3 February 2023

Milano: regina del turismo e centro internazionale di shopping

[ 0 ]

È cresciuto l’interesse da parte dei turisti nei confronti della città di Milano. Una conferma che arriva da Global Blue, società leader nel settore del Tax Free Shopping, e Lybra Tech, azienda italiana che sviluppa soluzioni tecnologiche basate sui big data, per destinazioni turistiche, aziende ed hotel.

In particolare, Global Blue conferma che tra agosto e ottobre 2022 Milano è la città con il più alto livello di spesa Tax Free in Italia (33%), superando così la performance legata al tax free shopping del pre-pandemia, con un tasso di recovery del 110%.

Il capoluogo meneghino batte anche le altre realtà italiane per quanto riguarda lo scontrino medio che si attesta a 1.366 euro, confermandosi il valore più alto sulla penisola con una variazione positiva (+17%) rispetto al 2019. Inoltre, guidano la ripresa della città le aree del centro e del quadrilatero della moda con un tasso di recovery rispettivamente del 112% e il 110% se confrontati con il 2019. Ed è proprio nel quadrilatero che si registra il 51% delle spese totali da parte dei turisti, con uno scontrino medio di 2.121 euro.

Per quanto riguarda le nazionalità in ingresso, rispetto alle altre destinazioni predilette per lo shopping come Roma, Firenze e Venezia, Milano gode di un mix più diversificato: sono i turisti provenienti dagli Stati Uniti a rappresentare il primo mercato estero in termini di spesa tax free (25%), seguiti dai Paesi Arabi (16%) e del sud-est asiatico (11%). Assente la Russia.

Lo studio di Global Blue ha permesso anche di fotografare un particolare segmento di nuovi arrivi che hanno scelto Milano per i propri acquisti e che comprende l’area dei Paesi del Golfo. Nel dettaglio, i turisti arabi che hanno fatto shopping in Italia nel terzo trimestre del 2022 hanno concentrato quasi la metà dei loro acquisti proprio a Milano (47%), raddoppiando i livelli di spesa pre-pandemia fino a raggiungere il 197%, con uno scontrino medio pari a 1.390 euro, in aumento del 26% rispetto al 2019. Acquisti che per l’83% interessano il settore del Fashion & Clothing e per il 14% orologi e gioielli.

Un’ulteriore chiave di lettura in prospettiva futura è fornita da Lybra Tech, secondo cui la domanda da parte dei turisti arabi verso la città di Milano è cresciuta in maniera considerevole durante gli ultimi tre mesi e, in particolare, nelle ultime settimane. Un trend positivo e che procede a un tasso medio del 3,9%. Forte è anche la richiesta di prenotazioni per il terzo weekend di dicembre, mentre non risulta che ci sia particolare interesse per le festività natalizie. Infine, dal punto di vista della permanenza sul territorio, Lybra Tech ha individuato una media di circa quattro notti per le persone provenienti dalle aree del Golfo, un valore molto più elevato rispetto a tutte le altre nazionalità.

Sono i dati salienti del report trimestrale “The Next”, frutto della recente partnership tra Global Blue e Lybra Tech. L’analisi è basata sull’allineamento di due diverse fonti dati, una consuntiva e l’altra previsionale, che consente di valutare le performance Tax-Free Shopping (TFS) e di confrontarle con il mercato di riferimento. I turisti, infatti, rappresentano un bacino di inestimabile valore per ogni azienda, ma i mutevoli bisogni ed i repentini cambiamenti delle dinamiche di mercato hanno reso la loro comprensione ancora più importante per la strategia aziendale.

È questa ragione che ha portato alla nascita di The Next, che costituisce uno strumento unico per rendere i brand consapevoli e protagonisti delle trasformazioni del mercato turistico sempre più in rapida evoluzione. Il tutto per dare alle imprese del settore l’opportunità di pianificare scelte di business data-driven attraverso la lettura e l’interpretazione della domanda turistica futura. Domande come quale sarà il trend del futuro, quali sono le aree della città più ricercate, come posso organizzare al meglio il mio negozio, insieme a molte altre, avranno ora una risposta.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438570 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vueling in allungo con un operativo globale che include oltre 300 rotte nel 2023 - 30 delle quali nuove - verso più di 100 destinazioni. Ruolo da protagonista per l'Italia che per l'estate conterà 40 rotte verso 23 destinazioni e 8 Paesi diversi. Nel dettaglio, il la compagnia aerea del gruppo Iag collega l’hub di Roma Fiumicino con 14 destinazioni, che comprendono la Spagna (Alicante, Barcellona, Bilbao, Ibiza, Malaga, Maiorca e Valencia), la Francia (Parigi Orly), la Croazia (Dubrovnik, Spalato), la Grecia (Mykonos, Santorini), il Regno Unito (Londra Gatwick) e l’Italia (Lampedusa). Dalla base di Firenze sono 9 i collegamenti diretti per raggiungere Olanda (Amsterdam), Spagna (Barcellona, Bilbao, Madrid), Francia (Parigi Orly), Danimarca (Copenaghen) e Regno Unito (Londra Gatwick). Non mancano le proposte, anche in questo caso, verso l’Italia, in particolare per Catania e Palermo. Conferme anche per l’aeroporto di Milano Malpensa, dove per tutta l’estate saranno attive le rotte per Barcellona, Bilbao, Ibiza e Parigi Orly, con numerose frequenze settimanali (fino a 34). Numerose le proposte anche dagli altri aeroporti italiani, in particolare da Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo, Torino e Venezia. Tre i punti saldi su cui Vueling si concentra per continuare a consolidare la crescita operativa, in linea con il quadro del piano di trasformazione Vueling Transform: destagionalizzazione, aumento delle frequenze e digitalizzazione totale dell'offerta.   [post_title] => Vueling sull'Italia con oltre 40 rotte per l'estate verso 23 destinazioni [post_date] => 2023-02-02T15:33:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675351989000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438512 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è finalmente la data ufficiale di riapertura per il Terminal 2 dell'aeroporto di Milano Malpensa. Dal prossimo 31 maggio, dopo la chiusura causa pandemia nel 2020, il T2 tornerà ad essere la casa esclusiva di easyJet (saranno 23 gli aeromobili basati) con un look rinnovato. I lavori di riqualifica, iniziati a fine 2022, aumenteranno i servizi rivolti al passeggero attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate. E miglioreranno l’efficienza energetica del terminal e offriranno soluzioni tecniche per favorire aeromobili di ultima generazione. Il Terminal 2 sarà quindi più confortevole, innovativo e sostenibile. Un'area del check in sarà riservata al self bag drop, macchinari che permettono ai viaggiatori di imbarcare i bagagli in stiva in autonomia anche senza l’assistenza del personale di terra. L’area dei controlli di sicurezza sarà completamente ristrutturata, con nuove linee automatizzate di ultima generazione che consentiranno di ridurre i tempi di controllo e attesa dei passeggeri. Inoltre, sarà disponibile una macchina EDS-CB (Explosives Detection Systems for Cabin Baggage) che impiega una tecnologia Tac al passaggio del Fast Track, per effettuare i controlli senza la necessità di separare dal bagaglio a mano gli apparati elettronici e i liquidi. Infine, verranno realizzati nuovi spazi commerciali dedicati allo shopping e alla ristorazione. Sostenibilità Sotto il profilo della sostenibilità sono previsti interventi di adeguamento del piazzale di sosta degli aeromobili finalizzati ad accogliere nelle piazzole adiacenti al terminal i nuovi Airbus A321neo di easyJet, che consentono di produrre il 15% in meno di emissioni di CO2 e di ridurre del 50% l'impatto acustico durante le fasi di decollo e atterraggio rispetto agli aeroplani della precedente generazione. Per quanto riguarda l’efficientamento energetico si interverrà sugli impianti di condizionamento, sostituendo la vecchia centrale con una di ultima generazione, e sugli impianti di trasporto persone, con l’installazione di nuovi e più efficienti marciapiedi mobili, scale mobili ed ascensori in diversi punti dell’aerostazione. “Riaprire il Terminal 2 base storica di easyJet, prima compagnia aerea per voli e passeggeri a Malpensa, è un’ulteriore conferma cha abbiamo recuperato il traffico domestico e europeo - ha commentato Armando Brunini, ad di Sea -. Stiamo effettuando dei lavori di restyling dopo due anni di chiusura a causa della crisi sanitaria e abbiamo colto l’occasione per migliorare i servizi rivolti ai nostri passeggeri”.   [post_title] => Malpensa: il Terminal 2, casa di easyJet, riaprirà il 31 maggio [post_date] => 2023-02-02T11:19:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675336748000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438486 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air India ha riaperto ieri, 1° febbraio, il volo diretto da Milano Malpensa a Nuova Delhi. La compagnia aerea ora sotto l'egida del gruppo Tata, è tornata a collegare le due città dopo l’interruzione dai primi mesi del 2020 a causa della pandemia. E proprio in questo periodo, il vettore indiamo si è fermato e ristrutturato per ripresentarsi oggi più efficiente e competitivo. «Oggi (ieri per chi legge, ndr) riprende un volo e torna a Malpensa un vettore importante che sta crescendo rinnovandosi in modo importante - affermato ha sottolineato Andrea Tucci, vp Aviation Business Development di Sea - Aeroporti di Milano -. Delhi sarà la più grande città raggiungibile da Malpensa con i suoi 30 milioni di abitanti che ne fanno un enorme potenziale di traffico in entrata verso l'Italia. L'investimento di Air India sul nostro aeroporto sarà mirato alla capacità del bacino d'utenza del Nord Italia, intercettando sia la domanda di mercato per i segmenti di viaggio business e turismo che l'ampia presenza della comunità indiana residente». Il collegamento, operato da un Boeing 787-8 Dreamliner configurato con 18 posti in Business Class e 238 in Economy Class, è effettuato quattro volte la settimana (lunedì, mercoledì, venerdì, domenica). «Questo volo rappresenta un momento importante - ha sottolineato Nalin Bhatnagar, deputy general manager di Air India - che unisce due importanti città come Milano e Delhi e che dà la possibilità di fruire di numerose persecuzioni dal nostro hub verso tutta l’Asia e l'Australia». La Milano-Nuova Delhi è soltanto un inizio per Air India che già ha richieste per estendere i collegamenti  da Milano verso altre destinazioni indiane, una su tutte Amritsar, capitale dello stato del Punjab, da cui provengono la maggior parte degli indiami presenti nel nostro paese. [post_title] => Air India è tornata operativa sulla Milano-Nuova Delhi. E studia futuri sviluppi [post_date] => 2023-02-02T10:08:42+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675332522000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438448 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => MyItalytotheWorld ha aperto a Venezia-Mestre il suo terzo ufficio, che si affianca agli hub già operativi di Firenze e Roma. “L’apertura di questa nuova filiale operativa, così come lo è stata quella di Roma, rientra nel nostro progetto di lavoro e nel nostro piano di investimenti che si pone in un’ottica di espansione del marchio e delle attività”, sostiene Alvaro Cipriani, ceo di MyItalytotheWorld by Tuscanyall.com “La crescita nella domanda da parte del canale agenziale ci ha incoraggiato ad aprire un nuovo ufficio, così da presidiare ulteriormente il territorio” aggiunge Marella Bagnoli, general manager del to, che ha recentemente ampliato la propria forza commerciale con l'ingresso di nuovi sales -. Dalla fondazione del nostro tour operator online, la domanda crescente che stiamo ricevendo lato agenti di viaggio ha reso quasi “necessaria” l’inaugurazione di un nuovo punto operativo, che ci consentirà di presidiare anche la zona del Triveneto oltre a Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Liguria". La manager invita poi le agenzie di viaggio a registrarsi sul nostro portale nell’area a loro riservata, in modo da testare, di persona, la velocità, la professionalità e i prodotti che ci contraddistinguono. Inoltre, saremo lieti di presentarci di persona in occasione del Tove - Travel Open Village Evolution - che si terrà all’Hotel Meliá Milano, il 12 e il 13 febbraio”. [post_title] => MyItalytotheWorld: aperto a Venezia-Mestre il terzo ufficio, che si affianca a Firenze e Roma [post_date] => 2023-02-01T13:01:55+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675256515000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438438 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Wizz Air alla ricerca di nuovi piloti da inserire nel proprio organico: la low cost ha organizzato un open day a Milano per il prossimo 4 febbraio a Milano. Attualmente la compagnia aerea sta attivamente reclutando Capitani e Primi Ufficiali esperti con licenza Easa da inserire nelle sue basi europee in continua crescita (35 basi in 14 Paesi) La giornata milanese si svolgerà presso il Crowne Plaza Milan - Malpensa Airport (Via Arturo Ferrarin, 7 - Case Nuove, VA) alle ore 10:00. La registrazione non è obbligatoria. I candidati potranno immergersi nel mondo Wizz, conoscere il network e i piani futuri della compagnia aerea, le condizioni di formazione e di impiego, le opportunità di carriera, la progressione, i piani retributivi e i benefit. Tutte le posizioni aperte sono disponibili anche sul sito web di reclutamento piloti della compagnia aerea, dove i candidati sono invitati a presentare la propria candidatura in qualsiasi momento. [post_title] => Wizz Air recluta nuovi piloti: open day a Milano il prossimo 4 febbraio [post_date] => 2023-02-01T11:53:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675252433000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438420 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Qatar Airways aumenta da oggi, 1° febbraio, la frequenza dei voli per la Thailandia, con l'introduzione di un terzo volo giornaliero per Phuket. La nuova frequenza si somma ai quattro voli giornalieri per Bangkok, e porta quindi il numero totale di collegamenti per la Thailandia a sette al giorno. Il significativo ampliamento dei voli per la Thailandia garantirà una maggiore comodità e connettività ai viaggiatori, offrendo loro più opzioni di viaggio verso oltre 150 destinazioni della rete globale di Qatar Airways, tra cui Roma, Milano, Londra, Manchester, Francoforte, Parigi, Zurigo e New York. "Questo è un significativo passo avanti verso il nostro continuo impegno nel mercato thailandese e siamo orgogliosi di servire i nostri passeggeri con sicurezza e un grande network globale" dichiara Bennet Stephens, regional manager di Qatar Airways per l'Indocina.  I passeggeri a bordo di Qatar Airways hanno a disposizione 4.000 opzioni di intrattenimento; i titolari di carta Visa possono inoltre usufruire di uno sconto fino al 10% sulle prenotazioni e i nuovi utenti che si iscrivono al programma di fidelizzazione Privilege Club, entro il 31 dicembre 2023, possono utilizzare il codice PCSEA23 per guadagnare fino a 4.000 Avios bonus per viaggiare entro il 30 giugno 2024.   [post_title] => Qatar Airways rilancia sulla Thailandia con il terzo volo giornaliero su Phuket [post_date] => 2023-02-01T10:51:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675248691000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438398 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_335181" align="alignleft" width="300"] L'assessore al turismo della regione Emilia Romagna, Andrea Corsini[/caption] Sono 1,6 milioni di euro i ristori Covid non utilizzati che potranno essere destinati al sostegno delle imprese turistiche dell'Appennino emiliano-romagnolo colpite dalla mancanza di neve registrata in avvio della stagione sciistica.  E' quanto annuncia l'Emilia-Romagna dopo l'incontro tra il ministro del turismo, Daniela Santanché e le regioni cui ha partecipato anche l'assessore regionale al turismo Andrea Corsini. Alla prima tranche, viene evidenziato, potranno seguire a beneficio degli operatori emiliano-romagnoli, ulteriori 2,4 milioni sempre legati a fondi per l'emergenza Covid non spesi, ma di competenza del ministero dell'Economia e delle finanze mentre sono state confermate le risorse del Fondo unico nazionale per il turismo che per l'Emilia-Romagna valgono 7 milioni di euro. "Siamo soddisfatti per l'esito dell'incontro - dichiarano in una nota il presidente Stefano Bonaccini e l'assessore Corsini - e ringraziamo la ministra Santanché della disponibilità ad accogliere le proposte dell'Emilia-Romagna e delle Regioni per affrontare da subito, con misure concrete di sostegno, l'emergenza che ha colpito l'Appennino. E più in generale, ad avviare un confronto sulle prospettive dell'intero comparto turistico nazionale, a partire dalla applicazione della direttiva Bolkestein". [post_title] => Sostegno di 1,6 milioni per l'Appennino emiliano-romagnolo senza neve [post_date] => 2023-02-01T10:03:22+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675245802000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438376 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo Space Hotels chiude il 2022 con numeri decisamente positivi, grazie a un fatturato in crescita del 110% rispetto all’anno precedente. Il segmento che ha fatto rilevare il maggior incremento è stato in particolare il mice con un +169%. Anche solo perché nel 2022 si è tornati finalmente, dopo un lungo periodo di fermo, a organizzare eventi e meeting in presenza. Le principali città italiane in cui si è registrato il maggior numero di prenotazioni sono state quindi Roma con un +134%, Torino con un +36% e Caserta con un +32%. Bene anche Napoli e Pisa. A livello internazionale, invece, sono tornati a visitare la Penisola soprattutto dagli Stati Uniti facendo registrare un +370% e, a seguire, dal Regno Unito (+328%), nonché a pari merito da Germania e Francia (+207%). Per il 2023 Space Hotels annuncia quindi la ripresa della collaborazione con Hubsolute, che li rappresenterà anche in alcune delle principali fiere estere, con l’obiettivo di rafforzare la promozione sul mercato internazionale e in particolare negli Stati Uniti. Conferma, inoltre, dopo la Bit la presenza alle maggiori fiere del turismo italiane. La compagnia parteciperà inoltre, come di consueto, anche al World Travel Market di Londra che si terrà il prossimo novembre. Dopo questa sensibile ripresa, in Space Hotels si guarda dunque con ottimismo al futuro e si pianificano con entusiasmo i prossimi obiettivi, appuntamenti e occasioni di confronto. La Bit di Milano sarà così un momento importante, per incontrare allo stand A83 nel padiglione 3 i maggiori rappresentanti del gruppo: il presidente Franco Coppini, il direttore generale, Lidia Rescigno, il direttore marketing, Daniela Passeri, il vice presidente, Luigi Neri, e alcune delle responsabili vendite. [post_title] => Space Hotels: nel 2022 fatturato in crescita del 110% [post_date] => 2023-02-01T09:40:48+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675244448000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438328 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437301" align="alignleft" width="300"] Dina Ravera[/caption] Destination Italia, leader nel turismo incoming esperienziale nel segmento Luxury B2B, e Portale Sardegna, specializzata nel settore incoming turistico nella destinazione Sardegna ed anche Puglia, Sicilia e resto d’Italia, entrambe quotate su Euronext Growth Milan, annunciano che i rispettivi consigli di amministrazione hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Portale Sardegna in Destination Italia. L’operazione è stata approvata in esecuzione dell’accordo vincolante sottoscritto dalle parti in data 25 novembre 2022. L’obiettivo dell’operazione è quello di creare un gruppo leader nel settore incoming Italia, capace di competere nei mercati internazionali B2B e B2C con i principali big player in diversi segmenti, tra i quali il luxury di alta qualità, attraverso la creazione di economie di scala, la valorizzazione degli asset societari e del know-how tecnologico presenti nelle due realtà. Da un punto di vista del mercato, la complementarità tra le due aziende si concretizza nelle grandi opportunità di cross-selling: Destination Italia conta su oltre 1.000 clienti (tour operator internazionali), viaggiatori da oltre 100 paesi ed un network di 10.000 fornitori di servizi turistici locali; Portale Sardegna porta in dote oltre 2,98 milioni di utenti unici annuali ed il network dei Local Expert. Da un punto di vista tecnologico, il portafoglio delle due società è fortemente sinergico. Da parte di Destination Italia, la capacità di automazione delle prenotazioni (machine learning), il canale distributivo machine-to-machine (xml) e le forti competenze in business intelligence consentiranno di intermediare e gestire prenotazioni massive da parte dei Tour Operator internazionali, insieme alle migliaia di fornitori di servizi turistici sul territorio italiano. Con l’operazione, Portale Sardegna apporterà tecnologie e competenze complementari al patrimonio tecnologico di Destination Italia. Dina Ravera, azionista di riferimento di Destination Italia, ha ricordato che la business combinatio è «un’idea nata circa un anno fa con due obiettivi primari; da un lato offrire una soluzione al problema della frammentazione del mercato degli operatori turistici, dall’altro far crescere il turismo verso il nostro Paese forti di una struttura e di una dimensione in grado di affrontare i mercati internazionali ed i grandi player di settore operanti worldwide». Per Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna, «le due aziende per percorsi diversi maturati nel corso del tempo presentano una complementarietà che di fatto rende questa fusione un matrimonio perfetto in grado di creare benefici per tutti gli stakeholder a partire dai nostri azionisti». La stipula dell’atto di fusione, essendosi verificate tutte le condizioni necessarie al proseguimento dell’operazione, è prevista entro la prima metà del mese di giugno 2023, previo decorso del termine per l’opposizione da parte dei creditori sociali delle due società, ed è subordinata all’approvazione del progetto comune di fusione da parte delle rispettive Assemblee dei soci, previste indicativamente entro il mese di marzo 2023. A seguito del perfezionamento dell’operazione, quindi, il capitale sociale di Destination Italia, come risultante dalla fusione, sarà detenuto per circa il 75% dagli attuali azionisti di Destination Italia e per circa il 25% dagli attuali azionisti di Portale Sardegna, fatto salvo quanto riportato al successivo punto. Gli attuali soci di Portale Sardegna Massimiliano Cossu, Marco Demurtas, Acacia Travel Holding e Flexagon contestualmente alla stipula dell’atto di fusione, si obbligheranno a sottoscrivere un accordo di lock-up avente ad oggetto il 90% delle azioni di Destination Italia che saranno assegnate ai medesimi per effetto del perfezionamento dell’Operazione. Tale impegno sarà valido sino alla data dell’Assemblea dei soci di Destination Italia, quale società risultante dall’Operazione, chiamata a deliberare sul bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2025. [post_title] => Destination Italia-Portale Sardegna: i cda approvano la fusione [post_date] => 2023-01-31T11:58:11+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675166291000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "milano" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":8,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1610,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438570","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Vueling in allungo con un operativo globale che include oltre 300 rotte nel 2023 - 30 delle quali nuove - verso più di 100 destinazioni.\r\n\r\nRuolo da protagonista per l'Italia che per l'estate conterà 40 rotte verso 23 destinazioni e 8 Paesi diversi. Nel dettaglio, il la compagnia aerea del gruppo Iag collega l’hub di Roma Fiumicino con 14 destinazioni, che comprendono la Spagna (Alicante, Barcellona, Bilbao, Ibiza, Malaga, Maiorca e Valencia), la Francia (Parigi Orly), la Croazia (Dubrovnik, Spalato), la Grecia (Mykonos, Santorini), il Regno Unito (Londra Gatwick) e l’Italia (Lampedusa).\r\n\r\nDalla base di Firenze sono 9 i collegamenti diretti per raggiungere Olanda (Amsterdam), Spagna (Barcellona, Bilbao, Madrid), Francia (Parigi Orly), Danimarca (Copenaghen) e Regno Unito (Londra Gatwick). Non mancano le proposte, anche in questo caso, verso l’Italia, in particolare per Catania e Palermo.\r\n\r\nConferme anche per l’aeroporto di Milano Malpensa, dove per tutta l’estate saranno attive le rotte per Barcellona, Bilbao, Ibiza e Parigi Orly, con numerose frequenze settimanali (fino a 34). Numerose le proposte anche dagli altri aeroporti italiani, in particolare da Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo, Torino e Venezia.\r\n\r\nTre i punti saldi su cui Vueling si concentra per continuare a consolidare la crescita operativa, in linea con il quadro del piano di trasformazione Vueling Transform: destagionalizzazione, aumento delle frequenze e digitalizzazione totale dell'offerta.\r\n ","post_title":"Vueling sull'Italia con oltre 40 rotte per l'estate verso 23 destinazioni","post_date":"2023-02-02T15:33:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675351989000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438512","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è finalmente la data ufficiale di riapertura per il Terminal 2 dell'aeroporto di Milano Malpensa. Dal prossimo 31 maggio, dopo la chiusura causa pandemia nel 2020, il T2 tornerà ad essere la casa esclusiva di easyJet (saranno 23 gli aeromobili basati) con un look rinnovato. I lavori di riqualifica, iniziati a fine 2022, aumenteranno i servizi rivolti al passeggero attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate. E miglioreranno l’efficienza energetica del terminal e offriranno soluzioni tecniche per favorire aeromobili di ultima generazione. Il Terminal 2 sarà quindi più confortevole, innovativo e sostenibile.\r\nUn'area del check in sarà riservata al self bag drop, macchinari che permettono ai viaggiatori di imbarcare i bagagli in stiva in autonomia anche senza l’assistenza del personale di terra. L’area dei controlli di sicurezza sarà completamente ristrutturata, con nuove linee automatizzate di ultima generazione che consentiranno di ridurre i tempi di controllo e attesa dei passeggeri. Inoltre, sarà disponibile una macchina EDS-CB (Explosives Detection Systems for Cabin Baggage) che impiega una tecnologia Tac al passaggio del Fast Track, per effettuare i controlli senza la necessità di separare dal bagaglio a mano gli apparati elettronici e i liquidi. Infine, verranno realizzati nuovi spazi commerciali dedicati allo shopping e alla ristorazione.\r\nSostenibilità\r\nSotto il profilo della sostenibilità sono previsti interventi di adeguamento del piazzale di sosta degli aeromobili finalizzati ad accogliere nelle piazzole adiacenti al terminal i nuovi Airbus A321neo di easyJet, che consentono di produrre il 15% in meno di emissioni di CO2 e di ridurre del 50% l'impatto acustico durante le fasi di decollo e atterraggio rispetto agli aeroplani della precedente generazione.\r\n\r\nPer quanto riguarda l’efficientamento energetico si interverrà sugli impianti di condizionamento, sostituendo la vecchia centrale con una di ultima generazione, e sugli impianti di trasporto persone, con l’installazione di nuovi e più efficienti marciapiedi mobili, scale mobili ed ascensori in diversi punti dell’aerostazione.\r\n“Riaprire il Terminal 2 base storica di easyJet, prima compagnia aerea per voli e passeggeri a Malpensa, è un’ulteriore conferma cha abbiamo recuperato il traffico domestico e europeo - ha commentato Armando Brunini, ad di Sea -. Stiamo effettuando dei lavori di restyling dopo due anni di chiusura a causa della crisi sanitaria e abbiamo colto l’occasione per migliorare i servizi rivolti ai nostri passeggeri”.\r\n ","post_title":"Malpensa: il Terminal 2, casa di easyJet, riaprirà il 31 maggio","post_date":"2023-02-02T11:19:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1675336748000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438486","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air India ha riaperto ieri, 1° febbraio, il volo diretto da Milano Malpensa a Nuova Delhi. La compagnia aerea ora sotto l'egida del gruppo Tata, è tornata a collegare le due città dopo l’interruzione dai primi mesi del 2020 a causa della pandemia. E proprio in questo periodo, il vettore indiamo si è fermato e ristrutturato per ripresentarsi oggi più efficiente e competitivo.\r\n\r\n«Oggi (ieri per chi legge, ndr) riprende un volo e torna a Malpensa un vettore importante che sta crescendo rinnovandosi in modo importante - affermato ha sottolineato Andrea Tucci, vp Aviation Business Development di Sea - Aeroporti di Milano -. Delhi sarà la più grande città raggiungibile da Malpensa con i suoi 30 milioni di abitanti che ne fanno un enorme potenziale di traffico in entrata verso l'Italia. L'investimento di Air India sul nostro aeroporto sarà mirato alla capacità del bacino d'utenza del Nord Italia, intercettando sia la domanda di mercato per i segmenti di viaggio business e turismo che l'ampia presenza della comunità indiana residente».\r\n\r\nIl collegamento, operato da un Boeing 787-8 Dreamliner configurato con 18 posti in Business Class e 238 in Economy Class, è effettuato quattro volte la settimana (lunedì, mercoledì, venerdì, domenica). «Questo volo rappresenta un momento importante - ha sottolineato Nalin Bhatnagar, deputy general manager di Air India - che unisce due importanti città come Milano e Delhi e che dà la possibilità di fruire di numerose persecuzioni dal nostro hub verso tutta l’Asia e l'Australia».\r\n\r\nLa Milano-Nuova Delhi è soltanto un inizio per Air India che già ha richieste per estendere i collegamenti  da Milano verso altre destinazioni indiane, una su tutte Amritsar, capitale dello stato del Punjab, da cui provengono la maggior parte degli indiami presenti nel nostro paese.","post_title":"Air India è tornata operativa sulla Milano-Nuova Delhi. E studia futuri sviluppi","post_date":"2023-02-02T10:08:42+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675332522000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438448","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"MyItalytotheWorld ha aperto a Venezia-Mestre il suo terzo ufficio, che si affianca agli hub già operativi di Firenze e Roma. “L’apertura di questa nuova filiale operativa, così come lo è stata quella di Roma, rientra nel nostro progetto di lavoro e nel nostro piano di investimenti che si pone in un’ottica di espansione del marchio e delle attività”, sostiene Alvaro Cipriani, ceo di MyItalytotheWorld by Tuscanyall.com\r\n\r\n“La crescita nella domanda da parte del canale agenziale ci ha incoraggiato ad aprire un nuovo ufficio, così da presidiare ulteriormente il territorio” aggiunge Marella Bagnoli, general manager del to, che ha recentemente ampliato la propria forza commerciale con l'ingresso di nuovi sales -. Dalla fondazione del nostro tour operator online, la domanda crescente che stiamo ricevendo lato agenti di viaggio ha reso quasi “necessaria” l’inaugurazione di un nuovo punto operativo, che ci consentirà di presidiare anche la zona del Triveneto oltre a Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Liguria\".\r\n\r\nLa manager invita poi le agenzie di viaggio a registrarsi sul nostro portale nell’area a loro riservata, in modo da testare, di persona, la velocità, la professionalità e i prodotti che ci contraddistinguono. Inoltre, saremo lieti di presentarci di persona in occasione del Tove - Travel Open Village Evolution - che si terrà all’Hotel Meliá Milano, il 12 e il 13 febbraio”.","post_title":"MyItalytotheWorld: aperto a Venezia-Mestre il terzo ufficio, che si affianca a Firenze e Roma","post_date":"2023-02-01T13:01:55+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675256515000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438438","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Wizz Air alla ricerca di nuovi piloti da inserire nel proprio organico: la low cost ha organizzato un open day a Milano per il prossimo 4 febbraio a Milano. Attualmente la compagnia aerea sta attivamente reclutando Capitani e Primi Ufficiali esperti con licenza Easa da inserire nelle sue basi europee in continua crescita (35 basi in 14 Paesi)\r\n\r\nLa giornata milanese si svolgerà presso il Crowne Plaza Milan - Malpensa Airport (Via Arturo Ferrarin, 7 - Case Nuove, VA) alle ore 10:00. La registrazione non è obbligatoria. I candidati potranno immergersi nel mondo Wizz, conoscere il network e i piani futuri della compagnia aerea, le condizioni di formazione e di impiego, le opportunità di carriera, la progressione, i piani retributivi e i benefit. Tutte le posizioni aperte sono disponibili anche sul sito web di reclutamento piloti della compagnia aerea, dove i candidati sono invitati a presentare la propria candidatura in qualsiasi momento.","post_title":"Wizz Air recluta nuovi piloti: open day a Milano il prossimo 4 febbraio","post_date":"2023-02-01T11:53:53+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675252433000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438420","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Qatar Airways aumenta da oggi, 1° febbraio, la frequenza dei voli per la Thailandia, con l'introduzione di un terzo volo giornaliero per Phuket. La nuova frequenza si somma ai quattro voli giornalieri per Bangkok, e porta quindi il numero totale di collegamenti per la Thailandia a sette al giorno.\r\nIl significativo ampliamento dei voli per la Thailandia garantirà una maggiore comodità e connettività ai viaggiatori, offrendo loro più opzioni di viaggio verso oltre 150 destinazioni della rete globale di Qatar Airways, tra cui Roma, Milano, Londra, Manchester, Francoforte, Parigi, Zurigo e New York.\r\n\"Questo è un significativo passo avanti verso il nostro continuo impegno nel mercato thailandese e siamo orgogliosi di servire i nostri passeggeri con sicurezza e un grande network globale\" dichiara Bennet Stephens, regional manager di Qatar Airways per l'Indocina. \r\nI passeggeri a bordo di Qatar Airways hanno a disposizione 4.000 opzioni di intrattenimento; i titolari di carta Visa possono inoltre usufruire di uno sconto fino al 10% sulle prenotazioni e i nuovi utenti che si iscrivono al programma di fidelizzazione Privilege Club, entro il 31 dicembre 2023, possono utilizzare il codice PCSEA23 per guadagnare fino a 4.000 Avios bonus per viaggiare entro il 30 giugno 2024.\r\n ","post_title":"Qatar Airways rilancia sulla Thailandia con il terzo volo giornaliero su Phuket","post_date":"2023-02-01T10:51:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675248691000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438398","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_335181\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] L'assessore al turismo della regione Emilia Romagna, Andrea Corsini[/caption]\r\n\r\nSono 1,6 milioni di euro i ristori Covid non utilizzati che potranno essere destinati al sostegno delle imprese turistiche dell'Appennino emiliano-romagnolo colpite dalla mancanza di neve registrata in avvio della stagione sciistica.\r\n E' quanto annuncia l'Emilia-Romagna dopo l'incontro tra il ministro del turismo, Daniela Santanché e le regioni cui ha partecipato anche l'assessore regionale al turismo Andrea Corsini.\r\nAlla prima tranche, viene evidenziato, potranno seguire a beneficio degli operatori emiliano-romagnoli, ulteriori 2,4 milioni sempre legati a fondi per l'emergenza Covid non spesi, ma di competenza del ministero dell'Economia e delle finanze mentre sono state confermate le risorse del Fondo unico nazionale per il turismo che per l'Emilia-Romagna valgono 7 milioni di euro.\r\n\r\n\"Siamo soddisfatti per l'esito dell'incontro - dichiarano in una nota il presidente Stefano Bonaccini e l'assessore Corsini - e ringraziamo la ministra Santanché della disponibilità ad accogliere le proposte dell'Emilia-Romagna e delle Regioni per affrontare da subito, con misure concrete di sostegno, l'emergenza che ha colpito l'Appennino. E più in generale, ad avviare un confronto sulle prospettive dell'intero comparto turistico nazionale, a partire dalla applicazione della direttiva Bolkestein\".","post_title":"Sostegno di 1,6 milioni per l'Appennino emiliano-romagnolo senza neve","post_date":"2023-02-01T10:03:22+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675245802000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438376","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il gruppo Space Hotels chiude il 2022 con numeri decisamente positivi, grazie a un fatturato in crescita del 110% rispetto all’anno precedente. Il segmento che ha fatto rilevare il maggior incremento è stato in particolare il mice con un +169%. Anche solo perché nel 2022 si è tornati finalmente, dopo un lungo periodo di fermo, a organizzare eventi e meeting in presenza.\r\n\r\nLe principali città italiane in cui si è registrato il maggior numero di prenotazioni sono state quindi Roma con un +134%, Torino con un +36% e Caserta con un +32%. Bene anche Napoli e Pisa. A livello internazionale, invece, sono tornati a visitare la Penisola soprattutto dagli Stati Uniti facendo registrare un +370% e, a seguire, dal Regno Unito (+328%), nonché a pari merito da Germania e Francia (+207%).\r\n\r\nPer il 2023 Space Hotels annuncia quindi la ripresa della collaborazione con Hubsolute, che li rappresenterà anche in alcune delle principali fiere estere, con l’obiettivo di rafforzare la promozione sul mercato internazionale e in particolare negli Stati Uniti. Conferma, inoltre, dopo la Bit la presenza alle maggiori fiere del turismo italiane. La compagnia parteciperà inoltre, come di consueto, anche al World Travel Market di Londra che si terrà il prossimo novembre.\r\n\r\nDopo questa sensibile ripresa, in Space Hotels si guarda dunque con ottimismo al futuro e si pianificano con entusiasmo i prossimi obiettivi, appuntamenti e occasioni di confronto. La Bit di Milano sarà così un momento importante, per incontrare allo stand A83 nel padiglione 3 i maggiori rappresentanti del gruppo: il presidente Franco Coppini, il direttore generale, Lidia Rescigno, il direttore marketing, Daniela Passeri, il vice presidente, Luigi Neri, e alcune delle responsabili vendite.","post_title":"Space Hotels: nel 2022 fatturato in crescita del 110%","post_date":"2023-02-01T09:40:48+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1675244448000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438328","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437301\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Dina Ravera[/caption]\r\n\r\nDestination Italia, leader nel turismo incoming esperienziale nel segmento Luxury B2B, e Portale Sardegna, specializzata nel settore incoming turistico nella destinazione Sardegna ed anche Puglia, Sicilia e resto d’Italia, entrambe quotate su Euronext Growth Milan, annunciano che i rispettivi consigli di amministrazione hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Portale Sardegna in Destination Italia. L’operazione è stata approvata in esecuzione dell’accordo vincolante sottoscritto dalle parti in data 25 novembre 2022.\r\n\r\nL’obiettivo dell’operazione è quello di creare un gruppo leader nel settore incoming Italia, capace di competere nei mercati internazionali B2B e B2C con i principali big player in diversi segmenti, tra i quali il luxury di alta qualità, attraverso la creazione di economie di scala, la valorizzazione degli asset societari e del know-how tecnologico presenti nelle due realtà.\r\n\r\nDa un punto di vista del mercato, la complementarità tra le due aziende si concretizza nelle grandi opportunità di cross-selling: Destination Italia conta su oltre 1.000 clienti (tour operator internazionali), viaggiatori da oltre 100 paesi ed un network di 10.000 fornitori di servizi turistici locali; Portale Sardegna porta in dote oltre 2,98 milioni di utenti unici annuali ed il network dei Local Expert. Da un punto di vista tecnologico, il portafoglio delle due società è fortemente sinergico.\r\n\r\nDa parte di Destination Italia, la capacità di automazione delle prenotazioni (machine learning), il canale distributivo machine-to-machine (xml) e le forti competenze in business intelligence consentiranno di intermediare e gestire prenotazioni massive da parte dei Tour Operator internazionali, insieme alle migliaia di fornitori di servizi turistici sul territorio italiano. Con l’operazione, Portale Sardegna apporterà tecnologie e competenze complementari al patrimonio tecnologico di Destination Italia.\r\n\r\nDina Ravera, azionista di riferimento di Destination Italia, ha ricordato che la business combinatio è «un’idea nata circa un anno fa con due obiettivi primari; da un lato offrire una soluzione al problema della frammentazione del mercato degli operatori turistici, dall’altro far crescere il turismo verso il nostro Paese forti di una struttura e di una dimensione in grado di affrontare i mercati internazionali ed i grandi player di settore operanti worldwide».\r\n\r\nPer Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna, «le due aziende per percorsi diversi maturati nel corso del tempo presentano una complementarietà che di fatto rende questa fusione un matrimonio perfetto in grado di creare benefici per tutti gli stakeholder a partire dai nostri azionisti».\r\n\r\nLa stipula dell’atto di fusione, essendosi verificate tutte le condizioni necessarie al proseguimento dell’operazione, è prevista entro la prima metà del mese di giugno 2023, previo decorso del termine per l’opposizione da parte dei creditori sociali delle due società, ed è subordinata all’approvazione del progetto comune di fusione da parte delle rispettive Assemblee dei soci, previste indicativamente entro il mese di marzo 2023.\r\n\r\nA seguito del perfezionamento dell’operazione, quindi, il capitale sociale di Destination Italia, come risultante dalla fusione, sarà detenuto per circa il 75% dagli attuali azionisti di Destination Italia e per circa il 25% dagli attuali azionisti di Portale Sardegna, fatto salvo quanto riportato al successivo punto.\r\n\r\nGli attuali soci di Portale Sardegna Massimiliano Cossu, Marco Demurtas, Acacia Travel Holding e Flexagon contestualmente alla stipula dell’atto di fusione, si obbligheranno a sottoscrivere un accordo di lock-up avente ad oggetto il 90% delle azioni di Destination Italia che saranno assegnate ai medesimi per effetto del perfezionamento dell’Operazione. Tale impegno sarà valido sino alla data dell’Assemblea dei soci di Destination Italia, quale società risultante dall’Operazione, chiamata a deliberare sul bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2025.","post_title":"Destination Italia-Portale Sardegna: i cda approvano la fusione","post_date":"2023-01-31T11:58:11+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1675166291000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti