23 June 2024

1663

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

BUONA ESPERIENZA, OTTIMI RAPPORTI PROFESSIONALI E DI PR CON LA RETE ADV NAPOLETANE E DELLA REGIONE CAMPANIA, ESAMINA PROPOSTE DI COLLABORAZIONE FLESSIBILI, ANCHE NON SUBORDINATE DA PARTE DI TOUR OPERATOR. DISPONIBILITA’IMMEDIATA.
CONTATTARE: mariodaniele1@yahoo.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469840 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_469845" align="alignleft" width="300"] Il rooftop dell'Nh Collection Colombo Hotel[/caption] Prosegue la strategia di espansione dei brand europei del gruppo Minor nel resto del globo. E' questa in particolate la volta del debutto cingalese di due brand Nh:  l'Nh Collection Colombo Hotel ha aperto le proprie porte il 1° giugno nel cuore della capitale, nelle vicinanze di Liberty Arcade e dell'oceano Indiano. La struttura si trova a 10 minuti di auto dal National museum, piazza dell'Indipendenza e Pettah market, nonché a 45 minuti di auto dall’aeroporto principale dello Sri Lanka, il Bandaranaike (Cmb). Si tratta di un albergo a 5 stelle dotato di 219 camere e suite da 33 a 254 metri quadrati, a cui si aggiunge la più grande suite Presidenziale della città. Presenti pure sei food & beverage outlet di cucina internazionale, tra cui specialità indiane, tailandesi e giapponesi, un bar sul rooftop con vista panoramica sull'oceano, una caffetteria e una lounge fuori la lobby. Per eventi privati e aziendali, l'hotel dispone di cinque sale riunioni, una sala del consiglio e spazi in grado di ospitare fino a 200 persone. L'offerta è completata da una palestra, una spa e una piscina a sfioro sul rooftop. L'Nh Bentota Ceysands Resort si trova invece tra il fiume Bentota e l'oceano Indiano, 90 minuti a sud di Colombo lungo la costa occidentale dell'isola. L’hotel, la cui apertura è prevista per il 1° luglio, è dotato di 166 camere e suite da 37 a 139 metri quadrati. Include inoltre una piscina con vista sull'oceano, ideale per sport acquatici, un centro benessere e un miniclub. A disposizione degli ospiti pure cinque punti ristoro, tra cui uno internazionale aperto tutto il giorno, ristoranti di pesce e specialità thailandesi, un caffè per spuntini leggeri e il bar della piscina. [post_title] => I brand Nh Hotels e Nh Collection approdano in Sri Lanka [post_date] => 2024-06-20T12:35:38+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718886938000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468160 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Autentico Hotels porta gli ospiti alla scoperta delle grandi città tra arte e cultura. A Roma, Milano, Venezia e Firenze l'offerta del gruppo abbina al soggiorno l'esperienza della destinazione, tra attività, eventi e monumenti. Incastonato nel celebre Tridente a Roma, in un edificio storico risalente al 1.600, Palazzo Ripetta è un luogo suggestivo che da conservatorio ha cambiato più volte anima nel corso dei secoli trasformandosi in un tempio del lusso garbato: 78 camere e suite che accolgono gli ospiti, una piazza privata, un ristorante e un cocktail bar accompagnano alla scoperta di una capitale effervescente e dal fascino unico. Chateau Monfort è ideale per un city break in un antico palazzo liberty, nel cuore di Milano. L’elegante dimora di inizio Novecento, gioiello liberty decorato dall’architetto Paolo Mezzanotte, accoglie gli ospiti in un mondo di eleganza e fantasia. Il Grand Hotel et De Milan è poi l’unico 5 stelle della città ancora gestito da una famiglia e conserva tutto il fascino di un’antica casa meneghino. Inaugurato nel 1863 ancora oggi è l’hotel di lusso preferito da nomi illustri del mondo della cultura, dello spettacolo, della moda, della musica. Dispone di un team di concierge a disposizione per rendere il soggiorno ancora più esclusivo alla scoperta dei luoghi preferiti dai milanesi. All’Hotel Metropole, a Venezia, è quindi possibile concedersi un soggiorno all’insegna di arte, musica e sensualità a pochi passi da piazza San Marco. Un rifugio sensuale, che seduce con il suo fascino, l’attenzione ai dettagli e la sua atmosfera stravagante, in un ambiente eclettico che mescola antichi arredi del 1.700 a mobili dal raffinato tocco orientale.  Firenze infine è un vero museo a cielo aperto con il suo centro storico racchiuso nell’antico tracciato delle mura medievali, dichiarato dal 1982 Patrimonio dell’Umanità Unesco. A pochi minuti dal centro, sulle sponde dell’Arno sorge una vera e propria oasi cittadina dove rilassarsi fra storia e design: l'Hotel Ville Sull'Arno è un resorta  5 stelle, originariamente un’antica dimora di campagna frequentata dall’alta nobiltà fiorentina dell’800, che divenne il luogo prediletto dei Macchiaioli.     [post_title] => Autentico Hotels: le proposte delle grandi città, tra arte e cultura [post_date] => 2024-05-27T12:33:18+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716813198000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467999 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Tuscia continua a emergere come destinazione turistica virtuosa grazie alle iniziative della DMO Expo Tuscia, che recentemente ha organizzato un press tour per mettere in luce le ricchezze culturali, naturali ed enogastronomiche della regione. La manifestazione si è aperta al Palazzo dei Papi di Viterbo per l'inaugurazione di Assaggi, il salone che celebra l'enogastronomia laziale e ospita alcune delle più virtuose realtà produttive del territorio. La mattina si è svolta tra visite agli stand gastronomici e incontri con le autorità locali, offrendo un'immersione diretta nelle tradizioni culinarie della Tuscia e un preludio perfetto alla due giorni di press tour. Successivamente, un tour del centro storico di Viterbo ha permesso di apprezzare il patrimonio culturale e architettonico della Città dei Papi. Il pomeriggio è stato dedicato alla presentazione del libro "I Sapori della Tuscia – Viaggio Enogastronomico attraverso le Sagre e Feste di paese" di Antonio Castello, un vademecum alla scoperta delle manifestazioni enogastronomiche che i Comuni, le Associazioni e le Pro Loco promuovono nel corso dell’anno, arricchito da informazioni sulle attività economiche prevalenti, sulla gastronomia, sulla storia e sulle attrattive turistiche dei vari territori raccontati. [gallery ids="468001,468002,468003,468004,468005,468006"] Successivamente, il gruppo si è trasferito a Montefiascone, accolti da Alessandra Di Tommaso, presidente della rete di impresa Montefiascone in Vetrina, e da Giulia De Santis, sindaco della città, che ha espresso il suo apprezzamento per le iniziative capaci di valorizzare il territorio con autenticità, permettendo anche alle persone, alle aziende, alle imprese e agli artigiani di potersi raccontare. «Vogliamo che le eccellenze di Montefiascone possano essere conosciute sempre di più e anche esportate. Non abbiamo meno di altri territori, dobbiamo solo avere il coraggio di osare». Nel ristorante dell'hotel La Carrozza d’Oro, sulle affascinanti rive del Lago di Bolsena, sono stati serviti prodotti di eccellenza come il vino “Est! Est!! Est!!!”, la mozzarella di bufala, formaggi e salumi dell’antica tradizione. «Unendo le forze possiamo aiutare a intercettare un turismo di qualità, alla ricerca delle eccellenze - ha detto Alessandra Di Tommaso -, valorizzando il lavoro di quanti ancora insistono e credono nel nostro territorio, come artigiani, produttori, coltivatori». [gallery columns="5" ids="468009,468008,468011,468007,468010"] Il giorno dopo, la guida turistica Marcello Forgia ha condotto i partecipanti attraverso i monumenti storici della città, inclusa la cattedrale di Santa Margherita, celebre per la sua maestosa cupola, terza per grandezza in Italia. Il tour è proseguito verso Bolsena, dove Riccardo Peparello e Patrizia Crosta di Visit Bolsena hanno illustrato l'importanza della collaborazione tra le reti d'impresa per il sostegno allo sviluppo economico e culturale. La visita ha toccato la Basilica di Santa Cristina con le sue catacombe e l'affascinante centro storico, dove è stato enfatizzato il Miracolo Eucaristico del 1263, un evento che continua a influenzare profondamente il patrimonio spirituale del luogo. [gallery columns="5" ids="468012,468016,468015,468014,468013"] In ogni tappa, "sono state presentate realtà produttive virtuose del territorio - spiega il presidente di Expo Tuscia Vincenzo Peparello - e l'integrazione tra il settore pubblico e quello privato è stata evidenziata come elemento fondamentale per sostenere l'industria turistica". Questa sinergia è la chiave individuata dalla Dmo per il rilancio della Tuscia "non solo come meta di viaggio - conclude Peparello - ma come esperienza da vivere intensamente, tra storia, arte, gastronomia, tradizioni e vivida autenticità".   [post_title] => L'impegno della dmo Expo Tuscia per la valorizzazione del territorio [post_date] => 2024-05-24T11:30:40+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716550240000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468024 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha preso il via a Genova il Design Festival, un'edizione, la quinta, ricca di eventi che richiama migliaia di visitatori, in un contesto unico, tra passato, presente e futuro. Il design torna protagonista per le strade del Centro Storico con la Genova BeDesign Week fino al 26 maggio 2024, la manifestazione del design a cielo aperto che anche quest’anno, offre l’opportunità di esplorare nuovi orizzonti creativi ed analizzarne l’impatto sulla società in evoluzione. Sono 166 gli espositori coinvolti e 122 gli appuntamenti in calendario suddivisi tra convegni (20), eventi nel distretto (46), eventi fuori distretto (19), momenti musicali (35) e mostre (2). In aumento anche i luoghi espositivi (110) tra atri di palazzi (42), attività del distretto (36) e fuori dal distretto (7), piazze (12) aperte al pubblico nei cinque giorni della manifestazione organizzata dal Dide – Distretto del Design di Genova con il supporto e la collaborazione di Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova e Ascom Confcommercio Genova. Numeri rilevanti che testimoniano la crescita costante di un evento che dal 2018 ha valorizzato la rive gouche del Centro Storico – la zona compresa tra via San Lorenzo, via San Bernardo e Santa Maria di Castello – e coinvolto un numero sempre più alto di professionisti del settore. «Genova si prepara ad ospitare un’edizione ancora più ricca di contenuti e novità ma sempre con gli stessi obiettivi: valorizzare il territorio attraverso la creatività del design e diventare sempre più evento di qualità grazie agli espositori e ad iniziative collaterali come l’anteprima del Design Festival – spiega Elisabetta Rossetti, presidente del Dide_Distretto del Design di Genova -. Con uno sguardo sempre attento rivolto ai giovani, in particolare ai professionisti under 35, grazie al concorso che dallo scorso anno li vede protagonisti». Gli spazi che accolgono molti eventi rappresentano una cornice unica. Come Spazio Giustiniani situato in Piazzetta Giustiniani, in un antico Palazzo dei Rolli, edifici riconosciuti dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Questo Palazzo, restaurato nel corso del 2004 ad opera della fondazione Franzoni, porta proprio nel nome del suo committente il segno del forte legame che ha unito Roma e Genova in età barocca: esso fu costruito alla fine del Cinquecento dal cardinale Vincenzo Giustiniani (1519-1582), generale dell’ordine dei domenicani. La piazza sulla quale affaccia il palazzo è di forma rettangolare di circa 12x26 metri e ricalca le orme del tracciato urbano cinquecentesco, a sua volta erede dell’assetto medievale.     [post_title] => Genova Design Festival, 4 giorni tra eventi, mostre e momenti musicali [post_date] => 2024-05-24T10:54:05+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716548045000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467576 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => New entry sarda per il network Virtuoso: l'hotel Abi d'Oru di Porto Rotondo porta a sei gli indirizzi sardi compresi nel portfolio della rete agenziale specializzata nel lusso, su un totale di 154 strutture in Italia.  L'Abi d'Oru, in sardo Ape d’Oro, ha aperto le porte della sua ospitalità nel 1963, a soli quattro chilometri da Porto Rotondo ed è affacciato direttamente sul golfo di Marinella. Nel 2023 ha inaugurato le nuove camere e suite e la nuova piscina con pool bar, per un totale di 130 stanze di tipologie diverse inserite nell'architettura realizzata da Antonio Simon Mossa, architetto, politologo e scrittore sardo oltre 60 anni fa. Pilastro dell'ospitalità di Abi d'Oru è il forte legame con il territorio e per questo l'invito agli ospiti è quello di scoprire i caratteri e le personalità sarde nelle suite Al mare con: dalla giudicessa Eleonora d'Arborea al premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda; da Antonio Gramsci alla grande artista Maria Lai e da Eva Mameli, madre di Italo Calvino e prima donna in Italia a insegnare botanica all'università, alla designer Edina Altara. Con i suoi tre diversi ristoranti, quest'anno l'Abi d'Oru è pronto a riaprire il 16 maggio, con una nuova offerta gastronomica. “E’ una soddisfazione annunciare l'ingresso dell'Abi d'Oru nel network Virtuoso, risultato dovuto al grande lavoro del team commerciale, con a capo Nicola Monello, e di tutto il personale dell'hotel, che riesce anno dopo anno a rendere felici gli ospiti, anche i più esigenti - spiega l'amministratore delegato dell'hotel Abi d'Oru, Diana Zuncheddu -. Grazie agli investimenti e agli interventi di restyling intrapresi negli ultimi anni, la struttura ha raggiunto il livello di ospitalità che ci siamo prefissati e oggi ancora di più anche a livello internazionale, grazie a Virtuoso. Credo che questa affiliazione sia meritata da una destinazione come la Sardegna e da un hotel pioniere e icona dell'alta ospitalità, come il nostro". [post_title] => Il sardo Abi d'Oru entra nel network Virtuoso [post_date] => 2024-05-17T11:23:42+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715945022000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467482 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Doppia operazione per la private equity francese Extendam, che acquisisce i Sofitel Roma Villa Borghese e Lisbon Liberdade, inaugurando in questo modo una nuova partnership con il brand di casa Accor. L'operazione capitolina è stata in particolare finanziata tramite un prestito green emesso dal team milanese di Crédit Agricole Corporate Investment. Come asset manager della struttura capitolina è stata inoltre nominata Ring a Bell Hospitality. Ricavato dalla conversione di un palazzo del diciannovesimo secolo, il Villa Borghese è situato in una zona centrale della città e include 78 camere, un ristorante da 60 posti, un roof terrace, fitness centre e meeting room. L'albergo sarà ora sottoposto a una serie di lavori per migliorarne l'efficienza energetica e ambientale. Il Sofitel di Lisbona offre invece 163 camere, ristorante, bar, ambienti per banchetti, spazio fitness e aree meeting ed eventi. Sarà sottoposto a un intervento di restyling riguardante le camere, che prevede l'incremento del numero di suite a disposizione degli ospiti, nonché la creazione di una spa. Il deal è stato condotto in collaborazione con Dg Invest, partner di lunga data di Extendam, che sarà pure l'asset manager dell'hotel. Anche in questo caso l'investimento è stato finanziato tramite un prestito green, rilasciato da Caixa Bank e BoncoBpl. Non sono stati rivelati ulteriori dettagli delle due transazioni. Le due operazioni rappresentano i primi investimenti di Extendam a Roma e Lisbona. [post_title] => I francesi di Extendam acquisiscono i Sofitel Rome Villa Borghese e Lisbon Liberdade [post_date] => 2024-05-16T11:32:37+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715859157000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466323 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Star Clippers è una compagnia a conduzione familiare, nata oltre 30 anni fa dal sogno di Michael Kraft. Kraft, artista nella riproduzione di modellini degli splendidi velieri che solcavano gli oceani nel XIX secolo, decise di realizzarli in scala 1:1, offrendo crociere ricche di esperienze, dove “sono banditi la fretta e lo stress”. «Il primo veliero, Star Flyer, risale al 1991, mentre Star Clipper è del ‘92. Royal Clipper, la nostra ammiraglia a 5 alberi, è stata varata nel 2000, quindi è il nostro veliero più recente. - racconta Birgit Gfölner, responsabile vendite di Star Clippers per l’Italia e la Svizzera italiana – Con i suoi 134x16m è l’imbarcazione più accessoriata, con a bordo servizi e spazi che la avvicinano a una nave da crociera, mentre gli altri due velieri Star Clipper e Star Flyer (115,5x15m), donano la sensazione di navigare su una barca a vela privata. Su ciascun veliero le cabine di diverse categorie, doppie o triple, si sviluppano su 4 ponti; sono tutte arredate con lo stesso stile, accoglienti e confortevoli. Corrispondono a un prodotto alberghiero 4stelle. La capienza massima dell’ammiraglia è di 227 passeggeri, mentre gli altri due velieri ne trasportano al massimo 166. I nostri clienti, in genere dai 55 anni a salire e per il 65% repeaters, sono viaggiatori pronti a scoprire un prodotto turistico diverso, arricchito da sempre nuovi imput, e spesso si muovono in coppia. - prosegue Gfölner - Abbiamo anche tanti honeymooners, famiglie e viaggiatori singoli. Per questi ultimi abbiamo pensato alla tariffa “singola garantita” dove non viene applicato il supplemento singola. A bordo, è facile interagire con gli altri. L’esperienza sui velieri è coinvolgente e conviviale e l’interazione è per noi molto importante. Proponiamo un intrattenimento soft, che parte al mattino e si estende su tutta la giornata con attività sempre legate alla navigazione e alla nautica. Quando navighiamo nei parchi naturali, apriamo la piattaforma marina della Royal o le passerelle della Star Clipper e della Star Flyer per accedere direttamente all’acqua e vivere diverse esperienze. La vita di bordo si svolge per il 95% del tempo all’esterno, ma durante le traversate più lunghe è piacevole usufruire della spa e della zona fitness disponibili sull’ammiraglia o delle piscine e trattamenti di benessere degli altri velieri. «Grande è la nostra attenzione all’ambiente e alla sua tutela: ove possibile veleggiamo, oppure utilizziamo gasolio purissimo di alta qualità e a basso tenore di zolfo. - conclude Birgit Gfölner - Gli ospiti possono vivere escursioni mirate per scoprire la natura e gli animali: gli scali sono pensati per consentire le escursioni più interessanti, ma basta navigare sul veliero per incontrare i delfini, vedere uccelli di ogni tipo ed essere immersi in un mondo incantevole». [post_title] => Star Clippers: eleganti velieri per vivere un’autentica esperienza sul mare [post_date] => 2024-04-29T10:59:55+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714388395000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465188 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'industria del turismo statunitense ha centrato un nuovo record nel 2023, con un contributo al Pil Paese che è stato il più elevato di sempre e questo malgrado il rallentamento della spesa dei visitatori internazionali. E' quanto emerge dalla recente analisi del Wttc, secondo la quale lo scorso anno l'incidenza del turismo sul Pil degli Stati Uniti è cresciuto del 7% per un totale di 2,36 trilioni di dollari, superando il precedente record di 100 trilioni. I posti di lavoro del settore sono aumentati di 656.000 unità, raggiungendo i 18 milioni in tutto il Paese, superando il precedente record di 17,4 milioni. In crescita la spesa dei viaggiatori nazionali, salita a 1,37 milioni di dollari, pari ad un aumento di oltre il 9% rispetto al precedente picco del 2019; per contro, la spesa dei visitatori internazionali è rimasta indietro di oltre il 25% rispetto allo stesso picco del 2019, pari a 156,1 milioni di dollari. "Il governo statunitense ha sostenuto i viaggi e il turismo, ma la spesa dei visitatori internazionali è ancora inferiore ai numeri del 2019 - sottolinea Julia Simpson, presidente e ceo del Wttc -. E' necessario concentrarsi sulla semplificazione dei visti, sulle code alle frontiere e sulla ricerca di nuovo personale che darebbe al settore un impulso vitale in vista della Coppa del Mondo Fifa e delle Olimpiadi". Le previsioni per il 2024 indicano che il settore aumenterà il suo contributo al Pil  degli Stati Uniti fino a oltre 2,5 milioni di dollari, pari a una quota del 9%, impiegando 18,8 milioni di persone in tutto il Paese, con un americano su nove che lavora nel settore. Si stima che la spesa dei visitatori nazionali continuerà a crescere, raggiungendo 1,43, trilioni e battendo il record del 2019 di quasi il 14%, ma si prevede che la spesa dei visitatori internazionali resti ancora inferiore ai livelli del 2019.   [post_title] => Stati Uniti: la spesa dei turisti internazionali è ancora a -25% rispetto al 2019 [post_date] => 2024-04-10T09:39:33+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712741973000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464662 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si terrà il 4 e 5  aprile al Terminal Cruise della Spezia la Bitesp La Spezia: prima Borsa Internazionale sul Turismo Esperienziale alla Spezia organizzata dall’amministrazione in collaborazione con la società International Group di Padova che da 7 anni organizza la Bitesp di Venezia.  La due giorni dedicata al turismo, nasce da un’idea dell’amministrazione che nei mesi scorsi ha raggruppato i comuni compresi nel  "Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara", e dei Comuni del "Distretto Turistico delle Valli di Apua" e con loro ha stipulato un protocollo d’intesa che si pone un grande obiettivo: sviluppare il turismo locale per fare in modo che diventi una vera e propria impresa capace di  creare ricchezza e benessere per i cittadini, con l’ambizione di offrire lavoro stabile e di qualità ai giovani.  L’accordo si basa sulla consapevolezza che i territori, situati tra la punta estrema a settentrione della Toscana ed il Levante ligure, possano organizzare un sistema condiviso, dal punto di vista della governance, della rete di servizi e delle infrastrutture per costruire un’offerta turistica integrata e coordinata, che integri a livello interregionale le aree costiere e quelle “interne”. Inoltre realizzare progetti, iniziative e strategie che portino i territori ad essere protagonisti nel settore turistico, che possano agevolare la destagionalizzazione. «La Spezia ha raggiunto nel 2023 livelli eccellenti in termini turistici registrando un +16,63% negli arrivi e + 12,79% delle presenze rispetto all’anno precedente – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – una crescita esponenziale che rende ancora più necessario sviluppare un turismo esperienziale su Area Vasta così da garantire un’offerta integrata e ancora più variegata. La prima borsa internazionale del turismo esperienziale BITESP, che per la prima volta approderà alla Spezia, rappresenta un’opportunità importante per far conoscere ad un pubblico sempre più internazionale il nostro territorio e le sue bellezze uniche al mondo, unitamente alla partecipazione alle principali fiere italiane del settore, che sicuramente rappresentano un rilevante valore aggiunto, e al continuare a portare avanti investimenti ed azioni mirate che in questi anni ci hanno consentito di arrivare ai grandi risultati in termini numerici che oggi sono sotto gli occhi di tutti». «Grazie al lavoro degli uffici comunali e alla preziosa collaborazione degli enti locali del territorio -aggiunge l’assessore al turismo Maria Grazia Frijia - stiamo mettendo in campo un progetto ambizioso teso alla costruzione di un nuovo sistema turistico di area vasta. Facendo leva sulla capacità del territorio di fare squadra, l’obiettivo è quello di proporci come nuova destinazione turistica fruibile 365 giorni l’anno, dove poter  trascorrere molti più giorni di vacanza di quanto non facciano già oggi i nostri visitatori. Il Comune della Spezia sarà capofila di un territorio capace di offrire prodotti turistici di qualità e una vasta gamma di esperienze dal mare alla montagna, dall’enogastronomia alla cultura, dal trekking alla classica vacanza in spiaggia. Puntiamo a valorizzare tutti gli aspetti della nostra area vasta per far scoprire una meta turistica sempre differente, facendo del turismo sempre più un traino strategico dell’economia della nostra città e del nostro comprensorio, lavorando sulla crescita di tutto il comparto, dagli operatori agli imprenditori». L’evento si caratterizza per la modalità B2B e mette in contatto diretto l’offerta con la domanda, pertanto 30 Buyers internazionali provenienti da tutta Europa e non solo, specializzati nella vendita di turismo esperienziale incontreranno i sellers (operatori del settore turistico esperienziale) dei vari comuni dell’area vasta coinvolti nel progetto al fine di creare opportunità di business reciproche illustrando le bellezze e le Experience che il turista potrà trovare nel nostro territorio.  La Bitesp si articolerà, come detto,  in due giornate, il 4 e 5 aprile 2024. Una caratterizzata dal confronto b2b e l’altra che offrirà, attraverso tour mirati,  ai buyers di poter vivere direttamente e vedere con i propri occhi quanto è stato presentato il giorno precedente. La prima giornata si aprirà con i saluti istituzionali  e successivamente si darà avvio alle attività tra buyers e seller che andranno avanti per tutta la giornata   [post_title] => La Spezia, dal 4 al 5 aprile la prima Borsa sul Turismo Esperienziale per il territorio della Area Vasta [post_date] => 2024-04-02T11:56:54+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712059014000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1663" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":66,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469840","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_469845\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il rooftop dell'Nh Collection Colombo Hotel[/caption]\r\n\r\nProsegue la strategia di espansione dei brand europei del gruppo Minor nel resto del globo. E' questa in particolate la volta del debutto cingalese di due brand Nh:  l'Nh Collection Colombo Hotel ha aperto le proprie porte il 1° giugno nel cuore della capitale, nelle vicinanze di Liberty Arcade e dell'oceano Indiano. La struttura si trova a 10 minuti di auto dal National museum, piazza dell'Indipendenza e Pettah market, nonché a 45 minuti di auto dall’aeroporto principale dello Sri Lanka, il Bandaranaike (Cmb).\r\n\r\nSi tratta di un albergo a 5 stelle dotato di 219 camere e suite da 33 a 254 metri quadrati, a cui si aggiunge la più grande suite Presidenziale della città. Presenti pure sei food & beverage outlet di cucina internazionale, tra cui specialità indiane, tailandesi e giapponesi, un bar sul rooftop con vista panoramica sull'oceano, una caffetteria e una lounge fuori la lobby. Per eventi privati e aziendali, l'hotel dispone di cinque sale riunioni, una sala del consiglio e spazi in grado di ospitare fino a 200 persone. L'offerta è completata da una palestra, una spa e una piscina a sfioro sul rooftop.\r\n\r\nL'Nh Bentota Ceysands Resort si trova invece tra il fiume Bentota e l'oceano Indiano, 90 minuti a sud di Colombo lungo la costa occidentale dell'isola. L’hotel, la cui apertura è prevista per il 1° luglio, è dotato di 166 camere e suite da 37 a 139 metri quadrati. Include inoltre una piscina con vista sull'oceano, ideale per sport acquatici, un centro benessere e un miniclub. A disposizione degli ospiti pure cinque punti ristoro, tra cui uno internazionale aperto tutto il giorno, ristoranti di pesce e specialità thailandesi, un caffè per spuntini leggeri e il bar della piscina.","post_title":"I brand Nh Hotels e Nh Collection approdano in Sri Lanka","post_date":"2024-06-20T12:35:38+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1718886938000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468160","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Autentico Hotels porta gli ospiti alla scoperta delle grandi città tra arte e cultura. A Roma, Milano, Venezia e Firenze l'offerta del gruppo abbina al soggiorno l'esperienza della destinazione, tra attività, eventi e monumenti.\r\n\r\nIncastonato nel celebre Tridente a Roma, in un edificio storico risalente al 1.600, Palazzo Ripetta è un luogo suggestivo che da conservatorio ha cambiato più volte anima nel corso dei secoli trasformandosi in un tempio del lusso garbato: 78 camere e suite che accolgono gli ospiti, una piazza privata, un ristorante e un cocktail bar accompagnano alla scoperta di una capitale effervescente e dal fascino unico.\r\n\r\nChateau Monfort è ideale per un city break in un antico palazzo liberty, nel cuore di Milano. L’elegante dimora di inizio Novecento, gioiello liberty decorato dall’architetto Paolo Mezzanotte, accoglie gli ospiti in un mondo di eleganza e fantasia. Il Grand Hotel et De Milan è poi l’unico 5 stelle della città ancora gestito da una famiglia e conserva tutto il fascino di un’antica casa meneghino. Inaugurato nel 1863 ancora oggi è l’hotel di lusso preferito da nomi illustri del mondo della cultura, dello spettacolo, della moda, della musica. Dispone di un team di concierge a disposizione per rendere il soggiorno ancora più esclusivo alla scoperta dei luoghi preferiti dai milanesi.\r\n\r\nAll’Hotel Metropole, a Venezia, è quindi possibile concedersi un soggiorno all’insegna di arte, musica e sensualità a pochi passi da piazza San Marco. Un rifugio sensuale, che seduce con il suo fascino, l’attenzione ai dettagli e la sua atmosfera stravagante, in un ambiente eclettico che mescola antichi arredi del 1.700 a mobili dal raffinato tocco orientale.  Firenze infine è un vero museo a cielo aperto con il suo centro storico racchiuso nell’antico tracciato delle mura medievali, dichiarato dal 1982 Patrimonio dell’Umanità Unesco. A pochi minuti dal centro, sulle sponde dell’Arno sorge una vera e propria oasi cittadina dove rilassarsi fra storia e design: l'Hotel Ville Sull'Arno è un resorta  5 stelle, originariamente un’antica dimora di campagna frequentata dall’alta nobiltà fiorentina dell’800, che divenne il luogo prediletto dei Macchiaioli.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Autentico Hotels: le proposte delle grandi città, tra arte e cultura","post_date":"2024-05-27T12:33:18+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1716813198000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467999","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Tuscia continua a emergere come destinazione turistica virtuosa grazie alle iniziative della DMO Expo Tuscia, che recentemente ha organizzato un press tour per mettere in luce le ricchezze culturali, naturali ed enogastronomiche della regione.\r\n\r\nLa manifestazione si è aperta al Palazzo dei Papi di Viterbo per l'inaugurazione di Assaggi, il salone che celebra l'enogastronomia laziale e ospita alcune delle più virtuose realtà produttive del territorio. La mattina si è svolta tra visite agli stand gastronomici e incontri con le autorità locali, offrendo un'immersione diretta nelle tradizioni culinarie della Tuscia e un preludio perfetto alla due giorni di press tour. Successivamente, un tour del centro storico di Viterbo ha permesso di apprezzare il patrimonio culturale e architettonico della Città dei Papi.\r\n\r\nIl pomeriggio è stato dedicato alla presentazione del libro \"I Sapori della Tuscia – Viaggio Enogastronomico attraverso le Sagre e Feste di paese\" di Antonio Castello, un vademecum alla scoperta delle manifestazioni enogastronomiche che i Comuni, le Associazioni e le Pro Loco promuovono nel corso dell’anno, arricchito da informazioni sulle attività economiche prevalenti, sulla gastronomia, sulla storia e sulle attrattive turistiche dei vari territori raccontati.\r\n\r\n[gallery ids=\"468001,468002,468003,468004,468005,468006\"]\r\n\r\n\r\nSuccessivamente, il gruppo si è trasferito a Montefiascone, accolti da Alessandra Di Tommaso, presidente della rete di impresa Montefiascone in Vetrina, e da Giulia De Santis, sindaco della città, che ha espresso il suo apprezzamento per le iniziative capaci di valorizzare il territorio con autenticità, permettendo anche alle persone, alle aziende, alle imprese e agli artigiani di potersi raccontare. «Vogliamo che le eccellenze di Montefiascone possano essere conosciute sempre di più e anche esportate. Non abbiamo meno di altri territori, dobbiamo solo avere il coraggio di osare».\r\n\r\nNel ristorante dell'hotel La Carrozza d’Oro, sulle affascinanti rive del Lago di Bolsena, sono stati serviti prodotti di eccellenza come il vino “Est! Est!! Est!!!”, la mozzarella di bufala, formaggi e salumi dell’antica tradizione. «Unendo le forze possiamo aiutare a intercettare un turismo di qualità, alla ricerca delle eccellenze - ha detto Alessandra Di Tommaso -, valorizzando il lavoro di quanti ancora insistono e credono nel nostro territorio, come artigiani, produttori, coltivatori».\r\n\r\n[gallery columns=\"5\" ids=\"468009,468008,468011,468007,468010\"]\r\n\r\nIl giorno dopo, la guida turistica Marcello Forgia ha condotto i partecipanti attraverso i monumenti storici della città, inclusa la cattedrale di Santa Margherita, celebre per la sua maestosa cupola, terza per grandezza in Italia.\r\n\r\nIl tour è proseguito verso Bolsena, dove Riccardo Peparello e Patrizia Crosta di Visit Bolsena hanno illustrato l'importanza della collaborazione tra le reti d'impresa per il sostegno allo sviluppo economico e culturale. La visita ha toccato la Basilica di Santa Cristina con le sue catacombe e l'affascinante centro storico, dove è stato enfatizzato il Miracolo Eucaristico del 1263, un evento che continua a influenzare profondamente il patrimonio spirituale del luogo.\r\n\r\n[gallery columns=\"5\" ids=\"468012,468016,468015,468014,468013\"]\r\n\r\nIn ogni tappa, \"sono state presentate realtà produttive virtuose del territorio - spiega il presidente di Expo Tuscia Vincenzo Peparello - e l'integrazione tra il settore pubblico e quello privato è stata evidenziata come elemento fondamentale per sostenere l'industria turistica\". Questa sinergia è la chiave individuata dalla Dmo per il rilancio della Tuscia \"non solo come meta di viaggio - conclude Peparello - ma come esperienza da vivere intensamente, tra storia, arte, gastronomia, tradizioni e vivida autenticità\".\r\n\r\n ","post_title":"L'impegno della dmo Expo Tuscia per la valorizzazione del territorio","post_date":"2024-05-24T11:30:40+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1716550240000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468024","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ha preso il via a Genova il Design Festival, un'edizione, la quinta, ricca di eventi che richiama migliaia di visitatori, in un contesto unico, tra passato, presente e futuro.\r\n\r\nIl design torna protagonista per le strade del Centro Storico con la Genova BeDesign Week fino al 26 maggio 2024, la manifestazione del design a cielo aperto che anche quest’anno, offre l’opportunità di esplorare nuovi orizzonti creativi ed analizzarne l’impatto sulla società in evoluzione. Sono 166 gli espositori coinvolti e 122 gli appuntamenti in calendario suddivisi tra convegni (20), eventi nel distretto (46), eventi fuori distretto (19), momenti musicali (35) e mostre (2).\r\n\r\nIn aumento anche i luoghi espositivi (110) tra atri di palazzi (42), attività del distretto (36) e fuori dal distretto (7), piazze (12) aperte al pubblico nei cinque giorni della manifestazione organizzata dal Dide – Distretto del Design di Genova con il supporto e la collaborazione di Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova e Ascom Confcommercio Genova. Numeri rilevanti che testimoniano la crescita costante di un evento che dal 2018 ha valorizzato la rive gouche del Centro Storico – la zona compresa tra via San Lorenzo, via San Bernardo e Santa Maria di Castello – e coinvolto un numero sempre più alto di professionisti del settore.\r\n\r\n«Genova si prepara ad ospitare un’edizione ancora più ricca di contenuti e novità ma sempre con gli stessi obiettivi: valorizzare il territorio attraverso la creatività del design e diventare sempre più evento di qualità grazie agli espositori e ad iniziative collaterali come l’anteprima del Design Festival – spiega Elisabetta Rossetti, presidente del Dide_Distretto del Design di Genova -. Con uno sguardo sempre attento rivolto ai giovani, in particolare ai professionisti under 35, grazie al concorso che dallo scorso anno li vede protagonisti».\r\n\r\nGli spazi che accolgono molti eventi rappresentano una cornice unica. Come Spazio Giustiniani situato in Piazzetta Giustiniani, in un antico Palazzo dei Rolli, edifici riconosciuti dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità.\r\n\r\nQuesto Palazzo, restaurato nel corso del 2004 ad opera della fondazione Franzoni, porta proprio nel nome del suo committente il segno del forte legame che ha unito Roma e Genova in età barocca: esso fu costruito alla fine del Cinquecento dal cardinale Vincenzo Giustiniani (1519-1582), generale dell’ordine dei domenicani. La piazza sulla quale affaccia il palazzo è di forma rettangolare di circa 12x26 metri e ricalca le orme del tracciato urbano cinquecentesco, a sua volta erede dell’assetto medievale.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Genova Design Festival, 4 giorni tra eventi, mostre e momenti musicali","post_date":"2024-05-24T10:54:05+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1716548045000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467576","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"New entry sarda per il network Virtuoso: l'hotel Abi d'Oru di Porto Rotondo porta a sei gli indirizzi sardi compresi nel portfolio della rete agenziale specializzata nel lusso, su un totale di 154 strutture in Italia.  L'Abi d'Oru, in sardo Ape d’Oro, ha aperto le porte della sua ospitalità nel 1963, a soli quattro chilometri da Porto Rotondo ed è affacciato direttamente sul golfo di Marinella. Nel 2023 ha inaugurato le nuove camere e suite e la nuova piscina con pool bar, per un totale di 130 stanze di tipologie diverse inserite nell'architettura realizzata da Antonio Simon Mossa, architetto, politologo e scrittore sardo oltre 60 anni fa.\r\n\r\nPilastro dell'ospitalità di Abi d'Oru è il forte legame con il territorio e per questo l'invito agli ospiti è quello di scoprire i caratteri e le personalità sarde nelle suite Al mare con: dalla giudicessa Eleonora d'Arborea al premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda; da Antonio Gramsci alla grande artista Maria Lai e da Eva Mameli, madre di Italo Calvino e prima donna in Italia a insegnare botanica all'università, alla designer Edina Altara. Con i suoi tre diversi ristoranti, quest'anno l'Abi d'Oru è pronto a riaprire il 16 maggio, con una nuova offerta gastronomica.\r\n\r\n“E’ una soddisfazione annunciare l'ingresso dell'Abi d'Oru nel network Virtuoso, risultato dovuto al grande lavoro del team commerciale, con a capo Nicola Monello, e di tutto il personale dell'hotel, che riesce anno dopo anno a rendere felici gli ospiti, anche i più esigenti - spiega l'amministratore delegato dell'hotel Abi d'Oru, Diana Zuncheddu -. Grazie agli investimenti e agli interventi di restyling intrapresi negli ultimi anni, la struttura ha raggiunto il livello di ospitalità che ci siamo prefissati e oggi ancora di più anche a livello internazionale, grazie a Virtuoso. Credo che questa affiliazione sia meritata da una destinazione come la Sardegna e da un hotel pioniere e icona dell'alta ospitalità, come il nostro\".","post_title":"Il sardo Abi d'Oru entra nel network Virtuoso","post_date":"2024-05-17T11:23:42+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715945022000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467482","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Doppia operazione per la private equity francese Extendam, che acquisisce i Sofitel Roma Villa Borghese e Lisbon Liberdade, inaugurando in questo modo una nuova partnership con il brand di casa Accor. L'operazione capitolina è stata in particolare finanziata tramite un prestito green emesso dal team milanese di Crédit Agricole Corporate Investment. Come asset manager della struttura capitolina è stata inoltre nominata Ring a Bell Hospitality. Ricavato dalla conversione di un palazzo del diciannovesimo secolo, il Villa Borghese è situato in una zona centrale della città e include 78 camere, un ristorante da 60 posti, un roof terrace, fitness centre e meeting room. L'albergo sarà ora sottoposto a una serie di lavori per migliorarne l'efficienza energetica e ambientale.\r\n\r\nIl Sofitel di Lisbona offre invece 163 camere, ristorante, bar, ambienti per banchetti, spazio fitness e aree meeting ed eventi. Sarà sottoposto a un intervento di restyling riguardante le camere, che prevede l'incremento del numero di suite a disposizione degli ospiti, nonché la creazione di una spa. Il deal è stato condotto in collaborazione con Dg Invest, partner di lunga data di Extendam, che sarà pure l'asset manager dell'hotel. Anche in questo caso l'investimento è stato finanziato tramite un prestito green, rilasciato da Caixa Bank e BoncoBpl. Non sono stati rivelati ulteriori dettagli delle due transazioni. Le due operazioni rappresentano i primi investimenti di Extendam a Roma e Lisbona.","post_title":"I francesi di Extendam acquisiscono i Sofitel Rome Villa Borghese e Lisbon Liberdade","post_date":"2024-05-16T11:32:37+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715859157000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466323","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Star Clippers è una compagnia a conduzione familiare, nata oltre 30 anni fa dal sogno di Michael Kraft. Kraft, artista nella riproduzione di modellini degli splendidi velieri che solcavano gli oceani nel XIX secolo, decise di realizzarli in scala 1:1, offrendo crociere ricche di esperienze, dove “sono banditi la fretta e lo stress”. «Il primo veliero, Star Flyer, risale al 1991, mentre Star Clipper è del ‘92. Royal Clipper, la nostra ammiraglia a 5 alberi, è stata varata nel 2000, quindi è il nostro veliero più recente. - racconta Birgit Gfölner, responsabile vendite di Star Clippers per l’Italia e la Svizzera italiana – Con i suoi 134x16m è l’imbarcazione più accessoriata, con a bordo servizi e spazi che la avvicinano a una nave da crociera, mentre gli altri due velieri Star Clipper e Star Flyer (115,5x15m), donano la sensazione di navigare su una barca a vela privata. Su ciascun veliero le cabine di diverse categorie, doppie o triple, si sviluppano su 4 ponti; sono tutte arredate con lo stesso stile, accoglienti e confortevoli. \r\nCorrispondono a un prodotto alberghiero 4stelle. La capienza massima dell’ammiraglia è di 227 passeggeri, mentre gli altri due velieri ne trasportano al massimo 166. I nostri clienti, in genere dai 55 anni a salire e per il 65% repeaters, sono viaggiatori pronti a scoprire un prodotto turistico diverso, arricchito da sempre nuovi imput, e spesso si muovono in coppia. - prosegue Gfölner - Abbiamo anche tanti honeymooners, famiglie e viaggiatori singoli. Per questi ultimi abbiamo pensato alla tariffa “singola garantita” dove non viene applicato il supplemento singola. \r\nA bordo, è facile interagire con gli altri. L’esperienza sui velieri è coinvolgente e conviviale e l’interazione è per noi molto importante. Proponiamo un intrattenimento soft, che parte al mattino e si estende su tutta la giornata con attività sempre legate alla navigazione e alla nautica. \r\nQuando navighiamo nei parchi naturali, apriamo la piattaforma marina della Royal o le passerelle della Star Clipper e della Star Flyer per accedere direttamente all’acqua e vivere diverse esperienze. La vita di bordo si svolge per il 95% del tempo all’esterno, ma durante le traversate più lunghe è piacevole usufruire della spa e della zona fitness disponibili sull’ammiraglia o delle piscine e trattamenti di benessere degli altri velieri. \r\n«Grande è la nostra attenzione all’ambiente e alla sua tutela: ove possibile veleggiamo, oppure utilizziamo gasolio purissimo di alta qualità e a basso tenore di zolfo. - conclude Birgit Gfölner - Gli ospiti possono vivere escursioni mirate per scoprire la natura e gli animali: gli scali sono pensati per consentire le escursioni più interessanti, ma basta navigare sul veliero per incontrare i delfini, vedere uccelli di ogni tipo ed essere immersi in un mondo incantevole».\r\n","post_title":"Star Clippers: eleganti velieri per vivere un’autentica esperienza sul mare","post_date":"2024-04-29T10:59:55+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1714388395000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465188","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'industria del turismo statunitense ha centrato un nuovo record nel 2023, con un contributo al Pil Paese che è stato il più elevato di sempre e questo malgrado il rallentamento della spesa dei visitatori internazionali.\r\n\r\nE' quanto emerge dalla recente analisi del Wttc, secondo la quale lo scorso anno l'incidenza del turismo sul Pil degli Stati Uniti è cresciuto del 7% per un totale di 2,36 trilioni di dollari, superando il precedente record di 100 trilioni. I posti di lavoro del settore sono aumentati di 656.000 unità, raggiungendo i 18 milioni in tutto il Paese, superando il precedente record di 17,4 milioni.\r\n\r\nIn crescita la spesa dei viaggiatori nazionali, salita a 1,37 milioni di dollari, pari ad un aumento di oltre il 9% rispetto al precedente picco del 2019; per contro, la spesa dei visitatori internazionali è rimasta indietro di oltre il 25% rispetto allo stesso picco del 2019, pari a 156,1 milioni di dollari.\r\n\r\n\"Il governo statunitense ha sostenuto i viaggi e il turismo, ma la spesa dei visitatori internazionali è ancora inferiore ai numeri del 2019 - sottolinea Julia Simpson, presidente e ceo del Wttc -. E' necessario concentrarsi sulla semplificazione dei visti, sulle code alle frontiere e sulla ricerca di nuovo personale che darebbe al settore un impulso vitale in vista della Coppa del Mondo Fifa e delle Olimpiadi\".\r\n\r\nLe previsioni per il 2024 indicano che il settore aumenterà il suo contributo al Pil  degli Stati Uniti fino a oltre 2,5 milioni di dollari, pari a una quota del 9%, impiegando 18,8 milioni di persone in tutto il Paese, con un americano su nove che lavora nel settore.\r\nSi stima che la spesa dei visitatori nazionali continuerà a crescere, raggiungendo 1,43, trilioni e battendo il record del 2019 di quasi il 14%, ma si prevede che la spesa dei visitatori internazionali resti ancora inferiore ai livelli del 2019.\r\n\r\n ","post_title":"Stati Uniti: la spesa dei turisti internazionali è ancora a -25% rispetto al 2019","post_date":"2024-04-10T09:39:33+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1712741973000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464662","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si terrà il 4 e 5  aprile al Terminal Cruise della Spezia la Bitesp La Spezia: prima Borsa Internazionale sul Turismo Esperienziale alla Spezia organizzata dall’amministrazione in collaborazione con la società International Group di Padova che da 7 anni organizza la Bitesp di Venezia. \r\n\r\nLa due giorni dedicata al turismo, nasce da un’idea dell’amministrazione che nei mesi scorsi ha raggruppato i comuni compresi nel  \"Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara\", e dei Comuni del \"Distretto Turistico delle Valli di Apua\" e con loro ha stipulato un protocollo d’intesa che si pone un grande obiettivo: sviluppare il turismo locale per fare in modo che diventi una vera e propria impresa capace di  creare ricchezza e benessere per i cittadini, con l’ambizione di offrire lavoro stabile e di qualità ai giovani.  L’accordo si basa sulla consapevolezza che i territori, situati tra la punta estrema a settentrione della Toscana ed il Levante ligure, possano organizzare un sistema condiviso, dal punto di vista della governance, della rete di servizi e delle infrastrutture per costruire un’offerta turistica integrata e coordinata, che integri a livello interregionale le aree costiere e quelle “interne”. Inoltre realizzare progetti, iniziative e strategie che portino i territori ad essere protagonisti nel settore turistico, che possano agevolare la destagionalizzazione.\r\n\r\n«La Spezia ha raggiunto nel 2023 livelli eccellenti in termini turistici registrando un +16,63% negli arrivi e + 12,79% delle presenze rispetto all’anno precedente – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – una crescita esponenziale che rende ancora più necessario sviluppare un turismo esperienziale su Area Vasta così da garantire un’offerta integrata e ancora più variegata. La prima borsa internazionale del turismo esperienziale BITESP, che per la prima volta approderà alla Spezia, rappresenta un’opportunità importante per far conoscere ad un pubblico sempre più internazionale il nostro territorio e le sue bellezze uniche al mondo, unitamente alla partecipazione alle principali fiere italiane del settore, che sicuramente rappresentano un rilevante valore aggiunto, e al continuare a portare avanti investimenti ed azioni mirate che in questi anni ci hanno consentito di arrivare ai grandi risultati in termini numerici che oggi sono sotto gli occhi di tutti».\r\n\r\n«Grazie al lavoro degli uffici comunali e alla preziosa collaborazione degli enti locali del territorio -aggiunge l’assessore al turismo Maria Grazia Frijia - stiamo mettendo in campo un progetto ambizioso teso alla costruzione di un nuovo sistema turistico di area vasta. Facendo leva sulla capacità del territorio di fare squadra, l’obiettivo è quello di proporci come nuova destinazione turistica fruibile 365 giorni l’anno, dove poter  trascorrere molti più giorni di vacanza di quanto non facciano già oggi i nostri visitatori. Il Comune della Spezia sarà capofila di un territorio capace di offrire prodotti turistici di qualità e una vasta gamma di esperienze dal mare alla montagna, dall’enogastronomia alla cultura, dal trekking alla classica vacanza in spiaggia. Puntiamo a valorizzare tutti gli aspetti della nostra area vasta per far scoprire una meta turistica sempre differente, facendo del turismo sempre più un traino strategico dell’economia della nostra città e del nostro comprensorio, lavorando sulla crescita di tutto il comparto, dagli operatori agli imprenditori».\r\n\r\nL’evento si caratterizza per la modalità B2B e mette in contatto diretto l’offerta con la domanda, pertanto 30 Buyers internazionali provenienti da tutta Europa e non solo, specializzati nella vendita di turismo esperienziale incontreranno i sellers (operatori del settore turistico esperienziale) dei vari comuni dell’area vasta coinvolti nel progetto al fine di creare opportunità di business reciproche illustrando le bellezze e le Experience che il turista potrà trovare nel nostro territorio. \r\n\r\nLa Bitesp si articolerà, come detto,  in due giornate, il 4 e 5 aprile 2024. Una caratterizzata dal confronto b2b e l’altra che offrirà, attraverso tour mirati,  ai buyers di poter vivere direttamente e vedere con i propri occhi quanto è stato presentato il giorno precedente.\r\n\r\nLa prima giornata si aprirà con i saluti istituzionali  e successivamente si darà avvio alle attività tra buyers e seller che andranno avanti per tutta la giornata\r\n\r\n ","post_title":"La Spezia, dal 4 al 5 aprile la prima Borsa sul Turismo Esperienziale per il territorio della Area Vasta","post_date":"2024-04-02T11:56:54+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712059014000]}]}}

Lascia un commento