18 June 2024

BTM Italia: la decima edizione si terrà dal 28 febbraio al 1° marzo 2024

[ 0 ]

Btm business tourism managementAnnunciate le nuove date della decima edizione di BTM Italia, noto evento b2b di promozione del turismo del sud Italia. La manifestazione si terrà dal 28 febbraio al 1° marzo 2024 a Bari. 

“Siamo pronti a scrivere un nuovo capitolo di questa meravigliosa e avvincente avventura – spiega l’ideatore di BTM Nevio D’Arpa – arrivare alla decima edizione è un grande traguardo che conferma l’ottimo lavoro di squadra fatto finora nonché la scommessa vinta lo scorso anno con la scelta della Fiera del Levante di Bari come location ideale per far crescere la manifestazione e raggiungere un pubblico sempre più vasto per attrarre buyer nazionali e internazionali”.

BTM Italia è organizzata dall’agenzia di eventi 365 Giorni in Puglia srls che propone da 9 anni un modello di turismo basato su professionalità, formazione digitale, innovazione e ospitalità. Nell’edizione 2023, che si è svolta per la prima volta a Bari, dopo 8 edizioni tra Lecce e Taranto, la fiera ha avuto un grande successo di pubblico con 25mila presenze, 120 buyer da 25 nazioni, 200 espositori presenti e 300 aziende partecipanti, con un afflusso di visitatori superiore a quello delle due precedenti edizioni in presenza messe assieme.

 

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467662 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà inaugurata il prossimo 22 maggio la nuova Hybrid Tower di Mestre, più alto grattacielo dell'area (81 metri), ma soprattutto primo modello di multi-asset property management del Veneto. Ai 34 appartamenti, dal monolocale al trilocale, dislocati su nove piani, e già operati da tempo da Halldis, si aggiunge infatti un business center gestito da Lemon, distribuito su tre piani e dedicato a uffici, sala riunioni e postazioni individuali per il coworking. Gli ultimi due livelli dell'edificio, acquisito nel 2023 dalla società d'investimento Borgosesia per 17,5 milioni di euro, ospiteranno infine un ristorante sormontato da una terrazza panoramica, da cui si potrà ammirare sia la laguna, sia le Prealpi venete. Destinatari del nuovo Htm, realizzato nel 2016 nell’area dismessa e bonificata dove un tempo sorgeva il deposito dell’azienda di trasporto locale (Actv), sono turisti, digital nomads, viaggiatori per periodi lunghi, ma anche famiglie per brevi periodi, giovani professionisti o di lungo corso, lavoratori in trasferta e aziende che devono operare nella macroarea della Serenissima. Quello del multi-asset property management è un modello nato in Usa, molto diffuso all’estero e nelle grandi città italiane, Milano in testa, cui guardano gli investitori istituzionali o i fondi privati, per realizzare operazioni immobiliari, non solo in aree di business delle città, ma anche in zone più periferiche ben collegate al centro, come strumento di riqualificazione urbana, e affidare l’asset alla gestione di società specializzate di property management, viste come realtà che garantiscono un rendimento maggiore rispetto all’affitto tradizionale e una solidità di grado superiore rispetto ai singoli gestori. “Siamo molto soddisfatti – afferma Michele Diamantini, ceo Halldis – dei risultati che nell’ultimo anno abbiamo ottenuto per quanto riguarda gli appartamenti da noi gestiti in Htm: nel corso del 2023 abbiamo ospitato oltre 25 mila persone tra turisti e viaggiatori d’affari, di cui l’80% provenienti dall’estero. La possibilità che avranno i professionisti e le aziende di lavorare in Htm grazie al nuovo business center, rappresenta perciò un ulteriore motivo di crescita e di stimolo”. [post_title] => Halldis: apre a Mestre la nuova Hybrid Tower. Il multy-asset property management debutta in Veneto [post_date] => 2024-05-20T11:41:20+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716205280000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466694 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Apre oggi i battenti la 31ª edizione dell'Arabian Travel Market, che si svolge al Dubai World Trade Centre fino a giovedì 9 maggio. La kermesse si stima accoglierà oltre 2.300 espositori e rappresentanti da più di 165 Paesi, con 41.000 presenze attese. Tema portante di quest'anno  "Empowering Innovation: Transforming Travel Through Entrepreneurship", che mette in luce un'area cruciale per l'industria dei viaggi e del turismo. Dalle startup ai marchi affermati, la fiera metterà in evidenza come gli innovatori stiano migliorando l'esperienza dei clienti, promuovendo l'efficienza e accelerando i progressi verso un futuro a zero emissioni per il settore. Il numero dei brand alberghieri partecipanti ad Atm 2024 è aumentato del 21% rispetto all'anno precedente, con un incremento del 58% dei nuovi prodotti di Travel Technology. Presenti anche nuove destinazioni, tra cui Cina, Macao, Kenya, Guatemala e Colombia; crescita annuale in tutte le regioni partecipanti, tra cui Medio Oriente 28%, Asia ed Europa 34% e Africa 26%. Un summit dedicato all'India conferma il recente boom dei viaggi outbound del mercato. Intitolato "Unlocking the True Potential of Inbound Indian Travellers" il meeting esplorerà le dinamiche dell'India come mercato di origine chiave per la crescita del turismo, nonché le opportunità attuali e future. «In qualità di città ospitante di Atm, Dubai è orgogliosa di continuare la sua partnership strategica a lungo termine con questo evento turistico di fama mondiale, allineato con gli obiettivi dell'Agenda Economica di Dubai, D33, che mira a consolidare ulteriormente la posizione di Dubai come una delle prime tre città globali per affari e tempo libero - ha dichiarato Issam Kazim, ceo della Dubai Corporation for Tourism and Commerce Marketing (Dctcm) -. Il tema trasformativo di Atm 2024 completerà i nostri sforzi per creare nuovi percorsi di crescita al di là del turismo tradizionale, concentrandoci sullo sfruttamento dell'enorme potenziale dell'imprenditorialità e accelerando ulteriormente lo slancio del nostro settore turistico. Il Dipartimento dell'Economia e del Turismo di Dubai sarà affiancato da 129 stakeholder e partner nello stand di Dubai, a testimonianza della vivacità dei partenariati pubblico-privati che svolgono un ruolo fondamentale nello sviluppo del turismo nell'emirato. Non vediamo l'ora di condividere con leader ed esperti le intuizioni sulla nostra strategia turistica ed esplorare i temi e le tendenze importanti che stanno plasmando il futuro del turismo globale, cercando di aprire nuove strade per la collaborazione e la partnership».       [post_title] => Dubai: apre oggi i battenti la 31esima edizione dell'Arabian Travel Market [post_date] => 2024-05-06T09:49:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714988993000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466442 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con un'operazione che secondo alcuni insider dovrebbe superare i 70 milioni di euro, il gruppo Leonardo Hotels ha acquisito dal Banco Bpm l'hotel Cicerone Roma. La struttura, situata nel cuore della Città Eterna, nel quartiere Prati, riaprirà all'inizio del 2025 come NYX Hotel Rome by Leonardo Hotels, a seguito di una ristrutturazione completa. L'albergo dispone di quasi 300 camere distribuite su otto piani, un ristorante, un bar, un cortile con terrazza e un parcheggio multipiano. A completare l'offerta tre sale riunioni, con una capienza fino a 100 persone. “Siamo lieti di aver acquisito questo hotel situato in una posizione così ambita nel centro di Roma. Con il nostro primo hotel Nyx nella capitale, siamo pronti per un'ulteriore espansione in Italia", sottolinea Yoram Biton, managing director di Leonardo Hotels Central Europe.   [post_title] => Il brand Nyx di casa Leonardo Hotels sbarca a Roma con l'ex hotel Cicerone [post_date] => 2024-04-30T10:01:35+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714471295000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466295 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chi desidera avere accesso all'area C a Milano deve obbligatoriamente comprare un apposito biglietto, anche se esistono delle eccezioni. Tutte le info utili sulle modalità di ingresso e di acquisto del ticket, sia online che offline, possono essere reperite sul sito web ufficiale del Comune di Milano, ma è bene scoprire insieme un veloce riassunto, così da poter guadagnare tempo senza rinunciare ai dettagli più importanti. Come pagare l'area C a Milano? Ecco i servizi Sito web ATM e Comune di Milano Per prima cosa, è bene iniziare sottolineando che non tutti i veicoli devono pagare l'ingresso. Essendo l'area C una ZTL, infatti, tutte le vetture dotate di alimentazione ibrida ed elettrica possono entrare senza pagare, come viene specificato anche presso il sito ufficiale di atm (https://areac.atm-mi.it/). Sul portale in questione, inoltre, è possibile inserire il proprio numero di targa per verificare se si rispettano le credenziali per ottenere l'accesso. Il prezzo è pari a 5 euro circa e il ticket è valido per un giorno. Il pagamento può essere effettuato direttamente tramite il proprio account sul sito menzionato poco sopra. Nello specifico, è possibile utilizzare sia PayPal sia la classica carta di credito o di debito, oppure ricorrere ad altri metodi come le chiamate e gli SMS. L'attivazione del biglietto avverrà invece tramite sblocco con PIN. Il consiglio, ancora una volta, è di studiare tutte le sezioni apposite del sito di atm o andando sulla pagina del Comune di Milano dedicata all'area C, dove si trovano tantissimi approfondimenti utili (https://www.comune.milano.it/aree-tematiche/mobilita/area-c). Servizi di telepedaggio Esistono anche dei servizi di telepedaggio che, nel pacchetto offerto ai propri clienti, includono anche l'accesso all'area C Milano. Uno di questi è UnipolMove, e in tal caso l'attivazione viene effettuata sulla targa associata al contratto, con possibilità di modificarla in via gratuita con l'applicazione per smartphone proprietaria, con addebito dei costi ogni mese . Un discorso simile vale anche per Telepass, che dà la possibilità di pagare i ticket in automatico grazie alla rilevazione della targa delle telecamere, con addebiti dei costi ogni 3 mesi. Rimanendo in tema di telepedaggio, anche il servizio di MooneyGo prevede la possibilità di accedere all'Area C a Milano senza dover passare obbligatoriamente dal sito web di ATM. Altri servizi per pagare l'area C Milano Come anticipato, chi desidera entrare nell'area C di Milano può contare su diversi canali utili per comprare i ticket. L'operazione tramite il sito del Comune di Milano o ATM, oppure tramite i servizi di telepedaggio è sicuramente la più frequente, ma esistono comunque delle alternative che è possibile prendere in considerazione. Si fa ad esempio riferimento all'acquisto del biglietto presso le autorimesse aderenti all'iniziativa, oppure usando i bancomat di Intesa Sanpaolo (ma soltanto quelli abilitati). Altre soluzioni? Si possono comprare i biglietti tramite i parcometri, oppure sfruttando i terminali dei canali Puntolis, Sisal e in linee generali tutti quelli che aderiscono all'iniziativa LIS Pay (il che include anche alcuni bar ed edicole). Persino la carta prepagata Viacard concede questa possibilità, dato che si appoggia a Telepass. Infine, si può effettuare l'acquisto dei ticket anche tramite RID. [post_title] => Come pagare l'area C a Milano: i servizi [post_date] => 2024-04-26T08:00:15+00:00 [category] => Array ( [0] => informazione-pr [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Informazione PR [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714118415000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466217 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Continuano gli scioperi del trasporto aereo in Francia. Infatti sarà un giovedì nero domani 25 aprile per chi ha previsto un viaggio in aereo in Francia. Saranno infatti cancellati - secondo quanto riferiscono i media francesi - il 75% dei voli all'aeroporto di Parigi Orly e 65% a Parigi Roissy Charles de Gaulle a causa dello sciopero dei controllori di volo. A Marsiglia si prevede il 65% dei voli cancellati, il 60% a Tolosa e il 70% a Nizza. La Sncta, il principale sindacato dei controllori di volo, riferisce il canale all news francese 'Bfm', ha minacciato anche di fare sciopero i 9, 10 e 11 maggio. Non si sa cosa accadrà ai sorvoli, ma i controllori francesi di solito li paralizzano, anche se in misura minore. Fallimento dei negoziati I sindacati invocano lo sciopero dopo il fallimento dei negoziati sulle misure di accompagnamento alla revisione del controllo del traffico aereo. La principale sigla sindacale del settore, l'Sncta, chiede aumenti salariali: un'argomentazione denunciata da Pascal de Izaguirre, presidente della Federazione nazionale dell'aviazione e delle sue professioni (Fnam), in quanto il bilancio dell'Autorità dell'aviazione civile francese (Dgac) è finanziato dalle tariffe pagate dalle compagnie aeree e non dal biglietto o dalle tasse dei contribuenti francesi. Questo costo aggiuntivo "verrebbe in ultima analisi trasferito ai passeggeri", ha spiegato il dirigente, che è anche Ceo di Corsair. A destare maggiore preoccupazione per la Fnam, è il deteriorarsi della competitività della Francia, le cui compagnie aeree perdono ogni anno quote di mercato a favore dei vettori turchi e del Golfo. Il costo ulteriore sarà sostenuto principalmente dalle compagnie aeree francesi, pesando negativamente sulla loro competitività.    [post_title] => Francia: sciopero controllori aeroporti per domani 25 aprile [post_date] => 2024-04-24T10:42:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713955372000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464558 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_418443" align="alignleft" width="300"] Gianluigi Aponte, ceo di Msg Group[/caption] Nuova operazione in vista per il gruppo Msc che, dopo aver acquisito il 50% di Italo, punta ora lo sguardo sul Secolo XIX. In una nota congiunta la società di shipping italo-svizzera e il gruppo Gedi, che controlla il quotidiano genovese, comunicano infatti di "aver raggiunto un’intesa preliminare per la cessione de Il Secolo XIX a una società interamente controllata dal gruppo Msc. Le parti entreranno ora in negoziazioni in esclusiva per consentire lo svolgimento della due diligence e, parallelamente, procederanno alla predisposizione e discussione dei documenti contrattuali che disciplineranno l’operazione". L’accordo include anche le attività digitali e di raccolta pubblicitaria relative al quotidiano ligure, "nonché quattro testate a esso collegate, quali The MediTelegraph, L’Avvisatore Marittimo, Il Giornale del Ponente Ligure e Ttm – Tecnologie Trasporti Mare".  Con questa operazione, la società editoriale controllata dalla Exor di John Elkann, che pubblica  La Repubblica e La Stampa, va a completare il processo di dismissione delle testate locali avviato in questi ultimi anni, per concentrarsi sull’editoria nazionale.     [post_title] => Il gruppo Msc vicino all'acquisizione del Secolo XIX [post_date] => 2024-03-28T14:54:03+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711637643000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463916 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ci sono anche la visita al Freddy Mercury Museum, l’escursione alla foresta di Jozani, il tour della bellissima Stone Town, senza ovviamente dimenticare i Safari in Tanzania, i più belli al mondo, tra le opzioni disponibili a chi soggiornerà al Bawe Island. Dopo l'appuntamento veneziano, il nuovo resort di Zanzibar griffato The Cocoon Collection in apertura il prossimo 1° giugno è stato il protagonista anche della tappa veronese del roadshow veneto di Azemar. La serata è andata in scena presso la storica location del Byblos Art Hotel Villa Amistà. Per il tour operator milanese, presenti il key account, Loris Giusti, e l'area sales Triveneto, Massimo Ravaglia. Tra gli agenti di viaggio, invece, Paola della Senza Orizzonti, Federica della Viaggi del Sogno, Lara della Idea Viaggi, Claudio della Number Nine Travel, Giovanni della Kasba Viaggi, Franca della Vertours, Marta della Lanai Viaggi, Giorgia della Maryland Viaggi, Matteo della Viaggi Bolgia, Michela della Centro Viaggi, Rino della Monet Viaggi, Simone della Sampei Tours, Sonia della Quarzo Viaggi, Jennifer della Armi e Bagagli, Federica della Btm Italy, Elisa della Move Travel, Francesca della Lirica Travel, Giulio della Aquastar Viaggi, Valentina della Time Warp Travel, Roberta della Welcome Travel Store Verona, e Simonetta della Soluzioni Omnia Media. [post_title] => Il Bawe Island al centro anche della tappa veronese delle serate Azemar [post_date] => 2024-03-20T10:49:09+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710931749000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463419 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Seychelles e Tourism Seychelles hanno rafforzato il loro impegno a promuovere le Seychelles come destinazione turistica di primo piano attraverso un Memorandum of Understanding (Mou). La partnership mira a migliorare la visibilità e ad attirare un maggior numero di visitatori nell'arcipelago sfruttando attività congiunte in mercati strategici. In base all'accordo, le due parti collaboreranno strettamente a varie iniziative di marketing. Verranno utilizzati una serie di canali di comunicazione, tra cui le piattaforme dei social media, per presentare le offerte uniche della destinazione ai potenziali viaggiatori di tutto il mondo. Air Seychelles si è impegnata a partecipare attivamente al fianco di Tourism Seychelles in eventi internazionali chiave come il World Travel Market - Africa (Wtm-Africa), l'Outbound Travel Mart (Otm) in India, il Salon du Prêt à Partir a Mauritius e altre attività di marketing congiunte durante l'anno, mirando specificamente ai mercati cruciali per la crescita della destinazione. Per contro, Tourism Seychelles sosterrà la compagnia aerea partecipando attivamente agli eventi del vettore nel corso dell'anno.  «Questa partnership rappresenta un significativo passo avanti nei nostri sforzi per mostrare al mondo la bellezza e l'offerta senza pari delle Seychelles - ha dichiarato Sherin Francis, segretario del turismo -. Unendo le forze con Air Seychelles, siamo certi di poter raggiungere nuovi traguardi nel marketing della destinazione e di poter attrarre ancora più visitatori sulle nostre coste». «Insieme, puntiamo a presentare le Seychelles come "la" destinazione da scegliere, che offre esperienze impareggiabili e una calorosa ospitalità» ha aggiunto Sandy Benoiton, ceo del vettore.   [post_title] => Air Seychelles, nuova intesa con Tourism Seychelles per promuovere l'arcipelago [post_date] => 2024-03-14T10:22:40+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710411760000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462805 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Da 27 mila a oltre 45 mila presenze in tre giorni, con un aumento del 66%: chiusasi venerdì scorso, la decima edizione di Btm Italia ha registrato numeri da record alla fiera del Levante di Bari, che ha ospitato l’evento unitamente a BuyPuglia. Fondamentale, in particolare, la partecipazione di oltre 400 relatori, che hanno animato più di 100 tra panel, speech e workshop, in grado di attirare un pubblico variegato, oltre ai 40 buyer provenienti da tutto il mondo e impegnati nel fam trip prima e nel workshop b2b poi, incontrando circa 120 seller e oltre 200 espositori. A questi numeri si aggiungono i 75 buyer del BuyPuglia che si sono confrontati con ulteriori 100 aziende seller del prodotto turistico pugliese. “L’edizione 2024 si chiude con un grande successo, che conferma la nostra strategia di far diventare BuyPuglia - Btm il terzo polo fieristico italiano - sottolinea il direttore generale di Pugliapromozione, Luca Scandale -. Quindi, continueremo a lavorare in questa direzione”. “Il bilancio di questa decima edizione di Btm Italia è ottimo – aggiunge Nevio D’Arpa, ceo & founder di Btm Italia -, sia in termini di presenze, sia in termini di partecipazione a tutte le aree tematiche, ai workshop e alle sezioni. Anche per questa edizione, quella con BuyPuglia e con la regione Puglia si è confermata una proficua collaborazione. Abbiamo colto l'entusiasmo da parte di tutti e questo ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta. Il nostro obiettivo è quello di offrire una visione completa sulle diverse richieste dell’industria turistica e lo facciamo con il massimo impegno e la massima condivisione” [post_title] => Crescono le presenze a Btm Italia che chiude con 45 mila visitatori [post_date] => 2024-03-05T12:00:02+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709640002000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "btm italia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":66,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":61,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467662","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà inaugurata il prossimo 22 maggio la nuova Hybrid Tower di Mestre, più alto grattacielo dell'area (81 metri), ma soprattutto primo modello di multi-asset property management del Veneto. Ai 34 appartamenti, dal monolocale al trilocale, dislocati su nove piani, e già operati da tempo da Halldis, si aggiunge infatti un business center gestito da Lemon, distribuito su tre piani e dedicato a uffici, sala riunioni e postazioni individuali per il coworking. Gli ultimi due livelli dell'edificio, acquisito nel 2023 dalla società d'investimento Borgosesia per 17,5 milioni di euro, ospiteranno infine un ristorante sormontato da una terrazza panoramica, da cui si potrà ammirare sia la laguna, sia le Prealpi venete.\r\n\r\nDestinatari del nuovo Htm, realizzato nel 2016 nell’area dismessa e bonificata dove un tempo sorgeva il deposito dell’azienda di trasporto locale (Actv), sono turisti, digital nomads, viaggiatori per periodi lunghi, ma anche famiglie per brevi periodi, giovani professionisti o di lungo corso, lavoratori in trasferta e aziende che devono operare nella macroarea della Serenissima.\r\n\r\nQuello del multi-asset property management è un modello nato in Usa, molto diffuso all’estero e nelle grandi città italiane, Milano in testa, cui guardano gli investitori istituzionali o i fondi privati, per realizzare operazioni immobiliari, non solo in aree di business delle città, ma anche in zone più periferiche ben collegate al centro, come strumento di riqualificazione urbana, e affidare l’asset alla gestione di società specializzate di property management, viste come realtà che garantiscono un rendimento maggiore rispetto all’affitto tradizionale e una solidità di grado superiore rispetto ai singoli gestori.\r\n\r\n“Siamo molto soddisfatti – afferma Michele Diamantini, ceo Halldis – dei risultati che nell’ultimo anno abbiamo ottenuto per quanto riguarda gli appartamenti da noi gestiti in Htm: nel corso del 2023 abbiamo ospitato oltre 25 mila persone tra turisti e viaggiatori d’affari, di cui l’80% provenienti dall’estero. La possibilità che avranno i professionisti e le aziende di lavorare in Htm grazie al nuovo business center, rappresenta perciò un ulteriore motivo di crescita e di stimolo”.","post_title":"Halldis: apre a Mestre la nuova Hybrid Tower. Il multy-asset property management debutta in Veneto","post_date":"2024-05-20T11:41:20+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1716205280000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466694","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Apre oggi i battenti la 31ª edizione dell'Arabian Travel Market, che si svolge al Dubai World Trade Centre fino a giovedì 9 maggio. La kermesse si stima accoglierà oltre 2.300 espositori e rappresentanti da più di 165 Paesi, con 41.000 presenze attese. Tema portante di quest'anno  \"Empowering Innovation: Transforming Travel Through Entrepreneurship\", che mette in luce un'area cruciale per l'industria dei viaggi e del turismo. Dalle startup ai marchi affermati, la fiera metterà in evidenza come gli innovatori stiano migliorando l'esperienza dei clienti, promuovendo l'efficienza e accelerando i progressi verso un futuro a zero emissioni per il settore.\r\n\r\nIl numero dei brand alberghieri partecipanti ad Atm 2024 è aumentato del 21% rispetto all'anno precedente, con un incremento del 58% dei nuovi prodotti di Travel Technology. Presenti anche nuove destinazioni, tra cui Cina, Macao, Kenya, Guatemala e Colombia; crescita annuale in tutte le regioni partecipanti, tra cui Medio Oriente 28%, Asia ed Europa 34% e Africa 26%. Un summit dedicato all'India conferma il recente boom dei viaggi outbound del mercato. Intitolato \"Unlocking the True Potential of Inbound Indian Travellers\" il meeting esplorerà le dinamiche dell'India come mercato di origine chiave per la crescita del turismo, nonché le opportunità attuali e future.\r\n\r\n«In qualità di città ospitante di Atm, Dubai è orgogliosa di continuare la sua partnership strategica a lungo termine con questo evento turistico di fama mondiale, allineato con gli obiettivi dell'Agenda Economica di Dubai, D33, che mira a consolidare ulteriormente la posizione di Dubai come una delle prime tre città globali per affari e tempo libero - ha dichiarato Issam Kazim, ceo della Dubai Corporation for Tourism and Commerce Marketing (Dctcm) -. Il tema trasformativo di Atm 2024 completerà i nostri sforzi per creare nuovi percorsi di crescita al di là del turismo tradizionale, concentrandoci sullo sfruttamento dell'enorme potenziale dell'imprenditorialità e accelerando ulteriormente lo slancio del nostro settore turistico. Il Dipartimento dell'Economia e del Turismo di Dubai sarà affiancato da 129 stakeholder e partner nello stand di Dubai, a testimonianza della vivacità dei partenariati pubblico-privati che svolgono un ruolo fondamentale nello sviluppo del turismo nell'emirato. Non vediamo l'ora di condividere con leader ed esperti le intuizioni sulla nostra strategia turistica ed esplorare i temi e le tendenze importanti che stanno plasmando il futuro del turismo globale, cercando di aprire nuove strade per la collaborazione e la partnership».\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Dubai: apre oggi i battenti la 31esima edizione dell'Arabian Travel Market","post_date":"2024-05-06T09:49:53+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1714988993000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466442","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con un'operazione che secondo alcuni insider dovrebbe superare i 70 milioni di euro, il gruppo Leonardo Hotels ha acquisito dal Banco Bpm l'hotel Cicerone Roma. La struttura, situata nel cuore della Città Eterna, nel quartiere Prati, riaprirà all'inizio del 2025 come NYX Hotel Rome by Leonardo Hotels, a seguito di una ristrutturazione completa.\r\n\r\nL'albergo dispone di quasi 300 camere distribuite su otto piani, un ristorante, un bar, un cortile con terrazza e un parcheggio multipiano. A completare l'offerta tre sale riunioni, con una capienza fino a 100 persone. “Siamo lieti di aver acquisito questo hotel situato in una posizione così ambita nel centro di Roma. Con il nostro primo hotel Nyx nella capitale, siamo pronti per un'ulteriore espansione in Italia\", sottolinea Yoram Biton, managing director di Leonardo Hotels Central Europe.\r\n\r\n ","post_title":"Il brand Nyx di casa Leonardo Hotels sbarca a Roma con l'ex hotel Cicerone","post_date":"2024-04-30T10:01:35+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1714471295000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466295","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Chi desidera avere accesso all'area C a Milano deve obbligatoriamente comprare un apposito biglietto, anche se esistono delle eccezioni. Tutte le info utili sulle modalità di ingresso e di acquisto del ticket, sia online che offline, possono essere reperite sul sito web ufficiale del Comune di Milano, ma è bene scoprire insieme un veloce riassunto, così da poter guadagnare tempo senza rinunciare ai dettagli più importanti.\r\n\r\nCome pagare l'area C a Milano? Ecco i servizi\r\nSito web ATM e Comune di Milano\r\nPer prima cosa, è bene iniziare sottolineando che non tutti i veicoli devono pagare l'ingresso. Essendo l'area C una ZTL, infatti, tutte le vetture dotate di alimentazione ibrida ed elettrica possono entrare senza pagare, come viene specificato anche presso il sito ufficiale di atm (https://areac.atm-mi.it/). Sul portale in questione, inoltre, è possibile inserire il proprio numero di targa per verificare se si rispettano le credenziali per ottenere l'accesso. Il prezzo è pari a 5 euro circa e il ticket è valido per un giorno.\r\nIl pagamento può essere effettuato direttamente tramite il proprio account sul sito menzionato poco sopra. Nello specifico, è possibile utilizzare sia PayPal sia la classica carta di credito o di debito, oppure ricorrere ad altri metodi come le chiamate e gli SMS. L'attivazione del biglietto avverrà invece tramite sblocco con PIN. Il consiglio, ancora una volta, è di studiare tutte le sezioni apposite del sito di atm o andando sulla pagina del Comune di Milano dedicata all'area C, dove si trovano tantissimi approfondimenti utili (https://www.comune.milano.it/aree-tematiche/mobilita/area-c).\r\n\r\nServizi di telepedaggio\r\nEsistono anche dei servizi di telepedaggio che, nel pacchetto offerto ai propri clienti, includono anche l'accesso all'area C Milano. Uno di questi è UnipolMove, e in tal caso l'attivazione viene effettuata sulla targa associata al contratto, con possibilità di modificarla in via gratuita con l'applicazione per smartphone proprietaria, con addebito dei costi ogni mese . Un discorso simile vale anche per Telepass, che dà la possibilità di pagare i ticket in automatico grazie alla rilevazione della targa delle telecamere, con addebiti dei costi ogni 3 mesi. Rimanendo in tema di telepedaggio, anche il servizio di MooneyGo prevede la possibilità di accedere all'Area C a Milano senza dover passare obbligatoriamente dal sito web di ATM.\r\n\r\nAltri servizi per pagare l'area C Milano\r\nCome anticipato, chi desidera entrare nell'area C di Milano può contare su diversi canali utili per comprare i ticket. L'operazione tramite il sito del Comune di Milano o ATM, oppure tramite i servizi di telepedaggio è sicuramente la più frequente, ma esistono comunque delle alternative che è possibile prendere in considerazione. Si fa ad esempio riferimento all'acquisto del biglietto presso le autorimesse aderenti all'iniziativa, oppure usando i bancomat di Intesa Sanpaolo (ma soltanto quelli abilitati).\r\nAltre soluzioni? Si possono comprare i biglietti tramite i parcometri, oppure sfruttando i terminali dei canali Puntolis, Sisal e in linee generali tutti quelli che aderiscono all'iniziativa LIS Pay (il che include anche alcuni bar ed edicole). Persino la carta prepagata Viacard concede questa possibilità, dato che si appoggia a Telepass. Infine, si può effettuare l'acquisto dei ticket anche tramite RID.","post_title":"Come pagare l'area C a Milano: i servizi","post_date":"2024-04-26T08:00:15+00:00","category":["informazione-pr","mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Informazione PR","Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1714118415000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466217","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Continuano gli scioperi del trasporto aereo in Francia. Infatti sarà un giovedì nero domani 25 aprile per chi ha previsto un viaggio in aereo in Francia. Saranno infatti cancellati - secondo quanto riferiscono i media francesi - il 75% dei voli all'aeroporto di Parigi Orly e 65% a Parigi Roissy Charles de Gaulle a causa dello sciopero dei controllori di volo.\r\nA Marsiglia si prevede il 65% dei voli cancellati, il 60% a Tolosa e il 70% a Nizza. La Sncta, il principale sindacato dei controllori di volo, riferisce il canale all news francese 'Bfm', ha minacciato anche di fare sciopero i 9, 10 e 11 maggio.\r\nNon si sa cosa accadrà ai sorvoli, ma i controllori francesi di solito li paralizzano, anche se in misura minore.\r\nFallimento dei negoziati\r\nI sindacati invocano lo sciopero dopo il fallimento dei negoziati sulle misure di accompagnamento alla revisione del controllo del traffico aereo. La principale sigla sindacale del settore, l'Sncta, chiede aumenti salariali: un'argomentazione denunciata da Pascal de Izaguirre, presidente della Federazione nazionale dell'aviazione e delle sue professioni (Fnam), in quanto il bilancio dell'Autorità dell'aviazione civile francese (Dgac) è finanziato dalle tariffe pagate dalle compagnie aeree e non dal biglietto o dalle tasse dei contribuenti francesi.\r\n\r\nQuesto costo aggiuntivo \"verrebbe in ultima analisi trasferito ai passeggeri\", ha spiegato il dirigente, che è anche Ceo di Corsair. A destare maggiore preoccupazione per la Fnam, è il deteriorarsi della competitività della Francia, le cui compagnie aeree perdono ogni anno quote di mercato a favore dei vettori turchi e del Golfo. Il costo ulteriore sarà sostenuto principalmente dalle compagnie aeree francesi, pesando negativamente sulla loro competitività. \r\n ","post_title":"Francia: sciopero controllori aeroporti per domani 25 aprile","post_date":"2024-04-24T10:42:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1713955372000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464558","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_418443\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Gianluigi Aponte, ceo di Msg Group[/caption]\r\n\r\nNuova operazione in vista per il gruppo Msc che, dopo aver acquisito il 50% di Italo, punta ora lo sguardo sul Secolo XIX. In una nota congiunta la società di shipping italo-svizzera e il gruppo Gedi, che controlla il quotidiano genovese, comunicano infatti di \"aver raggiunto un’intesa preliminare per la cessione de Il Secolo XIX a una società interamente controllata dal gruppo Msc. Le parti entreranno ora in negoziazioni in esclusiva per consentire lo svolgimento della due diligence e, parallelamente, procederanno alla predisposizione e discussione dei documenti contrattuali che disciplineranno l’operazione\".\r\nL’accordo include anche le attività digitali e di raccolta pubblicitaria relative al quotidiano ligure, \"nonché quattro testate a esso collegate, quali The MediTelegraph, L’Avvisatore Marittimo, Il Giornale del Ponente Ligure e Ttm – Tecnologie Trasporti Mare\".  Con questa operazione, la società editoriale controllata dalla Exor di John Elkann, che pubblica  La Repubblica e La Stampa, va a completare il processo di dismissione delle testate locali avviato in questi ultimi anni, per concentrarsi sull’editoria nazionale.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Il gruppo Msc vicino all'acquisizione del Secolo XIX","post_date":"2024-03-28T14:54:03+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1711637643000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463916","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ci sono anche la visita al Freddy Mercury Museum, l’escursione alla foresta di Jozani, il tour della bellissima Stone Town, senza ovviamente dimenticare i Safari in Tanzania, i più belli al mondo, tra le opzioni disponibili a chi soggiornerà al Bawe Island. Dopo l'appuntamento veneziano, il nuovo resort di Zanzibar griffato The Cocoon Collection in apertura il prossimo 1° giugno è stato il protagonista anche della tappa veronese del roadshow veneto di Azemar. La serata è andata in scena presso la storica location del Byblos Art Hotel Villa Amistà.\r\n\r\nPer il tour operator milanese, presenti il key account, Loris Giusti, e l'area sales Triveneto, Massimo Ravaglia. Tra gli agenti di viaggio, invece, Paola della Senza Orizzonti, Federica della Viaggi del Sogno, Lara della Idea Viaggi, Claudio della Number Nine Travel, Giovanni della Kasba Viaggi, Franca della Vertours, Marta della Lanai Viaggi, Giorgia della Maryland Viaggi, Matteo della Viaggi Bolgia, Michela della Centro Viaggi, Rino della Monet Viaggi, Simone della Sampei Tours, Sonia della Quarzo Viaggi, Jennifer della Armi e Bagagli, Federica della Btm Italy, Elisa della Move Travel, Francesca della Lirica Travel, Giulio della Aquastar Viaggi, Valentina della Time Warp Travel, Roberta della Welcome Travel Store Verona, e Simonetta della Soluzioni Omnia Media.","post_title":"Il Bawe Island al centro anche della tappa veronese delle serate Azemar","post_date":"2024-03-20T10:49:09+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1710931749000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463419","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Seychelles e Tourism Seychelles hanno rafforzato il loro impegno a promuovere le Seychelles come destinazione turistica di primo piano attraverso un Memorandum of Understanding (Mou).\r\n\r\nLa partnership mira a migliorare la visibilità e ad attirare un maggior numero di visitatori nell'arcipelago sfruttando attività congiunte in mercati strategici. In base all'accordo, le due parti collaboreranno strettamente a varie iniziative di marketing. Verranno utilizzati una serie di canali di comunicazione, tra cui le piattaforme dei social media, per presentare le offerte uniche della destinazione ai potenziali viaggiatori di tutto il mondo.\r\n\r\nAir Seychelles si è impegnata a partecipare attivamente al fianco di Tourism Seychelles in eventi internazionali chiave come il World Travel Market - Africa (Wtm-Africa), l'Outbound Travel Mart (Otm) in India, il Salon du Prêt à Partir a Mauritius e altre attività di marketing congiunte durante l'anno, mirando specificamente ai mercati cruciali per la crescita della destinazione. Per contro, Tourism Seychelles sosterrà la compagnia aerea partecipando attivamente agli eventi del vettore nel corso dell'anno. \r\n\r\n«Questa partnership rappresenta un significativo passo avanti nei nostri sforzi per mostrare al mondo la bellezza e l'offerta senza pari delle Seychelles - ha dichiarato Sherin Francis, segretario del turismo -. Unendo le forze con Air Seychelles, siamo certi di poter raggiungere nuovi traguardi nel marketing della destinazione e di poter attrarre ancora più visitatori sulle nostre coste».\r\n\r\n«Insieme, puntiamo a presentare le Seychelles come \"la\" destinazione da scegliere, che offre esperienze impareggiabili e una calorosa ospitalità» ha aggiunto Sandy Benoiton, ceo del vettore.\r\n\r\n ","post_title":"Air Seychelles, nuova intesa con Tourism Seychelles per promuovere l'arcipelago","post_date":"2024-03-14T10:22:40+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1710411760000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462805","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Da 27 mila a oltre 45 mila presenze in tre giorni, con un aumento del 66%: chiusasi venerdì scorso, la decima edizione di Btm Italia ha registrato numeri da record alla fiera del Levante di Bari, che ha ospitato l’evento unitamente a BuyPuglia. Fondamentale, in particolare, la partecipazione di oltre 400 relatori, che hanno animato più di 100 tra panel, speech e workshop, in grado di attirare un pubblico variegato, oltre ai 40 buyer provenienti da tutto il mondo e impegnati nel fam trip prima e nel workshop b2b poi, incontrando circa 120 seller e oltre 200 espositori. A questi numeri si aggiungono i 75 buyer del BuyPuglia che si sono confrontati con ulteriori 100 aziende seller del prodotto turistico pugliese.\r\n\r\n“L’edizione 2024 si chiude con un grande successo, che conferma la nostra strategia di far diventare BuyPuglia - Btm il terzo polo fieristico italiano - sottolinea il direttore generale di Pugliapromozione, Luca Scandale -. Quindi, continueremo a lavorare in questa direzione”. “Il bilancio di questa decima edizione di Btm Italia è ottimo – aggiunge Nevio D’Arpa, ceo & founder di Btm Italia -, sia in termini di presenze, sia in termini di partecipazione a tutte le aree tematiche, ai workshop e alle sezioni. Anche per questa edizione, quella con BuyPuglia e con la regione Puglia si è confermata una proficua collaborazione. Abbiamo colto l'entusiasmo da parte di tutti e questo ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta. Il nostro obiettivo è quello di offrire una visione completa sulle diverse richieste dell’industria turistica e lo facciamo con il massimo impegno e la massima condivisione”","post_title":"Crescono le presenze a Btm Italia che chiude con 45 mila visitatori","post_date":"2024-03-05T12:00:02+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1709640002000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti