23 February 2024

Araci Coimbra, TAP, nuovo presidente IBAR

[ 0 ]

Araci Coimbra, General Manager TAP Portugal in Italia e Grecia_2Da oggi il general managre Italia e Grecia di Tap , linee aeree portoghesi, Araci Coimbra è il nuovo president Ibar, l’associazione che raggruppa i rappresentati di oltre 100 vettori nazionali e internazionali che operano in Italia. Araci Coimbra subentra a Umberto Solimeno che ha guidato l’associazione dal 2012 ad oggi. «Sono sicura di interpretare i sentimenti dei membri del Comitato esecutivo e di tutti i manager associati all’Ibar rivolgendo un sincero ringraziamento a Umberto Solimeno per il grande impegno profuso a favore dell’associazione nel corso del suo lungo e non sempre facile periodo di presidenza – ha commentato la neo Presidente Ibar – Grazie al suo lavoro l’Ibar è oggi un organismo di rappresentanza molto più forte e autorevole”. In veste di Presidente Ibar, Araci Coimbra continuerà a tutelare gli interessi delle compagnie aeree che operano in Italia con particolare riferimento alle questioni aeroportuali e della filiera del trasporto aereo».
Laureata in economia, Araci Coimbra ha ricoperto numerosi ruoli manageriali presso Tap Portugal in diversi paesi europei. Nel 2012 è stata nominata general manager Tap Portugal in Italia e Grecia con base a Roma. Nello stesso anno è entrata a far parte del Comitato esecutivo Ibar in Italia, ruolo che aveva già ricoperto in Belgio nel locale Board of Airline Representatives.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462153 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Flydubai ha centrato una performance da record nel 2023, che le è valsa i migliori risultati di sempre a livello di profitti. La compagnia aerea ha registrato 3 miliardi di dollari di ricavi consolidati, con 572 milioni di dollari di utile annuale. Le attività di cassa finali, compresi i pagamenti anticipati per i futuri aeromobili, si sono attestate a 1,3 miliardi di dollari rispetto agli 1,1 miliardi di dollari dell'anno precedente. Il numero di passeggeri è cresciuto del 31% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 13,8 milioni, mentre il numero totale di partenze è aumentato del 24%, raggiungendo le 107.862 unità. Il costo del carburante è rimasto la spesa operativa più elevata, pari al 32% dei costi operativi totali annuali, a causa della forte impennata dei prezzi del carburante. "Nel suo 15° anno di attività, flydubai è emersa come uno dei principali attori dell'industria aeronautica degli Emirati Arabi Uniti e come uno dei principali contribuenti dell'economia di Dubai - ha commentato Ahmed bin Saeed Al Maktoum, presidente del vettore -. Il suo solido modello di business ha permesso al vettore di crescere in modo esponenziale anche in tempi difficili, raddoppiando la sua flotta operativa e ampliando il network dopo la pandemia". Il ceo, Ghaith Al Ghaith, ha sottolineato lo slancio di crescita sostenuto della compagnia, che ha superato i livelli precedenti alla pandemia per raggiungere l'anno più redditizio della sua storia. "Più di 108 milioni di passeggeri hanno scelto flydubai da quando il nostro primo volo è decollato nel 2009, dimostrando l'attrattiva della nostra offerta e della città che portiamo nel nostro nome". Il network conta un totale di 122 destinazioni in 52 Paesi mentre la flotta operativa include 84 aeromobili. La compagnia ha stipulato un accordo con Smartwings per la fornitura di sei aeromobili in wet lease per mitigare i ritardi di consegna e soddisfare l'aumento della domanda di viaggi, soprattutto nei periodi di punta. [post_title] => Flydubai incassa utili da record nel 2023: è il migliore anno di sempre della compagnia [post_date] => 2024-02-23T10:10:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708683001000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462109 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates aprirà i suoi primi voli sulla rotta Dubai-Bogotà il prossimo 3 giugno: come anticipato, la compagnia aerea è stata autorizzata a collegare la Colombia con gli Emirati Arabi Uniti: il nuovo servizio stabilirà anche un primo storico collegamento tra la regione del Medio Oriente e la parte settentrionale del continente sudamericano. L'ingresso di Emirates a Bogotà espanderà la sua rete sudamericana a quattro gateway, aggiungendosi ai suoi servizi di linea per San Paolo, Rio de Janeiro e Buenos Aires. L'ultima destinazione rafforzerà anche le operazioni della compagnia aerea nelle Americhe, servendo ora 19 punti tra Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Argentina e Colombia. I servizi giornalieri collegheranno Dubai e Bogotà via Miami - con un Boeing 777-300er - ed Emirates diventerà la prima compagnia aerea a offrire una serie di servizi premium sulla popolare rotta tra il sud della Florida e la Colombia. «Da tempo desideravamo servire la Colombia, e l'aggiunta di Bogotà al nostro network fa parte della nostra strategia per offrire una migliore connettività, ampliare le opzioni e la scelta per i viaggiatori e fornire esperienze premium senza uguali a terra e in volo - ha commentato Tim Clark, presidente di Emirates Airline -. Il lancio delle nostre operazioni giornaliere nella dinamica capitale della Colombia sottolinea anche il nostro profondo impegno verso il Sud America ed è destinato a favorire un aumento delle opportunità di viaggio d'affari e di piacere per i clienti. C'è un'enorme richiesta di viaggi da e per Bogotà e non vediamo l'ora che i clienti sperimentino i prodotti e i servizi firmati Emirates sui voli tra Bogotà e Dubai e tra Bogotà e Miami». [post_title] => Emirates conferma il debutto in Colombia: voli per Bogotà dal prossimo 3 giugno [post_date] => 2024-02-23T08:30:16+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708677016000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462003 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Abu Dhabi International Airport cambia nome e diventa Zayed International Airport, in onore del padre fondatore degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan. Il nuovo nome racchiude la ricchezza della cultura emiratina e del patrimonio arabo. Con il Terminal A, Zayed International Airport dispone di uno dei terminal più grandi al mondo in grado di accogliere fino a 45 milioni di passeggeri all’anno e di segnare una nuova era per i trasporti e le infrastrutture aeronautiche di Abu Dhabi e degli Emirati Arabi Uniti. Nei primi 60 giorni dalla piena operatività del Terminal A, lo scalo ha accolto 4,48 milioni di passeggeri con 1,21 milioni di arrivi, 1,22 milioni di partenze, 2 milioni di trasferimenti e oltre 24.000 voli. L'aeroporto ha proposto un network di 117 destinazioni nel dicembre 2023 con un aumento del 20% rispetto alle 100 città del 2022, grazie a una rete di compagnie aeree in rapida crescita composta da 28 vettori internazionali. Con strutture all'avanguardia a livello mondiale, tra cui la tecnologia biometrica per snellire il processo di screening e imbarco, 35.000 metri quadrati di spazio per la vendita al dettaglio e f&b e 163 punti vendita per i passeggeri per fare acquisti, cenare e divertirsi, il Terminal A pone l'esperienza dei passeggeri al centro delle operazioni. Dall'apertura del terminal nel novembre 2023 sono stati raggiunti numerosi traguardi operativi, tra cui la fornitura di un certo livello di servizio per i viaggiatori e l'attrazione di un gruppo crescente di compagnie aeree internazionali. Nel complesso, i risultati del traffico passeggeri di Abu Dhabi Airports per il 2023 mostrano un aumento significativo della domanda di passeggeri. Un totale di 22.935.316 passeggeri ha volato attraverso uno dei cinque aeroporti commerciali di Abu Dhabi tra il 1° gennaio e il 31 dicembre, per un aumento della domanda del 44,5% rispetto al 2022. Per il 2024 e oltre, Abu Dhabi Airports prevede un'ulteriore crescita del traffico passeggeri e merci, con l'offerta di aviazione potenziata di Zayed International Airport al centro di questa prospettiva positiva. «Zayed International Airport è la porta d’accesso alla condivisione di Abu Dhabi e il suo patrimonio con il mondo, accogliendo i viaggiatori all’insegna dei valori di connettività, innovazione e sostenibilità - ha sottolineato Elena Sorlini, managing director e ceo di Abu Dhabi Airports -. Grazie al lavoro e alla dedizione dei nostri dipendenti, dei nostri partner e di tutti coloro che sono stati coinvolti, il 2023 è stato un anno estremamente positivo per Abu Dhabi Airports. Sono particolarmente orgogliosa del fatto che, sin dalla sua apertura, le operazioni del Terminal A abbiano avuto un grande successo. Ai passeggeri viene offerta un’esperienza di viaggio autentica, inclusiva e continua radicata nel patrimonio culturale emiratino dell’ospitalità e alimentata da una tecnologia all’avanguardia». [gallery ids="462006,462007,462005"]   [post_title] => Abu Dhabi: lo scalo cambia nome e diventa Zayed International Airport [post_date] => 2024-02-22T09:15:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708593352000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461992 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461993" align="alignleft" width="202"] Carlo Montanaro[/caption] Carlo Montanaro è la più recente new entry nel team sales di Originaltour:  si occupa di promuovere la programmazione dell’operatore nelle agenzie di viaggi di Roma e del Lazio. Montanaro ha alle spalle una grande esperienza iniziata in Intersaga e proseguita per 14 anni in Pianeta Terra, nonché per altri 14 in Press Tours. Dopo una breve collaborazione con Alidays, oggi inizia una nuova sfida in casa Originaltour. “Mi occuperò di un’area che conosco molto bene, con agenzie di viaggi con le quali ho rapporti di lavoro decennali, e sulla quale è importante investire con un brand come quello di Originaltour, specializzato in destinazioni come Oman ed Emirati Arabi, Vietnam, Malesia e Uzbekistan”. Con l'arrivo di Montanaro, Originaltour continua a potenziare l’area commerciale dopo l’ingresso a fine 2023 di Andrea Gozzi, che si occupa della promozione dell’operatore per diverse aree nel Triveneto: “Nel giro di pochi mesi - sottolinea lo stesso Gozzi -, il mercato dell’area ha risposto in modo positivo, con riscontri positivi fin da subito per viaggi di gruppo con accompagnatore in Oman, destinazione della quale Originaltour è specialista oltre a essere l’operatore che per primo l’ha lanciata in Italia”. Anche Gozzi ha alle spalle un’esperienze trentennale in tour operator, compagnie di crociere e agenzie di viaggi.     [post_title] => Originaltour potenzia il commerciale con Carlo Montanaro e Andrea Gozzi [post_date] => 2024-02-21T11:39:50+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708515590000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461988 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_382236" align="alignleft" width="300"] Un villaggio Club del Sole[/caption] Nuove figure per i reparti di ricevimento, sala, bar, cucina, direzione/amministrazione, market e manutenzione delle aree green, per un totale di 700 posizioni aperte. E' partita la campagna di selezione per la stagione 2024 di Club del Sole. La ricerca  è rivolta a tutti i professionisti già affermati nel settore turistico-alberghiero, ma anche ai profili giovani che si stanno approcciando al mondo del lavoro; la compagnia si propone, infatti, come azienda post-diploma per gli allievi delle scuole alberghiere di tutta Italia. Il gruppo offre da tre a sette mesi di contratto stagionale in base ai ruoli e alle mansioni, con opportunità di formazione, crescita professionale e stabilizzazione, oltre a formule di contratto con alloggio per la stagione. Primo importante appuntamento da segnare in agenda, il recruiting day di martedì 12 marzo 2024, organizzato da Club del Sole in collaborazione con la regione Friuli-Venezia Giulia, che si terrà in uno dei villaggi del gruppo, il Marina Julia Family Camping Village di Monfalcone. Nello specifico, nelle strutture del gruppo ubicate sul territorio della regione sono 80 le posizioni aperte. Per iscriversi occorre effettuare la registrazione e caricare il proprio curriculum entro domenica 3 marzo, collegandosi al sito della regione Friuli-Venezia Giulia, sezione Giovani Fvg. Qualche giorno prima, il 29 febbraio 2024, Club del Sole sarà anche a Napoli in occasione della job fair Tfp Summit, che si terrà presso l’hotel Ramada. Anche in questo caso l’iscrizione verrà effettuata esclusivamente online. Grande attenzione è destinata pure alla formazione del personale. Una volontà che si manifesta attraverso la promozione di attività di internal branding, l'istituzione della Club del Sole Academy come ente formativo interno e il continuo potenziamento dei modelli organizzativi e dei sistemi di performance e comunicazione interna. Nel 2023, il gruppo ha erogato oltre 8 mila ore di formazione attraverso lo stesso ente formativo interno, assunto più di 1.200 persone e firmato 172 contratti a tempo indeterminato. [post_title] => Al via la campagna di recruiting Club del Sole: 700 le posizioni aperte [post_date] => 2024-02-21T11:29:34+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708514974000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461911 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come già anticipato quasi due anni fa, è arrivato finalmente il momento dell'approdo di Tribe in Italia. Il brand lifestyle di casa Accor ha debuttato a Milano Malpensa, grazie all'accordo con la white label company tricolore Amapa, che gestisce la struttura. L'hotel offre 240 camere, incluse 18 stanze dedicate alle famiglie, una palestra e una piscina panoramica riscaldata. Il caratteristico Social hub centrale del marchio Tribe qui comprende un bar-caffetteria, un Grab & Go corner, oltre a lounge e punti di co-working liberamente accessibili. Insieme a mobili, opere d'arte e oggetti progettati su misura, ogni camera è dotata di un televisore Chromecast da 55 pollici, punti di ricarica Usb ad altezze accessibili, una macchina da caffè Lavazza, tè e acqua in bottiglia. Un'altra caratteristica di Tribe sono i prodotti da bagno del marchio Kevin Murphy. "Dopo le recenti espansioni nei mercati tedesco e ungherese, siamo entusiasti di includere l'Italia nella nostra mappa. Insieme al nostro storico partner Amapa e al team dell'hotel guidato dalla general manager Simona Calabrese, siamo impazienti di dare il benvenuto ai nostri primi ospiti a Milano", sottolinea Pauline Oster, vice president Tribe Europa e Nord Africa. [post_title] => Accor porta il marchio Tribe in Italia. Debutto a Milano Malpensa [post_date] => 2024-02-20T11:30:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708428636000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461825 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo il periodo di soft opening inaugurato lo scorso luglio, apre ufficialmente i propri battenti il prossimo aprile il boutique hotel La Serena. Posizionata tra le Alpi Apuane e il Mar Mediterraneo, la nuova struttura di Forte dei Marmi intende portare un approccio giovane e fresco all'offerta locale di ospitalità con un design contemporaneo che predomina in tutti gli ambienti. La Serena offre 30 camere e suite, un ristorante di cucina toscana e mediterranea, un bar e una cantina, un lounge e una lobby, una piscina, una terrazza e un giardino. Rispecchiando la cultura artistica della zona, La Serena include inoltre una galleria, che espone opere colorate di artisti consolidati ed emergenti, posizionate negli spazi comuni, nonché nei giardini e nell'area della piscina. L'hotel offre pure un programma di residenza per artisti, che per la stagione 2024 prevede la presenza al momento di Maitha Abdalla, dal 15 aprile al 6 maggio, di Hazem Harb, dal 1° al 15 giugno, nonché di Samo Shalaby, dal 20 giugno al 20 luglio. [post_title] => Ad aprile apre La Serena: boutique hotel dalla vocazione artistica a Forte dei Marmi [post_date] => 2024-02-19T12:56:42+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708347402000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461543 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte col botto il 2024 di Valturm che annuncia una nuova gestione diretta, frutto di un accordo pluriennale, la seconda dopo il Cristallo di Cortina: il Baia del Gusmay Beach Resort si trova nel Gargano, in una  posizione strategica trai borghi sul mare di Vieste e Peschici. La struttura dispone di 182 camere e si sviluppa in quattro corpi distinti: il Gusmay, in posizione panoramica, include il ricevimento, le 62 stanze Superior, la spa, il ristorante panoramico per la prima colazione e la piscina relax; l’area Cala del Turco è invece dedicata alle 90 camere Comfort, distribuite in sei edifici di due piani. A completare l'offerta, il corpo con le 20 suite le Dune, a pochi metri dal mare, e l’area con le dieci beach suite le Dune, a ridosso dalla spiaggia lunga ben 300 metri, in cui si trovano anche il ristorante il Ginepro e il beach bar bistrot il Trabucco. Nel cuore del resort, ci sono, invece, il ristorante La Fenice e l’area congressi. In prossimità, lo spazio riservata al divertimento e allo sport con piscina, bar, anfiteatro e l’area miniclub. Complessivamente, gli ospiti avranno a disposizione quattro ristoranti, di cui uno in spiaggia, altrettanti bar, con un raffinato beach bar bistrot, due piscine, di cui una relax, un campo da calcetto, due da tennis, area beach volley, area dedicata al tiro con l’arco, nonché spazio fitness esterno panoramico a pochi metri dal mare. Il centro meeting comprende infine una sala da 500 posti, una da 100 e un spazio più ridotto per riunioni riservate da 15 persone. "Questa struttura è uno dei complessi architettonicamente più significativi di tutto il Mediterraneo e siamo davvero orgogliosi di essere riusciti a portarla nella nostra programmazione, in qualità di secondo resort a gestione diretta - sottolinea l'a.d. del gruppo Nicolaus, Giuseppe Pagliara -. Saremo protagonisti in prima persona di un progetto pluriennale: in partnership con la proprietà, infatti, la famiglia Casarano, è previsto nei prossimi anni un imponente piano di upgrade del resort alla categoria 5 stelle. Il progetto prende il via questa estate e ci vedrà offrire alla distribuzione e agli ospiti un raro microcosmo di incanto”. “Grazie alla varietà delle dotazioni e alla presenza di un centro meeting all’avanguardia, saremo in grado di esprimere al meglio la nostra vision di hospitality company, anche in funzione della destagionalizzazione, andando a lavorare sia su alcuni mercati esteri e sui gruppi sia sul segmento prettamente mice, che potrà godere di uno hortus conclusus in cui organizzare eventi a effetto wow”, gli fa eco Giuseppe Cavallo, amministratore dell’hospitality company del gruppo. [post_title] => Il pugliese Baia del Gusmay secondo resort a gestione diretta Valtur [post_date] => 2024-02-15T11:17:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707995859000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461359 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cambio di proprietà per l'Harry's Bar di Cernobbio che passa nelle mani del gruppo Villa d'Este. Nato nel 1973 come American bar, nel tempo, già col primo proprietario Piero Sacchi, il ristorante è diventato famoso per la sua atmosfera retrò, per i piatti ispirati alla tradizione italiana e milanese e per le frequentazioni mondane: da Robert de Niro a Bruce Springsteen a George Clooney, da Denzel Washington a Liza Minelli, ma anche del gotha dell’economia. Situato nella cornice della piazzetta di Cernobbio, l’Harry’s Bar vanta una location speciale, con vista panoramica sul lungo lago, incastonata in un borgo che ha mantenuto inalterato il suo fascino nel tempo. Nel 2009 l’Harry’s Bar è stato rilevato da tre imprenditori comaschi: Francesco Ugoni, Giuseppe Mantero e Riccardo Marazzi, che hanno voluto mantenere il cuore della sua fama: un mix di eleganza, ospitalità e cucina di alto livello. Il menù punta su piatti tipici della gastronomia italiana a base di ingredienti freschi e, quando possibile, a chilometri zero. Le ricette si ispirano alla tradizione italiana e milanese, a cui aggiunge un tocco di internazionalità. Con l’acquisizione da parte di Villa d’Este, l'intento è di preservarne la tradizione, il concept e l'offerta, nonché di continuarne il percorso di successo portando innovazione nel pieno rispetto del passato. “Siamo molto contenti di poter ora annoverare anche l'Harry’s Bar all’interno del nostro gruppo - sottolinea il presidente del cda di Villa d'Este, Giuseppe Fontana -. Quando si è presentata l’opportunità l’abbiamo colta con entusiasmo, in quanto si tratta di un luogo del cuore. Come stiamo facendo al Villa d’Este, è nostra ferma convinzione che lavorare per mantenere il dna del luogo e la classicità, pur con lo sguardo al futuro, sia qualcosa che aiuterà a consolidare il suo successo e a mantenerlo nel tempo.”   [post_title] => L'Harry's Bar di Cernobbio passa nelle mani del gruppo Villa d'Este [post_date] => 2024-02-13T11:17:39+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707823059000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "araci coimbra tap presidente ibar" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":67,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":775,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462153","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Flydubai ha centrato una performance da record nel 2023, che le è valsa i migliori risultati di sempre a livello di profitti.\r\n\r\nLa compagnia aerea ha registrato 3 miliardi di dollari di ricavi consolidati, con 572 milioni di dollari di utile annuale.\r\n\r\nLe attività di cassa finali, compresi i pagamenti anticipati per i futuri aeromobili, si sono attestate a 1,3 miliardi di dollari rispetto agli 1,1 miliardi di dollari dell'anno precedente.\r\n\r\nIl numero di passeggeri è cresciuto del 31% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 13,8 milioni, mentre il numero totale di partenze è aumentato del 24%, raggiungendo le 107.862 unità.\r\n\r\nIl costo del carburante è rimasto la spesa operativa più elevata, pari al 32% dei costi operativi totali annuali, a causa della forte impennata dei prezzi del carburante.\r\n\r\n\"Nel suo 15° anno di attività, flydubai è emersa come uno dei principali attori dell'industria aeronautica degli Emirati Arabi Uniti e come uno dei principali contribuenti dell'economia di Dubai - ha commentato Ahmed bin Saeed Al Maktoum, presidente del vettore -. Il suo solido modello di business ha permesso al vettore di crescere in modo esponenziale anche in tempi difficili, raddoppiando la sua flotta operativa e ampliando il network dopo la pandemia\".\r\n\r\nIl ceo, Ghaith Al Ghaith, ha sottolineato lo slancio di crescita sostenuto della compagnia, che ha superato i livelli precedenti alla pandemia per raggiungere l'anno più redditizio della sua storia. \"Più di 108 milioni di passeggeri hanno scelto flydubai da quando il nostro primo volo è decollato nel 2009, dimostrando l'attrattiva della nostra offerta e della città che portiamo nel nostro nome\".\r\n\r\nIl network conta un totale di 122 destinazioni in 52 Paesi mentre la flotta operativa include 84 aeromobili. La compagnia ha stipulato un accordo con Smartwings per la fornitura di sei aeromobili in wet lease per mitigare i ritardi di consegna e soddisfare l'aumento della domanda di viaggi, soprattutto nei periodi di punta.","post_title":"Flydubai incassa utili da record nel 2023: è il migliore anno di sempre della compagnia","post_date":"2024-02-23T10:10:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708683001000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462109","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Emirates aprirà i suoi primi voli sulla rotta Dubai-Bogotà il prossimo 3 giugno: come anticipato, la compagnia aerea è stata autorizzata a collegare la Colombia con gli Emirati Arabi Uniti: il nuovo servizio stabilirà anche un primo storico collegamento tra la regione del Medio Oriente e la parte settentrionale del continente sudamericano.\r\nL'ingresso di Emirates a Bogotà espanderà la sua rete sudamericana a quattro gateway, aggiungendosi ai suoi servizi di linea per San Paolo, Rio de Janeiro e Buenos Aires. L'ultima destinazione rafforzerà anche le operazioni della compagnia aerea nelle Americhe, servendo ora 19 punti tra Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Argentina e Colombia.\r\nI servizi giornalieri collegheranno Dubai e Bogotà via Miami - con un Boeing 777-300er - ed Emirates diventerà la prima compagnia aerea a offrire una serie di servizi premium sulla popolare rotta tra il sud della Florida e la Colombia.\r\n«Da tempo desideravamo servire la Colombia, e l'aggiunta di Bogotà al nostro network fa parte della nostra strategia per offrire una migliore connettività, ampliare le opzioni e la scelta per i viaggiatori e fornire esperienze premium senza uguali a terra e in volo - ha commentato Tim Clark, presidente di Emirates Airline -. Il lancio delle nostre operazioni giornaliere nella dinamica capitale della Colombia sottolinea anche il nostro profondo impegno verso il Sud America ed è destinato a favorire un aumento delle opportunità di viaggio d'affari e di piacere per i clienti. C'è un'enorme richiesta di viaggi da e per Bogotà e non vediamo l'ora che i clienti sperimentino i prodotti e i servizi firmati Emirates sui voli tra Bogotà e Dubai e tra Bogotà e Miami».","post_title":"Emirates conferma il debutto in Colombia: voli per Bogotà dal prossimo 3 giugno","post_date":"2024-02-23T08:30:16+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708677016000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462003","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Abu Dhabi International Airport cambia nome e diventa Zayed International Airport, in onore del padre fondatore degli Emirati Arabi Uniti, lo sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan. Il nuovo nome racchiude la ricchezza della cultura emiratina e del patrimonio arabo.\r\nCon il Terminal A, Zayed International Airport dispone di uno dei terminal più grandi al mondo in grado di accogliere fino a 45 milioni di passeggeri all’anno e di segnare una nuova era per i trasporti e le infrastrutture aeronautiche di Abu Dhabi e degli Emirati Arabi Uniti. Nei primi 60 giorni dalla piena operatività del Terminal A, lo scalo ha accolto 4,48 milioni di passeggeri con 1,21 milioni di arrivi, 1,22 milioni di partenze, 2 milioni di trasferimenti e oltre 24.000 voli. L'aeroporto ha proposto un network di 117 destinazioni nel dicembre 2023 con un aumento del 20% rispetto alle 100 città del 2022, grazie a una rete di compagnie aeree in rapida crescita composta da 28 vettori internazionali.\r\nCon strutture all'avanguardia a livello mondiale, tra cui la tecnologia biometrica per snellire il processo di screening e imbarco, 35.000 metri quadrati di spazio per la vendita al dettaglio e f&b e 163 punti vendita per i passeggeri per fare acquisti, cenare e divertirsi, il Terminal A pone l'esperienza dei passeggeri al centro delle operazioni. Dall'apertura del terminal nel novembre 2023 sono stati raggiunti numerosi traguardi operativi, tra cui la fornitura di un certo livello di servizio per i viaggiatori e l'attrazione di un gruppo crescente di compagnie aeree internazionali.\r\nNel complesso, i risultati del traffico passeggeri di Abu Dhabi Airports per il 2023 mostrano un aumento significativo della domanda di passeggeri. Un totale di 22.935.316 passeggeri ha volato attraverso uno dei cinque aeroporti commerciali di Abu Dhabi tra il 1° gennaio e il 31 dicembre, per un aumento della domanda del 44,5% rispetto al 2022. Per il 2024 e oltre, Abu Dhabi Airports prevede un'ulteriore crescita del traffico passeggeri e merci, con l'offerta di aviazione potenziata di Zayed International Airport al centro di questa prospettiva positiva.\r\n«Zayed International Airport è la porta d’accesso alla condivisione di Abu Dhabi e il suo patrimonio con il mondo, accogliendo i viaggiatori all’insegna dei valori di connettività, innovazione e sostenibilità - ha sottolineato Elena Sorlini, managing director e ceo di Abu Dhabi Airports -. Grazie al lavoro e alla dedizione dei nostri dipendenti, dei nostri partner e di tutti coloro che sono stati coinvolti, il 2023 è stato un anno estremamente positivo per Abu Dhabi Airports. Sono particolarmente orgogliosa del fatto che, sin dalla sua apertura, le operazioni del Terminal A abbiano avuto un grande successo. Ai passeggeri viene offerta un’esperienza di viaggio autentica, inclusiva e continua radicata nel patrimonio culturale emiratino dell’ospitalità e alimentata da una tecnologia all’avanguardia».\r\n[gallery ids=\"462006,462007,462005\"]\r\n ","post_title":"Abu Dhabi: lo scalo cambia nome e diventa Zayed International Airport","post_date":"2024-02-22T09:15:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708593352000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461992","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461993\" align=\"alignleft\" width=\"202\"] Carlo Montanaro[/caption]\r\n\r\nCarlo Montanaro è la più recente new entry nel team sales di Originaltour:  si occupa di promuovere la programmazione dell’operatore nelle agenzie di viaggi di Roma e del Lazio. Montanaro ha alle spalle una grande esperienza iniziata in Intersaga e proseguita per 14 anni in Pianeta Terra, nonché per altri 14 in Press Tours. Dopo una breve collaborazione con Alidays, oggi inizia una nuova sfida in casa Originaltour. “Mi occuperò di un’area che conosco molto bene, con agenzie di viaggi con le quali ho rapporti di lavoro decennali, e sulla quale è importante investire con un brand come quello di Originaltour, specializzato in destinazioni come Oman ed Emirati Arabi, Vietnam, Malesia e Uzbekistan”.\r\nCon l'arrivo di Montanaro, Originaltour continua a potenziare l’area commerciale dopo l’ingresso a fine 2023 di Andrea Gozzi, che si occupa della promozione dell’operatore per diverse aree nel Triveneto: “Nel giro di pochi mesi - sottolinea lo stesso Gozzi -, il mercato dell’area ha risposto in modo positivo, con riscontri positivi fin da subito per viaggi di gruppo con accompagnatore in Oman, destinazione della quale Originaltour è specialista oltre a essere l’operatore che per primo l’ha lanciata in Italia”. Anche Gozzi ha alle spalle un’esperienze trentennale in tour operator, compagnie di crociere e agenzie di viaggi.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Originaltour potenzia il commerciale con Carlo Montanaro e Andrea Gozzi","post_date":"2024-02-21T11:39:50+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708515590000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461988","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_382236\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Un villaggio Club del Sole[/caption]\r\n\r\nNuove figure per i reparti di ricevimento, sala, bar, cucina, direzione/amministrazione, market e manutenzione delle aree green, per un totale di 700 posizioni aperte. E' partita la campagna di selezione per la stagione 2024 di Club del Sole. La ricerca  è rivolta a tutti i professionisti già affermati nel settore turistico-alberghiero, ma anche ai profili giovani che si stanno approcciando al mondo del lavoro; la compagnia si propone, infatti, come azienda post-diploma per gli allievi delle scuole alberghiere di tutta Italia. Il gruppo offre da tre a sette mesi di contratto stagionale in base ai ruoli e alle mansioni, con opportunità di formazione, crescita professionale e stabilizzazione, oltre a formule di contratto con alloggio per la stagione.\r\nPrimo importante appuntamento da segnare in agenda, il recruiting day di martedì 12 marzo 2024, organizzato da Club del Sole in collaborazione con la regione Friuli-Venezia Giulia, che si terrà in uno dei villaggi del gruppo, il Marina Julia Family Camping Village di Monfalcone. Nello specifico, nelle strutture del gruppo ubicate sul territorio della regione sono 80 le posizioni aperte. Per iscriversi occorre effettuare la registrazione e caricare il proprio curriculum entro domenica 3 marzo, collegandosi al sito della regione Friuli-Venezia Giulia, sezione Giovani Fvg. Qualche giorno prima, il 29 febbraio 2024, Club del Sole sarà anche a Napoli in occasione della job fair Tfp Summit, che si terrà presso l’hotel Ramada. Anche in questo caso l’iscrizione verrà effettuata esclusivamente online.\r\n\r\nGrande attenzione è destinata pure alla formazione del personale. Una volontà che si manifesta attraverso la promozione di attività di internal branding, l'istituzione della Club del Sole Academy come ente formativo interno e il continuo potenziamento dei modelli organizzativi e dei sistemi di performance e comunicazione interna. Nel 2023, il gruppo ha erogato oltre 8 mila ore di formazione attraverso lo stesso ente formativo interno, assunto più di 1.200 persone e firmato 172 contratti a tempo indeterminato.","post_title":"Al via la campagna di recruiting Club del Sole: 700 le posizioni aperte","post_date":"2024-02-21T11:29:34+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708514974000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461911","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come già anticipato quasi due anni fa, è arrivato finalmente il momento dell'approdo di Tribe in Italia. Il brand lifestyle di casa Accor ha debuttato a Milano Malpensa, grazie all'accordo con la white label company tricolore Amapa, che gestisce la struttura. L'hotel offre 240 camere, incluse 18 stanze dedicate alle famiglie, una palestra e una piscina panoramica riscaldata. Il caratteristico Social hub centrale del marchio Tribe qui comprende un bar-caffetteria, un Grab & Go corner, oltre a lounge e punti di co-working liberamente accessibili.\r\n\r\nInsieme a mobili, opere d'arte e oggetti progettati su misura, ogni camera è dotata di un televisore Chromecast da 55 pollici, punti di ricarica Usb ad altezze accessibili, una macchina da caffè Lavazza, tè e acqua in bottiglia. Un'altra caratteristica di Tribe sono i prodotti da bagno del marchio Kevin Murphy. \"Dopo le recenti espansioni nei mercati tedesco e ungherese, siamo entusiasti di includere l'Italia nella nostra mappa. Insieme al nostro storico partner Amapa e al team dell'hotel guidato dalla general manager Simona Calabrese, siamo impazienti di dare il benvenuto ai nostri primi ospiti a Milano\", sottolinea Pauline Oster, vice president Tribe Europa e Nord Africa.","post_title":"Accor porta il marchio Tribe in Italia. Debutto a Milano Malpensa","post_date":"2024-02-20T11:30:36+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708428636000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461825","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo il periodo di soft opening inaugurato lo scorso luglio, apre ufficialmente i propri battenti il prossimo aprile il boutique hotel La Serena. Posizionata tra le Alpi Apuane e il Mar Mediterraneo, la nuova struttura di Forte dei Marmi intende portare un approccio giovane e fresco all'offerta locale di ospitalità con un design contemporaneo che predomina in tutti gli ambienti. La Serena offre 30 camere e suite, un ristorante di cucina toscana e mediterranea, un bar e una cantina, un lounge e una lobby, una piscina, una terrazza e un giardino.\r\n\r\nRispecchiando la cultura artistica della zona, La Serena include inoltre una galleria, che espone opere colorate di artisti consolidati ed emergenti, posizionate negli spazi comuni, nonché nei giardini e nell'area della piscina. L'hotel offre pure un programma di residenza per artisti, che per la stagione 2024 prevede la presenza al momento di Maitha Abdalla, dal 15 aprile al 6 maggio, di Hazem Harb, dal 1° al 15 giugno, nonché di Samo Shalaby, dal 20 giugno al 20 luglio.","post_title":"Ad aprile apre La Serena: boutique hotel dalla vocazione artistica a Forte dei Marmi","post_date":"2024-02-19T12:56:42+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708347402000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461543","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte col botto il 2024 di Valturm che annuncia una nuova gestione diretta, frutto di un accordo pluriennale, la seconda dopo il Cristallo di Cortina: il Baia del Gusmay Beach Resort si trova nel Gargano, in una  posizione strategica trai borghi sul mare di Vieste e Peschici. La struttura dispone di 182 camere e si sviluppa in quattro corpi distinti: il Gusmay, in posizione panoramica, include il ricevimento, le 62 stanze Superior, la spa, il ristorante panoramico per la prima colazione e la piscina relax; l’area Cala del Turco è invece dedicata alle 90 camere Comfort, distribuite in sei edifici di due piani. A completare l'offerta, il corpo con le 20 suite le Dune, a pochi metri dal mare, e l’area con le dieci beach suite le Dune, a ridosso dalla spiaggia lunga ben 300 metri, in cui si trovano anche il ristorante il Ginepro e il beach bar bistrot il Trabucco.\r\n\r\nNel cuore del resort, ci sono, invece, il ristorante La Fenice e l’area congressi. In prossimità, lo spazio riservata al divertimento e allo sport con piscina, bar, anfiteatro e l’area miniclub. Complessivamente, gli ospiti avranno a disposizione quattro ristoranti, di cui uno in spiaggia, altrettanti bar, con un raffinato beach bar bistrot, due piscine, di cui una relax, un campo da calcetto, due da tennis, area beach volley, area dedicata al tiro con l’arco, nonché spazio fitness esterno panoramico a pochi metri dal mare. Il centro meeting comprende infine una sala da 500 posti, una da 100 e un spazio più ridotto per riunioni riservate da 15 persone.\r\n\r\n\"Questa struttura è uno dei complessi architettonicamente più significativi di tutto il Mediterraneo e siamo davvero orgogliosi di essere riusciti a portarla nella nostra programmazione, in qualità di secondo resort a gestione diretta - sottolinea l'a.d. del gruppo Nicolaus, Giuseppe Pagliara -. Saremo protagonisti in prima persona di un progetto pluriennale: in partnership con la proprietà, infatti, la famiglia Casarano, è previsto nei prossimi anni un imponente piano di upgrade del resort alla categoria 5 stelle. Il progetto prende il via questa estate e ci vedrà offrire alla distribuzione e agli ospiti un raro microcosmo di incanto”.\r\n\r\n“Grazie alla varietà delle dotazioni e alla presenza di un centro meeting all’avanguardia, saremo in grado di esprimere al meglio la nostra vision di hospitality company, anche in funzione della destagionalizzazione, andando a lavorare sia su alcuni mercati esteri e sui gruppi sia sul segmento prettamente mice, che potrà godere di uno hortus conclusus in cui organizzare eventi a effetto wow”, gli fa eco Giuseppe Cavallo, amministratore dell’hospitality company del gruppo.","post_title":"Il pugliese Baia del Gusmay secondo resort a gestione diretta Valtur","post_date":"2024-02-15T11:17:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707995859000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461359","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cambio di proprietà per l'Harry's Bar di Cernobbio che passa nelle mani del gruppo Villa d'Este. Nato nel 1973 come American bar, nel tempo, già col primo proprietario Piero Sacchi, il ristorante è diventato famoso per la sua atmosfera retrò, per i piatti ispirati alla tradizione italiana e milanese e per le frequentazioni mondane: da Robert de Niro a Bruce Springsteen a George Clooney, da Denzel Washington a Liza Minelli, ma anche del gotha dell’economia.\r\n\r\nSituato nella cornice della piazzetta di Cernobbio, l’Harry’s Bar vanta una location speciale, con vista panoramica sul lungo lago, incastonata in un borgo che ha mantenuto inalterato il suo fascino nel tempo. Nel 2009 l’Harry’s Bar è stato rilevato da tre imprenditori comaschi: Francesco Ugoni, Giuseppe Mantero e Riccardo Marazzi, che hanno voluto mantenere il cuore della sua fama: un mix di eleganza, ospitalità e cucina di alto livello.\r\nIl menù punta su piatti tipici della gastronomia italiana a base di ingredienti freschi e, quando possibile, a chilometri zero. Le ricette si ispirano alla tradizione italiana e milanese, a cui aggiunge un tocco di internazionalità.\r\n\r\nCon l’acquisizione da parte di Villa d’Este, l'intento è di preservarne la tradizione, il concept e l'offerta, nonché di continuarne il percorso di successo portando innovazione nel pieno rispetto del passato. “Siamo molto contenti di poter ora annoverare anche l'Harry’s Bar all’interno del nostro gruppo - sottolinea il presidente del cda di Villa d'Este, Giuseppe Fontana -. Quando si è presentata l’opportunità l’abbiamo colta con entusiasmo, in quanto si tratta di un luogo del cuore. Come stiamo facendo al Villa d’Este, è nostra ferma convinzione che lavorare per mantenere il dna del luogo e la classicità, pur con lo sguardo al futuro, sia qualcosa che aiuterà a consolidare il suo successo e a mantenerlo nel tempo.”\r\n\r\n ","post_title":"L'Harry's Bar di Cernobbio passa nelle mani del gruppo Villa d'Este","post_date":"2024-02-13T11:17:39+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1707823059000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti