3 February 2023

Ryanair accelera dal Veneto con 22 nuove rotte. Salgono a sei i velivoli basati nella regione

[ 0 ]

Nuovo scatto di Ryanair sul Veneto da dove, per l’estate, decolleranno 22 nuove rotte (85 in totale) dagli aeroporti di Treviso, Venezia e Verona; è previsto anche un aumento delle frequenze su 17 rotte già esistenti. La low cost baserà anche un ulteriore aeromobile a Venezia, con un investimento di 100 milioni di dollari e l’aggiunta di 30 posti di lavoro. Diventano quindi sei i velivoli posizionati sull’area, di cui 4 a Venezia e 2 a Treviso. Per la summer aumenteranno del 10% i voli da Verona e complessivamente i collegamenti settimanali saranno 850. 

Ulteriori investimenti sul Veneto sono subordinati al fatto che il Comune di Venezia riconsideri il suo progetto di introdurre una nuova tassa di 2,5 euro (per ogni passeggero in partenza) a partire da aprile 2023. “Il Comune dovrebbe mettere al primo posto l’economia ed il turismo locali, eliminare questa tassa e consentire a Ryanair di continuare a crescere con impatto positivo sui posti di lavoro/sull’occupazione e il turismo – spiega una nota della low cost -. Questa nuova tassa, che si aggiunge all’addizionale comunale pari a 6,5 euro (per ogni passeggero in partenza), non solo renderebbe Venezia non competitiva rispetto ad altre destinazioni Ue, ma impedirebbe alle compagnie aeree, come Ryanair, di investire e crescere ulteriormente; spostando invece la crescita verso altri aeroporti più efficienti dal punto di vista dei costi.

“La velocità con cui Ryanair ha saputo intercettare la ripresa del mercato in post pandemia è stata determinante per il recupero del traffico degli aeroporti veneti nel 2022, contribuendo per oltre il 30% ai 15 milioni di passeggeri complessivi che hanno utilizzato gli scali di Venezia, Treviso e Verona, ricoprendo la posizione di primo vettore su tutti e tre gli aeroporti – ha sottolineato il direttore commerciale e marketing aviation del Gruppo Save, Camillo Bozzolo -. La potenzialità del nostro territorio ha dimostrato ancora una volta, nonostante il periodo difficile, la sua resilienza e le ampie opportunità di crescita, soprattutto in relazione a nuovi mercati internazionali pronti ad esprimere il loro interesse per il Nord Est”.

Nel dettaglio le nuove rotta da Venezia sono: Alghero, Brindisi, Berlino, Birmingham, Bordeaux, Bournemouth, Bristol, Colonia, Dublino, Edinburgo, Lamezia e Manchester.

Da Verona si volerà anche verso Cork, Crotone, Danzica, Katowice, Marsiglia, Minorca, Santander, Tallin, Tolosa e Saragoza.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438522 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair aveva scommesso sull'Ucraina prima della guerra. E ora si prepara a tornare  nel Paese appena possibile, per questo sta reclutando piloti e personale di cabina per riportare la normalità.  Michael O'Leary, capo della compagnia aerea low cost, ha dichiarato che «attualmente stiamo reclutando un gran numero di piloti e membri dell'equipaggio di cabina in Ucraina, in modo da poter lanciare le nostre basi nel Paese. Ci impegniamo a tornare in Ucraina il prima possibile». I voli per l'Ucraina sono stati sospesi durante il mese di febbraio dello scorso anno, dopo l'invasione russa. O'Leary, all'epoca, disse che Ryanair sarebbe stata la prima compagnia aerea a tornare, non appena la guerra fosse finita. Piani di espansione Ryanair, che in Ucraina era in concorrenza con Wizz Air e con le due compagnie aeree locali, operava prima del conflitto in cinque aeroporti, poi ha annunciato l'intenzione di raggiungere tutti i dodici aeroporti e dedicare venti aerei alle proprie basi. In questi momenti, il personale ucraino può essere, intanto, una buona risorsa pe4r sostenere il personale in altre parti d'Europa. Ryanair, come British Airways ed Easyjet, ha subito offerto lavoro ai dipendenti della defunta Flybe che, in teoria, a questo punto avrebbero già dovuto essere collocati presso una delle compagnie aeree rivali. [post_title] => Ryanair recluta personale ucraino e punta a ritornare nel Paese [post_date] => 2023-02-02T11:54:54+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675338894000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438512 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è finalmente la data ufficiale di riapertura per il Terminal 2 dell'aeroporto di Milano Malpensa. Dal prossimo 31 maggio, dopo la chiusura causa pandemia nel 2020, il T2 tornerà ad essere la casa esclusiva di easyJet (saranno 23 gli aeromobili basati) con un look rinnovato. I lavori di riqualifica, iniziati a fine 2022, aumenteranno i servizi rivolti al passeggero attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate. E miglioreranno l’efficienza energetica del terminal e offriranno soluzioni tecniche per favorire aeromobili di ultima generazione. Il Terminal 2 sarà quindi più confortevole, innovativo e sostenibile. Un'area del check in sarà riservata al self bag drop, macchinari che permettono ai viaggiatori di imbarcare i bagagli in stiva in autonomia anche senza l’assistenza del personale di terra. L’area dei controlli di sicurezza sarà completamente ristrutturata, con nuove linee automatizzate di ultima generazione che consentiranno di ridurre i tempi di controllo e attesa dei passeggeri. Inoltre, sarà disponibile una macchina EDS-CB (Explosives Detection Systems for Cabin Baggage) che impiega una tecnologia Tac al passaggio del Fast Track, per effettuare i controlli senza la necessità di separare dal bagaglio a mano gli apparati elettronici e i liquidi. Infine, verranno realizzati nuovi spazi commerciali dedicati allo shopping e alla ristorazione. Sostenibilità Sotto il profilo della sostenibilità sono previsti interventi di adeguamento del piazzale di sosta degli aeromobili finalizzati ad accogliere nelle piazzole adiacenti al terminal i nuovi Airbus A321neo di easyJet, che consentono di produrre il 15% in meno di emissioni di CO2 e di ridurre del 50% l'impatto acustico durante le fasi di decollo e atterraggio rispetto agli aeroplani della precedente generazione. Per quanto riguarda l’efficientamento energetico si interverrà sugli impianti di condizionamento, sostituendo la vecchia centrale con una di ultima generazione, e sugli impianti di trasporto persone, con l’installazione di nuovi e più efficienti marciapiedi mobili, scale mobili ed ascensori in diversi punti dell’aerostazione. “Riaprire il Terminal 2 base storica di easyJet, prima compagnia aerea per voli e passeggeri a Malpensa, è un’ulteriore conferma cha abbiamo recuperato il traffico domestico e europeo - ha commentato Armando Brunini, ad di Sea -. Stiamo effettuando dei lavori di restyling dopo due anni di chiusura a causa della crisi sanitaria e abbiamo colto l’occasione per migliorare i servizi rivolti ai nostri passeggeri”.   [post_title] => Malpensa: il Terminal 2, casa di easyJet, riaprirà il 31 maggio [post_date] => 2023-02-02T11:19:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675336748000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438508 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_350850" align="alignleft" width="300"] Luca Riminucci[/caption] E' online la nuova piattaforma di Albatravel, con un'interfaccia più bella e leggibile, ma anche con schede hotel dalle informazioni complete e con la geolocalizzazione delle strutture, per una ricerca ancora più precisa. Non solo: i risultati delle ricerche ora sono migliori e, grazie a tecnologie sviluppate dall’azienda stessa, senza ripetizioni inutili di strutture o tipologia di camere, ma soprattutto veloci come mai prima e senza inutili attese. Il nuovo sistema di filtri dei risultati di ricerca personalizzati consente in particolare alle agenzie di proporre ai clienti proprio quello che stanno cercando e, una volta selezionata una soluzione, evita sgradite sorprese perché la disponibilità è sempre reale. Sul piano dell’offerta, invece, il nuovo sistema si interfaccia con molti più fornitori, anche locali, e catene alberghiere selezionate, per avere una maggiore scelta e prezzi più competitivi. “Il mondo intorno a noi evolve vorticosamente; la tecnologia corre trasformando giorno dopo giorno le modalità in cui i viaggi vengono proposti - spiega il direttore vendite di Albatravel - Whl, Luca Riminucci  -. La piattaforma vuole essere un reale strumento a beneficio delle agenzie clienti, che oggi dispongono di un prodotto unico grazie all’intelligenza artificiale, che permetterà loro di incrementare l’offerta e i volumi di vendita.” Per ora è possibile accedere al portale per prenotare hotel, voli, treni, trasferimenti e activities ma a breve saranno disponibili anche i tour e itinerari nel mondo, l’autonoleggio, i pacchetti volo/hotel e le assicurazioni. Assieme alla piattaforma, Albatravel ha anche presentato il nuovo marchio, per accompagnare il cambiamento con un modo di presentarsi, più moderno e adeguato ai tempi e alla rivoluzione digitale che la vede protagonista. “Invitiamo tutte le agenzie a unirsi a quella che noi definiamo la rivoluzione Albatravel - conclude Riminucci - e a provare subito i vantaggi di un operatore sicuro e affidabile, che opera da più di 30 anni nel settore e che ha deciso di affidarsi alle più avanzate tecnologie al servizio delle agenzie”.       [post_title] => Albatravel cambia logo e lancia la nuova piattaforma b2b [post_date] => 2023-02-02T10:32:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675333933000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438478 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Qatar Airways ed Airbus hanno messo la parola fine all'aspra controversia legale che le ha viste protagoniste negli ultimi 18 mesi, a causa del degrado della superficie dell'A350 e sul fermo dell'aeromobile A350. È ora in corso un progetto di riparazione ed entrambe le parti non vedono l'ora di riportare in volo questi velivoli in sicurezza. I dettagli dell'accordo - che le due parti hanno definito "amichevole e reciprocamente accettabile" - sono riservati; ora, si procederà a sospendere le rivendicazioni legali. In pratica, gli ordini cancellati per 23 A350 non consegnati e 50 A321neos sono stati ripristinati: è previsto il pagamento da parte di Airbus di diverse centinaia di milioni di dollari al vettore del Golfo, in cambio dall'esenzione di ulteriori richieste di risarcimento. "L'accordo transattivo non costituisce ammissione di responsabilità per nessuna delle parti - precisa una nota di Airbus -. L'intesa così raggiunta consentirà a Qatar Airways ed Airbus di andare avanti e lavorare insieme come partner". [post_title] => Airbus e Qatar Airways risolvono la disputa sugli A350 con un "accordo amichevole" [post_date] => 2023-02-02T09:19:03+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675329543000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438476 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair aggiunge Liverpool al network delle destinazioni servite da Roma Ciampino: la nuova destinazione sarà servita da due collegamenti alla settimana, a partire dal prossimo aprile. "Con l'avvicinarsi della Pasqua e dell'estate 2023, siamo lieti di offrire ancora più scelta e valore ai nostri clienti italiani con l'aggiunta di questa nuova rotta per Liverpool al nostro operativo per l'estate 2023, offrendo ai clienti di Roma una scelta ancora più ampia per programmare le tanto attese vacanze estive - ha dichiarato Mauro Bolla, country manager per l'Italia della low cost -. Per l'occasione abbiamo lanciato una promozione a tempo limitato dedicata a coloro che vogliono prenotare in anticipo le vacanze estive 2023, con tariffe a partire da 29,99 euro". [post_title] => Ryanair collegherà Roma Ciampino a Liverpool, dal prossimo aprile [post_date] => 2023-02-02T09:04:24+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675328664000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438367 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438368" align="alignleft" width="300"] Neal McMahon[/caption] Ryanair ha chiesto ancora una volta alla Commissione europea di agire immediatamente per proteggere i sorvoli durante l'ennesimo sciopero dei controllori del traffico aereo francese che si terrà dalle 17 del 30 gennaio alle 06 del 1° febbraio, come già avvenuto in Grecia e in Italia, e per evitare inutili disagi ai piani di viaggio dei cittadini europei provenienti da Irlanda, Italia, Portogallo, Spagna e Regno Unito. Secondo Ryanair "La Commissione europea guidata da Ursula von der Leyen ha ripetutamente fallito nel proteggere il mercato unico europeo dei viaggi aerei, consentendo che i voli che sorvolano la Francia venissero dirottati di volta in volta dai piccoli sindacati francesi dei controllori di volo, i quali chiudono i cieli sopra la Francia per i passeggeri dell'Ue che viaggiano da/verso Paesi al di fuori della Francia, mentre proteggono i voli dei cittadini francesi e i voli nazionali francesi. Centinaia di migliaia di passeggeri delle compagnie aeree hanno subito ritardi l'estate scorsa a causa degli scioperi dell'ATC francese, un problema che potrebbe essere facilmente risolto con l'intervento della Commissione europea per proteggere i sorvoli quando l'ATC dei singoli Stati membri sciopera, come già accade in Grecia e in Italia, e impedire che gli inutili disagi per i passeggeri dell'UE dell'estate scorsa si ripetano nell'estate 2023". «È inspiegabile che la Commissione europea continui a starsene con le mani in mano e a ignorare l'impatto diffuso che questi scioperi degli ATC francesi hanno sui passeggeri dell'Ue che non viaggiano nemmeno da/per la Francia, mentre il governo francese utilizza la sua politica di servizi minimi per proteggere i voli nazionali francesi per i cittadini francesi - ha commentato Neal McMahon, director of operation di Ryanair. Ryanair invita ancora una volta la Commissione Europea guidata da Ursula Von Der Leyen ad agire immediatamente per proteggere i cittadini europei che viaggiano da Irlanda, Italia, Spagna, Portogallo e Regno Unito, i cui piani di viaggio saranno inutilmente interrotti oggi (31 gennaio) a causa della ripetuta inazione della Commissione Europea per proteggere i sorvoli quando i controllori del traffico aereo francesi scioperano». Ryanair ha confermato di essere stata costretta a cancellare un piccolo numero di voli da/per la Francia oggi (31 gennaio) a causa di questo sciopero ingiustificato degli ATC e consiglia ai passeggeri che viaggiano da/per la Francia in questo periodo di controllare il sito web o l'app di Ryanair per gli aggiornamenti sullo stato dei voli prima di recarsi in aeroporto.     [post_title] => Ryanair: l'Ue intervenga per proteggere i sorvoli sui cieli francesi [post_date] => 2023-02-01T10:05:18+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675245918000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438398 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_335181" align="alignleft" width="300"] L'assessore al turismo della regione Emilia Romagna, Andrea Corsini[/caption] Sono 1,6 milioni di euro i ristori Covid non utilizzati che potranno essere destinati al sostegno delle imprese turistiche dell'Appennino emiliano-romagnolo colpite dalla mancanza di neve registrata in avvio della stagione sciistica.  E' quanto annuncia l'Emilia-Romagna dopo l'incontro tra il ministro del turismo, Daniela Santanché e le regioni cui ha partecipato anche l'assessore regionale al turismo Andrea Corsini. Alla prima tranche, viene evidenziato, potranno seguire a beneficio degli operatori emiliano-romagnoli, ulteriori 2,4 milioni sempre legati a fondi per l'emergenza Covid non spesi, ma di competenza del ministero dell'Economia e delle finanze mentre sono state confermate le risorse del Fondo unico nazionale per il turismo che per l'Emilia-Romagna valgono 7 milioni di euro. "Siamo soddisfatti per l'esito dell'incontro - dichiarano in una nota il presidente Stefano Bonaccini e l'assessore Corsini - e ringraziamo la ministra Santanché della disponibilità ad accogliere le proposte dell'Emilia-Romagna e delle Regioni per affrontare da subito, con misure concrete di sostegno, l'emergenza che ha colpito l'Appennino. E più in generale, ad avviare un confronto sulle prospettive dell'intero comparto turistico nazionale, a partire dalla applicazione della direttiva Bolkestein". [post_title] => Sostegno di 1,6 milioni per l'Appennino emiliano-romagnolo senza neve [post_date] => 2023-02-01T10:03:22+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675245802000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438365 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il ministero del turismo ha comunicato i termini di apertura e chiusura dello sportello per accedere ai finanziamenti del fondo rotativo delle imprese turistiche. Le imprese interessate potranno presentare domanda dal 1° marzo 2023 al 31 marzo 2023. Dal sito di Invitalia è già possibile scaricare la documentazione necessaria. Gli investimenti potranno riguardare programmi di riqualificazione energetica e antisismica, eliminazione di barriere architettoniche, manutenzione straordinaria e digitalizzazione, piscine termali, acquisto e rinnovo arredi. Le risorse disponibili per i contributi a fondo perduto sono pari a 180 mln per il periodo 2022 - 2025.  Possono richiedere l'incentivo tutte le aziende del comparto turistico, in particolare le imprese alberghiere che gestiscono un' attività ricettiva su immobili di terzi o che siano proprietari di immobili nei quali viene svolta attività ricettiva. Questa opportunità è particolarmente indicata per le catene alberghiere con hotel nelle regioni del Mezzogiorno per via del contributo a fondo perduto e per il fatto che l'incentivo è erogato secondo il regolamento GBER che non pone i massimali del de minimis o del quadro temporaneo. L'incentivo è un contributo a fondo perduto e un finanziamento agevolato per progetti compresi tra  500.000 euro e  10 milioni di euro di spese ammissibili. Le principali spese ammissibili sono macchinari, impianti e attrezzature  - ammissibili per il 100% del loro valore - mentre fabbricati, opere murarie per il 50%. Sarà possibile presentare domanda dal 1° marzo 2023 e sino al 31 marzo 2023, salvo esaurimento anticipato delle risorse. Le domande saranno valutate sulla base dell'ordine di presentazione. Le agevolazioni saranno erogate per stati di avanzamento lavori (SAL) per un massimo di 2, più l’ultimo a saldo. Tutte le informazioni aggiornate e l'elenco delle banche aderenti sono presenti sul sito di Invitalia. Gli incentivi saranno assicurati da un mix di contributo diretto alla spesa, finanziamento agevolato di Cassa Depositi e Prestiti e finanziamento bancario di pari importo e durata. I progetti devono essere realizzati entro il 31 dicembre 2025.     [post_title] => Ministero del turismo: i termini per ottenere il credito rotativo [post_date] => 2023-02-01T10:02:43+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675245763000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438357 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437509" align="alignleft" width="300"] L'assessore regionale al turismo, Sergio Emidio Bini,[/caption] «Un confronto molto proficuo con l'obiettivo di accrescere il coordinamento tra le regioni e il governo sulle politiche del turismo, in particolare sul versante della promozione»: questo il giudizio dell'assessore del Friuli Venezia Giulia alle attività produttive e al turismo Sergio Emidio Bini sulla riunione tenutasi oggi in modalità mista (presenza e videoconferenza) con il ministro del Turismo Daniela Santanché e i rappresentanti delle Regioni e delle Province autonome. "C'è la chiara sensazione di un cambio di passo - ha rilevato Bini - nel coinvolgimento dei territori, con l'obiettivo di avanzare in tempo breve sull'interoperabilità e di allestire un portale capace di evitare la dispersione dell'offerta Italia, valorizzando uno dei brand più reputati al mondo. «Altro aspetto fondamentale - ha sottolineato l'assessore - è l'interpretazione del turismo come asset industriale con cui è coerente la presentazione da parte del ministro di un piano strategico pluriennale che sarà ora al vaglio delle Regioni. Terzo punto rilevantissimo: la volontà di attivare un confronto periodico e sistematico con il pieno coinvolgimento dei territori». Bini ha ricordato, infine, che «il Friuli Venezia Giulia è stato apripista di questo percorso lungimirante avendo già stretto un'alleanza nella promozione turistica con il Veneto e l'Emilia Romagna». [post_title] => Bini (FVG): «Confronto migliore fra governo e regioni sul turismo» [post_date] => 2023-02-01T09:00:00+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675242000000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "ryanair accelera dal veneto con 22 nuove rotte salgono a sei i velivoli basati nella regione" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":75,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1831,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438522","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair aveva scommesso sull'Ucraina prima della guerra. E ora si prepara a tornare  nel Paese appena possibile, per questo sta reclutando piloti e personale di cabina per riportare la normalità. \r\n\r\nMichael O'Leary, capo della compagnia aerea low cost, ha dichiarato che «attualmente stiamo reclutando un gran numero di piloti e membri dell'equipaggio di cabina in Ucraina, in modo da poter lanciare le nostre basi nel Paese. Ci impegniamo a tornare in Ucraina il prima possibile».\r\n\r\nI voli per l'Ucraina sono stati sospesi durante il mese di febbraio dello scorso anno, dopo l'invasione russa. O'Leary, all'epoca, disse che Ryanair sarebbe stata la prima compagnia aerea a tornare, non appena la guerra fosse finita.\r\nPiani di espansione\r\nRyanair, che in Ucraina era in concorrenza con Wizz Air e con le due compagnie aeree locali, operava prima del conflitto in cinque aeroporti, poi ha annunciato l'intenzione di raggiungere tutti i dodici aeroporti e dedicare venti aerei alle proprie basi.\r\n\r\nIn questi momenti, il personale ucraino può essere, intanto, una buona risorsa pe4r sostenere il personale in altre parti d'Europa. Ryanair, come British Airways ed Easyjet, ha subito offerto lavoro ai dipendenti della defunta Flybe che, in teoria, a questo punto avrebbero già dovuto essere collocati presso una delle compagnie aeree rivali.","post_title":"Ryanair recluta personale ucraino e punta a ritornare nel Paese","post_date":"2023-02-02T11:54:54+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675338894000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438512","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è finalmente la data ufficiale di riapertura per il Terminal 2 dell'aeroporto di Milano Malpensa. Dal prossimo 31 maggio, dopo la chiusura causa pandemia nel 2020, il T2 tornerà ad essere la casa esclusiva di easyJet (saranno 23 gli aeromobili basati) con un look rinnovato. I lavori di riqualifica, iniziati a fine 2022, aumenteranno i servizi rivolti al passeggero attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate. E miglioreranno l’efficienza energetica del terminal e offriranno soluzioni tecniche per favorire aeromobili di ultima generazione. Il Terminal 2 sarà quindi più confortevole, innovativo e sostenibile.\r\nUn'area del check in sarà riservata al self bag drop, macchinari che permettono ai viaggiatori di imbarcare i bagagli in stiva in autonomia anche senza l’assistenza del personale di terra. L’area dei controlli di sicurezza sarà completamente ristrutturata, con nuove linee automatizzate di ultima generazione che consentiranno di ridurre i tempi di controllo e attesa dei passeggeri. Inoltre, sarà disponibile una macchina EDS-CB (Explosives Detection Systems for Cabin Baggage) che impiega una tecnologia Tac al passaggio del Fast Track, per effettuare i controlli senza la necessità di separare dal bagaglio a mano gli apparati elettronici e i liquidi. Infine, verranno realizzati nuovi spazi commerciali dedicati allo shopping e alla ristorazione.\r\nSostenibilità\r\nSotto il profilo della sostenibilità sono previsti interventi di adeguamento del piazzale di sosta degli aeromobili finalizzati ad accogliere nelle piazzole adiacenti al terminal i nuovi Airbus A321neo di easyJet, che consentono di produrre il 15% in meno di emissioni di CO2 e di ridurre del 50% l'impatto acustico durante le fasi di decollo e atterraggio rispetto agli aeroplani della precedente generazione.\r\n\r\nPer quanto riguarda l’efficientamento energetico si interverrà sugli impianti di condizionamento, sostituendo la vecchia centrale con una di ultima generazione, e sugli impianti di trasporto persone, con l’installazione di nuovi e più efficienti marciapiedi mobili, scale mobili ed ascensori in diversi punti dell’aerostazione.\r\n“Riaprire il Terminal 2 base storica di easyJet, prima compagnia aerea per voli e passeggeri a Malpensa, è un’ulteriore conferma cha abbiamo recuperato il traffico domestico e europeo - ha commentato Armando Brunini, ad di Sea -. Stiamo effettuando dei lavori di restyling dopo due anni di chiusura a causa della crisi sanitaria e abbiamo colto l’occasione per migliorare i servizi rivolti ai nostri passeggeri”.\r\n ","post_title":"Malpensa: il Terminal 2, casa di easyJet, riaprirà il 31 maggio","post_date":"2023-02-02T11:19:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1675336748000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438508","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_350850\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Luca Riminucci[/caption]\r\n\r\nE' online la nuova piattaforma di Albatravel, con un'interfaccia più bella e leggibile, ma anche con schede hotel dalle informazioni complete e con la geolocalizzazione delle strutture, per una ricerca ancora più precisa. Non solo: i risultati delle ricerche ora sono migliori e, grazie a tecnologie sviluppate dall’azienda stessa, senza ripetizioni inutili di strutture o tipologia di camere, ma soprattutto veloci come mai prima e senza inutili attese. Il nuovo sistema di filtri dei risultati di ricerca personalizzati consente in particolare alle agenzie di proporre ai clienti proprio quello che stanno cercando e, una volta selezionata una soluzione, evita sgradite sorprese perché la disponibilità è sempre reale.\r\nSul piano dell’offerta, invece, il nuovo sistema si interfaccia con molti più fornitori, anche locali, e catene alberghiere selezionate, per avere una maggiore scelta e prezzi più competitivi.\r\n\r\n“Il mondo intorno a noi evolve vorticosamente; la tecnologia corre trasformando giorno dopo giorno le modalità in cui i viaggi vengono proposti - spiega il direttore vendite di Albatravel - Whl, Luca Riminucci  -. La piattaforma vuole essere un reale strumento a beneficio delle agenzie clienti, che oggi dispongono di un prodotto unico grazie all’intelligenza artificiale, che permetterà loro di incrementare l’offerta e i volumi di vendita.”\r\n\r\nPer ora è possibile accedere al portale per prenotare hotel, voli, treni, trasferimenti e activities ma a breve saranno disponibili anche i tour e itinerari nel mondo, l’autonoleggio, i pacchetti volo/hotel e le assicurazioni. Assieme alla piattaforma, Albatravel ha anche presentato il nuovo marchio, per accompagnare il cambiamento con un modo di presentarsi, più moderno e adeguato ai tempi e alla rivoluzione digitale che la vede protagonista. “Invitiamo tutte le agenzie a unirsi a quella che noi definiamo la rivoluzione Albatravel - conclude Riminucci - e a provare subito i vantaggi di un operatore sicuro e affidabile, che opera da più di 30 anni nel settore e che ha deciso di affidarsi alle più avanzate tecnologie al servizio delle agenzie”.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Albatravel cambia logo e lancia la nuova piattaforma b2b","post_date":"2023-02-02T10:32:13+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675333933000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438478","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Qatar Airways ed Airbus hanno messo la parola fine all'aspra controversia legale che le ha viste protagoniste negli ultimi 18 mesi, a causa del degrado della superficie dell'A350 e sul fermo dell'aeromobile A350. È ora in corso un progetto di riparazione ed entrambe le parti non vedono l'ora di riportare in volo questi velivoli in sicurezza.\r\n\r\nI dettagli dell'accordo - che le due parti hanno definito \"amichevole e reciprocamente accettabile\" - sono riservati; ora, si procederà a sospendere le rivendicazioni legali.\r\n\r\nIn pratica, gli ordini cancellati per 23 A350 non consegnati e 50 A321neos sono stati ripristinati: è previsto il pagamento da parte di Airbus di diverse centinaia di milioni di dollari al vettore del Golfo, in cambio dall'esenzione di ulteriori richieste di risarcimento.\r\n\r\n\"L'accordo transattivo non costituisce ammissione di responsabilità per nessuna delle parti - precisa una nota di Airbus -. L'intesa così raggiunta consentirà a Qatar Airways ed Airbus di andare avanti e lavorare insieme come partner\".","post_title":"Airbus e Qatar Airways risolvono la disputa sugli A350 con un \"accordo amichevole\"","post_date":"2023-02-02T09:19:03+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675329543000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438476","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair aggiunge Liverpool al network delle destinazioni servite da Roma Ciampino: la nuova destinazione sarà servita da due collegamenti alla settimana, a partire dal prossimo aprile.\r\n\"Con l'avvicinarsi della Pasqua e dell'estate 2023, siamo lieti di offrire ancora più scelta e valore ai nostri clienti italiani con l'aggiunta di questa nuova rotta per Liverpool al nostro operativo per l'estate 2023, offrendo ai clienti di Roma una scelta ancora più ampia per programmare le tanto attese vacanze estive - ha dichiarato Mauro Bolla, country manager per l'Italia della low cost -. Per l'occasione abbiamo lanciato una promozione a tempo limitato dedicata a coloro che vogliono prenotare in anticipo le vacanze estive 2023, con tariffe a partire da 29,99 euro\".","post_title":"Ryanair collegherà Roma Ciampino a Liverpool, dal prossimo aprile","post_date":"2023-02-02T09:04:24+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675328664000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438367","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438368\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Neal McMahon[/caption]\r\n\r\nRyanair ha chiesto ancora una volta alla Commissione europea di agire immediatamente per proteggere i sorvoli durante l'ennesimo sciopero dei controllori del traffico aereo francese che si terrà dalle 17 del 30 gennaio alle 06 del 1° febbraio, come già avvenuto in Grecia e in Italia, e per evitare inutili disagi ai piani di viaggio dei cittadini europei provenienti da Irlanda, Italia, Portogallo, Spagna e Regno Unito.\r\nSecondo Ryanair \"La Commissione europea guidata da Ursula von der Leyen ha ripetutamente fallito nel proteggere il mercato unico europeo dei viaggi aerei, consentendo che i voli che sorvolano la Francia venissero dirottati di volta in volta dai piccoli sindacati francesi dei controllori di volo, i quali chiudono i cieli sopra la Francia per i passeggeri dell'Ue che viaggiano da/verso Paesi al di fuori della Francia, mentre proteggono i voli dei cittadini francesi e i voli nazionali francesi.\r\nCentinaia di migliaia di passeggeri delle compagnie aeree hanno subito ritardi l'estate scorsa a causa degli scioperi dell'ATC francese, un problema che potrebbe essere facilmente risolto con l'intervento della Commissione europea per proteggere i sorvoli quando l'ATC dei singoli Stati membri sciopera, come già accade in Grecia e in Italia, e impedire che gli inutili disagi per i passeggeri dell'UE dell'estate scorsa si ripetano nell'estate 2023\".\r\n«È inspiegabile che la Commissione europea continui a starsene con le mani in mano e a ignorare l'impatto diffuso che questi scioperi degli ATC francesi hanno sui passeggeri dell'Ue che non viaggiano nemmeno da/per la Francia, mentre il governo francese utilizza la sua politica di servizi minimi per proteggere i voli nazionali francesi per i cittadini francesi - ha commentato Neal McMahon, director of operation di Ryanair.\r\n\r\nRyanair invita ancora una volta la Commissione Europea guidata da Ursula Von Der Leyen ad agire immediatamente per proteggere i cittadini europei che viaggiano da Irlanda, Italia, Spagna, Portogallo e Regno Unito, i cui piani di viaggio saranno inutilmente interrotti oggi (31 gennaio) a causa della ripetuta inazione della Commissione Europea per proteggere i sorvoli quando i controllori del traffico aereo francesi scioperano».\r\nRyanair ha confermato di essere stata costretta a cancellare un piccolo numero di voli da/per la Francia oggi (31 gennaio) a causa di questo sciopero ingiustificato degli ATC e consiglia ai passeggeri che viaggiano da/per la Francia in questo periodo di controllare il sito web o l'app di Ryanair per gli aggiornamenti sullo stato dei voli prima di recarsi in aeroporto.\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Ryanair: l'Ue intervenga per proteggere i sorvoli sui cieli francesi","post_date":"2023-02-01T10:05:18+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675245918000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438398","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_335181\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] L'assessore al turismo della regione Emilia Romagna, Andrea Corsini[/caption]\r\n\r\nSono 1,6 milioni di euro i ristori Covid non utilizzati che potranno essere destinati al sostegno delle imprese turistiche dell'Appennino emiliano-romagnolo colpite dalla mancanza di neve registrata in avvio della stagione sciistica.\r\n E' quanto annuncia l'Emilia-Romagna dopo l'incontro tra il ministro del turismo, Daniela Santanché e le regioni cui ha partecipato anche l'assessore regionale al turismo Andrea Corsini.\r\nAlla prima tranche, viene evidenziato, potranno seguire a beneficio degli operatori emiliano-romagnoli, ulteriori 2,4 milioni sempre legati a fondi per l'emergenza Covid non spesi, ma di competenza del ministero dell'Economia e delle finanze mentre sono state confermate le risorse del Fondo unico nazionale per il turismo che per l'Emilia-Romagna valgono 7 milioni di euro.\r\n\r\n\"Siamo soddisfatti per l'esito dell'incontro - dichiarano in una nota il presidente Stefano Bonaccini e l'assessore Corsini - e ringraziamo la ministra Santanché della disponibilità ad accogliere le proposte dell'Emilia-Romagna e delle Regioni per affrontare da subito, con misure concrete di sostegno, l'emergenza che ha colpito l'Appennino. E più in generale, ad avviare un confronto sulle prospettive dell'intero comparto turistico nazionale, a partire dalla applicazione della direttiva Bolkestein\".","post_title":"Sostegno di 1,6 milioni per l'Appennino emiliano-romagnolo senza neve","post_date":"2023-02-01T10:03:22+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675245802000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438365","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il ministero del turismo ha comunicato i termini di apertura e chiusura dello sportello per accedere ai finanziamenti del fondo rotativo delle imprese turistiche. Le imprese interessate potranno presentare domanda dal 1° marzo 2023 al 31 marzo 2023.\r\nDal sito di Invitalia è già possibile scaricare la documentazione necessaria. Gli investimenti potranno riguardare programmi di riqualificazione energetica e antisismica, eliminazione di barriere architettoniche, manutenzione straordinaria e digitalizzazione, piscine termali, acquisto e rinnovo arredi.\r\nLe risorse disponibili per i contributi a fondo perduto sono pari a 180 mln per il periodo 2022 - 2025.  Possono richiedere l'incentivo tutte le aziende del comparto turistico, in particolare le imprese alberghiere che gestiscono un' attività ricettiva su immobili di terzi o che siano proprietari di immobili nei quali viene svolta attività ricettiva.\r\nQuesta opportunità è particolarmente indicata per le catene alberghiere con hotel nelle regioni del Mezzogiorno per via del contributo a fondo perduto e per il fatto che l'incentivo è erogato secondo il regolamento GBER che non pone i massimali del de minimis o del quadro temporaneo.\r\n\r\nL'incentivo è un contributo a fondo perduto e un finanziamento agevolato per progetti compresi tra  500.000 euro e  10 milioni di euro di spese ammissibili.\r\nLe principali spese ammissibili sono macchinari, impianti e attrezzature  - ammissibili per il 100% del loro valore - mentre fabbricati, opere murarie per il 50%.\r\n\r\nSarà possibile presentare domanda dal 1° marzo 2023 e sino al 31 marzo 2023, salvo esaurimento anticipato delle risorse. Le domande saranno valutate sulla base dell'ordine di presentazione. Le agevolazioni saranno erogate per stati di avanzamento lavori (SAL) per un massimo di 2, più l’ultimo a saldo.\r\n\r\nTutte le informazioni aggiornate e l'elenco delle banche aderenti sono presenti sul sito di Invitalia. Gli incentivi saranno assicurati da un mix di contributo diretto alla spesa, finanziamento agevolato di Cassa Depositi e Prestiti e finanziamento bancario di pari importo e durata. I progetti devono essere realizzati entro il 31 dicembre 2025.\r\n \r\n ","post_title":"Ministero del turismo: i termini per ottenere il credito rotativo","post_date":"2023-02-01T10:02:43+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675245763000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438357","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437509\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] L'assessore regionale al turismo, Sergio Emidio Bini,[/caption]\r\n\r\n«Un confronto molto proficuo con l'obiettivo di accrescere il coordinamento tra le regioni e il governo sulle politiche del turismo, in particolare sul versante della promozione»: questo il giudizio dell'assessore del Friuli Venezia Giulia alle attività produttive e al turismo Sergio Emidio Bini sulla riunione tenutasi oggi in modalità mista (presenza e videoconferenza) con il ministro del Turismo Daniela Santanché e i rappresentanti delle Regioni e delle Province autonome.\r\n\r\n\"C'è la chiara sensazione di un cambio di passo - ha rilevato Bini - nel coinvolgimento dei territori, con l'obiettivo di avanzare in tempo breve sull'interoperabilità e di allestire un portale capace di evitare la dispersione dell'offerta Italia, valorizzando uno dei brand più reputati al mondo.\r\n\r\n«Altro aspetto fondamentale - ha sottolineato l'assessore - è l'interpretazione del turismo come asset industriale con cui è coerente la presentazione da parte del ministro di un piano strategico pluriennale che sarà ora al vaglio delle Regioni. Terzo punto rilevantissimo: la volontà di attivare un confronto periodico e sistematico con il pieno coinvolgimento dei territori».\r\n\r\nBini ha ricordato, infine, che «il Friuli Venezia Giulia è stato apripista di questo percorso lungimirante avendo già stretto un'alleanza nella promozione turistica con il Veneto e l'Emilia Romagna».","post_title":"Bini (FVG): «Confronto migliore fra governo e regioni sul turismo»","post_date":"2023-02-01T09:00:00+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675242000000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti