23 June 2024

Cyprus Airways si affida ad Aviareps in Italia, come gsa e psa

[ 0 ]

Cyprus Airways ha scelto Aviareps quale rappresentante commerciale, ufficio prenotazioni e assistenza al passeggero per il mercato Italia. Obiettivo di rafforzare la strategia di posizionamento del brand tra i principali player del paese, promuovere le vendite di biglietti nonché offrire la migliore assistenza ai passeggeri provenienti dall’Italia.

«Siamo lieti di estendere la nostra collaborazione con Aviareps anche al mercato italiano (dopo quello svizzero, ndr) – afferma Stylianos Bekyras, international sales manager del vettore -. Questa partnership strategica ci consentirà di raggiungere nuovi segmenti di pubblico e massimizzare la promozione del nostro volo annuale da Milano Malpensa e del nuovo collegamento stagionale da Roma Fiumicino. Siamo fiduciosi che l’esperienza e la competenza del team italiano di Aviareps svolgeranno un ruolo fondamentale nel guidare la crescita di Cyprus Airways in questo mercato chiave per la nostra compagnia».

«Faremo del nostro meglio non solo per far incrementare l’awareness della compagnia tra i viaggiatori italiani, ma anche per aumentare le vendite dei biglietti» aggiunge .Giulio Santoro, gm di Aviareps Italy & vp South Europe.

Cyprus Airways opera con una flotta composta da aeromobili Airbus: in servizio anche il nuovo A220-300 che consente una riduzione del 25% di consumo di carburante (e delle emissioni di CO2) e del 50% di impatto acustico e di ossidi di azoto. E’ atteso per fine aprile l’ingresso in flotta di altri due A220-300.

La compagnia cripriota collega l’Italia a Larnaca dagli aeroporti di Milano Malpensa e Roma Fiumicino. I voli da Malpensa sono operati due volte a settimana (mercoledì e domenica) su base annuale, mentre il collegamento stagionale estivo da Roma Fiumicino sarà attivo il giovedì e la domenica dal 31 marzo e fino al 30 ottobre 2024.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469724 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si rafforza la collaborazione fra Air Transat e Porter Airlines, che in questo mese di giugno ha visto il lancio della prima fase della joint venture, aumentando in modo significativo l’accesso ad una vasta gamma di destinazioni in tutto il mondo. Air Transat, rappresentata in Italia da Rephouse Gsa, offre una vasta scelta di destinazioni operate da Porter in tutto il Canada, e in città selezionate degli Stati Uniti tra cui Boston, Chicago, Fort Lauderdale, Las Vegas, Los Angeles, New York, Orlando, Tampa e Washington. Porter propone invece voli diretti operati da Air Transat verso l'Europa da Toronto Pearson, Montréal-Trudeau e Québec City, ma anche voli di collegamento verso l'Europa da qualsiasi parte in Canada. «La nostra partnership sta migliorando l'esperienza di viaggio dei passeggeri integrando perfettamente i nostri servizi in Nord America e America Latina, nonché in Europa e Nord Africa - ha dichiarato Sebastian Ponce, chief revenue officer di Transat - Sfruttando i punti di forza delle nostre reti altamente complementari, ci impegniamo a offrire più scelta ai passeggeri con un servizio di alta qualità». «La crescente presenza di Porter in tutto il Nord America si adatta perfettamente alle rotte internazionali di Air Transat- ha dichiarato Edmond Eldebs, svp e chief commercial officer di Porter Airlines -. Siamo in grado di operare in modo indipendente e collaborativo, per offrire ai passeggeri più scelte quando prenotano il loro viaggio, sia con i nostri voli che per itinerari che richiedono collegamenti con entrambe le compagnie aeree». La vendita dei biglietti per queste nuove opzioni di volo è già stata aperta dallo scorso 13 giugno. Le nuove destinazioni verranno aperte progressivamente nelle prossime settimane. [post_title] => Air Transat: la partnership con Porter Airlines entra nel vivo e si amplia [post_date] => 2024-06-19T09:42:21+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718790141000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469648 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tal Aviation Group è stata scelta da Azerbaijan Airlines come agente di vendita generale per Bulgaria e Romania. La compagnia aerea di bandiera dell'Azerbaijan, opera voli verso oltre 50 destinazioni in Europa, Asia e Medio Oriente. Con Tal Aviation Group come gsa in questi nuovi mercati, il vettore amplia il proprio network, con l'apertura di voli diretti tra Baku e Sofia (dallo scorso 7 giugno) nonché voli tra Baku e Bucarest (dallo scorso 3 giugno). In qualità di gsa, Tal Aviation sarà responsabile della gestione delle operazioni di vendita, marketing e distribuzione per la compagnia aerea nei paesi, rafforzerà la presenza di Azerbaijan Airlines nella regione e la base clienti in Bulgaria e Romania. «Questa è una compagnia aerea fantastica con una solida reputazione di qualità e affidabilità e siamo fiduciosi che la nostra partnership sarà un grande successo» ha commentato Ginka Tsenova, business development director presso Tal Aviation Group. [post_title] => Azerbaijan Airlines ha scelto Tal Aviation Group come gsa in Bulgaria e Romania [post_date] => 2024-06-18T09:59:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718704781000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469506 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono dati più che incoraggianti quelli che arrivano dai Caraibi di Viva Resorts by Wyndham. Il gruppo ha infatti registrato a livello globale una crescita delle presenze del 3% nei primi sei mesi dell'anno rispetto al pari data 2023, con una proiezione di un più 6% sull'intero 2024. E in tale contesto cresce il peso del mercato Italia, già il terzo assoluto per volumi, che tra gennaio e giugno ha visto i pernottamenti salire del 13% con una previsione  di un +18% per l'anno completo.  "Il dato della Penisola è ancora più significativo - spiega la vice president sales and revenue manager Viva Resorts, Giuliana Carniel - se si considera che con il mercato tricolore lavoriamo praticamente solo su cinque - sei resort del nostro portfolio di otto strutture tra Repubblica Dominicana, Bahamas e Messico (presto nove con l'arrivo del Viva Miches in collaborazione con il brand Bravo di Alpitour, ndr)". L'Italia è particolarmente importante per il gruppo anche perché, insieme al mercato tedesco, è uno di quelli con il maggior numero di repeaters, circa il 20% del totale. Certo, come ormai da tempo sta notando la maggior parte degli operatori, anche Viva si trova ad affrontare una certa polarizzazione dei tempi di prenotazione: da una parte c'è tanto advance booking, praticato soprattutto dagli stessi repeaters e dai viaggiatori più consapevoli delle dinamiche di mercato; dall'altro avanza il sotto data, specialmente da parte dei giovani. "I mesi che stanno in mezzo sono la sfida che ci troviamo ad affrontare. Grazie ai gruppi e a promozioni specifiche riusciamo però quasi sempre a equilibrare gli andamenti della domanda". A monte di quest'ultima evoluzione c'è sicuramente il tema dei prezzi, con i consumatori che, in un contesto di elevata inflazione, sono sempre più propensi a prenotare nei periodi in cui le tariffe sono più basse. "I costi che continuano ad aumentare e lo scenario si fa più complesso - ammette Giuliana Carniel - In Messico, per esempio, sono cambiate le politiche sociali e di conseguenza sono aumentati i costi del personale, la moneta si è svalutata e alcuni dei beni primari hanno visto i prezzi impennarsi sino al 40%. Con la nuova presidente appena eletta, inoltre, gli stipendi potrebbero essere destinati a salire ulteriormente. Non solo: in Messico a volte è difficile perfino fare delle previsioni di budget, dato che voci come quella dell'energia elettrica possono balzare dal 20% semplicemente da un giorno all'altro. Alle Bahamas, per di più,, nonostante siano da sempre considerate un paradiso fiscale, il governo ha recentemente deciso di aumentare l'Iva". A fronte di tutto ciò, Viva si sforza però di contenere l'aumento dei prezzi, soprattutto nei confronti del mercato europeo che produce oltre il 50% del fatturato della compagnia e che già si trova ad avere a che fare con un balzo delle tariffe del volato di più del 30%. "E' per questo motivo che verso i Paesi del Vecchio continente abbiamo limitato gli aumenti al 4%, massimo 6% annuo, senza mai neppure avvicinarci a incrementi a doppia cifra percentuale - conclude Giuliana Carniel -. Recuperiamo invece qualcosa sui mercati più vicini, come quello sudamericano, il canadese e naturalmente gli Usa, che al momento pesano attorno al 15% del nostro giro d'affari".   [post_title] => Mercato Italia sempre più importante per Viva. Aumenti contenuti ma pesa l'inflazione [post_date] => 2024-06-14T13:21:16+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718371276000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469333 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Transat scalda i motori sulla pista di Lamezia dove, dal prossimo 13 giugno e fino al 3 ottobre, decolleranno i voli verso Toronto. «I voli diretti rappresentano l’unico collegamento point to point dalla Calabria a Toronto e un punto di riferimento consolidato sul mercato italiano - commenta Tiziana Della Serra, md di Rephouse Gsa, che rappresenta il vettore leisure canadese in Italia -. Air Transat opererà dal 13 giugno fino al 3 ottobre con un volo diretto a settimana Lamezia-Toronto il giovedì. Tutti i voli sono disponibili in gds». «Accogliamo con rinnovato entusiasmo il collegamento dall’aeroporto di Lamezia Terme per Toronto, operato da Air Transat grazie ad una partnership di lunga data - commenta Marco Franchini, amministratore Uunico di Sacal -. Per il bacino d’utenza dell’aeroporto di Lamezia Terme e per la regione Calabria, il Canada costituisce un mercato di riferimento importante non solo per i flussi turistici ma anche e soprattutto per i ricongiungimenti familiari. Il nostro obiettivo è avere, nel prossimo futuro un collegamento stabile per tutto l’anno, supportati dalla Regione Calabria con cui abbiamo avviato iniziative idonee a sviluppare maggiormente la connettività intercontinentale” I voli intercontinentali da Lamezia sono operati con aeromobili Airbus A330-200 o Airbus 330-300. [post_title] => Air Transat: dal 13 giugno torna il volo diretto Lamezia-Toronto [post_date] => 2024-06-12T11:11:10+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718190670000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469280 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Giappone, Cina, Thailandia, Indonesia. Sono le principali protagoniste del 2024 di Idee per Viaggiare. "Il successo di una destinazione dipende certo dalla programmazione e dalla qualità del prodotto. Ma pesa anche il mood del mercato. E questo è sicuramente il momento dell'Oriente, come un po' di anni fa è stato per Dubai", racconta il ceo di Idee per Viaggiare, Danilo Curzi. Il Giappone in particolare è ormai diventato la seconda meta per importanza dell'operatore capitolino, in termini di volumi e di marginalità. "La vera sorpresa dell'anno è stata però la Cina. Entrata nel nostro portfolio meno di un anno fa con l'acquisizione di Chinasia, ha immediatamente scalato tantissime posizioni e ora è al sesto-settimo posto, su una trentina di destinazioni totali, per fatturato generato. Laura Grassi (co-fondatrice di Chinasia, ndr) mi aveva raccontato delle potenzialità del prodotto. E ha avuto ragione. Sono felice ora di vederla contenta". Il boom dell'Oriente si inserisce peraltro in un contesto molto positivo per IpV. Dopo aver chiuso a fine ottobre lo scorso anno finanziario superando per la prima volta nella propria storia la soglia dei 100 milioni di euro di fatturato (toccando quota 107 mln), il to continua infatti nel suo trend di espansione: "Nel primo semestre abbiamo siamo già a +15% in termini di produzione e marginalità. E aumenta anche la quota di advance booking, con la nostra finestra media di prenotazione che si attesta ormai attorno ai 140 giorni di anticipo. Una tendenza che ci permette di pianificare meglio la programmazione, a volte persino consentendoci di aumentare l'offerta seguendo le esigenze del mercato. Ai clienti dà invece la possibilità di accedere a quotazioni più vantaggiose, grazie alle policy di pricing dinamico di vettori e strutture alberghiere". Il fenomeno è talmente importante che oggi Curzi può persino affermare che le tariffe medie di IpV sono in calo rispetto al 2023, nonostante il perdurare del contesto inflattivo globale. In tale scenario, gli Stati Uniti rimangono pur sempre la destinazione di punta del to. "Anche se devo ammettere che nell'ultimo mese abbiamo registrato una lieve flessione delle prenotazioni, attorno al 4%-5%. Un piccolo decremento, non in grado comunque di intaccare il trend di crescita registrato dagli Usa dell'anno finanziario preso nel suo complesso". Altro tassello importante del mondo IpV è poi quello rappresentato dall'attività di consolidatore: una delle nuove linee di business lanciate dall'operatore, diventate tanto importante "da portarci oggi a dire che non siamo più un semplice tour operator ma un'azienda che offre servizi turistici a 360 gradi", conclude Curzi.   [post_title] => Curzi, IpV: è il momento dell'Oriente. Giappone la conferma, Cina la sorpresa [post_date] => 2024-06-11T15:10:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718118620000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469151 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Anche per il 2024 Volotea sarà sponsor del Red Valley Festival, l’evento musicale che dal 2015 anima le notti sarde: la kermesse andrà in scena dal 14 al 17 agosto all’Olbia Arena con la partecipazione, tra gli altri, di Annalisa, Geolier, Max Pezzali, Ghali, Sfera Ebbasta, Salmo&Noyz, Macklemore, Tommaso Paradiso e Charlotte De Witte, giusto per citarne alcuni. “Rinnovare la sponsorship del Red Valley Festival significa confermare ancora una volta il nostro duraturo e fermo impegno verso la Sardegna e l’importanza strategica dell’isola, così come di Olbia, una delle nostre basi operative, ribadendo ulteriormente la nostra volontà di restare e proseguire il nostro percorso di crescita sul territorio – ha commentato Valeria Rebasti, international market director di Volotea -. Anche per quest’estate ci prepariamo a scendere in pista al Costa Smeralda con un’offerta senza precedenti in termini di destinazioni: son ben 28 i collegamenti che operiamo, 14 domestici e 14 internazionali, offrendo così la possibilità di raggiungere ancora più facilmente il festival più caldo dell’estate, per una vacanza all’insegna di musica, sole e mare”. Presente a Olbia dal 2012, Volotea collega l’aeroporto Costa Smeralda con 28 destinazioni, a conferma della centralità dello scalo sardo: 14 in Italia (Ancona, Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano Bergamo, Napoli, Palermo, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia e Verona) e 14 all’estero (Barcellona, Bilbao, Madrid, Valencia, Bordeaux, Brest, Deauville, Lille, Lione, Marsiglia, Nantes, Parigi Orly, Strasburgo e Tolosa). [post_title] => Volotea rinnova anche per il 2024 la sponsorship del Red Valley Festival di Olbia [post_date] => 2024-06-10T11:37:34+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718019454000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469136 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Primo operatore in Italia a rispondere presente sia alle richieste del documento di sintesi degli Stati generali sul diabete 2024, sia alle indicazioni del ministero dell’Istruzione in merito agli studenti con Disturbi specifici dell’apprendimento. Trinity ViaggiStudio organizza soggiorni all’estero finalizzati all’apprendimento delle lingue straniere anche per giovani con dm1 o dsa. Viene così raccolto l’invito lanciato quest’anno da Fesdi, l’Alleanza per il diabete, unitamente all’intergruppo parlamentare obesità, Diabete e Ncd. Il nono capitolo del documento licenziato, Tutelare i diritti della persona con diabete, prende infatti in considerazione sia l’ambito dell’attività lavorativa, sia scolastica e sportiva, col fine di garantire “il pieno accesso all’informazione, all’educazione terapeutica, alla sana alimentazione, ai corretti stili di vita e al supporto psicologico”. Analoghe raccomandazioni sono state incluse nel decreto Scuola 2024 per quanto attiene i Disturbi specifici di apprendimento. Solo questi ultimi, nell’ultimo rilievo mim condotto in Italia, sarebbero oltre 326 mila dal primo ciclo d’istruzione fino alle scuole superiori, incidendo su più del 5% della popolazione studentesca nazionale. Situazione ancor più complessa sul fronte del diabete mellito 1, in forte crescita fra i più giovani da dopo la pandemia di Covid19, con un tasso di diagnosi balzato al 27% nel 2019-2021, rispetto all’appena 2-4% degli anni precedenti, e destinato ad aumentare con incidenza ancor maggiore negli anni a venire. Grazie a sette accorgimenti fondamentali, il programma che ha sviluppato Trinity ViaggiStudio è quindi in grado di perseguire strategie educative che consentono di ottenere miglioramenti individuali notevoli e rafforzamento della motivazione, puntando sul coinvolgimento, la fiducia in se stessi, ma anche su una serie di lezioni in laboratorio informatico compreso nel pacchetto. In particolare, il personale Trinity provvede a: organizzare un ambiente di studio adatto; pianificare i task di apprendimento; facilitare le attività; prediligere lo speaking al writing e al reading; stimolare la curiosità; valorizzare i successi; sviluppare la capacità di concentrazione. Per quanto riguarda i pacchetti dm1, perfezionati sin dal 2016, la sicurezza dei ragazzi viene garantita attraverso la costante presenza di un medico e di un accompagnatore dedicato, affinché l’assistenza possa essere prestata in qualsiasi circostanza: dalle attività didattiche a quelle ricreative, dalle escursioni ai pasti, mettendo a disposizione medici che possano controllare la glicemia anche di notte e dormendo in prossimità dei ragazzi. Una terza offerta prevede infine un programma gluten friendly, basato sulla selezione di università che preparano cibi seguendo processi standardizzati, sicuri e pluritestati, in modo tale da poter condividere i pasti in compagnia di ogni altro partecipante, evitando code o lunghe attese per la consegna di piatti specifici non contaminati: col pacchetto Trinity, questi sono tutti serviti in un’area esclusiva, ma dove sia possibile anche sedere accanto ai propri amici di ogni giorno.   [post_title] => Trinity ViaggiStudio nel segno dell’inclusività: i programmi per studenti dsa, dm1 e celiaci [post_date] => 2024-06-10T11:28:06+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718018886000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468947 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways si affida a Sita per trasformare a livello globale l'infrastruttura di rete: la partnership includerà la migrazione dalla rete Mpls (Multiprotocol Label Switching) alla piattaforma Sita Connect Go. Sita fornirà le soluzioni all’avanguardia di software defined networking (Sdn) e secure service edge (Sse), per affrontare le sfide del futuro. «Esiste una chiara necessità sul mercato di soluzioni più efficienti ed economiche che aiutino a superare i vincoli delle reti wide-area network (Wan) - ha dichiarato Sergio Colella, presidente Europa di Sita -. Questa nuova partnership con Ita Airways è prova da un lato dell’impegno della compagnia aerea per ottimizzare le operazioni di rete, dall’altro della nostra capacità come Sita di adattarci alle esigenze, sempre in evoluzione, di tutto il settore del trasporto aereo». Sita Connect Go è, infatti, l'unica soluzione di rete e sicurezza integrata progettata specificamente per l'industria del trasporto aereo. Mira ad aiutare il settore a trasformare le proprie capacità di rete per soddisfare le esigenze in continua evoluzione in termini di capacità, resilienza, sicurezza e automazione, garantendo un contenimento dei costi operativi tramite una gestione più efficiente delle risorse di rete e l'adozione di tecnologie più economiche. L'aggiornamento della rete di Ita dovrebbe ridurre i costi a livello globale di circa il 20%, offrendo al contempo una serie di nuove funzionalità. «Fin dalla sua fondazione, Ita Airways, come nuova compagnia aerea di bandiera nazionale agile, flessibile e moderna, ha sempre adottato le migliori tecnologie disponibili, con un occhio al futuro - ha sottolineato Francesco Presicce, chief technology officer e accountable manager della compagnia aerea italiana -. Questa ricerca dell'evoluzione tecnologica, iniziata con la trasformazione del data center in cloud, oggi compie un ulteriore passo con la trasformazione e la migrazione dell'intera rete con le soluzioni tecnologiche più avanzate e sicure disponibili. Queste non solo rappresenteranno un risparmio in termini di costi, ma anche la capacità di abbracciare e gestire qualsiasi tecnologia e opportunità che si presenterà nei prossimi anni, come la mobilità, l'IoT e il cloud computing.” La partnership segna la prima implementazione di Sita Connect Go come soluzione unica per coprire integralmente i requisiti di rete della compagnia aerea. Ciò significa che, per la prima volta, Sita Connect Go armonizzerà l’intera rete di un cliente, offrendo gestione, operazioni e sicurezza semplificati.   [post_title] => Ita Airways trasforma l'infrastruttura di rete digitale con il supporto di Sita [post_date] => 2024-06-06T11:02:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717671729000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468942 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vueling, nell'anno del suo 20° anniversario di attività, ha celebrato un traguardo significativo a Venezia, dove ha superato quota 5 milioni di passeggeri. Dal Marco Polo la compagnia aerea del gruppo Iag opera per l'estate 2024 fino a tre voli giornalieri per Barcellona. Secondo Cirium, nel 2023 Vueling è stata la seconda compagnia più puntuale all’aeroporto di Venezia, con un tasso di puntualità dell’80,20%, ottenendo il primo posto nel primo trimestre del 2024 con un tasso di ben 94,1%. «In 20 anni di operatività in Italia, Vueling ha dimostrato il suo impegno nei confronti di questo paese. Venezia Marco Polo è un ottimo esempio dell’importanza di offrire un prodotto di livello ai clienti, in modo che possano adattare il viaggio in base alle loro esigenze - commenta Jordi Pla, director network & alliances -. Con fino a 3 frequenze giornaliere, Vueling offre diverse opzioni per tutti i tipi di viaggiatori, rendendo il viaggio molto più piacevole e facile. Collegando Venezia a Barcellona, ​​proponiamo ai viaggiatori maggiori connessioni con tutte le destinazioni di medio e corto raggio di Vueling, ma anche di lungo raggio grazie agli accordi di codeshare con altre compagnie». «L’aeroporto di Venezia è lieto di celebrare il traguardo dei 5 milioni di passeggeri complessivamente trasportati da Vueling al Marco Polo" – afferma Camillo Bozzolo, direttore commerciale aviation Gruppo Save -. Sin dall’inizio delle proprie operatività, nel 2006, Vueling si è affermato vettore di riferimento per i collegamenti tra Venezia e Barcellona, grazie alle sue frequenze plurigiornaliere. I flussi passeggeri tra il capoluogo catalano e Venezia riflettono una domanda sempre crescente, rappresentando la seconda direttrice di traffico del Marco Polo, con oltre mezzo milione di passeggeri trasportati nel 2023».  Oltre a Venezia, per la summer in corso Vueling opera collegamenti con altri 15 aeroporti italiani: Roma Fiumicino e Firenze (le sue due basi strategiche presenti nel paese), Milano Malpensa, Milano Linate, Torino, Genova, Venezia, Bologna, Napoli, Bari, Palermo, Catania, Comiso, Cagliari e Olbia. [post_title] => Vueling sulla Venezia-Barcellona: 5 milioni di passeggeri dal 2006 ad oggi [post_date] => 2024-06-06T10:38:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717670327000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "cyprus airways si affida ad aviareps in italia come gsa e psa" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":107,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":305,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469724","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si rafforza la collaborazione fra Air Transat e Porter Airlines, che in questo mese di giugno ha visto il lancio della prima fase della joint venture, aumentando in modo significativo l’accesso ad una vasta gamma di destinazioni in tutto il mondo.\r\nAir Transat, rappresentata in Italia da Rephouse Gsa, offre una vasta scelta di destinazioni operate da Porter in tutto il Canada, e in città selezionate degli Stati Uniti tra cui Boston, Chicago, Fort Lauderdale, Las Vegas, Los Angeles, New York, Orlando, Tampa e Washington. Porter propone invece voli diretti operati da Air Transat verso l'Europa da Toronto Pearson, Montréal-Trudeau e Québec City, ma anche voli di collegamento verso l'Europa da qualsiasi parte in Canada.\r\n«La nostra partnership sta migliorando l'esperienza di viaggio dei passeggeri integrando perfettamente i nostri servizi in Nord America e America Latina, nonché in Europa e Nord Africa - ha dichiarato Sebastian Ponce, chief revenue officer di Transat - Sfruttando i punti di forza delle nostre reti altamente complementari, ci impegniamo a offrire più scelta ai passeggeri con un servizio di alta qualità».\r\n\r\n«La crescente presenza di Porter in tutto il Nord America si adatta perfettamente alle rotte internazionali di Air Transat- ha dichiarato Edmond Eldebs, svp e chief commercial officer di Porter Airlines -. Siamo in grado di operare in modo indipendente e collaborativo, per offrire ai passeggeri più scelte quando prenotano il loro viaggio, sia con i nostri voli che per itinerari che richiedono collegamenti con entrambe le compagnie aeree».\r\nLa vendita dei biglietti per queste nuove opzioni di volo è già stata aperta dallo scorso 13 giugno. Le nuove destinazioni verranno aperte progressivamente nelle prossime settimane.","post_title":"Air Transat: la partnership con Porter Airlines entra nel vivo e si amplia","post_date":"2024-06-19T09:42:21+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718790141000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469648","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tal Aviation Group è stata scelta da Azerbaijan Airlines come agente di vendita generale per Bulgaria e Romania. La compagnia aerea di bandiera dell'Azerbaijan, opera voli verso oltre 50 destinazioni in Europa, Asia e Medio Oriente.\r\n\r\nCon Tal Aviation Group come gsa in questi nuovi mercati, il vettore amplia il proprio network, con l'apertura di voli diretti tra Baku e Sofia (dallo scorso 7 giugno) nonché voli tra Baku e Bucarest (dallo scorso 3 giugno).\r\n\r\nIn qualità di gsa, Tal Aviation sarà responsabile della gestione delle operazioni di vendita, marketing e distribuzione per la compagnia aerea nei paesi, rafforzerà la presenza di Azerbaijan Airlines nella regione e la base clienti in Bulgaria e Romania.\r\n\r\n«Questa è una compagnia aerea fantastica con una solida reputazione di qualità e affidabilità e siamo fiduciosi che la nostra partnership sarà un grande successo» ha commentato Ginka Tsenova, business development director presso Tal Aviation Group.","post_title":"Azerbaijan Airlines ha scelto Tal Aviation Group come gsa in Bulgaria e Romania","post_date":"2024-06-18T09:59:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718704781000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469506","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono dati più che incoraggianti quelli che arrivano dai Caraibi di Viva Resorts by Wyndham. Il gruppo ha infatti registrato a livello globale una crescita delle presenze del 3% nei primi sei mesi dell'anno rispetto al pari data 2023, con una proiezione di un più 6% sull'intero 2024. E in tale contesto cresce il peso del mercato Italia, già il terzo assoluto per volumi, che tra gennaio e giugno ha visto i pernottamenti salire del 13% con una previsione  di un +18% per l'anno completo.  \"Il dato della Penisola è ancora più significativo - spiega la vice president sales and revenue manager Viva Resorts, Giuliana Carniel - se si considera che con il mercato tricolore lavoriamo praticamente solo su cinque - sei resort del nostro portfolio di otto strutture tra Repubblica Dominicana, Bahamas e Messico (presto nove con l'arrivo del Viva Miches in collaborazione con il brand Bravo di Alpitour, ndr)\".\r\n\r\nL'Italia è particolarmente importante per il gruppo anche perché, insieme al mercato tedesco, è uno di quelli con il maggior numero di repeaters, circa il 20% del totale. Certo, come ormai da tempo sta notando la maggior parte degli operatori, anche Viva si trova ad affrontare una certa polarizzazione dei tempi di prenotazione: da una parte c'è tanto advance booking, praticato soprattutto dagli stessi repeaters e dai viaggiatori più consapevoli delle dinamiche di mercato; dall'altro avanza il sotto data, specialmente da parte dei giovani. \"I mesi che stanno in mezzo sono la sfida che ci troviamo ad affrontare. Grazie ai gruppi e a promozioni specifiche riusciamo però quasi sempre a equilibrare gli andamenti della domanda\".\r\n\r\nA monte di quest'ultima evoluzione c'è sicuramente il tema dei prezzi, con i consumatori che, in un contesto di elevata inflazione, sono sempre più propensi a prenotare nei periodi in cui le tariffe sono più basse. \"I costi che continuano ad aumentare e lo scenario si fa più complesso - ammette Giuliana Carniel - In Messico, per esempio, sono cambiate le politiche sociali e di conseguenza sono aumentati i costi del personale, la moneta si è svalutata e alcuni dei beni primari hanno visto i prezzi impennarsi sino al 40%. Con la nuova presidente appena eletta, inoltre, gli stipendi potrebbero essere destinati a salire ulteriormente. Non solo: in Messico a volte è difficile perfino fare delle previsioni di budget, dato che voci come quella dell'energia elettrica possono balzare dal 20% semplicemente da un giorno all'altro. Alle Bahamas, per di più,, nonostante siano da sempre considerate un paradiso fiscale, il governo ha recentemente deciso di aumentare l'Iva\".\r\n\r\nA fronte di tutto ciò, Viva si sforza però di contenere l'aumento dei prezzi, soprattutto nei confronti del mercato europeo che produce oltre il 50% del fatturato della compagnia e che già si trova ad avere a che fare con un balzo delle tariffe del volato di più del 30%. \"E' per questo motivo che verso i Paesi del Vecchio continente abbiamo limitato gli aumenti al 4%, massimo 6% annuo, senza mai neppure avvicinarci a incrementi a doppia cifra percentuale - conclude Giuliana Carniel -. Recuperiamo invece qualcosa sui mercati più vicini, come quello sudamericano, il canadese e naturalmente gli Usa, che al momento pesano attorno al 15% del nostro giro d'affari\".\r\n\r\n ","post_title":"Mercato Italia sempre più importante per Viva. Aumenti contenuti ma pesa l'inflazione","post_date":"2024-06-14T13:21:16+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1718371276000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469333","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Transat scalda i motori sulla pista di Lamezia dove, dal prossimo 13 giugno e fino al 3 ottobre, decolleranno i voli verso Toronto.\r\n«I voli diretti rappresentano l’unico collegamento point to point dalla Calabria a Toronto e un punto di riferimento consolidato sul mercato italiano - commenta Tiziana Della Serra, md di Rephouse Gsa, che rappresenta il vettore leisure canadese in Italia -. Air Transat opererà dal 13 giugno fino al 3 ottobre con un volo diretto a settimana Lamezia-Toronto il giovedì. Tutti i voli sono disponibili in gds».\r\n«Accogliamo con rinnovato entusiasmo il collegamento dall’aeroporto di Lamezia Terme per Toronto, operato da Air Transat grazie ad una partnership di lunga data - commenta Marco Franchini, amministratore Uunico di Sacal -. Per il bacino d’utenza dell’aeroporto di Lamezia Terme e per la regione Calabria, il Canada costituisce un mercato di riferimento importante non solo per i flussi turistici ma anche e soprattutto per i ricongiungimenti familiari. Il nostro obiettivo è avere, nel prossimo futuro un collegamento stabile per tutto l’anno, supportati dalla Regione Calabria con cui abbiamo avviato iniziative idonee a sviluppare maggiormente la connettività intercontinentale”\r\nI voli intercontinentali da Lamezia sono operati con aeromobili Airbus A330-200 o Airbus 330-300.","post_title":"Air Transat: dal 13 giugno torna il volo diretto Lamezia-Toronto","post_date":"2024-06-12T11:11:10+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718190670000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469280","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Giappone, Cina, Thailandia, Indonesia. Sono le principali protagoniste del 2024 di Idee per Viaggiare. \"Il successo di una destinazione dipende certo dalla programmazione e dalla qualità del prodotto. Ma pesa anche il mood del mercato. E questo è sicuramente il momento dell'Oriente, come un po' di anni fa è stato per Dubai\", racconta il ceo di Idee per Viaggiare, Danilo Curzi. Il Giappone in particolare è ormai diventato la seconda meta per importanza dell'operatore capitolino, in termini di volumi e di marginalità. \"La vera sorpresa dell'anno è stata però la Cina. Entrata nel nostro portfolio meno di un anno fa con l'acquisizione di Chinasia, ha immediatamente scalato tantissime posizioni e ora è al sesto-settimo posto, su una trentina di destinazioni totali, per fatturato generato. Laura Grassi (co-fondatrice di Chinasia, ndr) mi aveva raccontato delle potenzialità del prodotto. E ha avuto ragione. Sono felice ora di vederla contenta\".\r\n\r\nIl boom dell'Oriente si inserisce peraltro in un contesto molto positivo per IpV. Dopo aver chiuso a fine ottobre lo scorso anno finanziario superando per la prima volta nella propria storia la soglia dei 100 milioni di euro di fatturato (toccando quota 107 mln), il to continua infatti nel suo trend di espansione: \"Nel primo semestre abbiamo siamo già a +15% in termini di produzione e marginalità. E aumenta anche la quota di advance booking, con la nostra finestra media di prenotazione che si attesta ormai attorno ai 140 giorni di anticipo. Una tendenza che ci permette di pianificare meglio la programmazione, a volte persino consentendoci di aumentare l'offerta seguendo le esigenze del mercato. Ai clienti dà invece la possibilità di accedere a quotazioni più vantaggiose, grazie alle policy di pricing dinamico di vettori e strutture alberghiere\". Il fenomeno è talmente importante che oggi Curzi può persino affermare che le tariffe medie di IpV sono in calo rispetto al 2023, nonostante il perdurare del contesto inflattivo globale.\r\n\r\nIn tale scenario, gli Stati Uniti rimangono pur sempre la destinazione di punta del to. \"Anche se devo ammettere che nell'ultimo mese abbiamo registrato una lieve flessione delle prenotazioni, attorno al 4%-5%. Un piccolo decremento, non in grado comunque di intaccare il trend di crescita registrato dagli Usa dell'anno finanziario preso nel suo complesso\". Altro tassello importante del mondo IpV è poi quello rappresentato dall'attività di consolidatore: una delle nuove linee di business lanciate dall'operatore, diventate tanto importante \"da portarci oggi a dire che non siamo più un semplice tour operator ma un'azienda che offre servizi turistici a 360 gradi\", conclude Curzi.\r\n\r\n ","post_title":"Curzi, IpV: è il momento dell'Oriente. Giappone la conferma, Cina la sorpresa","post_date":"2024-06-11T15:10:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1718118620000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469151","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Anche per il 2024 Volotea sarà sponsor del Red Valley Festival, l’evento musicale che dal 2015 anima le notti sarde: la kermesse andrà in scena dal 14 al 17 agosto all’Olbia Arena con la partecipazione, tra gli altri, di Annalisa, Geolier, Max Pezzali, Ghali, Sfera Ebbasta, Salmo&Noyz, Macklemore, Tommaso Paradiso e Charlotte De Witte, giusto per citarne alcuni.\r\n\r\n“Rinnovare la sponsorship del Red Valley Festival significa confermare ancora una volta il nostro duraturo e fermo impegno verso la Sardegna e l’importanza strategica dell’isola, così come di Olbia, una delle nostre basi operative, ribadendo ulteriormente la nostra volontà di restare e proseguire il nostro percorso di crescita sul territorio – ha commentato Valeria Rebasti, international market director di Volotea -. Anche per quest’estate ci prepariamo a scendere in pista al Costa Smeralda con un’offerta senza precedenti in termini di destinazioni: son ben 28 i collegamenti che operiamo, 14 domestici e 14 internazionali, offrendo così la possibilità di raggiungere ancora più facilmente il festival più caldo dell’estate, per una vacanza all’insegna di musica, sole e mare”.\r\n\r\nPresente a Olbia dal 2012, Volotea collega l’aeroporto Costa Smeralda con 28 destinazioni, a conferma della centralità dello scalo sardo: 14 in Italia (Ancona, Bari, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Milano Bergamo, Napoli, Palermo, Pisa, Roma Fiumicino, Torino, Venezia e Verona) e 14 all’estero (Barcellona, Bilbao, Madrid, Valencia, Bordeaux, Brest, Deauville, Lille, Lione, Marsiglia, Nantes, Parigi Orly, Strasburgo e Tolosa).","post_title":"Volotea rinnova anche per il 2024 la sponsorship del Red Valley Festival di Olbia","post_date":"2024-06-10T11:37:34+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718019454000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469136","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Primo operatore in Italia a rispondere presente sia alle richieste del documento di sintesi degli Stati generali sul diabete 2024, sia alle indicazioni del ministero dell’Istruzione in merito agli studenti con Disturbi specifici dell’apprendimento. Trinity ViaggiStudio organizza soggiorni all’estero finalizzati all’apprendimento delle lingue straniere anche per giovani con dm1 o dsa. Viene così raccolto l’invito lanciato quest’anno da Fesdi, l’Alleanza per il diabete, unitamente all’intergruppo parlamentare obesità, Diabete e Ncd.\r\n\r\nIl nono capitolo del documento licenziato, Tutelare i diritti della persona con diabete, prende infatti in considerazione sia l’ambito dell’attività lavorativa, sia scolastica e sportiva, col fine di garantire “il pieno accesso all’informazione, all’educazione terapeutica, alla sana alimentazione, ai corretti stili di vita e al supporto psicologico”. Analoghe raccomandazioni sono state incluse nel decreto Scuola 2024 per quanto attiene i Disturbi specifici di apprendimento.\r\n\r\nSolo questi ultimi, nell’ultimo rilievo mim condotto in Italia, sarebbero oltre 326 mila dal primo ciclo d’istruzione fino alle scuole superiori, incidendo su più del 5% della popolazione studentesca nazionale. Situazione ancor più complessa sul fronte del diabete mellito 1, in forte crescita fra i più giovani da dopo la pandemia di Covid19, con un tasso di diagnosi balzato al 27% nel 2019-2021, rispetto all’appena 2-4% degli anni precedenti, e destinato ad aumentare con incidenza ancor maggiore negli anni a venire.\r\n\r\nGrazie a sette accorgimenti fondamentali, il programma che ha sviluppato Trinity ViaggiStudio è quindi in grado di perseguire strategie educative che consentono di ottenere miglioramenti individuali notevoli e rafforzamento della motivazione, puntando sul coinvolgimento, la fiducia in se stessi, ma anche su una serie di lezioni in laboratorio informatico compreso nel pacchetto. In particolare, il personale Trinity provvede a: organizzare un ambiente di studio adatto; pianificare i task di apprendimento; facilitare le attività; prediligere lo speaking al writing e al reading; stimolare la curiosità; valorizzare i successi; sviluppare la capacità di concentrazione.\r\n\r\nPer quanto riguarda i pacchetti dm1, perfezionati sin dal 2016, la sicurezza dei ragazzi viene garantita attraverso la costante presenza di un medico e di un accompagnatore dedicato, affinché l’assistenza possa essere prestata in qualsiasi circostanza: dalle attività didattiche a quelle ricreative, dalle escursioni ai pasti, mettendo a disposizione medici che possano controllare la glicemia anche di notte e dormendo in prossimità dei ragazzi.\r\n\r\nUna terza offerta prevede infine un programma gluten friendly, basato sulla selezione di università che preparano cibi seguendo processi standardizzati, sicuri e pluritestati, in modo tale da poter condividere i pasti in compagnia di ogni altro partecipante, evitando code o lunghe attese per la consegna di piatti specifici non contaminati: col pacchetto Trinity, questi sono tutti serviti in un’area esclusiva, ma dove sia possibile anche sedere accanto ai propri amici di ogni giorno.\r\n\r\n ","post_title":"Trinity ViaggiStudio nel segno dell’inclusività: i programmi per studenti dsa, dm1 e celiaci","post_date":"2024-06-10T11:28:06+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718018886000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468947","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways si affida a Sita per trasformare a livello globale l'infrastruttura di rete: la partnership includerà la migrazione dalla rete Mpls (Multiprotocol Label Switching) alla piattaforma Sita Connect Go. Sita fornirà le soluzioni all’avanguardia di software defined networking (Sdn) e secure service edge (Sse), per affrontare le sfide del futuro.\r\n«Esiste una chiara necessità sul mercato di soluzioni più efficienti ed economiche che aiutino a superare i vincoli delle reti wide-area network (Wan) - ha dichiarato Sergio Colella, presidente Europa di Sita -. Questa nuova partnership con Ita Airways è prova da un lato dell’impegno della compagnia aerea per ottimizzare le operazioni di rete, dall’altro della nostra capacità come Sita di adattarci alle esigenze, sempre in evoluzione, di tutto il settore del trasporto aereo».\r\nSita Connect Go è, infatti, l'unica soluzione di rete e sicurezza integrata progettata specificamente per l'industria del trasporto aereo. Mira ad aiutare il settore a trasformare le proprie capacità di rete per soddisfare le esigenze in continua evoluzione in termini di capacità, resilienza, sicurezza e automazione, garantendo un contenimento dei costi operativi tramite una gestione più efficiente delle risorse di rete e l'adozione di tecnologie più economiche. L'aggiornamento della rete di Ita dovrebbe ridurre i costi a livello globale di circa il 20%, offrendo al contempo una serie di nuove funzionalità.\r\n«Fin dalla sua fondazione, Ita Airways, come nuova compagnia aerea di bandiera nazionale agile, flessibile e moderna, ha sempre adottato le migliori tecnologie disponibili, con un occhio al futuro - ha sottolineato Francesco Presicce, chief technology officer e accountable manager della compagnia aerea italiana -. Questa ricerca dell'evoluzione tecnologica, iniziata con la trasformazione del data center in cloud, oggi compie un ulteriore passo con la trasformazione e la migrazione dell'intera rete con le soluzioni tecnologiche più avanzate e sicure disponibili. Queste non solo rappresenteranno un risparmio in termini di costi, ma anche la capacità di abbracciare e gestire qualsiasi tecnologia e opportunità che si presenterà nei prossimi anni, come la mobilità, l'IoT e il cloud computing.”\r\nLa partnership segna la prima implementazione di Sita Connect Go come soluzione unica per coprire integralmente i requisiti di rete della compagnia aerea. Ciò significa che, per la prima volta, Sita Connect Go armonizzerà l’intera rete di un cliente, offrendo gestione, operazioni e sicurezza semplificati.\r\n ","post_title":"Ita Airways trasforma l'infrastruttura di rete digitale con il supporto di Sita","post_date":"2024-06-06T11:02:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1717671729000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468942","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Vueling, nell'anno del suo 20° anniversario di attività, ha celebrato un traguardo significativo a Venezia, dove ha superato quota 5 milioni di passeggeri.\r\n\r\nDal Marco Polo la compagnia aerea del gruppo Iag opera per l'estate 2024 fino a tre voli giornalieri per Barcellona. Secondo Cirium, nel 2023 Vueling è stata la seconda compagnia più puntuale all’aeroporto di Venezia, con un tasso di puntualità dell’80,20%, ottenendo il primo posto nel primo trimestre del 2024 con un tasso di ben 94,1%.\r\n\r\n«In 20 anni di operatività in Italia, Vueling ha dimostrato il suo impegno nei confronti di questo paese. Venezia Marco Polo è un ottimo esempio dell’importanza di offrire un prodotto di livello ai clienti, in modo che possano adattare il viaggio in base alle loro esigenze - commenta Jordi Pla, director network & alliances -. Con fino a 3 frequenze giornaliere, Vueling offre diverse opzioni per tutti i tipi di viaggiatori, rendendo il viaggio molto più piacevole e facile. Collegando Venezia a Barcellona, ​​proponiamo ai viaggiatori maggiori connessioni con tutte le destinazioni di medio e corto raggio di Vueling, ma anche di lungo raggio grazie agli accordi di codeshare con altre compagnie».\r\n\r\n«L’aeroporto di Venezia è lieto di celebrare il traguardo dei 5 milioni di passeggeri complessivamente trasportati da Vueling al Marco Polo\" – afferma Camillo Bozzolo, direttore commerciale aviation Gruppo Save -. Sin dall’inizio delle proprie operatività, nel 2006, Vueling si è affermato vettore di riferimento per i collegamenti tra Venezia e Barcellona, grazie alle sue frequenze plurigiornaliere. I flussi passeggeri tra il capoluogo catalano e Venezia riflettono una domanda sempre crescente, rappresentando la seconda direttrice di traffico del Marco Polo, con oltre mezzo milione di passeggeri trasportati nel 2023». \r\n\r\nOltre a Venezia, per la summer in corso Vueling opera collegamenti con altri 15 aeroporti italiani: Roma Fiumicino e Firenze (le sue due basi strategiche presenti nel paese), Milano Malpensa, Milano Linate, Torino, Genova, Venezia, Bologna, Napoli, Bari, Palermo, Catania, Comiso, Cagliari e Olbia.","post_title":"Vueling sulla Venezia-Barcellona: 5 milioni di passeggeri dal 2006 ad oggi","post_date":"2024-06-06T10:38:47+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1717670327000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti