13 May 2021

Direttore tecnico regione Lombardia

Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da: Raoul
Telefono: 333 2845394
Email:
Provincia: • 
Comune:

Settore: • 
Mansione: • 


Testo dell'annuncio

Direttore tecnico iscritto all’albo della regione Lombardia, disponibile per copertura titolo e consulenze.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353774 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Visit Brescia invita turisti ed appassionati di musica ad accomodarsi in platea e prendere appunti su una stagione infinita che mescola manifestazioni, concerti, festival. Sabato 8 giugno 2019, dall’alba alla mezzanotte, oltre 50 luoghi della città di Brescia offriranno un palcoscenico d’eccezione all’ottava edizione della Festa dell’Opera, progetto della Fondazione del Teatro Grande di Brescia, per la prima volta programmato alle porte dell’estate.  Tra giugno e luglio, il Teatro Grande di Brescia apre nuovamente il proprio sipario alla città, proponendo un vero e proprio Grand Tour alla scoperta delle storie, delle curiosità, degli aneddoti e dei nascondigli di un luogo sacro per lo spettacolo. A proposito di teatri, vale la pena allontanarsi per qualche ora da Brescia alla volta di Montichiari per accomodarsi in uno dei 300 posti del delizioso Teatro Bonoris. Costruito nel 1773, ma inaugurato solo nell’ottobre del 1890 con una rappresentazione de “Il Trovatore”, la struttura è un gioiello dell’acustica. Ospita importanti spettacoli di opera, di operetta, di prosa e anche i famosi concerti speciali di Santa Lucia e di Natale. La conca marmorea sotto le stelle nella splendida cornice del Vittoriale degli Italiani, che Gabriele d’Annunzio aveva immaginato per ospitare i propri spettacoli, vide la luce solo dopo la morte del Vate e venne inaugurata con un concerto dell’Orchestra del Teatro alla Scala diretta da Carlo Maria Giulini l’8 agosto del 1953. Brescia, Museo degli Strumenti musicali e della Liuteria bresciana: è solo grazie all’ostinata passione di Virginio Cattaneo per la musica e per ciò che la produce che questo piccolo museo privato ha lentamente preso corpo nel cuore di Brescia.   [post_title] => Visit Brescia, eventi musicali per scoprire il territorio [post_date] => 2019-05-31T09:05:49+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559293549000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353248 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Odessa è una delle mete turistiche più apprezzate in tutta l’Europa orientale e il motivo è molto semplice: la città, famosa per il clima soleggiato e le sue spiagge sabbiose che si estendono per chilometri, regala paesaggi mozzafiato con le sue numerose insenature naturali che ne fanno un luogo ideale per la villeggiatura. Ricchissima di arte e tradizioni, con i suoi lunghi viali alberati e intimi cortili, offre numerosi centri termali, alberghi lussuosi in riva al mare e rinomati ristoranti locali. Conosciuta come “la Perla del Mar Nero”, Odessa è una città cosmopolita la cui storia è fortemente legata all’Italia fin dalle sue origini: oltre a essere stata fondata nel 1794 dall’ufficiale napoletano Giuseppe de Ribas, l’intera architettura della città ucraina rappresenta un omaggio al neoclassico italiano. Nel 1834 fu proprio un architetto italiano, Francesco Carlo Boffo, a dar vita al simbolo della città: la monumentale Scalinata Potëmkin, una delle più celebri scalinate di sempre, lunga ben duecento gradini, porta di ingresso di Odessa per chi arriva dal mare. Tra le tante attrazioni in città da non perdere il magnifico Teatro dell’Opera e del Balletto che conserva il suo autentico splendore barocco, e il Museo d’Arte Occidentale e Orientale, qui è conservata una delle più belle e sorprendenti collezioni di arte straniera in Ucraina, al suo interno vi è dedicata anche una sezione all’arte italiana e vi sono esposte opere del Guercino e del Canaletto. La variegata storia di Odessa ha creato una fusione culinaria unica, in cui i cibi ebraici si mescolano alle tradizioni culinarie ucraine. Il Mercato Pryvoz è il luogo ideale per assaporare le numerose prelibatezze locali. La città vanta numerosi ristoranti rinomati che la rendono un’ottima destinazione per il turismo gastronomico. Qui troverete numerosi ristoranti raffinati, tra cui il Terrace- Sea View, ristorante con una vista mare mozzafiato, ideale per una cena di lusso. Tra le spiagge più amate dai turisti vi sono Arkadia e Lanzheron, qui si trovano anche i locali più rinomati della città e gli alberghi di lusso, come ad esempio il Frederic Koklen, uno degli hotel più antichi di Odessa, costruito nel 1852 da una delle famiglie più illustri della città: i Koklens. Durante i suoi 165 anni di storia, il Frederic Koklen ha visto molti famosi musicisti, architetti e scrittori passare attraverso le sue porte. [post_title] => Odessa: spiagge, musei ed eventi per vivere la città cosmopolita [post_date] => 2019-05-27T09:45:11+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558950311000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352468 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La collezione di hotel indipendenti di Marriott International, Autograph Collection Hotels ha annunciato un nuovo ingresso nel suo portfolio dinamico e variegato comprensivo di 170 hotel in tutto il mondo. Si tratta di The Shelbourne, indirizzo iconico della città di Dublino dal 1824. L’hotel di 265 camere, tra cui 19 suite, si affaccia sul parco di St. Stephen’s Green e si trova a pochi passi dalle attrazioni più celebri di Dublino come il Trinity College, il palazzo dell’Assemblea d'Irlanda e la National Gallery. Il designer Guy Oliver dello studio Oliver Laws ha curato il restyling dell’hotel, soprannominato Grand Dame di Dublino, che presenta eleganti spazi interni dal fascino senza tempo. «The Shelbourne - spiega JP Kavanagh, General Manager di The Shelbourne-  ha giocato un ruolo chiave nella società irlandese per quasi due secoli. Lo spirito indipendente di Autograph Collection Hotels si sposa perfettamente con questo nuovo capitolo della nostra storia, celebrando la personalità unica di questo landmark dublinese e la sua storia impareggiabile». Sono disponibili dieci sale riunioni storiche, distribuite su quasi 1000 metri quadri, molte delle quali vantano un carattere e uno stile unici. Gli spazi possono accogliere diverse tipologie di eventi, da intime cene private fino a importanti conferenze. L’hotel ospita inoltre una Spa privata con un’ampia offerta di trattamenti di bellezza e una sfarzosa sala relax, un centro benessere di ultima generazione con piscina e corsi di fitness, un salone di bellezza e un barbiere. A questo si aggiungono i servizi personalizzati offerti dal fiorista dell’hotel e dal Genealogy Butler, due ulteriori opportunità per godersi il soggiorno al The Shelbourne. Con il suo ingresso in Autograph Collection Hotels, The Shelbourne lancerà l’iniziativa Independent Spirit, un omaggio al Whiskey Irlandese che celebra la rinascita del distillato nel 1824, anno in cui The Shelbourne aprì le sue porte ai primi ospiti. Saranno proposte diverse esperienze personalizzate, tra cui una selezione di whiskey al carrello per il dopo cena presso The Saddle Room Restaurant e i “Whiskey Sommelier” presso The Horseshoe Bar. [post_title] => Autograph Collection Hotels, debutto per The Shelbourne di Dublino [post_date] => 2019-05-20T09:09:48+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558343388000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352268 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I risultati conseguiti da Club Med nel 2018 sono stati molto incoraggianti, con la maggiore crescita del volume d'affari negli ultimi sei anni (+ 8% rispetto al 2017). L'incremento ha interessato tutte le aree geografiche. Anche il numero dei clienti è aumentato in modo significativo (+6,6%) e il margine operativo lordo ricorrente ha raggiunto quota 126,4 milioni di euro, con un incremento del 13%. Alla luce di questi dati, Club Med prevede un aumento costante anche nel 2019. «Con una crescita in tutti i principali mercati, compresa l’Italia - dichiara Henri Giscard d’Estaing, presidente Club Med -  un numero maggiore di clienti e un ulteriore miglioramento sul fronte della redditività, Club Med ha conseguito dei risultati molto incoraggianti nel 2018, a conferma del trend positivo dell’anno precedente, e prevede di continuare a crescere anche nel 2019. Grazie al supporto del nostro azionista Fosun e ai tre pilastri della strategia - ossia upscaling, global e happy digital», Club Med è oggi in grado di soddisfare appieno le esigenze delle famiglie, specialmente quelle 3G (nuclei familiari composti da tre generazioni), nonché dei millennial e delle coppie. Con ben 1,44 milioni clienti nel 2018, Club Med ha quindi conseguito un altro rilevante aumento (+6,6%). Dato significativo, è la crescita più veloce dei clienti italiani con un aumento sull'anno precedente del 9%. In Cina, il secondo mercato dopo la Francia, il numero di clienti ha raggiunto le 243 mila unità, ossia il 22% in più rispetto al 2017.       [post_title] => Club Med conferma il trend di crescita. Cina secondo mercato [post_date] => 2019-05-16T15:33:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558020812000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352190 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Airbus ha consegnato primo A330neo del continente americano ad Azul Linhas Aéreas, nell’ambito di un contratto di leasing da Avolon. Azul diventa così il primo vettore delle Americhe a operare un A330neo-900. L’A330neo sarà utilizzato dal vettore per espandere la propria rete di collegamenti internazionali tra il Brasile, l'Europa e gli Stati Uniti. Con una configurazione in tre classi, che conta 34 poltrone in business, 96 in Economy Xtra e 168 in Economy, l’A330neo offre ai passeggeri livelli di comfort elevati unitamente a un’esperienza di volo moderna e avanzata, mentre il vettore può beneficiare di una redditività ineguagliabile. Fondata nel 2008, Azul è un vettore brasiliano che serve 108 destinazioni in Sud America, Stati Uniti e Portogallo.  Airbus ha venduto 1.200 aeromobili, ha un portafoglio ordini di quasi 600 aeromobili e circa 700 sono in attività in America Latina e nei Caraibi, rappresentando una quota di mercato del 56% della flotta in servizio. Dal 1994, Airbus ha totalizzato quasi il 70% degli ordini netti nella regione. [post_title] => Azul è la prima compagnia delle Americhe ad operare con un A330neo [post_date] => 2019-05-16T11:27:54+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558006074000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351603 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Rinascimento Fiammingo non è solo da ammirare con gli occhi, ma anche da ascoltare: da maggio ad agosto Bruges, Lovanio e Anversa risuoneranno con tre festival di musica polifonica. Un ricco programma, che spazia dall’esecuzione di opere classiche a moderni arrangiamenti, permetterà ai cultori e ai semplici appassionati di questo genere musicale di godere, spesso in location estremamente suggestive. Si comincia a Lovanio con Voices of Passion, il festival di musica polifonica che si svolge dal 9 al 12 maggio nell’elegante cornice della chiesa barocca di Park Abbey: pietre miliari del genere verranno riviste e reinterpretate attraverso un ricco programma che include, tra gli altri, l’esecuzione di opere di Johannes Tourout, uno dei principali compositori del tardo XV secolo, e di Claudio Monteverdi con i suoi Madrigalii. L’abbazia ha ritrovato tutto il suo splendore originario grazie a un lungo restauro terminato nel 2017 con l’inaugurazione del nuovo museo PARCUM. Dal 2 all’11 agosto Bruges ospiterà MAfestival, uno dei più importanti festival di musica antica che omaggia la tradizione attraverso una visione innovativa e moderna, valorizzando in particolar modo i giovani artisti. Il festival si svolgerà all’interno del Concertgebouw: inaugurato nel 2000 alla presenza del re e della regina del Belgio, l'imponente sala da concerti, opera degli architetti Paul Robbrecht e Hilde Daem, prende ispirazione dalle torri e dai mattoni della città. Dal 15 al 25 agosto Anversa diventerà un luogo di incontro per tutti i cultori di musica polifonica grazie a Laus Polyphoniae, uno dei più interessanti festival di musica antica d’Europa, che dal 1994 propone ogni estate un programma di concerti eseguiti dalle migliori orchestre. Il festival sarà caratterizzato da musica sia laica che religiosa eseguita da ensemble provenienti dal Belgio e dall'estero, per ascoltare la musica dell’epoca in voga in Italia, Inghilterra, Austria e Lituania. Oltre ai concerti, quest’anno il focus potrà essere approfondito con conferenze, workshop, passeggiate e attività dedicate ad appassionati e curiosi di ogni età.   [post_title] => Fiandre, festival e concerti estivi per vivere la destinazione [post_date] => 2019-05-13T12:36:33+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557750993000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351728 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Traffico passeggeri da record per gli scali di Firenze e Pisa nel primo trimestre del 2019. Toscana Aeroporti segnala infatti come su Peretola siano transitati dall'inizio dell'anno 529.189 passeggeri, l'1,5% rispetto ai primi tre mesi del 2018. Anche il primo trimestre dell’anno è stato condizionato da un elevato numero di voli dirottati/cancellati, pari a 219 movimenti per una perdita stimata di oltre 20 mila passeggeri. Al netto della perdita stimata di passeggeri, il traffico dello scalo aeroportuale di Firenze avrebbe registrato una crescita del traffico passeggeri del +5,5%. Solo una parte di tale traffico è stata recuperata dall’aeroporto di Pisa. Positivo sia l’andamento dei movimenti dei voli totali (+1,3%) che quello del load factor dei voli di linea pari al 76% (+1,1 punti percentuali). Il traffico di linea internazionale rappresenta l’84,1% del traffico totale di linea dell’aeroporto Vespucci mentre quello domestico il 15,9%. I principali mercati del Vespucci risultano essere quelli francese (22,4% del totale), tedesco (18,4%) e italiano. Segno più anche per l'aeroporto di di Pisa che, che con 893.980 passeggeri trasportati nei primi tre mesi del 2019, registra una crescita dell’1,7%. L’incremento è principalmente riconducibile al positivo andamento dei movimenti dei voli totali (+2,4%) e del load factor dei voli di linea pari all’84,2%.   [post_title] => Toscana Aeroporti: traffico passeggeri in crescita sia a Firenze sia a Pisa [post_date] => 2019-05-13T10:42:06+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557744126000 ) ) )