1 March 2024

1743

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

CONSULENZA PER APERTURA NUOVE AGENZIE DI VIAGGIO INDIPENDENTI O IN FRANCHISING ZONA DI TORINO E PROVINCIA.
DIRETTORE TECNICO , ESPERIENZA VENTENNALE NEL SETTORE, DAL TOUR OPERATOR ALL’AGENZIA DETTAGLIANTE, CONOSCENZA TUTTE LE BIGLIETTERIE, CRS AMADEUS, ESPERIENZA IN RELAZIONI COMMERCIALI E DI MARKETING, OFFRE CONSULENZA ALLE AGENZIE DI NUOVA APERTURA IN TORINO E PROVINCIA SU PARTE VENDITA, COMMERCIALE, CONTATTO CON IL PUBBLICO, RELAZIONI CLIENTELA. COMPENSO ADEGUATO AGLI INTERVENTI RICHIESTI.
CONTATTARE SIG RUSCELLI 333 4016189.
Claudio.ruscelli@spiaggebianche.com


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460346 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza. I ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019. Korean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone. [post_title] => Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre [post_date] => 2024-01-30T11:16:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706613367000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460283 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Novità in casa Mandarin Oriental, che annuncia il proprio approdo nella capitale ungherese grazie all'apertura del nuovo Gellért, Budapest, prevista per il 2027. L'albergo di 143 camere e suite sarà completamente ristrutturato a cura dello studio londinese di interior design di Alexander Waterworth, già responsabile dei lavori del Mandarin Oriental, Costa Navarino. Di proprietà della società di investimeto Bdpst Group, l'hotel mira a diventare una vera destinazione dedicata al wellness e sarà caratterizzato da sette aree esperienziali, che combineranno  i trattamenti termali di origine orientale del gruppo Mandarin a terapie europee che celebrano la tradizione ungherese. La struttura offrirà inoltre uno spazio dedicato al fitness e una piscina coperta all'ultimo piano, con una vasca vitality, una sauna, una piscina fredda e un'area relax all'aperto. Sempre sul tetto, sarà presente un bar con vista panoramica sul lato Pest della città e sul fiume Danubio. L’Hotel ospiterà poi un ristorante affacciato sulla città e sul fiume, al quale si aggiungeranno una pasticceria e un cafè in stile ungherese, nonché una spaziosa sala da ballo. Il Mandarin Oriental Gellért, Budapest sorgerà in seguito alla ristrutturazione dello storico Gellért Hotel: un gioiello architettonico in stile Art Nouveau, rinnovato in chiave moderna. Posizionato sul lato Buda della città e a pochi passi dal ponte della Libertà, che collega Buda a Pest, l'albergo ha aperto i propri battenti nel 1918, diventando presto una struttura leggendaria della capitale ungherese. "A Budapest adotteremo lo stesso approccio che impieghiamo in tutte le nostre proprietà storiche, unendo il rispetto della cultura locale al comfort moderno che ci caratterizza - sottolinea il ceo di Mandarin Oriental Hotel Group, Laurent Kleitman -. Siamo entusiasti di approdate per la prima volta in Ungheria e di poter assistere alla rinascita di questa vera e propria leggenda dell'ospitalità. Il Mandarin Oriental Gellért, Budapest, insieme ai nostri hotel di Praga e a Vienna, formerà un’interessante triade in Europa Centrale." [post_title] => Mandarin Oriental approda a Budapest: il nuovo hotel Gellért aprirà nel 2027 [post_date] => 2024-01-29T11:59:51+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706529591000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459492 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Zalina Binti Ahmad è la nuova direttrice dell'ufficio di Parigi di Tourism Malaysia, responsabile dei mercati di Francia, Spagna, Portogallo e Italia. Originaria di Kuala Lumpur, ha oltre vent'anni di esperienza nel turismo trascorsi nel ruolo di vicedirettore all'interno dell'organizzazione Tourism Malaysia. «Questo incarico è una grande opportunità per promuovere il mio Paese in Francia, Spagna, Portogallo e Italia, quattro mercati molto importanti in Europa, poiché credo che ci sia spazio potenziale». A livello internazionale, Tourism Malaysia ha rivisto il target a 16,1 milioni di arrivi nel 2023, e il terreno è fertile per aspettarsi un 2024 molto incoraggiante. In particolare, gli arrivi dall’Italia, che hanno registrato 41.139 presenze nel periodo gennaio-ottobre 2023, segnando un +174,3% rispetto allo stesso periodo 2022. I trend indicano un aumento di giovani coppie, soprattutto in viaggio di nozze, ma anche di famiglie, oltre che grande attenzione all'ambiente, al rispetto delle popolazioni locali e della natura. Tra gli obiettivi della destinazioni quello di valorizzare i prodotti turistici di un paese che ha un potenziale significativo per diversificare i flussi di entrate e contribuire all’economia nazionale. Non ci aspettiamo un turismo di massa ma siamo proiettati verso viaggi più flessibili, esperienziali e individuali. Sicuramente le foreste pluviali tropicali, le bellissime isole con la barriera corallina, la possibilità di viaggiare tutto l'anno, il clima caldo, ma anche un ottimo rapporto qualità prezzo, un tasso di cambio favorevole e una calorosa ospitalità. Ma una delle nostre eccellenze è la varietà culturale che si esprime negli stili di vita, nei festival, nell'architettura, nella cucina, nell'abbigliamento, nella lingua e nelle celebrazioni: 'Malaysia Truly Asia'. La strategia per il mercato italiano si concentra su consumer e trade allo stesso livello: primo appuntamento alla prossima Bit a Milano. «La strategia punta su marketing mix, fisico e digitale, raggiungendo il bacino più ampio di utenti, dai Millennials alla Gen. Z. Tourism Malaysia ha in valutazione campagne digitali e social media, co-marketing con tour operator, con network di agenzie, compagnie aeree, associazioni di categoria. Particolarmente apprezzato il contributo dei media, con alcuni viaggi stampa in cantiere, dandoci la possibilità di dare un’adeguata visibilità alla Malesia. Senza contare i nostri canali “stay-tuned”: Facebook, IG, Twitter, Youtube, TikTok, il sito ufficiale, l’app Malaysia Travel, la gallery di e-brochure». Il chiaro obiettivo non è solo raggiungere gli arrivi pre-pandemia (54.710), ma addirittura superarli. [post_title] => Nuova direttrice per Tourism Malaysia: focus sul mercato italiano per Zalina Binti Ahmad [post_date] => 2024-01-16T12:09:14+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705406954000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459102 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_459112" align="alignleft" width="300"] Un'immagine della serata di Trani[/caption] Proseguono le serate Azemar, che a fine anno hanno visto protagoniste due località della Puglia in collaborazione con Lux* Resorts & Hotels: giovedì 21 dicembre 2023, l'evento si è tenuto a Trani, nella cornice delle Lampare al Fortino, mentre venerdì 22 è stata la volta del ristorante la Battigia di Bari. Alle due serate hanno partecipato, per Azemar, Maila Lattanzio, in qualità di area sales Puglia e Basilicata, per Lux* la responsabile Italia, Spagna e Portogallo, Denise Cattaneo. [caption id="attachment_459113" align="alignright" width="300"] L'evento di Bari[/caption] Lux* è una collezione di resort e hotel a 5 stelle e 5 stelle lusso nell’oceano Indiano, tra Mauritius, Reunion e Maldive. Lo scorso 1° ottobre la compagnia ha visto l'attesissima riapertura del Lux* Belle Mare, 5 stelle da 174 suite e 12 ville situato sulla selvaggia costa orientale di Mauritius, immerso in lussureggianti giardini tropicali vicino al caratteristico villaggio omonimo. Dopo oltre un anno di lavori di ristrutturazione, il complesso, con la sua architettura progettata dall'architetto mauriziano Jean-Francois Adam, si presenta con un nuovo design, pur mantenendo il suo dna family-oriented. I nuovi interni dalle tonalità rilassanti, dove il minimalismo incontra lo stile tropicale, sono stati in particolare concepiti da Jean-Marc Tang, designer mauriziano di fama internazionale. Della collezione The Lux Collective, fanno parte anche i brand Tamassa e Salt, con i rispettivi Tamassa Bel Ombre e Salt of Palmar, sempre a Mauritius. Tra gli agenti di viaggio che hanno partecipato alla serata di Trani, Valeria della Gattinoni Point, Luigi, Giordano, Gianni e Anna Giulia della a Proposito di Viaggi, Gianluca e Valeria della Ormas Viaggi, Carmela della Cumira Viaggi, Nicola e Sebastiano della Vassallucci Viaggi, Simona e Antonio della My Mondo, Francesca e Antonio della Marviraise, Antonio della Matera Viaggi,  Gianluca della Bv Viaggi, Antonio della Astro Tour, Claudio della C&C, Leonardo della Tuttiviaggi, Loredana della Luci sul Mondo e Maddalena della Maddalena Colamussi. A Bari invece erano presenti sempre Valeria della Gattinoni Point e poi  Vito della Squadro Viaggi,  Simone della Safira Viaggi, Spillo e Roberta della i Viaggi di Spiro, Oronzo e Sabbino della Eurocomex, Manuel e Domenico della Aprile Viaggi, Domenica e Mariella della Vierre Viaggi, nonché Vito della Spazio Sole. [post_title] => Si sono svolte in Puglia le serate natalizie di Azemar in collaborazione con Lux* [post_date] => 2024-01-10T10:23:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704882194000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459105 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' una vera e propria escalation positiva quella che ha visto protagonista nel 2023 l'aeroporto internazionale dell'Umbria - Perugia "San Francesco d'Assisi". Con i 22.003 passeggeri registrati a dicembre (+43% sul 2019 e +27% sul 2022), il dato complessivo per i 12 mesi ha raggiunto infatti i 532.474 transiti, pari ad una crescita del +143% sul 2019 e del +44% rispetto al 2022 (quando furono 369.222). «Un risultato atteso, visti i numerosi record registrati nel corso di tutto l'anno, ma assolutamente impensabile fino a pochi anni fa, quando il traffico medio si attestava sui 220 mila passeggeri annui - sottolinea in una nota la Sase, società di gestione dello scalo -. Grazie ad una programmazione che ha visto operative 16 rotte, con fino ad oltre 100 voli di linea settimanali, l'aeroporto dell'Umbria ha confermato il suo trend di crescita registrando incrementi di traffico in ogni mese dell'anno e stabilendo i nuovi record mensili ininterrottamente da gennaio a dicembre». La chiusura annuale ad oltre 530 mila passeggeri consente al "San Francesco d'Assisi" di scalare nuovamente posizioni nella classifica dei 42 aeroporti italiani, raggiungendo la 20/a posizione grazie al sorpasso su Ancona. Nel dettaglio, il 66% dei passeggeri è stato registrato su voli internazionali, il 33% su voli nazionali e l'1% su voli di aviazione generale e charter. L'aeroporto ha sottolineato, inoltre, come nel biennio 2022-2023 lo scalo - grazie agli oltre 900.000 passeggeri transitati - abbia generato un traffico pari a quello registrato nei cinque anni precedenti (periodo 2017-2021). Per quanto riguarda la puntualità dei voli, nel periodo gennaio - dicembre lo scalo ha assistito oltre 1.700 voli partenti, con un “on-time performance” da parte delle compagnie del 54% entro i 15 minuti e del 73% sopra ai 15 minuti. Sase ha ottenuto invece un indice di puntualità del 98,6%. S «Siamo estremamente orgogliosi di annunciare questi straordinari risultati per il 2023, che ha visto il nostro aeroporto eccellere sia per quanto riguarda l’incremento del traffico sia per ciò che concerne la qualità del servizio erogato a compagnie e passeggeri - ha commentato Umberto Solimeno, direttore generale dell’aeroporto dell’Umbria -. Guardiamo con entusiasmo al futuro, impegnandoci a continuare a fornire servizi di alta qualità e a sostenere lo sviluppo economico del territorio». [post_title] => L'accelerata dell'Aeroporto dell'Umbria: traffico passeggeri a +143% sul 2019 [post_date] => 2024-01-10T10:05:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704881153000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458843 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Trapani ha concluso con 44.000 passeggeri il mese di dicembre, dato che porta ad archiviare il 2023 con un totale di 1.332.413 passeggeri: il numero rappresenta un nuovo massimo storico per lo scalo, dopo le difficoltà che hanno preceduto la pandemia e le restrizioni dovute al Covid tra il 2020 e il 2021. Di fatto era dal 2017 che Trapani non superava il milione di passeggeri. Rispetto al 2022 l’aumento del traffico è stato del +49%, +211% rispetto al 2021, +224% rispetto al il 2019. Secondo i dati elaborati dalla società di gestione, Airgest, l’83% del traffico totale si è registrato durante la stagione estiva (1.109.941 aprile- ottobre); il 30% è stato di tipo internazionale (399.262). Il picco passeggeri è stato registrato a luglio ed agosto, in parte anche per lo smistamento su Birgi di alcuni voli originariamente previsti per l’aeroporto di Catania, che per alcune settimane è stato costretto a ridurre sensibilmente la sua attività in seguito a un incendio che ha interessato la stazione aeroportuale etnea. Sedici le rotte internazionali su cui Airgest ha potuto contare per la summer 2023 (Charleroi, Bordeaux, Billund, Bratislava, Dusseldorf, Karlsue Baden- Baden, Francoforte, Malta, Manchester, Modlin, Porto, Riga, Siviglia, Stansted, Tolosa e Katowice). Le tratte domestiche sono state Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma, Torino, Venezia (Treviso), Forlì e Pantelleria. [post_title] => L'aeroporto di Trapani conclude un 2023 da incorniciare con oltre 1,33 milioni di passeggeri [post_date] => 2024-01-04T10:46:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704365209000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458300 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiamerà In orbita la convention 2024 di Welcome Travel Group: un evento in programma a Milano dal 4 al 6 febbraio presso l'Allianz MiCo, in partnership con la Bit per celebrare i risultati eccezionali del 2023 e guardare al futuro. Quest’anno il network ha infatti registrato un volume totale di affari di 1,934 miliardi di euro, suddiviso tra fatturato leisure (1,437 mld), vettori (484mln) e assicurazioni (13mln), per un aumento complessivo del 18% vs 2018/19 e del 44% vs 2021/22. Ora Welcome Travel vuole rafforzare le proprie relazioni territoriali e internazionali a beneficio delle agenzie affiliate e dei partner commerciali e consolidare la riconoscibilità del proprio brand. «Siamo molto contenti della partnership con Bit - spiega Adriano Apicella, a.d. di Welcome Travel Group -. La collaborazione nasce dal desiderio del network di crescere insieme con la Borsa internazionale del turismo coinvolgendo le nostre adv e i nostri partner nel rafforzare la rete outgoing. La nostra ultima convention si è svolta a Napoli nel 2020; quest’anno abbiamo deciso di riunire in un solo luogo le agenzie che partecipano della fusione dei network Welcome Travel e Geo Travel. Era necessario trovare una location che potesse ospitare questa convention trasversale, in un luogo facilmente accessibile. E Milano per noi è una destinazione estremamente attrattiva. L’evento si svilupperà sui tre giorni della Bit: sarà una grande opportunità perché sono convinto che il business si faccia quando ci si incontra di persona. Coinvolgeremo 1.600 agenti di viaggio e 100 partner del network». Affiancheranno Welcome Travel i top partner azionisti del network Costa e Alpitour World, insieme con Neos, la compagnia aerea del gruppo. Tra i partner selezionati saranno presenti anche Allianz, Itmex e Sekurest. «Sarà un evento memorabile per la condivisione di contenuti di innovazione e di servizi che il network mette a disposizione degli agenti e dei partner commerciali - conclude Apicella - e anche per le due importanti serate in programma: la prima powered by Costa e la seconda per celebrare il centenario di Turisanda». [post_title] => Welcome Travel in convention a Milano per coronare un anno di successi e guardare al futuro [post_date] => 2023-12-18T12:57:01+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702904221000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 457932 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La nona edizione del workshop France Méditerranée si è tenuta a Tolone ed è stata l’occasione per scoprire la regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra: un territorio collinare e rigoglioso affacciato sul Mediterraneo dove si incontrano cittadine piene di charme, piccoli centri medievali, lagune e lunghe spiagge adatte alle attività sportive. Un luogo di grande bellezza, dove il clima è temperato tutto l’anno, con 300 giorni di sole che attirano ogni anno 4 milioni di visitatori. Una terra che testimonia lo scorrere della storia: popolata dai greci e poi dai romani sin dalla fine del II secolo a.C., entrò a far parte del Regno di Francia nel 1481. Nel 1793 Napoleone Bonaparte combatté la sua prima battaglia proprio nella grande baia di Tolone. Oggi la baia ospita la vasta cittadella della marina militare francese, dove lavorano 10mila persone ed è il porto di collegamento con la Corsica. Il ruolo marittimo è una delle cifre della città insieme con la grande passione degli abitanti per il rugby: uno sport fatto di lealtà, rispetto e coraggio, che ha il suo luogo deputato nel grande stadio costruito grazie al lascito del cantante locale Felix Mayol e a lui dedicato. Negli ultimi 15 anni Tolone ha vissuto un’importante opera di rigenerazione urbana e oggi è una città sicura, ricca di arte e cultura, con uno dei Teatri dell’opera più antichi della Francia, sorto nel 1860. La metropoli è un luogo dinamico, ideale per lo shopping - in particolare in questo tempo natalizio - e libero dal traffico, che scorre in percorsi sotterranei. I viali in stile haussmann e gli eleganti edifici possono essere ammirati dalla funivia che sale sul Monte Faron, luogo ideale per il trekking, l’hiking e le escursioni in famiglia. Tolone un’affascinante strada costiera collega 12 comuni della regione, ciascuno con proprie caratteristiche, dove vengono celebrati diversi festival e allestiti colorati mercatini nel periodo natalizio. Grande il fascino di Hyères, già fortificata nel XIV secolo, dove nel 1600 Luigi XIV fece piantare decine di alberi di limoni e arance e che nell’800 divenne famosa per le cure termali. A Hyères i monumenti medievali che richiamano la storia dei cavalieri templari, incontrano edifici della Belle Epoque. Poi lo sguardo si rivolge al mare, dove le prime strisce di sabbia accolgono centinaia di fenicotteri da novembre alla primavera e sono predilette anche dagli amanti del kyte-surf. Sullo sfondo si staglia il profilo delle isole di Hyères o Isole d’Oro, un paradiso naturale che ha la sua leggenda, naturalmente triste, che narra di quattro principesse abili nuotatrici che gli dei salvarono dai pirati trasformandole nelle tre isole che compongono l’arcipelago, Porquerolles, Port-Cros e Levant, insieme con la penisola di Gies. In queste settimane ogni città della regione allestisce il proprio presepe e offre agli ospiti accoglienza e prodotti a km.0: i noti saponi, l’olio d’oliva, il sale, i piatti tipici e anche “la cade”, la saporita versione locale della farinata di ceci. [gallery ids="457934,457942,457937"] [post_title] => Alla scoperta della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra [post_date] => 2023-12-13T10:31:41+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702463501000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 457844 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Saudia punta ad inserire in flotta altri 16 A321neo e 15 A321Xlr entro il 2027: i piani di espansione della compagnia aerea andranno quindi a potenziare un parco macchine che attualmente è composto da 143 velivoli di sette diverse serie, tre delle quali appartenenti a Boeing e quattro ad Airbus. Di questi, 89 aeromobili sono Airbus e i rimanenti 54 Boeing. I più grandi velivoli della flotta sono i Boeing B777, in grado di trasportare fino a 413 passeggeri. Saudia utilizza inoltre 32 Airbus A330, offrendo posti a sedere fino ad un massimo di 330 passeggeri, sia in business che in classe guest. La flotta include inoltre 38 A320ceo, 16 modelli A320, 4 A321neo, 15 A321, 13 velivoli Dreamliner B787-9 e 8 velivoli Dreamliner B787-10. L'A321neo è configurato in due classi di servizio e può trasportare dai 180 ai 220 passeggeri: la motivazione principale che ha portato il vettore a scegliere questo velivolo è la sua efficienza di consumi. La famiglia A320 ha collettivamente ridotto le emissioni di CO2 di 20 milioni di tonnellate dal lancio a livello globale dell’A320neo nel 2016. L’integrazione di Sharklets, motori avanzati a basso consumo di carburante, e delle innovazioni di cabina all’avanguardia hanno portato ad una diminuzione del 20% del consumo di carburante e di emissioni di CO2, una riduzione del 50% dell’impronta sonora, una riduzione del 5% nei costi di manutenzione della cellula, ed una riduzione del 14% in termini di costi operativi contanti per posto a sedere rispetto ai suoi predecessori. [post_title] => Saudia: entro il 2027 in flotta altri 16 A321neo e 15 A321Xlr [post_date] => 2023-12-12T09:04:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702371887000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1743" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":71,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460346","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza.\r\n\r\nI ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019.\r\n\r\nKorean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone.","post_title":"Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre","post_date":"2024-01-30T11:16:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706613367000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460283","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Novità in casa Mandarin Oriental, che annuncia il proprio approdo nella capitale ungherese grazie all'apertura del nuovo Gellért, Budapest, prevista per il 2027. L'albergo di 143 camere e suite sarà completamente ristrutturato a cura dello studio londinese di interior design di Alexander Waterworth, già responsabile dei lavori del Mandarin Oriental, Costa Navarino.\r\n\r\nDi proprietà della società di investimeto Bdpst Group, l'hotel mira a diventare una vera destinazione dedicata al wellness e sarà caratterizzato da sette aree esperienziali, che combineranno  i trattamenti termali di origine orientale del gruppo Mandarin a terapie europee che celebrano la tradizione ungherese. La struttura offrirà inoltre uno spazio dedicato al fitness e una piscina coperta all'ultimo piano, con una vasca vitality, una sauna, una piscina fredda e un'area relax all'aperto. Sempre sul tetto, sarà presente un bar con vista panoramica sul lato Pest della città e sul fiume Danubio. L’Hotel ospiterà poi un ristorante affacciato sulla città e sul fiume, al quale si aggiungeranno una pasticceria e un cafè in stile ungherese, nonché una spaziosa sala da ballo.\r\n\r\nIl Mandarin Oriental Gellért, Budapest sorgerà in seguito alla ristrutturazione dello storico Gellért Hotel: un gioiello architettonico in stile Art Nouveau, rinnovato in chiave moderna. Posizionato sul lato Buda della città e a pochi passi dal ponte della Libertà, che collega Buda a Pest, l'albergo ha aperto i propri battenti nel 1918, diventando presto una struttura leggendaria della capitale ungherese. \"A Budapest adotteremo lo stesso approccio che impieghiamo in tutte le nostre proprietà storiche, unendo il rispetto della cultura locale al comfort moderno che ci caratterizza - sottolinea il ceo di Mandarin Oriental Hotel Group, Laurent Kleitman -. Siamo entusiasti di approdate per la prima volta in Ungheria e di poter assistere alla rinascita di questa vera e propria leggenda dell'ospitalità. Il Mandarin Oriental Gellért, Budapest, insieme ai nostri hotel di Praga e a Vienna, formerà un’interessante triade in Europa Centrale.\"","post_title":"Mandarin Oriental approda a Budapest: il nuovo hotel Gellért aprirà nel 2027","post_date":"2024-01-29T11:59:51+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1706529591000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459492","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Zalina Binti Ahmad è la nuova direttrice dell'ufficio di Parigi di Tourism Malaysia, responsabile dei mercati di Francia, Spagna, Portogallo e Italia. Originaria di Kuala Lumpur, ha oltre vent'anni di esperienza nel turismo trascorsi nel ruolo di vicedirettore all'interno dell'organizzazione Tourism Malaysia.\r\n«Questo incarico è una grande opportunità per promuovere il mio Paese in Francia, Spagna, Portogallo e Italia, quattro mercati molto importanti in Europa, poiché credo che ci sia spazio potenziale».\r\nA livello internazionale, Tourism Malaysia ha rivisto il target a 16,1 milioni di arrivi nel 2023, e il terreno è fertile per aspettarsi un 2024 molto incoraggiante. In particolare, gli arrivi dall’Italia, che hanno registrato 41.139 presenze nel periodo gennaio-ottobre 2023, segnando un +174,3% rispetto allo stesso periodo 2022.\r\nI trend indicano un aumento di giovani coppie, soprattutto in viaggio di nozze, ma anche di famiglie, oltre che grande attenzione all'ambiente, al rispetto delle popolazioni locali e della natura.\r\nTra gli obiettivi della destinazioni quello di valorizzare i prodotti turistici di un paese che ha un potenziale significativo per diversificare i flussi di entrate e contribuire all’economia nazionale. Non ci aspettiamo un turismo di massa ma siamo proiettati verso viaggi più flessibili, esperienziali e individuali.\r\nSicuramente le foreste pluviali tropicali, le bellissime isole con la barriera corallina, la possibilità di viaggiare tutto l'anno, il clima caldo, ma anche un ottimo rapporto qualità prezzo, un tasso di cambio favorevole e una calorosa ospitalità. Ma una delle nostre eccellenze è la varietà culturale che si esprime negli stili di vita, nei festival, nell'architettura, nella cucina, nell'abbigliamento, nella lingua e nelle celebrazioni: 'Malaysia Truly Asia'.\r\nLa strategia per il mercato italiano si concentra su consumer e trade allo stesso livello: primo appuntamento alla prossima Bit a Milano. «La strategia punta su marketing mix, fisico e digitale, raggiungendo il bacino più ampio di utenti, dai Millennials alla Gen. Z. Tourism Malaysia ha in valutazione campagne digitali e social media, co-marketing con tour operator, con network di agenzie, compagnie aeree, associazioni di categoria. Particolarmente apprezzato il contributo dei media, con alcuni viaggi stampa in cantiere, dandoci la possibilità di dare un’adeguata visibilità alla Malesia. Senza contare i nostri canali “stay-tuned”: Facebook, IG, Twitter, Youtube, TikTok, il sito ufficiale, l’app Malaysia Travel, la gallery di e-brochure». Il chiaro obiettivo non è solo raggiungere gli arrivi pre-pandemia (54.710), ma addirittura superarli.","post_title":"Nuova direttrice per Tourism Malaysia: focus sul mercato italiano per Zalina Binti Ahmad","post_date":"2024-01-16T12:09:14+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1705406954000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459102","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_459112\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Un'immagine della serata di Trani[/caption]\r\n\r\nProseguono le serate Azemar, che a fine anno hanno visto protagoniste due località della Puglia in collaborazione con Lux* Resorts & Hotels: giovedì 21 dicembre 2023, l'evento si è tenuto a Trani, nella cornice delle Lampare al Fortino, mentre venerdì 22 è stata la volta del ristorante la Battigia di Bari. Alle due serate hanno partecipato, per Azemar, Maila Lattanzio, in qualità di area sales Puglia e Basilicata, per Lux* la responsabile Italia, Spagna e Portogallo, Denise Cattaneo.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_459113\" align=\"alignright\" width=\"300\"] L'evento di Bari[/caption]\r\n\r\nLux* è una collezione di resort e hotel a 5 stelle e 5 stelle lusso nell’oceano Indiano, tra Mauritius, Reunion e Maldive. Lo scorso 1° ottobre la compagnia ha visto l'attesissima riapertura del Lux* Belle Mare, 5 stelle da 174 suite e 12 ville situato sulla selvaggia costa orientale di Mauritius, immerso in lussureggianti giardini tropicali vicino al caratteristico villaggio omonimo. Dopo oltre un anno di lavori di ristrutturazione, il complesso, con la sua architettura progettata dall'architetto mauriziano Jean-Francois Adam, si presenta con un nuovo design, pur mantenendo il suo dna family-oriented. I nuovi interni dalle tonalità rilassanti, dove il minimalismo incontra lo stile tropicale, sono stati in particolare concepiti da Jean-Marc Tang, designer mauriziano di fama internazionale. Della collezione The Lux Collective, fanno parte anche i brand Tamassa e Salt, con i rispettivi Tamassa Bel Ombre e Salt of Palmar, sempre a Mauritius.\r\n\r\nTra gli agenti di viaggio che hanno partecipato alla serata di Trani, Valeria della Gattinoni Point, Luigi, Giordano, Gianni e Anna Giulia della a Proposito di Viaggi, Gianluca e Valeria della Ormas Viaggi, Carmela della Cumira Viaggi, Nicola e Sebastiano della Vassallucci Viaggi, Simona e Antonio della My Mondo, Francesca e Antonio della Marviraise, Antonio della Matera Viaggi,  Gianluca della Bv Viaggi, Antonio della Astro Tour, Claudio della C&C, Leonardo della Tuttiviaggi, Loredana della Luci sul Mondo e Maddalena della Maddalena Colamussi.\r\n\r\nA Bari invece erano presenti sempre Valeria della Gattinoni Point e poi  Vito della Squadro Viaggi,  Simone della Safira Viaggi, Spillo e Roberta della i Viaggi di Spiro, Oronzo e Sabbino della Eurocomex, Manuel e Domenico della Aprile Viaggi, Domenica e Mariella della Vierre Viaggi, nonché Vito della Spazio Sole.","post_title":"Si sono svolte in Puglia le serate natalizie di Azemar in collaborazione con Lux*","post_date":"2024-01-10T10:23:14+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1704882194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459105","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' una vera e propria escalation positiva quella che ha visto protagonista nel 2023 l'aeroporto internazionale dell'Umbria - Perugia \"San Francesco d'Assisi\". Con i 22.003 passeggeri registrati a dicembre (+43% sul 2019 e +27% sul 2022), il dato complessivo per i 12 mesi ha raggiunto infatti i 532.474 transiti, pari ad una crescita del +143% sul 2019 e del +44% rispetto al 2022 (quando furono 369.222).\r\n\r\n«Un risultato atteso, visti i numerosi record registrati nel corso di tutto l'anno, ma assolutamente impensabile fino a pochi anni fa, quando il traffico medio si attestava sui 220 mila passeggeri annui - sottolinea in una nota la Sase, società di gestione dello scalo -. Grazie ad una programmazione che ha visto operative 16 rotte, con fino ad oltre 100 voli di linea settimanali, l'aeroporto dell'Umbria ha confermato il suo trend di crescita registrando incrementi di traffico in ogni mese dell'anno e stabilendo i nuovi record mensili ininterrottamente da gennaio a dicembre».\r\n\r\nLa chiusura annuale ad oltre 530 mila passeggeri consente al \"San Francesco d'Assisi\" di scalare nuovamente posizioni nella classifica dei 42 aeroporti italiani, raggiungendo la 20/a posizione grazie al sorpasso su Ancona.\r\n\r\nNel dettaglio, il 66% dei passeggeri è stato registrato su voli internazionali, il 33% su voli nazionali e l'1% su voli di aviazione generale e charter. L'aeroporto ha sottolineato, inoltre, come nel biennio 2022-2023 lo scalo - grazie agli oltre 900.000 passeggeri transitati - abbia generato un traffico pari a quello registrato nei cinque anni precedenti (periodo 2017-2021).\r\n\r\nPer quanto riguarda la puntualità dei voli, nel periodo gennaio - dicembre lo scalo ha assistito oltre 1.700 voli partenti, con un “on-time performance” da parte delle compagnie del 54% entro i 15 minuti e del 73% sopra ai 15 minuti. Sase ha ottenuto invece un indice di puntualità del 98,6%. S\r\n\r\n«Siamo estremamente orgogliosi di annunciare questi straordinari risultati per il 2023, che ha visto il nostro aeroporto eccellere sia per quanto riguarda l’incremento del traffico sia per ciò che concerne la qualità del servizio erogato a compagnie e passeggeri - ha commentato Umberto Solimeno, direttore generale dell’aeroporto dell’Umbria -. Guardiamo con entusiasmo al futuro, impegnandoci a continuare a fornire servizi di alta qualità e a sostenere lo sviluppo economico del territorio».","post_title":"L'accelerata dell'Aeroporto dell'Umbria: traffico passeggeri a +143% sul 2019","post_date":"2024-01-10T10:05:53+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1704881153000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458843","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Trapani ha concluso con 44.000 passeggeri il mese di dicembre, dato che porta ad archiviare il 2023 con un totale di 1.332.413 passeggeri: il numero rappresenta un nuovo massimo storico per lo scalo, dopo le difficoltà che hanno preceduto la pandemia e le restrizioni dovute al Covid tra il 2020 e il 2021. Di fatto era dal 2017 che Trapani non superava il milione di passeggeri.\r\n\r\nRispetto al 2022 l’aumento del traffico è stato del +49%, +211% rispetto al 2021, +224% rispetto al il 2019.\r\n\r\nSecondo i dati elaborati dalla società di gestione, Airgest, l’83% del traffico totale si è registrato durante la stagione estiva (1.109.941 aprile- ottobre); il 30% è stato di tipo internazionale (399.262). Il picco passeggeri è stato registrato a luglio ed agosto, in parte anche per lo smistamento su Birgi di alcuni voli originariamente previsti per l’aeroporto di Catania, che per alcune settimane è stato costretto a ridurre sensibilmente la sua attività in seguito a un incendio che ha interessato la stazione aeroportuale etnea.\r\n\r\nSedici le rotte internazionali su cui Airgest ha potuto contare per la summer 2023 (Charleroi, Bordeaux, Billund, Bratislava, Dusseldorf, Karlsue Baden- Baden, Francoforte, Malta, Manchester, Modlin, Porto, Riga, Siviglia, Stansted, Tolosa e Katowice). Le tratte domestiche sono state Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma, Torino, Venezia (Treviso), Forlì e Pantelleria.","post_title":"L'aeroporto di Trapani conclude un 2023 da incorniciare con oltre 1,33 milioni di passeggeri","post_date":"2024-01-04T10:46:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1704365209000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458300","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiamerà In orbita la convention 2024 di Welcome Travel Group: un evento in programma a Milano dal 4 al 6 febbraio presso l'Allianz MiCo, in partnership con la Bit per celebrare i risultati eccezionali del 2023 e guardare al futuro. Quest’anno il network ha infatti registrato un volume totale di affari di 1,934 miliardi di euro, suddiviso tra fatturato leisure (1,437 mld), vettori (484mln) e assicurazioni (13mln), per un aumento complessivo del 18% vs 2018/19 e del 44% vs 2021/22. Ora Welcome Travel vuole rafforzare le proprie relazioni territoriali e internazionali a beneficio delle agenzie affiliate e dei partner commerciali e consolidare la riconoscibilità del proprio brand. \r\n«Siamo molto contenti della partnership con Bit - spiega Adriano Apicella, a.d. di Welcome Travel Group -. La collaborazione nasce dal desiderio del network di crescere insieme con la Borsa internazionale del turismo coinvolgendo le nostre adv e i nostri partner nel rafforzare la rete outgoing. La nostra ultima convention si è svolta a Napoli nel 2020; quest’anno abbiamo deciso di riunire in un solo luogo le agenzie che partecipano della fusione dei network Welcome Travel e Geo Travel. Era necessario trovare una location che potesse ospitare questa convention trasversale, in un luogo facilmente accessibile. E Milano per noi è una destinazione estremamente attrattiva. L’evento si svilupperà sui tre giorni della Bit: sarà una grande opportunità perché sono convinto che il business si faccia quando ci si incontra di persona. Coinvolgeremo 1.600 agenti di viaggio e 100 partner del network». \r\nAffiancheranno Welcome Travel i top partner azionisti del network Costa e Alpitour World, insieme con Neos, la compagnia aerea del gruppo. Tra i partner selezionati saranno presenti anche Allianz, Itmex e Sekurest. «Sarà un evento memorabile per la condivisione di contenuti di innovazione e di servizi che il network mette a disposizione degli agenti e dei partner commerciali - conclude Apicella - e anche per le due importanti serate in programma: la prima powered by Costa e la seconda per celebrare il centenario di Turisanda».","post_title":"Welcome Travel in convention a Milano per coronare un anno di successi e guardare al futuro","post_date":"2023-12-18T12:57:01+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1702904221000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"457932","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\nLa nona edizione del workshop France Méditerranée si è tenuta a Tolone ed è stata l’occasione per scoprire la regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra: un territorio collinare e rigoglioso affacciato sul Mediterraneo dove si incontrano cittadine piene di charme, piccoli centri medievali, lagune e lunghe spiagge adatte alle attività sportive. Un luogo di grande bellezza, dove il clima è temperato tutto l’anno, con 300 giorni di sole che attirano ogni anno 4 milioni di visitatori. Una terra che testimonia lo scorrere della storia: popolata dai greci e poi dai romani sin dalla fine del II secolo a.C., entrò a far parte del Regno di Francia nel 1481. Nel 1793 Napoleone Bonaparte combatté la sua prima battaglia proprio nella grande baia di Tolone.\r\n\r\nOggi la baia ospita la vasta cittadella della marina militare francese, dove lavorano 10mila persone ed è il porto di collegamento con la Corsica. Il ruolo marittimo è una delle cifre della città insieme con la grande passione degli abitanti per il rugby: uno sport fatto di lealtà, rispetto e coraggio, che ha il suo luogo deputato nel grande stadio costruito grazie al lascito del cantante locale Felix Mayol e a lui dedicato. Negli ultimi 15 anni Tolone ha vissuto un’importante opera di rigenerazione urbana e oggi è una città sicura, ricca di arte e cultura, con uno dei Teatri dell’opera più antichi della Francia, sorto nel 1860. La metropoli è un luogo dinamico, ideale per lo shopping - in particolare in questo tempo natalizio - e libero dal traffico, che scorre in percorsi sotterranei. I viali in stile haussmann e gli eleganti edifici possono essere ammirati dalla funivia che sale sul Monte Faron, luogo ideale per il trekking, l’hiking e le escursioni in famiglia. Tolone un’affascinante strada costiera collega 12 comuni della regione, ciascuno con proprie caratteristiche, dove vengono celebrati diversi festival e allestiti colorati mercatini nel periodo natalizio. Grande il fascino di Hyères, già fortificata nel XIV secolo, dove nel 1600 Luigi XIV fece piantare decine di alberi di limoni e arance e che nell’800 divenne famosa per le cure termali.\r\n\r\nA Hyères i monumenti medievali che richiamano la storia dei cavalieri templari, incontrano edifici della Belle Epoque. Poi lo sguardo si rivolge al mare, dove le prime strisce di sabbia accolgono centinaia di fenicotteri da novembre alla primavera e sono predilette anche dagli amanti del kyte-surf. Sullo sfondo si staglia il profilo delle isole di Hyères o Isole d’Oro, un paradiso naturale che ha la sua leggenda, naturalmente triste, che narra di quattro principesse abili nuotatrici che gli dei salvarono dai pirati trasformandole nelle tre isole che compongono l’arcipelago, Porquerolles, Port-Cros e Levant, insieme con la penisola di Gies. In queste settimane ogni città della regione allestisce il proprio presepe e offre agli ospiti accoglienza e prodotti a km.0: i noti saponi, l’olio d’oliva, il sale, i piatti tipici e anche “la cade”, la saporita versione locale della farinata di ceci.\r\n\r\n[gallery ids=\"457934,457942,457937\"]","post_title":"Alla scoperta della regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra","post_date":"2023-12-13T10:31:41+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1702463501000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"457844","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Saudia punta ad inserire in flotta altri 16 A321neo e 15 A321Xlr entro il 2027: i piani di espansione della compagnia aerea andranno quindi a potenziare un parco macchine che attualmente è composto da 143 velivoli di sette diverse serie, tre delle quali appartenenti a Boeing e quattro ad Airbus. Di questi, 89 aeromobili sono Airbus e i rimanenti 54 Boeing. I più grandi velivoli della flotta sono i Boeing B777, in grado di trasportare fino a 413 passeggeri.\r\n\r\nSaudia utilizza inoltre 32 Airbus A330, offrendo posti a sedere fino ad un massimo di 330 passeggeri, sia in business che in classe guest. La flotta include inoltre 38 A320ceo, 16 modelli A320, 4 A321neo, 15 A321, 13 velivoli Dreamliner B787-9 e 8 velivoli Dreamliner B787-10.\r\n\r\nL'A321neo è configurato in due classi di servizio e può trasportare dai 180 ai 220 passeggeri: la motivazione principale che ha portato il vettore a scegliere questo velivolo è la sua efficienza di consumi. La famiglia A320 ha collettivamente ridotto le emissioni di CO2 di 20 milioni di tonnellate dal lancio a livello globale dell’A320neo nel 2016. L’integrazione di Sharklets, motori avanzati a basso consumo di carburante, e delle innovazioni di cabina all’avanguardia hanno portato ad una diminuzione del 20% del consumo di carburante e di emissioni di CO2, una riduzione del 50% dell’impronta sonora, una riduzione del 5% nei costi di manutenzione della cellula, ed una riduzione del 14% in termini di costi operativi contanti per posto a sedere rispetto ai suoi predecessori.","post_title":"Saudia: entro il 2027 in flotta altri 16 A321neo e 15 A321Xlr","post_date":"2023-12-12T09:04:47+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1702371887000]}]}}

Lascia un commento