3 March 2024

Val Gardena: si scia fino ald aprile con la Südtirol Gardenissima

[ 0 ]

Banner-CS_Gardenissima-def(1)Con l’organizzazione della Südtirol Gardenissima, che si terrà  il 2 aprile, il comprensorio turistico della Val Gardena sottolinea la vocazione per lo sci alpino anche a stagione … inoltrata! Con i suoi 500 chilometri di piste da sci, il comprensorio nelle Dolomiti, si conferma come meta di culto per gli amanti della discesa e non solo.
La Val Gardena è immersa nello scenario spettacolare delle Dolomiti, patrimonio dell’UNESCO, e per questo è uno dei luoghi più suggestivi al mondo per sfrecciare sugli sci. Ogni anno questa zona delle Dolomiti diventa il punto d’incontro per l’élite mondiale dello sci alpino, e grazie anche al collegamento con il Dolomiti Superski e alla sua vicinanza all’Alpe di Siusi, la Val Gardena è un vero e proprio eldorado degli sport invernali. Qui le piste sono curate e preparate per far divertire tutti gli sciatori, dall’amatore all’atleta evoluto, fino ad arrivare ai freestyler che possono sfogarsi nello snowpark. La Südtirol Gardenissima di inizio aprile regalerà ai 650 fortunati sciatori che si iscriveranno all’emozione dello slalom gigante più lungo al mondo.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462607 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La notizia era nell'aria già dallo scorso maggio, ma ora arriva la conferma ufficiale. Il brand W Hotels di casa Marriott sbarca in Sardegna, a Poltu Quatu, con un nuovo complesso luxury lifestyle da oltre 240 chiavi, di cui circa 150 camere d'albergo e le restanti serviced apartments. La novità è stata comunicata in concomitanza con la chiusura del deal, che ha portato l'asset management company Castello sgr ad acquisire per 70 milioni di euro un importante complesso immobiliare in loco. L'operazione è stata realizzata tramite il fondo di nuova costituzione Gem Fund, che annovera tra i suoi quotisti primari investitori istituzionali e family office. Consiste nel rilancio dell'intera proprietà, composta oggi da un hotel di 139 camere e da oltre 100 unità residenziali. Il progetto si inserisce nel piano di sviluppo per consolidare ulteriormente la presenza di Castello sgr nel settore dell’hospitality e che oggi, grazie all’ingresso nel gruppo Anima, acquista ancora maggior vigore e punta nei prossimi anni a una crescita significativa del suo portafoglio, attualmente pari a circa un miliardo di euro e costituito da 32 strutture e oltre 4 mila camere. “L’operazione avviene in un contesto di grande attenzione verso la Sardegna da parte dei brand luxury internazionali, testimoniata da numerose recenti acquisizioni alberghiere - commenta Giampiero Schiavo, amministratore delegato di Castello sgr -. Nel segmento hospitality, particolarmente attrattivo nell’attuale congiuntura di mercato, noi vantiamo un solido track record con diverse operazioni di tipo value added. Con questa acquisizione ci affianchiamo in maniera sinergica al riposizionamento di diverse strutture nel segmento super luxury, contribuendo a consolidare Arzachena con la costa Smeralda come destinazione leader nel mondo”   [post_title] => Il brand W Hotels sbarca a Poltu Quatu in Sardegna [post_date] => 2024-03-01T12:30:57+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709296257000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462589 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riapre il prossimo 21 marzo con nove delle undici ville private completamente rinnovate il toscano Rosewood Castiglion del Bosco. Situata nel cuore del parco naturale della val D'Orcia, sito protetto dall'Unesco,  l'omonima tenuta si sviluppa per più di 2 mila ettari, le cui origini risalgono a circa 900 anni fa. Questa racchiude le antiche rovine del castello del 1100 d.C., una chiesa medievale del quattordicesimo secolo e il borgo, lo storico villaggio che oggi costituisce il cuore pulsante del resort gestito da Rosewood Hotels & Resorts, nel quale sorgono le 42 suite, abbracciate dalla campagna senese e in mezzo alla quale si trovano le 11 ville della proprietà. Queste ultime, vere residenze private, hanno tutte una forte identità; ognuna è diversa, offrono piscine a sfioro riscaldate, cucine realizzate del designer fiorentino Riccardo Barthel, terrazze e giardini con vista sul paesaggio circostante. Novità per la stagione 2024, ogni villa è dotata di un Land Rover Defender (sette posti) o fuoristrada 4x4, che gli ospiti possono guidare per tutta la durata del loro soggiorno, per esplorare la regione o semplicemente scoprire la tenuta. Nata come destinazione per gli amanti del vino e della gastronomia, la proprietà ospita due ristoranti, l'Osteria la Canonica e il ristorante Campo del Drago, 1 stella Michelin, guidato dallo chef Matteo Temperini. La tenuta comprende pure una spa dai toni della terra e della sfumature naturali, nonché un campo da golf a 18 buche progettato da Tom Weiskopf: unico golf club privato d'Italia prevede un accesso privilegiato per gli ospiti del Rosewood Castiglion del Bosco. A loro disposizione c'è pure la cantina storica della proprietà, dove si produce Brunello di Montalcino. Il resort sarà aperto fino al 7 gennaio 2025, con una programmazione per il periodo festivo ricca d'iniziative. [post_title] => Il Rosewood Castiglion del Bosco riapre il 21 marzo con nove ville ristrutturate [post_date] => 2024-03-01T10:56:30+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709290590000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462413 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tradizioni popolari, sacre rappresentazioni, tesori d’arte e fede: nel periodo pasquale la provincia di Brescia è uno scrigno di sorprese, che arricchiscono un territorio impreziosito dai laghi di Garda, Iseo e Idro, dai monti della Valle Camonica, della Valle Sabbia e della Valle Trompia, dalle dolci colline della Franciacorta, dalla verde pianura solcata dallo scorrere lento del fiume Oglio. Nel romanico Duomo Vecchio o Rotonda di Brescia (fra le poche chiese a pianta circolare d’Italia) durante la Quaresima si ha la rara possibilità di ammirare per un giorno, il venerdì che precede il Venerdì Santo (quest’anno venerdì 22 marzo) il Tesoro delle Sante Croci. Preziosissimo, comprende antichi capolavori di oreficeria sacra e viene custodito in un forziere nella cappella detta appunto delle Sante Croci, nel transetto nord dell’edificio. Il periodo pasquale è un momento ideale per ammirare capolavori d’arte e fede legati al mistero della morte e resurrezione di Cristo. Fra i molti di cui è ricca la provincia di Brescia, spicca per la sua eccezionalità il Santuario della Via Crucis che sorge accanto alla chiesa parrocchiale del piccolo borgo di Cerveno, in Valle Camonica. Il Santuario (le Capèle in dialetto camuno) si inserisce nella tradizione lombardo-piemontese dei Sacri Monti. Le 14 cappelle della Via Crucis, sono disposte lungo un corridoio a gradoni che culmina alla sommità con la cappella della Deposizione. Ogni dieci anni, in maggio, gli abitanti di Cerveno inscenano la Santa Crus, sacra rappresentazione vivente della Passione con oltre 100 figuranti, ispirandosi ai personaggi delle sculture di Beniamino Simoni. Quest’anno si tiene domenica 26 maggio e verrà replicata il 2 giugno, in suggestivi percorsi ambientati nel centro storico e nella campagna circostante il paese. La sua particolarità è di non essere legata ai riti della Pasqua, ma al 3 maggio, giorno in cui il calendario, prima della riforma ecclesiastica, ricordava il ritrovamento della Santa Croce. La documentazione video e fotografica, gli oggetti di scena e gli abiti utilizzati durante le varie edizioni sono visibili al Museo Civico, dove si trova anche una collezione etnografica che ricostruisce il vissuto delle genti camune. Il Venerdì Santo, 29 marzo, suggestiva e carica di pathos è la Via Crucis Vivente di Ome, in Franciacorta, che si tiene la sera a partire dalle 20.30 e coinvolge un centinaio di figuranti in costume. La sacra rappresentazione ha origini antiche ed è stata riscoperta e valorizzata dal Gruppo Alpini dal 1986, quando rischiava di scomparire. Partecipatissima dall’intero paese, si apre con la rievocazione dell'Ultima Cena, del processo, della condanna, della flagellazione e dell'incoronazione con le spine nei giardini davanti al Municipio e termina sul Colle San Michele, snodandosi lungo un percorso di circa un chilometro segnato dalle stazioni della Via Crucis. È legato alla Pasqua il dolce tipico della Valle Camonica, la rustica Spongada, una deliziosa focaccia ricoperta di zucchero, che nel giorno della Domenica delle Palme, il 24 marzo, viene celebrata con la Fèra della Spongada a Breno, antica località dominata dalla possente sagoma del Castello che si staglia sullo sfondo di vette maestose. Nella piazza principale vengono allestiti stand in cui assaggiare innanzitutto la sua variante brenese, ovvero la Spongada con il salame, con un effetto “dolce / non dolce” davvero interessante. Oltre alla Spongada, sono in vendita prodotti tipici. A fare da contorno, tour nei più suggestivi luoghi brenesi, mercatini dell’usato e dell’artigianato. A Pisogne, sul lago d’Iseo, il 1 aprile la Pro Loco organizza in piazza Öf, böch e salam nostrà, la tipica merenda di Pasquetta a base di salame nostrano, uova sode e  böch, una verdura stagionale e la tradizionale focaccina pasquale. Sempre su lago d’Iseo, il 6 e 7 aprile, un’altra tradizionale sagra primaverile, la Festa del Salame di Monte Isola, che si svolgerà nel Borgo di Cure di questa bella isola che spicca al centro del lago. Il giorno di Pasquetta, le Cacce al Tesoro organizzate al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera sul lago di Garda (dimora di Gabriele D’Annunzio) e nella Casa Museo Zani di Cellatica (dimora del grande collezionista Paolo Zani) nell’immediata periferia di Brescia, sono l’occasione per visitare due fra le più affascinanti Case-Museo del Bresciano. Al Vittoriale degli Italiani torna la Caccia al Tesoro Botanico, firmata Grandi Giardini Italiani: i bambini dai 4 ai 13 anni possono partecipare a questo avvincente gioco due gradi di difficoltà in base all'età, alla scoperta delle varie e meravigliose specie vegetali che popolano e colorano il giardino botanico del complesso. ­   ­ [post_title] => Brescia, la Pasqua tra eventi, natura, tradizioni in città e dintorni [post_date] => 2024-02-28T13:03:07+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709125387000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462380 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Al via in Liguria al progetto "Turismo Scolastico delle Radici 2024" realizzato da Massimo Ruggero, project manager e presidente del Club per Unesco di Genova Metropolitana in collaborazione con l'Associazione dei Liguri nel Mondo. Si tratta del progetto internazionale tra Genova e Mar del Plata che condividerà i programmi ecomuseali italo-argentini di internazionalizzazione della Rete ligure di Club Unesco Genova e che gode del patrocinio dell'Ambasciata della Repubblica di Argentina in Italia, del Consolato d'Italia di Mar del Plata, della Direzione scolastica delle Circoscrizioni consolari di Buenos Aires e Mar del Plata, di Acaesit (Asociación Civil Asistencia Escuelas Italianas Mar Del Plata) e di Regione Liguria che condividerà i programmi ecomuseali italo-argentini di internazionalizzazione della Rete ligure di Club Unesco Genova. Le attività proposte valorizzano gli scambi interculturali tra le scuole metropolitane liguri e le rappresentanze istituzionali di Argentina finalizzati alla costituzione dell'Ecomuseo italiano internazionale storico-antropologico delle Radici della città di Mar del Plata. Nell'ampio ed articolato programma di eventi italo argentini sono previsti accordi e scambi di best practices tra le scuole Italiane della rete Acaesit di Mar del Plata ed alcuni Istituti scolastici metropolitani genovesi e dei territori dell'Ecomuseo dei territori limitrofi colombiani e dell'emigrazione ligure che ad oggi si rivolgono ad alcune amministrazioni delle aree tra la Val Fontanabuona e i territori limitrofi del Chiavarese. «Con questo progetto entriamo nel vivo di quelle che saranno le tante iniziative previste per quest'anno, dichiarato dal Ministero della Cultura e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale 'Anno delle radici' – spiega Augusto Sartori, assessore regionale al Turismo - L'Argentina è il Paese in cui la stragrande maggioranza degli emigrati liguri si recarono all'inizio del secolo scorso alla ricerca di un futuro migliore: non posso quindi che essere felice di presentare questo progetto che consolida lo storico legame tra le due terre e che prevede percorsi turistico-esperienziali nel genovesato e a Mar del Plata».  «Il turismo scolastico delle radici non solo punta a far conoscere luoghi tra loro molto lontani che hanno però un legame tra loro, ma favorisce lo scambio culturale tra studenti: un'esperienza di grande valore che porta numerosi benefici sia a livello personale che sociale - aggiunge Simona Ferro, assessore regionale alla Scuola e all'Università - Quando i ragazzi hanno l'opportunità di interagire con persone provenienti da differenti contesti culturali possono ampliare i propri orizzonti, imparare nuove prospettive e confrontarsi con punti di vista diversi. È un processo di arricchimento reciproco che favorisce la crescita personale. In questo caso il rapporto che si crea è arricchito dal fatto che c’è qualcosa in più da condividere: le proprie origini». «Il collegamento tra Genova e Mar del Plata si è rafforzato circa un anno fa nell’ambito del progetto Iurc che ha portato alla sottoscrizione delle best practice del turismo tra le due città e presenziare oggi alla presentazione di questo progetto, che rappresenta l’evoluzione della predetta cooperazione, mi fa davvero molto piacere – sottolinea Alessandra Bianchi, assessore al Turismo del Comune di Genova - Attraverso percorsi didattici, laboratori, conferenze, seminari, viaggi e tante altre attività, il progetto 'Turismo Scolastico delle Radici 2024' si configura, per tutti i giovani che ne prenderanno parte, come un percorso non solo di riscoperta delle proprie origini e delle proprie radici ma più in generale della propria identità storico-culturale».   [post_title] => Liguria, al via il progetto Unesco "Turismo scolastico delle radici 2024" [post_date] => 2024-02-28T12:17:18+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709122638000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462102 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'estate 2024 dell'Aeroporto di Forlì conterà 12 destinazioni raggiungibili  grazie al network GoToFly. Sicilia, Sardegna, Grecia e Albania le mete servite, con una flotta di Boeing 737; Lampedusa, in particolare, risulta tra le mete più richieste con le frequenze settimanali che salgono a tre. Andrea Stefano Gilardi, direttore generale & accountable manager F.A. mette in evidenza tre elementi che caratterizzano l'offerta estiva del Ridolfi: «Il primo coincide con la scelta di utilizzare nei collegamenti solo ed esclusivamente aeromobili Boeing 737. Una scelta fortemente voluta dalla società e che si discosta in pieno dalla scorsa stagione quando si è fatto ricorso anche ad aeromobili turboelica di piccole e medie dimensioni. La decisione è maturata sulla scorta di più valutazioni, non soltanto tecnico-operative: dalla possibilità di una maggiore capacità di riempimento così da poter soddisfare al meglio e con miglior comfort di crociera le attese della clientela; alla disponibilità di velivoli di backup assicurata dalla compagnia a garanzia e certezza dell’intera attività nel corso della stagione; fino ad arrivare, altro dettaglio favorente, alla presenza, qui a Forlì, di Albatechnics, manutentore specializzato e certificato Boeing. «Il secondo elemento che desidero sottolineare, ci vede nuovamente impegnati al fianco di molte agenzie di viaggio della Romagna che incontreremo da qui ai prossimi giorni. Oltre 100 agenti della provincia di Bologna, Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini e vicina Repubblica di San Marino ai quali illustreremo tutti i dettagli del network GoToFly, compresa la rinnovata collaborazione con il to MySunSea di Bologna. «Il terzo elemento, infine, deriva proprio dall’accordo commerciale siglato tra GoToTravel-GoToFly e MySunSea: su Lampedusa, considerata una richiesta in rapidissima ascesa, voleremo tre volte a settimana e non più due: si potrà partire alla volta dell’isola siciliana il martedì, il giovedì e la domenica». Nel dettaglio, le destinazioni collegate a Forlì saranno: Catania, Trapani, Lampedusa, Pantelleria; Olbia, Cagliari; Lefkada; Zante; Cefalonia, Corfù, Karpathos e Tirana.    [post_title] => Forlì: voli verso 12 destinazioni nell'estate 2024 grazie al network GoToFly [post_date] => 2024-02-22T14:17:33+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708611453000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462037 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Abruzzo, Puglia e Lazio negli ultimi giorni di febbraio. E poi Lombardia, Veneto, Marche e ancora Puglia a marzo. Sono queste le prime tappe del roadshow organizzato da Mapo Travel per incontrare le agenzie di viaggio sul territorio. “Il tratto distintivo dei nostri viaggi è l’artigianalità: la sartorialità con cui il prodotto viene cucito sulle esigenze e sui desideri del cliente finale - sottolinea la general manager dell'operatore pugliese, Barbara Marangi -. E questo è possibile solo attraverso la condivisione tra i nostri esperti che pensano e costruiscono il prodotto e gli agenti di viaggio che incontrano fisicamente i clienti”. Nel dettaglio, il calendario del roadshow Mapo prevede tappe il 26 febbraio a Montesilvano, in Abruzzo, il 27 e 28 in Puglia, per la Btm di Bari, il 29 a Roma, il 5 marzo un workshop all’aeroporto di Milano Bergamo, e poi sempre a marzo gli appuntamenti in varie location in Lombardia, Veneto, Marche e Puglia. “Vogliamo rafforzare i rapporti interpersonali con gli agenti, presentare il progetto e le novità sul lungo raggio di Mapo World, consolidare destinazioni come Egitto Classico, Turchia e il Mare Italia che ci hanno dato tante soddisfazioni nel 2023. Tutto – spiega il direttore commerciale, Fabrizio Celeghin - con la nostra rete sales che con gli ultimi inserimenti copre capillarmente tutte le regioni italiane”. Tra gli appuntamenti del tour operator in giro per l’Italia anche un aperitivo esclusivo con le agenzie partner per presentare le novità di prodotto durante la Btm di Bari. “Il 2024  si è aperto sulla scia degli ottimi risultati dello scorso anno – conclude Barbara Marangi -. Stiamo inoltre concentrando la nostra attenzione su acquisizioni e gestioni dirette di nuove strutture alberghiere. Presto avremo importanti novità in questo senso”. [post_title] => Mapo Travel in tour per l'Italia a incontrare le adv. Presto in arrivo nuove gestioni dirette [post_date] => 2024-02-22T09:52:25+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708595545000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461967 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Miami sarà teatro di sette partite della Coppa del Mondo Fifa 26, in programma dal 15 giugno al 18 luglio 2026, tra cui uno dei quarti di finale e la partita per il terzo posto.  Fifa World Cup 26 segna il ritorno del torneo negli Stati Uniti dall’edizione del 1994. Sarà la più grande Coppa del Mondo mai organizzata in Canada, Messico e Stati Uniti, con un record di 48 squadre e 104 partite in tutto il Nord America. Sette di queste partite si giocheranno all'Hard Rock Stadium di Miami Gardens, che ha ospitato alcune delle partite di calcio di più alto profilo della storia recente. «I residenti di Miami Gardens sanno già cosa significa essere riconosciuti come una comunità che ha un pedigree da campionato e indossare il titolo di mecca dello sport tutto l'anno - ha dichiarato il sindaco di Miami Gardens Rodney Harris -. Possiamo unire una comunità attraverso lo sport e trovare modi per offrire opportunità economiche ai nostri cittadini grazie all'Hard Rock Stadium, che con orgoglio chiama Miami Gardens casa». «Abbiamo un'opportunità unica per mostrare la diversità della contea di Miami-Dade e dello stato della Florida e siamo entusiasti di metterci al lavoro» ha aggiunto Rodney Barreto, co-presidente del Comitato ospitante della Coppa del Mondo. [post_title] => Miami si prepara ad ospitare sette partite della Coppa del Mondo Fifa 2026 [post_date] => 2024-02-21T10:26:28+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708511188000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461931 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dallo spettacolo a stelle e strisce targato Nba e Mlb, fino all’adrenalina del Mondiale di Formula 1. Made by Turisanda lancia una serie di nuove proposte ed esperienze alla scoperta degli eventi sportivi più importanti al mondo. Per gli appassionati di basket americano Made ha in particolare pensato a un'offerta che comprende cinque notti a New York durante i quali è prevista l’imperdibile visita al Madison Square Garden, la Mecca del basket, per assistere a una partita della squadra di casa, i New York Knicks: ciliegina sulla torta di un itinerario alla scoperta di una delle mete più iconiche e affascinanti al mondo. Dal basket al baseball, dall’Nba all’Mlb, rimanendo nella città che non dorme mai, Made propone un viaggio a New York di cinque notti che comprende la visita al leggendario Yankee Stadium per assistere a un match dei New York Yankees. Questo itinerario offre un mix unico di cultura, divertimento e sport alla ricerca dell’anima più pura della città attraverso la scoperta di due tra i quartieri più famosi della Grande Mela: Harlem, il quartiere della musica e della cultura afroamericana, e il Bronx, dove il baseball e gli Yankees rappresentano una vera e propria religione. Infine, agli amanti dei motori e delle quattro ruote, Made propone alcune delle più importanti tappe del Mondiale 2024 di Formula 1: diversi itinerari che rappresentano la porta d'accesso al mondo delle corse automobilistiche. Le proposte, da due o tre notti in hotel 4 o 5 stelle, prevedono dei weekend in alcuni dei circuiti più importanti della storia della Formula 1: dallo storico e celebre circuito di Monza al fascino del Gran Premio di Monaco, passando per il calore del Messico fino al lusso di Abu Dhabi, le luci di Singapore e il Gran Premio di Spagna. I partecipanti beneficeranno anche dell’esclusivo accesso alla Fan zone e alla pit lane, accanto alle scuderie e ai loro piloti preferiti. [post_title] => Basket, baseball e Formula 1 protagoniste della nuova proposta sport di Made by Turisanda [post_date] => 2024-02-20T12:24:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708431860000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461921 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Val Gardena, o Grödnertal se si usa la denominazione in lingua tedesca, è senza ombra di dubbio una delle valli più note di tutto il territorio altoatesino. Qui ogni anno il flusso turistico è impressionante; le stagioni di punta sono quella estiva e quella invernale, ma anche la primavera e l’autunno sono due periodi bellissimi per ammirare questa zona che ha la fortuna di poter vantare molte bellezze naturali, ma anche incantevoli paesi come Ortisei, Selva di Val Gardena e Santa Cristina, tre località bagnate dal Rio Gardena che percorre questa splendida valle. Ora, per quanto qualsiasi periodo dell’anno possa offrire al visitatore qualcosa di altamente suggestivo, ci troviamo nel pieno della stagione invernale ed è quindi delle possibilità che si hanno a disposizione in questo periodo che vogliamo parlarvi, ma prima di farlo vogliamo spassionatamente suggerirvi di prenotare la vostra settimana bianca in questo hotel in Val Gardena con mezza pensione, l’Hotel La Perla, una struttura 4 stelle nel cuore delle Dolomiti, nella splendida località di Ortisei e gestita da più di 50 anni dalla famiglia Kelder (l’inaugurazione risale al 26 dicembre 1963). Oggi gli ospiti dell'hotel hanno a disposizione numerosi servizi di alto livello: piscine, saune, area fitness, idromassaggio zone per il relax e tanto altro. Per di più, nel corso della stagione invernale l’hotel regala ai suoi ospiti il Dolomiti Explorer, un pacchetto che prevede la possibilità, dal lunedì al venerdì, di conoscere un’area sciistica del comprensorio Dolomiti Superski in compagnia di uno dei maestri di sci della scuola di Ortisei. Altre opportunità sono il pacchetto gratuito “sci service” (bus navetta, acquisto dello skipass in hotel, noleggio sci, deposito sci ecc.), il pacchetto “Val Gardena Active” e il Floc Shuttle Service dedicato ai bambini, ovvero il servizio navetta dall’hotel fino alla scuola sciistica di Ortisei. L’inverno in Val Gardena: dallo sci alle escursioni con le ciaspole Perché scegliere la Val Gardena per una vacanza invernale? Presto detto, perché qui avrete a disposizione una delle aree sciistiche più belle del territorio dolomitico, ovvero la zona Val Gardena/Alpe di Siusi appartenente all’associazione Dolomiti Superski. Per chi pratica lo sci alpino ci sono piste per tutti i gusti per un totale di circa 180 km. Le piste rosse (media difficoltà) sono circa 110 km, quelle più facili, le piste blu, sono circa 52 km, mentre i rimanenti 18 km sono di piste nere, quelle adatte agli sciatori più esperti, come per esempio “La Ria” (espressione che in ladino gardenese significa “la difficile”, “la cattiva”); è stata inaugurata da pochi anni e ha pendenze fino al 52%. Da non perdere ci sono poi le cosiddette “Legendary 8”, bellissime piste ricche di storia. Grande divertimento anche per gli snowboarder in Val Gardena grazie al Funpark Sassolungo-Val Gardena e allo Snowpark Sassolungo-Val Gardena. Per quanto riguarda i più piccoli, a Ortisei si trova lo Snowpark Furdenan, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 16. Un divertimento alternativo lo si può trovare a monte della funicolare Resciesa a Ortisei, da qui parte infatti una bellissima pista da slittino lunga circa 3 km. Se invece siete dei fondisti, potete recarvi nella vicina Santa Cristina, presso il Centro di Fondo Monte Pana. Qui troverete possibilità per tutti, dal principiante all’esperto. In Val Gardena, infine, sono moltissime le possibilità per praticare entusiasmanti escursioni con le ciaspole.   [post_title] => Val Gardena: perché sceglierla per una vacanza invernale? [post_date] => 2024-02-20T11:36:50+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => alpe-di-siusi-alto-adige [1] => grodnertal [2] => ortisei [3] => sci-alpino-val-gardena [4] => sci-val-gardena [5] => sciare-nella-val-gardena [6] => selva-di-val-gardena-e-santa-cristina [7] => settimana-bianca-val-gardena [8] => vacanze-invernali-alpe-di-siusi [9] => vacanze-invernali-in-val-gardena [10] => vacanze-sulla-neve-in-val-gardena [11] => val-gardena ) [post_tag_name] => Array ( [0] => alpe di siusi alto adige [1] => Grödnertal [2] => Ortisei [3] => sci alpino val gardena [4] => sci Val Gardena [5] => sciare nella Val Gardena [6] => Selva di Val Gardena e Santa Cristina [7] => settimana bianca Val Gardena [8] => vacanze invernali alpe di siusi [9] => vacanze invernali in val gardena [10] => vacanze sulla neve in Val Gardena [11] => val gardena ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708429010000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "val gardena si scia ald aprile la sudtirol gardenissima" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":46,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":643,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462607","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La notizia era nell'aria già dallo scorso maggio, ma ora arriva la conferma ufficiale. Il brand W Hotels di casa Marriott sbarca in Sardegna, a Poltu Quatu, con un nuovo complesso luxury lifestyle da oltre 240 chiavi, di cui circa 150 camere d'albergo e le restanti serviced apartments. La novità è stata comunicata in concomitanza con la chiusura del deal, che ha portato l'asset management company Castello sgr ad acquisire per 70 milioni di euro un importante complesso immobiliare in loco. L'operazione è stata realizzata tramite il fondo di nuova costituzione Gem Fund, che annovera tra i suoi quotisti primari investitori istituzionali e family office. Consiste nel rilancio dell'intera proprietà, composta oggi da un hotel di 139 camere e da oltre 100 unità residenziali.\r\n\r\nIl progetto si inserisce nel piano di sviluppo per consolidare ulteriormente la presenza di Castello sgr nel settore dell’hospitality e che oggi, grazie all’ingresso nel gruppo Anima, acquista ancora maggior vigore e punta nei prossimi anni a una crescita significativa del suo portafoglio, attualmente pari a circa un miliardo di euro e costituito da 32 strutture e oltre 4 mila camere. “L’operazione avviene in un contesto di grande attenzione verso la Sardegna da parte dei brand luxury internazionali, testimoniata da numerose recenti acquisizioni alberghiere - commenta Giampiero Schiavo, amministratore delegato di Castello sgr -. Nel segmento hospitality, particolarmente attrattivo nell’attuale congiuntura di mercato, noi vantiamo un solido track record con diverse operazioni di tipo value added. Con questa acquisizione ci affianchiamo in maniera sinergica al riposizionamento di diverse strutture nel segmento super luxury, contribuendo a consolidare Arzachena con la costa Smeralda come destinazione leader nel mondo”\r\n\r\n ","post_title":"Il brand W Hotels sbarca a Poltu Quatu in Sardegna","post_date":"2024-03-01T12:30:57+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1709296257000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462589","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riapre il prossimo 21 marzo con nove delle undici ville private completamente rinnovate il toscano Rosewood Castiglion del Bosco. Situata nel cuore del parco naturale della val D'Orcia, sito protetto dall'Unesco,  l'omonima tenuta si sviluppa per più di 2 mila ettari, le cui origini risalgono a circa 900 anni fa. Questa racchiude le antiche rovine del castello del 1100 d.C., una chiesa medievale del quattordicesimo secolo e il borgo, lo storico villaggio che oggi costituisce il cuore pulsante del resort gestito da Rosewood Hotels & Resorts, nel quale sorgono le 42 suite, abbracciate dalla campagna senese e in mezzo alla quale si trovano le 11 ville della proprietà.\r\n\r\nQueste ultime, vere residenze private, hanno tutte una forte identità; ognuna è diversa, offrono piscine a sfioro riscaldate, cucine realizzate del designer fiorentino Riccardo Barthel, terrazze e giardini con vista sul paesaggio circostante. Novità per la stagione 2024, ogni villa è dotata di un Land Rover Defender (sette posti) o fuoristrada 4x4, che gli ospiti possono guidare per tutta la durata del loro soggiorno, per esplorare la regione o semplicemente scoprire la tenuta.\r\n\r\nNata come destinazione per gli amanti del vino e della gastronomia, la proprietà ospita due ristoranti, l'Osteria la Canonica e il ristorante Campo del Drago, 1 stella Michelin, guidato dallo chef Matteo Temperini. La tenuta comprende pure una spa dai toni della terra e della sfumature naturali, nonché un campo da golf a 18 buche progettato da Tom Weiskopf: unico golf club privato d'Italia prevede un accesso privilegiato per gli ospiti del Rosewood Castiglion del Bosco. A loro disposizione c'è pure la cantina storica della proprietà, dove si produce Brunello di Montalcino. Il resort sarà aperto fino al 7 gennaio 2025, con una programmazione per il periodo festivo ricca d'iniziative.","post_title":"Il Rosewood Castiglion del Bosco riapre il 21 marzo con nove ville ristrutturate","post_date":"2024-03-01T10:56:30+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1709290590000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462413","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tradizioni popolari, sacre rappresentazioni, tesori d’arte e fede: nel periodo pasquale la provincia di Brescia è uno scrigno di sorprese, che arricchiscono un territorio impreziosito dai laghi di Garda, Iseo e Idro, dai monti della Valle Camonica, della Valle Sabbia e della Valle Trompia, dalle dolci colline della Franciacorta, dalla verde pianura solcata dallo scorrere lento del fiume Oglio.\r\n\r\nNel romanico Duomo Vecchio o Rotonda di Brescia (fra le poche chiese a pianta circolare d’Italia) durante la Quaresima si ha la rara possibilità di ammirare per un giorno, il venerdì che precede il Venerdì Santo (quest’anno venerdì 22 marzo) il Tesoro delle Sante Croci. Preziosissimo, comprende antichi capolavori di oreficeria sacra e viene custodito in un forziere nella cappella detta appunto delle Sante Croci, nel transetto nord dell’edificio.\r\n\r\nIl periodo pasquale è un momento ideale per ammirare capolavori d’arte e fede legati al mistero della morte e resurrezione di Cristo. Fra i molti di cui è ricca la provincia di Brescia, spicca per la sua eccezionalità il Santuario della Via Crucis che sorge accanto alla chiesa parrocchiale del piccolo borgo di Cerveno, in Valle Camonica. Il Santuario (le Capèle in dialetto camuno) si inserisce nella tradizione lombardo-piemontese dei Sacri Monti. Le 14 cappelle della Via Crucis, sono disposte lungo un corridoio a gradoni che culmina alla sommità con la cappella della Deposizione.\r\nOgni dieci anni, in maggio, gli abitanti di Cerveno inscenano la Santa Crus, sacra rappresentazione vivente della Passione con oltre 100 figuranti, ispirandosi ai personaggi delle sculture di Beniamino Simoni. Quest’anno si tiene domenica 26 maggio e verrà replicata il 2 giugno, in suggestivi percorsi ambientati nel centro storico e nella campagna circostante il paese. La sua particolarità è di non essere legata ai riti della Pasqua, ma al 3 maggio, giorno in cui il calendario, prima della riforma ecclesiastica, ricordava il ritrovamento della Santa Croce. La documentazione video e fotografica, gli oggetti di scena e gli abiti utilizzati durante le varie edizioni sono visibili al Museo Civico, dove si trova anche una collezione etnografica che ricostruisce il vissuto delle genti camune.\r\n\r\nIl Venerdì Santo, 29 marzo, suggestiva e carica di pathos è la Via Crucis Vivente di Ome, in Franciacorta, che si tiene la sera a partire dalle 20.30 e coinvolge un centinaio di figuranti in costume. La sacra rappresentazione ha origini antiche ed è stata riscoperta e valorizzata dal Gruppo Alpini dal 1986, quando rischiava di scomparire. Partecipatissima dall’intero paese, si apre con la rievocazione dell'Ultima Cena, del processo, della condanna, della flagellazione e dell'incoronazione con le spine nei giardini davanti al Municipio e termina sul Colle San Michele, snodandosi lungo un percorso di circa un chilometro segnato dalle stazioni della Via Crucis.\r\n\r\nÈ legato alla Pasqua il dolce tipico della Valle Camonica, la rustica Spongada, una deliziosa focaccia ricoperta di zucchero, che nel giorno della Domenica delle Palme, il 24 marzo, viene celebrata con la Fèra della Spongada a Breno, antica località dominata dalla possente sagoma del Castello che si staglia sullo sfondo di vette maestose. Nella piazza principale vengono allestiti stand in cui assaggiare innanzitutto la sua variante brenese, ovvero la Spongada con il salame, con un effetto “dolce / non dolce” davvero interessante. Oltre alla Spongada, sono in vendita prodotti tipici. A fare da contorno, tour nei più suggestivi luoghi brenesi, mercatini dell’usato e dell’artigianato.\r\n\r\nA Pisogne, sul lago d’Iseo, il 1 aprile la Pro Loco organizza in piazza Öf, böch e salam nostrà, la tipica merenda di Pasquetta a base di salame nostrano, uova sode e  böch, una verdura stagionale e la tradizionale focaccina pasquale. Sempre su lago d’Iseo, il 6 e 7 aprile, un’altra tradizionale sagra primaverile, la Festa del Salame di Monte Isola, che si svolgerà nel Borgo di Cure di questa bella isola che spicca al centro del lago.\r\n\r\nIl giorno di Pasquetta, le Cacce al Tesoro organizzate al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera sul lago di Garda (dimora di Gabriele D’Annunzio) e nella Casa Museo Zani di Cellatica (dimora del grande collezionista Paolo Zani) nell’immediata periferia di Brescia, sono l’occasione per visitare due fra le più affascinanti Case-Museo del Bresciano. Al Vittoriale degli Italiani torna la Caccia al Tesoro Botanico, firmata Grandi Giardini Italiani: i bambini dai 4 ai 13 anni possono partecipare a questo avvincente gioco due gradi di difficoltà in base all'età, alla scoperta delle varie e meravigliose specie vegetali che popolano e colorano il giardino botanico del complesso.\r\n\r\n­\r\n \r\n\r\n­","post_title":"Brescia, la Pasqua tra eventi, natura, tradizioni in città e dintorni","post_date":"2024-02-28T13:03:07+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1709125387000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462380","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Al via in Liguria al progetto \"Turismo Scolastico delle Radici 2024\" realizzato da Massimo Ruggero, project manager e presidente del Club per Unesco di Genova Metropolitana in collaborazione con l'Associazione dei Liguri nel Mondo.\r\n\r\nSi tratta del progetto internazionale tra Genova e Mar del Plata che condividerà i programmi ecomuseali italo-argentini di internazionalizzazione della Rete ligure di Club Unesco Genova e che gode del patrocinio dell'Ambasciata della Repubblica di Argentina in Italia, del Consolato d'Italia di Mar del Plata, della Direzione scolastica delle Circoscrizioni consolari di Buenos Aires e Mar del Plata, di Acaesit (Asociación Civil Asistencia Escuelas Italianas Mar Del Plata) e di Regione Liguria che condividerà i programmi ecomuseali italo-argentini di internazionalizzazione della Rete ligure di Club Unesco Genova.\r\n\r\nLe attività proposte valorizzano gli scambi interculturali tra le scuole metropolitane liguri e le rappresentanze istituzionali di Argentina finalizzati alla costituzione dell'Ecomuseo italiano internazionale storico-antropologico delle Radici della città di Mar del Plata.\r\n\r\nNell'ampio ed articolato programma di eventi italo argentini sono previsti accordi e scambi di best practices tra le scuole Italiane della rete Acaesit di Mar del Plata ed alcuni Istituti scolastici metropolitani genovesi e dei territori dell'Ecomuseo dei territori limitrofi colombiani e dell'emigrazione ligure che ad oggi si rivolgono ad alcune amministrazioni delle aree tra la Val Fontanabuona e i territori limitrofi del Chiavarese.\r\n\r\n«Con questo progetto entriamo nel vivo di quelle che saranno le tante iniziative previste per quest'anno, dichiarato dal Ministero della Cultura e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale 'Anno delle radici' – spiega Augusto Sartori, assessore regionale al Turismo - L'Argentina è il Paese in cui la stragrande maggioranza degli emigrati liguri si recarono all'inizio del secolo scorso alla ricerca di un futuro migliore: non posso quindi che essere felice di presentare questo progetto che consolida lo storico legame tra le due terre e che prevede percorsi turistico-esperienziali nel genovesato e a Mar del Plata». \r\n\r\n«Il turismo scolastico delle radici non solo punta a far conoscere luoghi tra loro molto lontani che hanno però un legame tra loro, ma favorisce lo scambio culturale tra studenti: un'esperienza di grande valore che porta numerosi benefici sia a livello personale che sociale - aggiunge Simona Ferro, assessore regionale alla Scuola e all'Università - Quando i ragazzi hanno l'opportunità di interagire con persone provenienti da differenti contesti culturali possono ampliare i propri orizzonti, imparare nuove prospettive e confrontarsi con punti di vista diversi. È un processo di arricchimento reciproco che favorisce la crescita personale. In questo caso il rapporto che si crea è arricchito dal fatto che c’è qualcosa in più da condividere: le proprie origini».\r\n\r\n«Il collegamento tra Genova e Mar del Plata si è rafforzato circa un anno fa nell’ambito del progetto Iurc che ha portato alla sottoscrizione delle best practice del turismo tra le due città e presenziare oggi alla presentazione di questo progetto, che rappresenta l’evoluzione della predetta cooperazione, mi fa davvero molto piacere – sottolinea Alessandra Bianchi, assessore al Turismo del Comune di Genova - Attraverso percorsi didattici, laboratori, conferenze, seminari, viaggi e tante altre attività, il progetto 'Turismo Scolastico delle Radici 2024' si configura, per tutti i giovani che ne prenderanno parte, come un percorso non solo di riscoperta delle proprie origini e delle proprie radici ma più in generale della propria identità storico-culturale».\r\n\r\n ","post_title":"Liguria, al via il progetto Unesco \"Turismo scolastico delle radici 2024\"","post_date":"2024-02-28T12:17:18+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1709122638000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462102","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'estate 2024 dell'Aeroporto di Forlì conterà 12 destinazioni raggiungibili  grazie al network GoToFly. Sicilia, Sardegna, Grecia e Albania le mete servite, con una flotta di Boeing 737; Lampedusa, in particolare, risulta tra le mete più richieste con le frequenze settimanali che salgono a tre.\r\nAndrea Stefano Gilardi, direttore generale & accountable manager F.A. mette in evidenza tre elementi che caratterizzano l'offerta estiva del Ridolfi: «Il primo coincide con la scelta di utilizzare nei collegamenti solo ed esclusivamente aeromobili Boeing 737. Una scelta fortemente voluta dalla società e che si discosta in pieno dalla scorsa stagione quando si è fatto ricorso anche ad aeromobili turboelica di piccole e medie dimensioni. La decisione è maturata sulla scorta di più valutazioni, non soltanto tecnico-operative: dalla possibilità di una maggiore capacità di riempimento così da poter soddisfare al meglio e con miglior comfort di crociera le attese della clientela; alla disponibilità di velivoli di backup assicurata dalla compagnia a garanzia e certezza dell’intera attività nel corso della stagione; fino ad arrivare, altro dettaglio favorente, alla presenza, qui a Forlì, di Albatechnics, manutentore specializzato e certificato Boeing.\r\n«Il secondo elemento che desidero sottolineare, ci vede nuovamente impegnati al fianco di molte agenzie di viaggio della Romagna che incontreremo da qui ai prossimi giorni. Oltre 100 agenti della provincia di Bologna, Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini e vicina Repubblica di San Marino ai quali illustreremo tutti i dettagli del network GoToFly, compresa la rinnovata collaborazione con il to MySunSea di Bologna.\r\n«Il terzo elemento, infine, deriva proprio dall’accordo commerciale siglato tra GoToTravel-GoToFly e MySunSea: su Lampedusa, considerata una richiesta in rapidissima ascesa, voleremo tre volte a settimana e non più due: si potrà partire alla volta dell’isola siciliana il martedì, il giovedì e la domenica».\r\nNel dettaglio, le destinazioni collegate a Forlì saranno: Catania, Trapani, Lampedusa, Pantelleria; Olbia, Cagliari; Lefkada; Zante; Cefalonia, Corfù, Karpathos e Tirana.\r\n\r\n  ","post_title":"Forlì: voli verso 12 destinazioni nell'estate 2024 grazie al network GoToFly","post_date":"2024-02-22T14:17:33+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708611453000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462037","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Abruzzo, Puglia e Lazio negli ultimi giorni di febbraio. E poi Lombardia, Veneto, Marche e ancora Puglia a marzo. Sono queste le prime tappe del roadshow organizzato da Mapo Travel per incontrare le agenzie di viaggio sul territorio. “Il tratto distintivo dei nostri viaggi è l’artigianalità: la sartorialità con cui il prodotto viene cucito sulle esigenze e sui desideri del cliente finale - sottolinea la general manager dell'operatore pugliese, Barbara Marangi -. E questo è possibile solo attraverso la condivisione tra i nostri esperti che pensano e costruiscono il prodotto e gli agenti di viaggio che incontrano fisicamente i clienti”.\r\n\r\nNel dettaglio, il calendario del roadshow Mapo prevede tappe il 26 febbraio a Montesilvano, in Abruzzo, il 27 e 28 in Puglia, per la Btm di Bari, il 29 a Roma, il 5 marzo un workshop all’aeroporto di Milano Bergamo, e poi sempre a marzo gli appuntamenti in varie location in Lombardia, Veneto, Marche e Puglia. “Vogliamo rafforzare i rapporti interpersonali con gli agenti, presentare il progetto e le novità sul lungo raggio di Mapo World, consolidare destinazioni come Egitto Classico, Turchia e il Mare Italia che ci hanno dato tante soddisfazioni nel 2023. Tutto – spiega il direttore commerciale, Fabrizio Celeghin - con la nostra rete sales che con gli ultimi inserimenti copre capillarmente tutte le regioni italiane”.\r\n\r\nTra gli appuntamenti del tour operator in giro per l’Italia anche un aperitivo esclusivo con le agenzie partner per presentare le novità di prodotto durante la Btm di Bari. “Il 2024  si è aperto sulla scia degli ottimi risultati dello scorso anno – conclude Barbara Marangi -. Stiamo inoltre concentrando la nostra attenzione su acquisizioni e gestioni dirette di nuove strutture alberghiere. Presto avremo importanti novità in questo senso”.","post_title":"Mapo Travel in tour per l'Italia a incontrare le adv. Presto in arrivo nuove gestioni dirette","post_date":"2024-02-22T09:52:25+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708595545000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461967","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Miami sarà teatro di sette partite della Coppa del Mondo Fifa 26, in programma dal 15 giugno al 18 luglio 2026, tra cui uno dei quarti di finale e la partita per il terzo posto. \r\n\r\nFifa World Cup 26 segna il ritorno del torneo negli Stati Uniti dall’edizione del 1994. Sarà la più grande Coppa del Mondo mai organizzata in Canada, Messico e Stati Uniti, con un record di 48 squadre e 104 partite in tutto il Nord America. Sette di queste partite si giocheranno all'Hard Rock Stadium di Miami Gardens, che ha ospitato alcune delle partite di calcio di più alto profilo della storia recente.\r\n\r\n«I residenti di Miami Gardens sanno già cosa significa essere riconosciuti come una comunità che ha un pedigree da campionato e indossare il titolo di mecca dello sport tutto l'anno - ha dichiarato il sindaco di Miami Gardens Rodney Harris -. Possiamo unire una comunità attraverso lo sport e trovare modi per offrire opportunità economiche ai nostri cittadini grazie all'Hard Rock Stadium, che con orgoglio chiama Miami Gardens casa».\r\n\r\n«Abbiamo un'opportunità unica per mostrare la diversità della contea di Miami-Dade e dello stato della Florida e siamo entusiasti di metterci al lavoro» ha aggiunto Rodney Barreto, co-presidente del Comitato ospitante della Coppa del Mondo.","post_title":"Miami si prepara ad ospitare sette partite della Coppa del Mondo Fifa 2026","post_date":"2024-02-21T10:26:28+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708511188000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461931","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dallo spettacolo a stelle e strisce targato Nba e Mlb, fino all’adrenalina del Mondiale di Formula 1. Made by Turisanda lancia una serie di nuove proposte ed esperienze alla scoperta degli eventi sportivi più importanti al mondo. Per gli appassionati di basket americano Made ha in particolare pensato a un'offerta che comprende cinque notti a New York durante i quali è prevista l’imperdibile visita al Madison Square Garden, la Mecca del basket, per assistere a una partita della squadra di casa, i New York Knicks: ciliegina sulla torta di un itinerario alla scoperta di una delle mete più iconiche e affascinanti al mondo.\r\n\r\nDal basket al baseball, dall’Nba all’Mlb, rimanendo nella città che non dorme mai, Made propone un viaggio a New York di cinque notti che comprende la visita al leggendario Yankee Stadium per assistere a un match dei New York Yankees. Questo itinerario offre un mix unico di cultura, divertimento e sport alla ricerca dell’anima più pura della città attraverso la scoperta di due tra i quartieri più famosi della Grande Mela: Harlem, il quartiere della musica e della cultura afroamericana, e il Bronx, dove il baseball e gli Yankees rappresentano una vera e propria religione.\r\n\r\nInfine, agli amanti dei motori e delle quattro ruote, Made propone alcune delle più importanti tappe del Mondiale 2024 di Formula 1: diversi itinerari che rappresentano la porta d'accesso al mondo delle corse automobilistiche. Le proposte, da due o tre notti in hotel 4 o 5 stelle, prevedono dei weekend in alcuni dei circuiti più importanti della storia della Formula 1: dallo storico e celebre circuito di Monza al fascino del Gran Premio di Monaco, passando per il calore del Messico fino al lusso di Abu Dhabi, le luci di Singapore e il Gran Premio di Spagna. I partecipanti beneficeranno anche dell’esclusivo accesso alla Fan zone e alla pit lane, accanto alle scuderie e ai loro piloti preferiti.","post_title":"Basket, baseball e Formula 1 protagoniste della nuova proposta sport di Made by Turisanda","post_date":"2024-02-20T12:24:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708431860000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461921","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Val Gardena, o Grödnertal se si usa la denominazione in lingua tedesca, è senza ombra di dubbio una delle valli più note di tutto il territorio altoatesino. Qui ogni anno il flusso turistico è impressionante; le stagioni di punta sono quella estiva e quella invernale, ma anche la primavera e l’autunno sono due periodi bellissimi per ammirare questa zona che ha la fortuna di poter vantare molte bellezze naturali, ma anche incantevoli paesi come Ortisei, Selva di Val Gardena e Santa Cristina, tre località bagnate dal Rio Gardena che percorre questa splendida valle.\r\n\r\nOra, per quanto qualsiasi periodo dell’anno possa offrire al visitatore qualcosa di altamente suggestivo, ci troviamo nel pieno della stagione invernale ed è quindi delle possibilità che si hanno a disposizione in questo periodo che vogliamo parlarvi, ma prima di farlo vogliamo spassionatamente suggerirvi di prenotare la vostra settimana bianca in questo hotel in Val Gardena con mezza pensione, l’Hotel La Perla, una struttura 4 stelle nel cuore delle Dolomiti, nella splendida località di Ortisei e gestita da più di 50 anni dalla famiglia Kelder (l’inaugurazione risale al 26 dicembre 1963).\r\n\r\nOggi gli ospiti dell'hotel hanno a disposizione numerosi servizi di alto livello: piscine, saune, area fitness, idromassaggio zone per il relax e tanto altro. Per di più, nel corso della stagione invernale l’hotel regala ai suoi ospiti il Dolomiti Explorer, un pacchetto che prevede la possibilità, dal lunedì al venerdì, di conoscere un’area sciistica del comprensorio Dolomiti Superski in compagnia di uno dei maestri di sci della scuola di Ortisei. Altre opportunità sono il pacchetto gratuito “sci service” (bus navetta, acquisto dello skipass in hotel, noleggio sci, deposito sci ecc.), il pacchetto “Val Gardena Active” e il Floc Shuttle Service dedicato ai bambini, ovvero il servizio navetta dall’hotel fino alla scuola sciistica di Ortisei.\r\nL’inverno in Val Gardena: dallo sci alle escursioni con le ciaspole\r\nPerché scegliere la Val Gardena per una vacanza invernale? Presto detto, perché qui avrete a disposizione una delle aree sciistiche più belle del territorio dolomitico, ovvero la zona Val Gardena/Alpe di Siusi appartenente all’associazione Dolomiti Superski.\r\n\r\nPer chi pratica lo sci alpino ci sono piste per tutti i gusti per un totale di circa 180 km. Le piste rosse (media difficoltà) sono circa 110 km, quelle più facili, le piste blu, sono circa 52 km, mentre i rimanenti 18 km sono di piste nere, quelle adatte agli sciatori più esperti, come per esempio “La Ria” (espressione che in ladino gardenese significa “la difficile”, “la cattiva”); è stata inaugurata da pochi anni e ha pendenze fino al 52%. Da non perdere ci sono poi le cosiddette “Legendary 8”, bellissime piste ricche di storia.\r\n\r\nGrande divertimento anche per gli snowboarder in Val Gardena grazie al Funpark Sassolungo-Val Gardena e allo Snowpark Sassolungo-Val Gardena.\r\n\r\nPer quanto riguarda i più piccoli, a Ortisei si trova lo Snowpark Furdenan, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 16.\r\n\r\nUn divertimento alternativo lo si può trovare a monte della funicolare Resciesa a Ortisei, da qui parte infatti una bellissima pista da slittino lunga circa 3 km.\r\n\r\nSe invece siete dei fondisti, potete recarvi nella vicina Santa Cristina, presso il Centro di Fondo Monte Pana. Qui troverete possibilità per tutti, dal principiante all’esperto.\r\n\r\nIn Val Gardena, infine, sono moltissime le possibilità per praticare entusiasmanti escursioni con le ciaspole.\r\n\r\n ","post_title":"Val Gardena: perché sceglierla per una vacanza invernale?","post_date":"2024-02-20T11:36:50+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio","informazione-pr"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio","Informazione PR"],"post_tag":["alpe-di-siusi-alto-adige","grodnertal","ortisei","sci-alpino-val-gardena","sci-val-gardena","sciare-nella-val-gardena","selva-di-val-gardena-e-santa-cristina","settimana-bianca-val-gardena","vacanze-invernali-alpe-di-siusi","vacanze-invernali-in-val-gardena","vacanze-sulla-neve-in-val-gardena","val-gardena"],"post_tag_name":["alpe di siusi alto adige","Grödnertal","Ortisei","sci alpino val gardena","sci Val Gardena","sciare nella Val Gardena","Selva di Val Gardena e Santa Cristina","settimana bianca Val Gardena","vacanze invernali alpe di siusi","vacanze invernali in val gardena","vacanze sulla neve in Val Gardena","val gardena"]},"sort":[1708429010000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti