13 June 2024

1829

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Avviso di selezione Responsabile Business Unit Convention Bureau del Consorzio DMO Padova
Il Consorzio DMO Padova, soggetto strategico e cabina di regia per lo sviluppo turistico provinciale i cui soci sono la Provincia di Padova, la CCIAA di Padova e il Comune di Padova, è alla ricerca di un/a Responsabile Business Unit Convention Bureau
Il candidato/a ideale ha un’età compresa fra i 30 e i 50 anni, un’esperienza minima di 5 anni in lavori specifici di convention bureau, PCO, organizzazione e gestione di eventi MICE o commercializzazione di sale congressuali o riunioni, è laureato/a in economia e commercio, economia del turismo, economia aziendale, comunicazione, gestione di eventi o equipollenti, ha eccellente dominio scritto ed orale delle lingue inglese e italiano. Ha conoscenza specifica delle dinamiche del turismo MICE, conoscenza approfondita del mercato congressuale italiano e europeo, buon livello professionale e di conoscenza del settore congressuale e incentive, competenze di organizzazione aziendale, comunicazione e logistica e ottima padronanza degli strumenti informatici.
L’avviso di selezione completo e le modalità di presentazione della domanda di candidatura sono reperibili nei siti della Provincia di Padova, della CCIAA di Padova, del Comune di Padova e su www.padovaconvention.it. Il termine per l’invio dei curricula a: convention@provincia.padova.it è il 30 ottobre 2012.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467480 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riu Hotels & Resorts ha ridotto significativamente il proprio peso nell'azionariato di Tui. Dal 2005, quando controllava il 3,6%, ha subito un forte calo fino a attestarsi all'1,1% a fine 2023, secondo il rapporto annuale del colosso tedesco. Fonti della catena spiegano che la loro progressiva riduzione del capitale di Tui risponde al fatto che uno dei tre aumenti di capitale è coinciso con l'esborso di 670 milioni di euro per acquisire il 49% di un portafoglio di 19 hotel che condivideva con Tui. Lo ha fatto attraverso una joint venture che è stata assorbita nel 2021 dalla compagnia alberghiera spagnola. Sebbene Riu abbia diluito il capitale di Tui negli ultimi anni, l'alleanza tra i due continua a svolgere un ruolo cruciale. "Ogni volta che Riu acquista o firma un albergo, chiede a Tui se è interessato a gestirlo in comune", spiegano ai media citati fonti della società alberghiera. Consiglio di sorveglianza Inoltre, il calo della partecipazione non impedisce ad un membro della famiglia Riu di mantenere il suo posto nel consiglio di sorveglianza di Tui, che comprende 20 membri. Fino al 2019 la rappresentante era Carmen Riu, ora in pensione. Da allora l'incarico è ricoperto dal figlio, Joan Trian Riu, che resterà almeno fino al 2028. La pubblicazione di queste informazioni coincide con la presentazione dei risultati trimestrali di Tui. Nonostante il suo fatturato sia salito del 15,8%, a 3.650 milioni di euro, il colosso del turismo continua a perdere denaro. Conclude i tre mesi con un saldo negativo di 189 milioni, che rappresenta un miglioramento del 22,1% rispetto ai 242 milioni di un anno fa. Spicca però il buon ritmo delle prenotazioni per l'estate, in aumento del 5% rispetto al 2023, mentre i prezzi crescono del 4%. Per destinazione, le Isole Baleari restano sul podio insieme a Grecia e Turchia. «Tutti in crescita rispetto all'estate precedente», rivela il gruppo. [post_title] => Riu Hotels riduce la propria partecipazione nel capitale Tui [post_date] => 2024-05-16T10:47:18+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715856438000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466983 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Flydubai amplia il network servito in Europa con il lancio di quattro nuove destinazioni, tra cui Basilea, Riga, Tallinn e Vilnius. All'inizio di quest'anno, il vettore ha annunciato il lancio dei quattro servizi che opereranno nel corso dell'anno dal Terminal 3 di Dubai International: i voli per l'EuroAirport Basel-Mulhouse-Freiburg inizieranno il 2 agosto, segnando il debutto della compagnia aerea in Svizzera. flydubai inizierà anche il suo primo ingresso nella regione baltica con voli diretti per l'aeroporto internazionale di Riga in Lettonia dall'11 ottobre e per Tallinn e Vilnius dal 12 ottobre. «Abbiamo già riscontrato una forte domanda prima del lancio delle rotte e siamo fiduciosi che i nostri nuovi collegamenti offriranno a un maggior numero di persone un'esperienza di viaggio comoda e affidabile attraverso l'hub di Dubai» ha dichiarato Jeyhun Efendi, svp, commercial operations and e-commerce del vettore. «Grazie a flydubai, la regione metropolitana di Basilea è collegata a una città di notevole importanza economica - ha aggiunto Monica Linder Guarnaccia, chief marketing officer di EuroAirport Basel-Mulhouse-Freiburg -. E, grazie al codeshare con Emirates, Dubai è anche una porta d'accesso a innumerevoli altre metropoli». Attualmente la compagnia opera attraverso un network di 129 destinazioni in 58 Paesi con una flotta di 86 aeromobili Boeing 737. Dall'inizio del 2024, flydubai ha inaugurato voli per Mombasa, Langkawi e Penang in Malesia, nonché Al Jouf e Red Sea in Arabia Saudita. Durante l'estate riprenderanno le rotte stagionali per Batumi, Corfù, Dubrovnik, Mykonos, Tivat e molti altri. [post_title] => Flydubai amplia il network europeo con un poker di nuove destinazioni [post_date] => 2024-05-09T11:15:04+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715253304000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466694 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Apre oggi i battenti la 31ª edizione dell'Arabian Travel Market, che si svolge al Dubai World Trade Centre fino a giovedì 9 maggio. La kermesse si stima accoglierà oltre 2.300 espositori e rappresentanti da più di 165 Paesi, con 41.000 presenze attese. Tema portante di quest'anno  "Empowering Innovation: Transforming Travel Through Entrepreneurship", che mette in luce un'area cruciale per l'industria dei viaggi e del turismo. Dalle startup ai marchi affermati, la fiera metterà in evidenza come gli innovatori stiano migliorando l'esperienza dei clienti, promuovendo l'efficienza e accelerando i progressi verso un futuro a zero emissioni per il settore. Il numero dei brand alberghieri partecipanti ad Atm 2024 è aumentato del 21% rispetto all'anno precedente, con un incremento del 58% dei nuovi prodotti di Travel Technology. Presenti anche nuove destinazioni, tra cui Cina, Macao, Kenya, Guatemala e Colombia; crescita annuale in tutte le regioni partecipanti, tra cui Medio Oriente 28%, Asia ed Europa 34% e Africa 26%. Un summit dedicato all'India conferma il recente boom dei viaggi outbound del mercato. Intitolato "Unlocking the True Potential of Inbound Indian Travellers" il meeting esplorerà le dinamiche dell'India come mercato di origine chiave per la crescita del turismo, nonché le opportunità attuali e future. «In qualità di città ospitante di Atm, Dubai è orgogliosa di continuare la sua partnership strategica a lungo termine con questo evento turistico di fama mondiale, allineato con gli obiettivi dell'Agenda Economica di Dubai, D33, che mira a consolidare ulteriormente la posizione di Dubai come una delle prime tre città globali per affari e tempo libero - ha dichiarato Issam Kazim, ceo della Dubai Corporation for Tourism and Commerce Marketing (Dctcm) -. Il tema trasformativo di Atm 2024 completerà i nostri sforzi per creare nuovi percorsi di crescita al di là del turismo tradizionale, concentrandoci sullo sfruttamento dell'enorme potenziale dell'imprenditorialità e accelerando ulteriormente lo slancio del nostro settore turistico. Il Dipartimento dell'Economia e del Turismo di Dubai sarà affiancato da 129 stakeholder e partner nello stand di Dubai, a testimonianza della vivacità dei partenariati pubblico-privati che svolgono un ruolo fondamentale nello sviluppo del turismo nell'emirato. Non vediamo l'ora di condividere con leader ed esperti le intuizioni sulla nostra strategia turistica ed esplorare i temi e le tendenze importanti che stanno plasmando il futuro del turismo globale, cercando di aprire nuove strade per la collaborazione e la partnership».       [post_title] => Dubai: apre oggi i battenti la 31esima edizione dell'Arabian Travel Market [post_date] => 2024-05-06T09:49:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714988993000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466578 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Bellagio, la perla del Lago di Como, è conosciuta  in tutto il mondo per la sua incantevole posizione tra i due rami del lago, per le antiche e suggestive abitazioni del vecchio borgo, i misteriosi vicoli e caratteristiche scalinate acciottolate dove sfilano eleganti vetrine, tra hotel di gran classe e tipici ristoranti. La navigazione e il Lago di Como sono un binomio imprescindibile per la varietà di itinerari, escursioni, passeggiate e visite ai suoi splendidi tesori dal lago o da terra. Non per niente a  Bellagio, nella pittoresca frazione di San Giovanni, sorge un affascinante museo nautico, che raccoglie una ricchissima collezione di oggetti, reperti, manufatti, documenti che raccontano e certificano la storia e l’evoluzione del “navigato” nelle cristalline acque del Lago (e del mare in generale). Il ‘Museo degli strumenti per la navigazione” è la prestigiosa raccolta di introvabili strumenti e oggetti di navigazione. Per la sua unicità è stata inserita tra i luoghi della cultura del Ministero della Cultura. Insieme a Villa Melzi è uno dei due Musei di Bellagio. Fondato dal grande appassionato di barche d’epoca Gianni Gini (è stato negli anni Settanta proprietario di Bona Fide, un Cutter aurico progettato nel 1899, medaglia d'oro alle Olimpiadi di Parigi del 1900, nonché dello scafo Victory 83 che ha partecipato all'edizione del 1983 della Coppa America), espone al suo interno una collezione di oltre 600 oggetti e strumenti legati alla navigazione, acquisiti in 40 anni di minuziosa ricerca: strumenti di varie epoche che hanno permesso all’uomo di orientarsi e oggetti legati alla navigazione. Datati a partire dal 1500, non mancano bussole, astrolabi, cannocchiali settecenteschi di produzione veneziana, cronometri di marina, orologi solari, una sfera armillare (un modello della sfera celeste), diari di bordo dell’Ottocento, un planetario in ottone, preziosi manoscritti che testimoniano la vita a bordo di velieri e navi mercantili che hanno fatto la storia della navigazione. La collezione è esposta sui 3 piani di un caratteristico edificio (un’antica abitazione a torre totalmente ristrutturata) con gli oggetti collocati in base alla loro funzione: al primo piano sono trovano posto gli strumenti per la determinazione della latitudine; al secondo piano quelli per la longitudine e al terzo piano i diari di bordo e gli strumenti per il carteggio. Fu il 14 giugno 1968 con l’acquisto di un grafometro veneziano, che ebbe inizio la collezione degli strumenti di marina. Gianni Gini, in vacanza a Cannes. lo vide risplendere in una vetrina sulla Croisette. Da allora la sua passione per gli strumenti nautici l’ha portato a collezionarne oltre 600 custoditi nel museo che ha aperto i battenti Il 21 giugno del 2001 nell’antica casa torre di San Giovanni a Bellagio. Che sia dunque un soggiorno, un weekend o una toccata e fuga al lago, ritagliarsi uno spazio per visitare qualcosa di unico come  il “Museo degli strumenti per la navigazione” è assolutamente consigliato. Il Museo degli Strumenti per la Navigazione è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 (tranne il lunedì ); visite pomeridiane disponibili solo su prenotazione. 5 euro tariffa intera (previste riduzioni per gruppi)   [post_title] => Bellagio, focus sul Museo degli Strumenti per la Navigazione [post_date] => 2024-05-02T11:49:54+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714650594000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466547 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Crescita a doppia cifra della domanda a livello globale nel mese di marzo, sia in ambito passeggeri sia merci: secondo i dati Iata lo scorso marzo il mercato passeggeri ha registrato una crescita in termini di Rpk del +13,8% rispetto a marzo 2023. La capacità totale, misurata in posti-chilometro disponibili (Ask), è aumentata del 12,3% rispetto all'anno precedente, con un load factor dell'82% (un punto percentuale in più rispetto a marzo 2023). La domanda internazionale è aumentata del 18,9% rispetto a marzo 2023; la capacità è aumentata del 18,8% su base annua e il load factor è migliorato all'81,6%; a livello domestico la domanda è cresciuta del 6,6% rispetto a marzo 2023; la capacità è aumentata del 3,4% su base annua e il tasso di riempimento voli è stato dell'82,6% (+2,5 punti rispetto a marzo 2023). "La domanda di viaggi è forte - ha commentato Willie Walsh, direttore generale Iata -. E tutto lascia pensare che questa situazione si protrarrà anche nella stagione di punta dell'estate settentrionale. È fondamentale avere la capacità di soddisfare questa domanda e garantire ai passeggeri un'esperienza di viaggio senza problemi. Ciò significa compiere progressi urgenti per risolvere i problemi della catena di approvvigionamento e fare in modo che gli aeroporti e la gestione del traffico aereo siano dotati di tutto il personale necessario e operino con la massima efficienza. Se da un lato le compagnie aeree sono pronte a fornire assistenza ai clienti in caso di problemi operativi, dall'altro sono stanche di sostenere i costi quando ritardi e cancellazioni sono il risultato di una scarsa preparazione in altre parti della catena". [post_title] => Trasporto aereo: anche a marzo la domanda di viaggio è cresciuta a doppia cifra [post_date] => 2024-05-02T09:08:46+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714640926000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465551 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le compagnie aeree low cost si confermano la scelta prediletta dei viaggiatori italiani, con una quota di mercato che nel 2023 ha raggiunto il 65% e, in particolare, il 69,2% sulle rotte domestiche e il 62,5% su quelle internazionali. L'analisi è quella elaborata da Il Corriere della Sera in base ai dati di traffico dell'Enac, che evidenziano inoltre il predominio di Ryanair: lo scorso anno il vettore irlandese ha trasportato quasi 56 milioni di passeggeri, in altre parole più della metà degli italiani che hanno scelto di volare e un viaggiatore su tre (considerate tutte le nazionalità) tra quelli che sono transitati dagli aeroporti italiani. In pratica, la low cost ha imbarcato più passeggeri del totale di quelli trasportati dai successivi cinque vettori in classifica: easyJet, Ita Airways, Wizz Air, Vueling e Lufthansa. Tra le curiosità emerse anche la perdita del primato di rotta più traffico d'Italia della Roma Fiumicino-Catania, che nel 2023 si è fermata a 1,56 milioni di passeggeri (in entrambe le direzioni, rispetto al dato di 1,54 milioni dell’anno precedente), meno degli 1,75 milioni della Roma-Madrid (1,29 milioni nel 2022). Un sorpasso solo in parte dovuto all’incendio del Terminal 1 dello scalo siciliano che ha spostato diversi voli in altri impianti, soprattutto a Comiso.   Da segnalare infine la significativa crescita del traffico su Roma (che nel 2023 si è confermato l'aeroporto più utilizzato): complice anche l’espansione dell'attività di Ita Airways, il “Leonardo da Vinci” è tornato al primo posto sulle rotte intercontinentali: sul gradino più alto del podio troviamo la Fiumicino-New York Jfk, con quasi 1 milione di passeggeri trasportate in entrambe le direzioni (981.030), che supera così la Milano Malpensa-Jfk (833 mila viaggiatori) che nel 2022 si era ritrovata prima. Lo scalo lombardo si conferma però principale base italiana del trasporto merci.     [post_title] => I viaggiatori italiani preferiscono le low cost. E soprattutto Ryanair [post_date] => 2024-04-15T13:08:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713186539000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464755 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Flydubai debutterà il prossimo 18 aprile sul Red Sea International, con un volo proveniente da Dubai che sarà anche il primo internazionale a raggiungere il nuovo scalo. La compagnia aerea riprenderà anche i collegamenti verso un'altra destinazione in Arabia Saudita, Al Jouf. I voli per il Red Sea International saranno operati dal Terminal 2 dell'aeroporto di Dubai due volte a settimana, il giovedì e la domenica; sempre due frequenze alla settimana anche per Al Jouf, il lunedì e il giovedì. «Flydubai è impegnata a sostenere il continuo sviluppo dei settori economico e turistico della regione e siamo certi che questi voli diretti sosterranno ulteriormente i forti legami esistenti - ha commentato Hamad Obaidalla, chief commercial officer del vettore -. Ci auguriamo di aggiungere in futuro altre frequenze sulle rotte esistenti, consentendo a un maggior numero di persone di viaggiare comodamente in più luoghi». La low cost serve attualmente un network di 129 destinazioni in 58 Paesi con una flotta giovane ed efficiente di 86 Boeing 737. Dall'inizio del 2024, flydubai ha inaugurato i collegamenti per Langkawi, Mombasa e Penang e ha annunciato l'inizio dei voli per Basilea, Riga, Sochi, Tallinn e Vilnius nel corso di quest'anno. «Flydubai diventa il primo vettore a operare verso il Red Sea International dagli Emirati Arabi Uniti, offrendo ai passeggeri un accesso diretto ai resort dell'Arabia Saudita sulla destinazione del mar Rosso. Questo sottolinea il nostro impegno ad aprire mercati poco serviti e a collegare ulteriormente le regioni in cui operiamo attraverso l'hub dell'aviazione di Dubai» ha aggiunto Sudhir Sreedharan, svp commercial operations (Uae, Gcc, Subcontinente e Africa) del vettore. [caption id="attachment_464756" align="alignleft" width="300"] Il Red Sea International Airport[/caption] Il Red Sea International Airport è stato costruito per rendere la destinazione più facilmente raggiungibile: ad oggi sono stati aperti due resort di lusso, il Six Senses Southern Dunes e il St. Regis Red Sea Resort, mentre altri tre resort sono in procinto di aprire quest'anno. Una volta completato nel 2030, The Red Sea includerà 50 resort, che offriranno fino a 8.000 camere d'albergo e più di 1.000 proprietà residenziali su 22 isole e sei siti interni. La destinazione comprende anche porti turistici di lusso, campi da golf, strutture di intrattenimento, f&b e per il tempo libero.   [post_title] => Flydubai collegherà Dubai al Red Sea International Airport, dal prossimo 18 aprile [post_date] => 2024-04-03T09:44:54+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712137494000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tempo di utili per le principali compagnie aeree  europee, a chiusura di un 2023 nel segno della ripresa. I protagonisti del trasporto aereo del Vecchio Continente, a cominciare dal gruppo Lufthansa a quello di Air France-Klm, dal gruppo Ryanair a Iag, hanno tutti archiviato l'ultimo esercizio con risultati positivi.  Secondo un'analisi de Il Sole 24 Ore i quattro gruppi hanno registrato un fatturato di 106,16 miliardi di euro nel 2023, pari ad una crescita del +18,9% (16,87 miliardi), mentre gli utili netti aggregati sono cresciuti del +110% (7,45 miliardi). A centrare i migliori risultati è stato il gruppo Iag con ricavi per 29,45 miliardi (+27,6%), un utile operativo di 3,51 miliardi (+174%) e un utile netto più che quadruplicato a quota 2,655 miliardi. Anche Lufthansa ha fatto bene, ottenendo il terzo miglior risultato della storia (+15% di ricavi; +76% di utile operativo; +112% di utile netto). Si tratta di un trend significativo, se si considera che il volume del traffico internazionale è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici, segnando un -4,3% rispetto al 2019, mentre il traffico domestico è aumentato del +6,7% rispetto al gennaio di cinque anni fa. Intanto, nel gennaio 2024, la domanda di viaggio globale è aumentata del +16,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, e quella europea del +10%. Una tendenza che conferma la buona performance registrata negli ultimi mesi dello scorso anno. Per questo motivo, l'associazione delle compagnie aeree europee Airlines for Europe (A4E) prevede che nell'estate del 2024 il traffico in Europa sarà del 96% rispetto ai livelli del 2019.   [post_title] => Le compagnie aeree europee ritrovano profitti e ricavi record nel 2023 [post_date] => 2024-03-22T10:11:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711102312000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463889 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fraport ha registrato fatturato ed ebitda da record per l'anno fiscale 2023, grazie alla ripresa del traffico passeggeri, in particolare negli aeroporti del gruppo al di fuori della Germania. Grazie a questo trend positivo l'utile netto ha raggiunto i 430,5 milioni di euro. «Il traffico ha continuato a svilupparsi in modo dinamico per tutto il 2023 - ha commentato Stefan Schulte, ceo di Fraport AG -. Fraport ha beneficiato di questa tendenza soprattutto grazie al suo ampio portafoglio internazionale. I nostri aeroporti nei mercati greco e turco hanno addirittura raggiunto nuovi record di passeggeri nel 2023. La nostra base, l'aeroporto di Francoforte, ha continuato a registrare la ripresa più forte di tutti i principali aeroporti tedeschi. Tuttavia, con un livello di passeggeri pari all'84% dei livelli pre-crisi, Francoforte è ancora in netto ritardo rispetto agli altri competitor europei. «Il principale fattore frenante sono stati gli elevati costi legati alla posizione, con la percentuale di tasse e tariffe imposte dalle autorità di regolamentazione che è raddoppiata dal 2019. Se le tasse sull'aviazione civile e i diritti per la sicurezza dell'aviazione saranno ulteriormente aumentati, come previsto dal governo, gli operatori aeroportuali in Germania dovranno affrontare condizioni ancora più difficili che esulano dalla loro diretta sfera di influenza. Il governo dovrebbe cambiare rotta e sostenere il nostro settore nel passaggio a operazioni senza emissioni di carbonio e in altre importanti iniziative». L'aumento del volume dei passeggeri ha fatto crescere i ricavi annuali del Gruppo del 25,2%, raggiungendo un nuovo record di 4 miliardi di euro (2022: 3,19 miliardi di euro); il risultato operativo del gruppo è salito al nuovo livello record di 1,20 miliardi di euro, quasi il +17% rispetto al 2022. Nel 2023 il numero di passeggeri ha continuato a crescere nella maggior parte degli aeroporti del Gruppo Fraport con A Francoforte che ha totalizzato 59,4 milioni di passeggeri (+21%); gli aeroporti affiliati al di fuori della Germania sono cresciuti ancora di più. I gateway greci si sono distinti in modo particolare, registrando un incremento dell'11,8% rispetto ai livelli del 2019 e superando così nettamente i numeri pre-crisi. Anche l'aeroporto di Antalya ha raggiunto un nuovo record di 35,7 milioni di passeggeri. [post_title] => Ricavi record a quota 4 miliardi di euro per gli aeroporti del gruppo Fraport [post_date] => 2024-03-20T09:15:45+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710926145000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1829" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":74,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467480","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riu Hotels & Resorts ha ridotto significativamente il proprio peso nell'azionariato di Tui. Dal 2005, quando controllava il 3,6%, ha subito un forte calo fino a attestarsi all'1,1% a fine 2023, secondo il rapporto annuale del colosso tedesco.\r\n\r\nFonti della catena spiegano che la loro progressiva riduzione del capitale di Tui risponde al fatto che uno dei tre aumenti di capitale è coinciso con l'esborso di 670 milioni di euro per acquisire il 49% di un portafoglio di 19 hotel che condivideva con Tui. Lo ha fatto attraverso una joint venture che è stata assorbita nel 2021 dalla compagnia alberghiera spagnola.\r\n\r\nSebbene Riu abbia diluito il capitale di Tui negli ultimi anni, l'alleanza tra i due continua a svolgere un ruolo cruciale. \"Ogni volta che Riu acquista o firma un albergo, chiede a Tui se è interessato a gestirlo in comune\", spiegano ai media citati fonti della società alberghiera.\r\nConsiglio di sorveglianza\r\nInoltre, il calo della partecipazione non impedisce ad un membro della famiglia Riu di mantenere il suo posto nel consiglio di sorveglianza di Tui, che comprende 20 membri. Fino al 2019 la rappresentante era Carmen Riu, ora in pensione. Da allora l'incarico è ricoperto dal figlio, Joan Trian Riu, che resterà almeno fino al 2028.\r\n\r\nLa pubblicazione di queste informazioni coincide con la presentazione dei risultati trimestrali di Tui. Nonostante il suo fatturato sia salito del 15,8%, a 3.650 milioni di euro, il colosso del turismo continua a perdere denaro. Conclude i tre mesi con un saldo negativo di 189 milioni, che rappresenta un miglioramento del 22,1% rispetto ai 242 milioni di un anno fa.\r\n\r\nSpicca però il buon ritmo delle prenotazioni per l'estate, in aumento del 5% rispetto al 2023, mentre i prezzi crescono del 4%. Per destinazione, le Isole Baleari restano sul podio insieme a Grecia e Turchia. «Tutti in crescita rispetto all'estate precedente», rivela il gruppo.","post_title":"Riu Hotels riduce la propria partecipazione nel capitale Tui","post_date":"2024-05-16T10:47:18+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1715856438000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466983","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Flydubai amplia il network servito in Europa con il lancio di quattro nuove destinazioni, tra cui Basilea, Riga, Tallinn e Vilnius. All'inizio di quest'anno, il vettore ha annunciato il lancio dei quattro servizi che opereranno nel corso dell'anno dal Terminal 3 di Dubai International: i voli per l'EuroAirport Basel-Mulhouse-Freiburg inizieranno il 2 agosto, segnando il debutto della compagnia aerea in Svizzera. flydubai inizierà anche il suo primo ingresso nella regione baltica con voli diretti per l'aeroporto internazionale di Riga in Lettonia dall'11 ottobre e per Tallinn e Vilnius dal 12 ottobre.\r\n\r\n«Abbiamo già riscontrato una forte domanda prima del lancio delle rotte e siamo fiduciosi che i nostri nuovi collegamenti offriranno a un maggior numero di persone un'esperienza di viaggio comoda e affidabile attraverso l'hub di Dubai» ha dichiarato Jeyhun Efendi, svp, commercial operations and e-commerce del vettore.\r\n\r\n«Grazie a flydubai, la regione metropolitana di Basilea è collegata a una città di notevole importanza economica - ha aggiunto Monica Linder Guarnaccia, chief marketing officer di EuroAirport Basel-Mulhouse-Freiburg -. E, grazie al codeshare con Emirates, Dubai è anche una porta d'accesso a innumerevoli altre metropoli».\r\n\r\nAttualmente la compagnia opera attraverso un network di 129 destinazioni in 58 Paesi con una flotta di 86 aeromobili Boeing 737. Dall'inizio del 2024, flydubai ha inaugurato voli per Mombasa, Langkawi e Penang in Malesia, nonché Al Jouf e Red Sea in Arabia Saudita. Durante l'estate riprenderanno le rotte stagionali per Batumi, Corfù, Dubrovnik, Mykonos, Tivat e molti altri.","post_title":"Flydubai amplia il network europeo con un poker di nuove destinazioni","post_date":"2024-05-09T11:15:04+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715253304000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466694","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Apre oggi i battenti la 31ª edizione dell'Arabian Travel Market, che si svolge al Dubai World Trade Centre fino a giovedì 9 maggio. La kermesse si stima accoglierà oltre 2.300 espositori e rappresentanti da più di 165 Paesi, con 41.000 presenze attese. Tema portante di quest'anno  \"Empowering Innovation: Transforming Travel Through Entrepreneurship\", che mette in luce un'area cruciale per l'industria dei viaggi e del turismo. Dalle startup ai marchi affermati, la fiera metterà in evidenza come gli innovatori stiano migliorando l'esperienza dei clienti, promuovendo l'efficienza e accelerando i progressi verso un futuro a zero emissioni per il settore.\r\n\r\nIl numero dei brand alberghieri partecipanti ad Atm 2024 è aumentato del 21% rispetto all'anno precedente, con un incremento del 58% dei nuovi prodotti di Travel Technology. Presenti anche nuove destinazioni, tra cui Cina, Macao, Kenya, Guatemala e Colombia; crescita annuale in tutte le regioni partecipanti, tra cui Medio Oriente 28%, Asia ed Europa 34% e Africa 26%. Un summit dedicato all'India conferma il recente boom dei viaggi outbound del mercato. Intitolato \"Unlocking the True Potential of Inbound Indian Travellers\" il meeting esplorerà le dinamiche dell'India come mercato di origine chiave per la crescita del turismo, nonché le opportunità attuali e future.\r\n\r\n«In qualità di città ospitante di Atm, Dubai è orgogliosa di continuare la sua partnership strategica a lungo termine con questo evento turistico di fama mondiale, allineato con gli obiettivi dell'Agenda Economica di Dubai, D33, che mira a consolidare ulteriormente la posizione di Dubai come una delle prime tre città globali per affari e tempo libero - ha dichiarato Issam Kazim, ceo della Dubai Corporation for Tourism and Commerce Marketing (Dctcm) -. Il tema trasformativo di Atm 2024 completerà i nostri sforzi per creare nuovi percorsi di crescita al di là del turismo tradizionale, concentrandoci sullo sfruttamento dell'enorme potenziale dell'imprenditorialità e accelerando ulteriormente lo slancio del nostro settore turistico. Il Dipartimento dell'Economia e del Turismo di Dubai sarà affiancato da 129 stakeholder e partner nello stand di Dubai, a testimonianza della vivacità dei partenariati pubblico-privati che svolgono un ruolo fondamentale nello sviluppo del turismo nell'emirato. Non vediamo l'ora di condividere con leader ed esperti le intuizioni sulla nostra strategia turistica ed esplorare i temi e le tendenze importanti che stanno plasmando il futuro del turismo globale, cercando di aprire nuove strade per la collaborazione e la partnership».\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Dubai: apre oggi i battenti la 31esima edizione dell'Arabian Travel Market","post_date":"2024-05-06T09:49:53+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1714988993000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466578","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Bellagio, la perla del Lago di Como, è conosciuta  in tutto il mondo per la sua incantevole posizione tra i due rami del lago, per le antiche e suggestive abitazioni del vecchio borgo, i misteriosi vicoli e caratteristiche scalinate acciottolate dove sfilano eleganti vetrine, tra hotel di gran classe e tipici ristoranti.\r\n\r\nLa navigazione e il Lago di Como sono un binomio imprescindibile per la varietà di itinerari, escursioni, passeggiate e visite ai suoi splendidi tesori dal lago o da terra.\r\nNon per niente a  Bellagio, nella pittoresca frazione di San Giovanni, sorge un affascinante museo nautico, che raccoglie una ricchissima collezione di oggetti, reperti, manufatti, documenti che raccontano e certificano la storia e l’evoluzione del “navigato” nelle cristalline acque del Lago (e del mare in generale).\r\n\r\nIl ‘Museo degli strumenti per la navigazione” è la prestigiosa raccolta di introvabili strumenti e oggetti di navigazione. Per la sua unicità è stata inserita tra i luoghi della cultura del Ministero della Cultura. Insieme a Villa Melzi è uno dei due Musei di Bellagio.\r\nFondato dal grande appassionato di barche d’epoca Gianni Gini (è stato negli anni Settanta proprietario di Bona Fide, un Cutter aurico progettato nel 1899, medaglia d'oro alle Olimpiadi di Parigi del 1900, nonché dello scafo Victory 83 che ha partecipato all'edizione del 1983 della Coppa America), espone al suo interno una collezione di oltre 600 oggetti e strumenti legati alla navigazione, acquisiti in 40 anni di minuziosa ricerca: strumenti di varie epoche che hanno permesso all’uomo di orientarsi e oggetti legati alla navigazione.\r\nDatati a partire dal 1500, non mancano bussole, astrolabi, cannocchiali settecenteschi di produzione veneziana, cronometri di marina, orologi solari, una sfera armillare (un modello della sfera celeste), diari di bordo dell’Ottocento, un planetario in ottone, preziosi manoscritti che testimoniano la vita a bordo di velieri e navi mercantili che hanno fatto la storia della navigazione. La collezione è esposta sui 3 piani di un caratteristico edificio (un’antica abitazione a torre totalmente ristrutturata) con gli oggetti collocati in base alla loro funzione: al primo piano sono trovano posto gli strumenti per la determinazione della latitudine; al secondo piano quelli per la longitudine e al terzo piano i diari di bordo e gli strumenti per il carteggio.\r\n\r\nFu il 14 giugno 1968 con l’acquisto di un grafometro veneziano, che ebbe inizio la collezione degli strumenti di marina. Gianni Gini, in vacanza a Cannes. lo vide risplendere in una vetrina sulla Croisette. Da allora la sua passione per gli strumenti nautici l’ha portato a collezionarne oltre 600 custoditi nel museo che ha aperto i battenti Il 21 giugno del 2001 nell’antica casa torre di San Giovanni a Bellagio.\r\n\r\nChe sia dunque un soggiorno, un weekend o una toccata e fuga al lago, ritagliarsi uno spazio per visitare qualcosa di unico come  il “Museo degli strumenti per la navigazione” è assolutamente consigliato.\r\nIl Museo degli Strumenti per la Navigazione è aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 13 (tranne il lunedì ); visite pomeridiane disponibili solo su prenotazione. 5 euro tariffa intera (previste riduzioni per gruppi)\r\n\r\n ","post_title":"Bellagio, focus sul Museo degli Strumenti per la Navigazione","post_date":"2024-05-02T11:49:54+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1714650594000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466547","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Crescita a doppia cifra della domanda a livello globale nel mese di marzo, sia in ambito passeggeri sia merci: secondo i dati Iata lo scorso marzo il mercato passeggeri ha registrato una crescita in termini di Rpk del +13,8% rispetto a marzo 2023. La capacità totale, misurata in posti-chilometro disponibili (Ask), è aumentata del 12,3% rispetto all'anno precedente, con un load factor dell'82% (un punto percentuale in più rispetto a marzo 2023).\r\n\r\nLa domanda internazionale è aumentata del 18,9% rispetto a marzo 2023; la capacità è aumentata del 18,8% su base annua e il load factor è migliorato all'81,6%; a livello domestico la domanda è cresciuta del 6,6% rispetto a marzo 2023; la capacità è aumentata del 3,4% su base annua e il tasso di riempimento voli è stato dell'82,6% (+2,5 punti rispetto a marzo 2023).\r\n\r\n\"La domanda di viaggi è forte - ha commentato Willie Walsh, direttore generale Iata -. E tutto lascia pensare che questa situazione si protrarrà anche nella stagione di punta dell'estate settentrionale. È fondamentale avere la capacità di soddisfare questa domanda e garantire ai passeggeri un'esperienza di viaggio senza problemi. Ciò significa compiere progressi urgenti per risolvere i problemi della catena di approvvigionamento e fare in modo che gli aeroporti e la gestione del traffico aereo siano dotati di tutto il personale necessario e operino con la massima efficienza. Se da un lato le compagnie aeree sono pronte a fornire assistenza ai clienti in caso di problemi operativi, dall'altro sono stanche di sostenere i costi quando ritardi e cancellazioni sono il risultato di una scarsa preparazione in altre parti della catena\".","post_title":"Trasporto aereo: anche a marzo la domanda di viaggio è cresciuta a doppia cifra","post_date":"2024-05-02T09:08:46+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1714640926000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465551","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Le compagnie aeree low cost si confermano la scelta prediletta dei viaggiatori italiani, con una quota di mercato che nel 2023 ha raggiunto il 65% e, in particolare, il 69,2% sulle rotte domestiche e il 62,5% su quelle internazionali.\r\nL'analisi è quella elaborata da Il Corriere della Sera in base ai dati di traffico dell'Enac, che evidenziano inoltre il predominio di Ryanair: lo scorso anno il vettore irlandese ha trasportato quasi 56 milioni di passeggeri, in altre parole più della metà degli italiani che hanno scelto di volare e un viaggiatore su tre (considerate tutte le nazionalità) tra quelli che sono transitati dagli aeroporti italiani.\r\nIn pratica, la low cost ha imbarcato più passeggeri del totale di quelli trasportati dai successivi cinque vettori in classifica: easyJet, Ita Airways, Wizz Air, Vueling e Lufthansa.\r\n\r\nTra le curiosità emerse anche la perdita del primato di rotta più traffico d'Italia della Roma Fiumicino-Catania, che nel 2023 si è fermata a 1,56 milioni di passeggeri (in entrambe le direzioni, rispetto al dato di 1,54 milioni dell’anno precedente), meno degli 1,75 milioni della Roma-Madrid (1,29 milioni nel 2022). Un sorpasso solo in parte dovuto all’incendio del Terminal 1 dello scalo siciliano che ha spostato diversi voli in altri impianti, soprattutto a Comiso.\r\n \r\nDa segnalare infine la significativa crescita del traffico su Roma (che nel 2023 si è confermato l'aeroporto più utilizzato): complice anche l’espansione dell'attività di Ita Airways, il “Leonardo da Vinci” è tornato al primo posto sulle rotte intercontinentali: sul gradino più alto del podio troviamo la Fiumicino-New York Jfk, con quasi 1 milione di passeggeri trasportate in entrambe le direzioni (981.030), che supera così la Milano Malpensa-Jfk (833 mila viaggiatori) che nel 2022 si era ritrovata prima. Lo scalo lombardo si conferma però principale base italiana del trasporto merci.\r\n \r\n\r\n ","post_title":"I viaggiatori italiani preferiscono le low cost. E soprattutto Ryanair","post_date":"2024-04-15T13:08:59+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713186539000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464755","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Flydubai debutterà il prossimo 18 aprile sul Red Sea International, con un volo proveniente da Dubai che sarà anche il primo internazionale a raggiungere il nuovo scalo. La compagnia aerea riprenderà anche i collegamenti verso un'altra destinazione in Arabia Saudita, Al Jouf.\r\n\r\nI voli per il Red Sea International saranno operati dal Terminal 2 dell'aeroporto di Dubai due volte a settimana, il giovedì e la domenica; sempre due frequenze alla settimana anche per Al Jouf, il lunedì e il giovedì.\r\n\r\n«Flydubai è impegnata a sostenere il continuo sviluppo dei settori economico e turistico della regione e siamo certi che questi voli diretti sosterranno ulteriormente i forti legami esistenti - ha commentato Hamad Obaidalla, chief commercial officer del vettore -. Ci auguriamo di aggiungere in futuro altre frequenze sulle rotte esistenti, consentendo a un maggior numero di persone di viaggiare comodamente in più luoghi».\r\n\r\nLa low cost serve attualmente un network di 129 destinazioni in 58 Paesi con una flotta giovane ed efficiente di 86 Boeing 737. Dall'inizio del 2024, flydubai ha inaugurato i collegamenti per Langkawi, Mombasa e Penang e ha annunciato l'inizio dei voli per Basilea, Riga, Sochi, Tallinn e Vilnius nel corso di quest'anno.\r\n\r\n«Flydubai diventa il primo vettore a operare verso il Red Sea International dagli Emirati Arabi Uniti, offrendo ai passeggeri un accesso diretto ai resort dell'Arabia Saudita sulla destinazione del mar Rosso. Questo sottolinea il nostro impegno ad aprire mercati poco serviti e a collegare ulteriormente le regioni in cui operiamo attraverso l'hub dell'aviazione di Dubai» ha aggiunto Sudhir Sreedharan, svp commercial operations (Uae, Gcc, Subcontinente e Africa) del vettore.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_464756\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il Red Sea International Airport[/caption]\r\n\r\nIl Red Sea International Airport è stato costruito per rendere la destinazione più facilmente raggiungibile: ad oggi sono stati aperti due resort di lusso, il Six Senses Southern Dunes e il St. Regis Red Sea Resort, mentre altri tre resort sono in procinto di aprire quest'anno. Una volta completato nel 2030, The Red Sea includerà 50 resort, che offriranno fino a 8.000 camere d'albergo e più di 1.000 proprietà residenziali su 22 isole e sei siti interni. La destinazione comprende anche porti turistici di lusso, campi da golf, strutture di intrattenimento, f&b e per il tempo libero.\r\n\r\n ","post_title":"Flydubai collegherà Dubai al Red Sea International Airport, dal prossimo 18 aprile","post_date":"2024-04-03T09:44:54+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712137494000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464059","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Tempo di utili per le principali compagnie aeree  europee, a chiusura di un 2023 nel segno della ripresa. I protagonisti del trasporto aereo del Vecchio Continente, a cominciare dal gruppo Lufthansa a quello di Air France-Klm, dal gruppo Ryanair a Iag, hanno tutti archiviato l'ultimo esercizio con risultati positivi. \r\n\r\nSecondo un'analisi de Il Sole 24 Ore i quattro gruppi hanno registrato un fatturato di 106,16 miliardi di euro nel 2023, pari ad una crescita del +18,9% (16,87 miliardi), mentre gli utili netti aggregati sono cresciuti del +110% (7,45 miliardi).\r\n\r\nA centrare i migliori risultati è stato il gruppo Iag con ricavi per 29,45 miliardi (+27,6%), un utile operativo di 3,51 miliardi (+174%) e un utile netto più che quadruplicato a quota 2,655 miliardi. Anche Lufthansa ha fatto bene, ottenendo il terzo miglior risultato della storia (+15% di ricavi; +76% di utile operativo; +112% di utile netto).\r\n\r\nSi tratta di un trend significativo, se si considera che il volume del traffico internazionale è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici, segnando un -4,3% rispetto al 2019, mentre il traffico domestico è aumentato del +6,7% rispetto al gennaio di cinque anni fa.\r\n\r\nIntanto, nel gennaio 2024, la domanda di viaggio globale è aumentata del +16,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, e quella europea del +10%. Una tendenza che conferma la buona performance registrata negli ultimi mesi dello scorso anno. Per questo motivo, l'associazione delle compagnie aeree europee Airlines for Europe (A4E) prevede che nell'estate del 2024 il traffico in Europa sarà del 96% rispetto ai livelli del 2019.\r\n\r\n ","post_title":"Le compagnie aeree europee ritrovano profitti e ricavi record nel 2023","post_date":"2024-03-22T10:11:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1711102312000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463889","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Fraport ha registrato fatturato ed ebitda da record per l'anno fiscale 2023, grazie alla ripresa del traffico passeggeri, in particolare negli aeroporti del gruppo al di fuori della Germania. Grazie a questo trend positivo l'utile netto ha raggiunto i 430,5 milioni di euro.\r\n\r\n«Il traffico ha continuato a svilupparsi in modo dinamico per tutto il 2023 - ha commentato Stefan Schulte, ceo di Fraport AG -. Fraport ha beneficiato di questa tendenza soprattutto grazie al suo ampio portafoglio internazionale. I nostri aeroporti nei mercati greco e turco hanno addirittura raggiunto nuovi record di passeggeri nel 2023. La nostra base, l'aeroporto di Francoforte, ha continuato a registrare la ripresa più forte di tutti i principali aeroporti tedeschi. Tuttavia, con un livello di passeggeri pari all'84% dei livelli pre-crisi, Francoforte è ancora in netto ritardo rispetto agli altri competitor europei.\r\n\r\n«Il principale fattore frenante sono stati gli elevati costi legati alla posizione, con la percentuale di tasse e tariffe imposte dalle autorità di regolamentazione che è raddoppiata dal 2019. Se le tasse sull'aviazione civile e i diritti per la sicurezza dell'aviazione saranno ulteriormente aumentati, come previsto dal governo, gli operatori aeroportuali in Germania dovranno affrontare condizioni ancora più difficili che esulano dalla loro diretta sfera di influenza. Il governo dovrebbe cambiare rotta e sostenere il nostro settore nel passaggio a operazioni senza emissioni di carbonio e in altre importanti iniziative».\r\n\r\nL'aumento del volume dei passeggeri ha fatto crescere i ricavi annuali del Gruppo del 25,2%, raggiungendo un nuovo record di 4 miliardi di euro (2022: 3,19 miliardi di euro); il risultato operativo del gruppo è salito al nuovo livello record di 1,20 miliardi di euro, quasi il +17% rispetto al 2022.\r\n\r\nNel 2023 il numero di passeggeri ha continuato a crescere nella maggior parte degli aeroporti del Gruppo Fraport con A Francoforte che ha totalizzato 59,4 milioni di passeggeri (+21%); gli aeroporti affiliati al di fuori della Germania sono cresciuti ancora di più. I gateway greci si sono distinti in modo particolare, registrando un incremento dell'11,8% rispetto ai livelli del 2019 e superando così nettamente i numeri pre-crisi. Anche l'aeroporto di Antalya ha raggiunto un nuovo record di 35,7 milioni di passeggeri.","post_title":"Ricavi record a quota 4 miliardi di euro per gli aeroporti del gruppo Fraport","post_date":"2024-03-20T09:15:45+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1710926145000]}]}}

Lascia un commento