3 February 2023

Albawings e Forlì Airport celebrano il primo anno di partnership con una “serata albanese”

[ 0 ]

Una serata speciale per celebrare una partnership altrettanto speciale. Protagonista al Naima Club di Forlì sono state Albawings e Forlì Airport insieme a oltre 500 membri della comunità albanese provenienti da tutto il nord Italia. “A un anno dall’inizio delle nostre operazioni di volo da e per Forlì, era giusto celebrare il successo della nostra partnership con la società di gestione del Luigi Ridolfi – ha dichiarato Gentjan Kole, fondatore di Albawings-. Abbiamo pensato che il modo migliore per farlo fosse quello di organizzare una serata dedicata alla comunità albanese che vive in Italia ed utilizza i nostri servizi per fare ritorno a casa. L’entusiasmo con il quale è stato accolto questo evento testimonia ancora una volta l’attaccamento alla patria, alle tradizioni e alla cultura albanese anche di chi, oggi, per vari motivi è lontano dalla propria terra di origine”.

Momento clou della serata è stata l’esibizione del cantante albanese Sinan Hoxha, molto noto come interprete del turbo-folk albanese (Tallava). “La partecipazione a questo evento è andata oltre ogni più rosea aspettativa e testimonia l’attaccamento della comunità albanese al territorio della Romagna – ha aggiunto Giuseppe Silvestrini, presidente della Forlì Airport Srl -. La presenza di così tante famiglie che hanno raggiunto Forlì per trascorrere una serata in armonia rafforza ancora di più il ruolo di “ponte” tra Paesi e culture che la nostra città rappresenta insieme con il suo aeroporto”.

 



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438543 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il turismo del wedding premia l'Italia: nel 2022 è stata scenario di oltre 11 mila matrimoni stranieri. La Toscana si conferma la regione italiana più richiesta, col 21% del totale: la seguono Lombardia, Campania, Puglia, Sicilia, Lazio. E' quanto emerge dall'Osservatorio Destination Weddings in Italy, condotto da Centro Studi Turistici, finanziato dal ministero del Turismo e presentato da Enit e Convention Bureau Italia. Fatturati alti In base alla durata del soggiorno delle coppie e degli invitati alla cerimonia, per il 2022 si stimano 619mila arrivi e oltre 2 milioni di presenze turistiche, producendo un fatturato stimato di 599 milioni di euro, circa l'11% in più rispetto ai livelli stimati nel 2019. Nel 2022 gli Stati Uniti sono stati il principale paese di provenienza delle coppie straniere che hanno deciso di celebrare il matrimonio in Italia (29,2%), ma oltre il 57% degli eventi sono stati generati da coppie di sposi residenti in Paesi europei. E' rilevante anche il movimento turistico generato dagli sposi italiani all'interno dei confini: si stima che nel 2022 siano stati più di 7.000 i matrimoni di coppie italiane celebrati in una regione diversa dalla propria. [post_title] => Matrimoni stranieri in Italia: nel 2022 il fatturato è di 599 milioni [post_date] => 2023-02-02T12:31:47+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675341107000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438466 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438470" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Tommaso Bertini, Pier Ezhaya e il direttore del museo, Christian Greco[/caption] "Il turismo, al di là di quello che a volte si pensa, è qualcosa di più profondo di una semplice vacanza: è un ponte gettato tra culture diverse; una risorsa economica importante, che spesso garantisce alle economie più deboli opportunità uniche di sviluppo... Chi viaggia, che sia per vacanza, per scoperta o per cultura, torna ogni volta più ricco e cambiato nel profondo. E forse, più importante di tutti, il turismo è stabilizzatore di pace". C'è grande orgoglio nelle parole di Pier Ezhaya, che ha presentato oggi a Torino la nuova partnership tra Alpitour World e il museo Egizio della città. Una collaborazione che è anche la prima declinazione del nuovo percorso dell'operatore, inaugurato lo scorso novembre con il lancio della nuova immagine e del nuovo logo. "Rappresenta inoltre un segnale importante per Torino - ha aggiunto il direttore generale tour operating della compagnia -. Una città che per noi rappresenta comunque il baricentro dell'azienda, attorno a cui ruotano tutte le altre sedi". La partnership con il museo Egizio si tradurrà quindi in un investimento quadriennale del valore complessivo di 800 mila euro, grazie al quale Alpitour sosterrà alcuni importanti progetti culturali e di rinnovamento dell'istituto torinese. Protagonista della collaborazione con il museo sarà in particolare il brand Francorosso, che nel corso del 2023 organizzerà tra le altre cose il programma Speciale Estate: un ciclo di sette appuntamenti con entrata gratuita nell'istituto espositivo torinese. A ciò si aggiungerà una serie di progetti di edutainment dedicati ai miniclub dei propri resort, nonché l'iniziativa Liberi di imparare, che coinvolgerà le copie di alcuni reperti realizzate dai detenuti del penitenziario di Torino. "Tra i piani a cui stiamo pensando a questo riguardo - ha raccontato il direttore marketing, Tommaso Bertini - c'è anche quello di portare queste opere in giro per l'Italia, in una sorta di tour espositivo che premierà le migliori agenzie partner". Ma il supporto di Alpitour al museo si tradurrà anche in un contributo importante a quello che può essere considerato la fase clou del piano di partnership quadriennale. Nel 2024 si celebrerà infatti il bicentenario dell'istituto torinese e per quella occasione è già in programma il ridisegno di alcuni spazi espositivi, tra cui l'accesso, la Galleria dei Re, l'ipogeo e il tempio di Ellesija. Il tutto con l'obiettivo di farli diventare sempre più luoghi di incontro e di condivisione, nonché anelli di congiunzione tra digitale e fisico in collegamento con città e territorio.   [post_title] => "Il turismo è più di una vacanza": nuova partnership Alpitour-museo Egizio [post_date] => 2023-02-01T15:29:34+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675265374000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438438 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Wizz Air alla ricerca di nuovi piloti da inserire nel proprio organico: la low cost ha organizzato un open day a Milano per il prossimo 4 febbraio a Milano. Attualmente la compagnia aerea sta attivamente reclutando Capitani e Primi Ufficiali esperti con licenza Easa da inserire nelle sue basi europee in continua crescita (35 basi in 14 Paesi) La giornata milanese si svolgerà presso il Crowne Plaza Milan - Malpensa Airport (Via Arturo Ferrarin, 7 - Case Nuove, VA) alle ore 10:00. La registrazione non è obbligatoria. I candidati potranno immergersi nel mondo Wizz, conoscere il network e i piani futuri della compagnia aerea, le condizioni di formazione e di impiego, le opportunità di carriera, la progressione, i piani retributivi e i benefit. Tutte le posizioni aperte sono disponibili anche sul sito web di reclutamento piloti della compagnia aerea, dove i candidati sono invitati a presentare la propria candidatura in qualsiasi momento. [post_title] => Wizz Air recluta nuovi piloti: open day a Milano il prossimo 4 febbraio [post_date] => 2023-02-01T11:53:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675252433000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438390 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Flyr presenterà istanza di fallimento dopo non essere riuscita a raccogliere la liquidità necessaria per le sue operazioni. La comunicazione ufficiale da parte della low cost norvegese è arrivata ieri in tarda serata: "Realisticamente non ci sono più opportunità per risolvere la mancanza di liquidità a breve termine", ha precisato il vettore sottolineando che la decisione del consiglio di amministrazione è stata unanime. "Tutte le partenze e le vendite di biglietti sono state di conseguenza annullate". Saranno circa 400 i dipendenti che perderanno il loro posto di lavoro a causa del fallimento. Flyr, che aveva avviato le operazioni a metà del 2021 collegando destinazioni nazionali in Norvegia e in Europa, ha dichiarato lunedì che la debolezza dei mercati finanziari e l'incertezza sulla domanda di viaggi aerei hanno impedito di raccogliere ulteriori fondi. Il vettore opera con una flotta in leasing di 12 aerei Boeing 737, tra cui sei 737 Max, acquistati da Air Lease Corp. Lo scorso ottobre la low cost aveva annunciato pesanti tagli alle spese per preservare la liquidità durante l'inverno, compresi i licenziamenti, e che avrebbe sospeso le rotte non redditizie. [post_title] => Flyr rimane a terra e chiede il fallimento. A soli 19 mesi dal primo volo [post_date] => 2023-02-01T09:27:34+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675243654000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438328 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437301" align="alignleft" width="300"] Dina Ravera[/caption] Destination Italia, leader nel turismo incoming esperienziale nel segmento Luxury B2B, e Portale Sardegna, specializzata nel settore incoming turistico nella destinazione Sardegna ed anche Puglia, Sicilia e resto d’Italia, entrambe quotate su Euronext Growth Milan, annunciano che i rispettivi consigli di amministrazione hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Portale Sardegna in Destination Italia. L’operazione è stata approvata in esecuzione dell’accordo vincolante sottoscritto dalle parti in data 25 novembre 2022. L’obiettivo dell’operazione è quello di creare un gruppo leader nel settore incoming Italia, capace di competere nei mercati internazionali B2B e B2C con i principali big player in diversi segmenti, tra i quali il luxury di alta qualità, attraverso la creazione di economie di scala, la valorizzazione degli asset societari e del know-how tecnologico presenti nelle due realtà. Da un punto di vista del mercato, la complementarità tra le due aziende si concretizza nelle grandi opportunità di cross-selling: Destination Italia conta su oltre 1.000 clienti (tour operator internazionali), viaggiatori da oltre 100 paesi ed un network di 10.000 fornitori di servizi turistici locali; Portale Sardegna porta in dote oltre 2,98 milioni di utenti unici annuali ed il network dei Local Expert. Da un punto di vista tecnologico, il portafoglio delle due società è fortemente sinergico. Da parte di Destination Italia, la capacità di automazione delle prenotazioni (machine learning), il canale distributivo machine-to-machine (xml) e le forti competenze in business intelligence consentiranno di intermediare e gestire prenotazioni massive da parte dei Tour Operator internazionali, insieme alle migliaia di fornitori di servizi turistici sul territorio italiano. Con l’operazione, Portale Sardegna apporterà tecnologie e competenze complementari al patrimonio tecnologico di Destination Italia. Dina Ravera, azionista di riferimento di Destination Italia, ha ricordato che la business combinatio è «un’idea nata circa un anno fa con due obiettivi primari; da un lato offrire una soluzione al problema della frammentazione del mercato degli operatori turistici, dall’altro far crescere il turismo verso il nostro Paese forti di una struttura e di una dimensione in grado di affrontare i mercati internazionali ed i grandi player di settore operanti worldwide». Per Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna, «le due aziende per percorsi diversi maturati nel corso del tempo presentano una complementarietà che di fatto rende questa fusione un matrimonio perfetto in grado di creare benefici per tutti gli stakeholder a partire dai nostri azionisti». La stipula dell’atto di fusione, essendosi verificate tutte le condizioni necessarie al proseguimento dell’operazione, è prevista entro la prima metà del mese di giugno 2023, previo decorso del termine per l’opposizione da parte dei creditori sociali delle due società, ed è subordinata all’approvazione del progetto comune di fusione da parte delle rispettive Assemblee dei soci, previste indicativamente entro il mese di marzo 2023. A seguito del perfezionamento dell’operazione, quindi, il capitale sociale di Destination Italia, come risultante dalla fusione, sarà detenuto per circa il 75% dagli attuali azionisti di Destination Italia e per circa il 25% dagli attuali azionisti di Portale Sardegna, fatto salvo quanto riportato al successivo punto. Gli attuali soci di Portale Sardegna Massimiliano Cossu, Marco Demurtas, Acacia Travel Holding e Flexagon contestualmente alla stipula dell’atto di fusione, si obbligheranno a sottoscrivere un accordo di lock-up avente ad oggetto il 90% delle azioni di Destination Italia che saranno assegnate ai medesimi per effetto del perfezionamento dell’Operazione. Tale impegno sarà valido sino alla data dell’Assemblea dei soci di Destination Italia, quale società risultante dall’Operazione, chiamata a deliberare sul bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2025. [post_title] => Destination Italia-Portale Sardegna: i cda approvano la fusione [post_date] => 2023-01-31T11:58:11+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675166291000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438323 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Quest’anno fra le grandi novità dell’offerta del Gruppo Travel trova un posto preminente il Travel Open Village Party, che si svolgerà nella serata del 13 febbraio alla Maison Milano. L’evento avrà come partner I Grandi Viaggi, la Repubblica Dominicana ed ETOA, l’associazione europea dei tour operator, che ha 1100 membri e fa un lavoro di forte presenza e di supporto all’interno delle istituzioni europee. L’idea di fondo di questo aggancio con il mondo dell’entertainment, nasce dalla volontà di dare anche una forma di leggerezza al lavoro dell’agente di viaggio e perché no?, anche al nostro e a quello di tutti i partner della serata.. Ed è proprio per l’adv che nasce l’idea del party. Per consentire loro di continuare a fare networking, di lavorare con i partner della serata, anche in un clima disteso e divertente. Da segnalare infine che per ETOA sarà presente il segretario generale, Tim Fairhurst e Danja Nebuloni, country representative Italy. [post_title] => Travel Open Village Party: alla Maison Milano il 13 febbraio [post_date] => 2023-01-31T11:13:11+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675163591000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438195 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volano alti gli utili di Ryanair nel terzo trimestre dell'esercizio 2022-23: nei tre mesi chiusi lo scorso 31 dicembre la low cost ha riportato un utile di 211 milioni di euro rispetto al dato pre-Covid dello stesso periodo di 88 milioni di euro. Ryanair ha sottolineato in una nota che la forte domanda di viaggi repressa durante le festività natalizie e di ottobre (senza alcun impatto negativo da Covid o dalla guerra in Ucraina) ha stimolato traffico e tariffe elevate in tutti i mercati.  "Ryanair si è assicurata forti guadagni di quote di mercato nei principali mercati dell'Unione europea poiché abbiamo gestito il 112% della nostra capacità pre-Covid durante i primi 9 mesi dell'anno fiscale - ha affermato il ceo del gruppo, Michael O'Leary - Le crescite più significative di market share sono state in Italia (dal 26% al 40%), Polonia (dal 27% al 38%), Irlanda (dal 49% al 58%) e Spagna (dal 21% al 23%)". "Con i turisti asiatici che stanno tornando e un forte dollaro Usa che incoraggia gli americani a viaggiare in Europa, stiamo assistendo a una forte domanda di voli per la Pasqua e l'estate 2023", ha aggiunto. Ryanair si aspetta ancora di trasportare 168 milioni di passeggeri nell'anno fiscale fino al 31 marzo, ben al di sopra del precedente record annuale di 149 milioni raggiunto prima della pandemia. Allo stesso modo la low cost ha confermato le stime al rialzo per i profitti dell'intero esercizio, che saranno compresi tra 1,325-1,425 miliardi di euro (precedentemente 1,00-1,20 miliardi). [post_title] => Ryanair da record nel terzo trimestre. Domanda robusta per Pasqua ed estate [post_date] => 2023-01-30T08:41:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675068068000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438081 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_438082" align="alignleft" width="300"] Carlos Muñoz[/caption] Notizie positive sul fronte del ricettivo. Hotelbeds e NH Hotel Group celebrano il positivo primo anno della loro alleanza. L'associazione ha trainato una crescita delle vendite nel 2022 fino al 69% rispetto a quelle pre-pandemia, con punte del +76% nell'ultimo quadrimestre. Il direttore commerciale del gruppo alberghiero, Carlos Muñoz, evidenzia che "nonostante alcuni venti contrari nel settore nel 2022, il primo anno della nostra associazione con NH è stato un clamoroso successo, con gli ultimi quattro mesi dell'anno particolarmente incoraggianti.”. Un esempio di globalizzazione Da parte sua, il direttore commerciale di NH, Fernando Vives, si è complimentato : "Hotelbeds che ha sostenuto la crescita di NH Group in tutto il mondo, ma soprattutto nelle regioni Asia-Pacifico e Medio Oriente, Africa e India, aiutandoci ad accedere a mercati e segmenti difficili da raggiungere”. L'accordo fornisce ai clienti di Hotelbeds l'accesso alle 355 proprietà di NH Hotel Group in 31 paesi in tutto il mondo come parte del loro status di partnership privilegiata. Ha inoltre fornito al gruppo alberghiero spagnolo l'accesso a 60.000 acquirenti di viaggi con sede in oltre 140 mercati di origine in tutto il mondo, inclusi canali di alto valore come agenzie di viaggio, tour operator, compagnie aeree e programmi di riscatto punti. [post_title] => Hotelbeds e NH Hotel Group: positivo il primo anno [post_date] => 2023-01-27T11:32:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674819156000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437989 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437990" align="alignleft" width="300"] Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano[/caption] I crescenti legami tra Jamaica e Sierra Leone segnalano un bisogno da parte di entrambi i paesi di ingrandire i propri bacini d’utenza turistica oltre che alle regioni più tradizionali. E il momento perfetto per buttare reti più grandi, poiché le regioni caraibiche e africane stanno rinnovando e riconfigurando i propri settori turistici a seguito delle massicce interruzioni dovute al Covid-19. La Sierra Leone ha legami storici molto importanti con il Nord America, la popolazione ha molti legami familiari negli Stati Uniti, dove sono note le attrazioni Jamaicane e Caraibiche. Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano afferma : "Con la forte associazione storica e culturale tra Jiamaica e Sierra Leone, è strategico collaborare e rafforzare la nostra cooperazione turistica" e aggiunge : "Entrambi i paesi hanno molto da offrire nel turismo e possiamo capitalizzare su questo per costruire nuove esperienze per i nostri visitatori" Il ministro del turismo Sierraleonense Memunatu Pratt ha recentemente discusso di molti temi con il ministro Bartlett, parlando di connettività aerea, formazione e sviluppo, attività di marketing e promozionali, scambi culturali, diversificazione turistica, crescita e resilienza. Oltre al turismo, la cooperazione Sud-Sud di tecnologia e innovazione dovrebbe essere utile per entrambi gli stati, dato che il dinamismi dell'innovazione africana sta iniziando interessare l'attenzione dei paesi più ricchi dell'occidente. L'operazione di resilienza della Jamaica, insieme a tutti gli stati caraibici, andrá a beneficio di tutte le economie nascenti africane, che si muovono verso l'indipendenza economica. La crescita sostenibile nel turismo e in altri settori dipende fortemente dalla resilienza e dallo spazio fornito per l'innovazione e per lo sviluppo incentrato sulla comunità. "La pandemia è stata l'esempio più tangibile della vulnerabilità del turismo, quindi una delle principali aree di interesse sarà la resilienza e la costruzione della resilienza per garantire il futuro del settore. È fondamentale costruire la capacità nel turismo di resistere e recuperare e tornare più forti per i prossime interruzioni che potremmo incontrare". commenta il ministro Barlett. Entrambi i ministri parteciperanno alla prossima Global Tourism Resilience Conference a Kingston presso la sede regionale dell'Università West Indies' dal 15 al 17 di febbraio 2023. Ulteriori discussioni per finalizzare un memorandum d'intesa tra i due paesi si terranno a margine dell'incontro sul turismo. [post_title] => Intesa per il turismo fra la Jamaica e la Sierra Leone [post_date] => 2023-01-26T11:16:43+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674731803000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "albawings e forli airport celebrano il primo anno di partnership con una serata albanese" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":111,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":783,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438543","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il turismo del wedding premia l'Italia: nel 2022 è stata scenario di oltre 11 mila matrimoni stranieri. La Toscana si conferma la regione italiana più richiesta, col 21% del totale: la seguono Lombardia, Campania, Puglia, Sicilia, Lazio.\r\n\r\nE' quanto emerge dall'Osservatorio Destination Weddings in Italy, condotto da Centro Studi Turistici, finanziato dal ministero del Turismo e presentato da Enit e Convention Bureau Italia.\r\nFatturati alti\r\nIn base alla durata del soggiorno delle coppie e degli invitati alla cerimonia, per il 2022 si stimano 619mila arrivi e oltre 2 milioni di presenze turistiche, producendo un fatturato stimato di 599 milioni di euro, circa l'11% in più rispetto ai livelli stimati nel 2019.\r\n\r\nNel 2022 gli Stati Uniti sono stati il principale paese di provenienza delle coppie straniere che hanno deciso di celebrare il matrimonio in Italia (29,2%), ma oltre il 57% degli eventi sono stati generati da coppie di sposi residenti in Paesi europei.\r\n\r\nE' rilevante anche il movimento turistico generato dagli sposi italiani all'interno dei confini: si stima che nel 2022 siano stati più di 7.000 i matrimoni di coppie italiane celebrati in una regione diversa dalla propria.","post_title":"Matrimoni stranieri in Italia: nel 2022 il fatturato è di 599 milioni","post_date":"2023-02-02T12:31:47+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1675341107000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438466","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438470\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Tommaso Bertini, Pier Ezhaya e il direttore del museo, Christian Greco[/caption]\r\n\r\n\"Il turismo, al di là di quello che a volte si pensa, è qualcosa di più profondo di una semplice vacanza: è un ponte gettato tra culture diverse; una risorsa economica importante, che spesso garantisce alle economie più deboli opportunità uniche di sviluppo... Chi viaggia, che sia per vacanza, per scoperta o per cultura, torna ogni volta più ricco e cambiato nel profondo. E forse, più importante di tutti, il turismo è stabilizzatore di pace\". C'è grande orgoglio nelle parole di Pier Ezhaya, che ha presentato oggi a Torino la nuova partnership tra Alpitour World e il museo Egizio della città.\r\n\r\nUna collaborazione che è anche la prima declinazione del nuovo percorso dell'operatore, inaugurato lo scorso novembre con il lancio della nuova immagine e del nuovo logo. \"Rappresenta inoltre un segnale importante per Torino - ha aggiunto il direttore generale tour operating della compagnia -. Una città che per noi rappresenta comunque il baricentro dell'azienda, attorno a cui ruotano tutte le altre sedi\".\r\n\r\nLa partnership con il museo Egizio si tradurrà quindi in un investimento quadriennale del valore complessivo di 800 mila euro, grazie al quale Alpitour sosterrà alcuni importanti progetti culturali e di rinnovamento dell'istituto torinese. Protagonista della collaborazione con il museo sarà in particolare il brand Francorosso, che nel corso del 2023 organizzerà tra le altre cose il programma Speciale Estate: un ciclo di sette appuntamenti con entrata gratuita nell'istituto espositivo torinese. A ciò si aggiungerà una serie di progetti di edutainment dedicati ai miniclub dei propri resort, nonché l'iniziativa Liberi di imparare, che coinvolgerà le copie di alcuni reperti realizzate dai detenuti del penitenziario di Torino. \"Tra i piani a cui stiamo pensando a questo riguardo - ha raccontato il direttore marketing, Tommaso Bertini - c'è anche quello di portare queste opere in giro per l'Italia, in una sorta di tour espositivo che premierà le migliori agenzie partner\".\r\n\r\nMa il supporto di Alpitour al museo si tradurrà anche in un contributo importante a quello che può essere considerato la fase clou del piano di partnership quadriennale. Nel 2024 si celebrerà infatti il bicentenario dell'istituto torinese e per quella occasione è già in programma il ridisegno di alcuni spazi espositivi, tra cui l'accesso, la Galleria dei Re, l'ipogeo e il tempio di Ellesija. Il tutto con l'obiettivo di farli diventare sempre più luoghi di incontro e di condivisione, nonché anelli di congiunzione tra digitale e fisico in collegamento con città e territorio.\r\n\r\n ","post_title":"\"Il turismo è più di una vacanza\": nuova partnership Alpitour-museo Egizio","post_date":"2023-02-01T15:29:34+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675265374000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438438","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Wizz Air alla ricerca di nuovi piloti da inserire nel proprio organico: la low cost ha organizzato un open day a Milano per il prossimo 4 febbraio a Milano. Attualmente la compagnia aerea sta attivamente reclutando Capitani e Primi Ufficiali esperti con licenza Easa da inserire nelle sue basi europee in continua crescita (35 basi in 14 Paesi)\r\n\r\nLa giornata milanese si svolgerà presso il Crowne Plaza Milan - Malpensa Airport (Via Arturo Ferrarin, 7 - Case Nuove, VA) alle ore 10:00. La registrazione non è obbligatoria. I candidati potranno immergersi nel mondo Wizz, conoscere il network e i piani futuri della compagnia aerea, le condizioni di formazione e di impiego, le opportunità di carriera, la progressione, i piani retributivi e i benefit. Tutte le posizioni aperte sono disponibili anche sul sito web di reclutamento piloti della compagnia aerea, dove i candidati sono invitati a presentare la propria candidatura in qualsiasi momento.","post_title":"Wizz Air recluta nuovi piloti: open day a Milano il prossimo 4 febbraio","post_date":"2023-02-01T11:53:53+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675252433000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438390","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Flyr presenterà istanza di fallimento dopo non essere riuscita a raccogliere la liquidità necessaria per le sue operazioni. La comunicazione ufficiale da parte della low cost norvegese è arrivata ieri in tarda serata: \"Realisticamente non ci sono più opportunità per risolvere la mancanza di liquidità a breve termine\", ha precisato il vettore sottolineando che la decisione del consiglio di amministrazione è stata unanime. \"Tutte le partenze e le vendite di biglietti sono state di conseguenza annullate\".\r\n\r\nSaranno circa 400 i dipendenti che perderanno il loro posto di lavoro a causa del fallimento.\r\n\r\nFlyr, che aveva avviato le operazioni a metà del 2021 collegando destinazioni nazionali in Norvegia e in Europa, ha dichiarato lunedì che la debolezza dei mercati finanziari e l'incertezza sulla domanda di viaggi aerei hanno impedito di raccogliere ulteriori fondi. Il vettore opera con una flotta in leasing di 12 aerei Boeing 737, tra cui sei 737 Max, acquistati da Air Lease Corp.\r\n\r\nLo scorso ottobre la low cost aveva annunciato pesanti tagli alle spese per preservare la liquidità durante l'inverno, compresi i licenziamenti, e che avrebbe sospeso le rotte non redditizie.","post_title":"Flyr rimane a terra e chiede il fallimento. A soli 19 mesi dal primo volo","post_date":"2023-02-01T09:27:34+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675243654000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438328","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437301\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Dina Ravera[/caption]\r\n\r\nDestination Italia, leader nel turismo incoming esperienziale nel segmento Luxury B2B, e Portale Sardegna, specializzata nel settore incoming turistico nella destinazione Sardegna ed anche Puglia, Sicilia e resto d’Italia, entrambe quotate su Euronext Growth Milan, annunciano che i rispettivi consigli di amministrazione hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Portale Sardegna in Destination Italia. L’operazione è stata approvata in esecuzione dell’accordo vincolante sottoscritto dalle parti in data 25 novembre 2022.\r\n\r\nL’obiettivo dell’operazione è quello di creare un gruppo leader nel settore incoming Italia, capace di competere nei mercati internazionali B2B e B2C con i principali big player in diversi segmenti, tra i quali il luxury di alta qualità, attraverso la creazione di economie di scala, la valorizzazione degli asset societari e del know-how tecnologico presenti nelle due realtà.\r\n\r\nDa un punto di vista del mercato, la complementarità tra le due aziende si concretizza nelle grandi opportunità di cross-selling: Destination Italia conta su oltre 1.000 clienti (tour operator internazionali), viaggiatori da oltre 100 paesi ed un network di 10.000 fornitori di servizi turistici locali; Portale Sardegna porta in dote oltre 2,98 milioni di utenti unici annuali ed il network dei Local Expert. Da un punto di vista tecnologico, il portafoglio delle due società è fortemente sinergico.\r\n\r\nDa parte di Destination Italia, la capacità di automazione delle prenotazioni (machine learning), il canale distributivo machine-to-machine (xml) e le forti competenze in business intelligence consentiranno di intermediare e gestire prenotazioni massive da parte dei Tour Operator internazionali, insieme alle migliaia di fornitori di servizi turistici sul territorio italiano. Con l’operazione, Portale Sardegna apporterà tecnologie e competenze complementari al patrimonio tecnologico di Destination Italia.\r\n\r\nDina Ravera, azionista di riferimento di Destination Italia, ha ricordato che la business combinatio è «un’idea nata circa un anno fa con due obiettivi primari; da un lato offrire una soluzione al problema della frammentazione del mercato degli operatori turistici, dall’altro far crescere il turismo verso il nostro Paese forti di una struttura e di una dimensione in grado di affrontare i mercati internazionali ed i grandi player di settore operanti worldwide».\r\n\r\nPer Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna, «le due aziende per percorsi diversi maturati nel corso del tempo presentano una complementarietà che di fatto rende questa fusione un matrimonio perfetto in grado di creare benefici per tutti gli stakeholder a partire dai nostri azionisti».\r\n\r\nLa stipula dell’atto di fusione, essendosi verificate tutte le condizioni necessarie al proseguimento dell’operazione, è prevista entro la prima metà del mese di giugno 2023, previo decorso del termine per l’opposizione da parte dei creditori sociali delle due società, ed è subordinata all’approvazione del progetto comune di fusione da parte delle rispettive Assemblee dei soci, previste indicativamente entro il mese di marzo 2023.\r\n\r\nA seguito del perfezionamento dell’operazione, quindi, il capitale sociale di Destination Italia, come risultante dalla fusione, sarà detenuto per circa il 75% dagli attuali azionisti di Destination Italia e per circa il 25% dagli attuali azionisti di Portale Sardegna, fatto salvo quanto riportato al successivo punto.\r\n\r\nGli attuali soci di Portale Sardegna Massimiliano Cossu, Marco Demurtas, Acacia Travel Holding e Flexagon contestualmente alla stipula dell’atto di fusione, si obbligheranno a sottoscrivere un accordo di lock-up avente ad oggetto il 90% delle azioni di Destination Italia che saranno assegnate ai medesimi per effetto del perfezionamento dell’Operazione. Tale impegno sarà valido sino alla data dell’Assemblea dei soci di Destination Italia, quale società risultante dall’Operazione, chiamata a deliberare sul bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2025.","post_title":"Destination Italia-Portale Sardegna: i cda approvano la fusione","post_date":"2023-01-31T11:58:11+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1675166291000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438323","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Quest’anno fra le grandi novità dell’offerta del Gruppo Travel trova un posto preminente il Travel Open Village Party, che si svolgerà nella serata del 13 febbraio alla Maison Milano. L’evento avrà come partner I Grandi Viaggi, la Repubblica Dominicana ed ETOA, l’associazione europea dei tour operator, che ha 1100 membri e fa un lavoro di forte presenza e di supporto all’interno delle istituzioni europee.\r\n\r\nL’idea di fondo di questo aggancio con il mondo dell’entertainment, nasce dalla volontà di dare anche una forma di leggerezza al lavoro dell’agente di viaggio e perché no?, anche al nostro e a quello di tutti i partner della serata..\r\n\r\nEd è proprio per l’adv che nasce l’idea del party. Per consentire loro di continuare a fare networking, di lavorare con i partner della serata, anche in un clima disteso e divertente.\r\n\r\n\r\n\r\nDa segnalare infine che per ETOA sarà presente il segretario generale, Tim Fairhurst e Danja Nebuloni, country representative Italy.","post_title":"Travel Open Village Party: alla Maison Milano il 13 febbraio","post_date":"2023-01-31T11:13:11+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675163591000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438195","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volano alti gli utili di Ryanair nel terzo trimestre dell'esercizio 2022-23: nei tre mesi chiusi lo scorso 31 dicembre la low cost ha riportato un utile di 211 milioni di euro rispetto al dato pre-Covid dello stesso periodo di 88 milioni di euro. Ryanair ha sottolineato in una nota che la forte domanda di viaggi repressa durante le festività natalizie e di ottobre (senza alcun impatto negativo da Covid o dalla guerra in Ucraina) ha stimolato traffico e tariffe elevate in tutti i mercati. \r\n\r\n\"Ryanair si è assicurata forti guadagni di quote di mercato nei principali mercati dell'Unione europea poiché abbiamo gestito il 112% della nostra capacità pre-Covid durante i primi 9 mesi dell'anno fiscale - ha affermato il ceo del gruppo, Michael O'Leary - Le crescite più significative di market share sono state in Italia (dal 26% al 40%), Polonia (dal 27% al 38%), Irlanda (dal 49% al 58%) e Spagna (dal 21% al 23%)\".\r\n\r\n\"Con i turisti asiatici che stanno tornando e un forte dollaro Usa che incoraggia gli americani a viaggiare in Europa, stiamo assistendo a una forte domanda di voli per la Pasqua e l'estate 2023\", ha aggiunto.\r\n\r\nRyanair si aspetta ancora di trasportare 168 milioni di passeggeri nell'anno fiscale fino al 31 marzo, ben al di sopra del precedente record annuale di 149 milioni raggiunto prima della pandemia. Allo stesso modo la low cost ha confermato le stime al rialzo per i profitti dell'intero esercizio, che saranno compresi tra 1,325-1,425 miliardi di euro (precedentemente 1,00-1,20 miliardi).","post_title":"Ryanair da record nel terzo trimestre. Domanda robusta per Pasqua ed estate","post_date":"2023-01-30T08:41:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675068068000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438081","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_438082\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Carlos Muñoz[/caption]\r\n\r\nNotizie positive sul fronte del ricettivo. Hotelbeds e NH Hotel Group celebrano il positivo primo anno della loro alleanza. L'associazione ha trainato una crescita delle vendite nel 2022 fino al 69% rispetto a quelle pre-pandemia, con punte del +76% nell'ultimo quadrimestre.\r\n\r\nIl direttore commerciale del gruppo alberghiero, Carlos Muñoz, evidenzia che \"nonostante alcuni venti contrari nel settore nel 2022, il primo anno della nostra associazione con NH è stato un clamoroso successo, con gli ultimi quattro mesi dell'anno particolarmente incoraggianti.”.\r\nUn esempio di globalizzazione\r\nDa parte sua, il direttore commerciale di NH, Fernando Vives, si è complimentato : \"Hotelbeds che ha sostenuto la crescita di NH Group in tutto il mondo, ma soprattutto nelle regioni Asia-Pacifico e Medio Oriente, Africa e India, aiutandoci ad accedere a mercati e segmenti difficili da raggiungere”.\r\n\r\nL'accordo fornisce ai clienti di Hotelbeds l'accesso alle 355 proprietà di NH Hotel Group in 31 paesi in tutto il mondo come parte del loro status di partnership privilegiata.\r\n\r\nHa inoltre fornito al gruppo alberghiero spagnolo l'accesso a 60.000 acquirenti di viaggi con sede in oltre 140 mercati di origine in tutto il mondo, inclusi canali di alto valore come agenzie di viaggio, tour operator, compagnie aeree e programmi di riscatto punti.","post_title":"Hotelbeds e NH Hotel Group: positivo il primo anno","post_date":"2023-01-27T11:32:36+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674819156000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437989","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437990\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Edmund Bartlett ministro del turismo jamaicano[/caption]\r\n\r\nI crescenti legami tra Jamaica e Sierra Leone segnalano un bisogno da parte di entrambi i paesi di ingrandire i propri bacini d’utenza turistica oltre che alle regioni più tradizionali.\r\n\r\nE il momento perfetto per buttare reti più grandi, poiché le regioni caraibiche e africane stanno rinnovando e riconfigurando i propri settori turistici a seguito delle massicce interruzioni dovute al Covid-19.\r\n\r\nLa Sierra Leone ha legami storici molto importanti con il Nord America, la popolazione ha molti legami familiari negli Stati Uniti, dove sono note le attrazioni Jamaicane e Caraibiche.\r\n\r\nEdmund Bartlett ministro del turismo jamaicano afferma : \"Con la forte associazione storica e culturale tra Jiamaica e Sierra Leone, è strategico collaborare e rafforzare la nostra cooperazione turistica\" e aggiunge : \"Entrambi i paesi hanno molto da offrire nel turismo e possiamo capitalizzare su questo per costruire nuove esperienze per i nostri visitatori\"\r\n\r\nIl ministro del turismo Sierraleonense Memunatu Pratt ha recentemente discusso di molti temi con il ministro Bartlett, parlando di connettività aerea, formazione e sviluppo, attività di marketing e promozionali, scambi culturali, diversificazione turistica, crescita e resilienza.\r\n\r\nOltre al turismo, la cooperazione Sud-Sud di tecnologia e innovazione dovrebbe essere utile per entrambi gli stati, dato che il dinamismi dell'innovazione africana sta iniziando interessare l'attenzione dei paesi più ricchi dell'occidente.\r\n\r\nL'operazione di resilienza della Jamaica, insieme a tutti gli stati caraibici, andrá a beneficio di tutte le economie nascenti africane, che si muovono verso l'indipendenza economica. La crescita sostenibile nel turismo e in altri settori dipende fortemente dalla resilienza e dallo spazio fornito per l'innovazione e per lo sviluppo incentrato sulla comunità.\r\n\r\n\"La pandemia è stata l'esempio più tangibile della vulnerabilità del turismo, quindi una delle principali aree di interesse sarà la resilienza e la costruzione della resilienza per garantire il futuro del settore. È fondamentale costruire la capacità nel turismo di resistere e recuperare e tornare più forti per i prossime interruzioni che potremmo incontrare\". commenta il ministro Barlett.\r\n\r\nEntrambi i ministri parteciperanno alla prossima Global Tourism Resilience Conference a Kingston presso la sede regionale dell'Università West Indies' dal 15 al 17 di febbraio 2023.\r\n\r\nUlteriori discussioni per finalizzare un memorandum d'intesa tra i due paesi si terranno a margine dell'incontro sul turismo.","post_title":"Intesa per il turismo fra la Jamaica e la Sierra Leone","post_date":"2023-01-26T11:16:43+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1674731803000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti