22 February 2024

L’Indocina “esperienziale” di Dgv Travel

[ 0 ] Informazione PR

BIRMANIA BAGAN(3)

Dgv Travel nel corso della sua decennale attività ha concentrato la sua attenzione sull’Indocina. Paesi come Vietnam, Cambogia e Laos incuriosiscono sempre più il viaggiatore, la Birmania da alcuni anni, grazie alle aperture politiche sta diventando una meta di forte appeal da combinare con soggiorni balneari in Malesia, mentre la Thailandia resta una delle destinazioni in vetta alle scelte del viaggiatore di tutto il mondo.

«La nostra forza è quella di continuare a promuovere “esperienze di viaggio” in queste destinazioni ricche di storia, cultura, in contesti naturali unici nel suo genere – indica Michele Vignieri, amministratore unico di Dgv Travel -. Andare al mercato di Hanoi e poi dilettarsi in cooking class, esperienze che prevediamo nel Tour Vietnam e Angkor, piuttosto che visitare dall’alto in mongolfiera (su richiesta) la vallata di Bagan in Birmania, possibile con il Tour Meravigliosa Birmania, sono solo alcuni esempi dei viaggi in Indocina targati Dgv Travel».

CAMBOGIA 2

Cambogia

Oltre ai viaggi privati e su misura in cui è possibile partire quando si desidera, il tour operator “Dei Grandi Viaggiatori” propone anche viaggi di gruppo (per minimo due persone) con partenze settimanali in cui sono garantiti alti standard di servizio e tariffe vantaggiose.

«Ormai il viaggiatore non è più restio alle piogge della stagione estiva in quanto comunque visitare l’Indocina in questi periodi permette di ammirare una vegetazione esplosiva e navigare fiumi inaccessibili nella stagione secca – precisa Vignieri -. I tour sono tutti combinabili in estate con il mare della Thailandia o della Malesia».

fiume Mekong - proprietà Dgv Travel

Vietnam, il fiume Mekong e il suo Delta: un approfondimento sulla vita quotidiana delle popolazioni del Delta del Mekong nella sezione “Diari di Viaggio” su Dgvtravel.com.

 

 

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462015 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_462020" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Cosimo Sarro e il presidente di Towns of Italy, Saverio Castilletti[/caption] Towns of Italy continua a crescere. Il gruppo specializzato nel turismo esperienziale ha infatti appena completato l'acquisizione del ramo gruppi e Fit di Torres Travel, operatore incoming con sede a Pompei. Contestualmente ha anche sottoscritto un accordo per lo sviluppo congiunto di servizi turistici esperienziali  nell'area (visite guidate, escursioni e attività). Fondata nel 2001 da Alfonso Onda, Torres Travel è specializzata nell’offrire attività di land service come servizi guida, trasferimenti e biglietteria sul territorio campano, attività per gruppi precostituiti, oltre a viaggi personalizzati individuali e viaggi incentive per aziende. Nel 2023 ha registrato un fatturato di circa 10 milioni di euro, di cui il ramo gruppi & Fit pesa per oltre il 60%. "Con questa operazione - spiega il ceo di Towns of Italy Group, Luca Perfetto - confermiamo il nostro impegno nel continuare a crescere e investire nel settore del turismo esperienziale, specie nel Sud Italia, offrendo servizi di alta qualità e aprendo il gruppo a relazioni con nuovi mercati come il Giappone, il Medio Oriente e il Regno Unito. Siamo certi che questa integrazione ci consentirà di offrire un'esperienza turistica ancora più completa e personalizzata ai nostri clienti". La neo acquisita divisione gruppi e Fit sarà gestita da Cosimo Sarro, già a capo del dipartimento in Torres Travel, che assumerà il ruolo di general manager. Con oltre 25 anni di esperienza nel settore turistico e sui mercati internazionali, Sarro è un professionista competente e esperto, la cui leadership sarà fondamentale per garantire la continuità delle operazioni e lo sviluppo e la crescita di quest’area aziendale all’interno di Towns of Italy. [post_title] => A Towns of Italy il ramo gruppi e Fit dell’operatore incoming campano Torres Travel [post_date] => 2024-02-21T15:38:07+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708529887000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462000 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un moltiplicatore di potenza. L'intelligenza artificiale è il tema centrale del dibattito sul digitale di oggi. Un'evoluzione che tutti concordano sarà destinata presto a cambiare il mondo. In quali modalità è ancora difficile da capire fino in fondo, ma del potere dirompente dell'Ai sono davvero in pochi a dubitare. "Anche perché al momento stiamo vivendo solamente la fase due della rivoluzione. Quella che sfrutta il cosiddetto Large language model (Llm), che mette in grado applicazioni come ChatGpt di interpretare linguaggi ed espressioni diverse - spiega il presidente di Federalberghi Lombardia, Fabio Primerano, intervenuto in occasione del seminario sul digital organizzato a Milano da Travel Open Village Hospitality -. Nel futuro ci aspetta ancora lo step della Theory of mind, per cui l'intelligenza artificiale sarà capace di comprendere le emozioni. Infine si potrà forse arrivare alla self-awareness degli strumenti digitali. Una prospettiva per certi versi inquietante, che tuttavia è molto meno remota di quanto si possa comunemente pensare". Un modo nuove di interagire con gli ospiti A fronte di tanti e tali cambiamenti è chiaro quindi che anche il piccolo mondo dell'ospitalità non può sottrarsi dal confronto con le nuove prospettive dell'intelligenza artificiale. "Occorre andare là dove la domanda si dirige - osserva semplicemente Primerano -. E ormai tutti gli ospiti, compresi quelli delle generazioni più mature, si servono degli strumenti digitali in modo sempre più pervasivo". Il primo contesto in cui l'Ai può quindi rivoluzionare gli approcci tradizionali dell'ospitalità è quello delle interazioni con i clienti. Pre, post e durante il soggiorno. "Fino a oggi siamo stati abituati a confrontarci con bot pre-registrati, dotati di una ridotta capacità di relazione con gli utenti. Ora esistono strumenti estremamente flessibili, in grado di imparare dal confronto con il cliente e con lo stesso hotel di cui sono al servizio. I nuovi software possono elaborare in pochi minuti una quantità pressoché infinita di dati provenienti dalle fonti più disparate (pdf, power point, video, immagini...). Restituendo poi all'utente informazioni puntuali, persino con un tono di voce e uno stile difficilmente distinguibile da quello di una classica interazione umana". La questione recensioni, la formazione e l'housekeeping Altro aspetto chiave su cui l'Ai può già essere di grande supporto agli hotelier è poi la questione recensioni. "Il vantaggio in questo caso è sia la capacità dell'intelligenza artificiale di analizzare una mole di dati molto più elevata rispetto a qualsiasi altro strumento sino a oggi disponibile, sia di garantire repliche adeguate al contesto di riferimento di ogni singolo cliente. A partire magari dal paese di origine di ciascun ospite, che impone stili di risposta e toni di relazione differenti". Ma l'Ai potrà aiutare anche in ambito formativo, mettendo per esempio gli allievi nelle condizioni di affrontare simulazioni realistiche con ospiti virtuali. Non mancano neppure possibili applicazioni nel comparto housekeeping: "Le regole dell'hotellerie dicono che la governante dovrebbe ogni giorno controllare a fondo tutte le stanze, per assicurarsi che gli standard di pulizia siano rispettati nel minimo dettaglio. Inutile nascondere che, salvo rarissime eccezioni, questo è praticamente impossibile, solitamente le visite limitandosi a delle camere a campione. Ebbene, oggi da una semplice foto o da un video di cellulare l'Ai è in grado di fare un check completo di ogni stanza in tempi ridotti, assicurando in questo modo il pieno rispetto degli standard". Rivoluzione revenue management Infine c'è il capitolo forse più intuitivo, che è il tema del revenue management. Ancora una volta è la capacità di analizzare grandi volumi di dati a fare la differenza. "Soprattutto perché oggi l'offerta alberghiera si articola su sempre più variabili - conclude Primerano -. Non solo le tipologie di camere si sono moltiplicate, ma anche lo stesso prodotto hotel si declina in tantissime proposte differenti: con o senza colazioni, per numero di persone, per durata del soggiorno e con o senza pensione, mezza o completa che sia... Il tutto senza dimenticare che il confronto con il benchmark di riferimento, in base al quale stabilire di volta in volta il prezzo più adatto, non può più limitarsi a un pugno di hotel competitor di categoria simile. Ma deve includere anche le strutture extralberghiere, che nello scenario contemporaneo della ricettività sono spesso i veri market maker". [post_title] => Primerano, Federalberghi: il futuro dell'hotellerie è nell'intelligenza artificiale [post_date] => 2024-02-21T13:36:37+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708522597000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461995 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volumi sopra i livelli pre-Covid per il 2023 di Aci blueteam, che ha chiuso il bilancio dell'anno scorso a più 34% sul 2022 ma soprattutto il 7% sopra quanto registrato in un 2019 già record per la travel management company. La crescita è stata costante su tutte le unit aziendali, dal business travel al mice, fino al settore leisure & agenzie partner. Anche sul fronte del personale si è verificato un aumento significativo con l’inserimento di 43 nuove risorse, portando così l’organico complessivo a 280 dipendenti. E per il 2024 sono previsti ulteriori 26 ingressi, per un incremento totale del 25%. Nel corso dell'anno da poco concluso sono stati inoltre terminati importanti investimenti tecnologici, che hanno portato all’implementazioni di nuove funzionalità nel self booking tool di proprietà, tra cui l’integrazione del travel safe, la gestione dei carnet ferroviari su singola commessa e senza l’obbligo di acquisto immediato, nonché l’attivazione della totalità delle tariffe Ndc presenti sul mercato italiano e statunitense. Degne di nota sono state pure le operazioni legate al gruppo Aci, come il Gp Travel Club di Monza, dedicato ai top client in occasione del Gran Premio d’Italia, e la creazione dell’ufficio Viaggi dedicato ai soci Aci per tutte le attività leisure. Grande successo infine per il brand Exclusive lanciato a ottobre 2023, che ha portato all’apertura di una lounge nella centralissima zona Duomo di Milano e di una seconda lounge presso l’ufficio di Roma inaugurato a novembre 2023. “Il notevole impegno e gli eccellenti risultati ottenuti nel 2023 – sottolinea Alfredo Pezzani, cbo Aci blueteam – hanno posto solide basi per il nuovo anno che, fin da questi primi mesi, sta evidenziando segnali estremamente positivi, prevedendo un’ulteriore ottimizzazione dei processi operativi e una crescita controllata dei volumi. Questo approccio mira a consolidare e, dove possibile, incrementare ulteriormente l’elevato livello di qualità del servizio, che rappresenta per i nostri clienti anche un importante aumento delle proprie percentuali di saving”. Tra gli obiettivi del 2024 figurano investimenti su tutte le piattaforme tecnologiche (BtTool – self booking tool – Wondermiles e PrenotAci), con l’implementazione delle funzionalità dedicate alla ricerca delle migliori soluzioni tariffarie per voli, treni, hotel e servizi leisure. A ciò si aggiunge un piano di sviluppo del segmento luxury con il rafforzamento del team Exclusive Aci blueteam, al fine di consolidare ulteriormente le quote di mercato. Guardando al futuro, Aci blueteam, forte dei risultati ottenuti da Blueteam Usa e della grande soddisfazione espressa dai clienti americani, si propone di realizzare un ambizioso progetto di espansione internazionale attraverso l'apertura di nuove filiali all’estero. [post_title] => Aci blueteam chiude un 2023 sopra i volumi pre-Covid [post_date] => 2024-02-21T11:52:09+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708516329000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461877 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiude con un boom di pubblico la nona edizione di Agri e Slow Travel Expo a Bergamo, con 23 mila visitatori in tre giorni, 180 eventi, 40 buyer italiani e stranieri, oltre 200 espositori. Appuntamento al prossimo anno per un settore che punta su un turismo più sostenibile, in sintonia con la natura e sempre più accessibile a tutti: appassionati, curiosi, sportivi e amanti dei piccoli borghi e delle tradizioni locali. I numeri parlano chiaro: ben 23 mila persone hanno visitato la fiera nei tre giorni di esposizione, attratti dall’offerta di oltre 200 realtà presenti tra enti pubblici e privati, tour operator, associazioni, consorzi in rappresentanza di 14 regioni italiane. A sostenere la manifestazione fieristica, anche 180 eventi tra spettacoli folkloristici, esibizioni, show cooking, concerti, convegni, talk e approfondimenti su otto temi trainanti di un settore in netta crescita: sostenibilità, enogastronomia, cicloturismo, montagna, cammini, accessibilità, vie d’acqua, folklore. Tra i momenti clou, il primo Agrigravel 2024, una gara non competitiva dedicata agli amanti delle bici gravel che stanno spopolando per la loro versatilità di utilizzo su più superfici, dalla ghiaia fino al terreno più scosceso. Erano oltre 200 i partecipanti che si sono divertiti su un percorso di 70 chilometri tra le bellezze della bergamasca, testando anche il nuovo tratto nord-est dell’anello ciclopedonale che si collega direttamente con l’aeroporto Bgy, primo scalo bike friendly in Italia e partner della fiera. Un evento sostenuto anche da Enit, l’Agenzia nazionale del turismo italiano da sempre attenta ai temi e ai valori portati avanti di edizione in edizione. «La formula che unisce l’area business riservata agli operatori con quella dedicata al grande pubblico - spiega Luciano Patelli, presidente Promoberg - è un unicum nel panorama delle nostre fiere e più in generale in quello di settore. Il format sta conquistando a ogni edizione sempre più apprezzamenti e ha incoronato anche quest’anno per tre giorni Bergamo quale capitale europea del turismo slow e sostenibile. Se si fa rete con sinergie e obiettivi condivisi, il made in Bergamo può imporsi anche a livello internazionale. Per ultimo, ma di certo non meno importante, desidero ricordare le molteplici ricadute positive per il nostro territorio date dalle nostre manifestazioni, in particolare se internazionali come la stessa Agritravel fiera dei territori. In molti, tra espositori, buyer e visitatori, hanno voluto trovare il tempo per visitare anche la nostra città e il nostro territorio: uno scrigno colmo di arte, storia, cultura e paesaggi di rara bellezza; una meta che riassume splendidamente tutti i temi al centro del nostro progetto. Siamo onorati di contribuire allo sviluppo economico e alla promozione turistica di Bergamo in Italia e nel mondo«. «Fiera dei territori – Agri Travel e Slow Travel Expo rappresenta il posizionamento del quartiere fieristico nel settore del turismo sostenibile, slow e outdoor - aggiunge Stefania Pendezza, project manager -. Il turista è sempre più attratto da esperienze autentiche, vuole scoprire e arricchirsi. Fiera dei territori intercetta questo tipo di turismo, favorisce il matching tra domanda e offerta, sostiene e facilita la nascita di sinergie tra le destinazioni, le aziende e le istituzioni di tutto nostro Paese e internazionali. La manifestazione è stata un momento di grandi opportunità e proficui scambi, a partire dal grande successo del b2b di venerdì 16, che ha visto coinvolti numerosi operatori italiani e internazionali che hanno generato 800 incontri business«. Nei 13 mila metri quadrati della fiera, oltre 200 espositori presenti tra enti pubblici e privati, tour operator, associazioni, consorzi in rappresentanza di 14 regioni italiane (Trentino, Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Abruzzo, Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania, Puglia) hanno svelato i luoghi e le prelibatezze del palato.   ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ ­ [post_title] => Agri e Slow Travel Expo Bergamo: 23 mila visitatori alla fiera dei territori [post_date] => 2024-02-21T10:01:59+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708509719000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461767 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tre settimane di vantaggi esclusivi per agenzie e clienti, con 37 partner coinvolti, tra tour operator e compagnie marittime che hanno aderito al progetto: dal 12 febbraio al 3 marzo 2024, coloro che sceglieranno di prenotare una vacanza presso le adv Welcome e Geo avranno accesso a sconti ad hoc. A ciò si aggiungono remunerazioni extra per le agenzie sulle prenotazioni confermate durante le Travel Weeks. La campagna di comunicazione Con Welcome Travel Group la voglia di viaggiare va in orbita! è stata lanciata durante la Bit, con la distribuzione di leaflet personalizzati Welcome/Geo ai clienti e alle agenzie del network, al fine di sostenere questa nuova opportunità, e continuerà durante tutta la durata dell’iniziativa. L’operazione è infatti ulteriormente supportata da un robusto piano di marketing, con i vantaggi comunicati su tutti i touch point di comunicazione b2b, tra cui newsletter e portali We hub e Geo space, nonché b2c con newsletter, siti web e presenza sui canali social. Tutti i partner coinvolti godranno di una visibilità speciale correlata alla loro partecipazione. [post_title] => Con le Travel Weeks incentivi e vantaggi per adv e clienti Welcome e Geo fino al 3 marzo [post_date] => 2024-02-19T10:03:43+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708337023000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461677 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461680" align="alignleft" width="300"] Un'immagine dell'edizione 2023[/caption] Dalla capacità tutta italiana di unire il bello, lo stile, l'enogastronomia e l'arte dell'accoglienza con il rispetto di persone, culture ed ecosistemi, torna l’evento che celebra e alimenta il dibattito sulle tematiche legate all’alta gamma e a un concetto di turismo sostenibile, nel quale la componente lusso si fa esperienza autentica delle culture locali e veicolo di sviluppo responsabile per comunità e territori. Sono aperte le iscrizioni per la settima edizione della Ecoluxury Fair, in programma a Roma tra il 6 e l'8 novembre nella nuova cornice di palazzo Brancaccio. L'evento si sta affermando sempre più come il punto sullo stato dell’arte in relazione al futuro sostenibile dell’industria turistica del lusso, con circa 200 buyer ed espositori e un numero di interazioni fra partecipanti in crescita del 20% annuo, grazie alle molteplici attività e appuntamenti in calendario. La settima edizione si aprirà in particolare con il consueto forum nel pomeriggio del 6 novembre, a cui parteciperanno istituzioni, imprenditori, studiosi e ambasciatori di un’ospitalità virtuosa. I lavori del workshop b2b interesseranno invece le giornate del 7 e 8 novembre, nel corso delle quali rappresentanti di tutti i settori dell’industria potranno proporsi ai buyer invitati, agenti di viaggio e professionisti del turismo, italiani e  internazionali. A margine delle attività produttive e del forum si svolgeranno inoltre educational sui percorsi meno noti di Roma, Lazio e regioni limitrofe, visite dedicate all’ospitalità romana e serate di networking. “Il nostro un progetto in continua evoluzione. – dichiara Enrico Ducrot, ceo di Viaggi dell’Elefante e ideatore del concept Ecoluxury –: un macro-contenitore, che coinvolge ospitalità, attività, travel, territori, istituzioni. La nostra visione è quella di alimentare un dibattito sull’idea di lusso contemporaneo, durante il quale quale persone, culture e pianeta diventano gli elementi imprescindibili. L’Ecoluxury Fair non è il punto d’arrivo ma una pausa per verificare lo stato di un percorso che si alimenta nel tempo, sviluppando ulteriori contenuti e occasioni di contatto e condivisione tra chi ne fa parte. La nostra ambizione è quella di rendere l'Italia il centro propulsore della cultura Ecoluxury da e per altri mercati: un palco per le eccellenze tricolori in materia di ospitalità di nicchia che affiancano la propria attività ricettiva al concetto di restituire al territorio il valore del flusso turistico.”   [post_title] => Torna a Roma l'Ecoluxury Fair: l'edizione 2024 in programma a novembre a palazzo Brancaccio [post_date] => 2024-02-16T11:27:12+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708082832000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461628 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Obiettivi ambiziosi di crescita per Grimaldi Lines. «Tocchiamo con mano la crescita ogni anno del numero di viaggiatori che scelgono la nave come mezzo di trasporto preferenziale per tutte le destinazioni italiane e internazionali – spiega Francesca Marino, head of passenger department di Grimaldi Lines -. Globalmente le prenotazioni stanno andando meglio del 2023. Il trend non è così accelerato come l’anno scorso ma si tratta di un ritmo naturale. A gennaio/febbraio del 2023 l’andamento era falsato. E a un certo punto le prenotazioni si erano bloccate. Preferiamo un andamento come quello attuale, più lento ma naturale». Le previsioni sull’estate sono molto buone: molte le richieste sulla Sardegna, grazie ai diversi collegamenti. «Ma grandi soddisfazioni arrivano anche dalla Sicilia – aggiunge Francesca Marino –: la linea Napoli - Palermo è in particolare molto richiesta per i viaggi d’istruzione. Anche sulla Spagna le prenotazioni degli studenti contribuiscono all’ottimo andamento della linea». Grimaldi Lines ha pure rinnovato il calendario degli eventi e a breve lancerà i pacchetti creati dal tour operator. Numerosi tra le altre cose i long weekend a Barcellona: eventi dedicati al fitness, come la storico DanceFitCruise che si terrà dal 15 al 18 giugno, oppure al ballo, come Barçalanhdo previsto quest’anno in edizione sia estiva, sia autunnale. A fine giugno la musica sarà invece la protagonista indiscussa del festival Rock. Il primo appuntamento è però con la Pasqua a Barcellona e con il suo programma di cinque giorni, arricchito da divertenti attività di intrattenimento per adulti e bambini a cura di Samarcanda Animazione durante la navigazione, a cui si affiancano tre giornate piene nella capitale europea del divertimento. Nei mesi di marzo e aprile si concentrano invece i Travel Game: eventi didattici multimediali rivolti agli studenti. Alla formazione delle nuove generazioni e al turismo scolastico è infatti dedicato il progetto Grimaldi Educa, al quale Confindustria ha conferito il bollino per l’Alternanza di qualità. Sono parte integrante di questo progetto anche le proposte dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (Pcto), che offrono agli studenti dei licei e degli istituti tecnici l’opportunità di un’esperienza formativa in un ambiente altamente stimolante. Per quanto riguarda l’attenzione all’ambiente, la compagnia è infine impegnata sia sul fronte strutturale, sia nell’uso di software orientati al green. «Per quello che concerne le navi, le pitture e le batterie utilizzate siamo pionieri – conclude Francesca Marino – . L’impegno è e deve essere continuo. Nello stesso tempo vogliamo riprendere i progetti di sostenibilità sociale per realizzare iniziative concrete». [post_title] => Grimaldi Lines, andamento costante delle prenotazioni per la stagione estiva [post_date] => 2024-02-16T09:16:19+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708074979000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461612 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461614" align="alignleft" width="300"] Massimo Crippa[/caption] Nuovo accordo commerciale tra Sostravel e la divisione leisure di Aci blueteam. La partnership è mirata alla vendita dei servizi Lost luggage concierge e Dr. Travel, attraverso il network di 43 agenzie viaggio leisure partner di Aci blueteam.  “Siamo lieti di annunciare questa nuova collaborazione strategica, che segna un significativo passo avanti nel nostro impegno a fornire prodotti innovativi e di valore ai viaggiatori - sottolinea il direttore generale di Sostravel.com, Massimo Crippa -. Attraverso questo accordo, i nostri servizi Lost luggage concierge e Dr. Travel saranno disponibili sulla piattaforma PrenotAci del prestigioso network di agenzie, offrendo ai viaggiatori soluzioni immediate e affidabili per eventuali disguidi durante i loro spostamenti”. Il Lost luggage concierge è in particolare un servizio di ricerca e rintracciamento e riconsegna bagagli smarriti, reso ora disponibile attraverso la piattaforma PrenotAci.travel: include il tracciamento attivo, offrendo un rimborso fino a 100 euro al giorno per la consegna ritardata dei bagagli a partire da 48 ore dopo la segnalazione, e fino a 4 mila euro per lo smarrimento definitivo del bagaglio. Dr. Travel è invece un servizio di telemedicina: mette a disposizione video visite a chiamata convenienti, per i viaggiatori che necessitano di consulti durante i loro spostamenti. Accessibile tramite la piattaforma prenotAci.travel, il servizio può essere facilmente attivato con l’inserimento di un codice specifico, permettendo agli utenti di prenotare il proprio appuntamento e iniziare la visita con un medico/pediatra. “Siamo felici di unire le forze con Sostravel.com: un leader nel settore dei servizi digitali ai viaggiatori - conclude il leisure travel drector di Aci blueteam, Massimiliano Biella -. Questa collaborazione non solo amplia la nostra offerta di servizi, ma sottolinea anche la nostra dedizione nel migliorare l'esperienza di viaggio attraverso soluzioni tecnologiche avanzate e accessibili.”   [post_title] => Sostravel: i servizi Lost luggage e di telemedicina ora disponibili sulla piattaforma PrenotAci [post_date] => 2024-02-15T13:38:10+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708004290000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461589 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Capitanata da Giovanni Toti, presidente della Regione, istituzioni di città e province e ben tre chef stellati, la Liguria ha presentato alla recente Bit molteplici spunti. “Un anno straordinario - ha dichiarato Toti -  sempre più incline alla destagionalizzazione e a un modello di sviluppo integrato, senza dimenticare il traino fondamentale del nostro agroalimentare”.  “Chiuso il 2023 con 16 milioni di visitatori (+3,5% rispetto al 2022) di cui oltre 7 milioni di stranieri (+9,4% sul 2022)”  ha riferito  Augusto Sartori, assessore regionale al turismo “ora speriamo di crescere ulteriormente grazie anche a importanti eventi a cadenza mensile”. Oltre alla prevista riapertura della Via dell’Amore, sentiero patrimonio Unesco simbolo delle Cinque Terre nuovamente fruibile grazie a interventi di recupero e messa in sicurezza, La Spezia e provincia saranno fra le protagoniste.  “La città”, hanno annunciato il Sindaco Pierluigi Peracchini e l’assessore al turismo Mariagrazia Frija , “ospiterà la Borsa del turismo esperienziale, la seconda Fiera dell’ostrica italiana ( 17 -19 maggio ) e in giugno i Campionati assoluti di atletica leggera. Per diversificare l’offerta e spalmarla su più zone, la città è poi capofila di un progetto che coinvolge 64 comuni  fra spezzino e Lunigiana”. Per Genova, Capitale Europea dello sport e in marzo set della prima Clia European Cruise Week, summit del mondo crocieristico mondiale e dell’indotto , il 2024 non è da meno. “Nel 2023  il nostro terminal ha visto  1,7 milioni di crocieristi ”  ha osservato l’assessore al Turismo e Sport del Comune di Genova Alessandra Bianchi “Stiamo ora consolidando il settore congressuale e l’appeal culturale dei Rolli e botteghe storiche, espressione più autentica della genovesità. In settembre, dal 12 al 14, la città accoglierà il 15° World Tourism Event, borsa per la valorizzazione di siti Unesco”. [post_title] => La Liguria scommette sugli eventi per crescere ancora e destagionalizzare [post_date] => 2024-02-15T12:43:44+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708001024000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "lindocina esperienziale di dgv travel" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":29,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1310,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462015","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_462020\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Cosimo Sarro e il presidente di Towns of Italy, Saverio Castilletti[/caption]\r\n\r\nTowns of Italy continua a crescere. Il gruppo specializzato nel turismo esperienziale ha infatti appena completato l'acquisizione del ramo gruppi e Fit di Torres Travel, operatore incoming con sede a Pompei. Contestualmente ha anche sottoscritto un accordo per lo sviluppo congiunto di servizi turistici esperienziali  nell'area (visite guidate, escursioni e attività).\r\n\r\nFondata nel 2001 da Alfonso Onda, Torres Travel è specializzata nell’offrire attività di land service come servizi guida, trasferimenti e biglietteria sul territorio campano, attività per gruppi precostituiti, oltre a viaggi personalizzati individuali e viaggi incentive per aziende. Nel 2023 ha registrato un fatturato di circa 10 milioni di euro, di cui il ramo gruppi & Fit pesa per oltre il 60%.\r\n\r\n\"Con questa operazione - spiega il ceo di Towns of Italy Group, Luca Perfetto - confermiamo il nostro impegno nel continuare a crescere e investire nel settore del turismo esperienziale, specie nel Sud Italia, offrendo servizi di alta qualità e aprendo il gruppo a relazioni con nuovi mercati come il Giappone, il Medio Oriente e il Regno Unito. Siamo certi che questa integrazione ci consentirà di offrire un'esperienza turistica ancora più completa e personalizzata ai nostri clienti\".\r\n\r\nLa neo acquisita divisione gruppi e Fit sarà gestita da Cosimo Sarro, già a capo del dipartimento in Torres Travel, che assumerà il ruolo di general manager. Con oltre 25 anni di esperienza nel settore turistico e sui mercati internazionali, Sarro è un professionista competente e esperto, la cui leadership sarà fondamentale per garantire la continuità delle operazioni e lo sviluppo e la crescita di quest’area\r\naziendale all’interno di Towns of Italy.","post_title":"A Towns of Italy il ramo gruppi e Fit dell’operatore incoming campano Torres Travel","post_date":"2024-02-21T15:38:07+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708529887000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462000","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un moltiplicatore di potenza. L'intelligenza artificiale è il tema centrale del dibattito sul digitale di oggi. Un'evoluzione che tutti concordano sarà destinata presto a cambiare il mondo. In quali modalità è ancora difficile da capire fino in fondo, ma del potere dirompente dell'Ai sono davvero in pochi a dubitare.\r\n\r\n\"Anche perché al momento stiamo vivendo solamente la fase due della rivoluzione. Quella che sfrutta il cosiddetto Large language model (Llm), che mette in grado applicazioni come ChatGpt di interpretare linguaggi ed espressioni diverse - spiega il presidente di Federalberghi Lombardia, Fabio Primerano, intervenuto in occasione del seminario sul digital organizzato a Milano da Travel Open Village Hospitality -. Nel futuro ci aspetta ancora lo step della Theory of mind, per cui l'intelligenza artificiale sarà capace di comprendere le emozioni. Infine si potrà forse arrivare alla self-awareness degli strumenti digitali. Una prospettiva per certi versi inquietante, che tuttavia è molto meno remota di quanto si possa comunemente pensare\".\r\nUn modo nuove di interagire con gli ospiti\r\nA fronte di tanti e tali cambiamenti è chiaro quindi che anche il piccolo mondo dell'ospitalità non può sottrarsi dal confronto con le nuove prospettive dell'intelligenza artificiale. \"Occorre andare là dove la domanda si dirige - osserva semplicemente Primerano -. E ormai tutti gli ospiti, compresi quelli delle generazioni più mature, si servono degli strumenti digitali in modo sempre più pervasivo\".\r\n\r\nIl primo contesto in cui l'Ai può quindi rivoluzionare gli approcci tradizionali dell'ospitalità è quello delle interazioni con i clienti. Pre, post e durante il soggiorno. \"Fino a oggi siamo stati abituati a confrontarci con bot pre-registrati, dotati di una ridotta capacità di relazione con gli utenti. Ora esistono strumenti estremamente flessibili, in grado di imparare dal confronto con il cliente e con lo stesso hotel di cui sono al servizio. I nuovi software possono elaborare in pochi minuti una quantità pressoché infinita di dati provenienti dalle fonti più disparate (pdf, power point, video, immagini...). Restituendo poi all'utente informazioni puntuali, persino con un tono di voce e uno stile difficilmente distinguibile da quello di una classica interazione umana\".\r\nLa questione recensioni, la formazione e l'housekeeping\r\nAltro aspetto chiave su cui l'Ai può già essere di grande supporto agli hotelier è poi la questione recensioni. \"Il vantaggio in questo caso è sia la capacità dell'intelligenza artificiale di analizzare una mole di dati molto più elevata rispetto a qualsiasi altro strumento sino a oggi disponibile, sia di garantire repliche adeguate al contesto di riferimento di ogni singolo cliente. A partire magari dal paese di origine di ciascun ospite, che impone stili di risposta e toni di relazione differenti\".\r\n\r\nMa l'Ai potrà aiutare anche in ambito formativo, mettendo per esempio gli allievi nelle condizioni di affrontare simulazioni realistiche con ospiti virtuali. Non mancano neppure possibili applicazioni nel comparto housekeeping: \"Le regole dell'hotellerie dicono che la governante dovrebbe ogni giorno controllare a fondo tutte le stanze, per assicurarsi che gli standard di pulizia siano rispettati nel minimo dettaglio.\r\n\r\nInutile nascondere che, salvo rarissime eccezioni, questo è praticamente impossibile, solitamente le visite limitandosi a delle camere a campione. Ebbene, oggi da una semplice foto o da un video di cellulare l'Ai è in grado di fare un check completo di ogni stanza in tempi ridotti, assicurando in questo modo il pieno rispetto degli standard\".\r\nRivoluzione revenue management\r\nInfine c'è il capitolo forse più intuitivo, che è il tema del revenue management. Ancora una volta è la capacità di analizzare grandi volumi di dati a fare la differenza. \"Soprattutto perché oggi l'offerta alberghiera si articola su sempre più variabili - conclude Primerano -. Non solo le tipologie di camere si sono moltiplicate, ma anche lo stesso prodotto hotel si declina in tantissime proposte differenti: con o senza colazioni, per numero di persone, per durata del soggiorno e con o senza pensione, mezza o completa che sia... Il tutto senza dimenticare che il confronto con il benchmark di riferimento, in base al quale stabilire di volta in volta il prezzo più adatto, non può più limitarsi a un pugno di hotel competitor di categoria simile. Ma deve includere anche le strutture extralberghiere, che nello scenario contemporaneo della ricettività sono spesso i veri market maker\".","post_title":"Primerano, Federalberghi: il futuro dell'hotellerie è nell'intelligenza artificiale","post_date":"2024-02-21T13:36:37+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza","topnews"],"post_tag_name":["In evidenza","Top News"]},"sort":[1708522597000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461995","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volumi sopra i livelli pre-Covid per il 2023 di Aci blueteam, che ha chiuso il bilancio dell'anno scorso a più 34% sul 2022 ma soprattutto il 7% sopra quanto registrato in un 2019 già record per la travel management company. La crescita è stata costante su tutte le unit aziendali, dal business travel al mice, fino al settore leisure & agenzie partner. Anche sul fronte del personale si è verificato un aumento significativo con l’inserimento di 43 nuove risorse, portando così l’organico complessivo a 280 dipendenti. E per il 2024 sono previsti ulteriori 26 ingressi, per un incremento totale del 25%.\r\n\r\nNel corso dell'anno da poco concluso sono stati inoltre terminati importanti investimenti tecnologici, che hanno portato all’implementazioni di nuove funzionalità nel self booking tool di proprietà, tra cui l’integrazione del travel safe, la gestione dei carnet ferroviari su singola commessa e senza l’obbligo di acquisto immediato, nonché l’attivazione della totalità delle tariffe Ndc presenti sul mercato italiano e statunitense. Degne di nota sono state pure le operazioni legate al gruppo Aci, come il Gp Travel Club di Monza, dedicato ai top client in occasione del Gran Premio d’Italia, e la creazione dell’ufficio Viaggi dedicato ai soci Aci per tutte le attività leisure. Grande successo infine per il brand Exclusive lanciato a ottobre 2023, che ha portato all’apertura di una lounge nella centralissima zona Duomo di Milano e di una seconda lounge presso l’ufficio di Roma inaugurato a novembre 2023.\r\n\r\n“Il notevole impegno e gli eccellenti risultati ottenuti nel 2023 – sottolinea Alfredo Pezzani, cbo Aci blueteam – hanno posto solide basi per il nuovo anno che, fin da questi primi mesi, sta evidenziando segnali estremamente positivi, prevedendo un’ulteriore ottimizzazione dei processi operativi e una crescita controllata dei volumi. Questo approccio mira a consolidare e, dove possibile, incrementare ulteriormente l’elevato livello di qualità del servizio, che rappresenta per i nostri clienti anche un importante aumento delle proprie percentuali di saving”.\r\n\r\nTra gli obiettivi del 2024 figurano investimenti su tutte le piattaforme tecnologiche (BtTool – self booking tool – Wondermiles e PrenotAci), con l’implementazione delle funzionalità dedicate alla ricerca delle migliori soluzioni tariffarie per voli, treni, hotel e servizi leisure. A ciò si aggiunge un piano di sviluppo del segmento luxury con il rafforzamento del team Exclusive Aci blueteam, al fine di consolidare ulteriormente le quote di mercato. Guardando al futuro, Aci blueteam, forte dei risultati ottenuti da Blueteam Usa e della grande soddisfazione espressa dai clienti americani, si propone di realizzare un ambizioso progetto di espansione internazionale attraverso l'apertura di nuove filiali all’estero.","post_title":"Aci blueteam chiude un 2023 sopra i volumi pre-Covid","post_date":"2024-02-21T11:52:09+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1708516329000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461877","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiude con un boom di pubblico la nona edizione di Agri e Slow Travel Expo a Bergamo, con 23 mila visitatori in tre giorni, 180 eventi, 40 buyer italiani e stranieri, oltre 200 espositori. Appuntamento al prossimo anno per un settore che punta su un turismo più sostenibile, in sintonia con la natura e sempre più accessibile a tutti: appassionati, curiosi, sportivi e amanti dei piccoli borghi e delle tradizioni locali.\r\n\r\nI numeri parlano chiaro: ben 23 mila persone hanno visitato la fiera nei tre giorni di esposizione, attratti dall’offerta di oltre 200 realtà presenti tra enti pubblici e privati, tour operator, associazioni, consorzi in rappresentanza di 14 regioni italiane. A sostenere la manifestazione fieristica, anche 180 eventi tra spettacoli folkloristici, esibizioni, show cooking, concerti, convegni, talk e approfondimenti su otto temi trainanti di un settore in netta crescita: sostenibilità, enogastronomia, cicloturismo, montagna, cammini, accessibilità, vie d’acqua, folklore.\r\n\r\nTra i momenti clou, il primo Agrigravel 2024, una gara non competitiva dedicata agli amanti delle bici gravel che stanno spopolando per la loro versatilità di utilizzo su più superfici, dalla ghiaia fino al terreno più scosceso. Erano oltre 200 i partecipanti che si sono divertiti su un percorso di 70 chilometri tra le bellezze della bergamasca, testando anche il nuovo tratto nord-est dell’anello ciclopedonale che si collega direttamente con l’aeroporto Bgy, primo scalo bike friendly in Italia e partner della fiera.\r\n\r\nUn evento sostenuto anche da Enit, l’Agenzia nazionale del turismo italiano da sempre attenta ai temi e ai valori portati avanti di edizione in edizione. «La formula che unisce l’area business riservata agli operatori con quella dedicata al grande pubblico - spiega Luciano Patelli, presidente Promoberg - è un unicum nel panorama delle nostre fiere e più in generale in quello di settore. Il format sta conquistando a ogni edizione sempre più apprezzamenti e ha incoronato anche quest’anno per tre giorni Bergamo quale capitale europea del turismo slow e sostenibile. Se si fa rete con sinergie e obiettivi condivisi, il made in Bergamo può imporsi anche a livello internazionale. Per ultimo, ma di certo non meno importante, desidero ricordare le molteplici ricadute positive per il nostro territorio date dalle nostre manifestazioni, in particolare se internazionali come la stessa Agritravel fiera dei territori. In molti, tra espositori, buyer e visitatori, hanno voluto trovare il tempo per visitare anche la nostra città e il nostro territorio: uno scrigno colmo di arte, storia, cultura e paesaggi di rara bellezza; una meta che riassume splendidamente tutti i temi al centro del nostro progetto. Siamo onorati di contribuire allo sviluppo economico e alla promozione turistica di Bergamo in Italia e nel mondo«.\r\n\r\n«Fiera dei territori – Agri Travel e Slow Travel Expo rappresenta il posizionamento del quartiere fieristico nel settore del turismo sostenibile, slow e outdoor - aggiunge Stefania Pendezza, project manager -. Il turista è sempre più attratto da esperienze autentiche, vuole scoprire e arricchirsi. Fiera dei territori intercetta questo tipo di turismo, favorisce il matching tra domanda e offerta, sostiene e facilita la nascita di sinergie tra le destinazioni, le aziende e le istituzioni di tutto nostro Paese e internazionali. La manifestazione è stata un momento di grandi opportunità e proficui scambi, a partire dal grande successo del b2b di venerdì 16, che ha visto coinvolti numerosi operatori italiani e internazionali che hanno generato 800 incontri business«.\r\n\r\nNei 13 mila metri quadrati della fiera, oltre 200 espositori presenti tra enti pubblici e privati, tour operator, associazioni, consorzi in rappresentanza di 14 regioni italiane (Trentino, Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Abruzzo, Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania, Puglia) hanno svelato i luoghi e le prelibatezze del palato.\r\n\r\n \r\n\r\n­\r\n­\r\n­\r\n­\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­","post_title":"Agri e Slow Travel Expo Bergamo: 23 mila visitatori alla fiera dei territori","post_date":"2024-02-21T10:01:59+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708509719000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461767","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tre settimane di vantaggi esclusivi per agenzie e clienti, con 37 partner coinvolti, tra tour operator e compagnie marittime che hanno aderito al progetto: dal 12 febbraio al 3 marzo 2024, coloro che sceglieranno di prenotare una vacanza presso le adv Welcome e Geo avranno accesso a sconti ad hoc. A ciò si aggiungono remunerazioni extra per le agenzie sulle prenotazioni confermate durante le Travel Weeks.\r\n\r\nLa campagna di comunicazione Con Welcome Travel Group la voglia di viaggiare va in orbita! è stata lanciata durante la Bit, con la distribuzione di leaflet personalizzati Welcome/Geo ai clienti e alle agenzie del network, al fine di sostenere questa nuova opportunità, e continuerà durante tutta la durata dell’iniziativa. L’operazione è infatti ulteriormente supportata da un robusto piano di marketing, con i vantaggi comunicati su tutti i touch point di comunicazione b2b, tra cui newsletter e portali We hub e Geo space, nonché b2c con newsletter, siti web e presenza sui canali social. Tutti i partner coinvolti godranno di una visibilità speciale correlata alla loro partecipazione.","post_title":"Con le Travel Weeks incentivi e vantaggi per adv e clienti Welcome e Geo fino al 3 marzo","post_date":"2024-02-19T10:03:43+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1708337023000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461677","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461680\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Un'immagine dell'edizione 2023[/caption]\r\n\r\nDalla capacità tutta italiana di unire il bello, lo stile, l'enogastronomia e l'arte dell'accoglienza con il rispetto di persone, culture ed ecosistemi, torna l’evento che celebra e alimenta il dibattito sulle tematiche legate all’alta gamma e a un concetto di turismo sostenibile, nel quale la componente lusso si fa esperienza autentica delle culture locali e veicolo di sviluppo responsabile per comunità e territori. Sono aperte le iscrizioni per la settima edizione della Ecoluxury Fair, in programma a Roma tra il 6 e l'8 novembre nella nuova cornice di palazzo Brancaccio.\r\n\r\nL'evento si sta affermando sempre più come il punto sullo stato dell’arte in relazione al futuro sostenibile dell’industria turistica del lusso, con circa 200 buyer ed espositori e un numero di interazioni fra partecipanti in crescita del 20% annuo, grazie alle molteplici attività e appuntamenti in calendario. La settima edizione si aprirà in particolare con il consueto forum nel pomeriggio del 6 novembre, a cui parteciperanno istituzioni, imprenditori, studiosi e ambasciatori di un’ospitalità virtuosa. I lavori del workshop b2b interesseranno invece le giornate del 7 e 8 novembre, nel corso delle quali rappresentanti di tutti i settori dell’industria potranno proporsi ai buyer invitati, agenti di viaggio e professionisti del turismo, italiani e  internazionali. A margine delle attività produttive e del forum si svolgeranno inoltre educational sui percorsi meno noti di Roma, Lazio e regioni limitrofe, visite dedicate all’ospitalità romana e serate di networking.\r\n“Il nostro un progetto in continua evoluzione. – dichiara Enrico Ducrot, ceo di Viaggi dell’Elefante e ideatore del concept Ecoluxury –: un macro-contenitore, che coinvolge ospitalità, attività, travel, territori, istituzioni. La nostra visione è quella di alimentare un dibattito sull’idea di lusso contemporaneo, durante il quale quale persone, culture e pianeta diventano gli elementi imprescindibili. L’Ecoluxury Fair non è il punto d’arrivo ma una pausa per verificare lo stato di un percorso che si alimenta nel tempo, sviluppando ulteriori contenuti e occasioni di contatto e condivisione tra chi ne fa parte. La nostra ambizione è quella di rendere l'Italia il centro propulsore della cultura Ecoluxury da e per altri mercati: un palco per le eccellenze tricolori in materia di ospitalità di nicchia che affiancano la propria attività ricettiva al concetto di restituire al territorio il valore del flusso turistico.”\r\n\r\n ","post_title":"Torna a Roma l'Ecoluxury Fair: l'edizione 2024 in programma a novembre a palazzo Brancaccio","post_date":"2024-02-16T11:27:12+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708082832000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461628","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Obiettivi ambiziosi di crescita per Grimaldi Lines. «Tocchiamo con mano la crescita ogni anno del numero di viaggiatori che scelgono la nave come mezzo di trasporto preferenziale per tutte le destinazioni italiane e internazionali – spiega Francesca Marino, head of passenger department di Grimaldi Lines -. Globalmente le prenotazioni stanno andando meglio del 2023. Il trend non è così accelerato come l’anno scorso ma si tratta di un ritmo naturale. A gennaio/febbraio del 2023 l’andamento era falsato. E a un certo punto le prenotazioni si erano bloccate. Preferiamo un andamento come quello attuale, più lento ma naturale».\r\n\r\nLe previsioni sull’estate sono molto buone: molte le richieste sulla Sardegna, grazie ai diversi collegamenti. «Ma grandi soddisfazioni arrivano anche dalla Sicilia – aggiunge Francesca Marino –: la linea Napoli - Palermo è in particolare molto richiesta per i viaggi d’istruzione. Anche sulla Spagna le prenotazioni degli studenti contribuiscono all’ottimo andamento della linea».\r\n\r\nGrimaldi Lines ha pure rinnovato il calendario degli eventi e a breve lancerà i pacchetti creati dal tour operator. Numerosi tra le altre cose i long weekend a Barcellona: eventi dedicati al fitness, come la storico DanceFitCruise che si terrà dal 15 al 18 giugno, oppure al ballo, come Barçalanhdo previsto quest’anno in edizione sia estiva, sia autunnale. A fine giugno la musica sarà invece la protagonista indiscussa del festival Rock. Il primo appuntamento è però con la Pasqua a Barcellona e con il suo programma di cinque giorni, arricchito da divertenti attività di intrattenimento per adulti e bambini a cura di Samarcanda Animazione durante la navigazione, a cui si affiancano tre giornate piene nella capitale europea del divertimento.\r\n\r\nNei mesi di marzo e aprile si concentrano invece i Travel Game: eventi didattici multimediali rivolti agli studenti. Alla formazione delle nuove generazioni e al turismo scolastico è infatti dedicato il progetto Grimaldi Educa, al quale Confindustria ha conferito il bollino per l’Alternanza di qualità. Sono parte integrante di questo progetto anche le proposte dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (Pcto), che offrono agli studenti dei licei e degli istituti tecnici l’opportunità di un’esperienza formativa in un ambiente altamente stimolante.\r\n\r\nPer quanto riguarda l’attenzione all’ambiente, la compagnia è infine impegnata sia sul fronte strutturale, sia nell’uso di software orientati al green. «Per quello che concerne le navi, le pitture e le batterie utilizzate siamo pionieri – conclude Francesca Marino – . L’impegno è e deve essere continuo. Nello stesso tempo vogliamo riprendere i progetti di sostenibilità sociale per realizzare iniziative concrete».","post_title":"Grimaldi Lines, andamento costante delle prenotazioni per la stagione estiva","post_date":"2024-02-16T09:16:19+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708074979000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461612","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461614\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Massimo Crippa[/caption]\r\n\r\nNuovo accordo commerciale tra Sostravel e la divisione leisure di Aci blueteam. La partnership è mirata alla vendita dei servizi Lost luggage concierge e Dr. Travel, attraverso il network di 43 agenzie viaggio leisure partner di Aci blueteam.  “Siamo lieti di annunciare questa nuova collaborazione strategica, che segna un significativo passo avanti nel nostro impegno a fornire prodotti innovativi e di valore ai viaggiatori - sottolinea il direttore generale di Sostravel.com, Massimo Crippa -. Attraverso questo accordo, i nostri servizi Lost luggage concierge e Dr. Travel saranno disponibili sulla piattaforma PrenotAci del prestigioso network di agenzie, offrendo ai viaggiatori soluzioni immediate e affidabili per eventuali disguidi durante i loro spostamenti”.\r\n\r\nIl Lost luggage concierge è in particolare un servizio di ricerca e rintracciamento e riconsegna bagagli smarriti, reso ora disponibile attraverso la piattaforma PrenotAci.travel: include il tracciamento attivo, offrendo un rimborso fino a 100 euro al giorno per la consegna ritardata dei bagagli a partire da 48 ore dopo la segnalazione, e fino a 4 mila euro per lo smarrimento definitivo del bagaglio. Dr. Travel è invece un servizio di telemedicina: mette a disposizione video visite a chiamata convenienti, per i viaggiatori che necessitano di consulti durante i loro spostamenti. Accessibile tramite la piattaforma prenotAci.travel, il servizio può essere facilmente attivato con l’inserimento di un codice specifico, permettendo agli utenti di prenotare il proprio appuntamento e iniziare la visita con un medico/pediatra.\r\n\r\n“Siamo felici di unire le forze con Sostravel.com: un leader nel settore dei servizi digitali ai viaggiatori - conclude il leisure travel drector di Aci blueteam, Massimiliano Biella -. Questa collaborazione non solo amplia la nostra offerta di servizi, ma sottolinea anche la nostra dedizione nel migliorare l'esperienza di viaggio attraverso soluzioni tecnologiche avanzate e accessibili.”\r\n\r\n ","post_title":"Sostravel: i servizi Lost luggage e di telemedicina ora disponibili sulla piattaforma PrenotAci","post_date":"2024-02-15T13:38:10+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1708004290000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461589","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Capitanata da Giovanni Toti, presidente della Regione, istituzioni di città e province e ben tre chef stellati, la Liguria ha presentato alla recente Bit molteplici spunti. “Un anno straordinario - ha dichiarato Toti -  sempre più incline alla destagionalizzazione e a un modello di sviluppo integrato, senza dimenticare il traino fondamentale del nostro agroalimentare”.\r\n\r\n “Chiuso il 2023 con 16 milioni di visitatori (+3,5% rispetto al 2022) di cui oltre 7 milioni di stranieri (+9,4% sul 2022)”  ha riferito  Augusto Sartori, assessore regionale al turismo “ora speriamo di crescere ulteriormente grazie anche a importanti eventi a cadenza mensile”.\r\n\r\nOltre alla prevista riapertura della Via dell’Amore, sentiero patrimonio Unesco simbolo delle Cinque Terre nuovamente fruibile grazie a interventi di recupero e messa in sicurezza, La Spezia e provincia saranno fra le protagoniste.  “La città”, hanno annunciato il Sindaco Pierluigi Peracchini e l’assessore al turismo Mariagrazia Frija , “ospiterà la Borsa del turismo esperienziale, la seconda Fiera dell’ostrica italiana ( 17 -19 maggio ) e in giugno i Campionati assoluti di atletica leggera. Per diversificare l’offerta e spalmarla su più zone, la città è poi capofila di un progetto che coinvolge 64 comuni  fra spezzino e Lunigiana”.\r\n\r\nPer Genova, Capitale Europea dello sport e in marzo set della prima Clia European Cruise Week, summit del mondo crocieristico mondiale e dell’indotto , il 2024 non è da meno. “Nel 2023  il nostro terminal ha visto  1,7 milioni di crocieristi ”  ha osservato l’assessore al Turismo e Sport del Comune di Genova Alessandra Bianchi “Stiamo ora consolidando il settore congressuale e l’appeal culturale dei Rolli e botteghe storiche, espressione più autentica della genovesità. In settembre, dal 12 al 14, la città accoglierà il 15° World Tourism Event, borsa per la valorizzazione di siti Unesco”.","post_title":"La Liguria scommette sugli eventi per crescere ancora e destagionalizzare","post_date":"2024-02-15T12:43:44+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708001024000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti