20 June 2024

Austria: andamento positivo e impegno per l’ambiente. Focus Carinzia e Salisburgo

[ 0 ]

Una nuotata nel lago nel silenzio del mattino. Il profumo di un giardino dopo il temporale. Un giro in città animate da arte e musica. Un bicchiere di vino sotto le stelle. È questo il “Lebensgefühl”, la “capacità di capovolgere le prospettive” che è al centro della campagna di comunicazione globale dell’Austria per il 2024.

Lebensgefühl è una parola che identifica lo stile di vita austriaco, capace di apprezzare il momento, godersi i piaceri della vita e sentirsi connessi con ciò che ci circonda. Su queste note positive e mentre Vienna ospita la prima Biennale del Clima – un momento interdisciplinare e interattivo sui temi dell’arte e all’ecologia, volto a trovare risposte comuni alla crisi climatica e a lanciare nuove idee per il futuro – l’Austria si propone come destinazione privilegiata per la stagione estiva.

Herwig Kolzer, direttore di Austria Turismo in Italia, presenta i dati dell’andamento turistico e delle connessioni tra i due paesi: «I numeri del turismo stanno crescendo molto bene. Nel 2023 abbiamo avuto una crescita del 20% nei pernottamenti di ospiti italiani e anche gli ultimi mesi sono andati molto bene. Speriamo che il trend prosegua positivo. Abbiamo ottime connessioni ferroviarie in particolare tra Verona e Innsbruck. La Öbb ha nuovi Nightjet (servizi di treni passeggeri notturni) molto moderni e innovativi. È il nostro nuovo standard qualitativo. In settembre sarà disponibile un ulteriore collegamento. Al momento sono attivi quelli tra Genova e Vienna e tra Roma e Vienna, a cui verranno aggiunti nuovi vagoni per aumentare la disponibilità di posti. La connessione dovrebbe diventare operativa anche da Milano nel 2026».

E poi uno sguardo alla ricca offerta della destinazione. «Quest’anno la capitale della cultura è Bad Ischl, che si trova in un’area rurale. È la prima volta che accade. La regione del Salzkammergut è molto nota in Austria, ma dev’essere ancora scoperta dai turisti italiani; abbiamo l’opportunità di rendere questa zona più popolare. Per diversificare la nostra proposta offriamo ai nostri ospiti affascinanti festival musicali – come quello noto di Salisburgo – eventi come la Designweek di Vienna e anche il festival Ars Electronica di Linz, che ci aiuta nell’intento di promuovere destinazioni meno popolari ma molto interessanti, le cosiddette “second cities” come, appunto, Linz, Graz e Innsbruck.

Un tema molto importante per l’Austria è la sostenibilità. «La nostra visione è quella di diventare la destinazione più sostenibile al mondo e tutto il nostro sforzo è rivolto a rendere il turismo un settore che guardi alla sostenibilità e in cui tutti possano impegnarsi, dagli austriaci ai turisti».

Quest’anno, all’approssimarsi della stagione estiva l’Austria promuove, in particolare, la Carinzia e l’area di Salisburgo. La Carinzia è una destinazione dove immergersi nella natura. Ideale per famiglie e per chi ama il turismo attivo. Da vivere su due ruote lungo il Gran Tour dei Laghi lungo ben 420km, oppure godendo di quel turismo “slow”, anche gastronomico, che ha fatto della Carinzia la prima Slow Food Travel Destination al mondo.

La città di Salisburgo è invece un gioiello del barocco e patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Racconta una ricca offerta culturale e architettonica, oltre ai numerosi festival musicali, teatrali ed interpretati dalle note marionette. In queste settimane, al sopraggiungere della bella stagione, il centro cittadino ha ripreso vita con l’apertura dei giardini della birra – di cui Salisburgo è la capitale in Austria – e si celebra proprio il Lebensgefül.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469813 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_469821" align="alignright" width="300"] Da sinistra, Marco De Angelis e Fabrizio Bona[/caption] L'estate targata Italo accelera, spaziando dall'intermodalità all'accento sul traffico corporate, dall'ennesimo miglioramento dei servizi al ruolo - sempre strategico - del trade. Sono questi i temi messi in luce da Fabrizio Bona e Marco De Angelis, rispettivamente direttore commerciale e direttore vendite, in occasione del tradizionale appuntamento con il roadshow estivo che ha preso il via ieri a Milano «per poi spostarsi a Bologna, Roma e Napoli: quattro sessioni che ci consentono di incontrare 250 delle nostre Top Agency - spiega De Angelis -. Italo infatti continua a credere nel mondo agenziale, che rappresenta un tassello chiave della crescita di questi nostri 12 anni di vita. Continueremo a remunerare il lavoro di qualità, studiando ed offrendo al canale agency sempre nuove soluzioni». La policy commissioni sulle agenzie continua a essere orientata «sui clienti di valore come il cliente business, che comunque non ha ancora recuperato i livelli 2019, oppure quello che chiede flessibilità. Abbiamo riempimenti importanti proprio nell’alta fascia, nell’executive, e le agenzie sono determinanti in questo ambito». Da segnalare la performance positiva del traffico internazionale, «americani in primis, ma anche una piccola ripresa da Corea e Cina, mentre c'è ancora poco Giappone a causa della mancanza di alcuni voli.  Prima caratteristica della summer 2024, l'aumento delle opzioni di collegamenti intermodali: «Si tratta di ottimizzare la mobilità. E Italo rappresenta ormai un gruppo multimodale - sottolinea Bona -. Dai treni ai bus, siamo in grado di soddisfare la domanda di trasporto in tutta Italia. La stagione estiva ci consente di attivare nuove connessioni treno più bus per portare i turisti in località quali Rodi Garganico, Vieste, Jesolo, Bibione e molte altre. Questo dopo che le prime destinazioni lanciate, come Sorrento e Pompei, sono andate benissimo». In questo solco si inserisce anche il recente accordo con Uber. L'orario estivo conta 118 viaggi al giorno, con 54 città collegate e 62 stazioni servite, che garantiscono maggior capillarità e frequenze: grazie all’acquisizione di Itabus, infatti, ai servizi ferroviari si aggiungono quelli su gomma e quelli intermodali, treno + gomma con un biglietto unico; senza tralasciare le interconnessioni con i regionali di Trenitalia. Per queste ultime, in particolare, la novità dell'anno «è la possibilità per i passeggeri di acquistare direttamente i due biglietti Italo e regionale Trenitalia nelle biglietterie automatiche presenti nelle stazioni, mentre finora era possibile solo dal sito e dunque da pc. Arriveremo così anche in 200 nuove stazioni dove l'Alta Velocità non era un'opzione, consentendo ai clienti una comparazione diretta di costi e tempi di percorrenza. Inoltre, per fine 2024, questo servizio sarà disponibile anche sui sistemi delle agenzie di viaggio». Business travel Attenzione sempre maggiore viene riservata al mondo business e corporate, per il quale la società con il supporto della agenzie ha studiato appositi piani di triangolazioni (soluzione che coinvolge in particolar modo le Pmi, sono circa 900 quelle già nel circuito Italo). «Il nuovo programma fedeltà Italo Più prevede in particolare per il mondo bt la possibilità per tutti i dipendenti delle aziende già iscritte la possibilità di beneficiare già dello status di cui gode l'azienda già tutti i vantaggi dell’azienda. Diventa inoltre più semplice e veloce accumulare punti e dunque ottenere viaggi premio». Sul fronte servizi spicca il rinnovo delle lounge: «Roma è stata la prima ad essere rinnovata, lunedì prossimo (24 giugno, ndr) chiuderà quella di Milano per poi riaprire a fine luglio con nuovo look, più servizi e qualità. A seguire le altre, con una grande novità che sarà l'apertura di una nuova lounge a Bologna, hub importantissimo non solo per Italo ma per tutto il sistema trasporti». La nuova concorrenza Quanto al futuro debutto di Sncf sui collegamenti AV in Italia, «ad oggi è ancora prematuro fare previsioni. Per certo il mercato dell'Alta Velocità in Italia oggi è gestito da due parti in maniera intelligente, con qualità e servizi molto elevati. Il cliente beneficia di una sana competizione che ha portato a prezzi più bassi e maggiori e livelli di servizio. In futuro vedremo».     [post_title] => Italo presenta il Summer Dream: focus su intermodalità, bt e Top Agency [post_date] => 2024-06-20T11:06:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718881608000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469819 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il trofeo dell'America's Cup a bordo della Explora I per un giorno. Ieri i passeggeri della nave hanno potuto ammirare da vicino uno dei premi più ambiti del mondo dello sport, in concomitanza con il lancio della partnership tra Explora Journeys e la trentasettesima edizione della 37a America's Cup Louis Vuitton. Durante l'evento, svoltosi nel porto di Barcellona, il brand di crociere di lusso del gruppo Msc ha anche annunciato la sponsorizzazione dell'Emirates Team New Zealand, attuale detentore del trofeo e squadra di maggior successo nella storia recente della competizione, avendola vinta quattro volte (1995, 2000, 2017 e 2021). "Siamo incredibilmente orgogliosi di collaborare con la trentasettesima edizione dell'America's Cup di Louis Vuitton - ha sottolineato l'executive chairman, cruise division del gruppo Msc, Pierfrancesco Vago -. Questa partnership si allinea perfettamente al nostro impegno per l'eccellenza e alla nostra profonda passione per il mare. Sia nella vela agonistica, sia nella costruzione di un nuovo marchio di viaggi oceanici di lusso, è solo grazie alla forza del nostro team che possiamo eccellere e raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi. Inoltre, Emirates Team New Zealand incarna perfettamente la perseveranza e l'innovazione che sono alla base della vela agonistica. Siamo onorati di sostenere un team così distinto e attendiamo con ansia i loro successi nei prossimi eventi dell'America's Cup". [post_title] => Explora Journeys diventa partner dell'America's Cup e di team New Zealand [post_date] => 2024-06-20T10:49:02+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718880542000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469808 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La determinazione di Iag per chiudere l'iter di acquisizione di Air Europa ha visto un ultimo rilancio alla Commissione europea: il gruppo è disposto a cedere il 52% degli slot del vettore spagnolo ad altre compagnie aeree (remedy taker) per soddisfare le richieste dell'Antitrust. La precedente offerta riguardava il 40% degli slot. La proposta risponde alla potenziale creazione di una situazione di dominio che si verrebbe a creare in seguito all'acquisto di Air Europa, sulle rotte tra la penisola iberica e le isole, sui voli verso diversi Paesi europei e su gran parte di quelli in partenza da Madrid verso l'America Latina. Le rotte messe in discussione da Bruxelles erano 58. Di fatto le operazioni combinate di Iberia ed Air Europa coprono una quota del 64% dei voli intercontinentali a Madrid-Barajas (45% per Iberia e 19% per Air Europa), con un presidio quasi totale nei collegamenti tra la capitale spagnola e i principali aeroporti di Ecuador, Panama, Uruguay, Guatemala, Paraguay e Porto Rico. La quota combinata è del 75% tra il Brasile e Madrid, e di oltre il 50% sulle rotte verso Costa Rica, Argentina, Repubblica Dominicana, El Salvador, Perù, Venezuela, Cuba, Bolivia e Stati Uniti. «La nostra nuova offerta prevede di cedere fino al 52% delle rotte operate da Air Europa a compagnie aeree competitor. Questo non significa una riduzione della capacità, ma piuttosto la garanzia che su tutte le rotte ci saranno diversi concorrenti e, quindi, diverse opzioni per i viaggiatori» spiegano da Iberia. [post_title] => Iag, ultimo rilancio all'Ue: sul piatto la cessione del 52% degli slot di Air Europa [post_date] => 2024-06-20T09:38:18+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718876298000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469799 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un vero e proprio vademecum su misura per tour operator e agenzie di viaggio: la sales guide 2024-25 della Regione internazionale del Lago di Costanza - compresa tra Germania, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein - raccoglie infatti informazioni utili, spunti e curiosità che possono aiutare il trade nel programmare gli itinerari nella regione. La guida è alla sua quinta edizione, disponibile in inglese e tedesco. A livello pratico, la sales guide riporta ad esempio gli orari di apertura e il tempo medio necessario alla visita delle principali attrazioni, le distanze tra le diverse località della regione, i trasporti e i collegamenti con i mezzi pubblici, le date degli eventi, l’offerta e i prezzi delle visite guidate di gruppo e i contatti di riferimento dei diversi uffici del turismo e delle attrazioni – per una destinazione internazionale che si presta ad essere visitata in tutti i periodi dell’anno. Il lago di Costanza unisce culture e popoli diversi, accomunati dalle sponde del lago e dalla lingua tedesca. In questo angolo multiculturale d’Europa si scoprono paesaggi idilliaci e una natura incantevole – ma anche città vivaci, castelli e musei all’avanguardia e una enogastronomia autentica e variegata. La guida conduce attraverso le meraviglie e gli highlight della regione, suggerendo anche itinerari pensati secondo le inclinazioni dei partecipanti al viaggio – per proposte, per esempio, più incentrate sulla cultura, sulle vacanze attive o sulle scoperte legate al cibo, al vino e alla birra. Gli itinerari sono spunti per viaggi da effettuarsi nelle diverse stagioni dell’anno, a seconda delle attrazioni della regione o degli eventi ricorrenti, come i mercatini di Natale. [post_title] => Lago di Costanza: ecco la sales guide 2024-25 dedicata al trade [post_date] => 2024-06-19T14:53:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718808785000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469767 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riparte il programma donazioni delle eccedenze alimentari a sostegno dei più bisognosi realizzato a Cagliari da Costa Crociere. L'iniziativa è stata riattivata in occasione della partenza della stagione 2024 dal porto del capoluogo sardo. Da oggi sino al 26 novembre, in tutti gli scali che la Smeralda effettuerà ogni martedì a Cagliari, il cibo in eccedenza oppure non consumato a bordo sarà distribuito a organizzazioni locali che forniscono assistenza a persone in difficoltà. La sera precedente l’arrivo della nave, al termine della cena, verranno raccolti tutti i piatti preparati nelle aree ristorazione che non sono stati serviti agli ospiti, i cosiddetti ready to eat. I pasti saranno poi riposti in appositi contenitori di alluminio che saranno sigillati ed etichettati per garantirne la tracciabilità, e successivamente conservati nelle celle frigorifere di bordo. Il giorno seguente, dopo l’attracco della nave al porto di Cagliari, i contenitori saranno sbarcati e consegnati ai volontari del Banco Alimentare, che li doneranno alla comunità della mensa del Viandante-Conferenza di San Lorenzo, e alla congregazione delle suore Missionarie della carità di Calcutta. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra Costa Crociere, Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna, Ufficio delle dogane di Cagliari, direzione generale della Sanità animale e dei farmaci veterinari di Cagliari, Cagliari Cruise Port, fondazione Banco Alimentare onlus. “Cagliari è un porto molto importante per noi - spiega il senior vice president guest experience e on board sales operations di Costa Crociere, Giuseppe Carino -: è stato il primo scalo in Italia dove abbiamo riattivato il nostro programma di donazioni delle eccedenze alimentari a seguito della pausa della pandemia, aprendo la strada alla successiva ripartenza anche in altre destinazioni. Dopo il successo dello scorso anno, torniamo anche nel 2024, forti della collaborazione di tutti i partner locali che condividono il nostro stesso impegno a promuovere la lotta allo spreco alimentare e il riutilizzo delle eccedenze alimentari a favore dei più bisognosi”. [post_title] => Costa: riparte il programma di donazione delle eccedenze alimentari a Cagliari [post_date] => 2024-06-19T12:42:03+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718800923000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469726 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A San Vigilio di Marebbe, occupata per il 56% dai due parchi naturali Parco Fanes-Senes-Braies e Puez – Odle, la Cooperativa Turistica “San Vigilio San Martin – Dolomites” ha scelto l’autorevole Global Sustainable Tourism Council, riconosciuto a livello mondiale: si tratta di un'organizzazione senza scopo di lucro creata dalle Nazioni Unite in collaborazione con altre organizzazioni non governative (ONG) in tutto il mondo per proteggere l'ambiente. Questo territorio è stato il primo in Alto Adige e il terzo in Italia a ricevere questa importante certificazione che garantisce alcune caratteristiche di base tra cui la severa verifica del rispetto dei criteri di sostenibilità (economici, sociali e ambientali), il processo di audit dei requisiti effettuato da una terza parte accreditata dal GSTC per la concessione della certificazione, diversi standard per fornitori di alloggi, destinazioni e operatori turistici. La vocazione di tutto il territorio alla green policy è stata seguita anche da 6 strutture il cui obiettivo è offrire agli ospiti una vacanza davvero green, con tanto di certificazione.   Un esempio virtuoso è il rifugio alpino “Ütia de Börz” a ben 2.006 metri di altitudine: si trova in cima al Passo delle Erbe, alle porte del Parco Naturale Puez-Odle e delle sue meraviglie naturali. Il Kristallhotel Corona, specializzato nel benessere naturale basato sui cristalli, ha realizzato le piscine con materiali naturali e sostenibili, come la quarzite argentata dell’Alto Adige e pietre di granito, che oltre ad accumulare calore, trasmettono una particolare sensazione di armonia in sintonia con la natura.  I nuovi ed esclusivi Chalets Liondes sono un esempio di lusso e sostenibilità. Ognuno con spa privata, sauna e vasca idromassaggio, offrono anche la possibilità di avere lo chef a domicilio, che cucina con prodotti del territorio. Realizzati secondo gli standard Casa Clima A e dotati di pannelli solari, questi chalet incarnano il principio della sostenibilità. Al Garni Diamant un sistema fotovoltaico e i pannelli solari sono la soluzione ideale per non inquinare; il giardino viene irrigato con acqua piovana raccolta in una botte e la piscina ha un sistema di pulizia con il sale, ad impatto inquinante molto basso; vengono calcolate le emissioni CO2 per piantare alberi in modo da compensare l’impatto ambientale. Barbara Frenner, proprietaria dell’eco B&B Les Gomines ha il desiderio di “creare un luogo in cui l’uomo e la natura trovino lo spazio che si meritano”. La struttura è un Klimahaus rispettoso dei rigidi protocolli del risparmio energetico; i prodotti utilizzati, dalla cucina all’igiene personale e ai detersivi, sono green label; inoltre viene incentivata l’abitudine a utilizzare i mezzi di trasporto (gratuiti con il Dolomiti Holiday Pass).   L’hotel Excelsior è una struttura a basso consumo energetico, costruita come “CasaClima classe A, oltre alla certificazione GSTC vanta il marchio “Sostenibilità Alto Adige”. Un impianto di cogenerazione produce parte dell’energia elettrica, trasformando il gas naturale in calore e contribuendo a risparmiare circa il 20% di energia; la piscina panoramica con vasca in poliuretano consuma il 30% in meno rispetto ad una vasca in acciaio o di cemento.   Il 3 giugno 2024 l’hotel AMA Stay ha annunciato l'ottenimento delle certificazioni GSTC (Global Sustainable Tourism Council) e del Marchio Sostenibilità Alto Adige, che attestano l'impegno continuo verso pratiche sostenibili e responsabili. AMA Stay rappresenta un modello di ospitalità innovativa dove vacanza, lavoro e rispetto per l'ambiente si incontrano.   San Vigilio - Dolomites è la cooperativa turistica nata per promuovere questo speciale territorio che si estende tra i paesi di San Vigilio di Marebbe e di San Martino in Badia.     [post_title] => A San Vigilio di Marebbe, certificata GSTC, vacanze ad impatto sostenibile [post_date] => 2024-06-19T10:29:25+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718792965000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469735 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Focus sul corporate per Ita Airways con la partecipazione, oggi e domani, al Business Travel Show Europe, la principale fiera britannica dedicata al bt in corso al centro espositivo ExCeL a Londra. La compagnia aerea italiana è presenta nell’Airline Pavilion allo stand AP6 con un'area brandizzata: qui il team commerciale accoglierà i clienti trade e corporate, le agenzie di viaggio, le aziende e gli attori chiave del settore del business travel.  Il Regno Unito è un mercato strategico per Ita, che offre collegamenti diretti verso gli aeroporti di London City e Gatwick. Durante la summer Ita ha inaugurato un nuovo volo diretto tra London City e Roma-Fiumicino, operata con Airbus A220-100 e con 12 frequenze settimanali, che consente ai viaggiatori di beneficiare della vicinanza di entrambi gli hub aeroportuali al centro delle città, migliorando così la connettività tra le due capitali. I passeggeri possono anche collegarsi all’ampio network del vettore via Roma Fiumicino, facilitando gli spostamenti verso località del Mediterraneo come Italia, Spagna e Grecia, nonché città come Rio de Janeiro, San Paolo e Buenos Aires. Oltre a questo nuovo collegamento, a inizio 2024 Ita Airways ha incrementato da tre a cinque i voli giornalieri sulla rotta London City - Milano Linate, anch'essi operati con Airbus A220-100. Questa crescita porta a 43 le frequenze settimanali tra l’Italia e London City nel picco della stagione estiva. La più recente new entry è il collegamento da Roma Fiumicino all'aeroporto di Gatwick, con 7 frequenze settimanali, che porta a 100 il totale dei voli settimanali tra Regno Unito e Italia. Tra i principali temi della partecipazione al Business Travel Show Europe, il raggiungimento dei 2 milioni di iscritti a Volare, che conta il 36% dei suoi frequent flyer residenti all'estero. Volare, lanciato nel marzo 2022, conta ora più di 30 partner commerciali nei settori dell'hôtellerie, della mobilità e della finanza e 10 compagnie aeree partner per accrual e redemption di punti. [post_title] => Ita Airways al Business Travel Show di Londra: 100 i voli settimanali fra Italia e Uk [post_date] => 2024-06-19T10:12:36+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718791956000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469730 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova partnership per Italo che, grazie alla collaborazione di Uber, consente ai passeggeri di pianificare il proprio viaggio, da casa al treno e dal treno fino alla loro destinazione finale, in modo ancora più semplice ed efficiente. Una nuova soluzione multimodale, che arricchisce la piattaforma di servizi ancillari di Italo: «Italo oggi rappresenta il primo gruppo intermodale in Europa. Stiamo ampliando la nostra rete multimodale per offrire soluzioni complete ai nostri viaggiatori - ha dichiarato Gianbattista La Rocca, amministratore delegato di Italo -. Un accordo che semplifica il viaggio e lo rende più sicuro, eliminando i tempi di attesa fuori dalle stazioni». Il progetto debutta da Roma e Milano (in questa prima fase), coprendo le stazioni di Roma Termini, Roma Tiburtina, Milano Centrale, Milano Rogoredo e Milano Rho Fiera. Per tutti i passeggeri di Italo in partenza o in arrivo su una di queste stazioni ci sarà la possibilità di prenotare, da 90 giorni antecedenti il viaggio fino a 1 ora prima del viaggio, Uber Black o Van tramite la funzione Uber Reserve Già da ora è possibile prenotare direttamente dalle app (e sito web) di entrambe le società tutti i servizi e, nei prossimi mesi, le rispettive piattaforme saranno completamente integrate per offrire sempre più vantaggi agli utilizzatori. «La semplicità dell'esperienza di viaggio, unita ad una forte impegno verso una mobilità sempre più sostenibile, è al centro di tutto ciò che facciamo - ha dichiarato Lorenzo Pireddu, general manager di Uber Italia -. La partnership con Italo rappresenta un passo in avanti significativo nel rendere più agevole, più comodo e più affidabile il tragitto da e verso le stazioni di Milano e Roma. L'integrazione dei servizi di mobilità e l'opportunità di accedere a una vasta gamma di opzioni per spostarsi in città sono solo alcuni dei vantaggi che i passeggeri potranno godere, grazie a questa innovativa collaborazione». Per tutti i clienti Italo che si registrano per la prima volta all’app Uber e utilizzano il servizio nelle stazioni di Roma e Milano verrà sbloccata una promozione del 50% sulle prime tre corse. [post_title] => Italo sempre più intermodale grazie alla nuova collaborazione con Uber [post_date] => 2024-06-19T09:59:13+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718791153000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469641 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => TAP Air Portugal e l'Agenzia di Promozione Turistica dell'Alentejo insieme per celebrare il legame culturale e turistico tra Italia e Portogallo, con un focus speciale sulla regione dell'Alentejo. Alla serata che si è tenuta nella prestigiosa sede romana di villa Barberini, sono intervenuti l’ambasciatore del Portogallo in Italia, S.E. Bernardo Futscher Pereira, il direttore dell’Ente del Turismo del Portogallo - Delegazione Italia, Marcelo Rebanda, i rappresentanti dell’agenzia di Promozione Turistica dell’Alentejo e l'area manager di TAP Air Portugal, Davide Calicchia. Al centro della narrazione, la regione dell'Alentejo, descritta da Vitor Silva, presidente dell'Agenzia Regionale di Promozione Turistica dell'Alentejo, come 'il giardino segreto del Portogallo', ma anche 'la nuova Toscana' per la sua bellezza autentica. La destinazione è celebre per i suoi vini, la natura lussureggiante, le lunghe spiagge incontaminate, una cucina semplice ma profondamente radicata nella tradizione, i castelli medievali e le riserve naturali come l'estuario del Sado, dimora di una colonia permanente di delfini. Tap Air Portugal La serata è stata anche l’occasione per TAP di illustrare le novità della compagnia di bandiera del Paese che offre 102 voli settimanali dall’Italia con partenze dirette per Lisbona da Roma, Milano, Firenze, Venezia, Bologna e Napoli. Dotata della più ampia rete di collegamenti per raggiungere il Portogallo in maniera capillare, TAP è la compagnia aerea leader per i viaggi in Portogallo, incluse le isole di Madeira e le Azzorre, e il suo hub di Lisbona è anche una porta d’ingresso verso il Brasile, l’Africa - due mercati in cui si è affermata come il vettore di riferimento - il Venezuela, il Messico, il Canada e gli USA. Grazie al Portugal Stopover, inoltre, i passeggeri delle tratte intercontinentali che non hanno come destinazione finale Lisbona o Porto ma che si fermano in una di queste città, possono beneficiare, all'andata e al ritorno, di una sosta in Portogallo che può arrivare fino a dieci notti, senza alcun costo aggiuntivo nella tariffa. [post_title] => Natura, enogastronomia e tradizione: il portogallo presenta l’Alentejo [post_date] => 2024-06-18T15:09:17+00:00 [category] => Array ( [0] => estero [1] => senza-categoria ) [category_name] => Array ( [0] => Estero [1] => Senza categoria ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718723357000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "austria andamento positivo e impegno per lambiente focus carinzia e salisburgo" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":61,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2249,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469813","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_469821\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Da sinistra, Marco De Angelis e Fabrizio Bona[/caption]\r\n\r\nL'estate targata Italo accelera, spaziando dall'intermodalità all'accento sul traffico corporate, dall'ennesimo miglioramento dei servizi al ruolo - sempre strategico - del trade.\r\n\r\nSono questi i temi messi in luce da Fabrizio Bona e Marco De Angelis, rispettivamente direttore commerciale e direttore vendite, in occasione del tradizionale appuntamento con il roadshow estivo che ha preso il via ieri a Milano «per poi spostarsi a Bologna, Roma e Napoli: quattro sessioni che ci consentono di incontrare 250 delle nostre Top Agency - spiega De Angelis -. Italo infatti continua a credere nel mondo agenziale, che rappresenta un tassello chiave della crescita di questi nostri 12 anni di vita. Continueremo a remunerare il lavoro di qualità, studiando ed offrendo al canale agency sempre nuove soluzioni». La policy commissioni sulle agenzie continua a essere orientata «sui clienti di valore come il cliente business, che comunque non ha ancora recuperato i livelli 2019, oppure quello che chiede flessibilità. Abbiamo riempimenti importanti proprio nell’alta fascia, nell’executive, e le agenzie sono determinanti in questo ambito».\r\n\r\nDa segnalare la performance positiva del traffico internazionale, «americani in primis, ma anche una piccola ripresa da Corea e Cina, mentre c'è ancora poco Giappone a causa della mancanza di alcuni voli. \r\n\r\nPrima caratteristica della summer 2024, l'aumento delle opzioni di collegamenti intermodali: «Si tratta di ottimizzare la mobilità. E Italo rappresenta ormai un gruppo multimodale - sottolinea Bona -. Dai treni ai bus, siamo in grado di soddisfare la domanda di trasporto in tutta Italia. La stagione estiva ci consente di attivare nuove connessioni treno più bus per portare i turisti in località quali Rodi Garganico, Vieste, Jesolo, Bibione e molte altre. Questo dopo che le prime destinazioni lanciate, come Sorrento e Pompei, sono andate benissimo». In questo solco si inserisce anche il recente accordo con Uber.\r\n\r\nL'orario estivo conta 118 viaggi al giorno, con 54 città collegate e 62 stazioni servite, che garantiscono maggior capillarità e frequenze: grazie all’acquisizione di Itabus, infatti, ai servizi ferroviari si aggiungono quelli su gomma e quelli intermodali, treno + gomma con un biglietto unico; senza tralasciare le interconnessioni con i regionali di Trenitalia. Per queste ultime, in particolare, la novità dell'anno «è la possibilità per i passeggeri di acquistare direttamente i due biglietti Italo e regionale Trenitalia nelle biglietterie automatiche presenti nelle stazioni, mentre finora era possibile solo dal sito e dunque da pc. Arriveremo così anche in 200 nuove stazioni dove l'Alta Velocità non era un'opzione, consentendo ai clienti una comparazione diretta di costi e tempi di percorrenza. Inoltre, per fine 2024, questo servizio sarà disponibile anche sui sistemi delle agenzie di viaggio».\r\n\r\nBusiness travel\r\n\r\n\r\nAttenzione sempre maggiore viene riservata al mondo business e corporate, per il quale la società con il supporto della agenzie ha studiato appositi piani di triangolazioni (soluzione che coinvolge in particolar modo le Pmi, sono circa 900 quelle già nel circuito Italo). «Il nuovo programma fedeltà Italo Più prevede in particolare per il mondo bt la possibilità per tutti i dipendenti delle aziende già iscritte la possibilità di beneficiare già dello status di cui gode l'azienda già tutti i vantaggi dell’azienda. Diventa inoltre più semplice e veloce accumulare punti e dunque ottenere viaggi premio».\r\n\r\nSul fronte servizi spicca il rinnovo delle lounge: «Roma è stata la prima ad essere rinnovata, lunedì prossimo (24 giugno, ndr) chiuderà quella di Milano per poi riaprire a fine luglio con nuovo look, più servizi e qualità. A seguire le altre, con una grande novità che sarà l'apertura di una nuova lounge a Bologna, hub importantissimo non solo per Italo ma per tutto il sistema trasporti».\r\n\r\nLa nuova concorrenza\r\n\r\nQuanto al futuro debutto di Sncf sui collegamenti AV in Italia, «ad oggi è ancora prematuro fare previsioni. Per certo il mercato dell'Alta Velocità in Italia oggi è gestito da due parti in maniera intelligente, con qualità e servizi molto elevati. Il cliente beneficia di una sana competizione che ha portato a prezzi più bassi e maggiori e livelli di servizio. In futuro vedremo».\r\n\r\n \r\n\r\n\r\n ","post_title":"Italo presenta il Summer Dream: focus su intermodalità, bt e Top Agency","post_date":"2024-06-20T11:06:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718881608000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469819","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il trofeo dell'America's Cup a bordo della Explora I per un giorno. Ieri i passeggeri della nave hanno potuto ammirare da vicino uno dei premi più ambiti del mondo dello sport, in concomitanza con il lancio della partnership tra Explora Journeys e la trentasettesima edizione della 37a America's Cup Louis Vuitton. Durante l'evento, svoltosi nel porto di Barcellona, il brand di crociere di lusso del gruppo Msc ha anche annunciato la sponsorizzazione dell'Emirates Team New Zealand, attuale detentore del trofeo e squadra di maggior successo nella storia recente della competizione, avendola vinta quattro volte (1995, 2000, 2017 e 2021).\r\n\r\n\"Siamo incredibilmente orgogliosi di collaborare con la trentasettesima edizione dell'America's Cup di Louis Vuitton - ha sottolineato l'executive chairman, cruise division del gruppo Msc, Pierfrancesco Vago -. Questa partnership si allinea perfettamente al nostro impegno per l'eccellenza e alla nostra profonda passione per il mare. Sia nella vela agonistica, sia nella costruzione di un nuovo marchio di viaggi oceanici di lusso, è solo grazie alla forza del nostro team che possiamo eccellere e raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi. Inoltre, Emirates Team New Zealand incarna perfettamente la perseveranza e l'innovazione che sono alla base della vela agonistica. Siamo onorati di sostenere un team così distinto e attendiamo con ansia i loro successi nei prossimi eventi dell'America's Cup\".","post_title":"Explora Journeys diventa partner dell'America's Cup e di team New Zealand","post_date":"2024-06-20T10:49:02+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718880542000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469808","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La determinazione di Iag per chiudere l'iter di acquisizione di Air Europa ha visto un ultimo rilancio alla Commissione europea: il gruppo è disposto a cedere il 52% degli slot del vettore spagnolo ad altre compagnie aeree (remedy taker) per soddisfare le richieste dell'Antitrust. La precedente offerta riguardava il 40% degli slot.\r\n\r\nLa proposta risponde alla potenziale creazione di una situazione di dominio che si verrebbe a creare in seguito all'acquisto di Air Europa, sulle rotte tra la penisola iberica e le isole, sui voli verso diversi Paesi europei e su gran parte di quelli in partenza da Madrid verso l'America Latina.\r\nLe rotte messe in discussione da Bruxelles erano 58.\r\n\r\nDi fatto le operazioni combinate di Iberia ed Air Europa coprono una quota del 64% dei voli intercontinentali a Madrid-Barajas (45% per Iberia e 19% per Air Europa), con un presidio quasi totale nei collegamenti tra la capitale spagnola e i principali aeroporti di Ecuador, Panama, Uruguay, Guatemala, Paraguay e Porto Rico. La quota combinata è del 75% tra il Brasile e Madrid, e di oltre il 50% sulle rotte verso Costa Rica, Argentina, Repubblica Dominicana, El Salvador, Perù, Venezuela, Cuba, Bolivia e Stati Uniti.\r\n\r\n«La nostra nuova offerta prevede di cedere fino al 52% delle rotte operate da Air Europa a compagnie aeree competitor. Questo non significa una riduzione della capacità, ma piuttosto la garanzia che su tutte le rotte ci saranno diversi concorrenti e, quindi, diverse opzioni per i viaggiatori» spiegano da Iberia.","post_title":"Iag, ultimo rilancio all'Ue: sul piatto la cessione del 52% degli slot di Air Europa","post_date":"2024-06-20T09:38:18+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718876298000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469799","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un vero e proprio vademecum su misura per tour operator e agenzie di viaggio: la sales guide 2024-25 della Regione internazionale del Lago di Costanza - compresa tra Germania, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein - raccoglie infatti informazioni utili, spunti e curiosità che possono aiutare il trade nel programmare gli itinerari nella regione. La guida è alla sua quinta edizione, disponibile in inglese e tedesco.\r\n\r\nA livello pratico, la sales guide riporta ad esempio gli orari di apertura e il tempo medio necessario alla visita delle principali attrazioni, le distanze tra le diverse località della regione, i trasporti e i collegamenti con i mezzi pubblici, le date degli eventi, l’offerta e i prezzi delle visite guidate di gruppo e i contatti di riferimento dei diversi uffici del turismo e delle attrazioni – per una destinazione internazionale che si presta ad essere visitata in tutti i periodi dell’anno.\r\n\r\nIl lago di Costanza unisce culture e popoli diversi, accomunati dalle sponde del lago e dalla lingua tedesca. In questo angolo multiculturale d’Europa si scoprono paesaggi idilliaci e una natura incantevole – ma anche città vivaci, castelli e musei all’avanguardia e una enogastronomia autentica e variegata. La guida conduce attraverso le meraviglie e gli highlight della regione, suggerendo anche itinerari pensati secondo le inclinazioni dei partecipanti al viaggio – per proposte, per esempio, più incentrate sulla cultura, sulle vacanze attive o sulle scoperte legate al cibo, al vino e alla birra. Gli itinerari sono spunti per viaggi da effettuarsi nelle diverse stagioni dell’anno, a seconda delle attrazioni della regione o degli eventi ricorrenti, come i mercatini di Natale.","post_title":"Lago di Costanza: ecco la sales guide 2024-25 dedicata al trade","post_date":"2024-06-19T14:53:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1718808785000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469767","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riparte il programma donazioni delle eccedenze alimentari a sostegno dei più bisognosi realizzato a Cagliari da Costa Crociere. L'iniziativa è stata riattivata in occasione della partenza della stagione 2024 dal porto del capoluogo sardo. Da oggi sino al 26 novembre, in tutti gli scali che la Smeralda effettuerà ogni martedì a Cagliari, il cibo in eccedenza oppure non consumato a bordo sarà distribuito a organizzazioni locali che forniscono assistenza a persone in difficoltà. La sera precedente l’arrivo della nave, al termine della cena, verranno raccolti tutti i piatti preparati nelle aree ristorazione che non sono stati serviti agli ospiti, i cosiddetti ready to eat. I pasti saranno poi riposti in appositi contenitori di alluminio che saranno sigillati ed etichettati per garantirne la tracciabilità, e successivamente conservati nelle celle frigorifere di bordo. Il giorno seguente, dopo l’attracco della nave al porto di Cagliari, i contenitori saranno sbarcati e consegnati ai volontari del Banco Alimentare, che li doneranno alla comunità della mensa del Viandante-Conferenza di San Lorenzo, e alla congregazione delle suore Missionarie della carità di Calcutta.\r\n\r\nL’iniziativa è frutto della collaborazione tra Costa Crociere, Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna, Ufficio delle dogane di Cagliari, direzione generale della Sanità animale e dei farmaci veterinari di Cagliari, Cagliari Cruise Port, fondazione Banco Alimentare onlus. “Cagliari è un porto molto importante per noi - spiega il senior vice president guest experience e on board sales operations di Costa Crociere, Giuseppe Carino -: è stato il primo scalo in Italia dove abbiamo riattivato il nostro programma di donazioni delle eccedenze alimentari a seguito della pausa della pandemia, aprendo la strada alla successiva ripartenza anche in altre destinazioni. Dopo il successo dello scorso anno, torniamo anche nel 2024, forti della collaborazione di tutti i partner locali che condividono il nostro stesso impegno a promuovere la lotta allo spreco alimentare e il riutilizzo delle eccedenze alimentari a favore dei più bisognosi”.","post_title":"Costa: riparte il programma di donazione delle eccedenze alimentari a Cagliari","post_date":"2024-06-19T12:42:03+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718800923000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469726","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A San Vigilio di Marebbe, occupata per il 56% dai due parchi naturali Parco Fanes-Senes-Braies e Puez – Odle, la Cooperativa Turistica “San Vigilio San Martin – Dolomites” ha scelto l’autorevole Global Sustainable Tourism Council, riconosciuto a livello mondiale: si tratta di un'organizzazione senza scopo di lucro creata dalle Nazioni Unite in collaborazione con altre organizzazioni non governative (ONG) in tutto il mondo per proteggere l'ambiente.\r\n\r\nQuesto territorio è stato il primo in Alto Adige e il terzo in Italia a ricevere questa importante certificazione che garantisce alcune caratteristiche di base tra cui la severa verifica del rispetto dei criteri di sostenibilità (economici, sociali e ambientali), il processo di audit dei requisiti effettuato da una terza parte accreditata dal GSTC per la concessione della certificazione, diversi standard per fornitori di alloggi, destinazioni e operatori turistici.\r\nLa vocazione di tutto il territorio alla green policy è stata seguita anche da 6 strutture il cui obiettivo è offrire agli ospiti una vacanza davvero green, con tanto di certificazione.\r\n \r\nUn esempio virtuoso è il rifugio alpino “Ütia de Börz” a ben 2.006 metri di altitudine: si trova in cima al Passo delle Erbe, alle porte del Parco Naturale Puez-Odle e delle sue meraviglie naturali.\r\n\r\nIl Kristallhotel Corona, specializzato nel benessere naturale basato sui cristalli, ha realizzato le piscine con materiali naturali e sostenibili, come la quarzite argentata dell’Alto Adige e pietre di granito, che oltre ad accumulare calore, trasmettono una particolare sensazione di armonia in sintonia con la natura. \r\n\r\nI nuovi ed esclusivi Chalets Liondes sono un esempio di lusso e sostenibilità. Ognuno con spa privata, sauna e vasca idromassaggio, offrono anche la possibilità di avere lo chef a domicilio, che cucina con prodotti del territorio. Realizzati secondo gli standard Casa Clima A e dotati di pannelli solari, questi chalet incarnano il principio della sostenibilità.\r\n\r\nAl Garni Diamant un sistema fotovoltaico e i pannelli solari sono la soluzione ideale per non inquinare; il giardino viene irrigato con acqua piovana raccolta in una botte e la piscina ha un sistema di pulizia con il sale, ad impatto inquinante molto basso; vengono calcolate le emissioni CO2 per piantare alberi in modo da compensare l’impatto ambientale.\r\n\r\nBarbara Frenner, proprietaria dell’eco B&B Les Gomines ha il desiderio di “creare un luogo in cui l’uomo e la natura trovino lo spazio che si meritano”. La struttura è un Klimahaus rispettoso dei rigidi protocolli del risparmio energetico; i prodotti utilizzati, dalla cucina all’igiene personale e ai detersivi, sono green label; inoltre viene incentivata l’abitudine a utilizzare i mezzi di trasporto (gratuiti con il Dolomiti Holiday Pass).\r\n \r\nL’hotel Excelsior è una struttura a basso consumo energetico, costruita come “CasaClima classe A, oltre alla certificazione GSTC vanta il marchio “Sostenibilità Alto Adige”. Un impianto di cogenerazione produce parte dell’energia elettrica, trasformando il gas naturale in calore e contribuendo a risparmiare circa il 20% di energia; la piscina panoramica con vasca in poliuretano consuma il 30% in meno rispetto ad una vasca in acciaio o di cemento.\r\n \r\nIl 3 giugno 2024 l’hotel AMA Stay ha annunciato l'ottenimento delle certificazioni GSTC (Global Sustainable Tourism Council) e del Marchio Sostenibilità Alto Adige, che attestano l'impegno continuo verso pratiche sostenibili e responsabili. AMA Stay rappresenta un modello di ospitalità innovativa dove vacanza, lavoro e rispetto per l'ambiente si incontrano.\r\n \r\nSan Vigilio - Dolomites è la cooperativa turistica nata per promuovere questo speciale territorio che si estende tra i paesi di San Vigilio di Marebbe e di San Martino in Badia.\r\n \r\n\r\n ","post_title":"A San Vigilio di Marebbe, certificata GSTC, vacanze ad impatto sostenibile","post_date":"2024-06-19T10:29:25+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1718792965000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469735","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Focus sul corporate per Ita Airways con la partecipazione, oggi e domani, al Business Travel Show Europe, la principale fiera britannica dedicata al bt in corso al centro espositivo ExCeL a Londra.\r\nLa compagnia aerea italiana è presenta nell’Airline Pavilion allo stand AP6 con un'area brandizzata: qui il team commerciale accoglierà i clienti trade e corporate, le agenzie di viaggio, le aziende e gli attori chiave del settore del business travel. \r\nIl Regno Unito è un mercato strategico per Ita, che offre collegamenti diretti verso gli aeroporti di London City e Gatwick. Durante la summer Ita ha inaugurato un nuovo volo diretto tra London City e Roma-Fiumicino, operata con Airbus A220-100 e con 12 frequenze settimanali, che consente ai viaggiatori di beneficiare della vicinanza di entrambi gli hub aeroportuali al centro delle città, migliorando così la connettività tra le due capitali.\r\nI passeggeri possono anche collegarsi all’ampio network del vettore via Roma Fiumicino, facilitando gli spostamenti verso località del Mediterraneo come Italia, Spagna e Grecia, nonché città come Rio de Janeiro, San Paolo e Buenos Aires.\r\nOltre a questo nuovo collegamento, a inizio 2024 Ita Airways ha incrementato da tre a cinque i voli giornalieri sulla rotta London City - Milano Linate, anch'essi operati con Airbus A220-100. Questa crescita porta a 43 le frequenze settimanali tra l’Italia e London City nel picco della stagione estiva.\r\nLa più recente new entry è il collegamento da Roma Fiumicino all'aeroporto di Gatwick, con 7 frequenze settimanali, che porta a 100 il totale dei voli settimanali tra Regno Unito e Italia.\r\nTra i principali temi della partecipazione al Business Travel Show Europe, il raggiungimento dei 2 milioni di iscritti a Volare, che conta il 36% dei suoi frequent flyer residenti all'estero. Volare, lanciato nel marzo 2022, conta ora più di 30 partner commerciali nei settori dell'hôtellerie, della mobilità e della finanza e 10 compagnie aeree partner per accrual e redemption di punti.","post_title":"Ita Airways al Business Travel Show di Londra: 100 i voli settimanali fra Italia e Uk","post_date":"2024-06-19T10:12:36+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718791956000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469730","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova partnership per Italo che, grazie alla collaborazione di Uber, consente ai passeggeri di pianificare il proprio viaggio, da casa al treno e dal treno fino alla loro destinazione finale, in modo ancora più semplice ed efficiente.\r\n\r\nUna nuova soluzione multimodale, che arricchisce la piattaforma di servizi ancillari di Italo: «Italo oggi rappresenta il primo gruppo intermodale in Europa. Stiamo ampliando la nostra rete multimodale per offrire soluzioni complete ai nostri viaggiatori - ha dichiarato Gianbattista La Rocca, amministratore delegato di Italo -. Un accordo che semplifica il viaggio e lo rende più sicuro, eliminando i tempi di attesa fuori dalle stazioni».\r\n\r\nIl progetto debutta da Roma e Milano (in questa prima fase), coprendo le stazioni di Roma Termini, Roma Tiburtina, Milano Centrale, Milano Rogoredo e Milano Rho Fiera. Per tutti i passeggeri di Italo in partenza o in arrivo su una di queste stazioni ci sarà la possibilità di prenotare, da 90 giorni antecedenti il viaggio fino a 1 ora prima del viaggio, Uber Black o Van tramite la funzione Uber Reserve Già da ora è possibile prenotare direttamente dalle app (e sito web) di entrambe le società tutti i servizi e, nei prossimi mesi, le rispettive piattaforme saranno completamente integrate per offrire sempre più vantaggi agli utilizzatori.\r\n\r\n«La semplicità dell'esperienza di viaggio, unita ad una forte impegno verso una mobilità sempre più sostenibile, è al centro di tutto ciò che facciamo - ha dichiarato Lorenzo Pireddu, general manager di Uber Italia -. La partnership con Italo rappresenta un passo in avanti significativo nel rendere più agevole, più comodo e più affidabile il tragitto da e verso le stazioni di Milano e Roma. L'integrazione dei servizi di mobilità e l'opportunità di accedere a una vasta gamma di opzioni per spostarsi in città sono solo alcuni dei vantaggi che i passeggeri potranno godere, grazie a questa innovativa collaborazione».\r\n\r\nPer tutti i clienti Italo che si registrano per la prima volta all’app Uber e utilizzano il servizio nelle stazioni di Roma e Milano verrà sbloccata una promozione del 50% sulle prime tre corse.","post_title":"Italo sempre più intermodale grazie alla nuova collaborazione con Uber","post_date":"2024-06-19T09:59:13+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718791153000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469641","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"TAP Air Portugal e l'Agenzia di Promozione Turistica dell'Alentejo insieme per celebrare il legame culturale e turistico tra Italia e Portogallo, con un focus speciale sulla regione dell'Alentejo.\r\n\r\nAlla serata che si è tenuta nella prestigiosa sede romana di villa Barberini, sono intervenuti l’ambasciatore del Portogallo in Italia, S.E. Bernardo Futscher Pereira, il direttore dell’Ente del Turismo del Portogallo - Delegazione Italia, Marcelo Rebanda, i rappresentanti dell’agenzia di Promozione Turistica dell’Alentejo e l'area manager di TAP Air Portugal, Davide Calicchia.\r\n\r\nAl centro della narrazione, la regione dell'Alentejo, descritta da Vitor Silva, presidente dell'Agenzia Regionale di Promozione Turistica dell'Alentejo, come 'il giardino segreto del Portogallo', ma anche 'la nuova Toscana' per la sua bellezza autentica.\r\n\r\nLa destinazione è celebre per i suoi vini, la natura lussureggiante, le lunghe spiagge incontaminate, una cucina semplice ma profondamente radicata nella tradizione, i castelli medievali e le riserve naturali come l'estuario del Sado, dimora di una colonia permanente di delfini.\r\n\r\nTap Air Portugal\r\n\r\nLa serata è stata anche l’occasione per TAP di illustrare le novità della compagnia di bandiera del Paese che offre 102 voli settimanali dall’Italia con partenze dirette per Lisbona da Roma, Milano, Firenze, Venezia, Bologna e Napoli. Dotata della più ampia rete di collegamenti per raggiungere il Portogallo in maniera capillare, TAP è la compagnia aerea leader per i viaggi in Portogallo, incluse le isole di Madeira e le Azzorre, e il suo hub di Lisbona è anche una porta d’ingresso verso il Brasile, l’Africa - due mercati in cui si è affermata come il vettore di riferimento - il Venezuela, il Messico, il Canada e gli USA.\r\n\r\nGrazie al Portugal Stopover, inoltre, i passeggeri delle tratte intercontinentali che non hanno come destinazione finale Lisbona o Porto ma che si fermano in una di queste città, possono beneficiare, all'andata e al ritorno, di una sosta in Portogallo che può arrivare fino a dieci notti, senza alcun costo aggiuntivo nella tariffa.","post_title":"Natura, enogastronomia e tradizione: il portogallo presenta l’Alentejo","post_date":"2024-06-18T15:09:17+00:00","category":["estero","senza-categoria"],"category_name":["Estero","Senza categoria"],"post_tag":[]},"sort":[1718723357000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti