21 May 2024

A Cortina una mostra in collaborazione con il liceo artistico. La ripresa delle attività

[ 0 ]

Cortina ha costruito la sua attrattiva sugli eventi. Appena concluso “Cortina tra le righe” e durante il week end dedicato alla mountain bike con Cortina Trophy e Cortina Gravel, ecco, inserita nel cortina design weekend, la mostra personale di Alessandro Sambini  allestita alla cooperativa di Cortina, in corso Italia, dal 17 luglio al 3 settembre

La curiosità dell’opera esposta, sta nel fatto che una grammostola pulchra di tre anni (meglio nota come tarantola) avrebbe dovuto essere il custode vivente del lavoro installato nella vetrina della cooperativa; infatti, scatola nella scatola, è contenuto in un terrario.
Siccome la legge italiana che dovrebbe regolare l’interazione con gli aracnidi è penosamente incompleta, al posto dell’aracnide vi è un’arachide giocando sulle parole…e sulla immaginazione.

Il ragno si chiama Proteo come l’esploratore primigenio espansivo del senso dell’opera, venuto dalle epoche arcaiche sta bene, e si trova ora a Borca di Cadore, in un secondo terrario.

Epsonaldo & the underdogs è un progetto collaborativo sul tema delle scatole commerciali (l’involucro dei beni di consumo che acquistiamo), e di cui, alle volte, non riusciamo a disfarci. Il progetto ha visto i ragazzi delle classi terza e quarta del liceo artistico di Cortina ricuperato due scatole abbandonate, rinvenute nella scuola, trasformandole in sculture di legno intarsiate. Al loro interno hanno depositato alcuni messaggi personali per il futuro, nel caso in cui qualcuno, venuto dalla terra o dallo spazio, dovesse decidere di aprirle.

Il lavoro viene installato in una vetrina della cooperativa su corso Italia e presso la libreria Sovilla, la mostra sarà visitabile durante gli orari d’apertura dei due esercizi. Magari non ci andrete apposta, ma magari potrebbe essere un add on alla vacanza. L’ingresso è libero.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467689 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un accordo che getta le basi per la costruzione della mobilità aerea del futuro: è quello siglato oggi tra Save, Enac e Regione Veneto, con l’obiettivo di realizzare congiuntamente le attività necessarie alla redazione del documento di analisi tecnica denominato “Strumento per la ricognizione del fabbisogno in materia di Mobilità Aerea per l’ambito territoriale veneto”. La partnership muove proprio dalle specifiche esigenze del territorio veneto, producendo una ricognizione dettagliata e tecnica dei fabbisogni di spostamento – attuali e potenziali - di merci e passeggeri, il tutto in linea con le politiche del Piano strategico nazionale per l’Advanced Air Mobility e con gli strumenti di programmazione del sistema aeroportuale nazionale ed europeo. L'intesa ha una durata iniziale, prorogabile, di 18 mesi, e testimonia l’impegno dei tre firmatari, che insieme collaborano per definire e realizzare tutte le attività necessarie all’implementazione di nuovi servizi, tecnologie, infrastrutture e soluzioni per il trasporto di persone, merci e forniture anche attraverso l’utilizzo dei più moderni velivoli a decollo e atterraggio verticale: i droni. L’obiettivo comune dei tre firmatari è pertanto quello di pianificare e rendere operativo un progetto di mobilità avanzata per le merci tra gli aeroporti veneti e, a seguire, tra i punti nevralgici interessati (tra cui le strutture sanitarie), anche in vista del prossimo appuntamento con le Olimpiadi e Paralimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. «Una partnership strategica, che prepara il campo alle nuove frontiere della mobilità aerea avanzata - commenta Pierluigi Di Palma, presidente di Enac -. Grazie al coordinamento sinergico tra Enac, la Regione Veneto e Save, l'introduzione di droni per il trasporto di persone e merci è un obiettivo sempre più vicino. L’avanzamento tecnologico e il know-how raggiunti dal comparto avio stanno favorendo lo sviluppo di un sistema integrato che, dal modello Veneto, si estenderà a livello nazionale». «L’accordo rientra nella strategia del Gruppo Save per la piena realizzazione del piano di Mobilità aerea avanzata, in collaborazione con le Istituzioni e i principali operatori del comparto avio - ha sottolineato Enrico Marchi, presidente del Gruppo Save -. Un obiettivo che, nello sviluppare un sistema intermodale di collegamento tra i nostri aeroporti e i centri urbani, si sposa con le attività volte al raggiungimento delle zero emissioni. Nel nuovo Masterplan al 2037 dell’aeroporto di Venezia abbiamo previsto la realizzazione di due vertiporti, che prevediamo di realizzare a partire dal 2026. Si tratta di infrastrutture all’avanguardia, che consentiranno di inserire il territorio veneto in un sistema integrato a livello nazionale, permettendo collegamenti sostenibili con le principali aree logistiche e di attrazione turistica del territorio». La firma dell’accordo è avvenuta nel corso della giornata inaugurale dello “Space Meetings Veneto”, l’evento internazionale promosso dalla Regione Veneto e della Rete Innovativa Regionale Air - Aerospace Innovation and Research, in corso a Venezia, dal 20 al 22 maggio 2024. Al termine della cerimonia di sottoscrizione dell’accordo, Save e H2C, società attiva nel settore delle infrastrutture energetiche, hanno poi presentato una ripresa video del primo volo mai realizzato in Italia con un drone a idrogeno verde per il trasporto di merci. [post_title] => Save, Enac e Regione Veneto: accordo per lo sviluppo della mobilità aerea avanzata [post_date] => 2024-05-20T14:05:04+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716213904000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467692 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si espande l'offerta italiana del gruppo Vacanze col Cuore, che apre in Umbria il nuovo Trasimeno Glamping Resort. “Ci espandiamo sulle rive del lago Trasimeno, in un paradiso verde affacciato direttamente sulle acque lacustri con un nuovo resort: precisamente a Magione, in provincia di Perugia - spiega il fondatore, Loek Van de Loo -. Si tratta, come già accaduto ad altri nostri resort in precedenza, di una rivitalizzazione di un’area che era già camping e a cui sono stato legato sia per motivi professionali, quando mi occupavo di tour operating, sia per motivi affettivi perché ho sempre amato quel luogo. L’apertura è fissata il prossimo 28 giugno”. Si tratta della nona struttura del gruppo italo-olandese che ha sede operativa a Manerba del Garda. In uno spazio resort di circa 6 ettari sono previste case mobili di ultima generazione, tende safari, alloggi e piazzole per camper e caravan, con accesso diretto al lago, con spiaggia e pontile, per una capacità totale di circa mille ospiti. A disposizione anche numerosi servizi: apre in particolare un nuovo ristorante pizzeria, un bar e la gelateria. Non mancano neppure il parco acquatico, le attività di edutainement multi lingue, marchio di fabbrica del gruppo, il servizio di mini jeep elettriche per far scoprire lo spazio naturale ai bambini, così come il noleggio bici per il tempo libero, a cui si affiancano un campo polivalente in fondo sintetico, un campo da calcetto e un campo da pallavolo (entrambi in erba). Grazie alla conformazione orografica del luogo, inoltre, a disposizione degli ospiti con limitate possibilità di movimento sono state allestite due unità abitative prive di barriere architettoniche. [post_title] => Nuovo Trasimeno Glamping Resort per il gruppo Vacanze col Cuore [post_date] => 2024-05-20T14:00:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716213602000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467678 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467679" align="aligncenter" width="512"] Mangia's Brucoli, Sicily, Autograph Collection - Kaigan Sushi Bar[/caption] E’ online il nuovo Reportage firmato Mangia’s Resorts & Clubs. Un approfondimento per conoscere meglio i 13 resorts Mangia’s in Sicilia e in Sardegna, i valori che guidano il brand, gli eventi e le proposte gastronomiche. Un focus speciale è stato dedicato alla ristorazione.  Il Mediterra è il ristorante del Mangia’s Brucoli, Sicily, del Mangia’s Santa Teresa Sardinia, del Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA e del Mangia’s Favignana Resort.  [caption id="attachment_467680" align="aligncenter" width="522"] Mediterra[/caption] Il Donna Floriana Bistrot al Mangia’s Brucoli, Sicily, al Mangia’s Santa Teresa Sardinia, al Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA e al Mangia’s Pollina Resort. [caption id="attachment_467683" align="aligncenter" width="506"] Donna Floriana Bistrot[/caption] La pizzeria italiana Al Grano si trova invece al Mangia’s Brucoli Sicily, al Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA e al Mangia’s Pollina Resort. [caption id="attachment_467681" align="aligncenter" width="510"] Pizzeria Al Grano[/caption] Scausu Grill per gli amanti della o del pesce alla griglia, ma ideale anche per pasti vegetariani presente al Mangia’s Brucoli Sicily, al Mangia’s Pollina Resort e al Mangia’s Selinunte Resort. [caption id="attachment_467682" align="aligncenter" width="497"] Kaigan Sushi Bar[/caption] Il Kaigan Sushi Bar, per chi sceglie cibo giapponese si trova al Mangia’s Brucoli Sicily, al Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA e al Mangia’s Pollina Resort.  Scopri sul Reportage anche le attività sportive, le degustazioni ed gli eventi musicali. Leggi il Reportage [post_title] => L’autentica vacanza italiana firmata Mangia’s. Il nuovo Reportage [post_date] => 2024-05-20T13:28:48+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => donna-floriana-bistrot [1] => in-evidenza [2] => kaigan-sushi-bar [3] => mangias-brucoli [4] => mangias-favignana-resort [5] => mangias-pollina-resort [6] => mangias-resorts-clubs [7] => mangias-resorts-clubs-sicilia [8] => mangias-santa-teresa-sardinia [9] => mangias-selinunte-resort [10] => mangias-torre-del-barone-resort-spa [11] => mediterra-ristorante [12] => pizzeria-al-grano [13] => reportage-mangias-resorts-clubs [14] => resort-mangias-resorts-clubs-sardegna [15] => scausu-grill [16] => sicily ) [post_tag_name] => Array ( [0] => donna floriana bistrot [1] => In evidenza [2] => kaigan sushi bar [3] => Mangia’s Brucoli [4] => Mangia’s Favignana Resort [5] => Mangia’s Pollina Resort [6] => Mangia’s Resorts & Clubs [7] => Mangia’s Resorts & Clubs sicilia [8] => Mangia’s Santa Teresa Sardinia [9] => Mangia’s Selinunte Resort [10] => Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA [11] => mediterra ristorante [12] => pizzeria al grano [13] => reportage Mangia’s Resorts & Clubs [14] => resort Mangia’s Resorts & Clubs sardegna [15] => scausu grill [16] => Sicily ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716211728000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467653 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467660" align="alignleft" width="300"] Il cda di Terme di Sirmione[/caption] Cresce il fatturato di Terme di Sirmione. La controllata del gruppo Franco Gnutti Holding ha infatti chiuso il 2023 a quota 43,7 milioni di euro, pari a un +8,7% rispetto al 2022. L’utile è stato di 3,5 milioni, al netto di ammortamenti, svalutazioni e accantonamenti per 3,4 milioni e imposte per 1,4 milioni. Margini operativi lordi (ebitda) per 9,1 milioni di euro, pari al 20,89% dei ricavi, completano il quadro dell’esercizio. Tutte le aree di business hanno contribuito alla crescita del fatturato. In particolare il settore salute, comparto che prima del Covid aveva sofferto di un progressivo declino e che la pandemia aveva particolarmente colpito, ha chiuso in sensibile miglioramento . Nonostante i numeri positivi, l’esercizio 2023 è stato comunque negativamente influenzato da alcuni fattori esogeni: la riduzione degli arrivi dalla Germania, mercato primario sul lago di Garda; eventi atmosferici non favorevoli; e soprattutto l’ormai cronica difficoltà di reperimento del personale. Per essere attrattiva in un mercato ancora caratterizzato da lavoro sommerso, Terme di Sirmione continua perciò a investire nella stabilizzazione del personale, che ha raggiunto una punta massima di 462 dipendenti di cui 270 a tempo indeterminato, nonché nella formazione attraverso una academy aziendale. E' stato anche mplementato un piano di welfare dedicato e rinnovate le certificazioni integrate di qualità, ambiente e sicurezza. Nel 2023, l'azienda ha effettuato investimenti pari a 4,3 milioni di euro, destinati per la maggior parte al completo restyling dello storico hotel Fonte Boiola e del reparto termale fortemente legato alla salute e alla cura. Ulteriori investimenti sono in corso nel comparto benessere e particolare attenzione è riservata all’area digitale e all’information technology, che governano non solo le attività di gestione e controllo ma sono sempre più connesse alle attività di marketing e comunicazione, oltre che di vendita con il supporto del sistema crm Salesforce in piena funzione ed efficacia di azione. Ad oggi tale strumento ha permesso di mappare quasi 800 mila clienti e di raggiungere 3,8 milioni di contatti in un anno. Superano i 14 milioni le pagine del sito visualizzate. [post_title] => Cresce il fatturato di Terme di Sirmione. Marginalità operative al 20,89% [post_date] => 2024-05-20T11:25:45+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716204345000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467601 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Colorato, ibrido, eclettico e ricco di esperienze da vivere. Mama Shelter, l'hotel nato nel 2021 alle porte del Vaticano, presenta le Mama Roma Experiences: master cocktail class, master coffee class, cooking class e molto altro. Si tratta di attività di gruppo che hanno l'obiettivo di avvicinare le aziende al lifestyle e di innovare il concetto di meeting aziendale. «Nelle sempre più popolari cooking class - spiega il direttore  Hasan Saad - si mettono letteralmente le mani in pasta. Le mixology class permettono ai nostri ospiti di immergersi nel mondo dei cocktail che ispirano le nostre drink list stagionali». Le esperienze sono pensate tanto per il team building quanto per l'arricchimento personale degli ospiti e vengono arricchite da un intrattenimento dedicato, musicale e non solo: DJ, performer, giochi di luce e maghi. Inclusività, accessibilità e un pizzico di irriverenza sono le direttrici su cui il progetto Mama Shelter si sviluppa. L'atmosfera è informale, rilassata, accogliente, particolare, "grazie ad allestimenti creativi - continua il direttore -, alle proposte F&B a tema e alle attività da svolgere tra una sessione di meeting e una pausa caffè, dove ci si sfida a biliardino o su un campo da bocce". [gallery columns="4" ids="467607,467608,467609,467610"] Design e socializzazione Le 217 camere, suddivise nelle categorie M, L e XL, sono vivacemente decorate e offrono specchi personalizzabili con messaggi a scelta degli ospiti. La lobby è decorata con elementi che evocano il patrimonio romano, come le arcate che ricordano il Colosseo e dettagli ispirati alla cupola di San Pietro. Oltre a rappresentare un luogo di accoglienza glamour e di design, il Mama Shelter si propone come spazio dinamico per la socializzazione e il divertimento. Il ristorante Giardino d’Inverno, circondato da una vegetazione tropicale, si collega al Giardino d’Estate, che offre un'atmosfera più rilassata e informale. Il Mama Pizzeria e il rooftop con bar completano l'offerta gastronomica, arricchendo l'esperienza culinaria con una vista notevole sulla città.   Le iniziative di fidelizzazione Mama Shelter Roma aderisce al programma Accor All e Accor All Meeting Planner, che permette sia ai viaggiatori individuali, che agli organizzatori di eventi, di accumulare punti in molti degli hotel del gruppo Accor sparsi in tutto il mondo. Questo è un tool per noi importante, che ci permette di incentivare le prenotazioni dirette, offrendo loro al tempo stesso la vasta scelta che un gruppo come Accor può dare. Espansione del marchio Con l'apertura imminente del Mama Shelter Nice sulla Costa Azzurra, il marchio prosegue la sua espansione, portando avanti la sua visione di ospitalità combinata con servizi di alto livello e un design distintivo. Questo rafforza l'impegno del brand a offrire esperienze alberghiere che mescolano praticità per i viaggiatori d'affari e piacere per i turisti.   [post_title] => Esperienze e business travel a Roma: la proposta di Mama Shelter [post_date] => 2024-05-17T15:03:48+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715958228000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467590 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Saranno oltre 172 mila i turisti che Msc porterà nel 2024 in Sardegna, di cui 115 mila a Cagliari e 57 mila a Olbia. Un anno record insomma per le attività della compagnia di crociera nell'isola mediterranea. Il tutto, grazie al posizionamento di ben tre navi (Lirica, Musica e Orchestra), che effettueranno complessivamente 67 toccate: 46 a Cagliari, durante la stagione estiva e in quella invernale, e 21 a Olbia nella sola stagione estiva. «Numeri così elevati testimoniano la strategicità e la crescente importanza turistico-culturale della Sardegna anche per il settore crocieristico - sottolinea il vice president Southern Europe della divisione crociere del gruppo Msc, Leonardo Massa -. L’Isola è da sempre una delle destinazioni più apprezzate dai nostri passeggeri, soprattutto nel periodo estivo. Nel 2024 prevediamo a Cagliari scali tutto l’anno, puntando fortemente anche sul turismo destagionalizzato, che valorizza appieno le bellezze della città e dell’intero territorio sardo». La stagione crocieristica estiva a Casteddu inizierà ufficialmente domenica 19 maggio con la prima toccata della Musica, nave da oltre mille cabine con balcone. L'unità farà tappa ogni domenica nel porto sardo, per l’intera stagione estiva, con a bordo circa 3 mila passeggeri che vivranno un viaggio di sette giorni nel Mediterraneo, con scali anche a Civitavecchia, Genova, Cannes, Barcellona e Ibiza. “Per il sistema dei porti sardi il 2024 si appresta a diventare un anno di record assoluto – aggiunge Massimo Deiana, presidente dell’Adsp del mare di Sardegna –: un risultato entusiasmante che abbiamo raggiunto grazie anche alla fiducia che le compagnie crocieristiche, in particolare Msc, hanno voluto accordarci, con una programmazione annuale di scali consistente e costante, frutto di un’intensa attività promozionale e di confronto costruttivo". [post_title] => Il 2024 sarà un anno record per Msc in Sardegna: oltre 172 mila i pax che sbarcheranno sull'isola [post_date] => 2024-05-17T14:26:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715956008000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467579 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le prime indiscrezioni erano filtrate già più di due anni fa, ma ora arriva la conferma ufficiale: i Villini Sallustiani di Roma, che Merope Asset Management ha acquistato nel 2021 da Colony Capital, diventeranno la quinta proprietà Mandarin Oriental in Italia. La novità, la cui inaugurazione è prevista per il 2026, seguirà infatti gli hotel già operativi di Milano, del lago di Como e le già annunciate aperture di Cortina d’Ampezzo e Porto Cervo. Il complesso si trova all'interno del sito archeologico dei Giardini di Sallustio, situato tra le vie Piemonte e Sallustiana. Il Mandarin Oriental, Rome si svilupperà su un'area di oltre 18 mila metri quadrati, che ospita dieci villini del diciannovesimo secolo immersi in un parco. Le ville a loro volta ospiteranno 108 camere e suite, alcune dotate di giardino e terrazza privata. Nell’ambito dell’accordo raggiunto con Mandarin Oriental, Merope si occuperà degli interventi di riqualificazione e restauro, per un investimento complessivo di circa 100 milioni di euro, così come della gestione pluriennale della nuova struttura. Dopo un lungo lavoro di interlocuzione con l’amministrazione comunale, l’assemblea capitolina ha infatti recentemente approvato la proposta di permesso di costruire in deroga, con relativo cambio d’uso dell’area, da residenziale a ricettiva un passaggio determinante per la realizzazione del progetto. Il masterplan del progetto e l’intervento di riqualificazione e restauro dei villini, che verrà eseguito preservandone lo stile architettonico tipico del diciannovesimo secolo, è stato affidato a Bms, mentre l’interior design sarà curato dal duo francese Gilles&Boissier. L’f&b sarà affidato a DimoreStudio; P'arcnouveau è infine lo studio internazionale di architettura paesaggistica che si occuperà del verde. All’interno del complesso, gli ospiti potranno provare sei ristoranti e bar in diversi ambienti, a cui si aggiungerà la possibilità di scegliere se cenare all’aperto, oppure all’interno delle ville. Il Mandarin Bar sarà situato su un’ampia terrazza panoramica con vista sulla città. La Spa at Mandarin Oriental proporrà un’ampia gamma di esperienze benessere del gruppo. Gli amanti del fitness avranno a disposizione macchinari di ultima generazione, un’ampia piscina coperta oltre a quelle esterne che sorgeranno nel cuore dei giardini. Sei sale per i trattamenti, una suite vip, stanze termali e una terrazza completano l’offerta di benessere. [post_title] => Mandarin Oriental sbarca a Roma: aprirà nel 2026 nel complesso dei Villini Sallustiani [post_date] => 2024-05-17T11:54:14+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715946854000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467568 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Viaggi a passo lento sul territorio italiano, esperienze a contatto con la natura spaziando tra panorami aspri e paesaggi mozzafiato, tra pianure e colline, distese di vigneti e coste, in un contesto ricco di storia, meraviglie naturali, specialità gastronomiche e tradizioni: dalla Maremma dei butteri alla Sicilia e alla Sardegna, Elesta Travelling Passion presenta le sue nuove proposte di turismo a cavallo, in collaborazione con Horse Touring. Il primo viaggio proposto da Elesta parte in particolare da Firenze, per giungere a Siena, città del Palio, le cui tracce sono presenti in ogni periodo dell’anno attraverso una tradizione mantenuta viva, con grande passione e partecipazione, dalle contrade, per poi dirigersi verso il sud della Toscana, al confine tra Valdarno e Chianti, per una full immersion di tre giorni nell’antica tradizione dei Butteri maremmani. Si tratta di una formula originale rispetto alle più consuete passeggiate a cavallo: qui l’obiettivo è far sperimentare ai partecipanti un’immersione reale nel lavoro a cavallo, svolgendo in prima persona le attività quotidiane di gestione della mandria in una vera azienda agricola. A renderlo possibile è la competenza di Ernesto Benini, fondatore dell'associazione Dimensione Maremma, che, oltre a preparare i cavalli, supporta i cavalieri nel lavorare in assoluta sicurezza e garantire emozioni uniche. Dopo l’esperienza in Maremma, il viaggio si conclude facendo tappa a Roma, dove la visita alle Scuderie del Quirinale, le scuderie papali, permetterà di approfondire la presenza e il ruolo del cavallo nella storia e nell’arte. [post_title] => A cavallo in Maremma con Elesta: una vera immersione nella tradizione dei Butteri [post_date] => 2024-05-17T10:37:43+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715942263000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467565 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Debutterà a giugno in Corsica il nuovo catamarano di lusso Spirit of Ponant della flotta Ponant: un’imbarcazione di 24 metri con sole sei cabine, che per tutta l’estate prevederà itinerari di otto giorni/ sette notti nel Mediterraneo per poi raggiungere le Seychelles nell’inverno 2025. Un equipaggio dedicato e un servizio personalizzato permetteranno di vivere un'autentica esperienza di navigazione, con accesso estremamente facile al mare e alle attività acquatiche. Il tutto per un’offerta all inclusive che comprende gastronomia, vini e cocktail e servizio in cabina. Spostandoci al core business della compagnia, le spedizioni polari, Ponant prevederà per alcune partenze estive a bordo di Le Commandant Charcot una expedition-guide di lingua italiana, che accompagnerà gli ospiti nelle esplorazioni/escursioni a terra e, al raggiungimento di un minimo di partecipanti tricolori, momenti di incontro con lezioni e conferenze. Come giornalista scientifica, Lucia Sala Simion ha preso parte a spedizioni in Antartide, è autrice di due libri e di numerosi reportage sulla stampa riguardanti le regioni polari e subantartiche. Dal 2020 collabora con Ponant come guida e relatrice di spedizioni e dal 2021 lavora quasi esclusivamente a bordo del Commandant Charcot, dove tiene conferenze sulla storia dell'esplorazione polare e sulla ricerca scientifica polare. Le crociere Ponant sono commercializzate in Italia dal gsa Gioco Viaggi. [post_title] => Novità Ponant: un catamarano nel Med e una guida di lingua italiana sulla Commandant Charcot [post_date] => 2024-05-17T10:29:40+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715941780000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "cortina mostra collaborazione liceo artistico la ripresa delle attivita" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":82,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2064,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467689","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un accordo che getta le basi per la costruzione della mobilità aerea del futuro: è quello siglato oggi tra Save, Enac e Regione Veneto, con l’obiettivo di realizzare congiuntamente le attività necessarie alla redazione del documento di analisi tecnica denominato “Strumento per la ricognizione del fabbisogno in materia di Mobilità Aerea per l’ambito territoriale veneto”.\r\nLa partnership muove proprio dalle specifiche esigenze del territorio veneto, producendo una ricognizione dettagliata e tecnica dei fabbisogni di spostamento – attuali e potenziali - di merci e passeggeri, il tutto in linea con le politiche del Piano strategico nazionale per l’Advanced Air Mobility e con gli strumenti di programmazione del sistema aeroportuale nazionale ed europeo.\r\nL'intesa ha una durata iniziale, prorogabile, di 18 mesi, e testimonia l’impegno dei tre firmatari, che insieme collaborano per definire e realizzare tutte le attività necessarie all’implementazione di nuovi servizi, tecnologie, infrastrutture e soluzioni per il trasporto di persone, merci e forniture anche attraverso l’utilizzo dei più moderni velivoli a decollo e atterraggio verticale: i droni.\r\nL’obiettivo comune dei tre firmatari è pertanto quello di pianificare e rendere operativo un progetto di mobilità avanzata per le merci tra gli aeroporti veneti e, a seguire, tra i punti nevralgici interessati (tra cui le strutture sanitarie), anche in vista del prossimo appuntamento con le Olimpiadi e Paralimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026.\r\n«Una partnership strategica, che prepara il campo alle nuove frontiere della mobilità aerea avanzata - commenta Pierluigi Di Palma, presidente di Enac -. Grazie al coordinamento sinergico tra Enac, la Regione Veneto e Save, l'introduzione di droni per il trasporto di persone e merci è un obiettivo sempre più vicino. L’avanzamento tecnologico e il know-how raggiunti dal comparto avio stanno favorendo lo sviluppo di un sistema integrato che, dal modello Veneto, si estenderà a livello nazionale».\r\n«L’accordo rientra nella strategia del Gruppo Save per la piena realizzazione del piano di Mobilità aerea avanzata, in collaborazione con le Istituzioni e i principali operatori del comparto avio - ha sottolineato Enrico Marchi, presidente del Gruppo Save -. Un obiettivo che, nello sviluppare un sistema intermodale di collegamento tra i nostri aeroporti e i centri urbani, si sposa con le attività volte al raggiungimento delle zero emissioni. Nel nuovo Masterplan al 2037 dell’aeroporto di Venezia abbiamo previsto la realizzazione di due vertiporti, che prevediamo di realizzare a partire dal 2026. Si tratta di infrastrutture all’avanguardia, che consentiranno di inserire il territorio veneto in un sistema integrato a livello nazionale, permettendo collegamenti sostenibili con le principali aree logistiche e di attrazione turistica del territorio».\r\nLa firma dell’accordo è avvenuta nel corso della giornata inaugurale dello “Space Meetings Veneto”, l’evento internazionale promosso dalla Regione Veneto e della Rete Innovativa Regionale Air - Aerospace Innovation and Research, in corso a Venezia, dal 20 al 22 maggio 2024. Al termine della cerimonia di sottoscrizione dell’accordo, Save e H2C, società attiva nel settore delle infrastrutture energetiche, hanno poi presentato una ripresa video del primo volo mai realizzato in Italia con un drone a idrogeno verde per il trasporto di merci.","post_title":"Save, Enac e Regione Veneto: accordo per lo sviluppo della mobilità aerea avanzata","post_date":"2024-05-20T14:05:04+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716213904000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467692","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si espande l'offerta italiana del gruppo Vacanze col Cuore, che apre in Umbria il nuovo Trasimeno Glamping Resort. “Ci espandiamo sulle rive del lago Trasimeno, in un paradiso verde affacciato direttamente sulle acque lacustri con un nuovo resort: precisamente a Magione, in provincia di Perugia - spiega il fondatore, Loek Van de Loo -. Si tratta, come già accaduto ad altri nostri resort in precedenza, di una rivitalizzazione di un’area che era già camping e a cui sono stato legato sia per motivi professionali, quando mi occupavo di tour operating, sia per motivi affettivi perché ho sempre amato quel luogo. L’apertura è fissata il prossimo 28 giugno”.\r\n\r\nSi tratta della nona struttura del gruppo italo-olandese che ha sede operativa a Manerba del Garda. In uno spazio resort di circa 6 ettari sono previste case mobili di ultima generazione, tende safari, alloggi e piazzole per camper e caravan, con accesso diretto al lago, con spiaggia e pontile, per una capacità totale di circa mille ospiti. A disposizione anche numerosi servizi: apre in particolare un nuovo ristorante pizzeria, un bar e la gelateria. Non mancano neppure il parco acquatico, le attività di edutainement multi lingue, marchio di fabbrica del gruppo, il servizio di mini jeep elettriche per far scoprire lo spazio naturale ai bambini, così come il noleggio bici per il tempo libero, a cui si affiancano un campo polivalente in fondo sintetico, un campo da calcetto e un campo da pallavolo (entrambi in erba). Grazie alla conformazione orografica del luogo, inoltre, a disposizione degli ospiti con limitate possibilità di movimento sono state allestite due unità abitative prive di barriere architettoniche.","post_title":"Nuovo Trasimeno Glamping Resort per il gruppo Vacanze col Cuore","post_date":"2024-05-20T14:00:02+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1716213602000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467678","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467679\" align=\"aligncenter\" width=\"512\"] Mangia's Brucoli, Sicily, Autograph Collection - Kaigan Sushi Bar[/caption]\r\n\r\nE’ online il nuovo Reportage firmato Mangia’s Resorts & Clubs. Un approfondimento per conoscere meglio i 13 resorts Mangia’s in Sicilia e in Sardegna, i valori che guidano il brand, gli eventi e le proposte gastronomiche.\r\n\r\nUn focus speciale è stato dedicato alla ristorazione. \r\n\r\nIl Mediterra è il ristorante del Mangia’s Brucoli, Sicily, del Mangia’s Santa Teresa Sardinia, del Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA e del Mangia’s Favignana Resort. \r\n\r\n[caption id=\"attachment_467680\" align=\"aligncenter\" width=\"522\"] Mediterra[/caption]\r\n\r\nIl Donna Floriana Bistrot al Mangia’s Brucoli, Sicily, al Mangia’s Santa Teresa Sardinia, al Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA e al Mangia’s Pollina Resort.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_467683\" align=\"aligncenter\" width=\"506\"] Donna Floriana Bistrot[/caption]\r\n\r\nLa pizzeria italiana Al Grano si trova invece al Mangia’s Brucoli Sicily, al Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA e al Mangia’s Pollina Resort.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_467681\" align=\"aligncenter\" width=\"510\"] Pizzeria Al Grano[/caption]\r\n\r\nScausu Grill per gli amanti della o del pesce alla griglia, ma ideale anche per pasti vegetariani presente al Mangia’s Brucoli Sicily, al Mangia’s Pollina Resort e al Mangia’s Selinunte Resort.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_467682\" align=\"aligncenter\" width=\"497\"] Kaigan Sushi Bar[/caption]\r\n\r\nIl Kaigan Sushi Bar, per chi sceglie cibo giapponese si trova al Mangia’s Brucoli Sicily, al Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA e al Mangia’s Pollina Resort. \r\n\r\nScopri sul Reportage anche le attività sportive, le degustazioni ed gli eventi musicali.\r\n\r\nLeggi il Reportage","post_title":"L’autentica vacanza italiana firmata Mangia’s. Il nuovo Reportage","post_date":"2024-05-20T13:28:48+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["donna-floriana-bistrot","in-evidenza","kaigan-sushi-bar","mangias-brucoli","mangias-favignana-resort","mangias-pollina-resort","mangias-resorts-clubs","mangias-resorts-clubs-sicilia","mangias-santa-teresa-sardinia","mangias-selinunte-resort","mangias-torre-del-barone-resort-spa","mediterra-ristorante","pizzeria-al-grano","reportage-mangias-resorts-clubs","resort-mangias-resorts-clubs-sardegna","scausu-grill","sicily"],"post_tag_name":["donna floriana bistrot","In evidenza","kaigan sushi bar","Mangia’s Brucoli","Mangia’s Favignana Resort","Mangia’s Pollina Resort","Mangia’s Resorts & Clubs","Mangia’s Resorts & Clubs sicilia","Mangia’s Santa Teresa Sardinia","Mangia’s Selinunte Resort","Mangia’s Torre del Barone Resort & SPA","mediterra ristorante","pizzeria al grano","reportage Mangia’s Resorts & Clubs","resort Mangia’s Resorts & Clubs sardegna","scausu grill","Sicily"]},"sort":[1716211728000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467653","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467660\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il cda di Terme di Sirmione[/caption]\r\n\r\nCresce il fatturato di Terme di Sirmione. La controllata del gruppo Franco Gnutti Holding ha infatti chiuso il 2023 a quota 43,7 milioni di euro, pari a un +8,7% rispetto al 2022. L’utile è stato di 3,5 milioni, al netto di ammortamenti, svalutazioni e accantonamenti per 3,4 milioni e imposte per 1,4 milioni. Margini operativi lordi (ebitda) per 9,1 milioni di euro, pari al 20,89% dei ricavi, completano il quadro dell’esercizio. Tutte le aree di business hanno contribuito alla crescita del fatturato. In particolare il settore salute, comparto che prima del Covid aveva sofferto di un progressivo declino e che la pandemia aveva particolarmente colpito, ha chiuso in sensibile miglioramento .\r\n\r\nNonostante i numeri positivi, l’esercizio 2023 è stato comunque negativamente influenzato da alcuni fattori esogeni: la riduzione degli arrivi dalla Germania, mercato primario sul lago di Garda; eventi atmosferici non favorevoli; e soprattutto l’ormai cronica difficoltà di reperimento del personale. Per essere attrattiva in un mercato ancora caratterizzato da lavoro sommerso, Terme di Sirmione continua perciò a investire nella stabilizzazione del personale, che ha raggiunto una punta massima di 462 dipendenti di cui 270 a tempo indeterminato, nonché nella formazione attraverso una academy aziendale. E' stato anche mplementato un piano di welfare dedicato e rinnovate le certificazioni integrate di qualità, ambiente e sicurezza.\r\n\r\nNel 2023, l'azienda ha effettuato investimenti pari a 4,3 milioni di euro, destinati per la maggior parte al completo restyling dello storico hotel Fonte Boiola e del reparto termale fortemente legato alla salute e alla cura. Ulteriori investimenti sono in corso nel comparto benessere e particolare attenzione è riservata all’area digitale e all’information technology, che governano non solo le attività di gestione e controllo ma sono sempre più connesse alle attività di marketing e comunicazione, oltre che di vendita con il supporto del sistema crm Salesforce in piena funzione ed efficacia di azione. Ad oggi tale strumento ha permesso di mappare quasi 800 mila clienti e di raggiungere 3,8 milioni di contatti in un anno. Superano i 14 milioni le pagine del sito visualizzate.","post_title":"Cresce il fatturato di Terme di Sirmione. Marginalità operative al 20,89%","post_date":"2024-05-20T11:25:45+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1716204345000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467601","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Colorato, ibrido, eclettico e ricco di esperienze da vivere. Mama Shelter, l'hotel nato nel 2021 alle porte del Vaticano, presenta le Mama Roma Experiences: master cocktail class, master coffee class, cooking class e molto altro.\r\n\r\nSi tratta di attività di gruppo che hanno l'obiettivo di avvicinare le aziende al lifestyle e di innovare il concetto di meeting aziendale.\r\n\r\n«Nelle sempre più popolari cooking class - spiega il direttore  Hasan Saad - si mettono letteralmente le mani in pasta. Le mixology class permettono ai nostri ospiti di immergersi nel mondo dei cocktail che ispirano le nostre drink list stagionali».\r\n\r\nLe esperienze sono pensate tanto per il team building quanto per l'arricchimento personale degli ospiti e vengono arricchite da un intrattenimento dedicato, musicale e non solo: DJ, performer, giochi di luce e maghi.\r\n\r\nInclusività, accessibilità e un pizzico di irriverenza sono le direttrici su cui il progetto Mama Shelter si sviluppa. L'atmosfera è informale, rilassata, accogliente, particolare, \"grazie ad allestimenti creativi - continua il direttore -, alle proposte F&B a tema e alle attività da svolgere tra una sessione di meeting e una pausa caffè, dove ci si sfida a biliardino o su un campo da bocce\".\r\n\r\n[gallery columns=\"4\" ids=\"467607,467608,467609,467610\"]\r\n\r\nDesign e socializzazione\r\n\r\nLe 217 camere, suddivise nelle categorie M, L e XL, sono vivacemente decorate e offrono specchi personalizzabili con messaggi a scelta degli ospiti. La lobby è decorata con elementi che evocano il patrimonio romano, come le arcate che ricordano il Colosseo e dettagli ispirati alla cupola di San Pietro.\r\n\r\nOltre a rappresentare un luogo di accoglienza glamour e di design, il Mama Shelter si propone come spazio dinamico per la socializzazione e il divertimento. Il ristorante Giardino d’Inverno, circondato da una vegetazione tropicale, si collega al Giardino d’Estate, che offre un'atmosfera più rilassata e informale. Il Mama Pizzeria e il rooftop con bar completano l'offerta gastronomica, arricchendo l'esperienza culinaria con una vista notevole sulla città.\r\n\r\n \r\n\r\nLe iniziative di fidelizzazione\r\n\r\nMama Shelter Roma aderisce al programma Accor All e Accor All Meeting Planner, che permette sia ai viaggiatori individuali, che agli organizzatori di eventi, di accumulare punti in molti degli hotel del gruppo Accor sparsi in tutto il mondo. Questo è un tool per noi importante, che ci permette di incentivare le prenotazioni dirette, offrendo loro al tempo stesso la vasta scelta che un gruppo come Accor può dare.\r\n\r\nEspansione del marchio\r\n\r\nCon l'apertura imminente del Mama Shelter Nice sulla Costa Azzurra, il marchio prosegue la sua espansione, portando avanti la sua visione di ospitalità combinata con servizi di alto livello e un design distintivo. Questo rafforza l'impegno del brand a offrire esperienze alberghiere che mescolano praticità per i viaggiatori d'affari e piacere per i turisti.\r\n\r\n ","post_title":"Esperienze e business travel a Roma: la proposta di Mama Shelter","post_date":"2024-05-17T15:03:48+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715958228000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467590","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Saranno oltre 172 mila i turisti che Msc porterà nel 2024 in Sardegna, di cui 115 mila a Cagliari e 57 mila a Olbia. Un anno record insomma per le attività della compagnia di crociera nell'isola mediterranea. Il tutto, grazie al posizionamento di ben tre navi (Lirica, Musica e Orchestra), che effettueranno complessivamente 67 toccate: 46 a Cagliari, durante la stagione estiva e in quella invernale, e 21 a Olbia nella sola stagione estiva.\r\n\r\n«Numeri così elevati testimoniano la strategicità e la crescente importanza turistico-culturale della Sardegna anche per il settore crocieristico - sottolinea il vice president Southern Europe della divisione crociere del gruppo Msc, Leonardo Massa -. L’Isola è da sempre una delle destinazioni più apprezzate dai nostri passeggeri, soprattutto nel periodo estivo. Nel 2024 prevediamo a Cagliari scali tutto l’anno, puntando fortemente anche sul turismo destagionalizzato, che valorizza appieno le bellezze della città e dell’intero territorio sardo».\r\n\r\nLa stagione crocieristica estiva a Casteddu inizierà ufficialmente domenica 19 maggio con la prima toccata della Musica, nave da oltre mille cabine con balcone. L'unità farà tappa ogni domenica nel porto sardo, per l’intera stagione estiva, con a bordo circa 3 mila passeggeri che vivranno un viaggio di sette giorni nel Mediterraneo, con scali anche a Civitavecchia, Genova, Cannes, Barcellona e Ibiza.\r\n\r\n“Per il sistema dei porti sardi il 2024 si appresta a diventare un anno di record assoluto – aggiunge Massimo Deiana, presidente dell’Adsp del mare di Sardegna –: un risultato entusiasmante che abbiamo raggiunto grazie anche alla fiducia che le compagnie crocieristiche, in particolare Msc, hanno voluto accordarci, con una programmazione annuale di scali consistente e costante, frutto di un’intensa attività promozionale e di confronto costruttivo\".","post_title":"Il 2024 sarà un anno record per Msc in Sardegna: oltre 172 mila i pax che sbarcheranno sull'isola","post_date":"2024-05-17T14:26:48+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1715956008000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467579","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Le prime indiscrezioni erano filtrate già più di due anni fa, ma ora arriva la conferma ufficiale: i Villini Sallustiani di Roma, che Merope Asset Management ha acquistato nel 2021 da Colony Capital, diventeranno la quinta proprietà Mandarin Oriental in Italia. La novità, la cui inaugurazione è prevista per il 2026, seguirà infatti gli hotel già operativi di Milano, del lago di Como e le già annunciate aperture di Cortina d’Ampezzo e Porto Cervo. Il complesso si trova all'interno del sito archeologico dei Giardini di Sallustio, situato tra le vie Piemonte e Sallustiana.\r\n\r\nIl Mandarin Oriental, Rome si svilupperà su un'area di oltre 18 mila metri quadrati, che ospita dieci villini del diciannovesimo secolo immersi in un parco. Le ville a loro volta ospiteranno 108 camere e suite, alcune dotate di giardino e terrazza privata. Nell’ambito dell’accordo raggiunto con Mandarin Oriental, Merope si occuperà degli interventi di riqualificazione e restauro, per un investimento complessivo di circa 100 milioni di euro, così come della gestione pluriennale della nuova struttura. Dopo un lungo lavoro di interlocuzione con l’amministrazione comunale, l’assemblea capitolina ha infatti recentemente approvato la proposta di permesso di costruire in deroga, con relativo cambio d’uso dell’area, da residenziale a ricettiva un passaggio determinante per la realizzazione del progetto.\r\n\r\nIl masterplan del progetto e l’intervento di riqualificazione e restauro dei villini, che verrà eseguito preservandone lo stile architettonico tipico del diciannovesimo secolo, è stato affidato a Bms, mentre l’interior design sarà curato dal duo francese Gilles&Boissier. L’f&b sarà affidato a DimoreStudio; P'arcnouveau è infine lo studio internazionale di architettura paesaggistica che si occuperà del verde.\r\n\r\nAll’interno del complesso, gli ospiti potranno provare sei ristoranti e bar in diversi ambienti, a cui si aggiungerà la possibilità di scegliere se cenare all’aperto, oppure all’interno delle ville. Il Mandarin Bar sarà situato su un’ampia terrazza panoramica con vista sulla città. La Spa at Mandarin Oriental proporrà un’ampia gamma di esperienze benessere del gruppo. Gli amanti del fitness avranno a disposizione macchinari di ultima generazione, un’ampia piscina coperta oltre a quelle esterne che sorgeranno nel cuore dei giardini. Sei sale per i trattamenti, una suite vip, stanze termali e una terrazza completano l’offerta di benessere.","post_title":"Mandarin Oriental sbarca a Roma: aprirà nel 2026 nel complesso dei Villini Sallustiani","post_date":"2024-05-17T11:54:14+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715946854000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467568","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Viaggi a passo lento sul territorio italiano, esperienze a contatto con la natura spaziando tra panorami aspri e paesaggi mozzafiato, tra pianure e colline, distese di vigneti e coste, in un contesto ricco di storia, meraviglie naturali, specialità gastronomiche e tradizioni: dalla Maremma dei butteri alla Sicilia e alla Sardegna, Elesta Travelling Passion presenta le sue nuove proposte di turismo a cavallo, in collaborazione con Horse Touring.\r\n\r\nIl primo viaggio proposto da Elesta parte in particolare da Firenze, per giungere a Siena, città del Palio, le cui tracce sono presenti in ogni periodo dell’anno attraverso una tradizione mantenuta viva, con grande passione e partecipazione, dalle contrade, per poi dirigersi verso il sud della Toscana, al confine tra Valdarno e Chianti, per una full immersion di tre giorni nell’antica tradizione dei Butteri maremmani.\r\n\r\nSi tratta di una formula originale rispetto alle più consuete passeggiate a cavallo: qui l’obiettivo è far sperimentare ai partecipanti un’immersione reale nel lavoro a cavallo, svolgendo in prima persona le attività quotidiane di gestione della mandria in una vera azienda agricola. A renderlo possibile è la competenza di Ernesto Benini, fondatore dell'associazione Dimensione Maremma, che, oltre a preparare i cavalli, supporta i cavalieri nel lavorare in assoluta sicurezza e garantire emozioni uniche. Dopo l’esperienza in Maremma, il viaggio si conclude facendo tappa a Roma, dove la visita alle Scuderie del Quirinale, le scuderie papali, permetterà di approfondire la presenza e il ruolo del cavallo nella storia e nell’arte.","post_title":"A cavallo in Maremma con Elesta: una vera immersione nella tradizione dei Butteri","post_date":"2024-05-17T10:37:43+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1715942263000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467565","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Debutterà a giugno in Corsica il nuovo catamarano di lusso Spirit of Ponant della flotta Ponant: un’imbarcazione di 24 metri con sole sei cabine, che per tutta l’estate prevederà itinerari di otto giorni/ sette notti nel Mediterraneo per poi raggiungere le Seychelles nell’inverno 2025. Un equipaggio dedicato e un servizio personalizzato permetteranno di vivere un'autentica esperienza di navigazione, con accesso estremamente facile al mare e alle attività acquatiche. Il tutto per un’offerta all inclusive che comprende gastronomia, vini e cocktail e servizio in cabina.\r\n\r\nSpostandoci al core business della compagnia, le spedizioni polari, Ponant prevederà per alcune partenze estive a bordo di Le Commandant Charcot una expedition-guide di lingua italiana, che accompagnerà gli ospiti nelle esplorazioni/escursioni a terra e, al raggiungimento di un minimo di partecipanti tricolori, momenti di incontro con lezioni e conferenze. Come giornalista scientifica, Lucia Sala Simion ha preso parte a spedizioni in Antartide, è autrice di due libri e di numerosi reportage sulla stampa riguardanti le regioni polari e subantartiche. Dal 2020 collabora con Ponant come guida e relatrice di spedizioni e dal 2021 lavora quasi esclusivamente a bordo del Commandant Charcot, dove tiene conferenze sulla storia dell'esplorazione polare e sulla ricerca scientifica polare. Le crociere Ponant sono commercializzate in Italia dal gsa Gioco Viaggi.","post_title":"Novità Ponant: un catamarano nel Med e una guida di lingua italiana sulla Commandant Charcot","post_date":"2024-05-17T10:29:40+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1715941780000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti