24 February 2024

Ambrosetti, Panzeri: «La parziale frenata del Pil non smorza il sentiment positivo»

[ 0 ]

Una crescita 2022 che è stata sorprendente per l’economia italiana e del turismo in particolare, certamente figlia del periodo segnato dalla pandemia, un 2023 caratterizzato da una parziale frenata della crescita economica, che si confermerà anche per il 2024. Ma, a fronte di un quadro complesso, il sentiment sugli investimenti è migliore rispetto al pre-Covid. E rimane positivo per il 2023. 

Questo il filo conduttore della relazione targata The European House – Ambrosetti, che ha aperto questa mattina a Milano il 20° Biz Travel Forum organizzato dal Gruppo Uvet.

L’analisi sull’andamento dell’economia e della finanza illustrata da Corrado Panzeri, partner – head of the Innovation & Technology Hub, Teha, ha evidenziato come «negli ultimi tre anni ci siamo trovati a fronteggiare ben 17 elementi di crisi che hanno toccato ogni ambito, dalla sanità alle guerre, all’instabilità del sistema finanziario, alla volatilità dei prezzi delle materie prime. 

Il 2020 è stato forse il peggiore anno della nostra storia, guerra esclusa, poi l’Italia ha fatto un rimbalzo significativo e nel 2021 la crescita è andata oltre la media europea; anche il 2022 è stato un altro anno molto positivo, tanto che abbiamo assorbito con tre anni di anticipo il Covid». E a funzionare particolarmente bene è stato «L’export che nel 2022 ha raggiunto il livello più alto di sempre, con i nostri comemrciali tradizionali (Francia, Germania, Usa) e il 2023 sarà ancora migliore, si attesterà attorno ai 660 mld di euro».

In questo quadro il turismo è stato protagonista «di un rimbalzo positivo, in estate arrivi totali – stranieri e italiani – allineati al 2019. Considerando un orizzonte ventennale le presenze straniere risultano poco meno che raddoppiate, mentre il turismo italiano si è mantenuto costante». A trainare la crescita le presenze estere: «Durante tutto l’arco dell’anno le presenze degli stranieri sono aumentate del 44% dal 2003 al 2022».

Bilancia commerciale del turismo: il saldo è positivo

Da qui, i numeri della «bilancia commerciale del turismo che vede un saldo positivo: nel 2022 è stato raggiunto il record, superando quindi i livelli del 2019. Sempre nel 2022 la spesa turistica totale in Italia è stata di 126,4 miliardi di euro, (sommando anche la spesa degli italiani nel nostro Paese), dato significativamente superiore all’anno precedente».

In questo contesto risultano buoni anche i numeri dell’occupazione, a livello globlale seppur con qualche situazione negativa.

Quella attuale è però una fase diversa: «Il Pil rallenta ovunque, con un tasso di crescita per l’Italia dello 0,7% per il 2023, come pure per il 2024». Siamo di fronte ad un innalzamento del costo del denaro, l’inflazione resta un problema grave, peggiora la condizione di famiglie in povertà assoluta nel Paese. E ancora, il prezzo dell’energia «che è sì meno della metà rispetto ai picchi 2020-22 ma ancora alto rispetto a prima della guerra», i costi dei mutui e il livello dei salari che in Italia non hanno tenuto il passo di cresciuta degli altri paesi, anzi. Non ultimo, «il rallentamento della Germania: le previsioni del Fondo Monetario Internazionale stimano un calo del Pil tedesco nel 2023 del -0,5%, la peggiore tra le grandi economie europee».

Nonostante i tanti fattori di rischio, «il sentiment sugli investimenti della business community di Teha Club è migliore rispetto al periodo pre-Covid (per i prossimi sei mesi) – conclude Panzeri -: quasi 7 imprenditori su 10 ritengono che il fatturato della propria impresa aumenterà nel 2023».

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462136 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tradizione da una parte e sguardo rivolto al futuro dall'altra: lo Jutland, penisola della Danimarca, è una terra da vivere in famiglia e praticando diversi sport. Un luogo dove immergersi nella bellezza della natura e in quella dell’arte, lasciandosi conquistare dall’offerta gastronomica. E, soprattutto, l’angolo di mondo ideale per scoprire la “hygge”: quel sentimento di calorosa accoglienza, sicurezza e comodità tipicamente danese che spinge a trovare la felicità nelle piccole cose. Tante le connessioni con l’Italia, operate da Sas, easyJet e Ryanair: i voli raggiungono Copenhagen, ma anche lo Jutland. Molteplici le attività sportive all’aperto, che diventano un momento di incontro. Quest'anno sará la città di Brønderslev ad ospitare la maratona Royal Run, mentre Skagen ha voluto rinnovare il museo marittimo Maskinrummet e Saeby celebra con vivaci festeggiamenti i suoi 500 anni di storia. Si svolgerà poi davanti a 150mila spettatori del Danish Air Show ospitato dalla base aerea di Aalborg. La regione è scarsamente urbanizzata, ideale per praticare kayak, ciclismo, passeggiate, equitazione, bird-watching, nuoto, pesca. Ma anche per ammirare l'onda di sabbia in costante movimento di Råbjerg Mile, che ogni anno si sposta di 15 metri verso nord-est. O assistere allo scontro tra le acque di due mari che si incontrano sulla punta dello Jutland. Il Nordyjlland, il nord dello Jutland è anche una meta amata per i city-break e la tanto attuale street art, riccamente testimoniata sui palazzi di Skagen e Alborg, quest'ultima nota per le innovative strutture architettoniche e gli spazi dedicati all'arte come il museo Kunsten, il centro culturale Utzon, e il Musikken Hus. Grande poi, il fascino di Skagen, la città più settentrionale della Danimarca e, quindi, quella con il più alto indice di luminosità. Con la sua atmosfera bohémien, le spiagge infinite e i siti naturali unici, ha attirato l'interesse di artisti internazionali e degli impressionisti danesi: sono ben 1800 le loro opere esposte nel museo della città. Le famiglie e gli amanti delle escursioni all’aria aperta - a piedi o in bicicletta - potranno poi raggiungere il Kystlandet, la cosa orientale dello Jutland, che si stende per 266 km e offre ben 25 spiagge: i bambini resteranno affascinati dal Giardino Ecologico di Odder - una graziosa cittadina affacciata sul fiume e dal fascino danese - dal "Safari delle alghe" organizzato sull’isola di Endelave e dai tanti parchi giochi attrezzati. Incantevoli le piccole città come Juelsminde con il suo bellissimo porto o Horsens, crocevia tra Europa e Scandinavia, dove vivere un’esperienza alternativa visitando FÆNGSLET - Il Museo della Prigione: il più grande museo carcerario d'Europa.   [post_title] => Danimarca: ecco lo Jutland fra tradizioni, natura e street art [post_date] => 2024-02-23T09:30:27+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708680627000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461585 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' entrata in vigore a Bali la nuova tassa di ingresso per i turisti stranieri, che ammonta a 150.000 rupie (9,60 dollari) con lo scopo, secondo quanto dichiarato dalle autorità indonesiane, di proteggere l'ambiente e la cultura dell'isola. I dati ufficiali mostrano che quasi 4,8 milioni di turisti hanno visitato Bali tra gennaio e novembre del 2023. La tassa di soggiorno, annunciata per la prima volta l'anno scorso ed entrata in vigore dal 14 febbraio, si applica ai turisti stranieri che entrano nella provincia dall'estero o da altre parti del Paese, mentre i turisti indonesiani ne sono esenti. I viaggiatori sono invitati a pagare prima dell'arrivo, attraverso il sito web Love Bali. Prima della pandemia, il turismo contribuiva per circa il 60% al Pil annuale di Bali. Secondo l'ufficio statistico della provincia, nel novembre 2023 l'Australia è stata il maggior contributore di turisti stranieri a Bali, con oltre 100.000 arrivi. Seguono i turisti provenienti da India, Cina e Singapore. [post_title] => Bali: in vigore la nuova tassa di ingresso per i turisti stranieri [post_date] => 2024-02-16T09:20:37+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708075237000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461363 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo 28 edizioni I Protagonisti del Mare di Costa Crociere sono ancora un’esperienza unica sia per gli Agenti partner premiati che per gli ospiti. A bordo di Costa Smeralda, durante la crociera di Sanremo, i 700 agenti invitati all’evento più atteso dell’anno hanno avuto l’opportunità di festeggiare i colleghi premiati, di conoscere le novità della Compagnia del Gruppo Carnival e di confrontarsi su quello che offre il mercato. L’evento, che riconosce il merito del lavoro e dell’impegno della distribuzione Costa, resta una festa esclusiva durante la quale gli agenti possono partecipare ad appuntamenti dedicati e a work shop Speciali. Da due anni I Protagonisti si svolgono insieme alla Crociera di Sanremo: un evento nell’evento. La direzione presa dalle vendite dei primi tre mesi è incoraggiante e migliorativa rispetto al primo trimestre 2023. «Per quanto riguarda i prezzi sia in Italia che nel mondo c’è la tendenza ad un aumento del paniere medio – spiega Luigi Stefanelli, southern Europe region associate vice president Costa Crociere  – Mentre per quanto riguarda la capacità negli Usa è in aumento mentre, per ora, in Europa è costante. Per questo non abbiamo in previsione nuove navi». Per quanto concerne la comunicazione, oltre al nuovo linguaggio, sono state avviate nuove partnership come quella con Sanremo: «In questo modo siamo arrivati a raggiungere nuovi clienti – continua Stefanelli - Le azioni sul trade e gli investimenti sono sempre più mirati. Il numero dei giovani a bordo è in continua crescita e questo dimostra che l’approccio comunicativo, grazie ad un linguaggio che non parla di mero prodotto ma evoca emozioni, sta dando i suoi frutti». Le Sea Destinations sono state lanciate con l’obiettivo di creare qualcosa di unico, in quel punto preciso della destinazione, in quel preciso momento, un’esperienza nell’esperienza. La compagnia fa ancora una volta da apripista, cerca un elemento distintivo all’interno delle crociere ed affronta un concetto nuovo per il settore. E come sempre essere innovatori porta con sé molte responsabilità. «Le agenzie hanno l’onere di essere amplificatori di questo messaggio – sottolinea Riccardo Fantoni, direttore commerciale Italia Costa Crociere - Sea destination e land destination, una combinazione mare e terra. Alle agenzie abbiamo lanciato un messaggio in modo che possano avviare un processo di racconto più ricco nei confronti dei clienti».   [post_title] => Costa Crociere premia i Protagonisti del Mare e punta sulle Sea Destinations [post_date] => 2024-02-13T11:29:03+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707823743000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460963 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce il turismo in Sicilia, anche nel segno della destagionalizzazione. In aumento i flussi turistici del 2023 mentre i dati scalano la classifica del regional tourism reputation index dell’istituto Demoscopica e posizionano la Sicilia al secondo posto. «La seconda posizione per turismo di reputazione giunge con un balzo in avanti di cinque posti rispetto allo scorso anno - ha dichiarato in occasione dell'ultima Bit l'assessore al turismo Elvira Amata -. È il risultato di misure ed azioni che hanno fatto centro. Una crescita avvenuta grazie a scelte precise come il turismo lento ed esperienziale, oggi tra le forme preferite dai viaggiatori. Sono state 16462 mila le presenze nel 2023, di cui una grossa percentuale stranieri, il 28% in più rispetto al 2022. È il frutto di grande impegno, buona comunicazione ma soprattutto la volontà dei territori e dei comuni di fare sistema, abbattendo ogni campanilismo ed offrendo così un prodotto turistico più completo. Ulteriore obiettivo da mettere meglio a segno sarà la destagionalizzazione. Quest’anno per la prima volta abbiamo iniziato a registrare movimenti di flussi turistici anche in bassa stagione». Anche il presidente della Regione Renato Schifani ha descritto un settore turistico in buona salute confermando la volontà di un forte impegno da parte del governo regionale: «La Sicilia vive di due grandi componenti legate alla crescita del Pil, l’agricoltura e il turismo, un settore portante della nostra economia regionale su cui stiamo puntando molto. È una leva che se ben azionata può creare ricchezza, lavoro e occupazione grazie a clima, patrimonio culturale e naturale invidiabili della nostra regione». Le presenze turistiche cresciute del 10% nel 2023 superano le aspettative rispetto al 2022. L’alberghiero cresce del 9,8% e l’extralberghiero del 13%. Ottima performance anche dai movimenti aeroportuali: Palermo è a 8 milioni di passeggeri con un aumento del 13% rispetto all’anno precedente; Catania con oltre 10 milioni registra un aumento del 6%; Trapani tornata al pareggio di bilancio è a 1 milione e 300 mila passeggeri con un aumento del 50%. Nota a margine: continua ad aleggiare la questione di insufficienza di trasporti e infrastrutture, viarie e ferroviarie in primis, fabbisogno di un settore che potremmo definire motore immobile o primo motore, secondo il concetto aristotelico, causa prima del divenire dello sviluppo turistico, che accomuna le regioni meridionali, ma mai risolta e sempre ignorata dai governi. [post_title] => Sicilia, Elvira Amata: «Migliorare la destagionalizzazione». Bene la crescita degli stranieri [post_date] => 2024-02-12T13:07:30+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => elvira-amata [1] => renato-schifani [2] => sicilia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => elvira amata [1] => renato schifani [2] => sicilia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707743250000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461029 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_445817" align="alignleft" width="300"] Vittorio Messina[/caption] Il turismo italiano torna a correre: secondo le stime di Cst per Assoturismo Confesercenti, il 2023 ha chiuso con oltre 445 milioni di presenze, segnando un’accelerazione del +8,1% sull’anno precedente e superando i livelli pre-pandemia. Ma è una ripresa a velocità differenziate: nel Meridione e nelle Isole, infatti, l’incremento delle presenze dovrebbe fermarsi a +4,4%. Un ritmo di crescita sostanzialmente dimezzato rispetto alla media nazionale. A pesare sulle performance dell’Italia meridionale nell’anno appena trascorso - oltre ai soliti problemi infrastrutturali - il rallentamento della spesa dei turisti italiani, che è stata la vera componente in frenata. Ha pesato, però, anche la ripartenza di alcune importanti mete balneari estere competitor nella zona mediterranea, a partire dall’Egitto. Una combinazione che ha frenato la crescita del mercato turistico di queste regioni, dove la componente interna e il turismo balneare danno un contributo fondamentale alla domanda. “In questa fase, la crescita delle presenze è essenziale per il comparto - così Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti -. I bilanci delle imprese sono ancora sotto pressione per gli aumenti dei costi: quelli dell’energia sono ancora più alti dei livelli del 2019, e l’incremento dei tassi di interesse ha avuto un impatto rilevante su un sistema uscito indebitato dal Covid. Sarebbe quindi importante valorizzare le potenzialità di crescita del turismo delle regioni meridionali, che avrebbero un effetto positivo su tutto il sistema economico territoriale: se la performance del Mezzogiorno fosse stata in linea con quella nazionale, avremmo avuto 2,9 milioni di presenze e oltre 400 milioni di consumi turistici in più”. [post_title] => Assoturismo: crescita forte del turismo italiano (+8,1%) [post_date] => 2024-02-07T13:54:14+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707314054000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461000 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Sandals Saint Vincent and The Grenadines la grande novità del gruppo Sri per il 2024. In apertura il prossimo 27 marzo, includerà 301 camere, dodici ristoranti e cinque bar, per un totale di ben 16 differenti concept f&b. Ma l'anno si apre bene anche dal punto di vista dei numeri provenienti del mercato italiano: "Dopo un 2023 in crescita in doppia cifra percentuale rispetto ai dodici mesi precedenti - spiega il sales manager Southern Europe di Sandals Resorts International, Christian Casagrande -, i primi mesi di quest'anno si sono già aperti molto bene, tanto che nel 2024 contiamo di tornare definitivamente ai livelli pre-Covid. L'aspetto forse più interessante è che le prenotazioni, al momento, riguardano soprattutto il periodo compreso tra febbraio e aprile, mentre l'estate non è ancora del tutto partita. Ciò farebbe presagire una stagione booking piuttosto lunga. Il che è positivo, se pensiamo che l'anno scorso, invece, a seguito di un inizio da record, le vendite si sono poi un po' normalizzate, frenate anche dal costo dei voli e dagli effetti dell'inflazione". E buone notizie arrivano anche dal fronte dei collegamenti aerei che, secondo Casagrande, soprattutto sulle tratte tra Europa e Usa vedrebbero finalmente un certo calo delle tariffe rispetto ai prezzi del 2022. A livello di prodotto, Sandals, sta puntando in particolare sulla parte esperienziale dell'offerta: "A Bahamas e Curaçao, per esempio, per alcune tipologie di camere mettiamo oggi a disposizione la formula inclusive island dining: un voucher da 250 dollari che i nostri ospiti possono utilizzare in alcuni ristoranti selezionati della destinazione". Sono inoltre ripartire già dal 2023 le operazioni di co-marketing in collaborazione con i principali operatori italiani per eventi in presenza, serate e roadshow, nonché webinar formativi dedicati alle adv. Sempre a loro è inoltre riservata la formula Sell & go, che garantisce pernottamenti gratis agli agenti che vendono le strutture Sandals. "In programma per quest'anno - conclude Casagrande - ci sono infine anche due o tre fam trip ad hoc, riservati agli operatori e agli adv italiani". [post_title] => Sandals approda a Saint Vincent e punta sull'offerta emozionale. Mercato italiano in netta ripresa [post_date] => 2024-02-07T13:11:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707311512000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460668 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_460669" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Luigi Neri, Daniela Passeri, Lidia Rescigno e Franco Coppini[/caption] Mezzo di secolo di storia. Fondata nel febbraio 1974, Space Hotels compie proprio in questi giorni il suo cinquantesimo compleanno. E lo festeggia con numeri in crescita, forte di un +36,5% registrato nel 2023 rispetto ai 12 mesi precedenti. I paesi chiave, che hanno contribuito in modo significativo a questo successo, includono non solo l'Italia, da sempre il  mercato principale, ma anche Stati Uniti, Germania, Francia, Regno Unito e la Spagna. Nel panorama delle destinazioni italiane, Roma, Milano e Torino risultano le mete di eccellenza per gli individuali. Per quanto riguarda gli eventi mice, invece, Roma continua a dominare la scena. Il gruppo ha registrato anche un notevole incremento nella domanda da parte dei gruppi turistici con un'elevata capacità di spesa, nonché da parte del segmento business travel. Nel corso del 2023 infine, la compagnia ha ampliato la sua rete affiliando a Roma il Borghese Contemporary Hotel e a Ragusa il Relais Chiaramonte. “Il 2023 è stato un anno di trionfo e consolidamento per noi: un periodo in cui abbiamo superato le aspettative, continuando a costruire su un'eredità di 50 anni", sottolinea il presidente, Franco Coppini. Space Hotels sarà presente alla Bit di Milano, in programma dal 4 al 6 febbraio, presso lo stand C110 del padiglione 3. Vi si potranno incontrare lo stesso presidente Coppini, nonché il direttore generale Lidia Rescigno, il direttore marketing Daniela Passeri, il vice presidente Luigi Neri e alcune delle responsabili vendite. [post_title] => Space Hotels festeggia i 50 anni con un numeri in crescita [post_date] => 2024-02-02T11:12:59+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706872379000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460291 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Trend positivo per i flussi turistici diretti in Germania: secondo l'analisi dell'Ente Nazionale Germanico per il Turismo (Gnbt) elaborata in base ai dati provvisori sui pernottamenti dell'Ufficio Federale di Statistica, nel novembre 2023 sono stati registrati 5,5 milioni di pernottamenti internazionali in strutture ricettive con almeno dieci posti letto, con un aumento del 7,8% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Il numero di pernottamenti di stranieri da gennaio a novembre 2023 è salito a 74,9 milioni. Questo permette il raggiungimento della quota dell'89,6% degli arrivi del medesimo periodo, nell’anno record 2019. Gli ospiti stranieri hanno rappresentato il 16,4% del numero totale di pernottamenti nei primi undici mesi, rispetto al 14,8% dello stesso periodo dell'anno precedente. «Nello studio Monitoring Sentiment for Intra-European Travel della European Travel Commission, la Germania ha mantenuto la sua posizione tra le prime cinque destinazioni preferite dagli europei nell'autunno 2023 e contribuisce alla crescente importanza dei movimenti turistici all’interno dell’Europa - ha sottolineato Petra Hedorfer, presidente del Consiglio direttivo del Gntb (nella foto) -. La percentuale di coloro che intendo viaggiare solo nel proprio Paese è diminuita costantemente dal 31,5% dell'autunno 2021 al 25,7% dell'autunno 2023. Nell'autunno 2021, il 55,3% dei viaggiatori preferiva ancora le destinazioni europee; nell'autunno 2023, questa percentuale era già salita al 60,3%. Ciò significa che l'Europa, in quanto regione di provenienza più importante, insieme alle buone prospettive di ripresa dei mercati di provenienza esteri, offre anche un forte potenziale per l'ulteriore ripresa del turismo inbound tedesco nei prossimi mesi.  Il crescente numero di viaggiatori provenienti dall'Asia, e in particolare dalla Cina, avrà un impatto positivo sull'ulteriore sviluppo del turismo incoming. «Ci aspettiamo un ulteriore aumento in estate dai visitatori che verranno in Germania  per il Campionato europeo di calcio. Inoltre, eventi culturali come il 250° anniversario della nascita di Caspar David Friedrich, il 35° anniversario della caduta del Muro di Berlino e Chemnitz,  Capitale Europea della Cultura 2025 offriranno significative opportunità di viaggio per gli ospiti internazionali. [post_title] => Germania: forte recupero degli ospiti internazionali. Trend positivo anche per l'estate [post_date] => 2024-01-29T12:44:57+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706532297000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460267 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Brusca frenata dei profitti Ryanair nel terzo trimestre dell'esercizio in corso (chiuso lo scorso 31 dicembre) e successivo taglio delle previsioni di utile per l'intero anno fiscale. L’utile netto del gruppo è sceso del 93% a 14,8 milioni di euro, nonostante un aumento del fatturato del 17% a 2,7 miliardi di euro. Il risultato, chiarisce una nota della low cost irlandese, ha risentito, tra l’altro, dell’aumento dei costi del carburante (+35%) ma anche dell’aumento degli stipendi e delle tasse aeroportuali. «Mentre traffico e tariffe sono aumentati su anno, nel periodo che precede Natale e Capodanno i tassi di occupazione e i rendimenti sono stati inferiori alle aspettative in risposta all’improvviso (ma gradito) ritiro di Ryanair» da «siti online ’pirata’ di agenzie di viaggio» all’inizio di dicembre. Il ceo del gruppo, Michael O'Leary, aveva già avvertito che la mossa, da parte di aziende che aveva definito "pirati", avrebbe danneggiato la redditività del terzo trimestre. Ryanair ha dunque dichiarato di aspettarsi un utile al netto delle imposte compreso tra 1,85 e 1,95 miliardi di euro per i 12 mesi fino alla fine di marzo: la cifra è inferiore rispetto alla precedente previsione di poco più di 2 miliardi di euro.  Sull’andamento del quarto trimestre, «tradizionalmente il più debole», influirà anche l’entrata in vigore di un accordo sull’aumento salariale dei piloti e la fine dei crediti di carbonio gratuiti.  La compagnia si aspetta una forte domanda per la stagione estiva, con tariffe ancora in rialzo, ma meno dello scorso anno. Infine, il ceo ha rimarcato il potenziale rischio residuo per le prospettive di crescita di Ryanair legato alla possibilità di ulteriori ritardi nella consegna dei nuovi aeromobili Boeing 787 Max 8. La low cost che ha un ordine di 300 Boeing, ha ricevuto 12 Boeing 737 8-200 nell’ultimo trimestre e si aspetta di riceverne altri 50 entro giugno, un numero inferiore rispetto alle previsioni di 57 consegne.     [post_title] => Conti in frenata nel trimestre di Ryanair, che taglia le previsioni di utile per l'anno [post_date] => 2024-01-29T11:22:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706527368000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "ambrosetti panzeri la parziale frenata del pil non smorza il sentiment positivo" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":71,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":267,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462136","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tradizione da una parte e sguardo rivolto al futuro dall'altra: lo Jutland, penisola della Danimarca, è una terra da vivere in famiglia e praticando diversi sport. Un luogo dove immergersi nella bellezza della natura e in quella dell’arte, lasciandosi conquistare dall’offerta gastronomica.\r\nE, soprattutto, l’angolo di mondo ideale per scoprire la “hygge”: quel sentimento di calorosa accoglienza, sicurezza e comodità tipicamente danese che spinge a trovare la felicità nelle piccole cose.\r\nTante le connessioni con l’Italia, operate da Sas, easyJet e Ryanair: i voli raggiungono Copenhagen, ma anche lo Jutland. Molteplici le attività sportive all’aperto, che diventano un momento di incontro. Quest'anno sará la città di Brønderslev ad ospitare la maratona Royal Run, mentre Skagen ha voluto rinnovare il museo marittimo Maskinrummet e Saeby celebra con vivaci festeggiamenti i suoi 500 anni di storia. Si svolgerà poi davanti a 150mila spettatori del Danish Air Show ospitato dalla base aerea di Aalborg.\r\nLa regione è scarsamente urbanizzata, ideale per praticare kayak, ciclismo, passeggiate, equitazione, bird-watching, nuoto, pesca. Ma anche per ammirare l'onda di sabbia in costante movimento di Råbjerg Mile, che ogni anno si sposta di 15 metri verso nord-est. O assistere allo scontro tra le acque di due mari che si incontrano sulla punta dello Jutland.\r\nIl Nordyjlland, il nord dello Jutland è anche una meta amata per i city-break e la tanto attuale street art, riccamente testimoniata sui palazzi di Skagen e Alborg, quest'ultima nota per le innovative strutture architettoniche e gli spazi dedicati all'arte come il museo Kunsten, il centro culturale Utzon, e il Musikken Hus.\r\nGrande poi, il fascino di Skagen, la città più settentrionale della Danimarca e, quindi, quella con il più alto indice di luminosità. Con la sua atmosfera bohémien, le spiagge infinite e i siti naturali unici, ha attirato l'interesse di artisti internazionali e degli impressionisti danesi: sono ben 1800 le loro opere esposte nel museo della città.\r\nLe famiglie e gli amanti delle escursioni all’aria aperta - a piedi o in bicicletta - potranno poi raggiungere il Kystlandet, la cosa orientale dello Jutland, che si stende per 266 km e offre ben 25 spiagge: i bambini resteranno affascinati dal Giardino Ecologico di Odder - una graziosa cittadina affacciata sul fiume e dal fascino danese - dal \"Safari delle alghe\" organizzato sull’isola di Endelave e dai tanti parchi giochi attrezzati. Incantevoli le piccole città come Juelsminde con il suo bellissimo porto o Horsens, crocevia tra Europa e Scandinavia, dove vivere un’esperienza alternativa visitando FÆNGSLET - Il Museo della Prigione: il più grande museo carcerario d'Europa.\r\n ","post_title":"Danimarca: ecco lo Jutland fra tradizioni, natura e street art","post_date":"2024-02-23T09:30:27+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708680627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461585","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' entrata in vigore a Bali la nuova tassa di ingresso per i turisti stranieri, che ammonta a 150.000 rupie (9,60 dollari) con lo scopo, secondo quanto dichiarato dalle autorità indonesiane, di proteggere l'ambiente e la cultura dell'isola.\r\n\r\nI dati ufficiali mostrano che quasi 4,8 milioni di turisti hanno visitato Bali tra gennaio e novembre del 2023. La tassa di soggiorno, annunciata per la prima volta l'anno scorso ed entrata in vigore dal 14 febbraio, si applica ai turisti stranieri che entrano nella provincia dall'estero o da altre parti del Paese, mentre i turisti indonesiani ne sono esenti. I viaggiatori sono invitati a pagare prima dell'arrivo, attraverso il sito web Love Bali.\r\n\r\nPrima della pandemia, il turismo contribuiva per circa il 60% al Pil annuale di Bali. Secondo l'ufficio statistico della provincia, nel novembre 2023 l'Australia è stata il maggior contributore di turisti stranieri a Bali, con oltre 100.000 arrivi. Seguono i turisti provenienti da India, Cina e Singapore.","post_title":"Bali: in vigore la nuova tassa di ingresso per i turisti stranieri","post_date":"2024-02-16T09:20:37+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708075237000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461363","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Dopo 28 edizioni I Protagonisti del Mare di Costa Crociere sono ancora un’esperienza unica sia per gli Agenti partner premiati che per gli ospiti.\r\n\r\nA bordo di Costa Smeralda, durante la crociera di Sanremo, i 700 agenti invitati all’evento più atteso dell’anno hanno avuto l’opportunità di festeggiare i colleghi premiati, di conoscere le novità della Compagnia del Gruppo Carnival e di confrontarsi su quello che offre il mercato.\r\n\r\nL’evento, che riconosce il merito del lavoro e dell’impegno della distribuzione Costa, resta una festa esclusiva durante la quale gli agenti possono partecipare ad appuntamenti dedicati e a work shop Speciali. Da due anni I Protagonisti si svolgono insieme alla Crociera di Sanremo: un evento nell’evento.\r\n\r\nLa direzione presa dalle vendite dei primi tre mesi è incoraggiante e migliorativa rispetto al primo trimestre 2023.\r\n\r\n«Per quanto riguarda i prezzi sia in Italia che nel mondo c’è la tendenza ad un aumento del paniere medio – spiega Luigi Stefanelli, southern Europe region associate vice president Costa Crociere  – Mentre per quanto riguarda la capacità negli Usa è in aumento mentre, per ora, in Europa è costante. Per questo non abbiamo in previsione nuove navi».\r\n\r\nPer quanto concerne la comunicazione, oltre al nuovo linguaggio, sono state avviate nuove partnership come quella con Sanremo: «In questo modo siamo arrivati a raggiungere nuovi clienti – continua Stefanelli - Le azioni sul trade e gli investimenti sono sempre più mirati. Il numero dei giovani a bordo è in continua crescita e questo dimostra che l’approccio comunicativo, grazie ad un linguaggio che non parla di mero prodotto ma evoca emozioni, sta dando i suoi frutti».\r\n\r\nLe Sea Destinations sono state lanciate con l’obiettivo di creare qualcosa di unico, in quel punto preciso della destinazione, in quel preciso momento, un’esperienza nell’esperienza. La compagnia fa ancora una volta da apripista, cerca un elemento distintivo all’interno delle crociere ed affronta un concetto nuovo per il settore. E come sempre essere innovatori porta con sé molte responsabilità.\r\n«Le agenzie hanno l’onere di essere amplificatori di questo messaggio – sottolinea Riccardo Fantoni, direttore commerciale Italia Costa Crociere - Sea destination e land destination, una combinazione mare e terra. Alle agenzie abbiamo lanciato un messaggio in modo che possano avviare un processo di racconto più ricco nei confronti dei clienti».\r\n\r\n ","post_title":"Costa Crociere premia i Protagonisti del Mare e punta sulle Sea Destinations","post_date":"2024-02-13T11:29:03+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1707823743000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460963","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cresce il turismo in Sicilia, anche nel segno della destagionalizzazione. In aumento i flussi turistici del 2023 mentre i dati scalano la classifica del regional tourism reputation index dell’istituto Demoscopica e posizionano la Sicilia al secondo posto.\r\n\r\n«La seconda posizione per turismo di reputazione giunge con un balzo in avanti di cinque posti rispetto allo scorso anno - ha dichiarato in occasione dell'ultima Bit l'assessore al turismo Elvira Amata -. È il risultato di misure ed azioni che hanno fatto centro. Una crescita avvenuta grazie a scelte precise come il turismo lento ed esperienziale, oggi tra le forme preferite dai viaggiatori. Sono state 16462 mila le presenze nel 2023, di cui una grossa percentuale stranieri, il 28% in più rispetto al 2022. È il frutto di grande impegno, buona comunicazione ma soprattutto la volontà dei territori e dei comuni di fare sistema, abbattendo ogni campanilismo ed offrendo così un prodotto turistico più completo. Ulteriore obiettivo da mettere meglio a segno sarà la destagionalizzazione. Quest’anno per la prima volta abbiamo iniziato a registrare movimenti di flussi turistici anche in bassa stagione».\r\n\r\nAnche il presidente della Regione Renato Schifani ha descritto un settore turistico in buona salute confermando la volontà di un forte impegno da parte del governo regionale: «La Sicilia vive di due grandi componenti legate alla crescita del Pil, l’agricoltura e il turismo, un settore portante della nostra economia regionale su cui stiamo puntando molto. È una leva che se ben azionata può creare ricchezza, lavoro e occupazione grazie a clima, patrimonio culturale e naturale invidiabili della nostra regione».\r\n\r\nLe presenze turistiche cresciute del 10% nel 2023 superano le aspettative rispetto al 2022. L’alberghiero cresce del 9,8% e l’extralberghiero del 13%. Ottima performance anche dai movimenti aeroportuali: Palermo è a 8 milioni di passeggeri con un aumento del 13% rispetto all’anno precedente; Catania con oltre 10 milioni registra un aumento del 6%; Trapani tornata al pareggio di bilancio è a 1 milione e 300 mila passeggeri con un aumento del 50%.\r\n\r\nNota a margine: continua ad aleggiare la questione di insufficienza di trasporti e infrastrutture, viarie e ferroviarie in primis, fabbisogno di un settore che potremmo definire motore immobile o primo motore, secondo il concetto aristotelico, causa prima del divenire dello sviluppo turistico, che accomuna le regioni meridionali, ma mai risolta e sempre ignorata dai governi.","post_title":"Sicilia, Elvira Amata: «Migliorare la destagionalizzazione». Bene la crescita degli stranieri","post_date":"2024-02-12T13:07:30+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["elvira-amata","renato-schifani","sicilia"],"post_tag_name":["elvira amata","renato schifani","sicilia"]},"sort":[1707743250000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461029","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_445817\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Vittorio Messina[/caption]\r\n\r\nIl turismo italiano torna a correre: secondo le stime di Cst per Assoturismo Confesercenti, il 2023 ha chiuso con oltre 445 milioni di presenze, segnando un’accelerazione del +8,1% sull’anno precedente e superando i livelli pre-pandemia. Ma è una ripresa a velocità differenziate: nel Meridione e nelle Isole, infatti, l’incremento delle presenze dovrebbe fermarsi a +4,4%. Un ritmo di crescita sostanzialmente dimezzato rispetto alla media nazionale.\r\n\r\nA pesare sulle performance dell’Italia meridionale nell’anno appena trascorso - oltre ai soliti problemi infrastrutturali - il rallentamento della spesa dei turisti italiani, che è stata la vera componente in frenata. Ha pesato, però, anche la ripartenza di alcune importanti mete balneari estere competitor nella zona mediterranea, a partire dall’Egitto. Una combinazione che ha frenato la crescita del mercato turistico di queste regioni, dove la componente interna e il turismo balneare danno un contributo fondamentale alla domanda.\r\n\r\n“In questa fase, la crescita delle presenze è essenziale per il comparto - così Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti -. I bilanci delle imprese sono ancora sotto pressione per gli aumenti dei costi: quelli dell’energia sono ancora più alti dei livelli del 2019, e l’incremento dei tassi di interesse ha avuto un impatto rilevante su un sistema uscito indebitato dal Covid. Sarebbe quindi importante valorizzare le potenzialità di crescita del turismo delle regioni meridionali, che avrebbero un effetto positivo su tutto il sistema economico territoriale: se la performance del Mezzogiorno fosse stata in linea con quella nazionale, avremmo avuto 2,9 milioni di presenze e oltre 400 milioni di consumi turistici in più”.","post_title":"Assoturismo: crescita forte del turismo italiano (+8,1%)","post_date":"2024-02-07T13:54:14+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1707314054000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461000","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Sandals Saint Vincent and The Grenadines la grande novità del gruppo Sri per il 2024. In apertura il prossimo 27 marzo, includerà 301 camere, dodici ristoranti e cinque bar, per un totale di ben 16 differenti concept f&b.\r\n\r\nMa l'anno si apre bene anche dal punto di vista dei numeri provenienti del mercato italiano: \"Dopo un 2023 in crescita in doppia cifra percentuale rispetto ai dodici mesi precedenti - spiega il sales manager Southern Europe di Sandals Resorts International, Christian Casagrande -, i primi mesi di quest'anno si sono già aperti molto bene, tanto che nel 2024 contiamo di tornare definitivamente ai livelli pre-Covid. L'aspetto forse più interessante è che le prenotazioni, al momento, riguardano soprattutto il periodo compreso tra febbraio e aprile, mentre l'estate non è ancora del tutto partita. Ciò farebbe presagire una stagione booking piuttosto lunga. Il che è positivo, se pensiamo che l'anno scorso, invece, a seguito di un inizio da record, le vendite si sono poi un po' normalizzate, frenate anche dal costo dei voli e dagli effetti dell'inflazione\".\r\n\r\nE buone notizie arrivano anche dal fronte dei collegamenti aerei che, secondo Casagrande, soprattutto sulle tratte tra Europa e Usa vedrebbero finalmente un certo calo delle tariffe rispetto ai prezzi del 2022. A livello di prodotto, Sandals, sta puntando in particolare sulla parte esperienziale dell'offerta: \"A Bahamas e Curaçao, per esempio, per alcune tipologie di camere mettiamo oggi a disposizione la formula inclusive island dining: un voucher da 250 dollari che i nostri ospiti possono utilizzare in alcuni ristoranti selezionati della destinazione\".\r\n\r\nSono inoltre ripartire già dal 2023 le operazioni di co-marketing in collaborazione con i principali operatori italiani per eventi in presenza, serate e roadshow, nonché webinar formativi dedicati alle adv. Sempre a loro è inoltre riservata la formula Sell & go, che garantisce pernottamenti gratis agli agenti che vendono le strutture Sandals. \"In programma per quest'anno - conclude Casagrande - ci sono infine anche due o tre fam trip ad hoc, riservati agli operatori e agli adv italiani\".","post_title":"Sandals approda a Saint Vincent e punta sull'offerta emozionale. Mercato italiano in netta ripresa","post_date":"2024-02-07T13:11:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1707311512000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460668","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_460669\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Luigi Neri, Daniela Passeri, Lidia Rescigno e Franco Coppini[/caption]\r\n\r\nMezzo di secolo di storia. Fondata nel febbraio 1974, Space Hotels compie proprio in questi giorni il suo cinquantesimo compleanno. E lo festeggia con numeri in crescita, forte di un +36,5% registrato nel 2023 rispetto ai 12 mesi precedenti. I paesi chiave, che hanno contribuito in modo significativo a questo successo, includono non solo l'Italia, da sempre il  mercato principale, ma anche Stati Uniti, Germania, Francia, Regno Unito e la Spagna.\r\n\r\nNel panorama delle destinazioni italiane, Roma, Milano e Torino risultano le mete di eccellenza per gli individuali. Per quanto riguarda gli eventi mice, invece, Roma continua a dominare la scena. Il gruppo ha registrato anche un notevole incremento nella domanda da parte dei gruppi turistici con un'elevata capacità di spesa, nonché da parte del segmento business travel. Nel corso del 2023 infine, la compagnia ha ampliato la sua rete affiliando a Roma il Borghese Contemporary Hotel e a Ragusa il Relais Chiaramonte.\r\n\r\n“Il 2023 è stato un anno di trionfo e consolidamento per noi: un periodo in cui abbiamo superato le aspettative, continuando a costruire su un'eredità di 50 anni\", sottolinea il presidente, Franco Coppini. Space Hotels sarà presente alla Bit di Milano, in programma dal 4 al 6 febbraio, presso lo stand C110 del padiglione 3. Vi si potranno incontrare lo stesso presidente Coppini, nonché il direttore generale Lidia Rescigno, il direttore marketing Daniela Passeri, il vice presidente Luigi Neri e alcune delle responsabili vendite.","post_title":"Space Hotels festeggia i 50 anni con un numeri in crescita","post_date":"2024-02-02T11:12:59+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1706872379000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460291","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Trend positivo per i flussi turistici diretti in Germania: secondo l'analisi dell'Ente Nazionale Germanico per il Turismo (Gnbt) elaborata in base ai dati provvisori sui pernottamenti dell'Ufficio Federale di Statistica, nel novembre 2023 sono stati registrati 5,5 milioni di pernottamenti internazionali in strutture ricettive con almeno dieci posti letto, con un aumento del 7,8% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.\r\n\r\nIl numero di pernottamenti di stranieri da gennaio a novembre 2023 è salito a 74,9 milioni. Questo permette il raggiungimento della quota dell'89,6% degli arrivi del medesimo periodo, nell’anno record 2019. Gli ospiti stranieri hanno rappresentato il 16,4% del numero totale di pernottamenti nei primi undici mesi, rispetto al 14,8% dello stesso periodo dell'anno precedente.\r\n«Nello studio Monitoring Sentiment for Intra-European Travel della European Travel Commission, la Germania ha mantenuto la sua posizione tra le prime cinque destinazioni preferite dagli europei nell'autunno 2023 e contribuisce alla crescente importanza dei movimenti turistici all’interno dell’Europa - ha sottolineato Petra Hedorfer, presidente del Consiglio direttivo del Gntb (nella foto) -. La percentuale di coloro che intendo viaggiare solo nel proprio Paese è diminuita costantemente dal 31,5% dell'autunno 2021 al 25,7% dell'autunno 2023. Nell'autunno 2021, il 55,3% dei viaggiatori preferiva ancora le destinazioni europee; nell'autunno 2023, questa percentuale era già salita al 60,3%. Ciò significa che l'Europa, in quanto regione di provenienza più importante, insieme alle buone prospettive di ripresa dei mercati di provenienza esteri, offre anche un forte potenziale per l'ulteriore ripresa del turismo inbound tedesco nei prossimi mesi.  Il crescente numero di viaggiatori provenienti dall'Asia, e in particolare dalla Cina, avrà un impatto positivo sull'ulteriore sviluppo del turismo incoming.\r\n«Ci aspettiamo un ulteriore aumento in estate dai visitatori che verranno in Germania  per il Campionato europeo di calcio. Inoltre, eventi culturali come il 250° anniversario della nascita di Caspar David Friedrich, il 35° anniversario della caduta del Muro di Berlino e Chemnitz,  Capitale Europea della Cultura 2025 offriranno significative opportunità di viaggio per gli ospiti internazionali.","post_title":"Germania: forte recupero degli ospiti internazionali. Trend positivo anche per l'estate","post_date":"2024-01-29T12:44:57+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1706532297000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460267","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n\r\nBrusca frenata dei profitti Ryanair nel terzo trimestre dell'esercizio in corso (chiuso lo scorso 31 dicembre) e successivo taglio delle previsioni di utile per l'intero anno fiscale.\r\n\r\nL’utile netto del gruppo è sceso del 93% a 14,8 milioni di euro, nonostante un aumento del fatturato del 17% a 2,7 miliardi di euro. Il risultato, chiarisce una nota della low cost irlandese, ha risentito, tra l’altro, dell’aumento dei costi del carburante (+35%) ma anche dell’aumento degli stipendi e delle tasse aeroportuali. «Mentre traffico e tariffe sono aumentati su anno, nel periodo che precede Natale e Capodanno i tassi di occupazione e i rendimenti sono stati inferiori alle aspettative in risposta all’improvviso (ma gradito) ritiro di Ryanair» da «siti online ’pirata’ di agenzie di viaggio» all’inizio di dicembre.\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nIl ceo del gruppo, Michael O'Leary, aveva già avvertito che la mossa, da parte di aziende che aveva definito \"pirati\", avrebbe danneggiato la redditività del terzo trimestre.\r\n\r\nRyanair ha dunque dichiarato di aspettarsi un utile al netto delle imposte compreso tra 1,85 e 1,95 miliardi di euro per i 12 mesi fino alla fine di marzo: la cifra è inferiore rispetto alla precedente previsione di poco più di 2 miliardi di euro. \r\n\r\n\r\n\r\nSull’andamento del quarto trimestre, «tradizionalmente il più debole», influirà anche l’entrata in vigore di un accordo sull’aumento salariale dei piloti e la fine dei crediti di carbonio gratuiti. \r\nLa compagnia si aspetta una forte domanda per la stagione estiva, con tariffe ancora in rialzo, ma meno dello scorso anno. Infine, il ceo ha rimarcato il potenziale rischio residuo per le prospettive di crescita di Ryanair legato alla possibilità di ulteriori ritardi nella consegna dei nuovi aeromobili Boeing 787 Max 8.\r\nLa low cost che ha un ordine di 300 Boeing, ha ricevuto 12 Boeing 737 8-200 nell’ultimo trimestre e si aspetta di riceverne altri 50 entro giugno, un numero inferiore rispetto alle previsioni di 57 consegne.  \r\n\r\n\r\n\r\n ","post_title":"Conti in frenata nel trimestre di Ryanair, che taglia le previsioni di utile per l'anno","post_date":"2024-01-29T11:22:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706527368000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti