27 May 2024

Volotea: a Brest il taglio del nastro della 20esima base. Poi sarà la volta di Bari

[ 0 ]

Taglio del nastro per la nuova base operativa di Volotea a Brest, in Francia: è la 20esima base a livello europeo e la nona nel mercato francese.

Da qui, il vettore spagnolo offrirà 18 destinazioni, di cui tre in Italia: in queste settimane sono decollati i primi voli alla volta di Palermo, Roma Fiumicino e Olbia. Prossimo appuntamento proprio in Italia, a Bari, con l’apertura ufficiale della ventunesima base del vettore, annunciata lo scorso novembre.

Le 18 destinazioni disponibili a Brest sono dislocate in cinque Paesi (Francia, Spagna, Portogallo, Italia e Grecia) e per quest’anno ci sono oltre 355.000 posti disponibili (+188% rispetto al 2023), una cifra record per la nuova base francese. Inoltre, a Brest Volotea ha posizionato un nuovo Airbus A320, creando 30 nuovi posti di lavoro diretti e 170 indiretti.

“L’apertura della nostra base a Brest, la nona in Francia e la ventesima in Europa, testimonia ancora una volta la nostra crescita significativa a livello europeo  ha commentato Carlos Muñoz, ceo di Volotea -. La nuova base rappresenta non solo un’opportunità per i nostri passeggeri, attraverso una ricca offerta in termini di destinazioni e posti, ma anche un catalizzatore per lo sviluppo economico locale, creando posti di lavoro e incentivando il turismo nella regione. Siamo orgogliosi di questo importante traguardo e siamo pronti alle prossime novità che ci aspettano. Infatti, non ci fermeremo qui e presto celebreremo anche l’apertura della ventunesima base Volotea a Bari”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468153 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Spagna inizia a fare sul serio su imbeccata delle associazioni dei consumatori. Infatti  ha deciso di imporre presto dure sanzioni alle compagnie aeree low cost per una presunta violazione dei diritti dei passeggeri con le loro politiche sul bagaglio a mano. Le compagnie low cost incluse nel dossier della Direzione generale del consumo sono Vueling, Ryanair, Easyjet, Volotea, Eurowings e Wizz Air. La grande paura delle low cost, al di là dell’entità delle sanzioni, è che il governo spagnolo rovesci le sue politiche commerciali, il che significherebbe un duro colpo e porterebbe alla fine di un modello di business che ha permesso a milioni di spagnoli di volare a prezzi bassi. conveniente. Modello di business La preoccupazione principale è che la sentenza, che può essere impugnata, possa rovesciare il modello di business. Molti funzionari di diverse compagnie aeree hanno espresso il loro stupore per il passo compiuto dall'associazione dei consumatori, avvertendo che non ha senso modificare la regolamentazione del bagaglio a mano a livello nazionale quando proprio l'Unione Europea sta lavorando all'attuazione di un regolamento comunitario .   [post_title] => Spagna: presto grosse sanzioni alle low cost per le politiche del bagaglio [post_date] => 2024-05-27T11:11:13+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716808273000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467625 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «I numeri del turismo a Salisburgo sono nuovamente positivi - afferma Ines Wizany, marketing manager di Tourismus Salzburg -. L’Italia è al quinto posto per pernottamenti dopo Germania, Austria, Usa e Uk. Gli italiani visitano Salisburgo per la natura, la cultura, Mozart e i mercatini dell’Avvento. A Salisburgo vivono 160.000 persone, quindi è una piccola città che si può visitare camminando. Tutto il centro storico è pedonale e poi c’è molto verde e una grande offerta per le famiglie. A Salisburgo c’è qualcosa per tutti i gusti. Il Museo di Storia Naturale, il famoso Castello di Hellbrunn con il suo enorme parco e il giardino zoologico… Inoltre Salisburgo è la capitale austriaca della birra: il birrificio Stiegl, fondato nel 1492, è oggi la più grande birreria privata del paese. Risale invece al 1621 la birreria degli agostiniani. In queste settimane soleggiate riaprono tutti i giardini e noi salisburghesi usciamo per fare sport e stare con gli amici. È questo il Lebensgefühl, tema della campagna turistica dell’Austria per il 2024». Salisburgo è uno splendido centro barocco, dove si incontrano architettura, storia, cultura e natura. Una città da scoprire a piedi, ma anche in bicicletta e con la Salzburg Card all-inclusive, che permette di vistare tutte le attrazioni e musei e di utilizzare i trasporti pubblici gratuitamente.  Piazze spaziose e vasti palazzi ospitano lo straordinario “Dom Quartier”, complesso museale che oggi festeggia i 10 anni dalla sua inaugurazione e consente di scoprire una città che è un gioiello barocco, patrimonio mondiale Unesco dal 1997. Per celebrare la ricorrenza dal prossimo 21 giugno e fino al 6 gennaio 2025 si potrà visitare presso la Residenzgalerie la mostra "I colori della Serenissima. Maestri veneziani dal Kunsthistorisches Museum di Vienna" dove, oltre ai capolavori viennesi, saranno esposti arazzi, bronzi, armature, capolavori e oggetti curiosi provenienti dalla leggendaria Kunstkammer dell'ex casa imperiale asburgica. Quest’anno ricorre anche il 450° anniversario della nascita del principe vescovo Markus Sittikus, a cui si deve la costruzione dell’attuale duomo di Salisburgo (dopo l’incendio del 1598) e del sontuoso il palazzo di Hellbrunn con il parco e i famosi giochi d’acqua. Tante le importanti ricorrenze - tra cui i 100 anni del Museo etnografico (Volkskundemuseum) - ma bisogna ricordare che Salisburgo è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell'Umanità anche per le sue straordinarie creazioni in campo musicale. A partire dalla metà del 1300 i principi vescovi, infatti, accolsero in città compositori e musicisti da tutta Europa, tra cui il salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart. Da allora la città ospita numerosi eventi musicali, spettacoli teatrali e festival. La prossima estate, dal 18 luglio al 31 agosto, si terrà la 104esima edizione del Festival di Salisburgo - diretto dalla regista e drammaturga Marina Davydova – che quest’anno metterà l’accento sulla musica spirituale e sul dialogo interreligioso. Salisburgo è un grandissimo palcoscenico all’aperto, con 4.500 eventi culturali ogni anno, tra i quali quelli legati al Teatro delle Marionette, che quest’anno compie 111 anni e, dal 2016, fa parte del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.La città è tanto amata anche per il luminoso periodo dell’Avvento, quando il centro storico barocco di Salisburgo, secondo una tradizione di oltre 500 anni, offre una cornice spettacolare ai suggestivi mercatini natalizi. «A Salisburgo c’è una bellissima combinazione tra cultura e natura. È una città da scoprire - conclude Ines Wizany - A poca distanza dal centro urbano ci sono le Grotte di Ghiaccio, la Strada Alpina del Großglockner e le Miniere di Sale. E poi c’è il Salzkammergut: l’area dei 70 laghi naturali. Il suo capoluogo, Bad Ischl, si trova a soli 20’ da Salisburgo ed è quest’anno capitale europea della cultura, con tutto il suo territorio». [post_title] => Austria: nella città barocca di Salisburgo la cultura abbraccia la natura [post_date] => 2024-05-24T10:12:49+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716545569000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467911 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Entra nel vivo l'operativo Volotea per l'estate con 11.000 voli, 26 nuovi collegamenti e 1.800.000 posti in vendita: da giugno ad agosto, la compagnia spagnola opererà 164 rotte domestiche e internazionali da e per l’Italia, pari ad una crescita del 10% del numero di posti in vendita rispetto allo stesso periodo del 2019. Per quanto riguarda l’intero anno, Volotea si prepara a raggiungere nel 2024 i risultati migliori di sempre, grazie anche alle performance positive previste sul territorio italiano, dove opererà 169 rotte, che si traducono in più di 25mila voli in 60 città e 9 Paesi, per oltre 4 milioni di posti in vendita. Inoltre, nel periodo di alta stagione, il vettore impiegherà circa 450 dipendenti in Italia. «Anche per quest'anno, in vista dell’estate, abbiamo in programma importanti progressi, sempre orientati a collegare tra loro le piccole e medie città europee, offrendo un servizio sempre di alta qualità - afferma Valeria Rebasti, international market director di Volotea -. È questo, infatti l’obiettivo che ci siamo posti fin dall’inizio della nostra attività. L’Italia rappresenta per la nostra compagnia il secondo mercato e, grazie alla sua forte attrattività dal punto di vista turistico, le potenzialità di sviluppo sono importanti. Continueremo quindi a investire sul territorio nazionale per potenziare il turismo in coming ma anche per permettere ai viaggiatori italiani di visitare le più belle città, sia in Italia che nel resto d’Europa». Queste le novità: da Verona per Madrid, Copenaghen, Comiso, Praga e Bordeaux; da Ancona per Atene; da Roma Fiumicino e Olbia alla volta di Brest; da Palermo verso Brest e Bordeaux; da Comiso verso Torino e Bari (oltre al sopracitato collegamento da e per Verona); da Firenze per Praga; da Napoli verso Atene, Lione e Spalato; da Venezia per Tolosa; da Bari sono disponibili i collegamenti verso Tolosa, Bilbao, Spalato, Malaga, Dubrovnik, Rodi e Preveza/Lefkada (oltre al sopracitato collegamento da e per Comiso); [post_title] => L'estate Volotea entra nel vivo: 164 rotte e 1,8 mln di posti in vendita; 26 i nuovi collegamenti [post_date] => 2024-05-23T11:35:40+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716464140000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467913 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ottimi risultati per l'Argentina di Latitud Patagonia nel primo trimestre dell'anno: l'operatore di casa Quality Group mette infatti a segno sulla destinazione un +20% rispetto allo stesso periodo del 2023. A trainare la meta, il Gran Tour della Patagonia: itinerario di 15 giorni fra Argentina e Cile per un minimo di due e un massimo di 16 partecipanti (+30%). Ma risultati eccellenti arrivano anche dalle soluzioni di soggiorno ecochic Pristine Camps, esclusiva Latitud Patagonia per l’Italia. Al di là del successo dei prodotti luxury, l’offerta Latitud Patagonia resta comunque attenta alla delicata situazione economica internazionale. Se il costo dei voli domestici risente dei crescenti effetti dell’inflazione, le esperienze di viaggio self drive guadagnano sempre più consensi: sia i programmi Patagonia Nord & Ruta 40, sia Patagonia Nord & Sud, ma soprattutto i due Best of Patagonia riescono oggi a garantire maggior libertà di movimento ed economicità. Altro fattore di successo per il brand di Quality Group è il ricorso a soli due voli interni per raggiungere l’estremo Sud e tornare alla capitale, come avviene proprio nel caso del Gran Tour della Patagonia (contro una media di sei voli per un itinerario classico in Argentina). D'altronde grazie alla notevole esposizione mediatica del cinquecentesimo anniversario della prima circumnavigazione del globo terrestre da parte di Magellano (1519-1522), la Patagonia sta vivendo un vero e proprio boom turistico. A esso contribuisce il concomitante cinquantesimo anniversario dall’uscita del più importante film della storia argentina: Patagonia Rebelde, premiato a Berlino nel 1974 con l’Orso d’argento, dopo la censura e il sequestro dell’omonimo saggio scritto da Osvaldo Bayer. La maggior parte delle località toccate dal Gran Tour della Patagonia sono tra l'altro scenario dell’eroica resistenza dei peones, dei gauchos e dei sindacalisti anarchici che nel 1921 si rivoltarono contro il governo dei grandi capitali sotto la guida di due leggendari emigrati italiani: Alfredo Fonte, detto El Toscano, e il suo compare piemontese José Aicardi, noto come El 68, per via del numero assegnatogli in carcere. “Nonostante tutti i tour classici della nostra programmazione siano disponibili sul sito di Quality Group - spiega il titolare e responsabile del prodotto di Latitud Patagonia, Francesco Vitali -, e benché continuino a rappresentare i viaggi più venduti per coloro che desiderino andare alla scoperta della Patagonia, questo fantastico itinerario si è decisamente affermato come uno dei nostri best seller: permette infatti di conoscere la Patagonia argentina e cilena seguendo le orme di esploratori intramontabili come Ferdinando Magellano e Antonio Pigafetta. Confido dunque che il Gran Tour della Patagonia continui a guadagnare mercato tra i viaggiatori affascinati dalle terre della Fine del Mondo”. “Il collegamento da Roma con volo Ita Airways su Buenos Aires e avvicinamento da ogni aeroporto servito dalla compagnia è uno dei plus di questo viaggio - conclude ancora Vitali -, anche in virtù del fatto che la compagnia italiana opera su questa rotta con nuovissimi A350: veicoli configurati in modo tale da permettere ai nostri passeggeri di scegliere fra le classi economy, premium economy o business”. [post_title] => Boom dell'Argentina griffata Latitud Patagonia: +20% nel primo trimestre [post_date] => 2024-05-23T11:29:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716463753000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467885 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha inaugurato a Palazzo Gamma a Palermo il nuovo Customer information assistance office - Ciao: il progetto di customer care della compagnia si distingue per il dna tutto italiano ed è all’insegna dell’inclusività, della competenza e dell’efficienza, con l'intento di «rappresentare l’accoglienza del nostro Paese in modo sempre credibile e autorevole fin dal primo contatto telefonico con la clientela». «Il nostro impegno ​è quello di valorizzare e far crescere le persone ​portandole ad esprimere a pieno il proprio potenziale, per costruire insieme un’eccellenza​ italiana nella customer satisfaction.  Il cliente è al centro del nostro business –ha dichiarato Antonino Turicchi, presidente di Ita - e fin dalla nostra nascita ci siamo impegnati nel trovare le soluzioni migliori per soddisfare tutte le esigenze dei diversi target di clientela. Oggi abbiamo raggiunto un nuovo importante obiettivo del nostro percorso di crescita e miglioramento inaugurando questa nuova sede, che conferma inoltre l’attenzione della compagnia alle eccellenze lavorative dei territori italiani». «Il Customer Information Assistance Office Ita Airways di Palermo, che da oggi ospiterà 178 colleghi nei suoi spazi, è stato pensato per rappresentare al meglio lo spirito e la passione delle nostre persone, l’identità e i valori della nostra compagnia - ha dichiarato Giovanna Di Vito, chief program office, Esg & customer operations officer della compagnia aerea -. Lo abbiamo chiamato Ciao per fare emergere da subito l’importanza che riveste per Ita Airways la relazione con il cliente. Una semplice parola, conosciuta globalmente, in grado di esprimere da sola la confidenza, l’empatia e l’allegria, ​informale ed autentica, simbolo della nostra unicità, dell’accoglienza tutta italiana». La Sicilia rappresenta per Ita un territorio di assoluta rilevanza, vista l’importanza dei collegamenti operati per favorire la connettività del suo territorio e dei suoi cittadini, che la Compagnia si impegna ad assicurare collegando l’Isola dagli aeroporti di Palermo e Catania con i propri aeroporti di riferimento di Roma Fiumicino e Milano Linate (con un operativo che nel picco estivo prevede oltre 150 frequenze settimanali complessive su Roma Fiumicino e circa 100 su Milano Linate) e, attraverso le prosecuzioni dai due aeroporti, con le destinazioni domestiche, internazionali ed intercontinentali servite dal proprio network. Il prossimo 24 maggio verrà inaugurata anche la nuova sede del Ciao a Cosenza. [post_title] => Ita Airways: taglio del nastro a Palermo del nuovo Customer information assistance office - Ciao [post_date] => 2024-05-23T09:48:26+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716457706000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467623 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una Carinzia da percorrere a piedi o in bicicletta, passeggiando lungo sentieri ben tracciati e privi di barriere architettoniche ideali per le famiglie o percorrendo lunghi trekking che seguono l'Alpe Adria Trail. «La nostra regione punta molto sulla natura per la prossima stagione turistica, perché la natura è la nostra ricchezza - sottolinea Elke Maidic, rappresentante della Carinzia -. Una natura da vivere anche in modo attivo seguendo la rete delle piste ciclabili del Gran Tour dei Laghi, lungo 420 km, che si sviluppa intorno ai 20 specchi d’acqua più belli del territorio». La Carinzia è una delle regioni più ricche d'acqua d'Europa, con i suoi oltre 1.200 laghi. I lidi balneari attrezzati - come quello di Klagenfurt, il più grande stabilimento balneare lacustre d’Europa - permettono di sperimentare momenti di relax o più attivo, tra tuffi e stand-up-paddling. «Un’altra esperienza da vivere sono i 20 Slow Trails: escursioni su distanze che non superano i 10 km, con dislivelli massimi di 300 metri, adatti a tutti per godersi la natura, con panorami incantevoli. Proponiamo sempre una combinazione tra attività e relax, che definiamo “un tempo per sé alla carinziana”. Protagonista anche lo slow food: nel 2017 la regione è stata definita la prima destinazione di Slow Food Travel al mondo. Ne siamo orgogliosi, perché rappresentiamo il best-practice. In Carinzia sono tre le destinazioni dove l’ospite può gustare i piatti locali scoprendo da dove viene il prodotto, a partire dal lavoro del contadino, passando dal raccolto e arrivando a cucinare insieme. Il concetto di buono, sano e pulito che caratterizza la filosofia di slow food fa da sempre parte della cultura del cibo carinziana e il consorzio Slow Food Carinzia sceglie la via della sostenibilità utilizzando prodotti di stagione a km.0 e riscoprendo i piatti tipici del territorio, arricchiti dall’influenza delle vicine Italia e Slovenia. Per questo anche quest’anno, dal 19 al 21 settembre, Klagenfurt ospiterà le Giornate della Cucina Alpe-Adria. Un momento di celebrazione della ricchezza culinaria di un territorio che si estende dalla montagna alla costa mediterranea, dal Carso alle Alpi Orientali, alla presenza di noti chef e produttori vinicoli. «Oggi possiamo fregiarci del titolo di Slow Food Travel Destination. Abbiamo anche messo a punto una guida dove l’adesione alle norme dello slow food è simboleggiata da piccole lumache. Una o più lumache indicano che un ristorante fa tutto secondo i criteri dello slow food: dalla fermentazione dei prodotti per la conservazione invernale all’utilizzo della carne prodotta nella fattoria vicina … In Carinzia esistono 11 Slow Food Village dove i bambini imparano già a scuola questa filosofia di vita».   [post_title] => Austria: ecco la Carinzia, fra natura e itinerari slow food [post_date] => 2024-05-21T14:26:40+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716301600000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467729 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Proseguono le attività di promozione di Azemar dedicate al nuovo gioiello della compagnia alberghiera di casa The Cocoon Collection: quel Bawe Island, che aprirà il prossimo mese di giugno a Zanzibar, su un’isola di oltre 30 ettari, che includerà appena 70 ville, a soli 15 minuti di trasferimento in barca da Stone Town. Questa volta l'appuntamento era dedicato agli agenti toscani e si è svolto presse il ristorante stellato Atto di Vito Mollica a Firenze, all’interno dello storico Palazzo Portinari Salviati. Per Azemar alla serata areno presenti il key account Loris Giusti e l'area sales Toscana e Umbria, Massimo Sgrilli. Tra gli agenti, Raffaele Giannettoni della Eclisse Viaggi di Empoli, Carlo Pellegrini della Forza 7 di Rosignano Solvay, Sara Bernardeschi della Sognamondo Viaggi di Fornacette, Erika Petricci della Fiocco Rosso Viaggi di Pontedera, Valentina Campinoti della Toby Tour di Santa Croce sull’Arno, Enrico Baldini della Zoom in Earth, Giampaolo Giantini della Equipe Viaggi e Rebecca Casalini della Dal Canto Viaggi di San Miniato Basso, Simone Gori della iTop Viaggi di Quarrata, Veronica Cardelli della Cutter Viaggi, Michele Bertolini della Ruilong Viaggi e Martina Forasassi della Sotto la Palma di Prato, Natalia Provenzano della Banfield Travel di Poggio a Caiano, Serena Leoni della Equipe Viaggi di Castelfranco di Sotto, Gianna Mangani della Papaya Viaggi di Calenzano, Alessio Agonigi della Samovar Mice di Capannoli, nonché  Giada Scarpulla della Miro’ Viaggi, Stefania Arcangioli della Primavera Viaggi e Alessandro Potito della Vanessa Viaggi di Firenze. [post_title] => Anche Firenze protagonista delle serate Azemar dedicate al nuovo Bawe Island [post_date] => 2024-05-21T10:33:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716287604000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467676 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il vero fattore X del turismo in Italia è lo human touch. Anche nell'era dell'intelligenza artificiale. Certo, cresce l'importanza delle tecnologie, con cui bisogna allearsi perché in grado di supportare l'intero settore, ma ciò che fa pur sempre la vera differenza è la persona. Se ne è parlato in Puglia durante l'edizione 2024 di Obiettivo X: l'evento Ota Viaggi che ogni anno riunisce molti dei principali player e professionisti del settore per un confronto diretto sui temi caldi del comparto. "Quando la formazione agli agenti di viaggio è fatta bene - ha detto con orgoglio Massimo Diana di fronte a una platea di oltre 400 invitati nella cornice del CdsHotels Porto Giardino -. Quando in altre parole è fatta come ci impegniamo a farla noi, che mostriamo il vero valore delle nostre strutture e delle persone che ci lavorano, allora non c'è alcuna intelligenza artificiale in grado di replicare il sentimento che un adv è capace di trasmettere al proprio cliente. Non solo - ha proseguito il direttore commerciale del to capitolino -: quanti di noi, quando chiamiamo i vari call centre, aspettiamo di premere il tasto nove per parlare con l'operatore? Ebbene, noi di Ota abbiamo trasformato quel nove in uno zero: il primo numero della tastiera, che consente a qualsiasi agente di viaggio di confrontarsi subito live con noi, in modo da ottimizzare il lavoro di tutti". Il fattore tempo D'altronde in un'epoca in cui le aziende del turismo si ritrovano a contare su sempre meno personale a disposizione, anche a causa del Covid, l'elemento tempo è diventato se possibile ancora più importante di prima. "E' anche per questo motivo che negli ultimi anni abbiamo deciso di semplificare al massimo il nostro sistema di pricing, includendo in particolare la tariffa nave direttamente nel nostro pacchetto, indipendentemente dalla compagnia utilizzata e dal porto di partenza. Una strategia basata sul pre-acquisto di importanti posti in vuoto-pieno, che abbiamo replicato anche per i collegamenti aerei e che ci consente pure di calmierare l'aumento dei prezzi. Abbiamo accordi importanti con Ita, Aeroitalia e Volotea, che ci permettono infatti di proporre tariffe flat, in grado di ridurre gli incrementi dei costi del volato al minimo: attorno al 2%-3% rispetto all'anno scorso". Il fattore pricing Sul fronte prodotto, inoltre, Diana ha ricordato come pochi giorni prima di Obiettivo X Ota Viaggi abbia riconfermato l'offerta montagna estiva già presentata l'anno scorso. E' stata inoltre ufficializzata la decina di ultime new entry preannunciate in occasione della pubblicazione del catalogo mare 2024, già incrementato nei contenuti rispetto al 2023: "Siamo arrivati così a quota 106. Un bel salto rispetto alle 76 di appena 12 mesi fa. Captando quelle che sono le esigenze di una parte del mercato, abbiamo cercato soprattutto soluzioni a tariffe un po' più abbordabili per un'offerta basata su un buon rapporto qualità - prezzo". [post_title] => A Obiettivo X l'importanza del fattore umano nell'era dell'Ai [post_date] => 2024-05-20T13:40:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716212420000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467353 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non sembra ancora arrivare a un punto di svolta il testa a testa fra Ita Airways-Lufthansa e la Commissione europea per un parere favorevole alle agognate nozze. Da Bruxelles la richiesta è quella di ulteriori sacrifici, visto che i rimedi finora messi sul tavolo dalle due compagnie aeree - cessione di 12 slot giornalieri a Milano Linate, apertura di easyJet e Volotea su alcune rotte in Italia e verso l'Europa centrale come pure il blocco per due anni all’ingresso di Ita nella jv venture transatlantica di Lufthansa con United Airlines e Air Canada - non placherebbero i dubbi dell'Antitrust in materia di concorrenza. Giorgetti Ieri il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti ha incontrato la commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager: un incontro che ha prodotto dichiarazioni estremamente formali da parte del ministro: "Abbiamo chiarito la nostra posizione, quella nostra e di Lufthansa. Adesso aspettiamo il verdetto". Verdetto atteso per il prossimo 4 luglio. Sul fronte Ue, la portavoce della Commissione  Lea Zuber ha aggiunto che la commissaria e il ministro “hanno discusso della transazione, in particolare dei rimedi presentati, e dei prossimi passi”. Bruxelles punta quindi a incassare nuove garanzie e per questo ha interpellato i player del settore per verificare, attraverso un "market test", l’impatto delle proposte sulle dinamiche della concorrenza nei cieli europei. Il parere ottenuto contribuirà alla decisione della Commissione sul matrimonio che, almeno per oggi, non s'ha da fare.  [post_title] => Ita-Lufthansa: ancora freni dall'Ue, i rimedi proposti sono insufficienti [post_date] => 2024-05-15T08:45:45+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715762745000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "volotea a brest il taglio del nastro della 20esima base poi sara la volta di bari" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":75,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":426,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468153","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Spagna inizia a fare sul serio su imbeccata delle associazioni dei consumatori. Infatti  ha deciso di imporre presto dure sanzioni alle compagnie aeree low cost per una presunta violazione dei diritti dei passeggeri con le loro politiche sul bagaglio a mano. Le compagnie low cost incluse nel dossier della Direzione generale del consumo sono Vueling, Ryanair, Easyjet, Volotea, Eurowings e Wizz Air.\r\n\r\nLa grande paura delle low cost, al di là dell’entità delle sanzioni, è che il governo spagnolo rovesci le sue politiche commerciali, il che significherebbe un duro colpo e porterebbe alla fine di un modello di business che ha permesso a milioni di spagnoli di volare a prezzi bassi. conveniente.\r\nModello di business\r\nLa preoccupazione principale è che la sentenza, che può essere impugnata, possa rovesciare il modello di business.\r\n\r\nMolti funzionari di diverse compagnie aeree hanno espresso il loro stupore per il passo compiuto dall'associazione dei consumatori, avvertendo che non ha senso modificare la regolamentazione del bagaglio a mano a livello nazionale quando proprio l'Unione Europea sta lavorando all'attuazione di un regolamento comunitario .\r\n\r\n ","post_title":"Spagna: presto grosse sanzioni alle low cost per le politiche del bagaglio","post_date":"2024-05-27T11:11:13+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1716808273000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467625","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«I numeri del turismo a Salisburgo sono nuovamente positivi - afferma Ines Wizany, marketing manager di Tourismus Salzburg -. L’Italia è al quinto posto per pernottamenti dopo Germania, Austria, Usa e Uk. Gli italiani visitano Salisburgo per la natura, la cultura, Mozart e i mercatini dell’Avvento. A Salisburgo vivono 160.000 persone, quindi è una piccola città che si può visitare camminando. Tutto il centro storico è pedonale e poi c’è molto verde e una grande offerta per le famiglie. A Salisburgo c’è qualcosa per tutti i gusti. Il Museo di Storia Naturale, il famoso Castello di Hellbrunn con il suo enorme parco e il giardino zoologico… Inoltre Salisburgo è la capitale austriaca della birra: il birrificio Stiegl, fondato nel 1492, è oggi la più grande birreria privata del paese. Risale invece al 1621 la birreria degli agostiniani. In queste settimane soleggiate riaprono tutti i giardini e noi salisburghesi usciamo per fare sport e stare con gli amici. È questo il Lebensgefühl, tema della campagna turistica dell’Austria per il 2024».\r\n\r\nSalisburgo è uno splendido centro barocco, dove si incontrano architettura, storia, cultura e natura. Una città da scoprire a piedi, ma anche in bicicletta e con la Salzburg Card all-inclusive, che permette di vistare tutte le attrazioni e musei e di utilizzare i trasporti pubblici gratuitamente. \r\n\r\nPiazze spaziose e vasti palazzi ospitano lo straordinario “Dom Quartier”, complesso museale che oggi festeggia i 10 anni dalla sua inaugurazione e consente di scoprire una città che è un gioiello barocco, patrimonio mondiale Unesco dal 1997. Per celebrare la ricorrenza dal prossimo 21 giugno e fino al 6 gennaio 2025 si potrà visitare presso la Residenzgalerie la mostra \"I colori della Serenissima. Maestri veneziani dal Kunsthistorisches Museum di Vienna\" dove, oltre ai capolavori viennesi, saranno esposti arazzi, bronzi, armature, capolavori e oggetti curiosi provenienti dalla leggendaria Kunstkammer dell'ex casa imperiale asburgica.\r\n\r\nQuest’anno ricorre anche il 450° anniversario della nascita del principe vescovo Markus Sittikus, a cui si deve la costruzione dell’attuale duomo di Salisburgo (dopo l’incendio del 1598) e del sontuoso il palazzo di Hellbrunn con il parco e i famosi giochi d’acqua. Tante le importanti ricorrenze - tra cui i 100 anni del Museo etnografico (Volkskundemuseum) - ma bisogna ricordare che Salisburgo è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell'Umanità anche per le sue straordinarie creazioni in campo musicale.\r\n\r\nA partire dalla metà del 1300 i principi vescovi, infatti, accolsero in città compositori e musicisti da tutta Europa, tra cui il salisburghese Wolfgang Amadeus Mozart. Da allora la città ospita numerosi eventi musicali, spettacoli teatrali e festival. La prossima estate, dal 18 luglio al 31 agosto, si terrà la 104esima edizione del Festival di Salisburgo - diretto dalla regista e drammaturga Marina Davydova – che quest’anno metterà l’accento sulla musica spirituale e sul dialogo interreligioso.\r\n\r\nSalisburgo è un grandissimo palcoscenico all’aperto, con 4.500 eventi culturali ogni anno, tra i quali quelli legati al Teatro delle Marionette, che quest’anno compie 111 anni e, dal 2016, fa parte del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco.La città è tanto amata anche per il luminoso periodo dell’Avvento, quando il centro storico barocco di Salisburgo, secondo una tradizione di oltre 500 anni, offre una cornice spettacolare ai suggestivi mercatini natalizi.\r\n\r\n«A Salisburgo c’è una bellissima combinazione tra cultura e natura. È una città da scoprire - conclude Ines Wizany - A poca distanza dal centro urbano ci sono le Grotte di Ghiaccio, la Strada Alpina del Großglockner e le Miniere di Sale. E poi c’è il Salzkammergut: l’area dei 70 laghi naturali. Il suo capoluogo, Bad Ischl, si trova a soli 20’ da Salisburgo ed è quest’anno capitale europea della cultura, con tutto il suo territorio».","post_title":"Austria: nella città barocca di Salisburgo la cultura abbraccia la natura","post_date":"2024-05-24T10:12:49+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716545569000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467911","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Entra nel vivo l'operativo Volotea per l'estate con 11.000 voli, 26 nuovi collegamenti e 1.800.000 posti in vendita: da giugno ad agosto, la compagnia spagnola opererà 164 rotte domestiche e internazionali da e per l’Italia, pari ad una crescita del 10% del numero di posti in vendita rispetto allo stesso periodo del 2019.\r\nPer quanto riguarda l’intero anno, Volotea si prepara a raggiungere nel 2024 i risultati migliori di sempre, grazie anche alle performance positive previste sul territorio italiano, dove opererà 169 rotte, che si traducono in più di 25mila voli in 60 città e 9 Paesi, per oltre 4 milioni di posti in vendita. Inoltre, nel periodo di alta stagione, il vettore impiegherà circa 450 dipendenti in Italia.\r\n«Anche per quest'anno, in vista dell’estate, abbiamo in programma importanti progressi, sempre orientati a collegare tra loro le piccole e medie città europee, offrendo un servizio sempre di alta qualità - afferma Valeria Rebasti, international market director di Volotea -. È questo, infatti l’obiettivo che ci siamo posti fin dall’inizio della nostra attività. L’Italia rappresenta per la nostra compagnia il secondo mercato e, grazie alla sua forte attrattività dal punto di vista turistico, le potenzialità di sviluppo sono importanti. Continueremo quindi a investire sul territorio nazionale per potenziare il turismo in coming ma anche per permettere ai viaggiatori italiani di visitare le più belle città, sia in Italia che nel resto d’Europa».\r\nQueste le novità: da Verona per Madrid, Copenaghen, Comiso, Praga e Bordeaux; da Ancona per Atene; da Roma Fiumicino e Olbia alla volta di Brest; da Palermo verso Brest e Bordeaux; da Comiso verso Torino e Bari (oltre al sopracitato collegamento da e per Verona); da Firenze per Praga; da Napoli verso Atene, Lione e Spalato; da Venezia per Tolosa; da Bari sono disponibili i collegamenti verso Tolosa, Bilbao, Spalato, Malaga, Dubrovnik, Rodi e Preveza/Lefkada (oltre al sopracitato collegamento da e per Comiso);","post_title":"L'estate Volotea entra nel vivo: 164 rotte e 1,8 mln di posti in vendita; 26 i nuovi collegamenti","post_date":"2024-05-23T11:35:40+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716464140000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467913","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ottimi risultati per l'Argentina di Latitud Patagonia nel primo trimestre dell'anno: l'operatore di casa Quality Group mette infatti a segno sulla destinazione un +20% rispetto allo stesso periodo del 2023. A trainare la meta, il Gran Tour della Patagonia: itinerario di 15 giorni fra Argentina e Cile per un minimo di due e un massimo di 16 partecipanti (+30%). Ma risultati eccellenti arrivano anche dalle soluzioni di soggiorno ecochic Pristine Camps, esclusiva Latitud Patagonia per l’Italia.\r\n\r\nAl di là del successo dei prodotti luxury, l’offerta Latitud Patagonia resta comunque attenta alla delicata situazione economica internazionale. Se il costo dei voli domestici risente dei crescenti effetti dell’inflazione, le esperienze di viaggio self drive guadagnano sempre più consensi: sia i programmi Patagonia Nord & Ruta 40, sia Patagonia Nord & Sud, ma soprattutto i due Best of Patagonia riescono oggi a garantire maggior libertà di movimento ed economicità. Altro fattore di successo per il brand di Quality Group è il ricorso a soli due voli interni per raggiungere l’estremo Sud e tornare alla capitale, come avviene proprio nel caso del Gran Tour della Patagonia (contro una media di sei voli per un itinerario classico in Argentina).\r\n\r\nD'altronde grazie alla notevole esposizione mediatica del cinquecentesimo anniversario della prima circumnavigazione del globo terrestre da parte di Magellano (1519-1522), la Patagonia sta vivendo un vero e proprio boom turistico. A esso contribuisce il concomitante cinquantesimo anniversario dall’uscita del più importante film della storia argentina: Patagonia Rebelde, premiato a Berlino nel 1974 con l’Orso d’argento, dopo la censura e il sequestro dell’omonimo saggio scritto da Osvaldo Bayer. La maggior parte delle località toccate dal Gran Tour della Patagonia sono tra l'altro scenario dell’eroica resistenza dei peones, dei gauchos e dei sindacalisti anarchici che nel 1921 si rivoltarono contro il governo dei grandi capitali sotto la guida di due leggendari emigrati italiani: Alfredo Fonte, detto El Toscano, e il suo compare piemontese José Aicardi, noto come El 68, per via del numero assegnatogli in carcere.\r\n\r\n“Nonostante tutti i tour classici della nostra programmazione siano disponibili sul sito di Quality Group - spiega il titolare e responsabile del prodotto di Latitud Patagonia, Francesco Vitali -, e benché continuino a rappresentare i viaggi più venduti per coloro che desiderino andare alla scoperta della Patagonia, questo fantastico itinerario si è decisamente affermato come uno dei nostri best seller: permette infatti di conoscere la Patagonia argentina e cilena seguendo le orme di esploratori intramontabili come Ferdinando Magellano e Antonio Pigafetta. Confido dunque che il Gran Tour della Patagonia continui a guadagnare mercato tra i viaggiatori affascinati dalle terre della Fine del Mondo”.\r\n\r\n“Il collegamento da Roma con volo Ita Airways su Buenos Aires e avvicinamento da ogni aeroporto servito dalla compagnia è uno dei plus di questo viaggio - conclude ancora Vitali -, anche in virtù del fatto che la compagnia italiana opera su questa rotta con nuovissimi A350: veicoli configurati in modo tale da permettere ai nostri passeggeri di scegliere fra le classi economy, premium economy o business”.","post_title":"Boom dell'Argentina griffata Latitud Patagonia: +20% nel primo trimestre","post_date":"2024-05-23T11:29:13+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1716463753000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467885","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha inaugurato a Palazzo Gamma a Palermo il nuovo Customer information assistance office - Ciao: il progetto di customer care della compagnia si distingue per il dna tutto italiano ed è all’insegna dell’inclusività, della competenza e dell’efficienza, con l'intento di «rappresentare l’accoglienza del nostro Paese in modo sempre credibile e autorevole fin dal primo contatto telefonico con la clientela».\r\n«Il nostro impegno ​è quello di valorizzare e far crescere le persone ​portandole ad esprimere a pieno il proprio potenziale, per costruire insieme un’eccellenza​ italiana nella customer satisfaction.  Il cliente è al centro del nostro business –ha dichiarato Antonino Turicchi, presidente di Ita - e fin dalla nostra nascita ci siamo impegnati nel trovare le soluzioni migliori per soddisfare tutte le esigenze dei diversi target di clientela. Oggi abbiamo raggiunto un nuovo importante obiettivo del nostro percorso di crescita e miglioramento inaugurando questa nuova sede, che conferma inoltre l’attenzione della compagnia alle eccellenze lavorative dei territori italiani».\r\n«Il Customer Information Assistance Office Ita Airways di Palermo, che da oggi ospiterà 178 colleghi nei suoi spazi, è stato pensato per rappresentare al meglio lo spirito e la passione delle nostre persone, l’identità e i valori della nostra compagnia - ha dichiarato Giovanna Di Vito, chief program office, Esg & customer operations officer della compagnia aerea -. Lo abbiamo chiamato Ciao per fare emergere da subito l’importanza che riveste per Ita Airways la relazione con il cliente. Una semplice parola, conosciuta globalmente, in grado di esprimere da sola la confidenza, l’empatia e l’allegria, ​informale ed autentica, simbolo della nostra unicità, dell’accoglienza tutta italiana».\r\nLa Sicilia rappresenta per Ita un territorio di assoluta rilevanza, vista l’importanza dei collegamenti operati per favorire la connettività del suo territorio e dei suoi cittadini, che la Compagnia si impegna ad assicurare collegando l’Isola dagli aeroporti di Palermo e Catania con i propri aeroporti di riferimento di Roma Fiumicino e Milano Linate (con un operativo che nel picco estivo prevede oltre 150 frequenze settimanali complessive su Roma Fiumicino e circa 100 su Milano Linate) e, attraverso le prosecuzioni dai due aeroporti, con le destinazioni domestiche, internazionali ed intercontinentali servite dal proprio network.\r\n\r\nIl prossimo 24 maggio verrà inaugurata anche la nuova sede del Ciao a Cosenza.","post_title":"Ita Airways: taglio del nastro a Palermo del nuovo Customer information assistance office - Ciao","post_date":"2024-05-23T09:48:26+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716457706000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467623","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\nUna Carinzia da percorrere a piedi o in bicicletta, passeggiando lungo sentieri ben tracciati e privi di barriere architettoniche ideali per le famiglie o percorrendo lunghi trekking che seguono l'Alpe Adria Trail.\r\n\r\n«La nostra regione punta molto sulla natura per la prossima stagione turistica, perché la natura è la nostra ricchezza - sottolinea Elke Maidic, rappresentante della Carinzia -. Una natura da vivere anche in modo attivo seguendo la rete delle piste ciclabili del Gran Tour dei Laghi, lungo 420 km, che si sviluppa intorno ai 20 specchi d’acqua più belli del territorio».\r\n\r\nLa Carinzia è una delle regioni più ricche d'acqua d'Europa, con i suoi oltre 1.200 laghi. I lidi balneari attrezzati - come quello di Klagenfurt, il più grande stabilimento balneare lacustre d’Europa - permettono di sperimentare momenti di relax o più attivo, tra tuffi e stand-up-paddling.\r\n\r\n«Un’altra esperienza da vivere sono i 20 Slow Trails: escursioni su distanze che non superano i 10 km, con dislivelli massimi di 300 metri, adatti a tutti per godersi la natura, con panorami incantevoli. Proponiamo sempre una combinazione tra attività e relax, che definiamo “un tempo per sé alla carinziana”. Protagonista anche lo slow food: nel 2017 la regione è stata definita la prima destinazione di Slow Food Travel al mondo. Ne siamo orgogliosi, perché rappresentiamo il best-practice. In Carinzia sono tre le destinazioni dove l’ospite può gustare i piatti locali scoprendo da dove viene il prodotto, a partire dal lavoro del contadino, passando dal raccolto e arrivando a cucinare insieme. Il concetto di buono, sano e pulito che caratterizza la filosofia di slow food fa da sempre parte della cultura del cibo carinziana e il consorzio Slow Food Carinzia sceglie la via della sostenibilità utilizzando prodotti di stagione a km.0 e riscoprendo i piatti tipici del territorio, arricchiti dall’influenza delle vicine Italia e Slovenia. Per questo anche quest’anno, dal 19 al 21 settembre, Klagenfurt ospiterà le Giornate della Cucina Alpe-Adria. Un momento di celebrazione della ricchezza culinaria di un territorio che si estende dalla montagna alla costa mediterranea, dal Carso alle Alpi Orientali, alla presenza di noti chef e produttori vinicoli.\r\n\r\n«Oggi possiamo fregiarci del titolo di Slow Food Travel Destination. Abbiamo anche messo a punto una guida dove l’adesione alle norme dello slow food è simboleggiata da piccole lumache. Una o più lumache indicano che un ristorante fa tutto secondo i criteri dello slow food: dalla fermentazione dei prodotti per la conservazione invernale all’utilizzo della carne prodotta nella fattoria vicina … In Carinzia esistono 11 Slow Food Village dove i bambini imparano già a scuola questa filosofia di vita».\r\n\r\n ","post_title":"Austria: ecco la Carinzia, fra natura e itinerari slow food","post_date":"2024-05-21T14:26:40+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716301600000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467729","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Proseguono le attività di promozione di Azemar dedicate al nuovo gioiello della compagnia alberghiera di casa The Cocoon Collection: quel Bawe Island, che aprirà il prossimo mese di giugno a Zanzibar, su un’isola di oltre 30 ettari, che includerà appena 70 ville, a soli 15 minuti di trasferimento in barca da Stone Town. Questa volta l'appuntamento era dedicato agli agenti toscani e si è svolto presse il ristorante stellato Atto di Vito Mollica a Firenze, all’interno dello storico Palazzo Portinari Salviati.\r\n\r\nPer Azemar alla serata areno presenti il key account Loris Giusti e l'area sales Toscana e Umbria, Massimo Sgrilli. Tra gli agenti, Raffaele Giannettoni della Eclisse Viaggi di Empoli, Carlo Pellegrini della Forza 7 di Rosignano Solvay, Sara Bernardeschi della Sognamondo Viaggi di Fornacette, Erika Petricci della Fiocco Rosso Viaggi di Pontedera, Valentina Campinoti della Toby Tour di Santa Croce sull’Arno, Enrico Baldini della Zoom in Earth, Giampaolo Giantini della Equipe Viaggi e Rebecca Casalini della Dal Canto Viaggi di San Miniato Basso, Simone Gori della iTop Viaggi di Quarrata, Veronica Cardelli della Cutter Viaggi, Michele Bertolini della Ruilong Viaggi e Martina Forasassi della Sotto la Palma di Prato, Natalia Provenzano della Banfield Travel di Poggio a Caiano, Serena Leoni della Equipe Viaggi di Castelfranco di Sotto, Gianna Mangani della Papaya Viaggi di Calenzano, Alessio Agonigi della Samovar Mice di Capannoli, nonché  Giada Scarpulla della Miro’ Viaggi, Stefania Arcangioli della Primavera Viaggi e Alessandro Potito della Vanessa Viaggi di Firenze.","post_title":"Anche Firenze protagonista delle serate Azemar dedicate al nuovo Bawe Island","post_date":"2024-05-21T10:33:24+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1716287604000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467676","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il vero fattore X del turismo in Italia è lo human touch. Anche nell'era dell'intelligenza artificiale. Certo, cresce l'importanza delle tecnologie, con cui bisogna allearsi perché in grado di supportare l'intero settore, ma ciò che fa pur sempre la vera differenza è la persona. Se ne è parlato in Puglia durante l'edizione 2024 di Obiettivo X: l'evento Ota Viaggi che ogni anno riunisce molti dei principali player e professionisti del settore per un confronto diretto sui temi caldi del comparto.\r\n\r\n\"Quando la formazione agli agenti di viaggio è fatta bene - ha detto con orgoglio Massimo Diana di fronte a una platea di oltre 400 invitati nella cornice del CdsHotels Porto Giardino -. Quando in altre parole è fatta come ci impegniamo a farla noi, che mostriamo il vero valore delle nostre strutture e delle persone che ci lavorano, allora non c'è alcuna intelligenza artificiale in grado di replicare il sentimento che un adv è capace di trasmettere al proprio cliente. Non solo - ha proseguito il direttore commerciale del to capitolino -: quanti di noi, quando chiamiamo i vari call centre, aspettiamo di premere il tasto nove per parlare con l'operatore? Ebbene, noi di Ota abbiamo trasformato quel nove in uno zero: il primo numero della tastiera, che consente a qualsiasi agente di viaggio di confrontarsi subito live con noi, in modo da ottimizzare il lavoro di tutti\".\r\n\r\nIl fattore tempo\r\n\r\nD'altronde in un'epoca in cui le aziende del turismo si ritrovano a contare su sempre meno personale a disposizione, anche a causa del Covid, l'elemento tempo è diventato se possibile ancora più importante di prima. \"E' anche per questo motivo che negli ultimi anni abbiamo deciso di semplificare al massimo il nostro sistema di pricing, includendo in particolare la tariffa nave direttamente nel nostro pacchetto, indipendentemente dalla compagnia utilizzata e dal porto di partenza. Una strategia basata sul pre-acquisto di importanti posti in vuoto-pieno, che abbiamo replicato anche per i collegamenti aerei e che ci consente pure di calmierare l'aumento dei prezzi. Abbiamo accordi importanti con Ita, Aeroitalia e Volotea, che ci permettono infatti di proporre tariffe flat, in grado di ridurre gli incrementi dei costi del volato al minimo: attorno al 2%-3% rispetto all'anno scorso\".\r\n\r\nIl fattore pricing\r\n\r\nSul fronte prodotto, inoltre, Diana ha ricordato come pochi giorni prima di Obiettivo X Ota Viaggi abbia riconfermato l'offerta montagna estiva già presentata l'anno scorso. E' stata inoltre ufficializzata la decina di ultime new entry preannunciate in occasione della pubblicazione del catalogo mare 2024, già incrementato nei contenuti rispetto al 2023: \"Siamo arrivati così a quota 106. Un bel salto rispetto alle 76 di appena 12 mesi fa. Captando quelle che sono le esigenze di una parte del mercato, abbiamo cercato soprattutto soluzioni a tariffe un po' più abbordabili per un'offerta basata su un buon rapporto qualità - prezzo\".","post_title":"A Obiettivo X l'importanza del fattore umano nell'era dell'Ai","post_date":"2024-05-20T13:40:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1716212420000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467353","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non sembra ancora arrivare a un punto di svolta il testa a testa fra Ita Airways-Lufthansa e la Commissione europea per un parere favorevole alle agognate nozze.\r\n\r\nDa Bruxelles la richiesta è quella di ulteriori sacrifici, visto che i rimedi finora messi sul tavolo dalle due compagnie aeree - cessione di 12 slot giornalieri a Milano Linate, apertura di easyJet e Volotea su alcune rotte in Italia e verso l'Europa centrale come pure il blocco per due anni all’ingresso di Ita nella jv venture transatlantica di Lufthansa con United Airlines e Air Canada - non placherebbero i dubbi dell'Antitrust in materia di concorrenza.\r\nGiorgetti\r\nIeri il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti ha incontrato la commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager: un incontro che ha prodotto dichiarazioni estremamente formali da parte del ministro: \"Abbiamo chiarito la nostra posizione, quella nostra e di Lufthansa. Adesso aspettiamo il verdetto\". Verdetto atteso per il prossimo 4 luglio.\r\n\r\nSul fronte Ue, la portavoce della Commissione  Lea Zuber ha aggiunto che la commissaria e il ministro “hanno discusso della transazione, in particolare dei rimedi presentati, e dei prossimi passi”.\r\n\r\nBruxelles punta quindi a incassare nuove garanzie e per questo ha interpellato i player del settore per verificare, attraverso un \"market test\", l’impatto delle proposte sulle dinamiche della concorrenza nei cieli europei. Il parere ottenuto contribuirà alla decisione della Commissione sul matrimonio che, almeno per oggi, non s'ha da fare. ","post_title":"Ita-Lufthansa: ancora freni dall'Ue, i rimedi proposti sono insufficienti","post_date":"2024-05-15T08:45:45+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1715762745000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti