22 February 2024

Ivana Jelinic sul caos trasporti: «L’Enac faccia rispettare le regole»

[ 1 ]

Anche Fiavet Confcommercio fa sentire la propri voce sul caos del trasporto aereo. Infatti con una dichiarazione molto decisa la presidente dell’associazione, Ivana Jelinic, invita l’Enac a prendere una posizione chiara.

«Non possono essere gli operatori del turismo, le agenzie di viaggi e i consumatori a pagare l’ennesima conseguenza della crisi. Il caos nel trasporto aereo ha dei riflessi sui viaggi che non devono ricadere né sulle persone che vanno in vacanza, né sugli altri anelli della filiera» . Questa la dichiarazione di Ivana Jelinic, presidente Fiavet-Confcommercio, dopo l’incontro tra la Commissione trasporti Fiavet e l’Enac che ha preso in esame questa insostenibile situazione.

Non si possono cancellare i voli

«Abbiamo chiesto ad Enac un intervento per risolvere queste difficoltà – prosegue la presidente –. Non si possono cancellare voli, variare le capacità di stagione,  portare ritardi importanti rovinando la vacanza alle persone che hanno nell’agenzia di viaggi il loro interlocutore di fiducia».

«Comprendiamo – conclude Ivana Jelinic – che durante la pandemia il personale è stato notevolmente ridotto. Che il numero degli apparecchi delle compagnie non è sufficiente in questa fase di risalita.  Che per sopravvivere si sono dovuti contenere gli investimenti. Ma non è possibile che le incognite del trasporto aereo ricadano sulle altre imprese della filiera. Per questo abbiamo richiesto a Enac un richiamo al rispetto delle regole».

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462001 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il certificato di operatore aereo di Air Moldova è stato revocato dall'autorità dell'aviazione civile del Paese, per il mancato rispetto dei requisiti minimi. Il provvedimento, adottato il 20 febbraio, è successivo alla sospensione del Coa del vettore avvenuta sei mesi prima (lo scorso agosto). Secondo l'autorità per l'aviazione civile, la compagnia aerea è in fase di ristrutturazione da oltre sei mesi, ma in questo periodo "non ha presentato alcuna prova" che dimostri la rimozione delle "non conformità". Inoltre, il vettore non dispone di aeromobili operativi e "non soddisfa i requisiti minimi" per detenere un Coa. L'incapacità della compagnia aerea di dimostrare, al termine dei sei mesi successivi, di avere almeno un aeromobile con un certificato di aeronavigabilità valido ha reso la revoca "inevitabile", afferma l'autorità. "Se la compagnia vuole riprendere i voli, può avviare un nuovo processo di certificazione, al fine di ottenere un nuovo Coa, in conformità con le normative nazionali". [post_title] => Air Moldova resta a terra: revocato il Coa, dopo la sospensione di sei mesi [post_date] => 2024-02-21T12:58:38+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708520318000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461972 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Austrian Airlines amplia il network di lungo raggio con la nuova rotta da Vienna a Boston, che sarà attiva dal prossimo luglio, inizialmente con fino a sei voli settimanali operati da un Boeing 767-300 da 211 posti, in una configurazione a tre classi. «Questa espansione migliora la nostra offerta di voli a lungo raggio e rafforza l'hub di Vienna - sottolinea Michael Trestl, chief commercial officer di Austrian Airlines -. Le università di fama mondiale di Boston, tra cui Harvard e Mit, i collegamenti commerciali e il fascino ineguagliabile della città la rendono una destinazione di viaggio affascinante e molto attrattiva. Inoltre, in futuro sarà ancora più facile per i visitatori e i turisti del New England venire a Vienna». Il tempo di viaggio tra Vienna e Bostan è di circa 9 ore, per un percorso di 6.500 chilometri. Il volo sarà operato il lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica e ogni due martedì. La partenza da Vienna è prevista alle 10:40, con arrivo a Boston alle 13:50 ora locale. Boston. Il volo di ritorno parte da Boston alle 17.10 e arriva a Vienna alle 19.25 ora locale. Con l'aggiunta di Boston, Austrian Airlines porta a quota 19 le destinazioni intercontinentali del proprio network, offrendo ai passeggeri collegamenti verso più di 125 città in tutto il mondo. «L'espansione del network a lungo raggio rafforza la nostra posizione di numero 1 a Vienna e contribuisce a collegare meglio l'Austria come hub per il business e il turismo». [post_title] => Austrian Airlines aggiunge Boston al network di lungo raggio che sale a 19 destinazioni [post_date] => 2024-02-21T10:55:56+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708512956000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461963 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Londra Heathrow prevede un numero record di passeggeri per quest'anno, dopo che il boom della domanda di viaggi sulle redditizie rotte transatlantiche ha riportato in profitto lo scalo, per la prima volta dopo la pandemia. Secondo quanto riferito dal Financial Times, nel mirino ci sono 81,4 milioni di passeggeri, in aumento rispetto ai 79,2 milioni del 2023. Il bilancio dell'anno scorso, che visto anche il dicembre più trafficato di sempre, ha registrato un utile ante imposte rettificato di 38 milioni di sterline per il 2023, rispetto alla perdita di 684 milioni di sterline dell'anno precedente e dopo tre anni consecutivi di perdite. Le rotte transatlantiche sono andate "particolarmente bene", ha sottolineato una nota della società di gestione di Heathrow, sottolineando anche una "significativa ripresa" del mercato dell'Asia e del Pacifico.   L'aeroporto ha dichiarato che potrebbe "plausibilmente" pagare ai suoi proprietari un dividendo quest'anno, anche se non è previsto. Heathrow è nel bel mezzo del più grande cambiamento di proprietà dalla sua privatizzazione negli anni '90, dopo che il gruppo infrastrutturale spagnolo Ferrovial lo scorso novembre ha deciso di vendere la propria quota del 25% al fondo sovrano dell'Arabia Saudita (Pif) e al gruppo francese Ardian per 2,4 miliardi di sterline. [post_title] => Londra Heathrow: lo scalo torna a fare utili, per la prima volta dopo la pandemia [post_date] => 2024-02-21T10:06:33+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708509993000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461960 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Breeze Airways ha siglato un ordine per altri A220-300, portando così a 90 il totale degli ordini fermi della compagnia aerea per questo tipo di aeromobile e rendendo Breeze il terzo cliente a livello mondiale per l'A220. Il vettore ha preso in consegna il suo primo Airbus A220 nel dicembre 2021 e sta operando con 20 aeromobili (a partire da fine gennaio 2024) in tutti gli Stati Uniti; entro la fine del 2024 utilizzerà una flotta di soli Airbus A220 per le sue operazioni commerciali. «Grazie alle sue prestazioni  l'A220 è l'aeromobile perfetto per aiutare Breeze a raggiungere il suo obiettivo di fornire un servizio nonstop sulle rotte meno servite degli Stati Uniti - ha dichiarato Benoît de Saint-Exupéry, evp sales, commercial aircraft, Airbus -. L'aeromobile offre operazioni efficienti e un'esperienza eccezionale per i passeggeri, il tutto operando con l'impronta di carbonio più bassa al mondo per i velivoli a corridoio singolo e con un'impronta acustica inferiore».  Attualmente Breeze offre un mix di oltre 150 rotte annuali e stagionali attraverso un network di 50 città in 27 stati.     [post_title] => Breeze Airways volerà con una flotta di soli A220 entro fine 2024: ordinati altri 10 velivoli [post_date] => 2024-02-21T09:49:44+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708508984000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461948 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Etihad Airways ha lanciato una nuova collezione di amenity kit e loungewear creata in collaborazione con Giorgio Armani e con il marchio di benessere di lusso Espa.  L'incontro tra la raffinata eleganza di Giorgio Armani e la rinomata ospitalità emiratina di Etihad offrirà un'esperienza di volo senza precedenti agli ospiti che volano in classe The Residence, First e Business. La nuova gamma di prodotti di stile comprende amenity kit su misura per ogni cabina premium, oltre a loungewear e pantofole di lusso firmate. I kit saranno progressivamente introdotti a bordo a partire dalla fine di febbraio. La partnership estende la pluripremiata collaborazione di Etihad con Armani/Casa, lanciata a bordo nel 2023 e caratterizzata da stoviglie e arredi morbidi a marchio congiunto nella classe Business di Etihad. «Oltre a offrire comodità, stile e lusso in volo, i nostri ospiti porteranno a casa la propria amenity bag co-brandizzata Giorgio Armani da utilizzare in viaggio o a casa - ha affermato Turky Al Hammadi, head of product and hospitality della compagnia di Abu Dhabi -. Queste ricercate borse sono disponibili in colori e stili da collezione, il che significa che i frequent flyer possono costruire la loro personale collezione 'Giorgio Armani'. Abbiamo anche introdotto una gamma gratuita di tote bag eleganti e funzionali per i nostri ospiti dei voli più lunghi in Economy. Queste borse non solo saranno un pratico regalo, ma ci aiuteranno a ridurre ulteriormente la plastica monouso». [post_title] => Etihad Airways: Giorgio Armani firma il nuovo, lussuoso amenity kit del vettore [post_date] => 2024-02-21T09:30:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708507831000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461946 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con il ritorno su Venezia, dal prossimo 12 giugno con voli giornalieri, Qatar Airways moltiplica le opportunità a disposizione dei passeggeri per raggiungere destinazioni quali Giappone, Cina, Australia e Thailandia attraverso l’Hamad International Airport di Doha. E fino al 29 febbraio, la compagnia promuove i voli con tariffe a partire da 429 euro, per viaggiare dal 12 giugno 2024. La promozione si ispira alla Via della Seta che attraversava l'Asia Centrale e il Medio Oriente, collegando la Cina all'Asia Minore e al Mediterraneo, passando per il Giappone e l'India. Ma una relazione ancora più importante lega Venezia all'Oriente: fu infatti Marco Polo, il giovane mercante veneziano, a intraprendere nel 1271 il viaggio in Oriente lungo la Via della Seta per stabilire nuovi rapporti commerciali tra le due civiltà. Per ripercorrere i passi del celebre viaggiatore, è possibile pianificare un itinerario che parte proprio dalla cosmopolita Venezia attraverso i luoghi del passato, punti di incontro tra Oriente e Occidente. Tra le destinazioni di questo itinerario nella storia non può mancare l'Uzbekistan, raggiungibile grazie alla nuova rotta di Qatar Airways per Tashkent, nel cuore dell'Asia Centrale, una regione nota per la sua ricca storia e multiculturalità, condivisa con i Paesi confinanti del Kazakistan, Turkmenistan, Tagikistan e Kirghizistan. La destinazione è la seconda città del Kazakistan servita dalla Compagnia aerea nazionale dello Stato del Qatar nel mercato dell'Asia centrale dopo Almaty. Imperdibile in questo viaggio è anche la Cina, che ora può essere visitata senza visto dall'Italia e dove Qatar Airways vola 33 volte a settimana verso le città di Pechino, Shanghai, Guangzhou, Hangzhou, Chengdu, Wenzhou e Chongqing. [post_title] => Qatar Airways promuove il ritorno su Venezia e le rotte lungo la Via della Seta [post_date] => 2024-02-21T09:15:03+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708506903000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461927 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet è la compagnia aerea ufficiale dell'Eurovision Song Contest: la compagnia farà volare migliaia di visitatori in partenza da tutta Europa verso l’aeroporto di Copenaghen. Da qui i viaggiatori avranno accesso rapido e diretto alla città ospitante Malmö, in Svezia, dove si svolgeranno le semifinali e le finali dal vivo il 7, il 9 e l’11 maggio. Il vettore ha previsto un aumento di capacità posti di oltre il 10% in più di posti da e per Copenaghen rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. «I viaggi offrono la rara opportunità di staccarsi dalla quotidianità e di vivere completamente nel momento, esattamente come accade durante l'iconico Eurovision Song Contest - afferma Gabriella Neudecker, direttore marketing di easyJet -: persone, paesi e comunità si uniscono, tutto è possibile e tutti sono i benvenuti. Noi di easyJet condividiamo questi importanti valori e siamo orgogliosi di fare la nostra parte nel mettere in contatto le persone in tutta Europa: anche per questo siamo convinti che questa partnership sia la combinazione perfetta». «Siamo entusiasti di accogliere easyJet come compagnia aerea partner ufficiale dell'Eurovision Song Contest: condividiamo la passione di mettere in connessione persone e culture e non vediamo l'ora di decollare insieme, unendo la gioia della musica alla libertà del viaggio» ha aggiunto Martin Österdahl, executive supervisor di Eurovision. [post_title] => L'Eurovision Song Contest vola sulle ali di easyJet, partner ufficiale dell'evento [post_date] => 2024-02-20T11:55:13+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708430113000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461919 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo Lufthansa investe sull’aeroporto di Ancona raddoppiando le frequenze giornaliere per Monaco di Baviera, a partire dal prossimo 31 marzo. Non solo, i collegamenti operati da Air Dolomiti saranno effettuati con aeromobili Embraer 195 da 122 posti (rispetto ai precedenti 90). «Grande soddisfazione per questa decisione del gruppo Lufthansa che non solo raddoppia le frequenze e aumenta l’offerta posti, ma introdurrà il night stop dell’aereo su Ancona - ha sottolineato Alexander D’Orsogna, amministratore delegato di Ancona International Airport -. La portata di questa novità è immensa in quanto ciò permetterà all’utenza dell’aeroporto di raggiungere qualsiasi destinazione al mondo grazie alle prosecuzioni da Monaco. A titolo esemplificativo si può partire da Ancona alle 06:05 ed essere a New York alle 12:45». [post_title] => Air Dolomiti raddoppia i voli sulla Ancona-Monaco di Baviera, dal 31 marzo [post_date] => 2024-02-20T11:42:42+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708429362000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461903 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Enac ha rilasciato il primo certificato Uas leggero (Light Uas Operator Certificate - Luc) a un operatore italiano, la società FlyingBasket Srl, start-up che è anche il primo operatore Uas nazionale ad aver svolto operazioni cross-border in Europa. “L’emissione di questo primo certificato Luc a un operatore nazionale - ha dichiarato il direttore generale Enac Alessio Quaranta (nella foto) - conferma l’importanza dei servizi introdotti dalla mobilità aerea innovativa. L’Enac ha sempre riservato un’attenzione particolare ai velivoli senza equipaggio a bordo, cooperando con l’Icao e con l’Easa per lo sviluppo del framework di regolazione per gli Uas, al fine di favorire la crescita del settore e la loro integrazione sicura nello spazio aereo». Le operazioni effettuate con aeromobili “Unmanned Aircraft Systems” Uas, costituiscono un settore in costante espansione, con un continuo aumento delle possibili applicazioni anche grazie al supporto delle nuove tecnologie oggi a disposizione.   L’Enac ha seguito fin da subito l’evoluzione delle attività svolte con Uas, tramite l’emissione di uno fra i primi regolamenti in Europa per gli aeromobili a pilotaggio remoto, seguito da un forte impegno di diffusione delle pratiche e delle competenze nazionali nei contesti internazionali e dalla pubblicazione del Piano Strategico Nazionale sulla Mobilità Aerea Avanzata finalizzato a mettere in atto una strategia aperta all’innovazione tecnologica volta a creare un ecosistema in grado di integrare nuove tipologie di servizi per i territori e per i cittadini.  [post_title] => Droni: l'Enac ha certificato il primo operatore italiano, la FlyingBasket Srl [post_date] => 2024-02-20T11:10:02+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708427402000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "jelinic sul caos trasport" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":22,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":4189,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462001","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il certificato di operatore aereo di Air Moldova è stato revocato dall'autorità dell'aviazione civile del Paese, per il mancato rispetto dei requisiti minimi. Il provvedimento, adottato il 20 febbraio, è successivo alla sospensione del Coa del vettore avvenuta sei mesi prima (lo scorso agosto).\r\n\r\nSecondo l'autorità per l'aviazione civile, la compagnia aerea è in fase di ristrutturazione da oltre sei mesi, ma in questo periodo \"non ha presentato alcuna prova\" che dimostri la rimozione delle \"non conformità\". Inoltre, il vettore non dispone di aeromobili operativi e \"non soddisfa i requisiti minimi\" per detenere un Coa.\r\n\r\nL'incapacità della compagnia aerea di dimostrare, al termine dei sei mesi successivi, di avere almeno un aeromobile con un certificato di aeronavigabilità valido ha reso la revoca \"inevitabile\", afferma l'autorità. \"Se la compagnia vuole riprendere i voli, può avviare un nuovo processo di certificazione, al fine di ottenere un nuovo Coa, in conformità con le normative nazionali\".","post_title":"Air Moldova resta a terra: revocato il Coa, dopo la sospensione di sei mesi","post_date":"2024-02-21T12:58:38+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708520318000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461972","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Austrian Airlines amplia il network di lungo raggio con la nuova rotta da Vienna a Boston, che sarà attiva dal prossimo luglio, inizialmente con fino a sei voli settimanali operati da un Boeing 767-300 da 211 posti, in una configurazione a tre classi.\r\n\r\n«Questa espansione migliora la nostra offerta di voli a lungo raggio e rafforza l'hub di Vienna - sottolinea Michael Trestl, chief commercial officer di Austrian Airlines -. Le università di fama mondiale di Boston, tra cui Harvard e Mit, i collegamenti commerciali e il fascino ineguagliabile della città la rendono una destinazione di viaggio affascinante e molto attrattiva. Inoltre, in futuro sarà ancora più facile per i visitatori e i turisti del New England venire a Vienna».\r\n\r\nIl tempo di viaggio tra Vienna e Bostan è di circa 9 ore, per un percorso di 6.500 chilometri. Il volo sarà operato il lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica e ogni due martedì. La partenza da Vienna è prevista alle 10:40, con arrivo a Boston alle 13:50 ora locale. Boston. Il volo di ritorno parte da Boston alle 17.10 e arriva a Vienna alle 19.25 ora locale.\r\n\r\nCon l'aggiunta di Boston, Austrian Airlines porta a quota 19 le destinazioni intercontinentali del proprio network, offrendo ai passeggeri collegamenti verso più di 125 città in tutto il mondo. «L'espansione del network a lungo raggio rafforza la nostra posizione di numero 1 a Vienna e contribuisce a collegare meglio l'Austria come hub per il business e il turismo».","post_title":"Austrian Airlines aggiunge Boston al network di lungo raggio che sale a 19 destinazioni","post_date":"2024-02-21T10:55:56+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708512956000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461963","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Londra Heathrow prevede un numero record di passeggeri per quest'anno, dopo che il boom della domanda di viaggi sulle redditizie rotte transatlantiche ha riportato in profitto lo scalo, per la prima volta dopo la pandemia.\r\n\r\nSecondo quanto riferito dal Financial Times, nel mirino ci sono 81,4 milioni di passeggeri, in aumento rispetto ai 79,2 milioni del 2023. Il bilancio dell'anno scorso, che visto anche il dicembre più trafficato di sempre, ha registrato un utile ante imposte rettificato di 38 milioni di sterline per il 2023, rispetto alla perdita di 684 milioni di sterline dell'anno precedente e dopo tre anni consecutivi di perdite.\r\n\r\nLe rotte transatlantiche sono andate \"particolarmente bene\", ha sottolineato una nota della società di gestione di Heathrow, sottolineando anche una \"significativa ripresa\" del mercato dell'Asia e del Pacifico.\r\n\r\n \r\n\r\nL'aeroporto ha dichiarato che potrebbe \"plausibilmente\" pagare ai suoi proprietari un dividendo quest'anno, anche se non è previsto.\r\n\r\nHeathrow è nel bel mezzo del più grande cambiamento di proprietà dalla sua privatizzazione negli anni '90, dopo che il gruppo infrastrutturale spagnolo Ferrovial lo scorso novembre ha deciso di vendere la propria quota del 25% al fondo sovrano dell'Arabia Saudita (Pif) e al gruppo francese Ardian per 2,4 miliardi di sterline.","post_title":"Londra Heathrow: lo scalo torna a fare utili, per la prima volta dopo la pandemia","post_date":"2024-02-21T10:06:33+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708509993000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461960","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Breeze Airways ha siglato un ordine per altri A220-300, portando così a 90 il totale degli ordini fermi della compagnia aerea per questo tipo di aeromobile e rendendo Breeze il terzo cliente a livello mondiale per l'A220.\r\n\r\nIl vettore ha preso in consegna il suo primo Airbus A220 nel dicembre 2021 e sta operando con 20 aeromobili (a partire da fine gennaio 2024) in tutti gli Stati Uniti; entro la fine del 2024 utilizzerà una flotta di soli Airbus A220 per le sue operazioni commerciali.\r\n\r\n«Grazie alle sue prestazioni  l'A220 è l'aeromobile perfetto per aiutare Breeze a raggiungere il suo obiettivo di fornire un servizio nonstop sulle rotte meno servite degli Stati Uniti - ha dichiarato Benoît de Saint-Exupéry, evp sales, commercial aircraft, Airbus -. L'aeromobile offre operazioni efficienti e un'esperienza eccezionale per i passeggeri, il tutto operando con l'impronta di carbonio più bassa al mondo per i velivoli a corridoio singolo e con un'impronta acustica inferiore». \r\n\r\nAttualmente Breeze offre un mix di oltre 150 rotte annuali e stagionali attraverso un network di 50 città in 27 stati.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Breeze Airways volerà con una flotta di soli A220 entro fine 2024: ordinati altri 10 velivoli","post_date":"2024-02-21T09:49:44+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708508984000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461948","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Etihad Airways ha lanciato una nuova collezione di amenity kit e loungewear creata in collaborazione con Giorgio Armani e con il marchio di benessere di lusso Espa. \r\n\r\nL'incontro tra la raffinata eleganza di Giorgio Armani e la rinomata ospitalità emiratina di Etihad offrirà un'esperienza di volo senza precedenti agli ospiti che volano in classe The Residence, First e Business. La nuova gamma di prodotti di stile comprende amenity kit su misura per ogni cabina premium, oltre a loungewear e pantofole di lusso firmate. I kit saranno progressivamente introdotti a bordo a partire dalla fine di febbraio.\r\n\r\nLa partnership estende la pluripremiata collaborazione di Etihad con Armani/Casa, lanciata a bordo nel 2023 e caratterizzata da stoviglie e arredi morbidi a marchio congiunto nella classe Business di Etihad.\r\n\r\n«Oltre a offrire comodità, stile e lusso in volo, i nostri ospiti porteranno a casa la propria amenity bag co-brandizzata Giorgio Armani da utilizzare in viaggio o a casa - ha affermato Turky Al Hammadi, head of product and hospitality della compagnia di Abu Dhabi -. Queste ricercate borse sono disponibili in colori e stili da collezione, il che significa che i frequent flyer possono costruire la loro personale collezione 'Giorgio Armani'. Abbiamo anche introdotto una gamma gratuita di tote bag eleganti e funzionali per i nostri ospiti dei voli più lunghi in Economy. Queste borse non solo saranno un pratico regalo, ma ci aiuteranno a ridurre ulteriormente la plastica monouso».","post_title":"Etihad Airways: Giorgio Armani firma il nuovo, lussuoso amenity kit del vettore","post_date":"2024-02-21T09:30:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708507831000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461946","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con il ritorno su Venezia, dal prossimo 12 giugno con voli giornalieri, Qatar Airways moltiplica le opportunità a disposizione dei passeggeri per raggiungere destinazioni quali Giappone, Cina, Australia e Thailandia attraverso l’Hamad International Airport di Doha.\r\nE fino al 29 febbraio, la compagnia promuove i voli con tariffe a partire da 429 euro, per viaggiare dal 12 giugno 2024. La promozione si ispira alla Via della Seta che attraversava l'Asia Centrale e il Medio Oriente, collegando la Cina all'Asia Minore e al Mediterraneo, passando per il Giappone e l'India. Ma una relazione ancora più importante lega Venezia all'Oriente: fu infatti Marco Polo, il giovane mercante veneziano, a intraprendere nel 1271 il viaggio in Oriente lungo la Via della Seta per stabilire nuovi rapporti commerciali tra le due civiltà.\r\nPer ripercorrere i passi del celebre viaggiatore, è possibile pianificare un itinerario che parte proprio dalla cosmopolita Venezia attraverso i luoghi del passato, punti di incontro tra Oriente e Occidente. Tra le destinazioni di questo itinerario nella storia non può mancare l'Uzbekistan, raggiungibile grazie alla nuova rotta di Qatar Airways per Tashkent, nel cuore dell'Asia Centrale, una regione nota per la sua ricca storia e multiculturalità, condivisa con i Paesi confinanti del Kazakistan, Turkmenistan, Tagikistan e Kirghizistan. La destinazione è la seconda città del Kazakistan servita dalla Compagnia aerea nazionale dello Stato del Qatar nel mercato dell'Asia centrale dopo Almaty.\r\nImperdibile in questo viaggio è anche la Cina, che ora può essere visitata senza visto dall'Italia e dove Qatar Airways vola 33 volte a settimana verso le città di Pechino, Shanghai, Guangzhou, Hangzhou, Chengdu, Wenzhou e Chongqing.","post_title":"Qatar Airways promuove il ritorno su Venezia e le rotte lungo la Via della Seta","post_date":"2024-02-21T09:15:03+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708506903000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461927","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EasyJet è la compagnia aerea ufficiale dell'Eurovision Song Contest: la compagnia farà volare migliaia di visitatori in partenza da tutta Europa verso l’aeroporto di Copenaghen. Da qui i viaggiatori avranno accesso rapido e diretto alla città ospitante Malmö, in Svezia, dove si svolgeranno le semifinali e le finali dal vivo il 7, il 9 e l’11 maggio.\r\nIl vettore ha previsto un aumento di capacità posti di oltre il 10% in più di posti da e per Copenaghen rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.\r\n«I viaggi offrono la rara opportunità di staccarsi dalla quotidianità e di vivere completamente nel momento, esattamente come accade durante l'iconico Eurovision Song Contest - afferma Gabriella Neudecker, direttore marketing di easyJet -: persone, paesi e comunità si uniscono, tutto è possibile e tutti sono i benvenuti. Noi di easyJet condividiamo questi importanti valori e siamo orgogliosi di fare la nostra parte nel mettere in contatto le persone in tutta Europa: anche per questo siamo convinti che questa partnership sia la combinazione perfetta».\r\n«Siamo entusiasti di accogliere easyJet come compagnia aerea partner ufficiale dell'Eurovision Song Contest: condividiamo la passione di mettere in connessione persone e culture e non vediamo l'ora di decollare insieme, unendo la gioia della musica alla libertà del viaggio» ha aggiunto Martin Österdahl, executive supervisor di Eurovision.","post_title":"L'Eurovision Song Contest vola sulle ali di easyJet, partner ufficiale dell'evento","post_date":"2024-02-20T11:55:13+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708430113000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461919","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il gruppo Lufthansa investe sull’aeroporto di Ancona raddoppiando le frequenze giornaliere per Monaco di Baviera, a partire dal prossimo 31 marzo. Non solo, i collegamenti operati da Air Dolomiti saranno effettuati con aeromobili Embraer 195 da 122 posti (rispetto ai precedenti 90).\r\n\r\n«Grande soddisfazione per questa decisione del gruppo Lufthansa che non solo raddoppia le frequenze e aumenta l’offerta posti, ma introdurrà il night stop dell’aereo su Ancona - ha sottolineato Alexander D’Orsogna, amministratore delegato di Ancona International Airport -. La portata di questa novità è immensa in quanto ciò permetterà all’utenza dell’aeroporto di raggiungere qualsiasi destinazione al mondo grazie alle prosecuzioni da Monaco. A titolo esemplificativo si può partire da Ancona alle 06:05 ed essere a New York alle 12:45».","post_title":"Air Dolomiti raddoppia i voli sulla Ancona-Monaco di Baviera, dal 31 marzo","post_date":"2024-02-20T11:42:42+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708429362000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461903","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Enac ha rilasciato il primo certificato Uas leggero (Light Uas Operator Certificate - Luc) a un operatore italiano, la società FlyingBasket Srl, start-up che è anche il primo operatore Uas nazionale ad aver svolto operazioni cross-border in Europa.\r\n\r\n“L’emissione di questo primo certificato Luc a un operatore nazionale - ha dichiarato il direttore generale Enac Alessio Quaranta (nella foto) - conferma l’importanza dei servizi introdotti dalla mobilità aerea innovativa. L’Enac ha sempre riservato un’attenzione particolare ai velivoli senza equipaggio a bordo, cooperando con l’Icao e con l’Easa per lo sviluppo del framework di regolazione per gli Uas, al fine di favorire la crescita del settore e la loro integrazione sicura nello spazio aereo».\r\n\r\nLe operazioni effettuate con aeromobili “Unmanned Aircraft Systems” Uas, costituiscono un settore in costante espansione, con un continuo aumento delle possibili applicazioni anche grazie al supporto delle nuove tecnologie oggi a disposizione.\r\n\r\n \r\n\r\nL’Enac ha seguito fin da subito l’evoluzione delle attività svolte con Uas, tramite l’emissione di uno fra i primi regolamenti in Europa per gli aeromobili a pilotaggio remoto, seguito da un forte impegno di diffusione delle pratiche e delle competenze nazionali nei contesti internazionali e dalla pubblicazione del Piano Strategico Nazionale sulla Mobilità Aerea Avanzata finalizzato a mettere in atto una strategia aperta all’innovazione tecnologica volta a creare un ecosistema in grado di integrare nuove tipologie di servizi per i territori e per i cittadini. ","post_title":"Droni: l'Enac ha certificato il primo operatore italiano, la FlyingBasket Srl","post_date":"2024-02-20T11:10:02+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708427402000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti