9 December 2022

1720

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

CERCASI ADDETTO/A VENDITE ADV
AGENZIA DI VIAGGI, ricerca addetta alle vendite con minimo di esperienza vendita viaggi e biglietteria. Creatività, dinamismo, capacità organizzative sono elementi fondamentali per la candidatura. Disponibilità immediata. Contratto stagionale. Inviare curriculum a: alessandroanzini@emisferovacanze.it.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435555 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha recentemente aperto a Roma l'Umiltà 36, dopo un importante intervento a cura dell’interior contractor valtellinese Concreta, che ha realizzato l'arredo delle 47 chiavi della struttura distribuite su quattro piani tra camere e suite, a cui si aggiungono due piani di appartamenti con metrature importanti, tutte diverse tra loro. La proprietà si colloca all'interno di un palazzo storico che aveva precedentemente ospitato uffici direzionali e spazi commerciali e che rivela il suo tratto elegante fin dall'ingresso, dove un portone in legno si apre in un alto androne con volta a botte. La direzione dei lavori è stata affidata allo studio CaberlonCaroppi, che ha progettato il concept, disegnato gli interni e coadiuvato gli interventi strutturali, proponendo un ritorno al progetto originale dello stabile, enfatizzando maggiormente le altezze e ripristinando la doppia altezza del piano che negli anni, attraverso le varie destinazioni d’uso, era stata ribassata in un piano ammezzato. L'offerta dell'Umiltà 36 è completata dal Dandy Cafè, The Unexpected Place in Rome, mentre all'ultimo piano, la terrazza Flores panoramica con affaccio sul Quirinale e sul Vittoriano è pensata per ospitare il ristorante all'aperto in versione lounge e cocktail bar. Parte del piano terra è infine stato destinato al ristorante El Porteño Gourmet di ispirazione argentina e gestito dagli ideatori del Porteño di Milano. Aperto a settembre 2022, con i suoi 120 posti a sedere accoglie gli ospiti sette giorni su sette, a pranzo e a cena. Umiltà 36 fa parte della Shedir Collection, controllata da Eduardo Safdie, che è anche socio del gruppo alberghiero fiorentino JK Place. Al momento gestisce quattro strutture, due di proprietà (il Maalot di Roma e il Capri Tiberio Palace) e altrettante in affitto (il Vilòn e lo stesso Umiltà 36, entrambi situati nella città Eterna). Un'ulteriore apertura capitolina è attesa per il prossimo aprile, quando è in calendario l'inaugurazione di Palazzo Roma. Stando a quanto dichiarato dal ceo della compagnia, Claudio Ceccherelli, a Pambianco Hotellerie, la Shedir Collection dovrebbe chiudere l'anno con un fatturato di 28 milioni di euro. [post_title] => Concreta e CaberlonCaroppi a monte del progetto capitolino Umiltà 36 della Shedir Collection [post_date] => 2022-12-09T13:40:51+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670593251000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435653 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prende il via dal 7 dicembre 2022 fino al 5 febbraio 2023 a Palazzo Monferrato di Alessandria la mostra “1853-2023, Torino-Genova, una rotaia lunga 170 anni”, dove è possibile ripercorrere, tramite illustrazioni e immagini multimediali, la storia della realizzazione della prima importante infrastruttura su rotaia della storia italiana e dove in contemporanea si propongono alcuni elementi di riflessione e di confronto tra le problematiche del periodo immediatamente precedente l’Unità nazionale. Arteria fondamentale per collegare la capitale del regno di Sardegna e il suo porto sul mar Ligure, fu realizzata nell'arco di nove anni circa. Il percorso espositivo articola il proprio racconto lungo alcune principali sezioni tematiche: Introduzione; L’attività preparatoria (1825-1845); I promotori del progetto: Camillo Cavour e Carlo Alberto; Il cantiere (1848-1853), luogo di sperimentazioni tecniche e tecnologiche; L’immagine della ferrovia attraverso la lente degli artisti; Evoluzione delle stazioni e del materiale viaggiante; La Torino-Genova e lo sviluppo del Nord-Ovest; Gli sviluppi attuali e futuri della linea. Oltre ai pannelli che sviluppano le singole sezioni, la mostra dispone di un tavolo con tecnologia touch screen, sul quale è possibile selezionare e ingrandire le 15 incisioni che il pittore svizzero Carlo Bossoli ha realizzato nel 1853 per un volume pubblicato a Londra (The Railway between Turin and Genoa), e inoltre consultare fin nei più minuti dettagli una planimetria di fine Ottocento che descrive le dotazioni tecnologiche della linea. Il progetto espositivo è promosso dal Comitato per i 170 anni della linea ferroviaria, un organismo nato nell’ambito della Fondazione SLALA (Sistema Logistico del Nord-Ovest), in collaborazione con la Camera di Commercio di Alessandria-Asti, la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, il Comune di Alessandria, e l’Università del Piemonte Orientale.  Il format prescelto è quello di una mostra itinerante che possa essere ospitata presso le principali città collocate lungo i 165 chilometri della tratta ferroviaria: in particolare, Torino, Asti, Alessandria, Novi Ligure e Genova.  Il racconto di questa storia affascinante – perché "è su questa linea che si è fatta l’Italia" – è affidato a un progetto curato da Roberto Livraghi, presidente del Comitato per i 170 anni della linea ferroviaria, e allestito da Line.lab di Giorgio Annone.  La mostra di Alessandria è realizzata con la speciale collaborazione operativa di: ALEXALA, Circuito Cultura e Territorio, ASM Costruire Insieme, DLF Alessandria-Asti, Fondazione FS, Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino, RFI-Rete Ferroviaria Italiana. [post_title] => Alessandria, al via la mostra “1853-2023, Torino-Genova, una rotaia lunga 170 anni” [post_date] => 2022-12-07T15:28:06+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670426886000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435267 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_435272" align="alignleft" width="300"] Thomas Fowler Ryanair, Michael OLeary Ryanair, Jan Toschka Shell and Ashleigh McDougall Shell[/caption] Ryanair e Shell hanno firmato un memorandum of understanding per promuovere la fornitura di carburante sostenibile per l'aviazione in oltre 200 aeroporti Ryanair in tutta Europa, con particolare attenzione alla fornitura Saf per le più grandi basi di Ryanair come Dublino e Londra Stansted. Sebbene il Saf sia un fattore chiave per la decarbonizzazione dell'aviazione, attualmente rappresenta solo una piccola parte consumo mondiale di carburante per aerei. Questo accordo con Shell offre a Ryanair un potenziale accesso a 360.000 tonnellate (120 milioni di galloni) di Saf tra il 2025 e il 2030, risparmiando oltre ca. 900.000 tonnellate di emissioni di CO2 (pari a oltre 70.000 voli da Dublino a Milano). Il Saf coperto da questo accordo potrebbe potenzialmente essere realizzato attraverso più processi tecnologici diversi e con un'ampia gamma di materie prime sostenibili. Questo accordo dimostra l'impegno sia di Ryanair sia di Shell a lavorare insieme per investire nella fornitura di carburanti SAF. Ryanair si è posta obiettivi ambiziosi puntando al 12,5% di SAF entro il 2030 e zero emissioni nette entro il 2050. «Il SAF svolge un ruolo chiave nella nostra strategia Pathway to Net Zero e anche nel nostro impegno per un obiettivo del 12,5% di SAF entro il 2030 - ha detto Thomas Fowler, director of sustainability di Ryanair -. L'accordo odierno con Shell aiuta Ryanair avere accesso a circa il 20% di questo ambizioso obiettivo. Shell è un partner chiave per la sostenibilità di Ryanair e non vediamo l'ora di rafforzare questa collaborazione con Shell mentre il nostro Gruppo cresce in modo sostenibile, con l’obiettivo di trasportare 225 milioni di passeggeri all'anno entro il FY26».   [post_title] => Ryanair e Shell firmano un accordo per il carburante sostenibile [post_date] => 2022-12-02T10:09:10+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669975750000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434920 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per i Giardini di Castel Trauttmansdorff l'anno trascorso è stato ricco di successi, con un’affluenza di quasi 400.000 ospiti (386.800 per la precisione), il 28% in più rispetto al 2021, provenienti da più di 68 paesi diversi, con una media di circa 1700 persone al giorno. Il mese più importante della stagione è stato agosto con 63.410 ospiti, seguito da aprile con 55.500. Il fine settimana di Ognissanti 2022 è stato il più frequentato dall'apertura dei Giardini: 5.700 persone in 3 giorni. Anche il numero di famiglie che ha visitato i Giardini è aumentato significativamente.   «Con questi numeri - afferma la direttrice dei Giardini Gabriele Pircher - stiamo consolidando i successi ottenuti prima della pandemia. Anche nei mesi estivi molti ospiti sono venuti in visita ai Giardini nonostante il grande caldo; abbiamo così di nuovo sfiorato la soglia dei 400.000 visitatori».  Il tema centrale della stagione 2022 è stato "Regalati del tempo - Il giardino come luogo di benessere". Un percorso interattivo ha accompagnato i visitatori nei luoghi più particolari e nascosti dei Giardini dove poter entrare in armonia con la natura e scoprire il benessere che questa regala.   La stagione 2023 per Giardini e Touriseum avrà inizio sabato 1° aprile. Per i Giardini saranno protagoniste le piante neofite invasive: grazie a un percorso di approfondimento ne verranno illustrate le caratteristiche e gli impatti che producono sull’ambiente in cui crescono. Il Touriseum, invece, inaugurerà una nuova mostra dal titolo "We need you - La mancanza di personale nel settore alberghiero" che si concentrerà sull’industria del turismo e sulle difficoltà degli operatori a trovare lavoratori qualificati. Verranno analizzate le principali cause di questa carenza di personale, le strategie per contrastarla e gli sviluppi che negli anni hanno trasformato e attraversato questo settore.   [post_title] => Castel Trauttmansdorff, bilancio positivo per i Giardini nel 2022 [post_date] => 2022-11-28T11:57:15+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669636635000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434661 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair rilancia su Cipro in vista dell'estate 2023, proponendo la sua più ampia programmazione di sempre sull'Isola. Si tratta complessivamente di 41 rotte, di cui cinque nuove da Paphos verso Atene, Bordeaux, Napoli, Poznan e Tolosa, tutte servite da due frequenze alla settimana. La flotta della low costa basata sullo scalo conterà un velivolo in più che porterà il totale a quattro, due dei quali saranno Boeing 737 8-200 "Gamechanger", che offrono il 4% di posti in più, consumano il 16% di carburante in meno e producono il 40% di emissioni acustiche in meno. L'investimento di Ryanair di oltre 400 milioni di dollari a Cipro sosterrà 120 posti di lavoro nel settore dell'aviazione e 1.500 posti di lavoro indiretti all'aeroporto di Paphos. [post_title] => Ryanair cresce da Cipro con 5 nuove rotte per l'estate, inclusa la Paphos-Napoli [post_date] => 2022-11-24T09:50:13+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669283413000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434358 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Irlanda si è presentata alla rete agenziale di Roma insieme ai partner Albatravel e Clonakilty Distillery, puntualizzando come l’avvio dei nuovi voli diretti Ryanair da Fiumicino a Cork, la seconda città irlandese per numero di abitanti, permettono di raggiungere in pochissimi tempo molte località meridionali di forte interesse turistico.   “Oggi i voli tra l’Italia e l’Irlanda superano i livelli pre-Covid del 2019 quando gli arrivi erano 370.000 - ha sottolineato Mary O’Connor, trade e industry executive Tourism Ireland -. Con un ventaglio molto nutrito di voli operati anche da Aer Lingus  - nel 2023 saranno in tutto 120 i voli settimanali tra i due paesi -  e le tante novità mirate al settore luxury e al turismo esperienziale, puntiamo a un incremento dall’Italia, e non solo nei mesi estivi.  Sono ormai molti gli eventi come Halloween e Natale che richiamo numeri crescenti di visitatori alle nostre città anche nella bassa stagione. Oltre Dublino il circuito delle principali città che proponiamo al visitatore sono sedici, e sono tutti visitabili sul nostro nuovo portale in italiano che ha una parte dedicata alle agenzie”. Previste per la prossima stagione nuove opportunità di co-working, workshop sia in presenza che virtuali, fam trip insieme e webinar per il trade. Presentato in anteprima da Luca Riminucci, direttore vendite di Albatravel, partner di Tourism Ireland, il nuovo sistema di prenotazione dell’operatore. “E’ più bello e leggibile ma soprattutto più affidabile, con risultati di ricerca più chiari, la geo-localizzazione reale e l’ottimizzazione dei risultati.  E garantiamo le tariffe migliori in assoluto”.   Inaugurato nel 2019, a meno di 60 kilometri dalla città di Cork, il Clonakilty Distillery offre tour multisensoriali alla scoperta dei loro distillati – whiskey, gin e vodka. “Il visitatore ha anche la possibilità di creare la propria ricetta di gin, selezionando gli estratti vegetali e distillando la propria creazione in un alambicco di rame in miniatura,” ha spiegato il visitor experience manager Ewan Paterson.        [post_title] => Irlanda e Albatravel: focus su luxury ed esperienze per incentivare i flussi dall'Italia [post_date] => 2022-11-18T12:03:46+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668773026000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434302 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Passa di mano la proprietà del W Rome, primo indirizzo italiano del brand lifestyle-lusso di casa Marriott. La joint venture tra il fondo pensioni Canada Pension Plan Investment Board (Cpp Investments) e la società britannica di hotel management Hamilton - Pyramid Europe lo ha infatti acquisito dai precedenti titolari (King Street Capital Management e Omnam Investment Group) per una cifra complessiva attorno ai 172 milioni di euro. La struttura, riaperta lo scorso aprile dopo un completo restyling, comprende 162 camere, oltre a un bar rooftop, un ristorante, una lounge, vari altri locali f&b, una palestra e spazi meeting. "Roma è da sempre una destinazione top a livello leisure e business - spiega il managing director, head of real estate Europa di Cpp Investments, Andrea Orlandi -. L'acquisizione del W Rome pone perciò la nostra joint venture con Hamilton - Pyramid Europe nelle migliori condizioni per sfruttare tutto l'appeal della città Eterna come destinazione turistica globale". Creata all'inizio di quest'anno la joint venture britannico-canadese è focalizzata nell'acquisizione di strutture ricettive operative nelle più importanti città europee e in selezionate destinazioni resort. Lo scorso agosto, Cpp Investments aveva annunciato un impegno per 475 milioni di euro nella stessa joint venture. L'investimento per W Rome fa parte di tale dotazione. [post_title] => Il W Rome passa nella mani di un fondo pensioni canadese e dei britannici di Hamilton - Pyramid Europe [post_date] => 2022-11-17T12:25:18+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668687918000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434069 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' stata inaugurata ufficialmente lo scorso 1° novembre Cascina Galarej, il nuovo hotel del Villaggio Narrante in Fontanafredda & Casa E. di Mirafiore: tenuta di 120 ettari di riserva bionaturale situata a Serralunga d'Alba, nel cuore delle terre del Barolo, che include anche una vasta proposta enogastronomica, un centro congressi, oltre che l'altro hotel le Case dei Conti. La nuova struttura offre agli ospiti un’esperienza di relax e benessere con vista a 360 gradi sui vigneti. Nato dalla ristrutturazione di una cascina di Fontanafredda risalente al 1867, con un progetto che ha posto molta attenzione all’aspetto ecosostenibile, l’hotel offre dieci camere con arredamento di design, una palestra con vista sulle colline, una spa dotata di piscina riscaldata interna ed esterna, sauna finlandese, bagno turco, docce emozionali, tino idromassaggio, trattamenti con mosto d’uva di Barbera e Nebbiolo. La proposta culinaria, a opera degli chef del Villaggio, comprende prima colazione, light lunch e aperitivi con prodotti tipici di Langa. La struttura esistente è stata valorizzata con l'inserimento di grandi vetrate e l’utilizzo di materiali naturali come il legno e la pietra, arredi di design curati da Green Pea Home e impreziositi da cimeli storici di Vittorio Emanuele II conservati nella Villa Reale. Nell’ex fienile, dalla tipica struttura in mattoni a vista completamente rinnovata, è stata ricavata quindi la spa di 500 metri quadrati. Per il riscaldamento della piscina e delle camere è stato inoltre adottato l’impianto di cogenerazione e teleriscaldamento presente nel Villaggio, mentre per l’illuminazione della strada che conduce all’hotel una serie di panelli fotovoltaici con sensori di movimento. Dal punto di vista dell’impatto visivo ambientale sono stati utilizzati colori conformi al paesaggio circostante e che richiamano gli edifici storici di re Vittorio Emanuele II, grazie alle righe orizzontali tipiche del Villaggio Narrante. Non mancheranno infine le possibilità di vivere le restanti esperienze all’interno della tenuta, come la vista alle cantine storiche di Vittorio Emanuele II e a quelle di suo figlio Emanuele Alberto, la passeggiata nel bosco dei Pensieri, nonché la degustazione dei grandi vini delle Langhe e della tradizione all’interno dei ristoranti della famiglia Alciati. [post_title] => Il nuovo hotel Cascina Galarej apre nel Villaggio Narrante di Serralunga d'Alba [post_date] => 2022-11-14T12:49:25+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668430165000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433947 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo sciopero di 24 ore, oggi 11 novembre, per piloti e assistenti di volo di Vueling. Secondo quanto anticipato Uiltrasporti, "Il totale rifiuto da parte della compagnia di avviare sane e corrette relazioni industriali con i sindacati realmente rappresentativi dei propri lavoratori è alla base dello sciopero indetto in Vueling dalla UIltrasporti insieme alla Filt Cgil». Le parti sociali accusano il vettore di "negare un confronto costruttivo e trasparente a seguito dell’individuazione di 17 esuberi tra i circa 120 assistenti di volo assunti su base Roma nonostante continui a coprire i voli in partenza dal nostro Paese con propri assistenti basati all’estero per mancanza di risorse presenti in Italia". Il sindacato chiede nuovamente l'apertura di "un confronto costruttivo che porti alla soluzione dei numerosi problemi, a partire dall’applicazione del contratto collettivo nazionale di settore e dall’adeguamento dei salari. Se l’azienda - conclude la Uiltrasporti - continuerà a rispondere con il silenzio alle nostre rivendicazioni saremo costretti a programmare altre azioni di sciopero già nel periodo natalizio". [post_title] => Vueling: in corso oggi lo sciopero di 24 ore di piloti e assistenti di volo [post_date] => 2022-11-11T10:31:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668162669000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1720" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":7,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":267,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435555","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ha recentemente aperto a Roma l'Umiltà 36, dopo un importante intervento a cura dell’interior contractor valtellinese Concreta, che ha realizzato l'arredo delle 47 chiavi della struttura distribuite su quattro piani tra camere e suite, a cui si aggiungono due piani di appartamenti con metrature importanti, tutte diverse tra loro. La proprietà si colloca all'interno di un palazzo storico che aveva precedentemente ospitato uffici direzionali e spazi commerciali e che rivela il suo tratto elegante fin dall'ingresso, dove un portone in legno si apre in un alto androne con volta a botte. La direzione dei lavori è stata affidata allo studio CaberlonCaroppi, che ha progettato il concept, disegnato gli interni e coadiuvato gli interventi strutturali, proponendo un ritorno al progetto originale dello stabile, enfatizzando maggiormente le altezze e ripristinando la doppia altezza del piano che negli anni, attraverso le varie destinazioni d’uso, era stata ribassata in un piano ammezzato.\r\n\r\nL'offerta dell'Umiltà 36 è completata dal Dandy Cafè, The Unexpected Place in Rome, mentre all'ultimo piano, la terrazza Flores panoramica con affaccio sul Quirinale e sul Vittoriano è pensata per ospitare il ristorante all'aperto in versione lounge e cocktail bar. Parte del piano terra è infine stato destinato al ristorante El Porteño Gourmet di ispirazione argentina e gestito dagli ideatori del Porteño di Milano. Aperto a settembre 2022, con i suoi 120 posti a sedere accoglie gli ospiti sette giorni su sette, a pranzo e a cena.\r\n\r\nUmiltà 36 fa parte della Shedir Collection, controllata da Eduardo Safdie, che è anche socio del gruppo alberghiero fiorentino JK Place. Al momento gestisce quattro strutture, due di proprietà (il Maalot di Roma e il Capri Tiberio Palace) e altrettante in affitto (il Vilòn e lo stesso Umiltà 36, entrambi situati nella città Eterna). Un'ulteriore apertura capitolina è attesa per il prossimo aprile, quando è in calendario l'inaugurazione di Palazzo Roma. Stando a quanto dichiarato dal ceo della compagnia, Claudio Ceccherelli, a Pambianco Hotellerie, la Shedir Collection dovrebbe chiudere l'anno con un fatturato di 28 milioni di euro.","post_title":"Concreta e CaberlonCaroppi a monte del progetto capitolino Umiltà 36 della Shedir Collection","post_date":"2022-12-09T13:40:51+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1670593251000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435653","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prende il via dal 7 dicembre 2022 fino al 5 febbraio 2023 a Palazzo Monferrato di Alessandria la mostra “1853-2023, Torino-Genova, una rotaia lunga 170 anni”, dove è possibile ripercorrere, tramite illustrazioni e immagini multimediali, la storia della realizzazione della prima importante infrastruttura su rotaia della storia italiana e dove in contemporanea si propongono alcuni elementi di riflessione e di confronto tra le problematiche del periodo immediatamente precedente l’Unità nazionale. Arteria fondamentale per collegare la capitale del regno di Sardegna e il suo porto sul mar Ligure, fu realizzata nell'arco di nove anni circa.\r\n\r\nIl percorso espositivo articola il proprio racconto lungo alcune principali sezioni tematiche: Introduzione; L’attività preparatoria (1825-1845); I promotori del progetto: Camillo Cavour e Carlo Alberto; Il cantiere (1848-1853), luogo di sperimentazioni tecniche e tecnologiche; L’immagine della ferrovia attraverso la lente degli artisti; Evoluzione delle stazioni e del materiale viaggiante; La Torino-Genova e lo sviluppo del Nord-Ovest; Gli sviluppi attuali e futuri della linea.\r\n\r\nOltre ai pannelli che sviluppano le singole sezioni, la mostra dispone di un tavolo con tecnologia touch screen, sul quale è possibile selezionare e ingrandire le 15 incisioni che il pittore svizzero Carlo Bossoli ha realizzato nel 1853 per un volume pubblicato a Londra (The Railway between Turin and Genoa), e inoltre consultare fin nei più minuti dettagli una planimetria di fine Ottocento che descrive le dotazioni tecnologiche della linea.\r\n\r\nIl progetto espositivo è promosso dal Comitato per i 170 anni della linea ferroviaria, un organismo nato nell’ambito della Fondazione SLALA (Sistema Logistico del Nord-Ovest), in collaborazione con la Camera di Commercio di Alessandria-Asti, la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, il Comune di Alessandria, e l’Università del Piemonte Orientale. \r\n\r\nIl format prescelto è quello di una mostra itinerante che possa essere ospitata presso le principali città collocate lungo i 165 chilometri della tratta ferroviaria: in particolare, Torino, Asti, Alessandria, Novi Ligure e Genova.  Il racconto di questa storia affascinante – perché \"è su questa linea che si è fatta l’Italia\" – è affidato a un progetto curato da Roberto Livraghi, presidente del Comitato per i 170 anni della linea ferroviaria, e allestito da Line.lab di Giorgio Annone. \r\n\r\nLa mostra di Alessandria è realizzata con la speciale collaborazione operativa di: ALEXALA, Circuito Cultura e Territorio, ASM Costruire Insieme, DLF Alessandria-Asti, Fondazione FS, Museo Nazionale del Risorgimento Italiano di Torino, RFI-Rete Ferroviaria Italiana.","post_title":"Alessandria, al via la mostra “1853-2023, Torino-Genova, una rotaia lunga 170 anni”","post_date":"2022-12-07T15:28:06+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1670426886000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435267","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_435272\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Thomas Fowler Ryanair, Michael OLeary Ryanair, Jan Toschka Shell and Ashleigh McDougall Shell[/caption]\r\n\r\nRyanair e Shell hanno firmato un memorandum of understanding per promuovere la fornitura di carburante sostenibile per l'aviazione in oltre 200 aeroporti Ryanair in tutta Europa, con particolare attenzione alla fornitura Saf per le più grandi basi di Ryanair come Dublino e Londra Stansted.\r\n\r\nSebbene il Saf sia un fattore chiave per la decarbonizzazione dell'aviazione, attualmente rappresenta solo una piccola parte consumo mondiale di carburante per aerei. Questo accordo con Shell offre a Ryanair un potenziale accesso a 360.000 tonnellate (120 milioni di galloni) di Saf tra il 2025 e il 2030, risparmiando oltre ca. 900.000 tonnellate di emissioni di CO2 (pari a oltre 70.000 voli da Dublino a Milano). Il Saf coperto da questo accordo potrebbe potenzialmente essere realizzato attraverso più processi tecnologici diversi e con un'ampia gamma di materie prime sostenibili.\r\n\r\nQuesto accordo dimostra l'impegno sia di Ryanair sia di Shell a lavorare insieme per investire nella fornitura di carburanti SAF. Ryanair si è posta obiettivi ambiziosi puntando al 12,5% di SAF entro il 2030 e zero emissioni nette entro il 2050.\r\n\r\n«Il SAF svolge un ruolo chiave nella nostra strategia Pathway to Net Zero e anche nel nostro impegno per un obiettivo del 12,5% di SAF entro il 2030 - ha detto Thomas Fowler, director of sustainability di Ryanair -. L'accordo odierno con Shell aiuta Ryanair avere accesso a circa il 20% di questo ambizioso obiettivo. Shell è un partner chiave per la sostenibilità di Ryanair e non vediamo l'ora di rafforzare questa collaborazione con Shell mentre il nostro Gruppo cresce in modo sostenibile, con l’obiettivo di trasportare 225 milioni di passeggeri all'anno entro il FY26».\r\n\r\n ","post_title":"Ryanair e Shell firmano un accordo per il carburante sostenibile","post_date":"2022-12-02T10:09:10+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669975750000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434920","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Per i Giardini di Castel Trauttmansdorff l'anno trascorso è stato ricco di successi, con un’affluenza di quasi 400.000 ospiti (386.800 per la precisione), il 28% in più rispetto al 2021, provenienti da più di 68 paesi diversi, con una media di circa 1700 persone al giorno. Il mese più importante della stagione è stato agosto con 63.410 ospiti, seguito da aprile con 55.500. Il fine settimana di Ognissanti 2022 è stato il più frequentato dall'apertura dei Giardini: 5.700 persone in 3 giorni. Anche il numero di famiglie che ha visitato i Giardini è aumentato significativamente.\r\n \r\n«Con questi numeri - afferma la direttrice dei Giardini Gabriele Pircher - stiamo consolidando i successi ottenuti prima della pandemia. Anche nei mesi estivi molti ospiti sono venuti in visita ai Giardini nonostante il grande caldo; abbiamo così di nuovo sfiorato la soglia dei 400.000 visitatori».\r\n\r\n Il tema centrale della stagione 2022 è stato \"Regalati del tempo - Il giardino come luogo di benessere\". Un percorso interattivo ha accompagnato i visitatori nei luoghi più particolari e nascosti dei Giardini dove poter entrare in armonia con la natura e scoprire il benessere che questa regala.\r\n\r\n \r\n\r\nLa stagione 2023 per Giardini e Touriseum avrà inizio sabato 1° aprile. Per i Giardini saranno protagoniste le piante neofite invasive: grazie a un percorso di approfondimento ne verranno illustrate le caratteristiche e gli impatti che producono sull’ambiente in cui crescono.\r\n\r\nIl Touriseum, invece, inaugurerà una nuova mostra dal titolo \"We need you - La mancanza di personale nel settore alberghiero\" che si concentrerà sull’industria del turismo e sulle difficoltà degli operatori a trovare lavoratori qualificati. Verranno analizzate le principali cause di questa carenza di personale, le strategie per contrastarla e gli sviluppi che negli anni hanno trasformato e attraversato questo settore.\r\n ","post_title":"Castel Trauttmansdorff, bilancio positivo per i Giardini nel 2022","post_date":"2022-11-28T11:57:15+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669636635000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434661","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair rilancia su Cipro in vista dell'estate 2023, proponendo la sua più ampia programmazione di sempre sull'Isola. Si tratta complessivamente di 41 rotte, di cui cinque nuove da Paphos verso Atene, Bordeaux, Napoli, Poznan e Tolosa, tutte servite da due frequenze alla settimana.\r\n\r\nLa flotta della low costa basata sullo scalo conterà un velivolo in più che porterà il totale a quattro, due dei quali saranno Boeing 737 8-200 \"Gamechanger\", che offrono il 4% di posti in più, consumano il 16% di carburante in meno e producono il 40% di emissioni acustiche in meno. L'investimento di Ryanair di oltre 400 milioni di dollari a Cipro sosterrà 120 posti di lavoro nel settore dell'aviazione e 1.500 posti di lavoro indiretti all'aeroporto di Paphos.","post_title":"Ryanair cresce da Cipro con 5 nuove rotte per l'estate, inclusa la Paphos-Napoli","post_date":"2022-11-24T09:50:13+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669283413000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434358","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Irlanda si è presentata alla rete agenziale di Roma insieme ai partner Albatravel e Clonakilty Distillery, puntualizzando come l’avvio dei nuovi voli diretti Ryanair da Fiumicino a Cork, la seconda città irlandese per numero di abitanti, permettono di raggiungere in pochissimi tempo molte località meridionali di forte interesse turistico.  \r\n\r\n“Oggi i voli tra l’Italia e l’Irlanda superano i livelli pre-Covid del 2019 quando gli arrivi erano 370.000 - ha sottolineato Mary O’Connor, trade e industry executive Tourism Ireland -. Con un ventaglio molto nutrito di voli operati anche da Aer Lingus  - nel 2023 saranno in tutto 120 i voli settimanali tra i due paesi -  e le tante novità mirate al settore luxury e al turismo esperienziale, puntiamo a un incremento dall’Italia, e non solo nei mesi estivi.  Sono ormai molti gli eventi come Halloween e Natale che richiamo numeri crescenti di visitatori alle nostre città anche nella bassa stagione. Oltre Dublino il circuito delle principali città che proponiamo al visitatore sono sedici, e sono tutti visitabili sul nostro nuovo portale in italiano che ha una parte dedicata alle agenzie”. Previste per la prossima stagione nuove opportunità di co-working, workshop sia in presenza che virtuali, fam trip insieme e webinar per il trade.\r\n\r\nPresentato in anteprima da Luca Riminucci, direttore vendite di Albatravel, partner di Tourism Ireland, il nuovo sistema di prenotazione dell’operatore. “E’ più bello e leggibile ma soprattutto più affidabile, con risultati di ricerca più chiari, la geo-localizzazione reale e l’ottimizzazione dei risultati.  E garantiamo le tariffe migliori in assoluto”.  \r\n\r\nInaugurato nel 2019, a meno di 60 kilometri dalla città di Cork, il Clonakilty Distillery offre tour multisensoriali alla scoperta dei loro distillati – whiskey, gin e vodka. “Il visitatore ha anche la possibilità di creare la propria ricetta di gin, selezionando gli estratti vegetali e distillando la propria creazione in un alambicco di rame in miniatura,” ha spiegato il visitor experience manager Ewan Paterson.     \r\n\r\n ","post_title":"Irlanda e Albatravel: focus su luxury ed esperienze per incentivare i flussi dall'Italia","post_date":"2022-11-18T12:03:46+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1668773026000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434302","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Passa di mano la proprietà del W Rome, primo indirizzo italiano del brand lifestyle-lusso di casa Marriott. La joint venture tra il fondo pensioni Canada Pension Plan Investment Board (Cpp Investments) e la società britannica di hotel management Hamilton - Pyramid Europe lo ha infatti acquisito dai precedenti titolari (King Street Capital Management e Omnam Investment Group) per una cifra complessiva attorno ai 172 milioni di euro. La struttura, riaperta lo scorso aprile dopo un completo restyling, comprende 162 camere, oltre a un bar rooftop, un ristorante, una lounge, vari altri locali f&b, una palestra e spazi meeting.\r\n\r\n\"Roma è da sempre una destinazione top a livello leisure e business - spiega il managing director, head of real estate Europa di Cpp Investments, Andrea Orlandi -. L'acquisizione del W Rome pone perciò la nostra joint venture con Hamilton - Pyramid Europe nelle migliori condizioni per sfruttare tutto l'appeal della città Eterna come destinazione turistica globale\".\r\n\r\nCreata all'inizio di quest'anno la joint venture britannico-canadese è focalizzata nell'acquisizione di strutture ricettive operative nelle più importanti città europee e in selezionate destinazioni resort. Lo scorso agosto, Cpp Investments aveva annunciato un impegno per 475 milioni di euro nella stessa joint venture. L'investimento per W Rome fa parte di tale dotazione.","post_title":"Il W Rome passa nella mani di un fondo pensioni canadese e dei britannici di Hamilton - Pyramid Europe","post_date":"2022-11-17T12:25:18+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1668687918000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434069","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' stata inaugurata ufficialmente lo scorso 1° novembre Cascina Galarej, il nuovo hotel del Villaggio Narrante in Fontanafredda & Casa E. di Mirafiore: tenuta di 120 ettari di riserva bionaturale situata a Serralunga d'Alba, nel cuore delle terre del Barolo, che include anche una vasta proposta enogastronomica, un centro congressi, oltre che l'altro hotel le Case dei Conti. La nuova struttura offre agli ospiti un’esperienza di relax e benessere con vista a 360 gradi sui vigneti. Nato dalla ristrutturazione di una cascina di Fontanafredda risalente al 1867, con un progetto che ha posto molta attenzione all’aspetto ecosostenibile, l’hotel offre dieci camere con arredamento di design, una palestra con vista sulle colline, una spa dotata di piscina riscaldata interna ed esterna, sauna finlandese, bagno turco, docce emozionali, tino idromassaggio, trattamenti con mosto d’uva di Barbera e Nebbiolo. La proposta culinaria, a opera degli chef del Villaggio, comprende prima colazione, light lunch e aperitivi con prodotti tipici di Langa.\r\n\r\nLa struttura esistente è stata valorizzata con l'inserimento di grandi vetrate e l’utilizzo di materiali naturali come il legno e la pietra, arredi di design curati da Green Pea Home e impreziositi da cimeli storici di Vittorio Emanuele II conservati nella Villa Reale. Nell’ex fienile, dalla tipica struttura in mattoni a vista completamente rinnovata, è stata ricavata quindi la spa di 500 metri quadrati. Per il riscaldamento della piscina e delle camere è stato inoltre adottato l’impianto di cogenerazione e teleriscaldamento presente nel Villaggio, mentre per l’illuminazione della strada che conduce all’hotel una serie di panelli fotovoltaici con sensori di movimento. Dal punto di vista dell’impatto visivo ambientale sono stati utilizzati colori conformi al paesaggio circostante e che richiamano gli edifici storici di re Vittorio Emanuele II, grazie alle righe orizzontali tipiche del Villaggio Narrante.\r\n\r\nNon mancheranno infine le possibilità di vivere le restanti esperienze all’interno della tenuta, come la vista alle cantine storiche di Vittorio Emanuele II e a quelle di suo figlio Emanuele Alberto, la passeggiata nel bosco dei Pensieri, nonché la degustazione dei grandi vini delle Langhe e della tradizione all’interno dei ristoranti della famiglia Alciati.","post_title":"Il nuovo hotel Cascina Galarej apre nel Villaggio Narrante di Serralunga d'Alba","post_date":"2022-11-14T12:49:25+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1668430165000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433947","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo sciopero di 24 ore, oggi 11 novembre, per piloti e assistenti di volo di Vueling. Secondo quanto anticipato Uiltrasporti, \"Il totale rifiuto da parte della compagnia di avviare sane e corrette relazioni industriali con i sindacati realmente rappresentativi dei propri lavoratori è alla base dello sciopero indetto in Vueling dalla UIltrasporti insieme alla Filt Cgil».\r\n\r\nLe parti sociali accusano il vettore di \"negare un confronto costruttivo e trasparente a seguito dell’individuazione di 17 esuberi tra i circa 120 assistenti di volo assunti su base Roma nonostante continui a coprire i voli in partenza dal nostro Paese con propri assistenti basati all’estero per mancanza di risorse presenti in Italia\". Il sindacato chiede nuovamente l'apertura di \"un confronto costruttivo che porti alla soluzione dei numerosi problemi, a partire dall’applicazione del contratto collettivo nazionale di settore e dall’adeguamento dei salari. Se l’azienda - conclude la Uiltrasporti - continuerà a rispondere con il silenzio alle nostre rivendicazioni saremo costretti a programmare altre azioni di sciopero già nel periodo natalizio\".","post_title":"Vueling: in corso oggi lo sciopero di 24 ore di piloti e assistenti di volo","post_date":"2022-11-11T10:31:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1668162669000]}]}}

Lascia un commento