6 October 2022

Assoviaggi punta sull’incoming. Si parte da Lazio con i Monti Lepini e Slow Food Travel

[ 0 ]

Al via il comitato incoming nato all’interno di Assoviaggi che intende promuovere il territorio tra associati. Il Lazio con i Monti Lepini è stato il protagonista del primo progetto dell’educational promosso dalla Compagnia dei Lepini, Assoviaggi Lazio e Slow Food Travel, che ha coinvolto agenti di viaggi del Piemonte, Lombardia, Lazio, Toscana, Basilicata e Puglia.

“Dobbiamo puntare al turismo di prossimità e valorizzare i territori vicini a Roma che con le loro attrattive permettono di allungare il soggiorno dei visitatori- ha commentato Quirino Briganti, responsabile Expo Dubai 2020 per la Regione Lazio e Presidente della Compagnia dei Lepini – stiamo lavorando ad un nuovo modello organizzativo che raccoglie albergatori locali,  e rappresentanti dell’enogastronomia per lanciare il brand dei Monti Lepini. Siamo certi che possa diventare Un marchio importante all’ interno dell’ offerta turistica del Lazio. Stiamo iniziando a coinvolgere il trade e le agenzie di viaggio per  creare pacchetti ad hoc e richiamare i turisti che scelgono la Capitale anche nello nostre zone che si possono raggiungere in un’ora e allo stesso tempo possiamo intercettare i turisti che scelgono il mare come Sabaudia o il Circeo. Le nostro sono  mete ideali per il turismo del vino, per vivere la montagna con i percorsi trekking o in bici, oppure il parapendio per i più avventurosi e il turismo culturale nei piccoli borghi o nelle aree archeologiche. Stiamo anche rafforzando la ricettività con alberghi di livello e B&B interessanti”. 

Molti i punti di forza della zona che si snoda tra le province di Roma e Latina: dalle escursioni naturalistiche nel Giardino di Ninfa, alle esperienze enogastronomiche di Bassiano e di Cori, dalle testimonianze archeo-storico-culturali di Segni e Carpineto Romano  fino a Sermoneta che domina il mare e la nota Abbazia di Fossanova.
 
In questo contesto di promozione ampio spazio alle agenzie, secondo Cinzia Renzi, Presidente di Assoviaggi Lazio -Confesercenti ” è il momento giusto per promuovere questi territori limitrofi, questo è il progetto capofila ma ne seguiranno altri anche in altre regioni che possano aiutare le agenzie di viaggio a  costruire pacchetti d’offerta. Al momento registriamo una leggera ripresa dei flussi incoming ma non dobbiamo smettere di lavorare e costruire sempre nuove alternative sia sulle destinazione sia sul modo di proporre e vendere destinazioni”.

A tal proposito, forte la partecipazione di Slow Food Travel food che ha manifestato il suo impegno tra le province di Roma, Latina e Frosinone per lo sviluppo del turismo esperienziale, con la scoperta di borghi, siti archeologici, oasi naturalistiche unendo le tipicità enogastronomiche della regione. Il progetto racchiude  70 soggetti del territorio, tra produttori, albergatori e ristoratori, per realizzare un progetto sostenibile e un volano per la ripartenza. 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431783 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un bilancio dell’anno positivo, anche se i numeri non sono ancora tornati a quelli del 2019. È quanto afferma Originaltour. “Alcune delle nostre destinazioni hanno riaperto soltanto ad anno già iniziato e nonostante una buona domanda e una altrettanto soddisfacente vendita, non siamo ancora ai livelli pre-pandemia - commenta Loredana Arcangeli, direttore generale del to -. Abbiamo venduto numerosi itinerari in Oman, abbinati alle isole dell’oceano Indiano, in particolare Seychelles e Maldive, soprattutto nel caso dei viaggi di nozze che, come prevedevamo, sono ripresi alla grande. L’Oman, che programmiamo da oltre trent’anni, continua a essere richiesto soprattutto per i sit in coach con piccoli gruppi. Relativamente alla fascia alta, sono molto gettonati gli itinerari della nostra linea Tour Avventura, che prevedono di visitare il paese in modo differente, scoprendo località insolite e con pernottamenti in campi mobili”. Buoni risultati anche per la Malesia che ha decisamente ripreso soprattutto in versione mare con molte richieste, sempre di viaggi di nozze, per l’eco-isola di Lankayan, nel mare di Sulu, a nord del Borneo Malese, che offre un ambiente intatto ed è da poco parco marino protetto, con una sola struttura, il Lankayan Dive, 24 chalet tutti realizzati con materiali naturali. “L’estate è stata caratterizzata dai cambiamenti e dagli annullamenti dei voli che hanno causato disagi se non veri e propri problemi alla nostra clientela e in molti casi ci siamo fatti carico anche di pagare gli hotel ai clienti anche se questo sarebbe stato compito delle compagnie aree, che spesso non sono intervenute - prosegue Loredana Arcangeli -. Una situazione spiacevole che è stata vissuta anche da altri colleghi tour operator. Adesso i problemi sono il rapporto euro-dollaro che ci penalizza con un cambio sfavorevole e l’aumento dei costi dei voli dovuto alla crisi energetica. Attualmente non stiamo ricorrendo ad adeguamenti prezzi e nemmeno a blocco a pagamento del prezzo del viaggio”. In estate, l’operatore ha già inserito online sul suo sito le proposte per le festività di Natale e Capodanno. Per l’Oman, partenze tra il 26 e il 30 dicembre per chi desidera festeggiare l’anno nuovo nel paese, con itinerari a bordo di fuoristrada, capodanno nel deserto ospiti di campi tendati, cenone compreso. Per queste speciali partenze sono inclusi anche i voli da Milano Malpensa con Oman Air. Quote a partire da 2.790 euro. Online anche il tour per trascorrere il Capodanno in Vietnam, con un itinerario che tocca tutte le principali località, Hanoi, Ho Chi Minh, Halong Bay, Lang Co, Da Nang e il delta del Mekong. Si parte da Milano Malpensa il 30 dicembre con volo Korean Airways e rientro l’8 gennaio; la quota parte da 2.490 euro, con trattamento di pensione completa, guida locale in italiano. [post_title] => Originaltour chiude una buona estate e si prepara all'inverno senza adeguamenti carburante [post_date] => 2022-10-06T10:59:02+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665053942000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431675 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A partire da Ottobre 2022 Villa Gelsomino riserva ai propri ospiti l’opportunità di rendere ancora più unico e indimenticabile il proprio soggiorno sulle colline di Santa Margherita Ligure. Sarà, infatti, possibile prenotare, in abbinamento a una delle suite, il percorso di degustazione “Delicious dinner” che prevede una cena servita nella suggestiva location del patio o del salone nobile della Villa. Godendosi uno dei panorami più romantici della riviera italiana — il borgo di Portofino e il suo golfo — gli ospiti potranno gustare una cena a cura del rinomato ristorante di Rapallo “Rocco e i suoi fratelli”. In base alle proprie preferenze, sarà possibile scegliere tra due opzioni di menu — mare o monti — che prevedono rivisitazioni in chiave gourmet dei piatti tipici della tradizione Italiana e un’accurata selezione di vini ad accompagnare ogni piatto. Villa Gelsomino ha mantenuto immutato nel tempo il fascino liberty di fine XVIII secolo, offrendo oggi ai propri clienti un soggiorno immerso nella tranquillità delle colline di Santa Margherita e il lusso della modernità. Le 5 suite vista mare, caratterizzate da affreschi originali e pavimenti in graniglia genovese, rappresentano un omaggio alle più affascinanti località della riviera ligure: San Fruttuoso, Camogli, Portofino, Cinque Terre e Portovenere. Da sempre attento alla cura per i dettagli e alle esigenze dei clienti, fin dalla sua nascita il boutique hotel ha scelto di agire concretamente per la tutela dell’ambiente e di proporre uno stile di vita ecosostenibile. Per questo motivo, Villa Gelsomino utilizza energia green al 100% ed è plastic free.   [post_title] => Villa Gelsomino, il percorso Delicious Dinner per cenare in un contesto da favola [post_date] => 2022-10-05T12:08:58+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664971738000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431667 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il 2021 è stato il vero annus horribilis dell'industria dei viaggi organizzati. Anche peggio del 2020. Lo dicono i dati di una ricerca Pambianco (i cui risultati sono riproposti più sotto, ndr) e lo rimarcano due protagonisti del comparto come il presidente Astoi, Pier Ezhaya, e il direttore commerciale Quality Group, Marco Peci: “Il 2021, salvo qualche fiammata estiva prettamente per l’ Italia, è stato un anno terribile per i bilanci dei tour operator. Anche peggiore del 2020, quando almeno gennaio e febbraio si erano salvati - sottolinea infatti Ezhaya -. Fortunatamente dalla sua coda e cioè da novembre, si è iniziato a percorrere il protocollo corridoi turistici ed è iniziato qualche movimento anche verso l’estero. L’anno di ripartenza per il settore è stato questo, il 2022”. “Il 2021 è stato l’anno più difficile per i flussi turistici degli operatori che operano sul medio e lungo raggio - gli fa quindi eco Peci -. Nel 2020 infatti gli operatori hanno potuto beneficiare dei volumi generati dai flussi turistici dei primi mesi dell’anno, in quanto la pandemia non era ancora iniziata, le frontiere erano aperte e si stava vivendo un momento di grande crescita del settore. Il 2022 è l’anno in cui anche il turismo di medio e lungo raggio sta tornando a generare numeri interessanti”. Fatturati in picchiata anche nel 2021: -25%. Bene solo chi opera sul mercato domestico E a supportare le opinioni di Ezhaya e Peci ci sono, come si accennava, anche i numeri concreti: sebbene il 2021 non abbia fatto mancare qualche timido segnale positivo, nel complesso i fatturati dei dieci principali tour operator italiani sono infatti scesi ulteriormente del 25% rispetto all'anno precedente, che a sua volta aveva registrato un tracollo del 69% in confronto all'era pre-Covid (2019). A rivelarlo, un'analisi comparata condotta da Pambianco sul giro d'affari dei più grossi operatori italiani dell'industria dei viaggi organizzati. Guardando il bicchiere mezzo pieno, va comunque detto che l'anno scorso alcune società sono riuscite a performare meglio rispetto al 2020 e e a chiudere con valori positivi.  Sono state in particolare premiate soprattutto le realtà che lavorano sul mercato domestico. Analizzando il ranking (dove non è stata riportata la divisione tour operating di Uvet, di cui fa parte Settemari, perché non risultano bilanci depositati negli ultimi due anni) si evidenzia infatti un andamento altalenante, che alterna brusche frenate ad accelerate, anche a tre cifre. È il caso, per esempio, di Boscolo Tours il cui fatturato è cresciuto del 118%, attestandosi a 20 milioni di euro, nonché di Futura Vacanze, che ha raddoppiato il proprio giro d’affari rispetto all’esercizio precedente passando da 23 milioni a 47 milioni. Brunetti, Futura Vacanze: "Il mercato aveva necessità di disponibilità in Italia" “Il 2020 è stato l’anno più difficile: il Covid è arrivato in maniera inaspettata e tutti ci siamo ritrovati a dover fronteggiare una situazione mai vissuta prima - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti -. Nel 2021 eravamo, nostro malgrado, più consapevoli. E con l’esperienza della stagione precedente si è potuto lavorare, seppur con tutte le difficoltà del caso, intervenendo al meglio a livello programmatico, organizzativo e commerciale. Importantissimo è stato tra l'altro il potenziamento del prodotto Sardegna, dove dal 2021 siamo presenti con quattro Futura Club. Ciò ha comportato importanti investimenti anche sul fronte trasporti con collegamenti e voli speciali a cadenza settimanale per l’intera stagione. Visto il perdurare della situazione sul fronte estero, il mercato aveva necessità di disponibilità in Italia e la domanda per la destinazione ha ampiamente soddisfatto le nostre aspettative. A questo possiamo aggiungere il nostro consolidamento in termini di brand e di fidelizzazione”. Polito, Imperatore Travel: decisivi gli investimenti in tecnologia Nel 2021 crescita inoltre, anche se “solo” a due cifre, per Nicolaus Tour (+44,6%) e per Imperatore Travel World (+58,7%). Pure in quest’ultimo caso gli investimenti sono stati premianti, come sottolinea Luigi Polito, ceo dell'operatore campano: “Abbiamo investito tantissimo in tecnologia, creando un sistema turistico integrato che non riguarda soltanto la vendita di hotel ma anche dei trasporti, con collegamenti diretti delle compagnie aeree, di navigazione e treni. Inoltre, la vendita è stata aperta anche ai mercati stranieri, che hanno reagito bene e molto velocemente, come nord Europa, America e Australia, in aggiunta al mercato domestico già molto desideroso di riprendere a viaggiare, Italia su Italia, da aprile. Il connubio sempre più stretto tra tecnologia e servizio è poi fondamentale per abbattere le distanze ma anche per facilitare e velocizzare in sicurezza il processo di scelta, prenotazione e consultazione”. Andando oltre la top ten e allargando lo sguardo al composito e atomizzato settore del tour operating italiano, sono pochi tuttavia gli operatori che si focalizzano sul mercato Italia, perché la maggior parte sono specializzati in outgoing e molti in lungo raggio. Quest’ultimo è stato il più penalizzato a causa dell’interdizione ai viaggi che vigeva l’anno scorso verso le destinazioni extra Schengen e che è stata solo parzialmente risolta dai corridoi turistici attivati solo verso fine 2021 e solo per pochi Paesi.     [post_title] => Ezhaya, Peci e Pambianco: il 2021 è stato il vero annus horribilis per i to [post_date] => 2022-10-05T11:45:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664970332000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431642 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con i Gnv Awards 2022 la compagnia Grandi Navi Veloci celebra una stagione di successo: i volumi sono aumentati del 46%, rispetto al 2021 e del 35% rispetto al 2019, che è stato l'anno migliore della storia dell'operatore. Il gruppo ringrazia quindi il settore trade, che ha garantito una crescita delle prenotazioni del 37%. La cerimonia di premiazione delle adv italiane, europee e maghrebine che hanno meglio performato nell’ambito del programma Élite Partner si è svolta a Genova, a bordo della motonave Rhapsody. Il riconoscimento, andato agli agenti di Monte Reit Viaggi e Turismo di Sondrio e Global Voyages di Nizza, è stato l’occasione per riprendere la tradizione degli incontri con la rete distributiva. Matteo Catani, amministratore delegato della compagnia, consapevole che le agenzie sono “un canale di sviluppo e di vendita fondamentale”, ha ricordato che «in questi anni non abbiamo mai smesso di investire. Oggi operiamo con 25 navi e abbiamo in costruzione ulteriori quattro unità che entreranno in servizio a partire dal 2024. È un incremento di capacità importante in un momento difficile, perché appena nel 2019 contavamo su una flotta di 16 navi; possiamo dire che stiamo operando con una capacità del 50% in più rispetto al periodo pre-pandemico, con un rafforzamento dei segmenti business e passeggeri». Note positive sostenute con entusiasmo anche da Matteo Della Valle, passengers sales & marketing staff director del gruppo. Tante le novità all’avvicinarsi di una data importante: nel 2023 ricorreranno infatti i 30 anni di Gnv, i 15 anni del Marocco e i 20 della Tunisia. Ringraziando il trade, «vero protagonista dei Gnv Awards 2022, perché capace di captare la domanda primaria», Della Valle ha presentato la crescita dell'operatore sulle diverse destinazioni del Mediterraneo e le nuove strategie rivolte alle famiglie con bambini: «Abbiamo migliorato l’offerta e inserito proposte ad hoc in ogni punto di ristorazione. Abbiamo accresciuto il numero delle cabine per gli animali domestici in tutta la flotta, introdotto con grande successo il camping on board, che consente ai proprietari dei mezzi di trasporto di non allontanarsi da essi, e apportato diverse migliorie, coinvolgendo anche gli adolescenti, che saranno i viaggiatori di domani. Abbiamo anche creato delle strutture dedicate al trade che saranno il primo punto di riferimento per tutte le domande delle adv. Le Élite, che sono le nostre agenzie di viaggio più performanti, hanno ora un key account manager dedicato, disponibile 24/7, pronto a risolvere qualsiasi problematica. La sfida del 2023 sarà migliorare i numeri di quest’anno! Tra le novità in cantiere, possibili perché abbiamo alle spalle Msc, un'azienda veramente forte che crede in noi, il nuovo reservation system, che verrà rilasciato alla fine del primo semestre del 2023». [post_title] => Gnv celebra un anno di crescita con le adv. In arrivo 4 nuove navi [post_date] => 2022-10-05T10:29:36+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664965776000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431661 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_393341" align="alignleft" width="300"] Andrea Cani[/caption] Il gruppo Kkm esce da un'ottima estate che, nonostante le difficoltà organizzative legate al traffico aereo, ha visto la compagnia tornare a registrare volumi di vendita sui livelli del 2019. Una performance, spiega Andrea Cani, che ha permesso all'operatore di ripagare gli investimenti sostenuti a cavallo tra 2019 e 2020, per il rilancio del network EnjoyNet e l’apertura del tour operator in-house Enjoy Destinations. Ma proprio "gli eventi di questa estate - riprende il ceo della compagnia - mi spingono a esortare tutto il settore a cambiare il sistema e a rivedere i criteri legati alla selezione dei partner. Le agenzie di viaggio, i network e i tour operator dovrebbero limitare se non evitare di utilizzare vettori che non riconoscono gli intermediari e non tutelano il cliente, privilegiando altre compagnie più corrette nello sviluppo di relazioni commerciali proficue per entrambe le parti. In questo momento storico del turismo, l’intermediazione ha una grande occasione di rilancio: per riqualificare il suo ruolo agli occhi del consumatore deve però impegnarsi a livello di comparto, per trasmettere qualità e affidabilità rispetto alle sorti del viaggio fai-da-te. Aggiungo che è necessario fare quadrato contro tutte le forme di abusivismo per evitare di leggere ancora notizie di clienti truffati da agenzie e tour operator non in regola con tutte le coperture necessarie a tutela dei viaggiatori”. A fronte di un’estate migliore delle aspettative, il futuro è denso di novità, a cominciare da Kkm Experiences, contenitore di nuove proposte create internamente da Kkm Group, attraverso contrattualizzazioni dirette per la clientela italiana, leisure e mice. Oltre ai classici appuntamenti del Gp di Formula 1, che proseguiranno fino al Gp di Abu Dhabi del 20 novembre, entrano in programmazione la Champions League, il Sei nazioni di rugby e il Super Bowl del 12 febbraio in Arizona. Da segnalare anche un accordo con la squadra Nba degli Orlando Magic: oltre ad assistere ai match di pallacanestro, gli appassionati potranno incontrare gli atleti e allenarsi sul campo con loro o, in ottica di team-building, creare la propria partita contro le vecchie glorie della squadra. Lo stesso format sarà disponibile con i New York Yankees, iconico brand della Major League Baseball (Mlb). Kkm sarà presente anche alla prossima fiera di Rimini, in programma dal 12 al 14 di ottobre: “Stiamo finalizzando molti progetti – spiega il ceo della compagnia, Andrea Cani – anche sul fronte tecnologico e della distribuzione. A Rimini saremo tra i primi a entrare nel Metaverso e proporremo nuove opportunità anche sul fronte commerciale con Touchpoint. Il nostro obiettivo non sarà mai la vendita diretta: mettiamo a fattore comune i punti di forza di tutti i partner per il bene e la crescita del gruppo e ci impegniamo a lavorare in un’ottica di lead generation a favore delle agenzie. La nostra è una formula di sviluppo orizzontale, fortemente orientata ai valori del modello familiare da cui siamo partiti, che rifugge dalle impostazioni gerarchiche tipiche delle grandi aggregazioni”. [post_title] => Cani, Kkm: si dovrebbe evitare di utilizzare i vettori che non riconoscono gli intermediari [post_date] => 2022-10-05T10:17:15+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664965035000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431643 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Blue Air ha rimandato la ripresa dei voli programmata per il 10 ottobre. La compagnia aerea aveva sospeso i voli lo scorso 6 settembre, dopo aver accusato il Ministero dell'Ambiente di aver bloccato l'accesso ai suoi conti bancari. Nella nota ufficiale in cui annuncia che i voli non ripartiranno il 10 ottobre, la low cost rumena spiega che sta lavorando "al meglio per riprendere le operazioni di volo (...) A tal fine, Blue Air sta attualmente discutendo con potenziali investitori, finanziatori e il governo rumeno per ristrutturare il suo profilo di capitale in modo da poter riprendere le operazioni aeree". Grave incertezza per i passeggeri: sarebbero infatti già stati venduti circa 16.000 biglietti per voli previsti tra il 10 ottobre 2022 e il 30 ottobre 2023. [post_title] => Blue Air resta a terra: posticipata la ripresa dei voli prevista per il 10 ottobre [post_date] => 2022-10-05T08:50:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664959831000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431616 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431617" align="alignleft" width="300"] Elena Muntoni, brand manager di Delphina[/caption] Migliore gruppo alberghiero indipendente green d’ Europa, migliore gruppo alberghiero italiano, migliore green resort d’Europa e d'Italia al Resort Valle dell’Erica, migliore beach resort d'Italia al resort & spa Le Dune di Badesi: Delphina Hotels & Resorts vince cinque riconoscimenti ai World Travel Awards 2022, gli "Oscar del turismo mondiale". L'organizzazione dei World Travel Awards ha premiato Delphina hotels & resorts come il gruppo alberghiero indipendente più green d’Europa e il Resort Valle dell’Erica è stato riconfermato “Europes’s Leading Green Resort” e “ Italy’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa e d’Italia nel 2022. Una vittoria che riconferma i successi ottenuti già nel 2021, a partire dal titolo di “Italy's Leading Hotel Group 2022”, migliore gruppo alberghiero italiano, assegnato a Delphina hotels & resorts per il terzo anno consecutivo. Ed il gruppo alberghiero sardo potrebbe rientrare nella rosa dei possibili vincitori a livello mondiale per essere riconfermato come World’s Leading Green Independent Hotel Group, migliore gruppo alberghiero indipendente green al mondo, premio che sarà reso noto a Novembre. «Questi riconoscimenti- dichiara Elena Muntoni, brand manager Delphina- ci riempiono di orgoglio e sono la prova che la strada intrapresa 30 anni fa si è dimostrata visionaria e giusta, continuiamo a seguirla con sempre più importanti azioni volte alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente e della natura che ci accoglie. Ringraziamo i nostri sostenitori che con entusiasmo hanno premiato le nostre azioni e la nostra filosofia green che fin dall'inizio si è basata su sostenibilità, amore per la natura e quel tocco locale e familiare che cerchiamo continuamente di trasmettere».Un progetto che nasce dalla natura e confluisce nella missione aziendale di Delphina: offrire ospitalità mediterranea autentica in luoghi unici con 12 hotel 5 stelle, 4 stelle superior e 4 stelle, residence esclusivi, 6 SPA e prestigiose ville tutte immerse in verdi parchi mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l'Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara, nelle località di Cannigione, Palau, Santa Teresa Gallura, Isola Rossa e Badesi. La catena alberghiera sarda ha da anni adottato politiche di crescita sostenibile nei confronti dell'ambiente e del territorio ed è in prima linea nel sostegno dell’economia locale. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio “We are green®”, creato e registrato da Delphina per rappresentare il suo amore per la natura. E dal 2018 l'azienda è entrata nella "Lounge" di Intesa San Paolo di Elite, il progetto di Borsa Italiana- Gruppo Euronext per le imprese ad alto potenziale realizzato in collaborazione con Confindustria.Premiato anche il Resort Valle dell’Erica, eletto per la quarta volta “Europe’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa a cui si aggiunge la riconferma per la terza volta a livello nazionale come “Italy's Leading Green Resort”. «La natura unica della Sardegna è la nostra risorsa primaria ed è sempre stata al centro dei nostri progetti. - continua Muntoni – Vincere per quattro anni consecutivi questo titolo e essere stati premiati come migliore gruppo alberghiero indipendente green d’Europa è la prova che siamo sulla giusta strada. È il segnale di come sia possibile fare impresa rispettando e valorizzando i territori. E fin dagli inizi abbiamo fatto sì che ogni singolo edificio si inserisse armoniosamente nel paesaggio circostante, vicino alla natura e alle tradizioni di questa terra».   Un grande traguardo per l'elegante resort dall’anima green a pochi minuti da Santa Teresa Gallura, pensato per offrire una vacanza 5 stelle in libertà. Una location esclusiva nel Mediterraneo immersa in 28 ettari di parco, tra arbusti ed essenze mediterranee, affacciata sugli Arcipelaghi di La Maddalena e del sud della Corsica davanti a 1400 metri di costa incontaminata e spiagge da sogno di sabbia bianca. Come tutte le strutture Delphina, il Valle dell’Erica utilizza solo energia 100% verde proveniente da fonti rinnovabili, ha adottato importanti politiche plastic free e sostiene una cucina sana e locale basata su ingredienti genuini e preferibilmente a km 0. Il riconoscimento come migliore gruppo alberghiero indipendente green in Europa per Delphina e come migliore green resort d’Europa e d’Italia per il Resort Valle dell’Erica si aggiunge a un altro riconoscimento internazionale, The Norns Awards, che ha assegnato il premio speciale ad Elena Muntoni, Brand Manager di Delphina hotels & resorts per l’impegno concreto nel preservare la natura unica della Sardegna e averne fatto una risorsa primaria per offrire una vacanza sempre più ecosostenibile, alla scoperta delle tradizioni e della cucina genuina dell’isola, nel rispetto del protocollo “We are green” Riconferma per il terzo anno consecutivo anche per il Resort & SPA Le Dune di Badesi, rieletto Italy's Leading Beach Resort 2022, migliore beach resort d'Italia. Immerso in un parco di 280.000 metri quadrati tra dune di sabbia, ginepri e profumata macchia mediterranea, questo paradiso delle famiglie è una vera oasi naturale con 5 hotel, 10 ristoranti, un'elegante SPA, numerose attività gratuite per il tempo libero e servizi per praticare sport acquatici. «Questo premio - conclude Muntoni - ci riempie di orgoglio e ci ispira a fare sempre meglio. A rendere unica la nostra offerta la bellezza della spiaggia di Li Junchi Bandiera Blu anche quest’anno. Lunga 8 chilometri e proprio di fronte al resort, è molto amata dagli ospiti che possono fare lunghe passeggiate su zone quasi deserte e, grazie al centro nautico, praticare diversi sport acquatici: canoa, corsi di vela con catamarani, windsurf e kitesurf. Le dune di sabbia dietro la spiaggia hanno una vegetazione affascinante con ginepri, rose marine e altre essenze, mentre il panorama spazia dall’isolotto di Isola Rossa all'Asinara.  E' aperta alle visite di adulti e bambini anche una fattoria di cinque ettari con orto, frutteto, vigneto e uliveto per conoscere le piante tipiche e ampliare la produzione a km 0 del resort. Il Resort Valle dell’Erica e il Resort Le Dune, come le altre strutture della collezione Delphina, sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile».   [post_title] => Delphina hotels & resorts: migliore gruppo alberghiero indipendente green d'Europa [post_date] => 2022-10-04T15:07:27+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664896047000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431612 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Il load factor delle navi con partenza dalla Penisola ha sfiorato finora il 100%. Per il mercato tricolore, il 2022 si chiuderà probabilmente con numeri persino superiori al 2019". Gianni Rotondo parla dell'estate magica dell'Italia per Royal Caribbean International. Molti i fattori a spiegare il successo della proposta Rcl secondo il general manager Emea region – international representatives offices. Tra questi, senz'altro, le due navi di ultima di generazione Wonder e Odyssey of the Seas basate a Roma (Civitavecchia). Ma anche il porto in esclusiva nell’Adriatico (Ravenna) e una nuova squadra commerciale e di pubbliche relazioni dedicata, nonché la predisposizione di servizi maggiormente allineati alle necessità dei passeggeri tricolori, tra i quali l’assistente che parla italiano sulle navi. "Tra gli altri elementi decisivi e in parte inaspettati - prosegue Rotondo - c’è stata anche la possibilità di beneficiare della disponibilità di cabine a ridosso dell’estate. Una sfida, certo, perché sottolinea la tendenza last minute della domanda, ma anche un’opportunità per un bacino come quello italiano, meno avvezzo degli altri all’advance booking spinto. E la Penisola ha fortunatamente risposto bene, contribuendo sensibilmente a vendere l’intera nostra capacità disponibile". Per l’inverno in arrivo, Rcl punta quindi ora, come vuole tradizione, sul prodotto Caraibi: "Saranno disponibili molte navi di classe Oasis, che offriranno una grande varietà di itinerari – conclude Rotondo -. E poi c’è la nostra isola privata, Perfect Day at Cococay, dal fortissimo appeal per le famiglie. Attraverso il nostro partner Executive Cruises, stiamo quindi lanciando un prodotto air and cruise, per facilitare la vendita dei prodotti intercontinentali".   [post_title] => Rotondo, Rcl: per il mercato italiano è stata un'estate magica [post_date] => 2022-10-04T12:45:01+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664887501000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431593 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_364415" align="alignleft" width="200"] Harry Sommer[/caption] A partire da oggi non sarà più necessario presentare test, indossare mascherine o essere vaccinati per salire a bordo delle navi Norwegian Cruise Line. La compagnia ha infatti aggiornato i protocolli globali su sicurezza e salute, alla luce dei progressi significativi nel contrasto alla pandemia, allineandoli a quelli di molte altre organizzazioni di viaggio a livello mondiale. “La salute e la sicurezza sono sempre la nostra prima priorità - sottolinea Harry Sommer, presidente e ceo di Ncl -. Molti viaggiatori hanno aspettato pazientemente di fare la loro tanto attesa vacanza in mare e non vediamo l'ora di festeggiare il loro ritorno". Con l'allentamento dei protocolli, la compagnia continuerà comunque a seguire le linee guida di viaggio richieste dalle destinazioni visitate dalle proprie navi. Per conoscere i requisiti specifici per paese, i viaggiatori possono consultare www.ncl.com/travel-requirements-by-country. Gli ospiti hanno inoltre la possibilità di fare riferimento a www.ncl.com/freestyle-cruise/cruise-travel-documents per ulteriori informazioni sulla documentazione di viaggio richiesta. [post_title] => Ncl: basta test, mascherine e obbligo di vaccinazione per salire a bordo [post_date] => 2022-10-04T11:55:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664884557000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "assoviaggi punta sullincoming si parte lazio monti lepini slow food travel" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":97,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1238,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431783","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un bilancio dell’anno positivo, anche se i numeri non sono ancora tornati a quelli del 2019. È quanto afferma Originaltour. “Alcune delle nostre destinazioni hanno riaperto soltanto ad anno già iniziato e nonostante una buona domanda e una altrettanto soddisfacente vendita, non siamo ancora ai livelli pre-pandemia - commenta Loredana Arcangeli, direttore generale del to -. Abbiamo venduto numerosi itinerari in Oman, abbinati alle isole dell’oceano Indiano, in particolare Seychelles e Maldive, soprattutto nel caso dei viaggi di nozze che, come prevedevamo, sono ripresi alla grande. L’Oman, che programmiamo da oltre trent’anni, continua a essere richiesto soprattutto per i sit in coach con piccoli gruppi. Relativamente alla fascia alta, sono molto gettonati gli itinerari della nostra linea Tour Avventura, che prevedono di visitare il paese in modo differente, scoprendo località insolite e con pernottamenti in campi mobili”.\r\n\r\nBuoni risultati anche per la Malesia che ha decisamente ripreso soprattutto in versione mare con molte richieste, sempre di viaggi di nozze, per l’eco-isola di Lankayan, nel mare di Sulu, a nord del Borneo Malese, che offre un ambiente intatto ed è da poco parco marino protetto, con una sola struttura, il Lankayan Dive, 24 chalet tutti realizzati con materiali naturali.\r\n\r\n“L’estate è stata caratterizzata dai cambiamenti e dagli annullamenti dei voli che hanno causato disagi se non veri e propri problemi alla nostra clientela e in molti casi ci siamo fatti carico anche di pagare gli hotel ai clienti anche se questo sarebbe stato compito delle compagnie aree, che spesso non sono intervenute - prosegue Loredana Arcangeli -. Una situazione spiacevole che è stata vissuta anche da altri colleghi tour operator. Adesso i problemi sono il rapporto euro-dollaro che ci penalizza con un cambio sfavorevole e l’aumento dei costi dei voli dovuto alla crisi energetica. Attualmente non stiamo ricorrendo ad adeguamenti prezzi e nemmeno a blocco a pagamento del prezzo del viaggio”.\r\n\r\nIn estate, l’operatore ha già inserito online sul suo sito le proposte per le festività di Natale e Capodanno. Per l’Oman, partenze tra il 26 e il 30 dicembre per chi desidera festeggiare l’anno nuovo nel paese, con itinerari a bordo di fuoristrada, capodanno nel deserto ospiti di campi tendati, cenone compreso. Per queste speciali partenze sono inclusi anche i voli da Milano Malpensa con Oman Air. Quote a partire da 2.790 euro. Online anche il tour per trascorrere il Capodanno in Vietnam, con un itinerario che tocca tutte le principali località, Hanoi, Ho Chi Minh, Halong Bay, Lang Co, Da Nang e il delta del Mekong. Si parte da Milano Malpensa il 30 dicembre con volo Korean Airways e rientro l’8 gennaio; la quota parte da 2.490 euro, con trattamento di pensione completa, guida locale in italiano.","post_title":"Originaltour chiude una buona estate e si prepara all'inverno senza adeguamenti carburante","post_date":"2022-10-06T10:59:02+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665053942000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431675","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A partire da Ottobre 2022 Villa Gelsomino riserva ai propri ospiti l’opportunità di rendere ancora più unico e indimenticabile il proprio soggiorno sulle colline di Santa Margherita Ligure. Sarà, infatti, possibile prenotare, in abbinamento a una delle suite, il percorso di degustazione “Delicious dinner” che prevede una cena servita nella suggestiva location del patio o del salone nobile della Villa.\r\n\r\nGodendosi uno dei panorami più romantici della riviera italiana — il borgo di Portofino e il suo golfo — gli ospiti potranno gustare una cena a cura del rinomato ristorante di Rapallo “Rocco e i suoi fratelli”. In base alle proprie preferenze, sarà possibile scegliere tra due opzioni di menu — mare o monti — che prevedono rivisitazioni in chiave gourmet dei piatti tipici della tradizione Italiana e un’accurata selezione di vini ad accompagnare ogni piatto.\r\n\r\nVilla Gelsomino ha mantenuto immutato nel tempo il fascino liberty di fine XVIII secolo, offrendo oggi ai propri clienti un soggiorno immerso nella tranquillità delle colline di Santa Margherita e il lusso della modernità. Le 5 suite vista mare, caratterizzate da affreschi originali e pavimenti in graniglia genovese, rappresentano un omaggio alle più affascinanti località della riviera ligure: San Fruttuoso, Camogli, Portofino, Cinque Terre e Portovenere.\r\n\r\nDa sempre attento alla cura per i dettagli e alle esigenze dei clienti, fin dalla sua nascita il boutique hotel ha scelto di agire concretamente per la tutela dell’ambiente e di proporre uno stile di vita ecosostenibile. Per questo motivo, Villa Gelsomino utilizza energia green al 100% ed è plastic free.\r\n\r\n ","post_title":"Villa Gelsomino, il percorso Delicious Dinner per cenare in un contesto da favola","post_date":"2022-10-05T12:08:58+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1664971738000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431667","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il 2021 è stato il vero annus horribilis dell'industria dei viaggi organizzati. Anche peggio del 2020. Lo dicono i dati di una ricerca Pambianco (i cui risultati sono riproposti più sotto, ndr) e lo rimarcano due protagonisti del comparto come il presidente Astoi, Pier Ezhaya, e il direttore commerciale Quality Group, Marco Peci: “Il 2021, salvo qualche fiammata estiva prettamente per l’ Italia, è stato un anno terribile per i bilanci dei tour operator. Anche peggiore del 2020, quando almeno gennaio e febbraio si erano salvati - sottolinea infatti Ezhaya -. Fortunatamente dalla sua coda e cioè da novembre, si è iniziato a percorrere il protocollo corridoi turistici ed è iniziato qualche movimento anche verso l’estero. L’anno di ripartenza per il settore è stato questo, il 2022”.\r\n\r\n“Il 2021 è stato l’anno più difficile per i flussi turistici degli operatori che operano sul medio e lungo raggio - gli fa quindi eco Peci -. Nel 2020 infatti gli operatori hanno potuto beneficiare dei volumi generati dai flussi turistici dei primi mesi dell’anno, in quanto la pandemia non era ancora iniziata, le frontiere erano aperte e si stava vivendo un momento di grande crescita del settore. Il 2022 è l’anno in cui anche il turismo di medio e lungo raggio sta tornando a generare numeri interessanti”.\r\nFatturati in picchiata anche nel 2021: -25%. Bene solo chi opera sul mercato domestico\r\nE a supportare le opinioni di Ezhaya e Peci ci sono, come si accennava, anche i numeri concreti: sebbene il 2021 non abbia fatto mancare qualche timido segnale positivo, nel complesso i fatturati dei dieci principali tour operator italiani sono infatti scesi ulteriormente del 25% rispetto all'anno precedente, che a sua volta aveva registrato un tracollo del 69% in confronto all'era pre-Covid (2019). A rivelarlo, un'analisi comparata condotta da Pambianco sul giro d'affari dei più grossi operatori italiani dell'industria dei viaggi organizzati.\r\n\r\nGuardando il bicchiere mezzo pieno, va comunque detto che l'anno scorso alcune società sono riuscite a performare meglio rispetto al 2020 e e a chiudere con valori positivi. \r\n\r\nSono state in particolare premiate soprattutto le realtà che lavorano sul mercato domestico. Analizzando il ranking (dove non è stata riportata la divisione tour operating di Uvet, di cui fa parte Settemari, perché non risultano bilanci depositati negli ultimi due anni) si evidenzia infatti un andamento altalenante, che alterna brusche frenate ad accelerate, anche a tre cifre. È il caso, per esempio, di Boscolo Tours il cui fatturato è cresciuto del 118%, attestandosi a 20 milioni di euro, nonché di Futura Vacanze, che ha raddoppiato il proprio giro d’affari rispetto all’esercizio precedente passando da 23 milioni a 47 milioni.\r\nBrunetti, Futura Vacanze: \"Il mercato aveva necessità di disponibilità in Italia\"\r\n“Il 2020 è stato l’anno più difficile: il Covid è arrivato in maniera inaspettata e tutti ci siamo ritrovati a dover fronteggiare una situazione mai vissuta prima - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti -. Nel 2021 eravamo, nostro malgrado, più consapevoli. E con l’esperienza della stagione precedente si è potuto lavorare, seppur con tutte le difficoltà del caso, intervenendo al meglio a livello programmatico, organizzativo e commerciale. Importantissimo è stato tra l'altro il potenziamento del prodotto Sardegna, dove dal 2021 siamo presenti con quattro Futura Club. Ciò ha comportato importanti investimenti anche sul fronte trasporti con collegamenti e voli speciali a cadenza settimanale per l’intera stagione. Visto il perdurare della situazione sul fronte estero, il mercato aveva necessità di disponibilità in Italia e la domanda per la destinazione ha ampiamente soddisfatto le nostre aspettative. A questo possiamo aggiungere il nostro consolidamento in termini di brand e di fidelizzazione”.\r\nPolito, Imperatore Travel: decisivi gli investimenti in tecnologia\r\nNel 2021 crescita inoltre, anche se “solo” a due cifre, per Nicolaus Tour (+44,6%) e per Imperatore Travel World (+58,7%). Pure in quest’ultimo caso gli investimenti sono stati premianti, come sottolinea Luigi Polito, ceo dell'operatore campano: “Abbiamo investito tantissimo in tecnologia, creando un sistema turistico integrato che non riguarda soltanto la vendita di hotel ma anche dei trasporti, con collegamenti diretti delle compagnie aeree, di navigazione e treni. Inoltre, la vendita è stata aperta anche ai mercati stranieri, che hanno reagito bene e molto velocemente, come nord Europa, America e Australia, in aggiunta al mercato domestico già molto desideroso di riprendere a viaggiare, Italia su Italia, da aprile. Il connubio sempre più stretto tra tecnologia e servizio è poi fondamentale per abbattere le distanze ma anche per facilitare e velocizzare in sicurezza il processo di scelta, prenotazione e consultazione”.\r\n\r\nAndando oltre la top ten e allargando lo sguardo al composito e atomizzato settore del tour operating italiano, sono pochi tuttavia gli operatori che si focalizzano sul mercato Italia, perché la maggior parte sono specializzati in outgoing e molti in lungo raggio. Quest’ultimo è stato il più penalizzato a causa dell’interdizione ai viaggi che vigeva l’anno scorso verso le destinazioni extra Schengen e che è stata solo parzialmente risolta dai corridoi turistici attivati solo verso fine 2021 e solo per pochi Paesi.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Ezhaya, Peci e Pambianco: il 2021 è stato il vero annus horribilis per i to","post_date":"2022-10-05T11:45:32+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza","topnews"],"post_tag_name":["In evidenza","Top News"]},"sort":[1664970332000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431642","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con i Gnv Awards 2022 la compagnia Grandi Navi Veloci celebra una stagione di successo: i volumi sono aumentati del 46%, rispetto al 2021 e del 35% rispetto al 2019, che è stato l'anno migliore della storia dell'operatore. Il gruppo ringrazia quindi il settore trade, che ha garantito una crescita delle prenotazioni del 37%. La cerimonia di premiazione delle adv italiane, europee e maghrebine che hanno meglio performato nell’ambito del programma Élite Partner si è svolta a Genova, a bordo della motonave Rhapsody. Il riconoscimento, andato agli agenti di Monte Reit Viaggi e Turismo di Sondrio e Global Voyages di Nizza, è stato l’occasione per riprendere la tradizione degli incontri con la rete distributiva.\r\n\r\nMatteo Catani, amministratore delegato della compagnia, consapevole che le agenzie sono “un canale di sviluppo e di vendita fondamentale”, ha ricordato che «in questi anni non abbiamo mai smesso di investire. Oggi operiamo con 25 navi e abbiamo in costruzione ulteriori quattro unità che entreranno in servizio a partire dal 2024. È un incremento di capacità importante in un momento difficile, perché appena nel 2019 contavamo su una flotta di 16 navi; possiamo dire che stiamo operando con una capacità del 50% in più rispetto al periodo pre-pandemico, con un rafforzamento dei segmenti business e passeggeri».\r\n\r\nNote positive sostenute con entusiasmo anche da Matteo Della Valle, passengers sales & marketing staff director del gruppo. Tante le novità all’avvicinarsi di una data importante: nel 2023 ricorreranno infatti i 30 anni di Gnv, i 15 anni del Marocco e i 20 della Tunisia. Ringraziando il trade, «vero protagonista dei Gnv Awards 2022, perché capace di captare la domanda primaria», Della Valle ha presentato la crescita dell'operatore sulle diverse destinazioni del Mediterraneo e le nuove strategie rivolte alle famiglie con bambini: «Abbiamo migliorato l’offerta e inserito proposte ad hoc in ogni punto di ristorazione. Abbiamo accresciuto il numero delle cabine per gli animali domestici in tutta la flotta, introdotto con grande successo il camping on board, che consente ai proprietari dei mezzi di trasporto di non allontanarsi da essi, e apportato diverse migliorie, coinvolgendo anche gli adolescenti, che saranno i viaggiatori di domani. Abbiamo anche creato delle strutture dedicate al trade che saranno il primo punto di riferimento per tutte le domande delle adv. Le Élite, che sono le nostre agenzie di viaggio più performanti, hanno ora un key account manager dedicato, disponibile 24/7, pronto a risolvere qualsiasi problematica. La sfida del 2023 sarà migliorare i numeri di quest’anno! Tra le novità in cantiere, possibili perché abbiamo alle spalle Msc, un'azienda veramente forte che crede in noi, il nuovo reservation system, che verrà rilasciato alla fine del primo semestre del 2023».","post_title":"Gnv celebra un anno di crescita con le adv. In arrivo 4 nuove navi","post_date":"2022-10-05T10:29:36+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664965776000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431661","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_393341\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Andrea Cani[/caption]\r\n\r\nIl gruppo Kkm esce da un'ottima estate che, nonostante le difficoltà organizzative legate al traffico aereo, ha visto la compagnia tornare a registrare volumi di vendita sui livelli del 2019. Una performance, spiega Andrea Cani, che ha permesso all'operatore di ripagare gli investimenti sostenuti a cavallo tra 2019 e 2020, per il rilancio del network EnjoyNet e l’apertura del tour operator in-house Enjoy Destinations. Ma proprio \"gli eventi di questa estate - riprende il ceo della compagnia - mi spingono a esortare tutto il settore a cambiare il sistema e a rivedere i criteri legati alla selezione dei partner. Le agenzie di viaggio, i network e i tour operator dovrebbero limitare se non evitare di utilizzare vettori che non riconoscono gli intermediari e non tutelano il cliente, privilegiando altre compagnie più corrette nello sviluppo di relazioni commerciali proficue per entrambe le parti. In questo momento storico del turismo, l’intermediazione ha una grande occasione di rilancio: per riqualificare il suo ruolo agli occhi del consumatore deve però impegnarsi a livello di comparto, per trasmettere qualità e affidabilità rispetto alle sorti del viaggio fai-da-te. Aggiungo che è necessario fare quadrato contro tutte le forme di abusivismo per evitare di leggere ancora notizie di clienti truffati da agenzie e tour operator non in regola con tutte le coperture necessarie a tutela dei viaggiatori”.\r\n\r\nA fronte di un’estate migliore delle aspettative, il futuro è denso di novità, a cominciare da Kkm Experiences, contenitore di nuove proposte create internamente da Kkm Group, attraverso contrattualizzazioni dirette per la clientela italiana, leisure e mice. Oltre ai classici appuntamenti del Gp di Formula 1, che proseguiranno fino al Gp di Abu Dhabi del 20 novembre, entrano in programmazione la Champions League, il Sei nazioni di rugby e il Super Bowl del 12 febbraio in Arizona. Da segnalare anche un accordo con la squadra Nba degli Orlando Magic: oltre ad assistere ai match di pallacanestro, gli appassionati potranno incontrare gli atleti e allenarsi sul campo con loro o, in ottica di team-building, creare la propria partita contro le vecchie glorie della squadra. Lo stesso format sarà disponibile con i New York Yankees, iconico brand della Major League Baseball (Mlb).\r\n\r\nKkm sarà presente anche alla prossima fiera di Rimini, in programma dal 12 al 14 di ottobre: “Stiamo finalizzando molti progetti – spiega il ceo della compagnia, Andrea Cani – anche sul fronte tecnologico e della distribuzione. A Rimini saremo tra i primi a entrare nel Metaverso e proporremo nuove opportunità anche sul fronte commerciale con Touchpoint. Il nostro obiettivo non sarà mai la vendita diretta: mettiamo a fattore comune i punti di forza di tutti i partner per il bene e la crescita del gruppo e ci impegniamo a lavorare in un’ottica di lead generation a favore delle agenzie. La nostra è una formula di sviluppo orizzontale, fortemente orientata ai valori del modello familiare da cui siamo partiti, che rifugge dalle impostazioni gerarchiche tipiche delle grandi aggregazioni”.","post_title":"Cani, Kkm: si dovrebbe evitare di utilizzare i vettori che non riconoscono gli intermediari","post_date":"2022-10-05T10:17:15+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1664965035000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431643","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Blue Air ha rimandato la ripresa dei voli programmata per il 10 ottobre. La compagnia aerea aveva sospeso i voli lo scorso 6 settembre, dopo aver accusato il Ministero dell'Ambiente di aver bloccato l'accesso ai suoi conti bancari.\r\n\r\nNella nota ufficiale in cui annuncia che i voli non ripartiranno il 10 ottobre, la low cost rumena spiega che sta lavorando \"al meglio per riprendere le operazioni di volo (...) A tal fine, Blue Air sta attualmente discutendo con potenziali investitori, finanziatori e il governo rumeno per ristrutturare il suo profilo di capitale in modo da poter riprendere le operazioni aeree\".\r\n\r\nGrave incertezza per i passeggeri: sarebbero infatti già stati venduti circa 16.000 biglietti per voli previsti tra il 10 ottobre 2022 e il 30 ottobre 2023.","post_title":"Blue Air resta a terra: posticipata la ripresa dei voli prevista per il 10 ottobre","post_date":"2022-10-05T08:50:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664959831000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431616","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n[caption id=\"attachment_431617\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elena Muntoni, brand manager di Delphina[/caption]\r\n\r\n\r\nMigliore gruppo alberghiero indipendente green d’ Europa, migliore gruppo alberghiero italiano, migliore green resort d’Europa e d'Italia al Resort Valle dell’Erica, migliore beach resort d'Italia al resort & spa Le Dune di Badesi: Delphina Hotels & Resorts vince cinque riconoscimenti ai World Travel Awards 2022, gli \"Oscar del turismo mondiale\".\r\n\r\nL'organizzazione dei World Travel Awards ha premiato Delphina hotels & resorts come il gruppo alberghiero indipendente più green d’Europa e il Resort Valle dell’Erica è stato riconfermato “Europes’s Leading Green Resort” e “ Italy’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa e d’Italia nel 2022.\r\nUna vittoria che riconferma i successi ottenuti già nel 2021, a partire dal titolo di “Italy's Leading Hotel Group 2022”, migliore gruppo alberghiero italiano, assegnato a Delphina hotels & resorts per il terzo anno consecutivo.\r\nEd il gruppo alberghiero sardo potrebbe rientrare nella rosa dei possibili vincitori a livello mondiale per essere riconfermato come World’s Leading Green Independent Hotel Group, migliore gruppo alberghiero indipendente green al mondo, premio che sarà reso noto a Novembre.\r\n\r\n«Questi riconoscimenti- dichiara Elena Muntoni, brand manager Delphina- ci riempiono di orgoglio e sono la prova che la strada intrapresa 30 anni fa si è dimostrata visionaria e giusta, continuiamo a seguirla con sempre più importanti azioni volte alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente e della natura che ci accoglie. Ringraziamo i nostri sostenitori che con entusiasmo hanno premiato le nostre azioni e la nostra filosofia green che fin dall'inizio si è basata su sostenibilità, amore per la natura e quel tocco locale e familiare che cerchiamo continuamente di trasmettere».Un progetto che nasce dalla natura e confluisce nella missione aziendale di Delphina: offrire ospitalità mediterranea autentica in luoghi unici con 12 hotel 5 stelle, 4 stelle superior e 4 stelle, residence esclusivi, 6 SPA e prestigiose ville tutte immerse in verdi parchi mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l'Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara, nelle località di Cannigione, Palau, Santa Teresa Gallura, Isola Rossa e Badesi. La catena alberghiera sarda ha da anni adottato politiche di crescita sostenibile nei confronti dell'ambiente e del territorio ed è in prima linea nel sostegno dell’economia locale. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio “We are green®”, creato e registrato da Delphina per rappresentare il suo amore per la natura.\r\n\r\nE dal 2018 l'azienda è entrata nella \"Lounge\" di Intesa San Paolo di Elite, il progetto di Borsa Italiana- Gruppo Euronext per le imprese ad alto potenziale realizzato in collaborazione con Confindustria.Premiato anche il Resort Valle dell’Erica, eletto per la quarta volta “Europe’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa a cui si aggiunge la riconferma per la terza volta a livello nazionale come “Italy's Leading Green Resort”.\r\n\r\n«La natura unica della Sardegna è la nostra risorsa primaria ed è sempre stata al centro dei nostri progetti. - continua Muntoni – Vincere per quattro anni consecutivi questo titolo e essere stati premiati come migliore gruppo alberghiero indipendente green d’Europa è la prova che siamo sulla giusta strada. È il segnale di come sia possibile fare impresa rispettando e valorizzando i territori. E fin dagli inizi abbiamo fatto sì che ogni singolo edificio si inserisse armoniosamente nel paesaggio circostante, vicino alla natura e alle tradizioni di questa terra».\r\n \r\nUn grande traguardo per l'elegante resort dall’anima green a pochi minuti da Santa Teresa Gallura, pensato per offrire una vacanza 5 stelle in libertà. Una location esclusiva nel Mediterraneo immersa in 28 ettari di parco, tra arbusti ed essenze mediterranee, affacciata sugli Arcipelaghi di La Maddalena e del sud della Corsica davanti a 1400 metri di costa incontaminata e spiagge da sogno di sabbia bianca. Come tutte le strutture Delphina, il Valle dell’Erica utilizza solo energia 100% verde proveniente da fonti rinnovabili, ha adottato importanti politiche plastic free e sostiene una cucina sana e locale basata su ingredienti genuini e preferibilmente a km 0.\r\n\r\nIl riconoscimento come migliore gruppo alberghiero indipendente green in Europa per Delphina e come migliore green resort d’Europa e d’Italia per il Resort Valle dell’Erica si aggiunge a un altro riconoscimento internazionale, The Norns Awards, che ha assegnato il premio speciale ad Elena Muntoni, Brand Manager di Delphina hotels & resorts per l’impegno concreto nel preservare la natura unica della Sardegna e averne fatto una risorsa primaria per offrire una vacanza sempre più ecosostenibile, alla scoperta delle tradizioni e della cucina genuina dell’isola, nel rispetto del protocollo “We are green”\r\nRiconferma per il terzo anno consecutivo anche per il Resort & SPA Le Dune di Badesi, rieletto Italy's Leading Beach Resort 2022, migliore beach resort d'Italia. Immerso in un parco di 280.000 metri quadrati tra dune di sabbia, ginepri e profumata macchia mediterranea, questo paradiso delle famiglie è una vera oasi naturale con 5 hotel, 10 ristoranti, un'elegante SPA, numerose attività gratuite per il tempo libero e servizi per praticare sport acquatici.\r\n\r\n«Questo premio - conclude Muntoni - ci riempie di orgoglio e ci ispira a fare sempre meglio. A rendere unica la nostra offerta la bellezza della spiaggia di Li Junchi Bandiera Blu anche quest’anno. Lunga 8 chilometri e proprio di fronte al resort, è molto amata dagli ospiti che possono fare lunghe passeggiate su zone quasi deserte e, grazie al centro nautico, praticare diversi sport acquatici: canoa, corsi di vela con catamarani, windsurf e kitesurf. Le dune di sabbia dietro la spiaggia hanno una vegetazione affascinante con ginepri, rose marine e altre essenze, mentre il panorama spazia dall’isolotto di Isola Rossa all'Asinara.  E' aperta alle visite di adulti e bambini anche una fattoria di cinque ettari con orto, frutteto, vigneto e uliveto per conoscere le piante tipiche e ampliare la produzione a km 0 del resort. Il Resort Valle dell’Erica e il Resort Le Dune, come le altre strutture della collezione Delphina, sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile».\r\n \r\n\r\n","post_title":"Delphina hotels & resorts: migliore gruppo alberghiero indipendente green d'Europa","post_date":"2022-10-04T15:07:27+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664896047000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431612","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Il load factor delle navi con partenza dalla Penisola ha sfiorato finora il 100%. Per il mercato tricolore, il 2022 si chiuderà probabilmente con numeri persino superiori al 2019\". Gianni Rotondo parla dell'estate magica dell'Italia per Royal Caribbean International. Molti i fattori a spiegare il successo della proposta Rcl secondo il general manager Emea region – international representatives offices. Tra questi, senz'altro, le due navi di ultima di generazione Wonder e Odyssey of the Seas basate a Roma (Civitavecchia). Ma anche il porto in esclusiva nell’Adriatico (Ravenna) e una nuova squadra commerciale e di pubbliche relazioni dedicata, nonché la predisposizione di servizi maggiormente allineati alle necessità dei passeggeri tricolori, tra i quali l’assistente che parla italiano sulle navi.\r\n\r\n\"Tra gli altri elementi decisivi e in parte inaspettati - prosegue Rotondo - c’è stata anche la possibilità di beneficiare della disponibilità di cabine a ridosso dell’estate. Una sfida, certo, perché sottolinea la tendenza last minute della domanda, ma anche un’opportunità per un bacino come quello italiano, meno avvezzo degli altri all’advance booking spinto. E la Penisola ha fortunatamente risposto bene, contribuendo sensibilmente a vendere l’intera nostra capacità disponibile\".\r\n\r\nPer l’inverno in arrivo, Rcl punta quindi ora, come vuole tradizione, sul prodotto Caraibi: \"Saranno disponibili molte navi di classe Oasis, che offriranno una grande varietà di itinerari – conclude Rotondo -. E poi c’è la nostra isola privata, Perfect Day at Cococay, dal fortissimo appeal per le famiglie. Attraverso il nostro partner Executive Cruises, stiamo quindi lanciando un prodotto air and cruise, per facilitare la vendita dei prodotti intercontinentali\".\r\n\r\n ","post_title":"Rotondo, Rcl: per il mercato italiano è stata un'estate magica","post_date":"2022-10-04T12:45:01+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664887501000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431593","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_364415\" align=\"alignleft\" width=\"200\"] Harry Sommer[/caption]\r\n\r\nA partire da oggi non sarà più necessario presentare test, indossare mascherine o essere vaccinati per salire a bordo delle navi Norwegian Cruise Line. La compagnia ha infatti aggiornato i protocolli globali su sicurezza e salute, alla luce dei progressi significativi nel contrasto alla pandemia, allineandoli a quelli di molte altre organizzazioni di viaggio a livello mondiale.\r\n\r\n“La salute e la sicurezza sono sempre la nostra prima priorità - sottolinea Harry Sommer, presidente e ceo di Ncl -. Molti viaggiatori hanno aspettato pazientemente di fare la loro tanto attesa vacanza in mare e non vediamo l'ora di festeggiare il loro ritorno\". Con l'allentamento dei protocolli, la compagnia continuerà comunque a seguire le linee guida di viaggio richieste dalle destinazioni visitate dalle proprie navi. Per conoscere i requisiti specifici per paese, i viaggiatori possono consultare www.ncl.com/travel-requirements-by-country. Gli ospiti hanno inoltre la possibilità di fare riferimento a www.ncl.com/freestyle-cruise/cruise-travel-documents per ulteriori informazioni sulla documentazione di viaggio richiesta.","post_title":"Ncl: basta test, mascherine e obbligo di vaccinazione per salire a bordo","post_date":"2022-10-04T11:55:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664884557000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti