23 April 2024

C-Way, i nuovi city-break a Genova che combinano Euroflora 2022, Acquario e Biosfera

[ 0 ]

Genova ospiterà la 12^ edizione di Euroflora, nella suggestiva cornice dei Parchi di Nervi dal 23 aprile all’8 maggio.

C-Way tour operator dell’edutainment, grazie alla sua profonda conoscenza e presenza sul territorio, ha costruito un’offerta improntata sulla bellezza della natura che unisce la manifestazione florovivaistica e le principali attrazioni cittadine in cui la natura dà spettacolo. I city-break di C-Way combinano Euroflora con la visita all’Acquario di Genova e alla Biosfera, il giardino tropicale sul mare, simbolo della bellezza e della fragilità della flora e della fauna tropicale.

La più grande esposizione di biodiversità acquatica presentata dall’Acquario si arricchisce così della ricca collezione della Biosfera che ospita piante tropicali, tradizionalmente utilizzate dall’uomo, quali gomma, caffè, cannella, banani e altri frutti esotici, una collezione di orchidee e alcune specie di pesci, uccelli e rettili e diversi esemplari di ibis scarlatto, con il caratteristico piumaggio di un intenso color rosso. È possibile prenotare un soggiorno di 2 o 3 giorni.

C-Way ha sviluppato nel tempo una solida programmazione di viaggi costruiti “su misura” spesso combinati con ingressi a musei, mostre, acquari ed impreziositi da elementi di esclusività.

Da sempre attento alla sostenibilità, C-Way promuove un turismo socio-culturale che non ha stagionalità, fruibile tutto l’anno, senza impattare sul territorio in un breve arco temporale e si serve delle più moderne tecnologie per gestire con un maggiore approccio etico l’operatività quotidiana, sia essa la divulgazione di proposte turistiche, prevalentemente circolarizzata via web o la gestione dei flussi di ingresso nelle strutture gestite. C-way promuove itinerari che valorizzino realtà turisticamente inconsuete e fuori dai grandi flussi turistici: i piccoli borghi medievali della Liguria e della Toscana, gioielli Unesco, come Genova o Siena, generalmente non inclusi negli itinerari classici del turismo di massa

Tutta l’offerta di C-Way è consultabile su www.c-way.it, sito mirato ad agevolare l’esperienza di navigazione dell’utente attraverso un layout semplice ed emozionale, con sezioni dedicate a Ticket, Destinazioni, Experience, Hotel e Family in modo da potersi immediatamente orientare verso quello che potrebbe soddisfare le proprie esigenze.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466105 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air e WestJet ampliano il loro codeshare che proporrà ai passeggeri un maggior numero di opzioni di viaggio transpacifiche. Dal 17 maggio, la compagnia della Corea del Sud inizierà a vendere i biglietti per la nuova rotta di WestJet tra Seul Incheon e Calgary, che sarà servita con tre voli alla settimana operati da un Boeing 787 Dreamliner. I voli Seoul Incheon - Calgary collegheranno i passeggeri di Korean Air a Calgary, porta d'accesso al parco nazionale di Banff in Canada, rinomato per il lago Louise e per i suoi sentieri di montagna. "Il lancio della rotta Calgary-Seoul Incheon di WestJet rafforzerà i collegamenti tra la Corea e il Canada - ha dichiarato Tae Joon Kim, senior vice president e head of international affairs & alliance del vettore coreano -, fornendo un accesso continuo a una più ampia selezione di città asiatiche e canadesi attraverso i nostri hub di Incheon e Calgary". I passeggeri di WestJet, a loro volta, avranno accesso ai voli operati da Korean Air verso sei nuove destinazioni - Bangkok, Da Nang, Hanoi, Ho Chi Minh City, Hong Kong e Singapore - attraverso l'hub di Korean Air all'aeroporto di Incheon. "Mentre ci prepariamo ai primi voli di WestJet tra Calgary e Incheon, questa espansione del codeshare arriva al momento giusto. Stiamo migliorando la connettività per i nostri ospiti e per i membri di WestJet Rewards verso un maggior numero di destinazioni in Asia grazie all'hub globale di Korean Air - ha sottolineato Jeff Hagen, vicepresidente di WestJet per lo sviluppo commerciale e le partnership strategiche -. La nostra partnership con Korean Air offre eccellenti opportunità sia ai viaggiatori leisure che a quelli d'affari per esplorare il continente asiatico, offrendo al contempo ai nuovi ospiti asiatici un facile accesso al Canada attraverso il nostro hub di Calgary". [post_title] => Korean Air e WestJet ampliano l'accordo di codeshare alla Seul-Calgary [post_date] => 2024-04-23T10:22:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713867779000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466031 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una proposta innovativa che vuole superare gli individualismi e puntare al benessere del Paese. E’ stata costruita al termine di un convegno sul sistema portuale, dopo il quale La Spezia ha lanciato agli altri scali dal Nord Tirreno, da Carrara a Savona,  un appello per una strategia congiunta e una collaborazione operativa che consenta di difendere i traffici esistenti, svilupparne nuovi e tutelare gli interessi dell’economia produttiva del Paese. «Da sempre – afferma Mario Sommariva, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure orientale – i porti non collaborano, si combattono e perdono il vero confronto, che è quello con i porti del Nord Europa. Oggi in una situazione di allerta, La Spezia, forte dell’esperienza di successo di reale coordinamento e integrazione con Carrara, lancia un’offerta di collaborazione concreta in prima battuta a Genova e Savona, per presentarsi sul mercato come un sistema coordinato che abbia nella logistica, nelle ferrovie e nell’offerta di servizi anche supplettivi alle difficoltà altrui, la sua chiave vincente». Una richiesta di collaborazione lanciata in un momento di assoluta emergenza determinato in primis dalla situazione di tensione internazionale che penalizza il Mediterraneo. «E la risposta – aggiunge il Segretario Generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure orientale, Federica Montaresi – transita attraverso una risposta di sistema che oggi non è più uno slogan, bensì una necessità cogente per spendere razionalmente le risorse e per porre le grandi opere e in primis i porti al servizio  della domanda che nasce dal sistema economico del Paese uscendo anche da schemi mentali e culturali ormai obsoleti. Nel caso della Liguria coordinando e non contrapponendo lo sforzo di La Spezia e Carrara con quello di Genova e Savona che nei prossimi anni si troveranno ad affrontare l’impatto operativo proprio dei cantieri per la realizzazione delle grandi opere». «È il momento – confermato Paolo Pessina, Presidente di Assagenti – di superare le contrapposizioni e lanciare una grande operazione di marketing territoriale specie presso l’industria, italiana e no, l’immagine reale di un sistema portuale dell’arco tirrenico in grado di rispondere anche con una logistica coordinata ed efficiente alla domanda di servizi». Non casuali le conclusioni del convegno, svolte da Pierpaolo Ribuffo, Ammiraglio diventato proprio in queste ore il coordinatore del Cipom, l’organismo interministeriale incaricato di mettere fine ai conflitti di competenze fra ministeri e di concretizzare una politica del mare nel reale interesse del Paese. «Interesse – ha sottolineato Ribuffo – che può essere raggiunto solo attraverso la concretezza che è stata auspicata dal segretario Montaresi e da un effettivo interfaccia fra porto e attività produttive e industriali». [post_title] => Liguria, una proposta per coordinare i porti della Spezia, Carrara, Genova e Savona [post_date] => 2024-04-23T10:14:33+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713867273000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466090 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet ha aperto il nuovo programma di formazione per cadetti Generazione easyJet, che consentirà ad aspiranti piloti in possesso di poca esperienza, o anche neofiti, di entrare nella cabina di pilotaggio di un aereo commerciale Airbus A320 in circa due anni, in qualità di co-pilota qualificato. Nel corso della campagna di reclutamento quinquennale avviata dalla compagnia, oltre 1.000 nuovi piloti entreranno a far parte del personale del vettore entro il 2027, con circa 200 posti già disponibili a partire da quest'anno. La formazione si svolge in collaborazione con Cae – partner della compagnia aerea – presso le sedi dell'accademia aeronautica di Gatwick, Milano, Bruxelles o Madrid, mentre le fasi di addestramento al volo si svolgono negli Stati Uniti. Una volta completata con successo la formazione, i diplomati possono iniziare la loro carriera come co-piloti presso la compagnia. Poiché oggi in tutto il mondo solo circa il 6% dei piloti è donna, easyJet continua a impegnarsi attivamente per affrontare questa cruciale sfida del settore, anche attraverso  diverse iniziative come campagne di reclutamento, programmi di visite alle scuole per piloti e la sua Summer Flight School. Grazie a questo costante impegno, oggi ci sono circa 300 donne, di cui 99 comandanti, che volano per la compagnia. Questo è solo l’inizio di un lavoro che easyJet affronta quotidianamente per combattere gli stereotipi di genere e incoraggiare il maggior numero possibile di donne a candidarsi. Per iscriversi al Programma di formazione di easyJet, i cadetti devono aver compiuto 18 anni al momento dell'inizio della formazione e possedere un minimo di 5 certificati generali di istruzione secondaria (Gcse) di grado C o superiore (o equivalente), tra cui matematica, scienze e lingua inglese; non sono richieste qualifiche superiori o lauree. [post_title] => EasyJet: 1.000 nuovi piloti entro il 2027. Aperte le candidature per la formazione dei cadetti [post_date] => 2024-04-23T08:45:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713861949000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465932 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_464039" align="alignright" width="300"] Uno scorcio di Genova[/caption] Molte le iniziative per i ponti primaverili all'Acquario di Genova e alla Città dei Bambini e dei Ragazzi. L’Acquario di Genova presenta la nuova vasca delle Mangrovie, propone con l’avvio della bella stagione CrocierAcquario e offre le interessanti esperienze edutainment per approfondire la conoscenza dell’ambiente marino e dei progetti di conservazione della struttura. La Città dei Bambini e dei Ragazzi, arricchita dalle nuove divertenti postazioni dedicate alle Tartarughe Ninja, coinvolge le famiglie in visita con gli speciali Science Snack. Dopo la sala delle Aree Marine Protette, presentata prima di Pasqua, l’Acquario di Genova ha inaugurato la nuova vasca delle Mangrovie, una piccola porzione di mangrovieto che ospita diverse specie coltivate dallo staff della struttura. L’apertura della vasca è l’occasione per annunciare una nuova collaborazione scientifica internazionale tra Università di Milano-Bicocca, Acquario di Genova, Maldives National University e University of Dubai. Presso l’Acquario verranno svolte attività di divulgazione e sensibilizzazione del pubblico su questi preziosi ecosistemi e ricerche scientifiche focalizzate su diverse tematiche. Con l’avvio della bella stagione torna “CrocierAcquario”, l’esperienza che unisce la visita all’Acquario di Genova e l’escursione in battello per seguire le rotte dei mammiferi marini nel cuore del Santuario Pelagos. Le uscite sono previste ogni domenica e mercoledì. Partenze speciali anche giovedì 25, sabato 27 e lunedì 29 aprile. Un biologo a bordo racconta al pubblico tutti i segreti degli animali avvistati ed illustra il codice di comportamento corretto per osservare i cetacei senza disturbare. CrocierAcquario (Acquario di Genova + escursione in battello sulle rotte dei Cetacei) ha un costo di 64 euro per gli adulti, 42 euro per i ragazzi 4/12 anni, gratuito per i bambini 0/3. Nel periodo dei ponti sono disponibili tutte le esperienze edutainment dell’Acquario di Genova: - Il tour “Dietro le quinte”. Gli esperti della struttura conducono i partecipanti in una visita guidata nel dietro le quinte, alla scoperta dei progetti di conservazione e ricerca in cui l’Acquario è impegnato da 30 anni, in visita alle cucine, dove ogni giorno viene preparato il cibo per gli oltre 11.000 esemplari di circa 500 specie ospitati negli exhibit, e negli spazi tecnici che consentono di capire il funzionamento di una struttura così complessa. - “L’esperto con te” – disponibile su prenotazione tutti i giorni - è una visita guidata esclusiva di 2 ore che comprende sia l’osservazione delle vasche espositive, sia l’accesso ad alcune aree tecniche, per un gruppo di max 10 persone (conviventi o amici). È possibile scegliere giorno, ora e tema della visita. - “A tu per tu con i delfini” è l’esperienza, fruibile dai 6 anni di età, per far vivere l’emozione dell’incontro con questi splendidi animali. Accompagnati da un esperto, si ha l’opportunità di conoscere lo staff che ha cura dei delfini e di scoprire come si svolge il suo lavoro anche attraverso la partecipazione ad alcune attività quotidiane. - “A tu per tu con i pinguini” è una speciale esperienza su prenotazione per gruppi di max 5 persone (età minima 6 anni) che, guidati da un biologo, scoprono le attività relative alla gestione e alla cura delle due specie di pinguino ospiti dell’Acquario, assistendo alla distribuzione del cibo da parte dello staff. La Città dei Bambini e dei Ragazzi. Nel primo experience museum in Italia dedicato ai “CINQUE SENSI” i bambini e i ragazzi possono compiere un vero e proprio viaggio alla scoperta di sé e del mondo attraverso l’esperienza diretta. Alla Città dei Bambini e dei Ragazzi, il percorso esperienziale nelle sei sale tematiche, utilizza tatto, vista, udito, olfatto e gusto come strumento per trasmettere conoscenze e divertirsi. Novità primaverile: alla Città dei Bambini e dei Ragazzi sono arrivate le Tartarughe Ninja, le quattro tartarughe antropomorfe. Per arricchire la proposta alle famiglie in visita, nei fine settimana e tutti i giorni dal 25 aprile al 1°maggio sono proposti gli speciali Science Snack, le animazioni guidate dallo staff per approfondire di volta in volta temi diversi in modo coinvolgente e divertente, dedicate in particolare alle Tartarughe Ninja. Sono compresi nella visita e proposti in tutte le fasce orarie (durata di 20 minuti). [post_title] => Acquario di Genova, un ricco calendario tra novità, iniziative e crociere a tema [post_date] => 2024-04-19T12:31:31+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713529891000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465886 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tra le mete più richieste di quest’estate certamente spicca la Francia, che ha archiviato un 2023 con 100 milioni di visitatori stranieri e 8 milioni di visitatori italiani, per una spesa turistica pari a 3,8 miliardi di euro. Parigi è chiaramente in pole position come palcoscenico turistico-sportivo internazionale in vista dei Giochi Olimpici, che si terranno dal 26 luglio all’11 agosto e dei Paralimpici, in scena dal 28 agosto all’8 settembre. Eventi dalla forte connotazione sostenibile, resi quest’anno ancor più spettacolari perché oltre che negli stadi si terranno in luoghi simbolo del Paese: gli Champs de Mars, sotto la Torre Eiffel, diventeranno un campo da beach volley, Place du Trocadéro una pista da BMX, l’Esplanade des Invalides e il Grand Palais ospiteranno le gare di tiro con l'arco e di scherma, mentre il triathlon si svolgerà sotto il Pont Alexandre III.  Un anno all’insegna dello sport che permetterà dunque di conoscere il Paese come destinazione turistica sportiva con Vendee Globe, tour del mondo in barca a vela in solitario, che partirà il 10 novembre 2024 da Les Sables d’Olonnes in Vandea e il Tour de France che partirà da Firenze per terminare a Nizza in Costa Azzurra. Il tutto condito con l’attesa riapertura al pubblico della Cattedrale di Notre Dame, il prossimo 8 dicembre, il giorno della Festa dell’Immacolata Concezione, dopo cinque anni dall’incendio. A trainare il turismo anche i numerosi festival ed eventi culturali in calendario, come il Festival Impressionista della Normandia (dal 22 marzo al 22 settembre), il Festival di Cannes (dal 14 al 25 maggio), la biennale che celebra i vini di Bordeaux e della Nouvelle-Aquitaine (dal 27 al 30 giugno), mostre, esposizioni, spettacoli teatrali, concerti, ma anche numerose iniziative gratuite durante gli Olimpiadi in spazi aperti a tutti: cerimonie lungo la Senna e club per seguire gli eventi su grandi schermi. «Il mercato italiano è al 4° posto del mercato internazionale francese - ha sottolineato Frédéric Meyer, direttore Atout France nel nostro paese - e nel 2023 abbiamo registrato un incremento del 10% di turisti italiani, che apprezzano la Francia non solo nelle destinazioni più iconiche e conosciute, ma anche nelle altre regioni, grazie anche alla comodità dei trasporti, con oltre 1.000 collegamenti aerei settimanali e circa 20 collegamenti ferroviari”. Gli italiani potranno scegliere comodi collegamenti ferroviari dalle principali città italiane come Roma, Venezia, Bologna, Genova, Firenze e Verona con cambio a Milano e treni da Torino a Parigi Gare de Lyon ad alta velocità Frecciarossa e TGV. Sul fronte aereo, Air France è il partner ufficiale dei Giochi Olimpici e Paralimpici: “metteremo in evidenza il meglio della Francia per il mondo, promuovendo l'eccellenza, il rispetto e l'inclusione - commenta Benjamin Smith, direttore esecutivo del gruppo Air France-KLM”. Le Olimpiadi saranno un’occasione quindi per concedersi una vacanza tra le ricchezze storico-culturali di Parigi, visitando le principali attrattive turistiche, come il Museo del Louvre, la Torre Eiffel, gli Champs-Elysées, il Centro Pompidou e molto altro, per poi proseguire il viaggio alla scoperta dei magnifici dintorni: il Palazzo e i giardini di Versailles, Giverny, la casa e i giardini di Claude Monet, il Castello di Fontainebleau, Rouen, la città di Chartres, Auvers-sur-Oise, il piccolo paese degli impressionisti, le cantine di Reims, il Castello di Chantilly, la Valle della Loira e i suoi castelli fiabeschi, la città medievale di Provins, Lione o Disneyland Paris, meta ideale se si viaggia con la famiglia. [post_title] => Parigi al top, tra sport, sostenibilità e cultura [post_date] => 2024-04-19T09:37:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Estero [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => francia [1] => omio-parigi [2] => omio-viaggi-in-treno [3] => parigi [4] => parigi-giochi-olimpici-e-paralimpici [5] => parigi-olimpiadi [6] => treni-da-torino-a-parigi [7] => treni-per-parigi [8] => vacanza-a-parigi [9] => viaggio-in-treno-a-parigi ) [post_tag_name] => Array ( [0] => francia [1] => omio parigi [2] => omio viaggi in treno [3] => parigi [4] => parigi giochi olimpici e paralimpici [5] => parigi olimpiadi [6] => treni da torino a parigi [7] => treni per parigi [8] => vacanza a parigi [9] => viaggio in treno a parigi ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713519473000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465801 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'estate Vueling conta 248 rotte verso 101 destinazioni in 29 paesi: la compagnia aerea del gruppo Iag ripristinerà nei prossimi mesi quattro rotte, tra cui la Milano Linate-Barcellona, e lancerà due nuove tratte rispetto alla summer 2023, la Comiso-Barcellona e la Londra Heathrow-Parigi Orly. La Milano Linate-Barcellona è operativa con due voli settimanali, mentre la Comiso-Barcellona rappresenta una vera e propria novità: Vueling è la prima compagnia aerea a collegare questi due aeroporti con un volo diretto, offrendo la possibilità di raggiungere la città catalana con 2 voli settimanali. Queste tratte vanno a migliorare ulteriormente le connessioni del Belpaese con il resto d’Europa, rafforzando la leadership di Vueling sulla rotta Italia – Barcellona e riconfermando il secondo posto sul corridoio Italia – Spagna. In Italia il vettore vola quindi su  39 rotte verso 15 destinazioni europee (Barcellona, Madrid, Bilbao, Valencia, Malaga, Alicante, Ibiza, Palma di Maiorca, Londra, Amsterdam, Parigi, Dubrovnik, Spalato, Mykonos e Santorini) in 6 paesi (Spagna, Inghilterra, Paesi Bassi, Francia, Croazia e Grecia). A livello domestico, invece, Vueling collega l’aeroporto di Firenze con quelli di Catania e di Palermo. Per l'estate sono 15 gli aeroporti italiani serviti dalla compagnia, con le due basi internazionali Firenze e Roma Fiumicino in primis, oltre a Bologna, Bari, Cagliari, Catania, Comiso, Genova, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Olbia, Palermo, Torino, Venezia. [post_title] => Vueling e l'estate italiana: 39 rotte inclusa la nuovissima Comiso-Barcellona [post_date] => 2024-04-18T11:17:33+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713439053000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465791 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Airport Handling, la società controllata a maggioranza da dnata, fornitore leader mondiale per servizi aerei e di viaggio, ha recentemente inaugurato i suoi nuovi uffici presso l'aeroporto di Roma Fiumicino.  Investimento che rientra nel più ampio stanziamento multimilionario della società, da oltre 20 milioni di euro in attrezzature avanzate per il supporto a terra, a seguito dell’aggiudicazione della gara per i servizi di assistenza a terra nello scalo di Roma.  Airport Handling fornirà una gamma di servizi passeggeri e di rampa sicuri e di qualità alle compagnie aeree che operano a Fiumicino. Attualmente mira ad avviare le operazioni presso l’aeroporto di Roma nella seconda metà del 2024 e, al momento, prevede di impiegare oltre 1.800 operatori con elevata professionalità acquisita nel settore aeroportuale. Le prime assunzioni hanno già portato all’inserimento di un primo gruppo manageriale, selezionato localmente, con una vasta competenza ed esperienza nel mercato romano. La consegna della nuova flotta di attrezzature di Airport Handling destinata alle operazioni presso l’aeroporto di Roma Fiumicino è prevista dall’inizio dell’estate e comprende sia veicoli elettrici che alimentati con carburante Hvo. L’espansione romana di Airport Handling rafforza la posizione di fornitore leader di servizi aeroportuali in Italia: partner di fiducia di oltre 60 compagnie aeree, la società gestisce oggi più di 22 milioni di passeggeri e 82.000 voli all'anno nei due aeroporti di Milano, Malpensa e Linate. L'azionista di maggioranza di Airport Handling è dnata, l’attore globale nel settore dei servizi aerei combinati, che opera in oltre 120 aeroporti in tutto il mondo. Oltre all'attività di assistenza a terra, dnata fornisce anche servizi di catering e vendita al dettaglio in tutti i principali aeroporti italiani, incluso Roma Fiumicino.   [post_title] => Airport Handling, dnata: nella seconda metà 2024 l'avvio delle operazioni a Roma Fiumicino [post_date] => 2024-04-18T10:40:19+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713436819000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465675 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Importante accordo di collaborazione a lungo termine tra il gruppo Ihg e Novum Hospitality. La partnership, della durata di 30 anni, consentirà il raddoppio della presenza in Germania della compagnia con sede nel Regno Unito: il suo portfolio nel paese tedesco supererà quota 200 indirizzi in quasi 100 città. La novità segna inoltre la nascita del marchio Holiday Inn - the niu, frutto dell'unione dei due brand di casa Ihg e Novum. Debutteranno inoltre in Europa le prime strutture Garner e Candlewood Suites.  Nel dettaglio, si prevede che tra il 2024 e il 2028 entreranno a far parte del sistema Ihg fino a 108 strutture Novum Hospitality, per 15.334 camere, più 11 hotel in pipeline (2.369 stanze). La conversione degli hotel avverrà per fasi, a partire dal 2024, con la maggior parte dei processi che si concluderanno nei prossimi 24 mesi. Grazie alla collaborazione tra Holiday Inn e The Niu saranno 52 gli hotel coinvolti, tra indirizzi attivi e in fase di sviluppo. Gli altri marchi della compagnia tedesca, Yggotel, Select e Novum, per un totale di 56 strutture attive e in pipeline, si convertiranno nel brand midscale Garner. Living the City, infine, con 11 hotel operativi e in pipeline, confluirà in un altro marchio midscale come Candlewood Suites. L’accordo prevede anche un rapporto di esclusività per i futuri hotel Novum, “Siamo entusiasti di collaborare con un gruppo come Novum e di raddoppiare la nostra presenza in Germania - spiega il ceo di Ihg, Elie Maalouf -. Questo accordo crea una forte piattaforma tedesca per aumentare la domanda e la visibilità dei nostri marchi. Portare Garner in Europa, in un mercato critico come quello tedesco, segna poi un momento importante, così come esportare Candlewood Suites al di fuori degli Stati Uniti per la prima volta". "La collaborazione con Ihg dà alla nostra azienda a conduzione familiare una grande forza, necessaria per consolidare la nostra presenza sul mercato europeo - aggiunge l'amministratore delegato e proprietario di Novum, David Etmenan -. Con la creazione di un co-brand tra the niu e Holiday Inn aumentiamo il nostro appeal nei confronti degli ospiti su scala globale, mantenendo al contempo la nostra piena flessibilità e indipendenza, in quanto la società rimane interamente di nostra proprietà". [post_title] => Ihg spinge sulla Germania. Accordo con Novum che raddoppierà la presenza del gruppo nel paese [post_date] => 2024-04-17T10:12:04+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713348724000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465595 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si svolgerà a La Spezia il 10, 11 e 12 maggio “DePortibus - Il festival dei porti che collegano il mondo”, grande evento europeo dedicato alla portualità. Il festival, ideato da RES Comunicazione, è organizzato da IBG e ADSP, con il patrocinio e il sostegno del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il patrocinio e il supporto di RAM, Comune della Spezia, Regione Liguria, Fondazione Carispezia, Marina Militare. Protagonista del festival, una tre giorni di incontri pubblici, sarà dunque la realtà portuale in tutte le sue sfaccettature e avrà luogo proprio nella città dove ha sede il secondo porto container gateway in Italia per accesso diretto ai mercati, sempre più di rilevanza internazionale. Tra gli obiettivi dell’evento, quello di riposizionare il “Porto” nel luogo che gli spetta di diritto, una realtà fondamentale nella determinazione della geografia del mondo. Il ricco programma di appuntamenti di DePortibus mostra le due anime della rassegna: una più tecnica, dedicata agli addetti ai lavori che affronteranno, tra gli altri, argomenti legati a porti verdi e sostenibilità, digitalizzazione, integrazione dei servizi, smart logistics e smart city, cyber security, shipping cities, rotte europee e molto altro; e una seconda anima più pop, con proposte culturali aperte a tutta la cittadinanza, tra spettacoli, concerti, cinema, laboratori, incontri con autori, arte e regate, che avranno come protagonisti i migliori interpreti della scena artistica, letteraria, musicale e d’informazione italiana. «La connessione tra porti e difesa è cruciale - spiega il viceministro Edoardo Rixi - per garantire la sicurezza delle rotte commerciali, la protezione delle infrastrutture portuali e la gestione delle minacce emergenti. Deportibus sarà l’occasione per affrontare temi chiave come la protezione delle infrastrutture critiche, la cooperazione internazionale per contrastare il traffico illegale e il terrorismo marittimo, nonché l'impiego di tecnologie avanzate per migliorare la sicurezza e l'efficienza portuale. Un'opportunità di scambio su conoscenze, esperienze e migliori pratiche per affrontare le sfide attuali e future nel settore marittimo».   «II porto riveste un ruolo da protagonista per La Spezia, la sua storia, la sua ricchezza e “De Portibus” rappresenta un'importante opportunità per la nostra città, che per tre giorni diventerà il punto di riferimento per affrontare svariate tematiche portuali con i principali protagonisti del mondo istituzionale, economico, scientifico, ambientale e culturale – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini –. Si tratta di un evento che abbiamo fortemente condiviso e che sarà anche l'occasione per approfondire». «L’Autorità di Sistema Portuale ha sposato appieno l’idea di questo evento - commenta Federica Montaresi, segretario generale dell'AdSP -  che affronta temi che stiamo sviluppando in modo incisivo nei nostri scali della Spezia e Marina di Carrara. È tangibile il nostro interesse per l’innovazione, la sostenibilità ambientale, la sicurezza, la formazione in ambito portuale, ecc. Tutti i nostri progetti e le nostre iniziative giocano a favore dei traffici e dello sviluppo dei porti, ma molti degli interventi che stiamo portando avanti vanno anche a favore delle città che ci ospitano. Per questo DePortibus avrà anche un programma trasversale che coinvolgerà la comunità urbana, i giovani, gli appassionati di arte, musica, letteratura». «DePortibus ha l’ambizione di raccontare il ruolo strategico dei porti nel mondo - conclude Cristiana Pagni, presidente di Italian Blue Growth -  Si parla troppo poco di portualità nel nostro Paese pur essendo un settore economico importante e trainante. Non puó esserci crescita senza shipping e specialmente senza il confronto con altre grandi realtà internazionali. DePortibus vuole essere questo: un punto di partenza nella scoperta e nel racconto di una realtà fondamentale, quella portuale nella determinazione della geografia del mondo».     [post_title] => De Portibus, a La Spezia dal 10 al 12 maggio Il "Festival dei Porti che collegano il mondo" [post_date] => 2024-04-16T11:54:44+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713268484000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "c way nuovi city break genova combinano euroflora 2022 acquario biosfera" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":88,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":803,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466105","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air e WestJet ampliano il loro codeshare che proporrà ai passeggeri un maggior numero di opzioni di viaggio transpacifiche. Dal 17 maggio, la compagnia della Corea del Sud inizierà a vendere i biglietti per la nuova rotta di WestJet tra Seul Incheon e Calgary, che sarà servita con tre voli alla settimana operati da un Boeing 787 Dreamliner.\r\n\r\nI voli Seoul Incheon - Calgary collegheranno i passeggeri di Korean Air a Calgary, porta d'accesso al parco nazionale di Banff in Canada, rinomato per il lago Louise e per i suoi sentieri di montagna.\r\n\r\n\"Il lancio della rotta Calgary-Seoul Incheon di WestJet rafforzerà i collegamenti tra la Corea e il Canada - ha dichiarato Tae Joon Kim, senior vice president e head of international affairs & alliance del vettore coreano -, fornendo un accesso continuo a una più ampia selezione di città asiatiche e canadesi attraverso i nostri hub di Incheon e Calgary\".\r\n\r\nI passeggeri di WestJet, a loro volta, avranno accesso ai voli operati da Korean Air verso sei nuove destinazioni - Bangkok, Da Nang, Hanoi, Ho Chi Minh City, Hong Kong e Singapore - attraverso l'hub di Korean Air all'aeroporto di Incheon.\r\n\r\n\"Mentre ci prepariamo ai primi voli di WestJet tra Calgary e Incheon, questa espansione del codeshare arriva al momento giusto. Stiamo migliorando la connettività per i nostri ospiti e per i membri di WestJet Rewards verso un maggior numero di destinazioni in Asia grazie all'hub globale di Korean Air - ha sottolineato Jeff Hagen, vicepresidente di WestJet per lo sviluppo commerciale e le partnership strategiche -. La nostra partnership con Korean Air offre eccellenti opportunità sia ai viaggiatori leisure che a quelli d'affari per esplorare il continente asiatico, offrendo al contempo ai nuovi ospiti asiatici un facile accesso al Canada attraverso il nostro hub di Calgary\".","post_title":"Korean Air e WestJet ampliano l'accordo di codeshare alla Seul-Calgary","post_date":"2024-04-23T10:22:59+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713867779000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466031","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una proposta innovativa che vuole superare gli individualismi e puntare al benessere del Paese. E’ stata costruita al termine di un convegno sul sistema portuale, dopo il quale La Spezia ha lanciato agli altri scali dal Nord Tirreno, da Carrara a Savona,  un appello per una strategia congiunta e una collaborazione operativa che consenta di difendere i traffici esistenti, svilupparne nuovi e tutelare gli interessi dell’economia produttiva del Paese.\r\n\r\n«Da sempre – afferma Mario Sommariva, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure orientale – i porti non collaborano, si combattono e perdono il vero confronto, che è quello con i porti del Nord Europa. Oggi in una situazione di allerta, La Spezia, forte dell’esperienza di successo di reale coordinamento e integrazione con Carrara, lancia un’offerta di collaborazione concreta in prima battuta a Genova e Savona, per presentarsi sul mercato come un sistema coordinato che abbia nella logistica, nelle ferrovie e nell’offerta di servizi anche supplettivi alle difficoltà altrui, la sua chiave vincente».\r\n\r\nUna richiesta di collaborazione lanciata in un momento di assoluta emergenza determinato in primis dalla situazione di tensione internazionale che penalizza il Mediterraneo.\r\n«E la risposta – aggiunge il Segretario Generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure orientale, Federica Montaresi – transita attraverso una risposta di sistema che oggi non è più uno slogan, bensì una necessità cogente per spendere razionalmente le risorse e per porre le grandi opere e in primis i porti al servizio  della domanda che nasce dal sistema economico del Paese uscendo anche da schemi mentali e culturali ormai obsoleti. Nel caso della Liguria coordinando e non contrapponendo lo sforzo di La Spezia e Carrara con quello di Genova e Savona che nei prossimi anni si troveranno ad affrontare l’impatto operativo proprio dei cantieri per la realizzazione delle grandi opere».\r\n\r\n«È il momento – confermato Paolo Pessina, Presidente di Assagenti – di superare le contrapposizioni e lanciare una grande operazione di marketing territoriale specie presso l’industria, italiana e no, l’immagine reale di un sistema portuale dell’arco tirrenico in grado di rispondere anche con una logistica coordinata ed efficiente alla domanda di servizi».\r\n\r\nNon casuali le conclusioni del convegno, svolte da Pierpaolo Ribuffo, Ammiraglio diventato proprio in queste ore il coordinatore del Cipom, l’organismo interministeriale incaricato di mettere fine ai conflitti di competenze fra ministeri e di concretizzare una politica del mare nel reale interesse del Paese. «Interesse – ha sottolineato Ribuffo – che può essere raggiunto solo attraverso la concretezza che è stata auspicata dal segretario Montaresi e da un effettivo interfaccia fra porto e attività produttive e industriali».","post_title":"Liguria, una proposta per coordinare i porti della Spezia, Carrara, Genova e Savona","post_date":"2024-04-23T10:14:33+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1713867273000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466090","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EasyJet ha aperto il nuovo programma di formazione per cadetti Generazione easyJet, che consentirà ad aspiranti piloti in possesso di poca esperienza, o anche neofiti, di entrare nella cabina di pilotaggio di un aereo commerciale Airbus A320 in circa due anni, in qualità di co-pilota qualificato.\r\nNel corso della campagna di reclutamento quinquennale avviata dalla compagnia, oltre 1.000 nuovi piloti entreranno a far parte del personale del vettore entro il 2027, con circa 200 posti già disponibili a partire da quest'anno.\r\nLa formazione si svolge in collaborazione con Cae – partner della compagnia aerea – presso le sedi dell'accademia aeronautica di Gatwick, Milano, Bruxelles o Madrid, mentre le fasi di addestramento al volo si svolgono negli Stati Uniti. Una volta completata con successo la formazione, i diplomati possono iniziare la loro carriera come co-piloti presso la compagnia.\r\nPoiché oggi in tutto il mondo solo circa il 6% dei piloti è donna, easyJet continua a impegnarsi attivamente per affrontare questa cruciale sfida del settore, anche attraverso  diverse iniziative come campagne di reclutamento, programmi di visite alle scuole per piloti e la sua Summer Flight School.\r\nGrazie a questo costante impegno, oggi ci sono circa 300 donne, di cui 99 comandanti, che volano per la compagnia. Questo è solo l’inizio di un lavoro che easyJet affronta quotidianamente per combattere gli stereotipi di genere e incoraggiare il maggior numero possibile di donne a candidarsi.\r\nPer iscriversi al Programma di formazione di easyJet, i cadetti devono aver compiuto 18 anni al momento dell'inizio della formazione e possedere un minimo di 5 certificati generali di istruzione secondaria (Gcse) di grado C o superiore (o equivalente), tra cui matematica, scienze e lingua inglese; non sono richieste qualifiche superiori o lauree.","post_title":"EasyJet: 1.000 nuovi piloti entro il 2027. Aperte le candidature per la formazione dei cadetti","post_date":"2024-04-23T08:45:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713861949000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465932","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_464039\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Uno scorcio di Genova[/caption]\r\n\r\nMolte le iniziative per i ponti primaverili all'Acquario di Genova e alla Città dei Bambini e dei Ragazzi.\r\n\r\nL’Acquario di Genova presenta la nuova vasca delle Mangrovie, propone con l’avvio della bella stagione CrocierAcquario e offre le interessanti esperienze edutainment per approfondire la conoscenza dell’ambiente marino e dei progetti di conservazione della struttura. La Città dei Bambini e dei Ragazzi, arricchita dalle nuove divertenti postazioni dedicate alle Tartarughe Ninja, coinvolge le famiglie in visita con gli speciali Science Snack.\r\n\r\nDopo la sala delle Aree Marine Protette, presentata prima di Pasqua, l’Acquario di Genova ha inaugurato la nuova vasca delle Mangrovie, una piccola porzione di mangrovieto che ospita diverse specie coltivate dallo staff della struttura.\r\n\r\nL’apertura della vasca è l’occasione per annunciare una nuova collaborazione scientifica internazionale tra Università di Milano-Bicocca, Acquario di Genova, Maldives National University e University of Dubai.\r\n\r\nPresso l’Acquario verranno svolte attività di divulgazione e sensibilizzazione del pubblico su questi preziosi ecosistemi e ricerche scientifiche focalizzate su diverse tematiche.\r\n\r\nCon l’avvio della bella stagione torna “CrocierAcquario”, l’esperienza che unisce la visita all’Acquario di Genova e l’escursione in battello per seguire le rotte dei mammiferi marini nel cuore del Santuario Pelagos. Le uscite sono previste ogni domenica e mercoledì. Partenze speciali anche giovedì 25, sabato 27 e lunedì 29 aprile. Un biologo a bordo racconta al pubblico tutti i segreti degli animali avvistati ed illustra il codice di comportamento corretto per osservare i cetacei senza disturbare. CrocierAcquario (Acquario di Genova + escursione in battello sulle rotte dei Cetacei) ha un costo di 64 euro per gli adulti, 42 euro per i ragazzi 4/12 anni, gratuito per i bambini 0/3.\r\n\r\nNel periodo dei ponti sono disponibili tutte le esperienze edutainment dell’Acquario di Genova:\r\n\r\n- Il tour “Dietro le quinte”. Gli esperti della struttura conducono i partecipanti in una visita guidata nel dietro le quinte, alla scoperta dei progetti di conservazione e ricerca in cui l’Acquario è impegnato da 30 anni, in visita alle cucine, dove ogni giorno viene preparato il cibo per gli oltre 11.000 esemplari di circa 500 specie ospitati negli exhibit, e negli spazi tecnici che consentono di capire il funzionamento di una struttura così complessa.\r\n\r\n- “L’esperto con te” – disponibile su prenotazione tutti i giorni - è una visita guidata esclusiva di 2 ore che comprende sia l’osservazione delle vasche espositive, sia l’accesso ad alcune aree tecniche, per un gruppo di max 10 persone (conviventi o amici). È possibile scegliere giorno, ora e tema della visita.\r\n\r\n- “A tu per tu con i delfini” è l’esperienza, fruibile dai 6 anni di età, per far vivere l’emozione dell’incontro con questi splendidi animali. Accompagnati da un esperto, si ha l’opportunità di conoscere lo staff che ha cura dei delfini e di scoprire come si svolge il suo lavoro anche attraverso la partecipazione ad alcune attività quotidiane.\r\n\r\n- “A tu per tu con i pinguini” è una speciale esperienza su prenotazione per gruppi di max 5 persone (età minima 6 anni) che, guidati da un biologo, scoprono le attività relative alla gestione e alla cura delle due specie di pinguino ospiti dell’Acquario, assistendo alla distribuzione del cibo da parte dello staff.\r\n\r\nLa Città dei Bambini e dei Ragazzi. Nel primo experience museum in Italia dedicato ai “CINQUE SENSI” i bambini e i ragazzi possono compiere un vero e proprio viaggio alla scoperta di sé e del mondo attraverso l’esperienza diretta. Alla Città dei Bambini e dei Ragazzi, il percorso esperienziale nelle sei sale tematiche, utilizza tatto, vista, udito, olfatto e gusto come strumento per trasmettere conoscenze e divertirsi.\r\n\r\nNovità primaverile: alla Città dei Bambini e dei Ragazzi sono arrivate le Tartarughe Ninja, le quattro tartarughe antropomorfe.\r\n\r\nPer arricchire la proposta alle famiglie in visita, nei fine settimana e tutti i giorni dal 25 aprile al 1°maggio sono proposti gli speciali Science Snack, le animazioni guidate dallo staff per approfondire di volta in volta temi diversi in modo coinvolgente e divertente, dedicate in particolare alle Tartarughe Ninja. Sono compresi nella visita e proposti in tutte le fasce orarie (durata di 20 minuti).","post_title":"Acquario di Genova, un ricco calendario tra novità, iniziative e crociere a tema","post_date":"2024-04-19T12:31:31+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1713529891000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465886","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tra le mete più richieste di quest’estate certamente spicca la Francia, che ha archiviato un 2023 con 100 milioni di visitatori stranieri e 8 milioni di visitatori italiani, per una spesa turistica pari a 3,8 miliardi di euro.\r\n\r\nParigi è chiaramente in pole position come palcoscenico turistico-sportivo internazionale in vista dei Giochi Olimpici, che si terranno dal 26 luglio all’11 agosto e dei Paralimpici, in scena dal 28 agosto all’8 settembre. Eventi dalla forte connotazione sostenibile, resi quest’anno ancor più spettacolari perché oltre che negli stadi si terranno in luoghi simbolo del Paese: gli Champs de Mars, sotto la Torre Eiffel, diventeranno un campo da beach volley, Place du Trocadéro una pista da BMX, l’Esplanade des Invalides e il Grand Palais ospiteranno le gare di tiro con l'arco e di scherma, mentre il triathlon si svolgerà sotto il Pont Alexandre III. \r\n\r\nUn anno all’insegna dello sport che permetterà dunque di conoscere il Paese come destinazione turistica sportiva con Vendee Globe, tour del mondo in barca a vela in solitario, che partirà il 10 novembre 2024 da Les Sables d’Olonnes in Vandea e il Tour de France che partirà da Firenze per terminare a Nizza in Costa Azzurra.\r\n\r\nIl tutto condito con l’attesa riapertura al pubblico della Cattedrale di Notre Dame, il prossimo 8 dicembre, il giorno della Festa dell’Immacolata Concezione, dopo cinque anni dall’incendio. A trainare il turismo anche i numerosi festival ed eventi culturali in calendario, come il Festival Impressionista della Normandia (dal 22 marzo al 22 settembre), il Festival di Cannes (dal 14 al 25 maggio), la biennale che celebra i vini di Bordeaux e della Nouvelle-Aquitaine (dal 27 al 30 giugno), mostre, esposizioni, spettacoli teatrali, concerti, ma anche numerose iniziative gratuite durante gli Olimpiadi in spazi aperti a tutti: cerimonie lungo la Senna e club per seguire gli eventi su grandi schermi.\r\n\r\n«Il mercato italiano è al 4° posto del mercato internazionale francese - ha sottolineato Frédéric Meyer, direttore Atout France nel nostro paese - e nel 2023 abbiamo registrato un incremento del 10% di turisti italiani, che apprezzano la Francia non solo nelle destinazioni più iconiche e conosciute, ma anche nelle altre regioni, grazie anche alla comodità dei trasporti, con oltre 1.000 collegamenti aerei settimanali e circa 20 collegamenti ferroviari”.\r\n\r\nGli italiani potranno scegliere comodi collegamenti ferroviari dalle principali città italiane come Roma, Venezia, Bologna, Genova, Firenze e Verona con cambio a Milano e treni da Torino a Parigi Gare de Lyon ad alta velocità Frecciarossa e TGV.\r\n\r\nSul fronte aereo, Air France è il partner ufficiale dei Giochi Olimpici e Paralimpici: “metteremo in evidenza il meglio della Francia per il mondo, promuovendo l'eccellenza, il rispetto e l'inclusione - commenta Benjamin Smith, direttore esecutivo del gruppo Air France-KLM”.\r\n\r\nLe Olimpiadi saranno un’occasione quindi per concedersi una vacanza tra le ricchezze storico-culturali di Parigi, visitando le principali attrattive turistiche, come il Museo del Louvre, la Torre Eiffel, gli Champs-Elysées, il Centro Pompidou e molto altro, per poi proseguire il viaggio alla scoperta dei magnifici dintorni: il Palazzo e i giardini di Versailles, Giverny, la casa e i giardini di Claude Monet, il Castello di Fontainebleau, Rouen, la città di Chartres, Auvers-sur-Oise, il piccolo paese degli impressionisti, le cantine di Reims, il Castello di Chantilly, la Valle della Loira e i suoi castelli fiabeschi, la città medievale di Provins, Lione o Disneyland Paris, meta ideale se si viaggia con la famiglia.","post_title":"Parigi al top, tra sport, sostenibilità e cultura","post_date":"2024-04-19T09:37:53+00:00","category":["estero","informazione-pr"],"category_name":["Estero","Informazione PR"],"post_tag":["francia","omio-parigi","omio-viaggi-in-treno","parigi","parigi-giochi-olimpici-e-paralimpici","parigi-olimpiadi","treni-da-torino-a-parigi","treni-per-parigi","vacanza-a-parigi","viaggio-in-treno-a-parigi"],"post_tag_name":["francia","omio parigi","omio viaggi in treno","parigi","parigi giochi olimpici e paralimpici","parigi olimpiadi","treni da torino a parigi","treni per parigi","vacanza a parigi","viaggio in treno a parigi"]},"sort":[1713519473000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465801","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'estate Vueling conta 248 rotte verso 101 destinazioni in 29 paesi: la compagnia aerea del gruppo Iag ripristinerà nei prossimi mesi quattro rotte, tra cui la Milano Linate-Barcellona, e lancerà due nuove tratte rispetto alla summer 2023, la Comiso-Barcellona e la Londra Heathrow-Parigi Orly.\r\n\r\nLa Milano Linate-Barcellona è operativa con due voli settimanali, mentre la Comiso-Barcellona rappresenta una vera e propria novità: Vueling è la prima compagnia aerea a collegare questi due aeroporti con un volo diretto, offrendo la possibilità di raggiungere la città catalana con 2 voli settimanali. Queste tratte vanno a migliorare ulteriormente le connessioni del Belpaese con il resto d’Europa, rafforzando la leadership di Vueling sulla rotta Italia – Barcellona e riconfermando il secondo posto sul corridoio Italia – Spagna.\r\n\r\nIn Italia il vettore vola quindi su  39 rotte verso 15 destinazioni europee (Barcellona, Madrid, Bilbao, Valencia, Malaga, Alicante, Ibiza, Palma di Maiorca, Londra, Amsterdam, Parigi, Dubrovnik, Spalato, Mykonos e Santorini) in 6 paesi (Spagna, Inghilterra, Paesi Bassi, Francia, Croazia e Grecia). A livello domestico, invece, Vueling collega l’aeroporto di Firenze con quelli di Catania e di Palermo.\r\n\r\nPer l'estate sono 15 gli aeroporti italiani serviti dalla compagnia, con le due basi internazionali Firenze e Roma Fiumicino in primis, oltre a Bologna, Bari, Cagliari, Catania, Comiso, Genova, Milano Linate, Milano Malpensa, Napoli, Olbia, Palermo, Torino, Venezia.","post_title":"Vueling e l'estate italiana: 39 rotte inclusa la nuovissima Comiso-Barcellona","post_date":"2024-04-18T11:17:33+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713439053000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465791","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Airport Handling, la società controllata a maggioranza da dnata, fornitore leader mondiale per servizi aerei e di viaggio, ha recentemente inaugurato i suoi nuovi uffici presso l'aeroporto di Roma Fiumicino. \r\nInvestimento che rientra nel più ampio stanziamento multimilionario della società, da oltre 20 milioni di euro in attrezzature avanzate per il supporto a terra, a seguito dell’aggiudicazione della gara per i servizi di assistenza a terra nello scalo di Roma. \r\nAirport Handling fornirà una gamma di servizi passeggeri e di rampa sicuri e di qualità alle compagnie aeree che operano a Fiumicino. Attualmente mira ad avviare le operazioni presso l’aeroporto di Roma nella seconda metà del 2024 e, al momento, prevede di impiegare oltre 1.800 operatori con elevata professionalità acquisita nel settore aeroportuale. Le prime assunzioni hanno già portato all’inserimento di un primo gruppo manageriale, selezionato localmente, con una vasta competenza ed esperienza nel mercato romano.\r\nLa consegna della nuova flotta di attrezzature di Airport Handling destinata alle operazioni presso l’aeroporto di Roma Fiumicino è prevista dall’inizio dell’estate e comprende sia veicoli elettrici che alimentati con carburante Hvo.\r\nL’espansione romana di Airport Handling rafforza la posizione di fornitore leader di servizi aeroportuali in Italia: partner di fiducia di oltre 60 compagnie aeree, la società gestisce oggi più di 22 milioni di passeggeri e 82.000 voli all'anno nei due aeroporti di Milano, Malpensa e Linate.\r\nL'azionista di maggioranza di Airport Handling è dnata, l’attore globale nel settore dei servizi aerei combinati, che opera in oltre 120 aeroporti in tutto il mondo. Oltre all'attività di assistenza a terra, dnata fornisce anche servizi di catering e vendita al dettaglio in tutti i principali aeroporti italiani, incluso Roma Fiumicino.\r\n ","post_title":"Airport Handling, dnata: nella seconda metà 2024 l'avvio delle operazioni a Roma Fiumicino","post_date":"2024-04-18T10:40:19+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713436819000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465675","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Importante accordo di collaborazione a lungo termine tra il gruppo Ihg e Novum Hospitality. La partnership, della durata di 30 anni, consentirà il raddoppio della presenza in Germania della compagnia con sede nel Regno Unito: il suo portfolio nel paese tedesco supererà quota 200 indirizzi in quasi 100 città. La novità segna inoltre la nascita del marchio Holiday Inn - the niu, frutto dell'unione dei due brand di casa Ihg e Novum. Debutteranno inoltre in Europa le prime strutture Garner e Candlewood Suites. \r\n\r\nNel dettaglio, si prevede che tra il 2024 e il 2028 entreranno a far parte del sistema Ihg fino a 108 strutture Novum Hospitality, per 15.334 camere, più 11 hotel in pipeline (2.369 stanze). La conversione degli hotel avverrà per fasi, a partire dal 2024, con la maggior parte dei processi che si concluderanno nei prossimi 24 mesi. Grazie alla collaborazione tra Holiday Inn e The Niu saranno 52 gli hotel coinvolti, tra indirizzi attivi e in fase di sviluppo. Gli altri marchi della compagnia tedesca, Yggotel, Select e Novum, per un totale di 56 strutture attive e in pipeline, si convertiranno nel brand midscale Garner. Living the City, infine, con 11 hotel operativi e in pipeline, confluirà in un altro marchio midscale come Candlewood Suites. L’accordo prevede anche un rapporto di esclusività per i futuri hotel Novum,\r\n\r\n“Siamo entusiasti di collaborare con un gruppo come Novum e di raddoppiare la nostra presenza in Germania - spiega il ceo di Ihg, Elie Maalouf -. Questo accordo crea una forte piattaforma tedesca per aumentare la domanda e la visibilità dei nostri marchi. Portare Garner in Europa, in un mercato critico come quello tedesco, segna poi un momento importante, così come esportare Candlewood Suites al di fuori degli Stati Uniti per la prima volta\".\r\n\r\n\"La collaborazione con Ihg dà alla nostra azienda a conduzione familiare una grande forza, necessaria per consolidare la nostra presenza sul mercato europeo - aggiunge l'amministratore delegato e proprietario di Novum, David Etmenan -. Con la creazione di un co-brand tra the niu e Holiday Inn aumentiamo il nostro appeal nei confronti degli ospiti su scala globale, mantenendo al contempo la nostra piena flessibilità e indipendenza, in quanto la società rimane interamente di nostra proprietà\".","post_title":"Ihg spinge sulla Germania. Accordo con Novum che raddoppierà la presenza del gruppo nel paese","post_date":"2024-04-17T10:12:04+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713348724000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465595","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si svolgerà a La Spezia il 10, 11 e 12 maggio “DePortibus - Il festival dei porti che collegano il mondo”, grande evento europeo dedicato alla portualità.\r\n\r\nIl festival, ideato da RES Comunicazione, è organizzato da IBG e ADSP, con il patrocinio e il sostegno del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il patrocinio e il supporto di RAM, Comune della Spezia, Regione Liguria, Fondazione Carispezia, Marina Militare.\r\n\r\nProtagonista del festival, una tre giorni di incontri pubblici, sarà dunque la realtà portuale in tutte le sue sfaccettature e avrà luogo proprio nella città dove ha sede il secondo porto container gateway in Italia per accesso diretto ai mercati, sempre più di rilevanza internazionale. Tra gli obiettivi dell’evento, quello di riposizionare il “Porto” nel luogo che gli spetta di diritto, una realtà fondamentale nella determinazione della geografia del mondo.\r\n\r\nIl ricco programma di appuntamenti di DePortibus mostra le due anime della rassegna: una più tecnica, dedicata agli addetti ai lavori che affronteranno, tra gli altri, argomenti legati a porti verdi e sostenibilità, digitalizzazione, integrazione dei servizi, smart logistics e smart city, cyber security, shipping cities, rotte europee e molto altro; e una seconda anima più pop, con proposte culturali aperte a tutta la cittadinanza, tra spettacoli, concerti, cinema, laboratori, incontri con autori, arte e regate, che avranno come protagonisti i migliori interpreti della scena artistica, letteraria, musicale e d’informazione italiana.\r\n\r\n«La connessione tra porti e difesa è cruciale - spiega il viceministro Edoardo Rixi - per garantire la sicurezza delle rotte commerciali, la protezione delle infrastrutture portuali e la gestione delle minacce emergenti. Deportibus sarà l’occasione per affrontare temi chiave come la protezione delle infrastrutture critiche, la cooperazione internazionale per contrastare il traffico illegale e il terrorismo marittimo, nonché l'impiego di tecnologie avanzate per migliorare la sicurezza e l'efficienza portuale. Un'opportunità di scambio su conoscenze, esperienze e migliori pratiche per affrontare le sfide attuali e future nel settore marittimo».\r\n\r\n \r\n\r\n«II porto riveste un ruolo da protagonista per La Spezia, la sua storia, la sua ricchezza e “De Portibus” rappresenta un'importante opportunità per la nostra città, che per tre giorni diventerà il punto di riferimento per affrontare svariate tematiche portuali con i principali protagonisti del mondo istituzionale, economico, scientifico, ambientale e culturale – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini –. Si tratta di un evento che abbiamo fortemente condiviso e che sarà anche l'occasione per approfondire».\r\n\r\n«L’Autorità di Sistema Portuale ha sposato appieno l’idea di questo evento - commenta Federica Montaresi, segretario generale dell'AdSP -  che affronta temi che stiamo sviluppando in modo incisivo nei nostri scali della Spezia e Marina di Carrara. È tangibile il nostro interesse per l’innovazione, la sostenibilità ambientale, la sicurezza, la formazione in ambito portuale, ecc. Tutti i nostri progetti e le nostre iniziative giocano a favore dei traffici e dello sviluppo dei porti, ma molti degli interventi che stiamo portando avanti vanno anche a favore delle città che ci ospitano. Per questo DePortibus avrà anche un programma trasversale che coinvolgerà la comunità urbana, i giovani, gli appassionati di arte, musica, letteratura».\r\n\r\n«DePortibus ha l’ambizione di raccontare il ruolo strategico dei porti nel mondo - conclude Cristiana Pagni, presidente di Italian Blue Growth -  Si parla troppo poco di portualità nel nostro Paese pur essendo un settore economico importante e trainante. Non puó esserci crescita senza shipping e specialmente senza il confronto con altre grandi realtà internazionali. DePortibus vuole essere questo: un punto di partenza nella scoperta e nel racconto di una realtà fondamentale, quella portuale nella determinazione della geografia del mondo».\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"De Portibus, a La Spezia dal 10 al 12 maggio Il \"Festival dei Porti che collegano il mondo\"","post_date":"2024-04-16T11:54:44+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1713268484000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti