13 July 2024

Cuba Latin Travel, viaggi personalizzati sull’Isla Grande

[ 0 ]

cubaCuba Latin Travel, grazie all’esperienza maturata, è una valida alternativa al grande tour operator nel settore dei viaggi per Cuba: l’operatore varesino offre programmi di viaggio fortemente personalizzabili che prevedono spostamenti da e per l’aeroporto, voli interni, noleggio auto, mini tour alla scoperta delle meraviglie culturali, naturalistiche e della tradizione, il tutto organizzato nei minimi dettagli. L’ufficio all’Havana, con il suo personale altamente qualificato, offre ai clienti Cuba Latin Travel un servizio di assistenza in loco 24 ore su 24. Per maggiori informazioni visitare il sito www.cubalatintravel.com.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471328 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Secondo l’ultima ricerca Skyscanner, ben l'81% degli italiani sarebbe tentato di prenotare un ulteriore viaggio se trovasse un'offerta di alloggio conveniente per quest'estate. La piattaforma ha quindi deciso di analizzare i numeri per rivelare le destinazioni più economiche dell’estate per soggiorni in hotel a 3, 4 e 5 stelle (per i mesi di luglio e agosto). A Praga, per esempio, la tariffa media a notte in un 3 stelle è di soli 85 euro, a Tirana in un 4 stelle è di 95 euro, mentre a Sharm El Sheikh, il prezzo medio a notte in un resort lusso a 5 stelle, ad agosto, parte da 235 euro. Per questa estate, oltre 7 italiani su 10 (72%) dichiarano inoltre di volersi attenere a un budget prestabilito per quanto riguarda i costi dell’alloggio (rispetto a solo il 45% che fa lo stesso quando si tratta di spesa per il noleggio auto). Le destinazioni che quest’estate hanno subito il maggior calo di prezzo (rispetto al 2023) sono quindi Chania, a Creta (-35%), Sant Antoni de Portmany, a Ibiza (–33%), Tokio (-25%), Istanbul (-17%) e Budapest (-13%). "La maggior parte dei viaggiatori italiani si concentra sul trovare il volo più economico, ma si lascia sfuggire enormi risparmi non applicando la stessa comparazione dei prezzi nella ricerca di un alloggio",  commenta Stefano Maglietta, travel expert di Skyscanner. [post_title] => SkyScanner: le mete più economiche dell'estate tra Creta, Ibiza e Giappone [post_date] => 2024-07-12T12:35:27+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720787727000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471296 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un convento dell'ordine di Santa Chiara del 1604, successivamente occupato dall'ordine della Visitazione di Santa Maria dal 1803 agli inizi degli anni '80. Da queste radici originarie ha preso forma la nuova struttura di design Hôtel du Couvent. Situata nel cuore del centro storico di Nizza, la proprietà è stata realizzata da Valéry Grégo, il nome dietro gli hotel di design Les Roches Rouges e La Pigalle, che ne ha curato un restauro durato ben dieci anni. I lavori sono stati realizzati in collaborazione con lo studio Mumbai e lo studio Méditerranée, che ha sua volta lavorato con Festen Architecture per gli interni. Il risultato sono 88 camere arredate con un mix di pezzi su misura e di antiquariato d'epoca, con vista sul centro storico, sui giardini terrazzati, sul porto o sulle colline circostanti. Tra le soluzioni disponibili ci sono pure 18 suite, alcune delle quali dotate di cucina, con la possibilità di richiedere uno chef o un maggiordomo. All'interno delle mura esterne del convento, si cela inoltre un giardino segreto di più di 8 mila metri quadrati. In collaborazione con Tom-Stuart Smith, paesaggista, e James Basson di Scape Design, lo spazio è stato ripensato in un’ottica di connessione con lo stesso convento. Nel chiostro centrale rivivrà poi l'antica erboristeria fondata dalle suore, guidata dall'erborista locale Gregory Unrein di Nice Organic. Fornirà agli ospiti consigli personalizzati e rimedi su misura, oltre a tè, tisane e tinture con le erbe del giardino, e, allo stesso tempo, servirà anche la cucina e il bar del convento di erbe essiccate. La biblioteca, dove approfondire la storia della città, mette in luce l'École de Nice: un movimento artistico che si è sviluppato a Nizza a partire dalla fine degli anni Cinquanta e che ha riunito molti artisti riconosciuti a livello internazionale, tra cui Martial Raysse, Ben, Yves Klein, Arman e Alocco, Sosno. Archivio ufficiale di tutto ciò che è stato pubblicato sul movimento, lo spazio si presterà a collaborazioni con scuole d'arte, conferenze e workshop per gli ospiti e la comunità locale. Lo spazio benessere si ispirerà alle antiche tradizioni balneari romane, incorporando acqua, trattamenti e attività fisica. A disposizione pure una piscina coperta e una piscina relax. Un'area dedicata ai trattamenti offrirà massaggi su misura con oli essenziali selezionati dall'erborista dell'Hôtel du Couvent, mentre i trattamenti viso personalizzati utilizzeranno prodotti naturali. Oltre a una piscina all'aperto, le terme romane del convento propongono anche il Movement Studio: uno spazio dedicato all'esercizio fisico, alla danza e al movimento, sale per trattamenti e un centro culturale per rilassare la mente, per un'esperienza di benessere olistica. All'esterno, i giardini vantano una ulteriore piscina di 20 metri con vista sul Mediterraneo e una all'aperto adiacente al cafè La Guinguette. Le proposte f&b dell'hotel saranno guidate dai sapori e dai prodotti provenienti dalla fattoria di proprietà a Touët-sur-Var, che rifornisce il convento di verdure di stagione, frutta e uova delle sue 250 galline, ospitando anche visite di ospiti, cene e laboratori gastronomici. Nel ristorante del chiostro, il refettorio originale, al cafè La Guinguette e nel bistrot di rue des Serruriers sarà possibile gustare quindi piatti tipici. E' presente pure una panetteria, ricavata nell'ex panificio del convento, che preparerà ogni giorno pane fresco, con farina macinata in loco secondo la tradizione centenaria, mentre la cantina offrirà una scelta di 3.500 etichette. Nelle vicinanze, le Bar sarà il luogo ideale in cui trascorrere i propri pomeriggi. Il sabato mattina l'Hôtel du Couvent aprirà infine il proprio cortile al mercato cittadino, in cui gli ospiti e i nizzardi potranno rifornirsi di prodotti locali e della regione circostante. Valéry Grégo vive a Londra da vent'anni ed è entrato nel mondo dell'ospitalità come si entra in una vecchia libreria: per caso. Nato nella periferia parigina da due ricercatori aerospaziali, ha studiato inizialmente letteratura e materie umanistiche a Parigi, per poi dedicarsi alla finanza. Dopo un primo periodo come imprenditore nel settore finanziario, il suo background letterario e il suo spirito avventuriero lo hanno portato a creare Perseus nel 2010, con l'obiettivo di ribaltare il concetto di viaggio. Le Pigalle, inaugurato nel 2015, gli ha permesso di esprimere questa ospitalità moderna, radicata e consapevole, che si adatta a un mondo in rapida evoluzione. Grégo ha poi fatto rinascere diversi resort in montagna e stabilimenti costieri, tra cui Les Roches Rouges a Saint-Raphaël e Les 3 Vallées a Courchevel 1850, con il marchio Hôtels d'en Haut, che ha venduto nel 2019 per concentrarsi sull'Hôtel du Couvent, l'ultimo di questa generazione di luoghi.   [post_title] => Ci sono anche una panetteria e un'erboristeria nel nuovo hotel di design nizzardo du Couvent [post_date] => 2024-07-12T10:49:25+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720781365000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471130 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' iniziata ufficialmente l'avventura sui mari del gruppo Four Seasons. Presso gli stabilimenti Fincantieri di Ancona è stata infatti ufficialmente impostata ieri la Four Seasons I, che verrà consegnata entro la fine del 2025 e prenderà il mare all’inizio del 2026.  Durante la cerimonia, che rappresenta il momento ufficiale dell'avvio dei lavori di costruzione di una nave in bacino, tre monete appositamente selezionate sono state saldate sul fondo dello scafo come segno di buon auspicio e forma di benedizione. Con uno stile residenziale e composta di sole suite, la Four Seasons I avrà una stazza lorda di 34 mila tonnellate, per 207 metri di lunghezza, con 95 suite esclusive caratterizzate da un design personalizzato, per rimuovere ogni ostacolo tra gli ospiti, il mare e l’ambiente circostante. Ciascuna cabina sarà dotata di un’ampia terrazza esterna di dimensioni variabili, dai 6-13 mq della Seaview suite ai quasi 457 mq della Funnel suite. [post_title] => Fincantieri: iniziata la costruzione della Four Seasons I ad Ancona [post_date] => 2024-07-10T10:51:11+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720608671000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471014 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways e Trenitalia fanno coppia con una nuova partnership che riguarda i rispettivi programmi fedeltà, Volare e CartaFreccia. In base all'intesa i titolari del programma  CartaFreccia potranno convertire i propri punti in punti Volare e allo stesso modo i soci di Volare potranno trasferire i punti al proprio saldo punti CartaFreccia.  “La partnership con Trenitalia rappresenta un passo molto importante per Ita Airways e il programma Volare - ha dichiarato Emiliana Limosani, cco Ita Airways e ceo Volare - Trenitalia è un partner strategico per noi: ad aprile dello scorso anno abbiamo lanciato Fco Connect, il progetto che unisce Aeroporti di Roma, Ita Airways e Trenitalia per un’intermodalità treno-aereo sempre più integrata. Questo nuovo accordo rafforza quanto fatto finora e l’importanza di fare Sistema, arricchendo l’esperienza del cliente con maggiori possibilità di utilizzo dei punti. I valori fondanti del nostro programma quali flessibilità, personalizzazione, scelta e connessione, sono sempre alla base della selezione dei partner Volare per continuare a garantire ai nostri clienti un programma dinamico e in grado di cogliere ed anticipare le loro esigenze". “L’importante partnership con Volare rappresenta un ulteriore passo per offrire ai soci CartaFreccia un’offerta sempre più esclusiva e personalizzata – afferma Mario Alovisi, direttore marketing di Trenitalia e ceo di Italia Loyalty -. Con oltre 10 milioni di soci, puntiamo ad essere un riferimento per chi viaggia in Italia: lo facciamo scegliendo partner che condividano con noi vision e valori per garantire un’esperienza sempre più completa e adatta alle preferenze dei nostri iscritti, così da assicurare il massimo valore aggiunto”. Nato poco più di due anni fa, Volare conta oggi 2.150.000 iscritti, in Italia e all’estero e 30 partner commerciali di diversi settori, tra cui hôtellerie, mobilità e finanza. Sono 10 le compagnie aeree partner che hanno finora aderito al programma. A marzo 2024 è stato lanciato Volare Avventura, il programma pensato per i bambini e i ragazzi di età compresa tra i 2 e i 16 anni non compiuti. Si tratta del terzo subprogram Volare dopo quelli dedicati al mondo delle aziende e delle Pmi. CartaFreccia ha di recente tagliato il traguardo degli oltre 10 milioni di iscritti, che ha dato il via ad una serie di iniziative di rinnovamento, come il nuovo design delle carte e dei diversi status.   [post_title] => Ita Airways fa coppia con Trenitalia: al via la partnership Volare-CartaFreccia [post_date] => 2024-07-08T13:16:05+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720444565000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470966 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sita tira le somme di un 2023 nettamente positivo: il fornitore globale di tecnologia per il settore del trasporto aereo ha chiuso lo scorso anno con un fatturato record di quasi 1,5 miliardi di dollari, +7% rispetto all'anno precedente e finora tutti i segnali per il 2024 indicano una performance simile anche per l'esercizio in corso. David Lavorel, ceo di Sita (nella foto), ha commentato i risultati sottolineando anche la crescita del margine operativo e dell'Ebitda, che ha superato del 4% le previsioni iniziali. “Ogni nostro cliente e partner beneficia della nostra solida performance e crescita - ha dichiarato Lavorel -. Ciò significa che possiamo autofinanziare le evoluzioni del nostro portafoglio ed esplorare ulteriori opportunità di innovazione. Questo è fondamentale per affrontare le grandi sfide che il settore dei viaggi sta vivendo e per far avanzare le nuove tecnologie che daranno forma al futuro del nostro settore. Gli sviluppi e le innovazioni del nostro portafoglio si stanno preparando per il prossimo futuro del settore, offrendo viaggi senza intoppi e senza contatto, efficienza operativa, resilienza e agilità, sostenibilità e molto altro ancora”. I traguardi raggiunti da Sita sono proseguiti anche tramite nuovi contratti e partnership, per trasformare i viaggi negli aeroporti e alle frontiere, attraverso identità digitali, self-service biometrici e abilitati tramite cellulare e frontiere digitali. Tra gli esempi vi sono i touchpoint biometrici per i passeggeri delle compagnie aeree all'aeroporto di Francoforte, una collaborazione per i viaggi digitali e la sostenibilità con Arab Air Carrier Organization e il proseguimento delle sperimentazioni leader a livello mondiale ad Aruba, utilizzando lo standard Dtc (Digital Travel Credential) dell'Icao. Il 2024 ha visto anche il lancio di Sita Total Airport Optimizer. Grazie a una piattaforma alimentata dall'intelligenza artificiale, la soluzione aiuta gli aeroporti a gestire ogni aspetto delle loro operazioni. Lo slancio è continuato nel 2024 con l’acquisizione da parte di SITA di Materna IPS, leader nella gestione dei passeggeri per compagnie aeree e aeroporti, nonché leader nel mercato del Self-Bag Drop. Questa operazione darà una nuova forma all’intera industria dell’aviazione, creando così il più potente portafoglio passeggeri per aeroporti e per i viaggi digitali.       [post_title] => Sita, fatturato a +7% nel 2023. Le nuove sfide fra digitale e sostenibilità [post_date] => 2024-07-08T10:30:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720434631000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470901 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => ItaliAbsolutely ha portato 23 buyer internazionali specializzati in viaggi in Italia a Messina e Reggio Calabria nell’ambito di un viaggio di familiarizzazione organizzato da Travel Open Day, in occasione di MeetTourismMessina. Le sessioni B2B di incontri e networking sono state seguite da visite alle principali attrazioni delle due città meridionali e da esperienze locali, tra cui un'escursione per la pesca di pescespada, una visita ai famosi bronzi di Riace e degustazioni enogastronomiche. Il fam trip di sei giorni ha preso il via al Palazzo della Cultura di Messina con l'apertura plenaria di Meet Tourism towards the Mediterranean, il primo meeting esperienziale della città a cui hanno partecipato il sindaco di Messina Federico Basile, l'assessore al turismo Enzo Caruso, l'assessore alle attività produttive Massimo Finocchiaro e il presidente dell'Autorità Portuale dello Stretto, Mario Paolo Mega. L'evento è proseguito con le sessioni B2B che hanno fatto incontrare gli operatori inbound locali e i 23 travel advisor internazionali provenienti da Slovenia, Polonia, Portogallo, Lituania, Spagna, Romania, Russia, Ungheria, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Germania, Brasile, and gli Stati Uniti.  [gallery ids="470906,470907,470908,470909,470910,470911"] I partecipanti esteri hanno trascorso una mattinata su una felucca tradizionale per conoscere da vicino la pesca al pescespada, hanno visitato i laghi di Ganzirri e il belvedere di Forte Cavalli e anche il Birrificio di Messina. Per molti di loro si trattava della prima volta nel Sud Italia, ma la giornalista rumena Dana Enache della rivista "Viva!", ricordando che era la sua quinta volta in Sicilia, ha detto: "Ma è la prima volta che vengo a Messina. È una città meravigliosa e molto più rilassata delle grandi città italiane". Svetlana Trushnikova di Palomino Tour Travel ha sottolineato che spesso sente dire che non c'è molto da vedere a Messina, ma che lei l’ha trovata piena di interessi. "Poter utilizzare gli aeroporti di Reggio Calabria e Catania è una comodità assolutamente sfruttabile, e per me la cucina messinese è la migliore d'Italia".  Scoprendo Reggio Calabria, la città al di là dello Stretto sull'Italia continentale, i partecipanti hanno visitato il Museo di Reggio Calabria per ammirare i famosi bronzi di Riace e hanno trascorso due giorni alla scoperta delle sue attrazioni e quelle di centri minori come Gerace, Bova e Scilla, una delle località costiere più popolari della Calabria. L'ultima giornata a Reggio Calabria è stata dedicata al business con una tavola rotonda di presentazione delle aziende presenti seguita da appuntamenti B2B tra DMC, DMO, fornitori locali e gli ospiti internazionali.  "Abbiamo avuto una reazione molto positiva da parte dei buyer", ha detto il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà. "La nostra regione ha un grande potenziale esperienziale. In certi periodi dell'anno si può sciare sull'Aspromonte al mattino, fare un bagno sulla Costa Viola nel pomeriggio, visitare i bronzi di Riace alla sera e concludere la giornata con un gelato sulle passeggiate a mare di Catona o Pellaro. Reggio piace, coinvolge e conquista". [post_title] => ItaliAbsolutely, Messina e Reggio Calabria ospitano 20 travel advisor internazionali [post_date] => 2024-07-05T12:48:14+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => fam-trip-italy [1] => fam-trip-messina [2] => fam-trip-reggio-calabria [3] => in-evidenza [4] => italiabsolutely-fam-trip [5] => meet-tourism-dello-stretto [6] => messina [7] => reggio-calabria [8] => viaggio-agenti-di-viaggio ) [post_tag_name] => Array ( [0] => fam trip Italy [1] => fam trip messina [2] => fam trip reggio calabria [3] => In evidenza [4] => italiabsolutely fam trip [5] => meet tourism dello stretto [6] => messina [7] => Reggio Calabria [8] => viaggio agenti di viaggio ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720183694000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470875 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come in molti avevano previsto, dopo i volumi ingenti di advance booking e la successiva relativa stagnazione torna il last minute, in un mercato dei viaggi che si mostra tanto variabile quanto il meteo di queste ultime settimane. A testimoniare il trend in corso, i dati del network di 1.500 agenzie Gattinoni Travel che mostrano come il sotto data sia tornato prepotente alla ribalta, con la domanda che rimane soggetta a rapidi cambiamenti.  A livello di destinazioni, se il lungo raggio premia per volumi l’Indonesia balneare e il Giappone dei tour, il breve conferma invece le preferenze per Ibiza in Spagna, Rodi e Kos in Grecia. Nonostante il Mar Rosso registri poi un -30% di venduto rispetto alla stagione passata, le richieste della destinazione in agenzia continuano a essere tra le più gettonate. Altro fattore che rende meno prevedibile l’andamento dell’estate 2024 è la crescita d’interesse per le esperienze di viaggio, in funzione delle quali le scelte tendono a frazionarsi secondo i gusti personali a discapito dell’abitudinarietà caratterizzante la vacanza balneare: sebbene questa resti preponderante nei mesi più caldi, coppie e giovani appaiono oggi sempre più propensi a una mobilità di scoperta, anche in occasione di long weekend nelle capitali d’Europa. In generale, rafforzato da un ottimo andamento invernale, il dato progressivo Gattinoni conferma una crescita a due cifre, pari all’incirca a un +10%, ma la vera spinta estiva è stata registrata quest’anno solo a partire dalle prenotazioni di giugno, con un effetto trainante soprattutto da parte del segmento delle agenzie di proprietà. Necessaria una distinzione nell’identikit del viaggiatore: l’estate rappresenta ancora l’unica occasione di vacanza per la cosiddetta fascia media e, proprio per questo, appare soggetta a una maggior prudenza nelle scelte, mentre i tardi mesi invernali/primaverili sono principalmente prerogativa di viaggiatori alto-spendenti, che possono concedersi senza problemi una seconda vacanza durante l’anno. Un dato che aiuta a spiegare il ritardo delle prenotazioni dell’estate 2024, gravata rispetto alla passata stagione dagli effetti prolungati dell’inflazione e dell’aumento dei costi, in aggiunta al consueto periodo di versamento delle tasse, ma alterata anche dalla possibilità di offerte last minute tornate in auge per la contingenza del momento (rincaro prezzi, ritardo nelle prenotazioni, fallimento del terzo operatore turistico tedesco e allotment da riempire...). Tale contesto rende perciò cruciali alcuni fattori di finalizzazione del viaggio restati sino a oggi meno incisivi: il perfezionamento tecnologico degli strumenti di pagamento rilancia il ricorso alla formula buy now pay later, con effetti sia sulle scelte del target giovani sia di quello degli honeymooners. I primi non rinunciano al viaggio, considerandolo fondamentale per la propria formazione, ma lo strutturano ricorrendo all’acquisto in agenzia di singoli servizi destinati a comporre i propri circuiti. Stemperatosi l’effetto revenge tourism del 2022-2023, che aveva condizionato la ripresa accelerata dei banchetti e dei viaggi di nozze, questi ultimi tornano invece a privilegiare la formula meno immediata della lista nozze, in particolare nella fascia d’età più bassa. Conseguentemente resta vivo l’interesse per le campagne commerciali che promuovono servizi e convenienza, in particolare per il Sud Italia (Puglia, Sicilia, Sardegna), come prova il prolungamento di due settimane dei Summer Days di Gattinoni Travel. “Il risultato dell’anno sull’area travel è molto particolare e, a fronte di un primo trimestre molto positivo, dal mese di aprile abbiamo cominciato ad avere crescite meno importanti. Non potevamo aspettarci di proseguire con incrementi del 20-30% - spiega Sergio Testi, direttore generale gruppo Gattinoni - ma in vista dell’estate confidavamo in numeri più dinamici. Certo non possiamo ignorare che siamo nel periodo delle tassazioni e che l’attenzione al prezzo quest’anno è molto più forte e proprio per questi motivi tutto il settore dovrebbe aver maggior sensibilità alla situazione del momento, da hotel a compagnie aeree, ma questo non avviene ed è come sempre un limite del comparto. Quando i flussi della stagione precedente sono positivi, i fornitori in Italia sono infatti soliti alzare i prezzi, ma questa politica risulta ancor più destabilizzante in periodi economicamente sensibili e prezzi fuori controllo possono generare criticità sulla stagione in corso e su quelle future. Bisognerebbe dunque ragionare sul lungo termine, con strategie più lungimiranti, valutando le ricadute sia sui consumatori, specie quelli di fascia media, sia sull’intera filiera, dai tour operator ai crocieristi e agli agenti di viaggi, e avere sempre l’obiettivo di fare politiche di advance anziché tendere a creare situazioni esattamente opposte.”   [post_title] => Gattinoni conferma i trend del momento: torna il last minute e cresce la voglia d'Oriente [post_date] => 2024-07-05T12:05:05+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720181105000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470864 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Da sempre uno dei simboli, iconici, delle Fiandre, la birra e il mondo di tradizioni che vi ruota attorno si conferma uno degli atout di un viaggio in questa regione. E oggi, grazie alla collaborazione con il marketplace specializzato in esperienze enogastronomiche Winedering, Visit Flanders agevola ulteriormente programmazione e prenotazioni per i turisti che seguono le strade della birra. A Bruges i visitatori possono immergersi nel processo di produzione del birrificio Fort Lapin, a pochi passi dal centro medievale patrimonio Unesco, o in quello di Bourgogne Des Flandres, situato nel cuore della città. E non mancano i tour alla scoperta della tradizione birraia locale e gli angoli più belli del luogo, offerti da Queens of Hop e Beer Secret. Quest’ultimo offre i suoi itinerari anche a Gent, mentre a Lovanio, conosciuta come la capitale della birra belga, le degustazioni delle birre del birrificio De Coureur sono l'esperienza da non perdere. Ultima ma non ultima, Bruxelles: qui sono a disposizione la visita al birrificio La Senne con Once in Brussels, le degustazioni di Hoppiness Brussels, la caccia al tesoro birraia organizzata da Beer My Guest e i tour di Beer Secret.  Le esperienze di birra possono inoltre essere l’occasione perfetta per scoprire nuove mete nelle Fiandre. In treno da Bruges si possono raggiungere facilmente sia Ostenda che Kortrijk.  Chi invece ha a disposizione un mezzo proprio per spostarsi, può fare tappa a Wachtebeke, un villaggio non distante da Gent: qui il birrificio Broers offre una degustazione in un contesto unico, all'interno di una chiesa trasformata in birreria. Ancora, nel paesaggio ondulato del Pajottenland, si possono scoprire i segreti del tradizionale processo di fermentazione spontanea del lambic e della geuze presso i birrifici Kestemont e Oud Beersel.  Infine, due esperienze davvero uniche: il beer yoga con Tipsy Tribe a Bruxelles, una combinazione originale di pratica dello yoga e degustazione di birra, e le masterclass e i tour che combinano birra e cioccolato nelle città di Anversa, Lovanio, Mechelen, Gent, Hasselt e Bruxelles con Bierolade.  [post_title] => Fiandre nel segno della birra: tutte le esperienze da prenotare con Winedering [post_date] => 2024-07-05T10:31:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720175469000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470807 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova partnership dedicata alla promozione del cicloturismo tra Decathlon e Bwh Hotels Italia. La novità è frutto di un accordo commerciale sottoscritto da SiSupply, la centrale acquisti del gruppo alberghiero. Grazie a questa collaborazione, i clienti Decathlon potranno in particolare beneficiare di uno sconto del 10% per soggiorni negli hotel bike di Bwh, a partire dal prossimo fine luglio. Le strutture bike della compagnia alberghiere offrono numerosi servizi dedicati agli amanti delle due ruote, tra cui noleggio biciclette e e-bike, spazi dedicati all’interno dell’hotel per parcheggiare le stesse biciclette, contatti con ciclofficine o kit di riparazione con attrezzi, colazioni con prodotti naturali e salutari e mappe di percorsi cicloturistici. Ogni hotel bike propone inoltre un pacchetto personalizzato con servizi extra ad hoc, tra cui late check-out, pocket breakfast, pocket lunch, bike tour organizzati, servizio di lavaggio bici, lavanderia, trattamenti benessere, frutta fresca o snack direttamente in camera. Grazie alla nuova partnership, il noleggio delle bici potrà ora avvenire anche nei punti vendita Decathlon più vicini, dove sarà anche possibile piure ricevere assistenza per eventuali riparazioni [post_title] => Bwh: nuova partnership con Decathlon dedicata al cicloturismo [post_date] => 2024-07-04T12:22:46+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720095766000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "cuba latin travel viaggi personalizzati sullisla grande" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":69,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1441,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471328","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Secondo l’ultima ricerca Skyscanner, ben l'81% degli italiani sarebbe tentato di prenotare un ulteriore viaggio se trovasse un'offerta di alloggio conveniente per quest'estate. La piattaforma ha quindi deciso di analizzare i numeri per rivelare le destinazioni più economiche dell’estate per soggiorni in hotel a 3, 4 e 5 stelle (per i mesi di luglio e agosto). A Praga, per esempio, la tariffa media a notte in un 3 stelle è di soli 85 euro, a Tirana in un 4 stelle è di 95 euro, mentre a Sharm El Sheikh, il prezzo medio a notte in un resort lusso a 5 stelle, ad agosto, parte da 235 euro.\r\n\r\nPer questa estate, oltre 7 italiani su 10 (72%) dichiarano inoltre di volersi attenere a un budget prestabilito per quanto riguarda i costi dell’alloggio (rispetto a solo il 45% che fa lo stesso quando si tratta di spesa per il noleggio auto). Le destinazioni che quest’estate hanno subito il maggior calo di prezzo (rispetto al 2023) sono quindi Chania, a Creta (-35%), Sant Antoni de Portmany, a Ibiza (–33%), Tokio (-25%), Istanbul (-17%) e Budapest (-13%). \"La maggior parte dei viaggiatori italiani si concentra sul trovare il volo più economico, ma si lascia sfuggire enormi risparmi non applicando la stessa comparazione dei prezzi nella ricerca di un alloggio\",  commenta Stefano Maglietta, travel expert di Skyscanner.","post_title":"SkyScanner: le mete più economiche dell'estate tra Creta, Ibiza e Giappone","post_date":"2024-07-12T12:35:27+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1720787727000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471296","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un convento dell'ordine di Santa Chiara del 1604, successivamente occupato dall'ordine della Visitazione di Santa Maria dal 1803 agli inizi degli anni '80. Da queste radici originarie ha preso forma la nuova struttura di design Hôtel du Couvent. Situata nel cuore del centro storico di Nizza, la proprietà è stata realizzata da Valéry Grégo, il nome dietro gli hotel di design Les Roches Rouges e La Pigalle, che ne ha curato un restauro durato ben dieci anni. I lavori sono stati realizzati in collaborazione con lo studio Mumbai e lo studio Méditerranée, che ha sua volta lavorato con Festen Architecture per gli interni.\r\n\r\nIl risultato sono 88 camere arredate con un mix di pezzi su misura e di antiquariato d'epoca, con vista sul centro storico, sui giardini terrazzati, sul porto o sulle colline circostanti. Tra le soluzioni disponibili ci sono pure 18 suite, alcune delle quali dotate di cucina, con la possibilità di richiedere uno chef o un maggiordomo.\r\n\r\nAll'interno delle mura esterne del convento, si cela inoltre un giardino segreto di più di 8 mila metri quadrati. In collaborazione con Tom-Stuart Smith, paesaggista, e James Basson di Scape Design, lo spazio è stato ripensato in un’ottica di connessione con lo stesso convento. Nel chiostro centrale rivivrà poi l'antica erboristeria fondata dalle suore, guidata dall'erborista locale Gregory Unrein di Nice Organic. Fornirà agli ospiti consigli personalizzati e rimedi su misura, oltre a tè, tisane e tinture con le erbe del giardino, e, allo stesso tempo, servirà anche la cucina e il bar del convento di erbe essiccate.\r\n\r\nLa biblioteca, dove approfondire la storia della città, mette in luce l'École de Nice: un movimento artistico che si è sviluppato a Nizza a partire dalla fine degli anni Cinquanta e che ha riunito molti artisti riconosciuti a livello internazionale, tra cui Martial Raysse, Ben, Yves Klein, Arman e Alocco, Sosno. Archivio ufficiale di tutto ciò che è stato pubblicato sul movimento, lo spazio si presterà a collaborazioni con scuole d'arte, conferenze e workshop per gli ospiti e la comunità locale.\r\n\r\nLo spazio benessere si ispirerà alle antiche tradizioni balneari romane, incorporando acqua, trattamenti e attività fisica. A disposizione pure una piscina coperta e una piscina relax. Un'area dedicata ai trattamenti offrirà massaggi su misura con oli essenziali selezionati dall'erborista dell'Hôtel du Couvent, mentre i trattamenti viso personalizzati utilizzeranno prodotti naturali. Oltre a una piscina all'aperto, le terme romane del convento propongono anche il Movement Studio: uno spazio dedicato all'esercizio fisico, alla danza e al movimento, sale per trattamenti e un centro culturale per rilassare la mente, per un'esperienza di benessere olistica. All'esterno, i giardini vantano una ulteriore piscina di 20 metri con vista sul Mediterraneo e una all'aperto adiacente al cafè La Guinguette.\r\n\r\nLe proposte f&b dell'hotel saranno guidate dai sapori e dai prodotti provenienti dalla fattoria di proprietà a Touët-sur-Var, che rifornisce il convento di verdure di stagione, frutta e uova delle sue 250 galline, ospitando anche visite di ospiti, cene e laboratori gastronomici. Nel ristorante del chiostro, il refettorio originale, al cafè La Guinguette e nel bistrot di rue des Serruriers sarà possibile gustare quindi piatti tipici. E' presente pure una panetteria, ricavata nell'ex panificio del convento, che preparerà ogni giorno pane fresco, con farina macinata in loco secondo la tradizione centenaria, mentre la cantina offrirà una scelta di 3.500 etichette. Nelle vicinanze, le Bar sarà il luogo ideale in cui trascorrere i propri pomeriggi. Il sabato mattina l'Hôtel du Couvent aprirà infine il proprio cortile al mercato cittadino, in cui gli ospiti e i nizzardi potranno rifornirsi di prodotti locali e della regione circostante.\r\n\r\nValéry Grégo vive a Londra da vent'anni ed è entrato nel mondo dell'ospitalità come si entra in una vecchia libreria: per caso. Nato nella periferia parigina da due ricercatori aerospaziali, ha studiato inizialmente letteratura e materie umanistiche a Parigi, per poi dedicarsi alla finanza. Dopo un primo periodo come imprenditore nel settore finanziario, il suo background letterario e il suo spirito avventuriero lo hanno portato a creare Perseus nel 2010, con l'obiettivo di ribaltare il concetto di viaggio. Le Pigalle, inaugurato nel 2015, gli ha permesso di esprimere questa ospitalità moderna, radicata e consapevole, che si adatta a un mondo in rapida evoluzione. Grégo ha poi fatto rinascere diversi resort in montagna e stabilimenti costieri, tra cui Les Roches Rouges a Saint-Raphaël e Les 3 Vallées a Courchevel 1850, con il marchio Hôtels d'en Haut, che ha venduto nel 2019 per concentrarsi sull'Hôtel du Couvent, l'ultimo di questa generazione di luoghi.\r\n\r\n ","post_title":"Ci sono anche una panetteria e un'erboristeria nel nuovo hotel di design nizzardo du Couvent","post_date":"2024-07-12T10:49:25+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720781365000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471130","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' iniziata ufficialmente l'avventura sui mari del gruppo Four Seasons. Presso gli stabilimenti Fincantieri di Ancona è stata infatti ufficialmente impostata ieri la Four Seasons I, che verrà consegnata entro la fine del 2025 e prenderà il mare all’inizio del 2026.  Durante la cerimonia, che rappresenta il momento ufficiale dell'avvio dei lavori di costruzione di una nave in bacino, tre monete appositamente selezionate sono state saldate sul fondo dello scafo come segno di buon auspicio e forma di benedizione.\r\n\r\nCon uno stile residenziale e composta di sole suite, la Four Seasons I avrà una stazza lorda di 34 mila tonnellate, per 207 metri di lunghezza, con 95 suite esclusive caratterizzate da un design personalizzato, per rimuovere ogni ostacolo tra gli ospiti, il mare e l’ambiente circostante. Ciascuna cabina sarà dotata di un’ampia terrazza esterna di dimensioni variabili, dai 6-13 mq della Seaview suite ai quasi 457 mq della Funnel suite.","post_title":"Fincantieri: iniziata la costruzione della Four Seasons I ad Ancona","post_date":"2024-07-10T10:51:11+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1720608671000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471014","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways e Trenitalia fanno coppia con una nuova partnership che riguarda i rispettivi programmi fedeltà, Volare e CartaFreccia. In base all'intesa i titolari del programma  CartaFreccia potranno convertire i propri punti in punti Volare e allo stesso modo i soci di Volare potranno trasferire i punti al proprio saldo punti CartaFreccia. \r\n“La partnership con Trenitalia rappresenta un passo molto importante per Ita Airways e il programma Volare - ha dichiarato Emiliana Limosani, cco Ita Airways e ceo Volare - Trenitalia è un partner strategico per noi: ad aprile dello scorso anno abbiamo lanciato Fco Connect, il progetto che unisce Aeroporti di Roma, Ita Airways e Trenitalia per un’intermodalità treno-aereo sempre più integrata. Questo nuovo accordo rafforza quanto fatto finora e l’importanza di fare Sistema, arricchendo l’esperienza del cliente con maggiori possibilità di utilizzo dei punti. I valori fondanti del nostro programma quali flessibilità, personalizzazione, scelta e connessione, sono sempre alla base della selezione dei partner Volare per continuare a garantire ai nostri clienti un programma dinamico e in grado di cogliere ed anticipare le loro esigenze\".\r\n“L’importante partnership con Volare rappresenta un ulteriore passo per offrire ai soci CartaFreccia un’offerta sempre più esclusiva e personalizzata – afferma Mario Alovisi, direttore marketing di Trenitalia e ceo di Italia Loyalty -. Con oltre 10 milioni di soci, puntiamo ad essere un riferimento per chi viaggia in Italia: lo facciamo scegliendo partner che condividano con noi vision e valori per garantire un’esperienza sempre più completa e adatta alle preferenze dei nostri iscritti, così da assicurare il massimo valore aggiunto”.\r\nNato poco più di due anni fa, Volare conta oggi 2.150.000 iscritti, in Italia e all’estero e 30 partner commerciali di diversi settori, tra cui hôtellerie, mobilità e finanza. Sono 10 le compagnie aeree partner che hanno finora aderito al programma. A marzo 2024 è stato lanciato Volare Avventura, il programma pensato per i bambini e i ragazzi di età compresa tra i 2 e i 16 anni non compiuti. Si tratta del terzo subprogram Volare dopo quelli dedicati al mondo delle aziende e delle Pmi.\r\nCartaFreccia ha di recente tagliato il traguardo degli oltre 10 milioni di iscritti, che ha dato il via ad una serie di iniziative di rinnovamento, come il nuovo design delle carte e dei diversi status.\r\n ","post_title":"Ita Airways fa coppia con Trenitalia: al via la partnership Volare-CartaFreccia","post_date":"2024-07-08T13:16:05+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720444565000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470966","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sita tira le somme di un 2023 nettamente positivo: il fornitore globale di tecnologia per il settore del trasporto aereo ha chiuso lo scorso anno con un fatturato record di quasi 1,5 miliardi di dollari, +7% rispetto all'anno precedente e finora tutti i segnali per il 2024 indicano una performance simile anche per l'esercizio in corso.\r\nDavid Lavorel, ceo di Sita (nella foto), ha commentato i risultati sottolineando anche la crescita del margine operativo e dell'Ebitda, che ha superato del 4% le previsioni iniziali.\r\n“Ogni nostro cliente e partner beneficia della nostra solida performance e crescita - ha dichiarato Lavorel -. Ciò significa che possiamo autofinanziare le evoluzioni del nostro portafoglio ed esplorare ulteriori opportunità di innovazione. Questo è fondamentale per affrontare le grandi sfide che il settore dei viaggi sta vivendo e per far avanzare le nuove tecnologie che daranno forma al futuro del nostro settore. Gli sviluppi e le innovazioni del nostro portafoglio si stanno preparando per il prossimo futuro del settore, offrendo viaggi senza intoppi e senza contatto, efficienza operativa, resilienza e agilità, sostenibilità e molto altro ancora”.\r\nI traguardi raggiunti da Sita sono proseguiti anche tramite nuovi contratti e partnership, per trasformare i viaggi negli aeroporti e alle frontiere, attraverso identità digitali, self-service biometrici e abilitati tramite cellulare e frontiere digitali. Tra gli esempi vi sono i touchpoint biometrici per i passeggeri delle compagnie aeree all'aeroporto di Francoforte, una collaborazione per i viaggi digitali e la sostenibilità con Arab Air Carrier Organization e il proseguimento delle sperimentazioni leader a livello mondiale ad Aruba, utilizzando lo standard Dtc (Digital Travel Credential) dell'Icao.\r\nIl 2024 ha visto anche il lancio di Sita Total Airport Optimizer. Grazie a una piattaforma alimentata dall'intelligenza artificiale, la soluzione aiuta gli aeroporti a gestire ogni aspetto delle loro operazioni. Lo slancio è continuato nel 2024 con l’acquisizione da parte di SITA di Materna IPS, leader nella gestione dei passeggeri per compagnie aeree e aeroporti, nonché leader nel mercato del Self-Bag Drop. Questa operazione darà una nuova forma all’intera industria dell’aviazione, creando così il più potente portafoglio passeggeri per aeroporti e per i viaggi digitali.\r\n \r\n \r\n ","post_title":"Sita, fatturato a +7% nel 2023. Le nuove sfide fra digitale e sostenibilità","post_date":"2024-07-08T10:30:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720434631000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470901","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"ItaliAbsolutely ha portato 23 buyer internazionali specializzati in viaggi in Italia a Messina e Reggio Calabria nell’ambito di un viaggio di familiarizzazione organizzato da Travel Open Day, in occasione di MeetTourismMessina. Le sessioni B2B di incontri e networking sono state seguite da visite alle principali attrazioni delle due città meridionali e da esperienze locali, tra cui un'escursione per la pesca di pescespada, una visita ai famosi bronzi di Riace e degustazioni enogastronomiche.\r\n\r\nIl fam trip di sei giorni ha preso il via al Palazzo della Cultura di Messina con l'apertura plenaria di Meet Tourism towards the Mediterranean, il primo meeting esperienziale della città a cui hanno partecipato il sindaco di Messina Federico Basile, l'assessore al turismo Enzo Caruso, l'assessore alle attività produttive Massimo Finocchiaro e il presidente dell'Autorità Portuale dello Stretto, Mario Paolo Mega. L'evento è proseguito con le sessioni B2B che hanno fatto incontrare gli operatori inbound locali e i 23 travel advisor internazionali provenienti da Slovenia, Polonia, Portogallo, Lituania, Spagna, Romania, Russia, Ungheria, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Germania, Brasile, and gli Stati Uniti. \r\n\r\n[gallery ids=\"470906,470907,470908,470909,470910,470911\"]\r\n\r\nI partecipanti esteri hanno trascorso una mattinata su una felucca tradizionale per conoscere da vicino la pesca al pescespada, hanno visitato i laghi di Ganzirri e il belvedere di Forte Cavalli e anche il Birrificio di Messina. Per molti di loro si trattava della prima volta nel Sud Italia, ma la giornalista rumena Dana Enache della rivista \"Viva!\", ricordando che era la sua quinta volta in Sicilia, ha detto: \"Ma è la prima volta che vengo a Messina. È una città meravigliosa e molto più rilassata delle grandi città italiane\". Svetlana Trushnikova di Palomino Tour Travel ha sottolineato che spesso sente dire che non c'è molto da vedere a Messina, ma che lei l’ha trovata piena di interessi. \"Poter utilizzare gli aeroporti di Reggio Calabria e Catania è una comodità assolutamente sfruttabile, e per me la cucina messinese è la migliore d'Italia\". \r\n\r\nScoprendo Reggio Calabria, la città al di là dello Stretto sull'Italia continentale, i partecipanti hanno visitato il Museo di Reggio Calabria per ammirare i famosi bronzi di Riace e hanno trascorso due giorni alla scoperta delle sue attrazioni e quelle di centri minori come Gerace, Bova e Scilla, una delle località costiere più popolari della Calabria. L'ultima giornata a Reggio Calabria è stata dedicata al business con una tavola rotonda di presentazione delle aziende presenti seguita da appuntamenti B2B tra DMC, DMO, fornitori locali e gli ospiti internazionali. \r\n\r\n\"Abbiamo avuto una reazione molto positiva da parte dei buyer\", ha detto il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà. \"La nostra regione ha un grande potenziale esperienziale. In certi periodi dell'anno si può sciare sull'Aspromonte al mattino, fare un bagno sulla Costa Viola nel pomeriggio, visitare i bronzi di Riace alla sera e concludere la giornata con un gelato sulle passeggiate a mare di Catona o Pellaro. Reggio piace, coinvolge e conquista\".","post_title":"ItaliAbsolutely, Messina e Reggio Calabria ospitano 20 travel advisor internazionali","post_date":"2024-07-05T12:48:14+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["fam-trip-italy","fam-trip-messina","fam-trip-reggio-calabria","in-evidenza","italiabsolutely-fam-trip","meet-tourism-dello-stretto","messina","reggio-calabria","viaggio-agenti-di-viaggio"],"post_tag_name":["fam trip Italy","fam trip messina","fam trip reggio calabria","In evidenza","italiabsolutely fam trip","meet tourism dello stretto","messina","Reggio Calabria","viaggio agenti di viaggio"]},"sort":[1720183694000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470875","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come in molti avevano previsto, dopo i volumi ingenti di advance booking e la successiva relativa stagnazione torna il last minute, in un mercato dei viaggi che si mostra tanto variabile quanto il meteo di queste ultime settimane. A testimoniare il trend in corso, i dati del network di 1.500 agenzie Gattinoni Travel che mostrano come il sotto data sia tornato prepotente alla ribalta, con la domanda che rimane soggetta a rapidi cambiamenti. \r\n\r\nA livello di destinazioni, se il lungo raggio premia per volumi l’Indonesia balneare e il Giappone dei tour, il breve conferma invece le preferenze per Ibiza in Spagna, Rodi e Kos in Grecia. Nonostante il Mar Rosso registri poi un -30% di venduto rispetto alla stagione passata, le richieste della destinazione in agenzia continuano a essere tra le più gettonate. Altro fattore che rende meno prevedibile l’andamento dell’estate 2024 è la crescita d’interesse per le esperienze di viaggio, in funzione delle quali le scelte tendono a frazionarsi secondo i gusti personali a discapito dell’abitudinarietà caratterizzante la vacanza balneare: sebbene questa resti preponderante nei mesi più caldi, coppie e giovani appaiono oggi sempre più propensi a una mobilità di scoperta, anche in occasione di long weekend nelle capitali d’Europa.\r\n\r\nIn generale, rafforzato da un ottimo andamento invernale, il dato progressivo Gattinoni conferma una crescita a due cifre, pari all’incirca a un +10%, ma la vera spinta estiva è stata registrata quest’anno solo a partire dalle prenotazioni di giugno, con un effetto trainante soprattutto da parte del segmento delle agenzie di proprietà. Necessaria una distinzione nell’identikit del viaggiatore: l’estate rappresenta ancora l’unica occasione di vacanza per la cosiddetta fascia media e, proprio per questo, appare soggetta a una maggior prudenza nelle scelte, mentre i tardi mesi invernali/primaverili sono principalmente prerogativa di viaggiatori alto-spendenti, che possono concedersi senza problemi una seconda vacanza durante l’anno. Un dato che aiuta a spiegare il ritardo delle prenotazioni dell’estate 2024, gravata rispetto alla passata stagione dagli effetti prolungati dell’inflazione e dell’aumento dei costi, in aggiunta al consueto periodo di versamento delle tasse, ma alterata anche dalla possibilità di offerte last minute tornate in auge per la contingenza del momento (rincaro prezzi, ritardo nelle prenotazioni, fallimento del terzo operatore turistico tedesco e allotment da riempire...).\r\n\r\nTale contesto rende perciò cruciali alcuni fattori di finalizzazione del viaggio restati sino a oggi meno incisivi: il perfezionamento tecnologico degli strumenti di pagamento rilancia il ricorso alla formula buy now pay later, con effetti sia sulle scelte del target giovani sia di quello degli honeymooners. I primi non rinunciano al viaggio, considerandolo fondamentale per la propria formazione, ma lo strutturano ricorrendo all’acquisto in agenzia di singoli servizi destinati a comporre i propri circuiti. Stemperatosi l’effetto revenge tourism del 2022-2023, che aveva condizionato la ripresa accelerata dei banchetti e dei viaggi di nozze, questi ultimi tornano invece a privilegiare la formula meno immediata della lista nozze, in particolare nella fascia d’età più bassa. Conseguentemente resta vivo l’interesse per le campagne commerciali che promuovono servizi e convenienza, in particolare per il Sud Italia (Puglia, Sicilia, Sardegna), come prova il prolungamento di due settimane dei Summer Days di Gattinoni Travel.\r\n\r\n“Il risultato dell’anno sull’area travel è molto particolare e, a fronte di un primo trimestre molto positivo, dal mese di aprile abbiamo cominciato ad avere crescite meno importanti. Non potevamo aspettarci di proseguire con incrementi del 20-30% - spiega Sergio Testi, direttore generale gruppo Gattinoni - ma in vista dell’estate confidavamo in numeri più dinamici. Certo non possiamo ignorare che siamo nel periodo delle tassazioni e che l’attenzione al prezzo quest’anno è molto più forte e proprio per questi motivi tutto il settore dovrebbe aver maggior sensibilità alla situazione del momento, da hotel a compagnie aeree, ma questo non avviene ed è come sempre un limite del comparto. Quando i flussi della stagione precedente sono positivi, i fornitori in Italia sono infatti soliti alzare i prezzi, ma questa politica risulta ancor più destabilizzante in periodi economicamente sensibili e prezzi fuori controllo possono generare criticità sulla stagione in corso e su quelle future. Bisognerebbe dunque ragionare sul lungo termine, con strategie più lungimiranti, valutando le ricadute sia sui consumatori, specie quelli di fascia media, sia sull’intera filiera, dai tour operator ai crocieristi e agli agenti di viaggi, e avere sempre l’obiettivo di fare politiche di advance anziché tendere a creare situazioni esattamente opposte.”\r\n\r\n ","post_title":"Gattinoni conferma i trend del momento: torna il last minute e cresce la voglia d'Oriente","post_date":"2024-07-05T12:05:05+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1720181105000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470864","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Da sempre uno dei simboli, iconici, delle Fiandre, la birra e il mondo di tradizioni che vi ruota attorno si conferma uno degli atout di un viaggio in questa regione. E oggi, grazie alla collaborazione con il marketplace specializzato in esperienze enogastronomiche Winedering, Visit Flanders agevola ulteriormente programmazione e prenotazioni per i turisti che seguono le strade della birra.\r\n\r\nA Bruges i visitatori possono immergersi nel processo di produzione del birrificio Fort Lapin, a pochi passi dal centro medievale patrimonio Unesco, o in quello di Bourgogne Des Flandres, situato nel cuore della città. E non mancano i tour alla scoperta della tradizione birraia locale e gli angoli più belli del luogo, offerti da Queens of Hop e Beer Secret. Quest’ultimo offre i suoi itinerari anche a Gent, mentre a Lovanio, conosciuta come la capitale della birra belga, le degustazioni delle birre del birrificio De Coureur sono l'esperienza da non perdere. Ultima ma non ultima, Bruxelles: qui sono a disposizione la visita al birrificio La Senne con Once in Brussels, le degustazioni di Hoppiness Brussels, la caccia al tesoro birraia organizzata da Beer My Guest e i tour di Beer Secret. \r\n\r\nLe esperienze di birra possono inoltre essere l’occasione perfetta per scoprire nuove mete nelle Fiandre. In treno da Bruges si possono raggiungere facilmente sia Ostenda che Kortrijk. \r\n\r\nChi invece ha a disposizione un mezzo proprio per spostarsi, può fare tappa a Wachtebeke, un villaggio non distante da Gent: qui il birrificio Broers offre una degustazione in un contesto unico, all'interno di una chiesa trasformata in birreria. Ancora, nel paesaggio ondulato del Pajottenland, si possono scoprire i segreti del tradizionale processo di fermentazione spontanea del lambic e della geuze presso i birrifici Kestemont e Oud Beersel. \r\n\r\nInfine, due esperienze davvero uniche: il beer yoga con Tipsy Tribe a Bruxelles, una combinazione originale di pratica dello yoga e degustazione di birra, e le masterclass e i tour che combinano birra e cioccolato nelle città di Anversa, Lovanio, Mechelen, Gent, Hasselt e Bruxelles con Bierolade. ","post_title":"Fiandre nel segno della birra: tutte le esperienze da prenotare con Winedering","post_date":"2024-07-05T10:31:09+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1720175469000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470807","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuova partnership dedicata alla promozione del cicloturismo tra Decathlon e Bwh Hotels Italia. La novità è frutto di un accordo commerciale sottoscritto da SiSupply, la centrale acquisti del gruppo alberghiero. Grazie a questa collaborazione, i clienti Decathlon potranno in particolare beneficiare di uno sconto del 10% per soggiorni negli hotel bike di Bwh, a partire dal prossimo fine luglio.\r\n\r\nLe strutture bike della compagnia alberghiere offrono numerosi servizi dedicati agli amanti delle due ruote, tra cui noleggio biciclette e e-bike, spazi dedicati all’interno dell’hotel per parcheggiare le stesse biciclette, contatti con ciclofficine o kit di riparazione con attrezzi, colazioni con prodotti naturali e salutari e mappe di percorsi cicloturistici. Ogni hotel bike propone inoltre un pacchetto personalizzato con servizi extra ad hoc, tra cui late check-out, pocket breakfast, pocket lunch, bike tour organizzati, servizio di lavaggio bici, lavanderia, trattamenti benessere, frutta fresca o snack direttamente in camera. Grazie alla nuova partnership, il noleggio delle bici potrà ora avvenire anche nei punti vendita Decathlon più vicini, dove sarà anche possibile piure ricevere assistenza per eventuali riparazioni","post_title":"Bwh: nuova partnership con Decathlon dedicata al cicloturismo","post_date":"2024-07-04T12:22:46+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720095766000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti