6 October 2022

Egypt Air tra i partner della missione Manfredo Camperio 2019 per celebrare i 150 anni del canale di Suez

[ 0 ]

L’Italia torna ad affacciarsi sul canale di Suez. A 150 anni dall’inaugurazione della più importante via di collegamento fra Mediterraneo e Oceano Indiano, la missione geografica Manfredo Camperio 2019 rilancia i rapporti fra il nostro Paese e l’Egitto. Grazie al progetto dell’associazione culturale Gaetano Osculati – che gode del patrocinio di regione Lombardia, della Camera del commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, così come dei comuni di Arcore e Villasanta, nonché della Società geografica italiana e dell’istituto di Cultura per l’Oriente e l’Occidente (Icoo) – una delegazione italiana ripercorrerà dal 9 novembre i passi dell’illustre geografo milanese, stabilitosi poi a vivere in Brianza.

Camperio fu testimone ufficiale della cerimonia di apertura del canale il 17 novembre 1869 e del primo tour egiziano che fece conoscere al mondo le opportunità, ma anche i rischi, della globalizzazione. Divenne figura di prim’ordine nell’Italia post-unitaria, contribuendo in prima persona allo sviluppo della sua politica commerciale ed estera. Lanciò inoltre “L’Esploratore”, primo giornale di viaggi e di geografia commerciale in Italia, fu socio consigliere della Società geografica italiana e fondò anche la Società d’esplorazione commerciale. Alberto Caspani (giornalista e responsabile missione), Tommaso Teruzzi (documentarista), Daniela Riva (assistente tecnico) e Giorgio Pontrelli (illustratore) sono i membri del team incaricato di percorrere l’intero istmo fra Europa e Asia e di produrne nuova documentazione, portando in dono una targa commemorativa al museo internazionale del canale di Suez, nei pressi di Ismailia.

La presentazione del memoriale è prevista per venerdì 8 novembre, all’interno del convegno Suez 150, organizzato a Roma da Polikòs Astéras (Accademia d’Egitto, via Omero 4, dalle ore 17.30). Decisivo fu il contributo del nostro Paese infatti alla grande opera marittima: il progetto venne elaborato dagli ingegneri Pietro Paleocapa e Luigi Negrelli, mentre i lavori di realizzazione si avvalsero del fondamentale contributo della manodopera italiana, proveniente da una delle comunità migranti più ampie di tutto il Mediterraneo e già da secoli in Egitto.

«Nell’ultimo rapporto annuale dell’Osservatorio italiano di economia marittima (Smr) – spiega Alberto Caspani – le principali autorità del settore riconoscono all’Egitto e a Suez una rinnovata centralità negli equilibri strategici mondiali, dovuta anche al posizionamento della Cina nel Mediterraneo e alle opportunità dischiuse dalla nuova Via della seta. Oggi il 10% circa dei traffici mercantili transita attraverso il canale, che nel 2018 ha segnato record storici sia in termini di passaggio navi (oltre 18 mila, +3,6%), sia di cargo trasportati (983,4 milioni di tonnellate, +8,2%). Col raddoppio del tracciato nel 2015, i rapporti Est-Ovest sono cresciuti del 37%, ponendoci di fronte a nuove sfide di sostenibilità ambientale e di mediazione culturale. Temi che Manfredo Camperio colse con grande intuito già 150 anni fa, evidenziando le responsabilità che due antichi popoli, come quello italiano ed egiziano, avrebbero avuto nell’orientare la globalizzazione».

A sostegno della missione Camperio sono scese in campo anche l’ambasciata d’Egitto in Italia e la compagnia di linea Egypt Air, con l’obiettivo di trasformare l’evento in un’occasione di scambi non solo culturali, ma anche commerciali e turistici, dando vita a una futura via Manfredo Camperio in collaborazione con l’associazione culturale “Gaetano Osculati” (lungo la tratta Cairo-Alessandria-Port Said-Ismailia-Suez). Per il sodalizio brianzolo, votato alla riscoperta della storia dell’esplorazione italiana, si tratta della terza missione ufficiale dopo quelle condotte in Borneo per celebrare il botanico Odoardo Beccari (2016) e, in Amazzonia, il naturalista Gaetano Osculati (2018).




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431775 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il prossimo 11 ottobre torna al Palacongressi di Rimini l'Hospitality Day, giunto ormai alla sua nona edizione. Fin dal suo primo appuntamento, l’idea-guida dell’evento romagnolo  è sempre stata quella di offrire a un pubblico di albergatori, titolari di strutture extra alberghiere, imprenditori, architetti e designer, ristoratori e operatori turistici, investitori e sviluppatori di nuovi progetti, contenuti di alto profilo qualitativo, interessanti novità e soluzioni concrete per il settore. Organizzata da Teamwork Hospitality, società di consulenza e formazione alberghiera con 20 anni di esperienza, questa giornata costituisce un evento unico, caratterizzato da momenti di formazione e aggiornamento, con un programma di oltre 150 seminari distribuiti in 15 sale del Palacongressi. Gli interventi sono tenuti da testimonial internazionali dell’hotellerie, da imprenditori e da persone con esperienze significative da raccontare. Ma l'Hospitality Day è anche l’occasione di incontrare aziende di servizi e prodotti per la condivisione di esperienze, per raccogliere idee, stimoli e nuove ispirazioni che possano contribuire a crescere e lavorare meglio. Oltre ai seminari nelle sale, saranno inoltre in funzione cinque arene tematiche dedicate ad altrettanti argomenti: ristorazione, housekeeping, design, risorse umane e benessere. Cinque aree in cui si susseguiranno interventi, talk, interviste e dibattiti e dove si confronteranno esperti, testimonial e consulenti. Tra i relatori che hanno già confermato la loro presenza all’edizione 2022, Larry Mogelonsky, managing partner di Hotel Mogel Consulting, Andrea Berton, chef e founder, ristorante Berton Milano, Michil Costa, oste, imprenditore, uomo di natura, hotel La Perla, Berghotel Ladinia e albergo Posta Marcucci, Marco Piva, architetto e chairman dello studio omonimo, Roberto Costa, ceo & founder, Rc Group (CasaCosta e Macellaio Rc), Ludovica Rocchi, brand director R Collection Hotels, Bruno Mastroianni, filosofo, social media manager, giornalista. Al termine della giornata riminese, saranno quindi assegnati gli Hospitality Social Awards 2022: i riconoscimenti che vanno a premiare le migliori attività di social media marketing nel turismo e nell'ospitalità, giunti quest’anno all'undicesima edizione. [post_title] => L'11 ottobre torna a Rimini l'Hospitality Day [post_date] => 2022-10-06T10:45:25+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665053125000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431752 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo. Fortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione. “Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia". Emozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.   [post_title] => Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax [post_date] => 2022-10-06T09:42:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665049328000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431642 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con i Gnv Awards 2022 la compagnia Grandi Navi Veloci celebra una stagione di successo: i volumi sono aumentati del 46%, rispetto al 2021 e del 35% rispetto al 2019, che è stato l'anno migliore della storia dell'operatore. Il gruppo ringrazia quindi il settore trade, che ha garantito una crescita delle prenotazioni del 37%. La cerimonia di premiazione delle adv italiane, europee e maghrebine che hanno meglio performato nell’ambito del programma Élite Partner si è svolta a Genova, a bordo della motonave Rhapsody. Il riconoscimento, andato agli agenti di Monte Reit Viaggi e Turismo di Sondrio e Global Voyages di Nizza, è stato l’occasione per riprendere la tradizione degli incontri con la rete distributiva. Matteo Catani, amministratore delegato della compagnia, consapevole che le agenzie sono “un canale di sviluppo e di vendita fondamentale”, ha ricordato che «in questi anni non abbiamo mai smesso di investire. Oggi operiamo con 25 navi e abbiamo in costruzione ulteriori quattro unità che entreranno in servizio a partire dal 2024. È un incremento di capacità importante in un momento difficile, perché appena nel 2019 contavamo su una flotta di 16 navi; possiamo dire che stiamo operando con una capacità del 50% in più rispetto al periodo pre-pandemico, con un rafforzamento dei segmenti business e passeggeri». Note positive sostenute con entusiasmo anche da Matteo Della Valle, passengers sales & marketing staff director del gruppo. Tante le novità all’avvicinarsi di una data importante: nel 2023 ricorreranno infatti i 30 anni di Gnv, i 15 anni del Marocco e i 20 della Tunisia. Ringraziando il trade, «vero protagonista dei Gnv Awards 2022, perché capace di captare la domanda primaria», Della Valle ha presentato la crescita dell'operatore sulle diverse destinazioni del Mediterraneo e le nuove strategie rivolte alle famiglie con bambini: «Abbiamo migliorato l’offerta e inserito proposte ad hoc in ogni punto di ristorazione. Abbiamo accresciuto il numero delle cabine per gli animali domestici in tutta la flotta, introdotto con grande successo il camping on board, che consente ai proprietari dei mezzi di trasporto di non allontanarsi da essi, e apportato diverse migliorie, coinvolgendo anche gli adolescenti, che saranno i viaggiatori di domani. Abbiamo anche creato delle strutture dedicate al trade che saranno il primo punto di riferimento per tutte le domande delle adv. Le Élite, che sono le nostre agenzie di viaggio più performanti, hanno ora un key account manager dedicato, disponibile 24/7, pronto a risolvere qualsiasi problematica. La sfida del 2023 sarà migliorare i numeri di quest’anno! Tra le novità in cantiere, possibili perché abbiamo alle spalle Msc, un'azienda veramente forte che crede in noi, il nuovo reservation system, che verrà rilasciato alla fine del primo semestre del 2023». [post_title] => Gnv celebra un anno di crescita con le adv. In arrivo 4 nuove navi [post_date] => 2022-10-05T10:29:36+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664965776000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431616 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431617" align="alignleft" width="300"] Elena Muntoni, brand manager di Delphina[/caption] Migliore gruppo alberghiero indipendente green d’ Europa, migliore gruppo alberghiero italiano, migliore green resort d’Europa e d'Italia al Resort Valle dell’Erica, migliore beach resort d'Italia al resort & spa Le Dune di Badesi: Delphina Hotels & Resorts vince cinque riconoscimenti ai World Travel Awards 2022, gli "Oscar del turismo mondiale". L'organizzazione dei World Travel Awards ha premiato Delphina hotels & resorts come il gruppo alberghiero indipendente più green d’Europa e il Resort Valle dell’Erica è stato riconfermato “Europes’s Leading Green Resort” e “ Italy’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa e d’Italia nel 2022. Una vittoria che riconferma i successi ottenuti già nel 2021, a partire dal titolo di “Italy's Leading Hotel Group 2022”, migliore gruppo alberghiero italiano, assegnato a Delphina hotels & resorts per il terzo anno consecutivo. Ed il gruppo alberghiero sardo potrebbe rientrare nella rosa dei possibili vincitori a livello mondiale per essere riconfermato come World’s Leading Green Independent Hotel Group, migliore gruppo alberghiero indipendente green al mondo, premio che sarà reso noto a Novembre. «Questi riconoscimenti- dichiara Elena Muntoni, brand manager Delphina- ci riempiono di orgoglio e sono la prova che la strada intrapresa 30 anni fa si è dimostrata visionaria e giusta, continuiamo a seguirla con sempre più importanti azioni volte alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente e della natura che ci accoglie. Ringraziamo i nostri sostenitori che con entusiasmo hanno premiato le nostre azioni e la nostra filosofia green che fin dall'inizio si è basata su sostenibilità, amore per la natura e quel tocco locale e familiare che cerchiamo continuamente di trasmettere».Un progetto che nasce dalla natura e confluisce nella missione aziendale di Delphina: offrire ospitalità mediterranea autentica in luoghi unici con 12 hotel 5 stelle, 4 stelle superior e 4 stelle, residence esclusivi, 6 SPA e prestigiose ville tutte immerse in verdi parchi mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l'Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara, nelle località di Cannigione, Palau, Santa Teresa Gallura, Isola Rossa e Badesi. La catena alberghiera sarda ha da anni adottato politiche di crescita sostenibile nei confronti dell'ambiente e del territorio ed è in prima linea nel sostegno dell’economia locale. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio “We are green®”, creato e registrato da Delphina per rappresentare il suo amore per la natura. E dal 2018 l'azienda è entrata nella "Lounge" di Intesa San Paolo di Elite, il progetto di Borsa Italiana- Gruppo Euronext per le imprese ad alto potenziale realizzato in collaborazione con Confindustria.Premiato anche il Resort Valle dell’Erica, eletto per la quarta volta “Europe’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa a cui si aggiunge la riconferma per la terza volta a livello nazionale come “Italy's Leading Green Resort”. «La natura unica della Sardegna è la nostra risorsa primaria ed è sempre stata al centro dei nostri progetti. - continua Muntoni – Vincere per quattro anni consecutivi questo titolo e essere stati premiati come migliore gruppo alberghiero indipendente green d’Europa è la prova che siamo sulla giusta strada. È il segnale di come sia possibile fare impresa rispettando e valorizzando i territori. E fin dagli inizi abbiamo fatto sì che ogni singolo edificio si inserisse armoniosamente nel paesaggio circostante, vicino alla natura e alle tradizioni di questa terra».   Un grande traguardo per l'elegante resort dall’anima green a pochi minuti da Santa Teresa Gallura, pensato per offrire una vacanza 5 stelle in libertà. Una location esclusiva nel Mediterraneo immersa in 28 ettari di parco, tra arbusti ed essenze mediterranee, affacciata sugli Arcipelaghi di La Maddalena e del sud della Corsica davanti a 1400 metri di costa incontaminata e spiagge da sogno di sabbia bianca. Come tutte le strutture Delphina, il Valle dell’Erica utilizza solo energia 100% verde proveniente da fonti rinnovabili, ha adottato importanti politiche plastic free e sostiene una cucina sana e locale basata su ingredienti genuini e preferibilmente a km 0. Il riconoscimento come migliore gruppo alberghiero indipendente green in Europa per Delphina e come migliore green resort d’Europa e d’Italia per il Resort Valle dell’Erica si aggiunge a un altro riconoscimento internazionale, The Norns Awards, che ha assegnato il premio speciale ad Elena Muntoni, Brand Manager di Delphina hotels & resorts per l’impegno concreto nel preservare la natura unica della Sardegna e averne fatto una risorsa primaria per offrire una vacanza sempre più ecosostenibile, alla scoperta delle tradizioni e della cucina genuina dell’isola, nel rispetto del protocollo “We are green” Riconferma per il terzo anno consecutivo anche per il Resort & SPA Le Dune di Badesi, rieletto Italy's Leading Beach Resort 2022, migliore beach resort d'Italia. Immerso in un parco di 280.000 metri quadrati tra dune di sabbia, ginepri e profumata macchia mediterranea, questo paradiso delle famiglie è una vera oasi naturale con 5 hotel, 10 ristoranti, un'elegante SPA, numerose attività gratuite per il tempo libero e servizi per praticare sport acquatici. «Questo premio - conclude Muntoni - ci riempie di orgoglio e ci ispira a fare sempre meglio. A rendere unica la nostra offerta la bellezza della spiaggia di Li Junchi Bandiera Blu anche quest’anno. Lunga 8 chilometri e proprio di fronte al resort, è molto amata dagli ospiti che possono fare lunghe passeggiate su zone quasi deserte e, grazie al centro nautico, praticare diversi sport acquatici: canoa, corsi di vela con catamarani, windsurf e kitesurf. Le dune di sabbia dietro la spiaggia hanno una vegetazione affascinante con ginepri, rose marine e altre essenze, mentre il panorama spazia dall’isolotto di Isola Rossa all'Asinara.  E' aperta alle visite di adulti e bambini anche una fattoria di cinque ettari con orto, frutteto, vigneto e uliveto per conoscere le piante tipiche e ampliare la produzione a km 0 del resort. Il Resort Valle dell’Erica e il Resort Le Dune, come le altre strutture della collezione Delphina, sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile».   [post_title] => Delphina hotels & resorts: migliore gruppo alberghiero indipendente green d'Europa [post_date] => 2022-10-04T15:07:27+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664896047000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431522 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ricavi in crescita del 40% sul 2021 e soprattutto dell'11% sull'anno pre-Covid 2019 per il gruppo open air Human Company, che si appresta a chiudere il 2022 con un fatturato record di 123 milioni di euro. Bene anche i margini operativi lordi (ebitda) a 32 milioni, per un più 33% sul 2021 e un più 3% sul 2019. Tornano sui livelli pre-Covid pure le presenze, che si attestano a poco più di 4 milioni. Le strutture con le migliori performance della stagione abbracciano tutta l’offerta di destinazioni della compagnia: lo hu Altomincio Village, il villaggio a pochi chilometri dal lago di Garda, con un’occupazione tra giugno-agosto del 89,73%, seguito dal capeggio di città hu Firenze Camping in Town con un tasso di riempimento pari all’88,08% e lo hu Park Albatros Village, lungo la Costa degli Etruschi, con l’87,33%. Quanto alla provenienza degli ospiti, gli indirizzi del gruppo registrano una importante presenza diretta degli italiani, che con il 40% superano gli olandesi (25%) e i tedeschi (15%). Un risultato confermato anche nei tre camping in town a Firenze, Roma e Venezia, dove le presenze domestiche sono state il 33%, seguite da tedeschi (17%) e francesi (8%). Guardando allo storico, tutte le strutture all’aria aperta del gruppo rivelano un aumento della presenza degli italiani, che segna un trend in crescita del +10% nel triennio 2020-2022 rispetto ai dati pre-Covid. Il dato testimonia la tendenza positiva registrata dal comparto che, grazie alla sua capacità di evolversi, è riuscito a guadagnare la fiducia degli italiani. «Possiamo celebrare il nostro quarantesimo compleanno con grande entusiasmo grazie a questi straordinari numeri che ci consentono di guardare positivamente al futuro e di continuare a investire sullo sviluppo dei nostri ambiziosi progetti sul territorio italiano - commenta il ceo Human Company, Luca Belenghi -: in Veneto, con l'Eraclea Village e il DeltaFarm, il villaggio della biodiversità che riconvertirà la centrale termoelettrica Enel a Porto Tolle; in Toscana, a Cavriglia, aprirà poi il primo grande parco turistico dedicato allo sport in Italia, e ci sarà anche il Sant’Albinia Village, nel territorio di Piombino, naturale ampliamento del nostro hu Park Albatros Village». [post_title] => Stagione record per Human Company che stima di chiudere il 2022 con ricavi per 123 mln [post_date] => 2022-10-03T11:42:04+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664797324000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431519 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Torna Gardaland Magic Halloween e per la sua ventesima edizione il parco gardesano ha deciso di aggiungere ulteriori date all'evento: l’inaugurazione ufficiale, con ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport, avverrà sabato 8 ottobre ma a dare il via all’evento sarà invece il primo dei cinque Venerdì da paura, il 7 ottobre, a cui seguiranno il 14, il 21, il 28 ottobre e il 4 novembre. Gli appuntamenti continueranno poi tutti i sabati e domeniche del mese: nel lungo weekend dal 29 ottobre al 1° novembre e, per l’ultimo weekend dell’evento, il 5 e il 6 novembre. Tante le novità dei Venerdì da paura, a partire dalla foresta Maledetta, una rivisitazione della foresta Incantata, per l’occasione infestata dalle creature più mostruose dei film più noti, fino all’area Hawaii, trasformata nel perfetto setting industriale in cui si aggirano zombie, vampiri e creature di ogni genere. Nei pressi di piazza Mammut si potrà inoltre assistere al Carrozzone degli Orrori: il nuovo show arrivato a Gardaland per presentare fenomeni da baraccone e strane illusioni. Per concludere i Venerdì da paura, un dj dalle fattezze mostruose e le sonorità da brivido si esibirà ogni settimana in un horror dj set, dalle ore 20 fino a chiusura del parco, sullo sfondo di un lugubre cimitero in piazza Jumanji. A Gardaland non mancheranno ovviamente proposte di cibo e bevande rigorosamente a tema Halloween, mentre il divertimento da paura continuerà anche il sabato e la domenica: a dare il via alle giornate l’immancabile Welcome show con protagonisti Prezzemolo e gli spaventapasseri che si esibiranno sulle note di una nuova canzone Vent’anni di paura, pensata ad hoc per celebrare questo importante traguardo. Infine all'ingresso di oltre 40 attrazioni disponibili nel parco si nasconderanno per l'occasione alcuni mostri che i visitatori dovranno scovare… Un indizio? Ai mostri piace l’adrenalina! Per il Gardaland Magic Halloween, il parco sarà aperto dalle 17 alle 22 durante i Venerdì da paura, tutti i sabati dalle 10 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 19. Il 31 ottobre, per la grande notte di Halloween, apertura speciale dalle 10 a mezzanotte.   [post_title] => Venerdì 7 ottobre parte la ventesima edizione di Gardaland Magic Halloween [post_date] => 2022-10-03T10:44:44+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664793884000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431347 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il programma di Nicko Cruises per immergersi nei mercatini di Natale o nelle feste di fine anno è veramente molto ricco: un nuovo stile di crociera, quella fluviale, improntata alla logica del lento viaggiare, alla riscoperta della Mitteleuropa, con itinerari di tre, cinque od otto giorni. In tutti i programmi sono previsti over-night  e lunghe soste nelle principali città, per cogliere appieno l'atmosfera natalizia di meditazione, con visita di storiche abbazie, e di festa, con visita in relax di centri storici e di mercatini dalle mille luci e profumi di spezie e vin brulè:  quindi a seconda dell'itinerario scelto le tappe sono Vienna, Budapest, Norimberga, Francoforte sul Meno, Amsterdam e altri borghi storici. Le crociere (sia quelle dei mercatini, sia quelle di Natale e Capodanno) si svolgeranno: - sul Danubio, da Passau, con le motonavi nickoVision e Maxima, verso Vienna, Budapest, Bratislava;  nella crociera di Capodanno la notte di fine d'anno si celebrerà a Bratislava - sul canale Meno-Danubio, con la Belvedere,  nella crociera di Natale verso Kelheim, con tappe a Norimberga e arrivo con due overnight a Francoforte; nella crociera di Capodanno da Francoforte verso il Reno, con passaggio della famosa Loreley, overnight a Rudesheim e Capodanno con overnight a Francoforte - sul Reno, da Colonia, con le nickoSpirit e Rhein Symphonie. Le crociere si orienteranno sia verso nord, in direzione della foce e quindi di Amsterdam, oppure verso sud, in direzione della sorgente e quindi di Strasburgo. Capodanno sarà celebrato ad Amsterdam. [post_title] => Nicko Cruises sui fiumi della Mitteleuropa, tra mercatini di Natale e feste di fine anno [post_date] => 2022-09-30T09:48:28+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664531308000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431391 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Stagione in ripresa per Le Isole di Tahiti, che hanno accolto nuovamente i turisti italiani sfruttando i collegamenti da Parigi, Los Angeles e San Francisco. "Abbiamo registrato dati interessanti tenendo conto che abbiamo iniziato a lavorare da aprile-maggio e che i dati sono ancora in ribasso ovviamente sul 2019, nonostante tutto i mesi di ottobre e novembre sono andati molto bene - ha commentato  Gabriele Cavallotti, rappresentante in Italia per Tahiti Tourisme, in occasione del roadshow organizzato a Milano e Roma -. La destinazione è trainata dalla Francia e dagli Usa, ma il mercato italiano potrebbe arrivare intorno ai 4.000 ospiti a chiusura anno; siamo senza dubbio ancora distanti dai livelli passati, ma siamo certi dell'alto potenziale". La promozione punta a nuovi segmenti ma anche su nuovi prodotti, "per esempio sull'accoglienza delle guesthouse, le ville e le pensioni familiari, valorizzando anche le isole minore che richiedono una spesa più ridotta. Quindi andremo a lavorare su nuove fasce di clientela, non possiamo più limitarci ai viaggi di nozze, certamente  strategico, ma soprattutto intendiamo allargare la stagione, tranne febbraio e marzo". Per il 2023 gli impegni dell'ente prevedono investimenti  con campagne verso  determinati segmenti di viaggio per valorizzare le differenti esperienze in destinazione verso gli high-end spenders, famiglie, ai senior e ai clienti LGBTQIA, accanto ad un focus per promuovere turismo sostenibile, ma anche charter nautici e crociere. La capacità ricettiva della destinazione si attesta a 71.400 camere che corrisponde al 93% del 2019.  Al momento gli hotel stanno registrando occupazioni medie dell'84%, mentre è tornata a pieno regime la capacità aerea.  Le agenzie e trade restano al centro delle strategie della commercializzazione. "Il  2023 segnerà una stabilità in termini di numeri dal mercato italiano rafforzando il nostro impegno sul trade - spiega Cavallotti- oggi il 60,5% di emissione biglietteria aerea sulla destinazione proviene dalla adv e questo numero conferma l’importanza che riveste il segmento per la nostra destinazione. Infine, con il Tahiti Specialist Program dedicato alle agenzie abbiamo tra l’altro già raggiunto i 400 iscritti e moltissimi hanno ricevuto la certificazione. [post_title] => Tahiti Tourisme punta sul trade per attrarre nuovi target [post_date] => 2022-09-30T09:32:15+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664530335000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431381 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates è pronta ad accompagnare i tifosi Rossoneri in tutto il mondo per l’AC Milan Trophy Tour. Il Club, infatti, ha annunciato che porterà la Coppa Campioni d’Italia 2021/22 in un tour globale per celebrare la passione verso i colori rossoneri. Il tour, che per l'occasione è stato chiamato AC Milan Trophy Tour in partnership con Emirates, ha lo scopo di organizzare una serie di eventi creati per la fanbase internazionale del Milan, rafforzando il legame tra la squadra e i suoi sostenitori. Al via in ottobre, il tour farà tappa anche negli Stati Uniti e, per l’occasione, i rossoneri raggiungeranno la “Grande Mela” grazie al servizio non-stop di Emirates Milano-New York. La tappa del tour – prevista per sabato 8 ottobre presso l'esclusivo 40/40 Club di JAY-Z a Manhattan, 6 West 25th St - darà ai tifosi rossoneri (secondo Nielsen, il Milan è il club di Serie A più seguito negli Stati Uniti), la possibilità di guardare insieme ai propri idoli la partita AC Milan vs Juventus, uno dei match di Serie A in grado di riunire la grande famiglia AC Milan in tutto il mondo. Mentre saranno in volo verso New York, i rossoneri potranno godersi le caratteristiche e i servizi esclusivi a bordo di Emirates, tra cui ampi posti a sedere, nuovi menù creati per offrire la migliore esperienza di alta cucina in volo, con scelte vegane, "cena su richiesta" servizio in prima classe, e oltre 5.000 canali di puro intrattenimento su ice, tra cui la copertura sportiva "live". [post_title] => Emirates: decolla in ottobre l'AC Milan Trophy Tour, tra le tappe anche New York [post_date] => 2022-09-30T09:30:37+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664530237000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "egypt air tra i partner della missione manfredo camperio 2019 per celebrare i 150 anni del canale di suez" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":91,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":815,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431775","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il prossimo 11 ottobre torna al Palacongressi di Rimini l'Hospitality Day, giunto ormai alla sua nona edizione. Fin dal suo primo appuntamento, l’idea-guida dell’evento romagnolo  è sempre stata quella di offrire a un pubblico di albergatori, titolari di strutture extra alberghiere, imprenditori, architetti e designer, ristoratori e operatori turistici, investitori e sviluppatori di nuovi progetti, contenuti di alto profilo qualitativo, interessanti novità e soluzioni concrete per il settore.\r\n\r\nOrganizzata da Teamwork Hospitality, società di consulenza e formazione alberghiera con 20 anni di esperienza, questa giornata costituisce un evento unico, caratterizzato da momenti di formazione e aggiornamento, con un programma di oltre 150 seminari distribuiti in 15 sale del Palacongressi. Gli interventi sono tenuti da testimonial internazionali dell’hotellerie, da imprenditori e da persone con esperienze significative da raccontare. Ma l'Hospitality Day è anche l’occasione di incontrare aziende di servizi e prodotti per la condivisione di esperienze, per raccogliere idee, stimoli e nuove ispirazioni che possano contribuire a crescere e lavorare meglio. Oltre ai seminari nelle sale, saranno inoltre in funzione cinque arene tematiche dedicate ad altrettanti argomenti: ristorazione, housekeeping, design, risorse umane e benessere. Cinque aree in cui si susseguiranno interventi, talk, interviste e dibattiti e dove si confronteranno esperti, testimonial e consulenti.\r\n\r\nTra i relatori che hanno già confermato la loro presenza all’edizione 2022, Larry Mogelonsky, managing partner di Hotel Mogel Consulting, Andrea Berton, chef e founder, ristorante Berton Milano, Michil Costa, oste, imprenditore, uomo di natura, hotel La Perla, Berghotel Ladinia e albergo Posta Marcucci, Marco Piva, architetto e chairman dello studio omonimo, Roberto Costa, ceo & founder, Rc Group (CasaCosta e Macellaio Rc), Ludovica Rocchi, brand director R Collection Hotels, Bruno Mastroianni, filosofo, social media manager, giornalista.\r\n\r\nAl termine della giornata riminese, saranno quindi assegnati gli Hospitality Social Awards 2022: i riconoscimenti che vanno a premiare le migliori attività di social media marketing nel turismo e nell'ospitalità, giunti quest’anno all'undicesima edizione.","post_title":"L'11 ottobre torna a Rimini l'Hospitality Day","post_date":"2022-10-06T10:45:25+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1665053125000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431752","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo.\r\n\r\nFortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione.\r\n\r\n“Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia\".\r\n\r\nEmozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.\r\n\r\n ","post_title":"Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax","post_date":"2022-10-06T09:42:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665049328000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431642","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con i Gnv Awards 2022 la compagnia Grandi Navi Veloci celebra una stagione di successo: i volumi sono aumentati del 46%, rispetto al 2021 e del 35% rispetto al 2019, che è stato l'anno migliore della storia dell'operatore. Il gruppo ringrazia quindi il settore trade, che ha garantito una crescita delle prenotazioni del 37%. La cerimonia di premiazione delle adv italiane, europee e maghrebine che hanno meglio performato nell’ambito del programma Élite Partner si è svolta a Genova, a bordo della motonave Rhapsody. Il riconoscimento, andato agli agenti di Monte Reit Viaggi e Turismo di Sondrio e Global Voyages di Nizza, è stato l’occasione per riprendere la tradizione degli incontri con la rete distributiva.\r\n\r\nMatteo Catani, amministratore delegato della compagnia, consapevole che le agenzie sono “un canale di sviluppo e di vendita fondamentale”, ha ricordato che «in questi anni non abbiamo mai smesso di investire. Oggi operiamo con 25 navi e abbiamo in costruzione ulteriori quattro unità che entreranno in servizio a partire dal 2024. È un incremento di capacità importante in un momento difficile, perché appena nel 2019 contavamo su una flotta di 16 navi; possiamo dire che stiamo operando con una capacità del 50% in più rispetto al periodo pre-pandemico, con un rafforzamento dei segmenti business e passeggeri».\r\n\r\nNote positive sostenute con entusiasmo anche da Matteo Della Valle, passengers sales & marketing staff director del gruppo. Tante le novità all’avvicinarsi di una data importante: nel 2023 ricorreranno infatti i 30 anni di Gnv, i 15 anni del Marocco e i 20 della Tunisia. Ringraziando il trade, «vero protagonista dei Gnv Awards 2022, perché capace di captare la domanda primaria», Della Valle ha presentato la crescita dell'operatore sulle diverse destinazioni del Mediterraneo e le nuove strategie rivolte alle famiglie con bambini: «Abbiamo migliorato l’offerta e inserito proposte ad hoc in ogni punto di ristorazione. Abbiamo accresciuto il numero delle cabine per gli animali domestici in tutta la flotta, introdotto con grande successo il camping on board, che consente ai proprietari dei mezzi di trasporto di non allontanarsi da essi, e apportato diverse migliorie, coinvolgendo anche gli adolescenti, che saranno i viaggiatori di domani. Abbiamo anche creato delle strutture dedicate al trade che saranno il primo punto di riferimento per tutte le domande delle adv. Le Élite, che sono le nostre agenzie di viaggio più performanti, hanno ora un key account manager dedicato, disponibile 24/7, pronto a risolvere qualsiasi problematica. La sfida del 2023 sarà migliorare i numeri di quest’anno! Tra le novità in cantiere, possibili perché abbiamo alle spalle Msc, un'azienda veramente forte che crede in noi, il nuovo reservation system, che verrà rilasciato alla fine del primo semestre del 2023».","post_title":"Gnv celebra un anno di crescita con le adv. In arrivo 4 nuove navi","post_date":"2022-10-05T10:29:36+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664965776000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431616","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n[caption id=\"attachment_431617\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elena Muntoni, brand manager di Delphina[/caption]\r\n\r\n\r\nMigliore gruppo alberghiero indipendente green d’ Europa, migliore gruppo alberghiero italiano, migliore green resort d’Europa e d'Italia al Resort Valle dell’Erica, migliore beach resort d'Italia al resort & spa Le Dune di Badesi: Delphina Hotels & Resorts vince cinque riconoscimenti ai World Travel Awards 2022, gli \"Oscar del turismo mondiale\".\r\n\r\nL'organizzazione dei World Travel Awards ha premiato Delphina hotels & resorts come il gruppo alberghiero indipendente più green d’Europa e il Resort Valle dell’Erica è stato riconfermato “Europes’s Leading Green Resort” e “ Italy’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa e d’Italia nel 2022.\r\nUna vittoria che riconferma i successi ottenuti già nel 2021, a partire dal titolo di “Italy's Leading Hotel Group 2022”, migliore gruppo alberghiero italiano, assegnato a Delphina hotels & resorts per il terzo anno consecutivo.\r\nEd il gruppo alberghiero sardo potrebbe rientrare nella rosa dei possibili vincitori a livello mondiale per essere riconfermato come World’s Leading Green Independent Hotel Group, migliore gruppo alberghiero indipendente green al mondo, premio che sarà reso noto a Novembre.\r\n\r\n«Questi riconoscimenti- dichiara Elena Muntoni, brand manager Delphina- ci riempiono di orgoglio e sono la prova che la strada intrapresa 30 anni fa si è dimostrata visionaria e giusta, continuiamo a seguirla con sempre più importanti azioni volte alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente e della natura che ci accoglie. Ringraziamo i nostri sostenitori che con entusiasmo hanno premiato le nostre azioni e la nostra filosofia green che fin dall'inizio si è basata su sostenibilità, amore per la natura e quel tocco locale e familiare che cerchiamo continuamente di trasmettere».Un progetto che nasce dalla natura e confluisce nella missione aziendale di Delphina: offrire ospitalità mediterranea autentica in luoghi unici con 12 hotel 5 stelle, 4 stelle superior e 4 stelle, residence esclusivi, 6 SPA e prestigiose ville tutte immerse in verdi parchi mediterranei affacciati sul mare tra la Costa Smeralda, l'Arcipelago di La Maddalena e il Golfo dell’Asinara, nelle località di Cannigione, Palau, Santa Teresa Gallura, Isola Rossa e Badesi. La catena alberghiera sarda ha da anni adottato politiche di crescita sostenibile nei confronti dell'ambiente e del territorio ed è in prima linea nel sostegno dell’economia locale. Un percorso iniziato ancor prima della nascita delle strutture e confluito nel marchio “We are green®”, creato e registrato da Delphina per rappresentare il suo amore per la natura.\r\n\r\nE dal 2018 l'azienda è entrata nella \"Lounge\" di Intesa San Paolo di Elite, il progetto di Borsa Italiana- Gruppo Euronext per le imprese ad alto potenziale realizzato in collaborazione con Confindustria.Premiato anche il Resort Valle dell’Erica, eletto per la quarta volta “Europe’s Leading Green Resort”, migliore green resort d'Europa a cui si aggiunge la riconferma per la terza volta a livello nazionale come “Italy's Leading Green Resort”.\r\n\r\n«La natura unica della Sardegna è la nostra risorsa primaria ed è sempre stata al centro dei nostri progetti. - continua Muntoni – Vincere per quattro anni consecutivi questo titolo e essere stati premiati come migliore gruppo alberghiero indipendente green d’Europa è la prova che siamo sulla giusta strada. È il segnale di come sia possibile fare impresa rispettando e valorizzando i territori. E fin dagli inizi abbiamo fatto sì che ogni singolo edificio si inserisse armoniosamente nel paesaggio circostante, vicino alla natura e alle tradizioni di questa terra».\r\n \r\nUn grande traguardo per l'elegante resort dall’anima green a pochi minuti da Santa Teresa Gallura, pensato per offrire una vacanza 5 stelle in libertà. Una location esclusiva nel Mediterraneo immersa in 28 ettari di parco, tra arbusti ed essenze mediterranee, affacciata sugli Arcipelaghi di La Maddalena e del sud della Corsica davanti a 1400 metri di costa incontaminata e spiagge da sogno di sabbia bianca. Come tutte le strutture Delphina, il Valle dell’Erica utilizza solo energia 100% verde proveniente da fonti rinnovabili, ha adottato importanti politiche plastic free e sostiene una cucina sana e locale basata su ingredienti genuini e preferibilmente a km 0.\r\n\r\nIl riconoscimento come migliore gruppo alberghiero indipendente green in Europa per Delphina e come migliore green resort d’Europa e d’Italia per il Resort Valle dell’Erica si aggiunge a un altro riconoscimento internazionale, The Norns Awards, che ha assegnato il premio speciale ad Elena Muntoni, Brand Manager di Delphina hotels & resorts per l’impegno concreto nel preservare la natura unica della Sardegna e averne fatto una risorsa primaria per offrire una vacanza sempre più ecosostenibile, alla scoperta delle tradizioni e della cucina genuina dell’isola, nel rispetto del protocollo “We are green”\r\nRiconferma per il terzo anno consecutivo anche per il Resort & SPA Le Dune di Badesi, rieletto Italy's Leading Beach Resort 2022, migliore beach resort d'Italia. Immerso in un parco di 280.000 metri quadrati tra dune di sabbia, ginepri e profumata macchia mediterranea, questo paradiso delle famiglie è una vera oasi naturale con 5 hotel, 10 ristoranti, un'elegante SPA, numerose attività gratuite per il tempo libero e servizi per praticare sport acquatici.\r\n\r\n«Questo premio - conclude Muntoni - ci riempie di orgoglio e ci ispira a fare sempre meglio. A rendere unica la nostra offerta la bellezza della spiaggia di Li Junchi Bandiera Blu anche quest’anno. Lunga 8 chilometri e proprio di fronte al resort, è molto amata dagli ospiti che possono fare lunghe passeggiate su zone quasi deserte e, grazie al centro nautico, praticare diversi sport acquatici: canoa, corsi di vela con catamarani, windsurf e kitesurf. Le dune di sabbia dietro la spiaggia hanno una vegetazione affascinante con ginepri, rose marine e altre essenze, mentre il panorama spazia dall’isolotto di Isola Rossa all'Asinara.  E' aperta alle visite di adulti e bambini anche una fattoria di cinque ettari con orto, frutteto, vigneto e uliveto per conoscere le piante tipiche e ampliare la produzione a km 0 del resort. Il Resort Valle dell’Erica e il Resort Le Dune, come le altre strutture della collezione Delphina, sono eccellenze dell’ospitalità sostenibile».\r\n \r\n\r\n","post_title":"Delphina hotels & resorts: migliore gruppo alberghiero indipendente green d'Europa","post_date":"2022-10-04T15:07:27+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664896047000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431522","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ricavi in crescita del 40% sul 2021 e soprattutto dell'11% sull'anno pre-Covid 2019 per il gruppo open air Human Company, che si appresta a chiudere il 2022 con un fatturato record di 123 milioni di euro. Bene anche i margini operativi lordi (ebitda) a 32 milioni, per un più 33% sul 2021 e un più 3% sul 2019. Tornano sui livelli pre-Covid pure le presenze, che si attestano a poco più di 4 milioni.\r\n\r\nLe strutture con le migliori performance della stagione abbracciano tutta l’offerta di destinazioni della compagnia: lo hu Altomincio Village, il villaggio a pochi chilometri dal lago di Garda, con un’occupazione tra giugno-agosto del 89,73%, seguito dal capeggio di città hu Firenze Camping in Town con un tasso di riempimento pari all’88,08% e lo hu Park Albatros Village, lungo la Costa degli Etruschi, con l’87,33%. Quanto alla provenienza degli ospiti, gli indirizzi del gruppo registrano una importante presenza diretta degli italiani, che con il 40% superano gli olandesi (25%) e i tedeschi (15%). Un risultato confermato anche nei tre camping in town a Firenze, Roma e Venezia, dove le presenze domestiche sono state il 33%, seguite da tedeschi (17%) e francesi (8%). Guardando allo storico, tutte le strutture all’aria aperta del gruppo rivelano un aumento della presenza degli italiani, che segna un trend in crescita del +10% nel triennio 2020-2022 rispetto ai dati pre-Covid. Il dato testimonia la tendenza positiva registrata dal comparto che, grazie alla sua capacità di evolversi, è riuscito a guadagnare la fiducia degli italiani.\r\n\r\n«Possiamo celebrare il nostro quarantesimo compleanno con grande entusiasmo grazie a questi straordinari numeri che ci consentono di guardare positivamente al futuro e di continuare a investire sullo sviluppo dei nostri ambiziosi progetti sul territorio italiano - commenta il ceo Human Company, Luca Belenghi -: in Veneto, con l'Eraclea Village e il DeltaFarm, il villaggio della biodiversità che riconvertirà la centrale termoelettrica Enel a Porto Tolle; in Toscana, a Cavriglia, aprirà poi il primo grande parco turistico dedicato allo sport in Italia, e ci sarà anche il Sant’Albinia Village, nel territorio di Piombino, naturale ampliamento del nostro hu Park Albatros Village».","post_title":"Stagione record per Human Company che stima di chiudere il 2022 con ricavi per 123 mln","post_date":"2022-10-03T11:42:04+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664797324000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431519","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Torna Gardaland Magic Halloween e per la sua ventesima edizione il parco gardesano ha deciso di aggiungere ulteriori date all'evento: l’inaugurazione ufficiale, con ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport, avverrà sabato 8 ottobre ma a dare il via all’evento sarà invece il primo dei cinque Venerdì da paura, il 7 ottobre, a cui seguiranno il 14, il 21, il 28 ottobre e il 4 novembre. Gli appuntamenti continueranno poi tutti i sabati e domeniche del mese: nel lungo weekend dal 29 ottobre al 1° novembre e, per l’ultimo weekend dell’evento, il 5 e il 6 novembre.\r\n\r\nTante le novità dei Venerdì da paura, a partire dalla foresta Maledetta, una rivisitazione della foresta Incantata, per l’occasione infestata dalle creature più mostruose dei film più noti, fino all’area Hawaii, trasformata nel perfetto setting industriale in cui si aggirano zombie, vampiri e creature di ogni genere. Nei pressi di piazza Mammut si potrà inoltre assistere al Carrozzone degli Orrori: il nuovo show arrivato a Gardaland per presentare fenomeni da baraccone e strane illusioni. Per concludere i Venerdì da paura, un dj dalle fattezze mostruose e le sonorità da brivido si esibirà ogni settimana in un horror dj set, dalle ore 20 fino a chiusura del parco, sullo sfondo di un lugubre cimitero in piazza Jumanji.\r\n\r\nA Gardaland non mancheranno ovviamente proposte di cibo e bevande rigorosamente a tema Halloween, mentre il divertimento da paura continuerà anche il sabato e la domenica: a dare il via alle giornate l’immancabile Welcome show con protagonisti Prezzemolo e gli spaventapasseri che si esibiranno sulle note di una nuova canzone Vent’anni di paura, pensata ad hoc per celebrare questo importante traguardo. Infine all'ingresso di oltre 40 attrazioni disponibili nel parco si nasconderanno per l'occasione alcuni mostri che i visitatori dovranno scovare… Un indizio? Ai mostri piace l’adrenalina!\r\n\r\nPer il Gardaland Magic Halloween, il parco sarà aperto dalle 17 alle 22 durante i Venerdì da paura, tutti i sabati dalle 10 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 19. Il 31 ottobre, per la grande notte di Halloween, apertura speciale dalle 10 a mezzanotte.\r\n\r\n ","post_title":"Venerdì 7 ottobre parte la ventesima edizione di Gardaland Magic Halloween","post_date":"2022-10-03T10:44:44+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664793884000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431347","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il programma di Nicko Cruises per immergersi nei mercatini di Natale o nelle feste di fine anno è veramente molto ricco: un nuovo stile di crociera, quella fluviale, improntata alla logica del lento viaggiare, alla riscoperta della Mitteleuropa, con itinerari di tre, cinque od otto giorni.\r\n\r\nIn tutti i programmi sono previsti over-night  e lunghe soste nelle principali città, per cogliere appieno l'atmosfera natalizia di meditazione, con visita di storiche abbazie, e di festa, con visita in relax di centri storici e di mercatini dalle mille luci e profumi di spezie e vin brulè:  quindi a seconda dell'itinerario scelto le tappe sono Vienna, Budapest, Norimberga, Francoforte sul Meno, Amsterdam e altri borghi storici.\r\n\r\nLe crociere (sia quelle dei mercatini, sia quelle di Natale e Capodanno) si svolgeranno:\r\n\r\n- sul Danubio, da Passau, con le motonavi nickoVision e Maxima, verso Vienna, Budapest, Bratislava;  nella crociera di Capodanno la notte di fine d'anno si celebrerà a Bratislava\r\n\r\n- sul canale Meno-Danubio, con la Belvedere,  nella crociera di Natale verso Kelheim, con tappe a Norimberga e arrivo con due overnight a Francoforte; nella crociera di Capodanno da Francoforte verso il Reno, con passaggio della famosa Loreley, overnight a Rudesheim e Capodanno con overnight a Francoforte\r\n\r\n- sul Reno, da Colonia, con le nickoSpirit e Rhein Symphonie. Le crociere si orienteranno sia verso nord, in direzione della foce e quindi di Amsterdam, oppure verso sud, in direzione della sorgente e quindi di Strasburgo. Capodanno sarà celebrato ad Amsterdam.","post_title":"Nicko Cruises sui fiumi della Mitteleuropa, tra mercatini di Natale e feste di fine anno","post_date":"2022-09-30T09:48:28+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664531308000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431391","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Stagione in ripresa per Le Isole di Tahiti, che hanno accolto nuovamente i turisti italiani sfruttando i collegamenti da Parigi, Los Angeles e San Francisco. \"Abbiamo registrato dati interessanti tenendo conto che abbiamo iniziato a lavorare da aprile-maggio e che i dati sono ancora in ribasso ovviamente sul 2019, nonostante tutto i mesi di ottobre e novembre sono andati molto bene - ha commentato  Gabriele Cavallotti, rappresentante in Italia per Tahiti Tourisme, in occasione del roadshow organizzato a Milano e Roma -. La destinazione è trainata dalla Francia e dagli Usa, ma il mercato italiano potrebbe arrivare intorno ai 4.000 ospiti a chiusura anno; siamo senza dubbio ancora distanti dai livelli passati, ma siamo certi dell'alto potenziale\".\r\n\r\nLa promozione punta a nuovi segmenti ma anche su nuovi prodotti, \"per esempio sull'accoglienza delle guesthouse, le ville e le pensioni familiari, valorizzando anche le isole minore che richiedono una spesa più ridotta. Quindi andremo a lavorare su nuove fasce di clientela, non possiamo più limitarci ai viaggi di nozze, certamente  strategico, ma soprattutto intendiamo allargare la stagione, tranne febbraio e marzo\".\r\n\r\nPer il 2023 gli impegni dell'ente prevedono investimenti  con campagne verso  determinati segmenti di viaggio per valorizzare le differenti esperienze in destinazione verso gli high-end spenders, famiglie, ai senior e ai clienti LGBTQIA, accanto ad un focus per promuovere turismo sostenibile, ma anche charter nautici e crociere.\r\n\r\nLa capacità ricettiva della destinazione si attesta a 71.400 camere che corrisponde al 93% del 2019.  Al momento gli hotel stanno registrando occupazioni medie dell'84%, mentre è tornata a pieno regime la capacità aerea. \r\n\r\nLe agenzie e trade restano al centro delle strategie della commercializzazione. \"Il  2023 segnerà una stabilità in termini di numeri dal mercato italiano rafforzando il nostro impegno sul trade - spiega Cavallotti- oggi il 60,5% di emissione biglietteria aerea sulla destinazione proviene dalla adv e questo numero conferma l’importanza che riveste il segmento per la nostra destinazione. Infine, con il Tahiti Specialist Program dedicato alle agenzie abbiamo tra l’altro già raggiunto i 400 iscritti e moltissimi hanno ricevuto la certificazione.","post_title":"Tahiti Tourisme punta sul trade per attrarre nuovi target","post_date":"2022-09-30T09:32:15+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664530335000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431381","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Emirates è pronta ad accompagnare i tifosi Rossoneri in tutto il mondo per l’AC Milan Trophy Tour. Il Club, infatti, ha annunciato che porterà la Coppa Campioni d’Italia 2021/22 in un tour globale per celebrare la passione verso i colori rossoneri. Il tour, che per l'occasione è stato chiamato AC Milan Trophy Tour in partnership con Emirates, ha lo scopo di organizzare una serie di eventi creati per la fanbase internazionale del Milan, rafforzando il legame tra la squadra e i suoi sostenitori.\r\nAl via in ottobre, il tour farà tappa anche negli Stati Uniti e, per l’occasione, i rossoneri raggiungeranno la “Grande Mela” grazie al servizio non-stop di Emirates Milano-New York. La tappa del tour – prevista per sabato 8 ottobre presso l'esclusivo 40/40 Club di JAY-Z a Manhattan, 6 West 25th St - darà ai tifosi rossoneri (secondo Nielsen, il Milan è il club di Serie A più seguito negli Stati Uniti), la possibilità di guardare insieme ai propri idoli la partita AC Milan vs Juventus, uno dei match di Serie A in grado di riunire la grande famiglia AC Milan in tutto il mondo.\r\nMentre saranno in volo verso New York, i rossoneri potranno godersi le caratteristiche e i servizi esclusivi a bordo di Emirates, tra cui ampi posti a sedere, nuovi menù creati per offrire la migliore esperienza di alta cucina in volo, con scelte vegane, \"cena su richiesta\" servizio in prima classe, e oltre 5.000 canali di puro intrattenimento su ice, tra cui la copertura sportiva \"live\".","post_title":"Emirates: decolla in ottobre l'AC Milan Trophy Tour, tra le tappe anche New York","post_date":"2022-09-30T09:30:37+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1664530237000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti