Le azioni di contenimento e controllo dei flussi sui sentieri del Parco nascono dalla duplice esigenza di garantire tutela del patrimonio ecologico e sicurezza degli ospiti – dichiara la Presidente del Parco, Donatella Bianchi – Tra queste azioni si inserisce in particolare l'aumento della Cinque Terre Card Trekking per l’accesso al Sentiero SVA Monterosso Corniglia Vernazza nelle 16 giornate di picco. È una misura straordinaria che riguarda la necessità di proteggere il territorio e di conseguenza anche la stessa esperienza di visita del camminatore, spesso deluso nelle aspettative proprio a causa degli affollamenti. Tale misura risponde a una esigenza del Parco di tutela dei turisti in visita che, siamo sicuri, saranno più coinvolti nel rispetto di quella fragilità intrinseca all’unicità e alla bellezza delle Cinque Terre». [post_title] => Parco 5 Terre, obiettivo sicurezza, tutela ambiente e qualità dell’esperienza di visita [post_date] => 2024-04-09T09:59:17+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712656757000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465018 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => New entry elbana per Th Resorts che raddoppia la propria presenza sull'isola con il Th Capoliveri Grand Hotel Elba International. Situata ai confini del parco nazionale dell’Arcipelago toscano, la struttura dispone di 120 camere, spiaggia privata, due piscine, due ristoranti, tre bar, centro benessere, area fitness e sala meeting. Il gruppo padovano era già presente all'Elba con un complesso composto dal residence Th Ortano Mare da 100 appartamenti, nonché dal 4 stelle da 128 camere Th Ortano Mare – Village. In Toscana la compagnia opera pure un altro 4 stelle da 148 camere: il Th Tirrenia Green Park Resort di Calambrone, nel pisano. Con questa new entry il portfolio Th sale ora a 31 proprietà, per un totale di circa 5.700 camere.  [post_title] => Th Resorts raddoppia all'Elba con il Capoliveri [post_date] => 2024-04-08T10:32:25+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712572345000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465000 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha aperto ieri il nuovo collegamento da Roma Fiumicino a Chicago O’Hare, operato da un Airbus A330neo: sei le frequenze settimanali previste, che diventeranno 7 a partire da giugno. La compagnia, con l'avvio anche della Roma-Toronto che sarò attiva dal prossimo 10 maggio, proporrà così 140 voli settimanali tra l’Italia e il Nord America. L’apertura del collegamento per Chicago, il settimo verso il Nord America, conferma la strategicità della destinazione Stati Uniti per il vettore italiano: gli Usa sono infatti il primo mercato dopo l’Italia e la nuova rotta consentirà a Ita di aggiungere un ulteriore punto di accesso strategico non solo per il traffico point to point, ma anche per le prosecuzioni verso altre destinazioni all’interno del Paese, combinando flussi di traffico leisure e business. «Questa nuova destinazione, la settima in Nord America, arricchisce ulteriormente il network intercontinentale di ItaAirways e consolida la nostra espansione verso gli Stati Uniti, primo mercato internazionale per la nostra compagnia - ha ricordato Emiliana Limosani, chief commercial officer di Ita Airways e ceo di Volare -. I molteplici collegamenti da Roma Fiumicino con New York, Boston, Washington, Miami, Los Angeles, San Francisco a cui si aggiunge la nuova Chicago rafforzano la nostra presenza sul mercato Usa, al centro della nostra strategia commerciale, aggiungendo un ulteriore punto di accesso non solo per il traffico point to point, ma anche per le prosecuzioni verso altre destinazioni all’interno del Paese». «L’inaugurazione di una nuova rotta del nostro hub carrier per gli Stati Uniti è un ottimo motivo per festeggiare – dichiara Ivan Bassato, chief aviation officer di Aeroporti di Roma - L’ingresso di Ita Airways su Chicago incrementa ulteriormente l’offerta di lungo raggio sul Nord America che, dopo i numeri record registrati lo scorso anno, continua il trend di sviluppo: quest’estate Roma sarà collegata a 18 scali tra Stati Uniti, Canada e Messico, arrivando ad offrire fino a 39 partenze al giorno, ben 5 in più rispetto ai livelli già molto alti della scorsa estate, a conferma del ruolo di Fiumicino quale hub di riferimento per il Paese». L'operativo estivo di Ita include 57 destinazioni, di cui 16 nazionali, 26 internazionali e 15 intercontinentali. Nord America, Africa e Medio Oriente saranno i mercati in cui la compagnia inaugurerà voli diretti dal suo hub di Roma Fiumicino. In particolare, a maggio, oltre a Toronto, verrà lanciato il collegamento diretto con Riyadh. A giugno sarà la volta dei voli diretti per Accra e Kuwait City, a luglio di Dakar e ad agosto di Gedda. Inoltre, nel picco della stagione estiva, ITA Airways aggiungerà 11 collegamenti stagionali nel Mediterraneo. [post_title] => Ita Airways operativa sulla Roma-Chicago sei volte a settimana. Voli giornalieri da giugno [post_date] => 2024-04-08T09:32:36+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712568756000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "news adnkronos" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":17,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1046,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465398","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Stiamo rispondendo alle obiezioni che l’Europa sta sollevando e studieremo anche le remedies legate alle sovrapposizioni, che non esistono tra noi e Lufthansa»: Antonio Turicchi, presidente di Ita Airways, risponde così in merito alle preoccupazioni espresse dalla commissione Ue sulle tratte tra Roma e il resto del mondo: «Lì non c’è il problema». In altre parole la risposta si concentrerà sulle rotte europee in sovrapposizione.\r\n\r\nL'affermazione di Turicchi, ripresa da Il Sole 24 Ore (a margine del convegno su “Modalità e sfide future tra sviluppo delle reti e crescente instabilità globale” organizzato da Regione Lombardia nell’ambito del G7 dei Trasporti a Milano), arriva in vista dell'attesa risposta della Commissione europea che nello Statement of objections inviato lo scorso 25 marzo al Mef e a Lufthansa aveva dato un mese di tempo per rispondere ai rilievi mossi sull’acquisizione da parte del colosso tedesco di una quota del 41% della compagnia aerea italiana.\r\nLe rotte\r\nOggetto del contendere sono le rotte a corto raggio tra l'Italia e i paesi dell’Europa centrale, dove i competitor sono principalmente le low cost; le rotte di lungo raggio fra l’Italia e Stati Uniti, Canada e Giappone, considerando le attività di Ita, Lufthansa e dei suoi partner in joint venture un’unica entità (comprese, dunque, United Airlines, Air Canada e All Nippon Airways); infine, la posizione dominante di Ita nel city airport di Milano Linate.\r\nDopo la risposta del Mef e di Lufthansa, si attende entro il 6 giugno il pronunciamento di Bruxelles: Turicchi ha precisato che Lufthansa manderà alla Commissione europea le sue proposte «prima di maggio» per avere il via libera «prima» della scadenza.\r\nIl presidente di Ita ha sottolineato che «l’operazione di consolidamento che abbiamo fatto non è di salvataggio ma per far crescere la compagnia». Dopo aver raggiunto quasi 15 milioni di passeggeri nel 2023, per quest’anno il vettore punta ai 20 milioni. «Nel 2023 la perdita è stata azzerata e abbiamo chiuso l’anno con 450 milioni in cassa, ciò ci ha permesso di guadagnare credibilità sui mercati internazionali».","post_title":"Ita Airways, Turicchi: «Entro maggio le risposte di Lufthansa all'Ue»","post_date":"2024-04-12T10:39:32+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1712918372000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465341","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%).\r\n\r\n\"Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere\".\r\n\r\nDa qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: \"Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre\", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato\".\r\n\r\nA tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert.\r\n\r\nAlla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi.\r\n\r\nInfine una parola sul budget 2024: \"L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel\".\r\n\r\n ","post_title":"Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit","post_date":"2024-04-11T13:56:54+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712843814000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465322","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Gran Bretagna si conferma destinazione prediletta per i turisti italiani, e neppure le problematiche legate all'ottenimento dei passaporti nel nostro Paese sembrano influenzare le scelte dei nostri connazionali. \r\n\r\n«Una eventuale 'limitazione' potrebbe essere vista in termini di costi - spiega Silvia Bocciarelli, communication manager di VisitBritain Italia (nella foto) -: sicuramente per una famiglia con magari figli piccoli l'iter risulta più complesso come tempi e impegnativo economicamente. Anche per questo attualmente il target cui ci rivolgiamo principalmente è quello di coppie o magari gruppi di amici, di età fra i 30 e i 45 anni, che tendenzialmente sono già in possesso del documento».\r\n\r\nLe previsioni 2024 puntano ad accogliere 2 milioni di visitatori dall'Italia - il 90% del volume 2019 - con una spesa di 1,2 miliardi di sterline (il 6% in più rispetto al 2019): in pratica è atteso per il 2025 il ritorno del mercato italiano ai numeri pre-Covid.\r\n\r\nI focus della promozione per il 2024 si concentrano sul «turismo cinematografico, oggetto di una campagna specifica che - benché non includerà l'Italia - troverà grande visibilità»; sulla sostenibilità, oggetto di grandi attenzioni da parte di VisitBritain: «Un tema cui teniamo particolarmente e che va di pari passo alla destagionalizzazione delle destinazioni: di fatto ci sono mete che non promuoviamo più durante l'estate tanto soffrono di overtourism. Ad esempio la Cornovaglia in Inghilterra, il Loch Ness in Scozia e l'isola di Skye, e ancora il Lake District. Cerchiamo di trovare nuove chiavi di lettura che rendano attrattivi questi luoghi al di fuori dei periodi di picco».\r\n\r\nSempre in quest'ottica, ma anche per una proposta economicamente più sostenibile si inserisce «la promozione di esperienze rurali o comunque fuori dalle grandi città dove testare l'accoglienza britannica a prezzi più accessibili. Il suggerimento è quello di evitare, comunque, le città durante i grandi eventi, scegliendo di alloggiare in mete alternative, come potrebbe essere Brighton per Londra, che a meno di un'ora dalla capitale è certamente più a buon mercato».\r\n\r\nInfine, «lavoreremo molto sull'accoglienza dei turisti e daremo grande visibilità alle proposte 'food and drink', che esaltano le eccellenze dal paese, con numerosi prodotti a km zero».","post_title":"Gran Bretagna: grandi attese dall'Italia malgrado le sfide, dai passaporti all'overtourism","post_date":"2024-04-11T12:22:31+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1712838151000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465172","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Db-Öbb rinnova l'intera flotta di treni in servizio sulla linea Italia - Austria - Germania, dove entrano in servizio i moderni Railjet new generation. Tutti i nuovi Db-Öbb Railjet saranno operativi il prossimo autunno, ma già dall’8 aprile due nuove vetture hanno cominciato a viaggiare sulla linea del Brennero. \r\n\r\n«I nuovi Railjet - ha dichiarato Marco Kampp, amministratore delegato di Db Bahn Italia - grazie alla loro tecnologia avanzata, garantiranno a chi viaggia sulle nostre carrozze comodità e agio all’insegna della modernità. Tutte caratteristiche poi che riflettono quella che, da sempre, è la nostra filosofia. Viaggiare con i Db-Öbb Railjet sarà così ancora di più sinonimo di comodità, semplicità e sostenibilità, e si potrà partire da Bologna e Venezia via Verona per raggiungere Innsbruck o ancora più a nord Monaco su vetture super moderne e dalla tecnologia avanzata».\r\n\r\nOgni treno dispone di 430 posti in classe economica, 86 in prima classe e 16 in classe business: a bordo sono disponibili la connessione wi-fi e giornali digitali. Nella carrozza multifunzionale si trovano inoltre: 3 posti per sedie a rotelle con comoda salita e discesa grazie agli ingressi a pianale ribassato, 6 porta biciclette accessibili tramite una rampa per biciclette e spazio per sci e snowboard. Ampia è la zona per le famiglie e più spazio per i passeggini per chi volesse viaggiare indisturbato in classe economica e prima classe ci sono zone silenziose separate. Infine, è aperto un ristorante di bordo con tavoli e sgabelli da bar e tre nuove zone snack con distributori automatici di cibo sul treno.\r\n\r\n«Il nuovo Railjet corrisponde agli standard tecnici più moderni e soddisfa le esigenze dei nostri passeggeri - ha aggiunto Sabine Stock, membro del consiglio direttivo di Öbb Personenverkehr -. Più privacy, ancora più comfort, così come innovazioni come le zone snack e il ritorno dei nostri popolari scompartimenti, garantiscono un'esperienza di viaggio di prima classe».","post_title":"Db-Öbb: sulla linea del Brennero debuttano i nuovi e moderni Railjet","post_date":"2024-04-10T09:15:03+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712740503000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465136","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'estate 2024 di United Airlines accelera da Napoli dove la compagnia anticipa di quasi un mese rispetto al 2023 la data di aperta del collegamento stagionale per il New York - Newark Liberty International.\r\nCon un doppio volo giornaliero durante il picco estivo, United collegherà Napoli a New York/Newark fino al 26 ottobre 2024. E durante la summer la compagnia Usa opererà fino a 11 collegamenti giornalieri non stop dall'Italia agli Stati Uniti.\r\nOltre ai voli da Capodichino ci sono infatti i collegamenti giornalieri tutto l’anno da Roma e da Milano per New York/Newark e quelli stagionali giornalieri da Roma a Chicago O’Hare, Washington Dulles e San Francisco, da Milano per Chicago O’Hare (la cui apertura, anche in questo caso, è stata anticipata rispetto al 2023) e da Venezia a New York/Newark.\r\n«Siamo entusiasti di tornare a volare da Napoli con un operativo più esteso, consentendo ai nostri clienti nel Sud Italia di prenotare il loro viaggio negli Stati Uniti anche prima quest’anno - ha affermato Walter Cianciusi, country sales manager Italia -. Per l'estate 2024, United offrirà il più grande operativo intercontinentale di sempre, offrendo ancora più opzioni di viaggio grazie ai collegamenti, dai nostri hub statunitensi, per tutto il continente americano».\r\n«L’anticipo del volo Napoli/Newark di United, prima major americana a volare da Napoli a New York, dimostra la forte richiesta e l’enorme connessione tra le due città, che condividono vivacità culturale e latitudine - ha commentato Roberto Barbieri, amministratore delegato di Gesac -. Il grande successo di questi anni ha portato la compagnia a raddoppiare le frequenze giornaliere durante il picco estivo e a puntare su un prodotto spiccatamente business, scelte pienamente in linea con la strategia di Gesac di offrire voli di qualità in grado di garantire un’elevata connettività. Oltre New York, il collegamento con Newark, hub di United, consentirà ai passeggeri di Napoli e del Sud Italia di raggiungere più facilmente tutto il continente americano».\r\nIl network transatlantico di Unite per l'estate prevede collegamenti senza scalo da 37 destinazioni: l’offerta più ricca di sempre per il vettore e l’offerta di destinazioni maggiore rispetto a tutti gli altri vettori statunitensi.\r\nUnited è l'unica compagnia aerea a collegare direttamente gli Stati Uniti con Dubrovnik, Malaga, Maiorca e Tenerife. L'operativo 2024 include anche nuovi collegamenti da Marrakech a New York/Newark (soggetto ad approvazione delle autorità), da Atene a Chicago O'Hare, da Barcellona a San Francisco, la ripresa del volo stagionale Reykjavik-New York/Newark, nonché voli aggiuntivi da Roma. United incrementerà ulteriormente il volo stagionale estivo Malaga-New York/Newark anticipando il collegamento al 3 maggio 2024.  Inoltre, la compagnia aerea ripristinerà le rotte stagionali più popolari da Nizza, Lisbona, Barcellona, Roma e Milano per offrire ai clienti più tempo e flessibilità per esplorare le destinazioni negli Stati Uniti.","post_title":"United Airlines insiste su Napoli: lo stagionale per New York decolla quasi un mese prima","post_date":"2024-04-09T11:47:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712663220000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465117","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Delta Air Lines punta i riflettori su Filadelfia, Baltimora, New York, Lancaster, in totale otto città della costa orientale degli Stati Uniti, che hanno ricoperto il ruolo di capitale degli Usa in un determinato momento della storia prima di Washington D.C.\r\n\r\nLocalità che sono state protagonista nella costituzione del paese e hanno molto da offrire ai viaggiatori: grazie ai voli diretti della compagnia aerea da Milano, Roma, Venezia e - dal 25 maggio - Napoli per New York-Jfk, è possibile scoprire i siti storici di queste città.\r\n\r\nÈ a Filadelfia che nel 1776 i padri fondatori degli Stati Uniti firmarono la Dichiarazione di Indipendenza e, nel 1787, la Costituzione. Tra il 1774 e il 1800 tre gli edifici furono sede di quello che oggi può essere considerato il Congresso degli Stati Uniti, tra cui spiccano la Carpenters Hall e l'Independece Hall, nell'Independence National Historical Park, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1979. \r\n\r\nBaltimora ha svolto un ruolo chiave nella rivoluzione americana. Il Congresso si riunì alla Henry Fite House tra il dicembre 1776 e il febbraio 1777, facendo di questa città costiera la capitale degli Stati Uniti in questo breve periodo. Annapolis, piccola città costiera a 50 km a sud di Baltimora, è l'attuale capoluogo dello stato del Maryland e ospitò il Congresso nella Maryland State House tra il 1783 e il 1784 per appena nove mesi. Anche in questo caso le città sono raggiungibili con la compagnia aerea via New York.\r\n\r\nLancaster ospitò il Congresso per un solo giorno, il 27 settembre 1777, presso la Court House. Quest’area della Pennsylvania è famosa per essere sede di molte comunità Amish.  York fu capitale tra il 1777 e il 1778 e vanta attrazioni come lo York County Colonial Complex, un complesso museale che comprende l'edificio più antico della città, risalente al XVIII secolo, e una replica del tribunale dove Il Congresso approvò gli Articoli della Confederazione (la prima Costituzione della nazione) nel 1777, rendendo York, secondo alcuni, la vera prima capitale del Paese. Lancaster si raggiunge in auto da Filadelfia in un’ora e mezza, York in un’ora e 45 minuti.\r\n\r\nPrinceton, sede di una delle università più prestigiose degli Stati Uniti, merita una visita anche di un solo giorno da New York per respirare l'atmosfera delle vie raccolte attorno a Nassau Street, piene di ristoranti e animate da studenti, e vedere l'università, con edifici ricchi di storia e prati da cartolina. Trenton è l'attuale capoluogo del New Jersey e fu capitale degli Stati Uniti per due mesi nel 1784. Entrambe le località distano circa un’ora di macchina da New York.\r\n\r\nNew York è stata capitale della nazione tra il 1785 e il 1788, fu la prima capitale degli Stati Uniti dopo la Guerra di Indipendenza, A New York, nel 1789, George Washington fece giuramento come primo Presidente del Paese alla Federal Hall, situata in Wall Street. Washington D.C., capitale del Paese dal 1800 ad oggi. I punti di interesse qui per i viaggiatori curiosi qui sono innumerevoli, dal Campidoglio ai monumenti in onore di Abraham Lincoln, Washington e a Jefferson, fino al cimitero nazionale di Arlington. Inoltre, la città ospita molti altri luoghi di interesse come il complesso museale Smithsonian, che include il Museo Nazionale dell'Aria e dello Spazio, il Museo Nazionale di Storia Naturale o il Museo di Arte Americana. Punto d’arrivo di un viaggio alla scoperta della storia degli Stati Uniti è la Casa Bianca, con i suoi oltre 200 anni di storia.\r\n\r\n[gallery ids=\"465124,465127,465126\"]","post_title":"Delta Air Lines alla scoperta delle ex capitali Usa: tutti i voli dall'Italia, via New York","post_date":"2024-04-09T10:54:28+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712660068000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465090","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sicurezza per gli ospiti, tutela dei sentieri sui muretti a secco e qualità dell’esperienza di visita. Ecco gli obiettivi che hanno dettato le misure del Parco Nazionale delle Cinque Terre per gestire i flussi turistici.\r\n\r\nIl Parco Nazionale Cinque Terre nel corso del 2023 ha commissionato alla società MIC HUB uno studio preliminare sulla mobilità e l’accessibilità al Parco, che ha delineato un quadro conoscitivo strutturato, ipotizzando soluzioni progettuali - per le giornate di picco - a mitigare l’impatto turistico già dalla stagione in corso. I giorni da “bollino rosso” sono coincidenti con i ponti festivi per cui il Parco attiverà una serie di misure straordinarie, potenziando il coordinamento con personale, volontari e addetti al controllo all’informazione e alla sicurezza e monitorando con attenzione la soglia oltre cui la pressione antropica può rappresentare una minaccia.\r\n\r\nGli amanti del trekking e delle camminate in visita nell’area protetta possono scegliere tra decine di sentieri a libero accesso per un totale di 130 km, con diversi livelli di difficoltà e punti di interesse.\r\n\r\nMolte le soluzioni strategiche scaturite dallo studio di MIC HUB, come strumenti per la gestione del turismo sostenibile nelle giornate di picco.\r\n\r\nIn base alle previsioni sulla pressione nelle giornate di maggiore affluenza, sarà reintrodotto il “senso unico” per fasce orarie. Miglioramento con interventi di straordinaria manutenzione dell’infrastruttura della rete senti eristica. A questo si aggiunge l’appalto integrato di interventi straordinari sulla stessa rete escursionistica.\r\n\r\nTotem informativi – contapersone: saranno posti nei principali ingressi dei sentieri totem digitali con informazioni in tempo reale o eventuali messaggi di allerta. I totem opereranno in rete con i contapersone. Revisione tariffa carta trekking card: solo nei giorni in cui è previsto un flusso turistico di picco verrà rivista la tariffa delle Trekking card per incentivare la fruizione della rete sentieristica nelle altre giornate di bassa affluenza.  Riduzione tariffa Carta Parco integrata per operatori certificati CTES (con Carta Europea per il Turismo Sostenibile). Sviluppo estensione certificazione CETS: ulteriori tour operator sono oggi coinvolti nell’iter di certificazione CETS in modo da perseguire una visione comune di turismo sostenibile nell’area del Parco.\r\n\r\nNuovo Wayfinding del Parco: è stato avviato il progetto complessivo relativo alla viabilità carrabile di collegamento del Parco delle Cinque Terre. Si tratta della progettazione e collocazione della nuova segnaletica per l’orientamento dei fruitori del Parco.\r\n\r\nPiano biennale Digitale (2024 – 2025) del Parco: i principali obiettivi di tale piano sono digitalizzare alcune procedure vitali per la gestione efficace del Parco e una sua corretta fruizione nonché integrare i dati per costruire una visione unitaria, che renda più efficace la gestione dei flussi e migliori la qualità e la tempestività delle informazioni.\r\n\r\n«Le azioni di contenimento e controllo dei flussi sui sentieri del Parco nascono dalla duplice esigenza di garantire tutela del patrimonio ecologico e sicurezza degli ospiti – dichiara la Presidente del Parco, Donatella Bianchi – Tra queste azioni si inserisce in particolare l'aumento della Cinque Terre Card Trekking per l’accesso al Sentiero SVA Monterosso Corniglia Vernazza nelle 16 giornate di picco. È una misura straordinaria che riguarda la necessità di proteggere il territorio e di conseguenza anche la stessa esperienza di visita del camminatore, spesso deluso nelle aspettative proprio a causa degli affollamenti. Tale misura risponde a una esigenza del Parco di tutela dei turisti in visita che, siamo sicuri, saranno più coinvolti nel rispetto di quella fragilità intrinseca all’unicità e alla bellezza delle Cinque Terre».","post_title":"Parco 5 Terre, obiettivo sicurezza, tutela ambiente e qualità dell’esperienza di visita","post_date":"2024-04-09T09:59:17+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712656757000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465018","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"New entry elbana per Th Resorts che raddoppia la propria presenza sull'isola con il Th Capoliveri Grand Hotel Elba International. Situata ai confini del parco nazionale dell’Arcipelago toscano, la struttura dispone di 120 camere, spiaggia privata, due piscine, due ristoranti, tre bar, centro benessere, area fitness e sala meeting.\r\n\r\nIl gruppo padovano era già presente all'Elba con un complesso composto dal residence Th Ortano Mare da 100 appartamenti, nonché dal 4 stelle da 128 camere Th Ortano Mare – Village. In Toscana la compagnia opera pure un altro 4 stelle da 148 camere: il Th Tirrenia Green Park Resort di Calambrone, nel pisano. Con questa new entry il portfolio Th sale ora a 31 proprietà, per un totale di circa 5.700 camere. ","post_title":"Th Resorts raddoppia all'Elba con il Capoliveri","post_date":"2024-04-08T10:32:25+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712572345000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465000","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha aperto ieri il nuovo collegamento da Roma Fiumicino a Chicago O’Hare, operato da un Airbus A330neo: sei le frequenze settimanali previste, che diventeranno 7 a partire da giugno. La compagnia, con l'avvio anche della Roma-Toronto che sarò attiva dal prossimo 10 maggio, proporrà così 140 voli settimanali tra l’Italia e il Nord America.\r\nL’apertura del collegamento per Chicago, il settimo verso il Nord America, conferma la strategicità della destinazione Stati Uniti per il vettore italiano: gli Usa sono infatti il primo mercato dopo l’Italia e la nuova rotta consentirà a Ita di aggiungere un ulteriore punto di accesso strategico non solo per il traffico point to point, ma anche per le prosecuzioni verso altre destinazioni all’interno del Paese, combinando flussi di traffico leisure e business.\r\n«Questa nuova destinazione, la settima in Nord America, arricchisce ulteriormente il network intercontinentale di ItaAirways e consolida la nostra espansione verso gli Stati Uniti, primo mercato internazionale per la nostra compagnia - ha ricordato Emiliana Limosani, chief commercial officer di Ita Airways e ceo di Volare -. I molteplici collegamenti da Roma Fiumicino con New York, Boston, Washington, Miami, Los Angeles, San Francisco a cui si aggiunge la nuova Chicago rafforzano la nostra presenza sul mercato Usa, al centro della nostra strategia commerciale, aggiungendo un ulteriore punto di accesso non solo per il traffico point to point, ma anche per le prosecuzioni verso altre destinazioni all’interno del Paese».\r\n«L’inaugurazione di una nuova rotta del nostro hub carrier per gli Stati Uniti è un ottimo motivo per festeggiare – dichiara Ivan Bassato, chief aviation officer di Aeroporti di Roma - L’ingresso di Ita Airways su Chicago incrementa ulteriormente l’offerta di lungo raggio sul Nord America che, dopo i numeri record registrati lo scorso anno, continua il trend di sviluppo: quest’estate Roma sarà collegata a 18 scali tra Stati Uniti, Canada e Messico, arrivando ad offrire fino a 39 partenze al giorno, ben 5 in più rispetto ai livelli già molto alti della scorsa estate, a conferma del ruolo di Fiumicino quale hub di riferimento per il Paese».\r\nL'operativo estivo di Ita include 57 destinazioni, di cui 16 nazionali, 26 internazionali e 15 intercontinentali. Nord America, Africa e Medio Oriente saranno i mercati in cui la compagnia inaugurerà voli diretti dal suo hub di Roma Fiumicino. In particolare, a maggio, oltre a Toronto, verrà lanciato il collegamento diretto con Riyadh. A giugno sarà la volta dei voli diretti per Accra e Kuwait City, a luglio di Dakar e ad agosto di Gedda. Inoltre, nel picco della stagione estiva, ITA Airways aggiungerà 11 collegamenti stagionali nel Mediterraneo.","post_title":"Ita Airways operativa sulla Roma-Chicago sei volte a settimana. Voli giornalieri da giugno","post_date":"2024-04-08T09:32:36+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712568756000]}]}}