16 June 2021

Emirates ed Etihad: cresce la domanda. In arrivo un aumento delle frequenze dall’Italia?

[ 0 ]

Un momento della presentazione Tourmeon a Milano

La progressiva implementazione dei voli Covid-tested sta portando i propri frutti e cresce la domanda per gli Emirati Arabi e per le altre destinazioni che beneficiano di tali accordi. Certo, c’è ancora qualche piccolo intoppo da chiarire: non sempre le autorità dei vari Paesi sono allineate sulla stessa pagina. E’ quanto per esempio sta avvenendo in questi giorni negli Stati Uniti, che pare siano ancora un po’ restii ad accogliere i viaggiatori in arrivo per motivazioni legate al turismo (al contrario di quanto asserisce la Farnesina). Ma tutto sommato la possibilità di poter volare da una destinazione all’altra senza l’obbligo di quarantena sta decisamente stimolando la domanda. Anche se, per quanto riguarda gli Emirati, permane a oggi il divieto di entrata nel Paese per motivazioni legate al turismo.

Lo ha raccontato in occasione dell’evento milanese di presentazione della dmc italiana a Dubai, Tourmeon, il  country manager Italia di Emirates, Flavio Ghiringhelli: “Sulla città emiratina  che ospiterà la prossima Expo  arriveremo ad avere a luglio un totale di 21 frequenze settimanali dall’Italia, in partenza da Venezia, Milano, Roma e Bologna. E su alcuni viaggi cominciamo già a registrare disponibilità ridotte. Certo, si tratta di livelli ancora lontani dalle 56 frequenze a settimana del 2019. Ma i segnali sono incoraggianti. E noi siamo pronti a incrementare l’offerta non appena le condizioni lo richiederanno“.

Situazione simile, ma con qualche differenza importante, per i cugini di Abu Dhabi: Etihad al momento è attiva con voli Covid tested dagli Emirati verso Milano per dieci frequenze settimanali, più tre ulteriori collegamenti per Roma. Quello che cambia, rispetto a Dubai, è che oltre al divieto di entrata per motivazioni legate al turismo, in questo caso rimane anche l’obbligo di quarantena per chi arriva dall’Italia (mentre per la direzione opposta si può naturalmente beneficiare delle tratte Covid-tested, che tuttavia in entrambi i casi sono unidirezionali: dagli Emirati, Dubai o Abu Dhabi, verso la Penisola). “Noi però speriamo comunque di poter aumentare presto la nostra capacità, soprattutto dalla Capitale”, ha dichiarato la country manager Italia, Antonella Cataldi.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti