22 January 2021

Hotel Brancamaria, a Cala Gonone dopo la ripresa su agosto l’incognita di settembre

[ 0 ]

Primo bilancio per l’hotel Brancamaria, 4 stelle di Cala Gonone. Dopo l’incognita del post Covid-19 ed una stagione dall’avvio piuttosto lento, le prenotazioni di agosto hanno ridato speranza alla struttura che domina dall’alto il Golfo di Orosei.

«A giugno la mancanza di voli ha portato con sé tantissime disdette dall’estero – commenta Elisabetta Marrante, titolare del Brancamaria – Poi fortunatamente la stagione è ridecollata, anche se in ritardo. Ora però si preannuncia un settembre a rischio, grazie al “caso Sardegna” emerso dopo i casi di positività al Covid-19 legati ad alcuni locali. Ancora una volta dobbiamo fare i conti con una cattiva informazione che condiziona chi si deve mettere in viaggio». In questa stagione anomala il Brancamaria ha registrato il 77% di arrivi  (le presenze italiane sono pari al 69%) dal mercato italiano, contro un 23% di arrivi italiani ( e 16% di presenze) del 2019. Se nel 2019 la permanenza media era di circa sei giorni, nel 2020 i giorni si sono ristretti a poco più di un week end. La Germania che nel 2019 era il primo mercato (con il 37% sul totale), nella stagione 2020 è scesa al 6,84%. La clientela dell’estate 2020 ha apprezzato molto tutte le disposizioni per la sicurezza messe in atto dallo staff del Brancamaria, struttura dotata comunque di ampi spazi. Hotel Brancamaria è situato al Centro del Parco Nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu, è stato recentemente ristrutturato e dotato dei migliori comfort. Le camere con vista su uno dei tratti più belli del Mar Mediterraneo si alternano a splendide camere con vista sulla piscina privata dell’hotel immersa nella caratteristica vegetazione sarda. Alcune sono impreziosite da una vasca idromassaggio con cromoterapia. Ulteriori servizi dell’Hotel sono: il parcheggio per auto aperto o coperto, il parcheggio per autobus e la piscina preolimpionica con ampia terrazza. Il ristorante dell’hotel “La Terrazza” propone menù per gustare i sapori del mare e della terra sarda oltre che della cucina mediterranea, sempre accompagnati da una selezione fra i migliori vini regionali e nazionali.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353834 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce la ricaduta del turismo via mare sui territori toccati dalle navi, ma soprattutto aumenta il traffico complessivo della crocieristica, così come dei traghetti, degli aliscafi e dei catamarani. Più articolato, invece, il giudizio sulla nautica, mentre anche il comparto dei traghetti soffre ancora di un certo ritardo in tema di standard dell'offerta. Sono i risultati principali dell'ultima edizione dell'Adriatic Sea Tourism Report, presentato ad Ancona da Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo, in apertura della quarta edizione dell'Adriatic Sea Forum - cruise, ferry, sail & yacht. Nel 2018 sono ammontate in particolare a 420 milioni di euro le spese turistiche a terra sostenute dai crocieristi e da chi sceglie di muoversi in traghetto, in aliscafo o in catamarano per le proprie vacanze in Adriatico (escursioni e visite, pernottamenti, pre-post viaggio, shopping e ristorazione...). In termini di traffico complessivo, le previsioni di Risposte Turismo per il 2019 parlano quindi di 5,52 milioni passeggeri movimentati (imbarchi, sbarchi e transiti), in crescita del 7,3% rispetto al 2018. In aumento pure le toccate nave (+7,2%), per un totale di 3.307 approdi. L’anno in corso dovrebbe invece chiudersi con Venezia saldamente al primo posto con 1,56 milioni di crocieristi movimentati (stabile rispetto al 2018) e 502 toccate nave (stabile), seguita da Corfù con 787 mila crocieristi (+7%) e 416 toccate nave (+0,7%), nonché Dubrovnik, con 745 mila crocieristi (+1,8%) e 475 toccate nave (+8,4%). Ma l'Adriatic Sea Tourism Report contiene anche un focus dedicato alla movimentazione passeggeri su traghetti, aliscafi e catamarani. L’anno in corso dovrebbe in particolare chiudersi con una leggero aumento ulteriore rispetto ai già positivi risultati registrati nel 2018 (19,74 milioni di passeggeri movimentati, +2,4% sul 2017): il migliore degli ultimi dieci anni. Tra i porti esaminati, le previsioni 2019 sono positive per Zara (2,43 milioni di passeggeri movimentati, + 1-2%), Durres (875mila, +2,6%), Dubrovnik (575mila, +3%), Sibenik (300mila, +3%), Rijeka (150mila, 16%) e Pola (12mila, +2,2% su rotte costiere e stabile sulle rotte internazionali). Stabile, al contrario, la movimentazione passeggeri prevista a fine anno nei porti di Ancona, Saranda, Porec, Trieste, Rovigno, Pesaro e Umago/Novigrad. Il rapporto, infine, prova a gettare uno sguardo anche sul comparto nautico dei sette Paesi che si affacciano sull'Adriatico. Tra questi, l’Italia conferma la propria leadership nell’area con 186 marine (56% del totale) e oltre 49 mila posti barca (il 65,6% del totale). A seguire Croazia (125 marine e oltre 17.400 posti barca) e la coppia Slovenia – Montenegro, con 8 marine e, rispettivamente, poco più di 3.100 e 2.800 posti barca. L’analisi del versante italiano dell’Adriatico fa tuttavia emergere uno scenario in chiaro scuro: se da un lato infatti alcune strutture stanno riscontrando un periodo di difficoltà, continuando tuttavia a operare in attesa di nuovi investitori e della ripresa del mercato, dall’altro sono in programma nel prossimo biennio importanti ampliamenti, per complessivi ulteriori 2.570 posti barca. «Nonostante i nodi da sciogliere su Venezia, il traffico crocieristico quest’anno crescerà significativamente in Adriatico grazie al lavoro compiuto da tutti gli operatori attivi nell’area – è il commento di di Cesare -. Viceversa, il comparto dei traghetti continua a prestarsi a una doppia lettura. Da un lato, infatti, si evidenzia la sua rilevanza nelle direttrici di spostamento dei turisti in Adriatico e le ampie potenzialità di crescita, dall’altro si registra ancora un ritardo rispetto agli standard, per esempio di offerta e di promozione, che altre soluzioni di trasporto hanno adottato da tempo. Per la nautica, infine, le indicazioni che abbiamo raccolto attraverso la nostra indagine fanno intravedere uno 2019 positivo. Ciò potrebbe tradursi in un maggior tasso di occupazione delle marine che oggi, per dimensioni e standard, sono già pronte ad accogliere livelli più elevati di traffico». [post_title] => Bene il turismo via mare in Adriatico ma i traghetti possono fare di meglio [post_date] => 2019-05-31T09:15:44+00:00 [category] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => adriatico [1] => francesco-di-cesare [2] => in-evidenza [3] => risposte-turismo ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Adriatico [1] => Francesco di Cesare [2] => In evidenza [3] => Risposte turismo ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559294144000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353692 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Costa Crociere introduce un’ulteriore novità nella propria offerta escursioni: l’Urban Nordic Walking, una delle poche attività sportive adatta a tutti, che può essere praticata ovunque.  Fino al 29 settembre chi sceglierà una crociera di una settimana nel Mediterraneo a bordo di Costa Fascinosa potrà partecipare a 5 entusiasmanti escursioni interamente dedicate alla “camminata nordica” durante le soste nelle città di Napoli, Palermo, Ibiza, Palma di Maiorca e Barcellona, per conoscere queste incredibili destinazioni da un nuovo punto di vista. Gli ospiti a bordo di Costa Fascinosa potranno decidere di vivere la propria crociera all'insegna dell’Urban Nordic Walking, una disciplina che aiuta a ritrovare il proprio equilibrio fisico e mentale. Grazie all’assistenza del qualificato staff Costa Crociere sarà possibile acquisire in maniera graduale il corretto utilizzo dei bastoncini e dell’approccio posturale e biomeccanico della camminata, padroneggiando in poco tempo i movimenti. Ad ogni partecipante verranno forniti i bastoncini professionali, un gustoso snack e un energy drink, per vivere l’escursione al meglio. Dopo essere salpata dal porto di Savona, Costa Fascinosa raggiungerà infatti cinque destinazioni che comprendono questa speciale offerta: • Napoli – partendo dal caratteristico porto, si raggiunge Porta San Gennaro, il più antico ingresso alla città vesuviana per finire il tour nel verdeggiante Real Bosco di Capodimonte;  Palermo, percorrendo le stradine della città si entra nei meravigliosi giardini di Villa Giulia, per poi terminare l’escursione costeggiando la Cala, un arco di mare che corrisponde al porto più antico di Palermo; Ibiza – la camminata “nordica” parte lungo il lato nord del porto attraversando l’esclusiva Marina Botafoc, per raggiungere Talamanca e la sua sabbia meravigliosamente bianca. Costeggiando la spiaggia si arriva, attraverso sentieri leggermente scoscesi, a Cap Martinet da cui è possibile godere di una vista spettacolare;  Palma di Maiorca – una volta arrivati al punto di partenza, percorrendo di buon passo circa 3 chilometri per salire a 112 metri d’altitudine, si raggiungere il Castello di Bellver, uno dei maggiori esempi di architettura civile gotica di Maiorca; Barcellona – partendo dai Giardini Grec, il tour sale sulla collina di Montjuïc, che con i suoi 177 metri d'altezza svetta sulla città e offre uno stupendo panorama su Barcellona. Passando da Plaza de España, si percorrono alcuni tra i sentieri più belli della città, raggiungendo infine lo splendido Mirador del Alcalde. [post_title] => Costa Crociere rafforza l'offerta e porta a bordo l'urban walking tour [post_date] => 2019-05-30T10:25:45+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559211945000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353465 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un incontro che non è stato risolutivo: quello che si è svolto tra Air Italy e Alitalia per definire gli ultimi dettagli tecnici di un accordo sulla continuità territoriale da Olbia per Milano e Roma, secondo quanto riportato dall'Ansa, non avrebbe al momento ottenuto i risultati sperati. Le due compagnie si sono confrontate a Villa Devoto, sede istituzionale della Regione Sardegna, con la direttrice generale dell'Assessorato ai trasporti, Gabriella Massidda, e a due funzionari. Non hanno partecipato, invece, il governatore Christian Solinas e l'assessore Giorgio Todde. All'esame, in particolare, alcuni passaggi contenuti nella risposta che Air Italy ha inviato a Regione e Alitalia il 23 maggio. Oltre, infatti, a chiedere qualche volo in più ad Alitalia nel periodo estivo, Air Italy pone l'accento sui passeggeri già prenotati sulle fasce orarie del mattino e della sera che, secondo la compagnia, dovranno essere automaticamente riprotetti sui voli Air Italy corrispondenti. Air Italy ribadisce che «per la rotta Olbia-Linate e viceversa, dall'1 giugno al 31 dicembre, è disponibile ad effettuare i collegamenti previsti, ma a luglio chiede di operare quattro delle frequenze minime rispetto alle sei richieste - si legge nella nota ripresa dall'Ansa -: Alitalia pertanto dovrà effettuare il servizio con due collegamenti. Ad agosto, invece, i voli di Air Italy salirebbero a cinque, mentre Alitalia concorrerebbe con un volo. Sulla tratta tra Olbia e Roma Fiumicino sia a luglio che ad agosto Air Italy riuscirebbe a garantire quattro frequenze su cinque, con l'ex compagnia di bandiera che dovrebbe operare con un volo». Ora l'attesa è per una decisione della Regione. [post_title] => Air Italy-Alitalia su continuità da Olbia: confronto ancora non risolutivo [post_date] => 2019-05-28T10:43:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559040233000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353411 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ostello Bello organizza per la prima volta un viaggio, accompagnando due gruppi di partecipanti alla scoperta della sua seconda casa: il Myanmar. Dodici giorni in giro tra i luoghi, le persone e i sapori di questa terra dove la catena di ostelli milanese è presente con quattro strutture. Il viaggio toccherà Yangon, Mandalay, Bagan e Inle Lake, usando come base le case di Ostello Bello e dando la possibilità di vivere la filosofia di viaggio di Ostello insieme ai ragazzi dello staff. Due i periodi di viaggio, dal 25 luglio all’6 agosto il primo e dall’8 al 20 agosto il secondo, a un prezzo più che competitivo (699 euro escluso i voli), che comprende spostamenti interni e soggiorni, drink in omaggio, tasse, cibo, escursioni e intrattenimenti. Il ritrovo sarà alla Shwedagon Pagoda di Yangon, dove il gruppo si formerà, per poi spostarsi a Mandalay, capitale commerciale del Paese e città ricca di spiritualità. Dopo alcuni giorni, si ripartirà alla volta di Bagan con la sua leggendaria Valle dei templi per completare il viaggio nell’incantevole area di Inle Lake, dove assaporare a pieno la vita quotidiana, i rituali e le tradizioni del popolo del Myanmar. Ai partecipanti sarà data l’opportunità di vivere alcune esperienze assolutamente uniche, possibili grazie alla profonda conoscenza del Paese di chi lavora negli Ostelli del Myanmar ormai da anni. «La filosofia di viaggio di Ostello Bello - commenta  Carlo dalla Chiesa, a.d. di Ostello Bello - è diversa da quella dei tour organizzati e delle vacanze-safari: questa nuova serie di viaggi vuole regalare a chi la vivrà con noi non solo la conoscenza dei luoghi del Myanmar che amiamo di più, ma l’esperienza e il valore dell’essere viaggiatori, non turisti, per assaporare al meglio le bellezze e le ricchezze dei paesi che ci ospitano ed entrare davvero in contatto con persone, usanze, culture e modi di vivere». [post_title] => Ostello Bello lancia i viaggi alla scoperta del Myanmar [post_date] => 2019-05-27T15:35:58+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558971358000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353096 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Il Gruppo Toto non ha avanzato nessuna proposta per entrare nel capitale di Alitalia»: la dichiarazione arriva da una lettera aperta al Sole 24 Ore da parte di Pasquale Galante, direttore rapporti istituzionali e comunicazione Toto Holding Spa, nella quale viene precisato che «non sono state avanzate proposte di piani» e che, in riferimento a quanto pubblicato recentemente dal quotidiano economico, non è chiaro come «possano esserci reazioni davanti ad una non richiesta. Ad un fatto che semplicemente non è accaduto». Sempre in riferimento all'articolo del Sole, il Gruppo tiene a precisare che sia stata fatta «una ricostruzione della storia e dell'esperienza aeronautica del gruppo ricorrendo a cifre parziali e interpretazioni fuorvianti». Immediata la risposta del quotidiano che spiega come «la proposta di intervento in Alitalia» sia stata ripresa «diffusamente dalla fine di aprile da tutti i giornali» e come i dati finanziari siano quelli «confermati dalle analisi dell'area studi di Mediobanca. I debiti del gruppo Toto citati sono quelli pubblicati nel bilancio consolidato 2017».   [post_title] => Il Gruppo Toto smentisce l'interesse per Alitalia [post_date] => 2019-05-23T15:54:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558626857000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352517 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Presentato ufficialmente il Masterplan definitivo per il rilancio e la riqualificazione dell’isola Palmaria. Il piano ha come obiettivo primario il rilancio e lo sviluppo sostenibile dell’isola a fini turistico ricettivi, nel pieno rispetto di un ambiente di singolare bellezza, particolarmente delicato e fragile nelle sue peculiarità paesaggistiche, dall’immenso potenziale, fino a oggi interessato in maniera marginale dai flussi turistici. Il complesso delle azioni previste dal Masterplan è volto a un rilancio a 360° dell’isola, non solo sotto il profilo turistico-balneare e ricettivo, ma anche dal punto di vista agricolo ed enogastronomico. È previsto inoltre un utilizzo museale e scientifico delle strutture esistenti: la Palmaria è infatti un sito di grande importanza dal punto di vista storico e militare, già da prima dell’Unità d’Italia. Uno dei punti cardine del Masterplan è il potenziamento dell’offerta turistica: il piano prevede infatti il recupero di una serie di immobili che la Marina Militare trasferirà al Comune di Porto Venere. «Si tratta di Forte Cavour, che si trova in vetta all’isola, delle batterie fortificate Umberto I, Schenello, Semaforo, Cala Fornace – spiega il presidente di Regione Liguria Giovannio Toti –, nonché di altri immobili di superficie meno estesa che dovranno essere recuperati e riutilizzati prevalentemente con la modalità dell’ospitalità diffusa. Puntiamo all’aumento dei posti letto sulla Palmaria, ma senza andare nella direzione del turismo di massa. Vogliamo un turismo di qualità per un luogo di immenso pregio, un’isola che a lungo è rimasta poco fruibile, meta di un turismo sporadico e limitato in virtù della presenza militare, e quindi praticamente intatta. Vogliamo rivitalizzare questo luogo riscoprendone la sua storia sotto vari profili, mantenendo l’ambiente inalterato e aprendo l’isola a un turismo non impattante, ma sostenibile, senza un centimetro cubo di cemento in più». [post_title] => Liguria, rilancio e riqualificazione per l’isola Palmaria [post_date] => 2019-05-20T13:21:57+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558358517000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351917 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tal Aviation rappresenta Tarom negli Stati Uniti e si concentra sulla promozione della compagnia aerea attraverso vendite, marketing, biglietteria e altre attività utilizzando la sua estesa rete statunitense. La compagnia aerea rumena sta continuando il suo percorso di sviluppo ed espansione, dopo un anno di successo con una crescita aziendale sostenuta e sostenibile nel 2018. La fine dell'anno ha visto l'apertura della sua nuova business lounge all'aeroporto Henri Coanda di Bucarest oltre al lancio dell’app per il cellulare. Con la missione di collegare i rumeni ad altre destinazioni e sviluppare la propria presenza sul mercato, ha continuato la sua espansione di rete nel 2019: destinazioni quali Odessa, Tbilisi, Il Cairo ed Erevan hanno infatti ampliato il network servito da Tarom. «Il mercato americano è molto importante per il piano di sviluppo Tarom e facciamo tesoro della partnership con Tal Aviation per i benefici dei nostri potenziali clienti statunitensi» afferma il ceo di Tarom Florin Susanu. «I viaggi tra gli Stati Uniti e la Romania hanno visto una tendenza al rialzo nel corso degli anni: il nostro team negli Stati Uniti godono di un'ampia copertura del mercato. Con le nostre conoscenze e competenze locali, insieme agli sviluppi di espansione di Tarom in tutta Europa, non vediamo l'ora di vedere numeri in crescita tra i due continenti» aggiunge Nissim Sagis, chief commercial officer di Tal Aviation. [post_title] => Tal Aviation rappresenta Tarom negli Stati Uniti [post_date] => 2019-05-14T13:23:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557840232000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351798 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le strutture di Palladium Hotel Group a Ibiza riaprono con l’avvio della stagione estiva: il Grand Palladium Palace Ibiza Resort & Spa, il Grand Palladium White Island Resort & Spa, l’Hard Rock Hotel Ibiza e l'ultimo arrivato, il Bless Hotel Ibiza. Situati su una tra le più celebri spiagge dell’isola, Playa d'en Bossa, i due hotel family-friendly Grand Palladium Palace Ibiza Resort & Spa e Grand Palladium White Island Resort & Spa offriranno ancora una volta intrattenimento estivo e servizi a 5 stelle, grazie a un’innovativa offerta gastronomica che include una varietà di menu salutari promossi dalla certificazione internazionale Helthia. Come parte della promessa di ecosostenibilità di Palladium Hotel Group, il gruppo ha eliminato l’utilizzo di plastica monouso all’interno degli hotel, così come il consumo di gasolio, che è stato sostituito da gas naturale. All’interno degli hotel è stato inoltre lanciato un nuovo servizio di noleggio biciclette elettriche ricaricate da energia solare. Entrambi gli hotel, poi, a partire da questa stagione, avranno in dotazione gli esclusivi braccialetti dotati di microchip (già in uso all’Hard Rock Hotel Ibiza e all’Ushuaïa Ibiza Beach Hotel), che permetteranno agli ospiti di aprire la porta della camera ed effettuare pagamenti all’interno degli hotel. Inaugura quindi a giugno, il Bless Hotel Ibiza, la seconda proprietà a marchio Bless Collection Hotels, a riconferma dell’espansione di Palladium Hotel Group nel segmento lusso. Il nuovo hotel aprirà a Cala Nova, una delle aree più esclusive dell’isola, vicino alla città di Santa Eulalia. L'operazione riflette la volontà del gruppo di essere il punto di riferimento all’interno dei settori del lusso, della qualità e dell’innovazione, in una delle maggiori destinazioni turistiche spagnole, Ibiza. La nuova apertura apporta peraltro benefici anche all’economia dell’isola con ben 150 nuove posizioni lavorative.   [post_title] => Palladium Hotel Group apre il Bless hotel a Ibiza: una delle tante novità dell'estate 2019 [post_date] => 2019-05-14T09:05:03+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557824703000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351559 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Go Asia propone una selezione dei migliori tour per scoprire ad agosto tutte le bellezze dei Paesi asiatici. Tra le destinazioni di medio raggio, il tour Giordania tra storia e mare (8 giorni/7 notti da 1.310 euro voli inclusi) con partenza 25 agosto è un’opportunità unica di scoprire il paese e le sue belle coste sul Mar Rosso. Per chi desidera visitare la Turchia, da non perdere è il Tour e mare a Bodrum  (15 giorni / 14 notti da 1.120 euro voli inclusi) e il Tour e mare ad Antalya  (15 giorni / 14 notti da 1.050 euro voli inclusi). Insolito Israele: la Magia del Negev (9 giorni / 8 notti da 2.140 euro voli esclusi) è un tour con una tappa nel deserto del Negev che stupisce anche i viaggiatori più esperti per i suoi paesaggi lunari. Riguardo alle destinazioni di lungo raggio, Go Asia propone una partenza speciale l’8 luglio per l’ultimo Shangri-Là Festival di Hemis in India (13 giorni / 11 notti   da 2.390 euro - voli inclusi), oppure il tour Rajasthan Classico  (14 giorni / 13 notti da 1.250 euro - voli inclusi). Partenza 5 e 12 agosto per il tour Gran Viaggio in Indonesia (15 giorni/13 notti da 2.980 euro voli inclusi), mentre partenze 4 e 18 agosto per Gran Tour del Vietnam e della Cambogia (15 giorni/13 notti a 2.580 euro voli inclusi). Partenza 17 agosto per il tour Fascino del Myanmar (11 giorni/10 notti da 2.270 euro voli inclusi). Per chi invece è alla ricerca di un viaggio in Uzbekistan, il tour L’Oro dell’Asia Centrale  con partenza 20 Agosto (8 giorni/7 notti  da 1.620 euro voli inclusi). [post_title] => Go Asia: le proposte per agosto alla scoperta dei paesi asiatici [post_date] => 2019-05-13T09:10:56+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557738656000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti