26 November 2022

Minardi, King Holidays: adv cuore del rilancio dell’outgoing

[ 0 ]

Si parte dal restyling del sito che diventerà sempre più uno strumento di vendita per le adv, nonché di consultazione e ispirazione per i viaggiatori. Sempre online debutteranno poi nuovi format emozionali sui social per invitare i clienti in adv. “A livello di contenuti proporremo prodotti inediti dal taglio esperienziale, sviluppando tra l’altro ulteriormente la linea King Plus che offre un valore aggiunto sui servizi sia individuali sia gruppi”. Ha le idee chiare sul futuro di King Holidays il nuovo direttore commerciale, Roberto Minardi, approdato recentemente nell’operatore capitolino dopo un’ultra-trentennale carriera in realtà come Sprintours, Alpitour, i Viaggi del Ventaglio, Settemari, Futura Vacanze e Gruppo Oltremare Caleidoscopio.

L’obiettivo, racconta lo stesso Minardi, è quello di riposizionare King Holidays sul mercato outgoing, dopo che negli ultimi due anni l’operatore si era, per forza di cose, spostato maggiormente verso l’incoming e il mercato domestico: “E’ entusiasmante entrare a far parte di un tour operator consolidato come questo, con 30 anni di storia alle spalle, che ha ancora voglia di investire e di crescere”. Il tutto naturalmente puntando sulle agenzie: “Abbiamo già in cantiera un vasto programma formativo – aggiunge il neodirettore commerciale -. A cominciare da una serie di fam trip che prenderanno il via già il prossimo 24 novembre con un combinato Portogallo – Marocco, a cui seguiranno Malta, Azzorre e Turchia. In calendario ci sono anche gli eventi a tema organizzati con gli enti. Prevediamo uno o due appuntamenti a bimestre, a cui si aggiungeranno naturalmente i tradizionali workshop“.

A livello commerciale, il piano è quello di dare più sostanza possibile alle agenzie Royal King, “che generano da sole circa il 40% del nostro fatturato complessivo e sono quelle che ci hanno sostenuto anche durante la pandemia. Naturalmente però non trascureremo neppure il resto del mercato, anzi continueremo sviluppare nuove collaborazioni con quanti più punti vendita possibile”. Grande attenzione sarà data in particolare all’advance booking, con il nuovo contratto commerciale che tenderà a premiare le agenzie in grado di vendere gli individuali a 30 o a 60 giorni dalla partenza (King Prime 30 e King Prime 60). Non mancheranno neppure le King Flash Sales, dedicate sia al last minute, sia alle prenotazioni anticipate.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434783 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => No alle cassandre, sì alle buone notizie. E non per partito preso, ma sulla base di dati concreti, quelli emersi dall'ultima analisi firmata dall'European House Ambrosetti e illustrati ieri dal managing partner e ad Valerio De Molli, in occasione dell'edizione 2022 del BizTravel Forum.   Nel 2023 la crescita del Pil dell’Italia, secondo diversi istituti di riferimento, dovrebbe attestarsi attorno allo 0,3-0,4%, mentre per il Fondo Monetario Internazionale (Imf) si passerà al -0,2%; sempre secondo quest'ultimo l'anno prossimo un terzo dell'economia globale sarà in recessione, e la produzione globale potrebbe essere inferiore ai 2.800 miliardi di dollari. Ma si tratterebbe comunque di una crescita, che per ritrovare il giusto impulso non potrà prescindere da una ritrovata "spinta sui consumi, che incidono per ben il 60% circa sul Pil italiano”. Va poi letto in positivo il dato del secondo trimestre 2022 "quando l'Italia è stata tra i Paesi europei a maggiore crescita rispetto ai primi tre mesi (+1,1%), e dal primo trimestre 2021 ha mostrato una dinamica migliore di Germania e Francia”. Anche i valori occupazionali sono in ripresa, ormai vicini ai livelli pre-pandemia anche grazie al contributo del settore turistico”.   Il conflitto in Ucraina, l'inflazione galoppante e rincaro dei beni energetici hanno costretto l’Imf a rivedere al ribasso il Pil italiano nel 2022, con una crescita stimata del 3,2%. Risultato comunque migliore rispetto a quelli previsti per Francia (2,5%) e Germania (1,5%)".   “Nel secondo trimestre del 2022 l’Italia è stata tra i Paesi europei a maggiore crescita rispetto al primo trimestre (+1,1%), e dal primo trimestre 2021 ha mostrato una dinamica migliore di Germania e Francia”. Inoltre, anche i valori occupazionali sono in ripresa, ormai vicini ai livelli pre-pandemia e ciò anche grazie all’apporto del comparto turistico”. L'Italia ha recuperato attrattività sui mercati internazionali, in termini di investimenti dall'estero e sempre nel 2021 ha assistito "ad una forte ripresa degli scambi turistici, post pandemia: gli arrivi totali dell'anno sono pari al 78,7% del 2019, dato che sale al 90,3% considerando il mese di agosto". Quest'anno, nel trimestre giugno-agosto "gli arrivi sono pari al 90% di quelli registrati nello stesso periodo 2019. Risultati straordinari nonostante manchino i flussi da aree quali la Cina o la Russia a testimonianza della voglia di italianità, della passione che il mondo ha per il nostro paese".   Nessun "allarme rosso" quindi, "preoccupazione, certo". Ma secondo lo studio Ambrosetti, il sentiment è positivo, "con metà degli imprenditori che starebbe valutando di riportare in Italia alcune fasi della filiera produttiva e anche il debito pubblico sarebbe destinato a calare nei prossimi anni, tornando ai livelli pre crisi nell'arco di sette anni, chiaramente in assenza di shock esogeni imprevedibili".   [post_title] => Ambrosetti sul 2023: spazio alla positività, malgrado persistano le criticità [post_date] => 2022-11-25T10:23:58+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669371838000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434785 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chiude a 830 milioni di euro l'anno del comparto tour operating di Alpitour World: la metà del fatturato complessivo di 1,6 miliardi del gruppo. «Non siamo ancora ai livelli del 2019 - racconta il general manager tour operating della compagnia, Pier Ezhaya, a margine della presentazione del nuovo logo -. Ma già dall'anno prossimo prevediamo di tornare sugli 1,35 miliardi di tre anni fa!. Molto bene stanno andando soprattutto le Maldive, l'Egitto e la Repubblica Dominicana. «Quest'ultima destinazione - prosegue Ezhaya - pare aver preso un po' il posto di Messico e Cuba come star dell'area caraibica. Buone poi le performance dell'Africa Orientale, soprattutto di Kenya e Zanzibar». «Per il 2023 ci aspettiamo quindi una ripresa del Messico e soprattutto una crescita su Mauritius, dove per la prima volta nella nostra storia posizioneremo un volo Neos, a partire dal prossimo 20 dicembre. Ci aspettiamo inoltre un Egitto ancora tonico e una Tunisia in recupero. La meta maghrebina potrebbe in particolare guadagnare quote di mercato a scapito di altre destinazioni mediterranee tradizionalmente più care come la Spagna e la Grecia, che potrebbero risentire della crescita dell'inflazione e della conseguente perdita di potere d'acquisto dei viaggiatori. Sul lungo raggio, infine, continuano a esercitare un grande appeal gli Stati Uniti, nonostante il cambio euro-dollaro sfavorevole. Ci attendiamo poi la ripartenza forte di Giappone e Thailandia e una sostanziale conferma dell'Indonesia". Reset della domanda A faticare un po' sono invece le mete nuove. Quelle destinazioni lanciate nel 2019, appena prima dello scoppio della pandemia, che all'epoca sembravano godere di ottime prospettive e che ora invece stentano a trovare spazio tra i desiderata degli italiani. "E' un po' come se il Covid avesse generato una sorta di reset nella domanda. Poca Naxos in Grecia, quindi per intenderci, ma si torna invece volentieri e Mykonos, Creta e Rodi. Anche l'Oman, che prometteva benissimo, oggi soffre un po'. «Noi però non ci fermiamo e oltre a trovare nuove strategie per queste mete, continuiamo a pensare anche ad altre destinazioni. Al momento stiamo per esempio studiando la Guinea Equatoriale, che ha molto da offrire soprattutto dal punto di vista naturalistico, e abbiamo introdotto una nuova declinazione di Doha. Il tutto, senza naturalmente dimenticare la novità Arabia Saudita: direi inevitabile visti gli investimenti che il Paese sta effettuando per valorizzare la propria proposta turistica». [post_title] => Ezhaya, Alpitour: il to chiude a 830 mln. Nel 2023 ai livelli pre-Covid [post_date] => 2022-11-25T09:15:26+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669367726000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434625 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In occasione della presentazione del film Disney Strange World in Italia – in sala da ieri – un Intercity con una speciale livrea e una carrozza rinnovata nel layout di tavolini e pareti insieme a giochi, gadget e fogli da colorare per bambini, cuore dell'Area Family, è arrivato binario 25 della stazione Termini a Roma. A darne notizia è FS News, il portale di informazione del Gruppo FS. "Il percorso iniziato due anni e mezzo fa insieme a Disney – ha spiegato il direttore marketing Trenitalia Mario Alovisi – ci ha permesso di valorizzare i territori: pensiamo a Luca e alle 5Terre grazie al trasporto Regionale, a Red e alle sue emozioni abbinate alla experience di un viaggio in Frecciarossa, dai viaggi spaziali di Buzz Lightyear a quelli più avventurosi che vivremo da oggi con Strange World insieme al prodotto Intercity ed Eurocity. L'Area Family, dedicata ai più giovani, con giochi, foodbox con gadget e sorprese per chi deciderà di viaggiare con noi, sono una costante e quotidiana attenzione verso questo target per migliorare l'esperienza di viaggio dei clienti del domani e dei loro genitori". "Siamo qui a confermare la collaborazione fra Trenitalia e Disney – ha spiegato il direttore business Intercity di Trenitalia Domenico Scida - con l'ultimo film animato in uscita, Strange World, la cui locandina viaggerà, come una cartolina, su un treno in giro per le stazioni italiane da nord a sud. All'interno del treno, inoltre, ci sarà un'area dedicata alle famiglie con bambini, che avranno a disposizione tavolini su cui disegnare e divertendosi durante gli spostamenti". Il treno pellicolato Disney viaggerà, infatti, a partire dalle prossime settimane, sui binari italiani. Ma non sarà il solo: su altri convogli Intercity ed Eurocity, nella carrozza Area Family, si potranno trovare le sponsorizzazioni di Strange World e dei giochi disegnati sui tavolini pensati per i più piccoli. Inoltre, anche su Intercity Notte, Eurocity, Frecciarossa e Frecciargento saranno disponibili, fino a esaurimento scorte, gadget di quest'ultimo lungometraggio animato firmato Disney. "Il 2022 per Intercity, con cui si può viaggiare in tutta Italia, sia di giorno che di notte, con 124 collegamenti giornalieri, è stato un anno di grandi numeri – ha aggiunto Scida – ed è un mezzo molto apprezzato dalle famiglie proprio perché lo utilizzano i per spostamenti leisure, turismo e visite a parenti ed amici". [post_title] => Trenitalia e Disney insieme per l'uscita di Strange World in Italia [post_date] => 2022-11-24T11:40:18+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669290018000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434622 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Se c’è da organizzare una vacanza, la parola d’ordine, negli ultimi tempi, specie tra i giovani, è “sostenibilità”. Tematica importante, protagonista indiscussa del progetto Eu Eco-Tandem Programme, cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il programma Cosme, che punta proprio a promuovere lo sviluppo sostenibile nel settore turistico, attraverso un mix di attività di supporto tecnico e finanziario attraverso il volano dell’innovazione, facilitando la nascita di sinergie tra Pmi, startup e innovatori del settore. Stando ai dati emersi durante il Global Travel Summit 2022 di Allianz Partners sul tema “Wonderland” (ricerca condotta in collaborazione con Foresight Factory), in tutto il mondo, le vacanze green sarebbero le più gettonate tra i “millennials” (6 famiglie su 10 – nella fascia 25-40 anni). Trend, che trova riscontro anche in Italia, dove, coppie senza figli, d’età compresa tra i 26 e i 40 anni, ovvero il 52%, hanno dichiarato che per i propri viaggi presteranno maggiore attenzione all’impatto ambientale, rispetto al periodo pre-pandemia. Interesse, che riguarda anche gli spostamenti, preferendo viaggi in treno, camper e roulotte. Risultati interessanti, che ben si sposano con le molteplici attività messe in atto dal progetto Eu Eco-Tandem Programme, avviato nel 2020, e che attualmente vede coinvolte 56 “Tndem”, formati da Pmi e startup o PMI innovative, impegnate a lavorare insieme su cinque sfide del settore Turismo: dal risparmio energetico alla conservazione dell’acqua, dalla gestione dei rifiuti alle misure di gestione della mobilità e alla ripresa e rilancio del settore post COVID 19. Ai migliori Piani di Azione presentati dai Tandem, il progetto erogherà un voucher del valore fino a 13.000 euro, che servirà a trasformare concretamente i progetti più interessanti, che verranno annunciati e celebrati durante il prossimo grande “Awarding Ceremony”, in Italia ad inizio 2023. [post_title] => I millennials preferiscono le vacanze green [post_date] => 2022-11-24T11:35:10+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669289710000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434620 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_335185" align="alignleft" width="300"] Lara Magoni[/caption] «Un progetto di grande valore che rilancerà ulteriormente l'attrattività turistica di un Comune, San Pellegrino Terme, già divenuto una località di richiamo internazionale, in grado di rappresentare l'Italia nel mondo». Così l'assessore a turismo, marketing territoriale e moda di regione Lombardia, Lara Magoni, ha commentato la sottoscrizione, da parte dell'assessore Guidesi, dell'accordo di rilancio economico, sociale e territoriale (Arest) che prevede interventi per la valorizzazione in chiave turistica di San Pellegrino Terme (BG). "Regione Lombardia - ha proseguito l'assessore Magoni - crede fortemente nel potenziale di questo territorio, che merita di essere ulteriormente valorizzato. Posso dirmi orgogliosa dell'accordo di rilancio economico che darà un nuovo slancio a questa Valle e attirerà migliaia di turisti sul territorio. Quando le istituzioni e gli enti locali collaborano tra loro, in unione con l'azione privata, i risultati non possono che essere positivi". [post_title] => Regione Lombardia pronta al rilancio economico di San Pellegrino Terme [post_date] => 2022-11-24T11:29:51+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669289391000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434637 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_434639" align="alignleft" width="300"] Massimo Caputi, presidente di Federterme[/caption] La stagione termale 2022 in Emilia Romagna è ripartita a pieno regime, segnalando un evidente recupero e un numero di clienti ospitati superiore rispetto al 2021, oltre che a un fatturato complessivo confortante. Un trend positivo dunque, condizionato però dal caro energia che pesa sugli sforzi del comparto. Ne ha dato notizia in occasione del recente incontro dedicato alla stampa nazionale, Lino Gilioli, presidente Coter, che  ha dialogato con Massimo Caputi, presidente di Federterme, sul tema del rilancio delle terme italiane e con il dottor Marco Conti, specialista in fisioterapia e idrologia medica. Il presidente del Coter Lino Gilioli ha commentato così le incoraggianti statistiche: «Il  2022 segna con decisione il rilancio delle Terme e l’Emilia Romagna guida questo percorso che vede la significativa crescita delle cure termali, delle attività riabilitative,  e del benessere che finalmente torna anch’esso ad essere protagonista dello sviluppo del nostro settore. Possiamo dire che abbiamo “navigato in un mare in tempesta” – prosegue Gilioli – “condizionato pesantemente dalle bollette energetiche che ancora tormentano i bilanci aziendali». Dal punto di vista delle tendenze emerge un trend positivo anche nell’ultima parte della stagione facendo segnare punte di affluenza decisamente buone. [caption id="attachment_434640" align="alignleft" width="300"] Il presidente del Coter Lino Gilioli[/caption] «Le nostre 23 strutture hanno registrato un buon incremento dal punto di vista degli arrivi, con il 45% in più rispetto al 2021 e un aumento del 48% delle prestazioni. Non solo, gli arrivi Asl segnano un + 33% , quelli privati +43% e quelli benessere raddoppiano. La riabilitazione sia motoria che respiratoria cresce del 31% e supera il livello del 2019», ha aggiunto Gilioli. A favorire questa crescita anche la ripresa dei flussi extraregione che ha contribuito ad attivare il movimento turistico delle località termali, anch’esso in significativo incremento sul 2021. Dai dati emerge inoltre che la ripresa delle cure termali è guidata dal genere femminile che aumenta del 50% sullo scorso anno e dal riavvio della clientela pediatrica che segna + 43%. Il benessere riparte e accelera lasciando intravedere forti potenzialità e un imminente riaggancio con i dati pre-pandemia. La riabilitazione che rappresenta per le Terme dell’Emilia Romagna un asset importante recupera già oggi i buoni risultati del 2019. Vanno bene le “cure d’acqua” (bagni, fanghi, piscine termali) mentre è più timida la ripresa delle cure dell’apparato respiratorio che pur rappresentano un’ottima terapia naturale, molto importante per rafforzare il sistema immunitario e accrescere le difese naturali dell’organismo. Le terme italiane hanno, negli ultimi anni, accolto le nuove esigenze dei clienti, accompagnandoli verso una nuova esperienza di benessere. Il presidente di Federterme, Massimo Caputi ha dichiarato che “L’epidemia da COVID non ha arrestato gli arrivi, anzi ha sancito la vigilia di un nuovo sviluppo del comparto termale improntato sulla ricerca del benessere e della salute. Possiamo definirlo turismo sanitario e di salute quello che ha caratterizzato l’afflusso verso le nostre strutture. Si tratta di un segmento dalle grandi potenzialità, che può essere fortemente sviluppato e diventare un vero e proprio brand italiano. Il territorio che circonda le località termali contribuisce a completare l'offerta di salute grazie alla ricchezza dei prodotti enogastronomici, ai giacimenti culturali e dell'arte, così diffusa da punteggiare tutta la nostra terra».   [post_title] => Emilia Romagna: grande balzo in avanti del settore terme [post_date] => 2022-11-24T11:16:55+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669288615000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434561 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per la Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti, si preannuncia come una stagione sciistica eccezionale, che si aprirà come da tradizione in notturna il 25 novembre 2022. Se agli impianti che servono il leggendario Ski Center Latemar si aggiunge quest’anno l’avveniristica seggiovia “Campanil” di Pampeago, dotata di 29 seggiole da 6 posti ciascuna, la nuova pista “Zanggen II” a Obereggen va ad arricchire un autentico parco giochi degli sport sulla neve che, tra Obereggen e Carezza, conta già 90 km di piste, 3 circuiti da slittino, 2 snowpark e 1 nightpark, tanti sentieri per escursioni e ciaspolate in un candido panorama fiabesco e 160 km di tappeti bianchi per il fondo. Tra le sorprese della stagione in arrivo, è prevista la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate. L’area di Carezza alza il sipario su quello che si conferma uno dei teatri invernali più amati dalle famiglie il 26 novembre. Ad attendere le piccole star di sci e snowboard con genitori al seguito, c’è il risultato di una formula magica data dalla moltiplicazione di 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali vanno assommati 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino”
e il percorso leggende “Re Laurino”. Obereggen si presenta dal canto suo come un’esplosione di emozione e piacere, che mette a disposizione dei patiti della neve 48 km di piste di tutte le difficoltà servite da 18 impianti di risalita, snowpark e un’offerta gastronomica originale e di qualità, per un’esperienza moderna su sci, snowboard e slittino in uno scenario dal fascino eterno. Due parchi per bambini e 1 Miniclub, 4 piste da slittino e la mitologica Apline Coaster non fanno che aumentare la portata dell'offerta. Ed è proprio al calar del sole che l’area sciistica prepara come di consueto l’anteprima di stagione il 25 novembre, per poi aprire ufficialmente le danze il giorno successivo. Se Il rifugio Oberholz e l’alpine club LOOX incarnano il lato più sofisticato di questa perla di montagna che parla la lingua del design, sciatori e snowboarder di ogni misura ed età troveranno pane per i loro denti all’interno dello Ski Center Latemar, eletto da skiresort.de migliore area sciistica al mondo. Per cominciare col piede giusto la stagione, Dolomiti Super Première – valida dal 26 novembre al 24 dicembre 2022 - offre una giornata gratuita ogni 4, che diventano due nel caso di permanenze di 8 giorni. La proposta copre alloggio e skipass, senza contare che anche le scuole di sci e i noleggi mettono sul piatto corsi e attrezzature a prezzi incredibilmente vantaggiosi. Due comprensori a misura di bambino non potevano poi far mancare pacchetti pensati per le famiglie delle nevi. Dall’8 al 28 gennaio e dal 19 marzo al 16 aprile 2023, Obereggen For Families offre ai piccoli sciatori l’opportunità di muovere i primi passi sugli sci, di divertirsi con l’Orso Bruno e di svagarsi su due piste da slittino, volando su tre fun slopes e sbizzarrendosi in due parchi ammantati di bianco. Inclusi nel prezzo di 1400 euro, 7 pernottamenti in MP/B&B/APP, 6 giorni Skipass Fiemme-Obereggen, Skipass gratuito per bambini sotto gli 8 anni, 6 giorni di noleggio sci e attrezzatura per bambini, 1 giorno di noleggio gratuito di una slitta e ingresso gratuito a “Brunoland”. Il comprensorio di Re Laurino risponde con Carezza All Family, valida dal 7 al 15 gennaio, dal 28 gennaio al 4 febbraio e dal 4 al 19 marzo 2022. L’offerta di 7 pernottamenti comprende alloggio e skipass gratuito per tutti i bambini sotto gli 8 anni e il 30% di sconto per i bambini fino a 16 anni, 6 giorni di Skipass Fassa-Carezza.   [post_title] => Val d'Ega, molte le novità per la nuova stagione sciistica [post_date] => 2022-11-24T09:56:20+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669283780000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434659 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Gruppo Qantas prevede un miglioramento dei profitti per la prima metà dell'anno fiscale 2022-23, che si concluderà il prossimo 31 dicembre: si tratta di un utile al lordo delle imposte compreso tra 1,35 e 1,45 miliardi di dollari australiani, in altre parole, un aumento di 150 milioni di dollari australiani rispetto all'intervallo di profitto indicato all'inizio dell'ottobre scorso. La compagnia aerea attribuisce l'aumento al balzo in avanti della domanda di viaggio, con i consumatori disposti a privilegiare le spese di viaggio rispetto ad altre categorie di spesa. Qantas ha precisato che i costi del carburante rimangono significativamente elevati rispetto all'anno fiscale precedente e si prevede che raggiungeranno circa 5 miliardi di dollari australiani durante l'intero esercizio, un record per il Gruppo, nonostante la capacità internazionale sia inferiore di circa il 30% rispetto ai livelli pre-Covid.   Il Gruppo conferma di proseguire nell'aumento di capacità offerta il più rapidamente possibile nella seconda metà dell'anno, mantenendo al contempo l'affidabilità operativa. [post_title] => Qantas: stima al rialzo per i profitti del semestre grazie al boom della domanda di viaggio [post_date] => 2022-11-24T09:45:46+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669283146000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434601 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un brindisi al 2023 nel cuore del Mediterraneo, alla scoperta di una storia millenaria e di una città che da secoli è crocevia di tradizioni e culture. E’ quanto propone Grimaldi Lines tour operator con il Capodanno a Palermo, in programma dal 29 dicembre 2022 al 3 gennaio 2023. La Sicilia si raggiunge con una notte di viaggio da Napoli a Palermo a bordo della nave Cruise Ausonia, dotata di comode cabine interne, esterne e superior e di diversi servizi a disposizione dei passeggeri: self-service per un pasto veloce, ristorante à la carte dove assaggiare in totale relax lespecialità degli chef di bordo, caffetteria per uno snack e un drink e area giochi per gli ospiti più piccoli. La vacanza prosegue con il soggiorno a Palermo presso l’accogliente Hotel San Paolo Palace di categoria 4 stelle.Grande protagonista di questa proposta è la magia del capoluogo siciliano, con le sue mille sfumature che esprimono le tante dominazioni che si sono succedute nei secoli. La storia della città è scritta infatti in un patrimonio artistico unico al mondo, in cui si fondono influenze bizantine, arabe e normanne e che ha il suo gioiello nel Palazzo Reale con annessa la Cappella Palatina.  La quota di partecipazione al viaggio è di 249 euro a persona, con sistemazione in cabina doppia interna e camera doppia standard in hotel. La quota comprende: viaggio a/r da Napoli a Palermo, diritti fissi, soggiorno di 3 notti presso l’Hotel San Paolo Palace con trattamento di pernottamento e prima colazione, assicurazione per assistenza medica/infortunio e per annullamento viaggio. Sono previste riduzioni per terzo letto adulto o bambino e supplemento per l’imbarco dell’auto al seguito. [post_title] => Grimaldi Lines lancia il Capodanno a Palermo [post_date] => 2022-11-24T09:25:41+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669281941000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "minardi king holidays adv cuore del rilancio delloutgoing" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":78,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1655,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434783","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"No alle cassandre, sì alle buone notizie. E non per partito preso, ma sulla base di dati concreti, quelli emersi dall'ultima analisi firmata dall'European House Ambrosetti e illustrati ieri dal managing partner e ad Valerio De Molli, in occasione dell'edizione 2022 del BizTravel Forum.\r\n \r\nNel 2023 la crescita del Pil dell’Italia, secondo diversi istituti di riferimento, dovrebbe attestarsi attorno allo 0,3-0,4%, mentre per il Fondo Monetario Internazionale (Imf) si passerà al -0,2%; sempre secondo quest'ultimo l'anno prossimo un terzo dell'economia globale sarà in recessione, e la produzione globale potrebbe essere inferiore ai 2.800 miliardi di dollari.\r\nMa si tratterebbe comunque di una crescita, che per ritrovare il giusto impulso non potrà prescindere da una ritrovata \"spinta sui consumi, che incidono per ben il 60% circa sul Pil italiano”. Va poi letto in positivo il dato del secondo trimestre 2022 \"quando l'Italia è stata tra i Paesi europei a maggiore crescita rispetto ai primi tre mesi (+1,1%), e dal primo trimestre 2021 ha mostrato una dinamica migliore di Germania e Francia”. Anche i valori occupazionali sono in ripresa, ormai vicini ai livelli pre-pandemia anche grazie al contributo del settore turistico”.\r\n \r\nIl conflitto in Ucraina, l'inflazione galoppante e rincaro dei beni energetici hanno costretto l’Imf a rivedere al ribasso il Pil italiano nel 2022, con una crescita stimata del 3,2%. Risultato comunque migliore rispetto a quelli previsti per Francia (2,5%) e Germania (1,5%)\".\r\n \r\n“Nel secondo trimestre del 2022 l’Italia è stata tra i Paesi europei a maggiore crescita rispetto al primo trimestre (+1,1%), e dal primo trimestre 2021 ha mostrato una dinamica migliore di Germania e Francia”. Inoltre, anche i valori occupazionali sono in ripresa, ormai vicini ai livelli pre-pandemia e ciò anche grazie all’apporto del comparto turistico”.\r\nL'Italia ha recuperato attrattività sui mercati internazionali, in termini di investimenti dall'estero e sempre nel 2021 ha assistito \"ad una forte ripresa degli scambi turistici, post pandemia: gli arrivi totali dell'anno sono pari al 78,7% del 2019, dato che sale al 90,3% considerando il mese di agosto\". Quest'anno, nel trimestre giugno-agosto \"gli arrivi sono pari al 90% di quelli registrati nello stesso periodo 2019. Risultati straordinari nonostante manchino i flussi da aree quali la Cina o la Russia a testimonianza della voglia di italianità, della passione che il mondo ha per il nostro paese\".\r\n \r\nNessun \"allarme rosso\" quindi, \"preoccupazione, certo\". Ma secondo lo studio Ambrosetti, il sentiment è positivo, \"con metà degli imprenditori che starebbe valutando di riportare in Italia alcune fasi della filiera produttiva e anche il debito pubblico sarebbe destinato a calare nei prossimi anni, tornando ai livelli pre crisi nell'arco di sette anni, chiaramente in assenza di shock esogeni imprevedibili\".\r\n ","post_title":"Ambrosetti sul 2023: spazio alla positività, malgrado persistano le criticità","post_date":"2022-11-25T10:23:58+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1669371838000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434785","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Chiude a 830 milioni di euro l'anno del comparto tour operating di Alpitour World: la metà del fatturato complessivo di 1,6 miliardi del gruppo. «Non siamo ancora ai livelli del 2019 - racconta il general manager tour operating della compagnia, Pier Ezhaya, a margine della presentazione del nuovo logo -. Ma già dall'anno prossimo prevediamo di tornare sugli 1,35 miliardi di tre anni fa!. Molto bene stanno andando soprattutto le Maldive, l'Egitto e la Repubblica Dominicana. «Quest'ultima destinazione - prosegue Ezhaya - pare aver preso un po' il posto di Messico e Cuba come star dell'area caraibica. Buone poi le performance dell'Africa Orientale, soprattutto di Kenya e Zanzibar».\r\n\r\n«Per il 2023 ci aspettiamo quindi una ripresa del Messico e soprattutto una crescita su Mauritius, dove per la prima volta nella nostra storia posizioneremo un volo Neos, a partire dal prossimo 20 dicembre. Ci aspettiamo inoltre un Egitto ancora tonico e una Tunisia in recupero. La meta maghrebina potrebbe in particolare guadagnare quote di mercato a scapito di altre destinazioni mediterranee tradizionalmente più care come la Spagna e la Grecia, che potrebbero risentire della crescita dell'inflazione e della conseguente perdita di potere d'acquisto dei viaggiatori. Sul lungo raggio, infine, continuano a esercitare un grande appeal gli Stati Uniti, nonostante il cambio euro-dollaro sfavorevole. Ci attendiamo poi la ripartenza forte di Giappone e Thailandia e una sostanziale conferma dell'Indonesia\".\r\nReset della domanda\r\nA faticare un po' sono invece le mete nuove. Quelle destinazioni lanciate nel 2019, appena prima dello scoppio della pandemia, che all'epoca sembravano godere di ottime prospettive e che ora invece stentano a trovare spazio tra i desiderata degli italiani. \"E' un po' come se il Covid avesse generato una sorta di reset nella domanda. Poca Naxos in Grecia, quindi per intenderci, ma si torna invece volentieri e Mykonos, Creta e Rodi. Anche l'Oman, che prometteva benissimo, oggi soffre un po'.\r\n\r\n«Noi però non ci fermiamo e oltre a trovare nuove strategie per queste mete, continuiamo a pensare anche ad altre destinazioni. Al momento stiamo per esempio studiando la Guinea Equatoriale, che ha molto da offrire soprattutto dal punto di vista naturalistico, e abbiamo introdotto una nuova declinazione di Doha. Il tutto, senza naturalmente dimenticare la novità Arabia Saudita: direi inevitabile visti gli investimenti che il Paese sta effettuando per valorizzare la propria proposta turistica».","post_title":"Ezhaya, Alpitour: il to chiude a 830 mln. Nel 2023 ai livelli pre-Covid","post_date":"2022-11-25T09:15:26+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza","topnews"],"post_tag_name":["In evidenza","Top News"]},"sort":[1669367726000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434625","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"In occasione della presentazione del film Disney Strange World in Italia – in sala da ieri – un Intercity con una speciale livrea e una carrozza rinnovata nel layout di tavolini e pareti insieme a giochi, gadget e fogli da colorare per bambini, cuore dell'Area Family, è arrivato binario 25 della stazione Termini a Roma. A darne notizia è FS News, il portale di informazione del Gruppo FS.\r\n\r\n\"Il percorso iniziato due anni e mezzo fa insieme a Disney – ha spiegato il direttore marketing Trenitalia Mario Alovisi – ci ha permesso di valorizzare i territori: pensiamo a Luca e alle 5Terre grazie al trasporto Regionale, a Red e alle sue emozioni abbinate alla experience di un viaggio in Frecciarossa, dai viaggi spaziali di Buzz Lightyear a quelli più avventurosi che vivremo da oggi con Strange World insieme al prodotto Intercity ed Eurocity. L'Area Family, dedicata ai più giovani, con giochi, foodbox con gadget e sorprese per chi deciderà di viaggiare con noi, sono una costante e quotidiana attenzione verso questo target per migliorare l'esperienza di viaggio dei clienti del domani e dei loro genitori\".\r\n\r\n\"Siamo qui a confermare la collaborazione fra Trenitalia e Disney – ha spiegato il direttore business Intercity di Trenitalia Domenico Scida - con l'ultimo film animato in uscita, Strange World, la cui locandina viaggerà, come una cartolina, su un treno in giro per le stazioni italiane da nord a sud. All'interno del treno, inoltre, ci sarà un'area dedicata alle famiglie con bambini, che avranno a disposizione tavolini su cui disegnare e divertendosi durante gli spostamenti\".\r\n\r\nIl treno pellicolato Disney viaggerà, infatti, a partire dalle prossime settimane, sui binari italiani. Ma non sarà il solo: su altri convogli Intercity ed Eurocity, nella carrozza Area Family, si potranno trovare le sponsorizzazioni di Strange World e dei giochi disegnati sui tavolini pensati per i più piccoli. Inoltre, anche su Intercity Notte, Eurocity, Frecciarossa e Frecciargento saranno disponibili, fino a esaurimento scorte, gadget di quest'ultimo lungometraggio animato firmato Disney.\r\n\r\n\"Il 2022 per Intercity, con cui si può viaggiare in tutta Italia, sia di giorno che di notte, con 124 collegamenti giornalieri, è stato un anno di grandi numeri – ha aggiunto Scida – ed è un mezzo molto apprezzato dalle famiglie proprio perché lo utilizzano i per spostamenti leisure, turismo e visite a parenti ed amici\".","post_title":"Trenitalia e Disney insieme per l'uscita di Strange World in Italia","post_date":"2022-11-24T11:40:18+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669290018000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434622","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Se c’è da organizzare una vacanza, la parola d’ordine, negli ultimi tempi, specie tra i giovani, è “sostenibilità”. Tematica importante, protagonista indiscussa del progetto Eu Eco-Tandem Programme, cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il programma Cosme, che punta proprio a promuovere lo sviluppo sostenibile nel settore turistico, attraverso un mix di attività di supporto tecnico e finanziario attraverso il volano dell’innovazione, facilitando la nascita di sinergie tra Pmi, startup e innovatori del settore.\r\n\r\nStando ai dati emersi durante il Global Travel Summit 2022 di Allianz Partners sul tema “Wonderland” (ricerca condotta in collaborazione con Foresight Factory), in tutto il mondo, le vacanze green sarebbero le più gettonate tra i “millennials” (6 famiglie su 10 – nella fascia 25-40 anni). Trend, che trova riscontro anche in Italia, dove, coppie senza figli, d’età compresa tra i 26 e i 40 anni, ovvero il 52%, hanno dichiarato che per i propri viaggi presteranno maggiore attenzione all’impatto ambientale, rispetto al periodo pre-pandemia. Interesse, che riguarda anche gli spostamenti, preferendo viaggi in treno, camper e roulotte.\r\n\r\nRisultati interessanti, che ben si sposano con le molteplici attività messe in atto dal progetto Eu Eco-Tandem Programme, avviato nel 2020, e che attualmente vede coinvolte 56 “Tndem”, formati da Pmi e startup o PMI innovative, impegnate a lavorare insieme su cinque sfide del settore Turismo: dal risparmio energetico alla conservazione dell’acqua, dalla gestione dei rifiuti alle misure di gestione della mobilità e alla ripresa e rilancio del settore post COVID 19. Ai migliori Piani di Azione presentati dai Tandem, il progetto erogherà un voucher del valore fino a 13.000 euro, che servirà a trasformare concretamente i progetti più interessanti, che verranno annunciati e celebrati durante il prossimo grande “Awarding Ceremony”, in Italia ad inizio 2023.","post_title":"I millennials preferiscono le vacanze green","post_date":"2022-11-24T11:35:10+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1669289710000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434620","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_335185\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Lara Magoni[/caption]\r\n\r\n«Un progetto di grande valore che rilancerà ulteriormente l'attrattività turistica di un Comune, San Pellegrino Terme, già divenuto una località di richiamo internazionale, in grado di rappresentare l'Italia nel mondo». Così l'assessore a turismo, marketing territoriale e moda di regione Lombardia, Lara Magoni, ha commentato la sottoscrizione, da parte dell'assessore Guidesi, dell'accordo di rilancio economico, sociale e territoriale (Arest) che prevede interventi per la valorizzazione in chiave turistica di San Pellegrino Terme (BG).\r\n\r\n\"Regione Lombardia - ha proseguito l'assessore Magoni - crede fortemente nel potenziale di questo territorio, che merita di essere ulteriormente valorizzato. Posso dirmi orgogliosa dell'accordo di rilancio economico che darà un nuovo slancio a questa Valle e attirerà migliaia di turisti sul territorio. Quando le istituzioni e gli enti locali collaborano tra loro, in unione con l'azione privata, i risultati non possono che essere positivi\".","post_title":"Regione Lombardia pronta al rilancio economico di San Pellegrino Terme","post_date":"2022-11-24T11:29:51+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669289391000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434637","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_434639\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Massimo Caputi, presidente di Federterme[/caption]\r\nLa stagione termale 2022 in Emilia Romagna è ripartita a pieno regime, segnalando un evidente recupero e un numero di clienti ospitati superiore rispetto al 2021, oltre che a un fatturato complessivo confortante. Un trend positivo dunque, condizionato però dal caro energia che pesa sugli sforzi del comparto.\r\nNe ha dato notizia in occasione del recente incontro dedicato alla stampa nazionale, Lino Gilioli, presidente Coter, che  ha dialogato con Massimo Caputi, presidente di Federterme, sul tema del rilancio delle terme italiane e con il dottor Marco Conti, specialista in fisioterapia e idrologia medica.\r\nIl presidente del Coter Lino Gilioli ha commentato così le incoraggianti statistiche: «Il  2022 segna con decisione il rilancio delle Terme e l’Emilia Romagna guida questo percorso che vede la significativa crescita delle cure termali, delle attività riabilitative,  e del benessere che finalmente torna anch’esso ad essere protagonista dello sviluppo del nostro settore. Possiamo dire che abbiamo “navigato in un mare in tempesta” – prosegue Gilioli – “condizionato pesantemente dalle bollette energetiche che ancora tormentano i bilanci aziendali». Dal punto di vista delle tendenze emerge un trend positivo anche nell’ultima parte della stagione facendo segnare punte di affluenza decisamente buone.\r\n\r\n\r\n[caption id=\"attachment_434640\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il presidente del Coter Lino Gilioli[/caption]\r\n«Le nostre 23 strutture hanno registrato un buon incremento dal punto di vista degli arrivi, con il 45% in più rispetto al 2021 e un aumento del 48% delle prestazioni. Non solo, gli arrivi Asl segnano un + 33% , quelli privati +43% e quelli benessere raddoppiano. La riabilitazione sia motoria che respiratoria cresce del 31% e supera il livello del 2019», ha aggiunto Gilioli.\r\nA favorire questa crescita anche la ripresa dei flussi extraregione che ha contribuito ad attivare il movimento turistico delle località termali, anch’esso in significativo incremento sul 2021.\r\nDai dati emerge inoltre che la ripresa delle cure termali è guidata dal genere femminile che aumenta del 50% sullo scorso anno e dal riavvio della clientela pediatrica che segna + 43%. Il benessere riparte e accelera lasciando intravedere forti potenzialità e un imminente riaggancio con i dati pre-pandemia. La riabilitazione che rappresenta per le Terme dell’Emilia Romagna un asset importante recupera già oggi i buoni risultati del 2019. Vanno bene le “cure d’acqua” (bagni, fanghi, piscine termali) mentre è più timida la ripresa delle cure dell’apparato respiratorio che pur rappresentano un’ottima terapia naturale, molto importante per rafforzare il sistema immunitario e accrescere le difese naturali dell’organismo. \r\nLe terme italiane hanno, negli ultimi anni, accolto le nuove esigenze dei clienti, accompagnandoli verso una nuova esperienza di benessere. Il presidente di Federterme, Massimo Caputi ha dichiarato che “L’epidemia da COVID non ha arrestato gli arrivi, anzi ha sancito la vigilia di un nuovo sviluppo del comparto termale improntato sulla ricerca del benessere e della salute. Possiamo definirlo turismo sanitario e di salute quello che ha caratterizzato l’afflusso verso le nostre strutture. Si tratta di un segmento dalle grandi potenzialità, che può essere fortemente sviluppato e diventare un vero e proprio brand italiano. Il territorio che circonda le località termali contribuisce a completare l'offerta di salute grazie alla ricchezza dei prodotti enogastronomici, ai giacimenti culturali e dell'arte, così diffusa da punteggiare tutta la nostra terra».\r\n ","post_title":"Emilia Romagna: grande balzo in avanti del settore terme","post_date":"2022-11-24T11:16:55+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669288615000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434561","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Per la Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti, si preannuncia come una stagione sciistica eccezionale, che si aprirà come da tradizione in notturna il 25 novembre 2022.\r\n\r\nSe agli impianti che servono il leggendario Ski Center Latemar si aggiunge quest’anno l’avveniristica seggiovia “Campanil” di Pampeago, dotata di 29 seggiole da 6 posti ciascuna, la nuova pista “Zanggen II” a Obereggen va ad arricchire un autentico parco giochi degli sport sulla neve che, tra Obereggen e Carezza, conta già 90 km di piste, 3 circuiti da slittino, 2 snowpark e 1 nightpark, tanti sentieri per escursioni e ciaspolate in un candido panorama fiabesco e 160 km di tappeti bianchi per il fondo.\r\n\r\nTra le sorprese della stagione in arrivo, è prevista la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate.\r\n\r\nL’area di Carezza alza il sipario su quello che si conferma uno dei teatri invernali più amati dalle famiglie il 26 novembre. Ad attendere le piccole star di sci e snowboard con genitori al seguito, c’è il risultato di una formula magica data dalla moltiplicazione di 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali vanno assommati 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino”
e il percorso leggende “Re Laurino”.\r\n\r\nObereggen si presenta dal canto suo come un’esplosione di emozione e piacere, che mette a disposizione dei patiti della neve 48 km di piste di tutte le difficoltà servite da 18 impianti di risalita, snowpark e un’offerta gastronomica originale e di qualità, per un’esperienza moderna su sci, snowboard e slittino in uno scenario dal fascino eterno. Due parchi per bambini e 1 Miniclub, 4 piste da slittino e la mitologica Apline Coaster non fanno che aumentare la portata dell'offerta.\r\n\r\nEd è proprio al calar del sole che l’area sciistica prepara come di consueto l’anteprima di stagione il 25 novembre, per poi aprire ufficialmente le danze il giorno successivo. Se Il rifugio Oberholz e l’alpine club LOOX incarnano il lato più sofisticato di questa perla di montagna che parla la lingua del design, sciatori e snowboarder di ogni misura ed età troveranno pane per i loro denti all’interno dello Ski Center Latemar, eletto da skiresort.de migliore area sciistica al mondo.\r\n\r\nPer cominciare col piede giusto la stagione, Dolomiti Super Première – valida dal 26 novembre al 24 dicembre 2022 - offre una giornata gratuita ogni 4, che diventano due nel caso di permanenze di 8 giorni. La proposta copre alloggio e skipass, senza contare che anche le scuole di sci e i noleggi mettono sul piatto corsi e attrezzature a prezzi incredibilmente vantaggiosi.\r\n\r\nDue comprensori a misura di bambino non potevano poi far mancare pacchetti pensati per le famiglie delle nevi. Dall’8 al 28 gennaio e dal 19 marzo al 16 aprile 2023, Obereggen For Families offre ai piccoli sciatori l’opportunità di muovere i primi passi sugli sci, di divertirsi con l’Orso Bruno e di svagarsi su due piste da slittino, volando su tre fun slopes e sbizzarrendosi in due parchi ammantati di bianco. Inclusi nel prezzo di 1400 euro, 7 pernottamenti in MP/B&B/APP, 6 giorni Skipass Fiemme-Obereggen, Skipass gratuito per bambini sotto gli 8 anni, 6 giorni di noleggio sci e attrezzatura per bambini, 1 giorno di noleggio gratuito di una slitta e ingresso gratuito a “Brunoland”.\r\nIl comprensorio di Re Laurino risponde con Carezza All Family, valida dal 7 al 15 gennaio, dal 28 gennaio al 4 febbraio e dal 4 al 19 marzo 2022. L’offerta di 7 pernottamenti comprende alloggio e skipass gratuito per tutti i bambini sotto gli 8 anni e il 30% di sconto per i bambini fino a 16 anni, 6 giorni di Skipass Fassa-Carezza.\r\n\r\n ","post_title":"Val d'Ega, molte le novità per la nuova stagione sciistica","post_date":"2022-11-24T09:56:20+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669283780000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434659","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Gruppo Qantas prevede un miglioramento dei profitti per la prima metà dell'anno fiscale 2022-23, che si concluderà il prossimo 31 dicembre: si tratta di un utile al lordo delle imposte compreso tra 1,35 e 1,45 miliardi di dollari australiani, in altre parole, un aumento di 150 milioni di dollari australiani rispetto all'intervallo di profitto indicato all'inizio dell'ottobre scorso.\r\n\r\nLa compagnia aerea attribuisce l'aumento al balzo in avanti della domanda di viaggio, con i consumatori disposti a privilegiare le spese di viaggio rispetto ad altre categorie di spesa.\r\n\r\nQantas ha precisato che i costi del carburante rimangono significativamente elevati rispetto all'anno fiscale precedente e si prevede che raggiungeranno circa 5 miliardi di dollari australiani durante l'intero esercizio, un record per il Gruppo, nonostante la capacità internazionale sia inferiore di circa il 30% rispetto ai livelli pre-Covid.\r\n\r\n \r\n\r\nIl Gruppo conferma di proseguire nell'aumento di capacità offerta il più rapidamente possibile nella seconda metà dell'anno, mantenendo al contempo l'affidabilità operativa.","post_title":"Qantas: stima al rialzo per i profitti del semestre grazie al boom della domanda di viaggio","post_date":"2022-11-24T09:45:46+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669283146000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434601","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un brindisi al 2023 nel cuore del Mediterraneo, alla scoperta di una storia millenaria e di una città che da secoli è crocevia di tradizioni e culture. E’ quanto propone Grimaldi Lines tour operator con il Capodanno a Palermo, in programma dal 29 dicembre 2022 al 3 gennaio 2023.\r\n\r\nLa Sicilia si raggiunge con una notte di viaggio da Napoli a Palermo a bordo della nave Cruise Ausonia, dotata di comode cabine interne, esterne e superior e di diversi servizi a disposizione dei passeggeri: self-service per un pasto veloce, ristorante à la carte dove assaggiare in totale relax lespecialità degli chef di bordo, caffetteria per uno snack e un drink e area giochi per gli ospiti più piccoli.\r\n\r\nLa vacanza prosegue con il soggiorno a Palermo presso l’accogliente Hotel San Paolo Palace di categoria 4 stelle.Grande protagonista di questa proposta è la magia del capoluogo siciliano, con le sue mille sfumature che esprimono le tante dominazioni che si sono succedute nei secoli. La storia della città è scritta infatti in un patrimonio artistico unico al mondo, in cui si fondono influenze bizantine, arabe e normanne e che ha il suo gioiello nel Palazzo Reale con annessa la Cappella Palatina. \r\n\r\nLa quota di partecipazione al viaggio è di 249 euro a persona, con sistemazione in cabina doppia interna e camera doppia standard in hotel. La quota comprende: viaggio a/r da Napoli a Palermo, diritti fissi, soggiorno di 3 notti presso l’Hotel San Paolo Palace con trattamento di pernottamento e prima colazione, assicurazione per assistenza medica/infortunio e per annullamento viaggio. Sono previste riduzioni per terzo letto adulto o bambino e supplemento per l’imbarco dell’auto al seguito.","post_title":"Grimaldi Lines lancia il Capodanno a Palermo","post_date":"2022-11-24T09:25:41+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1669281941000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti