1 March 2024

1489

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

CONTABILE/AMMINISTRATIVA
VENTENNALE ESPERIENZA NELL’AMBITO TURISTICO PRESSO TOUR OPERATOR, AGENZIE DI VIAGGIO E GSA, AUTONOMA FINO AL BILANCIO, IVA, RICONCILIAZIONI BANCARIE, GESTIONE CLIENTI/FORNITORI, RECUPERO CREDITI, F24, SCRITTURE DI ASSESTAMENTO, BLACK LIST,I NTRASTAT.
OTTIMA PADRONANZA WORLD, EXCEL, POSTA ELETTRONICA, CONOSCENZA AS400, GIAVA.
DISPONIBILITA’ IMMEDIATA MILANO CENTRO.
CELL. 335 8006298 – INDIRIZZO EMAIL claudiasixfive@teletu.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462538 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aeroitalia amplia il network da Comiso con l'introduzione, dal prossimo 30 marzo, della rotta per Milano Linate che sarà servita con due frequenze alla settimana, il sabato e la domenica. Questo nuovo collegamento si aggiunge alle altre rotte già servite dalla compagnia dallo scalo Ibleo: Roma Fiumicino, Milano Bergamo, Bologna e Pisa. Sulla rotta sarà impiegato un Boeing 737-800 da 189 posti con il seguente operativo: decollo il sabato da Comiso alle 18,10 e rientro dal city airport milanese alle 20,50; partenza la domenica da Comiso alle 9,10 e da Linate alle 11,50. [post_title] => Aeroitalia aggiunge Milano Linate all'operativo estivo da Comiso [post_date] => 2024-02-29T14:22:22+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709216542000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462047 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Saranno Algeria, Iraq e Perù le destinazioni su cui si concentreranno i due momenti di approfondimento che Kel 12 organizzerà in occasione di TourismA - salone dell'archeologia e del turismo culturale, in programma al palazzo dei congressi di Firenze dal 23 al 25 febbraio. Entrambi gli incontri sono in programma nella mattinata di sabato 24. Alle 10.30 si viaggerà con l'archeologo ed esperto dell'operatore milanese, Fabio Coppo alla scoperta di Algeria ed Iraq nell’appuntamento dal titolo da Algeri a Baghdad: breve itinerario archeologico tra l’antico e il contemporaneo. Coppo, laureato in archeologia e specializzando in archeologia classica all'università Statale di Milano, ha preso parte a numerose campagne di scavo in Grecia e Sud Italia e collabora con il museo civico archeologico Sutermeister di Legnano, sua città natale. A seguire, alle 11, l'antichista di Kel 12 Fabio Bourbon curerà l'incontro sulle Strade dell’impero Inca: come fu costruito un impero senza ferro né cavalli. Si andrà così alla scoperta del Perù lasciandosi guidare dalla voce e dalla profonda conoscenza di Bourbon: un antichista e saggista di formazione classica, autore di numerosi reportage di viaggio e specializzato nella divulgazione della storia e dell’arte delle civiltà del passato. Dal 1989 ha collaborato con svariate case editrici pubblicando oltre 40 libri, tradotti in più lingue e distribuiti in tutto il mondo. Proprio per trasmettere la sua passione per l’archeologia, oltre che per una naturale predisposizione verso il viaggio inteso come strumento di crescita interiore, da una decina di anni a questa parte è divenuto accompagnatore di viaggi culturali. Come lui stesso racconta: «Condividere le proprie conoscenze, ma anche l’entusiasmo, è un’esperienza appagante e mi piace pensare che chi ritorna da un viaggio ben condotto, porti con sé un tesoro indelebile». [post_title] => Kel 12 sarà al TourismA di Firenze a parlare di Algeria, Iraq e Perù [post_date] => 2024-02-22T10:09:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708596597000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461985 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Capodanno cinese, anche conosciuto come Festa di Primavera, ha innescato "un nuovo ciclo di boom dei consumi". Lo scrive Xinhua, agenzia di stampa della Repubblica Popolare Cinese, ricordando che le vacanze ufficiali del Festival di Primavera di quest'anno sono durate dal 10 al 17 febbraio, un giorno in più rispetto agli anni precedenti. Gli otto giorni di vacanza hanno visto più persone in viaggio, più acquisti di articoli per le vacanze e più tempo di qualità trascorso in famiglia in attività ricreative. Secondo i dati del ministero della cultura e del turismo, durante le vacanze del Festival di Primavera sono stati effettuati 474 milioni di viaggi turistici, un aumento del 34,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e un aumento del 19% su base comparabile rispetto al periodo precedente il livello pandemico nel 2019. I turisti nazionali hanno speso in totale circa 632,69 miliardi di yuan (circa 89,07 miliardi di dollari), in aumento del 7,7% rispetto allo stesso periodo di vacanza del 2019. Dopo quattro anni, il Festival di Primavera è tornato a rappresentare il picco del consumo di viaggi globale. Secondo un rapporto pubblicato da Trip.com, gli ordini turistici in entrata e in uscita della Cina hanno entrambi superato lo stesso periodo del 2019, in particolare il turismo in entrata, che è aumentato del 48% rispetto al 2019. Secondo l'amministrazione nazionale per l'immigrazione, durante le vacanze sono state effettuate complessivamente 13,52 milioni di visite in entrata e in uscita. Il numero di visite medie giornaliere è stato di 1,69 milioni, un aumento di 2,8 volte rispetto allo stesso periodo festivo dell'anno scorso. [post_title] => Il turismo cinese riprende con il boom. 474 milioni di viaggi turistici [post_date] => 2024-02-21T10:54:06+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708512846000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461954 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Italia è stato il mercato europeo che nel 2023 ha registrato il più alto tasso di crescita di turisti verso il Portogallo. I numeri sono ancora provvisori ma secondo l'Ine - Istituto Nazionale di Statistica e la Banca del Portogallo, l'Italia ha avuto la più alta crescita percentuale su base annua dei mercati turistici europei monitorati da queste due istituzioni, in numero di ospiti, pernottamenti e entrate. Complessivamente, nel 2023, gli arrivi italiani in Portogallo sono stati 823.900 e i pernottamenti hanno raggiunto quota 1,9 milioni per una crescita, rispettivamente, del +22,5% e del +20,8% rispetto al 2022; i ricavi turistici si attestano nell'ordine di 668,8 milioni di euro, anche questi con una variazione positiva del +26,5 % rispetto all'anno precedente. «Il dato ancor più significativo è che si registra una crescita in tutte e tre le voci anche rispetto al 2019 - sottolinea una nota del Turismo de Portugal nel nostro paese -  con il mercato italiano che cresce del +14,1% negli ospiti, del +14,4% nei pernottamenti e del + 41,3 % nei ricavi: numeri che classificano il 2023 come il migliore anno di sempre per i flussi turistici italiani in Portogallo». In termini globali, nel 2023, i pernottamenti nel paese lusitano sono stati 77,1 milioni e sono aumentati del 10,7% (+2,1% per i residenti e +14,9% per i non residenti), con il Regno Unito che è il principale mercato, con un quota del 18%, seguito dalla Germania con l'11,3%, e dalla Spagna con il 10,1%, mentre l'Italia ha una quota di mercato del 3,6%. [post_title] => Portogallo: boom di arrivi dall'Italia, che è il mercato europeo a maggiore crescita [post_date] => 2024-02-21T09:22:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708507349000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460747 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il prodotto, inossidabile e in evoluzione, i nuovi investimenti su alberghiero e infrastrutture. Su tutto, la fiducia degli operatori e i numeri, questi ultimi in particolare, che testimoniano quanto la destinazione Egitto continui a crescere, nonostante il quadro geopolitico nella regione che rimane complesso. "La scorsa settimana (l'ultima di gennaio per chi legge, ndr) l'Egitto ha accolto oltre 200.000 turisti internazionali provenienti da 80 paesi diversi e di questi 8.000 erano italiani - afferma Amr El Kady, chairman dell'Egyptian Tourist Authority -. Non solo: nel periodo compreso fra ottobre e dicembre, i visitatori sono stati 3 milioni: viaggiatori che sono venuti in Egitto benché ci fosse una guerra in corso. E sì, c'è ancora una guerra - e non possiamo che augurarci che termini al più presto - ma l'Egitto è un paese forte: non permetteremo che questo conflitto arrivi nella nostra terra. Vogliamo la pace e il nostro ruolo, da sempre, è stato quello di negoziare per la pace". Chiuso il 2023 con "ben 14,9 milioni di arrivi, oltre quindi anche i livelli record del 2010 quanto erano stati 14,7" le previsioni 2024 lasciano comunque spazio alla fiducia: "E lo vediamo dai flussi attuali e dalla programmazione di tour operator e compagnie aeree, i cui operativi sono pienamente confermati per i prossimi mesi". Certo, il tasso di crescita inizialmente previsto per quest'anno "deve tener conto di quanto sta accadendo e la crescita del +20% rispetto al 2023 è stata ridotta, ma sarà comunque un incremento a due cifre percentuali". Elevate le attese dal mercato Italia che lo scorso anno è stato il "quarto mercato più importante, con 850.000 arrivi, ma vogliamo che torni presto al primo posto. L'obiettivo è quello del milione di visitatori nel 2024". E la capacità posti offerta dalle compagnie aeree sulle rotte Italia-Egitto "è ancora più elevata e tocca scali diversi. Questo è un segnale forte, evidentemente c'è un'enorme domanda sia dagli operatori sia dai viaggiatori". Nuovi investimenti. Cairo destinazione da city break Parola d'ordine migliorare ed elevare la qualità dei servizi offerti, per essere ancora più attrattivi nei confronti di "target di turisti up-level. Vogliamo diversificare ulteriormente il nostro prodotto". Si comincia dagli aeroporti, "oltre ai nuovi operativi come  lo Sphinx Airport, El Alamein, ci sarà l'ampliamento dell'aeroporto di Hurghada e una nuova gestione di quello del Cairo che punta ad un significativo up-grade dello scalo. Numerose le iniziative per incentivare gli investimenti sulle strutture alberghiere, "per nuove aperture o ristrutturazioni, con uno stanziamento iniziale di 1,2 miliardi di dollari". Cui si somma l'operazione che prevede il trasferimento degli uffici governativi nella nuova area della città del Cairo "già cominciata a giugno 2023, che vedrà trasformare le precedenti sedi situate in palazzi ed edifici storici in nuove realtà ricettive, boutique hotel, gallerie d'arte, ristoranti gourmet. Il tutto nel cuore della città vecchia del Cairo". Iniziativa che mira a promuovere la capitale egiziana "come meta da city break e il primo riscontro dagli operatori è senza dubbio positivo". Una promozione che passa direttamente dal trade, con "co-marketing con i tour operatori, fam trip per agenti di viaggio, e-learning, press trip e incentivi alle compagnie aeree, nonché dalla partecipazione agli eventi fieristici in tutto il mondo, ben 44 quelli programmati". [post_title] => L'Egitto non demorde. El Kady: "Puntiamo comunque ad una crescita a due cifre" [post_date] => 2024-02-05T10:15:11+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707128111000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460447 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La spinta positiva della domanda di viaggio internazionale ha trainato i conti dei primi nove mesi dell'esercizio 2023-24 del gruppo All Nippon Airways, che ha centrato utili da record. Nei nove mesi chiusi lo scorso 31 dicembre «la domanda complessiva di passeggeri ha continuato a riprendersi costantemente - spiega una nota del gruppo giapponese -  nonostante i rischi geopolitici globali. Inoltre, nonostante l'aumento dei costi variabili dovuto all'ampliamento della scala delle operazioni, i profitti hanno registrato un aumento significativo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente grazie alla continua gestione dei costi». La casa madre Ana Hd, ha dunque  registrato un utile operativo di 210,1 miliardi di yen, un utile ordinario di 207,1 miliardi di yen e un utile netto attribuibile ai proprietari della capogruppo di 148,9 miliardi di yen. «I risultati finanziari positivi del Gruppo Ana evidenziano l'espansione delle operazioni internazionali, che hanno svolto un ruolo fondamentale nella redditività complessiva della compagnia aerea rispetto al periodo precedente - ha dichiarato Kimihiro Nakahori, vicepresidente esecutivo e group cfo Ana Hd -. Questo successo sottolinea l'impatto dell'ampliamento del raggio d'azione globale sulla performance finanziaria del gruppo, l'impegno di tutti i membri del team e la continua gestione dei costi». Il traffico internazionale, in particolare, ha registrato aumenti sia del volume dei passeggeri sia dei ricavi, grazie alla solida domanda commerciale proveniente dal Giappone, agli sforzi aggressivi per catturare la domanda di viaggi inbound verso la destinazione e alla domanda leisure proveniente dallo stesso Giappone. Nel terzo trimestre, i ricavi delle attività passeggeri sono aumentati in modo significativo rispetto al piano iniziale. Sulle rotte internazionali, Anaha catturato la domanda in ripresa a prezzi unitari elevati, mentre sulle rotte domestiche la domanda leisure è stata forte. Tuttavia, come annunciato in precedenza, si prevede un aumento delle spese di manutenzione nel quarto trimestre. Il gruppo ha comunque rivisto al rialzo le previsioni finanziarie consolidate per l'anno fiscale 2023.   [post_title] => Il gruppo Ana centra utili record nei primi nove mesi dell'anno fiscale 2023-24 [post_date] => 2024-01-31T10:44:20+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706697860000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460199 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un ritorno in grande stile quello dell'industria turistica di New York City nel 2023: entrate per 74 miliardi di dollari, di cui oltre 48 miliardi provenienti da spese dirette, 61,8 milioni di viaggiatori, pari ad un recupero del 93% sul record di visite del 2019. E una crescita di 380.000 posti di lavoro nel settore turistico e dell'ospitalità.   "Nel corso del 2023, New York City ha visto un continuo ritorno ai ritmi precedenti alla pandemia, riaffermando il ruolo del turismo come motore dell'economia della città, con un impatto economico di 74 miliardi di dollari - ha dichiarato Fred Dixon, presidente e ceo di New York City Tourism + Conventions -. La città è dinamica come non mai: nuove attrazioni, cultura, ristoranti, accoglienza straordinaria e tanto altro ancora hanno permesso a New York di rimanere una delle destinazioni preferite dai viaggiatori nazionali e internazionali". L'analisi dei flussi in entrata evidenzia che il turismo internazionale, che rappresenta quasi la metà della spesa dei visitatori, ha portato in città 10,8 milioni di visitatori nel 2023, con un aumento del 14,9% rispetto all'anno precedente. A dicembre 2023, in particolare, il numero di viaggiatori internazionali in possesso di un visto valido per gli Stati Uniti è risultato superiore a qualsiasi periodo storico. I cinque maggiori mercati internazionali per New York City sono Regno Unito (974.000 visitatori), Canada (864.000 visitatori), Francia (728.000 visitatori), Brasile (589.000 visitatori) e Germania (554.000 visitatori). I paesi dell'Europa occidentale riconquistano la loro posizione di mercati principali per i viaggi internazionali. Da sottolineare, inoltre, come il traffico aereo nei tre aeroporti di New York - La Guardia, Jfk e Newark - superi attualmente i livelli pre-pandemia e siano in corso investimenti per oltre 20 miliardi di dollari al fine di migliorare l'esperienza dei viaggiatori. Il futuro Mentre la città si appresta ad accogliere quest'anno 64,5 milioni di visitatori, all'orizzonte ci sono già i traguardi 2026 di 'America 250', anniversario dei 250 anni dalla fondazione degli Stati Uniti; New York City commemorerà il suo ruolo di prima capitale, di luogo di nascita del governo americano e di città in cui è stato scritto il Bill of Rights.  E la Coppa del Mondo Fifa 2026 che sarà ospitata da New York/New Jersey [post_title] => New York riconquista la scena internazionale da protagonista. E punta ai 64,5 mln di visitatori [post_date] => 2024-01-26T12:22:01+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706271721000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459830 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_455638" align="alignleft" width="300"] Ahmed Issa, ministro egiziano del turismo e delle antichità[/caption] Record di arrivi in Egitto nel 2023: la destinazione, nonostante la guerra tra Israele e Hamas, archivia l'anno appena chiuso con un totale di 14,9 milioni di turisti, dato che è superiore al precedente massimo storico del 2019 quando i visitatori erano stati 14,7 milioni.  I dati resi noti dal ministero del Turismo del Paese evidenziano che benché il conflitto sia cominciato in ottobre, i flussi turistici non si sono interrotti, anzi hanno continuato a crescere. Negli ultimi tre mesi dell'anno gli arrivi sono stati 3,6 milioni, pari ad un aumento dell'8% rispetto allo stesso periodo del 2022, seppur in difetto di 600.000 turisti all'obiettivo dell'Egitto. Il ministro del turismo, Ahmed Issa, imputa questi risultati record del 2023 agli sforzi compiuti dal suo ministero, come l'incremento della capacità delle camere d'albergo, la ricerca di nuovi mercati e l'incoraggiamento del turismo arabo. [post_title] => L'Egitto non molla e nel 2023 centra un nuovo record di arrivi con 14,9 milioni di turisti [post_date] => 2024-01-22T10:16:13+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705918573000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459382 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Eva Air ha scelto Daniela di Monaco srl - Immagine & Comunicazione come ufficio stampa e pr in Italia. La compagnia aerea nata nel 1989 come prima compagnia aerea internazionale privata di Taiwan, opera in Italia da poco più di un anno e che lo scorso 27 ottobre 2023 ha festeggiato il primo anniversario del collegamento sulla tratta Milano Malpensa-Taipei. L’impegno e l’investimento del vettore nel mercato Italia non riguarda solamente il successo e l’incremento dei voli Taipei-Milano Malpensa, ma è un impegno finalizzato allo sviluppo di una alleanza culturale tra Taiwan e l’Italia, per agevolare attivamente la reciprocità tra i due Paesi, promuovendo il turismo, gli affari e gli scambi culturali e permettendo ai taiwanesi di scoprire arte, moda e cultura di Milano e dell’Italia e agli italiani di conoscere la passione e l’ospitalità del popolo taiwanese.  [post_title] => Eva Air affida la comunicazione in Italia a Daniela di Monaco Immagine & Comunicazione [post_date] => 2024-01-15T11:40:37+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705318837000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1489" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":41,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":113,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462538","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n\r\n\r\nAeroitalia amplia il network da Comiso con l'introduzione, dal prossimo 30 marzo, della rotta per Milano Linate che sarà servita con due frequenze alla settimana, il sabato e la domenica.\r\n\r\nQuesto nuovo collegamento si aggiunge alle altre rotte già servite dalla compagnia dallo scalo Ibleo: Roma Fiumicino, Milano Bergamo, Bologna e Pisa.\r\n\r\n\r\nSulla rotta sarà impiegato un Boeing 737-800 da 189 posti con il seguente operativo: decollo il sabato da Comiso alle 18,10 e rientro dal city airport milanese alle 20,50; partenza la domenica da Comiso alle 9,10 e da Linate alle 11,50.\r\n\r\n\r\n","post_title":"Aeroitalia aggiunge Milano Linate all'operativo estivo da Comiso","post_date":"2024-02-29T14:22:22+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1709216542000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462047","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Saranno Algeria, Iraq e Perù le destinazioni su cui si concentreranno i due momenti di approfondimento che Kel 12 organizzerà in occasione di TourismA - salone dell'archeologia e del turismo culturale, in programma al palazzo dei congressi di Firenze dal 23 al 25 febbraio. Entrambi gli incontri sono in programma nella mattinata di sabato 24.\r\n\r\nAlle 10.30 si viaggerà con l'archeologo ed esperto dell'operatore milanese, Fabio Coppo alla scoperta di Algeria ed Iraq nell’appuntamento dal titolo da Algeri a Baghdad: breve itinerario archeologico tra l’antico e il contemporaneo. Coppo, laureato in archeologia e specializzando in archeologia classica all'università Statale di Milano, ha preso parte a numerose campagne di scavo in Grecia e Sud Italia e collabora con il museo civico archeologico Sutermeister di Legnano, sua città natale.\r\n\r\nA seguire, alle 11, l'antichista di Kel 12 Fabio Bourbon curerà l'incontro sulle Strade dell’impero Inca: come fu costruito un impero senza ferro né cavalli. Si andrà così alla scoperta del Perù lasciandosi guidare dalla voce e dalla profonda conoscenza di Bourbon: un antichista e saggista di formazione classica, autore di numerosi reportage di viaggio e specializzato nella divulgazione della storia e dell’arte delle civiltà del passato. Dal 1989 ha collaborato con svariate case editrici pubblicando oltre 40 libri, tradotti in più lingue e distribuiti in tutto il mondo. Proprio per trasmettere la sua passione per l’archeologia, oltre che per una naturale predisposizione verso il viaggio inteso come strumento di crescita interiore, da una decina di anni a questa parte è divenuto accompagnatore di viaggi culturali. Come lui stesso racconta: «Condividere le proprie conoscenze, ma anche l’entusiasmo, è un’esperienza appagante e mi piace pensare che chi ritorna da un viaggio ben condotto, porti con sé un tesoro indelebile».","post_title":"Kel 12 sarà al TourismA di Firenze a parlare di Algeria, Iraq e Perù","post_date":"2024-02-22T10:09:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708596597000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461985","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Capodanno cinese, anche conosciuto come Festa di Primavera, ha innescato \"un nuovo ciclo di boom dei consumi\". Lo scrive Xinhua, agenzia di stampa della Repubblica Popolare Cinese, ricordando che le vacanze ufficiali del Festival di Primavera di quest'anno sono durate dal 10 al 17 febbraio, un giorno in più rispetto agli anni precedenti. Gli otto giorni di vacanza hanno visto più persone in viaggio, più acquisti di articoli per le vacanze e più tempo di qualità trascorso in famiglia in attività ricreative.\r\n\r\nSecondo i dati del ministero della cultura e del turismo, durante le vacanze del Festival di Primavera sono stati effettuati 474 milioni di viaggi turistici, un aumento del 34,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e un aumento del 19% su base comparabile rispetto al periodo precedente il livello pandemico nel 2019.\r\n\r\nI turisti nazionali hanno speso in totale circa 632,69 miliardi di yuan (circa 89,07 miliardi di dollari), in aumento del 7,7% rispetto allo stesso periodo di vacanza del 2019.\r\n\r\nDopo quattro anni, il Festival di Primavera è tornato a rappresentare il picco del consumo di viaggi globale. Secondo un rapporto pubblicato da Trip.com, gli ordini turistici in entrata e in uscita della Cina hanno entrambi superato lo stesso periodo del 2019, in particolare il turismo in entrata, che è aumentato del 48% rispetto al 2019.\r\n\r\nSecondo l'amministrazione nazionale per l'immigrazione, durante le vacanze sono state effettuate complessivamente 13,52 milioni di visite in entrata e in uscita. Il numero di visite medie giornaliere è stato di 1,69 milioni, un aumento di 2,8 volte rispetto allo stesso periodo festivo dell'anno scorso.","post_title":"Il turismo cinese riprende con il boom. 474 milioni di viaggi turistici","post_date":"2024-02-21T10:54:06+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708512846000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461954","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Italia è stato il mercato europeo che nel 2023 ha registrato il più alto tasso di crescita di turisti verso il Portogallo. I numeri sono ancora provvisori ma secondo l'Ine - Istituto Nazionale di Statistica e la Banca del Portogallo, l'Italia ha avuto la più alta crescita percentuale su base annua dei mercati turistici europei monitorati da queste due istituzioni, in numero di ospiti, pernottamenti e entrate.\r\nComplessivamente, nel 2023, gli arrivi italiani in Portogallo sono stati 823.900 e i pernottamenti hanno raggiunto quota 1,9 milioni per una crescita, rispettivamente, del +22,5% e del +20,8% rispetto al 2022; i ricavi turistici si attestano nell'ordine di 668,8 milioni di euro, anche questi con una variazione positiva del +26,5 % rispetto all'anno precedente.\r\n«Il dato ancor più significativo è che si registra una crescita in tutte e tre le voci anche rispetto al 2019 - sottolinea una nota del Turismo de Portugal nel nostro paese -  con il mercato italiano che cresce del +14,1% negli ospiti, del +14,4% nei pernottamenti e del + 41,3 % nei ricavi: numeri che classificano il 2023 come il migliore anno di sempre per i flussi turistici italiani in Portogallo».\r\nIn termini globali, nel 2023, i pernottamenti nel paese lusitano sono stati 77,1 milioni e sono aumentati del 10,7% (+2,1% per i residenti e +14,9% per i non residenti), con il Regno Unito che è il principale mercato, con un quota del 18%, seguito dalla Germania con l'11,3%, e dalla Spagna con il 10,1%, mentre l'Italia ha una quota di mercato del 3,6%.","post_title":"Portogallo: boom di arrivi dall'Italia, che è il mercato europeo a maggiore crescita","post_date":"2024-02-21T09:22:29+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708507349000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460747","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il prodotto, inossidabile e in evoluzione, i nuovi investimenti su alberghiero e infrastrutture. Su tutto, la fiducia degli operatori e i numeri, questi ultimi in particolare, che testimoniano quanto la destinazione Egitto continui a crescere, nonostante il quadro geopolitico nella regione che rimane complesso.\r\n\r\n\"La scorsa settimana (l'ultima di gennaio per chi legge, ndr) l'Egitto ha accolto oltre 200.000 turisti internazionali provenienti da 80 paesi diversi e di questi 8.000 erano italiani - afferma Amr El Kady, chairman dell'Egyptian Tourist Authority -. Non solo: nel periodo compreso fra ottobre e dicembre, i visitatori sono stati 3 milioni: viaggiatori che sono venuti in Egitto benché ci fosse una guerra in corso. E sì, c'è ancora una guerra - e non possiamo che augurarci che termini al più presto - ma l'Egitto è un paese forte: non permetteremo che questo conflitto arrivi nella nostra terra. Vogliamo la pace e il nostro ruolo, da sempre, è stato quello di negoziare per la pace\".\r\n\r\nChiuso il 2023 con \"ben 14,9 milioni di arrivi, oltre quindi anche i livelli record del 2010 quanto erano stati 14,7\" le previsioni 2024 lasciano comunque spazio alla fiducia: \"E lo vediamo dai flussi attuali e dalla programmazione di tour operator e compagnie aeree, i cui operativi sono pienamente confermati per i prossimi mesi\". Certo, il tasso di crescita inizialmente previsto per quest'anno \"deve tener conto di quanto sta accadendo e la crescita del +20% rispetto al 2023 è stata ridotta, ma sarà comunque un incremento a due cifre percentuali\".\r\n\r\nElevate le attese dal mercato Italia che lo scorso anno è stato il \"quarto mercato più importante, con 850.000 arrivi, ma vogliamo che torni presto al primo posto. L'obiettivo è quello del milione di visitatori nel 2024\". E la capacità posti offerta dalle compagnie aeree sulle rotte Italia-Egitto \"è ancora più elevata e tocca scali diversi. Questo è un segnale forte, evidentemente c'è un'enorme domanda sia dagli operatori sia dai viaggiatori\".\r\n\r\nNuovi investimenti. Cairo destinazione da city break\r\n\r\nParola d'ordine migliorare ed elevare la qualità dei servizi offerti, per essere ancora più attrattivi nei confronti di \"target di turisti up-level. Vogliamo diversificare ulteriormente il nostro prodotto\". Si comincia dagli aeroporti, \"oltre ai nuovi operativi come  lo Sphinx Airport, El Alamein, ci sarà l'ampliamento dell'aeroporto di Hurghada e una nuova gestione di quello del Cairo che punta ad un significativo up-grade dello scalo.\r\n\r\nNumerose le iniziative per incentivare gli investimenti sulle strutture alberghiere, \"per nuove aperture o ristrutturazioni, con uno stanziamento iniziale di 1,2 miliardi di dollari\". Cui si somma l'operazione che prevede il trasferimento degli uffici governativi nella nuova area della città del Cairo \"già cominciata a giugno 2023, che vedrà trasformare le precedenti sedi situate in palazzi ed edifici storici in nuove realtà ricettive, boutique hotel, gallerie d'arte, ristoranti gourmet. Il tutto nel cuore della città vecchia del Cairo\". Iniziativa che mira a promuovere la capitale egiziana \"come meta da city break e il primo riscontro dagli operatori è senza dubbio positivo\".\r\n\r\nUna promozione che passa direttamente dal trade, con \"co-marketing con i tour operatori, fam trip per agenti di viaggio, e-learning, press trip e incentivi alle compagnie aeree, nonché dalla partecipazione agli eventi fieristici in tutto il mondo, ben 44 quelli programmati\".","post_title":"L'Egitto non demorde. El Kady: \"Puntiamo comunque ad una crescita a due cifre\"","post_date":"2024-02-05T10:15:11+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1707128111000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460447","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La spinta positiva della domanda di viaggio internazionale ha trainato i conti dei primi nove mesi dell'esercizio 2023-24 del gruppo All Nippon Airways, che ha centrato utili da record.\r\n\r\nNei nove mesi chiusi lo scorso 31 dicembre «la domanda complessiva di passeggeri ha continuato a riprendersi costantemente - spiega una nota del gruppo giapponese -  nonostante i rischi geopolitici globali. Inoltre, nonostante l'aumento dei costi variabili dovuto all'ampliamento della scala delle operazioni, i profitti hanno registrato un aumento significativo rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente grazie alla continua gestione dei costi». La casa madre Ana Hd, ha dunque  registrato un utile operativo di 210,1 miliardi di yen, un utile ordinario di 207,1 miliardi di yen e un utile netto attribuibile ai proprietari della capogruppo di 148,9 miliardi di yen.\r\n\r\n«I risultati finanziari positivi del Gruppo Ana evidenziano l'espansione delle operazioni internazionali, che hanno svolto un ruolo fondamentale nella redditività complessiva della compagnia aerea rispetto al periodo precedente - ha dichiarato Kimihiro Nakahori, vicepresidente esecutivo e group cfo Ana Hd -. Questo successo sottolinea l'impatto dell'ampliamento del raggio d'azione globale sulla performance finanziaria del gruppo, l'impegno di tutti i membri del team e la continua gestione dei costi».\r\n\r\nIl traffico internazionale, in particolare, ha registrato aumenti sia del volume dei passeggeri sia dei ricavi, grazie alla solida domanda commerciale proveniente dal Giappone, agli sforzi aggressivi per catturare la domanda di viaggi inbound verso la destinazione e alla domanda leisure proveniente dallo stesso Giappone.\r\n\r\nNel terzo trimestre, i ricavi delle attività passeggeri sono aumentati in modo significativo rispetto al piano iniziale. Sulle rotte internazionali, Anaha catturato la domanda in ripresa a prezzi unitari elevati, mentre sulle rotte domestiche la domanda leisure è stata forte. Tuttavia, come annunciato in precedenza, si prevede un aumento delle spese di manutenzione nel quarto trimestre. Il gruppo ha comunque rivisto al rialzo le previsioni finanziarie consolidate per l'anno fiscale 2023.\r\n\r\n ","post_title":"Il gruppo Ana centra utili record nei primi nove mesi dell'anno fiscale 2023-24","post_date":"2024-01-31T10:44:20+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706697860000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460199","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un ritorno in grande stile quello dell'industria turistica di New York City nel 2023: entrate per 74 miliardi di dollari, di cui oltre 48 miliardi provenienti da spese dirette, 61,8 milioni di viaggiatori, pari ad un recupero del 93% sul record di visite del 2019. E una crescita di 380.000 posti di lavoro nel settore turistico e dell'ospitalità.\r\n \r\n\"Nel corso del 2023, New York City ha visto un continuo ritorno ai ritmi precedenti alla pandemia, riaffermando il ruolo del turismo come motore dell'economia della città, con un impatto economico di 74 miliardi di dollari - ha dichiarato Fred Dixon, presidente e ceo di New York City Tourism + Conventions -. La città è dinamica come non mai: nuove attrazioni, cultura, ristoranti, accoglienza straordinaria e tanto altro ancora hanno permesso a New York di rimanere una delle destinazioni preferite dai viaggiatori nazionali e internazionali\".\r\n\r\nL'analisi dei flussi in entrata evidenzia che il turismo internazionale, che rappresenta quasi la metà della spesa dei visitatori, ha portato in città 10,8 milioni di visitatori nel 2023, con un aumento del 14,9% rispetto all'anno precedente. A dicembre 2023, in particolare, il numero di viaggiatori internazionali in possesso di un visto valido per gli Stati Uniti è risultato superiore a qualsiasi periodo storico.\r\n\r\nI cinque maggiori mercati internazionali per New York City sono Regno Unito (974.000 visitatori), Canada (864.000 visitatori), Francia (728.000 visitatori), Brasile (589.000 visitatori) e Germania (554.000 visitatori). I paesi dell'Europa occidentale riconquistano la loro posizione di mercati principali per i viaggi internazionali.\r\n\r\nDa sottolineare, inoltre, come il traffico aereo nei tre aeroporti di New York - La Guardia, Jfk e Newark - superi attualmente i livelli pre-pandemia e siano in corso investimenti per oltre 20 miliardi di dollari al fine di migliorare l'esperienza dei viaggiatori.\r\n\r\nIl futuro\r\n\r\nMentre la città si appresta ad accogliere quest'anno 64,5 milioni di visitatori, all'orizzonte ci sono già i traguardi 2026 di 'America 250', anniversario dei 250 anni dalla fondazione degli Stati Uniti; New York City commemorerà il suo ruolo di prima capitale, di luogo di nascita del governo americano e di città in cui è stato scritto il Bill of Rights.  E la Coppa del Mondo Fifa 2026 che sarà ospitata da New York/New Jersey","post_title":"New York riconquista la scena internazionale da protagonista. E punta ai 64,5 mln di visitatori","post_date":"2024-01-26T12:22:01+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1706271721000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459830","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_455638\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Ahmed Issa, ministro egiziano del turismo e delle antichità[/caption]\r\n\r\nRecord di arrivi in Egitto nel 2023: la destinazione, nonostante la guerra tra Israele e Hamas, archivia l'anno appena chiuso con un totale di 14,9 milioni di turisti, dato che è superiore al precedente massimo storico del 2019 quando i visitatori erano stati 14,7 milioni. \r\n\r\nI dati resi noti dal ministero del Turismo del Paese evidenziano che benché il conflitto sia cominciato in ottobre, i flussi turistici non si sono interrotti, anzi hanno continuato a crescere. Negli ultimi tre mesi dell'anno gli arrivi sono stati 3,6 milioni, pari ad un aumento dell'8% rispetto allo stesso periodo del 2022, seppur in difetto di 600.000 turisti all'obiettivo dell'Egitto.\r\n\r\nIl ministro del turismo, Ahmed Issa, imputa questi risultati record del 2023 agli sforzi compiuti dal suo ministero, come l'incremento della capacità delle camere d'albergo, la ricerca di nuovi mercati e l'incoraggiamento del turismo arabo.","post_title":"L'Egitto non molla e nel 2023 centra un nuovo record di arrivi con 14,9 milioni di turisti","post_date":"2024-01-22T10:16:13+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1705918573000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459382","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Eva Air ha scelto Daniela di Monaco srl - Immagine & Comunicazione come ufficio stampa e pr in Italia.\r\nLa compagnia aerea nata nel 1989 come prima compagnia aerea internazionale privata di Taiwan, opera in Italia da poco più di un anno e che lo scorso 27 ottobre 2023 ha festeggiato il primo anniversario del collegamento sulla tratta Milano Malpensa-Taipei.\r\nL’impegno e l’investimento del vettore nel mercato Italia non riguarda solamente il successo e l’incremento dei voli Taipei-Milano Malpensa, ma è un impegno finalizzato allo sviluppo di una alleanza culturale tra Taiwan e l’Italia, per agevolare attivamente la reciprocità tra i due Paesi, promuovendo il turismo, gli affari e gli scambi culturali e permettendo ai taiwanesi di scoprire arte, moda e cultura di Milano e dell’Italia e agli italiani di conoscere la passione e l’ospitalità del popolo taiwanese. ","post_title":"Eva Air affida la comunicazione in Italia a Daniela di Monaco Immagine & Comunicazione","post_date":"2024-01-15T11:40:37+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1705318837000]}]}}

Lascia un commento