22 February 2024

Ciminnisi: “Vigileremo che Lufthansa faccia i giusti rimborsi agli adv”

[ 0 ]

Giuseppe Ciminnisi presidente di Fiavet Confcommercio

“Stiamo attentamente seguendo quanto farà il Lufthansa, in quanto non intendiamo, dopo anni di battaglia per gli interessi della categoria e dell’esito vittorioso in sede giudiziaria, abbassare la guardia  fino a quando gli agenti di viaggio non avranno ricevuto le somme di loro spettanza”. È quanto afferma Giuseppe Ciminnisi, presidente di Fiavet-Confcommercio dopo aver scritto alla compagnia e agli associati, a seguito della pubblicazione della sentenza.

Gli associati Fiavet-Confcommercio  hanno  quindi inviato una formale diffida e messa in mora per ottenere il rimborso della maggiore commissione non ricevuta, dando termine 15 giorni per il rimborso. 

Come noto la Cassazione, con pronuncia del 16 Gennaio scorso, ha posto fine alla vicenda, che vedeva contrapposte la compagnia tedesca e Fiavet-Confcommercio, avviata per far riconoscere l’illegittimità della riduzione da 1% ad 0,1% della commissione dovuta agli agenti di viaggio, che Lufthansa  aveva comunicato con decorrenza 1° gennaio 2016.

Commissione all’1%

La pronuncia ha riconosciuto la nullità della clausola del mandato Iata per le agenzie di viaggi che senza limiti consente al vettore in forma unilaterale di ridurre la commissione, sostanzialmente azzerandola. L’effetto pratico è il ripristino della commissione all’1%, con obbligo della compagnia ora di restituire la differenza (0,9%) a tutte le agenzie di viaggio che hanno venduto biglietti Lufthansa.

“Ho ricevuto nei giorni scorsi i complimenti da parte dei presidenti delle altre associazioni di categoria e di molti altri agenti di viaggio ed operatori del turismo – afferma Giuseppe Ciminnisi –  siamo ovviamente contenti, ma non saremo soddisfatti finché non avremo quanto dovuto”. “Abbiamo ricevuto da altre associazioni la richiesta di portare avanti una iniziativa congiunta, ma Lufthansa, alla quale abbiamo scritto subito dopo la pubblicazione della pronuncia della Cassazione, non vuole trattare con associazioni di categoria, preferendo interloquire con ogni agenzia di viaggio singolarmente”.

“Rassicuriamo tutti – conclude il presidente – che vigileremo affinché gli effetti di questa sentenza siano integralmente rispettati e stiamo predisponendo iniziative di supporto per i nostro associati al fine di  avviare eventuali azioni di recupero in sede giudiziaria, ove il Lufthansa non rimborsasse e ripristinasse in BSP la commissione all’1%”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461924 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Potrebbe essere Gianluigi Aponte a mettere le mani sul Bauer di Venezia. Nonostante la proprietà abbia recentemente smentito l'intenzione di vendere la struttura, alcune indiscrezioni raccolte da La Repubblica vedrebbero il patron del gruppo Msc in prima fila per l'acquisizione dello storico albergo sulla Laguna: l'hotel acquisito nel 2020 da Signa, il gruppo austriaco di proprietà del miliardario René Benko, protagonista di quello che è già stato definito il più grande default della storia europea recente. La mossa di Aponte sarebbe finalizzata ad accrescere ulteriormente la presenza della propria compagnia all'interno dell'industria turistica italiana. D'altronde i capitali non mancano a Msc che, con i prezzi dei noli saliti di circa il 70% dallo scoppio della crisi di Suez, continua a macinare profitti. Entro marzo, si attende in particolare il via libera di Bruxelles all'acquisizione definitiva di Italo, con il gruppo italo-svizzero che sarebbe già al lavoro per potenziare il numero di treni in circolazione di una trentina di unità. E poi c'è la vicenda Ita, che pare non ancora chiusa. Con Aponte che rimane alla finestra in attesa di capire le decisioni dell'Antitrust Ue sulle condizioni che imporrà a Lufthansa per l'acquisto della compagnia italiana. [post_title] => Aponte, Msc, mette gli occhi sul Bauer di Venezia? [post_date] => 2024-02-20T12:00:07+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708430407000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461919 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo Lufthansa investe sull’aeroporto di Ancona raddoppiando le frequenze giornaliere per Monaco di Baviera, a partire dal prossimo 31 marzo. Non solo, i collegamenti operati da Air Dolomiti saranno effettuati con aeromobili Embraer 195 da 122 posti (rispetto ai precedenti 90). «Grande soddisfazione per questa decisione del gruppo Lufthansa che non solo raddoppia le frequenze e aumenta l’offerta posti, ma introdurrà il night stop dell’aereo su Ancona - ha sottolineato Alexander D’Orsogna, amministratore delegato di Ancona International Airport -. La portata di questa novità è immensa in quanto ciò permetterà all’utenza dell’aeroporto di raggiungere qualsiasi destinazione al mondo grazie alle prosecuzioni da Monaco. A titolo esemplificativo si può partire da Ancona alle 06:05 ed essere a New York alle 12:45». [post_title] => Air Dolomiti raddoppia i voli sulla Ancona-Monaco di Baviera, dal 31 marzo [post_date] => 2024-02-20T11:42:42+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708429362000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461761 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo sciopero domani, 20 febbraio, per il personale di terra di Lufthansa: il sindacato tedesco Ver.di ha infatti indetto una mobilitazione che coinvolgerà sette aeroporti del Paese e precisamente quelli di Francoforte e Monaco, i due hub principali della compagnia aerea, insieme a Berlino, Duesseldorf, Amburgo, Colonia-Bonn e Stoccarda. Lo sciopero si svolgerà dalle 4:00 di martedì alle 7:10 di mercoledì. Lo scorso 7 febbraio un altro sciopero di 27 ore in cinque degli stessi aeroporti aveva indotto Lufthansa a cancellare centinaia di voli. Questa volta, secondo le stime, le cancellazioni riguarderanno tra l'80% e il 90% dei voli programmati da Lufthansa. Tra le richieste del sindacato ci sono aumenti salariali del 12,5%, o almeno 500 euro in più al mese, nelle trattative per circa 25.000 dipendenti, compreso il personale addetto al check-in, alla movimentazione delle aeromobili, alla manutenzione e al trasporto merci.  [post_title] => Lufthansa: sciopero del personale di terra domani, 20 febbraio, in sette aeroporti tedeschi [post_date] => 2024-02-19T09:29:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708334967000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461696 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Veri e propri sacrifici - complessi non solo da soddisfare ma addirittura da spiegare - come la richiesta che coinvolge United Airlines, alleata commerciale di Lufthansa, affinché ceda parte della propria quota di mercato sulle rotte Europa-Stati Uniti. Sono quelli richiesti dall’Antitrust dell’Unione europea - come anticipato da Il Corriere della Sera - che non smette di mettere in fila rimedi prima di avallare l’operazione che ormai da quasi un anno ha visto il gruppo tedesco firmare l’accordo con il Tesoro per l’ingresso nel capitale di Ita Airways con il 41% delle quote, per poi salire gradualmente fino al controllo totale. L’Ue continua a chiedere garanzie  per evitare possibili effetti negativi sulla concorrenza. Nonostante Lufthansa abbia presentato proposte per affrontare tali preoccupazioni, l'Antitrust dell'Ue le ha ritenute insufficienti, ritardando così la decisione finale. Tali richieste vanno oltre la semplice cessione degli slot aeroportuali e "sia Ita, sia Lufthansa su questo non intendono fare troppa resistenza avendo assieme il 67% di quota". Si tratta anche di lasciare alcune rotte internazionali e intercontinentali o ridurne la presenza per favorire la concorrenza. Il pacchetto di rimedi prospettato include anche l'obbligo di stipulare accordi di codeshare con le compagnie che subentrano, nonché di fornire servizi di handling e garantire l'accesso ai programmi fedeltà e alle lounge aeroportuali ai clienti del vettore rivale. Abbandonare alcuni mercati e sostenere i vettori concorrenti sembra una opzione 'sorprendente' ma, come spiega il quotidiano, è parte di un accordo negoziato con la Direzione generale per la Concorrenza dell'Unione europea. Infatti tale compromesso è stato richiesto durante i negoziati tra il ministero dell'Economia italiano e Lufthansa per ottenere l'approvazione alla fusione tra le due compagnie aeree. Questo aspetto, che coinvolge la cessione degli slot e il sostegno finanziario e logistico ai concorrenti, resta uno dei punti più problematici delle trattative. [post_title] => Ita-Lufthansa: le richieste Ue per avallare l'operazione sono un percorso a ostacoli [post_date] => 2024-02-16T12:51:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708087877000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461130 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461145" align="alignleft" width="300"] Il Tusan Beach Resort[/caption] "Il prodotto di punta per la prossima estate è il soggiorno mare nella località di Kusadasi, in Turchia, presso il Tusan Beach Resort, 4 stelle superior". Dimensione Turismo festeggia i propri primi 40 anni di attività con una programmazione rafforzata. Il complesso turco, di recente ristrutturazione, è proposto in particolare con la formula all-inclusive valida in numerosi punti di ristoro interni al resort aperti alla clientela in tutte le fasce della giornata. A questi si aggiungono il parco acquatico e mini-club con animazione internazionale per i più piccoli e varie attività sempre acquatiche gratuite. Partenze garantite da luglio a settembre a prezzi bloccati da Milano e da Venezia con Sun Express, joint venture di Lufthansa e Turkish Airlines. "Il secondo fiore all’occhiello dell’estate Dimensione Turismo è il prodotto Bali e Indonesia, che viene riproposto dopo il grande successo dell’estate 2023 - prosegue la nota del to -: tour di 11 notti con partenze garantite a prezzi bloccati da luglio a settembre con voli Singapore Airlines da Milano Malpensa. Il Sudamerica viene poi celebrato con due proposte estive speciali in Brasile e in Colombia. Il tour Maravilha è un viaggio ricco di emozioni ed esperienze avventurose alla scoperta di Natal e della regione del Rio Grande do Norte. Partenze garantite a prezzi bloccati in luglio e agosto da Venezia, Milano e Bologna con voli Tap. Per la Colombia il to ha invece sviluppato due programmi, che celebrano i luoghi più caratteristici e affascinanti di questa terra. Si spazia dalle tre regine Bogotà, Cartagena e Medellin, fino al tour nella regione cafetera, patrimonio Unesco. Partenze garantite a prezzi bloccati il 20 luglio e il 5 agosto da Milano Malpensa, nonché il 20 agosto da Venezia con voli Air Europa. Oltre alla programmazione estiva con partenze garantite Dimensione Turismo offre anche varie possibilità di viaggio taylor - made: Turchia, Thailandia, Indocina, Brasile, Indonesia, Malesia e Singapore, Sri Lanka, Maldive e Dubai sono le mete di elezione del tour operator. [post_title] => Dimensione Turismo compie 40 anni: una ricca programmazione estiva festeggia la ricorrenza [post_date] => 2024-02-08T13:03:10+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707397390000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460960 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' cominciato alle 4 di questa notte lo sciopero del personale di terra di Lufthansa che durerà 27 ore. Il sindacato del pubblico impiego “Ver.di” ha chiamato all’astensione dal lavoro i dipendenti delle varie compagnie Lufthansa di Francoforte, Monaco, Amburgo, Berlino e Duesseldorf. Insieme a quello di Monaco di Baviera, l’aeroporto di Francoforte sarà il più colpito, prevede il sito del settimanale Der Spiegel. Per precauzione, la compagnia aerea ha cancellato tra l’80 e il 90% dei circa mille voli previsti per oggi e spiegato che ad essere coinvolti sono più di 100.000 passeggeri. "A causa dello sciopero - spiega una nota online del vettore tedesco - prevediamo attualmente che il 7 febbraio sarà possibile portare a termine circa il 10-20% di quanto programmato da Lufthansa Airline. I passeggeri interessati dalla cancellazione del volo a seguito dello sciopero Verdi verranno informati tramite e-mail o tramite l'app Lufthansa. Ci scusiamo per l'inconveniente per i nostri ospiti".  La compagnia chiede inoltre ai passeggeri di presentarsi all'aeroporto "solo se il volo non è stato cancellato. A causa dello sciopero, purtroppo, gli sportelli per la modifica della prenotazione non sono dotati di personale. Si prega di notare le informazioni nella sezione 'Riprenotazione'. Si può modificare gratuitamente la prenotazione del suo volo cancellato a causa dello sciopero su lufthansa.com, nell'app clienti o tramite i centri servizi. Se ha prenotato un volo nazionale tedesco, su lufthansa.com può convertire il suo biglietto in un voucher ferroviario". [post_title] => Lufthansa cancella il 90% dei voli per lo sciopero odierno: coinvolti 100.000 passeggeri [post_date] => 2024-02-07T10:32:38+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707301958000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460693 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' ancora il lungo raggio il primo attore della stagione 2024 di Ita Airways, dopo essere stato determinante nel trainare la buona, anzi sorprendente, performance del vettore nel bilancio 2023. Insieme ad un ulteriore e significativo investimento sulle relazioni con il trade, "player fondamentali" che contribuiscono a raggiungere "il nostro obiettivo di massima soddisfazione del cliente". Emiliana Limosani, cco della compagnia e ceo di Volare, tratteggia l'anno che verrà, in attesa - ancora per qualche tempo - delle decisioni Ue sul via libera al matrimonio con Lufthansa. Che anno sarà? "Un 2024 di ulteriore espansione per tutto il network: opereremo 56 destinazioni, di cui 16 nazionali, 26 internazionali e 14 intercontinentali e apriremo nuovi voli diretti da Roma Fiumicino verso Chicago (aprile 2024) Toronto e Riyad (maggio 2024), Accra e Kuwait City (giugno 2024) e Gedda (agosto 2024). In pratica la capacità della summer cresce del 24% rispetto alla stagione 2023, con un aumento maggiore, +43%, sul segmento intercontinentale (+30% sull’internazionale e +15% sul domestico)". Al momento qual è l'andamento del booking? "L’inflazione ha causato un aumento generalizzato dei prezzi che inevitabilmente ha influito anche sul costo dei biglietti, sia a livello domestico che globale, unito anche al caro carburante e all’incremento della domanda oltre le previsioni Iata. Stiamo comunque registrando un ottimo andamento delle prenotazioni per i prossimi mesi, con tassi di riempimento, nello stesso periodo, superiori allo scorso anno sulla maggior parte delle rotte e in particolare nel picco estivo. Sicuramente il complesso contesto mediorientale ha influito negativamente causando perdite economiche, tuttavia abbiamo appena annunciato il ripristino dei voli verso Tel Aviv dal 1° marzo, un mercato di valenza strategica per Ita e per tutto il Sistema Paese". Forte slancio quindi sulle rotte intercontinentali, Nord America in primis... "Nel 2023 gli Stati Uniti hanno rappresentato per noi il primo mercato internazionale per passeggeri trasportati e anche per membership Volare. Anche per il 2024 il nostro offerto sugli Stati Uniti rappresenta più del 50% del lungo raggio Ita e le aspettative dal mercato sono incoraggianti con crescite robuste rispetto al 2023 con l’Italia che si conferma meta privilegiata ed economicamente vantaggiosa. Quest'estate, proprio sulle rotte transatlantiche, la competizione è ancora più accesa: ci sono nuovi voli dei vettori americani... "La presenza dei competitor è sempre uno stimolo a fare sempre meglio sia in termini di servizio che di crescita dell’offerta. Dalla nostra parte abbiamo l’italianità, che si riflette nel prodotto e nel nostro servizio a bordo, tutti plus riconosciuti dalla clientela americana. Inoltre, l’incremento di capacità della concorrenza va di pari passo con la nostra crescita di network con le nuove aperture Chicago e Toronto, entrambe destinazioni interessanti per i flussi verso l’Italia anche e non solo per la forte presenza di comunità con radici italiane. Infatti, gli Stati Uniti sono per noi il mercato più strategico dopo l'Italia, nonché il paese con il maggior numero di cittadini di origine italiana". L'ampliamento della flotta come proseguirà quest'anno? "Entreranno in servizio oltre 28 nuovi aeromobili: in due anni di attività la flotta è passata da 52 a 83 velivoli, di cui 39 di nuova generazione, che contribuiscono a rendere la compagnia sempre più green ed efficiente. L’obiettivo 2024 è far crescere ulteriormente la nostra flotta fino a 96 aerei, di cui due terzi saranno di nuova generazione". Come evolve il rapporto con il trade? "Il trade è un player fondamentale per raggiungere i nostri risultati attraverso la massima soddisfazione dei clienti. I target di massimizzazione di ricavi e profitti saranno perseguiti, per l’anno 2024, attraverso massimo focus sul riempimento della capacità offerta, in particolare quella high yield anche grazie allo sviluppo della partnership con le agenzie di viaggio. Per questo nel 2024 rafforziamo le consolidate relazioni commerciali sviluppate nel 2022-2023 con i partner strategici della distribuzione globale, del mercato Italia e dei primari mercati internazionali. Stiamo rafforzando la partnership con i leader della distribuzione attraverso accordi strutturali con tmc, network, retailer, olta, tour operator, cruise, incentive house e specialisti focalizzati sul prodotto lungo/medio raggio e su traffico high yield. Nel 2024, con un target di più di 290 accordi worldwide con gruppi agenziali che gestiscono circa 16.000 PoS, il coverage degli agenti con i quali definiremo partnership commerciali salirà a più del 75% del revenue intermediato". Il segmento corporate? "La strettissima collaborazione con i partner agenziali riguarda direttamente il mondo corporate: vogliamo incrementare la penetrazione di Ita Airways nel segmento bt, per cui offriamo una value proposition segmentata in base a livelli e servizi connessi ai singoli brand tariffari, integrata dai benefici offerti da Volare con i suoi programmi dedicati alle grandi aziende e alle pmi iscritte al Volare Business Club". Un'ultima battuta sui risultati 2023. "Siamo molto soddisfatti, i risultati commerciali hanno superato ogni stima e previsione. Abbiamo chiuso l’anno con un breakeven operativo, anticipando di un anno quanto era previsto nel piano industriale e riportando un ebitda positivo di qualche decina di milioni, migliorando di oltre 350 milioni il valore del 2022. I passeggeri trasportati sono stati 15 milioni, +50% sul 2023: il segmento intercontinentale, poi, ha raddoppiato il numero di passeggeri e raggiunto ebit già nel 2023. Il load factor medio è stato del 79%, con il dato all'82% per il traffico intercontinentale, ma la crescita più consistente di prestazione la registriamo sul settore domestico che in confronto al 2022 migliora di 8 p.p. I ricavi totali, a quota 2,4 miliardi (+67%) vedono ancora una volta il segmento lungo raggio a coprire il 50% del totale e raddoppiando gli incassi registrati nell’anno precedente". [post_title] => Ita Airways: "Lungo raggio, trade e traffico high yield i punti fermi 2024" [post_date] => 2024-02-05T09:30:13+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707125413000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460708 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “Stiamo attentamente seguendo quanto farà il Lufthansa, in quanto non intendiamo, dopo anni di battaglia per gli interessi della categoria e dell’esito vittorioso in sede giudiziaria, abbassare la guardia  fino a quando gli agenti di viaggio non avranno ricevuto le somme di loro spettanza”. È quanto afferma Giuseppe Ciminnisi, presidente di Fiavet-Confcommercio dopo aver scritto alla compagnia e agli associati, a seguito della pubblicazione della sentenza. Gli associati Fiavet-Confcommercio  hanno  quindi inviato una formale diffida e messa in mora per ottenere il rimborso della maggiore commissione non ricevuta, dando termine 15 giorni per il rimborso.  Come noto la Cassazione, con pronuncia del 16 Gennaio scorso, ha posto fine alla vicenda, che vedeva contrapposte la compagnia tedesca e Fiavet-Confcommercio, avviata per far riconoscere l’illegittimità della riduzione da 1% ad 0,1% della commissione dovuta agli agenti di viaggio, che Lufthansa  aveva comunicato con decorrenza 1° gennaio 2016. Commissione all'1% La pronuncia ha riconosciuto la nullità della clausola del mandato Iata per le agenzie di viaggi che senza limiti consente al vettore in forma unilaterale di ridurre la commissione, sostanzialmente azzerandola. L’effetto pratico è il ripristino della commissione all’1%, con obbligo della compagnia ora di restituire la differenza (0,9%) a tutte le agenzie di viaggio che hanno venduto biglietti Lufthansa. “Ho ricevuto nei giorni scorsi i complimenti da parte dei presidenti delle altre associazioni di categoria e di molti altri agenti di viaggio ed operatori del turismo - afferma Giuseppe Ciminnisi -  siamo ovviamente contenti, ma non saremo soddisfatti finché non avremo quanto dovuto”. “Abbiamo ricevuto da altre associazioni la richiesta di portare avanti una iniziativa congiunta, ma Lufthansa, alla quale abbiamo scritto subito dopo la pubblicazione della pronuncia della Cassazione, non vuole trattare con associazioni di categoria, preferendo interloquire con ogni agenzia di viaggio singolarmente”. “Rassicuriamo tutti – conclude il presidente - che vigileremo affinché gli effetti di questa sentenza siano integralmente rispettati e stiamo predisponendo iniziative di supporto per i nostro associati al fine di  avviare eventuali azioni di recupero in sede giudiziaria, ove il Lufthansa non rimborsasse e ripristinasse in BSP la commissione all’1%”. [post_title] => Ciminnisi: “Vigileremo che Lufthansa faccia i giusti rimborsi agli adv" [post_date] => 2024-02-02T13:56:16+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706882176000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460561 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => KM Malta Airlines ha siglato un accordo di codeshare con Lufthansa Group, che sarà operativo dal prossimo 31 marzo. L'intesa consentirà ai passeggeri delle rispettive compagnie aeree di prenotare un unico biglietto per più voli che coinvolgono il vettore maltese, Lufthansa, Austrian Airlines, Bruxelles Airlines e Swiss.  In pratica i passeggeri delle compagnie aeree possono godere di un’esperienza di viaggio più agevole, effettuando il check-in all’aeroporto di partenza e ritirando il bagaglio registrato a destinazione. L'accordo porterà KM Malta Airlines ad espandere la propria portata su 35 nuove destinazioni in tutta Europa attraverso i servizi operati dai vettori del gruppo Lh,  oltre che alle loro operazioni sui voli diretti Malta – Francoforte, Monaco e Zurigo. Per contro, le compagnie del gruppo tedesco di inserire i propri codici sui voli del vettore maltese tra Malta e Monaco, Vienna, Bruxelles e Zurigo, consentendo al tempo stesso la connettività dalla loro vasta rete globale da e per Malta. «Questo accordo di code sharing amplia significativamente la nostra portata in Europa - spiega KM Malta in una nota -. Il Gruppo Lufthansa detiene una posizione importante nel settore dell'aviazione globale e questa collaborazione è pronta a rafforzare la nostra presenza nel mercato europeo». Nell'estate 2024 KM Malta servirà 17 aeroporti in 15 principali città europee: Amsterdam, Berlino, Bruxelles, Catania, Dusseldorf, Londra Gatwick, Londra Heathrow, Lione, Madrid, Milano, Monaco di Baviera, Parigi Charles de Gaulle, Parigi Orly, Praga, Roma, Vienna e Zurigo. [post_title] => KM Malta: accordo di codeshare con Lufthansa Group attivo dal 31 marzo [post_date] => 2024-02-01T09:49:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706780949000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "ciminnisi lufthansa" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":20,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":336,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461924","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Potrebbe essere Gianluigi Aponte a mettere le mani sul Bauer di Venezia. Nonostante la proprietà abbia recentemente smentito l'intenzione di vendere la struttura, alcune indiscrezioni raccolte da La Repubblica vedrebbero il patron del gruppo Msc in prima fila per l'acquisizione dello storico albergo sulla Laguna: l'hotel acquisito nel 2020 da Signa, il gruppo austriaco di proprietà del miliardario René Benko, protagonista di quello che è già stato definito il più grande default della storia europea recente.\r\n\r\nLa mossa di Aponte sarebbe finalizzata ad accrescere ulteriormente la presenza della propria compagnia all'interno dell'industria turistica italiana. D'altronde i capitali non mancano a Msc che, con i prezzi dei noli saliti di circa il 70% dallo scoppio della crisi di Suez, continua a macinare profitti. Entro marzo, si attende in particolare il via libera di Bruxelles all'acquisizione definitiva di Italo, con il gruppo italo-svizzero che sarebbe già al lavoro per potenziare il numero di treni in circolazione di una trentina di unità. E poi c'è la vicenda Ita, che pare non ancora chiusa. Con Aponte che rimane alla finestra in attesa di capire le decisioni dell'Antitrust Ue sulle condizioni che imporrà a Lufthansa per l'acquisto della compagnia italiana.","post_title":"Aponte, Msc, mette gli occhi sul Bauer di Venezia?","post_date":"2024-02-20T12:00:07+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708430407000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461919","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il gruppo Lufthansa investe sull’aeroporto di Ancona raddoppiando le frequenze giornaliere per Monaco di Baviera, a partire dal prossimo 31 marzo. Non solo, i collegamenti operati da Air Dolomiti saranno effettuati con aeromobili Embraer 195 da 122 posti (rispetto ai precedenti 90).\r\n\r\n«Grande soddisfazione per questa decisione del gruppo Lufthansa che non solo raddoppia le frequenze e aumenta l’offerta posti, ma introdurrà il night stop dell’aereo su Ancona - ha sottolineato Alexander D’Orsogna, amministratore delegato di Ancona International Airport -. La portata di questa novità è immensa in quanto ciò permetterà all’utenza dell’aeroporto di raggiungere qualsiasi destinazione al mondo grazie alle prosecuzioni da Monaco. A titolo esemplificativo si può partire da Ancona alle 06:05 ed essere a New York alle 12:45».","post_title":"Air Dolomiti raddoppia i voli sulla Ancona-Monaco di Baviera, dal 31 marzo","post_date":"2024-02-20T11:42:42+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708429362000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461761","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo sciopero domani, 20 febbraio, per il personale di terra di Lufthansa: il sindacato tedesco Ver.di ha infatti indetto una mobilitazione che coinvolgerà sette aeroporti del Paese e precisamente quelli di Francoforte e Monaco, i due hub principali della compagnia aerea, insieme a Berlino, Duesseldorf, Amburgo, Colonia-Bonn e Stoccarda.\r\n\r\nLo sciopero si svolgerà dalle 4:00 di martedì alle 7:10 di mercoledì. Lo scorso 7 febbraio un altro sciopero di 27 ore in cinque degli stessi aeroporti aveva indotto Lufthansa a cancellare centinaia di voli.\r\n\r\nQuesta volta, secondo le stime, le cancellazioni riguarderanno tra l'80% e il 90% dei voli programmati da Lufthansa.\r\n\r\nTra le richieste del sindacato ci sono aumenti salariali del 12,5%, o almeno 500 euro in più al mese, nelle trattative per circa 25.000 dipendenti, compreso il personale addetto al check-in, alla movimentazione delle aeromobili, alla manutenzione e al trasporto merci. ","post_title":"Lufthansa: sciopero del personale di terra domani, 20 febbraio, in sette aeroporti tedeschi","post_date":"2024-02-19T09:29:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708334967000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461696","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Veri e propri sacrifici - complessi non solo da soddisfare ma addirittura da spiegare - come la richiesta che coinvolge United Airlines, alleata commerciale di Lufthansa, affinché ceda parte della propria quota di mercato sulle rotte Europa-Stati Uniti.\r\n\r\nSono quelli richiesti dall’Antitrust dell’Unione europea - come anticipato da Il Corriere della Sera - che non smette di mettere in fila rimedi prima di avallare l’operazione che ormai da quasi un anno ha visto il gruppo tedesco firmare l’accordo con il Tesoro per l’ingresso nel capitale di Ita Airways con il 41% delle quote, per poi salire gradualmente fino al controllo totale. L’Ue continua a chiedere garanzie  per evitare possibili effetti negativi sulla concorrenza. Nonostante Lufthansa abbia presentato proposte per affrontare tali preoccupazioni, l'Antitrust dell'Ue le ha ritenute insufficienti, ritardando così la decisione finale.\r\n\r\nTali richieste vanno oltre la semplice cessione degli slot aeroportuali e \"sia Ita, sia Lufthansa su questo non intendono fare troppa resistenza avendo assieme il 67% di quota\". Si tratta anche di lasciare alcune rotte internazionali e intercontinentali o ridurne la presenza per favorire la concorrenza. Il pacchetto di rimedi prospettato include anche l'obbligo di stipulare accordi di codeshare con le compagnie che subentrano, nonché di fornire servizi di handling e garantire l'accesso ai programmi fedeltà e alle lounge aeroportuali ai clienti del vettore rivale.\r\n\r\nAbbandonare alcuni mercati e sostenere i vettori concorrenti sembra una opzione 'sorprendente' ma, come spiega il quotidiano, è parte di un accordo negoziato con la Direzione generale per la Concorrenza dell'Unione europea. Infatti tale compromesso è stato richiesto durante i negoziati tra il ministero dell'Economia italiano e Lufthansa per ottenere l'approvazione alla fusione tra le due compagnie aeree. Questo aspetto, che coinvolge la cessione degli slot e il sostegno finanziario e logistico ai concorrenti, resta uno dei punti più problematici delle trattative.","post_title":"Ita-Lufthansa: le richieste Ue per avallare l'operazione sono un percorso a ostacoli","post_date":"2024-02-16T12:51:17+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708087877000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461130","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461145\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il Tusan Beach Resort[/caption]\r\n\r\n\"Il prodotto di punta per la prossima estate è il soggiorno mare nella località di Kusadasi, in Turchia, presso il Tusan Beach Resort, 4 stelle superior\". Dimensione Turismo festeggia i propri primi 40 anni di attività con una programmazione rafforzata. Il complesso turco, di recente ristrutturazione, è proposto in particolare con la formula all-inclusive valida in numerosi punti di ristoro interni al resort aperti alla clientela in tutte le fasce della giornata. A questi si aggiungono il parco acquatico e mini-club con animazione internazionale per i più piccoli e varie attività sempre acquatiche gratuite. Partenze garantite da luglio a settembre a prezzi bloccati da Milano e da Venezia con Sun Express, joint venture di Lufthansa e Turkish Airlines.\r\n\r\n\"Il secondo fiore all’occhiello dell’estate Dimensione Turismo è il prodotto Bali e Indonesia, che viene riproposto dopo il grande successo dell’estate 2023 - prosegue la nota del to -: tour di 11 notti con partenze garantite a prezzi bloccati da luglio a settembre con voli Singapore Airlines da Milano Malpensa. Il Sudamerica viene poi celebrato con due proposte estive speciali in Brasile e in Colombia. Il tour Maravilha è un viaggio ricco di emozioni ed esperienze avventurose alla scoperta di Natal e della regione del Rio Grande do Norte. Partenze garantite a prezzi bloccati in luglio e agosto da Venezia, Milano e Bologna con voli Tap. Per la Colombia il to ha invece sviluppato due programmi, che celebrano i luoghi più caratteristici e affascinanti di questa terra. Si spazia dalle tre regine Bogotà, Cartagena e Medellin, fino al tour nella regione cafetera, patrimonio Unesco. Partenze garantite a prezzi bloccati il 20 luglio e il 5 agosto da Milano Malpensa, nonché il 20 agosto da Venezia con voli Air Europa. Oltre alla programmazione estiva con partenze garantite Dimensione Turismo offre anche varie possibilità di viaggio taylor - made: Turchia, Thailandia, Indocina, Brasile, Indonesia, Malesia e Singapore, Sri Lanka, Maldive e Dubai sono le mete di elezione del tour operator.","post_title":"Dimensione Turismo compie 40 anni: una ricca programmazione estiva festeggia la ricorrenza","post_date":"2024-02-08T13:03:10+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707397390000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460960","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' cominciato alle 4 di questa notte lo sciopero del personale di terra di Lufthansa che durerà 27 ore. Il sindacato del pubblico impiego “Ver.di” ha chiamato all’astensione dal lavoro i dipendenti delle varie compagnie Lufthansa di Francoforte, Monaco, Amburgo, Berlino e Duesseldorf.\r\nInsieme a quello di Monaco di Baviera, l’aeroporto di Francoforte sarà il più colpito, prevede il sito del settimanale Der Spiegel. Per precauzione, la compagnia aerea ha cancellato tra l’80 e il 90% dei circa mille voli previsti per oggi e spiegato che ad essere coinvolti sono più di 100.000 passeggeri.\r\n\"A causa dello sciopero - spiega una nota online del vettore tedesco - prevediamo attualmente che il 7 febbraio sarà possibile portare a termine circa il 10-20% di quanto programmato da Lufthansa Airline. I passeggeri interessati dalla cancellazione del volo a seguito dello sciopero Verdi verranno informati tramite e-mail o tramite l'app Lufthansa. Ci scusiamo per l'inconveniente per i nostri ospiti\". \r\n\r\nLa compagnia chiede inoltre ai passeggeri di presentarsi all'aeroporto \"solo se il volo non è stato cancellato. A causa dello sciopero, purtroppo, gli sportelli per la modifica della prenotazione non sono dotati di personale. Si prega di notare le informazioni nella sezione 'Riprenotazione'. Si può modificare gratuitamente la prenotazione del suo volo cancellato a causa dello sciopero su lufthansa.com, nell'app clienti o tramite i centri servizi. Se ha prenotato un volo nazionale tedesco, su lufthansa.com può convertire il suo biglietto in un voucher ferroviario\".","post_title":"Lufthansa cancella il 90% dei voli per lo sciopero odierno: coinvolti 100.000 passeggeri","post_date":"2024-02-07T10:32:38+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1707301958000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460693","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' ancora il lungo raggio il primo attore della stagione 2024 di Ita Airways, dopo essere stato determinante nel trainare la buona, anzi sorprendente, performance del vettore nel bilancio 2023. Insieme ad un ulteriore e significativo investimento sulle relazioni con il trade, \"player fondamentali\" che contribuiscono a raggiungere \"il nostro obiettivo di massima soddisfazione del cliente\".\r\n\r\nEmiliana Limosani, cco della compagnia e ceo di Volare, tratteggia l'anno che verrà, in attesa - ancora per qualche tempo - delle decisioni Ue sul via libera al matrimonio con Lufthansa.\r\n\r\nChe anno sarà?\r\n\r\n\"Un 2024 di ulteriore espansione per tutto il network: opereremo 56 destinazioni, di cui 16 nazionali, 26 internazionali e 14 intercontinentali e apriremo nuovi voli diretti da Roma Fiumicino verso Chicago (aprile 2024) Toronto e Riyad (maggio 2024), Accra e Kuwait City (giugno 2024) e Gedda (agosto 2024). In pratica la capacità della summer cresce del 24% rispetto alla stagione 2023, con un aumento maggiore, +43%, sul segmento intercontinentale (+30% sull’internazionale e +15% sul domestico)\".\r\n\r\nAl momento qual è l'andamento del booking?\r\n\r\n\"L’inflazione ha causato un aumento generalizzato dei prezzi che inevitabilmente ha influito anche sul costo dei biglietti, sia a livello domestico che globale, unito anche al caro carburante e all’incremento della domanda oltre le previsioni Iata. Stiamo comunque registrando un ottimo andamento delle prenotazioni per i prossimi mesi, con tassi di riempimento, nello stesso periodo, superiori allo scorso anno sulla maggior parte delle rotte e in particolare nel picco estivo. Sicuramente il complesso contesto mediorientale ha influito negativamente causando perdite economiche, tuttavia abbiamo appena annunciato il ripristino dei voli verso Tel Aviv dal 1° marzo, un mercato di valenza strategica per Ita e per tutto il Sistema Paese\".\r\n\r\nForte slancio quindi sulle rotte intercontinentali, Nord America in primis...\r\n\r\n\"Nel 2023 gli Stati Uniti hanno rappresentato per noi il primo mercato internazionale per passeggeri trasportati e anche per membership Volare. Anche per il 2024 il nostro offerto sugli Stati Uniti rappresenta più del 50% del lungo raggio Ita e le aspettative dal mercato sono incoraggianti con crescite robuste rispetto al 2023 con l’Italia che si conferma meta privilegiata ed economicamente vantaggiosa.\r\n\r\nQuest'estate, proprio sulle rotte transatlantiche, la competizione è ancora più accesa: ci sono nuovi voli dei vettori americani...\r\n\r\n\"La presenza dei competitor è sempre uno stimolo a fare sempre meglio sia in termini di servizio che di crescita dell’offerta. Dalla nostra parte abbiamo l’italianità, che si riflette nel prodotto e nel nostro servizio a bordo, tutti plus riconosciuti dalla clientela americana. Inoltre, l’incremento di capacità della concorrenza va di pari passo con la nostra crescita di network con le nuove aperture Chicago e Toronto, entrambe destinazioni interessanti per i flussi verso l’Italia anche e non solo per la forte presenza di comunità con radici italiane. Infatti, gli Stati Uniti sono per noi il mercato più strategico dopo l'Italia, nonché il paese con il maggior numero di cittadini di origine italiana\".\r\n\r\nL'ampliamento della flotta come proseguirà quest'anno?\r\n\r\n\"Entreranno in servizio oltre 28 nuovi aeromobili: in due anni di attività la flotta è passata da 52 a 83 velivoli, di cui 39 di nuova generazione, che contribuiscono a rendere la compagnia sempre più green ed efficiente. L’obiettivo 2024 è far crescere ulteriormente la nostra flotta fino a 96 aerei, di cui due terzi saranno di nuova generazione\".\r\n\r\nCome evolve il rapporto con il trade?\r\n\r\n\"Il trade è un player fondamentale per raggiungere i nostri risultati attraverso la massima soddisfazione dei clienti. I target di massimizzazione di ricavi e profitti saranno perseguiti, per l’anno 2024, attraverso massimo focus sul riempimento della capacità offerta, in particolare quella high yield anche grazie allo sviluppo della partnership con le agenzie di viaggio. Per questo nel 2024 rafforziamo le consolidate relazioni commerciali sviluppate nel 2022-2023 con i partner strategici della distribuzione globale, del mercato Italia e dei primari mercati internazionali. Stiamo rafforzando la partnership con i leader della distribuzione attraverso accordi strutturali con tmc, network, retailer, olta, tour operator, cruise, incentive house e specialisti focalizzati sul prodotto lungo/medio raggio e su traffico high yield. Nel 2024, con un target di più di 290 accordi worldwide con gruppi agenziali che gestiscono circa 16.000 PoS, il coverage degli agenti con i quali definiremo partnership commerciali salirà a più del 75% del revenue intermediato\".\r\n\r\nIl segmento corporate?\r\n\r\n\"La strettissima collaborazione con i partner agenziali riguarda direttamente il mondo corporate: vogliamo incrementare la penetrazione di Ita Airways nel segmento bt, per cui offriamo una value proposition segmentata in base a livelli e servizi connessi ai singoli brand tariffari, integrata dai benefici offerti da Volare con i suoi programmi dedicati alle grandi aziende e alle pmi iscritte al Volare Business Club\".\r\n\r\nUn'ultima battuta sui risultati 2023.\r\n\r\n\"Siamo molto soddisfatti, i risultati commerciali hanno superato ogni stima e previsione. Abbiamo chiuso l’anno con un breakeven operativo, anticipando di un anno quanto era previsto nel piano industriale e riportando un ebitda positivo di qualche decina di milioni, migliorando di oltre 350 milioni il valore del 2022. I passeggeri trasportati sono stati 15 milioni, +50% sul 2023: il segmento intercontinentale, poi, ha raddoppiato il numero di passeggeri e raggiunto ebit già nel 2023. Il load factor medio è stato del 79%, con il dato all'82% per il traffico intercontinentale, ma la crescita più consistente di prestazione la registriamo sul settore domestico che in confronto al 2022 migliora di 8 p.p. I ricavi totali, a quota 2,4 miliardi (+67%) vedono ancora una volta il segmento lungo raggio a coprire il 50% del totale e raddoppiando gli incassi registrati nell’anno precedente\".","post_title":"Ita Airways: \"Lungo raggio, trade e traffico high yield i punti fermi 2024\"","post_date":"2024-02-05T09:30:13+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1707125413000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460708","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"“Stiamo attentamente seguendo quanto farà il Lufthansa, in quanto non intendiamo, dopo anni di battaglia per gli interessi della categoria e dell’esito vittorioso in sede giudiziaria, abbassare la guardia  fino a quando gli agenti di viaggio non avranno ricevuto le somme di loro spettanza”. È quanto afferma Giuseppe Ciminnisi, presidente di Fiavet-Confcommercio dopo aver scritto alla compagnia e agli associati, a seguito della pubblicazione della sentenza.\r\n\r\nGli associati Fiavet-Confcommercio  hanno  quindi inviato una formale diffida e messa in mora per ottenere il rimborso della maggiore commissione non ricevuta, dando termine 15 giorni per il rimborso. \r\n\r\nCome noto la Cassazione, con pronuncia del 16 Gennaio scorso, ha posto fine alla vicenda, che vedeva contrapposte la compagnia tedesca e Fiavet-Confcommercio, avviata per far riconoscere l’illegittimità della riduzione da 1% ad 0,1% della commissione dovuta agli agenti di viaggio, che Lufthansa  aveva comunicato con decorrenza 1° gennaio 2016.\r\nCommissione all'1%\r\nLa pronuncia ha riconosciuto la nullità della clausola del mandato Iata per le agenzie di viaggi che senza limiti consente al vettore in forma unilaterale di ridurre la commissione, sostanzialmente azzerandola. L’effetto pratico è il ripristino della commissione all’1%, con obbligo della compagnia ora di restituire la differenza (0,9%) a tutte le agenzie di viaggio che hanno venduto biglietti Lufthansa.\r\n\r\n“Ho ricevuto nei giorni scorsi i complimenti da parte dei presidenti delle altre associazioni di categoria e di molti altri agenti di viaggio ed operatori del turismo - afferma Giuseppe Ciminnisi -  siamo ovviamente contenti, ma non saremo soddisfatti finché non avremo quanto dovuto”. “Abbiamo ricevuto da altre associazioni la richiesta di portare avanti una iniziativa congiunta, ma Lufthansa, alla quale abbiamo scritto subito dopo la pubblicazione della pronuncia della Cassazione, non vuole trattare con associazioni di categoria, preferendo interloquire con ogni agenzia di viaggio singolarmente”.\r\n\r\n“Rassicuriamo tutti – conclude il presidente - che vigileremo affinché gli effetti di questa sentenza siano integralmente rispettati e stiamo predisponendo iniziative di supporto per i nostro associati al fine di  avviare eventuali azioni di recupero in sede giudiziaria, ove il Lufthansa non rimborsasse e ripristinasse in BSP la commissione all’1%”.","post_title":"Ciminnisi: “Vigileremo che Lufthansa faccia i giusti rimborsi agli adv\"","post_date":"2024-02-02T13:56:16+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1706882176000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460561","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"KM Malta Airlines ha siglato un accordo di codeshare con Lufthansa Group, che sarà operativo dal prossimo 31 marzo. L'intesa consentirà ai passeggeri delle rispettive compagnie aeree di prenotare un unico biglietto per più voli che coinvolgono il vettore maltese, Lufthansa, Austrian Airlines, Bruxelles Airlines e Swiss. \r\n\r\nIn pratica i passeggeri delle compagnie aeree possono godere di un’esperienza di viaggio più agevole, effettuando il check-in all’aeroporto di partenza e ritirando il bagaglio registrato a destinazione.\r\n\r\nL'accordo porterà KM Malta Airlines ad espandere la propria portata su 35 nuove destinazioni in tutta Europa attraverso i servizi operati dai vettori del gruppo Lh,  oltre che alle loro operazioni sui voli diretti Malta – Francoforte, Monaco e Zurigo. Per contro, le compagnie del gruppo tedesco di inserire i propri codici sui voli del vettore maltese tra Malta e Monaco, Vienna, Bruxelles e Zurigo, consentendo al tempo stesso la connettività dalla loro vasta rete globale da e per Malta.\r\n\r\n«Questo accordo di code sharing amplia significativamente la nostra portata in Europa - spiega KM Malta in una nota -. Il Gruppo Lufthansa detiene una posizione importante nel settore dell'aviazione globale e questa collaborazione è pronta a rafforzare la nostra presenza nel mercato europeo».\r\n\r\nNell'estate 2024 KM Malta servirà 17 aeroporti in 15 principali città europee: Amsterdam, Berlino, Bruxelles, Catania, Dusseldorf, Londra Gatwick, Londra Heathrow, Lione, Madrid, Milano, Monaco di Baviera, Parigi Charles de Gaulle, Parigi Orly, Praga, Roma, Vienna e Zurigo.","post_title":"KM Malta: accordo di codeshare con Lufthansa Group attivo dal 31 marzo","post_date":"2024-02-01T09:49:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706780949000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti