13 July 2024

Oceania e Regent sostengono la soluzione canale Vittorio Emanuele III a Venezia

[ 0 ]

Oceania Cruises e Regent Seven Seas Cruises confermano il loro sostegno a Fulvio Lino Di Blasio, presidente dell’Autorità portuale di Venezia, in relazione all’iniziativa di escavazione del canale Vittorio Emanuele III per consentire un ritorno sostenibile e socialmente responsabile dei viaggiatori crocieristi nella città lagunare.

“Venezia è una delle destinazioni più ambite dai viaggiatori di lusso di tutto il mondo – si legge in una nota congiunta -. Gli ospiti dei nostri brand classificano sistematicamente la città come una delle mete più apprezzate, se non la più desiderata in assoluto per la sua ricchezza storica, la cultura e le esperienze culinarie che offre. Le nostre imbarcazioni sono notevolmente più piccole rispetto alle grandi navi da crociera di oggi, e accolgono solo poche centinaia di ospiti anziché migliaia. La stazza lorda varia da 28 mila a 56 mila tonnellate, con una capacità di passeggeri compresa tra i 490 a i 750 ospiti.

Inoltre, i nostri ospiti contribuiscono in modo rilevante all’economia locale, in quanto le navi si fermano in genere due o tre giorni a Venezia. Le compagnie di crociera e i passeggeri stessi assumono guide turistiche per scoprire i siti storici della città, prenotano soggiorni in hotel per diversi giorni, cenano nei ristoranti e acquistano prodotti nei numerosi negozi presenti. Ci impegniamo infine a collaborare con i nostri partner locali in tutto il mondo per ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente delle destinazioni che visitiamo e supportiamo fermamente le pratiche di turismo sostenibile e l’implementazione di misure appropriate per limitare l’overtourism e non gravare sulle infrastrutture. Crediamo inoltre che questo nuovo piano consegua tali obiettivi garantendo ai viaggiatori un accesso agevole a Venezia e al tempo stesso pratiche turistiche reciprocamente vantaggiose”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471251 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Debutterà il prossimo sabato 20 luglio a Leolandia la star della baby-dance Daisy Dot: nel suo evento d’esordio si esibirà due volte sul palco all’aperto di fronte alla Minitalia, cantando i suoi singoli di maggior successo, come Chi chi boo!, Playing with the animals e il tormentone Hickory dickory dock: la canzone dell’orologio che, da sola, vanta già 1,4 milioni di riproduzioni sul web. Dopo aver cantato e ballato, i bambini potranno incontrare Daisy Dot di persona, per scattare una foto ricordo sul palco… rigorosamente in inglese. La nuova stella delle baby-dance aiuta infatti i piccoli a familiarizzare con l’inglese, tra un passo di danza e l’altro. Scozzese di origine, laureata in recitazione a Edimburgo, una grande passione per la musica e i bambini, Daisy Dot è protagonista di un canale Youtube che in poco più di due anni conta già una cinquantina di video e milioni di visualizzazioni, anche grazie alle collaborazioni con Lucilla, la Brigata Canterina e gli altri personaggi della scuderia di Alman Kids, società specializzata nella creazione di contenuti per bambini. “Siamo felici di essere il primo parco a tema in Italia ad accogliere Daisy Dot per uno spettacolo dal vivo - commenta il direttore marketing e vendite di Leolandia, David Tommaso -. È un personaggio di grande successo tra i bambini, compresi i più grandicelli che vanno già a scuola e stanno imparando l’inglese. E ben rappresenta la nostra idea di intrattenimento: un’esperienza coinvolgente che, oltre a divertire, lasci qualcosa di concreto, trasmettendo valori e contenuti che possono essere funzionali al processo di crescita del bambino”. Con l’arrivo delle prime ondate di caldo, si anima anche la nuova area Draghi e Leggende, popolata da dieci draghi, pronti a rinfrescare le giornate degli ospiti con spruzzi, giochi d’acqua e nuvole di vapore. Con un occhio di riguardo verso la costruzione di un domani migliore, si può anche provare la Scuola Guida Futuro: prima attrazione in Italia dedicata alla mobilità elettrica all’interno di un parco a tema per bambini. [gallery ids="471254,471255,471256"] [post_title] => La star della baby-dance Daisy Dot tra le novità 2024 di Leolandia [post_date] => 2024-07-11T12:11:19+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720699879000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471137 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_471184" align="alignleft" width="300"] Panorama Mausoleo di Nanchino Sun Yat-sen[/caption] La provincia dello Jiangsu con il suo tratto distintivo, quello legato all'acqua, racconta una storia millenaria che attrae sempre più numerosi i turisti in questa zona della Cina, che si trova nel Sud-est del paese e confina con Shanghai. Jiangsu comprende 13 città, in cui vivono circa 80 milioni di persone, e si estende su una superficie di circa 107.200 chilometri quadrati, che equivale a un terzo della superficie dell'Italia. L'area coperta da fiumi e laghi rappresenta un sesto della superficie totale della provincia, dato che la classifica al primo posto in Cina e le è valso l'appellativo di "villaggio dell'acqua". Non solo, il Grande Canale della Cina, realizzato ben 2.500 anni fa, attraversa Jiangsu da nord a sud, creando uno scenario affascinante, oltre che una prosperità millenaria. La storia di questa relazione con l'acqua, la cultura, i paesaggi, la cucina sono solo alcuni degli ingredienti che rendono lo Jiangsu una tappa imprescindibile per un viaggio in Cina. Da sempre uno dei centri della storia e della cultura cinese, Jiangsu è una vera e propria culla della cultura. L'origine del suo nome è legata principalmente alle due città sotto la sua giurisdizione: una è il capoluogo di provincia Nanjing (Jianning nell'antichità) e l'altra è Suzhou.  [gallery ids="471149,471151,471150"] Neos collega Milano a Nanchino, la capitale della provincia
di Jiangsu e una delle città più famose della Cina, che dal 1980 è gemellata con Firenze. Il fiume Yangtze, conosciuto dai cinesi come uno dei "Fiumi Madre" (insieme al Fiume Giallo), attraversa la sua principale area urbana. Nanchino è stata anche la capitale di dieci dinastie in Cina. Storicamente la città era il luogo in cui "la tigre si appollaiava sul piatto del
drago" ed era un simbolo del dominio imperiale.  [gallery ids="471158,471157,471159"] Qixia Mountain a Nanchino: sulla cima del monte Qixia, sulla riva sud del corso medio e inferiore del fiume Yangtze, c'è un punto panoramico chiamato "Il luogo dove il primo imperatore costeggiava il fiume". Si narra infatti che il primo imperatore della Cina, "Qin Shihuang", una volta guardò il grande fiume a est e disse che questo era il luogo in cui si divertiva a ispezionare il territorio. Il monte Qixia a Nanchino è detto anche "il primo monte Mingxiu Jinling (l'antico nome di Nanchino)". [gallery ids="471163,471164,471165"] Da non mancare anche una visita alle mura della città Ming di Nanchino, considerate un altro grandiosa realizzazione, dopo la Grande Muraglia cinese. Le mura della città Ming di Nanchino sono le mura della città antica più lunghe, più grandi e meglio conservate del mondo, nonché le più grandi della Cina. Dal 2015 , le antiche mura delle dinastie Ming e Qing in 14 città cinesi, hanno presentato domanda congiunta per lo status di Patrimonio dell'Umanità. Gli edifici principali presentano una forma irregolare e le mura cittadine sono costruite secondo la forma della montagna e del terreno. Durante le dinastie Ming e Qing, il fiume Qinhuai fungeva da fossato a sud, i monti Zhongshan a est sostenevano la città, il lago Xuanwu fungeva da barriera a nord e le colline Xina entravano nella città, creando una fortezza militare con caratteristiche difensive uniche. [gallery ids="471166,471167,471168"] Nanchino, molto apprezzata dagli antichi imperatori cinesi, possiede anche un patrimonio culturale mondiale, la Tomba Xiaoling della dinastia Ming. Ming Xiaoling è un famoso imperatore cinese e il fondatore dell'omonima dinastia. Il mausoleo dove sono sepolti l'imperatore Zhu Yuanzhang e la sua regina è stato realizzato tra il 1381 e il 1405, con l'impiego di 100.000 militari. Copre un'area di oltre 1,7 milioni di metri quadrati ed è uno dei più grandi mausolei imperiali della Cina. Essendo il primo delle dinastie Ming e Qing in Cina, il Mausoleo Xiaoling della dinastia Ming rappresenta il più alto risultato dell'architettura e dell'arte della scultura in pietra all'inizio della dinastia Ming. Ha influenzato direttamente la forma di oltre 20 mausolei imperiali nel periodo Dinastie Ming e Qing. [gallery ids="471170,471169,471171"] Dopo aver visitato Nanchino, si raggiunge Suzhou, la città più meridionale dello Jiangsu. Partendo con un volo diretto da Milano a Shanghai, si può arrivare a Suzhou con la ferrovia ad alta velocità in appena mezz'ora. Come Nanchino, il capoluogo di provincia, è anche una famosa città storica con un mix di templi antichi e moderni. Tappa immancabile è quella ai “Giardini classici di Suzhou”: qui la realizzazione dei giardini vanta una storia lunga 3.000 anni. I giardini di Suzhou sono stati progettati attraverso un design ingegnoso, consentono di godere di scenari diversi attraversandoli. Nel 1997 quattro giardini classici, tra cui il Giardino dell'Umile Amministratore e il Giardino Liuyuan, furono inclusi nella Lista del Patrimonio Culturale Mondiale; tre anni dopo furono inclusi altri cinque giardini, tra cui il Padiglione Canglang e il Boschetto dei Leoni. Ci sono ancora più di 50 giardini ben conservati nella città, per
questo Suzhou è conosciuta come la "Città dei Giardini". Ma Suzhou non è anche una "città d'acqua" e per questo è gemellata con Venezia da oltre 41 anni fa.  [gallery ids="471175,471176,471177"] Per vivere le autentiche città acquatiche di Jiangnan in Cina, occorre poi fare una sosta a Zhouzhuang, che si trova a sud-est della città di Suzhou. L'antica città di Zhouzhuang è stata fondata oltre 900 anni fa e la parte antica è circondata dall'acqua. La città è attraversata dai canali e ci sono 14 antichi ponti in pietra costruiti durante le dinastie Yuan, Ming e Qing. Lungo il fiume vivono più di 800 famiglie e oltre il 60% delle case conserva ancora lo stile architettonico delle dinastie Ming e Qing. L'acqua è l'anima di Zhouzhuang, quindi ha anche la reputazione di "città d'acqua numero 1 in Cina". Qui ponti e strade si collegano, con case profonde e ampi cortili. Ci sono poi oltre una dozzina di città antiche ben conservate come Zhouzhuang, come l'antica Luzhi e Tongli. [gallery ids="471178,471179,471180,471181,471182,471183"] Tra tre giorni, si terrà a Suzhou la quarta edizione dell'Expo del turismo culturale sul Canal Grande sponsorizzata dal Dipartimento provinciale della cultura e del turismo di Jiangsu. Saranno 13 le città dello Jiangsu che qui presenteranno le loro principali risorse culturali e turistiche. Lo Jiangsu dà il benvenuto a tutti gli amici interessati a scoprirne l'offerta, dalla cultura al cibo. E, in particolare, per coloro che arrivano in Cina per Jiangsu sarà un'eccellente destinazione di viaggio!         [post_title] => Jiangsu: un paradiso turistico accanto al Canal Grande cinese [post_date] => 2024-07-10T13:05:13+00:00 [category] => Array ( [0] => estero [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Estero [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720616713000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471111 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_471113" align="alignright" width="207"] Ph Lavinia Carnau[/caption] Il Grand Hotel Excelsior Vittoria, 5 stelle lusso di Sorrento, è stato nominato 1° Resort Hotel in Italia dal prestigioso World’s Best Awards. Nell’anno del suo 190° anniversario, l’hotel, forte di una lunga storia fatta di attenzione, amore, costanza, lavoro e passione, che da sei generazioni vede protagonista la famiglia Fiorentino, è riuscito a trasmettere ai viaggiatori tutta la sua cultura e il suo savoir faire profondamente italiano, regalando un’esperienza unica. La posizione sul Golfo di Napoli, gli interni ricercati dell’Ottocento, i sapori mediterranei dello  stellato Terrazza Bosquet, guidato dall’Executive Chef Antonino Montefusco, le suite One-of-a-kind  dedicate ai più importanti personaggi del jet set ospitati nel corso degli anni, l’atmosfera rilassata della Boutique SPA La Serra, il nuovo La Pergola bar à champagne, sono alcuni degli  elementi che contraddistinguono l’offerta del Grand Hotel Excelsior Vittoria, rendendolo uno dei punti di  riferimento dell’hotellerie italiana e non solo. «Un risultato eccellente, motivo di grande orgoglio per la nostra famiglia, che dal lontano 1834 guida con dedizione la struttura. Questo significativo traguardo è stato raggiunto grazie all’impegno ed alla passione dei nostri collaboratori - spiega Guido Fiorentino, Presidente e AD di Grand Hotel Excelsior Vittoria - Il World’s Best Awards è un’ulteriore dimostrazione del lungo e duraturo percorso del Grand Hotel Excelsior Vittoria, frutto di un progetto perfezionato nel tempo, anno dopo anno, costruito a partire  dalle esigenze degli ospiti e attento alle ultime tendenze in tema di ospitalità, senza però snaturare la propria anima, profondamente legata a quella cultura di artigianalità, sartorialità e intraprendenza, che ha reso l’Italia un’icona di bellezza e qualità in ogni angolo di mondo». [post_title] => Excelsior Vittoria di Sorrento, 1° resort hotel in Italia per il World's Best Awards [post_date] => 2024-07-10T09:53:26+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720605206000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471100 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha varato una nuova piattaforma per il booking digitale delle spedizioni cargo, le cui funzionalità permetteranno agli agenti spedizionieri di effettuare e gestire in modo intuitivo e veloce le loro prenotazioni in tempo reale, garantendo ai loro clienti la miglior soluzione di trasporto in grado di combinare qualità, efficienza e massima flessibilità. La piattaforma garantisce accesso diretto alla capacità offerta, aggiornamento in tempo reale sullo stato delle prenotazioni dalla fase di pianificazione a quella di conferma, interfaccia diretta con Ita Airways per lo scambio dei dati operativi.   «Lo sviluppo di una piattaforma per le prenotazioni online rappresenta un ulteriore passo in avanti del piano di sviluppo del Cargo di Ita, avviato lo scorso anno con l’apertura di un canale di vendita tramite la distribuzione della capacità sui principali marketplace globali e, approdato oggi al rilascio di un canale di vendita online diretto»  ha dichiarato Emiliana Limosani, chief commercial officer della compagnia aerea e ceo di Volare.  Il prossimo step del processo di sviluppo del settore cargo sarà la progressiva integrazione con i sistemi di gestione degli altri player della filiera logistica, spedizionieri, handler e aeroporti. La disponibilità di sistemi open source consentirà al vettore di partecipare alle più ampie piattaforme digitali, riuscendo a garantire scambi di informazioni operative secondo standard condivisi, così da assicurare ai propri clienti un’offerta di qualità, sempre più efficiente.  [post_title] => Ita Airways: nasce la piattaforma di vendita online per le spedizioni cargo [post_date] => 2024-07-10T09:15:22+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720602922000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471066 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si festeggeranno il prossimo 16 luglio con un party capitolino ad hoc i primi 20 anni di 3Atours, agenzia di viaggi e tour operator di Roma, il cui core business passa attraverso gli accordi con grandi enti e aziende, oltre a importanti circoli ricreativi e associazioni, per l’organizzazione e vendita di viaggi a dipendenti e soci di tali realtà. «Le grandi operazioni di blocchi spazio garantiti con i principali tour operator, compagnie da crociere e gestori alberghieri, in Italia e all’estero, ci hanno consentito di diventare un riferimento a livello nazionale - racconta il patron Luca Bondi, amministratore del gruppo 3Atours -. Il nostro canale di distribuzione necessita di programmazione molto anticipata ed estrema competenza in diversi ambiti, che vanno dal weekend in Italia alle operazioni di gruppo per viaggi internazionali, passando per grandi eventi per migliaia di persone. Un lavoro di anticipo, di investimenti importanti e di predisposizione all'ascolto del cliente che si aspetta una particolare tutela proprio perché convenzionato come grande utenza". Ora l’obiettivo è continuare a crescere, ampliando il raggio di azione al di fuori del Lazio: "Abbiamo già aperto una sede a Bari e siamo in trattative per altre aperture in Nord Italia, dove riteniamo proficua la presenza fisica sul territorio. Insomma, le novità sono parecchie e a breve le comunicheremo. Intanto, ci godiamo la festa».   [post_title] => 3Atours compie 20 anni e prepara lo sbarco in Nord Italia [post_date] => 2024-07-09T11:46:55+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720525615000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471039 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Play ha registrato una crescita del 7,5% dei passeggeri trasportati durante lo scorso giugno (173.109), con un load factor dell'86%, in leggero calo rispetto all'87,2% del giugno 2023. I posti-chilometro disponibili sono aumentati dell'8,8%, mentre i passeggeri-chilometro sono saliti del 7,3% tra giugno 2023 e giugno 2024. Sempre a giugno, il 31,9% dei passeggeri di Play volava dall'Islanda, il 24,3% volava verso l'Islanda e il 43,8% era costituito da viaggiatori in coincidenza. Da segnalare l'aumento della quota di passeggeri in partenza dall'Isola, era il 29,8% lo scorso anno, dato che riflette la progressiva crescita di Play sul mercato domestico. Lo scorso 24 giugno la compagnia ha celebrato il suo terzo anniversario dall'apertura del primo volo commerciale dall'Islanda a Londra, il 24 giugno 2021. In questi tre anni Play è passata dall'operare con una flotta di tre aeromobili a quella attuale di dieci velivoli che servono oltre 40 destinazioni rispetto alle 7 iniziali; i dipendenti sono oggi circa 500 dipendenti.  "Siamo soddisfatti della crescita del numero di passeggeri, anche se speravamo in un load factor più elevato - ha osservato Einar Örn Ólafsson -. Questo risultato riflette l'aumento della concorrenza nei voli transatlantici e la riduzione dei turisti verso l'Islanda è il risultato diretto di un aumento degli sforzi di marketing da parte dei paesi vicini superiore a quello che stiamo sperimentando dall'Islanda. Crediamo fermamente che sia necessario uno sforzo concertato da parte dell'industria del turismo e un sostegno sostanziale da parte delle autorità per incrementare la domanda di voli per l'Islanda, come affermato nel nostro precedente rapporto sul traffico».       [post_title] => Play al giro di boa dei tre anni. Passeggeri in crescita del 7,5% a giugno [post_date] => 2024-07-09T10:05:11+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720519511000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471009 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_367644" align="alignright" width="300"] L'aeroporto Costa Smeralda di Olbia[/caption] Torna, puntuale come tutte le estati, la problematica caro-voli per la Sardegna: la recente indagine di Adiconsum Sardegna, ripresa da Il Messaggero, evidenzia come anche per la summer 2024 i costi degli aerei verso le isole maggiori – quindi anche la Sicilia – stiano subendo importanti rincari. Secondo l’analisi, chi acquista oggi un volo di andata e ritorno per il mese di agosto (con partenza il 17 agosto e ritorno il 24 agosto), dovrà sborsare cifre considerevoli: volare da Torino a Olbia costa almeno 384 euro, da Bolzano a Cagliari 367 euro, e da Bolzano a Olbia 356 euro. Anche le tariffe per altre tratte sono elevate: un minimo di 328 euro per la Venezia-Olbia, 287 euro per la Napoli-Alghero e 269 euro per la Genova-Cagliari. A questi prezzi di base si aggiungono gli extra-costi legati al bagaglio a mano, alla scelta del posto a sedere e altri ancillary. "Anche quest’anno chi decide di trascorrere le vacanze estive in Sardegna dovrà affrontare una spesa non indifferente per i voli,” osserva Giorgio Vargiu, presidente di Adiconsum Sardegna. “Una situazione che si ripresenta ogni anno e che sembra non avere soluzione: se si considerano anche i rincari delle strutture ricettive e in generale il maggior costo della vita sull’isola, la Sardegna diventa sempre più una destinazione riservata a pochi fortunati e a chi ha maggiori disponibilità economiche. Le nostre segnalazioni all’Antitrust non hanno finora sortito gli effetti sperati, e pare del tutto inutile interessare Mister Prezzi e la stessa Agcm, considerato che sono ambedue soggetti privi di adeguati poteri di intervento che permettano loro di risolvere o, quantomeno, di attenuare il fenomeno speculativo". [post_title] => Sardegna: è di nuovo caro-voli per viaggiare durante l'estate [post_date] => 2024-07-08T12:02:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720440151000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470966 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sita tira le somme di un 2023 nettamente positivo: il fornitore globale di tecnologia per il settore del trasporto aereo ha chiuso lo scorso anno con un fatturato record di quasi 1,5 miliardi di dollari, +7% rispetto all'anno precedente e finora tutti i segnali per il 2024 indicano una performance simile anche per l'esercizio in corso. David Lavorel, ceo di Sita (nella foto), ha commentato i risultati sottolineando anche la crescita del margine operativo e dell'Ebitda, che ha superato del 4% le previsioni iniziali. “Ogni nostro cliente e partner beneficia della nostra solida performance e crescita - ha dichiarato Lavorel -. Ciò significa che possiamo autofinanziare le evoluzioni del nostro portafoglio ed esplorare ulteriori opportunità di innovazione. Questo è fondamentale per affrontare le grandi sfide che il settore dei viaggi sta vivendo e per far avanzare le nuove tecnologie che daranno forma al futuro del nostro settore. Gli sviluppi e le innovazioni del nostro portafoglio si stanno preparando per il prossimo futuro del settore, offrendo viaggi senza intoppi e senza contatto, efficienza operativa, resilienza e agilità, sostenibilità e molto altro ancora”. I traguardi raggiunti da Sita sono proseguiti anche tramite nuovi contratti e partnership, per trasformare i viaggi negli aeroporti e alle frontiere, attraverso identità digitali, self-service biometrici e abilitati tramite cellulare e frontiere digitali. Tra gli esempi vi sono i touchpoint biometrici per i passeggeri delle compagnie aeree all'aeroporto di Francoforte, una collaborazione per i viaggi digitali e la sostenibilità con Arab Air Carrier Organization e il proseguimento delle sperimentazioni leader a livello mondiale ad Aruba, utilizzando lo standard Dtc (Digital Travel Credential) dell'Icao. Il 2024 ha visto anche il lancio di Sita Total Airport Optimizer. Grazie a una piattaforma alimentata dall'intelligenza artificiale, la soluzione aiuta gli aeroporti a gestire ogni aspetto delle loro operazioni. Lo slancio è continuato nel 2024 con l’acquisizione da parte di SITA di Materna IPS, leader nella gestione dei passeggeri per compagnie aeree e aeroporti, nonché leader nel mercato del Self-Bag Drop. Questa operazione darà una nuova forma all’intera industria dell’aviazione, creando così il più potente portafoglio passeggeri per aeroporti e per i viaggi digitali.       [post_title] => Sita, fatturato a +7% nel 2023. Le nuove sfide fra digitale e sostenibilità [post_date] => 2024-07-08T10:30:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720434631000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470955 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nessuna privatizzazione per SriLankan Airlines: il governo dello Sri Lanka ha infatti optato per una ristrutturazione della compagnia aerea, dopo che nessuna delle proposte di coloro che hanno manifestato interesse è stata ritenuta idonea. Una nota ufficiale sul sito web del governo dello Sri Lanka ha confermato il cambiamento di strategia. Nel 2023, il governo aveva deciso di vendere una quota del 51% del vettore di proprietà statale.  In aprile, in risposta a un processo di sollecitazione formale, sono pervenute richieste di qualificazione da parte della consociata AirAsia Consulting Sdn. Bhd, Dharshaan Elite Investment Holding (Pvt.) Ltd, Fits Aviation (Private) Limited t/a FitsAir (8D, Colombo International), Sherisha Technologies Private Limited, Treasure Republic Guardians Limited e Hayleys PLC. "Non abbiamo intenzione di vendere la SriLankan Airlines, ma di ristrutturarla - ha dichiarato de Silva -. Secondo la legge dello Sri Lanka, solo il 49% delle azioni del vettore può essere ceduto a una società non srilankese. Ma c'è un interesse minimo per questa soluzione. Solo sei parti hanno presentato un'offerta per la compagnia aerea, e non abbiamo trovato nessuno di valido tra loro. Anche se dovessimo estendere questa opportunità a un imprenditore dello Sri Lanka, le sue capacità dovrebbero essere valutate". [post_title] => SriLankan Airlines non sarà privatizzata. Il governo opta per la ristrutturazione [post_date] => 2024-07-08T10:08:51+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720433331000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "oceania regent sostengono la soluzione canale vittorio emanuele iii venezia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":84,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":796,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471251","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Debutterà il prossimo sabato 20 luglio a Leolandia la star della baby-dance Daisy Dot: nel suo evento d’esordio si esibirà due volte sul palco all’aperto di fronte alla Minitalia, cantando i suoi singoli di maggior successo, come Chi chi boo!, Playing with the animals e il tormentone Hickory dickory dock: la canzone dell’orologio che, da sola, vanta già 1,4 milioni di riproduzioni sul web. Dopo aver cantato e ballato, i bambini potranno incontrare Daisy Dot di persona, per scattare una foto ricordo sul palco… rigorosamente in inglese.\r\n\r\nLa nuova stella delle baby-dance aiuta infatti i piccoli a familiarizzare con l’inglese, tra un passo di danza e l’altro. Scozzese di origine, laureata in recitazione a Edimburgo, una grande passione per la musica e i bambini, Daisy Dot è protagonista di un canale Youtube che in poco più di due anni conta già una cinquantina di video e milioni di visualizzazioni, anche grazie alle collaborazioni con Lucilla, la Brigata Canterina e gli altri personaggi della scuderia di Alman Kids, società specializzata nella creazione di contenuti per bambini.\r\n\r\n“Siamo felici di essere il primo parco a tema in Italia ad accogliere Daisy Dot per uno spettacolo dal vivo - commenta il direttore marketing e vendite di Leolandia, David Tommaso -. È un personaggio di grande successo tra i bambini, compresi i più grandicelli che vanno già a scuola e stanno imparando l’inglese. E ben rappresenta la nostra idea di intrattenimento: un’esperienza coinvolgente che, oltre a divertire, lasci qualcosa di concreto, trasmettendo valori e contenuti che possono essere funzionali al processo di crescita del bambino”.\r\n\r\nCon l’arrivo delle prime ondate di caldo, si anima anche la nuova area Draghi e Leggende, popolata da dieci draghi, pronti a rinfrescare le giornate degli ospiti con spruzzi, giochi d’acqua e nuvole di vapore. Con un occhio di riguardo verso la costruzione di un domani migliore, si può anche provare la Scuola Guida Futuro: prima attrazione in Italia dedicata alla mobilità elettrica all’interno di un parco a tema per bambini.\r\n\r\n[gallery ids=\"471254,471255,471256\"]","post_title":"La star della baby-dance Daisy Dot tra le novità 2024 di Leolandia","post_date":"2024-07-11T12:11:19+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1720699879000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471137","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_471184\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Panorama Mausoleo di Nanchino Sun Yat-sen[/caption]\r\n\r\nLa provincia dello Jiangsu con il suo tratto distintivo, quello legato all'acqua, racconta una storia millenaria che attrae sempre più numerosi i turisti in questa zona della Cina, che si trova nel Sud-est del paese e confina con Shanghai.\r\n\r\nJiangsu comprende 13 città, in cui vivono circa 80 milioni di persone, e si estende su una superficie di circa 107.200 chilometri quadrati, che equivale a un terzo della superficie dell'Italia. L'area coperta da fiumi e laghi rappresenta un sesto della superficie totale della provincia, dato che la classifica al primo posto in Cina e le è valso l'appellativo di \"villaggio dell'acqua\". Non solo, il Grande Canale della Cina, realizzato ben 2.500 anni fa, attraversa Jiangsu da nord a sud, creando uno scenario affascinante, oltre che una prosperità millenaria.\r\n\r\nLa storia di questa relazione con l'acqua, la cultura, i paesaggi, la cucina sono solo alcuni degli ingredienti che rendono lo Jiangsu una tappa imprescindibile per un viaggio in Cina.\r\n\r\nDa sempre uno dei centri della storia e della cultura cinese, Jiangsu è una vera e propria culla della cultura. L'origine del suo nome è legata principalmente alle due città sotto la sua giurisdizione: una è il capoluogo di provincia Nanjing (Jianning nell'antichità) e l'altra è Suzhou. \r\n\r\n[gallery ids=\"471149,471151,471150\"]\r\n\r\nNeos collega Milano a Nanchino, la capitale della provincia
di Jiangsu e una delle città più famose della Cina, che dal 1980 è gemellata con Firenze. Il fiume Yangtze, conosciuto dai cinesi come uno dei \"Fiumi Madre\" (insieme al Fiume Giallo), attraversa la sua principale area urbana.\r\n\r\nNanchino è stata anche la capitale di dieci dinastie in Cina. Storicamente la città era il luogo in cui \"la tigre si appollaiava sul piatto del
drago\" ed era un simbolo del dominio imperiale. \r\n\r\n[gallery ids=\"471158,471157,471159\"]\r\n\r\nQixia Mountain a Nanchino: sulla cima del monte Qixia, sulla riva sud del corso medio e inferiore del fiume Yangtze, c'è un punto panoramico chiamato \"Il luogo dove il primo imperatore costeggiava il fiume\". Si narra infatti che il primo imperatore della Cina, \"Qin Shihuang\", una volta guardò il grande fiume a est e disse che questo era il luogo in cui si divertiva a ispezionare il territorio. Il monte Qixia a Nanchino è detto anche \"il primo monte Mingxiu Jinling (l'antico nome di Nanchino)\".\r\n\r\n[gallery ids=\"471163,471164,471165\"]\r\n\r\nDa non mancare anche una visita alle mura della città Ming di Nanchino, considerate un altro grandiosa realizzazione, dopo la Grande Muraglia cinese.\r\n\r\nLe mura della città Ming di Nanchino sono le mura della città antica più lunghe, più grandi e meglio conservate del mondo, nonché le più grandi della Cina. Dal 2015 , le antiche mura delle dinastie Ming e Qing in 14 città cinesi, hanno presentato domanda congiunta per lo status di Patrimonio dell'Umanità. Gli edifici principali presentano una forma irregolare e le mura cittadine sono costruite secondo la forma della montagna e del terreno. Durante le dinastie Ming e Qing, il fiume Qinhuai fungeva da fossato a sud, i monti Zhongshan a est sostenevano la città, il lago Xuanwu fungeva da barriera a nord e le colline Xina entravano nella città, creando una fortezza militare con caratteristiche difensive uniche.\r\n\r\n[gallery ids=\"471166,471167,471168\"]\r\n\r\nNanchino, molto apprezzata dagli antichi imperatori cinesi, possiede anche un patrimonio culturale mondiale, la Tomba Xiaoling della dinastia Ming. Ming Xiaoling è un famoso imperatore cinese e il fondatore dell'omonima dinastia. Il mausoleo dove sono sepolti l'imperatore Zhu Yuanzhang e la sua regina è stato realizzato tra il 1381 e il 1405, con l'impiego di 100.000 militari. Copre un'area di oltre 1,7 milioni di metri quadrati ed è uno dei più grandi mausolei imperiali della Cina. Essendo il primo delle dinastie Ming e Qing in Cina, il Mausoleo Xiaoling della dinastia Ming rappresenta il più alto risultato dell'architettura e dell'arte della scultura in pietra all'inizio della dinastia Ming.\r\n\r\nHa influenzato direttamente la forma di oltre 20 mausolei imperiali nel periodo Dinastie Ming e Qing.\r\n\r\n[gallery ids=\"471170,471169,471171\"]\r\n\r\nDopo aver visitato Nanchino, si raggiunge Suzhou, la città più meridionale dello Jiangsu.\r\n\r\nPartendo con un volo diretto da Milano a Shanghai, si può arrivare a Suzhou con la ferrovia ad alta velocità in appena mezz'ora. Come Nanchino, il capoluogo di provincia, è anche una famosa città storica con un mix di templi antichi e moderni.\r\n\r\nTappa immancabile è quella ai “Giardini classici di Suzhou”: qui la realizzazione dei giardini vanta una storia lunga 3.000 anni. I giardini di Suzhou sono stati progettati attraverso un design ingegnoso, consentono di godere di scenari diversi attraversandoli. Nel 1997 quattro giardini classici, tra cui il Giardino dell'Umile Amministratore e il Giardino Liuyuan, furono inclusi nella Lista del Patrimonio Culturale Mondiale; tre anni dopo furono inclusi altri cinque giardini, tra cui il Padiglione Canglang e il Boschetto dei Leoni. Ci sono ancora più di 50 giardini ben conservati nella città, per
questo Suzhou è conosciuta come la \"Città dei Giardini\".\r\n\r\nMa Suzhou non è anche una \"città d'acqua\" e per questo è gemellata con Venezia da oltre 41 anni fa. \r\n\r\n[gallery ids=\"471175,471176,471177\"]\r\n\r\nPer vivere le autentiche città acquatiche di Jiangnan in Cina, occorre poi fare una sosta a Zhouzhuang, che si trova a sud-est della città di Suzhou.\r\n\r\nL'antica città di Zhouzhuang è stata fondata oltre 900 anni fa e la parte antica è circondata dall'acqua. La città è attraversata dai canali e ci sono 14 antichi ponti in pietra costruiti durante le dinastie Yuan, Ming e Qing. Lungo il fiume vivono più di 800 famiglie e oltre il 60% delle case conserva ancora lo stile architettonico delle dinastie Ming e Qing. L'acqua è l'anima di Zhouzhuang, quindi ha anche la reputazione di \"città d'acqua numero 1 in Cina\". Qui ponti e strade si collegano, con case profonde e ampi cortili. Ci sono poi oltre una dozzina di città antiche ben conservate come Zhouzhuang, come l'antica Luzhi e Tongli.\r\n\r\n[gallery ids=\"471178,471179,471180,471181,471182,471183\"]\r\n\r\nTra tre giorni, si terrà a Suzhou la quarta edizione dell'Expo del turismo culturale sul Canal Grande sponsorizzata dal Dipartimento provinciale della cultura e del turismo di Jiangsu. Saranno 13 le città dello Jiangsu che qui presenteranno le loro principali risorse culturali e turistiche.\r\n\r\nLo Jiangsu dà il benvenuto a tutti gli amici interessati a scoprirne l'offerta, dalla cultura al cibo. E, in particolare, per coloro che arrivano in Cina per Jiangsu sarà un'eccellente destinazione di viaggio!\r\n\r\n\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Jiangsu: un paradiso turistico accanto al Canal Grande cinese","post_date":"2024-07-10T13:05:13+00:00","category":["estero","informazione-pr"],"category_name":["Estero","Informazione PR"],"post_tag":[]},"sort":[1720616713000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471111","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_471113\" align=\"alignright\" width=\"207\"] Ph Lavinia Carnau[/caption]\r\n\r\nIl Grand Hotel Excelsior Vittoria, 5 stelle lusso di Sorrento, è stato nominato 1° Resort Hotel in Italia dal prestigioso World’s Best Awards.\r\n\r\nNell’anno del suo 190° anniversario, l’hotel, forte di una lunga storia fatta di attenzione, amore,\r\ncostanza, lavoro e passione, che da sei generazioni vede protagonista la famiglia Fiorentino, è riuscito\r\na trasmettere ai viaggiatori tutta la sua cultura e il suo savoir faire profondamente italiano, regalando\r\nun’esperienza unica.\r\n\r\nLa posizione sul Golfo di Napoli, gli interni ricercati dell’Ottocento, i sapori mediterranei dello  stellato Terrazza Bosquet, guidato dall’Executive Chef Antonino Montefusco, le suite One-of-a-kind  dedicate ai più importanti personaggi del jet set ospitati nel corso degli anni, l’atmosfera rilassata della Boutique SPA La Serra, il nuovo La Pergola bar à champagne, sono alcuni degli  elementi che contraddistinguono l’offerta del Grand Hotel Excelsior Vittoria, rendendolo uno dei punti di  riferimento dell’hotellerie italiana e non solo.\r\n\r\n«Un risultato eccellente, motivo di grande orgoglio per la nostra famiglia, che dal lontano 1834 guida\r\ncon dedizione la struttura. Questo significativo traguardo è stato raggiunto grazie all’impegno ed alla\r\npassione dei nostri collaboratori - spiega Guido Fiorentino, Presidente e AD di Grand \r\nHotel Excelsior Vittoria - Il World’s Best Awards è un’ulteriore dimostrazione del lungo e duraturo percorso del Grand Hotel Excelsior Vittoria, frutto di un progetto perfezionato nel tempo, anno dopo anno, costruito a partire  dalle esigenze degli ospiti e attento alle ultime tendenze in tema di ospitalità, senza però snaturare la propria anima, profondamente legata a quella cultura di artigianalità, sartorialità e intraprendenza, che ha reso l’Italia un’icona di bellezza e qualità in ogni angolo di mondo».","post_title":"Excelsior Vittoria di Sorrento, 1° resort hotel in Italia per il World's Best Awards","post_date":"2024-07-10T09:53:26+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720605206000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471100","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha varato una nuova piattaforma per il booking digitale delle spedizioni cargo, le cui funzionalità permetteranno agli agenti spedizionieri di effettuare e gestire in modo intuitivo e veloce le loro prenotazioni in tempo reale, garantendo ai loro clienti la miglior soluzione di trasporto in grado di combinare qualità, efficienza e massima flessibilità.\r\nLa piattaforma garantisce accesso diretto alla capacità offerta, aggiornamento in tempo reale sullo stato delle prenotazioni dalla fase di pianificazione a quella di conferma, interfaccia diretta con Ita Airways per lo scambio dei dati operativi.  \r\n«Lo sviluppo di una piattaforma per le prenotazioni online rappresenta un ulteriore passo in avanti del piano di sviluppo del Cargo di Ita, avviato lo scorso anno con l’apertura di un canale di vendita tramite la distribuzione della capacità sui principali marketplace globali e, approdato oggi al rilascio di un canale di vendita online diretto»  ha dichiarato Emiliana Limosani, chief commercial officer della compagnia aerea e ceo di Volare. \r\nIl prossimo step del processo di sviluppo del settore cargo sarà la progressiva integrazione con i sistemi di gestione degli altri player della filiera logistica, spedizionieri, handler e aeroporti. La disponibilità di sistemi open source consentirà al vettore di partecipare alle più ampie piattaforme digitali, riuscendo a garantire scambi di informazioni operative secondo standard condivisi, così da assicurare ai propri clienti un’offerta di qualità, sempre più efficiente. ","post_title":"Ita Airways: nasce la piattaforma di vendita online per le spedizioni cargo","post_date":"2024-07-10T09:15:22+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720602922000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471066","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si festeggeranno il prossimo 16 luglio con un party capitolino ad hoc i primi 20 anni di 3Atours, agenzia di viaggi e tour operator di Roma, il cui core business passa attraverso gli accordi con grandi enti e aziende, oltre a importanti circoli ricreativi e associazioni, per l’organizzazione e vendita di viaggi a dipendenti e soci di tali realtà.\r\n\r\n«Le grandi operazioni di blocchi spazio garantiti con i principali tour operator, compagnie da crociere e gestori alberghieri, in Italia e all’estero, ci hanno consentito di diventare un riferimento a livello nazionale - racconta il patron Luca Bondi, amministratore del gruppo 3Atours -. Il nostro canale di distribuzione necessita di programmazione molto anticipata ed estrema competenza in diversi ambiti, che vanno dal weekend in Italia alle operazioni di gruppo per viaggi internazionali, passando per grandi eventi per migliaia di persone. Un lavoro di anticipo, di investimenti importanti e di predisposizione all'ascolto del cliente che si aspetta una particolare tutela proprio perché convenzionato come grande utenza\".\r\n\r\nOra l’obiettivo è continuare a crescere, ampliando il raggio di azione al di fuori del Lazio: \"Abbiamo già aperto una sede a Bari e siamo in trattative per altre aperture in Nord Italia, dove riteniamo proficua la presenza fisica sul territorio. Insomma, le novità sono parecchie e a breve le comunicheremo. Intanto, ci godiamo la festa».\r\n\r\n ","post_title":"3Atours compie 20 anni e prepara lo sbarco in Nord Italia","post_date":"2024-07-09T11:46:55+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1720525615000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471039","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Play ha registrato una crescita del 7,5% dei passeggeri trasportati durante lo scorso giugno (173.109), con un load factor dell'86%, in leggero calo rispetto all'87,2% del giugno 2023. I posti-chilometro disponibili sono aumentati dell'8,8%, mentre i passeggeri-chilometro sono saliti del 7,3% tra giugno 2023 e giugno 2024.\r\n\r\nSempre a giugno, il 31,9% dei passeggeri di Play volava dall'Islanda, il 24,3% volava verso l'Islanda e il 43,8% era costituito da viaggiatori in coincidenza. Da segnalare l'aumento della quota di passeggeri in partenza dall'Isola, era il 29,8% lo scorso anno, dato che riflette la progressiva crescita di Play sul mercato domestico.\r\n\r\nLo scorso 24 giugno la compagnia ha celebrato il suo terzo anniversario dall'apertura del primo volo commerciale dall'Islanda a Londra, il 24 giugno 2021. In questi tre anni Play è passata dall'operare con una flotta di tre aeromobili a quella attuale di dieci velivoli che servono oltre 40 destinazioni rispetto alle 7 iniziali; i dipendenti sono oggi circa 500 dipendenti. \r\n\r\n\"Siamo soddisfatti della crescita del numero di passeggeri, anche se speravamo in un load factor più elevato - ha osservato Einar Örn Ólafsson -. Questo risultato riflette l'aumento della concorrenza nei voli transatlantici e la riduzione dei turisti verso l'Islanda è il risultato diretto di un aumento degli sforzi di marketing da parte dei paesi vicini superiore a quello che stiamo sperimentando dall'Islanda. Crediamo fermamente che sia necessario uno sforzo concertato da parte dell'industria del turismo e un sostegno sostanziale da parte delle autorità per incrementare la domanda di voli per l'Islanda, come affermato nel nostro precedente rapporto sul traffico».\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Play al giro di boa dei tre anni. Passeggeri in crescita del 7,5% a giugno","post_date":"2024-07-09T10:05:11+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720519511000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471009","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_367644\" align=\"alignright\" width=\"300\"] L'aeroporto Costa Smeralda di Olbia[/caption]\r\n\r\nTorna, puntuale come tutte le estati, la problematica caro-voli per la Sardegna: la recente indagine di Adiconsum Sardegna, ripresa da Il Messaggero, evidenzia come anche per la summer 2024 i costi degli aerei verso le isole maggiori – quindi anche la Sicilia – stiano subendo importanti rincari.\r\n\r\nSecondo l’analisi, chi acquista oggi un volo di andata e ritorno per il mese di agosto (con partenza il 17 agosto e ritorno il 24 agosto), dovrà sborsare cifre considerevoli: volare da Torino a Olbia costa almeno 384 euro, da Bolzano a Cagliari 367 euro, e da Bolzano a Olbia 356 euro.\r\n\r\nAnche le tariffe per altre tratte sono elevate: un minimo di 328 euro per la Venezia-Olbia, 287 euro per la Napoli-Alghero e 269 euro per la Genova-Cagliari. A questi prezzi di base si aggiungono gli extra-costi legati al bagaglio a mano, alla scelta del posto a sedere e altri ancillary.\r\n\r\n\"Anche quest’anno chi decide di trascorrere le vacanze estive in Sardegna dovrà affrontare una spesa non indifferente per i voli,” osserva Giorgio Vargiu, presidente di Adiconsum Sardegna.\r\n\r\n“Una situazione che si ripresenta ogni anno e che sembra non avere soluzione: se si considerano anche i rincari delle strutture ricettive e in generale il maggior costo della vita sull’isola, la Sardegna diventa sempre più una destinazione riservata a pochi fortunati e a chi ha maggiori disponibilità economiche. Le nostre segnalazioni all’Antitrust non hanno finora sortito gli effetti sperati, e pare del tutto inutile interessare Mister Prezzi e la stessa Agcm, considerato che sono ambedue soggetti privi di adeguati poteri di intervento che permettano loro di risolvere o, quantomeno, di attenuare il fenomeno speculativo\".","post_title":"Sardegna: è di nuovo caro-voli per viaggiare durante l'estate","post_date":"2024-07-08T12:02:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720440151000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470966","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sita tira le somme di un 2023 nettamente positivo: il fornitore globale di tecnologia per il settore del trasporto aereo ha chiuso lo scorso anno con un fatturato record di quasi 1,5 miliardi di dollari, +7% rispetto all'anno precedente e finora tutti i segnali per il 2024 indicano una performance simile anche per l'esercizio in corso.\r\nDavid Lavorel, ceo di Sita (nella foto), ha commentato i risultati sottolineando anche la crescita del margine operativo e dell'Ebitda, che ha superato del 4% le previsioni iniziali.\r\n“Ogni nostro cliente e partner beneficia della nostra solida performance e crescita - ha dichiarato Lavorel -. Ciò significa che possiamo autofinanziare le evoluzioni del nostro portafoglio ed esplorare ulteriori opportunità di innovazione. Questo è fondamentale per affrontare le grandi sfide che il settore dei viaggi sta vivendo e per far avanzare le nuove tecnologie che daranno forma al futuro del nostro settore. Gli sviluppi e le innovazioni del nostro portafoglio si stanno preparando per il prossimo futuro del settore, offrendo viaggi senza intoppi e senza contatto, efficienza operativa, resilienza e agilità, sostenibilità e molto altro ancora”.\r\nI traguardi raggiunti da Sita sono proseguiti anche tramite nuovi contratti e partnership, per trasformare i viaggi negli aeroporti e alle frontiere, attraverso identità digitali, self-service biometrici e abilitati tramite cellulare e frontiere digitali. Tra gli esempi vi sono i touchpoint biometrici per i passeggeri delle compagnie aeree all'aeroporto di Francoforte, una collaborazione per i viaggi digitali e la sostenibilità con Arab Air Carrier Organization e il proseguimento delle sperimentazioni leader a livello mondiale ad Aruba, utilizzando lo standard Dtc (Digital Travel Credential) dell'Icao.\r\nIl 2024 ha visto anche il lancio di Sita Total Airport Optimizer. Grazie a una piattaforma alimentata dall'intelligenza artificiale, la soluzione aiuta gli aeroporti a gestire ogni aspetto delle loro operazioni. Lo slancio è continuato nel 2024 con l’acquisizione da parte di SITA di Materna IPS, leader nella gestione dei passeggeri per compagnie aeree e aeroporti, nonché leader nel mercato del Self-Bag Drop. Questa operazione darà una nuova forma all’intera industria dell’aviazione, creando così il più potente portafoglio passeggeri per aeroporti e per i viaggi digitali.\r\n \r\n \r\n ","post_title":"Sita, fatturato a +7% nel 2023. Le nuove sfide fra digitale e sostenibilità","post_date":"2024-07-08T10:30:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720434631000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470955","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nessuna privatizzazione per SriLankan Airlines: il governo dello Sri Lanka ha infatti optato per una ristrutturazione della compagnia aerea, dopo che nessuna delle proposte di coloro che hanno manifestato interesse è stata ritenuta idonea.\r\n\r\nUna nota ufficiale sul sito web del governo dello Sri Lanka ha confermato il cambiamento di strategia. Nel 2023, il governo aveva deciso di vendere una quota del 51% del vettore di proprietà statale. \r\n\r\nIn aprile, in risposta a un processo di sollecitazione formale, sono pervenute richieste di qualificazione da parte della consociata AirAsia Consulting Sdn. Bhd, Dharshaan Elite Investment Holding (Pvt.) Ltd, Fits Aviation (Private) Limited t/a FitsAir (8D, Colombo International), Sherisha Technologies Private Limited, Treasure Republic Guardians Limited e Hayleys PLC.\r\n\r\n\"Non abbiamo intenzione di vendere la SriLankan Airlines, ma di ristrutturarla - ha dichiarato de Silva -. Secondo la legge dello Sri Lanka, solo il 49% delle azioni del vettore può essere ceduto a una società non srilankese. Ma c'è un interesse minimo per questa soluzione. Solo sei parti hanno presentato un'offerta per la compagnia aerea, e non abbiamo trovato nessuno di valido tra loro. Anche se dovessimo estendere questa opportunità a un imprenditore dello Sri Lanka, le sue capacità dovrebbero essere valutate\".","post_title":"SriLankan Airlines non sarà privatizzata. Il governo opta per la ristrutturazione","post_date":"2024-07-08T10:08:51+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720433331000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti