3 October 2022

Livorno, dal 3 al 7 agosto spettacoli e mostre per la trentasettesima edizione di Effetto Venezia

[ 0 ]

Si svolgerà a Livorno dal 3 al 7 agosto la trentasettesima edizione della kermesse Effetto Venezia.

«Il rione della Venezia, con i suoi canali, anzi con i suoi fossi, come vengono chiamati a Livorno, è uno dei più belli e suggestivi della città – spiega  il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani – Sono quasi quarant’anni che ogni anno, in questo periodo, viene svolta Effetto Venezia, forse la più bella festa dell’estate livornese. Il rione viene illuminato a giorno. Strade e piazze si riempiono di bancarelle di antiquariato, oggettistica ed artigianato. Nelle sale espositive e dei palazzi vengono svolte mostre e rassegne culturali. Vi sono spettacoli di ogni tipo, dal rock alla lirica, dal teatro classico alle sperimentazioni, dalla prosa alla comicità, presentazioni di libri ed esibizioni di danza. Ogni anno viene individuato un tema principale. Quest’anno al centro della kermesse ci saranno le installazioni artistiche, gli spettacoli e gli artisti di strada. Non è solo una festa folcloristica, ma un bene prezioso della città di Livorno e dell’intera Toscana».

La kermesse, quest’anno, si avvale della collaborazione dell’Accademia delle Belle Arti di Firenze. Tre i principali nuclei di proposta culturale e di spettacolo: una programmazione di proposte teatrali e musicali che troveranno collocazione sui palchi di piazza del Luogo Pio, piazza dei Domenicani e in Fortezza Nuova; la dislocazione per vie, piazze e ponti di spettacoli di strada ed attrazioni artistiche di vario genere; la presentazione di una mostra d’arte, dislocata anch’essa in punti di particolare rilievo, con l’installazione di opere in partnership con l’Accademia delle Belle Arti di Firenze.

«L’idea di questo Effetto Venezia è di mettere gli occhi sulle nostre bellezze, come si legge nel manifesto di quest’anno a firma dell’artista Tommaso Eppesteingher, un concentrato di luci, colori e tanta gente che sorride – commenta il sindaco di Livorno Luca Salvetti – La scelta di quest’anno è stata quella di utilizzare tre filoni distinti: le installazioni artistiche, gli spettacoli e gli artisti di strada, coinvolgendo anche le aree delle Fortezza Nuova per alcuni eventi e includendo così di nuovo la tradizionale kermesse estiva nell’antico quartiere della Venezia, che torna nei suoi confini naturali».

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431522 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ricavi in crescita del 40% sul 2021 e soprattutto dell'11% sull'anno pre-Covid 2019 per il gruppo open air Human Company, che si appresta a chiudere il 2022 con un fatturato record di 123 milioni di euro. Bene anche i margini operativi lordi (ebitda) a 32 milioni, per un più 33% sul 2021 e un più 3% sul 2019. Tornano sui livelli pre-Covid pure le presenze, che si attestano a poco più di 4 milioni. Le strutture con le migliori performance della stagione abbracciano tutta l’offerta di destinazioni della compagnia: lo hu Altomincio Village, il villaggio a pochi chilometri dal lago di Garda, con un’occupazione tra giugno-agosto del 89,73%, seguito dal capeggio di città hu Firenze Camping in Town con un tasso di riempimento pari all’88,08% e lo hu Park Albatros Village, lungo la Costa degli Etruschi, con l’87,33%. Quanto alla provenienza degli ospiti, gli indirizzi del gruppo registrano una importante presenza diretta degli italiani, che con il 40% superano gli olandesi (25%) e i tedeschi (15%). Un risultato confermato anche nei tre camping in town a Firenze, Roma e Venezia, dove le presenze domestiche sono state il 33%, seguite da tedeschi (17%) e francesi (8%). Guardando allo storico, tutte le strutture all’aria aperta del gruppo rivelano un aumento della presenza degli italiani, che segna un trend in crescita del +10% nel triennio 2020-2022 rispetto ai dati pre-Covid. Il dato testimonia la tendenza positiva registrata dal comparto che, grazie alla sua capacità di evolversi, è riuscito a guadagnare la fiducia degli italiani. «Possiamo celebrare il nostro quarantesimo compleanno con grande entusiasmo grazie a questi straordinari numeri che ci consentono di guardare positivamente al futuro e di continuare a investire sullo sviluppo dei nostri ambiziosi progetti sul territorio italiano - commenta il ceo Human Company, Luca Belenghi -: in Veneto, con l'Eraclea Village e il DeltaFarm, il villaggio della biodiversità che riconvertirà la centrale termoelettrica Enel a Porto Tolle; in Toscana, a Cavriglia, aprirà poi il primo grande parco turistico dedicato allo sport in Italia, e ci sarà anche il Sant’Albinia Village, nel territorio di Piombino, naturale ampliamento del nostro hu Park Albatros Village». [post_title] => Stagione record per Human Company che stima di chiudere il 2022 con ricavi per 123 mln [post_date] => 2022-10-03T11:42:04+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664797324000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431519 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Torna Gardaland Magic Halloween e per la sua ventesima edizione il parco gardesano ha deciso di aggiungere ulteriori date all'evento: l’inaugurazione ufficiale, con ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport, avverrà sabato 8 ottobre ma a dare il via all’evento sarà invece il primo dei cinque Venerdì da paura, il 7 ottobre, a cui seguiranno il 14, il 21, il 28 ottobre e il 4 novembre. Gli appuntamenti continueranno poi tutti i sabati e domeniche del mese: nel lungo weekend dal 29 ottobre al 1° novembre e, per l’ultimo weekend dell’evento, il 5 e il 6 novembre. Tante le novità dei Venerdì da paura, a partire dalla foresta Maledetta, una rivisitazione della foresta Incantata, per l’occasione infestata dalle creature più mostruose dei film più noti, fino all’area Hawaii, trasformata nel perfetto setting industriale in cui si aggirano zombie, vampiri e creature di ogni genere. Nei pressi di piazza Mammut si potrà inoltre assistere al Carrozzone degli Orrori: il nuovo show arrivato a Gardaland per presentare fenomeni da baraccone e strane illusioni. Per concludere i Venerdì da paura, un dj dalle fattezze mostruose e le sonorità da brivido si esibirà ogni settimana in un horror dj set, dalle ore 20 fino a chiusura del parco, sullo sfondo di un lugubre cimitero in piazza Jumanji. A Gardaland non mancheranno ovviamente proposte di cibo e bevande rigorosamente a tema Halloween, mentre il divertimento da paura continuerà anche il sabato e la domenica: a dare il via alle giornate l’immancabile Welcome show con protagonisti Prezzemolo e gli spaventapasseri che si esibiranno sulle note di una nuova canzone Vent’anni di paura, pensata ad hoc per celebrare questo importante traguardo. Infine all'ingresso di oltre 40 attrazioni disponibili nel parco si nasconderanno per l'occasione alcuni mostri che i visitatori dovranno scovare… Un indizio? Ai mostri piace l’adrenalina! Per il Gardaland Magic Halloween, il parco sarà aperto dalle 17 alle 22 durante i Venerdì da paura, tutti i sabati dalle 10 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 19. Il 31 ottobre, per la grande notte di Halloween, apertura speciale dalle 10 a mezzanotte.   [post_title] => Venerdì 7 ottobre parte la ventesima edizione di Gardaland Magic Halloween [post_date] => 2022-10-03T10:44:44+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664793884000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431512 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Il brand ha aperto le vendite a inizio di giugno. Troppo presto per stilare un bilancio ad hoc. Ma un primo risultato importante Teorema Vacanza l'ha già ottenuto: mettere ordine nell'offerta tour operating del nostro gruppo". Così il ceo di Volonline, Luigi Deli, a commento della prima estate di attività successiva all'acquisizione del marchio Teorema, ufficializzata lo scorso aprile: "Il primo a godere di tale effetto è stato il nostro to online Volonclick, che ha sostanzialmente quadruplicato i risultati del 2019. Identificare partenze speciali-pacchetti con il marchio Teorema Vacanze ha infatti sostanzialmente permesso alle agenzie di posizionare meglio il core business del dynamic packaging e dell’offerta dei singoli servizi di Volonclick. Molto bene è andata anche la vendita di biglietteria e flight consolidation: un’attività, che stiamo gestendo con il freno tirato per questioni di controllo di gestione, ma che è cresciuta di ben il 30%. Il tailor made, infine, trainato da oceano Indiano e Africa, ma penalizzato dall’Oriente, ha invece registrato sostanzialmente gli stessi risultati del 2019". Sulle performance specifiche di Teorema Vacanza, prosegue Deli, "possiamo dirci comunque sostanzialmente soddisfatti, in quanto a inizio luglio avevamo già venduto tutto il prodotto in vuoto-pieno che avevamo budgettizzato per la business unit originale di Volonclick. Ad agosto abbiamo poi registrato un volume importante di vendite anticipate sulle partenze di Natale/Capodanno e da inizio settembre le prenotazioni Teorema Vacanze sono ripartite molto bene, tanto che a oggi l’unità vanta volumi superiori del 50% rispetto al 2019". Ma le sfide certo non mancano: "Sono veramente molte le incognite macro-economiche che stiamo vivendo (inflazione, finanza, cambio euro-dollaro, problematiche dell’aviazione civile…) - conclude Deli -. Siamo molto preoccupati e stiamo sostanzialmente navigando a vista. La realtà è che, a parte Teorema Vacanze, stiamo registrando ottimi risultati di vendita sotto data, ma al contempo un ritardo molto forte sulle partenze di Natale – Capodanno". [post_title] => Volonline: l'effetto Teorema traina Volonclick, ma preoccupa l'inflazione [post_date] => 2022-10-03T10:19:05+00:00 [category] => Array ( [0] => top-news ) [category_name] => Array ( [0] => Top News ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664792345000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431502 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Royal Jordanian ha inaugurato lo scorso 1° ottobre il collegamento tra Milano Malpensa e Amman. La rotta rappresenta in realtà il ritorno della compagnia aerea giordana sullo scalo milanese, da dove opererà tre voli settimanali (sabato, domenica e mercoledì) verso l’aeroporto Queen Alia International di Amman.   “Royal Jordanian continuerà a sviluppare il suo network e cercherà nuovi mercati attraenti per la sua espansione economica - ha affermato Karim Makhlouf, cco del vettore -. La nostra ambizione è quella di diventare la compagnia aerea preferita verso il Medio Oriente e verso i paesi del Levante. Inoltre, ambiamo ad attrarre più turisti in Giordania offrendo tariffe vantaggiose, ottima qualità del servizio e la scoperta dell’ospitalità giordana sul voli Milano – Amman!”.   "Con il ritorno di questo nostro storico partner si arricchisce di valore e qualità l’offerta da Milano per la Giordania e in generale per il Mediterraneo - ha dichiarato Andrea Tucci, vice president Aviation Business Development di Sea -. Attualmente il recupero del traffico sul nostro aeroporto è pari al 97% dei livelli pre-Covid, grazie al contributo di 75 compagnie aeree su di un network di 190 destinazioni, dati che confermano l’attrattività della nostra Regione e il potenziale della catchment area che spingono i vettori più dinamici a investire nelle nostre infrastrutture”.   Prosegue, intanto, l'iter di rinnovo della flotta Royal Jordanian, che prevede il passaggio dagli attuali 24 a più di 40 aeromobili nei prossimi tre-cinque anni: il vettore ha annunciato che acquisterà 20 Airbus A320neo per sostituire la sua flotta degli attuali 13 A320 e sta valutando l'introduzione di ulteriori Boeing 787. Il ceo Samer Majali ha reso noto che la compagnia aerea sta discutendo anche l'ampliamento della flotta di 787 a 11 aeromobili, valutando sia la versione 787-9 che quella 787-10.   [post_title] => Royal Jordanian operativa sulla Milano-Amman. Avanti il progetto di rinnovo flotta [post_date] => 2022-10-03T10:00:18+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664791218000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431498 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Proseguono i piani di sviluppo della Emerald Collection, la compagnia di proprietà a 5 stelle lusso lanciata nel 2013 dalla famiglia Scarapicchia, che vanta oltre 40 anni di esperienza nella costruzione e gestione di strutture luxury all-inclusive nell'oceano Indiano, ai Caraibi e nell'Africa orientale. Dopo l'Emerald Maldives Resort & Spa, ha aperto infatti ufficialmente i propri battenti sabato 1° ottobre il Faarufushi Resort & Spa, portando così a due le strutture del gruppo nell'arcipelago. Immerso in una vegetazione lussureggiante e circondato da una laguna privata di 100 ettari con barriera corallina naturale, il nuovo indirizzo Emerald è posizionato su un’isola di 7 ettari, a soli 20 minuti di barca dalla prima proprietà della compagnia. Entrambi membri della collezione The Leading Hotels of the World, i due resort offrono quindi ai viaggiatori l’opportunità di un’esperienza di island hopping deluxe all-inclusive. L'Emerald Faarufushi mette a disposizione degli ospiti 80 lussuose ville indipendenti, cinque ristoranti di cucina internazionale e due bar, la Emerald Spa con otto sale trattamenti immerse fra gli alberi tropicali, un centro sportivo con palestra, campi da tennis e da padel, nonché un programma di attività divertenti ed educative per bambini e ragazzi al Dolphin Kids Club. Fiore all’occhiello dell’offerta è la formula deluxe all-inclusive della Emerald Collection, che comprende sempre nel costo del soggiorno innumerevoli attività sportive acquatiche e di terra, proposte gastronomiche à la carte e una selezione dei migliori vini, birre e spirit internazionali. “Siamo entusiasti di consolidare la nostra presenza alle Maldive con l’apertura dell'Emerald Faarufushi Resort & Spa – afferma Aldo Scarapicchia, partner & managing director della compagnia –. La nuova proprietà ci permetterà di integrare l’offerta per gli ospiti offrendo ulteriori 80 soluzioni di soggiorno indipendenti fra beach e water villa, di cui 70 dotate di piscina privata. Tutte le sistemazioni sono progettate per accogliere comodamente sia le coppie sia le famiglie con bambini, che restano uno dei segmenti principali per il nostro gruppo”. E le novità della compagnia non finiscono qui, perché per il prossimo 1° dicembre è già prevista l’apertura del nuovo Emerald Zanzibar Resort & Spa in Tanzania. [post_title] => Emerald raddoppia alle maldive con il Faarufushi Resort & Spa. [post_date] => 2022-10-03T09:50:50+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664790650000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431492 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates prosegue l'attività di reclutamento di personale di bordo in Italia con quattro nuovi open day. Nelle prime due settimane di ottobre gli incontri si svolgeranno a Venezia, Milano, Roma e Firenze. Si comincia oggi, 3 ottobre, a Venezia (Hilton Garden Inn Venice Mestre San Giuliano), per continuare il 5 ottobre a Milano, presso il Best Western Plus Hotel Galles - P.za Lima 2; il 13 ottobre sarà la volta di Roma, al Bettoja Hotel Mediterraneo - Via Cavour 15; infine, il 15 ottobre, tappa a Firenze, NH Firenze - Piazza V.Veneto 4/a. Nell'ultimo anno, Emirates ha ripreso i voli verso diverse destinazioni globali dopo la ripresa del mercato. Quest’estate la compagnia aerea ha trasportato 10 milioni di passeggeri su quasi 35.000 voli verso 130 destinazioni. Gli interessati devono inviare una candidatura online con un curriculum vitae aggiornato in inglese e una fotografia recente e dovranno essere pronti a trascorrere l'intera giornata sul posto. Il personale di bordo Emirates rappresenta 160 nazionalità, che riflettono il mix di clienti e di mete in oltre 130 città in sei continenti, utilizzando una moderna flotta di oltre 200 velivoli wide-body. [post_title] => Emirates: quattro nuove tappe in Italia per la selezione di personale di bordo [post_date] => 2022-10-03T09:35:06+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664789706000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431491 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air India apporta un significativo ampliamento al network internazionale con l'aggiunta di 20 voli settimanali per Birmingham, Londra e San Francisco. I nuovi collegamenti saranno introdotti in modo graduale fra ottobre e il prossimo dicembre. Nel dettaglio, il vettore indiano aggiungerà 5 voli a settimana per Birmingham, 9 voli per Londra e 6 per San Francisco, mettendo così a disposizione dei passeggeri oltre 5.000 posti in più a settimana. Il network attuale di Air India conta oggi 34 voli settimanali per il Regno Unito, che saliranno a quota 48 voli. Birmingham avrà cinque voli supplementari a settimana, tre da Delhi e due da Amritsar. I nove previsti su Londra saranno operati da Mumbai (5), Delhi (3) e Ahmedabad (1). Complessivamente, sette città indiane avranno ora voli non-stop di Air India verso la capitale del Regno Unito. I voli dall'India agli Stati Uniti passeranno da 34 a 40 a settimana. La compagnia collegherà ora Mumbai a San Francisco con un servizio trisettimanale e ripristinerà un collegamento trisettimanale con Bengaluru. L'offerta di Air India per San Francisco passa così da 10 a 16 voli settimanali, con servizio non-stop da Delhi, Mumbai e Bengaluru.   [post_title] => Air India accelera sul lungo raggio: 20 nuovi voli per Londra, Birmingham e San Francisco [post_date] => 2022-10-03T09:14:56+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664788496000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431464 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «La Martinica è Francia, quindi le indicazioni sanitarie sono le stesse: tutto è aperto e si può viaggiare senza alcuna restrizione - sottolinea François Jock, responsabile del Coordinamento marketing e stampa dell’isola -. Siamo felici di accogliere i nostri visitatori dall’Italia. Non serve il passaporto, è sufficiente la carta d’identità, e la moneta corrente è l’euro. Gli ospiti italiani sono circa l’11% del totale e aumentano ogni anno. Tanti viaggiatori arrivano poi con le crociere: molte navi iniziano il loro viaggio nei Caraibi partendo dalla Martinica». L’isola, un melting-pot di culture e tradizioni dove si registrano 28 gradi da gennaio a dicembre, sta vivendo un’interessante ripresa dopo la pandemia. Stanno aprendo nuovi hotel e sono disponibili sempre più posti letto. Le differenti location hanno circa 30 camere ciascuna; ci sono molti boutique hotel, affascinanti lodge realizzati con materiali naturali (Kréol’lodge a Cap Cabaret), strutture con una ventina di appartamenti immersi nel verde e la possibilità di raccogliere e cucinare ortaggi e frutta a km.0 (Village Pomme Cannelle) e hotel 3 stelle (Hotel Bambou). «Tante sono le attività da praticare, anche in famiglia, come il kayak o il trekking, le immersioni e il surf - prosegue il responsabile della comunicazione -.  La Martinica è un’isola dove si può viaggiare da soli, in coppia e in famiglia in tutta sicurezza. È la perfetta destinazione per i viaggi di nozze». Per completare la propria esperienza sensoriale a Martinica, bisogna scoprire il rum locale, prodotto in 15 diverse cantine. Efficienti, infine, i collegamenti: i voli Air France partono da Milano, Roma, Venezia e Bologna già intorno alle 6 del mattino e fanno scalo a Parigi Charles De Gaulle - dove è disponibile un volo diretto per Martinica 3 volte a settimana con partenza alle 16:10 e atterraggio dopo circa 8 ore - oppure è possibile spostarsi con un rapido transfer all’aeroporto di Orly da dove ogni giorno alle 10:20 parte un volo diretto con arrivo alle 13. [post_title] => Martinica: un incantevole pezzetto di Francia nel mar dei Caraibi [post_date] => 2022-10-03T09:00:52+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664787652000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431459 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Giro d'affari in crescita per Destination Italia che nei primi sei mesi dell'anno registra ricavi per 7,1 milioni di euro, pari a un incremento di ben il 692% rispetto allo stesso semestre del 2021 (0,9 milioni), fortemente penalizzato dall'emergenza pandemica. Il risultato è particolarmente significativo perché, pur non tenendo ancora in conto i rilevanti flussi dei turisti propri dell’alta stagione, è paragonabile a quello realizzato in tutto l’esercizio 2021. Ciononostante i margini operativi lordi della compagnia continuano a rimanere in territorio negativo, seppure in lieve miglioramento rispetto al 2021 (ebitda a -0,8 milioni contro i -0,86 mln dell'anno scorso). Il risultato ante imposte segna quindi un saldo negativo per 1,4 milioni di euro (-1,2 milioni al 30 giugno 2021), mentre il risultato netto è pari a -1,4 mln (vs. -1,3 mln). Il gruppo registra infine una posizione finanziaria netta cash positive pari a 0,86 milioni euro, in miglioramento (+155%) rispetto ai 0,34 milioni del 31 dicembre 2021. Secondo il nuovo presidente di Destination Italia, Giulio Valiante "le prospettive per fine anno sono più che confortanti, benché ancora lontane dai valori pre-Covid dato lo stato di emergenza perdurato fino al 31 marzo 2022. La società ha certamente beneficiato delle positive condizioni di mercato derivanti dalle progressive aperture, nel secondo semestre dell’anno, rese possibili dall’attenuarsi del Covid-19. Tuttavia un grosso merito del successo è da attribuire anche alle strategie aziendali messe in campo dal management per fronteggiare l’epidemia prima, e per bilanciare gli effetti del conflitto russo-ucraino dopo; strategie che hanno puntato sull’innovazione tecnologica, sulle partnership strategiche e sull’apertura di nuovi mercati, oltre al potenziamento di quelli già presidiati, con clienti che oggi provengono da oltre 100 Paesi”. A conferma della tendenza positiva di mercato, alla data odierna il portafoglio ordini del gruppo, al lordo Iva, ha superato i 25 milioni di euro complessivi, con un incremento del 331% rispetto ai 5,8 milioni dell’analogo periodo 2021 e con un aumento di 5 milioni rispetto al portafoglio al 31 luglio 2022. Dal punto di vista geografico, l’Europa è la prima regione con il 27% delle prenotazioni, seguita dal Nord America con il 24%. Tra i singoli Paesi di origine spiccano Stati Uniti, Brasile, Spagna, Canada, Australia, Regno Unito e penisola Araba. Anche le prenotazioni Italia su Italia hanno contribuito a bilanciare il portafoglio ordini. Con riferimento alle linee di business, prosegue infine la crescita di Sono Travel Club: il brand che si rivolge al segmento del turismo di lusso, che oggi contribuisce per oltre il 34% del valore delle prenotazioni, con il rimanente 66% generato dalle linee di business Xml (la piattaforma di prenotazione automatica machine-to-machine) e Destination Italia (la linea di business tradizionale del gruppo). [post_title] => Crescono i ricavi ma conti ancora in rosso per Destination Italia [post_date] => 2022-09-30T13:58:09+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664546289000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "livorno dal 3 al 7 agosto spettacoli mostre la trentasettesima edizione effetto venezia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":66,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":4004,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431522","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ricavi in crescita del 40% sul 2021 e soprattutto dell'11% sull'anno pre-Covid 2019 per il gruppo open air Human Company, che si appresta a chiudere il 2022 con un fatturato record di 123 milioni di euro. Bene anche i margini operativi lordi (ebitda) a 32 milioni, per un più 33% sul 2021 e un più 3% sul 2019. Tornano sui livelli pre-Covid pure le presenze, che si attestano a poco più di 4 milioni.\r\n\r\nLe strutture con le migliori performance della stagione abbracciano tutta l’offerta di destinazioni della compagnia: lo hu Altomincio Village, il villaggio a pochi chilometri dal lago di Garda, con un’occupazione tra giugno-agosto del 89,73%, seguito dal capeggio di città hu Firenze Camping in Town con un tasso di riempimento pari all’88,08% e lo hu Park Albatros Village, lungo la Costa degli Etruschi, con l’87,33%. Quanto alla provenienza degli ospiti, gli indirizzi del gruppo registrano una importante presenza diretta degli italiani, che con il 40% superano gli olandesi (25%) e i tedeschi (15%). Un risultato confermato anche nei tre camping in town a Firenze, Roma e Venezia, dove le presenze domestiche sono state il 33%, seguite da tedeschi (17%) e francesi (8%). Guardando allo storico, tutte le strutture all’aria aperta del gruppo rivelano un aumento della presenza degli italiani, che segna un trend in crescita del +10% nel triennio 2020-2022 rispetto ai dati pre-Covid. Il dato testimonia la tendenza positiva registrata dal comparto che, grazie alla sua capacità di evolversi, è riuscito a guadagnare la fiducia degli italiani.\r\n\r\n«Possiamo celebrare il nostro quarantesimo compleanno con grande entusiasmo grazie a questi straordinari numeri che ci consentono di guardare positivamente al futuro e di continuare a investire sullo sviluppo dei nostri ambiziosi progetti sul territorio italiano - commenta il ceo Human Company, Luca Belenghi -: in Veneto, con l'Eraclea Village e il DeltaFarm, il villaggio della biodiversità che riconvertirà la centrale termoelettrica Enel a Porto Tolle; in Toscana, a Cavriglia, aprirà poi il primo grande parco turistico dedicato allo sport in Italia, e ci sarà anche il Sant’Albinia Village, nel territorio di Piombino, naturale ampliamento del nostro hu Park Albatros Village».","post_title":"Stagione record per Human Company che stima di chiudere il 2022 con ricavi per 123 mln","post_date":"2022-10-03T11:42:04+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664797324000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431519","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Torna Gardaland Magic Halloween e per la sua ventesima edizione il parco gardesano ha deciso di aggiungere ulteriori date all'evento: l’inaugurazione ufficiale, con ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport, avverrà sabato 8 ottobre ma a dare il via all’evento sarà invece il primo dei cinque Venerdì da paura, il 7 ottobre, a cui seguiranno il 14, il 21, il 28 ottobre e il 4 novembre. Gli appuntamenti continueranno poi tutti i sabati e domeniche del mese: nel lungo weekend dal 29 ottobre al 1° novembre e, per l’ultimo weekend dell’evento, il 5 e il 6 novembre.\r\n\r\nTante le novità dei Venerdì da paura, a partire dalla foresta Maledetta, una rivisitazione della foresta Incantata, per l’occasione infestata dalle creature più mostruose dei film più noti, fino all’area Hawaii, trasformata nel perfetto setting industriale in cui si aggirano zombie, vampiri e creature di ogni genere. Nei pressi di piazza Mammut si potrà inoltre assistere al Carrozzone degli Orrori: il nuovo show arrivato a Gardaland per presentare fenomeni da baraccone e strane illusioni. Per concludere i Venerdì da paura, un dj dalle fattezze mostruose e le sonorità da brivido si esibirà ogni settimana in un horror dj set, dalle ore 20 fino a chiusura del parco, sullo sfondo di un lugubre cimitero in piazza Jumanji.\r\n\r\nA Gardaland non mancheranno ovviamente proposte di cibo e bevande rigorosamente a tema Halloween, mentre il divertimento da paura continuerà anche il sabato e la domenica: a dare il via alle giornate l’immancabile Welcome show con protagonisti Prezzemolo e gli spaventapasseri che si esibiranno sulle note di una nuova canzone Vent’anni di paura, pensata ad hoc per celebrare questo importante traguardo. Infine all'ingresso di oltre 40 attrazioni disponibili nel parco si nasconderanno per l'occasione alcuni mostri che i visitatori dovranno scovare… Un indizio? Ai mostri piace l’adrenalina!\r\n\r\nPer il Gardaland Magic Halloween, il parco sarà aperto dalle 17 alle 22 durante i Venerdì da paura, tutti i sabati dalle 10 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 19. Il 31 ottobre, per la grande notte di Halloween, apertura speciale dalle 10 a mezzanotte.\r\n\r\n ","post_title":"Venerdì 7 ottobre parte la ventesima edizione di Gardaland Magic Halloween","post_date":"2022-10-03T10:44:44+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664793884000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431512","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Il brand ha aperto le vendite a inizio di giugno. Troppo presto per stilare un bilancio ad hoc. Ma un primo risultato importante Teorema Vacanza l'ha già ottenuto: mettere ordine nell'offerta tour operating del nostro gruppo\". Così il ceo di Volonline, Luigi Deli, a commento della prima estate di attività successiva all'acquisizione del marchio Teorema, ufficializzata lo scorso aprile: \"Il primo a godere di tale effetto è stato il nostro to online Volonclick, che ha sostanzialmente quadruplicato i risultati del 2019. Identificare partenze speciali-pacchetti con il marchio Teorema Vacanze ha infatti sostanzialmente permesso alle agenzie di posizionare meglio il core business del dynamic packaging e dell’offerta dei singoli servizi di Volonclick. Molto bene è andata anche la vendita di biglietteria e flight consolidation: un’attività, che stiamo gestendo con il freno tirato per questioni di controllo di gestione, ma che è cresciuta di ben il 30%. Il tailor made, infine, trainato da oceano Indiano e Africa, ma penalizzato dall’Oriente, ha invece registrato sostanzialmente gli stessi risultati del 2019\".\r\n\r\nSulle performance specifiche di Teorema Vacanza, prosegue Deli, \"possiamo dirci comunque sostanzialmente soddisfatti, in quanto a inizio luglio avevamo già venduto tutto il prodotto in vuoto-pieno che avevamo budgettizzato per la business unit originale di Volonclick. Ad agosto abbiamo poi registrato un volume importante di vendite anticipate sulle partenze di Natale/Capodanno e da inizio settembre le prenotazioni Teorema Vacanze sono ripartite molto bene, tanto che a oggi l’unità vanta volumi superiori del 50% rispetto al 2019\".\r\n\r\nMa le sfide certo non mancano: \"Sono veramente molte le incognite macro-economiche che stiamo vivendo (inflazione, finanza, cambio euro-dollaro, problematiche dell’aviazione civile…) - conclude Deli -. Siamo molto preoccupati e stiamo sostanzialmente navigando a vista. La realtà è che, a parte Teorema Vacanze, stiamo registrando ottimi risultati di vendita sotto data, ma al contempo un ritardo molto forte sulle partenze di Natale – Capodanno\".","post_title":"Volonline: l'effetto Teorema traina Volonclick, ma preoccupa l'inflazione","post_date":"2022-10-03T10:19:05+00:00","category":["top-news"],"category_name":["Top News"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664792345000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431502","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Royal Jordanian ha inaugurato lo scorso 1° ottobre il collegamento tra Milano Malpensa e Amman. La rotta rappresenta in realtà il ritorno della compagnia aerea giordana sullo scalo milanese, da dove opererà tre voli settimanali (sabato, domenica e mercoledì) verso l’aeroporto Queen Alia International di Amman.\r\n \r\n“Royal Jordanian continuerà a sviluppare il suo network e cercherà nuovi mercati attraenti per la sua espansione economica - ha affermato Karim Makhlouf, cco del vettore -. La nostra ambizione è quella di diventare la compagnia aerea preferita verso il Medio Oriente e verso i paesi del Levante. Inoltre, ambiamo ad attrarre più turisti in Giordania offrendo tariffe vantaggiose, ottima qualità del servizio e la scoperta dell’ospitalità giordana sul voli Milano – Amman!”.\r\n \r\n\"Con il ritorno di questo nostro storico partner si arricchisce di valore e qualità l’offerta da Milano per la Giordania e in generale per il Mediterraneo - ha dichiarato Andrea Tucci, vice president Aviation Business Development di Sea -. Attualmente il recupero del traffico sul nostro aeroporto è pari al 97% dei livelli pre-Covid, grazie al contributo di 75 compagnie aeree su di un network di 190 destinazioni, dati che confermano l’attrattività della nostra Regione e il potenziale della catchment area che spingono i vettori più dinamici a investire nelle nostre infrastrutture”.\r\n \r\nProsegue, intanto, l'iter di rinnovo della flotta Royal Jordanian, che prevede il passaggio dagli attuali 24 a più di 40 aeromobili nei prossimi tre-cinque anni: il vettore ha annunciato che acquisterà 20 Airbus A320neo per sostituire la sua flotta degli attuali 13 A320 e sta valutando l'introduzione di ulteriori Boeing 787.\r\nIl ceo Samer Majali ha reso noto che la compagnia aerea sta discutendo anche l'ampliamento della flotta di 787 a 11 aeromobili, valutando sia la versione 787-9 che quella 787-10.\r\n ","post_title":"Royal Jordanian operativa sulla Milano-Amman. Avanti il progetto di rinnovo flotta","post_date":"2022-10-03T10:00:18+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664791218000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431498","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Proseguono i piani di sviluppo della Emerald Collection, la compagnia di proprietà a 5 stelle lusso lanciata nel 2013 dalla famiglia Scarapicchia, che vanta oltre 40 anni di esperienza nella costruzione e gestione di strutture luxury all-inclusive nell'oceano Indiano, ai Caraibi e nell'Africa orientale. Dopo l'Emerald Maldives Resort & Spa, ha aperto infatti ufficialmente i propri battenti sabato 1° ottobre il Faarufushi Resort & Spa, portando così a due le strutture del gruppo nell'arcipelago.\r\n\r\nImmerso in una vegetazione lussureggiante e circondato da una laguna privata di 100 ettari con barriera corallina naturale, il nuovo indirizzo Emerald è posizionato su un’isola di 7 ettari, a soli 20 minuti di barca dalla prima proprietà della compagnia. Entrambi membri della collezione The Leading Hotels of the World, i due resort offrono quindi ai viaggiatori l’opportunità di un’esperienza di island hopping deluxe all-inclusive. L'Emerald Faarufushi mette a disposizione degli ospiti 80 lussuose ville indipendenti, cinque ristoranti di cucina internazionale e due bar, la Emerald Spa con otto sale trattamenti immerse fra gli alberi tropicali, un centro sportivo con palestra, campi da tennis e da padel, nonché un programma di attività divertenti ed educative per bambini e ragazzi al Dolphin Kids Club. Fiore all’occhiello dell’offerta è la formula deluxe all-inclusive della Emerald Collection, che comprende sempre nel costo del soggiorno innumerevoli attività sportive acquatiche e di terra, proposte gastronomiche à la carte e una selezione dei migliori vini, birre e spirit internazionali.\r\n\r\n“Siamo entusiasti di consolidare la nostra presenza alle Maldive con l’apertura dell'Emerald Faarufushi Resort & Spa – afferma Aldo Scarapicchia, partner & managing director della compagnia –. La nuova proprietà ci permetterà di integrare l’offerta per gli ospiti offrendo ulteriori 80 soluzioni di soggiorno indipendenti fra beach e water villa, di cui 70 dotate di piscina privata. Tutte le sistemazioni sono progettate per accogliere comodamente sia le coppie sia le famiglie con bambini, che restano uno dei segmenti principali per il nostro gruppo”. E le novità della compagnia non finiscono qui, perché per il prossimo 1° dicembre è già prevista l’apertura del nuovo Emerald Zanzibar Resort & Spa in Tanzania.","post_title":"Emerald raddoppia alle maldive con il Faarufushi Resort & Spa.","post_date":"2022-10-03T09:50:50+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1664790650000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431492","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Emirates prosegue l'attività di reclutamento di personale di bordo in Italia con quattro nuovi open day. Nelle prime due settimane di ottobre gli incontri si svolgeranno a Venezia, Milano, Roma e Firenze.\r\nSi comincia oggi, 3 ottobre, a Venezia (Hilton Garden Inn Venice Mestre San Giuliano), per continuare il 5 ottobre a Milano, presso il Best Western Plus Hotel Galles - P.za Lima 2; il 13 ottobre sarà la volta di Roma, al Bettoja Hotel Mediterraneo - Via Cavour 15; infine, il 15 ottobre, tappa a Firenze, NH Firenze - Piazza V.Veneto 4/a.\r\nNell'ultimo anno, Emirates ha ripreso i voli verso diverse destinazioni globali dopo la ripresa del mercato. Quest’estate la compagnia aerea ha trasportato 10 milioni di passeggeri su quasi 35.000 voli verso 130 destinazioni.\r\nGli interessati devono inviare una candidatura online con un curriculum vitae aggiornato in inglese e una fotografia recente e dovranno essere pronti a trascorrere l'intera giornata sul posto. Il personale di bordo Emirates rappresenta 160 nazionalità, che riflettono il mix di clienti e di mete in oltre 130 città in sei continenti, utilizzando una moderna flotta di oltre 200 velivoli wide-body.","post_title":"Emirates: quattro nuove tappe in Italia per la selezione di personale di bordo","post_date":"2022-10-03T09:35:06+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664789706000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431491","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air India apporta un significativo ampliamento al network internazionale con l'aggiunta di 20 voli settimanali per Birmingham, Londra e San Francisco. I nuovi collegamenti saranno introdotti in modo graduale fra ottobre e il prossimo dicembre.\r\n\r\nNel dettaglio, il vettore indiano aggiungerà 5 voli a settimana per Birmingham, 9 voli per Londra e 6 per San Francisco, mettendo così a disposizione dei passeggeri oltre 5.000 posti in più a settimana.\r\n\r\nIl network attuale di Air India conta oggi 34 voli settimanali per il Regno Unito, che saliranno a quota 48 voli. Birmingham avrà cinque voli supplementari a settimana, tre da Delhi e due da Amritsar. I nove previsti su Londra saranno operati da Mumbai (5), Delhi (3) e Ahmedabad (1). Complessivamente, sette città indiane avranno ora voli non-stop di Air India verso la capitale del Regno Unito.\r\n\r\nI voli dall'India agli Stati Uniti passeranno da 34 a 40 a settimana. La compagnia collegherà ora Mumbai a San Francisco con un servizio trisettimanale e ripristinerà un collegamento trisettimanale con Bengaluru. L'offerta di Air India per San Francisco passa così da 10 a 16 voli settimanali, con servizio non-stop da Delhi, Mumbai e Bengaluru.\r\n\r\n ","post_title":"Air India accelera sul lungo raggio: 20 nuovi voli per Londra, Birmingham e San Francisco","post_date":"2022-10-03T09:14:56+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664788496000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431464","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n«La Martinica è Francia, quindi le indicazioni sanitarie sono le stesse: tutto è aperto e si può viaggiare senza alcuna restrizione - sottolinea François Jock, responsabile del Coordinamento marketing e stampa dell’isola -. Siamo felici di accogliere i nostri visitatori dall’Italia. Non serve il passaporto, è sufficiente la carta d’identità, e la moneta corrente è l’euro. Gli ospiti italiani sono circa l’11% del totale e aumentano ogni anno. Tanti viaggiatori arrivano poi con le crociere: molte navi iniziano il loro viaggio nei Caraibi partendo dalla Martinica».\r\n\r\nL’isola, un melting-pot di culture e tradizioni dove si registrano 28 gradi da gennaio a dicembre, sta vivendo un’interessante ripresa dopo la pandemia. Stanno aprendo nuovi hotel e sono disponibili sempre più posti letto. Le differenti location hanno circa 30 camere ciascuna; ci sono molti boutique hotel, affascinanti lodge realizzati con materiali naturali (Kréol’lodge a Cap Cabaret), strutture con una ventina di appartamenti immersi nel verde e la possibilità di raccogliere e cucinare ortaggi e frutta a km.0 (Village Pomme Cannelle) e hotel 3 stelle (Hotel Bambou).\r\n\r\n«Tante sono le attività da praticare, anche in famiglia, come il kayak o il trekking, le immersioni e il surf - prosegue il responsabile della comunicazione -.  La Martinica è un’isola dove si può viaggiare da soli, in coppia e in famiglia in tutta sicurezza. È la perfetta destinazione per i viaggi di nozze». Per completare la propria esperienza sensoriale a Martinica, bisogna scoprire il rum locale, prodotto in 15 diverse cantine. Efficienti, infine, i collegamenti: i voli Air France partono da Milano, Roma, Venezia e Bologna già intorno alle 6 del mattino e fanno scalo a Parigi Charles De Gaulle - dove è disponibile un volo diretto per Martinica 3 volte a settimana con partenza alle 16:10 e atterraggio dopo circa 8 ore - oppure è possibile spostarsi con un rapido transfer all’aeroporto di Orly da dove ogni giorno alle 10:20 parte un volo diretto con arrivo alle 13.","post_title":"Martinica: un incantevole pezzetto di Francia nel mar dei Caraibi","post_date":"2022-10-03T09:00:52+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664787652000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431459","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Giro d'affari in crescita per Destination Italia che nei primi sei mesi dell'anno registra ricavi per 7,1 milioni di euro, pari a un incremento di ben il 692% rispetto allo stesso semestre del 2021 (0,9 milioni), fortemente penalizzato dall'emergenza pandemica. Il risultato è particolarmente significativo perché, pur non tenendo ancora in conto i rilevanti flussi dei turisti propri dell’alta stagione, è paragonabile a quello realizzato in tutto l’esercizio 2021. Ciononostante i margini operativi lordi della compagnia continuano a rimanere in territorio negativo, seppure in lieve miglioramento rispetto al 2021 (ebitda a -0,8 milioni contro i -0,86 mln dell'anno scorso). Il risultato ante imposte segna quindi un saldo negativo per 1,4 milioni di euro (-1,2 milioni al 30 giugno 2021), mentre il risultato netto è pari a -1,4 mln (vs. -1,3 mln). Il gruppo registra infine una posizione finanziaria netta cash positive pari a 0,86 milioni euro, in miglioramento (+155%) rispetto ai 0,34 milioni del 31 dicembre 2021.\r\n\r\nSecondo il nuovo presidente di Destination Italia, Giulio Valiante \"le prospettive per fine anno sono più che confortanti, benché ancora lontane dai valori pre-Covid dato lo stato di emergenza perdurato fino al 31 marzo 2022. La società ha certamente beneficiato delle positive condizioni di mercato derivanti dalle progressive aperture, nel secondo semestre dell’anno, rese possibili dall’attenuarsi del Covid-19. Tuttavia un grosso merito del successo è da attribuire anche alle strategie aziendali messe in campo dal management per fronteggiare l’epidemia prima, e per bilanciare gli effetti del conflitto russo-ucraino dopo; strategie che hanno puntato sull’innovazione tecnologica, sulle partnership strategiche e sull’apertura di nuovi mercati, oltre al potenziamento di quelli già presidiati, con clienti che oggi provengono da oltre 100 Paesi”.\r\n\r\nA conferma della tendenza positiva di mercato, alla data odierna il portafoglio ordini del gruppo, al lordo Iva, ha superato i 25 milioni di euro complessivi, con un incremento del 331% rispetto ai 5,8 milioni dell’analogo periodo 2021 e con un aumento di 5 milioni rispetto al portafoglio al 31 luglio 2022. Dal punto di vista geografico, l’Europa è la prima regione con il 27% delle prenotazioni, seguita dal Nord America con il 24%. Tra i singoli Paesi di origine spiccano Stati Uniti, Brasile, Spagna, Canada, Australia, Regno Unito e penisola Araba. Anche le prenotazioni Italia su Italia hanno contribuito a bilanciare il portafoglio ordini. Con riferimento alle linee di business, prosegue infine la crescita di Sono Travel Club: il brand che si rivolge al segmento del turismo di lusso, che oggi contribuisce per oltre il 34% del valore delle prenotazioni, con il rimanente 66% generato dalle linee di business Xml (la piattaforma di prenotazione automatica machine-to-machine) e Destination Italia (la linea di business tradizionale del gruppo).","post_title":"Crescono i ricavi ma conti ancora in rosso per Destination Italia","post_date":"2022-09-30T13:58:09+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1664546289000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti