1 March 2024

1196

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

La Distal & Itr Group, Gsa (general sales agent) di numerosi vettori nazionali ed internazionali, con sede di riferimento Milano, ricerca un promotore vendite per la seguente area:
– Lombardia dedicato vettore Srilankan Airlines
Requisiti: minimo 3 anni di esperienza nel settore turistico, preferibilmente trasporto aereo e della rete agenziale nell’area di competenza, automunito. Conoscenze informatiche di base. Ottima predisposizione ai rapporti interpersonali, dinamismo, orientamento alla vendita e forte determinazione al raggiungimento dei risultati sono i requisiti fondamentali per candidarsi. Ottima conoscenza lingua inglese.
Rif. Promotori Vendite Sri Lankan
Inviare il cv a: personale@distal.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462448 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_415903" align="alignleft" width="300"] Salvatore Ombra[/caption] L'aeroporto di Trapani avanza verso la stagione estiva con un'aspettativa di circa 1,1 milioni di passeggeri con un totale di 9375 movimenti. Il network include oggi 25 rotte, 11 nazionali e 14 internazionali. Tra le domestiche ci sono Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Treviso, Pantelleria, Forlì tra 11 le nazionali. Le estere partono da e per Charleroi in Belgio, Bod Bordeau in Francia, Billund in Danimarca, Bratislava, NRN Dusseldorf, FKB Karlsluhe Baden Baden in Germania, Malta, Manchester in Inghilterra, Porto, Riga, Siviglia, STN sempre in Gran Bretagna, Tolosa e KTW Katowice in Polonia. I voli sono operati tutti da Ryanair, tranne quello per l'isola di Pantelleria, coperto con la continuità territoriale da Dat, Danish Air Transport con il marchio VolidiSicilia. “Una previsione di un milione di passeggeri, rispetto ai numeri del recente passato – ha dichiarato il presidente di Airgest, Salvatore Ombra - potrebbe essere una buona notizia ma non ci basta. Per far crescere l’aeroporto di Trapani servono risorse e promozione da parte del territorio. Il Vincenzo Florio non è né Catania, né Palermo che autosostengono il traffico passeggeri e riescono a fare utili. In un mercato altamente competitivo siamo riusciti ad attirare il traffico aereo solo grazie all’investimento della Regione Siciliana, riuscendo però a far ricadere sul territorio entrate per 196 e 294 milioni di euro, nel 2022 e 2023, con migliaia di posti di nuovi lavoro creati”.  “Il nostro aeroporto - ha specificato il presidente di Airgest - genera un ritorno economico pari a 45 volte ogni euro investito. È importante quindi che tutti i rappresentanti del territorio facciano lobby per sostenere lo scalo. Solo con investimenti importanti si ottengono grandi numeri. Milioni sono stati investiti dalla Regione Calabria, dalla Puglia, il Friuli Venezia Giulia si è accollata l’addizionale comunale e Bergamo, per diventare l’hub che è oggi, ha investito parecchi milioni e negli anni era come Trapani e oggi è il terzo scalo italiano. Noi possiamo aspirare a 2 milioni di passeggeri all’anno ma è un traguardo che si raggiunge tutti insieme”. [post_title] => L'aeroporto di Trapani punta a oltre 1,1 milioni di passeggeri per la summer [post_date] => 2024-02-29T09:23:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709198628000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461087 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates completa il ripristino del network verso l'Australia con il prossimo ritorno ad Adelaide, che decollerò il 28 ottobre 2024, con frequenze giornaliere da Dubai. Il servizio risponderà la crescente domanda di viaggi da e per l'Australia meridionale e permetterà ai passeggeri di viaggiare tra più di 140 destinazioni nel network globale di Emirates, offrendo un'ampia scelta, flessibilità e connettività.  Emirates ha lanciato per la prima volta i suoi servizi per Adelaide nel 2012 e ha trasportato più di 165.000 passeggeri tra Dubai e la città nel 2019. Entro il 1° dicembre, quando il vettore ripristinerà anche il suo secondo collegamento giornaliero per Perth, la compagnia aerea offrirà 77 voli settimanali dall'Australia con la possibilità di trasportare 68.000 passeggeri a settimana da e per il Paese, tornando così alla sua capacità pre-pandemia. Il ritorno di Emirates segna un importante traguardo per la ripresa dell’Australia del Sud dalla pandemia. Secondo le stime della South Australian Tourism Commission, la spesa turistica dei voli diretti giornalieri senza scalo di Emirates genererà più di 62 milioni di dollari all'anno e creerà più di 315 posti di lavoro equivalenti a tempo pieno per gli australiani del Sud legati al turismo. Ogni volo offrirà anche 14 tonnellate di spazio per le merci, per un totale di 196 tonnellate settimanali tra Dubai e Adelaide. Il valore delle esportazioni di merci è stimato in 98 milioni di dollari all'anno, portando la spesa totale generata dai voli di Emirates ad Adelaide a 160 milioni di dollari. [post_title] => Emirates completa il network sull'Australia con il ripristino, da ottobre, dei voli per Adelaide [post_date] => 2024-02-08T10:09:12+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707386952000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460732 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il conto alla rovescia per l’apertura del secondo ostello italiano di a&o Hostels è iniziato: Firenze ospiterà la trentanovesima struttura del gruppo berlinese che aprirà le proprie porte a inizio estate, con indirizzo in via Mannelli 119, giusto fuori dalla stazione Campo di Marte. La novità giunge dopo un 2023 da numeri record per la compagnia, che ha registrato 217 milioni di euro di fatturato, con 6,1 milioni di pernottamenti (5,55 milioni nel 2022) e 2,7 milioni di ospiti nelle sue 38 strutture presenti in nove paesi. Il tutto con un'occupazione media del 76% (67% nel 2022). In tale contesto la domanda dei viaggiatori italiani si piazza nella top 10, prima di quella danese, svizzera e francese. Altro dato interessante riguarda il segmento gruppi, che pesa per il 38% dei volumi complessivi. “In tempi difficili dal punto di vista economico, le persone non smettono di viaggiare ma scelgono un prodotto low budget. E una volta fatta l’esperienza e aver capito che funziona sceglieranno più rapidamente di affidarsi a una struttura comoda, confortevole ed economica - commenta il ceo del gruppo, Oliver Winter -. Stiamo crescendo anche nel comparto business travel: chiaramente ci sono ancora margini di miglioramento, ma sono molto fiducioso che il segmento continuerà a svilupparsi”. [post_title] => Appuntamento a Firenze a inizio estate per la seconda struttura italiana di a&o Hostels [post_date] => 2024-02-02T15:03:12+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706886192000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460104 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Wizz Air sconta le conseguenze del conflitto in Medio Oriente nei risultati del trimestre ottobre-dicembre 2023, nonché delle difficoltà legate al grounding di alcuni aeromobili. La low cost ha infatti registrato un aumento del 16% delle perdite operative, che salgono a 180,4 milioni di euro rispetto ai 155,5 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. I ricavi si sono attestati a 1,06 miliardi di euro mentre il traffico passeggeri ha riportato la cifra record di 15,1 milioni, rispetto ai 12,4 milioni dell'analogo trimestre dello scorso esercizio. La compagnia aerea ha dichiarato che riprenderà alcuni voli per Tel Aviv a partire da marzo, dopo aver sospeso le operazioni verso Israele in seguito all'inizio della guerra in ottobre. Il vettore ha dichiarato che la sua performance finanziaria nel terzo trimestre è stata "materialmente influenzata dalla sospensione e dalla riallocazione della capacità destinata a Israele". «Nel terzo trimestre abbiamo continuato a registrare una crescita della capacità leader del settore, in vista del previsto fermo degli aeromobili nel quarto trimestre, quando i motori Gtf saranno rimossi per le ispezioni obbligatorie - ha dichiarato Jozsef Váradi, chief executive officer di Wizz Air - (...) L'inizio del quarto trimestre è stato positivo. Rimaniamo impegnati in un'efficace gestione dei costi, nell'utilizzo degli asset e nella produttività, tutti elementi fondamentali per il futuro e siamo fiduciosi nella nostra capacità di gestire questi elementi». Confermata la guidance dell’utile netto per l'intero esercizio 202, compresa tra i 350 e i 400 milioni di euro. [post_title] => Wizz Air sconta l'impatto del conflitto mediorientale e aumenta le perdite del trimestre [post_date] => 2024-01-25T12:49:15+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706186955000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459413 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è spenta a 81 anni Maria Giovanna Mamberto detta Mally, titolare insieme alla famiglia dell'omonimo tour operator ligure incoming con sede a Borgio Verezzi, nonché leader del consorzio Incoming Italia, di cui era stata presidente per oltre 20 anni. La famiglia Mamberto rappresenta dal 1950 uno dei principali operatori italiani del settore incoming. L’azienda ligure fu fondata da Carlo Mamberto, mancato nel 1965, e poi condotta dai figli Giacomo, Mally, Tino e Giorgio. Proprio quest'ultimo è scomparso poco più di un anno fa, a causa di un incidente stradale. La Mamberto srl, con ben cinque agenzie in Liguria (La Spezia, Finale Ligure, Pietra Ligure, Alassio e Diano Marina), ha garantito in tutti questi anni un supporto importante per i principali operatori stranieri interessati alle riviere liguri e non solo. Il suo catalogo to include infatti una serie di proposte che vanno dalla Toscana sino alla costa Azzurra.  Nel 1996 Mally Mamberto era stata nominata Cavaliere del lavoro dall’allora presidente del Consiglio, Romano Prodi, e negli anni Duemila a Londra aveva ricevuto uno speciale Golden Globe, come miglior imprenditrice turistica al mondo. Lascia il marito Alberto e i figli Carlo e Paola. Il rosario sarà recitato oggi alle 19 nella chiesa Vecchia in piazza La Pietra a Pietra Ligure, mentre il funerale si terrà domani 16 gennaio nella basilica di San Nicolò alle 15. Alla famiglia giungano le più sentite condoglianze del Gruppo Travel. [post_title] => Se ne è andata Mally Mamberto, protagonista dell'incoming italiano [post_date] => 2024-01-15T13:27:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705325252000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459362 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il mercato Italia di Tap Air Portugal nel 2023 ha registrato una crescita del traffico del 31,8% per oltre 1,1 milioni di passeggeri trasportati sulle sei rotte operate. Una crescita maggiore di quella media globale per il vettore lusitano, che con 15,9 milioni di passeggeri ha archiviato l’anno scorso con un incremento del +15,2% sul 2022. In termini di load factor a livello globale la compagnia ha segnato un riempimento dell'80,8%, 0,8 punti percentuali in più rispetto al 2022 e già in crescita di 0,7% p.p. rispetto al 2019, l'ultimo anno pre-pandemico. L’Rpk è aumentato del 16% rispetto al 2022 e dell'1,4% rispetto al 2019. Particolarmente positiva la performance sul network di lungo raggio, con un totale di 4,6 milioni di passeggeri trasportati, vale a dire il 15,1% in più rispetto al 2022, e il 9,8% in più rispetto al 2019. Sulle rotte di Stati Uniti e Canada i passeggeri trasportati sono stati 1,46 milioni, il 18,4% in più rispetto al 2022 e il 39,5% in più rispetto al 2019. Sulle rotte verso il Brasile il numero totale di passeggeri trasportati è stato di oltre 1,9 milioni, con un incremento del 20,3% rispetto al 2022 e dell'8,4% rispetto al 2019. Per quanto riguarda le rotte verso le regioni autonome delle Azzorre e di Madeira, lo scorso anno TAP ha trasportato 1,5 milioni di passeggeri, vale a dire il 13,2% in più rispetto al 2022 e il 5,7% in più rispetto al 2019. Il confronto globale sul 2019 vede Tap ancora in difetto sui livelli di traffico che deteneva sulle rotte del Portogallo continentale, dell'Europa e dell'Africa, registrando, in termini di numeri totali, -7 % rispetto al numero totale di passeggeri trasportati nel 2019. È importante sottolineare che il piano di ristrutturazione definito dalla Commissione europea e a cui Tap sarà soggetta fino al 2025 le impongono di operare con un numero minore di aeromobili e un numero minore di slot all’aeroporto di Lisbona rispetto al 2019.   [post_title] => Tap centra una crescita del traffico sulle rotte italiane (+31,8%) maggiore di quella globale [post_date] => 2024-01-15T10:30:30+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705314630000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458952 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'inizio del 2024 è tempo di giri del mondo in crociera. Quasi in concomitanza con il viaggio intorno al globo di Costa, salpa infatti oggi da Genova anche la World Cruise targata Msc. Guidata dal comandante Roberto Leotta, la Poesia navigherà per 121 giorni toccando 50 destinazioni in 31 paesi differenti.   La nave ospita a bordo circa 2.300 passeggeri appartenenti a 57 diverse nazionalità diverse che visiteranno località di spicco come Città del Capo, Rio de Janeiro, New York oltre a tante altre mete come Manaus, Nuuk e Zanzibar. L’itinerario prevede in particolare la circumnavigazione del mar Mediterraneo, l'esplorazione delle coste africane fino all'oceano Atlantico, la visita del Brasile, dei Caraibi, degli Stati Uniti e del Canada, per poi fare ritorno in Europa attraversando la Groenlandia e l'Islanda. “Genova si conferma anche quest’anno capitale delle crociere intorno al mondo e non solo - commenta l'area manager di Msc Crociere, Gianni Pilato -. I notevoli risultati ottenuti dimostrano l'importanza cruciale del porto ligure nel contesto turistico europeo, con oltre 1 milione di passeggeri trasportati e 260 scali complessivi realizzati nel corso del 2023. Sono cifre notevoli se consideriamo che si tratta di dati registrati da una sola compagnia. Ma non intendiamo fermarci e nel prossimo futuro continueremo a puntare su Genova, città da cui prenderanno il largo anche le prossime crociere intorno al mondo nel 2025 e nel 2026”. A questo proposito, grande protagonista del giro del mondo del prossimo anno sarà la nave Magnifica, che presenterà un nuovo itinerario di 116 notti in grado di toccare 50 mete in 21 diverse nazioni offrendo agli ospiti l'opportunità di partire da quattro diversi porti in Europa. Nello specifico, i viaggiatori potranno scegliere se imbarcarsi da Genova, da Civitavecchia, da Marsiglia o da Barcellona. La nave toccherà inizialmente le coste di Italia, Francia e Spagna, per poi dirigersi più a sud verso il Marocco e attraversare l'Atlantico per visitare il Sud America. Qui il viaggio prevede tappe a Rio de Janeiro, Buenos Aires e alle Falkland. La Magnifica si dirigerà successivamente nell’oceano Pacifico del sud, toccando luoghi esotici come come l'isola di Pasqua e le Cook. Farà quindi tappa in Nuova Zelanda e Australia, con una visita a Sydney e un viaggio lungo le coste meridionali e occidentali dell'Australia. L'itinerario proseguirà attraverso l'Asia con soste a Bali, Singapore, Malaysia e Thailandia. Durante il transito attraverso l'oceano Indiano, sarà possibile visitare Colombo e Aqaba in Giordania, seguite da Sharm El-Sheik, Luxor, il canale di Suez e Alessandria in Egitto. Infine, la nave ritornerà in Europa, facendo scalo in quattro città italiane, prima di concludere il viaggio a Genova. Msc ha aperto anche le vendite per la World Cruise 2026 che vedrà protagonista ancora una volta la Magnifica, con un itinerario di 119 giorni con partenza da Genova e Civitavecchia. Il viaggio toccherà ben 47 destinazioni in 32 paesi diversi con tappe, tra l’altro, a San Francisco, Honolulu, Auckland, Sydney, Manila, Tokyo e Dubai. Dopo le mete europee, la nave esplorerà infatti la costa occidentale degli Stati Uniti e trascorrerà un mese nell'oceano Pacifico. Successivamente il viaggio si sposterà in Asia con tappe a Tokyo, Shanghai e Hong Kong. Infine, i passeggeri esploraeranno destinazioni storiche come Dubai e Oman, prima di rientrare in Europa attraverso la Grecia. [post_title] => In partenza oggi da Genova anche la World Cruise griffata Msc [post_date] => 2024-01-05T15:37:27+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704469047000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458354 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Bergamo e Brescia accoglieranno entro fine anno circa 11,6 milioni di visitatori - considerando i pernottamenti e gli escursionisti - provenienti da tutta Italia e da paesi esteri come Germania, Spagna, Svizzera, Francia, Uk, nonché da Usa, Cina e India. Si tratta di un aumento di circa il 40% rispetto allo stesso periodo del 2022. Numeri importanti che superano le aspettative dichiarate dalle due amministrazioni comunali all’interno del dossier di progettazione, dove era fissato come obiettivo il +20% di visitatori. Per quanto riguarda i soli pernottamenti – il dato attualmente disponibile è riferito ai primi tre trimestri 2023 -, le rilevazioni in linea con i numeri precedenti evidenziano un aumento dei pernottamenti complessivi nelle città pari al 41,7% rispetto allo stesso periodo nel 2022. Anche i numeri provenienti dagli Info Point turistici delle due città confermano l’accresciuto afflusso di accessi alle strutture: nel 2023 sono stati registrati quasi 164.700mila ingressi con un aumento medio del 100% rispetto all’anno 2019. I turisti e i visitatori di Bergamo e Brescia hanno dimostrato di apprezzare in modo particolare l’offerta culturale, museale e artistica proposta durante tutto l’arco dell’anno. In base agli ingressi registrati all’Accademia Carrara, alla GAMeC - Galleria D'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, al Museo delle storie e al Museo di scienze Caffi a Bergamo e al Museo Santa Giulia e al Parco archeologico, alla Pinacoteca Tosio Martinengo e all’area del castello per quanto riguarda Brescia, si evidenzia che sono stati oltre 943mila i visitatori, con un aumento del 92% rispetto allo stesso periodo del 2019. Anche la proposta teatrale è stata particolarmente apprezzata: il Teatro Donizetti a Bergamo, il Centro Teatrale Bresciano e il Teatro Grande a Brescia hanno visto un incremento sia degli spettacoli proposti che degli spettatori: nelle due città si è superata quota 331.513 biglietti staccati, erano stati 252.348 nel 2019. Le presenze fisiche di turisti e visitatori hanno riempito le due città, ma anche il mondo virtuale ha vissuto un anno entusiasmante con una presenza costante sui social e sul sito web Bergamobrescia2023.it. I canali social appositamente creati (Facebook e Instagram) hanno raccolto oltre 66mila follower, sono stati pubblicati oltre 300 post dedicati alla promozione degli eventi e sono state sviluppate coperture live degli eventi più significativi BgBs2023 ha prodotto numeri entusiasmanti per quanto riguarda il turismo e la fruizione culturale. Ma, soprattutto, ha posto le basi per una collaborazione fra le due città e i due territori che è orientata al futuro. Il primo progetto che nel 2024 verrà inaugurato fra Brescia e Bergamo, e che legherà per sempre i due territori come già accaduto per il cammino La Via delle Sorelle, è la Ciclovia. Il percorso ciclopedonale, che unirà le due città attraversando 24 comuni fra le due province, è quasi pronto per essere ufficialmente inaugurato nel mese di aprile 2024. [post_title] => Bergamo Brescia 2023, 11,6 milioni di visitatori, il 40% in più sul 2022 [post_date] => 2023-12-19T10:55:33+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702983333000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458079 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Milano Bergamo si appresta a chiudere un 2023 decisamente positivo, con ricavi previsti a quota 200 milioni di euro, rispetto ai 174,5 del 2022. Ad anticipare i risultati il presidente di Sacbo, Giovanni Sanga, in occasione della conferenza stampa di fine anno. Lo scalo bergamasco si conferma il terzo aeroporto d’Italia, con tanto di primati (tra cui il gradino più alto nell’apprezzamento dei viaggiatori, su scala europea) e di numeri tra cui spiccano, oltre alle 140 destinazioni estive, le 119 invernali , i 40 Paesi toccati e la quota del 20% in crescita del traffico afferente a compagnie «extra Ryan», i 16 milioni di passeggeri movimentati nell'anno. Dato che rappresenta un record assoluto per l'aeroporto. «Un mix tra un 2023 che ha cancellato definitivamente il Covid e l’attrattività della Capitale della Cultura», ha osservato Sanga anticipando come l’obiettivo per il 2024 sia quello di un consolidamento del risultato raggiunto «pur in uno scenario caratterizzato da due guerre e da tensioni su mete turistiche. L’apertura ad oriente, con lo scalo di Dubai, è importantissima in chiave internazionale». Tra le performance particolarmente positive va segnalata quella legata ai ricavi non aviation che hanno fatto segnare un +20%, segno di una vitalità dello shopping da parte dei passeggeri ma anche dell’appeal dei brand presenti nello scalo. «Abbiamo marchi importanti, attrattivi», ha concluso Sanga preannunciando il debutto, nella piazzetta interna dedicata ad Ilario Testa, di 'Eataly»'.   [post_title] => Milano Bergamo vola verso i 16 milioni di passeggeri e ricavi per 200 milioni di euro [post_date] => 2023-12-14T11:41:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702554060000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1196" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":80,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462448","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_415903\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Salvatore Ombra[/caption]\r\n\r\nL'aeroporto di Trapani avanza verso la stagione estiva con un'aspettativa di circa 1,1 milioni di passeggeri con un totale di 9375 movimenti. Il network include oggi 25 rotte, 11 nazionali e 14 internazionali.\r\n\r\nTra le domestiche ci sono Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Treviso, Pantelleria, Forlì tra 11 le nazionali. Le estere partono da e per Charleroi in Belgio, Bod Bordeau in Francia, Billund in Danimarca, Bratislava, NRN Dusseldorf, FKB Karlsluhe Baden Baden in Germania, Malta, Manchester in Inghilterra, Porto, Riga, Siviglia, STN sempre in Gran Bretagna, Tolosa e KTW Katowice in Polonia. I voli sono operati tutti da Ryanair, tranne quello per l'isola di Pantelleria, coperto con la continuità territoriale da Dat, Danish Air Transport con il marchio VolidiSicilia.\r\n\r\n“Una previsione di un milione di passeggeri, rispetto ai numeri del recente passato – ha dichiarato il presidente di Airgest, Salvatore Ombra - potrebbe essere una buona notizia ma non ci basta. Per far crescere l’aeroporto di Trapani servono risorse e promozione da parte del territorio. Il Vincenzo Florio non è né Catania, né Palermo che autosostengono il traffico passeggeri e riescono a fare utili. In un mercato altamente competitivo siamo riusciti ad attirare il traffico aereo solo grazie all’investimento della Regione Siciliana, riuscendo però a far ricadere sul territorio entrate per 196 e 294 milioni di euro, nel 2022 e 2023, con migliaia di posti di nuovi lavoro creati”.\r\n\r\n “Il nostro aeroporto - ha specificato il presidente di Airgest - genera un ritorno economico pari a 45 volte ogni euro investito. È importante quindi che tutti i rappresentanti del territorio facciano lobby per sostenere lo scalo. Solo con investimenti importanti si ottengono grandi numeri. Milioni sono stati investiti dalla Regione Calabria, dalla Puglia, il Friuli Venezia Giulia si è accollata l’addizionale comunale e Bergamo, per diventare l’hub che è oggi, ha investito parecchi milioni e negli anni era come Trapani e oggi è il terzo scalo italiano. Noi possiamo aspirare a 2 milioni di passeggeri all’anno ma è un traguardo che si raggiunge tutti insieme”.","post_title":"L'aeroporto di Trapani punta a oltre 1,1 milioni di passeggeri per la summer","post_date":"2024-02-29T09:23:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1709198628000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461087","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Emirates completa il ripristino del network verso l'Australia con il prossimo ritorno ad Adelaide, che decollerò il 28 ottobre 2024, con frequenze giornaliere da Dubai.\r\nIl servizio risponderà la crescente domanda di viaggi da e per l'Australia meridionale e permetterà ai passeggeri di viaggiare tra più di 140 destinazioni nel network globale di Emirates, offrendo un'ampia scelta, flessibilità e connettività. \r\nEmirates ha lanciato per la prima volta i suoi servizi per Adelaide nel 2012 e ha trasportato più di 165.000 passeggeri tra Dubai e la città nel 2019. Entro il 1° dicembre, quando il vettore ripristinerà anche il suo secondo collegamento giornaliero per Perth, la compagnia aerea offrirà 77 voli settimanali dall'Australia con la possibilità di trasportare 68.000 passeggeri a settimana da e per il Paese, tornando così alla sua capacità pre-pandemia.\r\nIl ritorno di Emirates segna un importante traguardo per la ripresa dell’Australia del Sud dalla pandemia. Secondo le stime della South Australian Tourism Commission, la spesa turistica dei voli diretti giornalieri senza scalo di Emirates genererà più di 62 milioni di dollari all'anno e creerà più di 315 posti di lavoro equivalenti a tempo pieno per gli australiani del Sud legati al turismo. Ogni volo offrirà anche 14 tonnellate di spazio per le merci, per un totale di 196 tonnellate settimanali tra Dubai e Adelaide. Il valore delle esportazioni di merci è stimato in 98 milioni di dollari all'anno, portando la spesa totale generata dai voli di Emirates ad Adelaide a 160 milioni di dollari.","post_title":"Emirates completa il network sull'Australia con il ripristino, da ottobre, dei voli per Adelaide","post_date":"2024-02-08T10:09:12+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1707386952000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460732","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il conto alla rovescia per l’apertura del secondo ostello italiano di a&o Hostels è iniziato: Firenze ospiterà la trentanovesima struttura del gruppo berlinese che aprirà le proprie porte a inizio estate, con indirizzo in via Mannelli 119, giusto fuori dalla stazione Campo di Marte. La novità giunge dopo un 2023 da numeri record per la compagnia, che ha registrato 217 milioni di euro di fatturato, con 6,1 milioni di pernottamenti (5,55 milioni nel 2022) e 2,7 milioni di ospiti nelle sue 38 strutture presenti in nove paesi. Il tutto con un'occupazione media del 76% (67% nel 2022).\r\n\r\nIn tale contesto la domanda dei viaggiatori italiani si piazza nella top 10, prima di quella danese, svizzera e francese. Altro dato interessante riguarda il segmento gruppi, che pesa per il 38% dei volumi complessivi. “In tempi difficili dal punto di vista economico, le persone non smettono di viaggiare ma scelgono un prodotto low budget. E una volta fatta l’esperienza e aver capito che funziona sceglieranno più rapidamente di affidarsi a una struttura comoda, confortevole ed economica - commenta il ceo del gruppo, Oliver Winter -. Stiamo crescendo anche nel comparto business travel: chiaramente ci sono ancora margini di miglioramento, ma sono molto fiducioso che il segmento continuerà a svilupparsi”.","post_title":"Appuntamento a Firenze a inizio estate per la seconda struttura italiana di a&o Hostels","post_date":"2024-02-02T15:03:12+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1706886192000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460104","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Wizz Air sconta le conseguenze del conflitto in Medio Oriente nei risultati del trimestre ottobre-dicembre 2023, nonché delle difficoltà legate al grounding di alcuni aeromobili. La low cost ha infatti registrato un aumento del 16% delle perdite operative, che salgono a 180,4 milioni di euro rispetto ai 155,5 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso.\r\n\r\nI ricavi si sono attestati a 1,06 miliardi di euro mentre il traffico passeggeri ha riportato la cifra record di 15,1 milioni, rispetto ai 12,4 milioni dell'analogo trimestre dello scorso esercizio. La compagnia aerea ha dichiarato che riprenderà alcuni voli per Tel Aviv a partire da marzo, dopo aver sospeso le operazioni verso Israele in seguito all'inizio della guerra in ottobre. Il vettore ha dichiarato che la sua performance finanziaria nel terzo trimestre è stata \"materialmente influenzata dalla sospensione e dalla riallocazione della capacità destinata a Israele\".\r\n\r\n«Nel terzo trimestre abbiamo continuato a registrare una crescita della capacità leader del settore, in vista del previsto fermo degli aeromobili nel quarto trimestre, quando i motori Gtf saranno rimossi per le ispezioni obbligatorie - ha dichiarato Jozsef Váradi, chief executive officer di Wizz Air - (...) L'inizio del quarto trimestre è stato positivo. Rimaniamo impegnati in un'efficace gestione dei costi, nell'utilizzo degli asset e nella produttività, tutti elementi fondamentali per il futuro e siamo fiduciosi nella nostra capacità di gestire questi elementi».\r\n\r\nConfermata la guidance dell’utile netto per l'intero esercizio 202, compresa tra i 350 e i 400 milioni di euro.","post_title":"Wizz Air sconta l'impatto del conflitto mediorientale e aumenta le perdite del trimestre","post_date":"2024-01-25T12:49:15+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1706186955000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459413","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è spenta a 81 anni Maria Giovanna Mamberto detta Mally, titolare insieme alla famiglia dell'omonimo tour operator ligure incoming con sede a Borgio Verezzi, nonché leader del consorzio Incoming Italia, di cui era stata presidente per oltre 20 anni.\r\n\r\nLa famiglia Mamberto rappresenta dal 1950 uno dei principali operatori italiani del settore incoming. L’azienda ligure fu fondata da Carlo Mamberto, mancato nel 1965, e poi condotta dai figli Giacomo, Mally, Tino e Giorgio. Proprio quest'ultimo è scomparso poco più di un anno fa, a causa di un incidente stradale.\r\n\r\nLa Mamberto srl, con ben cinque agenzie in Liguria (La Spezia, Finale Ligure, Pietra Ligure, Alassio e Diano Marina), ha garantito in tutti questi anni un supporto importante per i principali operatori stranieri interessati alle riviere liguri e non solo. Il suo catalogo to include infatti una serie di proposte che vanno dalla Toscana sino alla costa Azzurra.  Nel 1996 Mally Mamberto era stata nominata Cavaliere del lavoro dall’allora presidente del Consiglio, Romano Prodi, e negli anni Duemila a Londra aveva ricevuto uno speciale Golden Globe, come miglior imprenditrice turistica al mondo. Lascia il marito Alberto e i figli Carlo e Paola. Il rosario sarà recitato oggi alle 19 nella chiesa Vecchia in piazza La Pietra a Pietra Ligure, mentre il funerale si terrà domani 16 gennaio nella basilica di San Nicolò alle 15.\r\n\r\nAlla famiglia giungano le più sentite condoglianze del Gruppo Travel.","post_title":"Se ne è andata Mally Mamberto, protagonista dell'incoming italiano","post_date":"2024-01-15T13:27:32+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1705325252000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459362","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il mercato Italia di Tap Air Portugal nel 2023 ha registrato una crescita del traffico del 31,8% per oltre 1,1 milioni di passeggeri trasportati sulle sei rotte operate. Una crescita maggiore di quella media globale per il vettore lusitano, che con 15,9 milioni di passeggeri ha archiviato l’anno scorso con un incremento del +15,2% sul 2022.\r\n\r\nIn termini di load factor a livello globale la compagnia ha segnato un riempimento dell'80,8%, 0,8 punti percentuali in più rispetto al 2022 e già in crescita di 0,7% p.p. rispetto al 2019, l'ultimo anno pre-pandemico. L’Rpk è aumentato del 16% rispetto al 2022 e dell'1,4% rispetto al 2019.\r\n\r\nParticolarmente positiva la performance sul network di lungo raggio, con un totale di 4,6 milioni di passeggeri trasportati, vale a dire il 15,1% in più rispetto al 2022, e il 9,8% in più rispetto al 2019. Sulle rotte di Stati Uniti e Canada i passeggeri trasportati sono stati 1,46 milioni, il 18,4% in più rispetto al 2022 e il 39,5% in più rispetto al 2019.\r\n\r\nSulle rotte verso il Brasile il numero totale di passeggeri trasportati è stato di oltre 1,9 milioni, con un incremento del 20,3% rispetto al 2022 e dell'8,4% rispetto al 2019.\r\n\r\nPer quanto riguarda le rotte verso le regioni autonome delle Azzorre e di Madeira, lo scorso anno TAP ha trasportato 1,5 milioni di passeggeri, vale a dire il 13,2% in più rispetto al 2022 e il 5,7% in più rispetto al 2019.\r\n\r\nIl confronto globale sul 2019 vede Tap ancora in difetto sui livelli di traffico che deteneva sulle rotte del Portogallo continentale, dell'Europa e dell'Africa, registrando, in termini di numeri totali, -7 % rispetto al numero totale di passeggeri trasportati nel 2019.\r\n\r\nÈ importante sottolineare che il piano di ristrutturazione definito dalla Commissione europea e a cui Tap sarà soggetta fino al 2025 le impongono di operare con un numero minore di aeromobili e un numero minore di slot all’aeroporto di Lisbona rispetto al 2019.  ","post_title":"Tap centra una crescita del traffico sulle rotte italiane (+31,8%) maggiore di quella globale","post_date":"2024-01-15T10:30:30+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1705314630000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458952","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'inizio del 2024 è tempo di giri del mondo in crociera. Quasi in concomitanza con il viaggio intorno al globo di Costa, salpa infatti oggi da Genova anche la World Cruise targata Msc. Guidata dal comandante Roberto Leotta, la Poesia navigherà per 121 giorni toccando 50 destinazioni in 31 paesi differenti.   La nave ospita a bordo circa 2.300 passeggeri appartenenti a 57 diverse nazionalità diverse che visiteranno località di spicco come Città del Capo, Rio de Janeiro, New York oltre a tante altre mete come Manaus, Nuuk e Zanzibar. L’itinerario prevede in particolare la circumnavigazione del mar Mediterraneo, l'esplorazione delle coste africane fino all'oceano Atlantico, la visita del Brasile, dei Caraibi, degli Stati Uniti e del Canada, per poi fare ritorno in Europa attraversando la Groenlandia e l'Islanda.\r\n\r\n“Genova si conferma anche quest’anno capitale delle crociere intorno al mondo e non solo - commenta l'area manager di Msc Crociere, Gianni Pilato -. I notevoli risultati ottenuti dimostrano l'importanza cruciale del porto ligure nel contesto turistico europeo, con oltre 1 milione di passeggeri trasportati e 260 scali complessivi realizzati nel corso del 2023. Sono cifre notevoli se consideriamo che si tratta di dati registrati da una sola compagnia. Ma non intendiamo fermarci e nel prossimo futuro continueremo a puntare su Genova, città da cui prenderanno il largo anche le prossime crociere intorno al mondo nel 2025 e nel 2026”.\r\n\r\nA questo proposito, grande protagonista del giro del mondo del prossimo anno sarà la nave Magnifica, che presenterà un nuovo itinerario di 116 notti in grado di toccare 50 mete in 21 diverse nazioni offrendo agli ospiti l'opportunità di partire da quattro diversi porti in Europa. Nello specifico, i viaggiatori potranno scegliere se imbarcarsi da Genova, da Civitavecchia, da Marsiglia o da Barcellona. La nave toccherà inizialmente le coste di Italia, Francia e Spagna, per poi dirigersi più a sud verso il Marocco e attraversare l'Atlantico per visitare il Sud America. Qui il viaggio prevede tappe a Rio de Janeiro, Buenos Aires e alle Falkland. La Magnifica si dirigerà successivamente nell’oceano Pacifico del sud, toccando luoghi esotici come come l'isola di Pasqua e le Cook. Farà quindi tappa in Nuova Zelanda e Australia, con una visita a Sydney e un viaggio lungo le coste meridionali e occidentali dell'Australia. L'itinerario proseguirà attraverso l'Asia con soste a Bali, Singapore, Malaysia e Thailandia. Durante il transito attraverso l'oceano Indiano, sarà possibile visitare Colombo e Aqaba in Giordania, seguite da Sharm El-Sheik, Luxor, il canale di Suez e Alessandria in Egitto. Infine, la nave ritornerà in Europa, facendo scalo in quattro città italiane, prima di concludere il viaggio a Genova.\r\n\r\nMsc ha aperto anche le vendite per la World Cruise 2026 che vedrà protagonista ancora una volta la Magnifica, con un itinerario di 119 giorni con partenza da Genova e Civitavecchia. Il viaggio toccherà ben 47 destinazioni in 32 paesi diversi con tappe, tra l’altro, a San Francisco, Honolulu, Auckland, Sydney, Manila, Tokyo e Dubai. Dopo le mete europee, la nave esplorerà infatti la costa occidentale degli Stati Uniti e trascorrerà un mese nell'oceano Pacifico. Successivamente il viaggio si sposterà in Asia con tappe a Tokyo, Shanghai e Hong Kong. Infine, i passeggeri esploraeranno destinazioni storiche come Dubai e Oman, prima di rientrare in Europa attraverso la Grecia.","post_title":"In partenza oggi da Genova anche la World Cruise griffata Msc","post_date":"2024-01-05T15:37:27+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1704469047000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458354","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Bergamo e Brescia accoglieranno entro fine anno circa 11,6 milioni di visitatori - considerando i pernottamenti e gli escursionisti - provenienti da tutta Italia e da paesi esteri come Germania, Spagna, Svizzera, Francia, Uk, nonché da Usa, Cina e India. Si tratta di un aumento di circa il 40% rispetto allo stesso periodo del 2022. Numeri importanti che superano le aspettative dichiarate dalle due amministrazioni comunali all’interno del dossier di progettazione, dove era fissato come obiettivo il +20% di visitatori.\r\n\r\nPer quanto riguarda i soli pernottamenti – il dato attualmente disponibile è riferito ai primi tre trimestri 2023 -, le rilevazioni in linea con i numeri precedenti evidenziano un aumento dei pernottamenti complessivi nelle città pari al 41,7% rispetto allo stesso periodo nel 2022. Anche i numeri provenienti dagli Info Point turistici delle due città confermano l’accresciuto afflusso di accessi alle strutture: nel 2023 sono stati registrati quasi 164.700mila ingressi con un aumento medio del 100% rispetto all’anno 2019.\r\n\r\nI turisti e i visitatori di Bergamo e Brescia hanno dimostrato di apprezzare in modo particolare l’offerta culturale, museale e artistica proposta durante tutto l’arco dell’anno. In base agli ingressi registrati all’Accademia Carrara, alla GAMeC - Galleria D'Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, al Museo delle storie e al Museo di scienze Caffi a Bergamo e al Museo Santa Giulia e al Parco archeologico, alla Pinacoteca Tosio Martinengo e all’area del castello per quanto riguarda Brescia, si evidenzia che sono stati oltre 943mila i visitatori, con un aumento del 92% rispetto allo stesso periodo del 2019.\r\n\r\nAnche la proposta teatrale è stata particolarmente apprezzata: il Teatro Donizetti a Bergamo, il Centro Teatrale Bresciano e il Teatro Grande a Brescia hanno visto un incremento sia degli spettacoli proposti che degli spettatori: nelle due città si è superata quota 331.513 biglietti staccati, erano stati 252.348 nel 2019. Le presenze fisiche di turisti e visitatori hanno riempito le due città, ma anche il mondo virtuale ha vissuto un anno entusiasmante con una presenza costante sui social e sul sito web Bergamobrescia2023.it. I canali social appositamente creati (Facebook e Instagram) hanno raccolto oltre 66mila follower, sono stati pubblicati oltre 300 post dedicati alla promozione degli eventi e sono state sviluppate coperture live degli eventi più significativi\r\n\r\nBgBs2023 ha prodotto numeri entusiasmanti per quanto riguarda il turismo e la fruizione culturale. Ma, soprattutto, ha posto le basi per una collaborazione fra le due città e i due territori che è orientata al futuro. Il primo progetto che nel 2024 verrà inaugurato fra Brescia e Bergamo, e che legherà per sempre i due territori come già accaduto per il cammino La Via delle Sorelle, è la Ciclovia. Il percorso ciclopedonale, che unirà le due città attraversando 24 comuni fra le due province, è quasi pronto per essere ufficialmente inaugurato nel mese di aprile 2024.","post_title":"Bergamo Brescia 2023, 11,6 milioni di visitatori, il 40% in più sul 2022","post_date":"2023-12-19T10:55:33+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1702983333000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458079","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Milano Bergamo si appresta a chiudere un 2023 decisamente positivo, con ricavi previsti a quota 200 milioni di euro, rispetto ai 174,5 del 2022.\r\n\r\nAd anticipare i risultati il presidente di Sacbo, Giovanni Sanga, in occasione della conferenza stampa di fine anno. Lo scalo bergamasco si conferma il terzo aeroporto d’Italia, con tanto di primati (tra cui il gradino più alto nell’apprezzamento dei viaggiatori, su scala europea) e di numeri tra cui spiccano, oltre alle 140 destinazioni estive, le 119 invernali , i 40 Paesi toccati e la quota del 20% in crescita del traffico afferente a compagnie «extra Ryan», i 16 milioni di passeggeri movimentati nell'anno. Dato che rappresenta un record assoluto per l'aeroporto.\r\n«Un mix tra un 2023 che ha cancellato definitivamente il Covid e l’attrattività della Capitale della Cultura», ha osservato Sanga anticipando come l’obiettivo per il 2024 sia quello di un consolidamento del risultato raggiunto «pur in uno scenario caratterizzato da due guerre e da tensioni su mete turistiche. L’apertura ad oriente, con lo scalo di Dubai, è importantissima in chiave internazionale».\r\n\r\n\r\n\r\nTra le performance particolarmente positive va segnalata quella legata ai ricavi non aviation che hanno fatto segnare un +20%, segno di una vitalità dello shopping da parte dei passeggeri ma anche dell’appeal dei brand presenti nello scalo. «Abbiamo marchi importanti, attrattivi», ha concluso Sanga preannunciando il debutto, nella piazzetta interna dedicata ad Ilario Testa, di 'Eataly»'.\r\n\r\n\r\n ","post_title":"Milano Bergamo vola verso i 16 milioni di passeggeri e ricavi per 200 milioni di euro","post_date":"2023-12-14T11:41:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1702554060000]}]}}

Lascia un commento