13 June 2024

Sarà Fabio Datteroni il general manager dell’hotel la Palma di Capri griffato Oetker Collection

[ 0 ]

Sarà Fabio Datteroni il general manager dell’hotel la Palma di Capri, primo Oetker Collection sul suolo Italiano. Toscano di origine, Datteroni vanta una consolidata esperienza nel settore dell’ospitalità maturata alla Terme di Saturnia Natural Destination, dove ha ricoperto la stessa carica di general manager, al Castello del Nero hotel & spa dove, durante il suo periodo da amministratore delegato e direttore generale, è stato nominato Top general manager worldwide of the year nel contesto dei Luxury travel advisor’s awards of excellence. Già direttore generale e direttore dell’ospitalità presso il Castello Banfi il Borgo a Montalcino per sei anni, Datteroni ha inoltre curato progetti di consulenza in numerose proprietà italiane.

Sono felice ed estremamente onorato di assumere il ruolo di general manager dell’hotel La Palma – dichiara proprio Datteroni -. La trasformazione di questa proprietà è a dir poco incredibile. E’ un vero capolavoro, pronto per tornare a essere l’epicentro sociale di Capri. Non vedo l’ora di aprire le porte di questo luogo speciale e accogliere i nostri ospiti”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469316 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' Francesco Ascani il general manager del Collegio alla Querce di Firenze, primo indirizzo del gruppo Usa Auberge Resorts Collection in Italia, la cui apertura è prevista entro la fine di quest'anno. Nato e cresciuto a Roma, Ascani vanta una importante esperienza nel settore dell'ospitalità di lusso nel mercato italiano, avendo ricoperto ruoli di leadership presso il Rocco Forte de Russie e il Villa Agrippina Gran Meliá Hotel di Roma, nonché il Chia Laguna Resort in Sardegna. Durante il periodo trascorso in Meliá si è occupato in particolare della strategia di pre-apertura, seguendo poi le fasi di lancio della nuova proprietà. Dal 2020 è stato infine general manager e chief operating officer di Borgo Pignano. "Sono entusiasta di entrare a far parte del team Auberge in vista della sua apertura - commenta lo stesso Ascani -. Ammiro da molto tempo il brand ed è davvero un onore guidare il team di Collegio alla Querce, mentre ci prepariamo ad aprire le sue porte alla fine di quest'anno". Collegio alla Querce si unirà al portfolio di 27 hotel, resort e dimore di Auberge Resorts Collection presenti in tutto il mondo; questa acquisizione segna un passo importante per l’espansione del brand nel Vecchio continente. Situato in un quartiere collinare di Firenze, la struttura sarà infatti il terzo resort europeo del brand dopo il Domaine des Etangs, Auberge Resorts Collection, castello del tredicesimo secolo nella regione della campagna francese della Charente, e il Grace Hotel, Auberge Resorts Collection, boutique resort sulla costa di Santorini, in Grecia. L'hotel fiorentino disporrà di 83 camere, incluse 17 suite, piscina sul rooftop, una cappella e un teatro originali restaurati, un’area lounge con giardino d'inverno, un bar e due ristoranti. Circondati da cipressi secolari e querce, gli spazi esterni vantano anche il giardino Barocco e i giardini della Terrazza, che ospitano la piscina, l’area verde per eventi e il ristorante in giardino. [post_title] => Francesco Ascani è il gm del Collegio alla Querce di Firenze, primo Auberge Collection in Italia [post_date] => 2024-06-12T10:30:28+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718188228000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469292 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà attiva sino al prossimo 22 giugno la nuova campagna Prezzo unico garantito da tutta Italia griffata Guiness Travel. L'iniziativa include le bretelle da tutta la la penisola sulle partenze verso Stati Uniti, Indonesia, Thailandia e Uzbekistan. Per gli Itinerari Usa con volato Ita Airways, gli avvicinamenti inclusi sono da Torino, Milano, Venezia, Trieste, Genova Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Brindisi, Lamezia, Reggio Calabria, Catania, Palermo e Cagliari. Sugli scudi New York, con l’esclusivo pernottamento nel centro di Times Square presso l’hotel Marriott, i due combinati Usa & Canada e il Gran Tour Usa - il Grande Ovest, alla scoperta della California e dei parchi nazionali. Avvicinamenti inclusi poi con volato Turkish Airlines da Torino, Milano, Venezia, Bologna, Napoli, Bari, Catania, Palermo verso Uzbekistan, Thailandia e Indonesia, con le isole di Giava e Bali “Questa nuova campagna migliora significativamente la vendibilità dei nostri viaggi in tutta Italia, eliminando i costi aggiuntivi dei supplementi aerei con partenza da altre città - spiega il direttore commerciale del to, Maurizio Gaggianesi -. Grazie alla gratuità delle bretelle, tutti i viaggiatori dello stivale possono godere di tariffe unificate e vantaggiose, raggiungendo le destinazioni anche nei periodi di massima stagionalità e richiesta". [post_title] => Guiness: fino al 22 giugno prezzo unico da tutta Italia per i viaggi in Usa, Indonesia, Thailandia e Uzbekistan. [post_date] => 2024-06-11T15:19:49+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718119189000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469176 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Boom di prenotazioni per il Nord Europa griffato Msc. Oltre mille passeggeri, in maggioranza italiani, hanno infatti già usufruito dei collegamenti charter in partenza dall’aeroporto di Verona e diretti a Copenaghen, dove sono in programma crociere tra i fiordi norvegesi a bordo dell’ammiraglia Euribia. Se i primi tre voli previsti a giugno e luglio sono andati già sold-out, rimangono quindi ancora pochi posti a disposizione per i viaggi programmati per il 21 luglio, 4 e 18 agosto e per il 1° settembre. Da Copenaghen l'Euribia offre un itinerario di otto giorni e sette notti che farà tappa presso i fiordi di Hellesylt, Flam, Geranger e Molde, oltre al porto tedesco di Kiel, prima di fare ritorno nella capitale danese. "La scelta di programmare voli charter da Verona per i passeggeri che hanno prenotato una crociera in Nord Europa si sta rivelando vincente – spiega il direttore commerciale di Msc Crociere, Luca Valentini -. L’hub di Verona si trova infatti in una posizione strategica e facilmente raggiungibile da tutte le principali regioni del Nord Italia e non solo, il che sta convincendo molti crocieristi a preferire questa soluzione di viaggio". [post_title] => Msc: i charter da Verona trainano le crociere tra i fiordi norvegesi [post_date] => 2024-06-10T12:54:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718024088000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469125 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà ubicato nel quartiere Navile, nell’area dell'ex mercato ortofrutticolo a nord del centro storico, a pochi minuti dalla stazione Centrale e a circa tre chilometri dall’area dell’università, il Cx Bologna Navile, nuova residenza per studenti a Bologna che sarà inaugurata a settembre 2026 da CampusX.  La nuova struttura si estenderà su una superficie lorda di 21.342 metri quadrati per un investimento totale di circa 70 milioni di euro. Il Cx Bologna Navile si inserisce in un importante intervento di riqualificazione urbana. Il progetto arricchirà l’offerta di servizi nel quartiere Navile con ampie aree verdi, edifici residenziali, scuole, poliambulatori e centri sportivi intorno a piazza Lucio Dalla, nata dalla riqualificazione della tettoia Nervi. Gli alloggi si divideranno in camere singole, camere doppie e camere singole prive di barriere architettoniche, tutte dotate di bagno privato e angolo cottura, per un’offerta complessiva di 633 posti letto organizzati nelle seguenti tipologie: 152 posti letto in 38 appartamenti in co-living, ognuna in grado di ospitare fino a quattro studenti; 313 camere Studio in stile monolocale con bagno e cucina; 30 camere Studio Large con bagno e cucina; 54 camere doppie per soggiorni brevi. Il piano terra offrirà inoltre pareti vetrate che metteranno in comunicazione l’ambiente privato interno con lo spazio pubblico esterno, ospitando spazi comuni e di aggregazione, quali sale studio, sale svago, palestra, aree ristoro e relax. Ai piani superiori si svilupperanno gli alloggi per studenti, di cui una piccola porzione nell’angolo sud-ovest sarà destinata alla ricettività a breve termine. Due grandi terrazze panoramiche completeranno il progetto, dando la possibilità di avere zone esterne per studio e sport agli ospiti. Il Cx Bologna Navile sarà composta da un edificio a forma di U, i cui elementi architettonici saranno composti da una struttura di quattro piani fuori terra sul prospetto sud ovest con accesso in via Zurlini, mentre sul lato est, lungo via Insolera, si ergerà di cinque piani fuori terra. In corrispondenza delle due estremità della particolare forma a “U” ed esattamente nell’angolo a sud-est, completeranno il progetto architettonico tre torri di dieci piani. L’intero impianto progettuale disporrà di un accesso interrato che ospiterà i parcheggi auto, bici e i locali tecnici. L’intero impianto progettuale rientra in pieno nella certificazione Breeam very good.   L’iniziativa nasce dalla collaborazione di CampusX con Techbau, che ricopre i ruoli di developer e di general contractor. Le due società hanno già collaborato per la recente realizzazione della struttura Cx Milan NoM, aperta nel primo semestre di quest'anno e dotata di 938 camere, un imponente sviluppo da 26.000 mq e 70 mln di investimento. “Siamo molto fieri di questa nuova tappa nel percorso di sviluppo della nostra società, che nel 2026 avrà in portafoglio 16 strutture e circa 10 mila posti letto", spiega il presidente di CampusX, Ernesto Albanese. “Abbiamo fortemente voluto che l’ingresso di Cx sulla piazza di Bologna avvenisse con un’operazione molto importante, sia per la posizione strategica sia per la dimensione della struttura - gli fa eco il ceo della compagnia, Samuele Annibali -. Abbiamo partecipato attivamente, anche investendo importanti risorse, a tutte le fasi preliminari di questo progetto, a conferma del fatto che la nostra società non è solo una piattaforma di gestione di hybrid hospitality, ma anche un promotore di operazioni immobiliari. Il 2024 è stato un altro anno importante per noi e si concluderà con l’apertura a Trieste della decima struttura Cx Campus & Hotel”.   [post_title] => CampusX sbarca a Bologna con una nuova residenza ibrida per studenti da 633 posti letto [post_date] => 2024-06-10T10:21:17+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718014877000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469090 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mandarin Oriental debutta in Oman con la sua prima struttura a Muscat. Progettata dall'interior designer francese Xavier Cartron, l'architettura dell'hotel trae ispirazione dalla ricca e variegata cultura del Paese. Il design delle 103 camere e 47 suite del Mandarin Oriental, Muscat è caratterizzato dall’uso di materiali naturali di provenienza locale, come il marmo Desert Rose e il legno di frassino, in cui ogni pezzo è realizzato a mano. Il resort comprende pure una collezione di 156 private homes, The Residences al Mandarin Oriental. I cinque ristoranti e la lounge offrono inoltre un'ampia scelta culinaria, sotto la guida dell'executive chef Raymond Rjaily, prima al timone della cucina del Mandarin Oriental, Jakarta. Non può poi mancare la spa, che unisce i trattamenti di ispirazione asiatica di Mandarin Oriental con le tradizioni curative locali. Il centro benessere include un hammam, una piscina all’aperto di 30 metri e una dedicata ai più piccoli, che possono anche accedere a un mini club sul lungomare. L'hotel dispone infine di 2 mila metri quadrati di spazi interni e di altri 335 mq di aree esterne per eventi. Tutti gli ambienti sono illuminati dalla luce naturale, compresa una sala di 800 mq con vista sul mare, una Bridal room adiacente e tre spazi dedicati a banchetti e riunioni. [post_title] => Mandarin Oriental debutta in Oman con la sua prima struttura a Muscat [post_date] => 2024-06-07T12:40:42+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717764042000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469017 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' l'hotel Shelley e delle Palme Bw Signature Collection di Lerici l'ultima new entry ligure di Bwh Hotels Italia & Malta. La struttura, che dispone di 45 camere, metà delle quali interamente riqualificate nel mese di aprile 2024, è affacciata sul golfo dei Poeti. «Lerici e i suoi dintorni sono una eccezionale integrazione alle nostre destinazioni – dichiara Fabrizio Doria, chief development officer del gruppo –. Siamo estremamente soddisfatti dello sviluppo dell’offerta leisure del nostro network con strutture localizzate in mete strategiche e di grande richiamo». La struttura è pet-friendly e dispone del ristorante Delle Palme dotato di terrazza per la bella stagione. L'offerta è alla carta, con pescato fresco. Le spiagge distano pochi passi con accesso diretto tramite la terrazza panoramica. A disposizione pure un solarium riservato, un bar, un garage coperto con 13 posti auto situato a 200 metri di distanza dall’albergo. Oltre che sulla terrazza, meeting, matrimoni ed eventi privati possono essere organizzati anche in un salone con vista sul golfo e nella mansarda dell'hotel dominante la baia.  A soli cinque minuti a piedi si raggiunge infine il porto dal quale partono i traghetti per Portofino e Portovenere.   [post_title] => Cresce la presenza Bwh in Liguria con l'hotel Shelley e delle Palme Bw Signature Collection di Lerici [post_date] => 2024-06-07T09:54:13+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717754053000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468993 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_468995" align="alignleft" width="300"] Massimo D'Eredità[/caption] Conservazione, comunità, commercio. Sono le 3 C su cui poggia l'offerta africana del Diamante. "Il nostro to ha dal 1982 come missione lo sviluppo del turismo in Africa, seguendo coordinate rispettose dell’ambiente e delle persone - ha raccontato nelle serata milanese organizzata dal to del gruppo Quality il general manager Massimo D'Eredità -. La passione, la conoscenza diretta, gli investimenti continui, i valori aziendali hanno portato alle performance positive. Dalla proprietà ai product manager nella sede torinese, fino agli staff africani, tutti sono consapevoli che dietro la commercializzazione siano imprescindibili un atteggiamento di sensibilità verso l’ambiente, il legame con le comunità, l’attenzione allo sviluppo culturale e sociale legato allo scambio con il turismo". Coerentemente con tale visione, Il Diamante ha quindi investito prima nella conservazione di intere aree e successivamente nella costruzione di glamping e campi di proprietà. Una conservazione attiva, dunque, come la dotazione di equipaggiamenti alle unità ranger anti bracconaggio in Namibia, Sudafrica e Botswana. Ma anche una conservazione e una tutela che passa dall'energia pulita, grazie all’installazione di pannelli solari nelle proprietà e ai fuoristrada elettrici per i fotosafari. Il tutto accompagnato, non da ultimo, dall’accantonamento di una green fee per sostenere gli stessi progetti. Relativamente alle comunità, l'operatore torinese ha inoltre plasmato intorno al supporto delle popolazioni più bisognose programmi di viaggio e investimenti per realizzare lodge e glamping. In Namibia, il personale del glamping in Damaraland è rimasto tutelato anche durante lo stop legato alla pandemia e nel Mdluli Safari Lodge, dove nel 2023 hanno soggiornato oltre 1.200 italiani, 95 membri dello staff su 110 sono donne. Oltre a garantire lavoro e dignità sociale, Il Diamante agisce sulla scolarizzazione delle generazioni future, sostenendo il futuro di oltre 600 bambini; in Sudafrica la scuola primaria di Makoko è stata riparata, è stata creata un’aula informatica e rifornita la cucina per garantire un vero pasto quotidiano. In Namibia la piccola scuola sul fiume Ugab, con 40 bambini di cui molti orfani, può contare sull’erogazione regolare di pasti caldi. In Botswana è stato acquisito un terzo minivan da adibire al progetto Elephant Express, per condurre in sicurezza alla scuola i bambini dei villaggi periferici della zona nord del delta dell’Okavango, che avevano rinunciato a frequentare perché la presenza degli elefanti lungo le strade ha in passato creato vittime e conflitti. Parlando di commercializzazione, infine, il responsabile sviluppo progetti speciali in Africa, Davide Bomben, figlio dei fondatori del Diamante, sottolinea che l'attività di vendita rappresenta la chiave per sostenere tutti questi progetti di sviluppo. I viaggi esperienziali, veicolati attraverso la rete di agenzie di viaggio che individuano in Quality Group il partner ideale a cui affidare i propri clienti, si trasformano infatti in risorse anche per i territori; “Sentiamo di fare la differenza. Ci occupiamo della formazione delle guide locali, di garantire posti di lavoro, di non sfruttare le risorse del territorio, e parallelamente di offrire a chi ci sceglie dall’Italia esperienze che siano un valore aggiunto. Se i viaggiatori toccano con mano le nostre iniziative, si tratti di entrare in un orfanotrofio o di ammirare gli arredi scolpiti dagli artigiani locali, diventano più consapevoli. Il nostro progetto è ora di creare un quinto lodge: dopo i tre in Namibia e uno in Sudafrica, puntiamo a un glamping nel delta dell’Okavango in Botswana”. [post_title] => Conservazione, comunità, commercio: le 3 C dell'offerta africana del Diamante. [post_date] => 2024-06-06T13:10:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717679414000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468945 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Amareclub Baia dei Turchi il nuovo 4 stelle che ha aperto lo scorso 1° giugno sulla spiaggia della località salentina omonima, situata a tre chilometri da Otranto. Sostravel si è infatti aggiudicata, attraverso il suo brand Amare.travel, la commercializzazione in esclusiva worldwide delle 78 camere del resort per i prossimi tre anni. La proprietà rimarrà aperta sino al 21 settembre è riservata a una clientela over 18. A soli 1.500 metri dal resort, si trova la spiaggia parte dell’oasi protetta laghi di Alimini, attrezzata con ombrelloni e lettini dedicati agli ospiti dell’hotel. E grazie al servizio navetta incluso nella club card, gli ospiti possono raggiungere comodamente la spiaggia in pochi minuti. Le stanze sono arredate in stile etnico-minimalista e possono accomodare fino a tre persone. Il ristorante Pascià offre colazione e cena a buffet, proponendo una cucina mediterranea variegata e ricercata. Una volta alla settimana gli ospiti possono gustare una cena a tema, tipica salentina. Inoltre, è possibile scegliere di aggiungere anche il beach lunch, un pranzo con scelta da menù, servito direttamente in spiaggia. Bar, pool bar, area lettura, angolo tisaneria e parcheggio interno recintato completano l'offerta, insieme a un'area relax, per massaggi e trattamenti estetici. [post_title] => Ad Amare.travel la commercializzazione del nuovo resort salentino Baia dei Turchi [post_date] => 2024-06-06T10:59:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717671577000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468895 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nel panorama turistico globale, innovazione e tecnologia stanno rivoluzionando il modo in cui le aziende operano e interagiscono con i propri clienti. Tra queste, Qromo si distingue per la sua piattaforma all-in-one che ottimizza l’esperienza dei turisti stranieri, rendendo la loro visita in Italia più agevole e piacevole. Innovazione turistica Un esempio di come la digitalizzazione possa trasformare un’esperienza turistica è rappresentato dall’Isola Bella, situata nel Lago Maggiore. Qui, l’adozione di Qromo ha permesso una completa digitalizzazione dei servizi di biglietteria e ristorazione. I visitatori possono ora ordinare e pagare direttamente dal proprio cellulare, visualizzando i menu nella lingua del loro dispositivo o selezionando una tra le 50 lingue disponibili. Questo non solo facilita l’interazione, ma rende l’esperienza più inclusiva per un pubblico internazionale. L’Isola Bella non è l’unico caso di successo. Il Twiga di Forte dei Marmi ha sfruttato Qromo in vari contesti, dimostrando la versatilità della piattaforma. Sulla spiaggia, i clienti ordinano e pagano comodamente dai propri lettini, ricevendo il servizio direttamente sotto l’ombrellone. Al ristorante, i menu multilingue permettono ai turisti di consultare facilmente le offerte culinarie. In discoteca, la funzione "saltacoda" consente di ordinare e pagare senza fare la fila, aumentando i consumi e, di conseguenza, i profitti del locale. Efficienza operativa e soddisfazione del cliente Questi esempi mostrano come Qromo non si limiti a migliorare l’efficienza, ma anche a incrementare la soddisfazione del cliente e i guadagni delle strutture turistiche. Il Bagno Sirena a Santa Margherita Ligure ha usato la funzione "saltacoda" per gestire un evento con centinaia di persone, dimostrando ancora una volta la capacità di Qromo di adattarsi a diverse esigenze e contesti. Anche il settore alberghiero beneficia di queste soluzioni. Molti hotel permettono ai clienti di ordinare cibo e bevande dalla propria camera, sia per il ristorante dell'hotel che per bar esterni convenzionati. Questo servizio non solo aumenta la comodità per gli ospiti, ma migliora anche l’efficienza del personale e la redditività degli esercizi partner. Qromo si pone quindi come un partner strategico per le realtà turistiche italiane che desiderano offrire un’esperienza moderna e senza intoppi ai loro clienti internazionali. Non solo semplifica le operazioni quotidiane, ma crea anche un ambiente accogliente e user-friendly per i turisti di tutto il mondo. Conclusione Adottare una soluzione come Qromo significa abbracciare il futuro del turismo, dove l’efficienza operativa e la soddisfazione del cliente vanno di pari passo, contribuendo a rendere l’Italia una destinazione sempre più competitiva e amata a livello globale. Iscrivendoti oggi su Qromo potrai usufruire di una prova gratuita. Per chi opera nel settore, investire in innovazioni come questa significa garantire un servizio di alta qualità e un’esperienza memorabile per ogni turista. [post_title] => Come migliorare l’esperienza per i turisti stranieri grazie ad una semplice piattaforma centralizzata [post_date] => 2024-06-06T08:32:29+00:00 [category] => Array ( [0] => informazione-pr [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Informazione PR [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717662749000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "sara fabio datteroni il general manager dellhotel la palma di capri griffato oetker collection" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":83,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1141,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469316","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' Francesco Ascani il general manager del Collegio alla Querce di Firenze, primo indirizzo del gruppo Usa Auberge Resorts Collection in Italia, la cui apertura è prevista entro la fine di quest'anno. Nato e cresciuto a Roma, Ascani vanta una importante esperienza nel settore dell'ospitalità di lusso nel mercato italiano, avendo ricoperto ruoli di leadership presso il Rocco Forte de Russie e il Villa Agrippina Gran Meliá Hotel di Roma, nonché il Chia Laguna Resort in Sardegna. Durante il periodo trascorso in Meliá si è occupato in particolare della strategia di pre-apertura, seguendo poi le fasi di lancio della nuova proprietà. Dal 2020 è stato infine general manager e chief operating officer di Borgo Pignano. \"Sono entusiasta di entrare a far parte del team Auberge in vista della sua apertura - commenta lo stesso Ascani -. Ammiro da molto tempo il brand ed è davvero un onore guidare il team di Collegio alla Querce, mentre ci prepariamo ad aprire le sue porte alla fine di quest'anno\".\r\n\r\nCollegio alla Querce si unirà al portfolio di 27 hotel, resort e dimore di Auberge Resorts Collection presenti in tutto il mondo; questa acquisizione segna un passo importante per l’espansione del brand nel Vecchio continente. Situato in un quartiere collinare di Firenze, la struttura sarà infatti il terzo resort europeo del brand dopo il Domaine des Etangs, Auberge Resorts Collection, castello del tredicesimo secolo nella regione della campagna francese della Charente, e il Grace Hotel, Auberge Resorts Collection, boutique resort sulla costa di Santorini, in Grecia.\r\n\r\nL'hotel fiorentino disporrà di 83 camere, incluse 17 suite, piscina sul rooftop, una cappella e un teatro originali restaurati, un’area lounge con giardino d'inverno, un bar e due ristoranti. Circondati da cipressi secolari e querce, gli spazi esterni vantano anche il giardino Barocco e i giardini della Terrazza, che ospitano la piscina, l’area verde per eventi e il ristorante in giardino.","post_title":"Francesco Ascani è il gm del Collegio alla Querce di Firenze, primo Auberge Collection in Italia","post_date":"2024-06-12T10:30:28+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1718188228000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469292","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà attiva sino al prossimo 22 giugno la nuova campagna Prezzo unico garantito da tutta Italia griffata Guiness Travel. L'iniziativa include le bretelle da tutta la la penisola sulle partenze verso Stati Uniti, Indonesia, Thailandia e Uzbekistan. Per gli Itinerari Usa con volato Ita Airways, gli avvicinamenti inclusi sono da Torino, Milano, Venezia, Trieste, Genova Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Brindisi, Lamezia, Reggio Calabria, Catania, Palermo e Cagliari. Sugli scudi New York, con l’esclusivo pernottamento nel centro di Times Square presso l’hotel Marriott, i due combinati Usa & Canada e il Gran Tour Usa - il Grande Ovest, alla scoperta della California e dei parchi nazionali.\r\n\r\nAvvicinamenti inclusi poi con volato Turkish Airlines da Torino, Milano, Venezia, Bologna, Napoli, Bari, Catania, Palermo verso Uzbekistan, Thailandia e Indonesia, con le isole di Giava e Bali “Questa nuova campagna migliora significativamente la vendibilità dei nostri viaggi in tutta Italia, eliminando i costi aggiuntivi dei supplementi aerei con partenza da altre città - spiega il direttore commerciale del to, Maurizio Gaggianesi -. Grazie alla gratuità delle bretelle, tutti i viaggiatori dello stivale possono godere di tariffe unificate e vantaggiose, raggiungendo le destinazioni anche nei periodi di massima stagionalità e richiesta\".","post_title":"Guiness: fino al 22 giugno prezzo unico da tutta Italia per i viaggi in Usa, Indonesia, Thailandia e Uzbekistan.","post_date":"2024-06-11T15:19:49+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718119189000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469176","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Boom di prenotazioni per il Nord Europa griffato Msc. Oltre mille passeggeri, in maggioranza italiani, hanno infatti già usufruito dei collegamenti charter in partenza dall’aeroporto di Verona e diretti a Copenaghen, dove sono in programma crociere tra i fiordi norvegesi a bordo dell’ammiraglia Euribia. Se i primi tre voli previsti a giugno e luglio sono andati già sold-out, rimangono quindi ancora pochi posti a disposizione per i viaggi programmati per il 21 luglio, 4 e 18 agosto e per il 1° settembre.\r\n\r\nDa Copenaghen l'Euribia offre un itinerario di otto giorni e sette notti che farà tappa presso i fiordi di Hellesylt, Flam, Geranger e Molde, oltre al porto tedesco di Kiel, prima di fare ritorno nella capitale danese. \"La scelta di programmare voli charter da Verona per i passeggeri che hanno prenotato una crociera in Nord Europa si sta rivelando vincente – spiega il direttore commerciale di Msc Crociere, Luca Valentini -. L’hub di Verona si trova infatti in una posizione strategica e facilmente raggiungibile da tutte le principali regioni del Nord Italia e non solo, il che sta convincendo molti crocieristi a preferire questa soluzione di viaggio\".","post_title":"Msc: i charter da Verona trainano le crociere tra i fiordi norvegesi","post_date":"2024-06-10T12:54:48+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718024088000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469125","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà ubicato nel quartiere Navile, nell’area dell'ex mercato ortofrutticolo a nord del centro storico, a pochi minuti dalla stazione Centrale e a circa tre chilometri dall’area dell’università, il Cx Bologna Navile, nuova residenza per studenti a Bologna che sarà inaugurata a settembre 2026 da CampusX. \r\n\r\nLa nuova struttura si estenderà su una superficie lorda di 21.342 metri quadrati per un investimento totale di circa 70 milioni di euro. Il Cx Bologna Navile si inserisce in un importante intervento di riqualificazione urbana. Il progetto arricchirà l’offerta di servizi nel quartiere Navile con ampie aree verdi, edifici residenziali, scuole, poliambulatori e centri sportivi intorno a piazza Lucio Dalla, nata dalla riqualificazione della tettoia Nervi.\r\n\r\nGli alloggi si divideranno in camere singole, camere doppie e camere singole prive di barriere architettoniche, tutte dotate di bagno privato e angolo cottura, per un’offerta complessiva di 633 posti letto organizzati nelle seguenti tipologie: 152 posti letto in 38 appartamenti in co-living, ognuna in grado di ospitare fino a quattro studenti; 313 camere Studio in stile monolocale con bagno e cucina; 30 camere Studio Large con bagno e cucina; 54 camere doppie per soggiorni brevi. Il piano terra offrirà inoltre pareti vetrate che metteranno in comunicazione l’ambiente privato interno con lo spazio pubblico esterno, ospitando spazi comuni e di aggregazione, quali sale studio, sale svago, palestra, aree ristoro e relax. Ai piani superiori si svilupperanno gli alloggi per studenti, di cui una piccola porzione nell’angolo sud-ovest sarà destinata alla ricettività a breve termine. Due grandi terrazze panoramiche completeranno il progetto, dando la possibilità di avere zone esterne per studio e sport agli ospiti.\r\n\r\nIl Cx Bologna Navile sarà composta da un edificio a forma di U, i cui elementi architettonici saranno composti da una struttura di quattro piani fuori terra sul prospetto sud ovest con accesso in via Zurlini, mentre sul lato est, lungo via Insolera, si ergerà di cinque piani fuori terra. In corrispondenza delle due estremità della particolare forma a “U” ed esattamente nell’angolo a sud-est, completeranno il progetto architettonico tre torri di dieci piani. L’intero impianto progettuale disporrà di un accesso interrato che ospiterà i parcheggi auto, bici e i locali tecnici. L’intero impianto progettuale rientra in pieno nella certificazione Breeam very good.\r\n\r\n \r\n\r\nL’iniziativa nasce dalla collaborazione di CampusX con Techbau, che ricopre i ruoli di developer e di general contractor. Le due società hanno già collaborato per la recente realizzazione della struttura Cx Milan NoM, aperta nel primo semestre di quest'anno e dotata di 938 camere, un imponente sviluppo da 26.000 mq e 70 mln di investimento.\r\n\r\n“Siamo molto fieri di questa nuova tappa nel percorso di sviluppo della nostra società, che nel 2026 avrà in portafoglio 16 strutture e circa 10 mila posti letto\", spiega il presidente di CampusX, Ernesto Albanese. “Abbiamo fortemente voluto che l’ingresso di Cx sulla piazza di Bologna avvenisse con un’operazione molto importante, sia per la posizione strategica sia per la dimensione della struttura - gli fa eco il ceo della compagnia, Samuele Annibali -. Abbiamo partecipato attivamente, anche investendo importanti risorse, a tutte le fasi preliminari di questo progetto, a conferma del fatto che la nostra società non è solo una piattaforma di gestione di hybrid hospitality, ma anche un promotore di operazioni immobiliari. Il 2024 è stato un altro anno importante per noi e si concluderà con l’apertura a Trieste della decima struttura Cx Campus & Hotel”.\r\n\r\n ","post_title":"CampusX sbarca a Bologna con una nuova residenza ibrida per studenti da 633 posti letto","post_date":"2024-06-10T10:21:17+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1718014877000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469090","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Mandarin Oriental debutta in Oman con la sua prima struttura a Muscat. Progettata dall'interior designer francese Xavier Cartron, l'architettura dell'hotel trae ispirazione dalla ricca e variegata cultura del Paese. Il design delle 103 camere e 47 suite del Mandarin Oriental, Muscat è caratterizzato dall’uso di materiali naturali di provenienza locale, come il marmo Desert Rose e il legno di frassino, in cui ogni pezzo è realizzato a mano. Il resort comprende pure una collezione di 156 private homes, The Residences al Mandarin Oriental. I cinque ristoranti e la lounge offrono inoltre un'ampia scelta culinaria, sotto la guida dell'executive chef Raymond Rjaily, prima al timone della cucina del Mandarin Oriental, Jakarta.\r\n\r\nNon può poi mancare la spa, che unisce i trattamenti di ispirazione asiatica di Mandarin Oriental con le tradizioni curative locali. Il centro benessere include un hammam, una piscina all’aperto di 30 metri e una dedicata ai più piccoli, che possono anche accedere a un mini club sul lungomare. L'hotel dispone infine di 2 mila metri quadrati di spazi interni e di altri 335 mq di aree esterne per eventi. Tutti gli ambienti sono illuminati dalla luce naturale, compresa una sala di 800 mq con vista sul mare, una Bridal room adiacente e tre spazi dedicati a banchetti e riunioni.","post_title":"Mandarin Oriental debutta in Oman con la sua prima struttura a Muscat","post_date":"2024-06-07T12:40:42+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1717764042000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469017","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" E' l'hotel Shelley e delle Palme Bw Signature Collection di Lerici l'ultima new entry ligure di Bwh Hotels Italia & Malta. La struttura, che dispone di 45 camere, metà delle quali interamente riqualificate nel mese di aprile 2024, è affacciata sul golfo dei Poeti.\r\n\r\n«Lerici e i suoi dintorni sono una eccezionale integrazione alle nostre destinazioni – dichiara Fabrizio Doria, chief development officer del gruppo –. Siamo estremamente soddisfatti dello sviluppo dell’offerta leisure del nostro network con strutture localizzate in mete strategiche e di grande richiamo».\r\n\r\nLa struttura è pet-friendly e dispone del ristorante Delle Palme dotato di terrazza per la bella stagione. L'offerta è alla carta, con pescato fresco. Le spiagge distano pochi passi con accesso diretto tramite la terrazza panoramica. A disposizione pure un solarium riservato, un bar, un garage coperto con 13 posti auto situato a 200 metri di distanza dall’albergo. Oltre che sulla terrazza, meeting, matrimoni ed eventi privati possono essere organizzati anche in un salone con vista sul golfo e nella mansarda dell'hotel dominante la baia.  A soli cinque minuti a piedi si raggiunge infine il porto dal quale partono i traghetti per Portofino e Portovenere.\r\n\r\n ","post_title":"Cresce la presenza Bwh in Liguria con l'hotel Shelley e delle Palme Bw Signature Collection di Lerici","post_date":"2024-06-07T09:54:13+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1717754053000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468993","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_468995\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Massimo D'Eredità[/caption]\r\n\r\nConservazione, comunità, commercio. Sono le 3 C su cui poggia l'offerta africana del Diamante. \"Il nostro to ha dal 1982 come missione lo sviluppo del turismo in Africa, seguendo coordinate rispettose dell’ambiente e delle persone - ha raccontato nelle serata milanese organizzata dal to del gruppo Quality il general manager Massimo D'Eredità -. La passione, la conoscenza diretta, gli investimenti continui, i valori aziendali hanno portato alle performance positive. Dalla proprietà ai product manager nella sede torinese, fino agli staff africani, tutti sono consapevoli che dietro la commercializzazione siano imprescindibili un atteggiamento di sensibilità verso l’ambiente, il legame con le comunità, l’attenzione allo sviluppo culturale e sociale legato allo scambio con il turismo\".\r\n\r\nCoerentemente con tale visione, Il Diamante ha quindi investito prima nella conservazione di intere aree e successivamente nella costruzione di glamping e campi di proprietà. Una conservazione attiva, dunque, come la dotazione di equipaggiamenti alle unità ranger anti bracconaggio in Namibia, Sudafrica e Botswana. Ma anche una conservazione e una tutela che passa dall'energia pulita, grazie all’installazione di pannelli solari nelle proprietà e ai fuoristrada elettrici per i fotosafari. Il tutto accompagnato, non da ultimo, dall’accantonamento di una green fee per sostenere gli stessi progetti.\r\n\r\nRelativamente alle comunità, l'operatore torinese ha inoltre plasmato intorno al supporto delle popolazioni più bisognose programmi di viaggio e investimenti per realizzare lodge e glamping. In Namibia, il personale del glamping in Damaraland è rimasto tutelato anche durante lo stop legato alla pandemia e nel Mdluli Safari Lodge, dove nel 2023 hanno soggiornato oltre 1.200 italiani, 95 membri dello staff su 110 sono donne. Oltre a garantire lavoro e dignità sociale, Il Diamante agisce sulla scolarizzazione delle generazioni future, sostenendo il futuro di oltre 600 bambini; in Sudafrica la scuola primaria di Makoko è stata riparata, è stata creata un’aula informatica e rifornita la cucina per garantire un vero pasto quotidiano. In Namibia la piccola scuola sul fiume Ugab, con 40 bambini di cui molti orfani, può contare sull’erogazione regolare di pasti caldi. In Botswana è stato acquisito un terzo minivan da adibire al progetto Elephant Express, per condurre in sicurezza alla scuola i bambini dei villaggi periferici della zona nord del delta dell’Okavango, che avevano rinunciato a frequentare perché la presenza degli elefanti lungo le strade ha in passato creato vittime e conflitti.\r\n\r\nParlando di commercializzazione, infine, il responsabile sviluppo progetti speciali in Africa, Davide Bomben, figlio dei fondatori del Diamante, sottolinea che l'attività di vendita rappresenta la chiave per sostenere tutti questi progetti di sviluppo. I viaggi esperienziali, veicolati attraverso la rete di agenzie di viaggio che individuano in Quality Group il partner ideale a cui affidare i propri clienti, si trasformano infatti in risorse anche per i territori; “Sentiamo di fare la differenza. Ci occupiamo della formazione delle guide locali, di garantire posti di lavoro, di non sfruttare le risorse del territorio, e parallelamente di offrire a chi ci sceglie dall’Italia esperienze che siano un valore aggiunto. Se i viaggiatori toccano con mano le nostre iniziative, si tratti di entrare in un orfanotrofio o di ammirare gli arredi scolpiti dagli artigiani locali, diventano più consapevoli. Il nostro progetto è ora di creare un quinto lodge: dopo i tre in Namibia e uno in Sudafrica, puntiamo a un glamping nel delta dell’Okavango in Botswana”.","post_title":"Conservazione, comunità, commercio: le 3 C dell'offerta africana del Diamante.","post_date":"2024-06-06T13:10:14+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1717679414000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468945","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Amareclub Baia dei Turchi il nuovo 4 stelle che ha aperto lo scorso 1° giugno sulla spiaggia della località salentina omonima, situata a tre chilometri da Otranto. Sostravel si è infatti aggiudicata, attraverso il suo brand Amare.travel, la commercializzazione in esclusiva worldwide delle 78 camere del resort per i prossimi tre anni. La proprietà rimarrà aperta sino al 21 settembre è riservata a una clientela over 18.\r\n\r\nA soli 1.500 metri dal resort, si trova la spiaggia parte dell’oasi protetta laghi di Alimini, attrezzata con ombrelloni e lettini dedicati agli ospiti dell’hotel. E grazie al servizio navetta incluso nella club card, gli ospiti possono raggiungere comodamente la spiaggia in pochi minuti.\r\n\r\nLe stanze sono arredate in stile etnico-minimalista e possono accomodare fino a tre persone. Il ristorante Pascià offre colazione e cena a buffet, proponendo una cucina mediterranea variegata e ricercata. Una volta alla settimana gli ospiti possono gustare una cena a tema, tipica salentina. Inoltre, è possibile scegliere di aggiungere anche il beach lunch, un pranzo con scelta da menù, servito direttamente in spiaggia. Bar, pool bar, area lettura, angolo tisaneria e parcheggio interno recintato completano l'offerta, insieme a un'area relax, per massaggi e trattamenti estetici.","post_title":"Ad Amare.travel la commercializzazione del nuovo resort salentino Baia dei Turchi","post_date":"2024-06-06T10:59:37+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1717671577000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468895","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nel panorama turistico globale, innovazione e tecnologia stanno rivoluzionando il modo in cui le aziende operano e interagiscono con i propri clienti.\r\n\r\nTra queste, Qromo si distingue per la sua piattaforma all-in-one che ottimizza l’esperienza dei turisti stranieri, rendendo la loro visita in Italia più agevole e piacevole.\r\nInnovazione turistica\r\nUn esempio di come la digitalizzazione possa trasformare un’esperienza turistica è rappresentato dall’Isola Bella, situata nel Lago Maggiore.\r\n\r\n\r\n\r\nQui, l’adozione di Qromo ha permesso una completa digitalizzazione dei servizi di biglietteria e ristorazione. I visitatori possono ora ordinare e pagare direttamente dal proprio cellulare, visualizzando i menu nella lingua del loro dispositivo o selezionando una tra le 50 lingue disponibili. Questo non solo facilita l’interazione, ma rende l’esperienza più inclusiva per un pubblico internazionale.\r\n\r\nL’Isola Bella non è l’unico caso di successo. Il Twiga di Forte dei Marmi ha sfruttato Qromo in vari contesti, dimostrando la versatilità della piattaforma.\r\n\r\n\r\n\r\nSulla spiaggia, i clienti ordinano e pagano comodamente dai propri lettini, ricevendo il servizio direttamente sotto l’ombrellone. Al ristorante, i menu multilingue permettono ai turisti di consultare facilmente le offerte culinarie. In discoteca, la funzione \"saltacoda\" consente di ordinare e pagare senza fare la fila, aumentando i consumi e, di conseguenza, i profitti del locale.\r\n\r\n\r\nEfficienza operativa e soddisfazione del cliente\r\nQuesti esempi mostrano come Qromo non si limiti a migliorare l’efficienza, ma anche a incrementare la soddisfazione del cliente e i guadagni delle strutture turistiche. Il Bagno Sirena a Santa Margherita Ligure ha usato la funzione \"saltacoda\" per gestire un evento con centinaia di persone, dimostrando ancora una volta la capacità di Qromo di adattarsi a diverse esigenze e contesti.\r\n\r\nAnche il settore alberghiero beneficia di queste soluzioni. Molti hotel permettono ai clienti di ordinare cibo e bevande dalla propria camera, sia per il ristorante dell'hotel che per bar esterni convenzionati. Questo servizio non solo aumenta la comodità per gli ospiti, ma migliora anche l’efficienza del personale e la redditività degli esercizi partner.\r\n\r\n\r\n\r\nQromo si pone quindi come un partner strategico per le realtà turistiche italiane che desiderano offrire un’esperienza moderna e senza intoppi ai loro clienti internazionali. Non solo semplifica le operazioni quotidiane, ma crea anche un ambiente accogliente e user-friendly per i turisti di tutto il mondo.\r\n\r\nConclusione\r\n\r\nAdottare una soluzione come Qromo significa abbracciare il futuro del turismo, dove l’efficienza operativa e la soddisfazione del cliente vanno di pari passo, contribuendo a rendere l’Italia una destinazione sempre più competitiva e amata a livello globale. Iscrivendoti oggi su Qromo potrai usufruire di una prova gratuita. Per chi opera nel settore, investire in innovazioni come questa significa garantire un servizio di alta qualità e un’esperienza memorabile per ogni turista.","post_title":"Come migliorare l’esperienza per i turisti stranieri grazie ad una semplice piattaforma centralizzata","post_date":"2024-06-06T08:32:29+00:00","category":["informazione-pr","mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Informazione PR","Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1717662749000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti