15 June 2024

FVG: la stagione invernale inizia con una grande affluenza

[ 0 ]

Neve, sci, festivitàFVG. La stagione invernale del Friuli Venezia Giulia è entrata a regime: ieri, come riportato dall’Ansa, nei sei poli regionali sono stati 4.300 i primi ingressi registrati e si sono contati 53mila passaggi, a cui si aggiungono gli 8.300 primi ingressi di oggi, che ha chiuso attorno a 85-87mila passaggi.

Nel primo weekend di apertura dei comprensori sciistici regionali FVG – dove la stagione è partita l’8 dicembre con l’apertura agli sciatori del solo polo di Sella Nevea – sono stati dunque oltre 12.500 i primi ingressi contati da PromoTurismoFVG, che per queste prime giornate nei poli di Forni di Sopra/ Sauris, Sappada, Tarvisio e Ravascletto/ Zoncolan ha applicato uno sconto del 30% sul prezzo di bassa stagione, mentre a Sella Nevea e Piancavallo nel weekend sono entrate in vigore le tariffe ordinarie.

Da domani prenderà il via il periodo di alta stagione con il cambio delle tariffe che vede lo skipass giornaliero a 39,50 euro valido in tutti i comprensori e per i prossimi giorni le aperture degli impianti rimarranno tendenzialmente invariate.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468162 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Miti da sfatare: alle porte della stagione estiva, Tahiti Tourisme Italia mette in luce plus e potenzialità della destinazione che - ancora oggi - non sono così scontati nell'immaginario comune. “Tutti gli hotel e i resort sono già pieni per l’estate” Diverse strutture ricettive locali registrano, al contrario, ancora una buona disponibilità per l’estate 2024, soprattutto per quanto riguarda le strutture 5 stelle. Non è dunque troppo tardi per chi non avesse ancora prenotato le vacanze estive e volesse regalarsi un viaggio ne Le Isole di Tahiti, magari avendo sempre rinunciato in precedenza perché non ha potuto organizzarsi con anticipo. “Non ci sono sistemazioni disponibili durante l’alta stagione” Le Isole di Tahiti offrono un’ampia gamma di soluzioni per un soggiorno, dai resort con le proposte in beach bungalow e overwater, a seconda delle preferenze, alle strutture locali più intime e contenute delle guesthouse, e ancora fino ai soggiorni itineranti in barca a vela o a bordo di imbarcazioni di diverso tipo, in cui godere delle isole dal migliore punto di vista: direttamente dall’acqua. Da ultimo, una soluzione tanto comune per le vacanze estive quanto poco associata alla Polinesia Francese: un soggiorno presso una casa vacanza, per godere della flessibilità e praticità di affittare un appartamento e vivere la vacanza in piena autonomia. Le opzioni sono numerose, consentendo di variare la tipologia di soggiorno e di avere maggiori possibilità di trovare disponibilità anche durante l’alta stagione. “Non ci sono collegamenti comodi” Viaggiare verso Le Isole di Tahiti implica senza dubbio coprire una grande distanza dall’Italia, ma i collegamenti a disposizione non mancano e, anzi, propongono ottime frequenze. La compagnia aerea di bandiera Air Tahiti Nui durante la stagione estiva, che copre fino a ottobre, mette a disposizione da Parigi Cdg sette frequenze settimanali (due via Seattle, cinque via Los Angeles) dando anche l’opportunità di fare gratuitamente stop over nelle città di scalo, soluzione ideale per visitare una destinazione aggiuntiva durante il viaggio e per spezzare le ore di volo. [post_title] => Le Isole di Tahiti: plus e opportunità da cogliere anche nei mesi estivi [post_date] => 2024-05-27T12:02:40+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716811360000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467955 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Torino Airport archivia definitivamente il 2023 con l'approvazione del bilancio che evidenza il trend di crescita in atto: il valore della produzione si attesta a 86 milioni di euro e i ricavi aviation segnano un +7,5% sul 2022; il risultato netto è positivo per 7,6 milioni di euro e la posizione finanziaria netta arriva a -7,6 milioni di euro, in miglioramento di 10 milioni di euro sul 2022. In parallelo viene presentato anche il bilancio di sostenibilità 2023 del Gruppo Sagat che, a dieci anni dalla stesura del suo primo bilancio sociale, decide di rendicontare con ancora maggiore trasparenza il proprio contributo al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità in accordo con gli impegni assunti all’interno di una visione strategica di lungo periodo. Il rapporto mette in luce in particolare i risultati conseguiti in termini di impegno per la comunità, sostenibilità ambientale e impatto economico, fra cui: il 2023 è stato un nuovo anno record per il traffico dell’aeroporto, che per la prima volta ha superato la soglia dei 4 milioni e mezzo di passeggeri (4.531.185), in aumento dell’8% rispetto al 2022 e in aumento del 14,6% rispetto al 2019 (ultimo anno pre-Covid). La ricaduta sul territorio di tale risultato è amplificata dal cambio del profilo del passeggero: attraverso l’utilizzo dei big data è stato infatti rilevato che, rispetto al pre-Covid, i turisti in arrivo dall’estero sono cresciuti del 72% e quelli nazionali del 15%, a fronte di passeggeri residenti nel bacino geografico dell’aeroporto pressoché stabili (+2%). È stato deciso di anticipare il raggiungimento dell’obiettivo NetZero 2050: con l’impegno di azzerare già nel 2040 le emissioni di carbonio sotto il nostro controllo. [post_title] => Torino Airport approva il bilancio 2023 con un risultato netto di 7,6 mln di euro [post_date] => 2024-05-24T09:00:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716541247000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467063 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467064" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Gianni Lettieri e Carlos Munoz[/caption] Volotea ha siglato un contratto con Atitech per i servizi di manutenzione della flotta: una partnership della durata di 5 anni che riguarda la flotta di Airbus A320 del vettore. Per l’attività di manutenzione, che verrà effettuata in modalità “nose-to-tail” - a catena continua - verranno dedicate minimo due baie degli hangar Atitech di Napoli Capodichino durante la winter season (dal 29 ottobre al 26 marzo). In base ai termini dell'accordo, Atitech fornirà a Volotea, su base non esclusiva, servizi di manutenzione di base (Check C, 6Ye 12Y, modifiche, riparazioni strutturali, interventi in AOG “Aircraft On Ground”), garantendo i più alti standard di sicurezza, efficienza e affidabilità.  “La solida partnership con aziende come Airbus, GE e adesso Atitech è uno degli elementi vincenti della nostra continua e solida crescita – afferma Carlos Muñoz, fondatore e ceo della compagnia aerea spagnola –. Abbiamo obiettivi ambiziosi e puntiamo a consolidare, volo dopo volo, la nostra attività sul mercato italiano, che ha sempre avuto per Volotea un’importanza assolutamente strategica. Ma non solo: l’accordo che firmiamo oggi rappresenta un ulteriore tassello importante per la nostra presenza a Napoli, un territorio in cui continueremo a investire e che si conferma anche per questo 2024 un punto focale per il nostro business”. “Questo accordo consolida il legame di Volotea con la città di Napoli e con il nostro Paese, conferma la qualità del progetto industriale di Atitech e, infine, unisce due grandi tradizioni dell’aviazione civile europea” commenta il presidente e amministratore delegato di Atitech Gianni Lettieri. [post_title] => Volotea fa coppia con Atitech: intesa quinquennale per la manutenzione della flotta [post_date] => 2024-05-10T09:07:15+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715332035000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466586 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sebastian Ebel, amministratore delegato del più grande tour operator del mondo, Tui, afferma in una dichiarazione alla pubblicazione tedesca FVW che le proteste nelle Isole Canarie non sono contro il turismo ma piuttosto per la carenza di alloggi e la mancanza di regolamentazione delle piattaforme online come Airbnb. Ebel spiega che “le persone protestano a favore di un turismo socialmente responsabile e di successo economico per la popolazione locale”. Aggiunge che “la buona immagine del turismo non dovrebbe essere danneggiata dal tipo di eccessi che si stanno verificando. "Le Isole Canarie sono da anni una delle destinazioni preferite dei nostri clienti." Edilizia turistica Il manager spiega che l'edilizia turistica “non solo riduce l'offerta di alloggi ma aumenta anche i prezzi di quelli non destinati al turismo. Mentre un albergo deve avere un'autorizzazione, in pratica chiunque può accedere a queste piattaforme. Gli hotel forniscono lavoro e offrono opportunità alla gente del posto”. Le dichiarazioni di Ebel sono state riprese dai più importanti media turistici perché si tratta di una delle prime reazioni forti del più grande operatore europeo, con il quale le destinazioni turistiche, soprattutto quelle spagnole, hanno sempre avuto un rapporto stretto e pacifico. Ebel rivela che sta negoziando con il governo delle Isole Canarie per fornire alloggi a coloro che lavorano nel settore del turismo nell'arcipelago. E dice che qualcosa di simile sta accadendo in Grecia, dove anche lui è in trattativa. “Offriamo posti di lavoro reali e investimenti reali nella destinazione. E oltre a ciò, siamo quelli che hanno il maggior numero di regolamenti”, una questione che lo preoccupa. [post_title] => Tui: overtourism? La responsabilità è tutta degli affitti turistici [post_date] => 2024-05-02T11:08:33+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714648113000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465897 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il procedimento cautelare chiesto dal turismo organizzato potrebbe avere effetti dirompenti su scala internazionale per il futuro del vettore. Si è svolta oggi nella sede dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato l’audizione del procedimento cautelare contro Ryanair, aperto nell’ambito dell’istruttoria avviata nel 2023 sulla base delle segnalazioni di Aiav, seguita da Fiavet – Confcommercio e da altre Associazioni di categoria, per inibire le condotte vessatorie messe in atto dal vettore nei confronti delle agenzie di viaggio e degli altri player del mercato. Procedure che Aaiv aveva evidenziato a maggio dello scorso anno in un corposo dossier, condiviso da Fiavet Confcommercio e da altre Associazioni di categoria, dimostrando l’adozione di sofisticati meccanismi tecnici da parte del vettore per disincentivare la vendita dei propri voli da parte delle agenzie di viaggio: visualizzazione selettiva delle tariffe senza accesso alle più convenienti, prezzi maggiorati per gli extra (come il trasporto del bagaglio o la scelta del posto a sedere) e complesse procedure di riconoscimento facciale per i passeggeri. Anche le ota Oltre alle agenzie tradizionali, all’audizione sono intervenute le ota, portali di prenotazione di servizi turistici online, e i rappresentanti dei principali sistemi di distribuzione dei servizi turistici, che hanno evidenziato i ripetuti tentativi messi in atto dalla compagnia per inibire l’accesso alla propria offerta, salvo la definizione di specifici accordi commerciali. Accordi che, come hanno denunciato i rappresentanti degli operatori che li hanno stipulati, si sono rivelati poco trasparenti e sempre basati sull’accesso selettivo alle tariffe, non comprensivo delle più convenienti.   Fulvio Avataneo, presidente Aiav, ha dichiarato: “Ringrazio il contributo fondamentale degli Avv. Veronica Scaletta per conto di Aiav e Federico Lucarelli, per conto di Fiavet: l’adozione del provvedimento cautelare contro Ryanair rappresenterebbe un enorme passo avanti per le agenzie, che potrebbero così avere la libertà di prenotare i voli sul sito di Ryanair direttamente per conto dei propri clienti, evitando tutti gli ostacoli che la compagnia ha posto sino ad oggi al loro lavoro. E sarebbe anche un monito contro le ripetute dichiarazioni scorrette nei confronti della nostra categoria, lesive della dignità professionale e umana dei lavoratori che ne fanno parte”. Cessare i comportanti Nel corso dell'audizione, Aiav, tramite il proprio legale Veronica Scaletta, ha sostenuto la richiesta delle ota e ha ribadito la propria richiesta di far cessare questi comportamenti, anche nei confronti delle agenzie di viaggio tradizionali, chiedendo in particolare l'apertura di codici di accesso riservati alle agenzie tradizionali, la cessazione delle procedure di riconoscimento facciale per i clienti e dell'invio di comunicazioni denigratorie ai danni delle agenzie. Fiavet-Confcommercio, promotrice della parallela causa per concorrenza sleale contro Ryanair presso il Tribunale di Milano ed intervenuta nel procedimento Antitrust già ad ottobre scorso, tramite il proprio legale avv. Federico Lucarelli ha sottolineato il perdurare dei comportamenti di Ryanair in danno delle agenzie di viaggi. Entrambe le Associazioni, Fiavet ed Aiav, hanno evidenziato la necessità e l’urgenza della adozione da parte dell’Autorità di un provvedimento cautelare per far cessare immediatamente il blocco effettuato dal vettore delle prenotazioni intermediate dagli agenti di viaggio.   Pronunzia A breve l'Autorità garante si dovrà pronunciare sull'adozione o meno di un provvedimento cautelare urgente. La forte opposizione di Ryanair, legale e mediatica, dimostra una grande preoccupazione. Il provvedimento potrebbe avere un effetto dirompente sul modello di business e sul futuro del vettore, mettendo in discussione per la prima volta, su scala internazionale, la scelta unilaterale di utilizzare sofisticate procedure tecniche che, in modo subdolo e opaco, disincentivano l’accesso, la distribuzione e la vendita dei propri servizi a soggetti titolati per legge a farlo. “Abbiamo partecipato all’udienza odierna perché volevamo rimarcare all’Autorità la necessità indifferibile di un provvedimento cautelare per garantire da subito il ripristino del diritto delle agenzie di viaggio a intermediare la vendita della biglietteria di Ryanair, essendo le agenzie di viaggi impossibilitate ad acquistare biglietteria della compagnia per i propri clienti, con conseguenze gravi sull’andamento della prossima stagione turistica estiva. Era una presenza necessaria e doverosa. Confidiamo che l’Autorità possa decidere adottando gli opportuni provvedimenti del tutto fondati” dichiara il presidente di Fiavet-Confcommercio Giuseppe Ciminnisi.   [post_title] => Autorità della Concorrenza: oggi l'audizione contro le condotte di Ryanair [post_date] => 2024-04-19T10:14:57+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713521697000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464742 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Taglio del nastro ieri a Verona per il collegamento Air France diretto a Parigi Charles De Gaulle, rotta che segna il ritorno della compagnia di bandiera francese al Catullo, dopo una pausa di nove anni.  La tratta, servita da un Embraer E190, viene operata tre volte a settimana (martedì, giovedì e sabato), che diventeranno due (martedì e sabato) durante i mesi di luglio ed agosto. La partenza da Parigi è prevista alle 12:35 con arrivo alle 14:05. Il rientro da Verona sarà, invece, alle 14:50 con arrivo nella Ville Lumière alle 16:35. «Celebrare il ritorno di Air France a Verona è un momento di grande orgoglio - dichiara  Eléonore Tramus, general manager East Mediterranean Air France-Klm -: dimostriamo infatti l’importanza fondamentale che ha per noi il mercato italiano, mentre rafforziamo la nostra presenza nel Nord-est. Grazie al nostro hub di Parigi Cdg, possiamo essere vicini alle esigenze dei clienti offrendo accesso ad un ampio network di destinazioni internazionali. Il tutto, con lo stile distintivo per cui la compagnia è famosa in tutto il mondo». Alessandra Bonetti, ad del Catullo, aggiunge: «Questo ritorno è il risultato di un intenso lavoro portato avanti da Gruppo Save e Catullo con la compagnia aerea. Si tratta di un collegamento strategico per l’ampio bacino d’utenza dello scalo, che risponde alle esigenze di viaggi per affari e per turismo, sia incoming che outgoing, garantendo la connettività su prosecuzioni internazionali e intercontinentali attraverso uno dei primari hub europei». Da Parigi i passeggeri italiani avranno accesso ad importanti destinazioni chiave per Air France come Boston, New York, Los Angeles, Abu Dhabi, Johannesburg, Mauritius, Tokyo Haneda, Singapore, Pechino e molte altre.     [post_title] => Air France è tornata nei cieli di Verona con il volo per Parigi Charles De Gaulle [post_date] => 2024-04-03T09:15:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712135741000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462451 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una full immersion di cinque giorni nelle tradizioni artigianali di tutti i continenti attraverso una mostra di cimeli e curiosità tipiche. L’agenzia milanese 5 Giornate, specializzata in viaggi all’estero su misura, con sede nell’antico dazio di porta Vittoria, offre un’esperienza “per sognare insieme il viaggio per eccellenza – spiega il direttore generale, Andrea Barbieri-: Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne. Insieme con Elisabetta Invernici e Alberto Oliva, ci siamo ispirati a questa celeberrima opera dello scrittore francese proprio per restituire al pubblico l’immaginario e la fascinazione di una storia che dal 1872 conquista bambini e adulti, mille volte ripresa al cinema, in teatro e in tv”. L’iniziativa dal titolo il Giro del mondo in 5 giornate si svolge in occasione di Museo City 2024, da venerdì 1 a martedì 5 marzo 2024 e l’ingresso è libero. L'inaugurazione è per domani dalle ore 18.30: le avventure di Mister Fog e dei suoi compagni di viaggio protagonisti del romanzo ispireranno una performance teatrale, interpretata dall’attore Gianfilippo Maria Falsina con la sua compagnia, nei costumi d’epoca: gli artisti accompagneranno il pubblico alla scoperta dei cimeli esposti, ciascuno portatore di saperi e tradizioni peculiari. Si tratta di pezzi unici di arte e artigianato di preziosa fattura, raccolti nei più nascosti angoli del mondo, testimonianze etnografiche di valore, custoditi dalle Antiche Botteghe del network milanese Galleria&Friends. A seguire, l’esposizione sarà visitabile nei seguenti orari: sabato 2 e domenica 3 dalle 15 alle 18; lunedì 4 e martedì 5 dalle 9,30 alle 13 e dalle 13,30 alle 18. Ingresso libero. L'agenzia 5 Giornate fa parte del network l'Astrolabio della famiglia Aronson , nome che a sua volta ha fatto la storia dei servizi per il turismo: fu infatti proprietaria della Chiariva (1931), prima agenzia viaggi italiana e terza al mondo nel 1878. Oltre alla 5 Giornate, la rete include, sempre a Milano, anche l’Astrolabio e la Superviaggi, mentre a Bergamo è attiva la Ascot Viaggi. Tutte le attività in capo alla gamiglia Aronson nel 2023 hanno dichiarato un fatturato di oltre 20 milioni di euro.   [post_title] => A Milano l'agenzia 5 Giornate invita a fare il giro del mondo delle tradizioni artigianali [post_date] => 2024-02-29T09:58:21+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709200701000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461988 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_382236" align="alignleft" width="300"] Un villaggio Club del Sole[/caption] Nuove figure per i reparti di ricevimento, sala, bar, cucina, direzione/amministrazione, market e manutenzione delle aree green, per un totale di 700 posizioni aperte. E' partita la campagna di selezione per la stagione 2024 di Club del Sole. La ricerca  è rivolta a tutti i professionisti già affermati nel settore turistico-alberghiero, ma anche ai profili giovani che si stanno approcciando al mondo del lavoro; la compagnia si propone, infatti, come azienda post-diploma per gli allievi delle scuole alberghiere di tutta Italia. Il gruppo offre da tre a sette mesi di contratto stagionale in base ai ruoli e alle mansioni, con opportunità di formazione, crescita professionale e stabilizzazione, oltre a formule di contratto con alloggio per la stagione. Primo importante appuntamento da segnare in agenda, il recruiting day di martedì 12 marzo 2024, organizzato da Club del Sole in collaborazione con la regione Friuli-Venezia Giulia, che si terrà in uno dei villaggi del gruppo, il Marina Julia Family Camping Village di Monfalcone. Nello specifico, nelle strutture del gruppo ubicate sul territorio della regione sono 80 le posizioni aperte. Per iscriversi occorre effettuare la registrazione e caricare il proprio curriculum entro domenica 3 marzo, collegandosi al sito della regione Friuli-Venezia Giulia, sezione Giovani Fvg. Qualche giorno prima, il 29 febbraio 2024, Club del Sole sarà anche a Napoli in occasione della job fair Tfp Summit, che si terrà presso l’hotel Ramada. Anche in questo caso l’iscrizione verrà effettuata esclusivamente online. Grande attenzione è destinata pure alla formazione del personale. Una volontà che si manifesta attraverso la promozione di attività di internal branding, l'istituzione della Club del Sole Academy come ente formativo interno e il continuo potenziamento dei modelli organizzativi e dei sistemi di performance e comunicazione interna. Nel 2023, il gruppo ha erogato oltre 8 mila ore di formazione attraverso lo stesso ente formativo interno, assunto più di 1.200 persone e firmato 172 contratti a tempo indeterminato. [post_title] => Al via la campagna di recruiting Club del Sole: 700 le posizioni aperte [post_date] => 2024-02-21T11:29:34+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708514974000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460141 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un nuovo Boeing 737 8-200 posizionato da aprile, un network di 16 rotte tra cui 5 nuove per Berlino, Brindisi, Cracovia, Parigi e Siviglia e una crescita del traffico del 50%, fino a circa 750.000 passeggeri. Il tutto per un investimento da 100 milioni di euro. Questi i contorni della nuova stagione di Ryanair a Trieste, che - come anticipato ormai da qualche tempo - diventa nuova base della low cost irlandese. «Oggi (ieri per chi legge, ndr) diciamo addio per la prima volta in Italia all'addizionale municipale: il Friuli Venezia Giulia è la prima Regione a farlo e ci consente di aprire a Trieste una nuova base "Gamechanger" a partire da aprile. Così Trieste diventa uno degli aeroporti più strategici per Ryanair e sarà uno dei più competitivi in Italia e in Europa - ha dichiarato il ceo Eddie Wilson -. Aumenteranno voli, investimenti e ciò creerà fino a 600 nuovi posti di lavoro e avremo un nuovo aereo posizionato. Potremo fare politiche dei prezzi più competitive perché saremo più flessibili. La scelta innovativa della Regione Friuli Venezia Giulia e del presidente Fedriga di togliere la tassa è vincente: favorirà sia il Fvg e i suoi cittadini che Ryanair. Speriamo apra una strada che anche altre Regioni seguiranno».       [post_title] => E' ufficiale: Trieste nuova base Ryanair. Un aereo posizionato, 16 rotte di cui 5 nuove [post_date] => 2024-01-26T08:30:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706257827000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "fvg" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":65,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468162","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Miti da sfatare: alle porte della stagione estiva, Tahiti Tourisme Italia mette in luce plus e potenzialità della destinazione che - ancora oggi - non sono così scontati nell'immaginario comune.\r\n\r\n“Tutti gli hotel e i resort sono già pieni per l’estate”\r\n\r\nDiverse strutture ricettive locali registrano, al contrario, ancora una buona disponibilità per l’estate 2024, soprattutto per quanto riguarda le strutture 5 stelle. Non è dunque troppo tardi per chi non avesse ancora prenotato le vacanze estive e volesse regalarsi un viaggio ne Le Isole di Tahiti, magari avendo sempre rinunciato in precedenza perché non ha potuto organizzarsi con anticipo.\r\n\r\n“Non ci sono sistemazioni disponibili durante l’alta stagione”\r\n\r\nLe Isole di Tahiti offrono un’ampia gamma di soluzioni per un soggiorno, dai resort con le proposte in beach bungalow e overwater, a seconda delle preferenze, alle strutture locali più intime e contenute delle guesthouse, e ancora fino ai soggiorni itineranti in barca a vela o a bordo di imbarcazioni di diverso tipo, in cui godere delle isole dal migliore punto di vista: direttamente dall’acqua. Da ultimo, una soluzione tanto comune per le vacanze estive quanto poco associata alla Polinesia Francese: un soggiorno presso una casa vacanza, per godere della flessibilità e praticità di affittare un appartamento e vivere la vacanza in piena autonomia. Le opzioni sono numerose, consentendo di variare la tipologia di soggiorno e di avere maggiori possibilità di trovare disponibilità anche durante l’alta stagione.\r\n\r\n“Non ci sono collegamenti comodi”\r\n\r\nViaggiare verso Le Isole di Tahiti implica senza dubbio coprire una grande distanza dall’Italia, ma i collegamenti a disposizione non mancano e, anzi, propongono ottime frequenze. La compagnia aerea di bandiera Air Tahiti Nui durante la stagione estiva, che copre fino a ottobre, mette a disposizione da Parigi Cdg sette frequenze settimanali (due via Seattle, cinque via Los Angeles) dando anche l’opportunità di fare gratuitamente stop over nelle città di scalo, soluzione ideale per visitare una destinazione aggiuntiva durante il viaggio e per spezzare le ore di volo.","post_title":"Le Isole di Tahiti: plus e opportunità da cogliere anche nei mesi estivi","post_date":"2024-05-27T12:02:40+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716811360000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467955","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Torino Airport archivia definitivamente il 2023 con l'approvazione del bilancio che evidenza il trend di crescita in atto: il valore della produzione si attesta a 86 milioni di euro e i ricavi aviation segnano un +7,5% sul 2022; il risultato netto è positivo per 7,6 milioni di euro e la posizione finanziaria netta arriva a -7,6 milioni di euro, in miglioramento di 10 milioni di euro sul 2022.\r\nIn parallelo viene presentato anche il bilancio di sostenibilità 2023 del Gruppo Sagat che, a dieci anni dalla stesura del suo primo bilancio sociale, decide di rendicontare con ancora maggiore trasparenza il proprio contributo al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità in accordo con gli impegni assunti all’interno di una visione strategica di lungo periodo.\r\nIl rapporto mette in luce in particolare i risultati conseguiti in termini di impegno per la comunità, sostenibilità ambientale e impatto economico, fra cui: il 2023 è stato un nuovo anno record per il traffico dell’aeroporto, che per la prima volta ha superato la soglia dei 4 milioni e mezzo di passeggeri (4.531.185), in aumento dell’8% rispetto al 2022 e in aumento del 14,6% rispetto al 2019 (ultimo anno pre-Covid).\r\nLa ricaduta sul territorio di tale risultato è amplificata dal cambio del profilo del passeggero: attraverso l’utilizzo dei big data è stato infatti rilevato che, rispetto al pre-Covid, i turisti in arrivo dall’estero sono cresciuti del 72% e quelli nazionali del 15%, a fronte di passeggeri residenti nel bacino geografico dell’aeroporto pressoché stabili (+2%).\r\nÈ stato deciso di anticipare il raggiungimento dell’obiettivo NetZero 2050: con l’impegno di azzerare già nel 2040 le emissioni di carbonio sotto il nostro controllo.","post_title":"Torino Airport approva il bilancio 2023 con un risultato netto di 7,6 mln di euro","post_date":"2024-05-24T09:00:47+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716541247000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467063","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467064\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Gianni Lettieri e Carlos Munoz[/caption]\r\nVolotea ha siglato un contratto con Atitech per i servizi di manutenzione della flotta: una partnership della durata di 5 anni che riguarda la flotta di Airbus A320 del vettore. Per l’attività di manutenzione, che verrà effettuata in modalità “nose-to-tail” - a catena continua - verranno dedicate minimo due baie degli hangar Atitech di Napoli Capodichino durante la winter season (dal 29 ottobre al 26 marzo).\r\nIn base ai termini dell'accordo, Atitech fornirà a Volotea, su base non esclusiva, servizi di manutenzione di base (Check C, 6Ye 12Y, modifiche, riparazioni strutturali, interventi in AOG “Aircraft On Ground”), garantendo i più alti standard di sicurezza, efficienza e affidabilità. \r\n“La solida partnership con aziende come Airbus, GE e adesso Atitech è uno degli elementi vincenti della nostra continua e solida crescita – afferma Carlos Muñoz, fondatore e ceo della compagnia aerea spagnola –. Abbiamo obiettivi ambiziosi e puntiamo a consolidare, volo dopo volo, la nostra attività sul mercato italiano, che ha sempre avuto per Volotea un’importanza assolutamente strategica. Ma non solo: l’accordo che firmiamo oggi rappresenta un ulteriore tassello importante per la nostra presenza a Napoli, un territorio in cui continueremo a investire e che si conferma anche per questo 2024 un punto focale per il nostro business”.\r\n“Questo accordo consolida il legame di Volotea con la città di Napoli e con il nostro Paese, conferma la qualità del progetto industriale di Atitech e, infine, unisce due grandi tradizioni dell’aviazione civile europea” commenta il presidente e amministratore delegato di Atitech Gianni Lettieri.","post_title":"Volotea fa coppia con Atitech: intesa quinquennale per la manutenzione della flotta","post_date":"2024-05-10T09:07:15+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715332035000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466586","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sebastian Ebel, amministratore delegato del più grande tour operator del mondo, Tui, afferma in una dichiarazione alla pubblicazione tedesca FVW che le proteste nelle Isole Canarie non sono contro il turismo ma piuttosto per la carenza di alloggi e la mancanza di regolamentazione delle piattaforme online come Airbnb.\r\n\r\nEbel spiega che “le persone protestano a favore di un turismo socialmente responsabile e di successo economico per la popolazione locale”. Aggiunge che “la buona immagine del turismo non dovrebbe essere danneggiata dal tipo di eccessi che si stanno verificando. \"Le Isole Canarie sono da anni una delle destinazioni preferite dei nostri clienti.\"\r\nEdilizia turistica\r\nIl manager spiega che l'edilizia turistica “non solo riduce l'offerta di alloggi ma aumenta anche i prezzi di quelli non destinati al turismo. Mentre un albergo deve avere un'autorizzazione, in pratica chiunque può accedere a queste piattaforme. Gli hotel forniscono lavoro e offrono opportunità alla gente del posto”.\r\n\r\nLe dichiarazioni di Ebel sono state riprese dai più importanti media turistici perché si tratta di una delle prime reazioni forti del più grande operatore europeo, con il quale le destinazioni turistiche, soprattutto quelle spagnole, hanno sempre avuto un rapporto stretto e pacifico.\r\n\r\nEbel rivela che sta negoziando con il governo delle Isole Canarie per fornire alloggi a coloro che lavorano nel settore del turismo nell'arcipelago. E dice che qualcosa di simile sta accadendo in Grecia, dove anche lui è in trattativa. “Offriamo posti di lavoro reali e investimenti reali nella destinazione. E oltre a ciò, siamo quelli che hanno il maggior numero di regolamenti”, una questione che lo preoccupa.","post_title":"Tui: overtourism? La responsabilità è tutta degli affitti turistici","post_date":"2024-05-02T11:08:33+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1714648113000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465897","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il procedimento cautelare chiesto dal turismo organizzato potrebbe avere effetti dirompenti su scala internazionale per il futuro del vettore.\r\nSi è svolta oggi nella sede dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato l’audizione del procedimento cautelare contro Ryanair, aperto nell’ambito dell’istruttoria avviata nel 2023 sulla base delle segnalazioni di Aiav, seguita da Fiavet – Confcommercio e da altre Associazioni di categoria, per inibire le condotte vessatorie messe in atto dal vettore nei confronti delle agenzie di viaggio e degli altri player del mercato.\r\nProcedure che Aaiv aveva evidenziato a maggio dello scorso anno in un corposo dossier, condiviso da Fiavet Confcommercio e da altre Associazioni di categoria, dimostrando l’adozione di sofisticati meccanismi tecnici da parte del vettore per disincentivare la vendita dei propri voli da parte delle agenzie di viaggio: visualizzazione selettiva delle tariffe senza accesso alle più convenienti, prezzi maggiorati per gli extra (come il trasporto del bagaglio o la scelta del posto a sedere) e complesse procedure di riconoscimento facciale per i passeggeri.\r\nAnche le ota\r\nOltre alle agenzie tradizionali, all’audizione sono intervenute le ota, portali di prenotazione di servizi turistici online, e i rappresentanti dei principali sistemi di distribuzione dei servizi turistici, che hanno evidenziato i ripetuti tentativi messi in atto dalla compagnia per inibire l’accesso alla propria offerta, salvo la definizione di specifici accordi commerciali. Accordi che, come hanno denunciato i rappresentanti degli operatori che li hanno stipulati, si sono rivelati poco trasparenti e sempre basati sull’accesso selettivo alle tariffe, non comprensivo delle più convenienti.  \r\nFulvio Avataneo, presidente Aiav, ha dichiarato: “Ringrazio il contributo fondamentale degli Avv. Veronica Scaletta per conto di Aiav e Federico Lucarelli, per conto di Fiavet: l’adozione del provvedimento cautelare contro Ryanair rappresenterebbe un enorme passo avanti per le agenzie, che potrebbero così avere la libertà di prenotare i voli sul sito di Ryanair direttamente per conto dei propri clienti, evitando tutti gli ostacoli che la compagnia ha posto sino ad oggi al loro lavoro. E sarebbe anche un monito contro le ripetute dichiarazioni scorrette nei confronti della nostra categoria, lesive della dignità professionale e umana dei lavoratori che ne fanno parte”.\r\nCessare i comportanti\r\nNel corso dell'audizione, Aiav, tramite il proprio legale Veronica Scaletta, ha sostenuto la richiesta delle ota e ha ribadito la propria richiesta di far cessare questi comportamenti, anche nei confronti delle agenzie di viaggio tradizionali, chiedendo in particolare l'apertura di codici di accesso riservati alle agenzie tradizionali, la cessazione delle procedure di riconoscimento facciale per i clienti e dell'invio di comunicazioni denigratorie ai danni delle agenzie.\r\nFiavet-Confcommercio, promotrice della parallela causa per concorrenza sleale contro Ryanair presso il Tribunale di Milano ed intervenuta nel procedimento Antitrust già ad ottobre scorso, tramite il proprio legale avv. Federico Lucarelli ha sottolineato il perdurare dei comportamenti di Ryanair in danno delle agenzie di viaggi.\r\nEntrambe le Associazioni, Fiavet ed Aiav, hanno evidenziato la necessità e l’urgenza della adozione da parte dell’Autorità di un provvedimento cautelare per far cessare immediatamente il blocco effettuato dal vettore delle prenotazioni intermediate dagli agenti di viaggio.  \r\n\r\nPronunzia\r\nA breve l'Autorità garante si dovrà pronunciare sull'adozione o meno di un provvedimento cautelare urgente. La forte opposizione di Ryanair, legale e mediatica, dimostra una grande preoccupazione. Il provvedimento potrebbe avere un effetto dirompente sul modello di business e sul futuro del vettore, mettendo in discussione per la prima volta, su scala internazionale, la scelta unilaterale di utilizzare sofisticate procedure tecniche che, in modo subdolo e opaco, disincentivano l’accesso, la distribuzione e la vendita dei propri servizi a soggetti titolati per legge a farlo.\r\n“Abbiamo partecipato all’udienza odierna perché volevamo rimarcare all’Autorità la necessità indifferibile di un provvedimento cautelare per garantire da subito il ripristino del diritto delle agenzie di viaggio a intermediare la vendita della biglietteria di Ryanair, essendo le agenzie di viaggi impossibilitate ad acquistare biglietteria della compagnia per i propri clienti, con conseguenze gravi sull’andamento della prossima stagione turistica estiva. Era una presenza necessaria e doverosa. Confidiamo che l’Autorità possa decidere adottando gli opportuni provvedimenti del tutto fondati” dichiara il presidente di Fiavet-Confcommercio Giuseppe Ciminnisi.\r\n ","post_title":"Autorità della Concorrenza: oggi l'audizione contro le condotte di Ryanair","post_date":"2024-04-19T10:14:57+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1713521697000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464742","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Taglio del nastro ieri a Verona per il collegamento Air France diretto a Parigi Charles De Gaulle, rotta che segna il ritorno della compagnia di bandiera francese al Catullo, dopo una pausa di nove anni. \r\nLa tratta, servita da un Embraer E190, viene operata tre volte a settimana (martedì, giovedì e sabato), che diventeranno due (martedì e sabato) durante i mesi di luglio ed agosto. La partenza da Parigi è prevista alle 12:35 con arrivo alle 14:05. Il rientro da Verona sarà, invece, alle 14:50 con arrivo nella Ville Lumière alle 16:35.\r\n«Celebrare il ritorno di Air France a Verona è un momento di grande orgoglio - dichiara  Eléonore Tramus, general manager East Mediterranean Air France-Klm -: dimostriamo infatti l’importanza fondamentale che ha per noi il mercato italiano, mentre rafforziamo la nostra presenza nel Nord-est. Grazie al nostro hub di Parigi Cdg, possiamo essere vicini alle esigenze dei clienti offrendo accesso ad un ampio network di destinazioni internazionali. Il tutto, con lo stile distintivo per cui la compagnia è famosa in tutto il mondo».\r\nAlessandra Bonetti, ad del Catullo, aggiunge: «Questo ritorno è il risultato di un intenso lavoro portato avanti da Gruppo Save e Catullo con la compagnia aerea. Si tratta di un collegamento strategico per l’ampio bacino d’utenza dello scalo, che risponde alle esigenze di viaggi per affari e per turismo, sia incoming che outgoing, garantendo la connettività su prosecuzioni internazionali e intercontinentali attraverso uno dei primari hub europei».\r\nDa Parigi i passeggeri italiani avranno accesso ad importanti destinazioni chiave per Air France come Boston, New York, Los Angeles, Abu Dhabi, Johannesburg, Mauritius, Tokyo Haneda, Singapore, Pechino e molte altre.\r\n \r\n ","post_title":"Air France è tornata nei cieli di Verona con il volo per Parigi Charles De Gaulle","post_date":"2024-04-03T09:15:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712135741000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462451","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una full immersion di cinque giorni nelle tradizioni artigianali di tutti i continenti attraverso una mostra di cimeli e curiosità tipiche. L’agenzia milanese 5 Giornate, specializzata in viaggi all’estero su misura, con sede nell’antico dazio di porta Vittoria, offre un’esperienza “per sognare insieme il viaggio per eccellenza – spiega il direttore generale, Andrea Barbieri-: Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne. Insieme con Elisabetta Invernici e Alberto Oliva, ci siamo ispirati a questa celeberrima opera dello scrittore francese proprio per restituire al pubblico l’immaginario e la fascinazione di una storia che dal 1872 conquista bambini e adulti, mille volte ripresa al cinema, in teatro e in tv”.\r\n\r\nL’iniziativa dal titolo il Giro del mondo in 5 giornate si svolge in occasione di Museo City 2024, da venerdì 1 a martedì 5 marzo 2024 e l’ingresso è libero. L'inaugurazione è per domani dalle ore 18.30: le avventure di Mister Fog e dei suoi compagni di viaggio protagonisti del romanzo ispireranno una performance teatrale, interpretata dall’attore Gianfilippo Maria Falsina con la sua compagnia, nei costumi d’epoca: gli artisti accompagneranno il pubblico alla scoperta dei cimeli esposti, ciascuno portatore di saperi e tradizioni peculiari. Si tratta di pezzi unici di arte e artigianato di preziosa fattura, raccolti nei più nascosti angoli del mondo, testimonianze etnografiche di valore, custoditi dalle Antiche Botteghe del network milanese Galleria&Friends. A seguire, l’esposizione sarà visitabile nei seguenti orari: sabato 2 e domenica 3 dalle 15 alle 18; lunedì 4 e martedì 5 dalle 9,30 alle 13 e dalle 13,30 alle 18. Ingresso libero.\r\n\r\nL'agenzia 5 Giornate fa parte del network l'Astrolabio della famiglia Aronson , nome che a sua volta ha fatto la storia dei servizi per il turismo: fu infatti proprietaria della Chiariva (1931), prima agenzia viaggi italiana e terza al mondo nel 1878. Oltre alla 5 Giornate, la rete include, sempre a Milano, anche l’Astrolabio e la Superviaggi, mentre a Bergamo è attiva la Ascot Viaggi. Tutte le attività in capo alla gamiglia Aronson nel 2023 hanno dichiarato un fatturato di oltre 20 milioni di euro.  ","post_title":"A Milano l'agenzia 5 Giornate invita a fare il giro del mondo delle tradizioni artigianali","post_date":"2024-02-29T09:58:21+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1709200701000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461988","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_382236\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Un villaggio Club del Sole[/caption]\r\n\r\nNuove figure per i reparti di ricevimento, sala, bar, cucina, direzione/amministrazione, market e manutenzione delle aree green, per un totale di 700 posizioni aperte. E' partita la campagna di selezione per la stagione 2024 di Club del Sole. La ricerca  è rivolta a tutti i professionisti già affermati nel settore turistico-alberghiero, ma anche ai profili giovani che si stanno approcciando al mondo del lavoro; la compagnia si propone, infatti, come azienda post-diploma per gli allievi delle scuole alberghiere di tutta Italia. Il gruppo offre da tre a sette mesi di contratto stagionale in base ai ruoli e alle mansioni, con opportunità di formazione, crescita professionale e stabilizzazione, oltre a formule di contratto con alloggio per la stagione.\r\nPrimo importante appuntamento da segnare in agenda, il recruiting day di martedì 12 marzo 2024, organizzato da Club del Sole in collaborazione con la regione Friuli-Venezia Giulia, che si terrà in uno dei villaggi del gruppo, il Marina Julia Family Camping Village di Monfalcone. Nello specifico, nelle strutture del gruppo ubicate sul territorio della regione sono 80 le posizioni aperte. Per iscriversi occorre effettuare la registrazione e caricare il proprio curriculum entro domenica 3 marzo, collegandosi al sito della regione Friuli-Venezia Giulia, sezione Giovani Fvg. Qualche giorno prima, il 29 febbraio 2024, Club del Sole sarà anche a Napoli in occasione della job fair Tfp Summit, che si terrà presso l’hotel Ramada. Anche in questo caso l’iscrizione verrà effettuata esclusivamente online.\r\n\r\nGrande attenzione è destinata pure alla formazione del personale. Una volontà che si manifesta attraverso la promozione di attività di internal branding, l'istituzione della Club del Sole Academy come ente formativo interno e il continuo potenziamento dei modelli organizzativi e dei sistemi di performance e comunicazione interna. Nel 2023, il gruppo ha erogato oltre 8 mila ore di formazione attraverso lo stesso ente formativo interno, assunto più di 1.200 persone e firmato 172 contratti a tempo indeterminato.","post_title":"Al via la campagna di recruiting Club del Sole: 700 le posizioni aperte","post_date":"2024-02-21T11:29:34+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708514974000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460141","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un nuovo Boeing 737 8-200 posizionato da aprile, un network di 16 rotte tra cui 5 nuove per Berlino, Brindisi, Cracovia, Parigi e Siviglia e una crescita del traffico del 50%, fino a circa 750.000 passeggeri. Il tutto per un investimento da 100 milioni di euro. Questi i contorni della nuova stagione di Ryanair a Trieste, che - come anticipato ormai da qualche tempo - diventa nuova base della low cost irlandese.\r\n\r\n«Oggi (ieri per chi legge, ndr) diciamo addio per la prima volta in Italia all'addizionale municipale: il Friuli Venezia Giulia è la prima Regione a farlo e ci consente di aprire a Trieste una nuova base \"Gamechanger\" a partire da aprile. Così Trieste diventa uno degli aeroporti più strategici per Ryanair e sarà uno dei più competitivi in Italia e in Europa - ha dichiarato il ceo Eddie Wilson -. Aumenteranno voli, investimenti e ciò creerà fino a 600 nuovi posti di lavoro e avremo un nuovo aereo posizionato. Potremo fare politiche dei prezzi più competitive perché saremo più flessibili. La scelta innovativa della Regione Friuli Venezia Giulia e del presidente Fedriga di togliere la tassa è vincente: favorirà sia il Fvg e i suoi cittadini che Ryanair. Speriamo apra una strada che anche altre Regioni seguiranno».\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n ","post_title":"E' ufficiale: Trieste nuova base Ryanair. Un aereo posizionato, 16 rotte di cui 5 nuove","post_date":"2024-01-26T08:30:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706257827000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti